Issuu on Google+


magazine

SETTIMANALE DI GOSSIP E SPETTACOLO Anno 3 - numero 24 - Venerdì 22 giugno 2012 - www.iospio.it

FRANCESCO FACCHINETTI

Fabrizio Corona

A DIFENDERLO ORMAI C’È SOLO LA MAMMA

George - Stacy

CLOONEY INCASTRATO DA ROTONDITÀ SOSPETTE

Fiorella Donati

UN BABY SITTER GAY... VALORIZZO CIÒ CHE SIAMO È COSÌ CHE CREO BELLEZZA


www.iospio.it

Venerdì, 22 giugno 2012

io SPIO

5

VIERI: COME OGNI ESTATE È CACCIA AL FLIRT N

onostante sia appena iniziata, l’estate di Bobo Vieri sembra seguire lo stesso copione di quelle passate. Un copione che lo vede districarsi abilmente fra una lunga serie di flirt reali, di amori ipotetici e anche tanto divertimento. In pochi giorni, infatti, l’ex attaccante della nazionale è stato paparazzato in tanti luoghi diversi ma, soprattutto, in compagnia di tante fanciulle diverse. E così gli avvistamenti di Vieri si sono sprecati. Ma andiamo con calma. Prima Bobone è stato pizzicato a Roma in compagnia di una bellissima bruna. E chi sperava che si trattasse di Elisabetta Canalis, storica ex dell’ex calciatore, è rimasto immediatamente deluso. Sì perché al fianco del bomber non c’era l’ex velina, ma la neo single Samantha De Grenet. I due sono stati beccati nel bel mezzo di una cenetta in un ristorante di sushi, poi durante una passeggiata e, infine, mentre rientravano nello stesso albergo. Che si tratti dell’ennesimo flirt di quello sciupa femmine incallito di Vieri? Difficile dirlo, visto che Samantha De Grenet è una grande amica sia di Bobo, sia di Elisabetta Canalis. Ben diverso, invece, è stato l’avvistamento a Capri dell’ex azzurro. Sull’isola, infatti, Christian ha trascorso un pomeriggio in compagnia di

Barbara D’Urso sulla terrazza della Canzone del Mare, storico stabilimento balneare di Capri. Qui, dopo un pranzo veloce e qualche chiacchiera su una grande poltrona, i due si sono lasciati andare e hanno improvvisato qualche sensualissima mossa di tango. Niente di strano dato che entrambi hanno partecipato a uno show di danza: Bobo è stato uno dei protagonisti di Ballando con

le Stelle, mentre Barbara ha condotto Baila. La vera scintilla, però, sembra essere scattata la stessa sera, quando Vieri è stato sorpreso in compagnia della bella pallavolista Veronica Angeloni. Già perché i due si sono concessi un momento di intimità lontano dagli occhi indiscreti. O

COMMENTA LE NOTIZIE DELLA CRONACA ROSA cercaci su facebook e seguici su twitter

magazine

Direttore responsabile Enrica Arcangeli e.arcangeli@iospio.it

due si sono rilassati sotto il sole spagnolo fra un bagno e una combattutissima partita a beach volley. Ma siamo sicuri che per Vieri sull’isola ci saranno ancora nuovi (veri o presunti?) flirt. Intanto Elisabetta Canalis ha messo a tacere le voci di un riavvicinamento con Bobo, confessando di essere ancora innamorata del

suo Steve-O. L’altro giorno infatti la bellissima ex fidanzata di George Clooney ha postato su Twitter una foto di due braccia dolcemente intrecciate con tanto di scritta: “non bisogna cercare ragioni in amore, perché in amore di ragioni non ce ne possono essere”. Inutile dire che i tatuaggi messi in mostra nella foto hanno testimoniato che l’altro braccio protagonista della foto è proprio quello dell’ex stuntman. Insomma: che i nostalgici si rassegnino! TRIS DI BELLEZZE Dobbiamo però riconoscere che a Vieri vengono attribuiti flirt sempre con donne bellissime!

DA OGGI PUOI LEGGERE IL GIORNALE ANCHE ON LINE SUL NOSTRO SITO

settimanale di gossip e spettacolo distribuito gratuitamente da Effe Editore Srl Sede legale: via Crescenzio, 91 - 00193 - Roma Sede operativa: via Carlo Pesenti, 130 - 00156 Roma Tel. 06 412103200 - Fax 06 412103250 www.iospio.it Registrazione n. 388 del 7/10/2010 presso il Tribunale di Roma Sezione per la Stampa Editore: Effe Editore Srl Amministratore Unico: Antonio Lupetti

almeno così pensavan i paparazzi che sono riusciti a immortalare la coppia mentre, appartata su un divanetto, si lasciava andare a risate complici e baci appassionati. All’alba, tuttavia, le strade dei due sportivi si sono sperate con l’ex calciatore che è tornato a Formentera, l’isola dove Christian ormai è di casa. Lì nessuna donna al suo fianco ma l’amico di sempre (nonché compagno di nazionale) Pippo Inzaghi. I

Principali collaboratori: Roberta Beta, Belfagor, Joe Denti, Geraldine di Poppa, Giulio Fede, Andrea Romano, Mariano Sabatini, Luciano Verre, Federica Giuli. Pubblicità Visibilia Pubblicità Via Senato, 8 - 20121 Milano Tel: +39 02 36586750 mail: info@visibilia.eu Stampa Litosud srl Roma, Via Carlo Pesenti n. 130 Pessano con Bornago (MI), Via Aldo Moro n. 1

QUESTO GIORNALE É STAMPATO CON INCHIOSTRI

CANALIS E STEVE-O DI NUOVO UNITI Elisabetta ha postato su Twitter la foto del suo braccio che si intreccia con quello del suo “ex” Steve-O. Quale modo migliore per annunciare il loro ritorno di fiamma?

LA FERILLI SI DIFENDE: “IO E TESTI SOLO AMICI” Niente corna, solo foto posate. Sabrina Ferilli, compagna dal 2006 del top manager Flavio Cattaneo, ha giustificato così le foto apparse sulla copertina di Oggi che la ritraevano nel bel mezzo di tenere effusioni e baci con il collega Francesco Testi. Scatti espliciti, che mostravano un’intesa speciale fra i due attori intenti a coccolarsi e prendersi per mano tanto nella palestra dell’hotel Kempinski di Sofia, in Bulgaria, che li sta ospitando durante le riprese della fiction “Baciamo le mani”, quanto in uno dei ristoranti dell’albergo. Un antipasto, questo, che culminerà in un bacio scambiato sulla panchina dell’hotel di lusso. Così, dopo che mezza Italia aveva urlato al tradimento, ecco che la Sabrina nazionale ha deciso di mettere in chiaro le cose. “Le immagini che mi ritraggono con l'attore Francesco Testi sono simili ad altri posati fatti nel corso delle riprese del film Baciamo le mani – ha spiegato - nella stessa location sono stati realizzati quelli ed altri scatti. Con Francesco Testi condivido amicizia e familiarità, consolidati nel corso di due anni di lavoro”. E ancora: “Con Francesco c’è un’amicizia e che va avanti da due anni, da quando abbiamo girato una fiction insieme, con lui coprotagonista di storie sentimentali. Le effusioni immortalate dalle foto? Quella era una situazione particolare dopo un party con i colleghi della produzione. Ci sono effusioni che non significano assolutamente nulla, se non una intimità tra

due attori che hanno recitato insieme come partner. E poi alla mia età, se uno non lo baci così arriva l'ambulanza e te ricoverano”. Una spiegazione un po’ vaga, soprattutto perché i “posati” di cui parla Sabrina si riferirebbero alla fiction che i due attori stanno girando e che è ambientata negli anni Sessanta, ma nessuno dei due è in costume. Ma, se per molti la ‘scandalosa’ Sabrina dovrebbe dare spiegazioni a Flavio Cattaneo, noi siamo convinti che non ce ne sarà bisogno perchè il loro amore crediamo sia davvero inossidabile!.


www.iospio.it

Venerdì, 22 giugno 2012

io SPIO

7

FABRIZIO CORONA: CONDANNATO E DEPRESSO SENZA PIÙ BELEN (AL MARE CON STEFANO) A DIFENDERLO È RIMASTA SOLO LA MAMMA

L

a tanto temuta stangata è arrivata. Per il Tribunale di Milano Fabrizio Corona è un soggetto pericoloso per la sicurezza pubblica. Morale? L’ex re dei paparazzi ha l’obbligo di dimora nella sua abitazione milanese dalle 21 alle 7 del mattino, fascia oraria durante la quale può ricevere il controllo delle autorità. Un provvedimento che durerà un anno e sei mesi e che non prevede eccezioni. Al primo sgarro, infatti, Corona rischierebbe l’arresto immediato. “Mi vogliono richiudere ancora prima di mettermi in carcere – ha detto Fabrizio a un suo collaboratore – sono un uomo finto. Lo so benissimo di aver fatto un sacco di cazzate, che ne ho combinate di tutti i colori, ma dal 2008 non commetto più reati. Ora come farò a lavorare? Ho centinaia di serate ed eventi in programma. Mi hanno fottuto”. Ma l’ex fotografo non si ferma qui, anzi. Secondo Corona, infatti, ci sarebbe un “accanimento” della giustizia nei suoi confronti. D’altra parte se è vero come è vero - che perso la Corona’s, Nina Moric e, adesso, anche Belen... (“Lei voleva un figlio da me - ha detto Corona a Novella 2000 - ma tutto ciò era impossibile. Diciamo che doveva andare così. Ora con Stefano può avere una vita normale. Se la merita”), è anche vero che la legge è uguale per tutti e, se un Tribunale decide una pena, una qualche ragione deve pur esserci! Comuqnue, visto che non c’è più la Rodriguez a prendere le difese del bello e irrequieto Fabrizio, stavolta a ‘scendere in campo’ è la mamma di Corona, la signora Gabriella, che nei giorni scosi al settimanale Gente ha deciso di confidare (in una intervista - niente di meno a puntate!) che il figlio soffrirebbe di un particolare disturbo della personalità. Per questo, a suo avviso, i giudici non avrebbero dovuto condannare Fabrizio. “La prigione l’ha stravolto, lo ha mandato fuori di testa – ha raccontato Gabriella – io, che sono una terapista della riabilitazione, uso un termine medico per spiegare quello che gli è successo: si è scompensato. L’esperienza della reclusione per la sua psiche è stata devastante: non aveva

la tempra del vero delinquente che sopporta il carcere come se niente fosse. Dietro le sbarre è uscito di senno e ha ceduto a pessime compagnie che poi lo hanno trascinato in un vortice di reati”. Inoltre, un’eventuale detenzione porterebbe il figlio a sospendere l’assunzione dei farmaci che servono per curare la “depressione monopolare”, finendo così per peggiorare la situazione. Eppure Corona tutto sembra fuorché un uomo depresso. È pur vero che Fabrizio non ha ‘reagito’ come il pubblico si aspettava alla fine della sua storia

Stefano De Martino e Mirko Scarcella, grande amico e, soprattutto, socio di Corona. Sempre Scarcella, poi, è il proprietario del sito che ha pubblicato per primo le foto della love story fra la showgirl argentina e l’ex ballerino di Amici, che ha postato le foto di Fabrizio in versione adamitica e che ha a che fare con la marca di borse sfoggiate da Belen nelle foto ‘rubate’. Infine, Mirko e Fabrizio sono anche titolari del marchio “Farfallina” - in

IERI BOLLENTE

che un incontro di affari. Simile a quello che ha visto protagoniste la mamma e la sorella di Belen quando - proprio nei giorni immediatamente successivi la notizia bomba della liason tra l’argentina e il ballerino partenopeo - sono state ‘pizzicate’ mentre entravano nell’agenzia dell’ex genero-cognato. Ma, mentre i dubbi aumentano e Corona è diviso tra misure di sicurezza e depressione, la Rodriguez si è bellamente sottratta concedendosi una vacanza low profile con il suo baby fidanzato. Niente Maldive (meta notoriamente preferita da Belen) ma una più economica Formentera dove è stata paparazzata in versione morigerata. Niente a che vedere con le foto hot scattate durante le svariate vacanze con Corona dove, quando non venivano immortalati mentre si scambiavano bollenti effusioni (ricordate lo scoop del 2009 di Novella 2000?), venivano beccati a girare

OGGI PUDICA

d’amore con Belen. Niente scenate, niente accuse, niente di niente... Perfino l’intervista concessa la settimana scorsa a Chi diceva ben poco.. Che sia veramente depresso? Mah. Questo è un nuovo ‘giallo’ che si somma a quello che continua a ingrossare le fila di coloro che si dicono convinti che tutta la storia Belen-Corona-De martino sia solo una trovata pubblicitaria. Nei giorni scorsi, infatti, la Rodriguez è stata pizzicata nel bel mezzo di un aperitivo col suo ormai inseparabile

onore al tatuaggio che la Rodriguez ha sfoggiato a Sanremo - e intendono lanciare una linea di abbigliamento con questo nome. Quale miglior testimonial se non Belen in persona per la loro campagna pubblicitaria? Insomma, secondo i soliti maligni, quello andato in scena qualche giorno fa non sarebbe altro

IL FAMOSO SCOOP DEL 2009

nudi per casa. Stavolta, al contrario, Belen in una spiaggia di nudisti sfoggia un comunissimo costume ‘due pezzi’ e, addirittura, sposta la mano di Stefano se si azzarda a toccarla in una parte del corpo che non sia un braccio o una gamba! Come cambiano i tempi!

CON LE SPALLE AL MURO Per Fabrizio Corona sono lontani i tempi delle effusioni in riva al mare con Belen. Adesso l’ex paparazzo si ritrova a fare i conti con la giustizia e con la depressione.


www.iospio.it

Venerdì, 22 giugno 2012

io SPIO

9

MEGLIO TARDI CHE MAI...CARLO CONTI SI È SPOSATO di Geraldine di Poppa Anche l’ultimo degli scapoloni ha detto il fatidico “sì”. Già perché finalmente Carlo Conti ha sposato la sua Francesca Vaccaro, costumista romana, undici anni più giovane di lui. I due erano già stati fidanzati fino a un paio di anni fa, prima che Conti si lasciasse sedurre dalla showgirl Roberta Morise, ma il presentatore fiorentino è tornato sui suoi passi e ha deciso di sposare la sua ex storica e così, a 51 anni, uno dei volti più amati della tv ha messo la testa a posto. La coppia, che si è conosciuta tanti anni fa proprio negli studi della Rai, dove entrambi lavoravano, sì è giurata amore eterno sabato scorso in una chiesa molto piccola, nella Pieve di Sant’Andrea a Cercina, sulle colline di Firenze, davanti a circa 200 circa invitati, tra parenti ed amici selezionatissimi. Non potevano mancare gli amici di sempre Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni insieme alla sua fidanzata Laura Torrisi, ma non sono mancati anche altri volti noti dello spettacolo come Cristiano Malgioglio, Antonella Clerici con il suo compagno Eddy Martens, Bibi Ballandi, Claudio Bisio, Marco Masini, il sindaco di Firenze Metteo Renzi. Tutto per un matrimonio davvero a regolare d’arte. Carlo Conti, che è arrivato in chiesa con una Fiat 500 blu scuro decappottabile addobbata con rose bianche, si è presentato elegantissimo: abito grigio scuro con gilet e cravatta chiara nonostante il gran caldo, mentre la sposa è arrivata con una ventina di minuti di ritardo a bordo di una Bmw. Terminata la cerimonia i neosposini hanno lasciato Cercina per dirigersi al ricevimento in uno degli hotel più esclusivi di Firenze, il Salviatino, sotto la collina di Fiesole, in cui pare che la coppia abbia trascorso la prima notte di nozze. È stata annunciata anche una festa a Roma con altri amici e personaggi dello spettacolo della coppia. Un evento quello delle nozze dello showman di Rai Uno che ha richiamato la curiosità, ma anche l’affetto di tanti fan che lo hanno seguito per tutta la giornata di festa. Insomma i migliori anni per i due innamorati iniziano adesso! Noi di IoSpio auguriamo loro tanta felicità!

INTANTO DANIELE SILVESTRI HA DETTO SÌ ALLA SUA LISA Daniele Silvestri si è esibito nel suo acuto più bello. Domenica scorsa, infatti, il cantautore romano ha sposato con rito civile Lisa Lelli, sua compagna da circa tre anni. Dopo essersi giurati amore eterno nella sala del Comune di Anguillara Sabazia, i due i neosposi hanno dato il via ai festeggiamenti che hanno coinvolto gli amici della coppia, fra i quali anche qualche vip come Valerio Mastandrea, Niccolò Fabi, Max Gazzè, Davide Marengo, Corrado Fortuna e Rocco Papaleo. L’appuntamento per il pranzo di nozze è stato al ristorante “La Corte del Lago” di Trevignano Romano, mentre il taglio della torta si è svolto nella “Tenuta di polline”, il grande prato punteggiato di salici e affacciato sul lago di Bracciano. Colonna sonora della giornata, al posto delle splendide canzoni di Silvestri, alcune cover dei Beatles che ha coinvolto tutti gli invitati in balli scatenati che sono andati avanti fino a notte fonda. Raggiante, non poteva essere altrimenti, la sposa, che ha scelto il suo vestito, firmato da Jenny Packham, tra le stiliste preferite di Kate Middleton, nell'Atelier Antonella Del Brusco di Milano. Auguri e figli maschi da IoSpio.

SCENE DA UN MATRIMONIO Alcune immagini del matrimonio fra Carlo Conti e Francesca Vaccaro. Fra i tanti ospiti vip c’erano anche Leonardo Pieraccioni e Laura Torrisi (insieme alla loro figlioletta Martina) e Antonella Clerici con Eddy Martens.

Foto di Simone Cecchetti, Trucco Lisa Lelli: Chiara Corsaletti Parrucco Lisa Lelli: Roberto D'Antonio Allestimento: Natalia Ramadori

FINALMENTE! Dopo tre anni di relazione, Daniele ha giurato amore eterno alla sua Lisa Lelli. Auguri!


10

io SPIO

Venerdì, 22 giugno 2012

www.iospio.it

ELENA BAROLO, UN BIKINI CHE INCANTA MIAMI Miami – Per Elena Barolo il tempo sembra proprio essersi fermato. Anche se sono passati ormai otto anni dalla sua avventura a Striscia la Notizia, l’ex velina bionda ha mantenuto il fisico mozzafiato e il sorriso splendido di quando ballava insieme a Giorgia Palmas nel Tg satirico più amato della nostra televisione. E per rendersene conto basta guardare le foto della sua vacanza a Miami in compagnia del suo fidanzato, Alessandro Martorana. Peccato, però, che per lui non si possa dire lo stesso visto che il sarto dei vip è sembrato un po’ ingrassato rispetto a qualche anno fa, quando le vacanze a Miami le trascorreva insieme all’allora com-

pagna Simona Ventura. Elena, che ha aperto con successo il suo blog di moda “Affashionate”, dal quale dispensa idee e consigli per un look davvero unico, ha scelto un mini bikini nero che metteva in risalto le sue curve perfette. Niente inestetismi, niente cellulite, nessuna smagliatura. La Barolo non ha solo superato a pieni voti la prova costume, ma si è addirittura candidata per il titolo di reginetta dell’estate. Una bellezza che non deve essere certo passa-

ta inosservata agli altri bagnanti che hanno lanciato più di qualche sguardo alla bella Elena. Ma non c’è niente da fare, lei e Martorana sembrano affiatatissimi e non perdono occasione di dimostrarlo: prima sdraiati sul lettino, quando Alessandro le

accarezza la schiena, poi in riva al mare dove si tengono stretti per mano. Tutto per un vero idillio d’amore che neanche il suono del cellulare del sarto può rovinare. IL SOLE BACIA I BELLI Elena Barolo e il fidanzato Alessandro Martorana passeggiano sulla spiaggia di Miami.


12

io SPIO

Venerdì, 22 giugno 2012

E G A L L I V Y A PECIALE G

S

CHE LA FESTA ABBIA INIZIO!

www.iospio.it

FRANCESCO FACC

di Roberta Beta Si sono aperte le danze! Ieri sera si è inaugurata a Roma la manifestazione più “cool” dell’estate. E se la pronuncia inglese di questa parola rimanda a uno dei mille modi per definire un omosessuale, sappiate che voleva essere un complimento e non una provocazione. Il Gay Village, incoronato Best Eventi Award del 2011, grazie a una serie ininterrotta di successi ottenuti nella scorsa edizione (2 milioni e mezzo di contatti per 500mila ingressi), si prepara nono solo a ripetere, ma a superare l’obiettivo. Dj internazionali come Roger Sanchez, Paul Van Dyk, Fedde Le Grand e altri, drag, eroi del web (i personaggi più cliccati su internet, come la Sora Cesira in e l’irresistibile Charlie Hides, la drag regina di YouTube che fa il verso a Madonna e Lady Gaga), artisti di grido come Francesco Facchinetti – testimonial - e Amanda Lear (che chiuderà la manifestazioni il prossimo 15 settembre), un attesissimo tributo a Donna Summer presentato da Rossella Brescia e Rita Rusic. Ma non solo. La storica rassegna teatrale Genderdocufilm Festival, oltre a Vladimir Luxuria, con “Omaggio a Pier Vittorio Tondelli” e Urbano Barberini, con il cult noir psicologico a tinte comiche “Sulle spine”, regalerà al pubblico un immancabile appuntamento: quello con la grande, grandissima, Franca Valeri. Insomma il Gay Village è ormai un evento cult della stagione estiva, tanto da essere sempre più Village e sempre meno Gay: infatti noi donne sappiamo bene che è il posto ideale per trovare un compagno! Ormai è una settimana che sento intorno a me un fervore incredibile. Tutti sono alla ricerca di un amico o un’amica gay per superare, senza problemi, la selezione all’ingresso del Parco del Ninfeo dell’Eur dove si tiene la kermesse… senza sapere che – come dice il nostro amico Belfagor – in quel senso “l’ingresso è LIBERO”. Noi di IoSpio - che non abbiamo lettori gay o lettori etero, ma “Lettori”, splendidi, preziosissimi, amabili Lettori - abbiamo scelto il Gay Village perché vogliamo divertirci, ballare all’impazzata e tenerci aggiornati su tutto ciò che riguarda letteratura, cinema e musica. Questo evento è capace di restituire a Roma il suo ruolo di Città Eterna e rinfrancarla dagli ‘smacchi’ che sul versante movida subisce spesso da altre capitali

mondiali come Londra, New York e Tokyo. Come abbiamo detto, gli artisti presenti saranno tantissimi e, oltre alla serata dedicata a Donna Summer, si aspetta con ansia l’International Promoter Meeting quando la pista sarà invasa dalle note suonate dai dj più famosi del pianeta. Non si è capito che amo ballare? La serata inaugurale di ieri che ci ha fatto scatenare, grazie alla presenza del dj newyorkese Roger Sanchez, è stato il preambolo di ciò che sarà stasera quando la consolle vivrà sotto il comando di Hector Romero in arrivo dal Bronx, ex quartiere border line di Manhattan un tempo inaccessibile ai bianchi. Chi ama la tranquillità invece potrà fare una scorpacciata di film d’autore grazie a ben quattro rassegne oppure godersi le varie culturali di questa edizione. Per quanto mi riguarda, confesso di essere attratta anche dalla possibilità di trovare un fidanzato interessante capace di vivere, come me, fuori dagli schemi pur mantenendo la consapevolezza di sé. Il padrino di mio figlio è gay e al battesimo, dieci anni fa, era presente anche un meraviglioso trans vestito con un completo “longuette” Armani. Tutti eravamo ospiti di una coppia omosessuale che ahimè si è separata qualche anno fa sotto gli occhi esterrefatti di mio padre che, da bravo ottantenne, qualche domanda se l’era fatta ma ha cresciuto noi figli con l’apertura mentale giusta: quella di essere sempre dalla parte dell’amore in tutte le sue forme. E sono felice di tramandare lo stesso spirito al mio biondo erede. Comunque, da Milano a Roma, chi non ha ancora pensato di trascorrere una serata al Gay Village è ora che si dia da fare a cercare i biglietti e si accorgerà presto di quanto sia necessaria una raccomandazione per passare velocemente l’ingresso al Parco del Ninfeo… Se poi proprio non trovate nessuno che vi sponsorizzi, allora dite che vi manda IoSpio e buon divertimento!

IL MONDO G È A COLO È

SPAZIO AI MITI L’esibizione più attesa è quella della straordinaria Franca Valeri. La più innovativa quella della drag più cliccata su YouTube Charlie Hides. L’onore di chiudere l’evento è stato invece affidato alla grande Amanda Lear.

il Capitano che ha fatto ballare i bambini di tutta Italia, un pirata buono e simpatico nonostante la moltitudine di tatuaggi che potrebbero dare di lui un’immagine da ‘duro’. Il suo nome è Francesco Facchinetti e è una persona che, nonostante l’apparenza scanzonata, è in grado di dispensare pillole di saggezza forse grazie alla recente paternità di Mia, bimba nata lo scorso anno dalla sua relazione con Alessia Marcuzzi. Dopo il successo come conduttore delle prime edizioni di X Factor, come cantante e come dj, Francesco è ora il testimonial del Gay Village, la kermesse più glamour dell’estate romana e non solo. L’ho intercettato al volo sui binari che collegano la Capitale

con Milano e, dato che pure io ero in viaggio - ma nel senso opposto non è detto che le nostre carrozze non si siano incrociate all’altezza di Firenze! Francesco, dietro la tua presenza al Gay Village c’è un messaggio che vuoi lanciare? La scelta di presentare questa manifestazione così importante nasce soprattutto da un sentimento di amicizia che mi lega da anni ad uno dei promotori del Gay Village. Si tratta di una persona con la quale ho collaborato tempo fa ma con cui sono sempre rimasto in contatto grazie ad un legame molto forte. Si può sapere di chi stai parlando? Certo, si tratta del press agent Angelo Perrone. E com’è andata esattamente? È andata grazie a una telefonata nel-


www.iospio.it

HINETTI

GAY? ORI

Venerdì, 22 giugno 2012 UN BABY SITTER GAY L’ex Capitano Uncino ha fortemente voluto realizzare un video dove interpreta un ‘bambinaio’ omosessuale. Nella foto è con Gaia Gorrini e Rita Rusic.

la quale Angelo mi chiedeva di incontrarmi. Sono andato a casa sua e l’ho beccato che stava guardando un video di Raffaella Carrà. Solo in seguito ho scoperto che quel video era la scusa per introdurmi il discorso del Gay Village che Angelo mi ha pregato di presentare in qualità di testimonial. È stato un problema accettare? Assolutamente no perché conoscevo già l’importanza di questo evento ma ho imposto di poter sviluppare la mia presenza nel contesto gay a modo mio e soprattutto non limitandomi al discorso introduttivo di presentazione al pubblico durante la serata inaugurale. Nonostante io sia eterosessuale e agli antipodi di qualsiasi comportamento “omo” non sono affatto spaventato dai gay né mi sono mai posto il problema di aver paura di scoprirmi tale. E’ con questo spirito che ho dato il mio contributo all’evento. È con questo spirito, quindi, che ti sei reso protagonista dello spot del Gay Village? Ho chiesto di realizzare un video, che è stato prodotto da Rita Rusic nel quale interpreto un baby sitter omosessuale proprio per far vedere a tutti che non mi spaventa il ruolo omosessuale e che un gay è esattamente uguale agli altri. L’ambiente gay mi piace molto, mi piace la sensibilità che lo pervade e che pervade tutto il discorso culturale, in particolare quello musicale. Se ti si presentasse l’occasione di mettere accanto ai tuoi figli un baby sitter gay, che decisione prenderesti? Innanzitutto mi confronterei con la mia compagna perché quando si fanno dei figli è necessario condividere delle scelte importanti come l’educazione

UNA CAMPAGNA GENIALE, IN TUTTI I SENSI Calzettoni azzurri, un pallone, un campo da calcio e… tacchi a spillo rossi! Questo il ‘logo’ creato da Gian Marco Sandri per il Gay Village 2012. Noi lo abbiamo trovato bellissimo, ma IoSpio aveva avuto l’onore di vederlo in anteprima e quindi possiamo testimoniare che era stato ideato molto, ma molto prima delle esternazioni di Cecchi Paone e delle risposte inconsulte di Cassano. “Ogni anno cerchiamo di realizzare campagne che stupiscano ha spiegato Sandri - in questo caso ho accostato due mondi apparentemente distanti: il mondo del calcio e quello Igbt nei loro stereotipi”. Però, oltre all’immediatezza dell’immagine, c’è una frase che, secondo noi, è il vero tocco d’artista: “Gay Village 2012 Naturalmente attaccanti”.

io SPIO 13

Belfagor

di un figlio. Come padre, comunque, io non avrei nessun problema. L’importante è andare “oltre” il primo impatto e il dubbio assolutamente naturale e comprensibile che attanaglierebbe chiunque sul fatto che una vicinanza particolare potrebbe rivelarsi negativa. Quindi le tendenze sessuali di un individuo non dipendono da chi gli sta vicino. Credo di no anzi, tuttavia sono convinto che un baby sitter omosessuale, così come uno eterosessuale, dovrebbe misurarsi soprattutto con il proprio senso di responsabilità visto che i bambini in quanto tali assorbono tutto come delle spugne. Diceva l’Uomo Ragno che da un grande potere deriva una grande responsabilità. Che saggezza! E’ Mia che ti ha reso così maturo? Mia mi ha reso semplicemente padre. Che tipo di padre? Un padre che sta imparando a fare questo lavoro istante per istante da quando si è trovato nelle braccia la sua creaturina. Voi donne diventate madri non appena avete la consapevolezza di avere dentro di voi un altro essere umano, per noi uomini i tempi sono diversi. E Mia che figlia è? Una meraviglia di figlia. Dorme da sola, è indipendente e si fa capire molto bene. Molto meglio del padre che è stato l’unico bambino al mondo a farsi espellere da un Istituto Montessori! Ti basti pensare che mi chiamavano ‘Attila il Flagello di Dio’! ... E il Gay Village 2012 non poteva trovare testimonial migliore!

E il Diavolo tornò. D’altra parte Belfagor non poteva certo mancare questo appuntamento! Irriverente e irriguardoso, non solo ‘non fa sconti’, ma con scrittura tagliente sbeffeggia polemiche e (tristi) luoghi comuni. Leggete la versione integrale sul nostro sito www.iospio.it nella rubrica a lui dedicata… ma attenzione: è solo per chi ama la buona lettura!

ROMA COI TACCHI A SPILLO L’aver vagato per qualche tempo tra gli spazi siderali non ha impedito che le informazioni più salienti giungessero a destinazione, non ultima l’apertura odierna delle rutilanti liturgie al Gay Village di Roma, evento del quale questo numero di IoSpio si occupa ampiamente, a partire dalla irriverente copertina. Un perfetto connubio tra la gioia della Festa e il ricordo vagamente grottesco di certe dichiarazioni illuminate espresse recentemente da altrettanto illuminati cervelli: è sul voltaggio di quest’ultima illuminazione che i dubbi sorgono spontanei ma, se non altro, era ora che qualcuno chiamasse le cose con il loro nome. Per farla breve, parliamo pure di “Froci”, tanto ormai è trendy non pensare a quello che si dice, no? Risulta assai curioso verificare che, in apparenza chi meno li vuole, di più ne parla, col doppio risultato di apparire patetico e ottenere l’effetto contrario diffondendone l’idea di “presenza”. Allo scopo di rafforzare questa teoria interviene anche un comunicato recente di quello che, pare dai sondaggi, sia in questo momento il Partito Politico con il maggiore sostegno popolare e che si guarda bene dal distinguersi da tutti quelli che lo hanno preceduto in Pole Position in quanto a demagogia: “Diritti per le coppie omosessuali? No, Grazie”. Bella mossa. D’altra parte che gusto c’è a vomitare sentenze su una categoria “disturbata e disturbante” che, una volta cautelata da sacrosanti diritti, non può più vantarsi della famigerata promiscuità che tanto scandalizza La Società “Sana”? Comunque sia, in barba a cotante miserie, che la Festa abbia inizio! Si colorino di arcobaleno le strisce pedonali, si scatenino i DeeJay, che ci ricorderanno che divertirsi ballando non significa solo Madonna e Lady GaGa, si attribuisca il dovuto omaggio a una Donna Summer che ci ha lasciato troppo presto. Che la gioia, la tolleranza e l’amicizia si fondano in una spensierata pernacchia all’indirizzo di ottusi specializzati a rimestare nel fetido pentolone dell’odio e della maldicenza, mantenendo sempre il senso di civiltà e rispetto per chi la pensa diversamente senza per questo infierire o denigrare, dato che la comprensione e il buon vivere sono meritate solo quando condivise. Un’ultima, piccola raccomandazione affettuosa: moderazione nel bere, nessuna nell’immagine. Un modo facile e sensato per tornare a casa in salute e con tanti ricordi intatti di una bella serata. L’augurio più sincero di buon divertimento a tutti i “Froci” che passeranno da Roma. E vale anche per chi non lo è: l’ingresso è LIBERO.


www.iospio.it

Venerdì, 22 giugno 2012

A T S I V R E L’ INT

io SPIO 15

DOPO LE POLEMICHE SULLE FRASI DI CASSANO IN MERITO ALLA PRESUNTA PRESENZA DI CALCIATORI GAY NELLA NAZIONALE ALESSANDRO CECCHI PAONE TORNA SULLA QUESTIONE PER I LETTORI DI IOSPIO

“CARO ANTONIO, IL TUO È UN PROBLEMA DI MENTALITÀ” di Roberta Beta

P

overo Cassano, non ne fa una giusta, a parte il goal realizzato contro la Repubblica d’Irlanda durante gli Europei di Calcio che si stanno disputando in questi giorni in Polonia e Ucraina. Tutti hanno guardato e commentato la sua uscita in occasione della conferenza stampa, molti hanno puntato il dito contro l’ignorante e cafone maschiaccio omofobo e per qualche giorno tg e carta stampata non hanno fatto altro che parlaCURATISSIMO Secondo Cecchi Paone David Beckham sarebbe il re dei metrosexual.

re del biondo Antonio e delle repliche di Nichi Vendola, le uscite di Alessandro Cecchi Paone e di tutti colori che avevano qualcosa da dire in merito. Noi di Io Spio, stimando il professor Cecchi Paone, abbiamo voluto capirci un po’ di più su questa polemica e siamo andati direttamente a chiedere delucidazioni ad Alessandro. Alessandro, ho visto l’intervento di Cassano: è stato infelice ma questa volta non aveva nulla di violento, non credi? Violento non è stato ma ha parlato come mangia! E cioè? Io non mi sono risentito per il termine usato da Cassano per definire un omosessuale, in fondo la parola “frocio” è comprensibile sulla bocca di un ragazzo semplice come lui. Io ci ho letto molta ingenuità sul linguaggio, quello che mi ha fatto imbestialire è la sua mentalità, che rispecchia quella diffusa secondo la quale la presenza di un gay in una squadra di calcio possa rappresentare un problema. E non solo in una squadra di calcio. Appunto! Non si può proprio sentire una frase come : “..e comunque spero che non ci siano froci nella nazionale!” Secondo te lui lo sa se ci sono calciatori omosessuali nella sua squadra? Io credo proprio di no! Antonio non mi sembra un ragazzo capace di mentire.

ENNESIMA CASSANATA Le parole di Cassano sulla presenza di omosessuali in nazionale hanno tenuto banco per giorni interi sui media. Tu comunque non hai dichiarato i nomi dei giocatori gay... Assolutamente no! Potrei essere perseguito dalla legge 193 . E io non lo direi comunque anche se legalmente nessuno se lo può permettere. Ma io ho letto dei nomi! Hai letto male! Semmai ho detto che le squadre di calcio sono piene di giocatori “Metrosexual”. E che vuol dire? Un metrosexual rappresenta quella categoria di persone che ci tiene moltissimo all’immagine, quasi come una donna. Meglio ancora: prendi un eterosessuale che si cura come un gay, che indossa orecchini di diamanti, che si depila tutto il corpo. Hai presente David Beckham? Beckham sarebbe il re dei metrosexual? Praticamente sì! I calciatori sempre sudati danno l’idea di sporco, i metrosexual mai!

Anche oggi ho imparato qualche cosa. Grazie. Tornando ai calciatori omosessuali: non pensi che essendo il calcio uno sport a volte perfino greve, fare “outing” potrebbe dare origine a episodi di razzismo? Capita anche con i giocatori di colore, ogni tanto! Certo che potrebbero verificarsi episodi spiacevoli ma bisogna andare oltre. I calciatori di colore mica entrano in campo dipinti di bianco per far tacere i cori razzisti! Hai ragione anche tu... Guarda, se posso darti un consiglio, leggiti il mio ultimo libro. Si intitola “Il Campione Innamorato”, edito da Giunti. Parla di mille avventure di vita, prima che di sport, dall’antichità fino ai giorni nostri. Queste storie ci invitano a scendere in campo per giocare la partita più importante per tutti noi, sportivi e non, quella della vita!


Venerdì, 22 giugno 2012

www.iospio.it

io SPIO 17

LUCIA GIOVANNINI, AUTRICE DI “LIBERA LA TUA VITA”, SVELA A IOSPIO IL METODO PER SCOPRIRE I PROPRI TALENTI ED EVITARE QUELLLE “TRAPPOLE” CHE RISCHIANO DI FARCI SPROFONDARE NELL’INSODDISFAZIONE

PER ESSERE FELICI BISOGNA VIVERE LA PROPRIA UNICITÀ

di Andrea Romano

R

aggiungere la felicità grazie a una formula quasi aritmetica. Un sogno? No, soltanto il risultato degli studi di Lucia Giovannini, la scrittrice (ma prima ancora psicologa ed esperta in antropologia e sociologia) di bestsellers sull’autorealizzazione di sé stessi che ha dato alle stampe un nuovo manuale tanto semplice da leggere quanto importante da applicare nella nostra quotidianità. Sì perché “Libera la tua vita” spiega come evitare le quindici trappole che ci fanno rimanere impantanati nell’infelicità, permettendoci così di raggiungere l’equilibrio interiore. Un cammino che ha come punto di partenza l’irrinunciabile premessa che, per essere felici, bisogna imparare a rischiare e iniziare a viviere a pieno la propria unicità. Tutti la cerchiamo, ma cos’è davvero la felicità? Per me è un qualcosa che non ha a che fare con l’esterno, ma è un luogo interiore di pace, di equilibrio. Possiamo immaginarla come quel punto dove troviamo la forza di andare avanti. Tutto qui? Diciamo che riguarda quella che viene

chiamata “self actualization”, ossia la ricerca che ci porta a tirare fuori i nostri talenti, a nutrirli, a svilupparli. Negli ultimi dieci o quindici anni la psicologia ha fatto passi da gigante e ha iniziato a fare ricerca su persone sane, non più solo sulle patologie. Così sono nati studi che consentono alle persone di tirare fuori il meglio di sé. Come ci si accorge dei propri talenti? Il problema è che questa ricerca non è facile per due motivi. Il primo riguarda il fatto che noi tendiamo sempre ad omologarci alla società. Si corre il rischio che siano gli altri a dirci quando siamo felici e quando no. Così facendo, naturalmente, siamo in balia di chi ci sta vicino. Iniziamo a pensare ‘Quando avrò quella promozione, quella casa o quella relazione sarò felice’. In questo modo rischiamo di smettere di sognare per non uscire dal branco. Ma c’è di peggio.

Addirittura? Sì, spesso crediamo di non avere talenti da ricercare. Magari pensiamo di non avere le stesse potenzialità di chi è famoso, oppure si crede che solo pensare di poter avere dei talenti sia una dimostrazione di presunzione. Dobbiamo capire che non è così. Tutti abbiamo dei doni e abbiamo il dovere di tirarli fuori. Dobbiamo cambiare il paradigma della nostra vita. Da “avere per fare per essere” dobbiamo passare a “essere per fare per avere”. Quanto pesa il giudizio degli altri in questa ricerca? Tantissimo, ed è uno dei motivi per cui la ricerca della felicità non è automatica. La famiglia, gli amici e la società non ci aiutano molto. Anzi, spesso ci sono delle etichette che ci mettono addosso gli altri che è impossibile staccare. Così, se falliamo in amore o nel lavoro pensiamo di essere dei falliti. Bisogna distinguere la persona dal comportamento. Spesso, però, le istituzioni schiacciano queste possibilità. Basta guardare ai diritti delle coppie omosessuali… È vero, e qui entra in gioco la “metatrappola”, quella in cui cadiamo quando cerchiamo di uscire dalle altre. E sarebbe? Il non rischiare. Così c’è il rischio di non vivere fino in fondo la propria unicità. Qui in Italia spesso la società e le presenza del Vaticano impediscono alle coppie omosessuali di ascoltare la propria essenza, di avere dei diritti. Due miei cari amici la prossima settimana andranno a sposarsi in Islanda perché lì i matrimoni gay sono una realtà. Per questo qui da noi bisogna andare oltre, bisogna rischiare di andare anche contro la società, di uscire allo scoperto. Non dobbiamo fare le vittime, abbiamo delle abitudini sociali vecchie ma dobbiamo essere noi a portare il cambiamento. Non dobbiamo fare una rivoluzione, ma realizzare una evoluzione. A volte si è infelici perché non si sa di essere felici? Certo, e questo è dovuto al fatto che corriamo dietro a falsi ideali e non ci fermiamo a pensare a quello che abbiamo. A tale proposito c’è una figura che io chiamo del “minimizzatore”, ossia uno che sminuisce quello che ha. Queste sono le persone che davanti ad un successo dicono che tutti avrebbero po-

tuto riuscirci. Io propongo loro di fare un diario della gratitudine, scrivere ogni giorno tre cose che li hanno fatti sentire gratificati. L’errore più frequente che ci impedisce di raggiungere la felicità? A dire il vero sono due. Il primo si lega all’immagine del “Superimpegnato”. Siamo così presi a correre che non ci ascoltiamo, come se vivessimo col pilota automatico. Il rischio è quello di guardarci indietro e vedere che abbiamo vissuto una vita che non era la nostra. Bisogna capire cosa possiamo “lasciar andare”. E l’altro? Il secondo è l’abitudine a correre. A volte siamo in macchina e in metropolitana e siamo fermi. Qui, però, la mente non si mette in moto verso l’introspezione, ma tende a distrarsi. Dobbiamo trovare il modo per uscire da questa “strategia dell’ansia”, che ci porta sempre a guardare al futuro con un paio di occhiali negativi. Un po’ come la legge di Murphy… Esatto. La componente temporale, però, è fondamentale. Molti rimangono bloccati nel passato, in quello che “poteva essere ma non è stato”. Così facendo si idealizzano troppo i nostri vissuti precedenti e il presente non può mai vincere contro un passato idealizzato. Perché un individuo ha bisogno di un libro per intraprendere un simile cammino? Perché quello che manca è la conoscenza. A scuola abbiamo studiato tante materie interessanti, ma nessuno ci ha insegnato a crescere emozionalmente. Siamo diventati subito indipendenti a livello fisico, ma non a livello emotivo. Insomma, nel nostro cammino ci è stato spiegato come ci si guadagna da vivere,ma non come vivere. Per questo le persone devono prima apprendere il metodo per poi ricercare da soli la loro strada. E per cominciare, chi fosse interessato, può scaricare gratuitamente il primo capitolo del libro dal sito www.liberalatuamente.com. Lei lavora in tutto il mondo. Cambia il modo di essere felici da continente a continente? Queste trappole sono universali. Possono cambiare il modo di approcciarsi agli altri, i costumi, il modo di pensare, ma i problemi sono sempre uguali. L’unica differenza può essere nel modo di ricercare questa felicità. Non tutti la pensano come noi. Lei è felice? Direi di sì. Questo non significa che la mia vita sia tutta in discesa, per carità, ma posso dire di essere una persona molto felice.


Venerdì, 22 giugno 2012

www.iospio.it

io SPIO 19

di Andrea Romano

C

ercare di tirare fuori il meglio da se stessi senza voler assomigliare per forza a qualcun altro. È questo il segreto per avvicinarsi alla chirurgia estetica senza rimanere delusi. Parola di Fiorella Donati, la dottoressa che aiuta a ringiovanire i vip e che ha fatto della discrezione e dell’uso di tecniche all’avanguardia il suo punto di forza. Sì perché nella sua clinica milanese, oltre ai classici interventi col bisturi, a trovare sempre più spazio è stata la medicina estetica, capace di ottenere risultati strabilianti grazie al botulino, l’acido ialuronico e le micro canule. Un campo in continua evoluzione, nel quale la Donati è diventata ben presto un punto di riferimento. Dottoressa, come mai ci sono così tanti pentiti della chirurgia estetica? Io credo che ci siano due motivi. Il primo è che, spesso, chi si è pentito si è messo nelle mani degli inesperti. Vede, a volte le persone non scelgono quello che reputano il miglior chirurgo, ma si affidano o all’amico dell’amico o agli incapaci. In questo modo si avranno solo cattivi risultati. Sa perché quelli che vanno da medici in gamba non dicono che si sono rifatti? Non ne ho idea. Perché l’intervento non si vede. Chi viene rifatto male, al contrario, fa “outing” perché non può dire che è contento di un seno o di un paio di labbra che sono mostruosi. L’altro motivo? È che nel corso degli anni la chirurgia si è evoluta tantissimo. Ora gli interventi sono molto più fini e meno aggressivi. E i risultati non possono che essere migliori. Poi c’è da dire che è cambiato anche il gusto dei pazienti. Anni fa l’intervento estetico, che fosse un seno o un paio di labbra, doveva vedersi a tutti i costi mentre ora deve sembrare naturale. Ci sono personaggi come Cher o Demi Moore che non solo sono contente, ma sono anche delle donne bellissime. Loro hanno fatto una chirurgia anche costosa, non si sono affidate a gente inesperta. Quindi basta pagare bene per non pentirsi? Assolutamente no, quello che deve essere gestito bene è anche il momento successivo all’intervento. Posso fare un esempio? Ci mancherebbe, prego… Jemie Lee Crutis si è lamentata della chirurgia estetica. Lei si è sottoposta a una “lipoaspirazione” , ma quello è un intervento definitivo dopo il quale bisogna stare attenti a non ingrassare perché si mette peso nelle zone limitrofe. Lei ha messo su pancia e braccia grosse ma è normale, da qualche parte il grasso deve pur andare. Tutti gli attori hanno “rifatto” qualcosa, maschi compresi, ma chi riesce a nascondere l’intervento è perché ha fatto ginnastica o una dieta. Ci sono delle difficoltà nel gestire le aspettative dei clienti? Molte, per questo bisogna avere un po’ di esperienza e usare un pizzico di psicologia. Devi amare il paziente e non devi mai spingerlo verso l’intervento. Bisogna prospettargli sempre i pro e i contro, fargli capire se ci sono o meno delle com-

IL SEGRETO PER EVITARE LE DELUSIONI? IL CHIRURGO ESTETIC0 FIORELLA DONATI, NON HA DUBBI: “APPROCCIARE IL LETTINO OPERATORIO CON SANA CONSAPEVOLEZZA”. E MENTRE SI PREPARA A LANCIARE UNA LINEA COSMETICA RIVOLUZIONARIA DICE: “LA BELLEZZA È UN DIRITTO”

RIFATTI E CONTENTI? (SOLO) COSÌ SI PUÒ... plicazioni a lunga o a breve distanza. Questa per me è una regola, tanto che spesso i pazienti mi dicono ‘Dottoressa, ma lei non vuole operarmi?’. Bisogna dire sempre la verità e lasciargli qualche giorno per pensarci, perché se dipendesse da loro si opererebbero anche il giorno dopo. Una volta usate queste precauzioni è difficile che qualcuno si lamenti, forse uno su un milione. Le è mai capitato di rifiutare un intervento chirurgico? Una volta, quando lavoravo a Londra, venne da me un avvocato penalista di origine ebraica. Era una donna bellissima ma aveva un naso enorme. Le dissi di fidarsi di me e invece di un bel naso all’insù, come andava 18 anni fa, le ho fatto un naso dritto. È stato un intervento stupendo. Ma se la immagina un avvocato penalista alto più di 1,80 con un naso all’insù? Oggi, per fortuna, c’è maggiore cultura al riguardo. Molte ragazzine vorrebbero un seno più grande. Non esiste un altro modo per accrescere la propria autostima? Con i pazienti bisogna essere psicologi e amici. Bisogna avere lo stesso rapporto che i genitori hanno con i figli perché bisogna anche proteggerli da se stessi. Magari viene qualcuno che dopo una de-

lusione amorosa vuole stravolgersi e io, se lo capisco, gli consiglio di sostituire l’intervento chirurgico con delle iniezioni. Ci sono ragazze che hanno la seconda e vorrebbero la quarta perché non sanno di avere un bel seno e allora le consiglio per il verso giusto. L’altro giorno mi è arrivata una mail di un personal trainer di una grande palestra. Mi ha ringraziata perché una signora voleva un intervento di lifting nell’interno coscia e io le ho detto di andare a fare esercizi. Lui è rimasto colpito e mi ha detto che, oltre che onesta, sono stata professionale: ho evitato a quella donna una cicatrice. La gente che viene da lei si ispira ad alcuni canoni di bellezza? Questo accadeva tanti anni fa. È chiaro che nel Settecento una donna avrebbe avuto un modello diverso, magari con un sedere grande e pieno di cellulite, mentre oggi un corpo tonico corrisponde anche a una bellezza interiore. Quello che mi capita è gente che mi chiede di tirare fuori il massimo da sé. Quanto è progredita la medicina estetica rispetto alla chirurgia? La medicina ha fatto passi da gigante grazie al botulino, all’acido ialuronico e all’uso di microcanule flessibili che permettono di operare il contour lift e di ri-

costruire tanto le ossa quanto la pelle. Io sono una delle poche che usa questa importantissima forma di ricostruzione che, tramite il riposizionamento di concavi e convessi, permette di togliere le rughe dalle più superficiali a quelle più profonde. La medicina estetica è una risorsa importantissima per rallentare l’invecchiamento e va di pari passo con la chirurgia. Ma i cosmetici sono così efficaci come si dice? Credo molto sia nell’attività fisica, perché se il corpo è ben allenato fa sparire da solo gli inestetismi, sia nella cura della pelle. Per tanti anni ho collaborato con un laboratorio di Miami e abbiamo studiato formule efficacissime. Consiglio a tutti queste creme, che ho chiamato “Clinica Donati Cosmetics” e che saranno disponibili da ottobre, perché sono assolutamente innovative grazie all’azione delle alghe, di ceramidi molto particolari e a una forte presenza di principi attivi. Sono eccezionali, e non perché le ho create io, si intende. Ma, conoscendola, se la dottoressa Fiorella Donati ci ha messo la firma e - come si suol dire - la faccia, non esiste davvero alcun dubbio che la sua linea cosmetica sarà a dir poco rivoluzionaria!


io SPIO

Venerdì, 22 giugno 2012

GOSSIP IN PILLOLE

di Luciano Verre

AIUTO È ARRIVATO BENIGNI! QUANDO ESCE IN BARCA L’ATTORE È UN PERICOLO PUBBLICO Il passaparola è stato istantaneo. Appena messo piede sull’isola di Santa Maria, perla dell’Arcipelago di Palau-La Maddalena, in Sardegna, pescatori e naviganti hanno fatto “gracchiare” le radio di bordo: “E’arrivato Oscar, occhio alla chiglia”. Oscar (dalla celebre statuetta hollywoodiana), sarebbe Roberto Benigni, attore e regista. Perché Benigni intimorisce la gente di mare? IOSpio l’ha scoperto. Quando il toscanaccio che recita Dante esce a pescare con il suo gozzo in legno di 8 metri ed è solo al timone… meglio tirare su l’ancora e allontanarsi: Benigni non ha molta dimestichezza con il motore e il timone e spesso finisce nelle secche o ingarbugliato nelle gomene o catene di altre barche. Quando accade lui si arrabbia: “Non sono io che non so navigare, siete voi che vi fermate in mezzo al mare”. Ma appena qualcuno si accorge che quel maldestro marinaio altri non è che il Benignaccio, scatta la risata, la simpatia e qualcuno si getta in mare per dare una mano. L’anno scorso l’attore aveva combinato anche un guaio: stanco, per non perdere tempo aveva ormeggiato a una boa abusiva nell’incantevole baia di Santa Maria, poi tranquillo è tornato a casa a pranzare. Ma l’operazione non è sfuggita alla Guardia Costiera che è intervenuta e ha messo sotto sequestro il gozzo (con salatissima multa). Però, quando non è per mare, Roberto Benigni, anche qui nell’Arcipelago, è applauditissimo da tutti. MEGLIO SUL PALCO Roberto Benigni sarebbe famoso anche per una guida piuttosto “allegra” del suo yacht.

ALLEN-PENSIERO tta piega, monio aveva preso una bru “Il mio primo anno di matri . e sotto un piedistallo” tendevo a mettere mia mogli contemporaneo) (Woody Allen, regista e attore

SI DICE IL PECCATO… ● Chi è la cantante, molto brava e sulla crest a dell’onda in questo periodo, anche per questione sentimentali, che ha tatuata una chiave di violino vicino all’inguine, esattamente come Bele n Rodriguez ha tatuata una farfalla? Aiutino: se potessero si strappere bbero i capelli. ● Chi è la “premier dame” che ha accettato la scorta infrangendo un record che resisteva da 30 anni in Italia, cioè nessuna moglie di presidente del Consiglio ne aveva mai avuta, né acce ttata una prima? Aiutino: forse perché il marito tartassa tutti? ● Chi è la diva che ambirebbe non poco alla conduzione de “Le Iene”, scranno attualmente vacante per la rinuncia della mitica Ilary Blasi (destinata ad altri programmi)? Aiutino: ama un porti ere, ma neanche sotto tortura vi diremmo se trattasi di portiere di notte in lussuoso hotel, o di un portiere di calcio.

www.iospio.it

TELERING – VOTI IN TV 7+

a Angela Lansbury, protagonista de “La signora in giallo” su Rete4, la quale, incurante della concorrenza nelle altre reti (compresi gli Europei), e delle migliaia di repliche mandate in onda da Rai1 e Rete 4 dal 1988, continua a mietere successi di tutto rispetto: 7% e un milione e 700 mila spettatori. Se a 87 anni è così amata, che succederà a 100?

8

al “TG Bau & Miao” alle 12.20 su Canale 5, finalmente un angolo (serio) dedicato ai nostri amici a quattro zampe con consigli utili e pratici per tutti. Con le testimonianze dei vip in studio.

3 a Fulvio Collovati (che pure avevamo innalzato a un 7+ per i suoi commenti tecnici) telecronista degli Europei per Rai1: al termine di Gracia-Russia (terminata 1-0), quando il suo microfono ancora non era stato spento, ha doviziato gli italiani con la sparata: “La Grecia è una squadra di mer**”. Chi si crede di essere, il generale Cambronne? Uno 0 tondo tondo al regista.

4

ai direttori di TG che dalle pagine di un settimanale televisivo avevano predetto l’Italia fuori dagli Europei già dal primo girone. Clemente J.Mimun, TG5: “Usciremo subito”; Mario Giordano, TGCOM24: “Eliminata nella fase a gironi”; Sarah Varetto, SKYTG24: “Eliminata”; Bianca Berlinguer, TG3, “Non ne ho la più pallida idea” (come dire, me ne lavo le mani). Iettatori smentiti da Cassano e Balotelli, autori dei due splendidi gol all’Irlanda. Tiremm innanz. FULVIO COLLOVATI

IL PRINCIPE EMANUELE FILIBERTO PASSA IL TEMPO A PESCARE RICCI (CONSIDERATI MOLTO AFRODISIACI) Emenuele Filiberto di Savoia è arrivato per le vacanze estive nella sua casa sulle rocce di Cavallo, in Corsica. Trascorrerà qui la sua lunga convalescenza dopo l’operazione per un tumore al naso e un piccolo incidente in moto con Asia Argento (ma che ci facevano insieme?). I medici hanno suggerito tanta aria salsedinosa. Al mattino il principe si alza presto e va a pesca di ricci di mare con la canna, come si usava anticamente: un colpo un riccio, un altro colpo un altro riccio. Poi si siede su uno scoglio e li spacca con una apposita forbicina facendo molta attenzione (pungono maledettamente). Ripuliti, ne assapora la polpa rosa succhiando l’acqua di mare. Spesso aggiunge due gocce di limone per elettrizzare il palato. Da sempre i ricci di mare sono considerati afrodisiaci e il principe confida agli amici: “Sono la mia droga”. Presto Emanuele Filiberto di Savoia tornerà in gamba come prima.

CENTAURO Qualche settimana fa Emanuele Filiberto è stato protagonista di un piccolo incidente motociclistico con Asia Argento. L’attrice ha mostrato le ferite riportate nella caduta tramite delle foto pubblicate su Twitter.

ANGELA LANSBURY

20


Venerdì, 22 giugno 2012

www.iospio.it

TELEGRAMMI ● Qualcuno avvisi il Premier Mario Monti che il suo governo-tecnico ha stanziato la somma di 3 euro (dicasi 3) al giorno da destinare ai terremotati dell’Emilia, mentre per gli immigrati extracomunitari giunti a bordo di barconi e sistemati in alberghi italiani (per esempio a Marzio, ridente località turistica a 728 metri d’altezza in provincia di Varese) versa la somma di 45 euro (dicasi 45) al giorno. Forse c’è disparità. ● Domani, sabato 23 giugno, la bellissima ereditiera di Casa Missoni, Margherita, nipote di Ottavio e Rosita, fondatori dell’omonima e celebre maison, sposerà l’affascinante pilota di Lamborghini Eugenio Amos. Sì a Sumirago, in provincia di Varese, all’interno della tenuta del Clan Missoni, ma con un distinguo: cerimonia privatissima, festa aperta a tutti gli amici. Auguri da IOSpio. ● Altro matrimonio, ma con data incerta: domani, sabato 23 giugno (oppure sabato 30 giugno), si sposano Luisa Ranieri e Luca Zingaretti, alias “Montalbano sono!”. Sì all’interno del famoso castello medievale di Donnafugata, in provincia di Ragusa. Ma perché il dubbio sulla data, hanno chiesto le amiche a Luisa Ranieri e lei così rispose: “Per depistare i curiosi, gli invitati sapranno la data esatta”. Ma anche per salvaguardare una ricca esclusiva venduta a un settimanale.

● Scontro evitato tra due bellissime della TV. Entrando in un elegante ristorante romano l’ex Miss Italia Miriam Leone, oggi apprezzata conduttrice TV, ha notato a un tavolo la modella Fernanda Lessa e subito si è sentita a disagio. Gelosie tra primedonne? Naaaaa…. questione di uomini. Da due anni, Miriam è fidanzata con Davide Diletto, detto “Boosta”, musicista fondatore del gruppo Subsonica… che da Fernanda Lessa ha avuto due figlie. La Leone, nonostante il nome, ha preferito cambiare ristorante.

LUISA RANIERI E LUCA ZINGARETTI

● Ancora nozze (scusate se insisto, direbbe l’Evaristo di una famosa pubblicità televisiva). Ma queste sono già avvenute. L’attore Philipp Sonntag, protagonista della soap “Tempesta d’amore” di Rete4 (interpreta la parte del sindaco razzista e autoritario Alois Pachmeyer) ha sposato nei giorni scorsi Evangelia Epanomeritaki, impiegata di origine greca. Unica curiosità: lui ha 70 anni, lei 33. “Ma mica la sentiamo la differenza di età”, assicurano entrambi (ma mica l’avevamo messo in dubbio noi).

PRESI AL VOLO: GIORGIA WURTH “MI SON PRESA UNA COTTA PER TOTÒ DI NATALE” Signorina Giorgia Wurth, l’abbiamo appena vista nella fiction di Canale 5 “Le tre rose di Eva” nel ruolo dell’amante del cattivissimo Luca Ward. E’ vero che lei ama tanto anche il calcio? “Molto, lo seguo con attenzione, sono tifosa dell’Udinese. Anzi le dirò che mi sono presa una vera e propria cotta per Totò Di Natale, lui ha il senso del gol, è un talento puro e senza età, in attacco funziona meglio di Balotelli”. Perdoni, trattasi di cotta amorosa come quella con l’antipatico Luca Ward? “No, trattasi di passione calcistica… anche se devo ammettere che Totò è un bel ragazzo, non solo muscoli e giovinezza, però non ci conosciamo, mai visti, magari un giorno… chissà”. Se Totò legge queste sue dichiarazioni poi la invita a cena… “Ecchessaràmai? A me piace parlare di calcio”. Abbè! DAI CARTONI ALLE COPERTINE La bellissima Giorgia Wurth ha iniziato la sua carriera come conduttrice di Disney Channel.

segue

ON AIR LA DATA DI SCADENZA DI UN AMORE Quanto può durare l’amore? Circa tre anni. Parola del dottor Alberto Caputo, sessuologo dello IES (Istituto di Evoluzione Sessuale) che sulle frequenze di RMC ha confermato il famoso “Teorema del Tre”. “La teoria non è molto lontana dalla realtà – ha detto nel programma di Monica Sala e Max Venegoni “RMC In Tempo Reale” - nel senso che un ciclo di amore dura circa tre anni: c’è una fase iniziale passionale, segue una fase romantica e poi c’è la fase dei legami di attaccamento. Per darvi un’idea - ha aggiunto - in fase romantica il sabato pomeriggio si va a Portofino a camminare lungo il faro; se si è ancora in fase passionale magari si rimane a Milano in camera da letto, se si è nella fase dei legami affettivi si pensa ad acquistare un appartamento, si pensa ai figli”. E per dare forza al suo messaggio, il dottore ha deciso di usare una metafora culinaria. “Potremmo usare un paragone fra sesso e cibo – ha concluso Caputo - è molto importante che una coppia cambi continuamente menù, se no alla fine uno dei due cambia ristorante. Ogni 3 anni è utile inserire nuovi elementi di creatività”. Capito?

io SPIO 21

EZIO GREGGIO E LE “NUOVE” VELINE Le Veline secondo Ezio Greggio. Il conduttore di Striscia, impegnato in questi giorni nel programma che dovrà trovare le sostitute di Federica Nargi e Costanza Caracciolo, è intervenuto ai microfoni di RMC per dare la sua definizione della coppia di vallette più amate d’Italia. “La Velina è una ragazza semplice che viene a Striscia a fare un po’ di università e dopo il periodo di preparazione da noi è pronta per affrontare il mondo dello spettacolo appieno – ha detto l’attore - le ultime, Federica e Costanza, sono state veramente all’altezza e adesso affronteranno questa attività più preparate di quando sono arrivate. Credo che ormai questo ruolo delle Veline sia un ruolo assodato nel mondo dell’intrattenimento televisivo - ha aggiunto - per noi sono due punti di riferimento importanti della trasmissione e ci auguriamo che la tournée che stiamo portando avanti ci aiuti a trovarne di altrettanto brave”. E i telespettatori sono curiosi di conoscere i volti delle due nuove protagoniste di Striscia.

È NATA PUNTO VIRGIN RADIO LA PRIMA AUTO CHE SI…SUONA Un corpo di lamiera dentro al quale batte un cuore assolutamente rock. È questa l’anima della nuova Fiat Punto Virgin Radio l’esclusiva automobile capace di abbinare la qualità del made in Italy alla grinta e allo spirito anticonvenzionale di una delle emittenti musicali più apprezzate dello Stivale, presentata mercoledì sera nella sede della Independent Ideas. Una cornice assolutamente originale per quella che, più che un’auto, vuole essere uno stile di vita. Merito anche dei tanti dettagli esclusivi, ma tutti di serie, che compongono la vettura: l’autoradio CDMp3 con comandi al volante, i rivestimenti extra denim, i fari bruniti, gli specchi retrovisori cromati, i vetri posteriori oscurati e gli esclusivi cerchi in lega da 15 pollici neri e bianchi. La nuova Punto Virgin Radio, però, è soprattutto un’auto da suonare. Sì perché grazie al potente impianto audio Hifi con amplificato-

re e subwoofer con presa Aux-in, basterà collegare con un jack uno strumento musicale per trasformare l’auto in un mega amplificatore. Ma c’è di più. Grazie alla collaborazione fra Hard Rock Cafè e Fiat è in arrivo Battle Of The Bands, il super contest musicale con il quale Virgin Radio regalerà a una band la possibilità di coronare il proprio sogno: quello di aprire il concerto in programma il 27 settembre in piazza della Repubblica a Firenze. Volete provare a sbaragliare la concorrenza? L’appuntamento è sul sito virginradio.it. In bocca al lupo! foto: GETTY IMAGES by Tullio Puglia

RINGO E ANDREA ROCK


22

io SPIO

Venerdì, 22 giugno 2012

GOPSILSLOILPE IN

“IOSPIO” HA SCOPERTO IL SEGRETO DI PAOLA FERRARI: MANGIA SOLO PASTA DI KAMUT Bella è bella e su Facebook l’hanno ribattezzata “Meravigliosa Paola”. Ma come fa Paola Ferrari, impegnata in TV con gli Europei in Ucraina a Polonia, a mantenersi così in forma? “IOSpio” ha indagato e alla fine lei ha ammesso: “Per interi periodi mangio soltanto la pasta di kamut”. Si tratta di un cereale antenato del grano duro, di origine egiziana, a bassissimo contenuto di carboidrati, molto digeribile, ma fonte di proteine, vitamina E, minerali come magnesio, zinco, selenio. Perché ha scelto kamut? “Perché fa bene, tiene in forma e ha il gusto aromatico che ricorda la nocciola”. Non mangia altro? “No, semmai pesce”. “Striscia la notizia” insinua che lei si sarebbe “rifatta”, altro che kamut”. Gran risata, piccola risposta: “Non è vero, ma io amo molto la satira”. CON LA TESTA NEL PALLONE Paola Ferrari ha detto di non aver mai fatto ricorso ai ritocchini. Che il segreto del suo fascino ssia tutto nella dieta?

STILE BERLUSCONI DOMINA SEMPRE A PORTO ROTONDO (E NON SOLO) L’uomo è sempre in gran forma (strepitosa, oseremmo) e le signore se lo mangiano con gli occhi. Parliamo di Silvio Berlusconi, che al momento, politicamente, ha tirato i remi in barca: ma la classe non è acqua. Giunto alla Certosa per qualche giorno di vacanza, l’ex Premier si è concesso “una vasca” nelle mitica Piazzetta di Porto Rotondo e a nessuno è sfuggito il Power Balance che portava al polso (per chi non lo sapesse si tratta del braccialetto che dà “grande energia” e assicura un “campo magnetico”… sempre più alto). Le signore e le signorine sono subito corse a comperarne uno e ora lo mostrano al polso soddisfatte sperando magari che ripassi Silvio. Che ci sia un calo di desiderio questa estate a Porto Rotondo e a Porto Cervo? Ah, saperlo! DI TENDENZA A Porto Rotondo si è registrato un boom di vendite di braccialetti simili a quellosfoggiato da Silvio Berlusconi.

AUGURI A… Oggi, venerdì 22 giugno, compiono gli anni gli attori Giorgio Pasotti, 39, Paolo Rossi, 59, Margareth Madè, 30. Domani, sabato 23 giugno, calici al cielo per l'attrice Fancesca Cavallin, 36, il cabarettista Paolo Migone, 56, l'attore e scrittore Fabio Volo, 40. Il dì di poi, vale a dire domenica 24 giugno, fermi tutti, compleanno per tre big e che big: il conduttore, musicista e cantante Renzo Arbore, che toccherà quota 75 (ma sembra sempre un ragazzino, di recente si è comperato un attico a Miami in Florida, festeggerà lì); il giornalista Emilio Fede, che raggiungerà 81 anni e brinderà, si dice, in Versilia, con una gentil donzelletta; la conduttrice Vladimir Luxuria, 47. Il giorno dopo, lunedì 25 giugno, sarà la volta dell'attore Danilo Brugia, 34, della ballerina e cantante, Lola Ponce, 30, del cantautore Roberto Vecchioni, 69. Finito? Ma neanche per sogno: martedì 26 giugno si ricomincia a casa del motociclista Max Biaggi, per i suoi 41 anni, a casa dell'ex calciatore Paolo Maldini, 44, e... strisciando strisciando a casa dell'autore Antonio Ricci (il papà delle Veline), 62. Mercoledì 27 giugno, toccherà all'attrice Isabelle Adjani, 57. E giovedì 28 giugno, fuochi d'artificio per l'attore Jerry Calà, che brinderà, in Sardegna, al mare, ai suoi 61 anni, per il conduttore Marco Columbro, 62, e, udite udite, per l'attrice Sabrina Ferilli, bellissima, in forma e... 48enne. A tutti indistintamente gli auguri di IOSPIO.

www.iospio.it

DIZALII GIIU VERS

UN

di Mariano Sabatini

TOTOGAY CALCISTICO Dopo la buriana provocata dalle sciocche dichiarazioni di Antonio Cassano, sono arrivate per fortuna quelle più mature di Claudio Marchisio, che si è detto favorevole ai matrimoni omosessuali. Tifosi e calciatori per schiarirsi le idee su gay e sport farebbero bene a leggere il ponderoso saggio di Alessandro Cecchi Paone, “Il campione innamorato” (ed. Giunti), in cui il giornalista rievoca tra l’altro la clamorosa querelle tra Maradona e Pelè: quest’ultimo costretto a smentire una prima volta nelle docce con un uomo più maturo. Giusto monito per tutti dovrebbero essere le parole del ct Cesare Prandelli, che ha firmato la prefazione del volume: «Dai primi calci al pallone in parrocchia a oggi, non riesco a quantificare le persone che ho incontrato, e mai mi sono posto il problema di come venisse vissuta la loro sessualità. Sono sicuro che in molti la pensano come me; ma ciò nonostante nel mondo dello sport ancora resiste il tabù nei confronti dell’omosessualità». Lo dica a Cassano. Indipendence gay.

BARBARI FIGLIANTI Il giornalista Stefano Lorenzetto, intervistatore infallibile, fa vuotare il sacco al sindaco di Verona, nella “Versione di Tosi” (Marsilio). Il leghista eretico non si risparmia: «Neppure quando mi diede dello stronzo credo che Bossi abbia mai pensato di cacciarmi. Non è scemo. A neanche venti giorni dalle dimissioni aveva già chiuso la questione e dichiarato che “ Maroni è il bene della Lega”. Mi pare una chiara investitura. Voi giornalisti dimenticate che Bossi ama la Lega come se fosse la figlia che non ha avuto…». E se l’avesse avuta, c’è da chiedersi come l’avrebbe affettuosamente soprannominata… la Carpa, forse? E la fantomatica figliola gli avrebbe dato gli stessi grattacapi del Trota? La leggenda del leghista pescatore.

ACERRIMI NEMICI Dagli amici mi guardi iddio, che dai nemici… Il “bastardo” Gad Lerner tira, a modo suo, la volata, dal suo blog a Benedetta Tobagi e Gherardo Colombo, candidati al consiglio di amministrazione Rai, «sono ovviamente persone che stimo. Di più, con entrambi ho un rapporto che per ragioni diverse mi sentirei di definire affettuoso e confidenziale. Dovrei quindi gioire per la loro candidatura, dopo che sono stati prescelti da quattro associazioni designate all’uopo dal segretario del Pd, Pierluigi Bersani? Se si fosse trattato di indicare personalità per un comitato etico di garanti, o se volete per un Comitato dei Saggi che sovrintenda l’attività culturale e editoriale dell’ente radiotelevisivo, non avrei avuto niente da ridire. Tobagi e Colombo sono sensibili, integerrimi e dotati della necessaria autorità morale». D’accordo con l’ex manager televisivo Giorgio Gori, il conduttore di La7 mette in chiaro che «si tratta di nominare degli amministratori per un’azienda della comunicazione in un momento difficilissimo. Nessuno dei concorrenti, ma anche nessun’altra azienda televisiva pubblica di altri paesi, farebbe scelte simili. Alla Rai servirebbero amministratori forniti di esperienza manageriale e conoscenza del settore, così come li si cerca in qualsiasi altra azienda. Altrimenti con la retorica del servizio pubblico si continuerà a coprire la sua lottizzazione surrettizia». Chi trova un amico, trova disdoro.

I FATTI SUOI Sostituito alla guida dei sempiterni “Fatti vostri” su Rai2 da Michele Cucuzza e Claudio Lippi (due per farne uno), lingualesta Giancarlo Magalli si consola con le gioie familiari. E scrive su Facebook: «Da quando è stata scattata questa foto sono passati quasi diciassette anni. Quasi tutto quello che qui si vede è ora diverso. Sono diversi i volti, più segnati. Sono diversi gli animi, carichi di tante esperienze in più. E sono anche cambiati i rapporti tra i due adulti, che si vogliono ancora bene, ma in un modo diverso. Quello che non è cambiato è il nostro amore per quel pulcino, che oggi compie 18 anni e continua ad essere testimone del fatto che un uomo ed una donna possono smettere di essere marito e moglie, ma non smettono mai di essere mamma e papà. Auguri cucciolo!». Sei taglia forte, papà!


www.iospio.it

O R E T S E DALL’ CHRIS BROWN E DRAKE, MAXI RISSA PER AMORE DELLA BELLA RIHANNA

Venerdì 22 giugno 2012

STACY e GEORGE

io SPIO 23

UNA ROTONDITÀ SOSPETTA SULLA PANCIA DELLA KEIBLER BASTA PER FAR URLARE ALLA GRAVIDANZA I TABLOID DI MEZZO MONDO. E IN ATTESA DELLA CICOGNA L’EX WRESTLER E L’ATTORE VOLANO SUL LAGO DI COMO PER UNA FUGA ROMANTICA

BOTTE DA ORBI Chris Brown e Drake hanno scatenato una violentissima rissa in un locale di New York. Dalla rivalità a colpi di rime a quella in amore. Chris Brown e Drake hanno infatti scatenato una maxi rissa in un locale notturno di New York, al termine della quale ben otto persone sono finite all’ospedale. Il motivo dello scontro a suon di bottigliate e cazzottoni? Nientepopodimenoche Rihanna. La cantate originaria delle Barbados, infatti, è una illustre ex fidanzata dei due pretendenti. In base alle prime ricostruzioni, i due rapper si sarebbero incontrati per caso mercoledì scorso al W.I.P., un famoso night club della Grande Mela. Qui Chris Brown avrebbe offerto, come segno di pace, una bottiglia di champagne a Drake. Peccato che quest’ultimo non abbia mostrato la stessa sportività e abbia spedito al rivale un bigliettino con scritto: “Mi s**** l’amore della tua vita, fattene una ragione”. A questo punto sarebbe scoppiata la rissa durante la quale gli amici dei due rapper se le sono date di santa ragione. Il bilancio dello scontro? Otto persone finite in ospedale, fra cui Tony Parker, ferito a un occhi da alcune schegge di vetro. “Ero lì con un gruppo di amici quando è scoppiata la rissa – ha raccontato la stella della NBA ed ex di Eva Longoria - hanno iniziato a lanciare bottiglie e una mi ha colpito in pieno. Mi hanno dato una prognosi di 7 giorni, ma sono stato fortunato: la ferita non mi impedirà di partecipare alle Olimpiadi”. Molto meno gravi, invece, le conseguenze per Brown che il giorno dopo la rissa ha pubblicato orgogliosamente su Twitter le foto che lo ritraggono con una ferita sul mento.

COSÌ STACY RIUSCIRÀ A INCASTRARE CLOONEY? di Geraldine di Poppa

S

tacy Keibler è riuscita a incastrare George Clooney. O almeno così giurano i beninformati. Sì perché sembra proprio che l’ex wrestler, collocata dalla rivista Maxim al quinto posto nella lista delle cento donne più belle del mondo, sia riuscita lì dove tutte hanno fallito: rimanere in dolce attesa del single più bello e ambito di Hollywood. MERAVIGLIOSA Stacy Keibler è la quinta donna pù bella del mondo secondo la rivista “Maxim”.

A far circolare quello che per il momento è ancora solo un gossip sono state delle foto scattate durante la vacanza che George e Stacy si sono concessi sul lago di Como, proprio in quella “Villa Oleandra” che era stata la cornice dell’amore fra l’attore americano ed Elisabetta Canalis. Qui, infatti, la bella ex wrestler è stata paparazzata mentre, nel bel mezzo di una gita in barca, mostrava il solito fisico scultoreo con l’aggiunta di una rotondità inattesa all’altezza del pancino. Che la bella Stacy abbia messo su qualche chiletto? Che si trattasse di una piega “anomala” del suo vestito? Nient’affatto. È bastato il “sospetto” per far gridare alla prossima maternità dell’incantevole modella. Per il momento, però, né l’attore né tantomeno la sua compagna hanno smentito le voci, finendo per alimentare la curiosità intorno a una vicenda che avrebbe del clamoroso visto che, solo qualche settimana fa, i rotocalchi segnalavano come fra i due ci fosse maretta, con una Stacy ormai stanca di fare la bella statuina. In questi giorni, invece, Clooney e la Keibler sono stati fotografati insieme in più di

un’occasione: durante una gita in moto, nel bel mezzo di un pomeriggio di shopping, durante un pranzo al ristorante Gatto Nero. E nonostante lo scetticismo iniziale che circondava la loro relazione, alla fine Stacy sembra aver conquistato tutti grazie ala sua semplicità e alla sua classe. Le stesse doti che l’ex wrestler ha mostrato durante il suo tour di shopping fra le vie di Como dove, dopo aver suscitato la curiosità dei passanti, ha fatto acquisti alla Coin di via Boldoni. La bella Keibler, tuttavia, non si è scomposta neanche quando, nel corso del trasferimento da Villa Oleandra a Laglio a Como è rimasta vittima di un fuoriprogramma davvero singolare. Il gommone sul quale Stacy viaggiava in compagnia di Sofia Coppola e Ben Weiss, infatti, si è letteralmente “sgonfiato” a qualche chilometro di distanza dalla riva. Un incidente dal quale la bionda modella è uscita con un sorriso e una telefonata a un battello taxi. E chissà se, adesso, Stacy e George non finiranno davanti all’altare prima dei loro amici (e rivali) Brad Pitt e Angelina Jolie.


24

io SPIO

Venerdì, 22 giugno 2012

www.iospio.it

RO DALL’ ESTE

A GIBSON L’OSCAR DELLA BALDORIA Los Angeles – Diciamo la verità, i panni del Braveheart gli calzano molto meglio rispetto a quelli del ballerino. Eppure Mel Gibson è riuscito a scatenarsi fino alle quattro del mattino. Tutto grazie a Maria Menounos, giornalista, attrice, combattente di wrestling e volto noto della televisione a stelle e strisce che ha

deciso di festeggiare alla grande i suoi primi 34 anni. La star, infatti, ha organizzato nella sua villa di Los Angeles una sontuosa festa di compleanno a tema hawaiano dove splendide ragazza con tanto di gonnellino di paglia hanno servito cibi e bevande per tutta la serata. E proprio Mel, alla fine, è sembrato l’ospite

AVVINGHIATI più sciolto fra collane di fioMel Gibson, ri e danze scatenate. Così classe 1956, l’attore, che negli ultimi si scatena anni si è trovato spesso al in un ballo centro delle polemiche, si è lasciato andare ad una lun- indiavolato con la ga serie di balli scalmanati bellissima Maria Menounos, insieme alla padrona di attrice e star casa. Insomma, nonostante televisiva i tanti guai alle spalle, Mel americana. sa ancora divertirsi alla E a giudicare grande. dalla faccia dell’ex Braveheart, la bella collega deve aver fatto colpo.

LOOK (QUASI) PERFETTO Camicia bianca e jeans, Mel è riuscito a camuffarsi bene durante la festa hawaiana. Peccato solo per quelle strane ciabatte.

ALTRO CHE LIETO FINE, DOPO 14 ANNI DEPP DICE ADDIO A VANESSA PARADIS Stavolta alla fine della loro fiaba non è arrivato il lieto fine. Dopo 14 anni di amore e gossip Johnny e Vanessa Paradis si sono detti addio. Così, anche se la notizia era già nell’aria da un po’, tanto che negli ultimi mesi l’ipotesi di una separazione aveva cominciato a circolare con sempre maggior forza, ad annunciare al mondo intero la fine della relazione è stato uno degli addetti stampa di Depp, che ha sottolineato come la rottura si sia consumata in maniera amichevole e ha chiesto ai media di “rispettare per favore la loro vita privata e, più importante ancora, la vita dei loro figli”. Difficile, al momento, sapere chi ha lasciato chi, anche se i tabloid americani non hanno dubbi e sono pronti a scommettere che, a pesare sull’addio, sia stata anche un’in-

fatuazione dell’attore per la collega Amber Heard, con la quale ha recitato sul set di Rhum Express. Ma in attesa di sapere se si tratti di una boutade o di un flirt in piena regola, l’unica cosa certa è che l’ultimo red carpet su cui Vanessa e Johnny si sono presentati insieme risale al 2010, al Festival di Cannes. Decisamente troppo tempo per non far suonare un cam-

panello d’allarme tanto fra i fan quanto fra gli addetti ai lavori. E non è un caso che all’inizio dell’anno il People Magazine abbia titolato: “Depp vive come un single”. Prima di ricostruirsi una vita, però, i due ex piccioncini devono affrontare la parte più difficile: quella della “spartizione” di un patrimonio da quasi 300 milioni di euro fatto di ville da sogno, di un castello in Inghilterra, di un’isola intera vicino alle Bahamas e di uno yacht di oltre 50 metri. AMORE AL CAPOLINEA Dopo essersi separati Johnny e Vanessa dovranno affrontare la sfida più difficile: quella che riguarda la spartizione di un patrimonio da oltre 300milioni di euro.


www.iospio.it

Venerdì, 22 giugno 2012

io SPIO 25

DITA VON TEESE UNA NUOVA AMICA È IL PORNO LA MIA PROSSIMA SFIDA Da regina incontrastata del burlesque a stella del porno. Sarebbe questo il futuro prossimo di Dita von Teese. A rivelarlo è stata la modella in persona, che ha detto alla rivista per adulti Hustler “voglio realizzare un film veramente pesante e spinto dedicato soprattutto agli uomini”. Ma chi già sogna di vedere “recitare” la magnifica Dita in persona rimarrà presto deluso. La von Teese, infatti, non farà parte del cast (salvo un probabile cameo) ma sarà dietro la macchina da presa. La regina del burlesque ha ammesso di essere una grande fan della star dei film hard Sasha Grey e non che non le dispiacerebbe affatto se fosse lei la protagonista del suo prossimo progetto. “È bellissima - ha confermato Dita - e poi non cerca di assomigliare al clichè della pornostar, mi ispirerò proprio a lei”. Ma la passione per il porno è diventata ormai una moda, nelle ultime settimane sono sempre più numerose le personalità del mondo dello spettacolo che dichiarano di voler intraprendere la carriera a luci rosse. È notizia di questi giorni che Nicole Minetti, stanca del suo ruolo di consigliera regionale, avrebbe deciso di darsi anche lei al mondo hard e chiudere definitivamente la porta alla politica. Ma anche se già in passato la bella consigliera aveva offerto dei siparietti super-sexy ai suoi fan, questa volta le cose sembrano essere diverse. Nicole, infatti, avrebbe deciso di accettare un’incredibile offerta e recitare in una pellicola a luci rosse. Tutto vero o semplice mossa di marketing? La risposta ufficiale dovrebbe arrivare nelle prossime settimane, ma di una cosa siamo certi: Dita e Nicole non deluderanno certo i loro fan. MALIZIOSA Dopo essere diventata la regina del burlesque Dita von Teese ha deciso di girare un porno.

PER ANGELINA JOLIE di Geraldine di Poppa Angolina Jolie avrebbe una vera e propria devozione per la duchessa di Cambridge, Kate Middleton. Sì perché da quando la coppia più glamour di Hollywood ha comprato casa a Londra, si sarebbero moltiplicati i tentativi di stringere amicizia con la coppia più glamour del Regno Unito: quella composta dal principe William e dalla moglie Kate Middleton. Al momento Angelina sta organizzando un party benefico in onore del pugile Muhammad Ali, nel corso del quale si raccoglieranno fondi per l’associazione “Sport For Peace” , e fra gli invitati ci sarebbero personaggi eccellenti come David e Victoria Beckham, Sharon Stone, Michael Duglas e Catherine Zeta Jones e il principe Harry, ma il traguardo da raggiungere è la partecipazione di Kate e William. La festa si svolgerà al Royal and Albert Museum, il 25 luglio e si prospetta come un evento molto emozionante. Sembra infatti che la Jolie ami particolarmente lo stile nel vestire e l’atteggiamento sempre composto e signorile che Kate ha mostrato durante le apparizioni pubbliche e che non perda occasione per testimoniare la stima nei suoi confronti. Chissà se i due principini accetteranno l’invito dei coniugi Brangelina...

ANCHE LORO ALLE NOZZE? Sembra che Angelina Jolie e Brad Pitt abbiano deciso di sposarsi l’11 agosto. Che al loro matrimonio non si presentino anche William e Kate?


26

io SPIO

Venerdì, 22 giugno 2012

www.iospio.it

di Roberta Beta

QUELL’UNICA “ANOMALIA” NELLA VITA DI FASSBENDER Continua l’elenco delle celebrità che ci tengono a rassicurare il pubblico sulla loro assoluta normalità e tra queste spicca un nuovo “famoso”, catapultato per merito del suo attributo sessuale tra gli uomini più sexy della terra: Michael Fassbender. Il film “Shame”, dove Fassbender interpreta una malato di sesso, era uscito anni prima ed era passato, stranamente, inosservato. C’è voluto il Festival del Cinema di Venezia dello scorso anno per rilanciare il tema scottante di questa atroce dipendenza e l’attore è stato capace di rappresentare sullo schermo tutto il tormento del protagonista. Si da il caso, inoltre, che Fassbender sia un bell’uomo, anche se un po’ magrolino a mio avviso, perciò non c’è voluto molto perché perdesse la sua innocenza al fine di acquisire il fascino misterioso

della star. L’attore, tuttavia nega di essere diventato un uomo fuori dal normale relegando nell’anomalia solo l’enorme quantità di alberghi in cui ha pernottato nell’ultimo anno e l’innumerevole sfilza di interviste, corredate di foto posate, che lo circondano in ogni dove. Per sua immensa gioia, Michael, che sarà nuovamente al cinema con il fantasy “Prometheus”, prequel di “Alien” sempre diretto da Ridley Scott, ammette di riuscire a girare liberamente per le strade della sua città senza incappare in inconvenienti fastidiosi: meglio accettare una innocente richiesta di autografo che sentirsi additare come un attore mediocre o, peggio, scorbutico!

PER NANCY LA GELOSIA È SOLTANTO UN RICORDO Di Nancy Brilli ho sempre ammirato la schiettezza: dai tempi della sua lotta al tumore fino alla lotta contro se stessa per superare i propri limiti. Lo ha confessato di recente in una delle centinaia di interviste che ha rilasciato in occasione del suo imminente matrimonio con il chirurgo plastico Roy De Vita. Nella vita non si smette mai di imparare e la Brilli è una delle più accanite sostenitrici di questo detto. Per esempio, la gelosia, che tanto l’angustiava fino a qualche tempo fa ora è relegata in un angolo del suo passato. Nancy ha raccontato che durante una vacanza in Sardegna, al ristorante, una signora, emerita sconosciuta, si è

MONTALBANO E LA RANIERI DEPISTANO I PAPARAZZI Si sta per sposare anche lei, così come Nancy Brilli, ma, per depistare gli intrusi e difendere gli invitati alle nozze Luisa Ranieri, d’accordo con il futuro consorte Luca Zingaretti, ha diffuso due date ufficiali a distanza di una settimana l’una dall’altra: una possibilità sarebbe per domani. Nel caso in cui nulla succedesse, paparazzi e compagnia bella dovranno trascorrere una settimana di vacanza in quel di Donnafugata, in provincia di Ragusa, dove passava la villeggiatura anche la famiglia del Gattopardo, storico protagonista siciliano del romanzo scritto da Giuseppe Tomasi di Lampedusa. La Ranieri è un’italiana genuina nonostante sia sugli schermi con una pellicola francese, “Benvenuti a bordo”. Pensate che non appena ha saputo di aspettare la sua bimba Emma, nonostante avesse appena finito di girare un altro film in terra d’Oltralpe, ha mollato tutti i suoi contatti lavorativi ed è tornata in patria per far nascere la creatura in suolo natìo. Cosa non si farebbe per un figlio! Il bello è che Luisa non ha smesso di lavorare a parto avvenuto, anzi, si è munita di tata e ha ripreso la sua attività. Va bene rinunciare

ad una carriera internazionale ma lasciar perdere tutto ciò che si è conquistato a suon di sacrifici sarebbe assurdo. Ben vengano gli aiuti, quindi, senza far finta di essere madri e lavoratrici senza macchia. L’ipocrisia di certe attrici che sostengono di tirar su i figli da sole, secondo la Ranieri, è una mancanza di rispetto nei confronti di tutte le donne che fanno i salti mortali per tirare avanti.

scoperta il torace di fronte a Roy per chiedere un consiglio sul suo seno, suscitando nell’attrice una sorta di ilarità piuttosto che l’istinto di sopprimere la sfrontata cliente. In effetti, davanti ad un episodio del genere quante di noi avrebbero fatto finta di niente? Complimenti alla futura sposa, anche se non potrà contrarre matrimonio in chiesa a causa delle precedenti nozze religiose di De Vita, la quale comunque un monito lo ha lanciato: Roy, se mai dovesse tradirla anche solo per una volta, non dovrebbe mai confessarlo. Pena l’abbandono immediato. Brava Nancy, a tutto c’è un limite!

ECCO COME PROVARE A FAR CAPITOLARE IL BEL FRANCESCO Il nome forse non dice ancora molto ma il suo viso parla decisamente chiaro, così tanto che la coppia di stilisti Dolce e Gabbana lo ha scelto insieme ad una ristretta selezione di attori italiani per la campagna stampa di questa estate. Mi riferisco a Francesco Scianna, volto tra i più interessanti nel panorama cinematografico nostrano e non solo per la sua avvenenza. A settembre debutterà con Michele Placido, produttore del film, nel ruolo di un truffatore nella Napoli degli Anni 60 per la pellicola dal titolo “Itaker”. Scianna non è ancora un divo, anche se ne ha tutto il fascino, e non è difficile incontrarlo per strada o ai tavolini di un qualunque bar magari per conto proprio. Nel caso in cui doveste incappare in una tale fortuna, e cioè, beccare un bel tipo tutto solo, non stupitevi se invece di dirvi che fa l’attore Francesco si spaccerà per un pilota di aerei di linea di passaggio in città. Starà a voi quindi farlo capitolare in modo da convincerlo ad aprirsi e a confessare la sua vera identità. Credetemi che si può fare: Scianna ha un debole per le fans ma soprattutto, in questo momento, è single e da bravo siciliano non è insensibile alla sensualità femminile.


www.iospio.it

Venerdì, 22 giugno 2012

L’OROSCOPO da venerdì 22 giugno a giovedì 28 giugno Ariete: Le persone che vi sono vicino e che hanno un minimo di esperienza in più potrebbero esservi di aiuto e consigliarvi per il meglio, anche se le loro soluzioni sembrano le meno semplici! Consiglio: Non esitate, non commettete l’errore di avere paura! KEIRA KNIGHTLEY

VALENTINA LODOVINI

(SUDBURY, 13 GIUGNO 1981)

Cancro: Purtroppo vi sentirete un pochino giù, poiché ci sono ancora molte situazioni bloccate. Tuttavia si tratta ancora di avere pazienza, poiché il momento più propizio arriverà. Consiglio: È tempo di ingranare la marcia giusta! VERONICA MAIA

(PARIGI, 14 LUGLIO 1977)

Leone: Siate fiduciosi per quel che riguarda il futuro che vi attende. Quei cambiamenti tanto agognati potrebbero davvero realizzarsi nel giro di poco tempo. Consiglio: Cercate di condividere con qualcuno i vostri spazi! MARIO BALOTELLI

www.sentieridicelluloide.it

GREGORY PECK “ACHAB” di Joe Denti “Non riuscirai mai a capire una persona se non guardi anche dal suo punto di vista”. (Gregory Peck)

(BRESCIA, 19 MAGGIO 1979)

Gemelli: Dovrete mantenere i nervi saldi, sarà indispensabile per costruire qualche buona collaborazione e per ottenere dai superiori e colleghi ciò che vi aspettate! Consiglio: L’importante, come sempre, è non esagerare! CHRIS EVANS

VINTAGE

io spio

(TEDDINGTON, 26 MARZO 1985)

Toro: Anche se il periodo consiglia tanta cautela, Il lavoro potrebbe procurarvi soddisfazioni se riuscirete ad ammorbidirvi e a godervi i vostri successi, del tutto meritati! Consiglio: Controllate il vostro istinto!

(PALERMO, 12 AGOSTO 1990)

C

olui che sul grande schermo interpretò il ruolo del leggendario e rude capitano Achab, impegnato nell’epica lotta contro la balena bianca Moby Dick, nacque il 5 aprile 1916 a La Jolla, piccolo villaggio balneare nei dintorni di San Diego, California. Il sogno del piccolo Eldred Gregory Peck, era quello di diventare un marinaio. All’età di 9 anni, con due amici, costruì il “The Daisy“, una barca a vela che dopo alcuni giorni dal varo, colò a picco. Dopo la separazione dei genitori, “ Greg” fu allevato dalla nonna che gli fece frequentare un collegio, il

Vergine: Periodo piuttosto impegnativo che potrebbe mettere a dura prova le vostre certezze, ma se le responsabilità non vi hanno mai spaventato, non inizieranno di certo ora a farlo. Consiglio: Mantenete un certo controllo sulle vostre reazioni! LAURA BARRIALES

(LEÓN, 18 SETTEMBRE 1982)

Bilancia: Anche se la situazione è promettente, ancora non è tempo per ricevere le risposte che stavate aspettando. Cercate invece di concentrarvi su nuovi e stimolanti progetti. Consiglio: Non abbattetevi al primo rifiuto o al primo ostacolo! HUGH JACKMAN

(SYDNEY, 12 OTTOBRE 1968)

Scorpione: Tutto quello che farete e che porterete avanti in questa settimana, avrà un risvolto positivo, che prima o poi salterà fuori. Grandi novità vi attendono. Consiglio: Dovrete stringere un pochino di più la cinghia.! EMMA STONE

ADAM BRODY

(SAN DIEGO, 15 DICEMBRE 1979)

Capricorno: Potrete avviare nuove proposte o nuovi progetti, che però non avranno immediato riscontro e sui quali non dovrete puntare tutto il vostro tempo e denaro. Consiglio: Cercate una buona occasione per rivalutare le cose! DIANE KEATON

(SANTA ANA, 5 GENNAIO 1946)

Acquario: Chi lavora nel mondo dell’arte e dello spettacolo sarà avvantaggiato, in quanto qualsiasi cosa uscirà dalla vostra mete geniale potrebbe essere un successo. Consiglio: Cercate un po’ di equilibrio che a voi manca! DOUTZEN KROES

(EASTERMAR, 23 GENNAIO 1985)

Pesci: I risultati che attendevate non sono arrivatie siccome non siete più abituati a partire da zero, tutto potrebbe apparirvi più complicato di quanto in realtà non lo sia davvero! Consiglio: Siate umili come non lo siete mai stati! OLIVIA WILDE

INDIMENTICABILE Gregory Peck interpreta il Capitano Achab in una scena del film “Moby Dick”.

(SCOTTSDALE, 6 NOVEMBRE 1988)

Sagittario: Se avete intenzione di fare un passo in avanti nella carriera, è giunto il vostro momento. Iniziate a guardarvi in giro, fate proposte, senza pensare troppo alle conseguenze. Consiglio: Non accontentarsi se si può sperare in meglio!

(NEW YORK, 10 MARZO 1984)

io SPIO 27

cui motto era: “Marcia e Prega”. Inutile dire che proprio in questa scuola gli venne impartita una severe educazione religiosa. Memore della vita trascorsa in collegio, pensò dapprima di farsi prete, poi si iscrisse all’Università di Berkeley, per studiare medicina. Membro della squadra di canottaggio, nel cosro di una gara a New York ebbe l’occasione di assistere allo spettacolo teatrale “I Married an Angel”. La piece lo affascinò a tal punto che decise lasciare la facoltà di Medicina per tentare la strada del palcoscenico. Una strada fatta di tanta gavetta, tanti sacrifici, ma anche di tanti mestieri per mantenersi come il posteggiatore in un luna park, commesso e guida al Radio City del Rockfeller Center. Nel 1941 ottenne la prima scrittura e debuttò a Broadway in “The Morging Star”, meritando-

si, a seguito del successo ottenuto, la definizione di “Nuovo idolo del Teatro”. Esonerato dal servizio militare per i postumi di un brutto incidente automobilistico, nell’ottobre del 1942 sposò Greta Kukkonen, una parrucchiera di scena con la quale ebbe tre figli. L’esordio cinematografico di Peck avvenne come protagonista in “Tamara, la figlia della steppa”, 1944, di Jacques Tourneur. Il regista corresse la sua recitazione “impostata”, dandogli la prima e più importante lezione: “Sii naturale, la cinepresa legge i tuoi pensieri”. Il film non è memorabile e l’attore ricorderà: “ La trama non era un gran che, ma mi fruttava 1.000 dollari a settimana, contro 1 400 che guadagnavo a teatro”. Il suo secondo film fu un melodramma di successo, “Le chiavi del Paradiso”, che gli valse la prima nomination all’Oscar. Iniziò così la serie dei personaggi eroici, avventurosi e di totale integrità morale, che salvo rarissime eccezioni, portò avanti tutta la vita, diventando il volto democratico del cinema USA. Alfred Hitchcock lo diresse nel thriller psicologico “ Io ti salverò”, 1945, che lo proiettò nel firmamento delle star hollywoodiane. La sua consacrazione si consolidò con il commovente “Il Cucciolo” e, soprattutto, con “Duello al sole“, un western infuocato, d’amore e morte, al fianco di una conturbante Jennifer Jones. Nel 1947 venne scelto da Elia Kazan, nel ruolo di in giornalista impegnato in una inchiesta sul razzismo antisemita in “Barriera Invisibile”. Tornò a lavorare con Hitchcock nei panni di un avvocato che perde la testa per l’ambigua e seducente cliente, Alida Valli, in “Il Caso Paradine”. Durante la lavorazione dell’indimenticabile commedia romantica di William Wyler, “Vacanze Romane”, 1953, dove fa coppia con una meravigliosa Audrey Hepburn, venne intervistato da una giornalista diciannovenne, Veronique Passiani. Nel corso del-

AFFASCINANTE Gregory Peck ha vinto l’Oscar per la sua interpretazione dell’avvocato Atticus Finch nel film “Il Buio oltre la siepe”. l’intervista, scoccò per entrambi, il “colpo di fulmine”. Si sposarono a Parigi l’anno successivo e il loro matrimonio durò tutta la vita. “Io colpirei il sole, solo se mi insultasse”. Con il ruolo del capitano Hachab, in “Moby Dick”, 1956, per la regia di John Huston, raggiunse l’apice della sua carriera. Nella famosa scena della battaglia a cavallo del cetaceo, realizzato in caucciù, Peck, rischiò di morire. C’era la nebbia, si ruppero gli ormeggi che tenevano ancorato il “mostro” e l’attore rimase venti lunghissimi minuti in balia delle onde, prima di essere ripescato dalle gelide e agitate acque del mare d’Irlanda. Dopo il clamoroso successo del kolossal bellico “I Cannoni di Navarone”, nel 1962, arrivò il meritatissimo riconoscimento dell’Academy Award, con l’assegnazione del premio Oscar per l’impeccabile interpretazione dell’avvocato progressista Atticus Finch, che lo stesso Peck dichiarò il migliore della sua filmografia, difensore di un “nero” accusato dello stupro di una ragazza bianca in una piccola cittadina del Sud, in “Il buio oltre la siepe“. Il suo personaggio è stato dichiarato dall’American Film Institute: “ Il più grande eroe del Cinema Americano “. Nello stesso anno affiancò Robert Mitchum nel capolavoro del Noir “Il promontorio della paura”. Il tramonto di Peck è reso amaro dal dolore per la morte del figlio maggiore, Jonathan, giornalista televisivo, suicidatosi nel 1975 per cause rimaste sconosciute. L’attore si sentirà sempre colpevole per non essere stato abbastanza vicino, come avrebbe voluto, a questo figlio che, probabilmente, aveva maggiore bisogno della figura paterna. Il 12 giugno del 2003, all’età di 86 anni, Gregory Peck si spense nel sonno, per vecchiaia, accanto alla moglie Veronique.



Io spio, 22/06/2012