Page 26

vino consigliato Prodotto in tutta l’isola, il Vermentino di Sardegna è, insieme al Cannonau, il vino sardo per eccellenza e nell’immaginario popolare evoca l’idea di vino estivo, anzi, di vero e proprio vino da vacanza al mare. Vitigno tirrenico, il vermentino dà il meglio nelle zone costiere e ben si adatta ai microclimi soleggiati, caldi e siccitosi, dove si ottengono vini eleganti e delicatamente morbidi, di buona sapidità con aromi floreali, fruttati e di erbe aromatiche. Incerta l’etimologia del nome (forse deriva dal dantesco “vermene”, a sua volta proveniente da “verbena”, cioè ramoscello giovane e sottile), così come è dubbia la sua provenienza: chi dice dalla Liguria, chi dalla Spagna, dal Portogallo o addirittura dall’isola di Madeira. In Sardegna il vermentino è un vitigno d’importazione e probabilmente è arrivato, inizialmente in Gallura, dalla Corsica a fine ’800. Adatto a formaggi freschi a pasta molle, a torte salate di verdure, frittate e a primi piatti delicati, è soprattutto un grande classico della cucina marinara in genere. Con le carni saporite del carpaccio di tonno - intenso ma raffinato, ravvivato dai capperi e dal pompelmo - trova un accostamento armonico. Da servire a 9-10 gradi di temperatura per esaltarne i caratteri di immediatezza e freschezza gusto-olfattiva, si esprime ai massimi livelli entro un paio di anni dalla vendemmia.

24

Premiaty LuglioAgosto 2017  
Premiaty LuglioAgosto 2017  

La rivista Premiaty n°31 dei mesi di Luglio-Agosto 2017