Issuu on Google+


INDICE DEI CAPITOLI

Capitolo 1 - CREANDO OPPORTUNITÀ

Pag. 3

Capitolo 2 - IL MIRACOLO DELLO SVILUPPO PERSONALE

Pag. 4

Capitolo 3 - LA FINE DEL PROCRASTINARE

Pag. 5

Capitolo 4 - L'ATTITUDINE È TUTTO

Pag. 8

Capitolo 5 - LE TRE CHIAVI DEL SUCCESSO

Pag. 9

Capitolo 6 - OGGI È LO IERI DI DOMANI

Pag. 10

Capitolo 7 - LE QUATTRO STAGIONI

Pag. 11

Capitolo 8 - SOLAMENTE DONANDO PUOI RICEVERE …

Pag. 13

Capitolo 9 - VITAMINE PER LA MENTE

Pag. 14

Capitolo 10- LEADERSHIP WEEK-END -MALAGA 2002

Pag. 15

Capitolo 11-COME TRASFORMARE NIENTE IN QUALCOSA

Pag. 19

Capitolo 12- DIVENTA UN BUON OSSERVATORE

Pag. 21

Capitolo 13- TU E IL NUOVO MILLENNIO

Pag. 22

Capitolo 14 -AZIONE VS AUTOILLUSIONE

Pag. 24

Capitolo 15 -COME REALIZZARE I PROPRI SOGNI

Pag. 27

Capitolo 16- IL SUCCESSO

Pag. 28

Capitolo 17- PERCHE’

Pag. 29

2


Cap. 1 CREANDO OPPORTUNITÀ

"La più grande forma di maturità si vede al momento della raccolta. Dobbiamo imparare a non lamentarci se il raccolto è scarso e a raccogliere senza giustificarci se il raccolto è grande." Una persona intraprendente è colei che vedendo una pila di metalli riesce a vederci una meravigliosa scultura. Una persona intraprendente è quella che guida attraverso la più squallida parte della città e riesce a vedere lo sviluppo di nuove aree. Una persona intraprendente è quella che vede un'opportunità in ogni aspetto della vita. Essere intraprendente significa tenere gli occhi aperti e la mente attiva. Significa avere sufficienti capacità, abbastanza fiducia, essere abbastanza creativi e disciplinati per raccogliere le opportunità che si presentano .........a dispetto dell'economia. Una persona con un'attitudine intraprendente dice: "Scopri cosa puoi fare prima di entrare in azione." Svolgi i tuoi compiti. Fai le ricerche. Sii preparato. Sii pieno di risorse. Fai tutto ciò che puoi per essere pronto per ciò che ti si presenterà. Le persone intraprendenti vedono sempre il futuro nel presente. Le persone intraprendenti trovano sempre un modo per sfruttare la situazione e non farsi cogliere dai problemi. Le persone intraprendenti non sono pigre. Non aspettano che le opportunità si avvicinino a loro, sono loro a cercarle. Intraprendenza significa trovare sempre un modo per tenere te stesso attivo nel lavoro verso il raggiungimento delle tue ambizioni. L' intraprendenza rappresenta due cose. La prima è la creatività. Hai bisogno di creatività per vedere cosa c'e' là fuori e modellarlo a tuo vantaggio. Hai bisogno di creatività per guardare il mondo in modo un po' diverso. Hai bisogno di creatività per avere un approccio differente, per essere diverso. Quello che va di pari passo con la creatività è il secondo requisito e cioè: il coraggio di essere creativo. Hai bisogno di avere coraggio per vedere le cose in modo diverso, il coraggio di andare contro la folla, il coraggio di avere un approccio diverso, il coraggio di rimanere da solo se è necessario, il coraggio di scegliere l'attività invece dell'inattività. Come ultimo, essere intraprendenti non significa solo l'abilità nel fare soldi. Essere intraprendenti significa anche sentirsi bene con se stessi, avere sufficiente autostima per cercare i vantaggi e le opportunità che faranno la differenza nel proprio futuro. Facendo così accrescerai la tua fiducia, il tuo coraggio, la tua creatività e la tua autostima e la tua Natura Intraprendente.

3


Cap. 2 IL MIRACOLO DELLO SVILUPPO PERSONALE

Un giorno il mio mentore Sig. Shoaff mi disse: “Jim se vuoi essere ricco e felice, impara bene questa lezione: Lavora più sodo su te stesso, che sul tuo lavoro”. Da allora lavoro sul mio sviluppo personale. Devo ammettere che quello è stato il compito più difficile di tutti. Questo lavoro di sviluppo personale dura una vita intera. Vedi, quello che tu puoi diventare è molto più importante di quanto puoi ottenere. Una domanda che tu faresti a te stesso sul lavoro è sicuramente: "Quanto sto ottenendo", e non "Che cosa sto diventando". Ottenere e diventare, sono come i gemelli Siamesi: quello che tu diventi influenza direttamente quanto stai ottenendo. Pensa bene a questa combinazione: tutto quello che hai oggi è solo merito di quello che sei diventato oggi. Durante la mia carriera raramente ho trovato un reddito che supera lo sviluppo personale. Qualche volta il reddito può fare un salto fortunato, ma se non impari a gestire le responsabilità che vengono con esso, di solito ritorna indietro al volume che tu puoi gestire. Se qualcuno ti dà un milione di dollari, la qualità della tua vita migliora in fretta diventando milionario. Ma un uomo molto ricco e saggio una volta ha detto: se prendi tutti i soldi del mondo e li dividi ugualmente fra ognuno, presto ritorneranno nelle stesse tasche di chi li aveva prima. È difficile mantenere ciò che non è stato ottenuto attraverso lo sviluppo personale. Così questo è l'assioma grande della vita: “Per avere di più di quello che hai, Devi diventare di più di quello che sei” Su questo concetto devi focalizzare la maggior parte della tua attenzione, altrimenti l'assioma del non cambiare sarà: "Se non cambi quello che sei, avrai sempre quello che hai" .

4


Cap.3 LA FINE DEL PROCRASTINARE

Perseverare è importante quanto fornire benzina alla macchina che stai guidando. Certamente, ci saranno momenti che senti le gomme della tua macchina girare sempre pur stando ferma la macchina, ma sicuramente ne uscirai con una genuina perseveranza. Senza di essa non saresti neanche in grado di accendere il motore. L'opposto del perseverare e il procrastinare. Perseverare significa non smettere mai. Procrastinare in genere vuol dire che non cominci mai, anche l'inabilità di portare a termine qualcosa è una forma di procrastinazione. Se chiedi a qualcuno: “ perché continui a procrastinare?” ti sentirai spesso rispondere: "Sono un perfezionista. Tutto deve essere perfetto prima che io mi concentri a lavorare. Non devo avere distrazioni, troppo rumore, non devo avere troppe telefonate che mi interrompano, e poi devo sentirmi bene fisicamente. Non riesco a lavorare quando ho mal di testa". Anche l'altra parte del procrastinare - non essere in grado di terminare qualcosa - ha una spiegazione perfetta: "Non sono mai contento. Sono molto critico, mi aspetto molto da me stesso. Se tutto non è a posto non mi sento di aver fatto un buon lavoro. Questo e come sono fatto io, probabilmente non cambierò mai". Hai visto cosa succede in questa situazione? Un difetto viene trasformato in virtù. Il perfezionista afferma che le sue capacita sono troppo elevate per questo mondo. Questa sindrome è una comune difesa delle persone per nascondere le loro debolezze, ma in fondo è solo un modo garbato di trovare scuse. Non ha sicuramente niente a che fare con quello che realmente è il procrastinare. Ricorda: la base del procrastinare può essere la paura del fallimento. Ecco quello che in realtà il perfezionismo è, se che lo guardi con attenzione. Non c’è differenza tra l'aver paura di non essere perfetti e aver paura di qualcos'altro... Si è comunque sempre paralizzati dalla paura. Non c’è differenza tra non iniziare qualcosa e non finirla. Sei comunque sempre fermo. Non stai andando da nessuna parte. Sei troppo preso da altri compiti che hai. Stai ancora permettendo a te stesso di essere dominato da una negativa visione del futuro nella quale vedi te stesso criticato, preso in giro, punito, oppure eliminato. Certamente, questa visione negativa del futuro e in realtà un meccanismo che ti permette di non fare assolutamente nulla. E uno strumento mentale molto conveniente. Ora ti dirò come eliminare la procrastinazione. T'insegnerò come trasformare il procrastinare in perseveranza, e se farai quello che ti suggerisco, il processo sarà certamente indolore. Include l'uso di due principi di grande potenza che sviluppano la produttività e costanza invece della passività e del rimandare. Il primo principio e : Dividilo. Non importa quello che stai cercando di ottenere, che sia scrivere un libro, scalare una montagna, verniciare una casa, la chiave è la tua abilita nel dividere le parti in pezzi ragionevoli e di cancellarne uno alla volta.

5


Focalizzati nel raggiungimento di quello che hai davanti a te in questo momento. Ignora quello che vedi lontano da qualche parte. Sostituisci un pensiero positivo reale per una visualizzazione negativa in futuro. Questa è la prima - importante tecnica per portare a termine la procrastinazione. Supponi che io ti chieda di scrivere un libro di 400 pagine. Se tu sei come la maggior parte delle persone, questo ti sembrerà un compito impossibile. Ma supponiamo che io ti faccia una domanda diversa. Supponi che io ti chieda di scrivere una pagina ed un quarto al giorno per un anno. Pensi che lo potresti fare? Ora il compito appare più fattibile. Stiamo dividendo il libro di 400 pagine in piccoli pezzi. Anche ora, suppongo molte persone lo troverebbero intimidante. Sai perché? Scrivere una pagina ed un quarto non sembra male, ma ti ho chiesto di scrivere per un anno intero. Quando le persone iniziano a guardare cosi avanti, Automaticamente hanno un umore negativo. Perciò voglio formulare l'idea di scrivere un libro in un altro modo. Lascia che lo divida ulteriormente. Supponi che ti chieda: riesci a scrivere una pagina ed un quarto non per un anno, non per un mese, neanche per una settimana, ma solo per oggi? Non guardare più avanti di cosi. Io credo che la maggior parte delle persone dichiarerebbero confidenzialmente di riuscire a farlo. Certamente, queste sarebbero le stesse persone che si sentono totalmente incapaci di scrivere un intero libro. Se io dicessi la stessa cosa a queste persone domani - se gli dicessi, non voglio che tu guardi indietro, e non voglio che guardi avanti, voglio solo che tu riempi una pagina ed un quarto proprio oggi - pensi che lo potrebbero fare? Un giorno alla volta. Tutti abbiamo sentito questa frase. Ecco quello che stiamo facendo qui. Stiamo dividendo il tempo richiesto per un importante compito in segmenti giornalieri, stiamo dividendo il lavoro di 400 pagine in segmenti di una pagina ed un quarto. Fai questo per un anno e scriverai tutto il libro. Disciplina te stesso a non guardare né avanti né indietro e puoi ottenere cose che non hai mai ritenuto possibili. Il secondo principio per eliminare il procrastinare è: Scrivilo. Sappiamo quanto è importante scrivere quando si fissano gli obiettivi. Ciò che scrivi per eliminare il procastinare è molto simile. Invece di focalizzarti nel futuro, tuttavia, ora scriverai del presente come esperienza di ogni giorno. Invece di descrivere le cose che tu vuoi o i posti dove vuoi andare, scriverai cosa fai effettivamente con il tuo tempo, terrai anche un elenco dei posti dove effettivamente vai. In altre parole, terrai un diario delle tue attività. Sarai sorpreso delle distrazioni, deviazioni e grandi perdite di tempo che hai nell'arco della giornata. Tutte queste cose si mettono in mezzo tra te ed il raggiungimento dei tuoi obiettivi. Per molte persone, sembra quasi che l'abbiano pianificato in quel modo e magari in

6


qualche maniera subconscia lo hanno fatto. La cosa fantastica di un diario del genere è che tutto appare chiaro davanti a te. Ti costringe a vedere cosa realmente stai facendo.........e cosa non stai facendo. Il diario del tempo non deve essere niente di elaborato. Compra semplicemente un quaderno a spirale che puoi facilmente portare in tasca. Quando vai a pranzo, quando vai in centro, quando vai in lavanderia, quando trascorri del tempo a fare le fotocopie, prendi nota dell'orario in cui hai iniziato l'attività ed a che ora finisce. Cerca di prendere nota prima possibile; se non è conveniente farlo subito fallo più tardi. Ma dovresti prendere nota nel tuo diario del tempo almeno una volta ogni mezzora, ed almeno per una settimana. Dividilo. Scrivilo. Questi 2 principi sono molto diretti. Non lasciare però che ti prendano in giro: sono principi produttivi e potenti. E’ cosi che metti la parola fine al procrastinare. E’ cosi che puoi dire a te stesso ora comincio.

7


Cap. 4 L'ATTITUDINE È TUTTO

Se trascorri cinque minuti lamentandoti, hai appena perso cinque minuti. Se continui a lamentarti, non passerà molto tempo prima di arrivare al deserto finanziario e rimanere nella polvere del tuo personale rimpianto. Il processo del cambiamento umano inizia dall'interno. Tutti noi abbiamo un incredibile potenziale. Tutti desideriamo buoni risultati dai nostri sforzi. Molti di noi sono disposti a lavorare sodo ed a pagare il prezzo che il successo e la felicità richiedono. Ognuno di noi ha l'abilità di mettere il proprio potenziale umano in azione, e raggiungere il risultato che desidera. Ma la cosa che determina il livello del nostro potenziale, che produce l'intensità' della nostra attività e predice la qualità dei risultati che riceviamo è LA NOSTRA ATTITUDINE. L'attitudine determina quanto del futuro siamo in grado di vedere. Decide la grandezza dei nostri sogni ed influenza la nostra determinazione, quando ci troviamo di fronte a nuove sfide. Nessun’ altra persona sulla terra domina la nostra attitudine. Le persone possono avere un effetto sulla nostra attitudine insegnandoci a pensare in modo molto povero oppure inintenzionalmente fornendoci risorse d'influenza negativa, ma nessuno può controllare la nostra attitudine a meno che noi volontariamente permettiamo di farci controllare. Nessuno può farci "arrabbiare". Quello che qualcun altro può aver fatto per noi è irrilevante. Noi scegliamo, non gli altri. Gli altri mettono la nostra attitudine alla prova. Se noi mostriamo un’attitudine temporanea diventando ostili, arrabbiati, gelosi o sospettosi, allora abbiamo perso la prova. Se condanniamo noi stessi credendo che non abbiamo valore, ancora una volta, abbiamo perso la prova. Se a noi importa solo di noi stessi, allora dobbiamo accettare la totale responsabilità dei nostri sentimenti. Dobbiamo imparare a guardarci da quei sentimenti che hanno la capacità di portare la nostra attitudine verso la strada sbagliata e di rinforzare invece quei sentimenti che possono portarci con fiducia in un futuro migliore. Se vogliamo ricevere le ricompense che il futuro ha in serbo per noi, dobbiamo esercitare la scelta più importante fornitaci come componenti della razza umana, mantenendo un totale dominio verso la nostra attitudine. La nostra attitudine ci appartiene, è un tesoro di gran valore, che dobbiamo proteggere. Attenzione ai vandali, ai ladri che sono intorno a noi, che possono influenzare la nostra attitudine positiva o cercare di rubarcela. Avere la giusta attitudine è una delle basi che il successo richiede. La combinazione tra filosofia personale e un’attitudine positiva riguardo noi stessi ed il mondo che ci circonda, ci da' una maggiore forza che influenza tutte le altre aree della nostra esistenza. “Prendi tempo per rivedere il tuo passato, così potrai imparare dalle tue esperienze e investirle nel tuo futuro”.

8


Cap. 5 LE TRE CHIAVI DEL SUCCESSO

"L'Ignoranza non è una benedizione. L’Ignoranza è poverta'. L’Ignoranza è devastazione. L’Ignoranza è tragedia L'Ignoranza è malattia. Tutto questo ha origine dall'Ignoranza." Otto anni fa mi sono recato in uno studio ed ho registrato un video di 56 minuti per i teenagers intitolato "Le tre chiavi del successo". Sebbene fosse indirizzato ai teenagers, i principi che ho condiviso sono certamente applicabili anche agli adulti. Recentemente mi è stato chiesto di elencare queste tre cose usando una o due frasi per ognuna di esse. Ora per vostro beneficio ve le elenco. 1) FISSARE OBIETTIVI. Io lo chiamo la visione del futuro. Molte persone, inclusi i bambini, pagherebbero il prezzo se vedessero la promessa del futuro. Perciò dobbiamo aiutare i nostri bimbi a vedere un futuro ben-definito, per essere motivati a pagare il prezzo oggi e poter ottenere le ricompense un domani. Gli obiettivi li aiutano a fare questo. 2) SVILUPPO PERSONALE. E' semplicemente facendo costanti investimenti nella tua personale cultura e la banca delle conoscenze che paga maggiori dividendi nell'arco della vita. Io suggerisco di avere un arco di tempo per poter leggere libri, ascoltare audiocassette, attendere i seminari, tenere un journal e trascorrere tempo con altre persone di successo. Charlie Tremendous Jones dice che fra 5 anni TU sarai la sommatoria dell'insieme dei libri che leggi e delle persone di cui ti circondi. 3) PIANO FINANZIARIO. Io lo chiamo piano del 70/30 . Dopo aver ricevuto il tuo assegno o pagato te stesso, metti semplicemente da parte il 10% come risparmio, 10% come investimento e 10% per beneficenza, con il passare del tempo questo ti garantirà l'indipendenza finanziaria. Se una persona giovane , o anche un adulto, si focalizza nel fare queste tre semplici cose per un periodo di tempo relativamente lungo, Io credo che si assicurerà il successo!

9


Cap. 6 OGGI È LO IERI DI DOMANI

Il problema di aspettare sino a domani è che quando finalmente arriva, si chiama OGGI. Oggi è lo “Ieri di Domani”. La questione è: che cosa facciamo con questa opportunità? Molto spesso sciupiamo Domani come abbiamo sciupato Ieri, e come stiamo sciupando Oggi. Malgrado le nostre intenzioni, tutto quello che dovremmo fare può facilmente sfuggirci, fino a quando inevitabilmente scopriamo che le cose che avrebbero dovuto essere realizzate hanno dormito avvolte nel nostro abbraccio per ogni singolo giorno da noi inutilizzato. Ognuno di noi dovrebbe soffermarsi frequentemente per ricordare a se stesso che l’orologio sta facendo TIC-TAC. Lo stesso orologio che ha iniziato a rintoccare nel momento che abbiamo fatto il nostro primo respiro un giorno cesserà di battere. Il Tempo è un grande livellatore dell’intero genere umano. È riuscito a tirar fuori il meglio ed il peggio di noi senza riguardo per nessuno. Il Tempo ci offre opportunità ma richiede un senso di urgenza. Quando il gioco della vita è finalmente finito, non c’è una seconda opportunità per correggere i nostri errori. L’orologio che sta rintoccando i momenti delle nostre vite non bada ai vincitori e ai perdenti. Non presta attenzione a chi ha avuto successo o a chi ha fallito. Non bada alle scuse, alla buona fede o alla uguaglianza. Il fine essenziale è: come abbiamo giocato il gioco. Quello di cui non si curano le persone ai giorni nostri, è che c’è un senso di urgenza che dovrebbe spingerli all’azione adesso – in questo stesso momento. Dovremmo essere costantemente consapevoli del valore di ogni singolo momento della nostra vita, momenti che sembrano così insignificanti che la loro perdita spesso passa inosservata. Malgrado ciò abbiamo tutto il tempo necessario. Continuiamo ad avere molteplici possibilità, molteplici opportunità, molti anni per mostrare quello che stiamo facendo. Per molti di noi, ci sarà un domani, una prossima settimana, il prossimo mese ed un altro anno. Ma se non sviluppiamo un senso di urgenza, queste piccole finestre di tempo andranno tristemente perdute, come lo sono state le settimane, i mesi e gli anni prima di questo. Non esiste una fornitura infinita di Tempo. Così quando pensi ai sogni e agli obbiettivi per il tuo futuro, domani, .. inizia OGGI a compiere i primi passi per far si che si possano realizzare nella TUA VITA.

10


Cap. 7 LE QUATTRO STAGIONI

Una delle difficoltà che fronteggiamo nella nostra era industrializzata è che abbiamo perso il nostro senso delle stagioni. Come il coltivatore le cui priorità cambiano con le stagioni, noi siamo divenuti impenetrabili al naturale ritmo di vita. Come risultato, abbiamo le nostre priorità fuori equilibrio. Lascia che ti illustri quello che penso: Per un coltivatore, la primavera è il tempo d'azione. Quando lui deve lavorare non guarda l'orologio, inizia quando sorge il sole e finisce quando è tramontato. Lui deve utilizzare il suo equipaggiamento a pieno ritmo perché ha poco tempo per piantare il suo raccolto. Eventualmente l'inverno è la stagione in cui è meno impegnato. C'è una lezione qui. Impara a usare le stagioni della vita. Decidi quando andare avanti e quando rientrare, quando prendere vantaggio e quando lasciare che le cose seguano il loro percorso. È facile ottenere in un anno ciò che normalmente si ottiene in tre ma si perde il senso naturale delle priorità e dei cicli. Non lasciare che un anno si mescoli con l'altro in un’apparente parata senza fine di compiti e responsabilità. Tieni l'occhio sulle tue stagioni, affinché tu non perda di vista il valore e la sostanza. Ora, parliamo delle quattro stagioni. Inizierò facendo due commenti. Primo, la vita ed il lavoro sono come le stagioni che cambiano. Questo è uno dei modi migliori per illustrare la vita: è come le stagioni che cambiano. Secondo, te non puoi cambiare le stagioni, ma puoi cambiare te stesso. Ora con queste due frasi chiave in mente, guardiamo a ciò che considero la prima grande lezione da imparare che è come imparare a controllare gli inverni. Loro arrivano regolarmente, proprio dopo l'autunno. Alcuni sono lunghi, altri sono corti, alcuni sono difficili, altri sono facili, ma arrivano sempre dopo l'autunno. Questo non cambierà mai . Esistono tutti i diversi tipi di inverni – l”inverno" dove non sai proprio come fare, l"inverno" quando sembra che tutto vada storto. Ci sono inverni economici, sociali ed inverni personali. Il periodo invernale può portare delusioni e le delusioni sono comuni a tutti noi. Quindi hai bisogno d'imparare come controllare gli inverni. Così come hai bisogno d'imparare ad avere a che fare con le notti; che arrivano subito dopo i giorni. Devi imparare ad affrontare le difficoltà; arrivano sempre dopo le opportunità. Devi imparare come affrontare le recessioni che arrivano subito dopo le espansioni. Questo non cambierà. La domanda importante è, cosa fai circa gli inverni? Non puoi liberarti di gennaio semplicemente togliendolo dal calendario. Ma ecco cosa puoi fare: puoi diventare più forte; più saggio e puoi diventare migliore. Ricorda questo trio di parole: più forte, saggio e migliore. Gli inverni non cambieranno, ma tu puoi. Prima di capire questo, ero abituato a desiderare che fosse estate quando era invece inverno. Quando le cose erano difficili, speravo fossero facili. Non conoscevo niente di meglio. Poi Mr. Shoaff mi diede la risposta dal suo incredibile punto di vista filosofico quando disse, "Non desiderare che sia più facile, desidera di essere tu migliore. Non desiderare per pochi problemi, desidera per maggiori capacità. Non desiderare meno sfide, ma per più saggezza.” La prossima è la primavera. Fortunatamente, a seguire le turbolenze dell'inverno c'è la stagione dell'attività e opportunità chiamata primavera. E' la stagione per entrare nei terreni fertili della vita con semi, conoscenza, ed un impegno determinato . Tuttavia, il puro arrivo della primavera non è un segno che le cose andranno bene in autunno. Tu devi fare qualcosa con la primavera. Infatti, tutti devono diventare bravi in una o due cose: seminare in primavera o elemosinare in autunno. Trai vantaggio dal giorno e dalle opportunità che la primavera può portare. È la promessa della primavera che se seminiamo, raccoglieremo. La fede ci fornisce inoltre una legge universale che ci assicura che per ogni atto umano disciplinato, riceveremo una multipla ricompensa. Per ogni seme, raccoglierai un fiore, per ogni buona idea data ad un altro, molti ti saranno

11


dati in ritorno. Per ogni atto di fede, una molteplicità di ricompense, e per ogni atto di amore dato, una vita d'amore in ritorno. Ricorda che è una naturale caratteristica della primavera presentarsi brevemente, o tentarci all'inattività. Non farti troppo a lungo inebriare dalle essenze della fioritura, rischieresti di perdere la primavera con i tuoi semi ancora da spargere . Con l'intelligenza, la saggezza e libertà di scelta fornita a noi umani, esercita la disciplina di piantare a dispetto delle rocce, erbacce o altri ostacoli. Le rocce, le erbacce e le spine del mondo non possono distruggere tutti i tuoi semi se tu semini massicciamente ed in modo intelligente.Il mio suggerimento è di scegliere l'azione, non il riposo. Scegli la verità, non la fantasia. Scegli un sorriso, non un broncio. Scegli l'amore, non la guerra. Scegli il buono nella vita in tutte le cose e scegli l'opportunità, così come la scelta di lavorare quando la primavera sorride alla tua vita. La primavera ci mostra che la vita è veramente un costante inizio, una costante opportunità, una costante primavera. Dobbiamo solo imparare a guardare ancora una volta alla vita come facevamo da bambini, lasciando il fascino e la curiosità, dandoci una motivazione di cercare i miracoli nascosti.

Attivati velocemente nelle tue primavere, nelle tue opportunità. Nella vita ci si presentano un numero ridotto di primavere. La vita è breve, anche nella sua lunghezza. Qualsiasi cosa tu farai con la tua vita, esci e fallo. Non far passare così semplicemente le stagioni . Poi la terza grande lezione di vita da imparare; come nutrire e proteggere le tue piante durante tutta l'estate. Sicuramente, appena hai seminato, i vermi indaffarati e le intriganti erbacce sono pronte per prendere il controllo. Ecco un'altra parte di verità: loro lo faranno a meno che tu lo prevenga. Ci sono due frasi chiave da considerare con la terza grande lezione. La prima è "Tutto il buono sarà attaccato." Non mi chiedere il motivo. Io non c'ero nel periodo in cui furono prese queste decisioni, perciò non so il perché. Io so solo che è vero. Lascia che sia la realtà il tuo migliore inizio. Ogni giardino sarà invaso. La seconda frase è "Tutti i valori devono essere difesi." Valori sociali, valori politici, valori di amicizia e valori nel lavoro - tutti devono essere difesi. Ogni giardino deve essere controllato tutta l'estate. Se tu non sviluppi questa capacità, non otterrai mai niente che ha valore. Ma per coloro che s'impegnano con diligenti sforzi a seminare, proteggere e preservare non ci sono abbastanza uccelli, vermi o altri ostacoli in grado di distruggere tutti gli sforzi della scorsa primavera. Ora parliamo dell'autunno, il momento della raccolta dei frutti del nostro lavoro primaverile. L'autunno ci presenta la nostra quarta grande lezione di vita, imparare come raccogliere in autunno, senza scusarti se hai fatto un buon lavoro e senza lamentarti se non l'hai fatto. Niente è più entusiasmante di un'abbondante raccolto e niente è più rammaricante di un campo povero in autunno. Dobbiamo ricordarci che in tutte gli aspetti dell'esistenza umana, ciò che diamo al mondo, ci torna indietro. E' il modo naturale per equiparare il punteggio. Perciò a dispetto dei risultati, prendi la piena responsabilità per la tua pianta. Una delle maggiori forme di maturità umana è l'accettare la totale responsabilità per le nostre vite. Questo mi riporta alle nostre domande iniziali riguardo il nuovo millennio e tutti i cambiamenti. Molte voci parlano di grandi cambiamenti e la necessità di un veloce adattamento. Io non lo nego, in parte sono d'accordo. Dobbiamo però ricordare che la vita costantemente ricicla se stessa. La maggior parte della vita si bilancia sui due opposti; come il positivo ed il negativo che si ricaricano nella batteria. L'equilibrio degli opposti ci circonda totalmente nelle nostre vite; uomo/donna, giorno/notte, buono/cattivo, vita/morte, acqua/terra, estate/inverno, recessione/espansione, gioia/dolore, ecc . Si, io credo che tutti avremo più possibilità, ma credo anche che continueremo ad avere un solo inverno, primavera, estate ed autunno ogni anno. La maggioranza del nostro successo dipenderà dalle nostre abilità e filosofia di seminare nelle primavera delle opportunità. Di estirpare e coltivare nel periodo di prova estivo, di raccogliere senza scusarci o lamentarci dei risultati in autunno e di diventare più forti, più saggi, migliori nella transazione del periodo di acquisizione invernale. Ricorda, non è ciò che ti accade che determina il tuo futuro; è ciò che tu fai riguardo ad esso .

12


CAP. 8 SOLAMENTE DONANDO PUOI RICEVERE PIU’ DI QUELLO CHE GIA’ POSSIEDI

INSEGUENDO AMBIZIOSAMENTE LA TUA PERSONALE DIREZIONE. Qual è l'origine della vera ambizione? Esiste in realtà solo un posto dove trovare la vera ambizione e questo è dentro di te - in ogni pensiero, in ogni movimento, in ogni motivazione. La tua ambizione è l'espressione di chi veramente sei, la tua auto-espressione. Non è l'auto-espressione in realtà l'auto-direzione? Come pensi, come ti muovi, come motivi te stesso. L'ambizione è il risultato dell'auto-direzione che è una dei sei principi chiave necessari a costruire l'ambizione. Un'auto-direzione positiva dice, "Io so chi sono e so dove voglio andare. Sto accumulando conoscenza ed esperienza, emozioni e filosofie che mi prepareranno per le opportunità che so mi si presenteranno senza un avviso o un aiuto da parte mia." Perché tu sai dove vuoi andare, hai già lavorato sulle parti della tua personalità che ti renderanno migliore. Lavorando sulla tua attitudine, sulla tua salute, sulle tue capacità di sfruttare al meglio il tempo. Annota tutto su carta. Così costantemente vedi te stesso nel luogo dove vuoi essere, andando nella direzione dove vuoi andare. La Direzione determina la Destinazione. Ecco una domanda da fare a te stesso, " tutte le discipline che sto seguendo Stanno portandomi dove voglio arrivare?" Che domanda importante da chiedere a te stesso all'inizio del mese, all'inizio della settimana, all'inizio della giornata. Perché quello che non puoi fare è : prendere in giro te stesso. Puoi ingannare il tuo vicino, me ed il mercato, ma non puoi ingannare te stesso - incrociando le dita sperando di arrivare alla giusta destinazione quando non sei neanche indirizzato da quella parte. Hai bisogno di chiedere spesso a te stesso, LO STO FACENDO? Sto seguendo le discipline che mi portano nella direzione che voglio percorrere? Non evitare di farti queste importanti domande, domande che aiutano a determinare la tua direzione, la direzione della tua vela, la tua destinazione: È È È È

questa la direzione che voglio per la mia vita? questa la direzione di qualcun altro? questo un obiettivo che ho inseguito fin da bambino? questo un obiettivo dei miei genitori, del mio coniuge, del mio capo dei miei bambini oppure è il MIO?

Fatti queste domande e poi rifletti. Dopo che hai risposto a queste domande, chiediti questo, "ciò che sto facendo sta funzionando oppure no?" Rifletti anche su questo. Lavora con la mente per trovare la migliore direzione per te - la tua auto-direzione. Poi perseguila ambiziosamente. Lascia che il potere della tua ambizione ti porti dove vuoi andare, fare ciò che vuoi fare, creare la vita che vuoi vivere!

13


Cap. 9 VITAMINE PER LA MENTE CAMBIARE/SCEGLIERE/ DECIDERE

Uno dei migliori modi per cominciare a cambiare la tua vita è di fare qualsiasi cosa appaia nella tua mente. "Ti elencherò la lista". L’Indecisione è la ladra delle opportunità. •

Ogni forma di vita sembra sforzarsi al massimo per crescere, eccetto gli esseri umani. Quanto può crescere un albero? Crescerà in alto più che può. • Agli esseri umani, d'altra parte e stata data la dignità di scegliere. Così tu puoi scegliere di essere di più o puoi scegliere di essere di meno. Perché non aumentare di più il limite della sfida e vedere quello che puoi fare? • Non puoi cambiare durante la notte la tua destinazione, ma puoi cambiare durante la notte la tua direzione. 1. Prendere delle decisioni qualche volta può sembrare una personale guerra civile. • Prima usavo dire, "Sono sicuro che con la speranza le cose cambieranno". Poi ho imparato a dire che le cose cambieranno per me,quando cambierò io. • Non dire mai, Se potessi, Io posso. Di' sempre, Se posso, Io voglio. • Non importa da che lato del recinto percorri la via qualche volta. Quello che interessa maggiormente è che cosa stai ottenendo percorrendola! Non puoi andare avanti senza prendere delle decisioni. • Noi generalmente cambiamo per due ragioni: ispirazione o disperazione. • “Impara come essere felice con quello che hai mentre stai seguendo quello che vuoi!”. • “La Felicità è l'arte di ottenere gioia della tua sostanza”. • “La Felicità non è un incidente. Né qualcosa che tu desideri. La Felicità è qualcosa che tu devi disegnare.” • “Devi sviluppare la responsabilità personale. Non puoi cambiare le circostanze, le stagioni, o il vento. Ma puoi cambiare te stesso. E’ qualcosa alla quale tu dai la carica. Non puoi dare la carica alle costellazioni, ma puoi dare la carica a te stesso leggendo, sviluppando nuove abilità, e imparando cose nuove.” • “Tu devi imparare a tradurre la saggezza e i sentimenti forti in lavoro.” • “Il miracolo del seme e il suolo non si realizza per affermazione; si realizza solamente con il lavoro.” • “Non diventare vittima di te stesso. Il ladro dei tuoi sogni non ti sta aspettando nel vicolo; Ma si trova nella tua mente.” • “Non è quello che accade che determina la gran parte del tuo futuro. Quello che accade, accade a tutti. Ma quello che fai come reazione a quello che accade è ciò che conta.” • “Noi dobbiamo imparare ad aiutare quelli che lo meritano, non solo quelli che hanno bisogno. Se lo chiediamo alla Vita, la risposta sarà che non meritiamo bisogno”. • “Molte case valutate sopra $250,000 hanno una biblioteca. Questo dice qualche cosa.” • “Il mio mentore disse, andiamo a farlo, ' non ' Tu vai a farlo. Come è potente quando qualcuno dice, Andiamo!”

14


Cap. 10 LEADERSHIP WEEK-END MALAGA 2002

Estratto dall’intervento di: Jim Rohn

Venerdì 22.XI.2002

Mark diceva: un giorno influenzeremo l’industria della salute e della nutrizione, riusciremo a creare il gruppo di leadership più forte al mondo! Utilizzando questo sistema di marketing possiamo dare un contributo a migliaia di persone. COME AVERE L’ANNATA MIGLIORE: 1. Fate le cose sul serio: tutta la vita è un qualcosa da prendere sul serio; fate sul serio quando parlate di indipendenza finanziaria: insegnatelo agli altri. 2. Lavorate con gioia e non per necessità: si lavora per il piacere e l’entusiasmo che ci da quello che facciamo. 3. Aguzzare l’ingegno: usare la testa in modo giusto. Fate leva sulle reali possibilità offerte da Herbalife. Non accettate niente di meno di ciò che vi meritate! Non lasciatevi distrarre dalle voci che vi circolano intorno! Questo week-end è una opportunità da sfruttare. Molti perdono solo perché abbandonano. 4. Cercare di migliorare: Herbalife è il miglior sistema per cercare di migliorare. La sfida è: migliorarsi. 5. Diventate sempre più forti: imparate a dominare ed a vincere anche le vostre sconfitte senza farvene dei sensi di colpa. Sappiate gestire la crescita della vostra personalità, non fatevi mettere i piedi in testa da nessuno. Pensate a diventare più umili e più forti; soltanto facendo il lavoro possiamo trasformare l’impossibile in possibile. Soltanto lavorando possiamo far sì che qualcuno usi i prodotti. Sviluppare la capacità di tenere le persone vicine. Portare le persone dalla paura alla fiducia. Aiutate le persone a vedere il futuro. Imparare oggi vuol dire ricavare i frutti domani. Vi chiedo tutto questo per salire fino al successo e la cosa più importante è la comunicazione. 6. Imparate a lavorare insieme: trovate il modo per mettere insieme le vostre testimonianze. Diventate più forti per il futuro. Un architetto ha bisogno del muratore ed il muratore ha bisogno dell’architetto per trasformare la sua visione in realtà. 7. Trovate un equilibrio nella vita: non posticipate mai le cose! Cominciate a vivere una vita unica: se vivi bene guadagnerai bene. Non ritardare il piacere: FAI DI TUTTO PER VIVERE BENE

15


Sabato 23.XI.2002

I prossimi 5-6 anni saranno gli anni più importanti della storia di Herbalife: guardate attentamente i tavoli delle persone dove voi vorreste essere seduti!!! Non è poi così difficile! Siete tutti benvenuti se fate i passi necessari per arrivare ai tavoli più avanti. Ora iniziamo. Mark Hughes ha sempre avuto una visione chiara del futuro, i punti principali sono tre: 1. la salute e la nutrizione: prima come informazione e concetto e poi lo studio e la pratica. Dobbiamo avere chiari i principi di questo concetto. Non trascurare i particolari che ci possono cambiare la vita! Una filosofia di buona salute è sempre un’ottima filosofia! Prima viene il concetto e poi il business ed il lavoro. Mark diceva sempre: “IO HO L’ASPETTO DI UNA PERSONA HERBALIFE”. Curate il vostro allenamento ed il vostro aspetto fisico, successivamente arrivano la salute e la nutrizione come attitudine e lavoro. Chiaramente non si può essere sicuri di avere una alimentazione completa a meno che questa non venga misurata, e qui arriva HERBALIFE: v prodotto scientifico, costruito dal mondo della scienza per ricercare ed assicurare una nutrizione completa; v non si può chiamare sostituto del pasto se non contiene tutti i nutrienti necessari; purtroppo nelle scelte alimentari ci sono delle carenze: mangiamo quello che ci piace e non quello che ci serve. Ecco che allora entra in scena Herbalife: LE TESTIMONIANZE SONO LA MIGLIOR PROVA DEL FUNZIONAMENTO DEI PRODOTTI HERBALIFE! La prima cliente di Mark Hughes è stata la nonna. Ogni settimana vi dovete chiedere: quante testimonianze ho raccolto in questi giorni? Le testimonianze sono la cosa più importante: sono i fatti del concetto di nutrizione e salute. 2. Il marketing: da una persona all’altra è il modo di crescere velocemente. Part-time si può arrivare rapidamente a guadagnare gli stessi soldi di un lavoro a tempo pieno. Se create le basi per un vostro futuro e se avete una buona filosofia dove dite: “Ogni nuovo cliente è un mattone per la mia attività, ogni distributore è un pilastro della mia attività” allora avete l’atteggiamento giusto. Trovate il modo di fare il doppio con il part-time in modo di guadagnarvi lo stile di vita che desiderate. Ø Offrite sempre risposte utili e consigli sensati. Offrite il meglio di quello che potete dare! Ø Siate sponsor pieni di saggezza: sappiate scegliere le giuste opportunità per crescere. Ø Supervisori, sappiate pensare di poter ampliare la vostra organizzazione nella città in cui vivete e cominciate a pensare di lavorare in tutto il mondo. L’attività si può diffondere in tutti i paesi se voi pensate di poterla sviluppare. Alcuni di voi riusciranno ad influenzare le vite di decine di migliaia di persone! Se trattate questa opportunità come una grande chance di fare qualcosa di straordinario potete farcela: sappiamo che il numero dei Chairman’s Club raddoppieranno in poco tempo ma non sappiamo chi di voi ce la farà! Tutto dipende da dove volete arrivare, non importa il punto da cui partite: Herbalife è e sarà comunque la vostra migliore opportunità. Quanto si può arrivare lontano con questa opportunità?

16


Quando Mark ci ha lasciato aveva iniziato da zero ed ascoltate ora i numeri: Ü Ü Ü Ü Ü Ü Ü Ü

Chairman’s Club 17 President’s Team 569 Millionaire’s Team 1.717 G.E.Team 7.074 World Team 27.700 Supervisore 229.219 Distributori 2.152.716 Clienti quasi 40 milioni di clienti!!

Tutto questo prima della morte di Mark: aveva iniziato con 54 clienti ed è arrivato in 54 paesi! 680 milioni di dollari è il valore stimato dell’azienda e non include la ricchezza accumulata dai distributori … arriveremmo a cifre strabilianti! Il valore della ricchezza accumulata dai distributori non riusciremmo neanche a calcolarla!! Inoltre, Mark ha lasciato al figlio Alexander la cifra di 350 milioni di dollari. Mark ha avuto la forza di ribaltare le avversità della vita, e quando un bambino diventa “più grande” del suo genitore voi vi sentite veramente appagati! 3. Lo sviluppo personale: ecco il 3° fattore, se trattate il business con grande serietà e rispetto come Mark, lavorerete per piacere e non per necessità. IDEA DELLO SVILUPPO PERSONALE: Si può diventare di più di quello che si è! Potete diventare una persona attraente. Lavora più su te stesso che sul lavoro, soltanto così potrai essere più attraente nel mercato del lavoro. Se lavorerai su te stesso e sarai disciplinato allora sarai di successo. Allinea la tua persona alle esigenze del business! Se parli e la voce è troppo bassa … magari alzala un po’! I. PUOI DIVENTARE DI PIÙ DI QUELLO CHE SEI: la filosofia giusta è: Puoi diventare di più di quello che sei! Ricordate l’esperienza di Lidia Colò che ha iniziato con 1 dollaro. Nel sito www.jimrohn.com troverete la lista di Lidia Colò: lei è partita con pochi soldi ma non è tanto importante l’importo quanto è importante COME si comincia. II. IL TEMPO VALE PIÙ DEL DENARO: si possono avere più soldi ma non si può avere più tempo! III. INVESTIMENTO EMOTIVO: la disperazione: può servire se utilizzata in modo positivo, da questa fase si passa all’azione con determinazione. IV. DETERMINAZIONE: sicuramente troverò qualcuno disposto ad aiutarmi ed andare avanti a prescindere dal risultato, è la forza che viene data dalla determinazione. V. VITALITÀ: energia, è un grosso investimento, Mark ne aveva molta ed amava i suoi distributori. VI. IL CORAGGIO: ne occorre molto, prendiamo esempio da Mark, quanti no ha preso all’inizio? Molti di voi per essere qui oggi sono andati avanti anche quando sembrava tutto finito ed oggi siete qui. VII. INGEGNOSITÀ: riuscire a trovare il modo per fare la propria fortuna. Usare il proprio ingegno! Potete fare in modo di arricchirvi se lo volete! Se vi chiudono la porta in faccia … voi insistete. VIII. FEDE, CUORE, ANIMA: non perdere mai la rotta, orienta bene le vele. IX. PERSONALITÀ: sviluppa la capacità di credere in te stesso. X. CARISMA: essere una persona fuori dal comune! XI. COMPASSIONE: voler aiutare gli altri: •

Le dispiace se le faccio una domanda? “Ha mai trovato una opportunità che le può garantire di mantenere se stessa e la sua famiglia per tutta la vita?

17


E allora le posso fare la seconda domanda: dedica almeno 2,3 ore alla settimana per ricercare un’attività che le può consentire di mantenere se stessa e la sua famiglia per tutta la vita?

Ora le dispiace se le faccio un regalo? Il regalo è un consiglio che mi hanno dato una volta nella vita e che io ho raccolto: ogni settimana occorrono 2,3 ore per pensare a come cambiare la propria vita, se non ci dovessimo vedere le posso un giorno far conoscere la nostra opportunità. Se un giorno lo decide e lo farà e vorrà seguire questo consiglio, allora la sua autostima crescerà alle stelle e quando deciderà di cambiare sarò lieto di farle da guida. Potrà succedere che dovrà smettere di cercare.”

Morale: fate alla gente due domande fondamentali e lasciate il vostro biglietto, poi il momento che le persone ci chiamano arriverà ma voi avrete dato tutto l’entusiasmo alle persone.

18


Cap. 11 COME TRASFORMARE NIENTE IN QUALCOSA

"Dobbiamo tutti soffrire uno di due dolori: il dolore della disciplina o il dolore del rimpianto. La differenza è che la disciplina pesa quintali mentre il rimpianto pesa tonnellate. Hai mai pensato come trasformare niente in qualcosa? Primo, per poter trasformare niente in qualcosa, devi iniziare con qualche idea ed immaginazione. Ora, può essere difficile chiamare idee e immaginazione niente; ma quanto tangibili sono queste idee? Questo è un po' di mistero. Io non credo che idee che possono trasformarsi in hotel, idee trasformabili in aziende, idee che possono trasformarsi in un nuovo vaccino o in qualche prodotto miracoloso, debbano essere chiamate niente. Ma tangibilmente non hai niente... . Interessante! Pensa, idee che prendono così grande potere nelle tua mente e nella tua coscienza che paiono a te reali ancora prima di divenire tangibili. L'immaginazione è così forte, da poter effettivamente vederla. Quando ho costruito la prima casa per la mia famiglia nell’ Idaho tanti anni fa, prima d'iniziare a costruirla, invitavo i miei amici e colleghi sulla terra nuda e li accompagnavo in tour nella mia casa. È possibile ciò? È possibile portare qualcuno nel tour di una casa immaginaria? La risposta è, "SI, certamente." "Qui c'è il garage delle 3 macchine," ero solito dire; e i miei amici guardavano dicendo "Sì, questo garage è grande per 3 macchine. " Potevo veramente renderlo "vivo". Li portavo nel tour della mia casa... "Qui c'è il camino, e guarda, questa parte è fatta di mattone e l'altra di roccia." Potevo renderlo così reale... "Seguimi per il resto della casa. Guarda dalla finestra della cucina, non è meravigliosa la vista?" Un giorno, resi così reale la casa che un mio amico andò a sbattere la testa nel camino. Voglio dire, era così REALE!!!!! Quindi, il primo passo di trasformare niente in qualcosa è immaginarne le possibilità. Immagina TUTTE le possibilità. Uno dei motivi dei seminari, sermoni, liriche da canzoni e le testimonianza di altri è di dare a noi un'idea delle possibilità; per aiutarci ad immaginare e vedere il potenziale. Ora il secondo passo per trasformare niente in qualcosa, è CREDERE che ciò che immagini è possibile per te. Testimonianze come, " Se lo posso fare io, tu lo puoi fare." spesso diventano un supporto al nostro credo. Iniziamo a credere. Primo immaginiamo sia possibile. Secondo, iniziamo a credere che ciò che è possibile è possibile per noi. Magari ci crediamo grazie anche alla nostra personale testimonianza. Ecco cosa può dire la tua testimonianza, "Se l'ho fatto una volta, lo posso fare ancora. Se è accaduto per me prima, potrebbe accadere ancora." Perciò non crediamo solo alle testimonianze di altri che dicono, "Se io lo posso fare, tu lo puoi fare. Se io posso cambiare, tu puoi cambiare. Se io posso iniziare con niente, tu puoi iniziare con niente. Se posso ribaltare la situazione, tu puoi ribaltare la situazione. " Poi abbiamo il supporto della nostra testimonianza, se ci siamo riusciti prima, lo possiamo fare ancora. "Se lo abbiamo fatto lo scorso anno, lo possiamo fare anche quest'anno." Queste due cose insieme hanno grande potere. Ora, non abbiamo ancora la vera sostanza, anche se ci siamo vicini..... Ancora una volta, primo passo è d'immaginare le possibilità. Passo due è immaginare che ciò che è possibile è possibile per te. Ecco come chiamiamo passo due - fiducia nel credere. Infatti, uno scrittore disse, " Fiducia è sostanza." Una parola interessante, "sostanza", la potente abilità di credere nelle possibilità che sono possibili per te.

19


se tu hai fiducia nel credere.....che fiducia è sostanza, sostanza significante" un pezzo del reale." Ora non è "il reale", non è il podio, ma è così potente che è molto vicino all'essere vero e così lo scrittore disse, "IL credo è un pezzo di, la sostanza di." Lui poi va avanti e lo chiama evidenza, sostanza ed evidenza. È difficile chiamare sostanza ed evidenza "niente". È niente nel senso che non può essere visto a parte che con l'occhio interno. Non lo puoi prendere perché non è ANCORA tangibile. Ma è possibile cambiare il niente, soprattutto idee ed immaginazioni, in qualcosa, se tu credi che ora sia possibile per te. Quella sostanza ed evidenza diventa così potente che può ora essere trasformato in realtà. il primo passo è immaginare che è possibile, il secondo è di avere la fiducia di credere che cioè che è possibile è possibile per te. E ora il terzo passo è che tu inizi a lavorare per renderlo reale. Vai a lavorare per creare l'Hotel. Inizi a lavorare per creare un'azienda. Vai a lavorare e crei buona salute. Lavora per creare un'associazione. Lavora per avere un buon matrimonio. Inizi a lavorare per creare movimento; lo renderai tangibile. Questa è un'unica ed incredibile abilità per tutti noi esseri umani. Metti questo al lavoro ed inizia il processo del miracolo OGGI!

20


Cap. 12 DIVENTA UN BUON OSSERVATORE

" Cosa dovrebbe fare un bambino con un dollaro? Ecco una filosofia: È solo un bambino ed è solo un dollaro, perciò che differenza fa? Wow che filosofia! Dove credi che tutto inizi per il futuro? Ecco dove comincia - da un bambino ed un dollaro. Tu dici, " ma è solo un bambino. Lascia che lo spenda tutto." "Bè, quando credi che si fermerà? Quando ha 50 anni e senza un soldo come te?" Non dobbiamo mai permettere alla giornata di finire senza prima aver trovato le risposte alla lista d'importanti domande come queste: Cosa sta accadendo alla nostra industria? Quali nuove sfide sta affrontando ora il governo? La nostra società? Il nostro quartiere? Quali sono le nuove scoperte, le nuove opportunità, i nuovi strumenti e le nuove tecniche che recentemente sono emerse? Chi sono le nuove personalità che stanno influenzando il mondo? Dobbiamo diventare buoni osservatori e valutare con astuzia cosa sta succedendo intorno a noi. Ogni evento ha un effetto su di noi, ciò che ha effetto su di noi lascia un’ impronta su quello che un giorno saremo e come un giorno vivremo. Uno dei principali motivi per cui le persone non hanno successo è perché cercano di far trascorrere la giornata. Una sfida molto valida è cercare di ottenere qualcosa dalla giornata. Dobbiamo imparare ad essere sufficientemente attenti e riflessivi su quello che sta accadendo intorno a noi. Stai attento. Lascia che la vita con i suoi messaggi nascosti ti tocchi. Spesso, le opportunità più straordinarie sono nascoste tra gli eventi della vita apparentemente insignificanti. Se non stiamo attenti a questi eventi, possiamo facilmente perdere le opportunità. Perciò diventa un buon osservatore sia della vita che del mondo intorno a te.

21


Cap. 13 TU E IL NUOVO MILLENNIO

Insegnando in giro per il mondo, una delle domande più frequenti che mi fanno è, "cosa dovremmo aspettarci dagli anni a venire, soprattutto mentre stiamo entrando nel nuovo millennio?" Sono cambiate le regole?” Bè, io non sono un esperto, ma posso condividere con voi i miei pensieri. Che sia la preparazione di un nuovo anno, un decennio o anche un millennio, io credo ancora che ci siano dei principi divini che dovremmo seguire e dai quali farci guidare. Con un'enfasi sul futuro, vorrei condividere il mio modo di vedere il periodo storico in cui siamo ora e come si lega alle parole che scrissi più di 20 anni fa nel mio libro "Le Stagioni della Vita". Perdonami se posso sembrare troppo filosofico, ma come ormai sai, Io sostengo che la tua filosofia sia importante per il tuo successo nella vita. Primo, lasciami affermare che la vita è piena di cambiamenti costanti e prevedibili . Durante i seimila anni di storia, una volta entrati in questo mondo gli esseri umani, hanno ricevuto istruzione dai genitori, istruzioni a scuola e acquisito le esperienze di vita; molti hanno fissato per loro stessi degli obiettivi ambiziosi ed hanno sognato in grande. Mentre la ruota della vita continua il suo costante cambiamento,appaiono tutte le emozioni dell'essere umano, spariscono e ancora una volta appaiono. Mentre ci avviciniamo al futuro, per ognuno di noi, gli unici costanti fattori nella vita sono i nostri sentimenti e atteggiamenti verso la vita. La più grande sfida che ci si presenta è abbracciare il cambiamento dei cicli della vita senza che loro possano cambiare noi; sforzandoci continuamente e consciamente a migliorare noi stessi in previsione di questi cambiamenti. Ecco perché credo nel potere e valore dell'attitudine. Mentre leggo, penso e speculo su altre persone, sui loro destini, divento sempre più convinto che è il nostro naturale destino quello di crescere, avere successo, prosperare e di trovare la felicità mentre siamo qui. Ma ci vogliono grandi sforzi per continuare quando i nostri risultati, così come quelli dei nostri amici in quel momento, ci dicono di lasciar correre. Non ci vuole invece, grande sforzo per fallire. Richiede poco più di una lenta deteriorante attitudine circa il nostro presente, futuro e riguardo noi stessi. E' ironico che una delle poche cose in questa vita su cui abbiamo il totale controllo, cioè la nostra personale attitudine, la maggior parte di noi vive comportandosi come se per nessun motivo ne avesse il controllo. A seconda della nostra attitudine, decidiamo di leggere o di non leggere. A seconda della nostra attitudine, decidiamo di provare o di lasciar perdere. A seconda della nostra attitudine, diamo colpa a noi stessi per i nostri fallimenti o colpevolizziamo gli altri. La nostra attitudine determina se diciamo la verità o mentiamo, agiamo o rimandiamo, avanziamo o recediamo e dalla nostra attitudine, noi e solo noi effettivamente decidiamo se vogliamo avere successo o fallire. Quanto è incredibile che un Dio abbia creato il complesso e immenso universo, e la razza umana fornendo agli uomini la libera scelta di selezionare la loro personale riuscita o la loro distruzione. . Questo strano, ma da tutti conosciuto Dio, ci ha dato una sfera delicatamente bilanciata chiamata terra. Su di essa, ha messo l'essere umano con la possibilità di distruggerla o di svilupparla.

22


Quanto è affascinante che Dio ha lasciato entrambi i progetti - la terra così come gli esseri umani incompleti! Tra i fiumi e i torrenti non ha costruito ponti; ha lasciato i quadri non dipinti, le canzoni non cantate, i libri non scritti e spazi inesplorati. Per il completamento di queste cose, Dio ha creato l'uomo che, con il suo cuore e mente, ha avuto la capacità di fare tutto e ancora di più, dipendendo dalla sua scelta personale. L'attitudine determina la scelta e la scelta determina i risultati. Tutto ciò che siamo e tutto ciò che possiamo diventare è stato certamente lasciato a noi. Fino a quando tu continuerai a respirare, hai la possibilità di completare il lavoro per la terra e per te stesso che Dio ha creato per te. Nei cicli e nelle stagioni della vita, l'attitudine è tutto!

23


Cap. 14 AZIONE VS AUTOILLUSIONE

Una volta dicevo: “Spero proprio che le cose cambino“. Poi ho imparato che le cose cambieranno per me solo quando io cambierò”. La conoscenza alimentata dall’emozione equivale all’azione. L’azione è l’ingrediente che assicura i risultati. Solo l’azione può causare reazione. Inoltre, solo l’azione positiva può causare una reazione positiva. Azione. Tutto il mondo ama osservare coloro che fanno accadere le cose e li premia per il fatto di generare ondate di iniziative produttive. Sottolineo ciò perché al giorno d’oggi vedo tanta gente pienamente convinta della bontà delle affermazioni. E tuttavia c’è un famoso detto che afferma che “La fede senza azione non serve a nessuno scopo utile”. Quant’è vero! Non ho niente contro le affermazioni come strumenti per creare azioni. Ripetute per rinforzare un programma disciplinato, le affermazioni possono servire a creare fantastici risultati. Ma c’è un sottilissimo confine tra la fede e la follia. Vedete, le affermazioni senza l’azione possono essere l’inizio di un’auto-illusione. E per il proprio benessere non c’è niente di peggio dell’auto-illusione. L’uomo che sogna la ricchezza e tuttavia ogni giorno fa un passo in più verso un disastro finanziario sicuro e la donna che desidera la felicità e tuttavia fa pensieri e commette azioni che la portano alla disperazione sicura sono entrambi vittime delle false speranze che le affermazioni senza l’azione possono produrre. Perché? Perché le parole leniscono e, come un narcotico, ci fanno scivolare in uno stato di autocompiacimento. Ricordate: per fare dei progressi dovete effettivamente mettervi all’opera! Il segreto è fare il primo passo subito. Qualunque sia il progetto, cominciate da oggi. Cominciate a riordinare un cassetto della vostra nuova scrivania oggi. Cominciate a fissare il vostro primo obiettivo oggi. Cominciate ad ascoltare cassette motivanti oggi. Cominciate un programma serio di perdita di peso da oggi. Fate visita ad un cliente difficile oggi. Cominciate a mettere denaro nel vostro nuovo “conto investimento per la ricchezza” oggi. Scrivete una lettera che dovevate scrivere da tempo. Chiunque può farlo! Anche una persona non ispirata può cominciare a leggere libri che ispirano. Date la spinta iniziale al vostro nuovo proposito di vita soddisfacente. Guardate quante attività potete svolgere per il vostro nuovo proposito di vita soddisfacente. Uscite! Evitate la spinta verso il basso della forza di gravità. Fate agire le vostre motivazioni. Provate a voi stessi che l’attesa è finita e le speranze sono passate – che ora sono la fede e l’azione che comandano. E’ un nuovo giorno, un nuovo inizio per la vostra nuova vita. Vi sorprenderete quanti progressi riuscirete a fare con la disciplina. Cosa avete da perdere se non i sensi di colpa e le paure del passato? Bene, vi propongo questa sfida: vedete quante cose potete iniziare e continuare a fare in questo primo giorno del vostro nuovo inizio. Le riunioni più importanti alle quali parteciperai in vita tua sono le riunioni con te stesso:

24


Tue sei il tuo critico più importante. Non c’è opinione di più vitale importanza per il tuo benessere dell’opinione che tu hai di te stesso. Leggendo queste cose stai parlando a te stesso in questo momento. “Vediamo se capisco cosa vuole dire con ciò… Come si rapporta ciò alle mie esperienze passate? Se prendo nota di ciò… Se lo provo domani… Sapevo già che… Questo lo faccio già.” Io credo che il parlare con se stessi, questa psicolinguistica o linguaggio della mente, può essere controllato in modo che lavori per noi, specialmente per quanto riguarda la costruzione della fiducia in noi stessi e la creatività. Parliamo con noi stessi in ogni momento della nostra vita, eccetto durante alcune parti del nostro ciclo di sonno. Di rado ci rendiamo conto di fare ciò. Noi tutti abbiamo un commentario in corso nella nostra mente riguardo gli avvenimenti e le nostre reazioni verso di essi. - Siate consapevoli della conversazione silenziosa che fate con voi stessi. Siete un maestro benevolente o un critico? Rinforzate i vostri successi o li negate? Vi viene naturale dire a voi stessi: “Cominciamo ad esserci”. “Ora siamo sulla strada giusta”. “Le cose cominciano a funzionare” “Sto raggiungendo i miei obiettivi finanziari”. “La prossima volta lo farò meglio”. - Quando i vincenti falliscono, vedono ciò come un inconveniente temporaneo, un’esperienza che insegna, un evento isolato e un punto d’appoggio piuttosto che un ostacolo. - Quando i vincenti riescono, essi rinforzano quel successo sentendosi ricompensati piuttosto che colpevoli per il successo e gli applausi. - Quando i vincenti ricevono un complimento, semplicemente rispondono “Grazie”. Accettano il valore con garbo quando viene ripagato. Essi mettono valore nei loro discorsi con se stessi e con gli altri. - Il segno di un individuo con una sana autostima è la sua capacità di trascorrere del tempo da solo, senza aver costantemente bisogno di altre persone intorno. Sentirsi a proprio agio e godersi i momenti di solitudine rivela una pace ed un equilibrio interiori. Le persone che hanno bisogno di stimoli continui o di conversare con gli altri sono spesso un po’ insicure e così necessitano di essere sostenuti dalla compagnia degli altri. Salutate sempre le persone che incontrate con un sorriso. Quando vi presentate in qualunque occasione sociale, prendete l’iniziativa di dire il vostro nome per primi con chiarezza e porgete sempre la mano per primi, guardando la persona negli occhi quando parlate. In tutte le vostre comunicazioni telefoniche, rispondete al telefono garbatamente, dicendo subito il vostro nome a chi chiama prima di chiedere chi parla. Ogni volta che iniziate una telefonata, dite sempre subito il vostro nome prima di chiedere della persona che cercate e prima di dichiarare la vostra figura professionale. Cominciare col vostro nome significa che una persona di valore sta facendo la chiamata. Non vi vantate. La gente che strombazza le sue imprese e grida per rendersi utile in realtà sta chiedendo aiuto. Gli esibizionisti, i vanitosi, gli sbruffoni vogliono disperatamente l’attenzione. Non raccontate i vostri problemi alle altre persone salvo che non siano direttamente coinvolte nella loro soluzione. E non inventate scuse. Le persone di successo cercano coloro che appaiono e parlano come persone di successo. Parlate sempre positivamente dei progressi che state tentando di fare. Come abbiamo detto prima, trovate modelli di ruoli di successo ai quali potete conformare voi stessi. Quando incontrate una mente superiore, imitatela e imparate tutto quello che potete su come questa persona ha avuto successo. Questo è particolarmente utile per quanto riguarda le cose che temete. Trovate qualcuno che ha conquistato ciò che voi temete e imparate da lui. Quando commettete un errore nella vita o venite ridicolizzati o respinti, guardate I vostri errori come deviazioni sulla strada verso il successo e considerate il ridicolo come ignoranza. Dopo un rifiuto, date un occhiata a queste cose: a) alle vostre doti, cose di cui siete dotati e che spesso date per scontate come la vita stessa, la salute, il vivere in un paese dove c’è benessere, la famiglia, gli amici, la carriera. b) Ai vostri successi. Pensate alle molte cose di cui siete orgogliosi e che avete fatto finora. c) Obiettivi. Pensate ai grandi sogni e ai progetti per il futuro che vi motivano. Se mettete queste tre cose - doti, successi e obiettivi - in una borsa e le portate ad un a festa, e le stendete sul pavimento, in confronto ai vostri amici e alle persone che ammirate vi riportereste a casa la vostra borsa rendendovi conto che avete tante belle cose quante tutti gli altri.

25


Guardate sempre il rifiuto come parte di una prestazione non come rivolta verso l’esecutore. E godetevi le speciali riunioni con voi stessi. Trascorrete il prossimo sabato facendo qualcosa che davvero volete fare. Non voglio dire il mese prossimo o un giorno o l’altro. Questo sabato godetevi l’essere vivi e l’essere capaci di farlo. Ve lo meritate. Non ci sarà mai un’altra persona come voi. Questo sabato passerà. Perché non dedicare almeno un giorno a voi stessi! Idea di azione: trascorri un’intera giornata senza dire niente di negativo a te stesso o agli altri. Fatelo come un gioco. Se un amico o un collega vi coglie a dire qualcosa di negativo, dovete mettere mezzo Euro in un cassetto o in un contenitore per pagare una cena o una serata fuori con quella persona. Fatelo per un mese e vedete chi deve spendere più soldi per la serata. ******************************************************** "Non dite, se potessi lo farei” Dite, “Se posso lo farò.” Jim Rohn ******************************************************** ******************************************************** ”Uno dei modi migliori per cominciare a dare una svolta alla vostra vita è fare qualunque cosa che sia sulla vostra lista mentale dei “Dovrei” Jim Rohn ******************************************************** ******************************************************** ”A volte, non importa da che parte del recinto scendi. Quello che importa di più è scendere! Non puoi fare progressi senza prendere decisioni." Jim Rohn ******************************************************** ******************************************************** ”Di solito cambiamo noi stessi per una o due ragioni: ispirazione o disperazione." Jim Rohn ******************************************************** ******************************************************** ”Ogni forma di vita sembra lottare per raggiungere il massimo tranne gli esseri umani. Quanto cresce un albero? Più che può. Gli esseri umani, invece, hanno la possibilità di scegliere. Puoi scegliere di essere tutto o puoi scegliere di essere meno. Perché non tentare di dare il massimo e vedere fino a dove puoi arrivare?" Jim Rohn ********************************************************

26


Cap. 15 COME REALIZZARE I PROPRI SOGNI

******************************************************** ”Il più grande valore nella vita non è quello che si ottiene. Il valore più grande è quello che si diventa. E’ per questo che voglio pagare un giusto prezzo per ogni valore. Se devo pagare per avere qualcosa o se me lo devo guadagnare, allora conta per me. Se l’ottengo gratis, non conta per me” . ******************************************************** Mentre la maggior parte delle persone trascorre la propria vita lottando per guadagnarsi da vivere, a un numero molto più piccolo sembra che tutte le cose vadano per il verso giusto. Invece di guadagnarsi semplicemente da vivere, il gruppo più ristretto lavora alacremente per creare e godersi una fortuna. Sembra proprio che tutto funzioni per loro. E il gruppo più numeroso si chiede come mai la vita è così ingiusta, così complicata e iniqua. Qual è la differenza principale tra il piccolo gruppo che ha tanto ed il gruppo grande che ha poco? Di tutti i fattori che influenzano la nostra vita – ad esempio, i genitori che abbiamo, le scuole che abbiamo frequentato, la zona del paese dove siamo cresciuti – nessuno ha tanto potenziale di influenzare il nostro futuro quanto la nostra capacità di sognare. I sogni sono una proiezione del tipo di vita che vogliamo condurre. I sogni ci possono motivare. I sogni ci possono far superare gli ostacoli. Quando permettiamo ai nostri sogni di guidarci, liberiamo una forza creativa che può sbaragliare qualunque ostacolo sul nostro cammino. Per liberare questa forza, però, i sogni devono essere ben definiti. Un futuro confuso ha poca forza trainante. I sogni ben definiti non sono confusi. I desideri sono confusi. Per realizzare concretamente i nostri sogni, bisogna veramente che i nostri progetti futuri ci spingano ad agire, che i nostri sogni siano vividi . Se avete mai scalato una vetta di 14000 piedi sulle Montagne Rocciose, vi è sicuramente venuto un pensiero in mente, “Come hanno fatto a farlo i colonizzatori di questo paese? Come sono andati dalla costa orientale a quella occidentale?” Portare in spalla una scorta giornaliera di acqua e cibo è già abbastanza duro. Potete immaginare portare tutti i vostri averi terreni con voi, miglio dopo miglio, giorno dopo giorno, mese dopo mese? Questa gente aveva grandi sogni. Aveva ambizioni. Non si concentrava sulla difficoltà di scalare la montagna. In cuor loro, erano già dall’altra parte – semplicemente i loro corpi non li avevano ancora portati di là! Nonostante tutte le pene e le fatiche, tutte le nascite e le morti lungo la strada, quelli che ce la fecero ad arrivare dall’altra parte avevano un’unica visione: raggiungere la terra del sole e della ricchezza. Di ricominciare daccapo dove tutto era possibile. I loro sogni erano più forti degli ostacoli sul loro cammino. Dovete essere dei sognatori, dovete intravedere il futuro, dovete vedere la California mentre state scalando una vetta di 14000 piedi. Dovete vedere la linea del traguardo mentre state ancora disputando la gara. Dovete sentire le grida di gioia mentre siete nel bel mezzo di un progetto arduo. E dovete essere disposti a spingere voi stessi a fare le cose scomode finché non diventano comode. Perché è così che si realizzano i propri sogni.

27


Cap. 16 IL SUCCESSO

================================================== Concetti fondamentali di Jim Rohn Il successo non è né magico né misterioso. Il successo è la conseguenza naturale dell’applicazione costante di concetti di base. . Non ci sono concetti di base nuovi. Dovete essere sospettosi verso quelli che dicono, “Ho scoperto un nuovo concetto base.” E’ come se qualcuno vi invitasse a visitare una fabbrica che produce pezzi d’antiquariato. Ci sono alcune cose che devi fare tutti i i giorni. Mangiare sette mele il sabato invece di una al giorno non servirà a nulla. . Il successo non è altro che un insieme di poche semplici discipline messe in pratica ogni giorno ed il fallimento è semplicemente costituito da errori di giudizio ripetuti ogni giorno. E’ la somma della nostre discipline e dei nostri giudizi che ci porta alla fortuna o al fallimento. ******************************************************** ”I valori devono avere un caro prezzo. Se qualcosa costa poco, probabilmente non ne apprezziamo il valore” . ********************************************************” “Valuta i costi per prima cosa. Non pagare un prezzo troppo alto per inseguire dei piccoli valori” ******************************************************** “Non vendere la tua virtù ed il tuo valore per qualcosa che credi di volere. Giuda ha avuto i soldi, ma li ha gettati via e si è impiccato perché era scontento di se stesso.” . ******************************************************** “Gli esseri umano hanno la straordinaria capacità di trasformare il niente in qualcosa. Possono trasformare le sterpaglie in giardini e gli spiccioli in ricchezze” . ******************************************************** “Tutti i valori devono essere conquistati con delle competizioni, e dopo che sono stati conquistati, devono essere difesi” . ******************************************************** La Comunicazione Meglio sottovalutato che sopravalutato. Lascia che la gente sia sorpresa di scoprire che era più di quanto voi avevate promesso e più facile di quanto avevate detto. Per una comunicazione efficace, usa la sintesi. Gesù ha detto, "seguitemi." Questa è sintesi! Poteva essere breve perché era talmente tanto che non aveva bisogno di dirlo. Non potete parlare di ciò che non conoscete. Non potete condividere quello che non sentite dentro di voi. Non potete comunicare quello che non avete. E non potete dare quello che non possedete. Per dare e condividere ed affinché sia reale, in primo luogo dovete avere. Una buona comunicazione parte da una buona preparazione. L'obiettivo della comunicazione efficace dovrebbe portare il buon ascoltatore a dire, "Anch’io!" piuttosto che "e poi?".Impara ad esprimere, non ad impressionare.Sii breve sulla logica e ragionevole nel dosare la tua presentazione. Ci sono probabilmente circa mille informazioni riguardanti un'automobile, ma non ne avete bisogno per prendere una decisione. Mezza dozzina sarà sufficiente. La comunicazione efficace è 20% ciò che conoscete e 80% ciò che sentite circa ciò che sapete. La cosa potente è quando ciò che dite è solo la punta dell'iceberg di che cosa sapete. Non importa quanto fate ma è importante il modo in cui lo fate.

28


Cap. 17 PERCHE’ (WHY)

Ed ora mi piacerebbe lasciarvi con queste quattro domande, chiamate domande da soppesare, queste domande sono state di valore per me, e mi piacerebbe che diventassero di valore anche per voi, ecco la prima: PERCHE ? Tutti ci chiediamo: “ Ma perché dobbiamo lavorare così tanto? Perché dobbiamo frequentare tutti quei corsi? Perché siamo dovuti andare a scuola per tutti quegli anni? Perché prendere appunti ? Perché leggere i libri? Perché lavorare così duro?Perchè metterci a spingere nelle discipline, perché, E’ un’ottima domanda perché, ma la migliore risposta al perché è la seconda domanda: PERCHE’ NO? Perché non vedere quanti libri puoi leggere, quanti corsi puoi frequentare,quante abilità puoi sviluppare,perché non vedere che valore puoi assumere verso il mercato, verso i tuoi amici, verso la tua famiglia,perché non vedere cosa puoi fare di te stesso, perché no? Non vedere fino a dove puoi arrivare, quanti soldi puoi guadagnare, quanto puoi condividere, perché no?Questa è l’eredità che tutti quanti noi abbiamo. In America è molto diffuso, vedere cosa possiamo fare della nostra vita,dato che ci sono state date queste opportunità straordinarie. Ora la terza domanda mi piacerebbe porla personalmente a ognuno di voi, ma visto che non posso farlo a ciascuno di voi personalmente, lo farò così in generale, ma voglio che voi la prendiate personalmente, la terza domanda quindi è: PERCHE’ NON TU? Perché non tu con una buona autostima, Perché non tu, cominciare a cambiare, a porti degli obiettivi, perché non cominciare a fare dei progressi verso l’indipendenza finanziaria, se io ce l’ho fatta tu ce la puoi fare, io ero abituato ad avere molti più testimoni dietro di me, qui,un’intera fila di persone, che venivano tutti insieme a raccontare la loro storia,qualcuno che ha iniziato col nulla, ed alla fine gestisce una grandissima impresa,una madre che era nullatenente ed ora gestisce il proprio business,in aggiunta alla mia storia io avrei desiderato averne tantissime altre,e se altri avessero raccontato le proprie storie, indovinate cosa avrebbero detto, avrebbero detto come me, perché non tu? Se io posso leggere, tu puoi leggere,se io posso cambiare, tu puoi cambiare,se io posso farcela, tu puoi farcela,se posso organizzarmi per potercela fare, tu puoi organizzarti per potercela fare,non c’è nulla che tu non possa raggiungere, ecco cosa ti direbbero i testimoni! Quindi quello che voglio dirti personalmente è: perché non tu? Hai la mente, hai le abilità, hai la vitalità, hai l’interesse, hai l il futuro, hai l’intera vita, se tutti possono farcela, tu ce la puoi fare, se qualcuno di noi può farcela, tutti possiamo farcela. Ed ora l’ultima domanda: PERCHE’ NON ORA?? E’ il tempo migliore, ormai è iniziato il conto alla rovescia per il ventunesimo secolo, mancano pochi anni all’arrivo del ventunesimo secolo, che opportunità! Che tempo ottimo! Lavorare sugli obiettivi, lavorare su te stesso, lavorare sulle tue abilità! Che tempo ottimo! Che tempo opportuno per mettere tutti insieme! Che tempo opportuno per iniziare questo processo!Sviluppo personale, crescita, cambiamento,avere un buon piano per i tuoi soldi,per la tua vita, per il tuo futuro,perché non ora? Io spero di avere l’opportunità di vedervi nei prossimi giorni, magari condividere l’esperienza, le risposte che voi avreste potuto avere dal mio messaggio di oggi, e finché non avrò l’occasione di vedervi da questa parte del mondo, a scuola o a qualche seminario,magari posso venire a fare un discorso in una compagnia dove lavorate,nei prossimi giorni e spero di incontrarvi, ma fino al quel giorno, vi auguro il meglio, mi piacerebbe che tutto quello che io ho avuto fosse vostro e anche molto di più, Dio vi benedica, arrivederci

29


Per Il Tuo Successo Jim Rohn

30


JIM ROHN