Page 17

    

8 Marzo

   

ĂŒ   



La festa è il frutto di una battaglia per la libertà femminile lunga piÚ di cento anni

Una mimosa di forza e dignità La prima giornata ufficiale della donna fu celebrata il 28 febbraio 1909 negli Stati Uniti su sollecitazione del Partito Socialista. La manifestazione nacque per promuovere il diritto di voto per le donne. Alla conferenza internazionale delle donne socialiste tenutasi a Copenaghen l’anno successivo, si decise di istituire una giornata per la rivendicazione dei diritti delle donne: questa giornata si tenne in date diverse significative per i singoli paesi, in molti stati d’Europa. La Francia aveva scelto il 18 marzo in onore della Comune di Parigi, la Germania con l’Austria, la Svizzera e la Danimarca il 19 perchÊ il Re di Prussia nel 1848 aveva promesso il voto alle donne, senza mantenere la parola. Con l’inizio della prima guerra mondiale le celebrazioni

cessarono, finchÊ l’8 marzo del 1917 le donne di San Pietroburgo si misero alla guida di una grande manifestazione che rivendicava la fine della guerra: fu l’inizio di una serie di proteste che avrebbero portato al crollo definitivo dello Zarismo. Nel 1921, cosÏ, la Seconda

conferenza internazionale delle donne comuniste, tenutasi a Mosca, fissò per l’8 marzo la “Giornata internazionale dell’operaiaâ€?: una data fissa per tutti i paesi. La memoria storica di questa giornata, tuttavia, si perse a causa della sua connotazione fortemente

politica e legata alla Russia Sovietica. CosĂŹ si iniziarono a diffondere varianti della storia dell’incendio della Triangle che, successivamente, vennero dimostrate come storicamente inconsistenti dalle ricerche fatte da alcune femministe negli anni ‘70 e ‘80. METRO`

Proposte per una notte speciale

Tanti i festeggiamenti nel mondo, tra spettacoli e tradizioni Come si festeggia l’8 marzo nei vari paesi del mondo? Se nel Bel paese tradizione vuole che fidanzate e mogli abbandonino le relative dolce metà per regalarsi una serata esclusiva, alla quale si uniscono le loro amiche single per vedere uno spettacolare spogliarello a ritmo di musica, vediamo come se la passano le donne nel resto del mondo. In Russia è festa nazionale, poichÊ coincide con l’evento di una grossa manifestazione di donne che portò alla fine dello zarismo. A Quito, capitale dell’Ecuador, il Parque de la Mujer si anima di iniziative culturali, spettacoli e movimenti.

In Colombia le donne organizzano le polladas, vendite di alimenti per raccogliere fondi a sostegno di attivitĂ

da loro organizzate. Curiosità sull’Honduras: il paese ha un proprio giorno per festeggiare la donna, ed è il

25 gennaio. In Africa molti paesi celebrano la ricorrenza, soprattutto laddove le donne combattono per sfuggire alla sottomissione: è il caso del Camerun, dove i festeggiamenti durano addirittura una settimana. Situazione opposta in Asia, dove in molti paesi la donna ha un ruolo molto forte: nelle Filippine sono la classe piÚ istruita; in Indonesia vi sono incontri di donne artiste e intellettuali, spesso con connotati politici; in Vietnam le donne rappresentano una forza lavoro primaria, e la Women Union è un elemento di fondamentale importanza della cultura comunista. METRO

Tanti saranno i locali della città che proporranno musica e divertimento per tutte le donne. Dagli spogliarelli maschili, ai concerti di musica dal vivo, fino agli spettacoli teatrali. Ma non mancano all’appello le occasioni per dedicare al proprio corpo un meritato

benessere. Centri Spa propongono offerte speciali. E allora perchÊ non vi fate cullare tra massaggi particolari e trattamenti esclusivi, immersi nelle bollicine dei percorsi thalasso, dove cromo e aroma terapia vi accompagneranno in un’esperienza sensoriale unica. METRO

Roma, 08/03/2012  

news, sport, spettacolo, cronaca

Roma, 08/03/2012  

news, sport, spettacolo, cronaca