__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

n. 43 settembre 2018

CONTRIBUTO 1€ - IN ESCLUSIVA PER I POSSESSORI DI CARTA FEDELTÀ PRIMA COPIA OMAGGIO

_cucina

_benessere

_viaggi

Nuovi protagonisti in cucina! Con Equilibrio & Piacere Gusto & Passione e VerdeMio, si arricchisce la tua scelta quotidiana di qualità: scopri tutto nello speciale!

_lifestyle


LE

IA R O T I

ED mbre 2018 sette

AAria di novità... Finalmente ci siamo: in questo numero, vi presentiamo i nostri nuovi prodotti a marchio, completamente rinnovati nella veste e nei contenuti. Il focus di questo mese sarà sulle tre linee specialistiche gourmet, bio e benessere, ma già nei prossimi mesi ci saranno grandi novità anche per quanto riguarda la linea “Omino”. Perché questa scelta? Semplicemente perché i nostri marchi sono il modo per raccontare chi siamo: per questo tutta la loro progettazione è andata nella direzione di costruire una proposta fortemente identitaria e distintiva, puntando in modo deciso sull’idea di “bottega evoluta” - come amiamo definirci - dove tradizione e innovazione si incontrano e dove il rapporto con i nostri Clienti si sviluppa sui binari del servizio, della fiducia e della relazione. Nelle prossime settimane comincerete a trovare nei nostri negozi i primi prodotti del nuovo assortimento. È il primo passo di un progetto molto ampio, che prevede non solo il restyling grafico ma anche una importante revisione dei contenuti qualitativi dei nostri prodotti. Terminata questa prima fase, partiremo con lo sviluppo di tante nuove proposte per la vostra tavola di tutti i giorni. E se la qualità del prodotto è basilare, anche la sua immagine deve essere valorizzata; per questo partiranno anche le nuove campagne di comunicazione, ognuna delle quali racconterà una storia di qualità e fiducia, di cura e attenzione nei vostri confronti: i nostri Clienti, il nostro patrimonio più grande. In questo percorso, dobbiamo naturalmente ringraziare moltissimi attori. I fornitori, che hanno dato un contributo fondamentale alla qualità del risultato, gli enti esterni che hanno certificato la qualità e, naturalmente, tutte le persone che in Azienda si sono spese con passione nel progetto. Speriamo di essere riusciti a trasmettervi un po’ del nostro entusiasmo, ma soprattutto la curiosità di scoprire queste novità e di accompagnarci nel nuovo percorso che stiamo iniziando: Gusto&Passione, VerdeMio ed Equilibrio&Piacere vi aspettano nei nostri negozi per diventare protagonisti della vostra tavola. Nelle prossime pagine ve li presenteremo uno per uno.


4

agenda del mese

SOM

MAR

sette

I

e 20 O 18

mbr

cucina

6

ricette di stagione speciale pere

12

il prodotto di stagione pere in tavola

14

14

ricette per tutti i giorni sette x sette

20

speciale presentazione nuove linee

24

prodotti del mese colazione

26

menu speciale 6

pronti per la campanella

26

30

semplicissimo crème brulÊe alla vaniglia

32

scuola di cucina salata primi per i piĂš piccoli

34

scuola di cucina dolce 12 2

dolci idee per baby feste

30


3 SOMMARIO

46

32

benessere

38

cibo e salute ricette della buonanotte

44

approfondimento dieta anti insonnia

viaggi 38

46

itinerario Bruges, la cittĂ incantata delle Fiandre

54

57

junior mamma, ho fatto un brutto sogno

59

pet care

lifestyle

60

54

oroscopo

limone, un grande

63

mondo donna 59

piccoli amici

alleato di bellezza

indice


AAGENDA

_Idee e consigli

settembre

Taste of Roma Dal 20 al 23 settembre Auditorium Parco della Musica, Roma www.tasteofroma.it Quattro giorni per celebrare l’alta cucina e i migliori ristoranti della Città eterna: amanti del buon cibo e appassionati potranno scoprire nuove ed entusiasmanti frontiere del gusto, imparare i segreti dei migliori esperti del settore e assaggiare i menu studiati per l’occasione e preparati dai grandi chef dei locali capitolini. Non mancheranno show cooking, laboratori aperti a tutti e degustazioni.

Giardini d’autore Dal 21 al 23 settembre Castel Sismondo, Rimini www.giardinidautore.net La mostra di giardinaggio con i migliori vivaisti italiani torna a Rimini per l’edizione autunnale 2018. Un appuntamento fisso per tutti gli amanti del giardinaggio che riconoscono a questa manifestazione qualità e prestigio, un’occasione per reperire piante ed essenze rare e per condividere la cultura del verde in tutte le sue forme ed espressioni.

Festival Verdi Dal 27 settembre al 21 ottobre Parma e Busseto www.festivalverdiparma.it L’ormai tradizionale evento operistico torna nella terra della musica e della gastronomia. Un calendario di appuntamenti imperdibili per gli appassionati - non solo di opera, ma anche di letture, convegni a tema, intrecci tra musica e poesia e tanto altro - diventa l’occasione per riscoprire Parma e tutte le ricchezze che offrono i suoi dintorni.

Warhol & Friends. New York negli Anni ‘80 Dal 29 settembre Palazzo Albergati, Bologna www.palazzoalbergati.com Una mostra che ripercorre la vita dell’eclettico Andy Warhol dal 1968, anno in cui l’artista, scampato a un attentato, rivoluziona  ulteriormente il suo metodo di lavoro, iniziando a fare ritratti su commissione e a scattare foto con la polaroid. La mostra parte proprio da questo periodo riflessivo e, attraverso le opere esposte, racconta i 7 anni in cui Warhol resta costantemente al centro della vita artistica e sociale newyorkese, tornando a essere un faro per i giovani dell’epoca, un autentico guru.


5

AGENDA


DI S

R TAGICET TE ION E

Speciale pere Quattro proposte per un menu completo con il frutto principe dell’autunno, da abbinare a ingredienti dolci e salati 6


X 4 persone - preparazione 15 MINUTI - cottura 10 MINUTI

4 lombatine di maiale con osso da 200 g ciascuna 1 cespo di indivia riccia 3 pere Williams rosse sode 50 g di gherigli di noci pecan olio extra vergine di oliva fruttato leggero 100% italiano Gusto&Passione 2 cucchiai di aceto balsamico di Modena tradizional 10 rametti di timo fresco 5-6 rametti di maggiorana fresca 2 spicchi d’aglio sale e pepe

Toast integrale con formaggio di capra, pere, miele e semi di zucca tostati X 4 persone preparazione 15 MINUTI

4 fette di pane casereccio integrale o ai 5 cereali 200 g di formaggio caprino olio extra vergine di oliva fruttato leggero 100% italiano Gusto&Passione 2 pere Williams a buccia gialla 1-2 cucchiai di miele qualche rametto di maggiorana fresca 2 cucchiai di semi di zucca decorticati e tostati sale e pepe 1. Tostate il pane per qualche minuto. 2. Lavorate il formaggio con 1 cucchiaio d’olio, 1 pizzico di sale e pepe e le foglie di maggiorana tritate. Mescolate fino a ottenere una crema morbida. 3. Lavate e affettate le pere, eliminando il torsolo con uno scavino. 4. Spalmate le fette di pane tostato con uno strato piuttosto spesso di crema di caprino, coprite con qualche fettina di pera, completate con un filo di miele e i semi di zucca tostati.

1. Mettete le lombatine in un piatto e conditele con un filo d’olio, sale, pepe, le erbe aromatiche sfogliate e lo spicchio d’aglio sbucciato e affettato. Lasciatele insaporire coperte con della pellicola trasparente per 20-30 minuti. 2. Nel frattempo sfogliate l’indivia eliminando la parte bianca della foglia. Lavate molto bene il resto e asciugate le foglie. A parte, lavate le pere e affettatele sottilmente eliminando il torsolo. 3. Unite l’indivia e le pere in una ciotola e conditele con un filo d’olio, sale e pepe. Eliminate l’aglio dalla carne, scaldate una padella antiaderente con un filo d’olio e fate rosolare la carne per 4-5 minuti per lato (a seconda dello spessore) finché sarà ben dorata. 4. Unite all’insalata le noci e l’aceto balsamico e mescolate. Servite le lombate con una spolverata di pepe e un pizzico di sale con l’insalatina di accompagnamento.

7 RICETTE DI STAGIONE

Lombatina di maiale con insalata di pere, indivia riccia e noci


Olio extra vergine di oliva fruttato leggero 100% italiano Gusto & Passione è ottenuto da olive di

provenienza garantita e grazie al suo gusto delicato si adatta bene a tante ricette, dall’antipasto al dolce.

Insalata di indivia, radicchio, pere, taleggio e nocciole X 4 persone - preparazione 15 MINUTI

500 g di indivia belga 200 g di foglie di radicchio di Chioggia IGP 150 g di Taleggio DOP 80 g di nocciole Italiane pelate e tostate olio extra vergine di oliva fruttato leggero 100% italiano Gusto&Passione 2 pere Kaiser o Abate mature ma sode 1 cucchiaino di aceto di vino bianco 1 cucchiaino colmo di senape di Digione sale e pepe 1. Eliminate la base dell’indivia con un taglio, scartando la parte bianca più coriacea. Sfogliate il resto e lavate l’indivia insieme alle foglie di radicchio, poi asciugate bene. Tagliate le foglie più grandi e mettete tutto in un’insalatiera. 2. Lavate e affettate sottilmente le pere, eliminando il centro con uno scavino per scartare i semi. Unite le pere alle insalate, mescolate e condite con un filo d’olio, sale e pepe. 3. Eliminate la crosta del formaggio e tagliatelo a cubetti. Tagliate grossolanamente le nocciole tostate. 4. In un barattolo unite l’aceto, la senape, 4 cucchiai d’olio, 1 cucchiaino d’acqua, un pizzico di sale e pepe, quindi chiudete ermeticamente con il tappo e agitate vigorosamente per ottenere una salsa densa. 5. Unite il formaggio e le nocciole all’insalata e versate la vinaigrette all’ultimo momento, prima di servirla.

8


9

X 4 persone - preparazione 10 MINUTI - cottura 10 MINUTI

500 g di gnocchi rigati di patate fresche Gusto&Passione 3 pere Kaiser (mature ma sode) 200 g di gorgonzola al mascarpone 4 coste sottili di sedano fresco 50 g di noci sgusciate 30 g di burro sale e pepe 1. Fate sciogliere il burro in una padella ampia e unite il sedano precedentemente lavato e affettato sottilmente. Fatelo rosolare a fiamma molto bassa finchĂŠ non si sarĂ leggermente ammorbidito (se necessario, per evitare che il burro prenda colore, aggiungete poca acqua). 2. Lavate bene le pere, tagliatele a spicchi, eliminate il torsolo e tagliate la polpa a cubetti. Unite le pere al sedano e fate cuocere per 2 minuti a fuoco basso. Regolate di sale e pepe. 3. Nel frattempo, portate a bollore abbondante acqua leggermente salata in una pentola grande. Unite al fondo di pere e sedano il gorgonzola al mascarpone tagliato a pezzetti e fate fondere dolcemente.

4. Cuocete gli gnocchi come indicato sulla confezione, scolateli con la schiumarola quando saliranno a galla (occorreranno pochi minuti) e trasferiteli direttamente nella padella con il condimento. Conservate l’acqua di cottura. 5. Fate mantecare gli gnocchi con il condimento aggiungendo, se necessario, poca acqua di cottura. Quando saranno ben cremosi, dividete gli gnocchi nei piatti e completate con le noci tritate grossolanamente. Servite subito.

Gnocchi di patate

Scoprite il gusto unico degli

Gnocchi rigati di patate fresche Gusto&Passione, che trovate

nella pratica confezione divisa in due vaschette da 200 g ciascuna. La consistenza morbida e la rigatura si abbinano a condimenti cremosi e avvolgenti.

RICETTE DI STAGIONE

Gnocchi con pere, sedano, gorgonzola e noci (foto a p. 6)


dolce tentazione 10


11 RICETTE DI STAGIONE

Torta alle pere con crumble di noci X 6-8 persone - preparazione 15 MINUTI - cottura 50 MINUTI

2 uova bio VerdeMio 120 g di zucchero di canna + altro per spolverare 110 ml di olio di semi di mais 200 g di yogurt bianco al naturale 140 g di farina tipo “00” bio VerdeMio 100 g di farina integrale 1 bustina di lievito per dolci 2-3 pere Williams gialle 25 g di noci pecan zucchero a velo burro e farina per lo stampo 1. Lavorate a lungo le uova con lo zucchero con una frusta elettrica o in una planetaria finché saranno gonfie e soffici. Unite l’olio a filo e lo yogurt e mescolate bene. In una ciotola unite le farine con il lievito e incorporate al composto un cucchiaio alla volta, sempre mescolando. 2. Trasferite il composto in una teglia a cerniera del diametro di 22 cm leggermente imburrata e infarinata. Sbucciate le pere ed eliminate i semi, quindi tagliatele a fette non troppo sottili e distribuitele sulla superficie della torta formando un motivo a raggiera. Spolverizzate con altro zucchero di canna e distribuite le noci pecan tritate grossolanamente.

3. Infornate a 170°C per circa 50 minuti-1 ora (verificate la cottura con uno stecchino di legno che, inserito al centro, dovrà uscire pulito e asciutto). Lasciate raffreddare la torta nello stampo, sformatela e spolverizzatela con lo zucchero a velo prima di servire.


IL PR DI S ODOT TAG TO ION di Si lvia E Gra nzier

o

Pere in tavola

Fresche e succose, leggere e zuccherine, danno il benvenuto a settembre arricchendo la tavola con la loro dolcezza

n

on solo mele: l’arrivo di settembre porta sulle nostre tavole anche le pere. La raccolta avviene dalla fine di agosto a ottobre e, anche se alcune tipologie minori maturano in altri periodi, rimangono il frutto di settembre per eccellenza. Dalla Williams – tondeggiante e succosa, tra le più usate anche nell’industria alimentare, che la impiega in succhi e mostarde – all’Abate, dalla Decana alla Kaiser, alla Conference, l’Italia è tra i primi posti in Europa per produzione di questo frutto. La coltivazione delle qualità di nicchia, invece, negli ultimi decenni si è notevolmente ridotta: la pera Broccolina, la Limone, la Spina e tante altre sono oggi praticamente impossibili da trovare sui banchi del mercato, ma sono in ripresa grazie ai piccoli produttori.

Una pera al giorno… Molto zuccherina, la pera è tuttavia un frutto poco calorico che apporta molti benefici a livello di nutrienti: contiene infatti in grandi quantità soprattutto potassio, calcio, magnesio, ferro, rame e acido folico. È inoltre molto facile da digerire, e, con il suo elevato potere saziante, è perfetta per concludere un pasto leggero con una nota dolce, anche in caso di dieta. Assai

conservare le pere

La pera è un frutto che matura meglio dopo la raccolta, per cui è possibile acquistarla ancora acerba; se si vuole accelerarne la maturazione, si devono conservare le pere in un sacchetto di carta: dopo qualche giorno saranno pronte per essere gustate. Quando le pere sono mature, è meglio invece riporle in frigorifero, ma attenzione: come le mele, secernono un gas che fa deteriorare gli ortaggi, quindi tenetele a debita distanza.

12

Scopri

3 nuovi modi per gustare le pere. Guarda la videoricetta.


13

Dall’antipasto al dolce Fresca e gustosa, la pera è perfetta anche come ingrediente di varie ricette: grazie alla grande quantità di tipologie esistenti, si può scegliere di volta in volta la varietà di pera più adatta al piatto da fare. Questo frutto rientra di diritto in tante ricette dolci, dalle torte al dessert di pere al Porto, ma l’accoppiata vincente, su tutte, è quella con il cioccolato fondente. La sua dolcezza si abbina però splendidamente anche a ingredienti salati. È proverbiale l’accostamento ai formaggi, anche sotto forma di composta: con noci e gorgonzola diventa protagonista di tanti piatti, dalla bruschetta al risotto; nei secondi di carne, soprattutto di maiale, può sostituire le più tradizionali mele.

IL PRODOTTO DI STAGIONE

delicata, si ammacca facilmente, e, una volta sbucciata o tagliata, andrebbe consumata subito o spruzzata di limone, poiché, come la mela, ossida in fretta. Quando la acquistate, verificate il grado di maturazione, premendone leggermente la sommità, attorno al picciolo: se risulta morbida ma piuttosto soda, la pera è pronta.


TUT RICET TE TI I G PER IOR NI

sette x sette Se siete a corto di idee per il menu della settimana vi proponiamo una ricetta - velocissima - al giorno per sbizzarrirvi ai fornelli. Siete pronti? 14


Diventa chef con Prèmiaty: cucina il tuo piatto facile e veloce per tutti i giorni con uno o più prodotti a marchio e invia il testo della ricetta a: premiaty@supersigma.com Potresti vedere la tua ricetta fra le pagine della rivista il prossimo mese!

Tre cereali con feta, fichi e mandorle X 4 persone preparazione 15 MINUTI - cottura 20 MINUTI

X 4 persone - preparazione 10 MINUTI - cottura 5 MINUTI

350 g di orecchiette fresche 100 g di pistacchi sgusciati + 1 cucchiaio di granella di pistacchi 1 cucchiaio di capperi sotto sale 5 fette di pane a fette con farina di kamut bio VerdeMio origano secco olio extra vergine di oliva sale 1. Cuocete la pasta in abbondante acqua bollente leggermente salata. Nel frattempo preparate il condimento, frullando i pistacchi con i capperi dissalati, il pane privato della crosta, una spolverata di foglie di origano secco e 4-5 cucchiai d’olio. Unite poca acqua di cottura della pasta per ottenere un composto cremoso. 2. Scolate le orecchiette e conditele con la salsa di pistacchi, aggiungendo se necessario altra acqua di cottura della pasta, poca per volta. Servite completando con la granella di pistacchi.

350 g di mix 3 cereali 100 g di mandorle sgusciate 10 fichi 2 cipollotti 160 g di feta olio extra vergine di oliva fruttato leggero 100% italiano Gusto&Passione 1/2 limone 2 cucchiaini di miele di acacia maggiorana fresca sale 1. Lessate i tre cereali in abbondante acqua bollente leggermente salata, scolateli al dente e conditeli con un filo d’olio. Tostate le mandorle in una padella ampia pulita, quindi tritatele grossolanamente al coltello. Lavate e asciugate i fichi e tagliateli a spicchi. 2. Mondate i cipollotti e tagliateli a rondelle. In una ciotolina emulsionate 4 cucchiai d’olio con il succo del limone, il miele e qualche fogliolina di maggiorana. Unite ai tre cereali i fichi, la feta grossolanamente sbriciolata con le mani, i cipollotti e le mandorle e condite con la citronette al miele, quindi mescolate per amalgamare e servite.

Il Pane a fette con farina di kamut biologico VerdeMio è perfetto per creare panature golose, unito a erbe aromatiche, frutta secca e spezie. Frullatelo grossolanamente e utilizzate il crumble ottenuto su carne e pesce da cuocere al forno.

15 RICETTE PER TUTTIGIORNI

invia la tua ricetta!

Orecchiette con salsa di pistacchi, capperi e pane


Sfogliatine con pesto, stracchino e rucola X 6-8 persone preparazione 10 MINUTI - cottura 15 MINUTI

100 g di stracchino 50 g di pesto alla genovese 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare 50 g di rucola olio extra vergine di oliva fruttato leggero 100% italiano Gusto&Passione 1. Ritagliate la pasta sfoglia in quadri e disponetela su una teglia rivestita di carta da forno. Con un coltellino incidete il bordo di ciascun quadrato tracciando due L e lasciando uniti due vertici opposti. Sollevate uno dei due angoli esterni e ripiegatelo sull’angolo interno opposto e fate lo stesso con il secondo (se necessario, usate dell’olio per far attaccare la pasta sfoglia). 2. Bucherellate la sfoglia con i rebbi di una forchetta, lasciando però intatto il bordo, e cuocete in forno già caldo a 200°C per circa 10 minuti. Nel frattempo, in una ciotola mescolate lo stracchino con il pesto. Farcite quindi le sfogliatine con questo ripieno e infornatele per altri 5 minuti o comunque fino a doratura. Sfornate le sfogliatine e lasciate intiepidire, quindi guarnite con la rucola condita con un filo d’olio e servite.

Filetti di salmone agrumati con semi di coriandolo e limone X 4 persone - preparazione 10 MINUTI - cottura 15 MINUTI

4 filetti di salmone da 150-200 g l’uno 4 cucchiaini di semi di coriandolo 2 limoni non trattati 1 lime cannella in polvere olio extra vergine di oliva fruttato leggero 100% italiano Gusto&Passione sale 1. Pulite i filetti rimuovendo le eventuali spine, quindi disponeteli su una teglia rivestita di carta da forno. Tritate i semi di coriandolo e mescolateli alla buccia grattugiata dei limoni, il succo del lime, 1 pizzico di cannella, 2 cucchiai d’olio e una presa di sale. 2. Coprite i filetti di salmone con il composto e infornate per 10-15 minuti a 200°C. Sfornate e servite con qualche fettina di lime a piacere.

16


17

X 4-6 persone preparazione 15 MINUTI - cottura 40 MINUTI

500 g di zucchine 3 uova 100 g di farina tipo “00” 250 ml di latte UHT P.S. alta digeribilità Equilibrio&Piacere 50 g di Parmigiano Reggiano DOP 100 g di prosciutto cotto alta qualità nazionale Gusto&Passione burro e farina per lo stampo olio extra vergine di oliva sale e pepe 1. Lavate le zucchine, tagliatele a cubetti e fatele saltare in una padella ampia con un filo d’olio e una presa di sale. In una ciotola capiente sbattete le uova e aggiungete, alternandoli a poco a poco, il latte e la farina. Unite il parmigiano grattugiato, regolate di sale e pepe, poi incorporate il prosciutto tritato al coltello e le zucchine. 2. Versate il composto in una pirofila di 30x20 cm imburrata e infarinata e cuocete in forno già caldo a 200°C per 35 minuti o comunque finché il clafoutis sarà rappreso al centro. Servite tiepido.

RICETTE PER TUTTIGIORNI

Clafoutis salato con zucchine e prosciutto


Fregola con ceci e calamari X 4 persone - preparazione 10 MINUTI - cottura 30 MINUTI

2 spicchi d’aglio 500 g di calamari già puliti 1/2 bicchiere di vino bianco secco 800 g di passata di pomodoro in bottiglia VerdeMio 300 g di fregola 400 g di ceci precotti 2 cucchiai di prezzemolo tritato brodo vegetale olio extra vergine di oliva sale 1. In una casseruola fate rosolare a fuoco dolce l’aglio schiacciato con un giro abbondante di olio. Unite i calamari tagliati ad anelli e i loro ciuffi e fateli saltare per qualche istante. Sfumate con il vino, quindi unite il pomodoro e una presa di sale. Cuocete per 10 minuti a fuoco dolce, mescolando di tanto in tanto e, se necessario, aggiungendo poco brodo. 2. Unite la fregola e i ceci scolati e risciacquati e proseguite la cottura, bagnando con il brodo man mano che la fregola assorbe i liquidi. Occorreranno 15-20 minuti, a seconda del tipo di fregola. Spegnete, unite il prezzemolo tritato e servite.

Preparata con pomodoti biologici 100% italiani, la Passata di pomodoro in bottiglia VerdeMio è ideale per sughi cremosi per pasta, cereali, pesce e polpette. La trovate al supermercato nelle bottiglie in vetro da 500 ml.

Kefta di pollo alla paprika con salsa allo yogurt X 6-8 persone preparazione 10 MINUTI - cottura 15 MINUTI

200 g di yogurt magro 0,1% bianco Equilibrio&Piacere 3-4 rametti di menta fresca 1 cipolla rossa 1 cucchiaino di semi di cumino 1 spicchio d’aglio 1 ciuffo di prezzemolo 500 g di macinato di pollo 1 cucchiaio raso di paprika affumicata olio extra vergine di oliva sale e pepe 1. Mescolate lo yogurt con le foglie di menta tagliate a listarelle, un filo d’olio, sale e pepe. Coprite e riponete in frigorifero. 2. Riunite nel bicchiere del mixer la cipolla mondata e tagliata a pezzi, i semi di cumino, l’aglio pelato e le foglie di prezzemolo. Tritate a impulsi e mescolate il composto al macinato. 3. Unite la paprika e una presa di sale e formate delle polpettine grandi quanto una noce. Cuocete le kefta in padella con un filo d’olio per 6-8 minuti per lato, facendole rosolare su tutti i lati. Infilatele negli spiedini e servite, accompagnandole con la salsa allo yogurt.

18


19

RICETTE PER TUTTIGIORNI


PRES NUOENTAZIO VE L NE INEE

Voglia di novità Con VerdeMio, Equilibrio&Piacere e Gusto&Passione si arricchisce la tua scelta quotidiana di qualità

20


21 NUOVE LINEE

n

essuno come noi italiani coltiva la passione per il buon cibo, sicuri della bontà delle ricette tradizionali e sempre pronti a concederci il gusto di golosità gourmet. Gusto&Passione è la nostra nuova linea premium che privilegia la ricerca e la promozione delle eccellenze italiane DOP/IGP di cui il nostro Paese è ricchissimo. Gusto&Passione è un viaggio alla scoperta delle eccellenze gastronomiche e dei sapori più rappresentativi dell’Italia. Le nostre regioni sono fonti inesauribili di tradizione e qualità, per questo abbiamo deciso di selezionare le specialità della migliore tradizione gastronomica regionale italiana, con prodotti tutelati dai marchi DOP, DOC e IGP che ne certificano la qualità e l’unicità. Gusto&Passione è tradizione ma anche ricercatezza e novità: i valori di un tempo si mescolano nei prodotti che raccontano e reinterpretano i colori, i sapori e i profumi che amiamo. I prodotti che vi proporremo consentono non soltanto ai migliori chef, ma anche a chi solo si avvicina alla cucina, di realizzare capolavori gastronomici con soluzioni creative e originali, vere delizie per il palato. Alla base di tutto il nostro lavoro c’è sempre l’attenzione alla qualità e alla sicurezza, ma con Gusto&Passione siamo andati oltre: abbiamo ricercato lavorazioni di qualità, collaborato con i tecnici delle aziende e, attraverso i panel test condotti da esperti, cercato il meglio del meglio. Ma al di là di tutto questo, ciò che ci rende particolarmente entusiasti è aver lavorato su un’ulteriore selezione dei fornitori, spesso anche di piccole dimensioni, che potesse garantire non solo efficienza di processo e dunque prezzi competitivi, ma una vera e propria partnership. La linea Gusto&Passione sarà composta da circa 100 referenze, prevedendo di aumentare sensibilmente.


Scegliere alimenti biologici fa bene alla nostra Terra e alla nostra salute, è una scelta sostenibile, un impegno volto al benessere attuale e a quello delle future generazioni. Su questi presupposti e con questi obiettivi nasce la nuovissima linea VerdeMio. I nostri prodotti biologici sono realizzati senza l’impiego di antiparassitari, diserbanti, pesticidi, additivi e conservanti chimici di sintesi e OGM: sono naturali al 100%. Durante la produzione (coltivazione o allevamento) e in tutte le fasi della lavorazione vengono infatti utilizzate esclusivamente sostanze di origine naturale o minerale. Per questo, l’agricoltura biologica rispetta la natura, l’ambiente e i suoi equilibri, mantenendo inalterati i valori nutrizionali dell’alimento, fondamentali per il corpo umano. Il nostro è un forte impegno: ti offriamo una vasta gamma di prodotti certifi-

22

cati da Organismi di Controllo riconosciuti dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, che verificano il ciclo produttivo in tutte le fasi della filiera. I nostri prodotti biologici garantiscono l’assoluto rispetto delle norme in termini di qualità organolettiche, nutrizionali, salutistiche, igieniche. VerdeMio vedrà nel tempo raddoppiate le attuali referenze, e questo anche grazie alla lungimiranza di tanti produttori che, migliorando i loro processi, hanno ridotto notevolmente il gap competitivo rispetto ai prodotti convenzionali, consentendo di offrirti prodotti naturali a un prezzo assolutamente equo. Il biologico fa la differenza ed è un alleato fedele dell’ambiente in cui viviamo: sano, buono e al giusto prezzo. VerdeMio, la scelta consapevole di chi vuole vivere bene attraverso prodotti pensati nel rispetto dell’ambiente.


23 NUOVE LINEE Per vivere in modo sano ed equilibrato occorre avere un’armonia tra il corpo e la mente, raggiungibile soprattutto con una buona alimentazione. Mangiare sano non significa rinunciare al gusto e la nostra nuova linea Equilibrio&Piacere risponde perfettamente a una nutrizione corretta ma gustosa, che è alla base del benessere e della bellezza. Nelle prossime settimane potrete trovare tanti articoli nuovi: latticini a basso contenuto di grassi, cereali ricchi di fibre per la prima colazione, yogurt probiotici, snack e altro ancora. Equilibrio&Piacere risponde a ogni esigenza di benessere con ricette semplici e ingredienti selezionati che esaltano il gusto e aiutano a restare in forma. Un mondo di prodotti selezionati per soddisfare al meglio tutte le esigenze nutrizionali, anche quelle più specifiche. Prodotti light, senza glutine, senza zuccheri, senza grassi aggiunti, senza lattosio, integrali e ricchi di fibre. Una scelta attenta alla salute, al benessere e al gusto. Equilibrio&Piacere sarà certamente la linea più dinamica in termini assortimentali: una gamma di prodotti sani, buoni e convenienti, per ogni momento della giornata.


I PRO DEL DOT TI MES E

Bevanda di riso e di soia biologica VERDEMIO

Gustose e dissetanti, le Bevande di riso e di soia VerdeMio sono preparate con riso e soia certificati biologici, coltivati e lavorati in Italia. Sono valide alternative al latte vaccino, perfette per chi ha difficoltà a digerirlo o soffre di intolleranze. Provatele a colazione e in ogni momento della giornata, gustate fresche o calde, con l’aggiunta di caffè e cacao: bevande vegetali per vivere bene con se stessi e in armonia con la natura.

Bastoncini integrali EQUILIBRIO&PIACERE Per avere una buona giornata è veramente indispensabile iniziarla al meglio: ideali per una gustosa prima colazione che nutre in modo equilibrato, i Bastoncini integrali Equilibrio&Piacere sono preparati con un mix di frumento integrale, ricco naturalmente di proteine vegetali, vitamine, fibre e germe di grano, un concentrato naturale di acidi grassi essenziali.

Bifidus avena e noci EQUILIBRIO&PIACERE

Prodotto con latte 100% italiano, il Bifidus avena e noci Equilibrio&Piacere è ottimo per chi vuole unire i benefici del bifidus a quelli delle fibre: il consumo regolare di un vasetto al giorno a colazione o merenda, infatti, abbinato a una dieta varia ed equilibrata e a uno stile di vita sano, favorisce l’equilibrio della flora intestinale.

Fiocchi di riso e frumento integrale EQUILIBRIO&PIACERE

Croccanti e dal gusto equilibrato, i Fiocchi di riso con frumento integrale Equlibrio&Piacere sono la colazione ideale per iniziare bene la giornata, grazie al basso contenuto di grassi e alla ricchezza di fibre e zinco. Provateli nella variante classica, in quella con il cioccolato e in quella ai frutti rossi.

24


25 PRODOTTO DEL MESE

NUOVI SALAMINI BERETTA. PREPARATEVI A UN’ESPLOSIONE DI SAPORE.


MEN U SP MER ECIALE RIENENDA A SC TRO UOL A

Con il rientro a scuola diventa ancora più importante distribuire i pasti, senza farsi mancare una colazione golosa, uno spuntino nutriente per l’intervallo e una merenda energetica. Ecco qualche idea per riprendere la routine con più gusto

26


27 MENU SPECIALE MERENDA RIENTRO A SCUOLA

Occhi di bue alla marmellata X 6-8 persone - preparazione 30 MINUTI - cottura 15 MINUTI

per la pasta frolla 125 g di burro 250 g di farina tipo “00” bio VerdeMio 100 g di zucchero 1 uovo bio VerdeMio 1/2 baccello di vaniglia sale per farcire marmellata (sono ideali quella di albicocche e di lamponi, senza pezzetti) zucchero a velo 1. Raccogliete tutti gli ingredienti per la frolla in un mixer, unite un pizzico di sale e lavorate l’impasto fino a ottenere un composto omogeneo. Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e fatelo riposare in frigorifero per almeno un’ora. 2. Riprendete la pasta frolla e stendetela su una spianatoia infarinata, utilizzando il mattarello, portandola a uno spessore di circa 4 mm. Servendovi di uno stampino rotondo del diametro di circa 8 cm ricavate dalla pasta tanti dischetti. Lasciate intera una metà di essi; nell’altra metà praticate un foro centrale con un taglia biscotti di un diametro inferiore. 3. Disponete i biscotti su una teglia rivestita con carta da forno e cuoceteli a 180°C per circa 12-15 minuti, o comunque fino a leggera doratura. 4. Sfornateli e, mentre sono ancora caldi, distribuite un po’ di marmellata nel centro di quelli non bucati; appoggiatevi sopra gli altri e premete molto delicatamente in modo da farli saldare. Procedete in questo modo fino a esaurimento. Terminate spolverizzando con lo zucchero a velo.

Focaccia integrale con prosciutto cotto e stracchino X 8 persone - preparazione 15 MINUTI - cottura 40 MINUTI

320 ml di acqua 1 cucchiaino di zucchero 7 g di lievito di birra disidratato 300 g di farina integrale 200 g di farina manitoba 20 ml di olio extra vergine di oliva fruttato leggero 100% italiano Gusto&Passione 2 cucchiaini di sale sale Maldon rosmarino per farcire 150 g di prosciutto cotto 100 g di stracchino 1. In una ciotola raccogliete le farine con il lievito, mescolate e formate una fontana. Aggiungetevi al centro l’acqua, l’olio, lo zucchero e impastate unendo il sale solo verso la fine. Quando avrete ottenuto una massa liscia ed elastica formate una palla e ponetela a lievitare in una ciotola fino al raddoppio, coperta con la pellicola trasparente, per circa 2 ore. 2. Trascorso questo tempo, prelevate l’impasto e adagiatelo in una teglia da 20 x 30 cm unta con poco olio. Stendete la focaccia con i polpastrelli fino a ottenere uno strato omogeneo. Spennellate con altro olio e cospargete con sale Maldon e rosmarino. Fate riposare per 30 minuti coperta, quindi cuocete in forno a 200°C per 35-40 minuti. 3. Sfornate, fate raffreddare e tagliate la focaccia a quadretti regolari. Farcitela con il prosciutto cotto e lo stracchino.


Plumcake con gocce di cioccolato X 8 persone - preparazione 30 MINUTI - cottura 55 MINUTI

per il plumcake 250 g di farina tipo “00” bio VerdeMio 250 g di yogurt 200 g di zucchero semolato 100 g di olio di semi 60 g di gocce di cioccolato + altre per la copertura 3 uova bio VerdeMio 40 ml di panna 1 limone non trattato 16 g di lievito per dolci 1 pizzico di sale per il crumble 45 g di zucchero di canna 80 g di mandorle spellate 60 g di burro freddo 75 g di farina tipo “00” bio VerdeMio cannella 1. Preparate per prima cosa il crumble: versate nel mixer il burro a cubetti, la farina, un pizzico di cannella le mandorle e lo zucchero, quindi azionate l’apparecchio a impulsi fino a ottenere un composto di briciole. Copritelo con la pellicola trasparente e fate riposare in frigorifero. 2. In una ciotola montate le uova con lo zucchero e il sale. Unite lo yogurt, la panna e la scorza di limone grattugiata e amalgamate. Aggiungete la farina e il lievito setacciati, quindi incorporate l’olio a filo montando fino a quando avrete ottenuto un composto liscio, cremoso e omogeneo. Unite le gocce di cioccolato e mescolate. Versate il tutto all’interno di uno stampo da 23x11 cm rivestito di carta da forno e livellate. 3. Distribuite sul plumcake il crumble e qualche cucchiaio di gocce di cioccolato e cuocete a 170°C per circa 55 minuti. Sfornate e fate raffreddare completamente prima di servire.

Pain au chocolat alla crema pasticcera X 5 persone - preparazione 30 MINUTI - cottura 20 MINUTI

per l’impasto 300 g di farina tipo “00” bio VerdeMio 50 g di zucchero semolato 50 g di burro morbido 1 cucchiaio di miele fluido 270 ml di latte 10 g di sale 7 g di lievito di birra disidratato 1 cucchiaino di essenza di vaniglia scorza grattugiata di 1 limone 1 cucchiaino di Cointreau per il ripieno 200 g di crema pasticcera già pronta per formare i pain au chocolat 250 g di burro per le pieghe 1 tuorlo 2 cucchiai di latte 1. In una ciotola capiente raccogliete tutti gli ingredienti per l’impasto, a eccezione del latte e del sale, e formate una fontana. Versatevi al centro il latte e impastate il tutto con le mani fino a ottenere un impasto liscio, omogeneo ed elastico, unendo verso la fine il sale. Lasciatelo lievitare in frigorifero per 12 ore coperto con la pellicola alimentare a circa 4°. 2. Disponete il panetto di burro freddo tra due fogli di

28


mccain

29 MENU SPECIALE MERENDA RIENTRO A SCUOLA

carta da forno. Utilizzando un mattarello, battetelo con forza fino ad appiattirlo e portatelo a uno spessore di 1 cm. 3. Stendete l’impasto su una spianatoia leggermente infarinata in un rettangolo spesso circa 1 cm e posizionatevi il burro in modo che occupi i 2/3 inferiori fino ad arrivare a 1 cm dal bordo. 4. Piegate il bordo rimasto libero verso l’interno, poi chiudetelo su se stesso a fazzoletto sovrapponendo la parte restante e ottenendo un rettangolo con all’interno il burro. Fate riposare in frigorifero per 10 minuti. 5. Prelevate l’impasto dal frigorifero e ponetelo con la parte aperta sulla destra. Stendetelo adesso con il mattarello a uno spessore di 7/8 mm e fate una piega a 3 portando verso il centro il lembo inferiore della sfoglia, poi quello superiore. Ponete in frigorifero per altri 10 minuti. Ripetete l’operazione girando il panetto di 90° per altre 2 volte, effettuando sempre una piega a 3. Finite le pieghe, ponete in frigorifero per 1 ora. 6. Stendete l’impasto in un rettangolo di 25x40 cm e dividetelo a metà. Tagliate ciascuna delle due parti in 5 rettangoli uguali. Ponete un po’ di crema pasticcera sul bordo di ogni rettangolo e arrotolate stretto. Appoggiateli su una teglia foderata con carta da forno con la chiusura rivolta verso il basso. Coprite con un canovaccio e fate lievitare per 2 ore. 7. Spennellateli con il tuorlo sbattuto con latte e cuoceteli a 190°C nel forno in modalità ventilata per 15-20 minuti.


SEM CISS PLIIMO

La ricetta

facilissima Cucinare non è mai stato così facile! Grazie a questa rubrica imparerete a preparare piatti deliziosi in pochissimo tempo e con al massimo 6 ingredienti

Crème brûlée alla vaniglia, cosa ti occorre?

230 ml di panna fresca

20 ml di latte

2 tuorli bio VerdeMio

Se non disponete dell’apposito cannello, potete gratinare la crema anche sotto il grill del forno. 1/2 baccello di vaniglia

4 persone 20 minuti 60 minuti

30

30 g di zucchero semolato + 1 cucchiaio per caramellare

1. Mescolate i tuorli con lo zucchero e i SEMI DI VANIGLIA estratti dal baccello. A parte scaldate il LATTE, la PANNA e il BACCELLO vuoto di vaniglia, fino a farli sobbollire, poi versate a filo sul composto di tuorli, mescolando. 2. Filtrate e versate in 4 cocotte di ceramica, fino a 2/3. Infornate a bagnomaria a 120°C per 1 ora, o finché la crema sarà compatta ai bordi e tremolante al centro. 3. Sfornate, fate raffreddare nell’acqua di cottura e poi in frigo per 2-3 ore. Poco prima di servire spolverizzate con lo ZUCCHERO e caramellate con il cannello.


31

SEMPLICISSIMO


D I CSCUOLA UCIN SAL A ATA

Primi per i più piccoli NON LA SOLITA PASTA: DUE PRIMI PIATTI GUSTOSI, ALLEGRI E COLORATI, DA PREPARARE INSIEME AI PICCOLI DI CASA. SIETE PRONTI A IMPASTARE?

Fiori ripieni di patate e mozzarella

X 4 persone - preparazione 40 MINUTI - cottura 44 MINUTI

250 g di farina tipo “00” bio VerdeMio 2 cucchiai di Parmigiano Reggiano DOP grattugiato 125 g di passata di pomodoro 80 g di mozzarella fior di latte pugliese Gusto&Passione 200 g di patate 2 uova bio VerdeMio sale

1. Disponete la farina a fontana su una spianatoia, rompetevi al centro le uova, aggiungete 2-3 cucchiai d’acqua e un pizzico di sale. Impastate a lungo fino a ottenere un composto liscio, quindi formate una palla, copritela con la pellicola e fatela riposare per 1 ora in frigorifero. 2. Lessate le patate con la buccia partendo da acqua fredda leggermente salata per 30-40 minuti. Scolatele, fatele intiepidire appena e spellatele. Passatele poi con lo schiacciapatate e mettetele in una ciotola. A parte, tritate la mozzarella e fatela asciugare su carta da cucina, poi unitela alle patate. Aggiungete il parmigiano grattugiato e un po’ di sale e amalgamate. 3. Tirate la pasta in sfoglie sottili con l’apposita macchina o con il mattarello. Mettete su una striscia tanti mucchietti di ripieno distanziati tra loro in modo regolare. 4. Coprite con un’altra sfoglia, premendo intorno al ripieno per sigillare bene. Con un coppapasta a forma di fiore ritagliate i ravioli e stendeteli su vassoio di cartone infarinato. Cuocete i fiori ripieni in acqua bollente salata per 4 minuti circa, quindi scolateli, conditeli con la passata di pomodoro scaldata e servite.

4 32

1

2

3


33 SCUOLA DI CUCINA SALATA

1

2

3

4 Gnocchetti tricolore

X 4 persone - preparazione 40 MINUTI - cottura 45 MINUTI

2 cucchiai di concentrato di pomodoro 2 bustine di zafferano 30 g di burro 100 g di spinaci già lessati 2 cucchiai di Parmigiano Reggiano DOP grattugiato 1 uovo bio VerdeMio 250 g di farina tipo “00” bio VerdeMio 800 g di patate noce moscata sale

5

6

1. Tritate finemente gli spinaci al coltello. 2. Lessate le patate con la buccia in acqua leggermente salata per 30-40 minuti. Scolatele, fatele intiepidire e spellatele. Passatele con lo schiacciapatate o lo schiacciaverdure lasciandole cadere su un tagliere di legno. 3. Unite la farina formando una fontana su una spianatoia e ponetevi al centro l’uovo e un pizzico di sale e noce moscata. Impastate con le mani per amalgamare bene il tutto e formate una palla. 4. Dividete l’impasto in 3: alla prima parte unite lo zafferano sciolto in un cucchiaio d’acqua. Alla seconda parte aggiungete gli spinaci e impastate finché sarà ben amalgamata. All’ultimo impasto unite il concentrato di pomodoro e lavorate ancora. 5. Formate dei filoncini stendendoli con le mani su un piano di lavoro infarinato. 6. Formate gli gnocchetti tagliando i filoncini a pezzetti regolari. Procedete così per tutti gli impasti. Portate a ebollizione abbondante acqua salata e versatevi pochi gnocchetti per volta. Quando saliranno a galla scolateli con una schiumarola direttamente in una terrina e conditeli con il burro fuso e il parmigiano.


D I CSCUOLA UCIN DOL A CE

Dolci idee per baby feste RICOMINCIA LA SCUOLA E CON LEI TORNANO LE FESTINE DI COMPLEANNO: ECCO QUALCHE IDEA PER NON FARSI COGLIERE IMPREPARATI

Budini al cioccolato

X 4 persone - preparazione 15 MINUTI - cottura 20 MINUTI

70 g di farina tipo “00” bio VerdeMio 80 g di burro Gusto&Passione 1 l di latte 80 g di cacao amaro in polvere 1 baccello di vaniglia 130 g di zucchero confettini colorati

1. Incidete il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza con un coltellino affilato ed estraete i semini. In un pentolino scaldate il latte con i semi di vaniglia e il baccello inciso (che poi eliminerete). 2. Fate sciogliere il burro in un pentolino a bagnomaria, senza farlo bollire. 3. Unite il cacao setacciato e mescolate bene, in modo da evitare la formazione di grumi. Fuori dal fuoco aggiungete a poco a poco lo zucchero e la farina setacciata. Versate poi il latte tiepido a filo e rimettete sul fuoco. Cuocete per 2 minuti da quando inizia a bollire, mescolando continuamente. 4. Versate il composto negli stampi della forma che preferite. Fate raffreddare a temperatura ambiente, quindi in frigorifero per almeno 2 ore. Sformate i budini, facendo attenzione a non romperli. Decorate con confettini colorati e, a piacere, ciuffetti di panna montata.

Per un gusto ancora più intenso gli appassionati di cioccolato possono sostituire parte del cacao con cioccolato fondente in scaglie. A piacere, potete servire questi budini con dei frutti di bosco freschi.

3 34

4

1

2


35

SCUOLA DI CUCINA DOLCE


1

2

3

4

5

6

Tortini dolci alle carote X 4 persone - preparazione 30 MINUTI - cottura 145 MINUTI

160 g di zucchero semolato 2 uova 50 g di mandorle 150 g di farina tipo “00” bio VerdeMio 15 g di lievito per dolci 200 g di carote già pulite 60 ml d’olio di semi 1 limone non trattato zucchero a velo sale

1. Tagliate le carote a pezzetti con un coltello affilato. Tritatele poi con un robot da cucina e fatele asciugare in forno a 60°C per circa 2 ore. 2. Bagnate la polpa di carota con il succo del limone spremuto e mescolate in modo che si imbeva omogeneamente e non annerisca. 3. Grattugiate finemente la scorza di 1/2 limone e tenetela da parte. 4. Montate le uova con lo zucchero semolato fino a ottenere un composto omogeneo e spumoso. Aggiungete l’olio, la farina, il lievito, le mandorle finemente tritate, la scorza del limone grattugiata e un pizzico di sale. Amalgamate con cura gli ingredienti in modo che non si formino grumi. Aggiungete infine la polpa di carote e mescolate bene. 5. Versate il composto in uno stampo da muffin antiaderente, riempiendo ogni stampino per 2/3, e cuocete in forno a 180°C per 20-25 minuti. 6. Sfornate e lasciate intiepidire. Cospargete i tortini con zucchero a velo prima di servirli.

Per rendere ancora più aromatici questi tortini potete unire, assieme alla scorza di limone, anche la scorza grattugiata di un’arancia non trattata: otterrete una piacevole nota agrumata che si sposa bene alle carote.

36


BENE SS CIBOERE SAL E UTE

Ricette della buonanotte

Dalla crema di lattuga al bagel con tacchino arrosto, piatti gustosi e leggeri per favorire la digestione e, quindi, il sonno

38


39 X 4 persone - preparazione 10 MINUTI - cottura 30 MINUTI

1 kg di lattuga romana 1-2 cipollotti di Tropea IGP 200 g di yogurt magro 0,1% bianco Equilibrio&Piacere + 2 cucchiai per la decorazione 30 g di foglie di basilico 2 cucchiai di Parmigiano Reggiano DOP grattugiato 1 bicchiere di brodo vegetale olio extra vergine di oliva sale e pepe 1. Lavate bene la lattuga e asciugatela grossolanamente. Mondate e affettate il cipollotto, compresi i gambi e fatelo rosolare in un tegame con 2 cucchiai d’olio a fuoco medio basso, senza fargli prendere colore. Unite la lattuga e un pizzico di sale. Fate appassire la lattuga aggiungendo poco brodo, quanto basta a favorire la cottura senza far asciugare troppo il fondo. 2. A fine cottura, trasferite tutto nel bicchiere del frullatore e aggiungete il basilico, il parmigiano, lo yogurt e un filo d’olio. Frullate fino a ottenere una zuppa dalla consistenza cremosa e vellutata (se necessario aggiungete altro brodo, poco alla volta). 3. Servite la crema tiepida o a temperatura ambiente decorata con 2 cucchiai di yogurt, una macinata di pepe e, a piacere, un filo d’olio e qualche foglia di basilico.

Provate il gusto dello Yogurt magro 0,1 % bianco Equilibrio&Piacere per

arricchire la vostra vellutata e renderne la consistenza piĂš cremosa, senza aggiungere grassi e calorie.

CIBO E SALUTE

Crema di lattuga e yogurt al basilico


Insalata di orzo con zucca arrosto e pollo X 4 persone preparazione 20 MINUTI - cottura 45 MINUTI

800 g - 1 kg di zucca 240 g di orzo perlato 1 cucchiaio di origano essiccato 500 g di petto di pollo bianco 1 cucchiaio raso di salsa di soia a basso contenuto di sale 2 cucchiai di prezzemolo fresco tritato olio extra vergine di oliva fruttato leggero 100% italiano Gusto&Passione 1/2 limone sale e pepe

“Risotto” di avena alla camomilla con semi di finocchio, zenzero, timo e limone X 4 persone - preparazione 15 MINUTI - cottura 50 MINUTI

360 g di avena decorticata 2 l d’acqua 4 filtri di camomilla setacciata 1 cucchiaino di semi di finocchio 80 g di burro 1 pezzetto di radice di zenzero fresco da circa 2 cm una ventina di rametti di timo o timo limonato 1 limone non trattato 4 cucchiai di parmigiano reggiano 30 mesi Gusto&Passione grattugiato 1 cipolla dorata piccola sale e pepe 1. 3 ore prima di cominciare mettete l’avena in ammollo in acqua fredda. Trascorso questo tempo, portate a bollore l’acqua in una pentola con i semi di finocchio e i filtri di camomilla. 2. Pelate la cipolla, tritatela finemente e rosolatela con 30 g di burro in un tegame dai bordi alti a fiamma molto bassa, senza fargli prendere colore. 3. Scolate l’avena e unitela al fondo di cipolla. Fate cuocere per qualche minuto a fuoco medio, fino a quando l’avena non comincerà a fare attrito con il fondo della pentola. Regolate di sale e pepe, sfumate con un mestolo di camomilla bollente e mescolate fino al completo assorbimento prima di aggiungere un secondo mestolo. Proseguite in questo modo la cottura per 45 minuti. 4. A fine cottura, aggiungete le foglioline di timo, la scorza del limone grattugiata e lo zenzero sbucciato e grattugiato. Spegnete la fiamma e unite il burro rimasto tagliato a pezzetti e il parmigiano grattugiato e mescolate finché non si saranno sciolti. Servite il risotto decorando, a piacere, con altro parmigiano.

40

1. Lavate bene la zucca con la buccia e tagliatela a fette spesse circa 2 cm, eliminando i semi e i filamenti interni. Sistematela su una teglia coperta di carta da forno e conditela con un filo di olio, sale, un pizzico di pepe e l’origano. 2. Infornate per 20 minuti a 200°C girando le fette a metà cottura e tenete da parte. Lessate l’orzo in abbondante acqua leggermente salata per il tempo indicato sulla confezione poi scolatelo e lasciatelo intiepidire. 3. Tagliate il pollo a cubetti e insaporitelo con un filo d’olio e una macinata di pepe. Scaldate un cucchiaio d’olio in una padella antiaderente e fate rosolare i cubetti di pollo finché non saranno dorati, poi unite la salsa di soia e un cucchiaio d’acqua e cuocete finché il liquido non evapora. 4. Unite il pollo all’orzo e condite con il prezzemolo, il succo di limone e un filo d’olio. Aggiungete le fette di zucca arrosto e servite.


41 CIBO E SALUTE

Plumcake alla banana e fiocchi d’avena X 6-8 persone preparazione 15 MINUTI - cottura 50 MINUTI

2 uova bio VerdeMio 150 g di zucchero di canna 2 banane mature 240 g di farina integrale 70 g di fiocchi d’avena + altri per la superficie 100 ml di olio di semi di mais 65 ml di latte intero 1 bustina di lievito per dolci 1. In una planetaria, lavorate a lungo le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto soffice e spumoso. Con una forchetta schiacciate le banane in un piatto, aggiungetele al composto di uova e amalgamate. 2. Mescolate la farina con il lievito e i fiocchi d’avena e aggiungetene la metà, un cucchiaio alla volta, al composto. Unite quindi l’olio a filo e il resto del mix di farina e infine il latte. 3. Versate l’impasto in uno stampo da plumcake da 24x30 cm rivestito di carta da forno, cospargete la superficie con fiocchi d’avena e infornate a 180°C per 45-50 minuti o comunque fino a quando uno stecchino di legno inserito al centro del dolce non ne uscirà asciutto e pulito. Lasciate intiepidire leggermente, quindi sformate e servite caldo o a temperatura ambiente.


Bagel con tacchino arrosto, crema di yogurt, mela e lattuga (foto a p. 38) X 4 persone - preparazione 30 MINUTI - cottura 30 MINUTI

per i bagel 50 g di farina tipo “0” 75 g di farina tipo “00” bio VerdeMio 75 g di farina integrale 1 cucchiaino di miele millefiori bio VerdeMio 125 ml di latte intero 25 g di burro Gusto&Passione 8 g di lievito di birra fresco sale per decorare 1 uovo 2 cucchiai di latte intero mix di semi (papavero, girasole, sesamo bianco e nero) per farcire 200 g di formaggio fresco spalmabile 2 cucchiai di yogurt greco intero al naturale una dozzina di steli di erba cipollina tritata finemente 1 lime 1-2 mele verdi Granny Smith 10 foglie di lattuga 200 g di petto di tacchino arrosto affettato Equilibrio&Piacere sale e pepe 1. Portate il latte a bollore, versatelo in una ciotola e unite il burro e il miele. Mescolate per farli sciogliere, poi lasciate intiepidire per qualche minuto. Unite il lievito sbriciolato e mescolate finché non sarà sciolto, quindi lasciate riposare per circa 10 minuti. 2. Mescolate le farine con mezzo cucchiaino di sale e aggiungetene un cucchiaio alla volta nella ciotola del latte con il lievito, mescolando con un cucchiaio di legno. Quando l’impasto inizia a essere consistente, trasferitelo

42

Petto di tacchino

Ideale per farcire piadine e panini, il Petto di tacchino arrosto affettato Equilibrio&Piacere è il giusto compromesso per rimanere leggeri senza rinunciare al piacere dei salumi. Provatelo freddo, come nel caso del bagel con crema di yogurt, oppure caldo in un toast con l’aggiunta di un formaggio filante light. Grazie al basso contenuto di grassi, abbinato a un panino e un contorno costituisce un pasto bilanciato e nutriente.

su una spianatoia infarinata e lavoratelo per almeno 15 minuti (a mano o in una planetaria con la frusta a gancio), finché non sarà più troppo appiccicoso. 3. Trasferitelo in una ciotola, coprite con la pellicola trasparente e lasciate riposare in un luogo caldo (come il forno spento con la luce accesa) per 1 ora e 30 o comunque finché non avrà raddoppiato il volume. 4. Sgonfiate la pasta e dividetela in 6 parti. Formate con ogni parte una sfera, ripiegando i bordi esterni verso il centro finché la pasta non inizierà a fare resistenza, poi datele una forma sferica. Praticate un foro al centro con un dito e fatevi roteare la pallina intorno per allargare il buco, in modo che abbia un diametro di un paio di centimetri. Sistemate le ciambelle così ottenute su un piano infarinato e fatele riposare per 20 minuti coperte da un telo pulito. 5. Portate a bollore una pentola ampia piena d’acqua, poi abbassate la fiamma al minimo. Immergete 2 bagel per volta nell’acqua bollente, facendoli cuocere 10 secondi circa per lato, poi rimetteteli su una teglia coperta di carta da forno ben distanziati e lasciateli riposare per circa 10 minuti. 6. Sbattete l’uovo con il latte e spennellate la superficie dei bagel, cospargeteli con i semi e infornate a 200°C per 20 minuti o finché non saranno dorati e gonfi. Sfornateli e fateli raffreddare su una griglia. 7. Nel frattempo preparate la farcitura mescolando in una ciotola il formaggio con lo yogurt greco, un pizzico di sale e pepe e l’erba cipollina tritata. Lavate le mele con la buccia, affettatele sottilmente e spruzzatele con poco succo di lime. Quando i bagel saranno a temperatura ambiente, tagliateli a metà e tostateli leggermente. 8. Spalmate entrambe le metà con un velo di crema allo yogurt, sistematevi sopra qualche fettina di mela e di tacchino e alcune foglie di lattuga. Fate combaciare le due metà e servite.


BENE SSER CIBO E SAL E UTE di Si lv ia Gr

anzie

ro

Dieta D

anti insonnia

i

Addio alle notti in bianco grazie ad alcuni accorgimenti, a partire dall’alimentazione

l rientro dalle ferie e l’imminenza dell’autunno – con tutti i disagi che il cambio di stagione comporta – possono portare un problema particolarmente fastidioso: l’insonnia.

Di notte svegli, di giorno... Difficoltà ad addormentarsi, sonno non riposante, risvegli frequenti nel corso della notte o sempre più precoci al mattino sono gli elementi che caratterizzano questo disturbo. Stanchezza, problemi di concentrazione ed episodi di nervosismo, con conseguenze

44

anche sulla qualità della vita, sono i suoi effetti. I casi di insonnia più acuti e prolungati nel tempo vanno affrontati con la consulenza di un medico, mentre tutte le altre situazioni possono trovare un valido aiuto in una dieta adeguata. L’alimentazione gioca infatti un ruolo fondamentale tanto nel favorire quanto nel contrastare l’insonnia.

Buone abitudini

Per prevenire i disturbi del sonno prediligete alimenti sani e leggeri, soprattutto di sera, ma non trascura-


Altra preziosa amica del sonno è infine la frutta fresca: albicocche, mele, pesche e banane sono ideali di sera.

I nemici del sonno Al contrario, ci sono alimenti che andrebbero evitati, soprattutto a cena, se si hanno problemi di sonno. Oltre alle ormai note sostanze eccitanti come tè, caffè, bibite a base di guaranà, mate, ginseng e cioccolato, è bene stare alla larga dagli alimenti molto grassi, come fritture e piatti ricchi di intingoli, oltre che dai cibi piccanti. Fate attenzione anche al glutammato monosodico (contenuto in grandi quantità nel dado da cucina e nei piatti pronti), che, come il sale, inibisce alcuni meccanismi che consentono l’addormentamento. Cercate di resistere poi alle lusinghe di un cocktail: l’alcool infatti induce sonnolenza nel breve termine, ma non permette sonni ristoratori; concedetevi al massimo un bicchiere di vino rosso durante o poco dopo cena. Ricordate inoltre che, se è bene mangiare leggero e senza abbondare con le porzioni, bisogna anche evitare di saltare la cena: se si sente fame, infatti, sarà difficile prendere sonno. Infine, non andate mai a dormire subito dopo cena, nemmeno se è molto tardi, perché rendereste più difficoltosa la digestione, e quindi anche il sonno.

45 CIBO E SALUTE

te i carboidrati complessi, cioè quelli alla base di pasta, pane e riso (da preferire integrali). Bene uova sode e latticini, ricchi di triptofano, l’amminoacido che interviene nella produzione della melatonina; questa, a sua volta, regola il ciclo sonno-veglia. Sì quindi a yogurt e formaggi freschi, mentre è meglio evitare quelli stagionati poiché contengono elevate quantità di sale, il quale, provocando ritenzione di liquidi, inibisce la digestione. Provate quindi a sorseggiare il classico bicchiere di latte caldo la sera; in alternativa, se vi risulta di difficile digestione, optate per una tisana di camomilla, melissa, tiglio, malva, valeriana. Il contorno perfetto è la verdura verde, quindi servite delle abbondanti porzioni di lattuga, spinaci o cavolo. Come condimento evitate il sale e abbondate invece con aglio ed erbe aromatiche digestive e rilassanti come basilico, origano e maggiorana; vanno bene anche i semi di zucca, con cui arricchire le insalate o l’impasto del pane. Elementi indispensabili per un buon sonno ristoratore sono poi le vitamine B1 e B6, il sodio e il magnesio: la vostra dieta deve quindi abbondare di cereali integrali, soprattutto avena (e possibilmente la sua crusca), legumi (soprattutto lenticchie), e frutta secca come noci, mandorle, nocciole e arachidi.


43

CIBO E SALUTE


ITINE R BRU ARIO GES di Gi lda C ia ruffo

li

Bruges

la cittĂ incantata delle Fiandre 46


47 VIAGGI

Patrimonio dell’Umanità Unesco, la “Venezia del Nord” è un susseguirsi di vicoli acciottolati, scorci da sogno, birrerie e cioccolaterie. La meta perfetta per un romantico fine settimana di inizio autunno


c

asette di mattoni affacciate su vicoli acciottolati. Palazzine colorate che abbracciano piazze attraversate da carrozze trainate da cavalli. Anziane donne che intrecciano fili candidi con il tombolo e pinnacoli di chiese che fanno capolino tra le foglie degli alberi, già arrossate dall’autunno che avanza. E poi i cigni, candidi, con il loro portamento regale, che scivolano sui canali, mentre dalle acque placide spicca il salto… una balenottera, che resta sospesa a mezz’aria di fronte agli occhi esterrefatti dei passanti! Che si tratti di un incantesimo? Sebbene Bruges sia un luogo magico, la balenottera in questione è in realtà una delle opere d’arte che fino al 16 settembre invadono le strade e i canali della “perla delle Fiandre” in occasione della Triennale d’Arte Contemporanea e Architettura, aggiungendo una pennellata moderna a un perfetto quadro dalle atmosfere medievali.

una città di cioccolato Come in tutto il Belgio, anche a Bruges le cioccolaterie di qualità non mancano e per i golosi c’è solo l’imbarazzo della scelta. Tra le più note in città BbyB (Sint-Amandsstraat, 39) che, in un ambiente ultramoderno, propone bon bon e tavolette ad alto tasso di innovazione e design; Pralinette (Wollestraat, 31b) con la sua scelta infinita di variazioni sul tema; la defilata Chocolaterie Spengelaere (Ezelstraat, 94), “il segreto meglio custodito di Bruges”, e, ancora, il celeberrimo The Chocolate Line (Simon Stevinplein, 19) di Dominique Persoone, vera e propria rockstar del cioccolato.

Secoli sovrapposti “Venezia del Nord”, “Capitale del Merletto”… tanti sono i nomi attribuiti a Bruges. Tra questi pure la “Città dei pazzi”, in riferimento a un’antica storia che vede protagonisti giullari e buffoni in folle processione lungo le strade del centro, come segno di protesta contro un regnante malvoluto. Una scena che non è difficile immaginare passeggiando tra i vicoli di questa cittadina che il passare del

48

In apertura, uno scorcio romantico di Bruges con il Molo del Rosario. Qui sotto, i tipici edifici fiamminghi che si affacciano sulla Piazza del Mercato (Markt)


49 VIAGGI

Best in Gluten Free


tempo sembra non aver sfiorato, e dove non ci stupiremmo di incontrare a ogni passo dame e cavalieri, principi e scudieri fermi a chiacchierare in Piazza del Mercato, ad esempio, dove sembra di vederli sostare all’ombra del Belfort, la torre civica, un vero e proprio colosso pendente di 83 metri d’altezza. Salirne i 366 gradini è un’impresa, ma il panorama che si gode dalla sua sommità vale la fatica. Sorprende anche il grandioso meccanismo che muove il carillon della torre, che si può ammirare mentre con il suo movimento innesca il suono di 47 campane: accade ogni quarto d’ora, da oltre sette secoli. Poco distante, il Burg è una piazza che ospita i bei palazzi municipali e la Basilica del Sacro Sangue, scrigno di un prezioso segreto; tra le sue pareti affrescate, infatti, la basilica custodisce una fiala che si presume contenga un panno intriso del sangue di Gesù. Si presume perché, giunta nelle Fiandre nel 1150, la fiala non è stata mai aperta. Tutto intorno alle due piazze, un intrico di stradine dove un tempo fiorivano botteghe di artigiani, maniscalchi e speziali, e oggi trovano spazio atelier d’arte e di antichità, negozi di design e souvenir.

dove mangiare

In alto i boccali!

Poules Moules

Seguendo il tempo, che a Bruges sembra scorrere a ritroso, ci troviamo a passeggiare lungo i suoi canali e raggiungiamo il Molo del Rosario, lo scorcio più famoso della città, dove solo le folle di turisti intenti a scattare foto ricordo ci riportano al presente, così come accade poco più avanti presso il ponticello di San Bonifacio, altro angolo ma-

De Jonkman

Indirizzo sicuro per provare il piatto tipico nazionale: cozze con patatine fritte! Menu fisso da 23 euro Simon Stevinplein, 9 - www.poulesmoules.be Due stelle Michelin in un suggestivo casino di caccia immerso nel verde fuori città. Menù degustazione da 75 euro Maalsesteenweg, 438 - Sint-Kruis, Bruges www.dejonkman.be/en Tête Pressé

Locale di gran moda con cucina fiamminga rivisitata. Prezzo medio: 50 euro Koningin Astridlaan, 100 - www.tetepressee.be

dove dormire Hostel Europa Brugge

Ostello moderno, minimale, accogliente, immerso nel verde. Posto letto a partire da 22 euro Baron Ruzettelaan, 143 www.jeugdherbergen.be/nl/brugge Crowne Plaza Hotel Brugges

Elegante hotel che nasconde un segreto: le vestigia della Chiesa di San Donato del XII secolo. Doppia da 190 euro. Burg, 10 www.crowne-plaza-brugge-hotel.hotel-ds.com/it Huyze Fox

B&B dallo stile contemporaneo con area benessere e piscina. Doppia da 150 euro Zandstraat, 172A - St-Andries, Bruges www.huyzefox.be/it

50


verso il Mare del Nord Con un’ora di pedalata dal centro di Bruges si raggiunge, lungo una strada pianeggiante e piacevolissima da percorrere in bici, la costa del fascinoso Mare del Nord. Da non perdere lo Zwin, riserva naturale che è tutto ciò che resta delle antiche paludi della zona e che, in uno spazio limitato, ospita gli ambienti naturali più diversi, dalla laguna costiera alle distese di fango, fino al prato salato delle piante cresciute sulle dune.

gico. Nei dintorni, è da vedere la Chiesa di Nostra Signora, una delle costruzioni in mattoni più alte del mondo, che custodisce tesori dell’arte come la splendida scultura della Madonna con Bambino di Michelangelo; e il Museo Groeninge, le cui sale sono finestre aperte sul mondo immaginifico e inquietante della pittura fiamminga, dove protagonisti sono i capolavori firmati Jan Van Eyck. Decisamente insolita la visita all’Ospedale di San Giovanni, uno dei più antichi e meglio conservati d’Europa: al suo interno si scoprono le sale, la farmacia, l’orto, ma anche il dormitorio e gli archivi nei quali monaci e suore soccorrevano pellegrini e malati che qui trovavano un porto sicuro; nei suoi suggestivi ambienti, strumenti medici, arredi e oggetti d’epoca incontrano le opere d’arte del Museo Memling dedicato all’artista fiammingo Hans Memling. Se c’è una tradizione che a Bruges, dal Medioevo a oggi, non è mai venuta meno, è quella della birra. Qui un buon boccale non si nega proprio a nessuno!

info utili IN AEREO gli aeroporti di riferimento sono quelli

di Bruxelles: Bruxelles Airport a Zaventem, a 15 km dalla capitale, e Bruxelles-Sud Charleroi, a circa 60 km dalla città. Da qui è possibile raggiungere Bruges in treno. IN TRENO le Fiandre si possono raggiungere in treno dall’Italia con la linea che collega Milano a Bruxelles via Parigi. Per informazioni: www.raileurope.com Per i collegamenti interni in Belgio: www.belgianrail.be/en IN PULLMAN La compagnia Eurolines collega le maggiori città italiane a Bruxelles, Anversa e Lovanio www.eurolines.it

51 VIAGGI

Qui a sinistra, relax sul mare a Zeebrugge, lo sbocco sul mare di Bruges; qui sotto il Belfort, la torre campanaria che domina la Piazza del Mercato. Nella pagina a sinistra: in alto, l’installazione raffigurante una balena di plastica riciclata che sbuca alle spalle della statua di Jan Van Eyck, realizzata in occasione della Triennale dedicata alla “Liquid city”. In basso, il ponte di San Bonifacio. Nella pagina seguente, l’installazione di Marc Fornes nel Seminario cattolico (Grootseminarie), per la Triennale d’Arte Contemporanea e Architettura


10 cose da fare a Bruges in un fine settimana

1

Rilassarsi nel verde dell’elegante Parco della Regina Astrid

2

Fare una passeggiata fino ai mulini a vento nel quartiere Sant’Anna

3

Scoprire la città da un altro punto di vista con un giro in battello lungo i canali

4

In sella a una bicicletta, sfrecciare lungo il percorso ciclabile che costeggia il canale

shopping Tappa imprescindibile per gli amanti della birra e delle specialità locali è 2BE in pieno centro, dove trovare un’infinita alternativa di bottiglie ma anche cioccolatini, biscotti e souvenir di ogni tipo.

5

Visitare il Museo dei Diamanti e quello del Merletto per scoprire le arti e i mestieri della tradizione cittadina

6

Assaggiare (letteralmente!) la storia della gastronomia locale nelle sale del Museo delle Patatine e del Choco-Story, il Museo del Cioccolato

7

Rivivere gli antichi fasti grazie all’esposizione interattiva “Historium” in Piazza del Mercato, o nelle sale del Folklore Museum (Balstraat, 43)

8

Sbizzarrirsi nel provare il maggior numero di birre belghe tra le oltre 600 etichette prodotte tra Fiandre, Vallonia e Bruxelles

9

Immergersi tra le stelle e i pianeti all’osservatorio Cozmix all’interno del Beisbroek Park

10

Raggiungere i Flanders Fields, i campi di battaglia della Grande Guerra, dove immergersi nella memoria del ’900

52

Da non perdere il birrificio De Halve Maan e il Brewery Bourgogne des Flandres, entrambi realtà storiche che offrono anche la possibilità di scoprire – con visite guidate – il processo di produzione delle loro ottime birre. Gli amanti della gastronomia e della vita mondana facciano tappa in Langestraat, la via dei locali, ma anche al Vismarkt, mercato del pesce, dove trovare ristorantini e caffè. Dal 29 settembre al primo ottobre, infine, i gourmet non perdano l’occasione di partecipare al Kookeet, festival di alta gastronomia che riunisce i migliori chef della città e non solo, in un unico grande ristorante all’aperto. Dopo aver mangiato e bevuto, cerchiamo un po’ di tranquillità nel verde del Beghinaggio, complesso di casette, alberi e prati cinto da mura, oggi abitato dalle suore benedettine, vera e propria oasi di pace. Poco distante, il Lago dell’Amore (Minnewater), un tempo porto della città, che oggi è lo scorcio più romantico di tutti, con i cigni che disegnano traiettorie infinite sulla superficie dell’acqua, la natura placida tutt’attorno e quell’antica leggenda per la quale chi si bacia specchiandosi nelle sue acque resterà insieme per sempre.


NOVITÀ

Doppio Malto, Rossa, Puro Malto e, da oggi, anche la Bianca. Ogni Peroni Gran Riserva ha un gusto unico e un denominatore comune: l’altissima qualità. Il Malto 100% Italiano, le materie prime accuratamente selezionate, il processo produttivo di extra decozione e, per la Bianca, il rispetto dell’antica tradizione dello stile birrario Weizen: è così che nasce una birra speciale, dal gusto inconfondibile premiato nel mondo.

VIAGGI

Il tempo dà forma alla qualità

53


MON DON DO di Je NA ssica Mon tana

ri

LLimone, un grande alleato di bellezza

Un agrume ricco di proprietà cosmetiche che, con il suo succo puro, può essere sfruttato per impacchi e maschere green ed efficaci

n

on solo un condimento, un ingrediente per gustose ricette o un alleato detox da diluire nell’acqua al mattino: il succo di limone è anche un formidabile ed economico alleato quando si parla di bellezza fai da te. Il prezioso agrume è infatti ricco di vitamina C, calcio e magnesio, antiossidanti naturali che aiutano a migliorare la pelle, i denti, i capelli e le unghie.

Una pelle nuova Grazie al suo potere antiossidante, il limone aiuta a mantenere la pelle giovane, combattendo l’attività dei radicali liberi. Per sfruttare le sue proprietà al massimo, strofinate sul viso un dischetto di cotone imbevuto di succo, tamponando tutti i punti. Lasciate agire per circa dieci minuti, poi risciacquate con acqua fresca e applicate una crema idratante. Se soffrite di pelle secca

54

e arida, invece, diluite in parti uguali succo di limone e acqua di rose, per evitare un’eccessiva disidratazione. Replicate questa operazione un paio di volte la settimana. Anche chi è affetto da acne ne trarrà beneficio: il succo di limone, infatti, ha grandi proprietà antibatteriche e aiuta a restringere i pori e purificarli. Chi necessita poi di uniformare l’incarnato del viso e ridurre le piccole macchie della pelle, dovute al sole o all’invecchiamento, le noterà via via sbiadire grazie all’effetto sbiancante del succo. Il succo di limone poi, unito allo yogurt bianco, diventa un efficace detergente naturale per il viso: massaggiatelo in profondità, lasciate in posa la soluzione per circa dieci minuti e poi risciacquate: in questo modo, oltre a detergere il viso, sfrutterete tutte le proprietà astringenti, antibatteriche e vitaminiche del limone.


55

Un trucco immediato per rendere la pelle di tutto il corpo morbida e luminosa? Spremete quattro-cinque limoni, in modo da ottenere una tazza di succo puro, e diluitelo nell’acqua della vasca da bagno. Immergetevi per circa venti minuti, poi risciacquatevi: noterete il risultato all’istante. Per completare il trattamento potete poi preparare una maschera nutriente, da applicare su viso, collo, braccia e petto: mescolate un paio di cucchiai di yogurt con cinque cucchiai di miele e due di succo di limone, in modo da ottenere una crema non troppo densa. Lasciatela in posa per mezz’ora, poi risciacquate: noterete la pelle subito più morbida e luminosa. L’effetto sbiancante del succo si può sfruttare anche per i denti: da utilizzare però con moderazione, e chiedendo un consiglio al vostro dentista, per non rischiare di danneggiare o indebolire lo smalto. Una volta la settimana, risciacquate i denti con il succo di limone puro, poi ripetete l’operazione con abbondante acqua;

in alternativa, potete strofinare direttamente il limone sulla dentatura, e poi risciacquare. Se le vostre unghie sono deboli e tendono a spezzarsi invece, approfittate della vitamina C e versate un po’ di succo in una ciotola. Immergetevi le unghie una a una, poi lasciate asciugare.

Capelli lucenti Anche il cuoio capelluto può trarre grande giovamento da questo succo: diluitelo con acqua (in parti uguali) e applicatelo direttamente sul cuoio capelluto. Lasciate agire per una decina di minuti, poi procedete con il vostro lavaggio abituale: questo aiuterà la cute a riequilibrarsi e ridurrà forfora e untuosità. La maschera perfetta? Si ottiene spremendo il succo di un limone e unendolo, filtrato, a un cucchiaio di miele, uno di olio di cocco e due di olio d’oliva: applicate la crema ottenuta sui capelli ancora asciutti, lasciatela agire per circa venti minuti, poi risciacquatela con cura e procedete con il normale lavaggio. I capelli appariranno subito più lucenti e luminosi.

MONDO DONNA

Benefici sul corpo


37 SCUOLA DI CUCINA DOLCE

Muller Mix Soffio, il piacere vola.


56


Mamma, ho M

fatto un brutto sogno

DO N O M IOR lli, JUNnzo Bertointeerapeuta re ic di Loologo-ps c i s p

Molto diffusi, gli incubi notturni solitamente non devono preoccupare, ma vanno affrontati insieme

g

li incubi notturni sono un fenomeno molto diffuso nell’infanzia. Coinvolgono tutti i bambini, anche se è dai 3 ai 6 anni che si presentano con maggiore intensità. Spesso si tratta di episodi sporadici, in cui i piccoli si svegliano di soprassalto nel cuore della notte, mostrandosi preoccupati e agitati; da qui il desiderio di stare con mamma e papà, per cercare protezione e rassicurazione. Un caso particolare di incubi nei bambini è il cosiddetto “terrore notturno”. In questa situazione il piccolo si sveglia agitato, spesso urlando, zuppo di sudore; la respirazione è affannata e il battito cardiaco accelerato. Il bimbo può trovarsi in uno stato confusionale, da cui fatica a svegliarsi. Gli incubi notturni sono fisiologici e utili allo sviluppo. Non c’è da preoccuparsi, quindi, se il piccolo si sveglia spaventato per un brutto sogno. A volte, però, questi episodi possono essere molto frequenti o può succedere che lo stesso brutto sogno si ripresenti per mesi. Altre volte, essi possono essere così vividi e intensi da compromettere la serenità dei piccoli anche durante il giorno, influenzandone così le attività quotidiane. I bambini, infatti, possono mostrare cali nell’attenzione e nella concentrazione e presentare eccessive ansie e preoccupazioni, che aumentano in maniera significativa prima di andare a dormire. Si crea, così, un circolo vizioso in cui la paura degli incubi non permette al piccolo di riposare bene, aumentandone l’agitazione e dunque la probabilità di avere un sonno disturbato.

Quando gli incubi sono troppi Quando la frequenza e l’intensità dei brutti sogni diventano preoccupanti, è meglio prestare attenzione. Gli incubi, infatti, potrebbero essere il segnale di un periodo particolarmente stressante per il piccolo, sotto diversi punti di vista, dato che i sogni sono uno strumento attraverso cui il cervello elabora quello che avviene durante il giorno. In tal senso, gli incubi notturni possono rivelare uno stato di ansia o una forte rabbia che a volte i bambini reprimono nella quotidianità. È importante sottolineare che non è possibile evitare la nascita degli incubi. Tuttavia, può essere utile creare un clima sereno prima di andare a letto per prevenire situazioni di agitazione durante il sonno. Ad esempio è bene creare una routine serale rassicurante, evitare che il bambino vada a dormire troppo affaticato, non lasciargli guardare film o programmi TV che possano agitarlo né fargli fare giochi troppo frenetici prima di coricarsi.

sonni tranquilli I genitori possono aiutare i bimbi a recuperare la serenità e addormentarsi di nuovo. Come? Rassicurandoli: consolarli davanti alla paura mostrando vicinanza e non giudicando è fondamentale. Non bisogna forzare il bambino a raccontare né sgridarlo, mentre è utile ascoltarlo rispettandone i tempi. Se il bimbo fatica a riprendere sonno, è bene mostrargli vicinanza fisica, abbracciandolo e standogli vicino finché non si riaddormenta. Al risveglio, i bambini talvolta non distinguono sogno e realtà: l’abbraccio può fungere da “ancora”, che li ricongiunge al presente. Infine, se il piccolo mostra resistenza a tornare a letto, si può proporgli di lasciare la porta della cameretta aperta o una lucina accesa.


PPiccoli amici Vivaci, teneri e delicati. Vediamo come convivere con cavie, degu e cincillà

DO N O a M inari r e t e PET a Faccini, v ol

di Pa

c

avie, cincillà e degu sono piccoli e simpatici roditori originari del Sud America, in particolare dalle zone andine. Vivono ad altitudini elevate, per cui sono abituati a temperature molto rigide. In Italia sono abbastanza diffusi come animali da compagnia e gli esemplari che troviamo nei negozi sono nati nel nostro Paese e si sono dunque ben adattati al clima locale, anche se soffrono il troppo caldo.

Cavia peruviana Si tratta di un animale vivace e allegro, ma allo stesso tempo docile e timido. Si trova nelle varietà a pelo liscio, corto - chiamata anche porcellino d’India - e a pelo lungo, riccio e arruffato; quest’ultima andrebbe spazzolata regolarmente per evitare la formazione di nodi. La cavia è un animale diurno, molto attivo al mattino e alla sera, mentre riposa nelle ore più calde. È adatto anche ai bambini perché in genere non morde. Quando ha paura emette un grido acuto, ma raramente tra più esemplari si creano conflitti durante la convivenza per cui si possono tenere più cavie nella stessa gabbia, purché crescano insieme. È importante ricordare che, come l’uomo, la cavia non è in grado di sintetizzare la vitamina C e deve quindi assumerla con il cibo e attraverso un’adeguata integrazione nell’acqua.

Degu È un grande arrampicatore di alberi e ha abitudini diurne. Non è molto conosciuto e diffuso come animale da compagnia, ma è molto docile e socievole. Vivacissimo, necessita di una gabbia molto spaziosa, con il fondo pieno, su più piani e con tunnel di collegamento. Va aggiunta anche una ruota in plastica, perché possa usarla per scaricare le energie, e una casetta che funga da tana per la notte. Si riproduce con un’elevata frequenza, quindi fate attenzione se possedete una coppia: in men che non si dica potreste trovarvi con un numero imprecisato di degu.

Cincillà

Il cincillà è caratterizzato da una folta e morbidissima pelliccia che è stata la causa della sua persecuzione. Si tratta di un animale docile e molto attivo, che vive volentieri in coppia (anche due esemplari dello stesso sesso vanno bene, purché siano cresciuti assieme). Ha la curiosa abitudine di fare il bagno nella sabbia per mantenere il mantello asciutto e morbido; per questo esistono delle vaschette apposite, con i bordi alti per evitare di sporcare dappertutto. In commercio si trova una sabbia molto fine specifica per i cincillà: è sufficiente lasciarla a disposizione 10 minuti al mattino e 10 alla sera e il cincillà si rotolerà felice. Non va assolutamente lavato.

prendersi cura di cavie, degu e cincillà Queste 3 specie diverse hanno in comune alcune caratteristiche. Innanzitutto cavie, degu e cincillà sono vegetariani: mettete a loro disposizione fieno di ottima qualità come alimento base e pellet specifici e non date loro latte e derivati, per nessun motivo. Hanno poi denti a crescita continua, ragione per cui devono assolutamente consumare cibi contenenti molta fibra: triturare e masticare questi alimenti occuperà parecchio del loro tempo e terrà sotto controllo la loro dentatura. Le unghie sono poi da tagliare periodicamente. Quanto al clima, poi, queste bestiole soffrono le alte temperature, quindi fate attenzione ai potenziali colpi di calore; sopportano invece benissimo il freddo se hanno un adeguato ricovero: è sufficiente una casetta che sia per loro una tana. Hanno bisogno di spazi ampi, quindi abbiate cura di dotarli di gabbie grandi e a fondo pieno e di arricchirle frequentemente con tunnel, rampe, ripiani, mensole, (per il degu non dimenticate la ruota).


SET TOROSC EMB OPO Aless RE 2 andr a De 018 Vizzi , ast rolog

a

ariete

Dal 6 al 22 Mercurio vi offre la lucidità per reagire alle situazioni professionali fuori controllo. Grazie a Venere dal 9 e a Marte dall’11, resistere alle tentazioni amorose è quasi impossibile. Giorni favorevoli: il 14 per ore di passione con il partner, l’11 per risolvere un problema con grinta.

cancro

Il lavoro non presenta novità: il momento è poco adatto ai cambiamenti e alla nascita di collaborazioni. Venere vi sorride dal 9, aiutandovi a spazzare via le nubi create dalla gelosia. Giorni ok: il 15 per divertirvi con una conoscenza occasionale, il 4 per accelerare un progetto fermo da mesi.

bilancia

In ufficio grazie a Urano ci sono novità e dunque aumenta anche lo stress dovuto all’obbligo di prendere decisioni in fretta. Dall’11 Marte rende trasgressiva la vostra vita sentimentale. Giorni ok: il 18 per sconfiggere una pericolosa rivale in amore, il 20 per seguire un corso di aggiornamento.

capricorno

Dall’11 Marte vi rende più intraprendenti negli affari. Dal 6 al 21 ascoltate Mercurio e riorganizzate il vostro lavoro, usando al meglio la tecnologia. Per tutto il mese Urano favorisce cambiamenti in amore. Giorni super: il 9 per iniziare una relazione, l’8 per trovare lavoro in un’altra città.

60

Il segno del mese di settembre:

Buon compleanno, VERGINE! Pianeta dominante: Mercurio. Pietra portafortuna: occhio di tigre. Giorno fortunato: mercoledì. Numero: 4. Colore: indaco. Fiore: genziana. Albero: noce. Animale: furetto. Profumo: lavanda. Nazione: Turchia. Città: Los Angeles. Vai d’accordo con Leone, Bilancia, Capricorno, Acquario. Il tuo 2018: tutto l’anno è all’insegna del sostegno di Giove, che ti dona voglia di fare e piccoli colpi di fortuna. Grazie a Venere l’amore trionfa da luglio in poi.

toro

Mercurio è al vostro fianco dal 6 al 22: approfittatene per dare un’accelerata alla carriera. Dal 9 Venere vi mostra il volto più sincero dell’amore: diffidate di chi fa troppe promesse e ha sempre la scusa pronta. Giorni ok: il 10 per vincere la gelosia, il 22 per accettare una buona proposta d’affari.

leone

Fino al 10 concludete trattative commerciali e lavorative che richiedono calma: poi Marte può rendervi troppo irruenti. In amore cercate di controllare il nervosismo. Giorni sì: il 3 per lanciarvi in un nuovo settore professionale, il 25 per dare una seconda chance a un ex partner che la merita.

scorpione

Con Mercurio alleato, dal 6 la capacità di collaborare con gli altri aumenta, permettendovi di raggiungere traguardi insperati. Venere vi sorride dal 9: nonostante gli ostacoli creati da Marte l’amore va a gonfie vele. Giorni sì: l’8 per ritrovare l’intesa con il partner, il 7 per lanciare un’iniziativa d’impatto.

acquario

Mercurio dal 22 aiuta chi lavora con l’estero o viaggia per affari; Urano riporta il sereno con colleghi e superiori. Venere è insidiosa dal 9 in poi, scatenando passioni proibite e pettegolezzi. Giorni ok: il 15 per trasformare una vecchia amicizia in un rapporto amoroso, il 27 per risolvere una questione legale.

gemelli

L’amore è forte: Marte dall’11 cancella ogni malinteso con il partner. Venere vi sostiene in amore fino all’8 e poi si occupa delle vostre questioni professionali facendovi appianare contrasti con i colleghi. Giorni super: il 30 per una romantica fuga d’amore, il 29 per riprendere una collaborazione.

vergine

Dal 6 al 22 Mercurio vi assicura una marcia in più per ciò che riguarda i contatti di lavoro. Venere dal 9 e Marte fino al 15 rendono più stabile e appassionato l’amore. Giorni ok: il 21 per decidere di impegnarsi con una persona appena conosciuta, il 22 per risolvere un equivoco in campo professionale.

sagittario

Dal 6 siete alle prese con Mercurio che vi soffoca con mille incombenze burocratiche a cui non potete sfuggire. In amore non c’è traccia di passione, di cui avete un enorme bisogno per sentirvi vivi. Giorni ok: il 27 per un incontro romantico durante una trasferta di lavoro, il 22 per chiedere un aumento.

pesci

Seguite i consigli di Marte: dall’11 ignorate i dubbi che vi impediscono di realizzarvi nel lavoro, osando i risultati arriveranno. Venere si unisce a Giove l’11 e rafforza l’amore. Giorni sì: il 26 per recuperare denaro che sembrava perso, l’11 per un incontro romantico con qualcuno che arriva da lontano.


Prosciutto Cotto Ferrarini: il gusto sano di un prosciutto unico

È senza glutine. È senza proteine del latte e lattosio. È senza polifosfati aggiunti.

C’è più gusto a mangiare sano

www.ferrarini.com


Sapone

Q

UA

con

AR

AC

1

E

OVAZION N E IN

MICEL

L

Pura delicatezza per la tua pelle

Il primo DETERGENTE MANI-VISO formulato con ACQUA MICELLARE: le micelle di tensioattivo presenti in forma di microsfere consentono di catturare le impurità presenti sulla pelle con un’azione più delicata e rispettosa del pH cutaneo. Grazie alla sua speciale formulazione ipoallergenica, studiata per minimizzare il rischio di allergie, è ideale anche per le pelli più sensibili. Oftalmologicamente testato a garanzia della massima tollerabilità oculare, è particolarmente idoneo anche alla detersione del viso ed è efficace per lo strucco.


ICE ICET TE D N I ER L L E D Antipasti

Focaccia integrale con prosciutto cotto e stracchino, 27 Insalata di indivia, radicchio, pere, taleggio e nocciole, 8 Sfogliatine con pesto, stracchino e rucola, 16 Toast integrale con formaggio di capra, pere, miele e semi di zucca tostati, 7

Primi

Crema di lattuga e yogurt al basilico, 39 Fiori ripieni di patate e mozzarella, 32 Fregola con ceci e calamari, 18 Gnocchetti tricolore, 33 Gnocchi con pere, sedano, gorgonzola e noci, 9 Orecchiette con salsa di pistacchi, capperi e pane, 15 Risotto di avena alla camomilla, con semi di finocchio, zenzero, timo e limone, 40 Tre cereali con feta, fichi e mandorle, 15

Secondi

Bagel con tacchino arrosto, crema di yogurt, mela e lattuga, 42 Clafoutis salato con zucchine e prosciutto, 17 Filetti di salmone agrumati con semi di coriandolo e limone, 16 Insalata di orzo con zucca arrosto e pollo, 40 Kefta di pollo alla paprika con salsa allo yogurt, 18 Lombatina di maiale con insalata di pere, indivia riccia e noci, 7

Dolci

Budini al cioccolato, 34 Crème brûlée alla vaniglia, 30 Occhi di bue alla marmellata, 27 Pain au chocolat alla crema pasticcera, 28 Plumcake alla banana e fiocchi d’avena, 41 Plumcake con gocce di cioccolato, 28 Torta alle pere con crumble di noci, 11 Tortini dolci alle carote, 36


REDAZIONE Direttore responsabile Paolo Dalcò Coordinamento di redazione Francesca Badi Progetto grafico Cristiana Mistrali Hanno collaborato a questo numero Vittorio Barbieri, Giorgia Bressan (illustrazioni p. 30), Antonella Zamboni Ricette Sara Querzola, Virginia Repetto, Barbara Toselli Fotografie Chiara Battistini, Piermichele Borraccia, Jan D’Hondt (pp. 46-53), Barbara Toselli Editore FL S.r.l. Via Mazzini n. 6 - 43121 Parma Registrazione Tribunale di Parma n. 2 del 23.02.2012.

N. 43 settembre 2018 Stampa effettuata presso Coptip Via Gran Bretagna, 50 - 41122 Modena Tutti i diritti di produzione, riproduzione o traduzione sono riservati. Testi e fotografie, anche se non pubblicati, non si restituiscono. In conformità al D.Lgs. n. 196/2003 sulla tutela dei dati personali, informiamo che i dati raccolti saranno trattati con la massima riservatezza e verranno utilizzati per scopi inerenti la nostra attività. In ogni momento, a norma dell’art. 7 del D.Legs. n. 196/2003, si potrà chiedere l’accesso, la modifica, la cancellazione o opporsi al trattamento dei dati scrivendo a FL Srl - via Mazzini, 6 - 43121 Parma CONTRIBUTO 1€ - IN ESCLUSIVA PER I POSSESSORI DI CARTA FEDELTÀ PRIMA COPIA OMAGGIO Per inviare i tuoi consigli, suggerimenti o richiedere informazioni scrivi a: premiaty@supersigma.com


Profile for GruppoVega

Premiaty Settembre 2018  

La rivista Premiaty n°43 del mese di Settembre 2018

Premiaty Settembre 2018  

La rivista Premiaty n°43 del mese di Settembre 2018

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded