Page 49

vità tra stampo e controstampo attraverso appositi fori di iniezione. Sotto l’effetto di pressione esercitata dal sistema di pompaggio, la resina, già premiscelata o in fase di miscelazione con in catalizzatore, avanza all’interno della cavità dai punti di iniezione verso canali di ritenzione periferici oppure fori di uscita impregnando il rinforzo fibroso ed espellendo l’aria al suo interno. Questa fase sarà agevolata dall’utilizzo di una pompa a vuoto che aspiri l’aria dalla cavità attraverso i fori di uscita durante l’iniezione (Vacuum Assisted-RTM, o VARTM). La pressione e il tempo di iniezione dipendono da diversi parametri del processo, in particolare dal sistema di iniezione, dalla viscosità e tipologia della miscela d’impregnazione, dalle caratteristiche del rinforzo e dal percorso che la miscela deve seguire all’interno dello stampo. In generale le pressioni variano tra le 0,5 e 4 bar, mentre i tempi di iniezione tra i 20 secondi e i 2 minuti. Quando il riempimento della cavità è completo, i fori di uscita prima e di entrata poi vengono chiusi attraverso valvole ottenendo un’iniezione addizionale (pumping-up) che incrementa la pressione in cavità garantendo migliore rispondenza dimensionale e migliore finitura superficiale.

Polimerizzazione della resina

I

l tempo di polimerizzazione dipende dal tipo di matrice, dalle caratteristiche geometriche del pezzo, dalla temperatura di iniezione della resina e da quella dello stampo. Tale periodo corrisponde al tempo di permanenza del pezzo sullo stampo dunque alla de-

terminazione della durata complessiva della lavorazione, e quindi del ritmo generale di produzione. Generalmente è norma estrarre il pezzo dallo stampo prima che sia stata effettuata la totale polimerizzazione in modo da velocizzare l’intero processo.

Apertura dello stampo e estrazione del pezzo

O

rientativamente si può dire che l’apertura dello stampo e l’estrazione del pezzo si possono effettuare quando sia trascorso, dal completamento dell’iniezione almeno un periodo pari a quattro volte il tempo di gelificazione caratteristico della miscela usata. L’operazione di estrazione può risultare più o meno facile a seconda della morfologia del pezzo , in particolare con il numero di angoli che la superficie del pezzo forma con la direzione di estrazione.

Operazioni di rifinitura

L

a principale operazione di finitura consiste nel tagliare ai margini del pezzo, le cosiddette tracce di sbavatura, corrispondenti alle zone di contatto tra stampo e controstampo. A questa operazione può seguire una eventuale verniciatura del pezzo, nonché lavorazioni meccaniche. Riguardo allo stampaggio RTM va specificato come si distinguano diverse procedure; così la RTM viene distinta dalla Resin Infusion under Flexible Tooling (SRIM) in cui la miscela d’impregna-

a carbon fair 49

a Carbon Fair thesis - ISIA Florence  

Giovanni La Tona, Guido Marchesini, Mattia Risaliti 2011 Thesis of product design