Page 48

MANAGEMENT

LUCA SAVERGNINI Responsabile Palestra In Acqua per Wellink lucasavergnini@wellink.it

PALESTRA IN ACQUA

soluzioni per comunicare e promuovere con successo percorsi innovativi

P er quanto l’idea di Palestra in Acqua possa essere considerata innovativa o meno, a noi piace pensare che sia una proposta semplice, realizzabile, con una buona resa e con dei costi molto contenuti. Ciò è evidente soprattutto se ragioniamo sul fatto che Palestra in Acqua è un’attività da introdurre nei momenti di meno affluenza in cui tutto il “sistema piscina” è già funzionante: personale, macchine e consumi, esattamente come durante gli orari di frequenza medio-alta (ovviamente con le dovute proporzioni ai consumi di cloro, e al personale impiegato ma in quel caso si parla di costi più che giustificati). Innovativa è invece la strutturazione del sistema che deve essere alla base di Palestra in Acqua per fare in modo che porti dei risultati; lasciatemelo però ripetere, questo “sistema strutturato”, è quello che andrebbe sempre applicato per il lancio di qualsiasi attività! È cambiato il modo di gestire gli iscritti dei nostri centri acquatici ed è cambiato il modo di

46

UN MODELLO DI SERVIZIO E ATTIVITÀ CHE APPASSIONA CON UNA CRESCITA VERTICALE, MA CHE PER ESSERE PROMOSSO E COMPRESO DEVE ESSERE COMUNICATO ADEGUATAMENTE E OFFERTO CON MODALITÀ RARAMENTE COMPRESE; L'IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE

comunicare dentro e fuori dal centro. Oggi la comunicazione passa da convenzionale a NON convenzionale, da comunicazione generica a comunicazione rivolta ad un target mirato. Ecco l’innovazione! Non aspettiamoci che buttando dei volantini ed aggiornando la news sul sito le persone in automatico vengano a chiedere informazioni, prendano brochure e depliant esemplificativi, vadano a casa a riflettere per poi tornare, iscriversi, ricevere la scheda di allenamento dall’istruttore, frequentare regolarmente e magari… portarci anche un amico. Prima di tutto ragionare sul CHI si vorrebbe coinvolgere; poi domandarsi “il nuovo servizio è per tutti? È un'integrazione di servizio per contatti già iscritti e che frequentano solo Nuoto Libero? Gli utenti finali saranno i sedentari, over 60 o medicali?” Domande necessarie per evitare che le comunicazioni perdano valore, aumentino il costo contatto e siano meno efficaci.

Analizzare e trovare il giusto modo di uscire dal centro per farsi conoscere e far conoscere il nuovo servizio; è stato stabilito il target! Definiamo come raggiungerlo. •  comunicazioni più istituzionali grazie alla collaborazione ed il supporto dell’Amministrazione Comunale; • periodi di outreach e presenza a fiere, eventi e/o negozi; • progetti corporate che possano portare il centro a comunicare direttamente con i collaboratori dell’azienda partner, coinvolgendoli con comunicazioni, open day ed eventi dedicati; • collaborazione con centri medici della zona; • in aggiunta, tutta la comunicazione più standard adattata sempre al target scelto, flyer, affissioni, canali social, web e comunicazione interna. Questo potrà garantire un vero database profilato di contatti, dei quali si conosce-

«È UN’ATTIVITÀ DA INTRODURRE NEI MOMENTI DI MENO AFFLUENZA IN CUI TUTTO IL “SISTEMA PISCINA” È GIÀ FUNZIONANTE» HA  2   2017

Profile for Happy Aquatics & Wellness

Happy Aquatics n.2 anno 2017 - ITA  

Organo d'informazione del settore piscina - Editore: European Aquatic Association - Cover: The Opposite Hotel - Shanghai

Happy Aquatics n.2 anno 2017 - ITA  

Organo d'informazione del settore piscina - Editore: European Aquatic Association - Cover: The Opposite Hotel - Shanghai

Advertisement