Page 50

zione viene iniettata già in fase di polimerizzazione cosicché il riempimento delle cavità va effettuato a in modo molto rapido (non superiore a 20 secondi); per questa ragioni le pressioni di iniezione nello SRIM sono più elevate che nel RTM, gli stampi opportunamente più rigidi e resistenti e le dimensioni dei pezzi prodotti più contenute.

Caratteristiche degli stampi per RTM

L

a scelta del materiale per lo stampo è dettata da criteri economici, quali il costo e la vita utile dello stampo, e da valutazioni tecniche, quali la correttezza geometrica, la finitura superficiale, la temperatura sopportabile. A seconda del materiale di cui è costituita la superficie della cavità si possono distinguere quattro principali gruppi di stampi:

Stampo

Stampi in materiale composito, sono fatti con resina termoindurente (poliestere o epossidica) rinforzata con fibra di vetro. Il loro basso costo e la modesta vita utile li rende adatti a produzione di piccola serie. Stampi elettroformati, sono rivestiti da una patina di nichel o cromo, denominata elettroforma, ottenuta mediante deposizione elettrolitica su di un modello, e che costituirà la superficie di lavorazione. Stampi in metallo, i risultati prodotti evidenziano le ottime proprietà in termini di precisione geometrica e gradi di finitura della superficie, sono adatti però per la produzione ad ampia tiratura dati gli elevati costi di realizzazione. Stampi in altri materiali, sono quelli di cemento armato o quelli ottenuti a spruzzo con leghe a basso punto di fusione su modelli opportuni.

Preforma

Uscita resina

Ingresso resina

la tecnologia 50

Controstampo

a Carbon Fair thesis - ISIA Florence  

Giovanni La Tona, Guido Marchesini, Mattia Risaliti 2011 Thesis of product design

Advertisement