Page 1

New Business Media srl via Eritrea 21 20157 Milano Supplemento al numero 03/2019 di Come Ristrutturare la Casa

SAPERE Come usare il cartongesso. Economico, versatile e facile da posare

SCEGLIERE Camaleontico grès, la soluzione per ogni idea di rivestimento

FARE Nuovi pannelli isolanti per il comfort termico

9 771127 192015

ISPIRAZIONI Il luogo ritrovato: ripensare gli spazi per le mutate esigenze domestiche

90003>

M A G A Z I N E


TRADIZIONE COMPETENZA E PASSIONE AL TUO SERVIZIO Se ami la tua casa, se sei esigente, se sei alla ricerca di interlocutori competenti e professionali, il Network Made ti può offrire le migliori marche e i più moderni sistemi per ristrutturare, proposti da personale qualificato che saprà consigliarti al meglio. Made Network propone solo prodotti di qualità e servizi di consolidata esperienza che vanno dal sopralluogo, alla consulenza, alla progettazione sino alla posa o all’installazione eseguita dai più qualificati artigiani per la realizzazione di lavori a regola d’arte.

ristrutturaconmade.it livingmade.it gruppomade.com


ABRUZZO Corti Edilfer, Strada Statale 80, 34/A, L’Aquila (AQ) Piergallini, S.S. 16 Adriatica - Km 392, Martinsicuro (TE); C.da San Giovanni, 75, Colonnella (TE); Via Matteotti, 9, Colli Del Tronto (AP) Ucci Antonio, Via Pizzuto, 106, Lanciano (CH) BASILICATA NETWORK Edil Loperfido, Via Nazionale, 67, Matera (MT); Via dei Mestieri, 41, Matera (MT) Marcone Giuseppe, Contrada S. Luca, Muro Lucano (PZ) Mosca Precompressi, Contrada Palettieri, Rionero in Vulture (PZ) CALABRIA AndalBagni, Via Nazionale, 7, Foresta di Petilia GRUPPO Policastro (KR) Casaè F.lli LaRuffa, Via Catena, 36, Polistena (RC) Cisaf, S.S. 106 - Km 235, Isola di Capo Rizzuto (KR) Comefer, Via MADE Parisi, 28, Mangone (CS) Delizia Alessandro, Via Mazzini, 62/6 Amantea - Località Oliva Campora S.G. (CS) Edilgarden, Via Segrè, 1, Castrovillari (CS) F.lli Mele, Località Profondiero San Nicola Arcella (CS) Fontana, Via Luigi De Seta, 6, Cetraro (CS); Loc. San Giacomo Mulini, Cetraro (CS) G.P.M. Greco, Via San Francesco da Paola, 8, Rocca di Neto (KR); S.S. 107 km 126, Scandale (KR) Giuseppe Miele S.S. 106 bis - Zona Industriale, Corigliano Calabro (CS) Marinaro, Via A. Migliaccio, 151/C, Girifalco (CZ) Materiale da Costruzione Votano Giuseppe, Via Santo Spirito, 252/N, Reggio Calabria (RC) Sider 2012, Viale San Bruno, 65, Lamezia Terme (CZ) Sud Edilferro, Loc. Aeroporto - Zona Industriale, Vibo Valentia (VV) CAMPANIA Centro Casa, Via Orta Lunga, 80, Angri (SA) Coviello, Via Vocitiello, 18, Roccadaspide (SA) EMILIA ROMAGNA Almida, Via Ottorino Respighi, 9, Gatteo Mare (FC) B&B Building & Bricolage Via V. Monti, 103, Modena (MO) Bagnesi, Via Luciona, 5 Cattolica (RN) Chierici Afro, Via Giuseppe Di Vittorio, 1, Fornovo di Taro (PR) Edilizia Barozzi, Via Barozzi, 4, Savignano sul Panaro (MO) Fuzzi Commerciale, Via Gabriella Dalle Vacche, 41, Conselice (RA) Scalini Gabriele, Via F. Albergati, 184/A, Medicina (BO) Sicep Pinazzi, Via Polizzi, 6, Parma (PR) LAZIO Edilizia Mastracci, Via Casilina, 554 - Km 32.400, San Cesareo (RM) Edilizia Roma Nord, Via Bolognola, 61, Roma Paolo Leo, Via Soriano, 7, Formia (LT) Maccari, Via Pontina, 722, Roma (RM) Nicoli, Via Latina, 113 - Km 4, Colleferro (RM) Officine di Casa, Via Silvio Pellico, 50, Lariano (RM) LIGURIA Bono Delia Località Guadi Carri, Borghetto di Vara (SP) Centro Edile Imperiese Via Nazionale, 364 Imperia (IM); Via Dolcedo, 9, Imperia (IM) Cerruti Antonio, Via Pero, 1, Varazze (SV) De Martini, Via Moggia, 101, Lavagna (GE) Edil Sabema, Via Marconi, 55, Bogliasco (GE) Edilerre, Via Pradonne, 51, Carcare (SV) Edilia, Via F. Casoni 1 R, Genova (GE) F.lli Rivera P.zza Marconi, 33/R, Campomorone (GE); Via B. Parodi 84/86 R Ceraseni (GE) F.lli Trotta,Via Calice, 22/B - Zona Industriale, Finale Ligure (SV) Ferrando, Via Vallecalda, 67/71, Campo Ligure (GE); Via Vallerone, 9, Arenzano (GE) Il Giardino dell’Edilizia, Via Rue Belle, 2-4, Diano Castello (IM); Via dei Gumbi, San Bartolomeo al Mare (IM) Parolini Materiali Edili, Via Dante, 75, Alassio (SV) Trucchi Efisio, Via Roma, 70/R, Ventimiglia (IM); C.so Genova, 74, Ventimiglia (IM); Via Roma, 80/A, Ventimiglia (IM) LOMBARDIA Bizzo,Via Libertà, 116, Lazzate (MB) Bordogna, Via Crotto, 1, Pellio Intelvi (CO); Via Madonnina, Pellio Intelvi (CO) Centro Edile Antonini, Via Scalarini, 7, Milano (MI); Via Marsala, 15/19, Buccinasco (MI); Via Stephenson, 103, Milano Expo (MI) Centro Edilizia, Via Cimnago, 2, Novedrate (CO) Commerciale Edile Libertini, Via Litta Modignani, 80, Milano (MI); Via Sammartini Giovanni Battista, 63, Milano (MI) CMV, Via Matteotti, 146, Lissone (MB) Croci,Via S.G.Bosco, 60, Caronno Pertusella (VA) Digiesse, Via Brambilla Francesco, 9, Milano (MI) Dipred, Via Figino, 37, Pero (MI) Edil Vico, Viale Monza, 88, Milano (MI) Edilmarket di Condarcuri Gaetano, Via San Dionigi, 111, Milano (MI) Edil Vedani, Via Trieste, 106, Besozzo (VA); Edil Viganò, Via Ugo Foscolo, 13, Uggiate Trevano (CO) Edilbassi, Via Leopardi, 1, Esine (BS) Edilcomm, Via Cavour, 36, Novate Milanese (MI) Edilizia 80, Viale Valzella, 31/A, Ardesio (BG) Edilizia Palo, Via Regina, 47, Gravedona ed Uniti (CO) Edilmarket di Nobili Luigi, Via dei Gaggioli, 14, Carate Brianza (MB) F.lli Martini, Via del Gaggio, 23/C, Varese (VA) F.lli Pezzotta, Via Tonale, 46/E, Albano S. Alessandro (BG) Ferrari Carlo & Figlio, Via Trieste, 114, Limbiate (MB) Ferrari Edilizia, Via Cremignane, 10, Iseo (BS) Forniture Edili Capitanio, Via XXV Aprile, 13, Cene (BG) Galperti F.lli, Via Diaz, 87, Dervio (LC) Garavaglia Made Via Giuseppe di Vittorio, 3, Casorezzo (MI) Gemini Puntoedile, Via Rasia,1013, Livigno (SO) Gini, Via G. R. Carli, 9, Milano (MI) GMG Centro Edile, Via S. Michele, 6, Bottanuco (BG) Gromo Edilcom, Via F.lli Crespi, 1, Gromo (BG) MA.E.DA., Via della Chiesa Rossa, 175/1, Milano (MI) Materiali Edili Varese, Via Caracciolo, 50, Varese (VA); Via Statale, 1, Cittiglio (VA) MG Occhi, Via Vaiana, 250, Vezza D’Oglio (BS) Pasini Edilizia Viale Industria, 8, Gambolò (PV) Pennati, Via Industrie, 2, Basiano (MI) Piastrellificio del Nord, Via Legnano, 128, Abbiategrasso (MI) Poretti Edilizia, Via Monte Grappa, 1, Castiglione Olona (VA) Sari, Via Verdi, 81, Germignaga (VA); Via Gallarate, 31, Besnate (VA); Via Baraggia, 2/A, Marchirolo (VA) Scaramellini, Via Spluga, 70, San Cassiano di Prata Camportaccio (SO) Solai Villa, Via alle Cave, 2, Turbigo (MI) Tr.Edil, Via Piandelvino, 18, Valdidentro (SO) Valsecchi Emilio, Via Lecco, 12 Ballabio (LC) Vavassori, Via E. Fermi, 13, Scanzorosciate (BG) Vidori Habitas ,Via Cimnago, 2, Novedrate (CO) Zanga Angelo, Via Card. Gustavo Testa, 24, Boltiere (BG); Via Provinciale, 30/A Dalmine (BG) MARCHE Cisaf Montemarciano, Via dell’industria, 13 - Loc. Gabella, Montemarciano (AN) Comedil, Via A. Merloni, 20,Comunanza (AP); Via F. Egidi, 77, Fermo (AP) Edilizia Casciaroli, Via Salare snc, Roccafluvione (AP) MOLISE Flemi 2, Via Colle dell’orso, 19, Frosolone (IS); Contrada Pesco Farese, 91, Ripalimosani (CB) PIEMONTE Baral, Via Vittorio Emanuele II, 52, Chieri (TO); Caranzano, Corso Industria, 5, Dusino San Michele (AT); Catto, Via Marconi, 24, Cossato (BI) Cerutti Soluzioni Casa, Via Gozzano, 101, Borgomanero (NO) Comed, Via Col Del Rosso, 20, Vercelli (VC) Cosso Gian Eugenio, Via Brione, 30 Pianezza (TO) Edilbru, Via Pariani, 35, Gravellona Toce (VB); Corso Sempione, 20/1, Mergozzo - Loc. Campone (VB); Via per Possaccio, 25, Verbania (VB) Edilforniture F.lli Garbaccio, Via Regione Fornace, 21/B, Loc. Crocemosso di Vallemosso (BI) G.B. Blanchet, Via Roma, 2, Cesana Torinese (TO) Giampiero Pedretti, Viale San Giuseppe, 35, Verbania Intra (VB); Via IV Novembre, 19, Omegna (VB); Via per Binda, 26, Stresa (VB) N.T., Via Alpi Graie, 1, Rivoli (TO) Ravizza Fratelli, Via Ala di Stura, 63, Torino (TO) Rebuffo, Strada dell’infermiera, 8/A, Cevia (CN) Savi-Edil, Via Saluzzo, 71, Savigliano (CN) Vigliano Edilizia, Via Vercelli, 15, Cigliano (VC) PUGLIA D’Aprile Edilizia Group, Loc. Coppacardillo s.n., Vieste (FG) Di Coste, Via per Grottaglie km 0,300, Francavilla Fontana (BR) Edilvitale, S.P. per Andria km 2,00 C.P. 398, Trani (BT) Paldera, Vico III Lepore, 2, Palese (BA) Polyedil, Via per Chiatona III - Zona Orto della Corte, Massafra (TA) Progetto Casa, Via Soccorso, 380, San Severo (FG) Style Bagno, Via Pio XII, 35/37, Taranto (TA) SARDEGNA Brundu Edili, Via Mannironi, 92, Nuoro (NU); Corso Garibaldi, 152, Orani (NU) Edilor, Via Sernagiotto, 14 - Zona Aeroporto, Elmas (CA) Iter di Ruggeri, Via Gramsci, 149, Guspini (VS); Strada Statale 131 Km 11.500, Sestu (CA) TOSCANA Commedil, Via Copernico, 3 - Zona Industriale Malacoda, Castelfiorentino (FI) Edilchecchi, V.le Europa, 81, Terranuova Bracciolini (AR) Edilcomes, Via Emilia, 349/A - Km 43, Loc. Ospedaletto (PI) F.lli Zampagni, Via Gramsci, 139/C, Camucia di Cortona (AR) Materiali Edili Baldacci, Via G. Galilei, 9, Vinci - Loc. Sovigliana (FI) Pierli & Martinuzzi, Via Piave, 73, Sinalunga (SI) TRENTINO ALTO ADIGE Ediloil Millennium, Via Marconi, 45, Comano Terme (TN); Via Pineta, 15/17, Giustino (TN) UMBRIA ED+, Via Europa, 63, Gubbio-Loc. Cipolletto (PG) Guerri, Via Algeria, 1, Città di Castello (PG) Il Cantiere, Via F. Bettini, 15, Foligno (PG) R.I.M.E., Via delle Acacie, 30, Orvieto (TR) VALLE D’AOSTA Bordet Ceramiche, Via Roma, 131, Donnas (AO) VENETO Edil Feltre, Via Martiri della Libertà, 1, Feltre (BL) Giemme Group, Viale della Tecnica N° 31,Povegliano Veronese (VR) Imprenditori e Capimastri, Viale dell’industria, 33 - Z.A.I., Verona (VR) Zoppelletto, Via Levada, 67, Concordia Sagittaria (VE); Via Cordovado, 41, Gruaro (VE) SVIZZERA Bordogna, Via San Gottardo, 20/B, Cadenazzo (Ti)

MADE, GLI SPECIALISTI DELLA RISTRUTTURAZIONE®

MADE NETWORK I PUNTI VENDITA PER COSTRUIRE E RISTRUTTURARE


®


COLORART L’ARTE DI DARE VITA AL LEGNO CERAMICO


E d it or i a le

GLI SPECIALISTI DELLA RISTRUTTURAZIONE A TUA DISPOSIZIONE

Claudio Troni Direttore Marketing di Gruppo Made

L

a passione per la casa ha sempre ca-

questa rivista è parte di Gruppo Made, network che

ratterizzato le aspettative e i sogni di

raggruppa solo specialisti della ristrutturazione, che

noi italiani ed è una prerogativa tutta

abbiano una tradizione nell’ambito della vendita

nostra, tanto da portarci ad essere fra i

di prodotti e servizi per chi ristruttura e costruisce.

Paesi con il maggior numero di immobili di proprietà.

Nel magazine abbiamo raccolto per voi prodotti,

È quindi facile comprendere come, soprattutto in

soluzioni, progetti, realizzazioni e tante idee che po-

passaggi epocali critici, il luogo che abitiamo rap-

tranno servire da spunto per trasformare e migliorare

presenti molto più di un rifugio: la casa è il bene a

la vostra casa. Troverete così articoli e testimonianze

cui ci ancoriamo, è il luogo del nostro benessere, è

progettuali che hanno coinvolto progettisti e archi-

dove ricarichiamo le energie, è ciò che vogliamo ci

tetti, così come i principali produttori partner delle

assomigli di più. Pertanto, renderla confortevole e

rivendite e degli showroom Made.

funzionale, oltre ad essere un’attività divertente, fa

Non esitate quindi ad affidarvi a questo punto ven-

bene allo spirito.

dita se volete che la vostra casa sia esattamente

Ristrutturare casa è quindi un impegno importante,

come l’avete sognata. Vi possiamo offrire le migliori

sotto tutti i punti di vista e affidarsi a professionisti

soluzioni, le migliori marche e realizzazioni a regola

competenti è il primo passo per raggiungere la piena

d’arte, grazie alla nostra eccellente rete di tecnici,

soddisfazione dei nostri progetti. Il network Gruppo

imprese e artigiani.

Made – che vanta 160 punti vendita in tutta Italia – da

Non ci resta che augurarvi buona lettura, e se desi-

anni mette competenza e professionalità al servizio

derate approfondire ulteriormente i nostri servizi e le

di migliaia di famiglie che decidono di ristrutturare

nostre proposte, visitate il sito ristrutturaconmade.it.

e rifinire la propria casa. Il punto vendita che offre

marketing@gruppomade.com

5


S om m a r io 5 . Editoriale SCEGLIERE 10 . News

Pagg.

10 - 32

.

20 Ceramiche Le superfici dai mille volti

28 . Docce

Quando il benessere incontra il design

ISPIRAZIONI Pagg. 34 - 54 34 . Ricalibrare le zone di passaggio 40 . Abitare 25 metri quadri

44 . Un luogo ritrovato

48 . Uno spazio per lavorare in casa SAPERE 56 . Cucina

Pagg.

56 - 79

Balconi e terrazzi al sicuro dall’acqua

70 . Cartongesso

Soluzioni d’arredo a costi contenuti

Come scegliere il rivestimento

Quando la bellezza incontra lo stile

62 . Parquet di rovere

67 . Impermeabilizzazione

74 . Isolamento termico

Temperatura perfetta in tutte le stagioni

78 . Isolare il tetto

L’antica tecnica della microventilazione

FARE 81 . Materiali

Pagg.

81 - 93

Soluzioni per l’edilizia

95 . Indirizzi

9


Sc eg l ie r e

News L’EMOZIONE DEL CALORE Una silhouette sinuosa ed elegante caratterizza

HARP di Deltacalor, il marchio italiano leader nel settore del termoarredo. Harp è un radiatore idraulico dal design fluido e accattivante firmato da Davide Vercelli che arreda grazie alla sua carica innovativa. Le sue forme dinamiche e lievemente ondulate rimandano alle corde di un’arpa (da cui il nome) che sembra prendere vita in un armonioso gioco di luci e ombre grazie alla tridimensionalità e alla disposizione asimmetrica delle alette che compongono il radiatore. L’originalità di Harp si esprime nella combinazione fra estetica scultorea, innovazione tecnica ed elevate prestazioni: le alette in alluminio fissate sulla piastra radiante in acciaio, infatti, non sono solo un vezzo estetico, ma aumentano la superficie radiante ottimizzando i moti convettivi dell’aria e incrementando così l’efficienza del radiatore, per un maggiore comfort e benessere. Molto ricca la palette di colori: 14 tonalità (declinabili in tre finiture: base, glossy o matt). www.deltacalor.com

10


IL FASCINO DELLA MATERIA Arbi Arredobagno in occasione della 7ª edizione del Salone Internazionale del Bagno, presenta CODE, la nuova collezione in linea con gli attuali trend dell’arredamento per il bagno, orientati al design e al benessere. L’ampia gamma di finiture disponibili, i pensili e le consolle, unite alla vasta selezione di complementi, consentono un alto livello di personalizzazione. Il costante impegno nella ricerca e nell’interpretazione di nuovi materiali ha permesso all’azienda di introdurre nuove essenze, come il legno di eucalipto esplorato in tutte le sue potenzialità.

www.arbiarredobagno.it

11


Sc eg l ie r e

L’ESTETICA PRENDE FORMA La collezione FORMA di Azzurra

svela una chiara matrice estetica basata sulla rielaborazione geometrica del cono. Sia i lavabi da appoggio sia i sanitari, da terra e sospesi, presentano un carattere scultoreo di immediato appeal. I prodotti sono disponibili nella gamma cromatica Colors 1250°, una palette di toni caldi e intensi che deve il suo nome all’omonima tecnica a spruzzo del colore, che avviene già in prima cottura a 1250° senza richiederne una ulteriore, garantendo al prodotto una qualità elevata. Il vaso Forma è dotato della tecnologia Easy Clean che sviluppa l’innovativo concept del wc senza brida il cui risultato sono superfici più semplici da pulire e maggiore controllo visivo dell’igiene. Tecnologia brevettata di cui Forma è orgogliosa è il Water Saving. L’emergenza idrica è uno degli

argomenti di maggior attualità ma ancora poco considerata nella progettazione, soprattutto in Italia; Azzurra l’ha inserita tra le sue priorità assolute a partire dal 2010, quando ha iniziato a sviluppare sanitari in grado di risparmiare l’acqua utilizzandone solo 3 litri anziché 9, come normalmente richiesto da uno scarico completo. Il Water Saving consente una riduzione dei consumi fino al 70%, un primato mondiale firmato Azzurra. www.azzurraceramica.it

13


Sc eg l ie r e

ACCEDERE IN TERRAZZO NON È MAI STATO COSÌ SEMPLICE Velux propone sistemi innovativi che offrono soluzioni

personalizzate per l’accesso diretto al terrazzo, ma anche per illuminare vani scala oppure piani inferiori. Una valida alternativa alle botole o ai torrini tradizionali, le finestre Velux abbinano in un solo prodotto isolamento termico, praticità e un’estetica dalle linee pulite ed essenziali. Le finestre da tetto

Velux hanno una elevata resistenza agli agenti atmosferici: la lastra di vetro esterna è resistente alla grandine, mentre quella interna è costituita da vetri stratificati di sicurezza. Sono inoltre resistenti agli uragani e sono garantite da sicuri sistemi di impermeabilizzazione. In funzione delle esigenze è possibile combinare le finestre con un elevato grado di isolamento acustico. I sottotetti solitamente sono luoghi abbastanza particolari per quanto riguarda il controllo

14


QUANDO LA LUCE ARRIVA DALL’ALTO Per ristrutturare ambienti sottotetto

e restituire una buona illuminazione naturale ai locali, l’apertura di grandi lucernari è spesso la soluzione migliore e più efficace. Oltre a controllare la ventilazione, infatti, le finestre per tetti a falda, se ben orientate e con la possibilità di essere schermate, garantiscono una buona illuminazione senza fenomeni di abbagliamento. Le misure possono essere davvero ampie: i LUCERNARI Velux misurano 3x3 e 2x1,5 m in questo caso, e possono essere posati singolarmente, ma anche in serie, a garantire un sicuro “effetto giorno”, in sinergia con la scelta di arredi chiari, pavimenti in legno con essenze luminose e intonaco bianco. L’apertura a bilico si movimenta facilmente con un solo gesto. L’innovativa barra di manovra, posta sul lato superiore del battente, consente di installare la finestra più in basso rispetto a un serramento che si apre attraverso una maniglia, garantendo così una vista eccellente verso l’esterno, sia in piedi sia da seduti. Inoltre, finestre posizionate sulla falda possono essere dotate in qualsiasi momento di accessori e motorizzazioni.

dell’illuminazione e del riscaldamento nella stagione estiva: le finestre da tetto Velux, anche in questo caso, garantiscono un’ottima efficienza energetica e un elevato comfort grazie all’equipaggiamento del doppio o triplo vetro (secondo le necessità) con possibilità di installare tende parasole esterne e un impianto di ventilazione naturale per effetto camino. Le FINESTRE PER ACCESSO AL TERRAZZO hanno un’operabilità manuale facile e leggera. I raccordi Velux

garantiscono una corretta giunzione tra i vari componenti, protezione degli ambienti interni e tenuta all’acqua. Le tende parasole e i motori di ventilazione sono alimentati da pannelli solari che non richiedono impianti elettrici. Quando motorizzate, possono essere controllate con smartphone grazie a Velux Active.

www.velux.it

15


Sc eg l ie r e

MANSARDE ILLUMINATE .UNICA

è la finestra per mansarda completa di accessori elettrici già installati che permette una posa sul tetto rapida, veloce e senza possibilità di errore. È costruita in abete nordico preventivamente trattato con soluzioni impermeabilizzanti antimuffa e antinsetto e sottoposto a laccatura superficiale trasparente ed ecologica. I complementi metallici sono prodotti direttamente in azienda per una garanzia di qualità. Il modello Top comprende in un unico imballo l’avvolgibile/tapparella, il motore a catena, il copri motore, il sensore pioggia e il radiocomando (ne basta uno per gestire le funzioni fino a 30 finestre). È disponibile in un’ampia gamma di modelli e finiture ed è possibile realizzarla su misura.

www.faelux.it

16


Sc eg l ie r e

L’ECOSOLUZIONE PER SUPERFICI INTERNE Le soluzioni decorative per interni Oikos

disegnano ambienti inediti per una casa sempre nuova e versatile e BIAMAX rappresenta la sintesi di tecnologia avanzata e grande impatto estetico. Semplice nell’utilizzo, stupefacente nel risultato: ideale per grandi superfici, permette con facilità di rinnovare l’aspetto degli ambienti interni con colori intensi e una resa materica. Ideale per applicazione anche di non esperti, traspirante, resistente al lavaggio. Biamax è anche a basso impatto ambientale. Il prodotto è disponibile nella versione 03 (granulometria max 0,3 mm) e 07 (con granulometria max 0,7 mm) e può essere utilizzato direttamente come finitura colorata per creare sulla parete una decorazione, ma può anche essere utilizzato come prodotto di preparazione e direttamente come intonaco, bianco o colorato.

www.oikos-group.it

QUANDO LA FINITURA DIVENTA PREZIOSA Grazie a profili funzionali e versatili, sistemi di posa

e membrane non sono più visibili enfatizzando soluzioni eleganti e di design. Per la realizzazione delle pavimentazioni, due i prodotti top dell’azienda: PRODESO MEMBRANE e PROLEVELING SYSTEM. Il primo è una speciale membrana desolidarizzante che permette una posa delle piastrelle senza tagli e senza giunti nel supporto, riducendo i tempi di cantiere; il secondo è un sistema che assicura pavimentazioni con un’assoluta planarità senza dislivelli. Per completare le finiture con una nota preziosa ed elegante, l’ottone naturale nelle finiture: Procarpet consente di raccordare in modo continuo e senza gradini la moquette alla pavimentazione, anche di diverso spessore, proteggendone i bordi; mentre Proterminal separa e protegge pavimenti diversi con un tocco dorato.

www.progressprofiles.com

18


Sc eg l ie r e

CERAMICHE

LE SUPERFICI DAI MILLE VOLTI Brillante, translucido, con venature preziose o texture materiche, il grès porcellanato può entrare nelle nostre case creando innumerevoli suggestioni

M 20

armi pregiati per ambienti sofisticati, magari

formati che, dopo aver esplorato le potenzialità artisti-

con l’inserimento di profili color oro, rifles-

che dei mosaici, ora puntano su grandi lastre, anche

sioni diafane e luminose dai colori chiari

per gli ambienti residenziali. La tendenza verso superfi-

o ispirate alla trasparenza del vetro, aspet-

ci continue, (quasi) senza fughe, sta conquistando gli

to industrial con superfici che simulano colori e struttura

addetti ai lavori, ma non solo. I vantaggi sono indiscu-

dei metalli: il grès porcellanato non smette di stupire. A

tibili, la bellezza tutta da vedere. Superfici come marmi,

queste nuove caratteristiche estetiche si aggiungono i

pietre, ma anche metalli, esprimono appieno le loro ca-


ratteristiche materiche su grandi superfici, disegnati su

talli, o unioni fra lastre che diventano impercettibili grazie

lastre ceramiche che possono rivestire un’intera parete.

all’eleganza di nuance chiare con piccoli delicati motivi

E anche quando la fuga c’è, i bordi delle lastre sono pen-

creati per esaltare l’effetto tridimensionale della superficie

sati, studiati e progettati per esaltare l’effetto del materiale

e, di conseguenza, la profondità dell’ambiente.

che vogliono riprodurre: sfumature che simulano l’aspetto

Ineguagliabile, e non meno importante, l’aspetto squisi-

opalescente del vetro, colori e texture nati per rendere visi-

tamente pratico: facile pulizia, quasi assenza di manuten-

bili le venature dei processi di ossidazione naturale dei me-

zione, resistenza a urti o abrasioni assicurata.

21


Sc eg l ie r e

1.

|

AT L A S C O N C O R D E

1 IL PRESTIGIO DEL MARMO Atlas Concorde presenta Marvel Edge, il nuovo progetto di superfici d’arredo in grès porcellanato e rivestimenti coordinati ispirato a prestigiosi marmi. Una gamma versatile che annovera al suo interno cromie inedite e toni caldi atti a disegnare spazi avvolgenti. Pavimenti e rivestimenti che riproducono, con sorprendente realismo grafico e attenzione al dettaglio, le tonalità, le venature e le inclusioni di otto tra i più pregiati marmi naturali. La caratteristica perfezione grafica è enfatizzata dalla lappatura a specchio di superficie. La profondità dell’effetto marmo si amplia nei grandi formati XL che esaltano il valore della materia in inedite possibilità compositive. Per rispondere a ogni esigenza applicativa, Atlas Concorde propone i formati 120×120 e 120×240 cm in 9 mm di spessore e 120x278 cm in 6 mm di spessore.

www.atlasconcorde.com/it

22


2.

|

CERAMICHE CAESAR

2 UNO STILE INCONFONDIBILE Spiccano per la matericità della texture e la brillantezza delle finiture sia i componenti che utilizzano il grès porcellanato effetto marmo Anima, qui utilizzato nella tonalità Dark Emperador lucidato, sia la rappresentazione del cemento della collezione Gate di Ceramiche Caesar, posata alle pareti nella tenue colorazione Breath. Illuminato da venature bianche il primo, e impreziosito ulteriormente dai profili color oro delle finiture, e opaco, luminoso ma non riflettente il secondo, sono entrambi disponibili in diversi formati e finiture, con pezzi speciali e su misura.

www.caesar.it

23


Sc eg l ie r e

|

CERAMICHE KEOPE

3 ELEGANZA SENZA TEMPO

3.

4.

Eclectic è la collezione di Ceramiche Keope che valorizza la carica espressiva di un materiale nobile quale il marmo, declinandolo in una serie dal design contemporaneo e dall’inimitabile eleganza. Una proposta completa in formati e spessori che trovano la massima espressione nel maxi-formato 120x278 cm con 6 mm di spessore. Dal punto di vista estetico, Eclectic combina l’unicità delle venature con un prezioso grafismo e una palette cromatica in linea con i toni neutri che contraddistinguono tutta la produzione di Ceramiche Keope: due finiture bianche, Mystiq White, un bianco lattiginoso, e Oniric White, un bianco dalle tonalità calde; un grigio, Persian Grey, e un’elegante texture gessata scura, Pinstripe Dark. La serie si declina poi in una vasta gamma di soluzioni: 120x278, 120x120, 60x120, 30x120, 30x60, 60x60 cm, disponibili nella versione Matt anche nei formati 60x120 e 60x60 cm. La collezione propone anche la morbida finitura Silky, una superficie materica piacevole al tatto disponibile nei due toni scuri. A completamento della linea, Ceramiche Keope propone inoltre i decori Next, nel formato 30x60 cm, Bacchetta Gold e Mosaico 30x30 cm.

www.keope.com

|

C E R A M I C A S A N T ’A G O S T I N O

4 LA DUREZZA ESPRESSIVA DEL METALLO Oxidart di Ceramica Sant’Agostino è la collezione in grès porcellanato che riproduce lastre di lamiera ossidata e acidata, ottenute esponendo a lungo fogli di metallo all’aria aperta in diverse condizioni atmosferiche e di luce, dovute a differenti orari e stagioni, e contemporaneamente trattandoli con diversi processi di acidatura (dalla spruzzatura alla colatura). Questa lavorazione, tesa a offrire l’effetto naturale dello scorrere del tempo, è stata eseguita seguendo il metodo +ART, fiore all’occhiello di casa Sant’Agostino. Disponibile con fino a 270 grafiche diverse nel formato 20x20 cm, Oxidart offre cromatismi in grado di caratterizzare ogni tipo di ambiente grazie a smalti speciali per garantirne la resistenza e alla gestione personalizzata della stampa digitale di ultimissima generazione atta a replicare perfettamente nella grafica e nella texture materica l’effetto di una lamiera ossidata e acidata. Antiscivolo (classe R10), resistente all’abrasione (classe 5) e non attaccabile dagli acidi, la gamma si sviluppa dal grande formato 120x120 cm, attraverso un elemento decorativo in 30x120 cm, fino al piccolo formato 20x20 cm, anche nella versione decorata Patchwork, per soluzioni di posa e di arredo ricercate.

www.ceramicasantagostino.it

24


pozzebonsrl.com


Sc eg l ie r e

5.

|

CERAMICHE REFIN

5 TRASPARENZE LUMINOSE Vetri, la nuova collezione di Ceramiche Refin, propone superfici dalla forte connotazione materica che sembrano fondere le caratteristiche performanti della ceramica con la trasparenza del vetro. Nata da un accurato studio del vetro e da un importante lavoro di ricerca sulle tecnologie e sulle materie ceramiche, Vetri esprime il carattere unico e duplice del vetro, opaco e trasparente, robusto e fragile. Sono lastre a composizione interamente ceramica, la cui finitura lucida e leggermente ombreggiata ai lati, a voler disegnare l’effetto della profondità derivante dalla ipotetica sovrapposizione dei due materiali, enfatizza la luce e dona agli ambienti una luminosità diffusa. Coniugando la limpi-

26

dezza del vetro con la resistenza del grès porcellanato, la Collezione Vetri valorizza ulteriormente le potenzialità sensoriali delle superfici ceramiche, che ormai hanno raggiunto altissimi livelli di accurata mimesi dei materiali più diffusi nelle ristrutturazioni d’interni. Dove il vetro esprime la sua caratteristica più affascinante nella trasparenza e nella rifrazione luminosa, il grès porcellanato restituisce caratteristiche ineguagliabili di resistenza, sicurezza, igiene, convenienza e trasversalità d’uso. Disponibile nei formati 60x60, 30x60, 20x60, 10x30 cm, la Collezione Vetri esplora cinque tonalità diverse, dal bianco all’azzurro dell’acqua, includendo una gradazione naturale, il bronzo e il fumè.

www.refin.it


Sc eg l ie r e

DOCCE

QUANDO IL BENESSERE INCONTRA IL DESIGN Cabine doccia minimal, tecnologiche, versatili, personalizzabili nelle finiture e nei colori, possono ora diventare anche veri e propri ambienti benessere, con massaggi, erogazione di vapore e cromoterapie

L

e docce sono sempre più protagoniste dell’ambiente bagno che, dal più piccolo e funzionale al più sofisticato, punta alla praticità senza rinunciare all’estetica e alle soluzioni personalizzate.

Le nuove proposte vanno in questa direzione e offrono soluzioni tecniche e materiali all’avanguardia, come piatti in materiali naturali, cerniere sempre più performanti, maniglie ergonomiche, profili di alto design o ricercati sistemi frameless, ma anche una vasta gamma di misure, colori e finiture capaci di risolvere qualsiasi esigenza di spazio e di stile. Nelle cabine doccia, versatilità diventa una parola d’ordine, che trova riscontro anche nella possibilità di scegliere, per uno stesso modello, fra diversi sistemi di apertura.

28


|

HAFRO GEROMIN

1 INNOVAZIONE NEI MATERIALI Nella sua continua ricerca e proposta di nuovi materiali, Gruppo Geromin propone Tecnotek: un materiale costituito da minerali naturali e polimerici acrilici al 100% di altissima qualità, che entra nell’ambiente bagno portando nuove forme e trasmettendo sensazioni tattili e visive. Versatile e resistente nella sua essenza, caldo e piacevole al tatto, omogeneo e uniforme alla vista, Tecnotek permette di creare e sperimentare unendo la matericità al design. È durevole nel tempo, ultra compatto e non poroso, quindi resistente a macchie e graffi, e facile da pulire; in caso di graffi o piccole incisioni, poi, è semplice ripristinare il piano con una leggera azione abrasiva seguita eventualmente da una lucidatura. Il colore rimane inalterato nel tempo e la sua brillantezza non viene alterata dalla luce naturale o artificiale.

www.gruppogeromin.com

1.

|

GRANDFORM

2 LUMINOSO TOTAL WHITE “White SPAce” disegnata da Claudio Corbella esprime già nel nome le sue principali caratteristiche: bianco assoluto, dal piatto alle pareti al soffitto, e linee pulite ed essenziali. Il sistema doccia/Spa White Space Vapor, con i suoi getti per il massaggio dorsale e l’erogatore di vapore, permette di regalarsi momenti di completa distensione e rinnovata vitalità. Il bianco della White Space Vapor si fonde con le forme armoniose e minimali delle strutture, per lasciare pieno spazio alla diffusione delle luci colorate, attivate dai led, in rilassanti sedute di cromoterapia con due stripled posizionati sui due lati della colonna. La tastiera è dotata di comando touch e il tetto (in cristallo temperato 6 mm) integra un soffione zenitale a due funzioni: Big Rain e Heavy shower con testine anticalcare.

2.

www.grandform.it

29


Sc eg l ie r e

3.

4.

|

MEGIUS

3 IL BOX CHE ARREDA Zen è la doccia ad ante scorrevoli con profili super sottili per adattarsi a qualsiasi stile di bagno; in particolare, il modello XL ha un profilo di scorrimento alto solo 22 mm e, al suo interno, permette anche l’alloggiamento del dispositivo di chiusura e apertura rallentata che migliora il comfort nell’utilizzo e ne amplifica l’eleganza. Tutta la serie Zen XL è realizzata con lastre temperate dello spessore di 8 mm. Inoltre, la possibilità di sganciare l’anta in caso di pulizia (sebbene non ci sia sovrapposizione dei vetri tra la parte fissa e la parte scorrevole), il frangiflutto di contenimento acqua alla base con il sistema “nolook” per l’applicazione del silicone di rifinitura e la possibilità di inserire (anche in un secondo momento) una guarnizione a contenimento degli spruzzi di rimbalzo, che possono verificarsi in presenza di piatti doccia con poca inclinazione, la rendono sicura nella garanzia di qualità. Come optional è prevista una coppia di maniglie con interasse di 58 cm che donano una linea pulita ma ancor più solida alla cabina doccia. La serie Zen XL propone finiture con profilo in alluminio cromo brillante, alluminio spazzolato e nero, in linea con

30

la ricerca estetica attuale dei prodotti di design mentre, per quanto riguarda il vetro, sono a disposizione le finiture riflettente, trasparente, mosaic white e crom.

www.megius.com

|

SAMO + INDA

4 NUOVA DIMENSIONE PER LO SPAZIO DOCCIA La collezione Classica si arricchisce grazie a Cee Art, la nuova soluzione doccia che unisce l’affidabilità, la versatilità e la robustezza di un prodotto storico come New Cee alle linee pulite e moderne che richiamano il design fresco di Europa. Caratterizzata da un’ampia disponibilità di modelli e misure, Cee Art è adattabile a qualsiasi esigenza: tutti i modelli, infatti, compatibilmente con i sistemi di apertura dell’anta, possono essere richiesti in misure speciali. I pannelli in vetro temperato possono inoltre, a richiesta, essere trattati con l’apprezzato e consolidato metodo StarClean.

www.samo.it


XL

N E W

A

L

L

A

R

G

A

I

L

T h.200 cm

U 8

mm

O

2 0 1 9

O

soft closing

ITALIA - FRANCE - ESPAÑA - PORTUGAL

R

I

Z

Z

O

N

T

E


Sc eg l ie r e

|

RELAX

5 LA DUTTILITÀ DEL CRISTALLO Il progetto BoBox disegnato da Giuseppe Diana nasce dall’idea di plasmare una materia come il cristallo, in lastre dello spessore di 8 mm, per fargli assumere le più sinuose curvature a ricreare la calda sensazione di un abbraccio. BoBox Plus è il prodotto più completo della serie: il box doccia è chiuso da un tetto con incorporato un soffione dotato di cromoterapia e da una porta battente che isola ermeticamente la cabina doccia. Nello spessore dell’anta di vetro, infatti, viene ricavato uno scavo a tutt’altezza per ospitare la guarnizione di protezione all’acqua; la colonna doccia Byblos con la funzione body jet, completa il prodotto all’interno, riprendendo le curvature del cristallo esterno.

www.relaxsrl.com

5.

6.

|

S A I N T- G O B A I N

6 ELEGANZA E MASSIMA RESISTENZA Il nuovo sistema doccia Saint-Gobain nasce dal know-how e dalla sinergia di due aziende del Gruppo: Saint-Gobain Building Glass Italia e Logli Massimo. La virtuosa unione ha portato all’ideazione di un sistema che si avvale di prodotti dalle altissime performance: vetri brevettati SGG Timeless, lastre con un deposito magnetronico (composto da particolari ossidi metallici), che grazie alle proprietà anticorrosive resiste all’azione congiunta del calcare e delle tracce di sapone che nel tempo ossiderebbero e opacizzerebbero il vetro, e cerniere in ottone massiccio ad alta resistenza garantite per oltre 20.000 cicli di apertura/chiusura, con simulazione di 15 anni di invecchiamento precoce grazie alla prova in nebbia salina per 168 ore, e resistenza alla corrosione. Il sistema doccia Saint-Gobain è completo di tutti gli accessori corredati: aste di sicurezza per ogni soluzione, fissaggi, profili di supporto e finitura, maniglie; tutti abbinabili e coordinati.

www.saint-gobain-building-glass.com

32


Diamo forma all’acqua Sulle pareti doccia Samo scorre il bene più prezioso che abbiamo: l’acqua. La stessa materia di cui siamo fatti noi. E il mondo intero. Perciò, nonostante sia estremamente piacevole soffermarsi fra le nostre pareti, ti invitiamo a prenderti cura di te, rispettando lei, la nostra preziosa, indispensabile acqua.

www.samo.it


I spi ra z ion i

RICALIBRARE le zone di passaggio

34


Stile total white per dare nuova luce a un locale mansardato. Piccoli accorgimenti che valorizzano lo spazio

il progetto Piovano Home Design www.piovanohomedesign.it ARCHITETTO Chiara Jane Pastore FOTOGRAFIE Piovano Home Design

di Fabiana Panella

D

ue ampie porte finestre con affaccio sui terrazzi e lo scenario dell’arco alpino che domina la città di Torino. All’interno, dopo piccoli ma ben calibrati interventi, i toni chiari delle pareti e un sistema di illuminazione artificiale

valorizzano i rinnovati spazi di questo locale mansardato. Le richieste da soddisfare: organizzare al meglio le zone di passaggio, minimizzando il più possibile il loro “ingombro inutilizzato”, integrare l’ingresso con l’ampio soggiorno e

nb

La ristrutturazione di una mansarda, con tinte chiare, luci incassate a pavimento e arredi su misura che dissimulano pilastri e strutture, rende possibile un guadagno considerevole di spazio. Particolare attenzione è stata data all’illuminazione dell’appartamento

la cucina, senza però perdere l’individualità dei tre spazi. Se l’impianto originale è rimasto sostanzialmente inalterato, non sono mancate soluzioni creative che hanno conferito al locale quel tocco di personalità in più rispetto al suo aspetto originario: ossia una mera successione di stanze unite da un tortuoso disimpegno. A giocare un ruolo da protagonisti sono stati i toni chiari dei materiali che hanno dato nuova luce agli interni, prima appesantiti da

35


I spi ra z ion i

La cucina, a vista sul soggiorno, è interamente bianca: ante in laminato con zoccolatura alla base in alluminio laccato, ma anche piano di cottura in vetro e lavello integrato nel top in Corian. L’assenza di pensili sottolinea il gioco delle altezze. L’unico elemento che scende dal soffitto è la cappa. La fase di tinteggiatura delle pareti è stata preceduta da un trattamento con ammoniaca per sanare un problema di infiltrazione dall’infisso dell’ampia vetrata.

Le librerie fanno anche da confine virtuale con la cucina, caratterizzata da una penisola-angolo snack sotto la fonte di luce naturale del lucernario. La struttura è di legno laccato opaco, in colore bianco con particolari colorati.

pareti di un colore rosso acceso e serramenti e pavimenti in legno scuro. L’ingresso ha assunto una sua identità non essendo più a diretto contatto con la cucina, che invece ora si apre verso il soggiorno. Grazie a pareti attrezzate con librerie a diverse altezze che assecondano le falde del tetto e avvolgono anche le strutture portanti, i tre ambienti assumono una loro forma definita senza la necessità di chiudersi interamente. La cucina rimane così celata per chi entra nell’appartamento, ma aperta al soggiorno: un tavolopenisola posizionato sotto un lucernario disegna “il suo

36


L’illuminazione artificiale degli ambienti è realizzata tramite led inseriti in nicchie ricavate sia nei muri sia nel pavimento, per creare una luce simil naturale. Le porte finestre, prive di tendaggi, la vetrata della cucina e i lucernari nei due bagni garantiscono l’ingresso della luce naturale.

spazio” senza chiuderlo alla vista. Infine, l’uso del Corian sul piano di lavoro permette di ottenere un’unica superficie continua senza scomode fughe. Il Corian, infatti, è un materiale composito costituito da diverse sostanze minerali uniti sostanzialmente con resine e può essere facilmente lavorato per assumere qualsiasi forma. Riducendo, inoltre, il bagno principale in prossimità dell’ingresso, pur senza perderne la perfetta funzionalità, è stato creato un ripostiglio attrezzato con chiusure a scomparsa in cartongesso, sempre ad altezza variabile per seguire l’andamento del soffitto.

37


I spi ra z ion i

LA PIANTA Mantenendo pressoché invariata la distribuzione originaria dell’appartamento, soluzioni creative hanno valorizzato l’ingresso e l’area living grazie a librerie passanti e angolari che avvolgono il pilastro centrale dell’appartamento. Particolare attenzione è stata posta al tema della luce: naturale, tramite ampi lucernari e porte finestre senza tendaggi interni; artificiale, garantita da elementi a led posizionati in nicchie nei muri e nel pavimento. I toni chiari degli arredi e delle pareti, così come i materiali innovativi (il Corian in cucina e la resina per i pavimenti) amplificano gli spazi.

PRIMA

1. ingresso 2. cucina 3. soggiorno 4. pranzo 5. disimpegno 6. bagno 7. ripostiglio 8. camera matrimoniale 9. cabina armadio 10. camera da letto - stanza per gli ospiti

DOPO

10. 6.

2.

6.

10.

5.

5.

8.

3. 6.

DEMOLIZIONI

8.

1.

9.

6. 9.

COSTRUZIONI INTERVENTI ESEGUITI In prossimità dell’ingresso, riducendo lo spazio del bagno principale, è stato creato un ripostiglio attrezzato con chiusura a scomparsa in cartongesso, con ante a scomparsa e tagli obliqui per adattarsi all’andamento delle falde del tetto. Eliminando un muro di divisione, la cucina è stata integrata al soggiorno: una penisola, posizionata sotto la fonte di luce naturale del lucernario, la racchiude idealmente pur lasciandola a vista sul soggiorno.

38

3.

2.

7. 1.

4.


PRIMA

Il soggiorno, nel punto di minor altezza per la pendenza della falda del tetto, è caratterizzato dalla presenza di un camino. La struttura originaria in pietra è stata demolita e sostituita con una più leggera e moderna in cartongesso. Sono state, inoltre, rimosse le strutture a gradoni ai suoi lati.

DOPO

Gli ambienti lineari assicurano comfort e massimo sfruttamento degli spazi, anche negli angoli in cui l’altezza dei locali rende complessa la progettazione. Il passaggio dall’ingresso alla zona living è filtrato da due ampie librerie, una delle quali avvolge il pilastro al centro dell’appartamento.

Camere e bagni, a cui ora si accede da un regolare e minimale disimpegno, sono stati organizzati con cabinearmadio o ripostigli incassati, con ante a filo parete (quindi senza stipiti, cerniere a vista e coprifili). Perché questa soluzione? Estetica e funzionalità sono la risposta: nascondere e chiudere i vani sottotetto con altezze ridotte (al di sotto di 1,5 metri circa) permette di sfruttare anche i piccoli spazi e di ridefinire gli ambienti con forme più regolari e perciò più facilmente arredabili. Il parquet esistente è stato ripristinato tramite le operazioni di levigatura e trattamento per ottenere una colorazione più scura, in contrasto con lo stile total white degli arredi e delle pareti. Per la zona della cucina, dell’area living (in prossimità del camino) e dei bagni è stata scelta una pavimentazione in resina dai toni chiari, in modo da non avere fughe sul pavimento. Arredi fissi e materiali giocano con le sfumature del bianco, pochissimi tocchi di tinte calde, e comunque nei toni naturali. La scelta cromatica amplifica la luminosità degli ambienti: la luce naturale riflette sulle superfici e si integra con l’illuminazione a led inserita nei muri ma anche nella pavimentazione. 

39


I spi ra z ion i

ABITARE 25 metri quadri

40


Nel centro storico di Taormina, incantevole cittadina turistica della provincia di Messina, un piccolo bilocale diventa l’occasione per sperimentare nuove possibilità spaziali di Maria Francesca Faro

U

n piccolo alloggio con terrazza, posto all’ultimo piano di un palazzo vicino al Teatro Greco, si trasforma in un incantevole rifugio. I limiti e i vincoli di una realtà densa, stratificata e fortemente contestualizzata sono

stati affrontati reinterpretando le relazioni tra interno ed esterno, intimità e desiderio di stare all’aperto. Obiettivi raggiunti grazie all’ibridazione di spazi ed elementi di uso quotidiano. Un unico vano con angolo cottura e un bagno hanno assunto la forma di un appartamento con spazi modificabili, adatti a soddisfare le esigenze di una famiglia di quattro persone. La casa è stata pensata come una vera e propria machine-à-habiter, costruita cioè attraverso elementi che scorrono e si ribaltano per trasformare l’area giorno in zona notte.

il progetto ARCHITETTO Renato Arrigo www.renatoarrigo.com FOTO Maria Teresa Furnari

Attraverso una stretta porta di betulla si accede lateralmente alla casa: un ambiente luminoso, definito da un controsoffitto sospeso in legno naturale, attore principale dello spazio, sotto il quale trovano posto due poltrone e un baule-armadio. La parete di fondo è stata dedicata alla zona pranzo, definita da un lungo bancone in cemento grigio con sgabelli in legno di cedro, e si conclude con un

41


I spi ra z ion i

LA PIANTA

9. 2.

1.

4.

PRIMA

Un monolocale dalla forma irregolare di soli 25 metri quadri è stato trasformato in un appartamento adatto alle esigenze di una famiglia. Pochi i lavori svolti, ma grande l’inventiva nella trasformazione degli spazi dal giorno alla notte: il controsoffitto in legno della zona giorno, grazie a un semplice sistema di carrucole, scende e diventa il letto matrimoniale; la porzione opaca della grande finestra che si affaccia sul terrazzo si smonta e scende a ribalta a formare il tavolo da pranzo.

DOPO

3 9.

5.

2. 7.

6.

8.

10.

1.

4.

1. ingresso 2. monolocale 3. angolo cottura 4. terrazzo 5. soggiorno/letto matrimoniale 6. poltrone letto 7. zona pranzo 8. infisso ribaltabile 9. bagno 10. ripostiglio

INTERVENTI ESEGUITI

DEMOLIZIONI

42

COSTRUZIONI

Gli interventi sul monolocale esistente sono stati ridotti al minimo: la pavimentazione esistente è stata rivestita da doghe in materiale plastico semplicemente incollate, la demolizione e la ricostruzione di una parete, l’unica interna all’appartamento, ha permesso di creare, oltre al bagno, anche un piccolo ripostiglio; infine, il serramento che porta al terrazzo consta di una parte opaca, “ribaltabile” a creare un comodo tavolo da pranzo all’aperto.

Le poltrone letto si trasformano facilmente in due letti singoli.


Una grande mensola in cemento grigio collega il piccolo angolo cottura al terrazzo, con sgabelli in legno di cedro, e individua la zona pranzo. La sala da pranzo può facilmente estendersi all’aperto. Aprendo la grande anta verso il terrazzo, la parte opaca su cui si attesta la mensola di cemento si ribalta in esterno divenendo prolungamento del tavolo.

angolo cottura che rimane così separato. Questo unico spazio è stato proiettato verso l’esterno attraverso un’ampia vetrata, chiusa solo lateralmente da un pannello di legno grigio contro cui poggia la grande mensola della zona pranzo. Questa anta, all’occorrenza, si trasforma, con un sistema a ribalta, prolungando il tavolo da pranzo nella terrazza. Di notte, tutti questi elementi mutano la loro posizione attraverso l’uso di semplici meccanismi (verricello e cerniere), convertendo il soggiorno in zona notte: il controsoffitto scorre verticalmente lungo le funi fino a poggiare sul pavimento per diventare un letto matrimoniale, mentre le poltrone si trasformano in letti singoli. Lo spazio interno sembra più grande anche grazie alla luminosità delle pareti bianche, cui fa da contrappunto la superficie verticale lungo cui si muove il letto/controsoffitto, di colore grigio. La zona giorno: un ambiente luminoso, definito da un controsoffitto in legno di betulla sospeso, sotto il quale trovano posto due poltrone e un baule-armadio. La zona notte scende dall’alto: il controsoffitto, grazie a un verricello alloggiato nel controsoffitto stesso, a funi e cerniere, scende, si poggia al suolo e diventa un letto matrimoniale.

Il pavimento è un vinilico autoadesivo a lunghe doghe posato sulla pavimentazione esistente. Attraverso semplici elementi, l’appartamento diventa “un meccanismo” adattabile alle esigenze degli abitanti.

43


I spi ra z ion i

Quando i figli se ne vanno e la famiglia si riduce, è l’occasione per riorganizzare l’appartamento. Sul lago d’Iseo, un’attenta progettazione con poche modifiche e costi contenuti di Sara Zenti

Un luogo RITROVATO

C

ambiano le esigenze di una famiglia, i figli vanno a vivere da soli, non c’è più la necessità di grandi ambienti di servizio: è il momento per chi resta di ripensare a una nuova distribuzione della casa e di riappropriarsi di ca-

il progetto ARCHITETTI Sara Zenti e Federico Toini Studio Archenia

44

mere ormai rimaste vuote. Se in passato, infatti, la priorità era dare a ognuno dei tre figli una camera da letto, ora

che questi vivono altrove, nasce il desiderio di assecondare sogni prima irrealizzabili per mancanza di spazio.

www.studioarchenia.it

Quale l’obiettivo del progetto? Ridistribuire al meglio la zona notte e dare

FOTO Federico Toini

una rinfrescata alla zona giorno. L’intervento più consistente riguarda il nuovo disegno della camera padronale, che è stata ampliata includen-


Una parete di vetro trasparente a tutta altezza con porta scorrevole e guide incassate nel pavimento divide la camera matrimoniale dal bagno lasciando a vista i due lavabi. Solo i sanitari sono schermati da una nuova parete che, sul lato opposto, si trasforma in una comoda doccia a vista.

La nuova parete rivestita in Kerlite (lastre in grès porcellanato di grandi dimensioni) contiene tutti i nuovi impianti: i sanitari sospesi all’interno, la doccia con piatto installato a filo pavimento con finitura in resina verso la camera.

45


I spi ra z ion i

LA PIANTA

2.

3.

4.

DEMOLIZIONI

COSTRUZIONI

1.

5.

6. 5.

8.

7.

6.

7. 6.

PRIMA L’intervento più consistente riguarda il nuovo progetto della camera padronale: è stata ampliata includendo, almeno visivamente, parte del bagno e trasformando in una comoda cabina armadio la camera vicina. L’appartamento è poi stato rinnovato, stendendo sulla vecchia pavimentazione della resina color corda.

46

DOPO

1. ingresso 2. soggiorno 3. sala da pranzo 4. cucina 5. camera 6. bagno 7. camera matrimoniale 8. cabina armadio

INTERVENTI ESEGUITI Una lunga parete di vetro trasparente a tutta altezza con porta scorrevole ha sostituito il muro che divideva la camera padronale dal bagno lasciando a vista i due lavabi. Una nuova parete rivestita in grès scherma i servizi e ospita, sul lato opposto, una comoda doccia e i nuovi impianti idrosanitari. Il resto dell’appartamento è stato rinnovato cambiando la pavimentazione: la finitura in resina con vernice poliuretanica lucida color corda posata direttamente sulla pavimentazione esistente ha permesso di ridurre molto i costi dell’intervento.


La camera padronale è stata ampliata includendo parte del bagno: l’uso di una lunga parete di vetro ha dato luce all’ambiente, una carta da parati che raffigura una libreria in stile inglese ha dato continuità allo spazio

do, visivamente, parte del bagno e trasformando in una comoda cabina armadio la camera vicina. Materiale protagonista della trasformazione: il vetro, trasparente per dividere la zona con i lavabi dalla camera senza togliere luce all’ambiente, e colorato-satinato per dividere la cabina armadio dalla stanza. Una lunga parete di vetro trasparente a tutta altezza con porta scorrevole ha sostituito il muro che divideva la camera dal bagno. Per dare continuità allo spazio e un tocco eccentrico all’intervento, una carta da parati che raffigura una libreria in stile inglese occupa la parete dietro il letto e prosegue anche sulla parete del bagno. Per garantire il giusto livello d’intimità, solo i sanitari sono schermati da una parete a tutta altezza che, sul lato op-

La porta che divide la stanza dalla nuova cabina armadio è in vetro a tutta altezza, di un colore che richiama quello della pavimentazione per armonizzare il più possibile i locali, dando la sensazione che si tratti di un unico spazio. All’interno, un ambiente razionale e ben distribuito con appendiabiti e scaffalature aperte, cassettiere e un piano di appoggio al centro.

posto, si trasforma in una comoda doccia a vista sulla camera da letto. Anche il piatto doccia ha la finitura in resina ma, diversamente da quanto succedeva fino a qualche anno fa - quando veniva inserita una guaina a sostituzione del piatto doccia tradizionale - è stato utilizzato un materiale isolante a tenuta d’acqua e con una pendenza prestabilita (poi solo rivestito). Come la parete del bagno, anche la porta inserita tra la camera e la nuova cabina armadio sono in vetro a tutta altezza per dare la sensazione di un unico spazio pur dividendo i due ambienti. Infine, per restituire l’idea del cambiamento, il progetto ha previsto anche il rinnovo dell’intera pavimentazione. Ma come procedere senza dover togliere i pavimenti esistenti e non volendo tagliare o piallare la parte terminale di tutte le porte? Il materiale che ha permesso tutto questo è stata la resina, scelta color corda, posata in due mani sopra l’esistente. 

47


I spi ra z ion i

UNO SPAZIO per lavorare in casa

48


AttivitĂ professionale tra le mura domestiche: una dimensione possibile apportando piccole modifiche agli spazi. Un abile gioco di luce e colori per la riorganizzazione degli ambienti di Fabiana Panella

il progetto ALKO-STUDIO www.alkostudio.net ARCHITETTO Angelo Stoli DESIGNER Elena Salmistraro FOTO MilanoForward

49


I spi ra z ion i

F

ar convivere casa e “bottega” in un unico appartamento è possibile, con qualche piccolo accorgimento e un’abile distinzione degli spazi. In questo caso la necessità dei committenti era di affiancare le esigenze familiari

di una giovane coppia alla realtà frenetica di un laboratorio per lavori manuali e di uno studio di progettazione: ambienti ben distinti dall’abitazione, ma, al tempo stesso, integrati. L’appartamento - al sesto piano di un edificio milanese degli anni ’60 - presentava già una distribuzione degli spazi funzionale alle future attività, grazie a uno sviluppo asimmetrico rispetto all’ingresso principale. Entrando, infatti, da un lato si trovavano due ambienti di medie dimensioni con un piccolo disimpegno e un affaccio sul cortile interno; due stanze riservate, quindi, che presentavano le caratteristiche per diventare “gli spazi del lavoro”: “raccolti” e indipendenti. Dall’altro, un’ampia stanza illuminata da grandi vetrate che si affacciavano su un terrazzo offriva il giusto compromesso con la vita cittadina.

La nuova pavimentazione della zona residenziale è in parquet di rovere bianco decapato (una tecnica di sverniciatura che rende la superficie con un “effetto anticato”), posato sopra il pavimento esistente interponendo semplicemente un materassino di sughero. Il dislivello tra la pavimentazione degli spazi condominiali e il parquet applicato senza la demolizione della pavimentazione esistente è stato risolto con l’applicazione di un apposito profilo con bordatura inclinata non visibile dall’esterno grazie al posizionamento di uno zerbino di ingresso.

50


LA PIANTA PRIMA

DOPO

5.

2.

4.

10.

2.

11.

11.

4.

9.

9.

7.

1.

1. 6.

4.

12.

4.

4.

3.

8.

6.

5.

4.

3.

7.

1. ingresso principale 2. ingresso secondario 3. soggiorno 4. disimpegno 5. camera da letto 6. bagno padronale 7. cucina 8. terrazzo 9. affaccio sul cortile interno 10. studio professionale 11. bagno ospiti 12. laboratorio

3. 5.

8.

Gli interventi di ristrutturazione hanno conservato il taglio iniziale dell’appartamento, modificando la destinazione d’uso degli ambienti che affacciano sul cortile interno. Agli spazi esclusivamente famigliari si accede mediante l’ingresso principale e un disimpegno: un graduale filtro fra l’attività professionale e la dimensione domestica.

51


I spi ra z ion i

L’ingresso principale è collegato alla zona giorno mediante una grande apertura. L’accesso agli ambienti è filtrato da una libreria, ricavata in una nicchia in cartongesso: il passaggio da una zona maggiormente arredata a un ambiente molto luminoso, dalle pareti bianche e ornate con gusto minimalista, crea un “effetto sorpresa” e la percezione di uno spazio più ampio.

Sulla parete total white del soggiorno domina la presenza di un finto camino: l’organizzazione impiantistica non consentiva il collegamento diretto alla canna fumaria tramite i cavedii interni dello stabile. La struttura in cartongesso è perciò solo a scopo ornamentale, ma contribuisce a sottolineare la dimensione accogliente dello spazio.

La ristrutturazione, perciò, ha conservato il taglio iniziale dell’appartamento. E veniamo agli interventi. Per prima cosa la divisione del grande soggiorno in due ambienti, in modo da ricavare una camera da letto matrimoniale. E poi la riorganizzazione del bagno padronale: la demolizione di una piccola parete, che creava una sorta di antibagno non necessario, e la ridistribuzione dello spazio con lo spostamento degli attacchi idraulici. Tutto questo ha reso l’ambiente più ampio e gradevole. Punto focale del nuovo appartamento è diventato, così, l’ingresso principale: collegato alla zona giorno mediante una grande apertura e arredato ottimizzando lo spazio, introduce al soggiorno grazie alla costruzione di una nicchia in cartongesso che ospita una libreria. Perpendicolare a questa, si apre un piccolo disimpegno che individua l’accesso al laboratorio per le attività manuali (trasformabile, all’occorrenza, in camera per gli ospiti) e al bagno padronale. Sul lato opposto, l’ingresso è ora collegato allo studio di progettazione: un open space con due postazioni di lavoro, armadi-archivio, ampie pareti a disposizione per esporre schizzi e disegni e un piccolo bagno.

52


La “zona filtro” tra l’abitazione vera e propria e lo studio professionale è rappresentata da una piccola cucina: una zona bar durante le ore di lavoro e, nello stesso tempo, una cucina abitabile nella dimensione privata.

Per i pavimenti dei bagni e della cucina sono state scelte piastrelle di grès porcellanato a tutta massa (cioè che mostra in superficie esattamente i colori che attraversano tutto il corpo della piastrella) 60X60 centimetri di colore nero, inalterabile nel tempo, antimacchia, antiscivolo e non assorbente. Il rivestimento delle pareti, sempre in grès porcellanato ma di colore bianco (30X60 centimetri), si mimetizza con l’intonaco.

nb

Sfruttando il taglio iniziale dell’appartamento, sono stati ricavati un piccolo laboratorio per le attività manuali, trasformabile in camera per gli ospiti, e un open spacestudio di progettazione, dotato di ingresso indipendente

53


I spi ra z ion i

INTERVENTI ESEGUITI

Lo studio ha un ingresso secondario e totalmente indipendente. Attenzione particolare è stata riservata al rinnovaLa divisione del grande soggiorno ha consentito di ricavare la camera da letto matrimoniale attrezzata con nicchie in muratura per ospitare armadi a muro. Il bag no padronale, c on l a demol i z ione della parete che creava una sorta di antibagno, ha ampliato la superficie a disposizione e consentito la riorganizzazione degli apparecchi sanitari.

mento degli impianti, sia elettrici sia idrici, per adeguare la ristrutturazione alle normative vigenti, secondo la nuova destinazione d’uso degli ambienti destinati al lavoro. Porte e finestre sono state sostituite per aumentare l’efficienza energetica dell’appartamento (migliorandone l’isolamento) e ridurre l’inquinamento acustico. Elemento comune a tutto l’appartamento è diventato l’aspetto cromatico: la combinazione del bianco e del nero, interrotta da sapienti tracce di colore alle pareti e da specchi che amplificano la luminosità, regalano all’appartamento insoliti scorci belli da vedere e belli da “vivere”. 

Il laboratorio e lo studio di progettazione sono due ambienti di medie dimensioni che affacciano sul cortile interno: luoghi tranquilli e appartati che permettono un’adeguata riservatezza. Il laboratorio, direttamente collegato agli spazi esclusivamente residenziali tramite un piccolo disimpegno, può diventare all’occorrenza una camera per gli ospiti.

DEMOLIZIONI COSTRUZIONI

54


Sape r e

56


CUCINA

COME SCEGLIERE IL RIVESTIMENTO Contemporaneo, moderno o vintage. Colorato, monocromo o total white. Ceramiche, pietre e compositi rigenerati, resine o cemento spatolato, fino ad arrivare alle carte da parati. Ecco il rivestimento delle pareti della cucina in tutte le sue forme 57


Sape r e

Le ceramiche, sia nel formato mosaico sia in lastre di dimensioni molto maggiori, sono sicuramente il rivestimento più usato perché pratico e funzionale.

L

a cucina, spazio fondamentale del vivere quoti-

La soluzione tuttora più comune è rappresentata dalle

diano, ha assunto negli anni diverse “forme e di-

ceramiche, materiali della tradizione il cui versatile de-

mensioni”: da grande ambiente della convivialità a

sign può risolvere qualsiasi esigenza progettuale, cro-

parte della zona living, variamente separato dalla

matica o figurativa, ricreando anche suggestioni d’altri

zona pranzo da penisole o muretti, più o meno scherma-

tempi. Resistenti, impermeabili e igieniche, facili da pulire,

to da pannelli scorrevoli o diaframmi traslucidi. Ma, sia

sono la soluzione che più si adatta a qualunque gusto

che si tratti di un ambiente indipendente sia che faccia

e a qualunque budget. Pietre e marmi, che non passa-

parte del soggiorno, dobbiamo scegliere il rivestimento

no mai di moda per la loro resistenza, sono ora arricchiti

delle sue pareti, in particolare per la porzione fra il piano

dalla vasta gamma dei cosiddetti “materiali compositi”,

di lavoro e i pensili, zona molto delicata perché è lì che

frutto delle polveri del materiale naturale e di aggregati

si concentrano tutte le attività, non solo di preparazione

che li rendono flessibili, lavorabili e adattabili a qualsiasi

ma anche di lavaggio.

superficie. L’effetto estetico è indubbio: ogni lastra è diversa dall’altra e si possono ottenere effetti spettacolari; rimangono però soluzioni piuttosto impegnative, sia dal punto di vista estetico sia da quello della manutenzione, senza tralasciare il lato economico. Un’altra opzione per rivestire la cucina nella zona lavoro è l’uso della resina. Materiale accattivante e declinabile secondo qualsiasi gusto e qualsiasi stile, grazie a pigmenti che possono essere inseriti nella miscela e a piccoli elementi o disegni che possono essere posati sulla superficie prima dell’ul-

59


Sape r e

tima finitura, è perfetta in caso di ristrutturazione perché si può applicare sui rivestimenti esistenti senza rimuoverli. L’assenza di fughe rende più igienica la superficie rivestita e le operazioni di pulizia risultano più facili. Con gli stessi vantaggi delle resine in termini pratici, igienici e di pulizia, ma ad un costo decisamente inferiore, il cemento spatolato è una soluzione molto apprezzata negli ultimi anni perché posandosi senza soluzione di continuità su qualsiasi superficie, si adatta perfettamente a ogni stile. Molto resistente alle alte temperature, il cemento spatola-

Resine e cementi spatolati possono essere la soluzione ottimale per eliminare il problema delle fughe (della loro manutenzione e della loro pulizia). Seppure con costi diversi, entrambi costituiscono la soluzione ottimale anche in caso di ristrutturazione perché possono essere applicati sui rivestimenti esistenti.

to, una volta posato, deve essere trattato superficialmente

in fibra di vetro che garantiscono tenuta e resistenza nel

per diventare perfettamente impermeabile e assumere il

tempo in condizioni di normale utilizzo in ambienti con

suo aspetto definitivo.

calore e umidità sempre presenti. Traspiranti e anallergi-

Infine, un nuovo modo per rivestire la cucina aggiungendo

che, resistenti alle variazioni di colore, sono dotate di una

un tocco originale è quello di utilizzare la carta da para-

buona resistenza meccanica e sono facilmente lavabili

ti. Esistono sul mercato soluzioni altamente tecnologiche

con l’utilizzo di detergenti neutri.

61


Sape r e

62


È una delle essenze più diffuse perché in grado di rendere accogliente qualsiasi ambiente; pregiato e resistente, il suo colore naturale ha molte sfumature, da quelle più chiare, quasi bianche, fino alle più scure, con evidenti venature che ne esaltano la sensazione di calore

I

l rovere è un legno estremamente robusto, capace di resistere nel tempo a urti o scalfitture, oltre all’attacco biologico di muffe e funghi. Inoltre, un parquet in rovere è adattabile a qualsiasi ambiente, stile, gusto e utilizzo

PARQUET DI ROVERE

QUANDO LA BELLEZZA INCONTRA LO STILE

perché la sua campionatura prevede una vasta gamma di colori e sfumature. Il rovere, in botanica Quercus petraea (ma può essere chiamato con altri nomi, fra i quali i più comuni sono quercia, fernia, leccio e cerro), presenta un colore così stratificato, dall’alburno giallastro al durame bruno in cui sono presenti sezioni radiali e raggi midollari (le specchiature), da essere infatti la vera caratteristica di questo legno; la sua fibratura è diritta e irregolare, mentre la tessitura è piuttosto grossolana. Il rovere naturale, come gran parte delle essenze legnose, è caratterizzato da un aspetto unico e originale, derivante dalle caratteristiche climatiche e mineralogiche del luogo di provenienza della pianta, dal punto di prelievo del legno per la realizzazione delle tavole e dall’orientamento del tronco. Il parquet in rovere perciò non presenterà una superficie omogenea: la varietà di colore, di fibratura del legno, pur facenti parte dello stesso ceppo, possono an-

63


Sape r e

Quanto costa un parquet in rovere?

che presentare un aspetto e una tonalità diversi fra loro. In Italia, il rovere è un legno che da sempre è stato impiegato nell’edilizia, in particolar modo per la costruzione di complementi d’arredo, ma ultimamente anche per la realizzazione di parquet pregiati. Il buon gusto made in Italy e gli ottimi alberi di rovere locale hanno fatto in modo di assicurare al mercato un’essenza bella e resistente allo stesso tempo, e partecipare a quell’azione di eco-sostenibilità che rende la scelta di filiera corta a Km zero un toccasana per la vita degli alberi e del pianeta terra.

Con le dovute specifiche del caso, possiamo stimare che un laminato di media qualità può essere acquistato a circa 20-30 €/mq, mentre un massello di rovere si aggira sui 50-80 €/mq.

Come si compone l’asse di un parquet in rovere?

gno di rovere, ma non solo, secondo la quantità visibile di

Le tipologie fra le quali possiamo scegliere sono il massello

difetti e imperfezioni naturali (come nodi o venature), oltre

(o monostrato), il multistrato ed, eventualmente, il laminato

a una vastissima gamma di colorazioni, finiture e formati.

(che però non è un vero parquet).

Secondo la modalità di posa e la lavorazione superficiale,

L’asse in legno massello è formata da un unico strato di

poi, il parquet può essere definito grezzo, quando deve

legno nobile, il rovere in questo caso, e ha uno spessore

essere levigato e lucidato in opera; precalibrato, quando

regolare e un profilo costante. Per multistrato, invece, si in-

si tratta di elementi a incastro; prefinito, quando è pronto

tende un’asse composta di più strati di legno sovrapposti,

per la posa.

di cui lo strato superiore (di almeno 3/4 mm) è in rovere (o

Il laminato è, infine, un’asse composta di fibre di legno

altro legno nobile) e quelli inferiori sono in essenze meno

pressate, che vengono impiegate sostanzialmente per

pregiate ma comunque resistenti e durevoli. Come per il

dare struttura e spessore all’elemento; su di essa viene

massello, così per il multistrato, esistono livelli qualitativi

superficialmente incollato un sottile strato derivante dal

differenti (definite classi d’aspetto) che suddividono il le-

cosiddetto processo di laminazione. Quest’ultimo, di fatto, è uno strato di materiale sintetico, molto resistente contro lo sfregamento e l’attrito meccanico. Su questo strato, in fase produttiva, vengono impresse texture, ovvero delle vere e proprie immagini atte a ricreare l’aspetto estetico di un vero parquet.

64


SALUtE

FAciLitĂ di mOvimEntAziOnE

innOvAziOnE

d.Lgs. 81/2008

POLYLEAF, la prima linea di membrane impermeabilizzanti che permette di ridurre il rischio di infortuni causati dalla movimentazione di carichi pesanti, come richiesto dal D.Lgs. 81/2008 in materia di sicurezza in cantiere. Grazie ai suoi 25 kg, alleggerisce il tuo lavoro, riducendo di oltre il 50% gli sforzi durante l’applicazione.

WWW.POLYGLASS.COM


Sape r e

IMPERMEABILIZZAZIONE

BALCONI E TERRAZZI AL SICURO DALL’ACQUA

L’

impermeabilizzazione di un balcone o di un terrazzo è solo apparentemente semplice in quanto, al contrario, presenta aspetti problematici e soluzioni spesso ostiche.

Oltre ad aspetti prettamente costruttivi che devono (o

Quando e come intervenire per garantire ai nostri spazi esterni una lunga durata in perfette condizioni

dovrebbero) essere stati eseguiti a regola d’arte, primo fra tutti la corretta pendenza del solaio per permettere il deflusso delle acque piovane, ci sono spesso punti critici a cui prestare particolare attenzione. Basti pensare all’aggancio del corrimano alla soletta, per esempio, o alla

67


Sape r e

Quanto costa impermeabilizzare un terrazzo?

Con le dovute differenze rispetto alla localizzazione geografica e al contesto del cantiere (centro storico o aperta campagna, decimo o secondo piano, ecc.), per una guaina classica, la sola applicazione a fiamma si attesta su di un range che va da 7 fino a 16 €/mq. Per l’applicazione dei prodotti liquidi il prezzo sale e si attesta fra 15 e 30 €/mq.

68

presenza (altamente consigliata) di un piccolo gradino

consiste nell’applicazione di prodotti liquidi destinati poi

all’ingresso di casa. I lavori di impermeabilizzazione sono

all’indurimento. Tuttavia, è importante tenere presente

fra i più importanti e delicati per il benessere indoor pro-

che non si tratta di guaine liquide date a pennello; ge-

prio e dei vicini e richiedono pertanto un altissimo tasso di

neralmente prevedono, infatti, l’applicazione di un primo

specializzazione e la giusta quantità di tempo per essere

strato, di una rete e di un secondo strato. Il progressivo

eseguiti. La soluzione con una guaina bituminosa è la più

indurimento del materiale svilupperà, oltre alle capacità

classica e, se ben postata e ben protetta dal rivestimento

impermeabilizzanti, anche una considerevole resistenza

finale posato a regola d’arte, ha ottime prestazioni e una

meccanica unita a una buona elasticità e quindi, di fatto,

buona durabilità nel tempo. Si presenta in rotoli, viene di-

una grande capacità di deformazione. Protetta poi con

stesa sulla superficie piana, adattata in caso di agganci

un buon materiale di finitura, se ben posata, la soluzione è

di parapetti o fuoriuscita di camini, e in seguito saldata

garantita per decenni. Tra i materiali di finitura per esterni,

con una fiamma al supporto sottostante per renderla per-

le ceramiche, nelle più varie composizioni e lavorazioni,

fettamente omogenea. Le criticità principali della guaina

la fanno da padrone: resistenti, antiabrasive e antigelive,

sono rappresentate dagli eccessivi sbalzi di temperatura e

non necessitano quasi di alcuna manutenzione, se non

dal logorio del continuo calpestio. I rivestimenti per esterni

la pulizia costante e il ripristino di eventuali fughe per evi-

sono infatti studiati per poter essere posati a secco e con

tare il deterioramento del materiale impermeabilizzante

appoggi non traumatici per l’integrità della struttura del-

sottostante. Anche il legno ormai non teme gli agenti at-

la guaina. Oltre alla soluzione più classica della guaina,

mosferici se opportunamente trattato, ma occorre pre-

possiamo individuare una opzione di più recente sviluppo

stare attenzione alla scelta dell’essenza migliore rispetto

e di grande efficacia per proteggere balconi e terrazzi:

all’utilizzo e alle condizioni atmosferiche.


sistema

DAMPER

ne abbiamo per tutti!

%

isolanti acustici a parete e a pavimento

la tranquillità che cercavi

duemilacom.it

gomma riciclata

DAMPSTRIP SILEREX

DAMPROLL

DAMPSHAKE DAMPDRY

DAMPARQUET

DAMPTILE

visita il sito per schede tecniche e certificazioni

projectforbuilding.com

DAMPWALL

realizzare riciclando

24050 Mornico Al Serio (BG) - I - Via Fornace - Tel. +39 035 4490440 - Fax +39 035 4490752


Sape r e

CARTONGESSO

SOLUZIONI D’ARREDO A COSTI CONTENUTI Dai controsoffitti alle cabine armadio, dalle pareti alle librerie fino a semplici ripiani per cucine o bagni: la lastra sandwich in cartongesso non finisce di stupire per la propria versatilità

70


Q

uando ci riferiamo al cartongesso intendiamo pannelli di gesso, trattato con speciali resine che ne caratterizzano le proprietà, rivestiti di cartone di diverso spessore.

Il pannello potrà poi essere incollato a una parete in muratura esistente o essere agganciato tramite tasselli a una struttura metallica a formare una superficie indipendente. A seconda delle caratteristiche dei lavori da eseguire, sono disponibili in commercio diverse tipologie di pannelli in cartongesso che ne amplificano le proprietà acustiche, termiche, la resistenza all’umidità, ecc. I lavori in cartongesso offrono soluzioni che ben si prestano in caso di ristrutturazione; leggeri e di facile lavorazione, rendono semplice suddividere un ambiente o ricavare un ripostiglio o creare una parete attrezzata. Per quanto le pareti in cartongesso presentino alcune carenze nelle prestazioni rispetto alle pareti in mattoni forati e intonacati - in particolare per quanto attiene alla solidità e durata nel tempo degli ancoraggi delle prese elettriche e alla maggiore difficoltà per il posizionamento di mobili pensili, nella cucina per esempio - di contro presentano velocità di esecuzione e di modifiche in corso d’opera, facilità nella predisposizione degli impianti, oltre a un costo di circa la metà rispetto alle pareti tradizionali. Divisori o contropareti in cartongesso possono essere utilizzati in qualsiasi ambiente e per svolgere le più diverse funzioni, possono infatti nascondere e contenere tubature o cavi elettrici permettendo di sfruttare al meglio gli spazi. Secondo l’esigenza di portanza della parete, si può optare per un pannello semplice piuttosto che supportato da una struttura metallica che ne aumenta la resistenza, con l’accortezza poi di appendere mobili pensili o quadri in corrispondenza del montante o del traverso metallico retrostante il pannello. Ci sono tipologie in commercio che non temono l’umidità (in quanto trattati preventivamente con particolari additivi), perciò non c’è nessun problema a utilizzare il cartongesso in cucina o in bagno. Inoltre, data l’estrema

71


Sape r e

facilità nel lavorare il pannello, possono essere creati facilmente pareti attrezzate e piccoli ripostigli (anche incassati in nicchie esistenti) per ottimizzare gli spazi anche negli ambienti più difficili, come i corridoi, i disimpegni e gli ingressi delle abitazioni. Con la stessa facilità di posa in verticale, i pannelli in cartongesso possono essere posati in orizzontale, come controsoffitti, per regolare le altezze di stanze e corridoi (magari creando un ripostiglio in quota sopra un disimpegno) e contenere eventuali impianti idraulici (si pensi alle canalizzazioni dell’aria condizionata per esempio) ed elettrici e permettere così l’incasso di sistemi di illuminazione. Infine, non va dimenticato che il cartongesso si presta anche come ottimo isolante poiché la sua composizione multistrato è adatta ad accogliere diversi tipi di isolanti,

Quanto costano i lavori in cartongesso?

siano essi termici o acustici.

Fatte salve alcune differenziazioni in merito al contesto geografico ed economico, i costi possono variare anche in relazione al tipo di lavoro. Infatti, una semplice controparete è altra cosa rispetto a una parete divisoria, che a sua volta è differente da una controparete con una serie di nicchie di misure diverse fra loro realizzate su disegno. In merito a generiche contropareti e a pareti indipendenti classiche (a doppia lastra con struttura metallica in mezzo), mediamente i prezzi variano da 20 a 55 €/mq.

72


1 2

3


Sape r e

ISOLAMENTO TERMICO

TEMPERATURA PERFETTA IN TUTTE LE STAGIONI

74


Come proteggersi dal caldo estivo e dal freddo invernale? Come evitare spifferi e dispersioni di calore?

T

ipicamente gli interventi di isolamento termico di una casa sono riferiti alle pareti perimetrali che confinano con l’esterno e avvengono attraverso la giustapposizione alle pareti di materiali con de-

terminate proprietà di resistenza al passaggio del calore; questa proprietà si chiama “resistenza termica”. Ma come si realizza in pratica? Vediamo i diversi interventi e come possono essere messi in opera.

Un buon isolamento della vostra casa può essere un prezioso alleato nel raggiungimento del comfort termico. Vediamo quali sono i materiali e le tecniche di posa per ottenere un buon risultato

Isolamento dall’interno: è quello più semplice, e consiste nel rivestire la facciata interna della parete perimetrale di pannelli isolanti a cui applicare direttamente l’intonaco e, infine, lo strato di finitura desiderato. I materiali isolanti utilizzati in questi casi sono sostanzialmente lastre rigide, facilmente tagliabili, che devono essere incollate (ed eventualmente anche saldate con agganci meccanici per maggior sicurezza) alla parete. Isolamento in intercapedine: consiste nell’interposizione di materiale isolante nella camera d’aria presente tra

75


Sape r e

i due strati delle pareti perimetrali, tipicamente in lateri-

Quali materiali impiegare?

zio. La messa in opera presuppone un edificio in fase di

In commercio sono disponibili numerosi materiali isolanti

costruzione.

caratterizzati da diverso potere isolante, densità, peso e resi-

Isolamento a cappotto: è la tecnica più usata e permette

stenza al passaggio del vapore; vediamo di fare una sintesi.

la maggiore omogeneità di isolamento e, di conseguen-

I più comunemente usati sono la lana di roccia, la fibra

za, i risultati migliori per il comfort degli ambienti interni.

di vetro, la fibra di legno, il sughero, il polistirene espanso

Consiste nell’agganciare i pannelli isolanti all’esterno della

e il poliuretano. Qualunque sia il materiale, il suo potere

muratura esistente. Anche in questo caso i pannelli po-

isolante è legato al valore di una grandezza fisica chiama-

tranno poi essere rifiniti come desiderato.

ta “conducibilità termica” (simbolo “ ”, unità di misura W/ mK). Per un confronto tra diversi materiali isolanti è importante conoscerne il valore e sapere che a piccoli valori di lambda ( ) corrisponde un elevato potere isolante. Volendo selezionare criteri di massima per la scelta (anche se è sempre opportuno affidarsi a un professionista) bisogna sapere che tutti gli isolanti che afferiscono alla famiglia dei poliuretanici combattono meglio il freddo e peggio il caldo; le fibre naturali, invece, sono meno performanti rispetto al poliuretano per quanto riguarda la protezione dal freddo, ma più efficaci per il caldo.

76


Sape r e

I

solare il tetto con un sistema di microventilazione è uno

- fare in modo che l’aria possa essere estratta dal colmo

degli aspetti che fa la differenza sia nella manutenzio-

prevedendo un’apposita apertura che innesti l’effetto

ne dell’elemento strutturale, che avendo naturalmente

camino all’interno dell’intercapedine;

modo di asciugarsi non incorre in pericolosi ristagni

- la differenza termica tra temperatura esterna ed interna

d’acqua o umidità residue, sia nell’isolamento termico

dei locali sottotetto in modo da creare una variazione

dei locali sottostanti. Ma come funziona una copertura

di pressione che agevoli, anch’essa, lo spostamento di

ventilata? Vediamo gli aspetti principali.

masse d’aria più o meno consistenti.

Un sistema ventilato prevede che il manto di copertu-

I migliori risultati prestazionali in caso di copertura ventilata

ra non sia “attaccato” allo strato isolante, ma presenti

si hanno su coperture a struttura lignea; il legno infatti è un

un’intercapedine. Questa intercapedine, se progettata

materiale naturalmente traspirante e aiuta a stabilizzare

correttamente, permette un flusso omogeneo di aria che concorre ad asciugare le superfici e costituisce un’ottima barriera isolante. Al fine di avere un ricircolo ottimale, il

ISOLARE IL TETTO

L’ANTICA TECNICA DELLA MICROVENTILAZIONE PER COSTRUZIONI GREEN

flusso d’aria deve essere monodirezionale, vanno evitate

cioè le correnti trasversali che inficerebbero l’effetto camino creato dalla camera d’aria. Isolare il tetto sfruttando anche i moti d’aria della microventilazione accresce l’isolamento termico della copertura e ne mantiene in buono stato per lungo tempo le proprietà fisiche e strutturali. Affinché il tetto ventilato funzioni al massimo delle sue capacità prestazionali, è bene prestare attenzione ad alcune condizioni: - la pendenza del tetto incide, in base a specifici coefficienti, sullo spessore dell’intercapedine che si va a creare, determinando così la differenza tra ventilazione (5-6 cm) e microventilazione;

78


il tasso di umidità interna. Inoltre, secondo le stagioni e le condizioni climatiche, la camera d’aria funge da potenziamento della capacità di isolamento termico garantendo buoni risultati. Durante il periodo estivo il ricircolo d’aria permette di avere un abbassamento delle temperature nei locali sottotetto fino a 8-10°, grazie alla fuoriuscita dell’aria calda per effetto camino dal colmo del tetto. In inverno la ventilazione nella camera d’aria è sufficiente a garantire che il materiale isolante resti asciutto e non geli in modo da non ridurre le sue proprietà.

Per il rifacimento della copertura, è bene rivolgersi a professionisti in grado di gestire ogni fase del cantiere, dalla rimozione, anche parziale di quella esistente, alle verifiche e agli adeguamenti strutturali, alla posa dell’isolamento e della finitura

I COSTI In genere, nel costo medio di 80/90 €/mq sono compresi: - rimozione della vecchia copertura, - installazione di listelli in legno porta tegole, - tegole per la nuova copertura, - installazione dei sistemi di microventilazione. Una volta installata, i costi di manutenzione, oltre a quella ordinaria, saranno molto bassi.

79


Fa r e

MATERIALI

SOLUZIONI PER L’EDILIZIA

In ogni ristrutturazione, attenzione particolare deve essere posta alla scelta dei materiali. Sempre più performanti, frutto di ricerche in ambito chimico e fisico, possono risolvere qualsiasi necessità

R

esistenza meccanica, chimica e agli agenti atmosferici, velocità e semplicità di applicazione, attenzione al benessere indoor e outdoor. Ormai pannelli, malte, intonaci e pitture, ma an-

che blocchi di cemento, mattoni e tegole, oltre a essere sempre più performanti, hanno sviluppato attenzione all’ambiente. La loro posa in opera è sempre più semplice, studiata nel dettaglio per evitare possibili errori in cantiere. Il loro comportamento in fase di esercizio è sempre più attento all’ambiente, evitando qualsiasi forma di emissione nociva, ma anche prevenendo e riducendo agenti tossici già presenti nell’aria. L’importante è come sempre la posa a regola d’arte affidandosi a professionisti del settore.

81


Fa r e

PITTURARE IL CARTONGESSO

SEMPLICE E VELOCE CON SAINT-GOBAIN WEBER

W

eberdeko Gypsum è una idropittura lavabile specifica per cartongesso che non necessita dell’applicazione preventiva

di primer; va applicata direttamente sul cartongesso e garantisce una perfetta aderenza e la copertura dei giunti. L’applicazione di

ISOLAMENTO E RESISTENZA MECCANICA

IL PRODOTTO EDILTEC PER LE GRANDI STRUTTURE

I

l polistirene estruso X- Foam è par tico -

di cantiere e nei costi delle lavorazioni. Si può stendere con un rullo, un pennello o a spruzzo e, diluita fino al 25% in acqua potabile, l’idropittura può costituire anche un sottofondo, se necessario. In aggiunta alla Weberdeko Gypsum, Saint-Gobain Weber offre una gamma completa di pitture da interni bianche e idropitture traspiranti lavabili e semilavabili che contribuiscono alla qualità dell’aria: a bassissimo tenore di VOC ed esenti da solventi.

l a r m e nte a d a t to a ll ’i so l a m e nto di c o -

struzioni in cui è richiesta un’elevata re sistenza meccanica. Inoltre, la strut tura a celle chiuse della schiuma di polistire ne permet te di non assorbire acqua e di mantenere inalterate le per formance nel tempo. Versatile nell’uso grazie alle sue proprietà e alla resistenza nel tempo delle sue prestazioni, X-Foam trova applicazione in coper ture piane, a falde, tet ti adibiti a parcheggio, terrazzi, ma anche per isola menti sot to la platea di fondazione, e in intercapedini ver ticali e pareti a cappotto esterno. Leggero nella movimentazione ed estremamente lavorabile con semplici at trezzi da cantiere, of fre la possibilità di essere stoccato all’aperto senza alterarne le proprietà. Infine, la possibilità di utilizzare una par te di polistirene riciclato, in percentuale variabile, durante il processo produt tivo, contribuisce a garantire la so stenibilità ambientale del prodot to. w w w.ediltec.com

82

un solo prodotto è un vantaggio considerevole nelle tempistiche

www.e-weber.it


CONTROSOFFITTI ACUSTICI MODULARI

GLI ELEGANTI PANNELLI DI SAINT-GOBAIN GYPROC

G

yptone Point 80 sono pannelli in gesso rivestito preverniciati di colore bianco, con finitura opaca

satinata e decoro costituito da foratura diagonale rotonda (diametro di 5 mm), disposta ad un angolo di 60°, e con un tessuto fonoassorbente applicato sul retro che ottimizza le prestazioni acustiche del prodotto. Inoltre, con tecnologia Activ’Air la concentrazione di formaldeide è ridotta fino al 70%. Facilmente ispezionabili, pulibili con un semplice aspiratore, un panno o una spugna umidi, in modo da rimuovere polvere o macchie di sporco, è possibile adattarli a ogni necessità estetica utilizzando una pittura a base acquosa, applicata con un pennello a rullo a setole corte, senza alterarne le performance. www.gyproc.it

L’IDROPITTURA CHE DEPURA L’ARIA

LA PROPOSTA DI FASSA BORTOLO PER GLI AMBIENTI INDOOR

Q

uanto è pulita l’aria delle vostre case? Poche persone se ne preoccupano, invece dovrebbero. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha sottolineato come l’inquinamento interno (di origine biologica, chimica o

elettromagnetica) può essere quasi dieci volte maggiore rispetto a quello esterno. Tra gli elementi più pericolosi c’è sicuramente la formaldeide: è un VOC, un Composto Organico Volatile, elemento volatile tossico che viene rilasciato da una vasta gamma di oggetti come mobili, tappeti e tessili, persino disinfettanti e prodotti per la pulizia della casa. Per rispondere a questo problema, Fassa Bortolo ha creato Pothos 003, un’idropittura per interni che contiene uno speciale additivo capace di catturare circa il 70% della formaldeide presente nell’ambiente (dove si trova normalmente allo stato gassoso) e neutralizzarla, trasformandola in composti stabili e innocui per una durata quantificabile in ben 10 anni. Pothos 003 è traspirante, inodore ed esente da solventi, coprente e superopaca. Nata come pittura bianca, ora è stata definita una selezione di tinte dalla mazzetta colore per interni “in-living paints” di Fassa Bortolo, una serie di tinture dai toni pastello in grado di garantire le stesse proprietà. www.fassabortolo.it

83


ULTRABETON POZZOLANICO E

IMPERMEABILE

XC4 CICLI DI ASCIUTTO - BAGNATO (ad es. cls a vista in ambiente urbano)

XD3 Cloruri

XS3

IL CALCESTRUZZO GIUSTO PER OGNI SITUAZIONE. ✔ ✔ ✔ ✔

Strutturale (Rck 45 n/mm2) Impermeabile Per ambienti fortemente aggressivi Ottima lavorabilità

SPRUZZI E ONDE DEL MARE

XF3 | XF4 GELO/DISGELO CON E SENZA SALI DISGELANTI

(frequentemente bagnato, esposto al gelo)

XA1 | XA2 | XA3 GRAS CALCE srl Via Achille Grandi, 5 20056 Trezzo sull’Adda (MI) - Italy www.grascalce.it

ATTACCO CHIMICO (terreni aggressivi)


Fa r e

L’ISOLANTE PER I SISTEMI A SECCO

SAINT-GOBAIN ISOVER VERSO LA SOSTENIBILITÀ

S

aint-Gobain Isover propone sul mercato il nuovo pannello isolan-

te in lana minerale Arena34 ( = 0,034)

con un legante a base di componenti organici e vegetali e senza rivestimenti. Ottima soluzione per i sistemi a secco, pareti perimetrali e divisorie, contropareti interne a rivestimento di murature esistenti e controsoffitti, assicura diversi vantaggi: isolamento termo-acustico e

RIPRISTINARE LE FACCIATE

protezione dal fuoco, facile lavorabi-

LA FINITURA RIEMPITIVA DI OIKOS

lità, essendo veloce da maneggiare, tagliare e posare, elevata resistenza e flessibilità. Inoltre, Isover Arena34 è un prodotto sostenibile, sano e sicuro. Prodotto con il 95% di materie prime naturali e riciclate, la lana minerale

D

uaflex è la nuova finitura riempitiva senza fondo di Oikos che trasforma muri grezzi o deteriorati in facciate eleganti e rifinite con solo due mani

di applicazione, senza rasare e senza sottofondi. È sufficiente applicarla di-

è, infatti, riciclabile al 100%, supera i

rettamente sulle facciate per ottenere risultati duraturi nel tempo e con un

requisiti minimi ambientali imposti dal

forte risparmio di mano d’opera. La speciale formulazione acrilsilossanica

nuovo decreto sui CAM, ed è dotata

gli conferisce flessibilità e caratteristiche uniformanti che assicurano elevata

della Dichiarazione Ambientale di Pro-

copertura e riempimento per superfici al grezzo o rovinate dal quotidiano lo-

dotto EPD. Garantisce qualità dell’aria

goramento di agenti atmosferici e chimici, che nel tempo causano distacchi

e comfort abitativo, utilizzando resine

dell’intonaco, scrostature, cavillature, fessurazioni, condensa, nascita di muffe

che associano componenti organici e

e alghe. Aderisce in modo tenace su tutte le superfici in cemento liscio, pietra,

vegetali per ridurre al massimo le emis-

ceramica e vetro, riempie irregolarità o fessure della superficie fino a 300-500

sioni di formaldeide e VOC (composti

micron coprendo completamente le colorazioni sottostanti. Disponibile in due

organici volatili), nel rispetto dei limiti

granulometrie, 0,3 e 0,7 mm, garantisce finiture con aspetto ruvido opaco in

più severi della normativa mondiale.

infinite tonalità di colore realizzabili a tintometro. Idrorepellente e traspirante al vapore acqueo, protegge nel tempo la superficie trattata e svolge un’efficace

www.isover.it

azione antimuffa e antialghe prevenendone la formazione. Duaflex è innovativo anche per l’ambiente: composto da resine in dispersione acquosa che lo rendono totalmente ecologico, è esente da metalli pesanti e solventi tossici. www.oikos-group.it

85


Fa r e

PREDOSATO PER CEMENTI A VISTA

LA SOLUZIONE A PRESA RAPIDA DI GRAS CALCE

B

etonrapid rappresenta la nuova generazione di calcestruzzo predosato a rapido indurimento (dopo due ore raggiunge il valore 6 N/mm2); grazie

all’impiego combinato di aggregati silicei e di uno speciale tipo di legante si è ottenuto un prodotto molto fluido e a bassa porosità, in grado di ridurre in modo considerevole i tempi di esecuzione. Può essere impastato e trasportato con le normali attrezzature e le metodologie di cantiere utilizzate per calcestruzzi tradizionali. La sua formulazione predosata elimina eventuali errori nel dosaggio aggregato/legante e l’imballo in sacchi di polietilene da 25 kg lo rende pratico per la movimentazione e per lo stoccaggio. Il composto presente nel sacco limita lo sviluppo di polveri durante la fase di impasto per una maggiore sicurezza degli operatori in cantiere. La scheda tecnica è semplice e intuitiva (riassunta sul sacco e subito visibile sul proprio smartphone tramite QR-Code). Facile da utilizzare nelle nuove costruzioni, nelle manutenzioni e nel restauro degli edifici, così come nei piccoli lavori di manutenzione. www.grascalce.it

DEUMIDIFICARE LE MURATURE

MAPEI SI PRENDE CURA DEL TUO BENESSERE

D

ue delle cause di degrado più frequenti negli edifici in

nelle murature e nei terreni su

muratura sono l’umidità di risalita capillare e l’azione

cui poggiano. Il prodotto può

disgregante prodotta da sali solubili come solfatici, cloruri

essere utilizzato per la realizza-

e nitrati. Per risanare le murature degradate Mapei ha stu-

zione di intonaci deumidificanti

diato PoroMap Deumidificante, un intonaco monoprodotto

macroporosi e isolanti, all’inter-

e monostrato composto di leganti idraulici speciali a reat-

no e all’esterno, su murature

tività pozzolanica e resistenti ai sali solubili, sabbie naturali,

in pietra, mattoni, tufo e miste,

aggregati leggeri, speciali additivi a bassissima emissione

anche di recente costruzione,

di sostanze organiche volatili (Emicode EC1 R Plus).

soggette a umidità di risalita

Le malte confezionate con PoroMap Deumidificante pos-

capillare e dove sono presen-

siedono caratteristiche molto simili in termini di resistenza

ti efflorescenze saline. Ancora,

meccanica, modulo elastico, traspirabilità e porosità a

nella realizzazione di intonaci

quelle delle malte a base di calce, calce e pozzolana o

deumidificanti su murature po-

calce idraulica impiegate originariamente nella costruzio-

ste in zone lagunari o in prossimità del mare, nel ripristino

ne degli edifici, anche di quelli di interesse storico. Rispetto

degli intonaci degradati di edifici costruiti con malte aventi

a queste malte, però, PoroMap Deumidificante presenta

basse prestazioni meccaniche e nella stilatura dei corsi fra

proprietà che rendono il prodotto resistente alle piogge

pietre, mattoni e tufo di murature faccia a vista.

acide, all’azione dilavante delle acque piovane, alla reazione alcali-aggregato e ai sali solubili, spesso presenti

86

www.mapei.com


Fa r e

LA RINASCITA DEL MATTONE

LE PROPOSTE DI SAN MARCO TERREAL

I

mattoni a vista in laterizio, conosciuti come materiali tra i più antichi e indagati nella

storia dell’edilizia hanno attraversato da protagonisti epoche, stili e tendenze, legando la propria identità a progettisti e architetture memorabili, riuscendo a esprimere puntualmente istanze culturali molto diverse tra loro. Tradizionale ma capace di grandi slanci innovativi, la terracotta si appresta oggi ad affrontare un’altra sfida, avvicinandosi con incisività ad ambiti ancora poco frequentati: l’interior design legato al mondo del retail e

LA TEGOLA ECOLOGICA

il furniture design. SanMarco Terreal presenta la nuova linea di rivestimenti per l’interior design Habitat con texture e colori innovativi come Bianco di Carrara, Nero Lavico, Oro Brillante, Rosa del Deserto, Cortèn. La consistenza sottile della terracotta rende possibile libertà di posa e geometrie diverse, fino al

PROJECT FOR BUILDING RISOLVE LA COPERTURA

E

cotegola è l’innovativa tegola in plastica riciclabile al 100%, realizzata da Project for Building con materiali di prima scelta, proposta in tre differenti

modelli e completa di tutti gli accessori. È un prodotto certificato che garanti-

mosaico e al libero decoro. La grande novità,

sce durata nel tempo, sia nel colore sia nella resistenza all’urto. Non risente di

oltre ai pattern e ai colori, è sicuramente la

variazioni di temperatura e può sopportare escursioni termiche che vanno da

facilità di posa (destinata anche al “fai da

-40° a +60° C. La presenza di un’alta percentuale di additivi anti UV fa sì che il

te”) che lo rende adatto a qualsiasi intervento

prodotto mantenga la sua originale colorazione nel tempo; proposta gene-

di interior design.

ralmente color terracotta, su richiesta è possibile ottenere altre colorazioni. I tetti realizzati con Ecotegola sono a prova di grandine e il sistema di fissaggio www.terreal.it

brevettato impedisce al vento e alla neve di creare danni. Grazie alla sua particolare composizione è inattaccabile anche dagli agenti chimici, non teme l’azione corrosiva della salsedine nelle zone di mare, è resistente all’attacco di funghi, muffe, alghe e batteri. Grazie alla sua straordinaria leggerezza (2,5 kg/mq) e al sistema di incastro brevettato, i tempi di posa si riducono del 50% a differenza della classica tegola in terracotta (da 25 kg/mq), o di quella in cemento (40 kg/mq), che necessitano entrambe di cemento per il fissaggio. Può essere applicata su coperture con pendenze minime del 10%. www.projectforbuilding.com

88


SISTEMI DECORATIVI

LA SOLUZIONE IN MICROCEMENTO DI SIKA

I

l microcemento è un rivestimento cementizio di alta qualità, composto da polimeri, resine e aggregati. Può essere pigmentato attraverso una vasta gamma di

colori e combinato ad altri materiali per ottenere finiture speciali e texture differenti (liscia, ruvida, opaca o lucida). SikaDecor Nature è caratterizzato da resistenza, flessibilità, impermeabilità e capacità di aderire a qualsiasi superficie, senza il bisogno di rimuovere il materiale esistente e risparmiando tempo nella messa in opera. È facile da utilizzare e si possono applicare diversi strati fino a ottenere la finitura ricercata: in pochi giorni la superficie è nuovamente utilizzabile. Il microcemento è l’ultima novità nel campo della ristrutturazione di pavimenti e di soffitti di qualsiasi materiale (ceramica, marmo, piastrelle, gesso, cemento ecc.), può essere utilizzato in tutti gli ambienti (compresi bagni o cucine) fino ad arrivare a comporre complementi d’arredo e decorazioni. Il risultato sarà sempre una soluzione senza giunti, omogenea e uniforme. Fra i principali vantaggi: lo spessore di 2-3 mm permette di applicare il prodotto senza necessità di rimuovere la superficie esistente; combinando diversi pigmenti è possibile ottenere svariate tonalità; resistenza alle pressioni meccaniche, alle flessioni e alle abrasioni. Inoltre, grazie alla sua permeabilità, è ideale per zone esposte ad alte temperature o molto umide. Essendo resistente ai raggi UV, può essere applicato su superfici di ambienti esterni. www.ita.sika.com

IL RIVESTIMENTO PER IL CAPPOTTO ISOLANTE

IL SISTEMA SICURO DI RÖFIX

F

ino a oggi, la facciata di un edificio con un moderno sistema a cappotto era soggetta a una scelta limitata di rivestimenti esterni, ma la scelta di applicare un sistema di isolamento termico in facciata, su qualsiasi tipo di edificio,

porta con sé, oltre al risparmio energetico, anche il miglioramento del comfort interno dell’edificio, obiettivi dai quali non si può prescindere. “Da un sistema per rivestimenti esterni, oltre ai requisiti funzionali, mi aspetto anche ampi margini per le scelte estetiche, in modo da poter giocare con le superfici, i materiali e i colori in funzione dell’effetto architettonico che voglio conseguire”; così l’architetto Simone Gheduzzi, partner di Diverserighe, descrive le esigenze estetiche, ma non solo, del mondo dell’architettura e delle costruzioni. Röfix StoneEtics permette oggi di scegliere tra varie tipologie di rivestimenti esterni, per fare in modo che l’edificio possa adattarsi a contesti storici o ambienti naturali o nel caso in cui si voglia sottolineare l’unicità di una facciata, e senza compromettere la sicurezza statica del sistema isolante. Mosaico, clinker, ceramica, rivestimenti in pietra naturale o ricostruita, fino a un massimo di 103 kg/mq. www.roefix.it

89


Fa r e

finiture esistenti, era necessario un prodotto che aderisse perfettamente alle superfici, anche non uniformi, traspirante e compatibile con il ciclo di risanamento previsto sulla zoccolatura del caseggiato. La rasatura minerale Multifinish sviluppata nei laboratori Torggler soddisfaceva entrambe le esigenze. È un pro-

COMPLESSO RELIGIOSO MATER DOMINI

IL RIPRISTINO DELLE FACCIATE CON TORGGLER

I

dotto completo, semplice da lavorare e da applicare e, soprattutto, in grado di garantire traspirabilità, idrorepellenza e adesione perfetta sulle vecchie superfici, grazie alla formula che unisce leganti idraulici, inerti selezionati, resine sintetiche, fibre e additivi speciali. Con una posa a spessore di Multifinish con spatola dentata da 3 mm si è

n seguito a sopralluoghi presso il complesso religioso

regolarizzato il sottofondo, il fondo e annegato la rete di

Mater Domini a Borgio Verezzi (SV), è stato verificato che

armatura. Inoltre, la sua lavorabilità è caratterizzata da

le facciate dello stabile erano state interessate da diversi

un ideale grado di finitura che ha permesso l’interruzione

strati di finiture giustapposte applicate negli anni e ormai

della posa e la successiva ripresa senza lasciare stacchi

incoerenti e in parte distaccati. Inoltre, a livello strada, era-

evidenti e segni di ripresa.

no presenti macchie e distaccamenti dovuti all’umidità di risalita. Per evitare i lavori di completo raschiamento delle

90

www.torggler.com


Fa r e

G

razie alla sua ampia gamma di prodotti Ytong e Multipor, Xella garantisce un sistema completo per la costruzione di un edificio. “Sistema costruttivo completo” significa

la piena compatibilità tra i prodotti, a garanzia della qualità della costruzione finale. Gli studi sui materiali costruttivi, infatti, sono concordi nell’affermare l’importanza d’impiego di prodotti che presentino proprietà e caratteristiche il più possibile omogenee e complementari. Ciò garantisce un comportamento dei materiali in esercizio che si dimostra univoco e uniforme nelle prestazioni, assicurando risultati di elevata qualità per costruzioni efficienti, durature e sicure in ogni situazione. L’archivio ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) a Roma è inserito all’interno di un capannone industriale esistente. Si tratta di un volume realizzato per la gestione e l’archiviazione della documentazione cartacea, costruito in muratura portante con blocchi

92

ARCHIVIO ISPRA

IL SISTEMA COSTRUTTIVO COMPLETO DI XELLA


certificati Ytong REI 240 (in conformità al DM 2007), con irrigidimenti in blocchi forati e blocchi a U; inoltre, ogni due corsi sono stati inseriti i tralicci Murfor per garantire la resistenza fuori piano nei confronti dell’azione sismica. Il solaio di copertura è realizzato in lastre solaio Ytong (20 cm di spessore) con cappa collaborante in calcestruzzo armato al di sopra. L’applicazione dei pannelli Multipor (spessore 6 cm) all’intradosso del solaio, effettuata incollando e tassellando i pannelli, ha permesso di raggiungere una elevata resistenza al fuoco. Grazie al sistema costruttivo, l’intero fabbricato è certificato al fuoco REI 240 (mediante metodo analitico attestato da un tecnico antincendio abilitato). Infatti, sia i pannelli Multipor sia i blocchi Ytong sono materiali ignifughi in Euroclasse A1: materiali che non bruciano e che non rilasciano sostanze tossiche. L’omogeneità del materiale ha permesso di raggiungere Sopra: alcune fasi della costruzione. A lato: vista dall’interno del capannone.

eccellenti prestazioni non solo riguardanti la resistenza al fuoco ma anche le proprietà termiche e acustiche. Inoltre, il calcestruzzo cellulare autoclavato è costituito da soli materiali naturali - sabbia, calce, cemento, acqua miscelati e lasciati maturare. Tutto questo ha valso ai principali prodotti Xella la certificazione secondo lo standard Natureplus e l’accompagnamento della Dichiarazione Ambientale di Prodotto (EPD) basata sulla stima del ciclo di vita (LCA). La certificazione EPD attesta con parametri oggettivi l’eccellenza del profilo ambientale dei sistemi Ytong, comprovandone la sostenibilità, la eco-compatibi-

La costruzione di un volume all’interno di un capannone esistente che garantisse al contempo comfort acustico, risparmio energetico, eco-sostenibilità dei materiali, salubrità degli ambienti, è stato garantito da un sistema costruttivo unico in prodotti a base di calcestruzzo alveolare

lità e l’impatto ambientale minimo per la sua produzione in relazione all’intero ciclo di vita del prodotto, per un’edilizia sempre più vicina e attenta al benessere dell’uomo e del costruire sostenibile. Il materiale unico utilizzato ha garantito infine l’assistenza in cantiere unica da parte del servizio tecnico Ytong, non obbligando l’impresa a rivolgersi a diverse aziende, semplificando il processo costruttivo e snellendo le tempistiche di lavorazione. Le soluzioni per l’isolamento acustico in blocchi Ytong sono un mix vantaggioso di prestazioni, semplicità di posa e garanzia di risultato, il tutto con spessori e pesi ridotti. www.ytong.it

93


ABBIAMO PARLATO DI Arbi Arredobagno 0434 624822 www.arbiarredobagno.it

Oikos 0547 681412 www.oikos-group.it

Atlas Concorde 0522 998711 www.atlasconcorde.com/it

Polyglass 0422 7547 www.polyglass.it

Azzurra Ceramica 0761 518155 www.azzurraceramica.it

Progress Profiles 0423 950398 www.progressprofiles.com

Caesar Ceramiche 0536 817111 www.caesar.it

Project for Building 035 449 0440 www.projectforbuilding.com

Ceramiche Keope 0522 997511 www.keope.com

Relax 0421 1765124 www.relaxsrl.it

Ceramiche Refin 0522 990499 www.refin.it

Röfix 0473 966100 www.roefix.it

Ceramica Sant’Agostino 0532 844111 www.ceramicasantagostino.it

Saint-Gobain Gyproc 02 611151 www.gyproc.it

Deltacalor 800 066 319 www.deltacalor.com

Saint-Gobain Isover 0363 318400 www.isover.it

Ediltec 059 291 6411 www.ediltec.com Faelux 0543 448235 www.faelux.it Fassa Bortolo 0422 7222 www.fassabortolo.it Fila 049 94 67 300 www.filasolutions.com F.lli Frattini Rubinetterie 0322 96127 www.frattini.it Grandform 0362 74298 www.grandform.it Gras Calce 02 90964141 www.grascalce.it Hafro Geromin 0421 312249 www.gruppogeromin.com Mapei 02 376731 www.mapei.com Megius 049 904 8711 www.megius.com Newform 0163 452011 www.newform.it

M A G A Z I N E Supplemento al numero 03/2019 di Come Ristrutturare la Casa

Ristruttura con Made è un magazine realizzato per Gruppo Made Gruppo Made è un network di punti vendita specialisti della ristrutturazione. Puoi seguirci su ristrutturaconmade.it, livingmade.it, gruppomade.com e sui social network Facebook, Twitter e Vimeo DIRETTORE MARKETING & COMUNICAZIONE Claudio Troni Tel. 051 760041 - marketing@gruppomade.com Gruppomade e Ristruttura con Made sono marchi di proprietà di Madeitalia spa MARKETING PARTNERS Fassa Bortolo, Gras Calce, Gyproc, Isover, Mapei, Oikos, Polyglass, Project for Building, Sika, Uniproject, Velux, Ytong, Weber

Saint-Gobain Building Glass 0362 543168 saint-gobain-building-glass.com Saint-Gobain Weber 02 42431 www.e-weber.com Samo 0442 73018 www.samo.it San Marco Terreal 0131 941739 www.terreal.it Sika 02 54778 111 ita.sika.com Torggler 0473 282400 www.torggler.com Unifix 0471 545 200 www.unifix.it Vaga 0382 727111 www.vagaedilizia.it

EDITORE New Business Media srl - www.newbusinessmedia.it SEDE LEGALE E OPERATIVA Via Eritrea, 21 - 20157 Milano - Tel. +39 02 92984 1

DIRETTORE RESPONSABILE Ivo Alfonso Nardella DIRETTORE DI REDAZIONE Daniela Dirceo COORDINAMENTO AREA ARCHITETTURA Davide Cattaneo ART DIRECTION e IMPAGINAZIONE Nico Chinello REDAZIONE Federica Gasparetto DIRETTORE COMMERCIALE Cesare Gnocchi cesare.gnocchi@tecnichenuove.com AREA MANAGER DIVISION BUILDING Luca Paolo Zanati lucapaolo.zanati@tecnichenuove.com - anna.boccaletti@newbusinessmedia.it

STAMPA Rotolito S.p.A, Via Sondrio, 3 - 20096 Saggiano di Pioltello (Mi) Registrazione Tribunale di Milano n. 74 del 5 marzo 2014 Iscrizione al R.O.C. Registro degli Operatori di Comunicazione n. 24344 dell’11 marzo 2014 ISSN 1127-1922

Velux 045 7651427 www.velux.it Xella Italia 035 4522272 www.ytong.it

Responsabilità. La riproduzione delle illustrazioni e articoli pubblicati dalla rivista, nonché la loro traduzione è riservata e non può avvenire senza espressa autorizzazione della Casa Editrice. I manoscritti e le illustrazioni inviati alla redazione non saranno restituiti, anche se non pubblicati e la Casa Editrice non si assume responsabilità per il caso che si tratti di esemplari unici. La Casa Editrice non si assume responsabilità per i casi di eventuali errori contenuti negli articoli pubblicati o di errori in cui fosse incorsa nella loro riproduzione sulla rivista.

95


LIVINGMADE SHOWROOM NETWORK

CERAMICHE | PARQUET | SANITARI | RUBINETTERIA | BOX DOCCIA | ARREDOBAGNO

Livingmade è il network di showroom di Gruppo Made in grado di soddisfare ogni esigenza nell’ambito delle finiture. Nelle showroom Livingmade troverete pavimenti, rivestimenti, sanitari, box doccia, arredo bagno e tutto ciò che serve per ristrutturare bagno o altri ambienti interni come porte, scale ed infissi. Competenza, concretezza ed esperienza sono le caratteristiche più apprezzate del nostro network dalla clientela. Nelle showroom del circuito Livingmade sarai il benvenuto e troverai il tuo stesso amore per la casa. Contatta o visita la showroom Livingmade a te più vicina su livingmade.it

livingmade.it ristrutturaconmade.it


A DUE PASSI DAI TUOI SOGNI ABRUZZO Corti Edilfer Strada Statale 80, 34/A, L’Aquila (AQ), tel. 800 252911 Piergallini C.da San Giovanni, 75, Colonnella (TE), tel. 0861 760130 Ucci Antonio Via Pizzuto, 106, Lanciano (CH), tel. 0872 41149 BASILICATA Edil Loperfido Via Nazionale, 67, Matera (MT), tel. 0835 385051 CALABRIA AndalBagni, Via Nazionale, 7, Foresta di Petilia Policastro (KR), tel. 0962 4314 36 Casaè F.lli LaRuffa Via Catena, 36, Polistena (RC), tel. 0966 931570 Delizia Alessandro Via Mazzini, 62/66, Amantea - Località Oliva Campora S.G. (CS), tel. 0982 48400 F.lli Mele Località Profondiero - San Nicola Arcella (CS), tel. 0985 3117 Fontana Via Luigi De Seta, 6/10, Cetraro (CS), tel. 0982 91831 Giuseppe Miele S.S. 106 bis - Zona Industriale, Corigliano Calabro (CS), tel. 0983 851182 G.P.M. Greco S.s. 107 km 126, Scandale (KR), tel. 0962558834 Marinaro Via A. Migliaccio, 151/C, Girifalco (CZ), tel. 0968 748492 Materiale da Costruzione Votano Giuseppe, Via Santo Spirito, 252/N, Reggio Calabria (RC), tel. 0965 332350 CAMPANIA Centro Casa, Via Orta Longa, 80, Angri (SA), tel. 081 515 0389 EMILIA-ROMAGNA Chierici Afro Via Giuseppe Di Vittorio, 1, Fornovo di Taro (PR), tel. 0525 2106 LAZIO Edilizia Mastracci Via Casilina, 554 - Km 32.400, San Cesareo (RM), tel. 06 9587193 Edilizia Roma Nord Via Bolognola, 61, Roma, Tel. 06 8816934 Nicoli Via Latina, 113 - Km 4, Colleferro (RM), tel. 06 9700537 Officine di Casa Via Silvio Pellico, 50, Lariano (RM), tel. 06 96498819 LIGURIA Bono Delia Località Guadi Carri - Borghetto di Vara (SP), tel. 0187 897295 Centro Edile Imperiese Via Nazionale, 364, Imperia (IM), tel. 0183 291772 Centro Edile Imperiese Via Dolcedo, 4, Imperia (IM), tel. 0183 64698 F.lli Rivera Via B. Parodi 84/86 R Ceraseni (GE), tel. 010 4209318 F.lli Trotta Via Calice, 22/B - Zona Industriale, Finale Ligure (SV), tel. 019 690763 Trucchi Efisio C.so Genova, 74, Ventimiglia (IM), tel. 0184 251380 LOMBARDIA Bizzo Via Libertà, 116, Lazzate (MB), tel. 02 96320035 - 02 96328424 Bordogna Via Crotto, 1, Pellio Intelvi (CO), tel. 031 830101 Centro Edile Antonini Via Scalarini, 7, Milano (MI), tel. 02 57303848 Commerciale Edile Via Sammartini G. Battista, 63, Milano (MI), tel. 02 67391059 CMV Via G. Matteotti, 146, Lissone (MB), tel. 039 2459392 Croci, Via S.Giovanni Bosco, 60, Caronno Pertusella (VA), tel. 02 9659011 Digiesse Via Brambilla Francesco, 9, Milano (MI), tel. 02 27208222 Ferrari Carlo & Figlio Via Trieste, 114, Limbiate (MB), tel. 02 99056972 Galperti F.lli, Via Diaz, 87, Dervio (LC), tel. 0341 850108 Garavaglia Livingmade Via Giuseppe di Vittorio, 3, Casorezzo (MI), tel. 02 90380000 Gini Via G. R. Carli, 9, Milano (MI), tel. 02 66201746 GMG Centro Edile Via S. Michele, 6, Bottanuco (BG), tel. 035 907874-035 4992306 Gromo Edilcom Via F.lli Crespi, 1, Gromo (BG), tel. 0346 41116 MA.E.DA. Via della Chiesa Rossa, 175/1, Milano (MI), tel. 02 89304981 - 02 89304990 Materiali Edili Varese, Via Statale, 1, Cittiglio (VA), tel. 0332 820598 Piastrellificio del Nord Via Legnano, 128, Abbiategrasso (MI), tel. 02 9420870 Pennati Via Industrie, 2, Basiano (MI), tel. 02 9 5760302 Vanedile Via Carlo Dolci, 36, Milano (MI), tel. 02 40092713 Vidori Habitas Via Cimnago, 2, Novedrate (CO), tel. 031 792488 Zanga Via Provinciale, 30/A, Dalmine (BG), tel. 035 0147393 MARCHE Comedil, Via A. Merloni, 20, Comunanza (AP); Via F. Egidi, 77, Fermo (AP), tel. 0734 53884 PIEMONTE Baral Via Vittorio Emanuele II, 52, Chieri (TO), tel. 011 9411640 Catto Via Marconi, 24, Cossato (BI), tel. 015 93400 Cerutti Soluzioni Casa Via Gozzano, 101, Borgomanero (NO), tel. 0322 845996 Cosso Gian Eugenio Via Brione, 30, Pianezza (TO), tel. 011 9677197 Edilbru Via Pariani, 35, Gravellona Toce (VB), tel. 0323 848163 G.B. Blanchet Via Roma, 2, Cesana Torinese (TO), tel. 0122 89165 Ravizza Fratelli Via Ala di Stura, 63, Torino (TO), tel. 011 2202410 Vigliano Edilizia Via Vercelli, 15, Cigliano (VC), tel. 0161 423167 - 0161 423135 PUGLIA D’Aprile Edilizia Group Loc. Coppacardillo s.n., Vieste (FG), tel. 0884 707170 Di Coste Via per Grottaglie km 0,300, Francavilla Fontana (BR), tel. 0831 843500 Paldera Vico III Lepore, 2, Palese (BA), tel. 080 5303740 Progetto Casa Via Soccorso, 380, San Severo (FG), tel 0882 332459 Style Bagno Via Pio XII, 35/37, Taranto (TA), tel. 099 7361115 SARDEGNA Brundu Edili C.so Garibaldi, 152, Orani (NU), tel. 0784 74162 Edilor Via Sernagiotto, 14 Zona Aeroporto, Elmas (CA), te. 070 212042 Iter di Ruggeri Via Gramsci, 149, Guspini (VS), tel. 070 970857; Strada Statale 131 Km 11.500, Sestu (CA) tel. 070 22338 TOSCANA Edilcomes Via Emilia, 349/A - Km 43, Loc. Ospedaletto (PI), tel. 050 982228 Pierli & Martinuzzi Via Piave, 73, Sinalunga (SI), tel. 0577 679812 UMBRIA ED+ Via Europa, 63, Loc. Cipolletto- Gubbio (PG ), tel. 075 9272172 Guerri Via Algeria, 1, Trestina - Città di Castello (PG), tel. 075 8540788 Il Cantiere Via F. Bettini, 15, Foligno (PG), tel. 0742 24504 R.I.M.E. Via delle Acacie, 30, Orvieto (TR) tel 0763 305318 VALLE D’AOSTA Bordet Ceramiche Via Roma, 131, Donnas (AO), tel. 0125 807170 SVIZZERA Bordogna Via C. Maraini, 21, Lugano (Ti), tel. +41 912252325

AMORE E COMPETENZA FANNO LA DIFFERENZA


ristruttura con made

I CONSIGLI DEI PROFESSIONISTI PER RISTRUTTURARE CASA

SOLUZIONI CONSIGLI PRODOTTI PUNTI VENDITA

Il portale ristrutturaconmade.it suggerisce soluzioni per ristrutturare in modo moderno ed efficace la propria abitazione con sistemi duraturi ed affidabili. Ristrutturaconmade.it si arricchisce quotidianamente di contenuti realizzati da professionisti

qualificati relativi ad ogni ambito della ristrutturazione, dalla scelta delle finiture fino alle normative tecniche. Ristrutturaconmade.it ti permette di interagire con gli specialisti della ristrutturazione e con i punti vendita Made. Seguici anche su facebook e twitter.

MADE, GLI SPECIALISTI DELLA RISTRUTTURAZIONEÂŽ ristrutturaconmade.it livingmade.it gruppomade.com

Profile for Gruppo Made

Magazine ristrutturaconmade.it  

Magazine ristrutturaconmade.it