Sostenibilità nel Gstaad Palace

Page 1

PER AMORE DELL’AMBIENTE Sostenibilità nel Palace


Il Gstaad Palace è stato costruito nel 1913 – molto prima che il termine sostenibilità si affermasse ai livelli odierni e che questo tema diventasse di pressante attualità. Va da sé che, sin dalla sua fondazione, il Gstaad Palace si considera parte integrante di Gstaad e del suo territorio. L’impegno responsabile a favore della natura, degli esseri umani e dell’ambiente fa parte del DNA del Palace. Il vero lusso del nostro Hotel sta infatti nell’esclusiva natura che lo circonda, così come nello spirito familiare che unisce il personale e gli ospiti. La nostra è una visione di lungo respiro. Anche nei prossimi 1000 anni, generazioni di famiglie provenienti da tutto il mondo devono poter soggiornare nel Gstaad Palace e vivere da vicino la pace, la tranquillità e l’autenticità alpina della regione di Saanen. Questo è il nostro impegno per il futuro. Scoprite in breve cosa fa il Gstaad Palace per agire in modo economico, ecologico e sociale. E questo è solo l’inizio. P.S.: Il motivo per cui il nostro nightclub si chiama «GreenGo» è un’altra storia, ma ha comunque a che fare con la sostenibilità. L’arredamento è di Teo Jakob ed è rimasto uguale dal 1971. Forever young!

Nel Palace agire in modo sostenibile significa... 1968 DORMIRE SONNI TRANQUILLI Naturalmente avvolti da lenzuola fresche – lavate, stirate e inamidate da «Laundry Gstaad». Abbiamo co-fondato questo innovativo progetto alla fine degli anni ‘60. Oggi la lavanderia centrale funziona con elettricità prodotta mediante teleriscaldamento. Riduciamo così il trasporto della biancheria su strada e il consumo di acqua in tutta la regione – insieme ad altri albergatori altrettanto impegnati.

1984 DOV’È DI CASA IL NOSTRO PERSONALE Una delle ricette di successo del Palace sono i nostri competenti e motivati collaboratori di lunga data. Durante la stagione, la maggior parte del personale – circa 250 persone provenienti da ben 19 nazioni – vive nel «Marmite» e nella «Casa Bianca» sul sito del Palace. I nostri lungimiranti padri e nonni investirono già in questa forma di benessere per i collaboratori. Ne è valsa la pena: brevi tragitti casa-lavoro, pochissimo traffico in più, rilassanti ore di riposo.

2003 “WE ARE FAMILY” Al nostro Gildo Bocchini, in forza al Gstaad Palace da ben 43 anni e Maitre d’Hôtel per oltre 30 anni, abbiamo dedicato il nome del nostro ristorante «Gildo’s». Molti appartenenti alla famiglia del Palace sanno che vantiamo collaboratori leali davanti e dietro le quinte.

2008 COME RISCALDIAMO Trucioli di legno delle foreste locali al posto dell’olio combustibile: come primo cliente e maggior consumatore, al Gstaad Palace va attribuita una parte del merito che Saanen-Gstaad disponga di una rete di teleriscaldamento. L’albergo e cinque ulteriori edifici, diverse altre aziende e vari chalet sono riscaldati con energia rinnovabile prodotta con legno locale. Si possono risparmiare così ben 200 000 litri di olio combustibile ogni anno. Dove non riscaldiamo? Negli spazi esterni. Qui il nostro motto recita: pullover al posto dei funghi riscaldanti!

COME PRESERVIAMO L’AUTENTICITÀ Sull’alpe Walig abbiamo rilevato la gestione di un rifugio che risale al 1783. La nostra suite più rustica, a 1700 metri sul livello del mare, è stata rinnovata solo leggermente. Niente riscaldamento e niente acqua calda, e anche Wi-Fi è qui una parola sconosciuta. Garantiamo così un’esperianza montana davvero autentica. E naturalmente si cucina a fuoco aperto.

2009 COME RICARICHIAMO LA VOSTRA AUTO Il nostro debole per le automobili non è un segreto – non solo per le macchine d’epoca, come la nostra Rolls Royce Silver Wraith del 1952, alla quale dedichiamo tutte le nostre cure. Da quando la prima Tesla ha conquistato le strade svizzere abbiamo infatti installato delle stazioni di ricarica per le auto elettriche.

2011 COME VI ILLUMINIAMO Nel settore alberghiero di lusso, l’illuminazione LED è stata a lungo un tabù. Lo spirito ricercatore del proprietario Andrea Scherz dimostra invece il contrario: siamo stati i pionieri del LED nella nostra categoria e tra i primi ad installare un sistema di illuminazione LED. È infatti possibile creare un’atmosfera a lume di candela anche con un tocco di high-tech, risparmiando inoltre fino all’80% di energia.

A PROPOSITO DI CANDELE Ricicliamo sistematicamene le nostre candele invece di gettarle. Ogni stagione raccogliamo così da 100 a 150 chili di cera.

2013 PIANTARE NUOVI ALBERI L’uragano Lothar ha provocato ingenti danni nella foresta Schafwald al di sopra del Palace. Il nostro albergo ha investito 120 000 franchi per piantare 1500 nuovi alberi per la riforestazione. Nel frattempo, i nuovi alberi crescono che è un piacere e offrono una gradita protezione all’Oberbort. A proposito: anche la Palace-Family si è rimboccata le maniche, assieme agli studenti e alla popolazione della valle. E non è tutto: in occasione del suo 100° anniversario il Palace ha regalato al comune un’area per picnic nella foresta Schafwald – ovviamente accessibile a tutti!

2015 COME RIDUCIAMO LO SPRECO DI CIBO Insieme è meglio: il nostro Culinary Director Franz W. Faeh, fa parte della «Interessensgemeinschaft Procurement Hotelierverein Gstaad-Saanenland» (comunità di interessi Associazione Albergatori Gstaad-Saanen). Acquistiamo prodotti regionali insieme ad altri hotel e locali gastronomici della regione. Ciò significa meno trasporti, tragitti più brevi e prelibatezze del posto. In cucina facciamo ancora di più per ridurre lo spreco di cibo: dalla mise en place all’adattamento delle porzioni nei piatti. Inoltre, ci impegniamo non solo nell’ambito dei prodotti alimentari, ma anche in quello dei rifiuti organici che trasformiamo in compost, chiudendo così il cerchio della sostenibilità alimentare.

2019 COME ISOLARE Dal 1980 abbiamo sempre installato finestre con doppi vetri. Ma siccome non c’è due senza tre: dal 2019, ogni finestra che deve essere sostituita viene dotata di tripli vetri altamente isolanti. Per mantenere il calduccio all’interno e aiutare la natura all’esterno.

2021 A COSA RINUNCIAMO La plastica non ha più spazio nei nostri set cortesia. E da noi non troverete nemmeno l’aria condizionata. Infatti, per rinfrescarsi e aereare nel rispetto del clima basta aprire di tanto in tanto la finestra. Oppure in estate concedersi il piacere di un tuffo nella nostra «PISCINE» o, ancora, fare una gita in montagna.