Happy Aquatics & Wellness n.3 2021

Page 22

dalle logiche di mercato, se non per gli aspetti strettamente sociali. b) Da parte dei gestori I gestori oggi non possono più pensare agli impianti natatori con le logiche del passato, ossia immaginando la Pubblica Amministrazione come una risorsa costante cui attingere in caso di problemi. La gestione deve essere uno strumento per fare impresa in modo economicamente e finanziariamente sostenibile. Probabilmente questo percorso richiederà una sempre maggiore professionalizzazione della figura del gestore.

Aquamore Seriate

LO SCHEMA BASE (VASCHE INDOOR, OUTDOOR E RISTORAZIONE) ARRICCHITO DAI CONTENUTI CHE CHIAMIAMO DELL’ACQUA DEL FUTURO (SPA E SPRAYPARK: AMBIENTE FAMILY), DA SERVIZI CORRELATI E DA ELEMENTI MULTISPORT pensi ad esempio la limitatezza di risorse che le Pubbliche Amministrazioni possono investire in questo tipo di operazioni), la creazione di un vero partenariato pubblico-privato, in cui contribuiamo in maniera significativa all’investimento assumendone il corretto trasferimento dei rischi.

estremamente family), da servizi correlati come la fisioterapia e da elementi multisport.

Possiamo definirlo un modello modulato secondo le necessità del territorio e di accordo da definire con l’ente locale?

Gli Amministratori a nostro giudizio oggi non possono pensare sul breve periodo, ma devono avere ben chiara la necessità di sviluppare progettualità di medio-lungo periodo che sappiano mantenere nel tempo il valore del patrimonio impiantistico. L’altro elemento rilevante è l’impossibilità, stante il forte investimento in capo al soggetto privato, di mantenere tariffe troppo distanti

Assolutamente, è fondamentale saper analizzare non solo le necessità ma anche le potenzialità del territorio. Esaurita questa fase, condividere con l’Ente Locale aspettative e obiettivi è lo step successivo ed altrettanto importante. È opportuno inoltre tenere in considerazione un ulteriore aspetto fondamentale, ossia l’eventuale presenza di un centro da riqualificare. In questo senso, abbiamo elaborato un modello scalabile di contenuti che, a partire dallo schema base (vasche indoor, outdoor e ristorazione), possa essere arricchito dai contenuti che chiamiamo dell’acqua del futuro (spa e spraypark per un ambiente

20

H A P P Y A Q U AT I C S & W E L L N E S S - 3 / 2 0 2 1

Cosa ritiene non possa più essere considerato oggi nella gestione di impianti pubblici a) Da parte delle amministrazioni comunali

Nella sua idea di impianto moderno, quale di quelli da voi realizzati e gestiti f ino ad oggi interpreta al meglio la nuova progettualità e perché? In tutti i nostri Centri, sia pur diversi tra di loro, è riconoscibile il DNA Aquamore. Villafranca di Verona rappresenta la nostra volontà, partendo da una riqualificazione, di trasformare gli spazi esistenti per offrire nuovi servizi all’utenza. Seriate è un centro con i contenuti più tradizionali del nostro schema base declinati in maniera da rendere la fruizione piacevole e apprezzata. Bocconi rappresenta infine la sfida di un grande centro a vocazione sportiva in un contesto metropolitano e con interlocutori sia pubblici sia privati. Obiettivi a monte del progetto Aquamore e i risultati ad oggi ottenuti nei vostri impianti Aquamore nasce con l’obiettivo di offrire una risposta qualificata alle esigenze del mercato dell’impiantistica sportiva di proprietà pubblica in Italia. Il modello che abbiamo sviluppato, oggi, ha saputo raccogliere anche l’interesse di investitori privati qua-

I PARAMETRI DI UN’OPERAZIONE VALIDA E SOSTENIBILE SONO MOLTI, MA IL PRINCIPALE È LA CAPACITÀ DI REMUNERARE IN MANIERA CERTA, EQUILIBRATA E COSTANTE NEL TEMPO LA QUOTA PARTE DI INVESTIMENTO PRIVATO

© D I R I T T I R I S E R VAT I