Issuu on Google+

0-Paladina 1-2009.qxd

30-11-2009

12:13

Pagina 1

Dicembre 2009

Notizie dal Comune www.comune.paladina.bg.it

Paladina

Supplemento di Notizie dal Comune - Tariffa ROC Poste Italiane spa - Spedizione in abb. postale - DL 353/2003 (conv. in L. 27/2/2004 n. 46) art. 1, c. 1, DCB Bergamo NdC 38 Redazione, amministrazione e stampa: IKONOS srl - 24048 TREVIOLO - Tel. 035 200 515 - Fax 035 201 041 - Email: info@ikonos.tv - Contiene IP

L’Amministrazione Comunale porge a tutti i cittadini i migliori auguri di Buone Feste

Scuola dell’Infanzia, Natale 2007

C’era una volta il Piano Regolatore Croce e delizia degli Amministratori comunali e dei Cittadini, il vecchio strumento di progettazione dell’uso e dello sviluppo del territorio è andato in soffitta. Esso aveva lo scopo di intervenire sullo stato delle cose per modificarlo e renderlo più funzionale ai bisogni e talvolta ai sogni delle comunità – quelle piccole e quelle grandi – compendiando l’interesse pubblico e le legittime aspirazioni dei privati. Sappiamo tutti che non era un’operazione facile e al riparo da appetiti economici ma possiamo dire che sostanzialmente, almeno nelle aree del Paese controllate dallo Stato e dagli Enti pubblici, si è reso possibile uno sviluppo sociale ed economico senza che il mero interesse speculativo ne pregiudicasse l’armonia o almeno non in modo irreparabile. Ora abbiamo il Piano di Governo del Territorio (PGT) e cambia molto l’approccio culturale e urbanistico che ogni operatore deve avere: in parole povere, si passa da uno strumento (il PRG) che fissava sulle tavole, a volte con spirito coercitivo, u-

na programmazione, un’idea di sviluppo urbanistico, entrando molto nel dettaglio, prevedendo destinazioni corredate di precisi volumi ad un altro (il PGT) che tende letteralmente a programmare la gestione del territorio offrendo spunti, possibilità, idee puntando sulla concertazione dei vari interessi e affidando molto alla progettazione attuativa. Se prima si doveva esser più rigidi ora si può essere più dinamici. Se prima il Pubblico calava dall’alto le sue scelte, adesso offre delle opzioni ai privati, piccoli o grandi che siano; opzioni, opportunità che, salvaguardando i fini pubblici, soddisfino i bisogni singoli. Almeno in linea teorica, ciò dovrebbe consentire un Governo del Territorio e dell’Ambiente più elastico e modificabile in relazione alle dinamiche della società. Per quanto riguarda noi, va detto che il PRG, che per legge dobbiamo sostituire col PGT, è abbastanza recente e che il nostro territorio ha già assunto un assetto stabile ed equilibrato, in un’area - non dimentichiamolo! – che, pur essendo a ridos-


0-Paladina 1-2009.qxd

30-11-2009

12:13

Pagina 2

2 www.comune.paladina.bg.it so della città, conserva caratteristiche e rapporti di convivenza peculiari, di un paese non isolato ma ancora “protetto”. Alla luce di ciò, della vocazione residenziale di Paladina, della sua recente esplosione abitativa e del conseguente incremento dei servizi, credo che i principali obbiettivi debbano essere: - Armonizzare sempre più quello che abbiamo realizzato evitando che il nostro Comune si trasformi in un “quartiere dormitorio” di Bergamo, difendendo e migliorando la qualità della vita, mettendo in primo piano i diritti di cittadinanza. - Accrescere la vivibilità promuovendo la mobilità, soprattutto quella senza automobili, recuperando in ogni senso quelle parti del territorio che ne hanno bisogno: in primis la Piazza Vittorio Veneto e quello che le sta attorno e che costituisce il cuore di Paladina. Probabilmente non sarà semplice, anche perché non facile si prospetta il prossimo futuro per le famiglie e per gli Enti locali. Ma noi siamo qui per compiere ogni sforzo, per valorizzare insieme il patrimonio che insieme abbiamo costruito, per pro-

muovere speranze e realizzare altri progetti. Anche le Amministrazioni comunali dovranno tenere conto di quanto sta accadendo e che ancora con poca convinzione viene chiamata crisi: la crisi economica che ha seguito quella finanziaria c’è e ci impone sin d’ora cautela e senso di responsabilità nella gestione della cosa pubblica. Sarà il caso di tornare a dare più peso a ciò che abbiamo e a essere sempre più parte di quanto appartiene a tutti e quindi a ciascuno, sforzandoci di convivere sempre meglio con chi ci sta intorno e credendo nella possibilità di superare questa fase difficile. È con questa consapevolezza ma con molta speranza che, a nome dell’Amministrazione che rappresento, formulo a tutti l’augurio di un buon futuro e di vivere con raccolta serenità questi giorni così particolari. Buon Natale e felice 2010! Il Sindaco Oscar Locatelli sindaco@comune.paladina.bg.it

GIUSEPPE STACHETTI Vice Sindaco gstachetti@comune.paladina.bg.it

Lavori ultimati e lavori in corso NUOVA PALESTRA CONSORTILE PALADINA/VALBREMBO Domenica 24 maggio 2009 si è svolta la cerimonia di inaugurazione della nuova palestra consortile Paladina/Valbrembo, alla presenza dei Sindaci e dei Consigli comunali dei rispettivi Comuni, delle rappresentanze delle società sportive operanti nel territorio di Paladina, della dirigente scolastica dell’Istituto

comprensivo e di tutti i cittadini che sono accorsi numerosi per assistere al taglio del nastro. Si aggiunge definitivamente un altro tassello alle opere pubbliche progettate in questi anni. La costruzione della nuova palestra ha avuto un costo di euro 1.440.000,00; le società sportive interessate e i ragazzi della Scuola Secondaria di Primo Grado hanno iniziato ad usufruirne dal mese di settembre. CIMITERO I lavori di sistemazione del cimitero sono iniziati nel mese di

novembre, con la costruzione di ben 24 nuove tombe familiari e 14 tombe in terra comune. Lo stanziamento e il costo previsto per la realizzazione ammontano a euro 75.000,00. Si tratta di un ulteriore passo in avanti per venire incontro alle più che legittime esigenze dei cittadini, da coniugare con una disponibilità di spazio che rimane comunque limitata. Ricordo, inoltre, la recente modifica del Regolamento comunale riguardante il periodo temporale di permanenza in terra comune, che ha permesso, anche a seguito di una consultazione nell’ambito della “Commissione cimitero”, di portare da 12 a 13 anni gli anni di permanenza in terra comune. MANUTENZIONI Nel mese di giugno sono stati effettuati i lavori di asfaltatura della pista ciclopedonale di via Bergamo a Sombreno, al fine di aggiustare i danneggiamenti che il tempo le ha arrecato. La spesa è stata di euro 17.852,00, finanziata in modo parziale grazie al contributo di euro 10.000,00 erogato dal consorzio del Parco dei Colli. NUOVA REGOLAMENTAZIONE PER LA CONCESSIONE DELLE TOMBE BIPOSTO La Giunta comunale nella seduta del 27 novembre 2009 ha deciso di dare in concessione le nuove tombe biposto anche in assenza di defunto. Quindi, a partire dal 2010, i cittadini che fossero interessati potranno rivolgersi presso l’Ufficio Anagrafe per ottenere la concessione trentennale.


0-Paladina 1-2009.qxd

30-11-2009

12:13

Pagina 3

3 www.comune.paladina.bg.it GIANLUIGI ARRIGONI Assessore garrigoni@comune.paladina.bg.it

Una situazione difficile Governanti e politici dichiarano: la crisi è superata! Ma la disoccupazione aumenta e le risorse diminuiscono Quale responsabile del Bilancio intendo esporre qui alcuni dati e modeste osservazioni sui quali ciascun lettore di questa rubrica può trarre le sue valutazioni sugli effetti della crisi sulle finanze del nostro Comune. PROVVEDIMENTI GOVERNATIVI Nella primavera del 2008 (sembra un secolo fa) avevamo proposto agli elettori un programma che prevedeva la realizzazione di nove opere pubbliche (di cui la zona 30 alla scuola primaria e il nuovo campo di allenamento al centro sportivo sono già stati realizzati) e l’ampliamento della scuola dell’infanzia ne era il caposaldo. Per finanziare queste opere e per avviare la gestione di quelle realizzate alla fine del precedente mandato (biblioteca e nuova palestra) avevamo scritto: “Contiamo di ricavare nuove risorse dalla valorizzazione del patrimonio comunale e dalla rimodulazione delle imposte locali sui livelli dei Comuni confinanti i quali offrono gli stessi servizi, (leggasi Addizionale Irpef dallo 0,3% allo 0,5% per circa 90 mila euro). Due mesi dopo la nostra riconferma alla gestione del Comune, il Governo nazionale ha bloccato - con la sua prima legge finanziaria - la possibilità per i Comuni di aumentare le aliquote dalla Addizionale Irpef, ha iniziato a ridurre i trasferimenti ai Comuni (-84 mila euro nel giro di due anni per noi) e a mandare solo parte dei trasferimenti promessi per risarcire i Comuni delle mancate entrate sull’ICI (soppressa) della prima casa. Questo insieme di provvedimenti ha comportato una riduzione delle entrate del nostro Comune per complessivi 180 mila euro/anno (più o meno il 10% delle nostre entrate ordinarie) ponendo una grossa ipoteca sulla possibilità di effettuare nuovi investimenti.

LE CONSEGUENZE Nel 2009 abbiamo rinunciato e rinviato a tempi migliori la realizzazione dell’impianto fotovoltaico alla scuola primaria, l’intervento sull’impianto di pubblica illuminazione per ridurre i consumi e l’appalto per l’ampliamento della scuola dell’infanzia dopo che avevamo già pagato il progetto. La crisi dell’edilizia ha avuto come conseguenza la riduzione delle entrate per oneri di urbanizzazione scesi dai 134 mila euro del 2008 ai 50 mila euro attesi per fine 2009. Dei progetti inseririti a bilancio 2009, abbiamo realizzato l’acquisto del nuovo

autocarro per la manutenzione, il rifacimento della pista ciclopedonale verso la Madonna della Castagna e il completamento del progetto del Cimitero con la realizzazione di 24 tombe biposto e 14 in terra comune. Stiamo elaborando il progetto di bilancio 2010 che si baserà sulla riconferma dei servizi in essere e la fiducia di poter realizzare con risorse nuove (rinnovo della concessione per la distribuzione del metano, riconsiderazione da parte del Governo nazionale dei trasferimenti ai Comuni) i progetti che abbiamo rinviato, ma ai quali non intendiamo rinunciare.

Tutti a…

Anche quest’anno! Tra aprile e giugno 2009, il progetto Piedibus per la Scuola Primaria ha riscosso un gran successo in termini di partecipazione e di coinvolgimento (come si vede nella foto a pagina 5) sia da parte dei ragazzi, sia dei genitori-volontari che hanno guidato le “Linee” nel percorso da casa a scuola (nella foto qui sotto). Un grazie a questi genitori, ai ragazzi e alla Protezione Civile di Paladina, per la loro fattiva collaborazione. Quest’anno vorremmo organizzare il Piedibus per un periodo più lungo. Perciò, se sei un genitore, un nonno o semplicemente vuoi impegnare qualche sabato mattina per accompagnare i bambini a scuola, contattaci quanto prima al seguente indirizzo e-mail: ltogni@comune.paladina.bg.it o chiama il numero 035 6313010.


0-Paladina 1-2009.qxd

30-11-2009

12:13

Pagina 4

4 www.comune.paladina.bg.it LARA TOGNI Assessore ltogni@comune.paladina.bg.it

Piano per l’attuazione del Diritto allo studio 2009-2010 Risorse certe in una cornice di costante impegno e rapporto tra Scuola ed Amministrazione Come già l’anno scorso, l’Amministrazione non si è limitata a garantire i servizi indispensabili previsti dalla normativa, ma si è concentrata sulla partecipazione, al fine di migliorare e potenziare i servizi scolastici, diventando un interlocutore privilegiato tra Scuole, Amministrazione comunale ed esigenze della cittadinanza. Prendendo atto dell’attuale periodo di crisi economica si è cercato di risparmiare dove possibile, mantenendo comunque i servizi necessari, come sempre efficaci ed efficienti. Vista la priorità che l’Amministrazione comunale assegna agli ambiti dell’educazione e dell’istruzione dei ragazzi, è stato tagliato solo il 10% sul totale richiesto dall’Istituto Comprensivo, che non graverà in alcun modo sulle spese delle famiglie. 1. SCUOLA DELL’INFANZIA Quest’anno risultano iscritti 86 bambini, suddivisi in 3 sezioni. Complessivamente le richieste sono aumentate di circa 2000 euro, ma sono diminuite sia nella Scuola Primaria, che nella Secondaria. Importante è la conferma dell’assistente educatore in aggiunta al corpo docente, al fine di consentire alla Scuola dell’Infanzia di accogliere anche quei bambini che altrimenti non potrebbero frequentare la Scuola a Paladina. 2. SCUOLA PRIMARIA Gli alunni iscritti sono 156, suddivisi in 10 classi tutte a tempo prolungato. L’incremento di alunni che ha permesso due anni fa di ristabilire le 10 classi che da tempo “mancavano” all’Istituto è quindi confermato. L’Istituto Comprensivo ha richiesto

complessivamente 17.290 euro, circa 2.000 in meno rispetto all’anno scorso. Nell’ottica, però, di ridurre le spese si è deciso un taglio di euro 345,60 alla voce “Allestimento e completamento laboratori”, in quanto già largamente finanziato nel P.D.S. 2008-2009. 3. SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO Risultano iscritti 169 alunni, tra i quali 74 di Paladina, suddivisi in 7 classi a tempo prolungato. Essendo in convenzione con il Comune di Valbrembo, il finanziamento è stato preventivamente concordato. Le richieste avanzate (23.368,00 euro al 50% con Valbrembo), sono pari a quello dell’a.s. precedente. Purtroppo, si sono dovuti tagliare 3.900,00 euro richiesti per il completamento dei laboratori e per gli arredi. Nel PDS non è più presente la voce “Trasporto alunni alla palestra ValPala di Valbrembo”, in quanto funziona, con grande soddisfazione degli organi scolastici, dei genitori e degli alunni, la nuova palestra consortile adiacente la Scuola Secondaria. 4. CONTRIBUTO LIBRI DI TESTO Viene confermata l’erogazione di un contributo alle famiglie degli studenti frequentanti la prima classe della Scuola secondaria di primo grado: la cifra stanziata è uguale a quella dell’anno scorso (tenendo presente che due anni fa ogni fascia di reddito aveva avuto un aumento di 20 euro). 5. BORSE DI STUDIO Anche quest’anno, l’Amministrazione sostiene gli studenti, sempre più numerosi, che hanno presentato domanda. I

criteri di merito e di reddito, così come gli importi (peraltro già aumentati nel precedente bando) rimangono invariati, con la sola eccezione della Scuola Secondaria di 1° grado, per la quale si è reso necessario l’opportuno adeguamento alle valutazioni in caratteri numerici, così come da decreto ministeriale. 6. CONTRIBUTO ABBONAMENTO TRASPORTO STUDENTI SCUOLA SECONDARIA DI 2° GRADO La convenzione stipulata con ATB consente all’Amministrazione di contribuire, anche quest’anno, alla spesa, piuttosto ingente, affrontata dalle famiglie degli studenti che frequentano le Scuole Secondarie di II grado: lo “sconto” sull’abbonamento annuale è di 45 euro. Si ricorda che la Convenzione con l’Azienda scade nel 2011; nella ricontrattazione, bisognerà tener conto del programma degli aumenti. 7. PROPOSTA DI “RISPARMIO ENERGETICO” L’anno scorso era stata avanzata e accolta dalla dirigenza scolastica un’interessante proposta dell’Amministrazione comunale, per diminuire le spese di gestione ordinaria nelle scuole. Una gestione più accurata delle utenze, con la collaborazione costante del personale A.T.A., ha permesso di risparmiare soprattutto nella Scuola dell’Infanzia e nella Primaria (pressoché invariata la spesa nella Scuola Secondaria di I grado). Complessivamente i costi sono diminuiti di 4.699 euro, che sono stati destinati alla manutenzione degli edifici scolastici e al rafforzamento delle richieste presentate nel corso dell’anno.


0-Paladina 1-2009.qxd

30-11-2009

12:13

Pagina 5

5 www.comune.paladina.bg.it

SCUOLA DELL’INFANZIA A) B) C) D) E) F) G) H)

GESTIONE ORDINARIA ACQUISTO MATERIALE DIDATTICO ALLESTIMENTO E COMPLETAMENTO LABORATORI INTERVENTI ESPERTI ARREDI VISITE D’ISTRUZIONE CORSO DI NUOTO ASSISTENTE EDUCATORE PER SUPPORTO ATTIVITA’ DIDATTICHE TOTALE SPESE

ENTRATE (presunte per anno scolastico) COSTO DEL PASTO

A) B) C) D) E) F) G) H)

A) B) C) D) E) F) G)

SCUOLA PRIMARIA GESTIONE ORDINARIA LIBRI DI TESTO ACQUISTO MATERIALE DIDATTICO ALLESTIMENTO E COMPLETAMENTO LABORATORI INTERVENTI ESPERTI SPESE PER VISITE DI ISTRUZIONE ARREDI CORSO DI NUOTO TOTALE SPESE SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO GESTIONE ORDINARIA ACQUISTO MATERIALE DIDATTICO ALLESTIMENTO E COMPLETAMENTO LABORATORI INTERVENTI ESPERTI VISITE D’ISTRUZIONE ARREDI CORSO DI NUOTO TOTALE SPESE ALTRI CONTRIBUTI LIBRI DI TESTO 1^ CLASSE SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO BORSE DI STUDIO ABBONAMENTO STUDENTI SCUOLA SECONDARIA 2° GRADO TOTALE

euro euro euro euro euro euro euro euro euro

35.000,00 1.800,00 4.000,00 3.572,00 1.500,00 850,00 1.760,00 3.200,00 51.682,00

euro euro

14.000,00 3,80

euro euro euro euro euro euro euro euro euro

33.000,00 6.300,00 1.800,00 3.800,00 3.656,00 1.600,00 3.600,00 2.484,00 56.240,00

euro euro euro euro euro euro euro euro

68.600,00 2.170,00 5.100,00 2.398,00 1.000,00 2.000,00 4.300,00 85.568,00

euro euro euro euro

2.000,00 6.000,00 5.000,00 13.000,00


0-Paladina 1-2009.qxd

30-11-2009

12:13

Pagina 6

6 www.comune.paladina.bg.it

NUOVO P.G.T.: QUALE OPPORTUNITÀ PER QUALI LE PROPOSTE DEI Il Consiglio Comunale sarà chiamato ad adottare, e poi ad approvare in primavera, il nuovo Piano di Governo del Territorio in sostituzione del vecchio Piano Regolatore, definitivamente archiviato dalla Legge Regionale 12/2005. Si tratta di uno strumento urbanistico più completo per regolare il territorio comunale, di cui coglie tutti gli aspetti: da quello paesaggistico a quello dei servizi. Si compone di tre parti: il Documento di Piano (DP),

il Piano dei Servizi (PdS) e il Piano delle Regole (PdR), unitamente a tutte le verifiche di compatibilità e di sostenibilità ambientale rispetto alle proposte inserite in tali documenti. L’adozione del P. G. T. richiede uno sforzo partecipativo da parte di tutti i cittadini. Per questo è bene che ogni Gruppo Consiliare possa avanzare delle proposte costruttive. Lasciamo, quindi, la parola ai Gruppi, i cui contributi risalgono al giugno 2009.

Anche se gli strumenti urbanistici del nostro Comune sono recenti e ricchi di valide indicazioni, il PGT è un’ottima opportunità per “nuove esperienze di gestione dei beni pubblici, di strutturazione dei luoghi e dei servizi per la comunità, di sinergie tra ente pubblico e privati” (Notizie dal Comune 2/2006). Il percorso amministrativo prevede passaggi obbligatori di partecipazione dei cittadini, dei gruppi politici, delle associazioni, delle istituzioni: in tali occasioni daremo massimo apporto; qui ci limitiamo a elencare sintetiche riflessioni, aspettative, alcune idee. Salvaguardata la vocazione residenziale, i Sindaci e gli Assessori del nostro Gruppo hanno ben lavorato negli anni, realizzando opere e infrastrutture ma anche servizi sociali e culturali, per evitare la deriva del nostro paese, che ha sufficiente tessuto abitativo, a mero dormitorio. Grazie a queste scelte lungimiran-

ti, il PGT può ora puntare decisamente a migliorare la qualità del vivere in Paladina, seguendo alcune linee di fondo: 1. valorizzazione delle ricchezze naturali/ambientali (zona del Parco dei Colli, scarpata verso le Ghiaie, torrente Quisa, fiume Brembo e suo alveo); 2. attenzione e rispetto per le particolarità del “costruito”, che presenta aree di pregio (centri storici), di interessanti tipologie (Ghiaie), di eccellenza storicoarchitettonica (Sombreno); 3. armonizzazione dei vari servizi esistenti, mettendoli in “rete” funzionalmente e materialmente; 4. politiche di sostenibilità ecologica (es: incentivi al risparmio energetico). Qualche altro spunto: evitare ulteriore espansione edilizia e consumo di suolo, ristrutturando e trasformando senza ampliare; incrementare la mobilità ciclopedonale, in primo luogo a tutela delle fasce

deboli -bambini, anziani, diversamente abili- ma anche per promuovere la salute di tutti (es: percorsi protetti per raggiungere scuole, parchi, edifici e servizi pubblici o per andare in sicurezza da Sombreno fino alle Ghiaie; se possibile, percorso -con vista sul Brembo- dalle scuole medie alla biblioteca,); maggiore integrazione est-ovest riqualificando, come già suggerisce il PRG vigente, l’attuale strada provinciale (in futuro sostituita da variante) e le sue adiacenze; sistemazione della piazza; completamento del Piano Viabilità; possibilità di insediare attività economiche a basso impatto. Con un auspicio di base: che le scelte urbanistiche favoriscano coesione sociale, reti di vicinato solidale, sicurezza e sviluppo (cardini del nostro programma e del nostro impegno).

La maggioranza ha deciso di dotarsi di un nuovo PGT (costo ipotizzato 70.000 euro) in sostituzione del PRG vigente adottato nel 2002. Senza aver potuto interloquire con l’estensore del piano... esprimiamo alcune indicazioni “concrete” con la speranza che

vengano almeno considerate (nonostante il rifiuto “storico” di realizzare un sottopasso anche automobilistico sul provinciale); consapevoli che con la legge elettorale comunale in vigore da 20 anni, “esageratamente maggioritaria”, le due minoranze col 50,12%

complessivo hanno 5 consiglieri e la maggioranza col 49,88% ne ha 12 col sindaco! 1. Va trovata una sede più opportuna al mercato di Paladina “spostato provvisoriamente” nel 1985 in via Ossanesga secondo la più classica delle for-

Massimo Raineri Capogruppo“Per Paladina”


0-Paladina 1-2009.qxd

30-11-2009

12:13

Pagina 7

7 www.comune.paladina.bg.it

PER LA VALORIZZAZIONE DI PALADINA? DEI GRUPPI CONSILIARI? mule “mediterranee”. A nostro avviso, dalla strada più densamente abitata andrebbe trasferito ad esempio in via Paglia dopo aver allungato verso sud il parcheggio come proponemmo a suo tempo. Il mercato risulterebbe ugualmente centrale, più vicino alle Ghiaie e di poco più lontano dalla City. Consideriamo sconveniente la “vecchia” ipotesi di spostarlo in via 2 Giugno perché distruggerebbe il polmone verde costituito dagli antichissimi orti di via Fiume; 2. dopo aver realizzato il terrapieno va finalmente sistemato il tornante della via Piave. Con un tracciato più vicino a quello storico si alleggerirebbe la scar-

pata e si otterrebbe una curva più larga e più sicura; 3. va realizzato un marciapiede ed eventualmente un parcheggio sulla via Roma, ricostruendo il decrepito muro a secco verso est; 4. vanno salvaguardati e tutelati i pochissimi lembi di terreno agricolo miracolosamente sopravvissuti; limitata l’espansione edilizia alle sole esigenze familiari e recuperati i centri storici con interventi filologici e non speculativi; 5. si potrebbero specializzare le aree verdi comunali per renderle più fruibili: aree per il gioco libero dei ragazzi, orti per i pensionati, giardini-frutteto, una o due aree beach attrezzate nei

pressi del Brembo; 6. si dovrebbe recuperare la sorgente con la piccola cisterna della Fontana Brènta e la successiva zona umida col fosso che allaga la piazza di Sombreno una volta all’anno; 7. ove possibile si potrebbero ripristinare gli accessi alla Quisa e realizzare sulle sue sponde pubbliche, sistemate in modo “esemplare”, una pista pedonale e ciclabile; 8. vanno censiti, valorizzati e collegati i sentieri ed i passaggi storici previsti anche dai precedenti PRG, nel rispetto delle proprietà private e pubbliche. Gianmaria Brignoli Capogruppo “Lega Nord” e Indipendenti

L’argomento in questione riteniamo sia piuttosto complesso per poter essere affrontato in poche righe a disposizione in questo articolo. La linea generale che, a nostro avviso, ogni nuova o vecchia Amministrazione dovrebbe perseguire è una programmazione e progettazione che pensi al futuro e alle nuove generazioni, considerando il territorio un bene prezioso da preservare e non da consumare in maniera irreversibile. La considerazione fondamentale, alla base del nostro punto di vista, è che nel territorio comunale, non vi è più disponibilità di aree di dimensioni e caratteristiche tali da consentire scelte urbanistiche strategiche. Obiettivo del piano deve essere quello di limitare la densità fondiaria per quanto riguarda sia l'edilizia residenziale che produttiva, in modo da favorire il recupero del centro storico, delle attività esistenti, contenendo la necessità di nuove edificazioni.

I punti fondamentali della nostra proposta sono i seguenti: 1. Dare inizio al progetto di una nuova piazza, in modo che sia funzionale allo sviluppo di una attività commerciale compatibile al fabbisogno del paese ed allo stesso tempo che completi i servizi commerciali mancanti a Paladina, tenendo conto di un crescente fabbisogno e modificazione dei parcheggi di sosta a tal fine. 2. Creare all’interno della volumetria disponibile nel recupero piazza e limitrofi, una serie di unità abitative tra le quali alcune di proprietà comunale attrezzate per poter venire incontro alle famiglie più disagiate con situazioni di handicap all’interno del nucleo famigliare. Inoltre è interessante valutare la possibilità di creare aule o spazi civici da mettere a disposizione per le associazioni presenti e future del paese.

3. Gli interventi sulla viabilità secondaria devono tutti considerare in via prioritaria la necessità di creare una estesa rete di piste ciclabili, in grado di interconnettersi con le aree urbane limitrofe. Il fiume Brembo è una grande risorsa paesaggistica e naturalistica, che va adeguatamente sviluppata, realizzando collegamenti anche con le aree verdi dei paesi limitrofi, utilizzando i percorsi ciclo pedonali per collegare tra loro queste aree. 4. Favorire l'adozione di sistemi di risparmio energetico (pannelli solari e fotovoltaici) soprattutto sugli edifici pubblici. 5. Sostenere i poli di aggregazione spontanei (Biblioteca, Centri Giovanili, Oratorio) e contribuire alla loro integrazione operativa. Luca Bolis Capogruppo “Vivere Paladina”


0-Paladina 1-2009.qxd

30-11-2009

12:13

Pagina 8

8 www.comune.paladina.bg.it

“San Rubinetto” è meglio... Acqua: componente primaria ed essenziale di ogni essere vivente

Il simbolo “<” indica valori inferiori al limite di rilevabilità dello strumento

Punto di partenza di questa riflessione è l’acqua che quotidianamente beviamo. Ogni italiano mediamente sorseggia 200 litri di acqua minerale all’anno. L’inarrestabile crescita dei consumi di acqua in bottiglia è uno dei più importanti fenomeni economici, sociali e di costume degli ultimi decenni (siamo tra i maggiori acquirenti di acqua in bottiglia del mondo).

Ingentissimi investimenti pubblicitari (oltre 300 milioni di euro all’anno) ormai ci “danno a bere” di tutto. Che fare? Proviamo a bere, magari per un mese, -come si faceva un tempo, e per fortuna qualcuno ha continuato a fare - l’acqua del rubinetto. Favoriremo il nostro ben-essere, consapevoli che una scelta apparentemente semplice può avere grandi e positi-


0-Paladina 1-2009.qxd

30-11-2009

12:13

Pagina 9

9 www.comune.paladina.bg.it ve ripercussioni, sul versante economico e soprattutto sulla tutela e la salvaguardia dell’ambiente. Nella scheda, abbiamo comparato l’acqua del nostro acquedotto con i parametri della normativa vigente e con le analisi riportate sulle etichette di alcune note marche di acqua minerale. Con soddisfazione possiamo dire che l’acqua “San Rubinetto”, come ad alcuni - e anche a noi - piace ironicamente chiamare l’ acqua potabile, non ha nulla da temere dal confronto con le altre acque: è buona, sicura, controllata, economica ed ecologica. La nostra acqua, che arriva direttamente dalla sorgente di Algua (vicino a Zogno), è una delle “potabili” più buone d’Italia sia dal punto di vista chimico-fisico che organolettico (test della rivista AltroConsumo e analisi Legambiente); è tra le acque più povere di sodio ed è stata promossa a pieni voti anche per le basse concentrazioni di nitrati (valori alti possono essere pericolosi per i neonati e per le donne in gravidanza); alcune volte potrebbero presentarsi al gusto delle tracce di cloro, sostanza che si volatilizza in breve tempo, avendo l’accortezza di versare l’acqua in una caraffa o in una bottiglia con un piccolo anticipo sui tempi del consumo. L'acqua della rete è sicura, perché controllata giornalmente con limiti massimi stabiliti dalla normativa vigente molto più stringenti rispetto a quelli per le acque minerali. Ha un residuo fisso (contenuto salino medio) che la pone tra le “oligominerali” particolarmente adatte al consumo umano e il valore delle durezza è tra i più bassi. La nostra acqua è economica: con meno di un euro una fami-

glia di quattro persone può tranquillamente dissetarsi per un anno intero, a fronte di una corrispettiva spesa media di decine di euro all’anno. La filiera dell’acqua in bottiglia presenta un consumo di materia ed energia rilevante oltre che inquinante. Serve parecchio petrolio e si producono sostanze inquinanti (idrocarburi, ossidi di zolfo, monossido di carbonio e anidride carbonica) per produrre le bottiglie in PET, trasportarle alla ditta imbottigliatrice, imbottigliarle, trasportarle ai punti vendita, stoccarle e distribuirle e di nuovo trasportarle alla propria abitazione (mediamente una bottiglia d’acqua percorre oltre 1000 km prima di arrivare nella nostre case). Una volta utilizzate le bottiglie devono essere smaltite; se correttamente differenziata la plastica può essere tranquillamente riciclata altrimenti, come accade in alcuni Comuni meno virtuosi, viene conferita nel sacco nero finendo in discarica o nell’inceneritore. E per chi ama l’acqua “gassata”? Se proprio qualcuno non riesce a resistere alla voglia di “bollicine” esistono in commercio degli erogatori di Co2 che con poca spesa possono soddisfare qualsiasi voglia di effervescenza. P.S.: Per chi volesse proprio fare le cose come si deve può ritirare, presso l’Ufficio Anagrafe o presso la Biblioteca Comunale, l’etichetta dell’acqua del nostro “San Rubinetto”, riportante i dati delle analisi chimico-fisico e microbiologiche aggiornate, da incollare sulle bottiglie o sulle brocche utilizzate in tavola ogni giorno. Pietro Guarnieri Presidente della Commissione Ambiente ed Ecologia

BORSE DI STUDIO 2008-2009 La consegna nella Sala Polifunzionale sabato 19 dicembre 2009 Il Bando pubblicato per l’anno scolastico 2008-2009 ha messo a disposizione ben 14 Borse del valore di euro 280,00 ciascuna, di cui 4 destinate alle studentesse e agli studenti della Scuola secondaria di I grado e 10 ai frequentanti di un qualsiasi Istituto superiore di II grado che preveda il conseguimento del diploma (con eccezione delle studentesse e degli studenti del quinto anno) o frequentanti un istituto professionale purché iscritti all’anno successivo (novità di questo bando). Le domande presentate ed aventi i requisiti richiesti sono state 23: 5 per la Secondaria di I grado e 18 per la Secondaria di II grado. Determinata la graduatoria, sono state assegnate: 6 borse di studio da euro 280,00; 5 borse di studio da euro 240,00 (per i 5 studenti della Secondaria di I grado classificati a pari merito); 6 borse di studio da euro 200,00 per gli studenti degli Istituti superiori classificati a pari merito; 6 premi da euro 60,00 per gli studenti che, pur ammessi alla graduatoria, non hanno raggiunto un punteggio complessivo tale da aggiudicarsi il valore pieno della Borsa. L’Amministrazione è orgogliosa degli ottimi risultati ottenuti da queste giovani promesse paladinesi che, con le loro eccellenti prestazioni, ribadiscono l’importanza del soste-

gno alla formazione scolastica superiore, quale strumento per la crescita culturale ed umana delle giovani generazioni. L’Amministrazione e, in particolare, l’Assessorato alla Pubblica Istruzione e la Commissione Scuola, hanno perciò previsto, anche nel Piano per il Diritto allo Studio di quest’anno, la spesa per le borse di studio. A tutti i ragazzi premiati e a quelli che potranno esserlo nei prossimi anni un caloroso augurio e un invito sincero a proseguire l’impegno nel percorso di studi con entusiasmo. Ecco (in ordine alfabetico) le ragazze e i ragazzi premiati: Benaglia Giulia, Bertuletti Cristian, Bolis Andrea, Brignoli Giulio, Bussini Sara, Buttarelli Agostino, Buttarelli Francesco, Cavalleri Elisabetta, Cordoni Sara, Cortinovis Andrea, De Leidi Alessandro, Donadoni Elisa, Locatelli Chiara, Manzoni Alice, Melacini Elena, Micheletti Lisa, Moretti Stefano, Piazzalunga Chiara, Piazzalunga Matteo, Ravanelli Chiara, Riva Arianna, Roncalli Luca, Valceschini Letizia. Lara Togni Assessore alla Pubblica Istruzione


0-Paladina 1-2009.qxd

30-11-2009

12:13

Pagina 10

10 www.comune.paladina.bg.it TOMMASO RUGGERI Assessore truggeri@comune.paladina.bg.it

Una Biblioteca per tutti Sembra ieri eppure è passato più di un anno dalla riapertura della biblioteca. È stato un periodo intenso, ricco di eventi e denso di soddisfazioni. L’ingresso della biblioteca profuma ancora di nuovo: gli scaffali ormai riempiti di libri, i disegni sui vetri per accogliere i bambini, i cuscini colorati sono lì ad aspettare ogni giorno l’arrivo dei piccoli insieme ai loro genitori e di tutti coloro che cercano un luogo tranquillo e piacevole per leggere, studiare, approfondire o semplicemente per pensare. Fare cultura in un’epoca come la nostra non è cosa semplice, soprattutto quando play station e centri commerciali, giochi elettronici e internet rubano la scena ai libri. Per fortuna però, non tutto è perduto. Molte persone sono entrate in biblioteca alla ricerca di qualcosa da “brucare”. Già, perché il lettore deve poter “pascolare” libero tra gli scaffali per toccare, sfogliare, curiosare. Poi, se la ricerca non trova risultato, è possibile, con l’aiuto della bibliotecaria, consultare il catalogo provinciale dove solitamente si trova tutto quello che si cerca. Il primo passo è iscriversi! Presentati in biblioteca con il tuo Codice Fiscale e compila il modulo. Ti verrà consegnata una tessera con la quale potrai prendere in prestito libri da tutte le biblioteche della provincia di Bergamo. Secondo passo: non trovi un libro? Prenotalo! Se vuoi un libro che non trovi alla biblioteca di Paladina, chiedi alla bibliotecaria che lo prenoterà per te. Terzo passo: sei pronto a prenotare libri da casa! Autenticati sul sito http://opac.provincia.bergamo.it indicando il tuo username (codice della tessera della biblioteca o il tuo codice fiscale) e password (inizialmente il tuo codice utente + il tuo codice fiscale, ma puoi cambiarla quando vuoi!), facendo attenzione a inserire i dati in MAIUSCOLO. Ora puoi ricercare

e prenotare nel catalogo l'opera di tuo interesse scegliendo la biblioteca presso la quale vuoi andare a ritirarla. È tutto chiaro? E allora cosa aspettate? I libri vi aspettano! Ma la biblioteca è anche molto altro. Abbiamo scritto all’inizio la parola “cultura” … Si tratta di un concetto molto ampio che contiene in sé molte sfumature che abbiamo cercato di colorare durante questo primo anno: basti pensare alle gite culturali a Torino, Parma e Aosta alla scoperta dell’arte e delle tradizioni di queste bellissime città italiane. Abbiamo anche sorriso e ci siamo divertiti moltissimo quando abbiamo assistito alle magie del Mago Barnaba e abbiamo spalancato la bocca stupiti davanti alle magiche bolle dell’Ouverture des Saponettes. Come dimenticare poi il corso rapido di origami, i laboratori di arte ed eco arte, il trucca bimbi di Ale&lealtre, le maschere a Carnevale, le uova decorate a Pasqua. Vogliamo poi ricordare l’incontro meraviglioso con Giusi Quarenghi a giugno e il viaggio fantastico nel mondo di “Oz”? È stato un anno molto bello e la storia continua! Nuovi appuntamenti ci aspettano per divertirci e imparare insieme. DURANTE IL MESE DI DICEMBRE IN BIBLIOTECA: Costruisci il tuo presepe con materiali semplici. Attacco “d’arte facile” per bambini dai 5 anni in avanti. Seguirà volantino dettagliato. 26 dicembre ore 21.00 “Il Fantasma dell’opera” e musiche tradizionali Auguri in Musica con l’Orchestra di Fiati del Corpo Musicale S. Michele di Mapello. Musiche tradizionali del Natale presso la nuova palestra consortile, Passaggio Rodari 3, Paladina.

ESTATECI Un’estate ricca di appuntamenti che hanno avuto un grande successo. Ricordiamo i principali: il PalaGiò 2009, edizione rivista e aggiornata; il torneo di calcetto con una grande partecipazione; la festa Mordi l’Estate con cucina, bar, servizio al tavolo e musica; luglio, il mese dell’Arte con il laboratorio “Land art” presso il fiume Brembo e quello “Graffiti” presso un sottopasso di via Montegrappa. Ultimo, ma non meno importante, il laboratorio di giornalismo che si è tenuto presso la biblioteca di Paladina. L’idea che da tempo sta alla base di questo laboratorio è di creare un Giornalino dei Giovani che rispecchi le loro idee, le loro posizioni e il loro punto di vista. Per questo si

lavorerà per creare una vera e propria redazione che sia poi stabile durante l’anno.


0-Paladina 1-2009.qxd

30-11-2009

12:13

Pagina 11

11 www.comune.paladina.bg.it STEFANO GALLIANI Assessore sgalliani@comune.paladina.bg.it

Servizi alla Persona ...da aprile 2008 a novembre 2009 Utilizzo questo spazio non per descrivere la strategia con cui ci stiamo muovendo nell’ambito dei servizi alla persona ma per un sintetico resoconto del lavoro svolto nei primi 18 mesi di mandato. Quanto descrivo è stato possibile grazie alla collaborazione di molti e, soprattutto, all’ottimo e puntuale lavoro della responsabile rag. Cinzia Locatelli e dell’assistente sociale dott.ssa Alice Terzi. Dalla primavera 2008 ad oggi abbiamo: - messo a regime l’organizzazione del servizio sociale e il segretariato sociale che rappresenta per legge un Livello Essenziale di Assistenza per i cittadini - accompagnato persone nell’iter per il riconoscimento dei diritti sociali ed economici dovuti alla loro condizione di svantaggio - offerto possibilità di alloggi, opportunità occupazionali e di riconoscimento sociale per soggetti in condizione di difficoltà economica e sociale - erogato contributi a persone e famiglie in disagio socio-economico utilizzando prioritariamente le risorse dell’Ambito distrettuale, limitando al minimo le erogazioni dal bilancio comunale - soprattutto costruito progetti per promuovere salute ed uscita dalla condizione di disagio Nonostante gli stretti vincoli di bilancio, l’Amministrazione comunale ha scelto di: - migliorare la qualità di servizio e strutture del Nido “In Volo”, confermando le tariffe agevolate per famiglie a reddito più basso e contenendo i costi di gestione - riproporre lo Spazio-gioco “Il Girasole” con soddisfazione e ottima risposta numerica delle famiglie (per questo ringrazio anche la Parrocchia di Paladina per aver messo a disposizione i locali) - attivare per otto mesi il progetto “Non solo compiti” per gli alunni della scuola elementare - incrementare il numero di persone seguite dal Servizio di Assistenza Domiciliare - proporre il CRE estivo per bambini e ragazzi (circa 140 iscritti nel 2008 e quasi 160 nel 2009) - sostenere il corso di alfabetizzazione per donne immigrate concluso il 2 giugno 2008 e 2009 con la festa “Palamondo”, per un Comune e una Repubblica Italiana che sa incontrare i suoi nuovi cittadini. Tra le novità citiamo: - l’approvazione in Consiglio Comunale del nuovo regolamento sui contributi di carattere economico - il miglioramento del trasporto sociale e della consegna di pasti a domicilio a cura dei volontari di Paladina (che voglio

ringraziare per disponibilità e impegno) agevolati anche per un nuovo protocollo tra il Comune e le Associazioni “Ambiente e vita” e Auser di Valbrembo; - la nomina del sottoscritto (a titolo gratuito) come Presidente dell’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito distrettuale Villa d’Almè – Valle Imagna e membro nel Consiglio di Amministrazione della nuova Azienda Speciale Consortile per la gestione dei Servizi Sociali nell’Ambito stesso. Inoltre abbiamo promosso incontri e percorsi di dialogo con alcuni referenti significativi del nostro territorio. Mi riferisco in particolare a : - n. 7 incontri con la Commissione Comunale sui Servizi Socio-assistenziali (a cui partecipano rappresentanti di tutti i gruppi presenti in Consiglio Comunale) - n. 7 incontri del Gruppo di studio su “Famiglia, Educazione e Genitorialità” che vede una folta partecipazione (abbiamo raggiunto anche le 25 presenze) in rappresentanza delle Parrocchie di Paladina e Sombreno, Associazioni sportive e di solidarietà sociale, Servizi per l’infanzia e l’adolescenza, Istituto comprensivo e Consiglio di Istituto di Paladina, membri di Commissioni - incontri a cadenza mensile con i volontari che curano il “trasporto sociale” - incontro con i Medici di famiglia A queste occasioni vanno aggiunti gli incontri e le assemblee con gli utenti dei vari servizi attivati (Nido, Spazio gioco, CRE, anziani ultraottantenni, residenti alloggi sociali, ecc.) e le collaborazioni costanti su diversi progetti con l’assessore Ruggeri (Cultura, Sport e Politiche Giovanili) e con l’assessora Lara Togni all’Istruzione. Anche a loro va il mio ringraziamento.

Notizie dal Comune PERIODICO D'INFORMAZIONE DEI COMUNI E DEGLI ENTI LOCALI

Dire t t o re re s p o n s a b i l e : Carlo Baruffi R e d a z i o n e : Santina Coppetti con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale I m p a g i n a z i o n e e c o n t ro l l o q u a l i t à : Cecilia Modi Redazione, amministrazione e stampa: IKONOS srl Via C. A. Dalla Chiesa, 10 - 24048 Treviolo IKONOS Editore - B e r g a m o Aut. n° 9 del 10/2/1986 Tribunale di Bergamo Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana


0-Paladina 1-2009.qxd

30-11-2009

12:13

Pagina 12

12 www.comune.paladina.bg.it

NUMERI UTILI E ORARI UFFICIO SEGRETERIA Telefono 035/6313010 - Fax 035/637578 Email segreteria@comune.paladina.bg.it Lunedì, martedì e giovedì dalle 8.30 alle 12.00 Lunedì e giovedì anche dalle16.00 alle 18.00 UFFICIO PROTOCOLLO E ARCHIVIO Telefono 035/6313011- Fax 035/637578 Email protocollo@comune.paladina.bg.it Da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 12.00 Lunedì e giovedì anche dalle16.00 alle 18.00 UFFICIO ANAGRAFE Telefono 035/6313002 - 035/6313000 Fax 035/637578 Email anagrafe@comune.paladina.bg.it Da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 12.00 Lunedì e giovedì anche dalle 16.00 alle 18.00 Sabato dalle 9.00 alle12.00 UFFICIO RAGIONERIA Telefono 035/6313003 - 035/6313004 Fax 035/637578 Email ragioneria@comune.paladina.bg.it Lunedì, martedì e giovedì dalle 8.30 alle 12.00 Lunedì e giovedì anche dalle 16.00 alle 18.00 UFFICIO TECNICO Telefono 035/6313006 - 035/6313005 Fax 035/637578 Email tecnico@comune.paladina.bg.it Lunedì e martedì dalle 9.00 alle 12.00 Giovedì dalle 8.30 alle 10.30 e dalle 16.00 alle 18.00 POLIZIA LOCALE Telefono 035/6313008 - Fax 035/637578 Email polizialocale@comune.paladina.bg.it Lunedì dalle 14.30 alle15.30 Giovedì dalle 9.00 alle 11.00 BIBLIOTECA Telefono 035/637100 Email biblioteca@comune.paladina.bg.it orario invernale: martedì, giovedì, venerdì 15.0018.30; mercoledì 20.00-22.00 sabato 9.00-12.00; sabato 14:00-17.00 ASSISTENTE SOCIALE Telefono 035/6313007 Email assistente sociale@comune.paladina.bg.it Giovedì, dalle 10.00 alle 12.00

“La libertà è partecipazione”* Hai una domanda che vorresti fare al Sindaco o agli assessori e che ti piacerebbe condividere con i tuoi concittadini sul prossimo numero del Notiziario Comunale? L’Amministrazione risponderà alle tue richieste, pubblicandone le risposte su queste pagine. È un grande passo avanti che ha la finalità di aumentare la partecipazione e la vicinanza dei cittadini alle Amministrazioni pubbliche, partendo dalla nostra piccola realtà… chissà che anche altri comincino a seguire il nostro esempio! È dalla partecipazione di ognuno di noi che si attuano i cambiamenti per far sì che chi amministra le nostre città le renda a “misura di cittadino”, ascoltando le loro voci. Aspettiamo le tue domande, le tue proposte o le tue richieste. Scrivi a ltogni@comune.paladina.bg.it o consegna in busta chiusa (anche anonima se lo ritieni necessario) all’Ufficio Protocollo del Comune. *La libertà, Giorgio Gaber, 1972

ORARI DI RICEVIMENTO SINDACO E ASSESSORI OSCAR LOCATELLI Sindaco sindaco@comune.paladina.bg.it Lunedì, dalle 17.00 alle 18.00, e giovedì, dalle 10.00 alle 12.00. SU APPUNTAMENTO GIUSEPPE STACHETTI Vice Sindaco gstachetti@comune.paladina.bg.it Con delega per i settori: Manutenzione e patrimonio, Lavori pubblici, Cimitero, Protezione Civile e Sicurezza, Ecologia e Ambiente, Trasporti pubblici. Lunedì, dalle 17.00 alle 18.00. DOTT. GIANLUIGI ARRIGONI Assessore garrigoni@comune.paladina.bg.it Con delega per i settori: Bilancio, Finanze e Tributi, Commercio e Attività produttive, Rapporti con Enti sovracomunali e Comuni limitrofi. Lunedì, dalle 17.00 alle 18.00. STEFANO GALLIANI Assessore sgalliani@comune.paladina.bg.it Con delega per i settori: Servizi alla Persona, all’Infanzia e agli Anziani, Politiche per la famiglia, Integrazione e coesione sociale, Solidarietà, Rapporti con le Associazioni. Lunedì, dalle 17.00 alle 18.00, e sabato, dalle 10.00 alle 12.00 (IL SABATO SU APPUNTAMENTO) TOMMASO RUGGERI Assessore truggeri@comune.paladina.bg.it Con delega per i settori: Cultura, Tempo libero, Qualità della Vita, Politiche Giovanili, Sport, Partecipazione, Educazione degli Adulti, Organizzazione e Innovazione tecnologica, Promozione del Territorio. Sabato SU APPUNTAMENTO da definire allo 035/637100 e 035/6313010 alle 12.00. DOTT. SSA LARA TOGNI Assessore ltogni@comune.paladina.bg.it Con delega per i settori: Pubblica Istruzione, Comunicazione, Informazione. Sabato, dalle 10.00 alle 12.00 SU APPUNTAMENTO Per appuntamenti con il Sindaco e con gli assessori: 035/6313010


notiziario comune Paladina dicembre 2009