Issuu on Google+

magazine

SETTIMANALE DI GOSSIP E SPETTACOLO Anno 3 - numero 20 - Venerdì 25 maggio 2012 - www.iospio.it

ROBERTO FARNESI

Elisabetta Canalis

“E ADESSO VOGLIO UN FIGLIO”

CON BOBO VIERI È RITORNO DI FIAMMA?

Pitt-Jolie

BRAD RINVIA LE NOZZE E VA DA SOLO A CANNES

Belen

IDENTIKIT DI UN TRA FISCHI E APPLAUSI DIVIDE LO STARSYSTEM


www.iospio.it

Venerdì, 25 maggio 2012

io SPIO

ELI E BOBO, È (ANCORA) AMORE? MARCUZZI, SHOPPING di Geraldine di Poppa Fra Elisabetta e Bobo sembra essere scoppiato di nuovo l’amore. Anzi, sembra che il sentimento fra i due non sia mai finito. Qualche tempo fa l’ex calciatore è stato pizzicato dai paparazzi mentre si recava a casa dell’ex velina al termine di una cena fra amici di vecchia data. La visita, dicono i beninformati, sarebbe durata circa due ore, al termine delle quali Elisabetta avrebbe mostrato degli occhi sognanti mentre Bobone se ne sarebbe andato a tutto gas con il suo scooter. Ma se i due hanno dichiarato a un

settimanale di essere “solo amici”, in molti hanno visto nei loro comportamenti un ritorno di fiamma. Il riavvicinamento sarebbe avvenuto qualche mese fa, quando l’ex bomber nerazzurro ha cominciato a dilettarsi nel ruolo di ballerino nella trasmissione di Milly Carlucci “Ballando con le Stelle”. Dopo le performance di Christian, non esattamente memorabili, Eli ha iniziato a incoraggiarlo su Twitter e lui ha sempre risposto ai consigli in maniera gentile. E proprio grazie a quello scambio di cinguetti Eli si sarebbe accorta di quanto è cambiato Bobo, oggi molto più maturo e premuroso di quanto non lo fosse quando i due facevano coppia fissa. Addirittura, sostiene qualcuno, Christian avrebbe già messo in chiaro che la parola matrimonio non è più un tabù per lui. Anche per questo Elisabetta sarebbe combattuta. Nonostante le storie importanti con Clooney prima e con Steve-O dopo,

l’ex velina non ha più trovato quella serenità che le aveva saputo regalare Bobo durante i loro quattro anni d’amore (dal 1999 al 2003) e per questo potrebbe decidere di abbandonare il sogno di una carriera negli States per cercare di tornare insieme al suo Vieri. Che davvero fra i due sia scoppiata, per la seconda volta, la scintilla? Mah. Per ora Eli e Bobo hanno preso due voli diversi: lei è volata a Los Angeles e lui a Miami... Si incontreranno a NY?

...E ANCHE ALESSIA TORNA DA PIPPO

magazine

settimanale di gossip e spettacolo distribuito gratuitamente da Effe Editore Srl Sede legale: via Crescenzio, 91 - 00193 - Roma Sede operativa: via Carlo Pesenti, 130 - 00156 Roma Tel. 06 412103200 - Fax 06 412103250 www.iospio.it Registrazione n. 388 del 7/10/2010 presso il Tribunale di Roma Sezione per la Stampa Editore: Effe Editore Srl Amministratore Unico: Antonio Lupetti Direttore responsabile Enrica Arcangeli e.arcangeli@iospio.it

Principali collaboratori: Roberta Beta, Belfagor, Joe Denti, Geraldine di Poppa, Giulio Fede, Andrea Romano, Mariano Sabatini, Luciano Verre, Federica Giuli. Pubblicità Visibilia Pubblicità Via Senato, 99 - 20121 Milano Tel: +39 02 36586750 mail: info@visibilia.eu Stampa Litosud srl Roma, Via Carlo Pesenti n. 130 Pessano con Bornago (MI), Via Aldo Moro n. 1

Ci sono amori che non finiscono. Proprio come quello fra Alessia Ventura e Pippo Inzaghi. Sì perché la storia fra la bellissima showgirl e l’ex attaccante del Milan potrebbe seguire lo stesso copione di quella fra Elisabetta Canalis e Bobone Vieri. Così dopo la rottura, avvenuta per l’allergia al matrimonio di Pippo, ora i due sarebbero di nuovo vicini. La coppia è stata beccata qualche sera fa in un famoso locale di Milano, l’uno avvinghiato all’altra, come succedeva ai vecchi tempi. “Tra noi c’è un legame molto forte, ma io continuo a fare la mia vita e lui la sua. Vedremo… ha commentato, con la massima cautela, l’ex letterina - mi affido al destino, tutto può succedere”. Insomma Alessia non conferma, ma neanche smentisce, il ritorno di fiamma con l’ex calciatore del Milan. La Ventura ha spiegato che Inzaghi sta vivendo un momento molto particolare e quando l’ha invitata per festeggiare questo periodo così importante ha subito accettato, senza pensarci due volte. Per adesso la soubrette è single e lo è anche Pippo, ma di sicuro dopo questa uscita qualcosa potrebbe cambiare! Restiamo, quindi, in attesa di nuovi sviluppi!

E COCCOLE CON MIA Mattinata di (meritato) relax per Alessia Marcuzzi. La showgirl, che nei brevi momenti di pausa dal lavoro fa di tutto per godersi la famiglia, è stata avvistata lungo le strade del centro della Capitale in compagnia della piccola Mia, nata dalla relazione con Francesco Facchinetti. Proprio la nascita della piccola ha unito ancora di più quella che può considerarsi una della coppie più amate del piccolo schermo, allontanando una volta per tutte le voci di crisi che erano circolate negli ultimi mesi. Attualmente Alessia sta registrando un nuovo programma Mediaset, Extreme Makeover Home Edition (la trasmissione si occuperà di mostrare in ogni puntata la ristrutturazione completa di due case di famiglie disagiate), che dovrebbe andare in onda in autunno. Così, approfitando di una Roma assolata, la bella showgirl ha deciso di passeggiare senza il suo Francesco, godendosi appieno il ruolo di mamma. Non ha però rinun-

PRESTO MAMMA Caterina Balivo a giorni darà alla lauce il suo primo figlio. ciato a un po’ di shopping: nelle foto infatti la vediamo intenta a scegliere capi d’abbigliamento sportivo. E è proprio grazie allo sport che Alessia è riuscita a rimettersi subito in forma perdendo i 15 chili presi durante la gravidanza. A testimoniare la sua perfetta silhouette, i leggings neri, che hanno messo in risalto le sue forme perfette. Chissà se ora la Marcuzzi darà qualche consiglio a una prossima mamma vip: Caterina Balivo, giunta ormai al nono mese di gravidanza.

3


www.iospio.it

Venerdì, 25 maggio 2012

Santa Severa - Paparazzo per caso. Questa volta, infatti, a finire dall’altra parte dell’obiettivo è stato Daniele De Rossi. Tutto è successo la settimana scorsa, quando per dire addio a Luis Enrique, la Roma si è ritrovata a pranzo al ristorante l’Isola del Pescatore di Santa Severa. Una giornata all’insegna delle risate e della buona tavola il cui piatto forte, tutavia, è stato un divertente fuori programma. Mentre tutta la squadra era a tavola, una tifosa, armata di macchina fotografica, si è avvicinata a De Rossi. Ma quando Capitan Futuro si è alzato in piedi per mettersi in posa per una classica foto ricordo,

io SPIO

COSÌ SANTORO PASSA DAL SERVIZIO PUBBLICO AL SERVIZIO... RISTORANTE

CAMPIONI DI SIMPATIA Totti si mette in posa con una giovane fan mentre Capitan Futuro si deve accontentare di scattare una foto. (credit Alfredo Bruno) si è sentito chiedere dalla fan se poteva scattarle una foto insieme al capitano Francesco Totti. Uno smacco in piena regola al quale Daniele ha reagito nel modo che conosce meglio: con un gran sorriso e tanta voglia di scherzare. Il centrocampista non ci ha pensato su due volte e, fotocamera alla mano, ha iniziato a scattare foto a ripetizione

fra le risate dei compagni. Ma d’altra parte arrabbiarsi con Francesco Totti è quasi impossibile, visto che l’attaccante oltre che campione del mondo è anche campione di altruismo. Proprio lui mercoledì scorso è stato uno dei protagonisti della Partita del Cuore 2012, che ha visto affrontarsi a Palermo la Nazionale Cantanti e quella Magistrati che ha potuto contare su un portiere d’eccezione: Francesco Totti.

Stessa spiaggia, stesso mare e, soprattutto, stesso ristorante. A concedersi un pranzo nel locale dei fratelli Quartieri, ieri è stato Michele Santoro. Il giornalista più inflessibile del piccolo schermo è stato pizzicato dal fotografo Alfredo Bruno in compagna della famiglia mentre si godeva una gioranta di relax piacevolmente e amorevolmente circondato da alcuni amici e, soprattutto, dalle ‘sue’ donne!

CONTRO TUTTE LE MAFIE Un messaggio forte e chiaro quello che è arrivato dagli spalti dello stadio di Palermo mercoledì sera in occasione della partita del Cuore.

LA PALMAS E BRUMOTTI NON SI NASCONDONO PIÙ di Geraldine di Poppa Galeotta fu la trasmissione. Ormai l’amore tra Giorgia Palmas e Vittorio Brumotti è qualcosa in più di un semplice flirt. L'ex velina è stata paparazzata con l’inviato più sexy e conteso del programma Striscia la Notizia, al parco di Milano Due, a Segrate, nel bel mezzo di uno scambio di tenere effusioni: baci, carezze, abbracci. Il campione di bike trial e la vincitrice dell’ Isola dei Famosi si erano conosciuti l'estate scorsa, quando avevano condotto insieme Paperissima Sprint, anche se le prime indiscrezioni su una loro relazione avevano iniziato a circolare in autunno, quando la crisi tra la showgirl e il calciatore Davide Bombardini, padre di sua figlia Sofia, era evidente. E non era un caso che, proprio in quel periodo Brumotti ha messo la parola fine alla relazione con Roberta Armani, nipote del celebre stilista Giorgio. Così, a far tornare il sorriso alla bella sarda è stato proprio Mr 100%. Fino ad oggi entrambi hanno sempre negato, Giorgia per il rispetto del padre di sua figlia e Vittorio per non rischiare di compromettere la credibilità della sua nuova compagna. Il campione di bike afferma: “lavorare con lei è stato bello e mi sono trovato molto in sintonia – continua – per mettere su famiglia c’è tempo, un figlio, anzi due li vorrei, perché il mio cognome è rarissimo, basti pensare che lo abbiamo solo io, mio padre e mia zia, non vorrei andasse perso!”. I due sono felici più che mai e ora possono vivere il loro sentimento alla luce del sole. BELLISSIMI Giorgia e Vittorio si sono conosciuti la scorsa estate, quando hanno condotto insieme Paperissima Sprint.

LORENZO FLAHERTY E ROBERTA FLORIS DOPO SETTE ANNI ECCO LA GRANDE CRISI La crisi del settimo anno avrebbe colpito un’altra coppia famosa. Sì perché pare proprio che la storia d’amore fra l’attore Lorenzo Flaherty e la bellissima giornalista Roberta Floris stia scricchiolando pericolosamente. I rapporti fra i due, gelosissimi della loro vita privata, sarebbero tesi già da qualche tempo, ma ora le differenze sarebbero diventate inconciliabili. Eppure un anno e mezzo fa Lorenzo, già padre di un figlio, aveva lanciato un campanello di allarme. “Mi sposerò solo dopo che Roberta mi avrà dato un figlio - aveva detto - questa è l’unica condizione che le ho posto. Ho riflettuto molto sul nostro rapporto che va avanti così felicemente e sono arrivato ad una conclusione. Dopo cinque anni di convivenza, sposarci solo per il gusto di farlo non avrebbe senso. Soltanto l’arrivo di un figlio potrebbe cambiare questa nostra condizione e farmi considerare l’ipotesi di sposarmi. Sono assolutamente consapevole che non riuscirei a vivere una nuova paternità senza sposare la madre di mio figlio”. Con simili premesse, speriamo davvero che non si tratti di un addio. APPREZZATO Lorenzo Flaherty sarà protagonista del film “Il ragioniere della mafia”.

5


6

io SPIO

Venerdì, 25 maggio 2012

www.iospio.it

TROPPI FISCHI, BELEN RINUNCIA AD “AMICI” MA SI TIENE STRETTO (PER ORA) DE MARTINO di Giuseppe Armati

A

lla fine Belen ha fatto un passo indietro. Dopo le contestazioni, i fischi e i ripetuti “Buuu”, la Rodriguez ha deciso di rinunciare alla finalissima di Amici, andata in scena sabato scorso all’Arena di Verona. La showgirl, stanca di incassare, è rimasta turbata dalla contestazione subita venerdì scorso e, dopo averci riflettuto tutta la notte ha deciso di dare forfait all’appuntamento più importante della stagione del talent della D eFilippi, lasciando tutti sorpresi. Eppure l’ipotesi di un suo addio anticipato era nell’aria. Durante

le ultime puntate in studio di “Amici”, infatti, Belen è stata contestata e insultata pesantemente, proprio come era successo qualche giorno prima sul palco della festa milanese di Radio Italia. E a niente erano servite le dichiarazioni zuccherose della showgirl che aveva detto di essersi innamorata e di non poterci fare niente, gli attacchi sono continuati inesorabili soprattutto quando, durante la semifinale del programma, lei e Stefano hanno ballato insieme sulle note di Crazy. Proprio per questo la bella argentina ha deciso di alzare bandiera bianca e salutare in anticipo lo show, nonostante fosse in pro-

gramma un altro balletto con i professionisti. Una scelta sulla quale, terminata la trasmissione, è tornata anche Maria De Filippi. “Abbiamo tentato di considerare Belen la stessa persona che ha iniziato Amici – ha detto la regina di Canale 5 - ossia con il ruolo per cui era stata presa, abbiamo tentato anche difficilmente di tenere quello che era successo fuori dal programma. Nella finale Belen ha deciso lei di non ballare dopo i fischi della sera precedente. Il pubblico di Amici, ammetto, è un pubblico fanatico”. Sarà, ma intanto per Belen e Stefano ora è incominciata la prova più difficile: quella della convivenza. Dopo solo un mese di relazione, infatti, i due hanno deciso di andare a vivere insieme in quello che sarà il loro nido d’amore, ossia

l’appartamento nella periferia romana che il ballerino aveva acquistato quando ancora era fidanzato con Emma Marrone. Ma se qualche settimana fa gli era stata consegnata la cucina, la casa aveva ancora bisogno di qualche piccolo ritocchino. Così ecco che Stefano e Belen sono stati avvistati da Ovvio, un negozio di arredamento low cost, dove hanno riempito addirittura quattro carrelli di prodotti per sistemare al meglio la loro tana. Basterà per lasciarsi alle spalle i fischi e le polemiche?

DISPETTOSE Emma Marrone e Alessandra Amoroso imitano la camminata sensuale di Belen, resa famosa dall’imitazione di Virginia Raffaele, davanti agli occhi divertiti di Maria De Filippi.

Belfagor

Difficilmente si identificano le coppie ponendo i componenti ad un livello paritario: nella maggior parte dei casi si fa riferimento a uno dei due, collocando il secondo quale “Compagno di”. Tale criterio di valutazione risulta maggiormente evidenziato laddove si applica alle Coppie Celebri, all’interno delle quali la fama personale di entrambi i soggetti non risparmia una metà dall’essere incasellata quale appendice dell’altra. Eccoci quindi al cospetto di un nutrito parterre di celebrità al seguito di altre celebrità: Richie e Penn, “Mariti di” Madonna, Gregoraci “Moglie di” Briatore, giusto per citare un paio di esempi. Non necessariamente la “Posizione Predominante” resta immutata, assai significativa in tal senso è la vicenda tra Lady Diana e il Principe Carlo, che rischia di ripetersi anche a casa del

loro regale primogenito, diversa ancora è la modalità relativa ai cambi di partner, poiché il compagno di turno determina talvolta uno scambio di ruoli. Jennifer Aniston era “Moglie di” Brad Pitt il quale, tuttavia, in seguito, si è riscoperto quale “Marito di” Angelina Jolie. Ed è proprio quest’ultimo tipo di opzione che tracima dalle pagine di svariati rotocalchi negli ultimi giorni: sia per caso, sia per calcolo o opportunità, vero è che Belèn Rodriguez ha abbandonato la qualifica di “Compagna di”. Ogni giorno si fissa la convinzione che di questa Signora sia stato definitivamente detto tutto, teoria puntualmente smentita il giorno dopo da ulteriori aggiornamenti più o meno condivisibili. Quel che rimane, indiscutibilmente, è che qualunque aneddoto relativo alla caliente argentina fa notizia, suscita clamore, divide le folle. Il percorso storico-professionale di questa meravigliosa creatura non si può certo definire totalmente brillante ma, volendo indulgere in considerazioni squisitamente personali, con qualche inevitabile riserva su alcune scelte particolarmente infelici, nel complesso la Ragazza ci piace, anche evitando di soffermarsi troppo sull’ovvietà

delle sue notevolissime doti esteriori. La cronaca non la ricorda e celebra sicuramente in prima istanza riguardo le sue esternazioni verbali, peraltro abbastanza rare e contenute, ma da quel poco parlare emerge, spesso, l’impressione di una personalità tutto tranne che vaga e sprovveduta. Il cervello c’è e funziona, non ci sono dubbi in proposito. Qualcosa o qualcuno le impedisce, o semplicemente le consiglia di non usarlo ma lei, di nascosto, ne utilizza svariate funzioni senza che i più se ne accorgano: non si nuota tanto a lungo tra gli squali senza riportare gravi danni se non si adottano intelligenti strategie. Dopo un periodo in cui, giocoforza, pur mantenendo una visibilità di primissimo piano, tra escursioni da naufraga, vallettate di poco spessore, spacchi assassini e farfalline ammiccanti si è vista quasi obbligata ad accodarsi a calciatori bellocci o a bellicosi tamarri con il ruolo di “Compagna di”, Belèn agguanta le redini, si rinnova, si sdogana dalla sudditanza e accalappia l’avvenente danzatore, a sua volta già “Compagno di”. Nulla di nuovo, verrebbe da pensare, e storia già vista ed accaduta, eppure il Popolo, scosso dalla sua nuova veste di Dominartice non la perdona,


www.iospio.it

CECILIA: “SMETTETELA DI INSULTARE BELEN” Belen Rodriguez è particolarmente sensibile alle critiche. Parola di Cecilia. La sorellina della Showgirl argentina, infatti, non ha perso occasione per dire la propria sulla liaison fra Belen e Stefano De Martino. La giovane ha espresso il desiderio che la gente possa smettere presto di bersagliare di “buu” la sorella tanto in occasioni pubbliche quanto in quelle private. "Ci sta tanto male perché è molto sensibile – ha detto - è famosa, la gente la vede sempre allegra, diversa da com'è in realtà. Ogni cosa che le dicono la fa soffrire. A peggiorare tutto, poi, ci si è aggiunto l'incidente in moto. Meno male che è arriva subito anche mia mamma dall'Argentina". Proprio Cecilia, però, sembra essere ancora molto legata a Fabrizio Corona. E non solo da un punto di vista lavorativo. Nonostante la rottura fra la sorella e l’ex re dei paparazzi, infatti, Cecilia continua a lavorare per l’agenzia di Corona. Venerdì scorso i due sono stati avvistati insieme, ma non avrebbero parlato solo di affari. Secondo quanto riportato da Novella 2000, infatti, l’argentina ha confidato all’ex cognato quanto lui “manchi” anche alla mamma Veronica, che ormai si era affezionata a Fabrizio, tanto da considerarlo uno di casa. Che i Rodriguez stiano provando a ricucire lo strappo?

MARA MAIONCHI: “SONO IN ANSIA PER LEI” La Maionchi ha paura per Belen. L’esperta di musica più simpatica d’Italia, infatti, non ha nascosto di essere in ansia per la situazione che si è venuta a creare intorno al triangolo amoroso. “In studio qualche parolina è volata – ha detto la Maionchi al settimanale Nuovo - però è normale, con quel che è successo e con un pubblico così affezionato ai partecipanti. Emma è in

viceversa la condanna: desiderando come di consueto andare controcorrente c’è chi, qui, per lo stesso motivo la ama ancora di più. Viviamo un un momento storico in cui l’appiattimento e l’omologazione dei gusti raggiunge il suo apice, in cui tragicamente, da entrambi i sessi, la figura femminile prediletta è rassicurante quando non opaca, a ribadire millenni di sottomissione e obbedienza, esemplari adeguatamente costruiti a suscitare tiepide ammirazioni maschili lontane da pericolose tempeste ormonali e, di conseguenza, la placida approvazione e indulgenza da parte delle consorti così tranquillizzate. La figura della Femme Fatàle, della Mangiatrice di Uomini, un tempo venerata dall’immaginario maschile e rispettosamente temuta, quando non fonte di ispirazione per quello femminile, oggi è tollerata solo se contiene le sue esuberanze tra i margini dell’iconografia, mai in quelli della realtà. Belèn riporta in auge le miserabili vendette subite da Bocca Di Rosa e l’ira delle medesime cagnette abbarbicate a un osso sempre più spolpato, inderogabilmente vicine e solidali alla cornuta di turno, quasi a esorcizzare l’eventualità di una sorte comune. Tale solidarietà da cortile arriva perfino a

Venerdì, 25 maggio 2012

gara, quindi è ovvio che chi la sostiene la difenda. Negli studi è al sicuro, la gente si limita a urlare qualche “Buuu” o a fischiare, ma per strada può succedere di tutto. Comunque, credo che la Marrone abbia già superato la delusione. La vedo serena e sono sicura che presto tutto si calmerà”. Se lo dice lei...

DOPO QUELLO CON TOBIAS BLANCO IN ARRIVO UN ALTRO SEX TAPE? Il porno amatoriale fra Belen e Tobias Blanco potrebbe avere un seguito. Con un protagonista molto diverso. Secondo le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, infatti, un altro sex tape amatoriale della bella argentina potrebbe approdare sul web. Secondo i maligni si tratterebbe di un tiro mancino che Fabrizio Corona, scaricato ed immediatamente rimpiazzato dalla showgirl con Stefano De Martino, avrebbe deciso di sferrare per vendicarsi dell’accaduto. Ma in attesa di scoprire se qualcuno avrà mai il coraggio di pubblicarlo, l’unica certezza sembra essere quella circa l’effettiva presenza del video bollente. Solo qualche tempo fa, infatti, era stata proprio l’argentina a rivelare la sua passione per questa pratica. "Tra noi donne, ne sono convinta, siamo in tante a giocare con video e foto – aveva detto prima della fine della sua storia con Corona - non mi sembra una perversione oscena. All'inizio della storia con Fabrizio, a volte, nascondevo una telecamera prima di fare l'amore".

E INTANTO EMMA E LA AMOROSO SCIMMIOTTANO L’ARGENTINA Non avrà vinto la finalissima di Amici all’Arena di Verona, ma il pubblico e i suoi amici sono tutti dalla sua parte. E l’ennesima dimostrazione di affetto è arrivata proprio la scorsa settimana. Nell’abbandonare il palco sul quale si sono esibite insieme, infatti, Emma e Alessandra Amoroso hanno riproposto la camminata di Belen, resa famosa dall’imitazione di Virginia Raffaele. Un ancheggiare sensuale con tanto di modo assai particolare di tenere il microfono che ha fatto partire un applauso da parte dei fan di Emma. Insomma, una piccola rivincita da parte di una grande cantante.

creare dileggio e facile ironia direttamente sul posto di lavoro della suddetta, nei Gran Finali in diretta televisiva: sovrapponendo pessimo gusto a un già pessimo contenitore si chiede la Vamp ma poi la si crocifigge, se da tale agisce. A nulla serve sottolineare quanto il confronto tra le contendenti abbia una valenza pari allo sparare sulla Croce Rossa, la colpa di ogni misfatto è da attribuire solo alla Strega Cattiva. In tutto questo il Maschio Succube riveste una pare irrilevante, nel contempo vittima e trastullo della Rovinafamiglie, criticato e bistrattato dalla falsa morale ma mai messo alla gogna, in quanto oggetto rubato senza un reale coinvolgimento nella questione: eppure da che mondo e mondo anche per tradire, o molto più semplicemente per voltare l’ennesima pagina della propria vita, bisogna essere in due. In attesa degli inevitabili nuovi sviluppi auguriamo a Belèn Rodriguez tutto il male (pubblico) possibile, insieme alla nostra disinteressata quanto genuina simpatia: questo può servire solo a renderla più irraggiungibile e, per questo, sempre meno comune e rapportabile a chi comune, nel senso peggiore, lo sarà per sempre.

DIZALII GIIU VERS

UN

io SPIO

di Mariano Sabatini

HACK, SESSO SENZA AMORE A quasi novant’anni, che compirà il prossimo 12 giugno, l’astrofisica Margherita Hack s’infuria con i medici che non vogliono rinnovarle la patente e con Federico Taddia in “Nove vite come i gatti” (Rizzoli) racconta cosa si propone di fare nel futuro: «Continuerò a scrivere i libri che mi diverto a fare, qualche conferenza ogni tanto e poco altro. In pratica passerò il resto del mio futuro davanti al computer, sperando che funzioni senza problemi e che non mi si inceppi come stamattina». Proseguirà il lavoro di questi anni: parlare di scienza e della sua vita in tutti i suoi aspetti. «A parte quelli più intimi e personali che non ho mai toccato molto volentieri, cose private come l’amore e il sesso. Alcuni amano esibirle, io invece ho sempre preferito tenerle per me, anche da giovane. Forse perché non me le hanno mai chieste, ma non vuol dire che non abbia qualche idea in proposito. Per esempio penso che amore e sesso possano essere due cose disgiunte: credo che il sesso si faccia meglio con una persona a cui non vuoi bene, perché puoi essere più istintivo. Con una persona che non ami puoi buttare fuori tutta la tua animalità. Perché, anche se qualche grande filosofo vorrebbe farci credere il contrario, non siamo altro che animali». Perché Margherita bela, e lo fa una notte intera.

LA CRISI PRESA PER LA GOLA Non c’è Marinella che tenga! Le cravatte più chic della Capitale, e non solo visto che sono commercializzate tramite Facebook, sono quelle confezionate personalmente da Luca Sappino, giornalista, conduttore radiofonico, attivista politico al seguito di Nichi Vendola. "Ceci n'est pas une cravate" non ha una vera e propria collezione, non c'è autunno/inverno né primavera/estate, non c'è 2011 e manco 2012. Perché? «Il motivo è molto semplice – spiega Sappino. - Perché altrimenti chi le cuce, privandosi del piacere derivato dal continuo vagare alla ricerca di stoffe, si annoierebbe un sacco a sfornare cravatte e, di rimando, anche voi che ve le mettete al collo. Dunque tessuti e fantasie cambiano secondo ricerca e disponibilità di materiali. Se ne vedete una che vi piace, chiedete. Se non dovesse essere disponibile, salvo casi di stoffe particolarmente rare, si può ordinare. Il prezzo è sempre lo stesso: 30 euro». Neanche tanto considerato che sono pezzi unici, creati anche con stoffe originali d’epoca. Altro che nodo scappino… nodo Sappino!

VALERIO, PUBE DE ORO Fece già scalpore la sua dichiarazione sui gusti di Berlusconi che sarebbero cambiati se solo l’avesse visto nudo, l’ex ballerino di “Amici” Valerio Pino – noto per una presunta relazione con Ricky Martin – non è nuovo ad uscite o bravate che mettano a rumore la scena mediatica. Ora la Rete risuona della nuova trovata di Valerio, ormai stabilitosi a Miami Beach, e continuamente in collegamento con il suo blog (valeonlyforyou.blogspot.it) e Twitter, dove posta foto o video legati all’autocompiacimento fisico, e messaggi con rivelazioni sui rapporti sessuali avuti nei camerini di Cinecittà con gli allievi o i compagni di corso della scuola di Maria De Filppi, tra l’altro ironizzando circa le tendenze della conduttrice che avrebbe un debole per la farfallina di Belen Rodriguez. Pensando ai camerini, qualcuno ha tirato in ballo a Francesco Mariottini ma Valerio Pino smentisce il pettegolezzo: «…diceva che avevo troppi muscoli, aveva paura che gli facessi troppo male! Però mi stuzzicava…». Nei video, ritracciabili sul blog e un po’ ovunque, il ballerino pensa di scandalizzare mostrandosi nudo con la telecamera che lo inquadra poco oltre l’inguine, mentre è sul letto, sotto la doccia che s’insapona diligentemente l’arnese, seduto sul water a far pipì o, sempre in costume adamitico, mentre si passa l’aloe vera sul corpo oppure prepara e mangia con gusto un piatto di spaghetti al pomodoro… Pene d’amor sperduto

7


8

io SPIO

Venerdì, 25 maggio 2012

www.iospio.it

di Roberta Beta

IL CUORE BUONO (E ANCHE BURBERO) DI SEAN PENN Ebbene si, lo confesso: ho sempre avuto un debole per Sean Penn, attore di rara bravura ma pure uomo burbero e un tantino agitato. Dev’essere per colpa del suo segno zodiacale se il protagonista di moltissimi film emozionanti, tra cui Milk, per cui vinse l’Oscar e , Il mio nome è Sam, in cui interpretava un ragazzo padre ritardato, che non è riuscito a portare avanti una relazione amorosa senza burrasche. Sean è un Leone, come la sottoscritta, e cioè un uomo pieno di difetti, ma in quanto a pregi non è da meno. La generosità e la bontà sono tra le caratteristiche di questo segno zodiacale di fuoco e l’ex marito di Madonna e della bellissima Robin Wright, le rispecchia anch’esse. Sempre in prima linea quando c’è da spendersi in caso di calamità: qualcuno ricorda le sue immagini tra le macerie di New Orleans devastata dell’uragano Katrina? Sean Penn è ora paladino dell’isola di Haiti, distrutta nello scorso 2010 da un terribile terremoto. Da allora l’attore non ha mai smesso di lottare per la ricostruzione fisica e morale dell’isola e

proprio durante quest’ultima edizione del Festival del Cinema di Cannes è riuscito, grazie alla sua amicizia con il direttore della manifestazione Thierry Fremaux, ad inserire tra gli eventi della kermesse, una serata di beneficienza per raccogliere fondi a favore di Haiti. Tra il costo dei posti per la cena, 100 mila dollari a tavolo, e i proventi ottenuti dall’asta in cui sono stati battuti: biglietti per la sfilata di Giorgio Armani, sponsor dell’evento, un viaggio di tre giorni con Sean Penn ad Haiti, e due posti VIP al prossimo concerto degli U2, a fine serata si è raccolto la cifra notevole di 1 milione e 300 mila dollari. È bello constatare che esistono, nell’Olimpo dello Showbiz, celebrità che si mettono a disposizione per il benessere dei più sfortunati. Onore a Sean Penn che non sfrutta solo la sua notorietà vestito in abito da sera, a questo ci arrivano anche Sharon Stone e George Clooney, ma le proprie braccia e gambe per spalare macerie.

IL VALORE DELL’AMICIZIA PER ALESSANDRA AMOROSO Ha vinto, per la seconda volta, il talent show che l’aveva lanciata anni fa nell’universo dei grandi cantanti. Infatti, Alessandra Amoroso, ha portato a casa l’ennesimo successo nelle vesti di veterana della trasmissione. La giovane cantante si è rivelata bravissima non solo artisticamente ma pure umanamente. Dopo aver sbaragliato l’unico maschio rimasto in gara e cioè Marco Carta, pupillo della De Filippi, ha battuto in finale la sua amica Emma Marrone, plurisconfitta dunque in campo “Amoroso”, perdendo contro Alessandra, come in quello “amoroso” (perdonatemi il gioco di parole) per colpa di quella simpaticona di Belen Rodriguez. Alessandra ha voluto condividere con

Emma il premio in palio dalla manifestazione e cioè il concerto all’Arena di Verona, mica pizza e fichi, con ingresso gratuito per il pubblico: si tratta di un vero e proprio evento musicale che la trionfatrice dividerà con Emma. Voi che dite: sarà stato un gesto sincero oppure l’ennesima trovata degli autori per rilanciare un programma che, dopo tanti anni di messa in onda, comincia a dare segni di cedimento? Noi di IoSpio crediamo all’autenticità di un sentimento importante come quello dell’amicizia. In fondo sia Alessandra che Emma sono due prodotti dello stesso sistema e avranno avuto molte occasioni per confrontarsi sia sul piano professionale che su quello personale del sostegno morale. E se l’amore è un sentimento che ultimamente sembra vacillare un po’ troppo, speriamo che quello dell’amicizia tenga duro nel tempo!

ESCE OGGI LA NUOVA PELLICOLA DELLA LACRIMOSA JULIETTE Oggi esce in tutte le sale italiane il film “Cosmopolis”, in concorso a Cannes e interpretato dalla star francese Juliette Binoche nota più per le sue lacrime versate copiosamente in ogni circostanza che per le sue interpretazioni, per quanto esse siano di grande livello. La protagonista de “Il Danno”, pellicola che fece scalpore a causa di un tema piuttosto scabroso, non si imbarazza affatto per la sua debolezza spesso mostrata in occasioni ufficiali perché ritiene il pianto un’espressione del cuore che deve potersi esprimere in ogni circostanza. E non solo! Per la Binoche la vita non è come la geometria e nessuno dovrebbe mai essere messo in una scatola ma dovrebbe essere lasciato libero di mettersi in gioco ogni volta per poter coltivare nuove esperienze. Il suo concetto di maturità infatti non si riferisce ad una questione prettamente anagrafica ma soprattutto al senso di leggerezza che l’esperienza di vita è in grado di darci nel corso del tempo che passa. Dall’alto dei suoi 48 anni Juliette Binoche non si scompone per paura di invecchiare, anzi, parla da attrice che affidandosi allo sguardo del regista spera di riuscire sempre bella qualunque sia l’età da dimostrare nella storia. L’importante è il personaggio, non il suo interprete e quando si lavora non si dovrebbe lasciare spazio alle ansie narcisistiche personali. Una filosofia molto europea, infatti Juliette dopo aver trascorso qualche tempo a Hollywood ha pensato bene di tornare all’ovile. Negli USA alla sua età si può aspirare al massimo ad un ruolo di nonna! A meno di chiamarsi Meryl Streep.

IVANA, DOPO SANREMO ORA SBARCA AL CINEMA Scusate se tiro fuori dall’armadio questo scheletro ma dopo tanto scalpore qualcuno di voi si è chiesto che fine abbia fatto Ivana Mrazova? Dai adesso non chiedetemi di chi sto parlando che magari la giovane ceca si potrebbe pure offendere! Comunque, se proprio non vi sovviene, ve lo ricordo io: è stata la valletta dell’ultimo Festival di Sanremo! Pare che la top model si stia preparando a fare il salto di qualità dalle

passerelle al cinema: ma và? Voci certe ci assicurano che dopo il torcicollo sanremese Ivana stia studiando con impegno danza e recitazione e canto per poi sfondare nel piccolo schermo in qualche fiction. Ma non poteva entrare a far parte del cast di Amici di Maria De Filippi? Non credo perché i concorrenti del talent sono già belli che preparati e la stangona dai capelli castani deve ancora imparare a parlare italiano nonostante siano almeno quattro anni che si aggira dalle nostre parti, senza grossi risultati, almeno questo è quello che si è evinto dalle scarse battute scambiate con Gianni Morandi e Rocco Papaleo lo scorso febbraio. Diciamo che la Mrazova è un bel vedere, considerate questo sfogo una scusa per pubblicare la foto di una ragazza particolarmente attraente che da bambina voleva diventare una principessa: principi che sfogliate IoSpio, fateci un pensierino!


10

io SPIO

www.iospio.it

Venerdì, 25 maggio 2012

GOSSIP IN PILLOLE

di Luciano Verre

UNA MAREA DI PROCESSI PER CORONA MAMMA VERONICA AVVERTE BELEN: “FIGLIA MIA NON TORNARE INDIETRO” ... O FORSE NO A convincere Belen Rodriguez a lasciare Fabrizio Corona sarebbe stata la mamma della soubrette, Veronica Cozzani. La donna, con molta attenzione, avrebbe prospettato alla figlia quale sarebbe stato il suo futuro dinanzi alla marea giudiziaria che sta per travolgere Corona. Se ora Belen sta vivendo una storia d’amore con il ballerino di “Amici” Stefano De Martino… evidentemente le parole di mamma Veronica sono state convincenti anche se Novella 2000 sostiene il contrario, ossia che la mamma di Belen faccia il tifo per l’ex genero. Comunque sia, mamma Veronica, anche se vive in Argentina, sa tutto sui nuovi processi che attendono Corona in Italia. Ecco gli appuntamenti processuali a carico dell’ex fotografo dei vip. Giovedì 7 giugno Fabrizio dovrà comparire di fronte alla Corte d’Appello di Milano per un processo per “bancarotta fraudolenta” dove rischia 5 anni di carcare (che sommati a un’altra condanna farebbero subito scattare le manette). Il 17 ottobre i giudici dovranno valutare la sua richiesta di affidamento in prova ai servizi sociali e anche se dalla sua parte l’ex fotografo ha il parere scritto (positivo) di don Antonio Mazzi, la situazione appare delicata. A fine gennaio Corona dovrà poi affrontre tre gradi in cassazione: a Torino per la presunta estorsione ai danni del calciatore David Trezeguet, per la quale gli sono stati già communati 5 anni; a Milano per corruzione a pubblico ufficiale (un agente carcerario), per la quale si era beccato due anni e due mesi; a Milano per un altro processo per la bancarotta fraudolenta. In primavera poi Corona dovrà affrontare a Roma il processo per un presunto giro di ‘festini’in Costa Smeralda nel 2005. Insomma Fabrizio Corona rischia oltre dieci anni di carcere più tre anni di affidamento ai servizi sociali. Forse mamma Veronica non ha tutti i torti, ma è bene ricordare che nessuno (e Corona non fa certo eccezione) è colpevole fino a sentenza definitiva. Belen intanto è volata via…

SI DICE IL PECCATO… ● Chi è la cantante abbastanza famosa che non si vergogna a parlare di sesso e arriva anche a precisare che lei non è mai attrat ta dal sesso di una persona, “ma”, dice “dalla sua luminosità, però non ho mai avuto una esperienza omosessuale, anche se tanti anni fa avevo maturato un affetto così grande verso la mia migliore amica che ho pensato di esser ne innamorata, ma non era così, a me piacciono gli uomini, e anche molto, ma solo gli uomini”. Aiutino: ama così tanto cantare che se glielo chiedete è capa ce di farlo anche in mezzo a un campo, sull’erbetta”. ● Chi è il giornalista che pur essendo politicame nte impegnato (nel senso di quello che scrive) ammette di non avere un suo parti to e precisa: “Quando devo votare scelgo sempre il meno peggio, perché il meglio non l’ho mai trovato. Ma chi non vota ha sempre torto”. Aiutino: quan do era ragazzo amava recitare in teatro non opere… travagliate, ma scen ette di Totò (per esempio quella della “cuccetta” su un treno). ● Chi è la diva della TV che ha due matrimon i falliti alle spalle e se gliene prospettate un terzo le viene l’orticaria e dice: “A me i matrimoni mi portano male, non sono mai durati più di due anni, e infatti non mi sposerò mai più, lo dico qui, lo giuro solennemente”. Aiut ino: non sarà una brava moglie, ma è così brava in cucina…

PORTO CERVO RIAPRE I BATTENTI E ARRIVANO I MORTI DI FAMA PER ORA, TUTTI CALCIATORI Siamo a maggio, tra poco sarà giugno, e i vip sono già presenti a Porto Cervo, piena Costa Smeralda, sole alto da Portorotondo a Porto Cervo a Palau al mitico Arcipelago. Appena più in là c’è l’isola di Cavallo, corsicana, anche lì di notte si possono notare le luci delle ville riaperte. A Porto Cervo, i primi ad arrivare sono stati i calciatori, quelli non impegnati con gli Europei o con altri tornei di club. Notata la presenza discreta di Marco Borriello, ex di Belen Rodriguez, ora in liaison con Camila Morais. Dicono che abbia un diavolo per capello per l’esclusione dalla Nazionale. Da Porto Cervo Marco e Camila faranno un salto a Ibiza dove il calciatore sta ristrutturando una factory, ma non è ancora pronta per l’estate. Fugace apparizione anche di Bobo Vieri, per prenotare una villa sulla scogliera, dove anni fa aveva trascorso vacanza da sogno con Elisabetta Canalis: si dice che per gli Europei dovrebbe arrivare in Sardegna anche lei per seguire (con lui) le partite in tv: ritorno di fiamma? La crisi qui non si sente, per i morti di fama il sole splende anche a mezzanotte. CAMPIONE D’ITALIA L’attaccante della Juve Marco Borriello insieme a Camila Morais.

TELEGRAMMI ● Fabrizio Bentivoglio, 55 anni, simpatico “cuoco” nella serie TV “Benvenuti a tavola”, su Canale 5, buon successo di audience, ha sposato Silvia Pippia, 38, madre di sua figlia nata cinque anni fa. Pranzo faraonico, naturalmente (ça va sans dire). ● Per martedì 29 maggio sera non prendete impegni: Flavio Briatore aprirà ufficialmente il “Billionaire” discoteca a Montecarlo, questa volta per tutta la stagione estiva (prima era un evento singolo, legato al Gran Premio di F1 di Montecarlo). A luglio poi Briatore si trasferirà a Porto Cervo per l’inaugurazione del “Billionaire” sardo (salvo ripensamenti). ● Prenda nota il molleggiato ovvero Adriano Celentano che il sogno di una principessa sarebbe che lui scrivesse per lei una bella canzone da portare al Festival Tenco, in Liguria. Il nome della principessa? Clotilde Coureau, moglie felice del principe Emanuele Filiberto di Savoia. PS: sappia però la premier-princesse che Celentano è un bravissimo cantante, ma non ha mai scritto una canzone in vita sua (soprattutto le parole). ● Pochi sanno che Matteo Renzi, sindaco di Firenze, detto anche “prezzemolino TV”, esponente nuovo e di spicco del PD, nel 1994 aveva partecipato al quiz di Mike Bongiorno “La ruota della fortuna”, vincendo 48 milioni di lire. Come dire che la TV Renzi l’ha sempre avuta nel sangue. ● Sappiate che a casa, in famiglia, l’attore Gigi Proietti, romano de Roma, viene chiamato da moglie e figlie Dracula. Ma perché? “IoSpio” chiede lumi (orrore per un vampiro) alla figlia Carlotta, 31 anni, brava attrice e, recentemente, brava cantante: “Perché non dorme di notte, sta sempre in piedi, gira de qua e gira de là, chissà che farà”. Obbligo chiedere “lumi” anche a lui: “Ahò, ma saranno cavoli miei sine o none?”. Grande Gigi!


www.iospio.it

TELERING – VOTI IN TV 4 a “Titanic” su Rai1, non riesce a lasciare il segno, non appassiona, la leggenda di quella sfortunata nave, sta tutta nel mare aperto, non nel cantiere di Belfast. Brava la nostra Alessandra Mastronardi, ma una sola rondine non fa mai primavera.

5=

a Pier Silvio Berlusconi, non se l’è sentita di far saltare la finalissima di “Amici” di Maria De Filippi, nonostante la tragedia di Brindisi (la bomba davanti alla scuola) e lo sgomento italiano. Potenza degli inserti pubblicitari, già tutti incassati… con la crisi imperante, ohibò!

7

a Lorella Cuccarini, sempre la più amata dagli italiani, che con la sua “Domenica in – Così è la vita”, su Rai1, offre agli italiani a riposo settimanale una domenica in famiglia con argomenti di vario interesse: e l’audience paga, da gennaio a maggio è aumentata a 2.822.110 (18,03%). Compliment.

5-

Fabio Volo, attore, scrittore, commentatore radiofonico, il suo “Volo in diretta” su Rai3 precipita come Icaro con le ali di cera e la causa è soltanto una, il suo faccione barbuto: non piace, non buca, non fa salire l’audience. La Rai provi a trasferire “Volo in diretta” su Radio1 o Radio2, magari lì funziona, lì lui è maestro (lo sanno molto bene a Radio Deejay).

7+

al Giro d’Italia della Rai, non solo biciclette e corridori (anche se non c’è più il ciclista che al traguardo, sfiancato, sbotta: saluto mamma ciao papà) ma anche cultura, turismo, spettacolo. Insomma, gira la ruota gira e la Rai qui è maestra, un ottimo servizio pubblico.

ALLEN-PENSIERO . cio cilecca con donne più belle” “Oggi sono più conosciuto: fac temporaneo) (Woody Allen, regista e attore con

Venerdì, 25 maggio 2012

io SPIO 11

PRESI AL VOLO: PUPO “SE RINASCO NON AMERÒ PIÙ DUE DONNE PER VOLTA” - Signor Enzo Ghinazzi, in arte Pupo, lei ha pubblicato un libro, “La Confessione” (Rizzoli), molto venduto in libreria, in cui il protagonista ha l’amore di due donne, la moglie e una compagna, esattamente come lei nella sua vita privata di cantante è sposato dal 1974 con Anna e ha una relazione fissa con Patrizia dal 1989, insomma 38 anni con una e 23 con l’altra. “Ah, capito… lei vuole sapere se si tratta di una biografia…” “No, io vorrei sapere: se rinascesse amerebbe ancora due donne? - (Silenzio per alcuni secondi, Pupo pensa, medita, poi…) “Sarò sincero. No. Non sceglierei più questa vita sentimentale, troppo faticosa, c’è chi oggi si sposa e dopo un anno si separa e io invece amo le stesse donne da anni e anni, ora come ora, lo dico dal più profondo del cuore, non saprei scegliere tra mia moglie e la mia compagna, le amo entrambe, abbiamo messo in piedi un difficile triangolo… anzi, se mi consente la battuta aggiungo che chiamandomi io Pupo, più che un triangolo sembra un triciclo, ehehehe; ma se rinascessi ci penserei bene non due ma dieci volte”. - Chissà quanti uomini la invidiano. “E fanno male, lo scriva chiaro e tondo. Io non rifarei più quello che ho fatto, quindi non fatelo neanche voi, ciao”. PENTITO Pupo ha dichiarato che, se dovesse tornare indietro, sceglierebbe una vita sentimentale decisamente meno complicata.


12

io SPIO

Venerdì, 25 maggio 2012

www.iospio.it

ROBERTO FARNESI

BELLO, POCO MONDANO, SCHIETTO E SINCERO. L’ATTORE PISANO, SENZA GIRI DI PAROLE, RACCONTA A “IOSP CARRIERA E DESIDERI DI UN ‘ANTIDIVO’ CONVINTO E FELICE

BASTA FLIRT, VO UNA STORIA S di Roberta Beta

C

BELLISSIMO Le “Tre Rose di Eva” è una fiction bella, scritta bene e con un attimo cast. Ma molto del suo successo è dovuto a Roberto, omai un vero sex symbol.

he noi di IoSpio siamo fan della fiction tv “Le tre Rose di Eva” si era capito da un po’. Vi abbiamo presentato la protagonista della soap, Anna Safroncik, e la guest star, Kaspar Capparoni, ci è sembrato quindi giusto regalarvi l’intervista al protagonista maschile di questa serie a metà tra la commedia romantica e il giallo e quindi ci siamo messi alla ricerca di Roberto Farnesi, un tipo che quando non lavora resta rintanato dalle sue parti, in Toscana, e fa pochissima vita mondana. Scovarlo è stato difficile perché, nonostante la sua fama ed il suo fascino, l’attore pisano, non è un tipo metropolitano. Gli piace divertirsi con gli amici questo sì (me lo ricordo un’estate in Costa Smeralda durante una guerra di gavettoni da una barca all’altra), ma a parte la passione per le giovani bellezze sfoggiate sulle spiagge della Versilia, che naturalmente si trovano anch’esse in Toscana, le testate di gossip puro, quelle che pubblicano solo foto e niente dichiarazioni, non hanno mai trovato terreno fertile intorno a questo giovane che ricorda in qualche

modo un giovane Richard Gere. Noi che ci occupiamo sì di gossip ma soprattutto di spettacolo abbiamo incontrato per voi Roberto Farnesi. Ecco cosa ci ha raccontato. Roberto, con tutte queste fiction ambientate in Toscana non ti muovi mai dalla tua terra? Dici bene quando usi il termine “ambientate” perché in realtà la maggior parte degli interni de “Le Tre Rose di Eva” è girata a Roma in locations molto belle alle porte della Capitale. Tu però hai scelto di vivere lontano dalla confusione. Io l’ho scelto perché la Toscana è casa mia e vicino al mio casale abitano mia madre e le mie sorelle ma all’inizio sono stato anche io fuori casa. Quando ho cominciato la mia carriera di attore dovevo vivere nei grandi centri metropolitani per sottopormi ai provini e per farmi vedere ai casting. Con l’esperienza e un po’ di fortuna non ho più avuto bisogno di stare continuamente in zona perché mi ritrovavo, a prescindere, a fare parte di una rosa di attori da scegliere come protagonisti di questo o quel lavoro e gli spostamenti si sono


www.iospio.it

Venerdì, 25 maggio 2012

PIO”

OGLIO SERIA diradati a tal punto da permettermi di restare a casa mia in pianta stabile con veloci puntate fuori per la definizione del contratto o per la post produzione. Le grandi metropoli non fanno per te quindi... Milano non mi piace proprio e non potrei mai vivere lì. Roma, invece, è la città più bella del

FASCINO DELA DIVISA Roberto Farnesi, Manuela Arcuri e Ettore Bassi durante la presentazione della fiction Carabinieri 2. mondo ma tu capisci che se avessi dovuto raggiungerti dall’EUR al centro della città ci avrei messo più tempo che da casa mia a Firenze. Al di là del piacere bisogna fare i calcoli per ogni spostamento. A casa mia invece mi trovo in una posizione strategica. Vivo nei pressi dell’aeroporto internazionale di Pisa, sono ad un tiro di schioppo dalla Versilia che raggiungo spesso e volentieri a cavallo della mia Harley Davidson e come ti dicevo poco fa, in un balzo arrivo a Firenze che è la culla del Rinascimento ed è piena di ragioni per divertirsi e fare tardi... quelle poche volte che mi va di farlo. Per me quello che conta è soprattutto la qualità della vita. E poi non sono l’unico attore che vive lontano dalla confusione. Moltissimi colleghi che possono hanno scelto la pace della campagna. Insomma non è per sfuggire ai paparazzi che ti rintani! Assolutamente no! Sarebbe assurdo anche solo pensare una cosa simile considerato il lavoro che faccio. Bisogna sostenere il proprio lavoro e dato che il nostro pubblico è il primo a contribuire al successo è necessario fare buon viso a cattivo gioco e rendersi disponibili senza fare storie. Non capisco i personaggi che hanno le uscite alla Marlon Brando e picchiano i fotoVIVA LA SINCERITÀ Roberto Farnesi non ha avuto problemi ad ammetere di aver fatto a volte delle scelte lavorative in base al cachet. Per poter però essere libero in seguito di scegliere parti più vicine al suo carattere.

grafi che cercano di immortalarli a tutti i costi. Se non ci si vuole far scoprire si sa perfettamente come fare. Se andassi a correre a Villa Borghese al mattino e nessun paparazzo mi fotografasse io sarei molto più preoccupato: vorrebbe dire che di me non gliene importa niente a nessuno. Quando invece mi voglio fare i fatti miei vado ovunque tranne che nei posti a rischio di scoop. È molto semplice! Parole sante! Tu sei un attore molto apprezzato dal pubblico televisivo: esiste un tuo personale criterio di scelta nei personaggi che interpreti? Le discriminanti sono diverse. La mia fiction preferita in assoluto è stata “Questa è la mia terra”, una storia sulla bonifica dell’Agro-Pontino che parla di noi italiani. Il cast con cui ho diviso il set poi era fenomenale: Ottavia Piccolo, Remo Girone, tutti numeri uno da cui c’è sempre molto da imparare. Nel complesso, pure se si è trattato di un prodotto televisivo, il livello era piuttosto buono e la storia molto interessante. Nella mia carriera mi sono state sottoposte un sacco di sceneggiature e ad alcune ho detto di no: a volte sbagliando, quando parliamo di prodotti trash che però fanno un botto di ascolti, a volte a ragione, quando nel leggere la storia subodoravo delle vicissitudini noiose. Mi è capitato anche di fare scelte puramente economiche, quando cioè il cachet era molto consistente e sapevo che mi avrebbe potuto permettere di fare delle scelte più consone al mio stile nelle situazioni successive. Ti riferisci a Cento Vetrine? La soap è una grandissima palestra per tutti coloro che vogliono intraprendere la carriera di attore. Prima di allora io venivo dal cinema. Ho debuttato nel 1998 con “Femmina” dove ero il protagonista insieme a Monica Guerritore, poi mi volle per una piccola parte anche il maestro Franco Zeffirelli nel suo film “Un tè con Mussolini”. Ti posso garantire che i tempi del cinema, rispetto a quelli di una soap quotidiana, sono molto ristretti e non ti lasciano un grande margine di azione né ti permettono di aggiustare il tiro per migliorare le tue battute. Nella quotidianità della soap invece devi dire talmente tante battute con un ritmo talmente lento che riesci nel tempo a trovare la chiave giusta per interpretare al meglio il tuo personaggio. Hai fatto come molti attori americani che dal cinema sono passati alla televisione? Quando ho detto di si alla produzione di Cento Vetrine la storia era appena nata e andava

di pari passo con “Vivere”, te la ricordi? Il primo esperimento del genere fatto da Mediaset. A quel tempo gli investimenti su questi due prodotti erano tantissimi sia in termini economici che in termini di visibilità perciò ho pensato che accettare una parte in Cento Vetrine fosse un trampolino di lancio eccezionale verso il grande pubblico e ho accettato di entrare nel cast per due edizioni. Di strada ne hai fatta da allora, mi spieghi però perché in quasi tutti i tuoi lavori passi per il bello antipatico? Lo devo spiegare io a te che sei una donna? In che senso? Se fai il protagonista di una storia d’amore non puoi essere il principe azzurro perfetto. Al pubblico femminile, che poi è il primo fruitore di film tv come Le Tre Rose di Eva, mica piacciono i noiosi! Piuttosto sono attratte dai malandrini, diciamo così. Se poi il malandrino ha pure un’anima il gioco è fatto! Guarda Alessandro Monforte: si trova con il corpo inerte del padre steso a terra in un bagno di sangue e di fronte a lui, con una mazza di ferro, insanguinata pure quella, la fidanzata che tuttavia è la figlia del rivale del padre, in amore e nella produzione di vini. Secondo te, il poveraccio avrà vissuto qualche istante di confusione o no? Monforte in un batter d’occhio ha dovuto prendere in mano il destino suo e della sua azienda, visto che il fratello maggiore, interpretato da Kaspar Capparoni, si è fatto prete e non ha avuto il tempo per appurare se l’amore della sua vita avesse davvero ucciso suo padre oppure no! Dai Roberta, io Alessandro Monforte lo giustifico! Invece nella vita reale che tipo sei? Uno scapolone incallito sempre a caccia di giovani bellezze? Negli ultimi anni sono maturato anche io per fortuna e ho smesso di dare la caccia alle belle figliole tanto per passare il tempo. Bene: vuol dire che sei pronto a sposarti? Al matrimonio io non credo: per me si trat-

SCATTI MOZZAFIATO Roberto mostra orgoglioso il calendario di Max che l’ha visto protagonista nel 2005.

io SPIO 13

ta di un contratto bello e buono che non mi interessa sancire con nessuna donna. Questo non significa che io non voglia impegnarmi in una relazione seria anzi, mi piacerebbe molto avere dei figli. Da solo? Ma no! Anche se in questo preciso momento sono single sono molto intenzionato a creare una famiglia con una donna, con la quale devo avere però un minimo di progettualità. E la tua ex, quella giovane giovane? Quella storia si è esaurita da un bel po’. Lei era una ragazza molto carina ma forse anche troppo giovane per rappresentare in quel momento la madre dei miei figli. Con un certo tipo di storie ho chiuso per sempre. Ti dai alle cougar, allora? Se devo costruire qualcosa punto di sicuro alla maturità. La mia ultima compagna, con la quale comunque non sto più, ha trent’anni ed è madre di un bambino. Visto che ora sei libero, ti posso chiedere se punti ad una donna di spettacolo o meno? All’amore non metto limiti, quando scocca la freccia non si sfugge però preferirei che la scintilla scoppiasse tra me ed una donna normale, e cioè, non addentro al mio mondo. Già io passo ore davanti al mio megaschermo a divorare un film dietro l’altro, pensa se ci mettessimo in due: sarebbe una tragedia. E poi io faccio una vita da zingaro, quando giro un film sto via di casa per tanti giorni, ho bisogno di stabilità dall’altra parte e non di tornare e trovare sul letto un bel biglietto con su scritto: Sono partita per il Giappone , ci vediamo tra tre mesi! Sei bello, hai fatto pure un calendario: sei mai stato vittima di stalking? No mai! Sono alto un metro e novanta e non ho studiato dalle Orsoline, chi vuoi che ci provi a rompermi le scatole?


www.iospio.it

O R E T S E DALL’

LA FRANCIA TREMA IN ARRIVO IL NUOVO CD DI CARLA BRUNI

Casalinga sì, ma certo non disperata. Anche se non sarà più la premiere dame francese, Carla Bruni non ha alcuna intenzione di starsene con le mani in mano. Secondo quanto riportato dal quotidiano “Figaro”, infatti, la moglie dell’ex presidente della Repubblica francese sarebbe pronta a uscire con un nuovo album il prossimo settembre. A dare la notizia è stato Bertrand de Labbey, agente della Bruni, che ha riferito al giornale che “il disco non è ancora finito. Le tracce audio strumentali sono pronte, ma le voci non sono state del tutto mixate. La gravidanza di Carla ha interrotto il progetto”. A far tremare i francesi, però, ci hanno pensato anche le prime indiscrezioni sui brani contenuti nel nuovo album. L’attesa maggiore circonda la canzone intitolata “Mon Raymond, il est compliqué mon Raymond”, dedicata al marito Nicolas Sarkozy. Sembra essere stato eleminato, invece, il brano ispirato alla “Francia che protesta”, in cui la cantante ironizzava sulle manifestazioni organizzate dai francesi per contestare la riforma delle pensioni, mentre dovrebbe essere ancora presente “Les diseux”, brano che tratta un argomento che l’ex premiere dame ha sempre avuto a cuore: i giornalisti, accusati da Carla di essere troppo critici nei confronti del marito, soprattutto durante la campagna elettorale. A finire nel mirino della cantante sono stati i reporter di France Television, che sarebbe stata chiamata nel brano “Gauche Television”. Quella di cantante, però, non sarà sicuramente l’unica attività che illuminerà il futuro di Carla che, oltre a dedicarsi alla sua fondazione nata per combattere l’analfabetismo, vorrebbe avere un altro bambino. E lei e Nicolas, ora, ne avranno di tempo a disposizione. ELISEO ADDIO Nicolas Sarkozy è stato sconfitto alle ultime elezioni presidenziali francesi. Ora, l’ex primo cittadino, sta pensando al futuro.

Venerdì 25 maggio 2012

CAMILLA E CARLO

di Geraldine di Poppa GLASGOW – Bravi, spigliati e anche simpatici. Peccato che a tradirli sia stato il fisic du role. Sì perché durante una visita alla BBC Scotland, organizzata per festeggiare i 60 anni dell’emittente, Camilla e il principe Carlo si sono improvvisati esperti di Meteo per il telegiornale dell’ora di pranzo. Così, dopo che la giornalista Sally Magnusson gli ha dato la parola, il principe del Galles, con tanto di mappa del tempo alle spalle, si è cimentato nel ruolo di meteorologo. Per l’occasione Carlo ha recitato un

io SPIO 15

DOPO AVER PARTECIPATO AD UNA GARA DI STIRATURA E AVER LETTO LE PREVISIONI METEO AL TG DELLA BBC ORA IL PRINCIPE CARLO SI È IMPROVVISATO DJ. MA I RISULTATI NON SONO DEI MIGLIORI

testo scritto apposta per lui con tanto di riferimento alle residenze reali in Scozia. “Tempo sereno e asciutto si troverà certamente sulle isole settentrionali e sulla parte all'estremo nord della terraferma – ha detto il figlio della regina Elisabetta II - quindi, un po' di sole pallido al castello di Mey a Caithness. Ma una giornata fredda per tutti, con temperature di soli 8 gradi e un pungente vento da nord. Grazie al cielo, non è un giorno di vacanza”. Le sorprese per i telespettatori, però, non erano ancora finite. Poco dopo, infatti, la linea è

TROVA LE DIFFERENZE Nella foto grande: Camilla legge le previsioni del tempo durante il telegiornale dell’ora di pranzo sulla BBC. Sopra: Eleonora Pedron, la prima (sexy) meteorina della storia del Tg4. passata a Camilla che ha provato a lanciarsi nel ruolo di meteorina. Peccato, però, che neanche il loro intervento sia riuscito ad evitare l’ondata di mal tempo che si è abbattuta contro la Gran Bretagna. Carlo e Camilla, tuttavia, non sarebbero gli unici “reali” a cambiare “mestiere”. Sì perché Madonna, la regina del Pop, vorrebbe diventare presidente degli Stati Uniti. Il motivo? Riuscire a fermare in questo modo la spesa pubblica destinata alla costruzione di armi di massa. “Anche se ho 53 anni – ha detto Modonna - non do nulla per scontato". Che nel suo futuro ci sia davvero la Casa Bianca?


www.iospio.it

Venerdì, 25 maggio 2012

RO DALL’ ESTE

io SPIO 17

PIERRE DUKAN RADIATO DALL’ALBO PITT SHOCK: “PER ORA NIENTE NOZZE” È BUFERA SULLA DIETA DELLE STAR Brutte notizie per chi è alla prese con la prova costume. Pierre Dukan, il nutrizionista inventore della dieta iperproteica tanto amata da Pippa e Kate Middleton, ma anche da Gisele Bunchen, Jennifer Lopez, Penelope Cruz e Nicole Kidman, è stato radiato dall’Ordine dei Medici. A chiedere che venisse adottata questa misura, però, è stato lo stesso Dukan, convinto che la radiazione avrebbe messo fine ad alcuni provvedimenti disciplinari nei suoi confronti avviati da parte dell’Albo, che l’aveva accusato di aver violato il codice deontologico, di aver mancato di prudenza nelle sue affermazioni e di essersi fatto promozione personale. Ma se il suo libro “Non so perdere peso”, pubblicato nel 2000,

era già stato fortemente criticato per i gravi squilibri che deriverebbero dal metodo alimentare proposto, basato sulla totale abolizione di zuccheri e carboidrati, qualte tempo fa Dukan ha rincarato la dose proponendo un’opzione anti-obeistà per il laureto. L’idea avanzata dal medico, infatti, era quella di far guadagnare voti positivi ai laurenadi che non avessero messo su peso negli ultimi due anni. Inutile dire che in Francia è scoppiato il finimondo, con il ministero dell'Istruzione che lo ha accusato di aver fatto "discriminazione fisica senza saperlo"; e il Consiglio nazionale dell'Ordine dei Medici che lo ha accusato di non aver misurato l'impatto su adolescenti fragili, anoressici o in sovrappeso. Un duro colpo per la dieta dei divi.

Cannes - Proprio quando sembrava tutto pronto per il matrimonio dell’anno, ecco che è arrivata la frenata. Brad Pitt e Anglina Jolie non si sposano più. O almeno non hanno intenzione di farlo nel prossimo futuro. A dirlo è stato l’attore in persona che durante la sua partecipazione al Festival di Cannes ha bollato come puro “gossip” le voci che lo volevano novello sposo entro agosto. "Non abbiamo alcuna data, veramente non abbiamo alcuna data", ha spiegato l'attore ai giornalisti al termine della proiezione di “Killing them softly”, pellicola firmata dal regista australiano Andrew Domik nella quale la superstar hollywoodiana interpreta un criminale che si ritrova a svolgere un'indagine per conto della malavita su una rapina avvenuta durante una partita di poker. "Per le date ci sono solo rumors", ha aggiunto Pitt

che, questa volta, non è stato seguito dalla sua compagna sulla Croisette. Insomma, sembra proprio che i fan della coppia dovranno aspettare ancora un po’ prima di poter ammirare la Jolie in abito bianco. Fortunatamente, però, pare che si tratti solo di un rinvio visto che Brad, 48 anni, e Angelina, 36, avevano detto di volersi sposare soprattutto per i loro bambini. I due, che si sono conosciuti nel 2005, hanno avuto insieme tre figli e ne hanno adottati altri tre. Non ci resta che aspettare i prossimi aggiornamenti. PROMESSI SPOSI Brad Pitt e Angelina Jolie sono fidanzati da ben sette anni.

LE BALENE

DIETA DA STAR A Sinistra: Pierre Dukan. Sopra: Kate Middleton.

radiomontecarlo.net


www.iospio.it

Venerdì, 25 maggio 2012

IO

SPIO ANCH’

io SPIO 19

INTERNAZIONALI A ROMA: GLAMOUR SUGLI SPALTI di Roberta Beta

A

nche quest’anno, non ho potuto evitare un piccolo bagno di folla al Foro Italico in occasione degli Internazionali di Tennis. La colpa è tutta del fatto che da quando hanno inaugurato il Ponte della Musica, che collega l’Auditorium a viale degli Olimpionici, io raggiungo i campi da tennis, da casa mia, in un nanosecondo senza nemmeno bisogno di cercare parcheggio nei pressi. Devo dire che non sono rimasta delusa, sia dal villaggio ospitalità, che ogni sera ospitava appunto personaggi di ogni calibro, né dai campi da tennis che pullulavano oltre che di star tennistiche anche di VIP di ogni grado e professione. Come da qualche anno succede, il clima non è stato molto clemente, di giorno si riusciva pure a catturare qualche raggio di sole ma la sera c’era poco da mettersi in pompa magna, faceva così freddo che a stento si potevano riconoscere i personaggi invitati in questo o quello stand. Alla serata della Kimbo, per esempio, dove lo chef siciliano Filippo La Mantia presentava un meraviglioso dessert al caffè denominato “Gioia Mia”, si è vista una Nancy Brilli intabarrata, ma sorridente, accompagnata dal suo giocoso marito partenopeo, il mago della chirurgia plastica e ricostruttiva, il professor Roy De Vita. Nancy ha assaggiato con trasporto tutte le specialità a

base di caffè preparate anche dal bartender di fiducia della Kimbo, Carmine Castellano, e poi si è recata negli studi mobili di RTL per una simpatica chiacchierata in compagnia di Massimo Caputi. Ospiti di Camilla Morabito, Anita Lissona e soprattutto del patron di Kimbo, si sono visti nei giorni a seguire, anche l’attore Fabio Troiano e la show girl in pensione, che tuttavia si mantiene molto in forma con lunghe sessioni di ginnastica, Nathalie Caldonazzo, Giampaolo Letta, Fabio Galante e Pierluigi Diaco. Alla terrazza Tacchini, ospiti di David Monari, insieme a Paolo Conticini e Fabio Fulco, senza la sua Cristina Chiabotto, si è festeggiato il traguardo dei primi quarant’anni di Laura Freddi, che dalla televisione generalista è passata al satellite grazie alla nuova tv “Vera” mentre nella piazza sottostante sono passati anche il bel Pierferdi Casini in compagnia della moglie Azzurra Caltagirone. Sui campi di terra rossa non sono mancati gli appassionati del tennis. Nella lounge Corporate, seguita in parte dalla bella Ilaria De Grenet, Giovanni Malagò ha assistito alla vittoria di Roger Federer su Ferrer chiacchierando con Francesco Totti che, negli incontri seguenti, ha pensato bene di trasferirsi nella tribuna autorità insieme al fan numero uno di Nole Djokovic, Fiorello, il quale tuttavia non ha portato troppa fortuna al campione serbo che ha perso la finale contro un Nadal in forma smagliante. Il giovane spagnolo, tra una grattata di sedere e l’altra, infatti, è riuscito a prendere delle palle davvero impossibili nonostante sia molto più corto del suo avversario. Sembra una scimmia Rafa e non capisco cosa ci trovino le ragazzine di bello in lui. Io, invece, da vecchia babbiona, sono rimasta incantata dal fascino di Roger Federer, campione di altri tempi ed altri modi, uno di quei giocatori che colpisce

FRANCESCO TOTT I

PIER FERDINANDO CASINI E AZZURRA CALTAGIRONE

FABIO TROIANO

palle ad effetto e mette un po’ più fantasia piuttosto che potenza, sui colpi ben assestati ma non sempre vincenti. Io l’ho visto bene il Federer, composto al punto tale da non sudare nel suo bel completo azzurro e bianco firmato Nike, proporzionato e con stacco di coscia notevole, per non parlare della schiena e delle spalle larghissime. Nadal, sponsorizzato dallo stesso marchio ha sfoggiato colori fluo più moderni: arancio e grigi con scarpe abbinate. Nole, tanto simpatico e meno robotico del solito, ha sfoggiato completi personalizzati “Nole”, fornitigli dalla storica azienda novarese Sergio Tacchini, che un tempo vestiva tra gli altri il grande John McEnroe. Il mio primo completino bianco e verde era firmato appunto Tacchini e avevo solo dieci anni: ora la linea vintage è bianca e verde, vorrà dire qualcosa? Il torneo femminile è stato meno vibrante, purtroppo. La bionda Sharapova non ha sbagliato una palla, vestita sempre di rosso, e si è portata via il trofeo. Delle italiane è meglio non parlare. Le sorelle Williams non hanno illuminato ne’ il campo Centrale ne’ l’Arena Supertennis, e Serena, ritiratasi alla semifinale non ci ha nemmeno deliziati con i suoi completini assurdi e dorati come quelli di qualche anno fa in cui sembrava un cioccolatino incartato. Sportivamente parlando il torneo è andato molto bene, ma anche Gigi D’Alessio tutto di pelle bardato, scortato il mercoledi dal patron di RTL Lorenzo Suraci ha mandato in delirio la folla dei giovani che si accalcavano all’ingresso del villaggio, alcuni, addirittura, indossando finti braccialetti senza, però, riuscire ad eludere una sorveglianza accanita: sarà stato D’Alessio o anche lo stand della Corona che offriva drink a base di birra a sensibilizzare il passaparola? Comunque, anche questa edizione del torneo ATP è andata, Diego Nepi Molineris, direttore impianti del CONI, può dirsi soddisfatto dei risultati ottenuti anche quando la finale, bloccata domenica dalla pioggia, è stata seguita il lunedi successivo da un Centrale pieno come non mai! LAURA FREDDI

MARIA SHARAPOVA

TINI E DARIO BALLAN

AL RAFAEL NAD


20

io SPIO

Venerdì, 25 maggio 2012

www.iospio.it

A T S I V R E L’ INT ALESSANDRO RISTORI IL NUOVO RE DEL ROCKABILLY MADE IN ITALY RACCONTA A IOSPIO IL SUO SUCCESSO INTERCONTINENTALE.

di Andrea Romano

S

i veste come negli anni Sessanta, canta come negli anni Sessanta, si muove come negli anni Sessanta. Peccato che a tradirlo sia l’età impressa sulla sua carta d’identità. Sì perché nonostante abbia passato da poco i trenta, Alessandro Ristori è riuscito a conquistare critica e pubblico grazie a un modo di fare musica allegro e scanzonato, che pesca a mani piene nel repertorio italiano di mezzo secolo fa. Un successo che Alessandro è riuscito ad esportare anche in Russia e che ora è stato coronato da “Ibrido”, il suo nuovo album che fra cover di vecchi successi e pezzi originali punta a consacrarlo definitivamente sui palcoscenici più importanti dello Stivale. Alessandro, perché “Ibrido”? Perché il disco ha una for-

MOLLEGGIATO La copertina di “Ibrido” il nuovo album di Alessando Ristori e dei suoi Portofinos. mula molto particolare: è un concerto live a cui sono stati aggiunti due nuovi singoli. E poi anche io sono un po’ ibrido, con il mio stile faccio un salto nel passato. Ora che ci penso, però, tutto è ibrido in questo momento: i motori, il governo… forse è la soluzione a tutto. Chi è la Donna Uomo che canti nel tuo disco? È la donna che ora si incontra sempre più spesso per strada. È una provocazione da bar che

PER ESORCIZZARE LA CRISI CANTO GLI ANNI DEL BOOM

nasce dalla constatazione sempre più ragazze cercano di imitare l’uomo nelle caratteristiche più negative: bestemmiano, si vantano delle loro conquiste del giorno prima, fumano, hanno molti tatuaggi. Sono tutte donne, anche attempate, che per trincerarsi dietro questa barriera perdono buona parte della loro femminilità. Per questo dico a loro: lasciate qualcosa anche a noi uomini. A proposito, come vedi gli uomini d’oggi? Anche loro sono cambiati. Adesso vedo questi uomini tutti lucidi, con le sopracciglia perfette e il petto a tavola da surf. Una via di mezzo sarebbe una soluzione accettabile.

Potresti farci un nuovo singolo… Dici l’uomo – donna? Ci avevo pensato ma si cadrebbe in un equivoco sessuale che non c’entra niente con quello che volevo trasmettere. Oggi viviamo in un’epoca di esagerazioni da una parte e dall’altra, è difficile parlare degli uomini e delle donne. Come si convive con lo sfasamento temporale della tua musica? La guardo da un punto di vista positivo: se avessi vissuto in quei mitici anni Sessanta ora avrei quasi 70 anni e sarei uno che ha vissuto quell’epoca e basta. Ora, invece, posso dire la mia in un panorama musicale molto omologato. Sono contento di essere fuori dal mio tempo e la vivo bene, mica sono un disadattato. Amo l’innovazione e tutto quello che è la vita moderna. Uno però può anche sognare e avere dei punti di riferimento che vengono dal passato. Forse amo quel periodo perché non l’ho vissuto, sono un po’come un bambino che idealizza qualcosa e la stravolge. Come è cambiato l’italiano medio in questi cinquant’anni? Le sue abitudini non sono poi molto diverse. Quando è con gli amici vuole bere bene, man-

giare bene e divertirsi. Forse ora, però, si sono aggiunte una serie di abituini “inutili” come avere tre profili facebook o stare sempre davanti al computer. Si è perso il mito dell’uomo cacciatore? Ora c’è da stare molto più attenti. Una settimana fa abbiamo partecipato all’inaugurazione della nuova nave della Costa e siamo stati a Spalato. Io e i miei amici siamo scesi e abbiamo visto che c’erano una sacco di ragazze che ci salutavano. Questa è un’abitudine che da noi non si vede da decenni. Ci urlavano “Ciao italiani!” oppure “Ciao bello!”, cose che da noi si vedevano solo in riviera. La nostra società si è un po’ chiusa, forse quando eravamo indietro eravamo i più simpatici del mondo, ora siamo meno intraprendenti in tutto, anche nelle relazioni. Com’è cantare gli anni del boom durante quelli della crisi? È un esorcizzare la crisi, come se si trattasse di una piccola medicina. Cerco di essere un portatore sano di buon umore, di eleganza italiana senza tempo. Eppure i tuoi testi a volte sono molto malinconici… Io sono un malinconico e sono anche un timido. Nascondo questo mio lato del carattere con l’esuberanza sul palco. Credo che, comunque, la ma-

linconia sia una parte importante di noi. Quante volte ci siamo voluti fare del male sentendo a ripetizione una canzone che ci faceva stare sempre peggio? Il divertimento non è solo euforia urlata. Tu e i Portofinos siete famosissimi in Russia… Abbiamo partecipato a un festival molto importante, come se fosse un Sanremo di quelle parti. Da un punto di vista artistico ha vinto la mia italianità. Credo che il sorriso e il gesticolare tipico dell’italiano abbiano ancora un grande appeal all’estero. È vero che quando Celentano registrava Rock Politik vi siete accampati fuori dagli studi televisivi per conoscerlo? Sì, lo abbiamo fatto. Tre giorni a settimana per tre settimane. E come è andata a finire? Ci hanno dato dei biglietti gratis e ci hanno fatto assistere alle prove. La cosa più divertente, però, è stata un’altra. Ossia? Una sera che eravamo accampati, così abbiamo iniziato a cantare nella speranza che ci notassero. In quel momento passò Patty Smith che, dopo aver cantato un pezzetto con noi, ci fece una foto con la sua Polaroid. Qualche tempo fa c’è stata una mostra sulla sua vita e quella foto era in esposizione con tanto di didascalia: “Musicisti italiani come Elvis”. Bellissimo. Della musica italiana contemporanea cosa ascolti? Beh i prodotti che funzionano come pop sono fermi agli anni Ottanta. Faccio fatica, preferisco ascoltare il british pop che è senza tempo. Poi, però, ci sono entità italiane che funzionano e tanto di cappello. Mi piace Nina Zilli che non solo è vintage, anche se più nell’immagine che nei testi, ma è anche molto bella. E poi Emma Marrone. In alcune cose mi sembra un po’ donna uomo, sempre con la mano alzata con il dito addosso. Mi piace abbastanza, ha smosso le acque ed è la migliore fra quelli usciti da amici, cugini, zii, nonni e parenti vari. Negli anni Cinquanta c’era il mito delle serenate. Hai mai provato a farne una? Certo, in spiaggia. Ma i risultato sono stati pessimi. Forse se da ragazzino avessi fatto il dj alle feste invece che provare a fare il molleggiato sarebbe andata meglio. Ma alla fine prendersi in giro è la chiave di tutto.


DIVA A TUTTI I COSTI Paris Hilton è arrivata a bordo di una lussuosa macchina decappottabile

L’EVENTO ANCHE QUEST’ANNO PIÙ CHE I FILM SONO I VIP A TENERE BANCO

PREMIATO Nanni Moretti viene nominato Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere. In basso, sotto lo schermo con il logo di Cannes 2012, Kristen Stewart, Garret Hedlund e Kristen Dunst.

PARATA DI BELLEZZE Dalla classe di Nicole Kidman a Valeria Marini passando per Kylie Minogue che ha scherzato con i fotografi, il red carpet è stato tutto un susseguirsi di star mozzafiato. A loro si è aggiunta l’attesissima Charlotte Casiraghi che non ha deluso le aspettative mostrandosi più bella che mai.

MADE IN ITALY Asia Argento sorride accanto al padre, Dario. Simona Ventura come sempre elegantisssima

LE STELLE BRILLANO AL FESTIVAL DI CANNES Cannes – Come ogni anno il contorno supera la sostanza. Sì perché se i film in concorso sono protagonisti in sala, nella città del Festival del Cinema francese si respira un’aria sempre più frizzante. Così, anche stavolta, a calamitare l’attenzione dei curiosi sono stati più i vip impegnati fra red carpet e party esclusivi che le pellicole in gara. La più attesa è stata Charlotte Casiraghi, la bellissima figlia ventiseienne di Carolina di Monaco, che durante la premiere di “Madagascar 3” ha stregato tutti con un meraviglioso abito verde scuro firmato da Gucci. Ma la rampolla di casa Grimanldi si è ripetuta qualche giorno dopo, quando è andata a sfidare la sorte al Casino in compagnia del suo compagno Gad Elmaleh, 15 anni più grande di lei. Una breve apparizione, quella della principessina, che è bastata comunque a mandare in tilt la città. Immancabile la presenza della prezzemolina Paris Hilton che, come di consueto, è sbarcata a Cannes in compagnia della sorel-

la Nicky e che, anche qui nessuna novità, ha preferito la vita mondana alla visione dei film. L’ereditiera più desiderata del mondo si è così fatta paparazzare prima insieme alla sorella (ma senza reggiseno) al party che ha tenuto in scacco il Vip Room, poi alla festa esclusiva andata in scena al Nikki Beach, dove è arrivata a bordo di una splendida decappottabile di lusso insieme a Jean Roch. Questo, però, è stato un Festival con un forte accento italiano. Lunedì scorso, infatti, Nanni Moretti è stato nominato Cavaliere dall’Ordine delle Arti e Lettere da parte del Ministro della Cultura francese Aurelie Filippetti. Ribalta anche per Asia Argento, che sono apparsi sullo show di Canal +, “Le Grand Journal”. Notevole anche la presenza di Valeria Marini che, dopo aver sfilato sul red carpet ha posato per un servizio fotografico al Carlton Hotel, e di Kasia Smutniak, alla sua prima uscita ufficiale con il suo nuovo compagno Domenico Procacci. Davvero niente male.


www.iospio.it

Venerdì, 25 maggio 2012

L’OROSCOPO da venerdì 25 maggio a giovedì 31 maggio Ariete: Se volete avere successo dovete abbandonare l'idea di dipendere necessariamente da qualcuno e dovete farvi artefici della vostra fortuna. Consiglio: Evitate inutili carichi di tensione! FREDERIQUE BEL

(ANNECY, 24 MARZO 1975)

Toro: Sarete particolarmente efficienti nel lavoro e nello studio. Chi è alla ricerca di un nuovo lavoro, sarà particolarmente facilitato. Sarete molto precisi e saprete farvi notare dalle persone giuste. Consiglio: Cercate di cogliere l'opportunità giusta! MARK ZUCKERBERG

(WHITE PLAINS, 14 MAGGIO 1984)

Gemelli: Valutate correttamente tutte le situazioni lavorative o di studio, dimostrando di essere persone molto equilibrate, diligenti, che sanno cosa vogliono.. Consiglio: Non immischiatevi in situazioni complicate! RAFAEL NADAL

(MANACOR, 3 GIUGNO 1986)

Cancro: Decidete qual è l'attività nella quale volete lanciarvi e fatelo senza timori, cercando di mettere tutto l'impegno e le vostre energie. Consiglio: Concentrarvi maggiormente sui vostri obbiettivi! DIANE KRUGER

(ALGERMISSEN, 15 LUGLIO 1976)

Leone: Voi che solitamente siete brillanti e generosi, cercate di essere più rilassati ed accettate i consigli delle persone che vi stanno accanto. Consiglio: Siate pronti a un nuovo, eccitante inizio! KASIA SMUTNIAK

VINTAGE

io spio

www.sentieridicelluloide.it

ANTHONY HOPKINS “HANNIBAL LECTER” di Joe Denti “Vorrei che potessimo parlare più a lungo, ma sto per avere un vecchio amico per cena stasera…Addio”. (Hannibal Lecter)

F

iglio unico di un fornaio, Philip Anthony Hopkins nasce nella notte di Capodanno del 1937 a Port Talbot, in Galles. Nella desolante atmosfera che avvolge il paese durante la seconda guerra mondiale, il piccolo Anthony cresce intimorito dall’autoritaria figura del nonno. A scuola si rivela subito un pessimo studente e una lieve dislessia gli causa proble-

(PIŁA, 13 AGOSTO 1979)

Vergine: Sarete molto più attenti, selettivi e, non appena si presenterà l'occasione per fare il grande salto, riuscirete a trovare un rapporto lavorativo che vi piace di più. Consiglio: Non sottovalutate quello che gli altri hanno da dirvi! LIAM GALLAGHER

(BURNAGE, 21 SETTEMBRE 1972)

Bilancia: State molto attenti ad uscire al momento propizio dalla situazioni che potrebbero divenire imbarazzanti. Cercate, però, di non essere troppo schizzinosi. Consiglio: Interpretate le novità come occasioni di crescita! FREIDA PINTO

(BOMBAY, 18 OTTOBRE 1984)

Scorpione: È il momento propizio per chiedere un miglioramento lavorativo o per intraprendere una nuova avventura professionale a cui pensate da tempo. Consiglio: Imparate a tenere la bocca chiusa! DAVID SCHWIMMER

(QUEENS, 2 NOVEMBRE 1966)

Sagittario: Saranno premiate le scelte originali e magari, in apparenza, anche azzardate. Potreste però rendervi poco simpatici a causa dell’attenzione al dettaglio del lavoro altrui. Consiglio: Cercate, almeno, di non essere troppo pignoli! GAEL GARCIA BERNAL

(GUADALAJARA, 30 NOVEMBRE 1978)

Capricorno: Drovete agire senza fretta e trovare gli stimoli giusti per provare a fare qualcosa di diverso nell'ambito della vostra professione, o cambiarla completamente, Consiglio: Mettete in pratica le decisioni che pensate di aver preso! IRINA SHAYK

(EMANŽELINSK, 6 GENNAIO 1986)

Acquario: Periodo difficile per il vostro segno e potrebbe portarvi a rimandare decisioni che sarebbe bene prendere immediatamente. Supererete tutto nel migliore dei modi. Consiglio: Non fatevi influenzare dagli eventi! ALESSANDRA MASTRONARDI

(NAPOLI, 18 FEBBRAIO 1986)

Pesci: Non date troppa importanza e ascolto ad una persona che vi sembra molto vicina da un punto di vista umano, ma che in realtà vuole approfittare di voi. Consiglio: Anche se non vi viene spontaneo, siate più attenti! NAJWA KARAM

(LEBANON, 26 FEBBRAIO 1966)

io SPIO 23

CAPOLAVORO Anthony in una scena de “Il Caso Thomas Crawford”, film che l’ha consacrato come “cattivo” per eccellenza sul grande schermo. mi di socializzazione, conferendogli un atteggiamento schivo e introverso. Per farsi nuovi amici, si unisce a un gruppo di giovani attori e quando comincia ad essere coinvolto nelle prime recite, capisce che la recitazione avrebbe fatto parte della sua vita. Coltivando anche la passione per il pianoforte, si iscrive alla Royal Alwelsh College of Music and Drama di Cardiff e, successivamente, influenzato e consigliato dall’amico Richard Burton, alla Royal Academy of Dramatic Art di Londra, dove tutti comprendono che sono di fronte ad un predestinato. Nel 1965, la fatidica svolta, supera brillantemente l’audizione presso il celeberrimo National Theatre, sostenuta davanti a Sir Laurence Olivier. Il successo conquistato in teatro lo porta rapidamente al debutto cinematografico, nel 1967, nei panni di Riccardo Plantageneto, in “Il Leone d’Inverno”, al fianco di

Peter O’Toole e Katharine Hepburn. Il successo del film è enorme e Hopkins inizia un periodo particolarmente interessante, alternando cinema e televisione senza mai abbandonare i palcoscenici. Negli anni ’70, la sua vita privata diviene burrascosa. Divorzia dalla moglie, l’attrice Petronella Barker, per sposare la sua segretaria, Jennifer Lyndon, la quale ebbe un ruolo fondamentale per sconfiggere la malsana passione dell’attore per l’alcool, dipendenza che riuscì a superare nel 1975, pur di non compromettere la sua carriera. Sono gli anni in cui accetta di recitare a Broadway e la sua filmografia si rafforza con titoli come “Quell’ultimo ponte” e “Magic”, pellicole dirette dal suo pigmalione cinematografico, l’attore e regista Richard Attenborough, che lo affianca a star di primaria grandezza, tra le quali Anne Bancroft, Michael Caine, Dick Bogart e Liv Ullman. Nel 1980, David Linch, lo dirige nel drammatico “The Elephant Man”, toccante e commovente storia che racconta la vera vita di un uomo che presenta numerose deformazioni in gran parte del corpo, soprattutto sul viso e sul capo, tanto da essere trattato come un fenomeno da baraccone. Sul piccolo schermo ottiene due clamorosi successi come protagonista nel Shakespeariano “Otello” e in “Il gobbo di Notre Dame 2” di Victor Hugo. Nel 1985, riceve il titolo di Comandante dell’Ordine dell’Impero Britannico e il Dottorato in Lettere dell’Università del Galles, onorificenze che porteranno Hopkins ad ottenere altri successi di pubblico e critica, tra i quali “84 Charing Road”. “Mi mangiai il suo fegato con un bel piatto di fave e un buon Chianti”. Grazie al personaggio di Hannibal Lecter, raggiunge il culmine della popolarità nel 1991 quando Jo-

INDIMENTICABILE Anthony Hopkins nei panni di Hannibal Lecter, il cannibale protagonista de “Il silenzio degli innocenti”, film che gli valse l’Oscar nel 1992 come miglior attore. nathan Lemme lo dirige con lucida intelligenza in “Il Silenzio degli Innocenti”. Da quel momento, la carriera di Sir Anthony Hopkins è trasfigurata dallo sguardo pazzoide del criminale cannibale più famoso e amato della Storia del Cinema. Nell’angosciante e adrenalinica storia, divisa con la bravissima Jodie Foster, Hopkins, recita solo 16 minuti, sufficienti per fargli vincere l’Oscar come miglior attore protagonista. Dopo essere stato Van Helsing in “Dacula di Bram Stoker” di Francis Ford Coppola, riceve altre tre nomination all’Oscar, grazie a “Quel che resta del giorno” di James Ivory, “Nixon – Gli intrighi del potere” di Oliver Stone e “Amistad” di Spielberg. Nel 2000, accetta la cittadinanza statunitense, provocando un certo disappunto nei suoi fedeli ammiratori gallesi e tre anni dopo si sposa per la terza volta con Stella Arroyave, attrice e produttrice americana. Espressivo, sobrio, misurato, capace di ogni immedesimazione, dotato di un talento davvero fuori dal comune ha dato sempre il meglio di se stesso anche in ruoli meno adatti per valorizzare la sua recitazione, dichiarando che l’esperienza in “Il caso Thomas Crawford” è stata in assoluto la migliore della sua filmografia che unendola a quella di Hannibal Lecter, lo consacra nell’Olimpo dei malvagi dello schermo. Non ci resta che attendere la sua prossima prova, destinata ad essere leggendaria e già in profumo da Oscar. Sarà “Il Maestro del Brivido”, nel film di Sacha Gervasi “Hitchcock”.



Io spio, 25/05/2012