Page 33

AUTUMNINTERVIEW Milano

FEMMINILE AL QUADRATO L’incontro con Daniela Carano, direttore creativo di Wanda Mode Interview with Daniela Carano, creative director of Wanda Mode

Determinata, elegante e perfezionista in ogni sua espressione: Daniela Carano, stilista napoletana e anima di Wanda Mode, maison declinata in tre linee distinte ma complementari, Clips, Clips More e Clips Tricot. Dai banchi di Giurisprudenza su cui scarabocchiava in punta di lapis abbozzando figurini e modelli, alle passerelle più prestigiose. Sembrava solo un sogno, e invece… Com’è cominciata l’avventura con la moda? Ho sempre desiderato fare la stilista, mi sono iscritta a Giurisprudenza per i miei genitori, che non credevano molto in questa mia ‘vocazione’. Quando però mi si è presentata la possibilità di entrare nel mondo della moda l’ho colta al volo, accettando il lavoro di collaboratrice in un importante studio di rappresentanza. Lì ho potuto incontrare molti ‘addetti al mestiere’, uno di questi mi ha fatto conoscere la realtà che stava nascendo di Wanda Mode, l’azienda che seguo come direttore creativo dalla sua prima collezione, più di 30 anni fa. La prima sfilata a Milano non si scorda mai. Ci racconti la sua. Con Wanda Mode è cominciato tutto nel 1987. Intorno al 2000 abbiamo presentato la collezione alla stampa, partecipando alla Fashion Week di Milano con un nostro show. Un’emozione incredibile! La regola d’oro per una collezione di successo. Rinnovarsi sempre rimanendo fedeli al proprio Dna. Cosa rappresentano per lei Napoli e Milano? Napoli è un posto di struggente bellezza, è il ritorno alle origini, Milano però è più a mia misura e mi stimola tantissimo, per il ritmo, il contesto. I suoi indirizzi preferiti a Milano? Amo andare alle mostre di Palazzo Reale o della Pinacoteca di Brera, oppure visitare Fondazione Prada e Armani Silos, spazi molto belli a prescindere dall’esposizione in corso. Four Seasons Hotel Milano è un po’ il suo albergo del cuore. Vengo qui da quando ha aperto e non sono più riuscita a farne a meno. Ovunque vado, se c’è un Four Seasons Hotel, diventa il mio punto di riferimento. Hanno una capacità di accoglienza e di far sentire ogni ospite speciale che non ho mai trovato altrove. La più grande soddisfazione e il prossimo obiettivo. La consapevolezza che non avrei voluto fare altro nella vita e continuare con il mio lavoro, che amo profondamente. 33

Determined, elegant and perfectionist in every way. Daniela Carano is a Neapolitan fashion designer and the driving force behind Wanda Mode, a fashion house which creates three distinct but complementary lines: Clips, Clips More and Clips Tricot. From Law School, where she drew fashion sketches on her desk, to the most prestigious runways. It seemed only a dream, and instead…. How did your career in the fashion business start? I had always wanted to become a fashion designer. I went to Law School to please my parents, who did not believe in my “vocation”. But as soon as I was offered the chance to work in the fashion world, I took it like a shot, working as assistant in a big agency. That is the place where I met a lot of fashion experts. One of them introduced me to a company in its early days, Wanda Mode, which I have been working for as creative director since its very first collection, over 30 years ago. They say that you never forget your first fashion show in Milan. Tell us something about yours. With Wanda Mode it all began in 1987. Around 2000, we introduced the collection to the press by taking part in the Milan Fashion week with our own show. It was incredibly exciting! The golden rule to a successful collection. Constantly changing while remaining faithful to one’s DNA. What do Naples and Milan mean to you? Naples is a place of poignant beauty, it is homecoming. Milan is more in keeping with my personality, it is a very challenging city because of its pace and context. What are your favorite places in Milan? I enjoy going to art exhibitions at Palazzo Reale and at the Brera Pinacoteca, or to the Prada Foundation and Armani Silos, beautiful spaces apart from the exhibitions on show. Can Four Seasons Hotel Milano be described as your favorite hotel? I have been coming here ever since its creation and I cannot do without it anymore. I look for a Four Seasons Hotel wherever I go. Four Seasons Hotels know how to welcome and make every guest feel special in a way that I have not found anywhere else. Your greatest satisfaction and your next goal. Being fully conscious that I have never really wanted to do anything else with my life, and to keep doing my job, which I deeply love.

Seasonings Autumn 2017  
Advertisement