Firenze misura Antiques

Page 1

antiques shopping guide

ISBN 9788864820101

â‚Ź 9,90

Florence’s antique dealers Museo Bardini Museo Nazionale del Bargello Museo Horne Fondazione Romano Museo Stibbert

rivenditori autorizzati

Gruppo Editoriale



Florence’s antique dealers Museo Bardini Museo Nazionale del Bargello Museo Horne Fondazione Romano Museo Stibbert

www.firenzemadeintuscany.com


Museo Bardini


Firenze su misura | intro

The world of Antiques The origin of Florence’s International Antiques Biennale is traced back to the 1700s, when the collecting of medieval artwork and of the works by the so-called Primitive artists evolved into a serious pursuit that soon gained an international following. An intellectual elite, which gradually established a closer and closer relationship among its members and gave life to the first antique dealers. However, it was only in the mid-1800s that the collecting of antiques gained increasing appeal, fostered by the progressive advance in the development of art history and criticism. Florence became the undisputed capital of this phenomenon, not only because of its history and artistic heritage, but because many foreigners, including aspiring painters, sculptors as well as art lovers from all over Europe and America, made it their home. Two factors contributed to the spreading of the phenomenon, in particular, the collecting of art objects and works, and, as far as La Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze affonda le sue radici nel Settecento, quando si diffuse il collezionismo di opere medievali e di artisti cosiddetti Primitivi, innescando un interesse che divenne in breve internazionale. Un’elite di uomini di cultura, che diede vita a relazioni sempre più strette e che fece nascere anche i primi mercanti d’arte. Ma fu a metà dell’Ottocento che esplose la voglia del sapere, di avvicinare l’arte e si ampliò il fenomeno del collezionismo di antichità, favorito dal progressivo affinarsi degli strumenti storici e critici. Firenze divenne un centro privilegiato non solo per la sua storia e il patrimonio artistico ma anche perché molti stranieri, fra i quali aspiranti pittori, scultori, ma anche appassionati di arte di tutta Europa e dell’America la scelsero come patria culturale ideale. A ingigantire il fenomeno, soprattutto il collezionismo di opere e oggetti d’arte, furono diversi fattori. E per Firenze quasi contemporanei: il primo quando nel 1865 la città divenne capitale

3


Nome Categoria | Nome azienda

Fondazione Romano 4


Nome Categoria | Nome azienda

5


Firenze su misura | intro

Florence is concerned, they occurred at nearly the same time: the first, in 1865, when Florence became the capital of Italy, which led to a deep architectural and urban transformation of the city involving the destruction of entire neighborhoods, restructuring and expropriation. The second, one year later, when the Church’s personal and real property was brought under state ownership. The collapse of clerical and feudal orders, which had remained unchanged for centuries, had serious repercussions on art collecting and antique dealing. The market was flooded with works of art of various periods that could be purchased for very little at public auctions or even in street markets scattered throughout the city, while Europe’s and America’s demand for antiques grew fast, fueled by the popularity of ancient Italian art and the Primitive-style. This was the context in which, in Florence, antique dealers became rich and art collectors chose the areas they would specialize in. del Regno d’Italia, il che portò a una profonda rivisitazione del tessuto urbano con distruzioni di interi quartieri, ristrutturazioni, espropri. Il secondo, un anno dopo, quando lo Stato demanializzò il patrimonio mobile e immobile della Chiesa. Il contestuale collasso degli ordini clericale e feudale, rimasti pietrificati per secoli, ebbe riflessi imponenti anche sul collezionismo d’arte e sull’antiquariato. Sul mercato si rovesciarono una quantità stupefacente di opere d’arte, spesso di altra epoca, che si potevano comprare per pochi soldi nelle aste pubbliche o addirittura sui banchi dei mercatini sparsi in città, mentre la domanda dall’Europa e dall’America cresceva impetuosamente, spinta dall’affermarsi dell’antica arte italiana e del “gusto dei Primitivi”. Fu in questo contesto che a Firenze presero piede e fecero fortuna gli antiquari mentre i collezionisti consolidarono le loro scelte legate all’arte. Non due fazioni contrapposte, molto più spesso un mix, con

6


Museo Stibbert


Museo Nazionale del Bargello



Fondazione Romano


Firenze su misura | intro

Not two opposing factions, most often a mix of the two, with collectors becoming dealers in search of rare and precious pieces, and antique dealers dealing with the world’s greatest museums. Today, Florence’s antiques scene is livelier than ever, thanks to the city’s museums whose collections come from donations by major art collectors of the past- first of all Bardini, but also Stibbert, Horne, Romano Foundation and Bargello with the great Carrand donation- true Wunderkammers, Cabinets of Wonder, described in detail in the pages that follow. But also thanks to the antique dealers mentioned in this guide and chosen with the help of the International Antiques Biennale and Florence’s Antique Dealers Association, who, through their expertise and galleries, shops and workshops in downtown Florence (in particular, in Via Maggio and Via de’ Fossi) have made this city a benchmark for art and antiques in the world. il collezionista che diventa mercante alla ricerca di pezzi sempre più rari e importanti, e l’antiquario che dialoga con i grandi musei del mondo. Oggi a Firenze la realtà di questo settore è quanto mai vivace: grazie ai musei della città che hanno avuto origine da donazioni di grandi collezionisti del passato - Bardini su tutti, ma anche Stibbert, Horne, Fondazione Romano e Bargello con la grande donazione Carrand - wunderkammer, stanze delle meraviglie che vi raccontiamo nelle prossime pagine. Ma anche grazie agli antiquari, selezionati per questa guida con la Biennale Internazionale dell’Antiquariato e con l’Associazione Antiquari Fiorentini, che con il loro lavoro a livelli di eccellenza e con le loro gallerie, negozi e botteghe d’arte nel centro di Firenze (e in particolare in Via Maggio e in Via de’ Fossi) rendono questa città un punto di riferimento per il grande antiquariato nel mondo.

11



Firenze su misura | contents

Map

20

Museums Museo Bardini

28

Museo Nazionale Del Bargello

36

Museo Horne

44

Fondazione Romano

52

Museo Stibbert

58

Florence’s Antique Dealers A. Palloni & C.

68

Alberto Boralevi

72

Alessandro Romano Antichità

76

Antichità Bruschi di Anita Almehagen

80

Antichità Dei Bardi

84

Antichità Gabriele Pintucci

88

Antichità Gonnelli

92

Antichità Le Colonne

96

Antichità Leoncini

100

Antichità Pino Marletta

104

Antichità Piselli Balzano

108

Antichità Sandro Morelli

112

Artstudio

116

Bacarelli Arte Antica

120

Biagiotti Antichità

124

Boralevi

128

Botticelli Antichità

132

Chiavacci Antichità

136

Enrico Frascione

140



Firenze su misura | contents

Eredi Antonio Esposito – Galleria Antiquaria

144

Expertise

148

Fiorini Antichità

152

Frascione Arte

156

Galleria Camiciotti

160

Galleria Ottaviani di Simone Romano

164

Galleria Pasti Bencini

168

Gallori Turchi Antichità

172

Giampaolo Fioretto Antichità

176

Gianluca Salvatori Antichità

180

Giorgio Baratti Antiquario

184

Giovanni Conti Antiquario

188

Giovanni Melli

192

Giovanni Pratesi Antiquario

196

Il Mercante Antichità

200

L’auriga Antiquariato

204

Leone Cei & Figli

208

Leopoldo & Co Antichità e Design

212

Massimo Fattorini

216

Moretti Fine Art

220

Nb Antichità

224

Paolo Paoletti Cose Antiche

228

Parronchi Dipinti ‘800 ‘900

232

Roberto Innocenti di Patrussi Donata & C.

236

Tettamanti Antichità

240

Tornabuoni Arte - Arte Antica

244

Traslucido

248

Turchi Giovanni. Antichità

252

Velona Antichità

256



People





Details





Museums



Museo Bardini His dream was to become a painter, but Stefano Bardini has been Italy’s most influential antique dealer. Born in 1836 in Pieve Santo Stefano, near Arezzo, he moved to Florence to attend the Academy of Art. Determined to become rich and successful, he gave up the idea of pursuing an uncertain artistic career to venture into the antiques business, which had begun to thrive in 1866 with the law that brought church endowments under state ownership. As a consequence, a considerable amount of works of art were put on the market. Stefano Bardini realized that this was a one-off chance. He was able to balance between the acquisition of rare and valuable pieces, at incredibly low prices, and the fast-rising demand for antiques coming from Europe and the United States. Bardini put together a team of local hunters and restorers and contacted museum directors and art collectors from all over the Sognava di diventare pittore, ma Stefano Bardini è stato il più autorevole antiquario italiano. Nato nel 1836 a Pieve Santo Stefano, in provincia di Arezzo, si era trasferito a Firenze per studiare all’Accademia di Belle Arti. Deciso a fare fortuna, abbandonò l’incerta carriera da artista e si gettò nel mercato antiquario che era sbocciato nel 1866 quando furono demanializzati i beni ecclesiastici. Il provvedimento rovesciò sul mercato una cospicua quantità di opere d’arte. Stefano Bardini capì che un’occasione come quella non si sarebbe mai più ripetuta. Seppe stare al centro fra un’offerta spesso rara e prestigiosa, da comprare con pochi soldi, e una domanda che dall’Europa e dall’America cresceva impetuosamente. Bardini mise a punto un’organizzazione di raccoglitori locali e restauratori, e riuscì a mettersi in contatto con i direttori dei musei e collezionisti di tutto il mondo. Divenne immensamente ricco. L’antiquario contribuì a diffondere in tutto il mondo il mito del Rinascimento italiano e mostrò

29






Antiques | Museo Bardini

world. He became immensely rich. The antique dealer contributed to the worldwide popularity of the Italian Renaissance age and was very much interested in all forms of applied arts, which are still one of the museum’s main attractions. In 1880, he started a shop in Piazza de’ Mozzi and then bought the whole building, which would soon welcome major art collectors from all over the world. In 1914, he retired from the business and focused on his dream: the opening of his own art gallery. He died in 1922 and donated to the city of Florence the building and 1172 works of art as the core of a museum collection. In 1925, the Bardini Museum became the Civic Museum and pieces from other collections were added to the works purchased by Bardini. The current set up, the result of about ten years of restoration works started in 1999, draws inspiration from Bardini’s original plan, according to which the works are arranged by genre to obey a specific aesthetic and visual canon. un grande interesse non solo per i capolavori ma anche per tutte le forme di arte applicata, che ancora oggi costituiscono uno dei motivi di maggior fascino del museo. Nel 1880 aprì un negozio di esposizione in piazza de’ Mozzi, poi acquistò l’intero palazzo che fu destinato a diventare meta dei più importanti collezionisti di tutto il mondo. Nel 1914 decise di ritirarsi dagli affari e dedicarsi a realizzare il suo sogno: organizzare la sua galleria personale. Morì nel 1922 lasciando alla città il palazzo e 1172 opere da destinare a museo. Nel 1925 il Museo Bardini diventò Museo civico, e alle opere acquistate da Bardini si aggiunsero pezzi provenienti dalle collezioni comunali. L’ attuale allestimento, frutto di un decennio di restauri iniziati nel 1999, si rifà al progetto originale voluto dal suo fondatore, che dispose le opere per genere, secondo un canone estetico e scenografico. Museo Bardini

Monday, Friday, Saturday 11 am to 5 pm Via dei Renai 37 - Ponte alle Grazie (out of map) ph. +39 055 2342427 - www.museicivicifiorentini.comune.fi.it

34




Museo Nazionale del Bargello Among Florence’s many unique attractions is Italy’s major decorative arts museum: the Bargello in Via del Proconsolo. It is a sculpture museum, but in addition to famous works by Donatello, Verrocchio, Michelangelo, Della Robbia, it shows objects of everyday use such as jewelry, jewel boxes, chessboards, arms, sticks, combs and mirrors of inestimable value. However, this time the credit does not go to the Medici family nor to other illustrious Florentines. The decorative arts collection was born out of the “obsession” with the collecting of precious objects that two Frenchmen from Lyons, Jean-Baptiste Carrand and his son Louis, had. The passion for collecting led them to the discovery of the usages and traditions of nearly all European countries. Louis went on purchasing artifacts, but he was much more interested in majolica objects, enamels, arms, metals, textiles and paintings. In 1881, he moved to Florence, the most sought-after destination Fra i tanti primati di Firenze, c’è anche quello di possedere il più importante museo di arti minori d’Italia: il Bargello, in via del Proconsolo. E’ anche un grande museo di scultura, ma accanto a famose opere di Donatello, Verrocchio, Michelangelo, Della Robbia, ci sono oggetti d’uso come gioielli, cofanetti, scacchiere, armi, bastoni, pettini, specchi di un valore inestimabile. Stavolta però il merito non è né dei Medici né di altri illustri fiorentini. La collezione di arti minori nasce dalla mania di raccogliere oggetti preziosi di Jean-Baptiste Carrand e di suo figlio Louis, francesi di Lione. La raccolta permetteva di fare un viaggio di scoperta fra gli usi e costumi di mezza Europa. Il figlio Louis continuò ad acquistare manufatti, ma era più interessato a maioliche, smalti, armi, metalli, tessuti e dipinti. Nel 1881 decise di trasferirsi a Firenze, ambita dai rampolli di tutta Europa e d’Oltreoceano, attratti dall’antichità che si respirava in ogni angolo. Ma accanto al peso dell’antico si sentiva

37






Antiques | Museo Nazionale del Bargello

by European and American aristocrats attracted by the antiquity oozing from the city’s every corner. However, the years of Florence as the capital of Italy sparked the surge of modernity and brought destruction, restructuring and expropriation. And so, it was easy to purchase age-old paintings, sculptures and objects for next to nothing. Even the Bargello Museum underwent restructuring works and, in 1886, on the occasion of the 500th anniversary of Donatello’s birth, the name Carrand was forever associated with Florence, as he was one of the experts who took care of the museum’s set up and his pieces were added to the collection. The rarest and most admired piece is the Flabellum of Tournus, a parchment fan with carved bone handle employed in the liturgy and dating back to the Carolingian age. Louis Carrand died in 1887 and he donated his collection to Florence. The Bargello Museum had definitely changed its face: from sanctuary of medieval and Renaissance sculptures to Italy’s major decorative arts museum with no less than 3105 pieces. anche quello della modernità e gli anni della Firenze capitale portarono a distruzioni, ristrutturazioni, espropri. Così dai rigattieri non era difficile trovare per pochi soldi quadri, sculture e oggetti d’uso vecchi di secoli. Anche il Bargello partecipò al rinnovamento. Fu ristrutturato e nel 1886, per il centenario di Donatello, il nome di Carrand si legò per sempre a Firenze, perché fu fra gli esperti che curarono l’allestimento del museo e suoi pezzi furono esposti. Il più raro e ammirato fu senza dubbio il Flabellum di Tournus, un ventaglio di pergamena per uso liturgico con manico in osso intagliato risalente all’epoca carolingia. Louis Carrand morì nel 1887 e lasciò la sua collezione alla città. Il Bargello aveva cambiato volto: da santuario della scultura medievale e rinascimentale diventava il più importante museo italiano di arti minori, vantando ben 3105 pezzi. Museo Nazionale del Bargello

Tuesday to Sunday 8.15 am to 2 pm Closed on the second and the fourth Monday of the month (during exhibitions, closing time at 5 pm) Via del Proconsolo 4 (map G4) ph. +39 055 2388606 - www.polomuseale.firenze.it

42




Museo Horne A treasure box containing masterpieces of painting and sculpture (by Giotto, Simone Martini, Masaccio, Filippino Lippi, Domenico Beccafumi and Giambologna), but also a private home, furnished with precious pieces spanning from the 1200s to the 1600s. The Horne Museum’s present layout reflects the British art collector’s original plan: a space in the heart of the city, housed in Palazzo Corsi in Via de’ Benci, recreating the usages, traditions, art and culture of Renaissance Florence. A setting that British architect and art historian Herbert Percy Horne designed for his collection of paintings, drawings, furniture and sculptures and aimed at recreating the character and atmosphere of a typical Renaissance home. Horne was born in London in 1864 and died in Florence in 1916. An eclectic man of the Victorian age, architect, Uno scrigno raffinato di capolavori di pittura e scultura (da Giotto a Simone Martini, a Masaccio, a Filippino Lippi, a Domenico Beccafumi e al Giambologna) ma soprattutto una casa, arredata con pezzi pregiati dal Duecento al Seicento. Il Museo Horne si presenta come lo disegnò il collezionista inglese: uno spazio in cui rivivere il passato e scoprire usi, costumi e arte della città tra Quattro e Cinquecento, nel cuore di Firenze - luogo simbolo della cultura e dell’arte del Rinascimento - nel palazzo Corsi in via de’ Benci. Una cornice che l’architetto e storico dell’arte inglese Herbert Percy Horne volle adeguata alla propria collezione di dipinti, disegni, arredi, sculture, anche per ricreare gli ambienti e l’atmosfera di una dimora rinascimentale. Horne nacque a Londra nel 1864 e morì a Firenze nel 1916. Figura eclettica nella Londra Vittoriana della seconda

45






Antiques | Museo Horne

designer and eminent art, music and literature scholar as well as art collector. He came to Italy for the first time in 1889 and landed in Florence in 1894 when he was commissioned with the writing of a book on Sandro Botticelli by London’s Bell publishers for the Great Masters series. In 1896, he set up house in Florence, although he maintained contact with England his whole life. He soon devoted all his energies to art criticism and his studies on Renaissance art led him to identify with a man of that time who lived surrounded by works of art. In 1911, Horne bought Palazzo Corsi and upon his death, in 1916, his collection (consisting of over six thousand works) was donated to the Italian State and a foundation was created “for the benefit of studies”. metà del XIX secolo, architetto, designer, studioso d’arte, di musica e di letteratura, oltre che collezionista. Venne in Italia una prima volta nel 1889, poi nel 1894 approdò a Firenze, quando fu incaricato dagli editori Bell di Londra di scrivere un libro su Sandro Botticelli per la collana Grandi Maestri. Nel 1896 si stabilì definitivamente a Firenze anche se non abbandonò i suoi contatti con l’Inghilterra. Presto lasciò l’attività progettuale per dedicarsi a quella di critico e i suoi studi sull’arte rinascimentale lo portarono a identificarsi con un uomo di quel tempo, sino a riviverne idealmente le emozioni circondandosi di opere d’arte. Nel 1911 acquistò Palazzo Corsi e alla sua morte, nel 1916, Horne lasciò la propria raccolta (ricca di oltre seimila opere) allo Stato italiano dando vita a una fondazione “a beneficio degli studi”. Museo Horne

Monday to Saturday 9 am to 1 pm via de’ Benci 6 (map G6) ph. +39 055 244661 - www.museohorne.it

50




Fondazione Romano A treasure box containing masterpieces of painting and sculpture (by Giotto, Simone Martini, Masaccio, Filippino Lippi, Domenico Beccafumi and Giambologna), but also a private home, furnished with precious pieces spanning from the 1200s to the 1600s. The Horne Museum’s present layout reflects the British art collector’s original plan: a space in the heart of the city, housed in Palazzo Corsi in Via de’ Benci, recreating the usages, traditions, art and culture of Renaissance Florence. A setting that British architect and art historian Herbert Percy Horne designed for his collection of paintings, drawings, furniture and sculptures and aimed at recreating the character and atmosphere of a typical Renaissance home.

Salvatore Romano racchiude in sé un mix di mistero e di passione per l’arte a tutto tondo. Napoletano, era andato a Genova per diventare ingegnere navale ma l’incontro con un maestro di violino gli fece scoprire la sua vocazione estetica. All’inizio del ‘900, tornato a Napoli, commerciò in violini, poi allargò i suoi orizzonti all’arte. Entrò in stretto contatto con la cerchia colta e raffinata dei mercanti fiorentini, e ne fu così attratto che pochi anni dopo si trasferì a Firenze. Aveva una straordinaria capacità di riconoscere le qualità artistiche degli oggetti e per molti anni, senza clamore, si dedicò a raccogliere e commerciare oggetti d’arte, spesso capolavori caduti nell’oblio. Antichità di ogni genere e di qualsiasi epoca. Ma non entrò mai nel clan degli antiquari: rifuggiva dalla mondanità, tanto che della sua vita se ne sa ben poco. Nel 1939 sistemò la sua collezione acquistando due piani del palazzo Magnani Feroni in via dei Serragli, che divenne la sua personale e singolare galleria

53




Antiques | Fondazione Romano

Horne was born in London in 1864 and died in Florence in 1916. An eclectic man of the Victorian age, architect, designer and eminent art, music and literature scholar as well as art collector. He came to Italy for the first time in 1889 and landed in Florence in 1894 when he was commissioned with the writing of a book on Sandro Botticelli by London’s Bell publishers for the Great Masters series. In 1896, he set up house in Florence, although he maintained contact with England his whole life. He soon devoted all his energies to art criticism and his studies on Renaissance art led him to identify with a man of that time who lived surrounded by works of art. In 1911, Horne bought Palazzo Corsi and upon his death, in 1916, his collection (consisting of over six thousand works) was donated to the Italian State and a foundation was created “for the benefit of studies”.

d’arte. Riservata a pochi, in più molti degli oggetti raccolti negli anni rimasero imballati nelle casse in cui erano stati sistemati all’acquisto. Il mistero delle casse – sculture, frammenti di decorazioni, affreschi staccati e arredi provenienti da varie regioni italiane, fra l’antica età romana e XVII secolo – fu svelato solo nel 1946 quando Romano decise di regalare settanta delle opere che vi erano rinchiuse al Comune di Firenze perché fossero esposte nel trecentesco Cenacolo di Santo Spirito. La raccolta, che costituisce la Fondazione Salvatore Romano, conserva il suggestivo allestimento di gusto ornamentale ed evocativo realizzato dal collezionista e rappresenta una testimonianza diretta della sensibilità artistica di questo antiquario che ebbe rapporti con i più importanti collezionisti e direttori di musei del suo tempo. Fondazione Romano

Monday, Saturday, Sunday 10 am to 4 pm piazza Santo Spirito 29 (out map ) ph. +39 055 287043 - www.museicivicifiorentini.comune.fi.it

56




Museo Stibbert In the 1800s, many travellers landed in Florence attracted by the idea of a city still infused with the spirit of bygone times. Among them was Frederick Stibbert (1838-1906), an Englishman born to an Italian mother in Florence. He restored Villa Montughi, in the hills to the north of Florence, where he arranged his collection of both ancient and reproduction pieces and created one of the most interesting examples of eclecticism ever seen before. Stibbert, who had made money through the railway business in England, set up house in Florence and, upon his death, donated the villa, park and art collections to the city. The villa itself is a major example of the bizarre nineteenth-century style: architect Giuseppe Poggi, painters Gaetano Bianchi and Annibale Gatti and sculptor Augusto Passaglia worked on it. The collection is huge: over fifty thousand pieces, the city’s major 19th-century museum collection, including the most varied art objects ( from

Nell’Ottocento molti viaggiatori arrivarono a Firenze, affascinati dall’idea di una città ancora immersa nello spirito dei secoli passati. Fra questi vi approdò Frederick Stibbert (1838-1906), inglese di madre toscana e nato a Firenze. Restaurò Villa Montughi, sulla collina a nord della città, ambientandovi in contesti di fantasia pezzi antichi di gran qualità ad altri “in stile” e creando uno dei più interessanti esempi di eclettismo. Stibbert, arricchitosi con il business ferroviario in Inghilterra, si era stabilito a Firenze e alla sua morte donò la villa, il parco e le collezioni alla città. La villa stessa è un importante esempio del fantasioso stile ottocentesco: vi lavorarono l’architetto Giuseppe Poggi, i pittori Gaetano Bianchi e Annibale Gatti, lo scultore Augusto Passaglia. La collezione è immensa: più di 50 mila pezzi, il più importante esempio di museografia ottocentesca in città, con i più svariati oggetti d’arte (dai dipinti alle armature, dalle porcellane agli arredi antichi, dai ventagli

59






Antiques | Museo Stibbert

paintings, suits of armour, chinaware, ancient furnishings to fans and buttons) on display in an endless stream of neo-Gothic and neo-Renaissance rooms. The museum’s most interesting section is the suits of armour exhibit, which surpasses all the others in abundance, internationality and setting. Italian and German knights parade through the rooms fully clad in their suits of armour and arms, dating back to the 1500s and 1600s. The TurkishOttoman knights date back to the 16th century, while the Indian collection to the 16th and 17th centuries. The Japanese collection is the world’s biggest outside of Japan and includes samurai swords and armours. The painting area shows works by Sandro Botticelli, Carlo Crivelli, Domenico Beccafumi, Luca Giordano, Alessandro Allori, Pieter Brueghel the Young, Neri di Bicci and Pietro Lorenzetti. The antique furniture collection includes fifteenth-century chests, eighteenth-century glass cabinets and tables, and sumptuous leather upholstery.

ai bottoni) in un tripudio di sale neo-gotiche, neo-rinascimentali. La sezione più impressionante è sicuramente quella delle armature, unica per ricchezza, internazionalità e scenografia. Nelle sale sfilano come in corteo cavalieri italiani e tedeschi con il corredo di armamenti, risalenti per lo più al Cinque e Seicento. I cavalieri turchi ottomani risalgono al XVI secolo, mentre i pezzi della collezione indiana al XVI e XVII secolo. Non manca una collezione giapponese, la più grande al mondo fuori dal Giappone, con katana e armature appartenute agli ultimi samurai. Fra le opere di pittura, dipinti di Sandro Botticelli, Carlo Crivelli, Domenico Beccafumi, Luca Giordano, Alessandro Allori, Pieter Brueghel il Giovane, Neri di Bicci e Pietro Lorenzetti. Fra le altre collezioni eccelle il mobilio antico, con cassoni risalenti al Quattrocento, vetrine e tavoli del Settecento. Fastose sono le tappezzerie in cuoio. Museo Stibbert

Monday to Wednesday 10 am to 2 pm Friday to Sunday 10 am to 6 pm via F. Stibbert 26 (out of map) ph. +39 055 486049 - www.museostibbert.it

64




Florence’s antique dealers



Antiques | A.Palloni & C.

The shop in Borgo Ognissanti was started in the thirties and has been run by the same family since then. Haute Epoque and early-twentieth century furniture, but also objects, paintings and, above all, sculptures, the field they specialize in. They mostly sell through private and auction sales, to both Florentine and foreign customers. Per risalire all’apertura bisogna arrivare agli anni ’30: una storia che è un blasone per questo negozio in Borgo Ognissanti, da sempre della stessa famiglia. Mobili di alta epoca fino ai primi del ‘900; ma anche oggetti, dipinti e soprattutto sculture, settore su cui sono specializzati. I canali d’ acquisto privilegiati sono aste e privati. La clientela fiorentina ma anche stranieri. A. Palloni & C.

Monday to Saturday 9 am to 1 pm and 3.30 pm to 7.30 pm Borgo Ognissanti 19r (map C3) ph. +39 055 2398709

69


Antiques | A.Palloni & C.

70




Antiques | Alberto Boralevi

Antique dealer and architect, Alberto Boralevi is member of a family that has been dealing with ancient carpets and textiles for at least three generations. He specializes in tribal weavings, in rare and Haute Epoque carpet fragments, in Islamic textiles and embroideries and in Italian and Eastern-European traditional folk textiles. Besides dealing, he lectures on Oriental rugs and works as appraiser and consultant. Moreover he organises study tours to rug producing countries and for visiting important Rug Collections worldwide. Antiquario ed architetto, Alberto Boralevi appartiene ad una famiglia attiva nell’antiquariato dei tappeti e tessili antichi da almeno tre generazioni. Specializzato nelle tessiture tribali, nei frammenti di tappeti rari e d’alta epoca, nei tessuti e ricami islamici oltre che nei tessili popolari italiani e dell’Europa Orientale, tiene conferenze sui tappeti orientali e lavora come perito e consulente. Inoltre, organizza viaggi di studio nei luoghi di produzione e visite a importanti collezioni in tutto il mondo. Alberto Boralevi

by appointment only Via Santo Spirito 11 (map D5) ph. + 39 055 211423 - + 39 335 5427107 - www.albertoboralevi.com

73


Antiques | Alberto Boralevi

74




Antiques | Alessandro Romano Antichità

A third-generation antique dealer, Alessandro Romano has taken after his grandfather, Salvatore Romano, a major art collector and patron of the arts, who donated to the city of Florence a French collection of medieval and Renaissance sculptures, which are now kept in the Cenacle of the Church of Santo Spirito. Just like his father Francesco, Alessandro started his career very early in 1969. Passionately fond of sculptures, as per family tradition, Romano offers also paintings, drawings, furniture and other art objects, from the 16th to the 19th centuries, mostly of Italian origin, at his gallery in Borgo Ognissanti 31 r. Antiquario di terza generazione, Alessandro Romano ha preso da suo nonno, Salvatore Romano, grande collezionista e mecenate, che ha donato alla città una importante collezione francese di sculture medievali e rinascimentali, ora collocate nel Cenacolo di Santo Spirito. Come suo padre Francesco, Alessandro ha iniziato la sua carriera giovanissimo, nel 1969. Amante appassionato della scultura, secondo la tradizione di famiglia, nella sua galleria su Borgo Ognissanti 31 r, Romano seleziona anche dipinti, disegni, mobili e altri oggetti d’arte, dai secoli XVI-XIX, prevalentemente di origine italiana. Alessandro Romano Antichità

Monday to Saturday 10 am to 1 pm and 4 pm to 8 pm Borgo Ognissanti 31r (Map C4) ph. +39 055 211607 - www.romanoantique.com

77


Antiques | Alessandro Romano AntichitĂ

78




Antiques | Antichità Bruschi

Antichità Bruschi by Anita Almehagen deals with Haute Epoque art objects. Middle Ages, Renaissance and seventeenth-century sculptures and paintings, in addition to bronze and marble collector’s items. The shop offers also ornamental pieces, such as furniture and furnishing objects. The shop is targeted at customers interested in ancient objects and whose shopping is based on the pursuit of beauty and quality. Antichità Bruschi di Anita Almehagen si occupa di oggetti d’arte d’alta epoca. Scultura e pittura medievale, rinascimentale e seicentesca prevalgono insieme a oggettistica da collezione in bronzo e marmo. Il cliente potrà anche trovare pezzi decorativi, come mobili e soprammobili. L’idea del negozio è di proporre oggetti antichi a chi basa i propri acquisti sulla ricerca del bello e della qualità. Antichità Bruschi

Monday to Saturday from 10 am to 1 pm and 3 pm to 7 pm Via dei Fossi 42r (map D4) ph. +39 055 280970

81


Antiques | AntichitĂ Bruschi

82




Antiques | Antichità dei Bardi

Started in 1976 in Arezzo, the gallery is now based in Florence in the elegant Via dei Fossi, the city’s antiques dealers’ street par excellence. The gallery specializes in the finding and enhancement of artwork from the Middle Ages to the Baroque period with an emphasis on sculpture. Aperta nel 1976 ad Arezzo, oggi la galleria risiede a Firenze nel contesto prestigioso di via dei Fossi, una delle vie degli antiquari per antonomasia. E’ specializzata nella ricerca e nella valorizzazione dell’arte dal Medioevo al Barocco con un’attenzione particolare per la scultura. Antichità dei Bardi

Tuesday to Friday 9.45 am to 6.45 pm Via dei Fossi 11r (map D4) ph. +39 055 215688 - www.antichitadeibardi.com

85


Antiques | AntichitĂ dei Bardi

86




Antiques | Antichità Gabriele Pintucci

Antichità Gabriele Pintucci is an antiques dealer that specializes in ancient furniture and objects. Wardrobes, corner cupboards, chests of drawers, bedside tables, side-boards, secretaires, cabinets, tables, mirrors, paintings, sculptures and drawings from the sixteenth to the twentieth century, with an emphasis on the Empire and Napoleon III styles and Italian French-polished furniture. The gallery accepts also requests for the finding of special pieces. Antichità Gabriele Pintucci è una galleria antiquaria specializzata nella ricerca di mobili e oggetti antichi. Armadi, angoliere, cassettoni, comodini, credenze, segreteire, vetrine, tavoli, specchiere, quadri, sculture e disegni dal 1500 al design del ‘900. L’impero, il napoleone III e il mobile italiano - anche laccato - sono gli stili nei quali è maggiormente specializzata. La galleria accetta anche le richieste di ricerca di opere particolari. Antichità Gabriele Pintucci

Monday to Saturday 10 am to 1 pm and 3.30 pm to 7 pm Via del Sole 30r (map D3) ph. +39 328 2150796 - www.antichitagabrielepintucci.com

89


Antiques | AntichitĂ Gabriele Pintucci

90




Antiques | Antichità Gonnelli

Located in downtown Florence, in Via del Moro, Antichità Gonnelli is currently run by the third generation of a family of antiques dealers and has been in the business for over sixty years. The shop offers a wide range of Italian furniture from the 16th to the 19th centuries and works with many experts and art historians. It specializes in ancient frames, ancient Italian paintings and majolica artwork, and art objects, greatly in demand in the past few years. Nella centralissima via del Moro, Antichità Gonnelli è alla sua terza generazione di antiquari e vanta oltre 60 anni di attività. Il negozio propone una vasta gamma del mobile italiano dal 16 al 19 secolo e si avvale di numerose collaborazioni con studiosi e storici dell’arte. E’ specializzato in cornici antiche e nel mondo dei dipinti antichi italiani, della maiolica antica italiana e di oggetti d’arte, settori di forte interesse per il mercato degli ultimi anni. Antichità Gonnelli

Monday to Saturday 9 am to 1 pm and 3.30 pm to 7.30 pm Via del Moro 36-32 r (map D4) ph. +39 055 2396843

93


Antiques | AntichitĂ Gonnelli

94




Antiques | Antichità Le Colonne

The shop is housed in a historic sixteenth-century building, in a space featuring eight columns and vaulted ceilings, most probably a former open gallery which was later converted into a stable and carriage house. This shop’s most distinguishing feature is the variety of styles, periods and genres of both furniture and furnishing objects, mostly of Italian origin and workmanship. The business was started in the fifties and is now run by the family’s third generation, Marco and Susanna Baldacci. Il negozio è collocato in un antico palazzo del ‘500, lo spazio si apre su otto colonne con soffitti a volta probabilmente un’antica loggia aperta e successivamente adibita a stalla per i cavalli e ricovero delle carrozze. Una caratteristica di questo negozio è la varietà di stili, di epoche e tipologie, sia dei mobili e degli oggetti che degli arredi in genere tutti di originale fattura prevalentemente italiani. Un’attività iniziata negli anni Cinquanta, Marco e Susanna Baldacci sono alla terza generazione. Antichità Le Colonne

Monday to Saturday 9 am to 1 pm and 3.30 pm to 7 pm Via del Moro 38r (map D4) ph. + 39 055 283690 - www.antichitalecolonne.it

97


Antiques | AntichitĂ Le Colonne

98




Antiques | Antichità Leoncini

A passion developed with antiques fairs throughout Italy and converted into a business in 2001. Antichità Leoncini offers furniture, ancient objects and decorations, ancient animals, Haute Epoque collectibles in bronze, terracotta and marble and paintings. It specializes in the period 1600s-1700s. Una passione nata inizialmente con i mercati d’antiquariato in tutta Italia e diventata poi un punto di riferimento nel 2001. Antichità Leoncini propone mobili, oggetti antichi e arte decorativa, animali antichi, oggettistica di alta epoca come bronzi, terrecotte, marmi e dipinti. Periodo di specializzazione: ‘600-‘700. Antichità Leoncini

Monday to Tuesday 9 am to 12 noon and 3 pm to 7 pm Via dei Fossi 9r (map D4) ph. + 39 335 7112706

101


Antiques | AntichitĂ Leoncini

102




Antiques | Antichità Pino Marletta

The Gallery was started in 1958 out of restorer-antiques dealer Pino Marletta’s passion for art. Housed in one of Florence’s most beautiful buildings, Palazzo Ridolfi Guidi, once home to poetess Elizabeth Barrett Browning, the gallery, today under the direction of Pino’s son, Alessandro, an expert on Italian drawing, painting and sculpture from the sixteenth to the midnineteenth century and from 1920 to 1940, as well as on vintage objects, follows in the founder’s footsteps. La Galleria è stata fondata nel 1958 dalla passione per l’arte del restauratore-antiquario Pino Marletta. In uno dei più bei palazzi fiorentini, Palazzo Ridolfi Guidi, dimora un tempo della poetessa Elizabeth Barrett Browning, oggi la tradizione e la passione per l’arte continuano con la direzione del figlio Alessandro, antiquario specializzato in dipinti, disegni e sculture italiane dal Cinquecento alla prima metà dell’Ottocento e dal 1920 al 1940 ed oggetti di alto antiquariato. Antichità Pino Marletta

Monday to Saturday 9 am to 7 pm Palazzo Ridolfi Guidi - Piazza San Felice 10r (off map) ph. +39 055 294592

105


Antiques | AntichitĂ Pino Marletta

106




Antiques | Antichità Piselli Balzano

Piselli Balzano are among the few European antiques dealers and art collectors specializing in the textiles field because of their deep interest in fabrics. Many fabrics from their collection have been purchased by major international museums, such as the Bargello Museum of Florence and the Swiss Foundation Abegg Stiftung, which boasts one of the world’s most important ancient textile collections. Today, Paolo Balzano carries on the business established by his mother Mirella in 1967 with the same passion and professional competence, with an emphasis on the finding of ancient textiles. La particolare attenzione ai tessuti ha reso gli antiquari Piselli Balzano fra i pochi mercanti d’arte e d’antiquariato europei specializzati in questo campo. Molti tessuti appartenuti originariamente alla loro collezione sono stati acquistati da musei importanti come il Museo del Bargello di Firenze o la fondazione svizzera “Abegg Stiftung” che conserva una delle più importanti collezioni a livello mondiale di tessili antichi. Oggi Paolo Balzano prosegue l’attività creata nel 1967 dalla madre Mirella con la stessa passione e professionalità mantenendo un particolare interesse alla ricerca di tessili antichi. Antichità Piselli Balzano

Monday to Saturday 9.30 am to 1 pm and 4 pm to 7.30 pm Via Maggio 23r (map D5) ph. +39 055 2398029 - www.antichitapisellibalzano.it

109


Antiques | AntichitĂ Piselli Balzano

110




Antiques | Antichità Sandro Morelli

A shop established by Sandro Morelli in 1980 that specializes in the Haute Epoque period. It offers sculptures spanning from the Romanesque to the Renaissance age, Gothic/ Renaissance furniture, collectibles of various periods and provenance. In November 2013, the shop will move to a new location in Via Maggio 59r. Realtà aperta da Sandro Morelli nel 1980, specializzata in alta epoca. Qui troverete sculture dal periodo romanico al Rinascimento, mobili gotico-rinascimentali, oggettistica di diverse epoche e provenienze. Da novembre 2013 il negozio si trasferisce in via Maggio 59r. Antichità Sandro Morelli

Monday to Saturday 9.30 am to 1 pm and 3.30 pm to 7.30 pm Via Maggio 51r (map D5) ph. + 39 055 282789

113


Antiques | AntichitĂ Sandro Morelli

114



xxxxxxxxxx | nome xxxxxxx

116


Antiques | Artstudio

Galleria D’Arte Antica Artstudio di Giuliano Cappuzzo was started in Florence in 1980. Among its many offerings are one-of-a-kind pieces for collectors coming from all over the world, in addition to sculptures, paintings and art objects. The gallery specializes in Oriental art (Chinese and Japanese) and in ancient prints, with an emphasis on architecture, botany and maps. La Galleria D’Arte Antica Artstudio di Giuliano Cappuzzo nasce a Firenze nel 1980. Con le sue molteplici proposte di antiquariato propone pezzi unici per collezionisti che vengono da ogni parte del mondo, insieme alle sculture, ai dipinti e agli oggetti d’arte. La galleria si è specializzata nell’arte orientale (Cina e Giappone) e nella stampa antica, con particolare attenzione all’architettura, alla botanica e alle carte geografiche. Artstudio

Monday to Saturday 10 am to 1 pm and 3 pm to 7 pm Via Maggio 41r (map D5) ph. +39 055 282987

117


Antiques | Artstudio

118




Antiques | Bacarelli Arte Antica

Riccardo Bacarelli’s grandfather, Rizieri, started the antiques trade business in 1923. The historic gallery - which grew into a successful business under the direction of Benvenuto, Rizieri’s son - has been taking part in Florence’s Antiques Biennale since 1961 and is now run by Riccardo Bacarelli, who has taken the business to the international level. The gallery offers a wide selection of furniture, objects, sculptures and paintings from the Haute Epoque to the early 1800s. Riccardo Bacarelli specializes in Italian painting and sculpture from the Renaissance age to the late eighteenth century. Fu il nonno di Riccardo Bacarelli, Rizieri, ad avviare l’attività di commercio d’antiquariato nel 1923. La storica galleria - cresciuta sotto la guida di Benvenuto, figlio di Rizieri - partecipa fin dal 1961 alla Biennale dell’Antiquariato fiorentina ed è oggi diretta da Riccardo Bacarelli il quale ha sviluppato l’attività ad un livello internazionale nella quale offre un’accurata selezione di mobili, oggetti, sculture e dipinti dall’alta epoca fino ai primi dell’800. La scultura e la pittura italiana dal Rinascimento fino alla fine del XVIII secolo sono i settori di maggiore competenza di Riccardo Bacarelli. Bacarelli Arte Antica

Monday to Saturday 10.30 am to 2 pm and 3.30 pm to 7.30 pm Via dei Fossi 33/35r (map D4) ph. +39 055 215457 - www.bacarelli.com

121


Antiques | Bacarelli Arte Antica

122




Antiques | Biagiotti

The bottega, as the owners still enjoy calling it, was started in Via Maggio in 1962. Since then, they have been dealing with the purchasing and selling of furniture, objects and paintings of all periods, from the 1600s to the early 1900s. They mostly purchase from private collectors and personally choose what they believe is best for their Florentine and international clientele and in step with current taste. La “bottega”, come amano definirla i proprietari, apre in via Maggio nel 1962. Da allora si occupano dell’acquisto e della vendita di mobili, oggetti e quadri di tutte le epoche, dal ‘600 fino ai primi del ’900. Acquistano soprattutto da privati, facendo personalmente una selezione adatta alla loro clientela fiorentina ma anche internazionale e al mutare dei gusti e dei tempi Biagiotti

Monday to Saturday 9 am to 1 pm and 4 pm to 7 pm Via Maggio 49r (map D5) ph. +39 055 292117

125


Antiques | Biagiotti

126




Antiques | Boralevi

Boralevi has been offering a select choice of ancient decorative carpets since 1930. Every piece is selected carefully to satisfy the requests of a discerning clientele and the interesting services provided include carpet restoration and washing, the photo service - which allows customers to reorganize their collections by cataloguing the items in it -, renting service for private events, professional advice for exclusive locations such as hotels and cruiser liners, and the creation of custom-made carpets with the help of Italian designers. Boralevi propone dal 1930 un’esclusiva selezione di tappeti antichi e di decorazione. Una tradizione fatta di passione e di attenzione nei confronti della clientela alla quale sono dedicati una serie di interessanti servizi come la cura del tappeto attraverso restauri e lavaggi opportuni, il ‘photo service’ - che permette di gestire la propria collezione valorizzandola tramite un catalogo -, il servizio di noleggio per eventi privati, consulenze per ambienti esclusivi come alberghi, navi e ancora la creazione di tappeti su misura realizzati in collaborazione con designer italiani. Boralevi

Monday to Saturday 10 am to 1 pm and 3 pm to 7 pm Via Maggio 16r (map D5) ph. + 39 055 281756 - www.boralevi.com

129


Antiques | Boralevi

130




Antiques | Botticelli Antichità

The gallery specializes in Haute Epoque furniture and sculptures. In the past few years, the passion for special and unusual objects, the pursuit of quality and rarity in the choice of artifacts and the interest in the historical value of the objects on display has led the gallery to broaden its field of expertise to include paintings, in particular, gold-ground paintings and Wunderkammer-style ancient textiles and collectibles. La Galleria si connota sin dalle origini per una specializzazione in scultura e mobili di alta epoca. Negli ultimi anni, la passione per l’oggetto particolare e insolito, la ricerca della qualità e rarità dei manufatti ma anche l’attenzione per la storia materiale degli oggetti d’uso sono stati una linea guida nell’ampliamento del proprio campo di competenza: sono stati ammessi nello spazio espositivo non solo opere di pittura, in particolare fondi oro, ma anche tessuti antichi e oggetti da Wunderkammer. Botticelli Antichità

Monday to Saturday 10 am to 1 pm and 3 pm to 7 pm Via Maggio 39r (map D5) ph. +39 055 2302095 - www.botticelliantichita.com

133


Antiques | Botticelli AntichitĂ

134




Antiques | Chiavacci Antichità

In the antiques business since 1939, the shop spreads over 750 square meters of exhibition space divided into three rooms and including the upstairs gallery, housed in the magnificent sixteenth-century former convent of S.S. Spirito Santo. Its rich and eclectic collection spans from the 1600s to the early 1900s, from furniture to lamps, in addition to furnishing objects and collectibles such as chinaware, table clocks and bronze and glass items. The shop provides customers with full service, from technical consultancy for furnishing to restoration, as well as expert opinion and assistance for acquisition of single pieces or entire collections. Presente sul mercato dell’arte antiquaria dal 1939, vanta 750 mq di esposizione suddivisi in tre punti vendita e la galleria soprastante, ubicata nella splendida cornice dell’ex convento cinquecentesco di S.S. Spirito Santo. La ricca ed eclettica collezione spazia dal Seicento ai primi anni del Novecento, dal mobile al lampadario, passando attraverso complementi d’arredo ed oggettistica come porcellane, orologi da tavolo, bronzi, vetri e lampade. Offre al cliente un’assistenza completa, dalla consulenza tecnica per arredamento al restauro di oggetti, ed è a disposizione per perizie valutative e per acquisti sia di singoli oggetti che di intere eredità. Chiavacci Antichità

Monday to Saturday 9 am to 1 pm and 3.30 pm to 7.30 pm Via della Spada 58r (map D4) ph. + 39 055 2398696 - www.chiavacci-antiques.com

137


Antiques | Chiavacci AntichitĂ

138



xxxxxxxxxx | nome xxxxxxx

140


Antiques | Enrico Frascione

Treasurer of the Italian Antiques Dealers Association, Enrico Frascione has been offering a wide selection of Haute Epoque paintings since 1974. He specializes in the period 1200-1600 with an emphasis on the Renaissance age. The shop is wellknown also for its extensive assortment of ancient drawings, nearly exclusively Italian. Tesoriere dell’Associazione Antiquari d’Italia, Enrico Frascione è dal 1974 è un punto di riferimento per i dipinti antichi di alta epoca. Le sue opere abbracciano il periodo compreso tra il 1200 e il 1600 con un’attenzione particolare al Rinascimento. Tra le particolarità del negozio, una ricca selezione di disegni antichi quasi esclusivamente italiani. Enrico Frascione

by appointment only Via dei Fossi 61r (map D5) ph. +39 055 294087 - +39 335 7057740

141


Antiques | Enrico Frascione

142



xxxxxxxxxx | nome xxxxxxx

144


Antiques | Eredi Antonio Esposito – Galleria Antiquaria

In the heart of downtown Florence, just steps away from Palazzo Pitti, the elegant fourteenth-century gallery covers over 200 square meters in size and offers a wide and refined collection of furnishings, paintings and objects spanning from the early eighteenth century to the late nineteenth century, with an emphasis on eighteenth-century Neapolitan furniture and neoclassical furnishings. Today, Chiara and Iolanda Esposito run the Gallery with the deep passion for art, dedication, commitment and expertise that has been running in the family for three generations. Nel cuore artistico di Firenze, a due passi da palazzo Pitti, l’elegante spazio del XIV secolo si sviluppa su oltre 200 mq per ospitare la nutrita e ricercata collezione di arredi, dipinti e oggettistica la cui datazione va dagli inizi del ‘700 alla fine dell’800, con particolare predilezione per i mobili del pieno ‘700 Napoletano e arredi neoclassici. La Galleria oggi è condotta da Chiara e Iolanda Esposito che hanno ereditato dal padre non solo la grande passione per l’arte, ma anche la dedizione, l’impegno e l’esperienza che identificano questa tradizione di famiglia da tre generazioni. Eredi Antonio Esposito – Galleria Antiquaria

Monday to Saturday 10.30 am to 1 pm and 4 pm to 7 pm Via Maggio, 82r (map D5) ph. +39 055 219138 - +39 328 7093913 - www.galleriaesposito.com

145


Antiques | Eredi Antonio Esposito – Galleria Antiquaria

146




Antiques | Expertise

Expertise was established in 2001. A cozy and welcoming shop, accurately selected pieces. In 2007, the floor space was doubled. Walls and windows were filled with paintings, glass objects and, above all, ancient chinaware, Tuscan seventeenth-eighteenth century majolica objects, Italian and European Art-Nouveau and Deco ceramics. A sophisticated yet friendly atmosphere, a varied and stimulating environment that takes the customer on a journey through time, memories and emotions. Nel 2001 nasce Expertise; negozio intimo e accogliente, con oggetti sceltissimi. Dal 2007 lo spazio espositivo si moltiplica; pareti e vetrine si riempiono di quadri, vetri e soprattutto porcellane antiche, maioliche della tradizione toscana otto-novecentesca, ceramiche Liberty e Dèco italiane ed europee. Un’ atmosfera sofisticata e familiare, eterogenea e stimolante in cui simboli e riferimenti coinvolgono il visitatore in un viaggio attraverso le epoche, i ricordi e le emozioni. Expertise

Tuesday to Saturday 10 am to 1 pm and 4.30 pm to 7.30 pm Via Romana, 136r-138r (off map) ph. +39 339 6436613 - www.expertise-firenze.it

149


Antiques | Expertise

150



xxxxxxxxxx | nome xxxxxxx

152


Antiques | Fiorini Antichità

Just steps away from the Ponte Vecchio, in the heart of the ancient art gallery area, the historic Palazzo Martellini Rosselli Del Turco is home to the gallery run by Vincenzo Fiorini, who has been in the antiques business for over forty years. The gallery specializes in Haute Epoque tapestries, in addition to an exclusive and careful selection of silverware, furniture, scagliola works and fabrics. Fiorini Antichità provides also a tapestry and carpet restoration and conservation service. A due passi da Ponte Vecchio nel cuore delle gallerie d’arte antica, la prestigiosa cornice di Palazzo Martellini Rosselli Del Turco ospita l’attività di Vincenzo Fiorini, che da oltre quaranta anni opera nel campo dell’antiquariato. Fin dal suo esordio, la galleria si è specializzata in arazzi di alta epoca, accanto ai quali è proposta una esclusiva e accurata selezione di argenti, mobili, scagliole e tessili. Fiorini Antichità offre anche un servizio di restauro e conservazione per arazzi e tappeti. Fiorini Antichità

Monday to Saturday 9 am to 1 pm and 4 pm to 7.30 pm Via Maggio, 9 (map D5) ph. +39 055 284895 - www.fioriniantichita.it

153


Antiques | Fiorini AntichitĂ

154




Antiques | Frascione Arte

This gallery was started in the 1880s by great-grandfather Enrico, whose lifelong passion for fine painting has become the family’s trademark, and a way of life and business. The gallery located in Via Maggio and housed in the historic Palazzo Ricasoli Firidolfi was opened in 2013 under the direction of the members of the fourth and new generation of the family: Federico, Sasha and Alex. L’attività di questa galleria prende avvio negli anni Ottanta del XIX secolo con il bisnonno Enrico e il suo amore per i bei quadri che da allora sono marchio, essenza di vita e di lavoro per la famiglia. Questo di via Maggio, nel prestigioso Palazzo Ricasoli Firidolfi, è il nuovo spazio inaugurato nel 2013 grazie all’entusiasmo della nuova generazione rappresentata da Federico, Sasha e Alex, ovvero la quarta generazione. Frascione Arte

Monday to Saturday 10 am to 1 pm and 3 pm to 7 pm Via Maggio, 5 (map D5) ph. +39 055 2399205 - www.frascionearte.com

157


Antiques | Frascione Arte

158



xxxxxxxxxx | nome xxxxxxx

160


Antiques | Galleria Camiciotti

At a very young age, Ugo Camiciotti moved to Paris where he won the favour of great fashion designer Pierre Balmain, of whom he would be a sort of alter ego for nearly twenty years. However, his true passion was furniture, in particular, elegant nineteenth-century French furniture, overloaded with gold and decorations, very attractive to the sight. When he came back to Florence, he decided to start his own gallery. And so, Galleria Camiciotti has been offering beautiful and strictly French vintage furniture since 1967. Today, his grandson Stefano, a man of deep artistic feeling, offers advice to the discerning clientele of this little corner of France in the heart of Florence. Ugo Camiciotti si trasferì giovanissimo a Parigi, conquistando la fiducia del grande sarto Pierre Balmain, di cui fu una sorta di alter ego per quasi vent’anni. Ma la sua vera passione erano i mobili, quelli dell’ottocento francese, ricchi di ori e guarnizioni, dalle forme ridondanti e raffinate, che rapivano lo sguardo. 
Tornato a Firenze decise di aprire la sua galleria. Così dal 1967 la Galleria Camiciotti offre splendidi mobili e raffinatissimi arredi d’epoca, rigorosamente francesi. Oggi è il nipote Stefano, uomo di grande sensibilità artistica, a dispensare consigli all’esigente clientela di quest’angolo fiorentino di Francia. Galleria Camiciotti Monday to Friday 9 am to 6.30 pm Saturday 9 am to 1 pm and 4 pm to 7 pm Via Santo Spirito, 9r (map C5) ph. +39 055 294837

161


Antiques |Galleria Camiciotti

162




Antiques | Simone Romano e Figli

The grandchildren of Salvatore Romano, the donor of the Foundation having the same name of the Cenacle and Museum of Santo Spirito in Florence. The fourth generation of a family of antiques dealers, they have been competing on the national and international market since 1969, when they opened their own gallery. Major lenders of artwork to national and foreign exhibitions. The gallery, housed in an old Franciscan monastery next to the Church of Ognissanti, shows collections of paintings, sculptures, drawings, furniture and art objects. Since always, a gathering place for museum curators, scholars, art critics and lovers. Nipoti di Salvatore Romano, donatore della Fondazione omonima nel Cenacolo e Museo di Santo Spirito a Firenze. Antiquari alla quarta generazione, presenti sul mercato nazionale ed internazionale, con galleria propria dal 1969. PiÚ volte prestatori di opere a mostre nazionali ed estere. La galleria, in un ambiente suggestivo nel vecchio complesso conventuale francescano a fianco della chiesa di Ognissanti, ospita, come da tradizione, raccolte di pittura, scultura, disegni, mobili e oggetti d’arte. Da sempre luogo di incontro e di ritrovo per curatori di musei, studiosi, critici e amanti dell’arte. Simone Romano e Figli

Monday to Saturday 9.30 am to 1.30 pm and 4 pm to 7.30 pm Borgo Ognissanti, 36 (map C3) ph. +39 055 2396006

165


Antiques | Galleria Ottaviani di Simone Romano

166




Antiques | Galleria Pasti Bencini

Established in 1986, Galleria Pasti Bencini specializes in ancient painting from the late 1400s to the mid-1800s, of Italian, European and foreign provenance. The gallery purchases in Italy and abroad and sells to both Italian and international customers, in addition to museums and major art collectors. Among the main criteria considered in the selection of the pieces are the artistic and aesthetic value as well as the current fashion and market trends. Aperta nel 1986, la Galleria Pasti Bencini è specializzata in pittura antica dal tardo Quattrocento alla metà del XIX secolo, non solo italiana ma anche europea e straniera. I mercati di riferimento per gli acquisti sono l’Italia ma anche l’estero, la clientela italiana e soprattutto internazionale, oltre ai musei e alle grandi collezioni. I criteri di selezione la valenza artistica ed estetica dell’oggetto, ma anche il polso del gusto e delle mode e l’andamento del mercato. Galleria Pasti Bencini

Monday to Saturday 10 am to 12.30 am and 4 pm to 7 pm Via Maggio 26r (map D5) ph. +39 055 282384

169


Antiques | Galleria Pasti Bencini

170




Antiques | Gallori Turchi Antichità

The business was founded in 1942 by Giorgio Turchi, a man endowed with good taste and a sharp artistic sense. The passion for art has been handed down from father to son and today the gallery is run by the youngest member of the family, Gherardo, who shares his grandfather’s and father Bruno’s love of antique furniture and weapons, the distinguishing feature of this historic gallery, which offers also a wide selection of majolica objects, ancient paintings and vintage furniture of the highest quality. L’attività fu fondata nel 1942 da Giorgio Turchi, uomo di grande gusto e con una spiccata sensibilità artistica. Una passione per l’arte poi tramandata di padre in figlio, la stessa che oggi contagia la nuova leva della famiglia, Gherardo, il quale è accomunato al nonno e al padre Bruno dalla passione per l’antiquariato e le armi antiche, una delle effigi più importanti di questa storica galleria, che vanta inoltre un’accurata selezione di maioliche, antichi dipinti e mobili di alto profilo antiquariale. Gallori Turchi Antichità

Monday to Saturday 9.30 am to 1 pm and 3.30 pm to 7.30 pm Via Maggio, 14r (map D5) ph. +39 055 282279

173


Antiques | Gallori Turchi AntichitĂ

174




Antiques | Giampaolo Fioretto Antichità

The gallery, housed in a fifteenth-century building, was started in 1974 and is, rightly, the heir to one of the most prestigious and oldest antiques shops in Florence, Orselli (founded in the year 1878), with two tsars and Queen Victoria counted among its customers. The two-floor, 140-square-meter gallery offers rare and highly sophisticated pieces of all periods and in all styles, from ancient books to sculptures and drawings. In questo palazzo del XV secolo la galleria apre nel 1974 raccolgiendo a tutti gli effetti l’eredità di un secolo di storia ed esperienza della precedente galleria antiquaria Orselli (anno di fondazione 1878) tra le più antiche a Firenze, visitata da ben due Zar e dalla Regina Vittoria. Nei 140 mq disposti su due livelli si possono ammirare e acquistare pezzi rari e raffinatissimi di ogni epoca e genere, dal libro antico alla scultura, al disegno. Giampaolo Fioretto Antichità

Monday to Saturday 9.30 am to 1 pm and 3.30 pm to 8 pm Borgo Ognissanti, 43r (map C3) ph. +39 055 214927

177


Antiques | Giampaolo Fioretto AntichitĂ

178




Antiques | Gianluca Salvatori Antichità

The gallery was started in 2010, but it is the result of twenty-five years of business and research in the antiques field. Customers are always surprised by the uncommon layout and size of the rooms, completely unexpected from the outside. The gallery specializes in Italian Gothic and Renaissance sculptures, but in the past few years it has been passionately into the Baroque style and even twentieth-century sculpture. The gallery’s collection includes vintage furniture, paintings and objects of the highest quality. La galleria apre nel 2010, ma raccoglie idealmente l’eredità di venticinque anni di lavoro e studio nel campo dell’antichità. I locali sorprendono sempre il visitatore per l’insolita disposizione degli ambienti e per l’insospettata ampiezza. Specializzata in scultura italiana gotica e rinascimentale, negli ultimi anni si è dedicata anche al Barocco e persino a qualche invasione nella scultura del Novecento. Completano la collezione della galleria mobili, dipinti ed oggetti di elevato livello antiquariale. Gianluca Salvatori Antichità

Tuesday to Saturday 9.30 am to 1.30 pm and 3 pm to 7.30 pm Monday 3 pm to 7.30 pm Closed on Saturdays and Monday mornings in summertime Via dei Fossi, 38r (map D4) ph. +39 055 0540262 - +39 348 3184444

181


Antiques | Gianluca Salvatori AntichitĂ

182




Antiques | Giorgio Baratti Antiquario

Giorgio Baratti, Tuscan by birth, is an accomplished antique dealer and artconnoisseur always searching for new trends, fields and moods of the artmarket. His career has led him to open three Galleries in majorItalian locations: Milan, Florence and Cortina.His galleries feature works by artists of the caliber of Santi di Tito, Guido Reni, Luca Giordano and Fulvio Signorini, just to mention a few of them. Giorgio Baratti, toscano di nascita, è un antiquario e conoscitore d’arte sempre alla ricerca di nuove tendenze e di rilevare il polso del mercato dell’arte. Durante la sua carriera ha aperto tre gallerie in diverse parti d’Italia: Milano, Firenze e Cortina. Nelle sue gallerie possiamo trovare artisti come Santi di Tito, Guido Reni, Luca Giordano e Fulvio Signorini solo per citarne alcuni. Giorgio Baratti Antiquario

Monday to Saturday 10 am to 1 pm and 4 pm to 8 pm Borgo Ognissanti 37r (map C3) ph. + 055 2650399 - www.giorgiobaratti.com

185


Antiques | Giorgio Baratti Antiquario

186




Antiques | Giovanni Conti Antiquario

In order to fully understand the eclectic and wide-ranging nature of this gallery- which has been housed in Palazzo Lanfredini since 1965- it may be useful to learn more about its founder, Giovanni Conti. He began working at a very young age, first at the Bellini Gallery and then on the conservation of Harold Acton’s collections. On behalf of the heirs, he also made the inventory of the furnishings of Acton’s historic villas. Though particularly fond of Italian Renaissance majolica artwork (on which he published some studies, including the first cataloging of the Bargello collection), he is deeply interested in all fields of antiques. His frequent participation in expert commissions proves his extensive knowledge and professional competence. Per comprendere il timbro eclettico e d’alto profilo di questa galleria - dal 1965 a Palazzo Lanfredini - vale la pena conoscere la storia del suo fondatore, Giovanni Conti. Inizia giovanissimo l’attività, dalla Galleria Bellini alla conservazione delle collezioni di Harold Acton con la stesura, su incarico della New York University, del ponderoso inventario degli arredi delle sue Ville storiche. Un particolare interesse per la maiolica italiana del Rinascimento, e la pubblicazione di alcuni studi (compreso la prima catalogazione della raccolta del Bargello), non compromettono la sua affezione per ogni altra espressione dell’antiquariato. La frequente presenza in varie Commissioni di esperti è riconoscimento di provata esperienza e di correttezza professionale. Giovanni Conti Antiquario

Monday to Sunday 11 am to 1 pm and 5 pm to 8 pm Lungarno Guicciardini, 11 (map D5) ph. +39 055 282353 - +39 339 2516487

189


Antiques | Giovanni Conti Antiquario

190




Antiques | Giovanni Melli

The family business was started in the city of Ferrara by greatgreat-grandfather, Angelo. In 1861, the Melli family moved to Florence where they opened the well-known shop on the Ponte Vecchio. Today, Giovanno Melli follows in his grandfather Gustavo’s footsteps and carries on the business. The shop offers a sophisticated selection of eighteenth and fourteenth-century jewelry, in addition to old books and prints, miniatures, seals, silverware and precious collectables. L’attività di famiglia venne avviata nella città di Ferrara dal trisavolo, Angelo. Nel 1861 la famiglia Melli si stabilì a Firenze dove aprirono il prestigioso negozio sul Ponte Vecchio. Oggi Giovanni Melli prosegue questa tradizione imparata dal nonno Gustavo e continua l’attività nello storico negozio. Qui è raccolta una raffinata selezione di gioielli antichi del XVIII e XIV secolo insieme a libri e stampe antiche, miniature, sigilli, argenti e pregiati objects de vertu. Giovanni Melli

Monday to Saturday 10 am to 7 pm Ponte Vecchio, 48 (map E5) ph. +39 055 2608397 - www.giovannimelli.com

193


Antiques | Giovanni Melli

194




Antiques | Giovanni Pratesi Antiquario

Giovanni Pratesi, antiques dealer since 1960, has his shop housed in Palazzo Ridolfi, in one of Florence’s major antiques’ streets. He has been president of the Italian Association of Antiques Dealers since 1995 and secretary-general of Florence’s International Antiques Biennale since 2001. Art collector and patron of the arts, he has supported and sponsored the restoration of many paintings, sculptures and public monuments, such as the Serristori Chapel in Figiline Valdarno and the monument to Anatolio Demidoff in Piazza Demidoff in Florence, besides having made many donations to Florentine museums. Giovanni Pratesi, antiquario dal 1960, risiede per la sua attività, a Palazzo Ridolfi, affacciato su una delle vie storiche dell’alto antiquariato a Firenze. E’ Presidente dell’Associazione Antiquari d’Italia dal 1995, dal 2001 Segretario Generale della Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze. Collezionista e mecenate ha patrocinato numerosi restauri di quadri e sculture e monumenti pubblici: Cappella Serristori a Figline Valdarno, il monumento di Anatolio Demidoff nella piazza Demidoff di Firenze, oltre a numerose donazioni a Musei fiorentini. Giovanni Pratesi Antiquario

Tuesday to Friday 9.30 am to 1 pm and 3.30 pm to 7 pm Monday 3.30 pm to 7 pm - Saturday 9.30 am to 1 pm Via Maggio, 13 (map D5) ph. +39 055 2396568

197


Antiques | Giovanni Pratesi Antiquario

198




Antiques | Il Mercante Antichità

Some years ago, Mario Alberghini decided to move the business from downtown Florence to the Chianti area where two large spaces and ten windows are filled with two different kinds of antiques: nineteenth-century and early twentieth-century Tuscan countryside furniture in the first big room; Haute Epoque furnishings, paintings and objects in the other one. On view in the large square opposite the shop is a wide selection of vintage outdoor furnishings such as stone fountains and basins, and wrought iron furniture and gazebos. Dal centro storico di Firenze, Mario Alberghini alcuni anni fa ha deciso di spostare la sua attività alle porte del Chianti, dove due grandi spazi e ben dieci vetrine ospitano due diversi settori dell’antiquariato: oggettistica e mobilia rurale toscana dell’Ottocento e primi Novecento nel primo grande spazio; arredi, dipinti e oggetti di Alta Epoca nell’altro adiacente. Nel grande piazzale antistante, troviamo invece una vasta selezione di oggetti per ristrutturazione antica da esterni come fontane e vasche in pietra, cancelli, arredi e gazebo in ferro battuto. Il Mercante Antichità

Monday to Saturday 9 am to 1 pm and 4 pm to 8 pm Via Copernico, 39-43, Figline Valdarno - Firenze (off map) ph. +39 055 959392 - +39 335 346395

201


Antiques | Il Mercante AntichitĂ

202




Antiques | L’Auriga Antiquariato

Relying on her solid academic background and eclectic personality, Maria Chiara Donnini started her own business with an antiques shop in 1988. An expert on the Oriental, in particular, Chinese culture and world, she is committed to stylistic and historical research into Far-Eastern artwork of various periods. Her gallery provides also a renting service for exhibitions, fashion shows and receptions. Forte di
 una solida formazione accademica e di una personalità eclettica Maria Chiara Donnini
 inizia la sua attività con un negozio di antiquariato nel 1988. Competente della cultura e del mondo orientale, soprattutto cinese, gestisce con raffinata ricerca stilistica e storica, le proposte artistiche della sua galleria con opere d’Arte dell’Estremo Oriente di varie epoche. La sua galleria
offre anche un servizio noleggio per mostre , sfilate di moda, ricevimenti. L’Auriga Antiquariato

Tuesday to Saturday 10.30 am to 1 pm and 3 pm to 7 pm Monday 3 pm to 7 pm Sdrucciolo dei Pitti, 20r (off map) ph. +39 055 294928 - + 39 333 4005828

205


Antiques | L’Auriga Antiquariato

206




Antiques | Leone Cei & Figli

Established in 1937, the Leone Cei & figli gallery developed under the watchful eye of Piero Cei, one of Leone’s children. It specializes in paintings, furniture and art objects from the 15th to the 19th centuries purchased from well-known Italian and foreign art collections. The gallery sells to prestigious museums and major art collectors, while continuing to research and study and taking part in art exhibitions and fairs. Nata nel 1937, la galleria Leone Cei & figli è cresciuta con la figura di Piero Cei uno dei due figli di Leone.
Specializzata in dipinti, mobilio e oggetti d’arte dal XV al XIX secolo, vanta acquisizioni dalle più famose collezioni italiane ed estere e vendite a prestigiosi musei e importanti collezionisti privati. Attività parallela altrettanto importante, quella di ricerca, studio e la partecipazione a mostre d’arte culturali e di mercato. Leone Cei & Figli

Monday to Saturday 9.30 am to 2 pm and 3.30 pm to 7.30 pm Via dei Fossi 47 r (map D4) ph. +39 055 2396039 - www.leonecei.com

209


Antiques | Leone Cei & Figli

210




Antiques | Leopoldo & co Antichità e design

Here the classic and contemporary come together and create unique atmospheres. The magnificent French-polished furniture, the glint of ebony, Oriental mystery and the charming Deco style welcome Florentine and foreign customers in this beautiful shop in Piazza de’ Frescobaldi. Established over ten years ago, the Gallery offers a refined selection of furniture, paintings, lamps, glass and furnishing objects, with an emphasis on the early 1900s. Qui si incontrano classico e contemporaneo, creando atmosfere uniche. Lo splendore delle lacche, i riflessi dell’ebano, magie d’Oriente e il fascino charmant dell’Art Decò accolgono i clienti fiorentini e internazionali nel bellissimo spazio in Piazza de’ Frescobaldi. Aperta ormai da più di 10 anni la Galleria offre una raffinata selezione di mobili, quadri ma anche vetri lumi e oggettistica, con una predilezione per i primi del XX secolo. Leopoldo & co Antichità e design

Monday afternoon to Saturday 10.30 am to 1 pm and 4 pm to 5 pm Piazza Frescobaldi 1-2 r (map D5) ph. + 39 055 280991 - www.leopoldoantichita.com

213


Antiques | Leopoldo & co AntichitĂ e design

214




Antiques | Massimo Fattorini

Massimo Fattorini started the gallery in the 1990s by putting to good use the experience in the sales and restoration of ancient furniture gained by working side by side with his father since he was a young man. The 100-square-meter shop, overlooking the picturesque Via di San Niccolò, offers a wide collection of ancient furniture, the gallery’s main asset, but also paintings and objects spanning from the 16th to the 19th centuries. Massimo Fattorini fonda la sua galleria negli anni ’90 mettendo a frutto un’esperienza di commercio e restauro di mobili antichi, maturata a fianco del padre sin dall’adolescenza. Nei suoi 100 mq affacciati sulla suggestiva Via di San Niccolò, questo spazio offre un’ampia galleria di mobili e arredi antichi, la vera effige di questa attività, ma anche quadri e oggetti che vanno dal XVI al XIX secolo. Massimo Fattorini

by appointment only Via di San Niccolò, 71r (off map) ph. +39 055 2342760 - +39 335 8354509

217


Antiques | Massimo Fattorini

218




Antiques | Moretti Fine Art

Located in the heart of downtown Florence, between Palazzo Strozzi and Piazza Santa Maria Novella, Galleria Moretti (with branches in London and New York) attracted the attention of major art collectors in 1999 with the opening of the exhibition “From Bernardo Daddi to Giorgio Vasari” and, since then, has been specializing in Italian, in particular, Tuscan Haute Epoque paintings. The gallery takes part in major international antiques fairs throughout Europe and the United States, among which are Tefaf - Maastrict, Frieze Masters in London, Palazzo Corsini in Florence, the Biennale des Antiquaires in Paris. Situata nel cuore di Firenze, tra palazzo Strozzi e Santa Maria Novella, la Galleria Moretti (con filiali anche a Londra e New York) è stata aperta al pubblico dei grandi collezionisti nel 1999 con l’inaugurazione della mostra “Da Bernardo Daddi a Giorgio Vasari”, e da subito si è contraddistinta per la sua specializzazione nei dipinti di alta epoca italiani, e soprattutto toscani. La galleria è presente alle più prestigiose manifestazioni antiquarie in Europa e negli Stati Uniti, tra le quali meritano di essere ricordate il Tefaf - Maastrict, Frieze Masters a Londra, Palazzo Corsini a Firenze, la Biennale des Antiquaires a Parigi. Moretti Fine Art

by appointment only Piazza degli Ottaviani, 17r (map D4) ph. +39 055 2654277- www.morettigallery.com

221


Antiques | Moretti Fine Art

222




Antiques | NB Antichità

Started two years ago, Galleria NB Antichità by Natalya Baklarova offers an interesting collection of chinaware, ivory items, silverware, collectibles and paintings of various provenance and periods, from the 15th century to the present day. It specializes in Asian art. In addition to the antiques shop, the gallery is partner to Florence Number Nine auction house. Inaugurata due anni fa, la galleria NB Antichità di Natalya Baklarova vanta una interessante collezione di porcellane, avori, argenti, piccola oggettistica e dipinti di varie provenienze ed epoche, dal XV secolo sino all’epoca moderna. Specializzata nell’arte asiatica, oltre a negozio d’antiquariato la galleria è partner della casa d’aste Florence Number Nine. NB Antichità

Monday to Saturday 10 am to 1 pm and 3 pm to 7.30 pm Via Maggio 80r (map D5) ph. +39 055 2381017 - +39 347 8825028

225


Antiques | NB AntichitĂ

226




Antiques | Paolo Paoletti Cose Antiche

Established in 1969 in Via Maggio, Paoletti offers a wide selection of furniture, furnishing objects and paintings from the 1800s to the early 1900s and Deco style. The passion for the Haute Epoque period has led the owners to the finding of very old pieces, even dating back to the 1600s, which are becoming increasingly rare. The gallery’s offerings are meant for both private sales and auctions, especially Florentine but also international customers. Aperti dal 1969 in via Maggio, Paoletti ha una vasta selezione di mobili, oggettistica, quadri, dall’Ottocento per arrivare ai primi del ‘900 e all’Art Decò. Una predilezione per l’Alta Epoca li spinge a cercare anche indietro nel tempo, fino arrivare a pezzi del ‘600, ormai sempre più rari. I loro mercati di riferimento per l’acquisto sono privati e aste, la clientela soprattutto fiorentina ma anche internazionale. Paolo Paoletti Cose Antiche

Monday to Saturday 9 am to 1pm and 3.30 pm to 7.30 pm Via Maggio 30r (map D5) ph. + 39 055 215487

229


Antiques | Paolo Paoletti Cose Antiche

230




Antiques | Parronchi Dipinti 800-900

Galleria Parronchi was started in Florence in 1977, in Via Borgognissanti. In 1984, the business moved to the current premises in Via dei Fossi. In springtime and fall, the gallery houses solo and collective exhibitions on nineteenth and early-twentieth century painting, both Tuscan and of other Italian schools and currents. The gallery has a library consisting of over 3.000 volumes on nineteenth and twentieth-century Italian painting, which is one of Florence’s major private collections. La galleria Parronchi apre a Firenze nel 1977, in Via Borgognissanti. Nel 1984 si trasferisce in Via dei Fossi, sede attuale. Annualmente, in primavera e in autunno, la galleria propone mostre monografiche o collettive a tema sulla pittura dell’Ottocento o del primo Novecento, non solo toscana, ma anche di altre scuole e correnti italiane.
La galleria possiede una biblioteca specializzata in pittura italiana del XIX e XX secolo, che comprende oltre 3.000 volumi e che si colloca fra le più importanti raccolte private. 

 Parronchi Dipinti ‘800 ‘900

by appointment only - ph. +39 055 215109 Via dei Fossi 18r (map D4) www.galleriaparronchi.it

233


Antiques | Parronchi Dipinti 800-900

234




Antiques | Roberto Innocenti di Patrussi Donata e C. Antiquariato Vetri d’ Arte

For over twenty-five years, the galleries have been dealing with twentieth-century Decorative Arts by selecting exclusively original objects and furniture by internationally-renowned artists and targeted at Italian and foreign collectors and connoisseurs. One of the galleries specializes in the art of glassmaking with vase collections by the world’s best artists as well as French, Italian, Austrian and American productions. The atmosphere oozes with the owners’ passion for beautiful and rare objects of different styles and periods that coexist in perfect harmony. Da oltre 25 anni le gallerie si occupano dell’ Arte Decorativa del Novecento selezionando esclusivamente oggetti e mobili originali d’epoca, allargando gli orizzonti sul Design internazionale e rivolgendosi ad un pubblico di esperti e collezionisti italiani e stranieri. Protagonista all’interno di una delle gallerie l’Arte del Vetro con collezioni di vasi dei migliori artisti e produzioni francesi, italiani, austriaci ed americani. L’atmosfera che si respira è quella di una grande passione per cose belle e rare cercando di far convivere stili, artisti ed epoche diverse in perfetta armonia. Roberto Innocenti di Patrussi Donata e C. Antiquariato Vetri d’ Arte Monday to Saturday 10 am to 1 pm and 3.30 pm to 7.30 pm Via Palmieri 28/29 r (map H4) ph. +39 339 5941073 - +39 393 6100067 - www.robertoinnocenti.it

237


Antiques | Roberto Innocenti di Patrussi Donata e C. Antiquariato Vetri d’ Arte

238




Antiques | Tettamanti Antichità

The gallery was started in 1998 in Via Maggio. It specializes in decorative arts of European provenance and has gained, over the years, expertise in painting and sculpture of the 1700s and 1800s. The main criteria considered in the selection of the pieces are the quality and historical-artistic value of the object. The gallery purchases through both private and auction sales. The clientele is of Italian and foreign origin, in addition to museums and major art collectors. La galleria ha aperto nel ’98 in via Maggio. Specializzata in arti decorative di provenienza europea, ha maturato negli anni una grande attenzione per la pittura e la scultura. I periodi di riferimento sono il Settecento e l’Ottocento. La selezione viene fatta sulla qualità e sulla valenza storico artistica dell’oggetto. I mercati di riferimento per l’acquisto sono sia privati che aste. La clientela è italiana e internazionale, oltre ai musei e alle grandi collezioni. Tettamanti Antichità

by appointment only Monday to Saturday 10 am to 1 pm and 3.30 pm to 7.30 pm Via Maggio 22/r (map D5) ph. +39 348 2287947 - +39 055 218044

241


Antiques | Tettamanti AntichitĂ

242




Antiques | Tornabuoni Arte

The ground floor of a historic fourteenth-century building houses a rich collection of pieces of various periods and origin - paintings, sculptures and furniture -, from the Middle Ages to the 19th century. Worth the visit alone is the room hung with black velvet, where the 14th and 15th century paintings, the so-called “gold grounds”, are on view. In 2007, the Gallery’s contemporary section held an exhibition drawing a parallel between ancient and contemporary art titled “From Gold Grounds to Lucio Fontana”. Nella sede al piano terra del prestigioso palazzo trecentesco è ospitata una ricca collezione di pezzi di varie epoche e di varie provenienze, sia dipinti e sculture che arredi, dal Medio Evo al XIX secolo. Da visitare assolutamente la suggestiva saletta, parata di velluto nero, dedicata ai dipinti del Trecento e Quattrocento, i cosiddetti “fondi oro”. E’ del 2007 un suggestivo confronto tra arte antica e contemporanea, in collaborazione con la sezione contemporanea della Galleria dal titolo “Dai Fondi oro a Lucio Fontana”. Tornabuoni Arte - Arte Antica

Monday 3.30 pm to 7.30 pm Tuesday to Saturday 9 am to 1.30 pm and 2.30 pm to 7.30 pm Via Maggio 38/40 r (map D5) ph. +39 055 2670260 – www.tornabuoniarte.it

245


Antiques | Tornabuoni Arte

246




Antiques | Traslucido

Established in 1985, Traslucido specializes in the Art Nouveau and Art Deco period, by accurately selecting furniture, objects (glass and ceramic), lamps, paintings and sculptures of both Italian and foreign origin. The ceramics have been designed by artists of the caliber of Gio Ponti, Galileo Chini, Cantagalli, Gambone, Lenci, while the Murano glass objects are by Venini, Seguso, Barovier. The shop is located in Via Maggio, near the exhibition space housed in the historic Palazzo Ricasoli. Aperto nel 1985, Traslucido predilige il periodo storico del Liberty e del Decò, selezionano accuratamente mobili, oggetti (vetri e ceramiche), illuminazione, dipinti e sculture di scuola italiana ma anche di altri paesi. Fra le ceramiche si possono elencare autori quali Gio Ponti, Galileo Chini, Cantagalli, Gambone, Lenci; per i vetri di Murano, Venini, Seguso, Barovier. Il negozio si trova in via Maggio, vicino allo spazio espositivo all’interno del prestigioso Palazzo Ricasoli. Traslucido

Monday to Saturday 10 am to 1 pm and 4 pm to 7 pm Via Maggio 11r (map D5) ph. +39 055 212750 - www.traslucido.it

249


Antiques | Traslucido

250




Antiques | Turchi Giovanni Antichità

Housed in the magnificent fifteenth-century building which was once home to Bianca Cappello, restructured by architect Bernardo Buontalenti and decorated with grotesque motifs by Bernardino Poccetti around 1580, the shop is today run by Giovanni Turchi, alongside his daughters Olivia and Elisa, who carries on the antiques business established by his father Giorgio and mother Niccolina Gallori in 1942. The shop specializes in ancient arms and suits of armour, in addition to a selection of furniture, paintings and sculptures, mostly of Italian provenance, spanning from the Haute Epoque to the early 1800s. Nello splendido palazzo che fu di Bianca Cappello, edificio quattrocentesco ristrutturato dall’architetto Bernardo Buontalenti e decorato a grottesche da Bernardino Poccetti intorno al 1580, Giovanni Turchi prosegue oggi insieme alle figlie Olivia ed Elisa l’attività antiquaria iniziata nel 1942 dal padre Giorgio e dalla madre Niccolina Gallori. Armi e armature antiche insieme ad una accurata selezione di mobili, dipinti e sculture principalmente di provenienza italiana e con una collocazione cronologica dall’Alta Epoca agli inizi dell’Ottocento rappresentano la peculiarietà di questa storica galleria. Turchi Giovanni. Antichità, Alta Epoca, Armi Antiche dal 1942 Monday to Saturday 9.30 am to 1 pm and 4 pm to 7.30 pm Via Maggio 42r (map D5) ph. +39 055 218302 - +39 340 2565033 Via Maggio 50-52 (map D5) ph. +39 055 217341 - +39 347 3633334

253


Antiques | Turchi Giovanni AntichitĂ

254




Antiques | Velona Antichità

Galleria Velona Antichità, started in 1960 by Pasquale Velona and now run by Furio Velona with the collaborationof his son Filippo, has been located in Via dei Fossi since 1963. It offers a selection of Italian, British and French furniture ranging from eighteenth-century Tuscan and Veneto pieces to British Victorian furniture to the French Empire and Tuscan Directoire style. Velona offers also an assortment of Italian seventeenth and eighteenth-century paintings, lamps, bronze items and chinaware, collectibles and art objects. La Galleria Velona Antichità fondata nel 1960 da Pasquale Velona, oggi è diretta da Furio con la collaborazione del figlio Filippo, rispettivamente seconda e terza generazione della famiglia. La Galleria offre una selezione di mobili italiani, inglesi e francesi che vanno da alcuni esemplari del ‘700 toscani e veneti ai mobili inglesi di epoca vittoriana per finire all’Impero francese e al Direttorio toscano.Velona propone inoltre una scelta di dipinti di scuola italiana del ‘600 e ’700; lampadari, oggetti in bronzo e porcellana, curiosità ed oggetti d’arte. Velona Antichità

Monday to Saturday 9.30 am to 1 pm and 3.30 pm to 7.30 pm Via dei Fossi 31 r (map D4) ph. +39 055 287069

257


Antiques | Velona AntichitĂ

258



Gruppo Editoriale edited by

Matteo Parigi Bini editorial organization

Alessandra Lucarelli

Texts Teresa Favi, Francesca Lombardi, Alessandra Lucarelli, Mila Montagni, Guido Parigi Bini art direction

Marta Innocenti Ciulli photos

Dario Garofalo graphics

Chiara Bini, Alessandro Patrizi translations

Tessa Conticelli collaboration with

special thanks to

Associazione Via Maggio supported by

con il patrocinio del

Š Gruppo Editoriale srl Alex Vittorio Lana, Matteo Parigi Bini Via Piero della Francesca, 2 - Prato www.gruppoeditoriale.com Š All rights reserved | Tutti i diritti riservati Finito di stampare nel mese di settembre 2013 Printed in Italy - Tipografia Baroni e Gori


antiques shopping guide

ISBN 9788864820101

â‚Ź 9,90

Florence’s antique dealers Museo Bardini Museo Nazionale del Bargello Museo Horne Fondazione Romano Museo Stibbert

rivenditori autorizzati

Gruppo Editoriale