Issuu on Google+


2


AMMINISTRATORE:

Dr. Hazard

CAPO REDAZIONE:

Drako

REDATORI:

Blackfenix88 Drako Nervaccio Rennygta Shockps Sasi897

E dizione re a lizzat a p er supp or to ele ttron i c o tr amite w w w. g t 5 i t a l i a . i t La diffusione, la stampa e la copia anche parziale senza autorizzazione è vietata.

3


4


Eccoci qui presenti alla seconda tappa dell’oriente, che si corre in Giappone nel circuito del Fuji costruito alle pendici del monte da cui prende il nome. Con i motori accesi e chi si diverte a farli rombare come si deve per farsi un po’ notare, tutti quanti si dispongono sulla griglia di partenza per il via come da risultati di qualifica. Le luci si spengono e le auto iniziano

a muoversi per il giro di lancio. il giro viene aperto dal leader Skull con un’andatura di 110 km/h e a differenza della prima tappa il via anzi che essere a 90 km/h, sarà ad una velocità di 110 km/h, deliberati dalla Direzione Gara visto il lungo rettilineo a disposizione. La gara ha inizio con Karma che supera in staccata alla prima curva Skull, subito dietro Drako viene sfilato sia da Moro che da Sasi il quale guadagna 2 posizioni, ulteriormente dietro le posizioni rimangono invariate.

I primi giri Skull e Karma scappano dall’intero gruppo alternandosi a vicenda la prima posizione dando spettacolo. Nelle retrovie Sasi, Moro e Drako iniziano a duellare per la terza posizione dove nessuno dei tre riesce ad avere la meglio sugli altri. Nel frattempo durante la bagarre continua dei tre, VonShulz (che sostituisce l’ormai vecchio Wamditanka) riesce a recuperare il gruppetto assaggiando finalmente la scia. In fondo ci sono le posizioni stabili di Leps10 e Hazard, i quali si alternano la 7 posizione giro dopo giro e Yousuzuka. Al 5° giro Skull ha la meglio su Kar-

5


ma e riesce finalmente a imporre il suo ritmo gara, Karma in pochi giri perde pure l’uso della scia nei rettilinei. Nello stesso giro c’è un contatto tra Moro e Drako all’uscita della prima curva dove si danneggiano le auto, però entrambi continuano la gara senza fermarsi. Al 10° giro Drako viene toccato da Sasi alla curva “Coca Cola”, perde il controllo dell’auto andando esterno, ma interno per la curva “100R” e nel rientrare in pista va in collisione con Moro il quale stava sopraggiungendo, di conseguenza ulteriore danni all’auto. Alla fine del giro i tre (Drako, Moro e Sasi in ordine) sono rientrati ai box forzatamente per riparare i danni. Mentre Drako e Sasi rimontano le dure per il secondo stint di gara Moro monta le gomme morbide per tentare una rimonta. Al 13° giro si ferma anche Skull per rimontare le gomme dure di conseguenza balza in testa Karma il quale ha conservato maggiormente le gomme. Nello stesso momento nel Team W.B.S.R. c’è stato un po’ di caos con la conseguente rottura definitiva del motore di VonShulz il quale ha dovuto obbligatoriamente ritirarsi. Intanto nelle retrovie iniziano i primi pit stop di Hazard e il giro dopo di Leps10 che rimontano le gomme dure. Al 15° giro Moro rimonta su Drako guadagnando una po-

6

sizione e dopo pochi giri (precisamente al 20° giro) è costretto ai box per sostituire le ormai esaurite gomme, con le gomme dure. Drako si ferma al giro 24, mentre al giro 33 riesce a recuperare la seconda posizione ai danni di Moro il quale a fine giro rientra ai box per una sosta e rimontare gomme dure. Sasi dopo il contatto avuto con Drako al 10° giro perde molta concentrazione e di conseguenza inizia ad avere un ritmo gara molto alto rispetto ai tempi fatti registrare nelle prove libere, inoltre per vari errori commessi è costretto a fare 4 soste prima di concludere la gara. Al 23° giro Yousuzuka per problemi tecnici è costretto a parcheggiare l’auto a bordo pista e a ritirarsi, mentre al giro 42 la stessa sorte tocca a Leps10 che parcheggia anche lui la macchina qualche curva prima del traguardo. Sasi897 al 42° giro è costretto alla sua ultima sosta forzata, poiché prima che Leps10 parcheggiasse definitivamente l’auto sono entrati in contatto causando ad entrambi rotture a sospensioni. Uscito dai box si ritrova dietro ad Hazard e all’ultimo giro riesce a superarlo per riprendersi la 5° posizione. Skull effettua la seconda sosta al 26° giro per rimontare nuovamente le gomme dure e con l’esaurimento del carico benzi-


na la macchina inizia ad essere piÚ leggera e i tempi iniziano a scende a loro volta. Karma effettua la prima sosta al 17° giro, dove monta le gomme dure e lascia la prima posizione in mano di Skull per poi riprendersela alle seconda sosta di Skull. Per la seconda e ultima sosta, Karma rientra al giro 36 per rimontare le gomme morbide, per tentare un ultimo attacco, senza avere successo, nei confronti di Skull, il quale ha padroneggiato per l’intera durata della gara. Dopo i 45 giri previsti la griglia di arrivo risulta essere: - Skull - Karma - Drako - Moro - Sasi - Hazard - Leps10 - Yousuzuka - Wamditanka (Von Shulz) - I Gladiatori della Pista Racing Team Una gara fantastica per alcuni e disastrosa per altri, ma pur sempre combattuta fino all’ultimo respiro da tutti i piloti in pista.

Drako

7


L’angolo di Von Shulz -Dolorosa Scoperta-

Eccoci nel tempio della velocità, Von Shulz è gasatissimo, sa di aver finalmente scoperto la formula, il segreto, quel non so che di inafferrabile che gli impediva di compiere l’ultimo tratto che lo separafa dalla perfezione. Preso dalla disperazione aveva pure inviato un gruppo di nani Vikinghi nella cavernadiSASI per cercare la soluzione, i nostri eroi non sono tornati a mani vuote, hanno riportato un maggiolino giallo completamente modificato con tanto di alettoni, quando Von Shulz lo ha visto è scoppiato in lacrime, è riuscito a pronunciare solo 2 parole..” CHE AMAREZZEN”.. Ma dopo questo momento, la ricerca è continuata, più ostinata che mai ed ora la nostra mirabolante CALSONIC di adozione tedesca di cermania è pronta. Per provarla Von Shulz si affida al pilota di punta, Sawyer79, le sue capacità di guida, i suoi autorefoli ciudizi sulle messe a punto sono un valido aiuto per il nostro eroe. Saw e Von Shulz salgono in macchina, faranno test sul passo di gara, previsti almeno una ventina di giri, si va, la giornata è bella, il cielo è limpido ed alla fine del test ai box ci sarà un bel caraffone di pina colada, gentilmente offerto dallo staff giapponese.

8


Verso il 15° giro Sawyer comincia a sudare freddo, lentamente il suo colorito varia dal roseo al cinereo, Von Shulz non riesce a capire cosa possa afere questo ciofanotto, Sawyer cerca di continuare, ma poco dopo deve fermarsi alla seconda di lesmo, si fermano sulla sabbia, Von Shulz spera che la sabbia faccia venire in mente a Sawyer il mare, che lo faccia rilassare, per migliorare la situazione accende la radio che manda Tintarella di luna…ma niente, Sawyer non migliora, anzi si piega su se stesso e fa cenni a Von Shulz di portargli un sacchetto di plastica, riesce a dire..devo vomitare.. Von Shulz non crede alle sue orecchie…la sua mente è attraversata da un lampo, una verità improvvisa quanto imprevista gli attraversa la mente…NOI AFERE PILOTA KON MALDAUTO??? OH…KAZZEN!!! Il nostro teutonico tedesco di cermania crolla sulle ginocchia e poi si appiattisce completamente sulla sabbia, Sawyer ha smesso di vomitare, nel frattempo sopraggiunge il samba bus, lo staff giapponese in religioso silenzio raccoglie Von Shulz , lo raccolgono tenendolo per le braccia e per le gambe, lo spostano esattamente come lo hanno trovato, spiaccicato come un 4 di bastoni…

Wamditanka (VonShulz)

9


10


Eccoci alla seconda tappa di questo Autobacs GT500, questa volta ci troviamo nel veloce circuito del Fuji. Dopo le qualifiche del giovedì, in prima fila ci sono Jukus e Keyser, in seconda fila Mosthated e Robyzx, in terza fila Befab e Strappo, in quarta fila CiccioAndre e Nervaccio e in ultima fila Nycrom e Blackfenix, tutti i piloti montano le gomme dure. Alla partenza i piloti mantengono tutti le loro posizioni, dopo poco i primi giri si formano due gruppi, quello dei primi quattro con Jukus, Keyser, Mosthated e Robyzx e il gruppo in cui si vede un po’ di bagarre formato da Befab, CiccioAndre, Nervaccio, Strappo e Nycrom, più distaccato invece Blackfenix in ultima posizione, che

procede con un ritmo più lento in quanto imposterà la sua gara sulle due soste. Al terzo giro il primo incidente, che vede coinvolti Strappo, Nycrom e Nervaccio, Strappo che era dietro a tutti e due arriva lungo alla staccata della Dunlop, toccando Nervaccio che si inchioda in mezzo alla curva e Nycrom che lo seguiva da vicino non può evitare di colpirlo. Nycrom e Nervaccio, che monteranno gomme morbide, si fermeranno ai box per riparare l’auto mentre Strappo che non ha avuto gravi danni all’auto continua la sua gara. Al settimo giro Befab rientra

ai box dopo aver danneggiato l’auto, seguito da Strappo, che aveva danneggiato l’auto nel contatto precedente con Nervaccio, uscendo con gomme morbide. Al 13° giro si ferma Mosthated montando ancora le dure, mentre al 14° giro si fermano Robyzx che rimonta le dure e Nervaccio che dopo le morbide monta

11


anche lui le dure. Al rientro in pista Nervaccio è sesto, riesce a passare Robyzx ai box e ad evitare il traffico, mentre Robyzx esce in decima posizione dietro a Befab, Strappo e Nycrom che sono in bagarre. Al 16° giro si ferma CiccioAndre, intanto Blackfenix è risalito fino in terza posizione ma si fermerà per la sua prima sosta al 17° giro, mentre i primi due Jukus e Keyser hanno ormai 27 secondi di vantaggio sul terzo. Al 18° giro rientra Keyser e monta le gomme morbide, mentre Jukus rientra il giro dopo e monta anche lui le morbide, uscendo poi vicino a Keyser. Al 20° giro si ferma Nycrom uscendo in ultima posizione. A questo punto della gara c’è Mosthated in prima posizione seguito da Keyser e Jukus, più distaccati ci sono Nervaccio, Robyzx e CiccioAndre, in settima posizione a 46 secondi dal primo ci sono Befab e Blackfenix, con oltre un minuto di distacco invece ci sono Strappo e Nycrom. Al 24° giro Keyser e Jukus riescono a passare Mosthated, mentre più dietro Robyzx subisce il sorpasso di CiccioAndre sfruttando la potenza del motore della sua NSX sul rettilineo principale. Al 25° giro si ferma Strappo seguito da Befab, Mosthated invece rientra al 26° giro e dietro di lui Robyzx, che però nel giro successivo nel tentativo di doppiare Befab,

12

i due si toccano danneggiando lievemente le proprie auto, Robyzx decide allora di continuare ma rimane coinvolto in un altro incidente con Nervaccio alla prima curva, che nel tentativo di sorpassare Nycrom, Nervaccio inchioda alla prima curva e Robyzx, che sopraggiungeva, non può evitare il contatto con Nervaccio danneggiando pesantemente la propria auto, decide così di fermarsi ai box montando le gomme morbide. Al 32° giro si ferma Jukus, il leader della gara, con 35 secondi di vantaggio su Keyser e 38 su Mosthated in terza posizione. Allo stesso giro si ferma CiccioAndre per montare le gomme morbide che riesce a mantenere la sesta posizione, mentre Blackfenix, che era in quarta posizione, rientra per la sua seconda ed ultima sosta al 35° giro per montare le gomme morbide. A pochi giri dal cambio piloti troviamo in prima posizione Jukus, con un vantaggio di 17 secondi su Keyser; in terza posizione c’è Mosthated a 33 secondi dal primo, Blackfenix in quarta posizione con un distacco oltre il minuto, CiccioAndre in quinta posizione, Nycrom e Nervaccio in sesta e settima posizione, Robyzx in ottava posizione e Befab chiude in nona posizione. Al 45° giro i piloti che hanno corso finora cedono il volante


ai propri compagni di team. Jukus lascia il posto a TheWolf che decide di montare subito le morbide, ma si mette subito in mostra Incredibile22 che in un giro recupera 5 secondi ad Abarth in seconda posizione che aveva preso il posto di Keyser, per quanto riguarda gli altri piloti posizioni ancora invariate. Al 55° giro si ferma per il suo primo pitstop TheWolf, ma viene passato da Incredibile che conquista la prima posizione, mentre JeanTogna che aveva preso il posto di Nycrom si ferma al 58° giro seguito da Shockps. La seconda parte di gara è abbastanza tranquilla, si vedono pochi sorpassi in pista, TheWolf in seconda posizione è molto vicino a Incredibile in prima posizione, ma non può nulla contro la potenza della NSX del team Johnnie Walker. Al 63° giro si ferma ai box Sawyer del team W.B.S.R, stessa strategia di gara usata dal suo compagno di squadra Blackfenix impostata sulle due soste, un giro più tardi si ferma Incredibile anche per lui strategia a due soste. Al 69° giro rientra ai box JeanTogna, che viene superato da Atzy, il nuovo pilota ingaggiato dal team Capeta, al suo rientro in pista Jean si ritrova in ottava posizione, infatti viene superato da Lorenzorad e da Shockps, che si fermerà il giro dopo montando ancora le dure e conservando le morbide per

l’ultimo stint di gara. Shockps allora si lancia all’inseguimento di JeanTogna recuperandogli diversi secondi al giro, intanto Lorenzorad aveva raggiunto Atzy e ingaggiano una bagarre per la quinta e sesta posizione, al 79° giro Shockps raggiunge JeanTogna dopo un suo errore alla prima curva, per poi superarlo sul rettilineo principale, poco più avanti invece Atzy, rientra ai box per la sua ultima sosta e monta le gomme morbide, il giro dopo si ferma anche Lorenzorad montando le morbide, a questo punto Shockps decide di anticipare l’ultima sosta, per montare le morbide, di un giro, al suo rientro in pista Shockps si trova in settima posizione. A seguito di un errore dai suoi meccanici Lorenzorad è costretto a fermarsi ai box un altra volta, consentendo a Shockps di superarlo. Incredibile taglia il traguardo per primo, a 52 secondi TheWolf in seconda posizione, con oltre un minuto di distacco Abarth in terza posizione, quarto Sawyer, quinto Atzy, sesto Shockps, settimo JeanTogna, ottavo Lorenzorad e nono DjPanda.

Shockps

13


Eccoci con il Team Manager del W.B.S.R., Renny... 1. Un ottimo risultato quello ottenuto nella categoria GT500, era nelle vostre aspettative? - Eravamo molto tranquilli e consapevoli che con il nostro passo di gara la 4a posizione era alla portata non ci siamo fatti false illusioni però i risultati parlano da soli !! 2. Black ha fatto un’ottima prestazione, partendo ultimo e arrivando 4° prima del cambio pilota, ha lasciato a Sawyer una buona posizione per concludere la gara... pensate di promuoverlo per l’ottimo risultato? - Si blackfenix è stata una grande sorpresa ha gestito una gara in modo superlativo e tutti siamo fieri . parlare di promozione nel nostro team non esiste siamo tutti allo stesso livello , sawyer anche lui pilota regolare ha fatto una bellissima gara , mi complimento con entrambi . 3. Peccato per l’inconveniente avuto con Wamditanka nella categoria GT300, come pensate di risolvere il problema? - Ahimè l’online si vede che sono contagioso , dato per consolidato il mio essere disconnesso ha voluto emularmi , un vero peccato perchè nei test privati era veloce al punto giusto ed anche nel gt300 si valutava una 4a piazza 4. La prossima tappa a Monza è stata anticipata prima delle vacanze estive, cosa ne pensate? - L’anticipo va benissimo ciò che nessuno del nostro team condivide è l’elevato numero di giri ben 58 e cosi’ sarà anche per altri circuiti quindi stiamo facendo le nostre dovute riflessioni ...Tac... Tac... (passi d’uomo).... scu... SCUSATEEE.... “(oh mio Dio, come è diffiTac

14

cile raggiungerlo, è pieno di traboccheti questo box)”

.... scusa Von... oooohhhh....

(rischio di inciampare in qualche filo).... ech.... EC-

COMIII... dicevo... quelche domanda per il Magazine Von Shulz... - Prossima volta tu fenire nostri box kiedere prima permesso, noi afere area secreta dofe fare progetti per kompetizionen essere verboten per karo Herr Drako, tu essere fortunellen, afere inciampato su filo e no su tagliolen... 1. Una qualifica degna del Box W.B.S.R., a pochi centesimi da Sasi e pochi decimi dal terzo, una partenza tranquilla senza forzare. Primo stint di gara al passo del gruppetto che precedeva, fino alla sosta ai box. Pochi giri dopo l’uscita dai box c’è stato il fattaccio e siete stati obbligati a ritirarvi, cosa è successo? - Allora, qualifike essere andate bene, gran laforo di team, sopratutto miraten a non far presentare affersari in pista, prossima folta noi essere ankora più letalen!!! Stranamente Wam essere partito senza afere fatto stupidagginen, Wam afere 2 indubbie qualità, essere lento kome un paguren e riuscire sempre a fare kazzatinen, feramente encomiabile per perseferanza e kostanza di rendimenten.

Kome cià detto in post gara, un nano vikinghen, erroneamenten afere staccato presa di korrenten e pfuff..gara finiten, dopo attimi di smarrimenten ora afere summit per decidere sorte di kolpefole Vikinghen. 2. Il passo gara era buono,


pensavate di guadagnare una buona posizione in gara? - Sperfamo in una buona posizionen, non per Wam ke guidare con stessa prontezza di lumaka morta da 3 ciorni, ma sperafamo in un efento imprefisto ed improffiso ke eliminasse avversarien, laforeremo anke su kvesto.

3. Che nuove evoluzioni per l’auto state progettando nei box? - Efoluzioni sull’auto.. prima kosa afefamo pensato a istallare pompetten sul posterioren per spargere olio su pisten nel kaso in cui qualcuno ci seguisse, poi dopo un minuten di silenzio imbarazzanten ci siamo resi konto ke in cenere non ci segue anima viven...e ke forse è meglio laforare su anterioren, al momento staff essere riunito in stanzetten e lafora su fari procetti ma non posso sbilanciarmi. Grazie per aver risposto alle domande, alla prossima “(se riesco a uscire vivo dal box)” Aufiderzeen her Drako, faccia attenzione a tagliolen kwando esce, ah mi rakkomanden al filo spinaten.. Ciao Black... Finalmente dopo mille difficoltà per riuscire ad entrare nel tuo box posso farti qualche domanda... si è appena conclusa la tappa del FUJI... 1. Strategia a 2 soste molto azzardata, però ha pagato bene... - Sono davvero entusiasta lo ammetto....quando Sawyer mi ha proposto le due soste non sapevo più che fare...le mie gomme non duravano una mazza.. ma con tanti piccoli accorgimenti e per il fatto

che partendo ultimo potevo evitare qualsiasi toccata che avrebbe compromesso la strategia, ho fatto il mio ritmo e sono arrivato in fondo... 2. Ti aspettavi di chiudere la tua gara in quarta posizione? - Va oltre ogni mia immaginazione!!! sapevo di poter far bene ma non pensavo di arrivare a ridosso del podio...sono estremamente soddisfatto della mia gara....ho lasciato un bel tesoro nelle mani di sawyer e ne vado fiero... 3. Quali sono state le difficoltà che hai incontrato in gara? - Mmmm... la difficoltà più grande era quella di riuscir a far durare il più possibile le gomme nel primo stint....perchè sennò avrei fatto fatica a concludere la gara con le morbide se superavo i 10 giri... c’è stato un brivido quando mi sono trovato dietro a Fabri che a gomme usurate sbandava vistosamente negli ultimi tornanti in salita...ho avuto paura di centrarlo... 4. Quali sono state le prime parole che ti ha detto Von Shulz? - Sincermente Von Shulz non l’ho ancora visto...mi hanno riferito che ha preso il samba bus e si è portato via tutte le scorte di birra e vino e sia partito per qualche meta ignota (MALEDETTO RIPORTAMI INDIETRO LO SPUMANTEEEEEEEEEEE!!!!!!!!)

15


1. Eccoci di nuovo con uno strabiliante Keysersoze che non solo ha fatto un’ottima, col suo secondo posto in griglia, ma è riuscito a fare solo 2 soste su questo circuito guidando una NSX...possiamo dire che questo secondo posto vale come una vittoria per il tuo team? - Giusto, la tattica studiata con il Team è stata azzardata, ma ci ha premiato; tutto calcolato al millimetro. Dovevamo stare davanti alle NSX e ce l’abbiamo fatta...non ci aspettavamo che la Denso di Jukuss fosse così competitiva, forse l’abbiamo sottovalutata, ma abbiamo imparato la lezione per il futuro. 2. Emozionante bagarre con Jukuss...cosa non ti ha permesso di vincere? - Vincere è sempre un’impresa...di più non potevo fare, in più la ritrovata-strabiliante velocità della Denso con serbatoio vuoto, unita alla bravura di Jukuss mi hanno precluso la strada verso il primo posto. 3. Ora il tuo compagno Abarth avrà una grossa responsabilità..riuscirà a reggere la tensione? - Mi fido ciecamente del mio compagno di squadra, nell’auto c’è già la magnum di champagne per festeggiare sul podio, magari sul gradino più alto.... grazie raga Ciao Karma... 1. Sei partito subito all’attacco di Skull nel tentativo di non

16

perderlo di vista, però nonostante il suo maggiore consumo di gomme è riuscito circa al 10° giro a staccarti. Come mai non sei riuscito a rimanergli vicino? - Si, i primi giri sono stati tutti d’attacco e ne abbiamo approfittato per staccare gli avversari, proseguendo la situazione era però rischiosa ed ho preferito regolarizzare il ritmo vedendo cosa accadeva poi con le soste. 2. Hai optato per le 2 soste, mentre il tuo diretto avversario Skull ne ha fatte 3. Pensi che avresti fatto meglio se facevi 3 soste anzi che 2? - Beh a mente fredda ed analizzando la gara una volta conclusa direi che sí, le tre soste ti garantivano un ritmo di gara piu elevato evitando di dover gestire gli ultimi giri di ogni stint per rispettare le gomme, direi che lo svantaggio in ottica gara si attestata sui 15-20 secondi... a metà gara sono pure ritornato in testa ma poi l’incrocio di

strategie mi ha visto in un particolare momento della corsa con le gomme messe male mentre il mio diretto avversario le aveva fresche e lí si é decisa la corsa 3. Gli avversari che seguivano sono rimasti indietro da subito, hai temuto la rimonta di qualcuno? - Sinceramente no, il vantaggio costruito sugli inseguitori era tale da non richiedere una precisa attenzione su “cosa facevano quelli dietro” e la mia attenzione era solo rivolta a chi mi precedeva ed alla strategia di soste diversa


Ottima prestazione per il johnnie walker r.t. con un bel terzo posto.. abbiamo qui con noi il protagonista di questa impresa con la sua belva indomabile NSX TAKATA.... 1. allora Mosthated... gara impegnativa? - Estremamente impegnativa direi, purtroppo una sospensione rotta

al quarto giro e un testacoda mi ha tagliato fuori dalla lotta per il primo posto, per il resto ho cercato di guidare il più pulito possibile ma il consumo gomme era eccessivamente alto e così ci siamo dovuti accontentare del terzo posto.. 2. Cambierete strategia in gara 2? - Sinceramente non credo che cambieremo strategia anche perchè stare su due soste sia possibile solo per le Lexus.. 3. La vittoria è alla vostra portata e il vostro pilota è abituato alla tensione... primo posto assicurato? - Sono molto fiducioso, nulla è assicurato ma il potenziale per vincere c’è.. Incredibile è un pilota straordinario..

Eccoci finalmente con Leps, il Team Manager della scuderia Johnnie Walker... 1. Dopo le qualifiche fatte con delle gomme non appropriate sei partito in penultima fila affianco ad Hazard con il quale hai fatto bagare fino a metà gara. Potevi andare più veloce se non incappavi nella bagare con Hazard? - Si credo di si. Ero più veloce di lui ma non volevo forzare troppo inizialmente dato che la gara era lunga e non volevo rischiare subito. 2. Ti sei ritirato al 41° giro, a soli 4 giri dalla fine, cosa è successo? - Purtroppo un piccolo errore di strategia. Ho messo le morbide nell’ultimo stint pensando di recuperare posizioni fino alla fine. E in effetti era quello che stava succedendo dato che ero a ridosso della 4 posizione. Purtroppo ho fatto male il calcolo della durata delle gomme, e a 3 giri dalla fine sono crollate letteralmente. La macchina era ingestibile ed ho quindi preferito non essere un impiccio per gli altri piloti in pista. Peccato perchè la strategia era giusta... 3. Queli erano le tue aspettative per questa gara? -Speravo di recuperare almeno 3 posizioni, e per buona parte della gara c’ero riuscito, dato che sono stato terzo. Purtroppo le gare finiscono alla bandiera a scacchi...

17


All’interno dei Box del Team I Gladiatori della Pista incontriamo Jukuss... 1. Ciao Jukussj4... allora... complimenti per la gara... la splendida pole è stata condita da un’altrettanta splendida vittoria...gara in scioltezza o con preoccupazioni? - Ciao Blackfenix, grazie mille! sono ancora esaltato!! è stata una gara fantastica, mi sono divertito moltissimo! All’inizio ero teso di brutto! fortunatamente in partenza è andata bene. Dopo un pò, un paio di errorini mi han fatto perdere qualche secondo fondamentale su Keyser e per i successivi 20 giri è stata bagarre molto pulita e corretta e molto divertente! Sono rimasto molto sorpreso quando ho capito che anche con una NSX si potevano fare 2 soste! La seconda metà gara ero decisamente più a mio agio e ho recuperato qualche secondo importante senza più sbavature. 2. Che strategia hai usato? - Secondo previsioni non c’era sta grande differenza tra le 2 e le 3 soste nel tempo finale. La tattica su 2 soste con prima sosta leggermente posticipata mi è sembrata la più conservativa, ottima per gara 1. Ma si sarebbe facilmente modificata in una strategia a 3 soste nel caso di contatti imprevisti. Fortunatamente è andato tutto bene 3. Ora il volante passa

18

nelle mani del tuo compagno di squadra...è pronto e preparato per portarsi a casa la probabile vittoria? - Noi siamo Gladiatori! siamo pronti a tutto fin dalla nascita! Wolf è un lupo feroce e sono sicuro che cercherà di difendere la prima posizione anche con i denti se sarà necessario! Stiamo montando sulla Lexus l’impianto con le bucce di banana Ovviamente gli auguro buona fortuna Ciao Blackfenix!


Eccoci con CiccioAndre... 1. Gara ottima a tre giri dalla fine quando sei stato costretto a rientrare ai box.. tattica sbagliata o errore personale? - Nessuna tattica o errore personale: con poco allenamento ed il set-up della mia NSX pressochè standard non sapevo quanto potessero durare le gomme ed ho provato a farle durare il più possibile, confidando anche su una macchina sempre più leggera al diminuire del carico di benzina ma non c’è stato niente da fare, non sono riuscito a farle durare quel tanto che bastava per fare solo 2 soste... in ogni caso sono rientrato ai box quando, con gomme morbide, facevo gli stessi tempi di quando giravo con gomme dure dunque, sosta a parte, non ho perso

Siamo qui con Nycrom il Team Manager dei Full Boost... 1. Gara sottotono oggi per la macchina protagonista a Suzuka... solo colpa dei cavalli in meno? - La nostra Lexus paga 40cv in meno in un circuito con un lungo rettifilo.. poi al 2° giro sono stato coinvolto in un incidente mio malgrado che mi ha fatto perdere circa un minuto. 2. Cosa è successo nelle prime battute di gara quando sei stato coinvolto in un incidente? - Nell’affrontare la chicanes il pilota

Strappo alle mie spalle ha sbagliato il punto di staccata innescando un incidente che ha coinvolto me e Nervaccio.. compromettendo la nostra gara. 3. Pensi che ci possano essere piacevoli sorprese finali dopo la seconda manche? - Non credo per quanto ci riguarda avremo particolari sorprese, faremo una gara conservativa, cercando di mantenere la posizione acquisita in Gara1. Nycrom

tempo sul giro. 2. Hai dichiarato che è un disonore finire dietro a un Blackfenix in una serata di grazia... non è invidia la tua (uahahhahahahahahahahahaha)? - XD 3. In una gara così lunga il distacco dal primo è recuperabilissimo....facci un pronostico finale.. - Non conoscevo il nostro nuovo pilota Atzy, dunque non potevo fare pronostici... sono solo sicuro che, nonostante il poco tempo a disposizione per preparare la gara, abbia dato il massimo in pista, che per il nostro Team è quello che conta! Se si è divertito facendo una gara corretta per quanto mi riguarda il 6° posto finale va benissimo e penso di

parlare a nome di tutto il mio team!

19


Eccoci con il pilota più giovane del campionato che ha sulle spalle anche il peso di essere Team Manager... 1. Sasi sei partito bene riuscendo a recuperare 2 posizione alla prima curva, però poi non sei riuscito a scappare dal gruppo nel quale sei stato travolto fino all’incidente del 10°giro. Qual’era la tua strategia prima dell’incidente? - Sono partito bene, ma sono arrivato male... cercavo di essere il più competitivo possibile, non avevo mai lottato per il terzo posto in una gara... c’era una bellissima bagarre con Drako e con Moro, piloti mol-

to bravi e corretti, ma poi al decimo giro ho fatto un brutto errore colpendo a Drako e coinvolgendo anche a Moro... La mia strategia era di fare due soste, la prima al 17° giro, poi continuare a fare altri 17 giri fermandomi al 34° dove montavo le morbide e poi proseguire fino alla fine... 2. Dopo la prima sosta non hai mantenuto il ritmo di gara visto nelle prove libere, cosa è successo? - Dopo quel errore al decimo giro ho perso tutta la concentrazione e la voglia di fare la gara, continuavo per non fermarmi... potevo competere con Moro, perché ho visto

i tempi che faceva dal replay, ma quel errore mi ha scombussolato molto...

Ciao Moro... ciao Drako... 1. Raccontaci come è andata la gara del Fuji, categoria GT300, dal tuo punto di vista... - ..che dire.. di sicuro non potevo sperare in un primo o secondo posto perchè Skull e Karma erano davvero imprendibili, inseguivo Drako e Sasi a debita distanza vedendo tra loro un intensa bagarre e un Sasi abbastanza aggressivo, aspettando il momento giusto per superarli. Finalmente riesco a sorpassarli ma purtroppo

20

l’incidente ha vanificato un eventuale terzo posto. 2. Speravi in un risultato migliore? - Speravo nel podio comunque un bel 4° posto va bene..sarà per la prossima.. un saluto moro


Qualche domanda al Team Sventrax, che ha visto partecipare alla gara del GT500 il pilota Nervaccio... 1. Ciao Nervaccio, credo che tu non sia tanto soddisfatto di questa gara..cosa è successo? - Ciao Black, il weekend non è iniziato nel migliore dei modi. Ho beccato quasi tre secondi in qualifica e il morale non era alle stelle. A fine

qualifiche mi ha colpito una frase detta da Karma “dovete sfruttare un po’ meglio le GT-R”. Frase che vuol dire tutto e non vuol dire nulla, ma ha fatto accendere la classica lampadina. Successivamente in gara al 2° giro sono stato centrato da Strappo che mi ha distrutto mezza auto ed è scattata l’ultima molla che serviva. Ti racconto questo perchè, prima (lampadina) ho rivisto da zero la gestione della mia GT-R e poi con

l’incidente di Strappo che mi ha obbligato a spingere all 110% fin dall’inizio, sono convinto di aver intrapreso un ottima strada sulla gestione della NOSTRA GT-R. I piloti così imbattibili del giovedì di qualifica mi sono sembrati molto di più alla mia/nostra portata in gara. Quindi per rispondere alla tua domanda, sono soddisfatto? Si, primo perchè nonostante la seconda parte di gara disastrosa e i due incidenti mi sono posizionato grosso modo nella “mia” posizione 7°. Secondo motivo , spero che il lavoro dei prossimi 2 mesi lo dimostrerà, la strada che mi si è aperta mi da ottime sensazioni per il futuro. 2- Pensi si possa ribaltare questo risultato in gara 2? - Non so cosa succederà in gara due, ma so per certo una cosa, Lorenzorad è di gran lunga più abile di me alla guida. Ho avuto modo di “sfidarlo” a distanza durante il GT Accademy ed è davvero veloce. Avrà vita dura, a causa mia, ma credo che possa sicuramente dire la sua. 3. Essere arrivati dietro l’altra GT-R in gara vi preoccupa? - Giovedì ti avrei detto “si sono molto preoccupato”, ora decisamente molto meno. Con il livello che ho visto, prima nella GT300 e poi GT500, mi fà molto più paura un Team che ha trovato come sfruttare al 101% questi mostri. I due mesi di stop saranno determinanti e le forze espresse in campo sono ancora lontane dall’essere definitive. Per il resto in bocca al lupo a tutti e voglio ricordare a tutti che noi ci saremo SEMPRE, e voi?

21


GT500 - Tappa #2

Briefing Fuji Speedway 4.56km di tracciato, tracciato molto impegnativo. Un bellissimo misto tra curvoni velocissimi e sezioni lente. Cordoli e dislivelli: Frenate:

22

Non sono presenti cordoli particolarmente impegnativi, ma in alcuni punti Fuji presenta dei dislivelli a cui prestare attenzione. In particolar modo curva 6 in fase di accelerazione e curva 15 in fase di frenata.

Curva 1 & 10- Staccata violenta dopo il lungo rettilineo (1.4km - curva 1) da 6° marcia a 2°. Curva 6 - Staccata da 4/5 in 2° marcia in discesa,bisogna prestare molta attenzione in fase di accelerazione visto l’enorme carico sull’anteriore. Curva 15 - Staccata a cui presentare molta attenzione in quanto si arriva alla frenata già da una curva verso sinistra, quindi nell’impossibilità di frenare a gomme dritte.


1° Step Visti i risultati ottenuti in qualifica che ci hanno visti quasi 2 secondi lontani dalla pole, le idee su come mettere a punto la nostra Yellowhat erano prossime allo zero. Sia il pilota che i meccanici non avevano idea su dove sbattere la testa. Dopo 24h di stop abbiamo deciso di ripartire da 0 con la nostra YellowHat, buttando parte del lavoro fatto per Suzuka. Siamo ripartiti da quanto di buono avevamo visto in quest’auto in fase di scelta. A setup standard ha dimostrato di trasmettere un ottimo feeling e un ottima tenuta di strada. Abbiamo optato, visto l’enorme scarto, di toccare la messa appunto il minimo indispensabile. I risultati, seppur non ufficiali, ci hanno messo su un ottima strada per le prossime gare. a) Setup standard b) Ali Anteriori e Posteriori al valore massimo c) Differenziale valori standard

Modifiche STEP – 1 a)Il cambio viene allungato fino a 310km/h b)Sono state apportate modiche alle singole marce. Le modifiche più importanti sono state apportate alla 4° marcia ( per i curvoni 4&5) e la 5° marcia per il “rettilineo” che porta alla curva Dunlop.

2° Step Questa volta le modiche apportate sono state meno profonde. Per il secondo step ci siamo concentrati su rifinire il comportamento della vettura in fase di frenata e accelerazione tramite la gestione degli ammortizzatori. Inizialmente i valori erano questi:

Situazione Iniziale: ANTERIORE POSTERIORE ESTENSIONE 8 8 COMPRESSIONE 8 8 Dopo una ventina di giri per ogni singola modifiche , siamo giunti a questa configurazione:

Situazione Finale: ANTERIORE POSTERIORE ESTENSIONE 8 6 COMPRESSIONE 7 7

Come si può notare le modifiche sono state minime, andiamo a vedere nel dettaglio. Estensione E’ stato ridotto solo il valore di estensione sul posteriore di due punti, per evitare un eccessivo trasferimento di carico sull’anteriore. Compressione Sono stati abbassati di un punto sia l’anteriore che il posteriore. Questa volta lo scopo non era tanto ridurre sovrasterzo/sottosterzo, ma trasmettere in maniera più chiara il trasferimento di carico sull’anteriore e posteriore. Così da dosare meglio il gas in accelerazione e il freno su staccate violente.

23


3° Step Il 3° step è stato quello che ha fornito dati molto importanti, questo perchè oltre alla sensazione del pilota sono stati supportati da riscontri “oggettivi”. Abbiamo lavorato sugli stabilizzatori , questa volta attivando per tutta la sessione di prove gli indicatori di carico sulle gomme. Abbiamo preso come riferimento le cure 4 e 5 che si affrontano a velocità molto sostenuta e per di più obbligano a chiudere molto la curva 5. A setup standard il carico che si trasferiva sulla gomma posteriore sinistra era del 100% (come da indicatori).Mentre sull’anteriore poco meno del 90%. Dopo aver osservando questo comportamento per una 20ina di giri abbiamo iniziato a mettere mano agli stabilizzatori. Situazione Iniziale: ANTERIORE POSTERIORE STABILIZZATORE 6 6 Le modifiche apportate hanno seguito questa prassi. Abbassato di un punto anteriore e posteriore per una 20ina di giri, se gli indicatori di carico non mostravano risultati rilevanti, si procedeva con un ulteriore step. Situazione Intermedia: ANTERIORE POSTERIORE STABILIZZATORE 4 4 Una volta arrivati a questa situazione il carico sulla gomma posteriore sinistra era sceso circa all’80%, uniformando tantissimo anche l’usura su tutte e 4 i pneumatici. La vettura però a questo punto ha iniziato a soffrire più sottosterzo nell’inserimento in curva, cosa che non ha stupito affatto. Abbiamo rimesso mano solamente allo stabilizzatore anteriore e ridotto in maniera accettabile il sottosterzo. Situazione Finale: ANTERIORE POSTERIORE STABILIZZATORE 5 4

Considerazioni: Nonostante il pessimo risultato in qualifica e la gara in salita, questo nuovo approccio ha lasciato gli ingegneri comunque soddisfatti. Le prove post qualifica hanno portato la YellowHat a stampare 1:36.4xx, 1 secondo al di sotto del miglior giro fatto in qualiche e pre-qualifiche. Senza considerare che la pole era lontana solo 4 decimi. La vettura presenta ancora qualche problema in determinate situazioni, che per motivi di spionaggio industriale non sto ad elencare. Ma come dicevo a Black, il lavoro che i team effettueranno in questo stop di stagione sarà determinante. Chiudo questo breve spazio con un consiglio, di cui abbiamo fatto tesoro in questa tappa, il fatto di poter modificare un qualsiasi aspetto del setup non vuol dire che bisogna farlo per forza.

-Nervaccio

24


t

n e

m o

G

n

n

g

a

a

M

25


Tappa 1 Suzuka Risultati GT300 Risultati di Gara

Classifica

26


Tappa 1 Suzuka Risultati GT500 Risultati di Gara

Classifica

27


Tappa 1 Suzuka Risultati Classifica Team

28


Anche questa volta possiamo dire che ci siamo divertiti e soprattutto il campionato sembra evolversi. L’organizzazione ha spostato le date per le prossime tappe, quindi ci troveremo di nuovo in pista per la fine di luglio, prima della pausa estiva. Per la prossima tappa ci sposteremo in Europa, più precisamente in Italia sull’Autodromo Nazionale di Monza, l’olimpo della velocità e avremo l’onore di fare un giro in pista con il pilota Renny il quale ci svelerà qualche segreto sul circuito. Alla prossima tappa che correremo in casa!

Drako

29



GT5 Italia Speciale Campionato Autobacs #4