Happy Aquatics & Wellness n.3 2021

Page 53

FITNESS GERARDO RUBERTO

La gente è pronta a tornare ad allenarsi, ma dipende anche dalla nostra capacità di rinnovarci - ph Solent University UK

IL SETTORE DOVRÀ FARE I CONTI CON LO STATO FINANZIARIO E LE NUOVE ESIGENZE DEI CONSUMATORI, LA MOTIVAZIONE DEI COLLABORATORI, LE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA avere. Ma se riuscissimo a pensare, a riflettere, a porci domande potenzianti del tipo “come posso ottenere il meglio per un futuro positivo?”, rileveremmo che la pandemia è stata una grande difficoltà a cui purtroppo e per molti versi non è stato possibile fare nulla. Tuttavia penso che il Covid-19 avrebbe dovuto stimolare tutti – durante il periodo di chiusura - a progettare il rinnovamento aziendale e a reinventare la wellness experience all’interno dei club, dopo oltre 12 mesi di chiusura. So che farò arrabbiare qualcuno (se serve lo farò volentieri) ma credo si sia perso tempo a rincorrere le aperture, invece che studiare nuove modalità ed opportunità di erogare servizi adatti alle nuove esigenze dei clienti. Comunque sia, dopo che vi siete arrabbiati, pensate… il settore è fermo da circa 12 mesi: chi l’avrebbe detto! “Aspettare è doloroso. Dimenticare è doloroso. Ma non sapere quale decisione prendere è la peggiore delle sofferenze” ( Paulo Choelo)

Come possono le imprese del settore affrontare questa difficile situazione che si sta prolungando da oltre un anno, soprattutto come comportarsi nella fase di riapertura? Il grande desiderio di voler ricominciare e ricostruire è comprensibile, ma a mercato pronto sarà la domanda talmente elevata da stimolare il business? Il settore dovrà fare i conti con alcuni aspetti che compongono l’intero puzzle del

nostro lavoro: lo stato finanziario e le nuove esigenze dei consumatori, la motivazione dei collaboratori, le disposizioni in materia di salute e sicurezza. Dopo una pandemia sono più che certo che sarà necessario ricreare fiducia nei clienti, proprio per questo motivo metto al primo posto la sicurezza. Palestre e piscine dovranno adottare un approccio olistico: diverse azioni e per alcuni aspetti scontate, tuttavia se applicate faranno la differenza. Il Covid ha innalzato i livelli di attenzione dei nostri consumatori, com’è giusto che sia, e bisognerà farsi trovare pronti, avere cura di spiegare e illustrare ai clienti tutti i processi messi in campo per migliorare e garantire la loro sicurez-

Sport è stile di vita attivo, ma soprattutto salute che palestre e piscine dovranno promuovere - ph di Lisa da Pexels © D I R I T T I R I S E R VAT I

H A P P Y A Q U AT I C S & W E L L N E S S - 3 / 2 0 2 1

51