Issuu on Google+

INNOVAZIONE, TECNICHE, PRODOTTI, UTILITY E RISORSE PER PROFESSIONISTI DELL’EDILIZIA E DELLA PROGETTAZIONE

Offerto da

GRUPPO PISANO

SPECIALE

ISOLAMENTO ACUSTICO RISTRUTTURAZIONI AGEVOLAZIONI FISCALI E NOVITA’ TETTI IN LEGNO

Numero 1° - Marzo 2014


Murature Umide Per combatterle di risanamento Efflorescenze saline, distacchi dalle finiture e indebolimenti strutturali: sono problemi non solo estetici ma ben più profondi, che richiedono interventi duraturi, e non solo di facciata. Il risanamento delle abitazioni deve garantire comfort perenne contro le murature umide. E’ un problema molto diffuso, causato spesso dal ristagno dell’umidità dall’interno della muratura che impedisce all’intonaco tradizionale di andare in presa correttamente secondo le sue tradizionali funzioni. Applicare un intonaco tradizionale laddove è presente un fenomeno di questo tipo, oltre che essere inutile è anche più costoso, dato che il problema si manifesta in pochissimo tempo raggiungendo la superficie ed è necessario intervenire nuovamente con i prodotti appositi.


serve un sistema CERTIFICATO

consulenti specializzati prodotti delle migliori marche


Isolamento Termoacustico Naturale con la LANA DI PECORA Prodotta da pura lana vergine di pecora autoctona di Sardegna La struttura della lana, oltre che dal fattore genetico, è influenzata anche da altre componenti come l’alimentazione, la composizione della terra e persino l’aria che respira la pecora. La fibra della lana sarda è molto elastica grazie alla ricchezza di lanolina (cera secreta dalla lana). Il vello di pecora autoctona di Sardegna risulta ricco di giarre e di peli fortemente crettati, con una ampia zona cava interna, doti ottimali per un materiale isolante. Salubrità dei prodotti da noi proposti dei migliori marchi 100% pura lana vergine di pecora autoctona di Sardegna La lana dei prodotti è ottenuta dalle pecore bianche e nere allevate in Sardegna, che vivono allo stato semibrado in pascoli selvatici, distribuiti dal mare alle montagne. La lana è naturale, atossica, priva di polistereni, resine. E’ riciclabile, biocompatibile, non energivora, non polverizza, non rilascia sostanze tossiche, non irrita la pelle, non produce fibre respirabili o inalabili. Non ci sono additivi che spariscono col tempo, come per esempio leganti o plastificanti. Un prodotto che non Consuma le Risorse del Territorio A differenza di altri materiali naturali che necessitano di essere coltivati, la lana di pecora è una risorsa che si rigenera, infatti ricresce, proviene da fonte rinnovabile ed eccedente (la pecora necessita ogni anno della tosatura). La lana non è ottenuta da uccisione o maltrattamento di animali.

Ti aspettiamo per scoprire la gamma di prodotti in Lana di Pecora

Testi liberamente tratti dai siti web dei nostri fornitori*


Prodotti Consigliati Ciclo di risanamento San Marco: COMBAT 222

è un prodotto specifico per la pulizia delle superfici interne ed esterne, prima della pitturazione. Può essere utilizzato su piccole superfici infestate dalle muffe per il ripristino del loro aspetto originale, senza dover ricorrere alla loro riverniciatura. In tal caso l'effetto è da considerarsi temporaneo.

COMBAT 333

è un prodotto di preparazione specifico per l'igiene delle pareti, agisce contro muffe ed alghe impedendone la proliferazione nel tempo. Preserva l'aspetto estetico originale delle pitture applicate su supporti all'esterno ed all'interno.

COMBAT 999 EW

è un'idropittura traspirante particolarmente idonea per locali interni soggetti ad elevato tasso di umidità e alla formazione delle muffe. Realizza finiture particolarmente bianche, dall’aspetto opaco e uniforme. Grazie al suo potere igienizzante, il prodotto preserva a lungo l’aspetto originale delle superfici e migliora il comfort abitativo. Garantisce ottima copertura, elevata traspirabilità, potere antigoccia e pennellabilità.

SUPERCONFORT

è un'idropittura murale traspirante per interni caratterizzata da un basso coefficiente di trasmissione termica. Tale caratteristica gli è conferita dalla presenza di speciali microsfere di vetro cave. Il prodotto, che è simile alle normali idropitture traspiranti per aspetto estetico, migliora l'isolamento termico delle pareti, evitando in tal modo la formazione di condensa causata dalla differenza di temperatura tra l'aria ed il muro. L'eliminazione della condensa, causa principale della formazione della muffa, comporta il miglioramento del confort abitatativo. SUPERCONFORT risulta essere il prodotto ideale per la protezione di superfici murali in ambienti umidi o sottoposti a condensa quali cucine, bagni, cantine, lavanderie, ecc..


SPECIALE RISTRUTTURAZIONI Grazie alle agevolazioni del Decreto del “Fare”, il settore delle costruzioni può contare su importanti incentivi legati soprattutto al rifacimento degli edifici esistenti L’edilizia è al centro del Decreto Legge n. 69/2013 approvato il 3 luglio dal Senato per stimolare l’economia. Sono 55 le norme che impattano direttamente sull’edilizia e sulle imprese di costruzione. Tra le misure di sicuro impatto si possono citare i 2,8 miliardi di euro per le infrastrutture e sulle grandi opere, alcune misure sull’edilizia privata (liberalizzazione della sagoma negli interventi di demolizione e ricostru zione), proroga di due anni di permessi di costruire, durata illimitata dell’autorizzazione paesaggistica, possibilità di chiedere l’agibilità parziale, l’estensione del Durc da tre a quattro mesi e del suo campo di applicazione (anche per appalti pubblici diversi da quello per il quale è stato richiesto), la semplificazione delle regole su terre e rocce da scavo per i cantieri piccoli e medi (se non sottoposti a Via e Aia), la cancellazione della responsabilità solidale dell’impresa appaltatrice nei confronti del subappaltatore per i versamenti Iva. articolo completo sulla rivista UP di BigMat: http://www.bigmat.it/site/it/home/per-il-progettista/bigmat-magazine/archivio-numeri.html


Scegliere di ristrutturare la propria casa è una decisione molto importante e che comporta un grande impegno sia economico che personale. Con questa guida on line Isover si pone l’obiettivo di supportare la scelta relativa a tipo di interventi, materiali, soluzioni più adatti alle esigenze di ognuno. Ristrutturazione però significa anche aumentare il valore dell’edificio, risparmiare sulle bollette future, massimizzare il comfort termico e acustico degli occupanti, migliorare l’estetica della propria abitazione. Inoltre, l’investimento da prevedere potrà beneficiare di particolari “sconti” grazie alle recenti leggi approvate dallo Stato.

Ecobonus per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici Gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici effettuati nel 2014 potranno godere di detrazioni fiscali del 65%, per poi decrescere al 50% nel 2015 e tornare al 36% nel 2016. Nei condomini le spese sostenute fino al 30 giugno 2015 saranno detraibili al 65%, mentre quelle effettuate fino al 30 giugno 2016 usufruiranno del bonus al 50%. L’agevolazione per la riqualificazione energetica - a differenza di quella per

le ristrutturazioni, riservata ai soli edifici residenziali - interessa i fabbricati esistenti di tutte le categorie catastali (anche rurali) compresi quelli strumentali. La detrazione è ripartita in dieci quote annuali di pari importo: se oggi investi 10.000 €, avrai indietro 6.500 € in 10 rate annuali da 650 € cad.

Detrazioni IRPEF per gli interventi di ristrutturazione

Le spese per le ristrutturazioni sostenute nel 2014 sono agevolate con una detrazione Irpef del 50% e il tetto di spesa agevolabile è di 96 mila euro. Nel 2015 la detrazione fiscale calerà al 40%, ma il tetto di spesa continuerà ad essere 96 mila euro. A partire dal 2016, invece, il bonus tornerà all’aliquota ordinaria del 36% e il tetto di spesa scenderà a 48 mila euro. In caso di ristrutturazioni con demolizione e ricostruzione, si può usufruire della detrazione solo nel caso di fedele ricostruzione; sono, quindi, esclusi gli interventi di ampliamento. La detrazione è ripartita in dieci quote annuali di pari importo: se oggi investi 10.000€, avrai indietro 5.000 € in 10 rate annuali da 500 € cad.

SCOPRI L’INNOVAZIONE: CONTROTELAIO SALVASPAZIO

È il sistema che consente la scomparsa di una porta scorrevole, per riqualificare gli ambienti e recuperare spazio. Ideale per cucine, bagni e ripostigli dove guadagnare spazio è di vitale importanza. Può essere impiegato anche in strutture ad uso non domestico come alberghi e ristoranti. È disponibile per pareti in muratura e cartongesso.


Guida: Isolamento a Cappotto Cos’è I Vantaggi Informazioni Utili Il rivestimento a cappotto o isolamento a cappotto può essere realizzato sia sulla faccia esterna della parete che su quella interna; quest'ultimo sistema è meno utilizzato dal momento che non sempre risulta efficace contro i fenomeni di condensa, tuttavia presenta molti vantaggi rispetto al cappotto esterno: un costo minore, una posa meno laboriosa e soprattutto la possibilità di applicarlo ad una singola unità abitativa. Per la sua semplicità esecutiva, la coibentazione tramite cappotto è utilizzata nella maggior parte delle nuove costruzioni e nella quasi totalità delle ristrutturazioni, in quanto consente l'esecuzione dei lavori senza che si renda necessario il rilascio dell'immobile da parte degli occupanti. La tecnica consiste nell'applicare alle pareti dei pannelli isolanti con appositi sistemi di fissaggio che, successivamente, vengono ricoperti da malte adesive precolorate. I pannelli possono essere dotati di una rete porta-intonaco per la finitura a malta tradizionale. È un sistema estremamente efficace, ma presenta anche un punto debole: se viene realizzato con materiali caratterizzati da grande potere isolante ma scarsa inerzia termica risulta inefficiente nel contrastare la radiazione solare estiva e quindi l'aumento della temperatura interna dell'edificio. Per questo motivo è preferibile applicarlo su murature adeguatamente pesanti e adottare un colore chiaro, in particolare per le pareti esposte a sud. Una casa ben isolata riduce più velocemente i costi per il riscaldamento, dando ulteriori vantaggi di benessere e comfort abitativo. L'effettuazione di un buon isolamento termico riduce quindi ancor più il tempo di recupero della spesa sostenuta, con ulteriori vantaggi. L'intonaco termico, per la sua leggerezza, è particolarmente utile su supporti irregolari. E' buona norma, visti gli elevati spessori di applicazione, eseguirlo in più mani ed utilizzare reti porta-intonaco. E' utilizzabile anche in interno quando per motivi tecnici, estetici o economici non sia possibile intervenire sull'esterno. L'intonaco termico è l'ideale proseguimento verso l'alto dell'effetto coibente del prodotto termico applicato nella fascia bassa di fabbricati soggetti ad umidità ascendente.


Un problema comune a molti: il

rumore.

Ti sarà capitato più volte di ricevere da parte di un cliente la richiesta di risolverlo, noi ti diamo qualche dritta per conoscere il problema alla radice... Da diversi anni il rumore e diventato una delle prime fonti di inquinamento: di conseguenza l’uomo ha il bisogno di proteggersi dai suoni e dai rumori. Un rumore rappresenta un insieme di vibrazioni sonore che corrispondono a delle variazioni della pressione dell’aria udibili da parte dell’uomo. Ecco solo alcuni esempi di fonti di rumore con cui ci confrontiamo quotidianamente: rumori provenienti dall’esterno (traffico stradale, ferroviario ed aereo); rumori provenienti dall’interno (impianti hi-fi, tecnologici, di riscaldamento, di ventilazione); rumori da impatto (generati dalla caduta di oggetti sui pavimenti, rumore dei tacchi delle scarpe). L’isolamento acustico è l’insieme degli accorgimenti presi per ridurre la trasmissione di energia a partire dalle fonti che la producono fino ai luoghi che devono essere protetti. Pertanto la finalità dell’isolamento acustico è proteggere l’uomo dai rumori, attenuandone o eliminandone la percezione attraverso la dissipazione dell’energia sonora. Negli isolanti fibrosi le proprietà di isolamento acustico dipendono dalla resisitività al flusso dell’aria [r] e quindi dalla densità, dal diametro e orientamento delle fibre e dalla percentuale di materiale non fibrato.

Se ti sei ritrovato più volte a dover fronteggiare delle richieste analoghe a quanto descritto in questo articolo, ti aspettiamo per fornirti i migliori consigli e una consulenza specifica per scegliere la gamma di prodotti perfetti per le esigenze del tuo cliente.


IL MODULO VASS Listello reggitegola Graffe resinate H=100mm

1

Telo traspirante impermeabile all’acqua e al vento W1 secondo EN13111 4m secondo EN20811

Guarnizione punto chiodo in EP a celle chiuse Nastro adesivo sigillante membrana, secondo norma DIN 4108/7 “ermetica degli edifici”

2 Cavedio tecnico in EPS per il passaggio degli impianti elettrici e idraulici

Viti per legno cerate HBS Tavolato distribuzione carichi in Abete

Guarnizione in EPDM

Fibra di legno

EPS sagomato caricato a grafite senza CFC e DOD

Listello di ventilazione

3

OSB 3 Graffe resinate H=100 mm Graffe resinate H=20 mm Assette di fissaggio

Perlina di abete

4 Ogni modulo è costituito da diversi strati: 1 1 La listellatura di ventilazione in legno, che sorregge il manto di copertura (disponibile in diverse varianti). 2

2 Un telo traspirante e impermeabile all’acqua e al vento.

3

3 Un “sandwich” di materiali isolanti studiati per ottimizzare l’isolamento e la massa termica del tetto.

4

4 Le finiture interne, personalizzabili secondo diverse linee di legno.

Un tetto 100% riciclabile Il tetto BIGMAT VASS è pensato per essere riciclato al 100%, permettendo di disassemblare tutti i componenti a fine vita. riducendo gli scarti sia in fase di produzione che in cantiere e RIDUZIONE DEGLI SCARTI La produzione in serie del sistema modulare permette di ridurre gli scarti di lavorazione del 50%* rispetto alle soluzioni tradizionali.

MONTAGGIO A SECCO Tutti gli strati del modulo sono tenuti insieme da viti e graffe: questo evita l’uso di collanti e consente di separare e riciclare tutti i materiali a fine vita.



Marzo2014