Issuu on Google+

n.11 summer 2013

h

e

d

i

v

i

n

e

c

o

a

s

Gruppo editoriale

spedizione in abbonamento postale 45% - art. 2, lettera b - legge 662/96 - filiale di Firenze - contiene IP - euro

t

h

e

d

i

v

i

n

e

c

o

a

s

t

5,00 free copy

t

capri spa

cover story Madalina Ghenea Fashion s/s 2013 | Sixties attack movies Pascal Vicedomini | Vincenzo Salemme Art Massimo Kaufmann | Enrico Caruso | Felice limosani Itineraries Capri villas | an hour away from capri oplontis | Downtown Naples

t


C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K


Developed by

www.stefanoricci.com


56

130

80

11

summer in this issue

COVER STORY

64

Madalina Ghenea

24

Paolo Desiderio

Un angolo in Piazzetta

Femme Fatale

A little corner in piazzetta

Femme fatale by Giovanni Bogani

26 Veridiana

De Moraes

Passione moda

Passion for fashion

save as

28

Islands events

30

Coast Events

32 Folk 34 Books

people

18

Cristina Verzariu

Il respiro dell’arte

The breath of art 20

Giuseppe Palumbo

Cantieri da sogno

Dream shipbuilding yards 22

Shalana Santana

La magia del set

The magic of the set

movie, theatre & music

68

Vincenzo Salemme

Il profumo delle origini

The scent of one’s origins by Alessandra Lucarelli 70

Pascal Vicedomini

Capri Hollywood

Capri Hollywood by Giovanni Bogani

130

Enrico Caruso

Una voce, un mito

A voice, a myth by Teresa Favi Fashion

37

It object

80

Fashion

Sixties Attack by Marta Innocenti Ciulli

92

Jewels

Quel rosso che viene dal mare

The red coming from the sea by Sabrina Bozzoni


drvranjes.it

FRAGRANZA D’AMBIENTE


134

124

144

11

summer in this issue

95 97 99 101 103

Must have Bags Shoes Trends Watches Man

art, design & culture History Dimore storiche Historic houses by Gianluca Coda 74 Massimo Kaufmann La pittura è come la musica Painting is like music... by Francesca Lombardi 104 Felice Limosani Toccare con mano Seeing for oneself 114 Raffaele La Capria Ancora Capri Still Capri by Raffaele La Capria 140 La villa di Poppea Il tesoro di Oplontis The treasure of Oplontis by Nicky Swallow 56

itineraries Capri e Anacapri Una passeggiata nella storia A walk through history by Salvatore Borà

118

124 134

A un’ora da Capri Come Ulisse Like Ulisse by Chicco Coda SPA Il sentiero del benessere A path to wellness Napoli Il centro di Napoli Downtown Naples by Teresa Favi

Boats & Cars Vela Scafi lucenti Gleaming hullsa by Teresa Favi 150 Castagna “Non ne esistono due” “No two alike” by Teresa Favi 144

food & wine Restaurants La strada del gusto The way to tastiness by Chicco Coda

shot on site

154

49

108

divine Guide Restaurants & Hotels

158


t

h

e

d

i

v

i

n

e co

a

st

QUARTERLY fashion, art, event and lifestyle magazine publisher

FM publishing srl Gianluca Fontani, Luca Gori, Ori Kafri, Alex Vittorio Lana, Matteo Parigi Bini t

h

e

d

i

v

i

n

e co

a

st

m

a

d

e

i

n

t

u

sc

a

n

y

m

a

d

e

i

n

ve

n

eto

editor in chief

Matteo Parigi Bini fashion director

Marta Innocenti Ciulli co-editor Guido Parigi Bini managing editor

Teresa Favi, Francesca Lombardi editor

Matteo Grazzini, Alessandra Lucarelli, Sabrina Bozzoni capri correspondent

Gianluca Coda contributors

Giovanni Bogani, Salvatore Borà, Romana D’Angiola, Riccardo Esposito, Raffaele La Capria, Ausilia Veneruso, Nicky Swallow photographers

Lorenzo Capellini, Foto Flash Capri, Riccardo Esposito, Fabrizio Ruffo (cover) Massimo Listri, Gilles Martin-Raget, Luca Moggi, New Press Photo art editors

Chiara Bini, Alessandro Patrizi translations

Tessa Conticelli, Costanza Nutini, NTL advertising and marketing director

Alex Vittorio Lana advertising

Bianca Esposito, Alessandra Nardelli, Renato Ricca editorial office

via Piero della Francesca, 2 - 59100 Prato - Italy ph +39.0574.730203 fax +39.0574.730204 - redazione@gruppoeditoriale.com branch

N. Bayshore Dr. #1101 - FL 33137 - Miami 2000 - Usa ph +1.305.213-9397 fax +1.305.573-3020 società editrice

Gruppo Editoriale

Alex Vittorio Lana & Matteo Parigi Bini via Piero della Francesca, 2 - 59100 Prato - Italy ph +39.0574.730203 - fax +39.0574.730204 Gruppo Editoriale www.gruppoeditoriale.com Registrazione Tribunale di Prato - n° 9/2006 del 15.12.2006 Spedizione in abbonamento postale 45% art. 2, lettera b – legge 662/96 – Filiale di Firenze - Contiene IP stampa

Baroni & Gori - Prato (Symbol Freelife Gloss Premium White Paper) Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

copyright © Gruppo Editoriale srl


Gianni’s Boats Fall in love with the island by the sea

contributors

Traditional and luxury boats Gozzo aprea • itama 40 baia 40 • Pershing 72

Giovanni Bogani, giornalista, scrive di cinema dai festival di Cannes, Berlino e Venezia. Ha pubblicato saggi sulla sceneggiatura – Ciak si scrive, Cult editore – e numerosi romanzi, tra cui L. e Amore a ore, sempre per Cult. Giovanni Bogani Journalist, writes about cinema and Cannes, Berlin and Venice Film Festival. He wrote essays on script-writing – Ciak si scrive, Cult Edition – and many novels, including L. and Amore a ore, published by Cult. Gianluca Coda. Amante e profondo conoscitore dell’Isola di Capri. Avvocato e pubblicista, esperto di auto e di motori, è autore e conduttore di programmi radiofonici sull’emittenti della Rai, Isoradio e Radio1. Gianluca Coda. Aficionado and deep connoisseur of Capri Island. Advocate and expert in public law, specialized in machine and motor vehicles, is author and anchorman on radio programs for stations such as Rai, Isoradio and Radio 1. Riccardo Esposito. E’ nato a Capri e ha fondato e cura, con la moglie Ausilia Veneruso, le Edizioni La Conchiglia, che comprendono più di duecento titoli di cui molti dedicati alla storia e alla letteratura isolana. Conoscitore della storia di Capri, è autore Delle Isole, dell’Isola-Manuale teorico-pratico da servire al navigante. Riccardo Esposito. Born in Capri. He has founded and runs, with his wife Ausilia Veneruso, the La Conchiglia Editions which counts more than two-hundred titles which among many are dedicated to history and literature of the island. Expert in the history of Capri, is author of Delle Isole, dell”Isola–theoretic-practical guide for the use of navigators. Marta Innocenti Ciulli, 40 anni di moda, di cui 20 passati come direttore di testate con un unico soggetto: moda e tendenze. Un lavoro-passione che le ha corrisposto profondamente. Ama i suoi figli, la casa e il lavoro, la fotografia, il cinema. Marta Innocenti Ciulli, 40 four years in the fashion business, of which twenty spent as editor in chief of magazines specialized in fashion and trends. A job and a passion just right for her. She loves her children, home, job, photography and movies.

• amazing tours around the island • excursions to Positano & amalfi coast • Full day around Capri and nerano bay • sunset tours with aperitif • Massage on board • exclusive and tailored transfers

Gianni tedesco ph. +39 338 16 22 275

www.gianniboats.com - info@capriwonderful.com

Nicky Swallow si è trasferita a Firenze nel 1981, ha scritto su Firenze e la Toscana per più di 10 anni. Collabora a numerose riviste che si occupano di turismo in Toscana, fra le quali Traveller di Condé Nast. E’ specializzata in cibo, ristoranti, alberghi. Nicky Swallow moved to Florence in 1981. She has been writing about Florence and Tuscany for more than 10 years. She writes for many magazines specialized in tourism in Tuscany such as Traveller by Condé Nast. She is a food, restaurant and hotel connoisseur. Ausilia Veneruso, è nata a Capri e ha realizzato, dal 1982, quattro librerie che gestisce tra Capri, Anacapri e Roma. Ha creato, insieme al marito Riccardo Esposito, le Edizioni La Conchiglia e l’omonima Associazione Culturale che organizza, ogni anno, incontri letterari e manifestazioni culturali. Ausilia Veneruso, was born in Capri and has created, from 1982, four book stores which she runs between Capri, Anacapri and Rome. She has realized, together with her husband Riccardo Esposito, the La Conchiglia Editions and the homonymous Cultural Association which organizes, each year, book presentations and cultural manifestations.


divine people

rte a ’ l l e d o r i p s e Il r h of art the breat

The Italian-American Cristina Verzariu has always had a close tie to Capri. The first steps in her career were taken here, and it was here that she met her husband. In 2012, together with the architect Livio Talamona, she opened the new Galleria Capricorno 18 Capri | The Divine Coast

text Gianluca Coda

Come è nato l’amore per l’arte? Sono nata respirando arte. Mia madre ha fatto di questa passione la sua professione e le devo quello che sono oggi. Il mio amore l’ho alimentato e coltivato con lo studio e l’esperienza acquisita nell’attività. L’emozione più grande? Conoscere dal vivo gli artisti, entrare in sintonia con loro e comprendere le origini profonde della loro creatività è sempre una grande emozione. Fra i tanti ricordo gli incontri con Luca Pignatelli, Salvatore Garau e Giovanni Frangi. Un’esperienza unica è stata quando Velasco mi ha fatto un ritratto a tutta altezza. L’esperienza che ti ha arricchito? Una grande collettiva che ho curato tutta da sola, qui, a Capri. Recentemente ho collaborato con un curatore di fama internazionale, Lorand Hegyi, per la mostra di Nam June Paik al Museo di Arte Contemporanea di Saint-Etienne in Francia. Cosa ti guida nella scelta e nella selezione delle opere esposte in galleria? Il mio intuito. Sono molto interessata alle moderne forme di espressione come video, performance, installazioni. Se Capri fosse un’opera d’arte quale sarebbe? Capri è un’opera d’arte. Ricorda una scultura del Bernini per le sue forme plastiche o un dipinto di Hackert per la sua luce, i suoi colori e le visioni paesaggistiche, ma nessuna opera riuscirebbe a riprodurre la varietà e la ricchezza della sua realtà. How did your love for art begin? I was born breathing in art. My mother made this passion her profession and I owe what I am today to her. I have nourished and cultivated this love of mine through study and experience in the business. What has been your most exciting moment? Getting to know the artists in person, tuning into them and understanding the deep roots of their creativity is always exciting. Among the many memories are meetings with Luca Pignatelli, Salvatore Garau and Giovanni Frangi, but one unique experience was when Velasco did a large full height portrait of me. What about an experience that has enriched you? It was a big group exhibition that I curated all by myself here in Capri. Recently, I worked with an internationally known curator, Lorand Hegyi, for the exhibition of Nam June Paik at the Museum of Contemporary Art in Saint-Etienne in France. What guides your choices and your selection of the works exhibited in the gallery? My Intuition. I’m also very interested in modern forms of artistic expression, such as video, performance art, and installations. If Capri were a work of art, what would it be? Capri is a work of art. It’s the original inspiration for the artists. It’s reminiscent of a Bernini sculpture for its plastic forms or a painting by Hackert for its light, its colours and landscape views, but no work could reproduce its true variety and richness.


divine people

no g o s a d i r e i t n Ca ipbuilding yards dream sh

Giuseppe Palumbo, imprenditore napoletano nel settore nautico, amante e frequentatore da sempre dell’isola di Capri Giuseppe Palumbo, a Neapolitan entrepreneur in the nautical field, since always a lover and frequent visitor of Capri 20 Capri | The Divine Coast

text Gianluca Coda

Quando ha capito che la nautica avrebbe rappresentato la sua vita? Quando ero bambino. Osservai il lavoro di mio nonno Salvatore e nacque in me la curiosità che mi ha spinto a continuare. Egli, partendo da una piccola azienda di carpenteria e saldatura, ha fondato il Gruppo Palumbo, che opera nel settore della cantieristica navale dal 1967. A quali progetti lavora in questo momento? Attualmente nei nostri cantieri sono in costruzione tre super yacht di 40, 55 e 68 metri alla linea di Yacht Classici sono state affiancate la Explorer full-displacement e la semi-displacement, due collezioni Sport-Hybrid realizzate interamente in alluminio. Un momento della sua vita lavorativa che ricorda con piacere? Sono tanti i momenti di gioia che la mia attività mi regala, ma tra tutti ricordo con piacere il varo del Prima, il nostro primo yacht. Tra i tanti, quali riconoscimenti la gratificano maggiormente? Negli ultimi anni la società è entrata nella lista delle imprese “Top Ten che rappresentano un’eccellenza nell’innovazione e tradizione del territorio”. Inoltre il Gruppo Palumbo è stato premiato a Monaco per la qualità delle sue nuove costruzioni con il Premio Green Star - RINA. Non in ultimo nel 2012 siamo stati premiati ai World Superyacht Awards che si sono tenuti a Istanbul. Cosa ama fare quando è a Capri? Inizio la mia giornata con una ricca colazione in piazzetta. Poi si esce in barca, direzione Marina Piccola. When did you realize that sailing would be your life? As a child. I began observing my grandfather Salvatore at work and I was intrigued enough to follow in his footsteps. Starting from a small carpentry and welding business, he founded the Palumbo Group, which has been operating in the shipbuilding industry since 1967. What are you currently working on? We are currently building three 40, 55 and 68-meter super yachts In addition to our Classic Yacht line, we have recently introduced the Explorer full-displacement and semi-displacement lines, two Sport-Hybrid collections entirely made of aluminum. What was the happiest moment of your professional life? There have been many happy moments in my job, but one of the best was the launching of Prima, our very first yacht. What has been the most rewarding recognition? Some years ago, our company was added to the list of the “Top Ten businesses representing excellence in the innovation and tradition of the area” by the Industrialists Union of Naples Furthermore, the Palumbo Group was awarded the Green Star – RINA Prize in Munich. And, last but not least, we were among the winners of World Superyacht Awards in 2012 in Istanbul. What do you enjoy doing when you’re in Capri? I usually start the day with a huge breakfast in the Piazzetta. Then I go for a boat ride, towards Marina Piccola.


VIA FUORLOVADO 23. CAPRI 80073, ITALIA, TEL 0039 081 8370992

NEW YORK

CAPRI

LONDON

WWW.FARAONEMENNELLA.COM

PORTO CERVO


divine people

et s l e d a i g a m La of the set The magic

text Federico Carlucci

Quando hai scoperto di voler recitare? Mio padre è un appassionato di cinema e fin da piccola ho visto molti film. Recitare significa donarsi completamente al pubblico. La sensazione più intensa che hai provato in questo lavoro? Ogni volta che sono sul set è una sensazione incredibile. Quale è stato il tuo percorso fino ad ora? Sono arrivata in Italia nel 2006 come modella, un lavoro che mi ha dato la possibilità di girare tutto il mondo. Dal 2011 mi sono trasferita a Napoli e da allora studio recitazione a La Ribalta. Cosa ti ha portato a Napoli? L’amore per il mio compagno Alessandro Lukacs. Mi ha fatto scoprire questa splendida città, dove ho conosciuto persone meravigliose che mi hanno aiutato a crescere. Come è nata l’opportunità di recitare in The Grotto? Mario Rivelli, produttore e protagonista del film, cercava un’attrice per la parte della ricercatrice Anna de Luca insieme al regista americano Giordany Orellana e sono venuti a La Ribalta. Ho avuto l’occasione di fare il provino ed è andato molto bene. Anna de Luca è una ricercatrice storica, e come amante della storia e della archeologia mi sono ritrovata molto nel personaggio. Perché consiglieresti la visione di questo film? The Grotto è un horror girato a Napoli e già questo suscita curiosità. È una storia interessante, un film da scoprire, girato in location belle e suggestive, che mostrano un’altra faccia della città.

Shalana Santana, model and actress, was born in Brasilia, Brazil. In 2012, she was in the soon-to-bereleased film, Notte Tempo, by Francesco Prisco. In 2013, she starred in the role of Anna de Luca in the Italian-American production, The Grotto, to be released in the summer When did you discover that you wanted to act?

My father is a movie buff and ever since childhood, I’ve watched a lot of movies. Acting it means giving yourself completely to the public. What is the most intense sensation you’ve had in this job? Every time I’m on the set to play a new character, it’s an amazing feeling. What has your journey been like so far? I arrived in Italy in 2006 as a model. This work gave me the opportunity to travel the world. In 2011, I moved to Naples and since then I’ve been studying acting at La Ribalta. What brought you to Naples? My love for my partner Alessandro Lukacs. He helped me discover this wonderful city, where I’ve met some wonderful people who’ve helped me to grow. How did the chance to star in The Grotto come about? Mario Rivelli, producer and star of the film, was looking for an actress for the part of the researcher Anna de Luca, along with the American director Giordany Orellana, and they came to La Ribalta. I had the chance to audition and it went really well. Anna is an historical researcher, and as a lover of history and archaeology, I found I had a lot in common with the character. Why would you recommend seeing this movie? The Grotto is a horror film shot in Naples and that in itself arouses curiosity. It’s an interesting story, a film worth discovering, shot in beautiful and evocative locations that show another side of the city.

22 Capri | The Divine Coast


divine people

tta e z z a i P n i o l o Un ang in piazzetta rner

A little co

text Gianluca Coda

Come ha avuto inizio la sua avventura tra i gioielli? Nel 1945 andai a Napoli per apprendere l’arte orafa nel valido laboratorio del Gioielliere Enrico Tessitore, situato nel quartiere “Speranzella” di Toledo. Rientrato a Capri, nel 1948 iniziai ad affiancare mio padre come orafo artigiano. Come ha visto cambiare il volto dell’isola in tutti questi anni? Capri in quegli anni era splendida. Dava il meglio di sé. Merito dei suoi grandi governanti, del turismo ricco di famiglie reali provenienti da tutto il mondo e delle più importanti famiglie italiane. Molto benessere lo portarono anche gli americani quando sbarcarono a Capri durante la seconda guerra mondiale. Ricordo che parcheggiavano le loro Jeep in piazzetta, proprio di fronte al mio negozio. Il volto dell’isola l’ho visto cambiare moltissimo in tutti questi anni, ma purtroppo non in meglio. Cosa la soddisfa nel suo lavoro? La soddisfazione è data dai tanti clienti e amici che ogni anno ritornano nel mio negozio e apprezzano con rinnovato entusiasmo tutte le nuove collezioni. A quale gioiello assocerebbe Capri? Al più accecante dei diamanti, che con la sua luce abbaglia il mondo intero. A quali luoghi dell’isola si sente più legato? Da grande amante della natura sono molto legato a marina piccola, dove i colori capresi esplodono in tutta la loro bellezza. Ovviamente anche la piazzetta è nel mio cuore e ho la fortuna di viverla tutti i giorni dal mio negozio.

Paolo Desiderio, una vita trascorsa in quell’angolo della Piazzetta tra i ricordi, incontri d’eccezione e tanta voglia di fare Paolo Desiderio, a life spent in that corner of the Piazzetta amid memories, special encounters and willingness to do whatever it takes 24 Capri | The Divine Coast

How did your adventure in the jewelry field begin? In 1945, I moved to Naples to learn the goldsmith’s art from jeweler Enrico Tessitore who had a workshop in Toledo’s Speranzella quarter. When I came back to Capri, in 1948, I joined my father in the goldsmith business. How has Capri changed over the years in your opinion? Capri was wonderful back then. It gave its best, thanks to its rulers, to the royal families from all over the world and the best known Italian families flocking to the island. The Americans who landed in Capri during World War Two also brought great welfare to the island. I remember them parking their jeeps in the Piazzetta, in front of my shop. I’ve seen the island change a great deal over all these years and, unfortunately, not for the better. What is the most rewarding about your job? When my many customers and friends come back to my shop every year and are always enthusiastic about the new collections. What piece of jewelry would you associate Capri with? With the most sparkling diamond, which dazzles the whole world with its light. What places on the island do you feel closest to? As I am a nature lover, I’m very fond of Marina Piccola, bursting with Capri’s typical colors in all their beauty. Of course, I’m deeply fond of the Piazzetta and I’m lucky enough to be able to enjoy it every day from my shop.


divine people

a d o m a l r e p e Pasiosniofonr fashion Pass

text Gianluca Coda

Un concept store che prende il suo nome in una delle zone più esclusive di Napoli, come nasce questa idea? La moda è sempre stata una delle passioni che mi hanno guidata fino a qui. Ho iniziato in Brasile come modella, poi la vita mi ha portato a Napoli.Veridiana Via dei Mille racchiude ogni mia sfaccettatura, i marchi internazionali presenti sono frutto di scelte e gusti che mi rispecchiano. La sua personale visione dello stile? Eleganza, innovazione e personalità: sta tutto qui. 3 oggetti fashion di cui non potrebbe mai fare a meno? Scarpe, scarpe e ancora scarpe, col tacco ovviamente, e poi borse e lingerie. La tua Napoli del cuore? Colazione al Gran Caffè Cimmino, una camminata lungo la meravigliosa Napoli sul mare di fianco al Castel dell’Ovo, shopping lungo via dei Mille e poi cena al ristorante Altro Loco. Il tuo piatto preferito? Melanzane alla parmigiana. La bellezza è… Stile e personalità. Un sogno nel cassetto Far conoscere il mio concept store e i suoi marchi in tutta Italia. Che cosa ricordi con più gioia del tuo Brasile? L’allegria e la felicità che pervade ogni cellula dei suoi abitanti.

Veridiana De Moraes, cuore brasiliano, ci racconta la personale idea di stile racchiusa nel suo concept store “Veridiana Via dei Mille”, a Napoli Veridiana de Moraes, whose heart is Brazilian, tells us about her personal idea of the style embodied by her concept store “Veridiana Via dei Mille”, In Naples 26 Capri | The Divine Coast

A concept store that bears your name in one of the most exclusive areas of Naples. How did this idea come about? Fashion has always been one of the passions that has guided me this far. I started in Brazil as a model, and then life took me to Naples, where Veridiana Via dei Mille encompasses every facet of mine. The international brands are the result of choices and tastes that are a reflection of me. Your personal vision of style? Elegance, innovation and personality: it’s all here. 3 fashion items that you could never do without? Shoes and more shoes, heels of course, and then bags and lingerie. The Naples that is closest to your heart? Breakfast at the Gran Caffè Cimmino, a walk along the beautiful Naples seaside next to the Castel dell’Ovo, a little shopping along Via dei Mille and then dinner at the restaurant Altro Loco. Your favourite dish? Eggplant Parmesan. Beauty is... Style and personality. A dream Having my concept store and its brands known throughout Italy. What are the most joyful memories you have of your Brazil? The joy and happiness that pervades every cell of its inhabitants.


save as island events

Appuntamento sull’isola Let’s meet on the island of Capri text Alessandra Lucarelli

Capri. Il passaggio di Venere

Le Conversazioni

Isole nell’Isola

Michael Cabon

Isole nell’Isola

28 Capri | The Divine Coast

GIUGNO Sant’Antonio da Padova è il Santo protettore del paese di Anacapri. Il 13 giugno la processione, ormai parte delle tradizioni anacapresi, porta la statua del Santo lungo le vie del centro storico e al suo passaggio i fedeli lanciano petali di rose e piccole ginestre, il fiore di Sant’Antonio. Inaugurerà l’ottava edizione della rassegna caprese Le Conversazioni - dove, nel corso di due weekend consecutivi (28, 29, 30 giugno e 5, 6,7 luglio) Antonio Monda incontrerà alcuni tra i più importanti autori del mondo anglosassone che si confronteranno quest’anno sul tema Vincitori e JUNE St. Anthony of Padua is the patron saint of Anacapri. In occasion of his feast, on the 13th of June, a procession is held as part of the traditions of Anacapri. Then it will be the turn of the 8th edition of the Capri literary and cultural event called Le Conversazioni : on the last weekend of June (from the 28th to the 30th) and the first weekend of July (from the 5th to the 7th), Antonio Monda is going to meet some among the most famous writers of the U.K. The theme to be discussed this year in the wonderful scenario of the famous little Piazzetta square of Punta Tragara is Vincitori e Vinti. The first writer that, on Friday the 28th of June, is going to discuss this topic with Ayelet Waldman , will be Michael Chabon, who won the Pulitzer Prize for literature in 2001.

Vinti nello splendido scenario nomi più illustri del mondo del della piazzetta di Punta Tragara giornalismo nazionale e interna- Michael Chabon, vincitore del zionale, come John Lloyd, Mario premio Pulitzer per la narrativa Cervi e Francesco Verderami. nel 2001, che, venerdì 28 giugno, LUGLIO a Capri dialogherà con Ayelet Presso La Conchiglia di via CaWaldman. Sarà poi la volta di merelle, fino ai primi di luglio Stephen Sondheim, autore di potrete ammirare Capri. Il pascapolavori quali West Side Sto- saggio di Venere, una mostra fotory, Sweeney Todd e Into the Wood, grafica dedicata alle donne proAlessandro Baricco e Jhumpa tagoniste dell’isola, dalle attrici Lahiri, Premio Pulitzer per la icone del passato alla personanarrativa nel 2000. Ad aprire il lità che ogni giorno la animano. secondo weekend saranno la Dopo Isole nell’Isola, una galleria scrittrice Elizabeth Strout, Pre- di immagini delle dimore che, mio Pulitzer nel 2009, e Adam dalla fine dell’Ottocento fino agli Johnson, che ha appena ricevu- anni Cinquanta, hanno fatto la to il Pulitzer con il suo ultimo storia dell’isola. E poi numerose romanzo Il signore degli orfani. le presentazioni e incontri con Poi Claudio Magris e chiuderà gli autori come Titti Marrone, Simonetta Agnello la rassegna Michael Hornby e Daniela Ondaatje, vincitore Patriarca. del Booker Prize. A Per il programma ricevere il Premio completo: www.ediBiagio Agnes 2013, zionilaconchiglia.it dal 21 al 23 giugno, saranno alcuni dei Then, there are A list of the JULY going to be also events you The bookshop La Stephen SondConchiglia, in via heim, who is the shouldn’t Camerelle (Capri), author of master- miss at all is going to host, pieces like West this Spring until the first days Side Story, Sweeof July, Capri. Il ney Todd and Into the Wood, passaggio di Venere a photogAlessandro Baricco, Jhumpa raphy exhibition dedicated to Lahiri, who won the Pulit- the women that are, or have zer Prize in fiction in 2009, been, the real protagonists of and Adam Johnson, winner this island, from the icons of of the 2013 Pulitzer Prize the past to the personalities for fiction with his last novel that everyday live and animate The Orphan Master’s Son. Capri. Then Isole nell’isola: a Then Claudio Magis, while gallery of pictures showing the the last writer to take part to residences and the villas that this cultural is going to be Mi- have characterized the history chael Ondaatje, winner of the of Capri, from the end of the Booker Prize for fiction. The 19th Century until the 20th Cen2013 Biagio Agnes Awards will tury in the Fifties. And other be given from the 21st to the numerous presentations and 23rd of June to some among meetings with authors like Pitthe most famous Italian and ti Marrone, Simonetta Agnello international journalists, like Hornby and Daniela Patriarca. John Lloyd, Mario Cervi, and All events listed on: www.edFrancesco Verderami. izionilaconchiglia.it


via roma,73/a - Capri - ph. +39 081 8374854 www.caprinteriors.it - info@caprinteriors.it


save as coast events

Arte, musica e teatro Art, music and theatre text Teresa Favi

Restituzioni 2013

Cappella Sansevero

Robert Doisneau

Demetrio e Polibio

Peter Brook

30 Capri | The Divine Coast

MAGGIO Una grande mostra al Museo di Capodimonte e alle Gallerie di Palazzo Zevallos Stigliano di Napoli fino al 29 luglio Restituzioni 2013: 43 nuclei di opere d’arte appartenenti al patrimonio del paese, restaurati da Intesa Sanpaolo. Fino al 31 ottobre, al Museo Archeologico Nazionale di Paestum, è allestita la mostra Rosantico a seguito del ripristino del roseto nell’area dei templi. 24 maggio - 23 settembre, alla Reggia di Caserta, mostra dedicata a Robert Doisneau (200 fotografie originali). Il 28, al TeaMAY Until the 29th of July, at the Museo di Capodimonte and at the Galleries of Palazzo Zevallos Stigliano in Naples, the great art exhibition entitled Restituzioni 2013: 43 nuclei of works - part of the artistic and historical heritage of Italy- restored by the Intesa Sanpaolo bank. Until the 31st of October, at the Archeological Museum of Paestum, the exhibition Rosantico, organized after the restoration of the rose garden in the famous area of the temples. The Reggia di Caserta is going to be, from the 24th of May to the 23rd of September, the location for the exhibition dedicated to Robert Doisneau (on display 200 original photos by this artist). On the 28th of May, a concert by Joe Satriani is going to take place at the Teatro Palapartenope in Naples. From the 29th of May to the 7th of June, Demetrio e Polibio by G. Rossini, at the San Carlo Theatre in Naples.

tro Palapartenope di Napoli, concerto di Joe Satriani. Dal 29 maggio al 7 giugno, Teatro San Carlo di Napoli, Demetrio e Polibio, di G. Rossini. GIUGNO Il 1° nell’ambito del festival Ravello dieci12 concerto di Richard Galliano. Il 4, ore 19, nella navata della Cappella Sansevero, Napoli, performance contemporanea di Roxy in the Box, La Sposa Madre, a pochi passi dal Cristo velato. Il 6, a Napoli, Peter Brook porta in scena Lo Spopolatore di Samuel Beckett inaugurando il Napoli Teatro Festival (fitto calendario di spettacoli fino al 23 del mese). 8 e 9, San Carlo di Napoli, Gala Wagner. Il 9, autorium di Ravello, Vinicio Capossela. 14 giugno JUNE On the 1st of June, in occasion of the Ravello dieci/12 festival, a concert by Richard Galliano. On the 4th of June, at 7 p.m., the nave of the Cappella Sansevero in Naples is going to be the location for the contemporary art performance by Roxy in the Box entitled La Sposa Madre, which is going to take place just a few steps from the famous Veiled Christ within the Chapel. On the 6th of June, in occasion of the opening of the Napoli Teatro Festival (many performances on schedule until the 23rd of September), a theatre performance in Naples of The lost ones by Samuel Beckett, directed by Peter Brook. On the 8th and 9th of June, Gala Wagner, at the San Carlo theatre of Naples. The 9th of June will be the day of Vinicio Capossela’s debut, at the Auditorium of Rav-

29 settembre, Sorrento, The Dalì universe: in mostra oltre 100 opere del padre del Surrealismo. Il 20, ore 20.30, salone centrale della sede Bnl di Napoli, concerto da camera del Sanitansamble. Il 22 al Ravello dieci12, concerto di Eduardo De Crescenzo. Il 28 a Ravello suona l’ensemble brasiliano Spok Frevo Orquestra. Dal 22 al 28, Teatro San Carlo di Napoli, West Side Story. 29 giugno - 6 luglio, Ischia Film Festival. LUGLIO Il 7, ore 17.30, giardini della Mortella, Ischia, concerto del chitarrista classico Francesco Scelzo. Il 12, in piazza Plebiscito, concerto di Pino Daniele. Il 14, piazza Plebiscito, Mark Knopfler. ello. From the 14th of June to the 29th of September in Sorrento, The Dalì universe: on display more than 100 masterpieces by the father of surrealistic art. On the 22nd of June the concert by Eduardo De Crescenzo, as part of the program of the Ravello dieci/12 Festival. From the 22nd to the 28th : West Side Story, at the San Carlo Theatre of Naples. From the 29th of June to the 6th of July: the Ischia Film Festival. JULY On the 7th of July, at 5:30 p.m., the wonderful garden Giardini della Mortella in Ischia is going to be the location for the concert by classical guitarist Francesco Scelzo. On the 12th of July in Piazza Plebiscito: a concert by Italian artist Pino Daniele. On the 14th, still in Piazza Plebiscito: Mark Knopfler

Naples and the Divine coast: the best summer events until July


save as folk

Feste patronali e popolari Popular festivals and events text Teresa Favi

San Costanzo, Capri

Madonna della Libera, Capri

Festa di Sant’Anna, Ischia

Sant’Antonio, Anacapri

San Gennaro, Napoli

32 Capri | The Divine Coast

GIUGNO 14 maggio, Capri, festa di San Costanzo patrono con una sontuosa processione. 12 giugno, Anacapri, festa e processione in onore di Sant’Antonio patrono. LUGLIO 26, Ischia, Festa a Mare agli Scogli di Sant’Anna: sfilata di piattaforme galleggianti addobbate, incendio del Castello (il Castello Aragonese illuminato con  fiaccole rosse) e fuochi d’artificio. 27, Ravello, liquefazione del sangue del patrono San Pantaleone. JUNE On the 14th of May in Capri: a great procession in occasion of the Festival dedicated to San Costanzo, the patron saint of Capri. Anacapri, the 12th of June: religious festival and procession dedicated to Sant’ Antonio, the patron saint of Anacapri. JULY The Festa a Mare agli Scogli di Sant’Anna (Sea Festival at the Rocks of St. Anne) is going to take place in Ischia on the 26th of July: a parade of decorated rafts floating in the water, the burning castle (the Aragonese castle, enlighted by red torches to simulate real flames in the night) and the fireworks. On the 27th of July in Ravello: the relic of St. Pantaleone’s blood becomes liquefied every year on the anniversary of the martyrdom of the patron of Ravello. AUGUST The most important events are going to take place on Assump-

e si imbastisce una piccola AGOSTO Momento clou il 15, festa gara per chi accoglie meglio dell’Assunta, Ferragosto. gli ospiti. Il tema di questa Nella Costiera amalfitana il edizione 2012 è Volare... la ferragosto se lo contendono “dolce vita” isolana, Anacapri a colpi di fuochi d’artificio tra il ‘57 e il ‘62 dal 26 agosto sulla baia, Maiori e Posita- al 5 settembre. no: rade invase da barche, SETTEMBRE belvedere e terrazze degli ho- 7, Capri, Monte Tiberio, fetel pieni di spettatori. Prima sta di Santa Maria del Soccordello spettacolo pirotecnico so affiancata dalla Piedigrotta il tradizionale pranzo con Tiberiana, degustazione di le immancabili melanzane prodotti enogastronomici e al cioccolato, e, nel pome- spettacoli musicali. 8, Napoli, riggio, la processione. Da 30 festa di Piedigrotta nella chieanni Capri dedica alla fine sa di Santa Maria di Piedidell’estate una festa, la Set- grotta. A Capri il 10 a Marina tembrata, che richiama ogni Grande processione in onore anno centinaia di turisti nel di Santa Maria della Libera. Il comune alto dell’isola, molti 19, Napoli attesa del miracolo di San Gennaro: prolungano le vail sangue del pacanze proprio per trono contenuto godersi questi nelle ampolle si giorni di folklo- Naples scioglie durante re. Anacapri per and Divine la celebrazione in l’occasione si diDuomo. vide in contrade Coast: a list tion Day, the 15th of the most winner will be those who welcome guests of August. The 15th popular and in the best way posof August, in Italy sible. called “Ferragosto”, traditional SEPTEMBER is celebrated with festivals spectacular fire- and events On the 7th of Sepworks over the coast tember, on Mount in Maiori and Positano: on this Tiberio in Capri, the Santa Maoccasion, the harbors are always ria del Soccorso Festival, and, on full of boats, and a lot of people this very occasion, the Piedigrotta reach the panoramic viewpoints of Tiberiana, a wine and food tastthe cities and the rooftop terraces ing and music event. On the 8th of the hotels. Looking forward to of September, in Naples, the festa watch the fireworks, people eat, as di Piedigrotta, inside the church the tradition requires, aubergines of Santa Maria di Piedigrotta. On with chocolate -a typical sweet of the 10th of September in Marina Maiori, and in the afternoon they Grande (Capri) a procession in take part to the religious proces- honor of Saint Mary della Libera. sion. In the last 30 years –dur- On the 19th of September, in ing the last week of Augus and Naples, the miracle of Saint Januthe first week of September- the arius: the blood of Saint Januarius Settembrata has always taken place (San Gennaro), the patron saint in Capri: every year hundreds of of Naples, stored in sealed small tourists come to the upper por- ampoules, is expected to liquefy as tion of the island On this occa- always happens during the annual sion, Anacapri is divided in more religious celebration in the main districts for a competition, whose Cathedral of the city.


save as books

Da Via col vento a Il Padrino, da Orgoglio e pregiudizio a La Ciociara a Il Conte di Montecristo, le trasposizioni cinematografiche di capolavori letterari suscitano da  sempre opposte opinioni. In ogni caso, in questo momento, vi suggeriamo una serie di libri da cui sono tratte le ultime pellicole presenti in sala. Il grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald esce per la prima volta negli Stati Uniti il 10 aprile 1925. Ambientato a New York e a Long Island durante l’estate del 1922, Il grande Gatsby è il più acuto ritratto dell’anima dell’età del jazz.  Leonardo Di Caprio e Carey Mulligan sono i pro-

anche la regia del film Viva la Libertà tratto dallo stesso libro. Siamo a Roma, Enrico Oliveri, segretario del principale partito d’opposizione il cui consenso è ormai in caduta libera, snervato dalle “miserabili beghe di partito” mette in pratica il piano B, forse da lungo tempo meditato, di staccare per qualche tempo la spina in Francia, da Danielle, la fiamma dei vent’anni, l’amore che non si scorda mai. Vita di Pi è un romanzo dello scrittore canadese Yann Mar-

tagonisti del film del 2013, con i costumi firmati Miuccia Prada. Educazione Siberiana è il romanzo di Nicolai Lilin da cui è tratto il film omonimo di Gabriele Salvatores. Nicolai, autore e protagonista di questo libro, ha vissuto per molti anni a Tighina e racconta la sua infanzia, adolescenza e maturità nella comunità criminale di origine siberiana (Urka Siberiani) in Transnistria, dopo la deportazione a opera del regime di Stalin. Lilin descrive inoltre la complessa simbologia dei tatuaggi siberiani. Il Trono Vuoto è il romanzo di Roberto Andò che firma

tel. Il protagonista, Piscine Molitor Patel, un ragazzo di Pondicherry in India, inizia a esplorare i problemi della religione a un’età precoce, e sopravvive, naufrago nell’Oceano Pacifico, per 227 giorni. Il libro è diventato un film del 2012 diretto da Ang Lee. I miserabili è il romanzo di Victor Hugo pubblicato nel 1862. Ambientata nella Parigi post Restaurazione, in un arco di tempo di circa vent’anni, è una storia di cadute e di risalite, di peccati e di redenzione. Di quest’anno la trasposizione cinematografica che vede Anne Hathaway nel ruolo di Fantine. 

34 Capri | The Divine Coast

From Gone with the Wind to The Godfather, from Pride and Prejudice to Two Women and The Count of Monte Cristo, the film adaptations of literary masterpieces always spark opposing opinions. In any case, at this moment, we suggest a series of books that are currently being released as movies. The Great Gatsby by F. Scott Fitzgerald, was first released in the United States, April 10, 1925. Set in New York City and Long Island during the summer of 1922, The

Capolavori letterari e grandi film Literary masterpieces and great movies text Ausilia Verenuso

Great Gatsby is the sharpest portrait of the soul of the jazz age. Leonardo DiCaprio and Carey Mulligan star in the 2013 movie, with costumes designed by Miuccia Prada. Siberian Education by Nicolai Lilin is the novel that inspired the eponymous film by Gabriele Salvatores. Nicolai, author and protagonist of this book, lived for many years in Tighina and gives an account of his childhood, adolescence and coming of age in the criminal community of Siberian origin (Siberian Urka) in Transnistria, after deportation at the hands of Stalin’s regime. Lilin also describes

the complex symbolism of the Siberian tattoos. The Empty Throne is a novel by Roberto Andò who also directed the film Viva la Libertà based on the same book. It is set in Rome, where Enrico Oliveri, secretary of the main opposition party whose popularity is now in free fall, is unnerved by the “miserable party quarrels”. He puts Plan B into practice, perhaps something he has been thinking about for a long time, to go to France to see Danielle, the old flame of twenty years before, the love that is never forgotten. Life of Pi is a novel by Canadian author Yann

Martel. The protagonist, Piscine Molitor Patel, a boy from Pondicherry in India, begins to explore the problems of religion at an early age, and when shipwrecked in the Pacific Ocean, survives for 227 days.   The book became a 2012 film directed by Ang Lee. Les Miserables is a novel by Victor Hugo published in 1862. Set in Paris after the Restoration, over a period of about twenty years, it is a history of falls and ascents, of sin and redemption. In this year’s film version, Anne Hathaway plays the role of Fantine.


Via Prov. Marina Grande, 225 - 80073 Capri(Na) ITALY Tel. +39 081 83 84 001 Fax. +39 081 83 70 438 info@jkcapri.com - www.jkcapri.com


it object

a borsa n u n i o d n o m Il bag world in a The whole

a text Alessandr

Lucarelli

Portafoglio, trousse make up, chiavi, occhiali da sole, cappello di paglia. Preso tutto? Bene, mettetelo nella vostra Neverfull di Louis Vuitton, uscite e godetevi il sole di Capri. Wallet, make-up kit, keys, sunglasses, straw hat. Did you take everything? Well, just put all things you want to bring with you in your Louis Vuitton Neverfull bag, then go out and enjoy the sunny weather of Capri. Capri | The Divine Coast 37


Aperto tutti i giorni Open every day

Wellness Centre Via Prov. Marina Grande, 225 - 80073 Capri(Na) ITALY Tel. +39 081 83 84 001 Fax. +39 081 83 70 438 info@jkcapri.com - www.jkcapri.com


it object

l mare a d i n o i z a r b i V rations Sea Vib

vi text Teresa Fa

Mood marino, eleganza esotica. Il décor fa la parte del leone nella boutique caprese di Michele Pagano. Un esempio dei suoi pezzi esclusivi? Il portacandela/polpo in ceramica e bronzo. Marine mood, exotic elegance. Decor takes the lion’s share at Michele Pagano’s boutique in Capri. An example of his exclusive pieces? The bronze and ceramic candle-stick/octopus. Capri | The Divine Coast 39


Aperto tutti i giorni per Lunch e Dinner Open daily for Lunch & Dinner

Via Prov. Marina Grande, 225 - 80073 Capri(Na) ITALY Tel. +39 081 83 84 001 Fax. +39 081 83 70 438 info@jkcapri.com - www.jkcapri.com


it object

lle Caprni tshuelslkainpe Capri o

vi text Teresa Fa

Un passe-partout estivo da sfoggiare sull’isola in ogni momento della giornata, ma anche da mettere in valigia per non dimenticare i colori e l’atmosfera di Capri. Il poncho in seta con stampa esclusiva di Capri, solo nel nuovo negozio Valeria Fiore all’ingresso di Capri. The passe-partout to the summer season to be paraded on the island any time of the day, but also a reminder of Capri’s colors and atmosphere wherever you go. The silk poncho with exclusive Capri print is found only at the new Valeria Fiore shop at the entrance to the island. Capri | The Divine Coast 41


it object

ComcekieJackie Like Ja

zoni

oz text Sabrina B

Il mio nome è Jackie, ho forme voluttuose e suadenti, in perfetto Sixties. Creazione del marchio Oliver Peoples, solo per nuove dive contemporanee. Cercatemi nella boutique Capri Vision, a Capri ovviamente. My name is Jacey, I have a voluptuous and alluring figure, in perfect sixties-style. A creation by Oliver Peoples, only for the new contemporary divas. Look for me at the Capri Vision boutique, in Capri of course. Capri | The Divine Coast 43


it object

Dolcined Ssiriernene Sweet a

a text Francesc

Lombardi

Una stanza dei dolci, fresca e segreta, dove il sole di Capri è racchiuso in piccole torte di struggente bontà. Un luogo magico dove i babà incontrano la crema. Da donare a sirene charmant. Dal Ristorante Il Riccio, premiato da una stella Michelin Once upon a time there was a cake room, cool and secret, where tiny sweets of unbelievable deliciousness were filled with Capri’s sunlight. A magic place where babàs marry cream. A gift for seamen-luring sirens. At Il Riccio Restaurant, rewarded by a Michelin star. Capri | The Divine Coast 45


Riapre Riapre un’oasi un’oasi di eleganza di eleganza e benessere e benessere nelnel cuore cuore di Capri, di Capri, un un nuovo nuovo stilestile di ospitalità di ospitalità


RistoRante RistoRante “teRRazza “teRRazza tibeRio tibeRio ” –”Jacky – Jacky baRb-aRspa - stpa ibeRio tibeRio – taschen – taschen bookstoRe bookstoRe

ViaVia Croce Croce 11-15 11-15 - 80073 - 80073 Capri Capri - T.- +39 T. +39 081081 9787111 9787111 - F.- +39 F. +39 081081 8374493 8374493 info@tiberiopalace.com info@tiberiopalace.com - reservations@tiberiopalace.com - reservations@tiberiopalace.com - www.tiberiopalace.com - www.tiberiopalace.com


Via dei Mille, 61 - Napoli - ph. 081 658 1659 - +39 338 27 31 124


shotonsite

Matteo Parigi Bini, Silvio Staiano, Alex V. Lana

Marianna Lembo, Giovanna Caneo, Veronica Farro

Gianmaria Longarzo and Gaia Serena

Roberta Montelli, Giusi Migliore

Nicole Triunfo and Dario Faiella

Manuela Sparta, Luciana M. Lieto

Giulia Romanazzi, Roberta Lojacono

Maria and Onofrio Resta

Alessio Sbordone, Federica Golia

The Sirens’ Rock, in all its vintage glamour and charm, was the setting of the presentation of Capri Magazine, featuring a special sponsor, Capri Watch wristwatches. Many famous guests

Ori Kafri and Natalie Kriz

Daniele Del Viscovo, Alessandro Aragona, Leila Augusto and Lorenza Passerini

Flavia Campobasso, Lanfranco Greco

Sasi Ruocco and Deli Ruotolo Capri | The Diveni Coats 49


shotonsite

Sigrid De Montrond, Maurice Agosti, Alivise Nicoletti

Nicolò Cirri, Alberto Marras,Giovanni Melloni

Teresa Benetto, Davide Busatto

Giovanna Zanbon, Roberto Morosini

Massimo Gasparon, Giacomo Marchesini

In the splendid setting of the Sala del Ridotto of the Hotel Monaco & Grand Canal, celebrations for the presentation of new issue of Venezia Made in Veneto magazine

Wladimiro Speranzoni, Silvia Radich

Serena Battaglia, Federico Doria

Silvia Zana, Diana Baldan

Marco Spolaore, Matteo Lanza

Giada Cadavolo, Alex Mouta

50 Capri | The Divine Coast

Eleonora Rosin, Sabrina Cardi

Roberta Scultz, Maila Scultz, Riccardo Panice, Christian Bachis

Roberta and Tessa Di Camerino


shotonsite

Dean and Dan Caten, Fabio Cannavaro

Anna Falchi and Guido Lembo

Charlotte Casiraghi

Alessandro Cecchi Paone

Javier Bardem and Penelope Cruz

Guido Lembo and Zucchero Fornaciari

Manuela Arcuri

Dean and Dan Caten

The jeunesse dorĂŠe always passes this way and season by season Guido Lembo, at his Anema e Core, makes celebs from all over the world sing and dance

Manuela Arcuri

Aida Yespica

Carlo Rossella, Diego Della Valle, Silvia Verdone, Valentino Garavani, Christian De Sica

Penelope Cruz and Diego Della Valle

Guido Lembo, Serena Autieri Capri | The Diveni Coats 51


Geraldina Garattoni, RivalitĂ , tecnica mista, 2003, 180 x 120 cm

Associazione culturale CAPRICORNO GALLERY Arte contemporanea 80073 CAPRI - Via Padre Reginaldo Giuliani, 5 C. +39 335 6290690 / 335 338 9778939 - T. +39 081 8377219 - F. +39 081 3606200 www.capricornogallery.com - info@capricornogallery.com


shotonsite

Cesare Cecchi, Natascia Santandrea , Luciano Zazzeri

Ilario Vinciguerra, Luca Stortolani, Antonino Cannavacciuolo

Andrea Aprea

Emilio Carelli, Andrea Cecchi

Giancarlo Morelli

Fausto Arrighi

Andrea Cecchi and Santini family

Massimo Bottura, Andrea Cecchi

Luca Stortolani, Giuseppe Palmieri

Some moments of the Coevo Tour from Milan to Rome with the partecipation of the greatest master chefs

Gianni Mercatali

Marco Reitano

Lucio Pompili, Oliver Glowig, Antonello Colonna, Andrea Cecchi

Luca Boccoli, Michele Dicataldo

Andrea Cecchi, Vito Mollica Capri | The Divine Coast 53


D ’ A L E S S I O

Aurora Vino Enoteca - Wineshop

Longano, 10 Capri T +39 0818374458

F A M I L Y

Aurora Champagne Fuorlovado, 7/9 Capri T +39 0818370181

Aurora Shop

Capodimonte, 60 Anacapri T +39 0818373018


e x e c u t i v e

F R A N C O

c h e f

A V E R S A

Aurora Ristorante Fuorlovado, 18 Capri T +39 0818370181 F +39 0818377134

www.auroracapri.com

aurora@capri.it mia@capri.it


divine itineraries

Villa Lysis 56 Capri | The Divine Coast


divine itineraries

Il primo fu Tiberio. Tra il 27 e il 37 d.C. governò l'impero romano da Capri. Fissò la sua dimora in 12 ville sparse sull’isola e le abitò a seconda del periodo dell’anno. Il primo fu Tiberio, ma dopo di lui scrittori, poeti, aristocratici scelsero Capri come luogo di elezione, costruirono o acquistarono case, regalando all’isola opere d’arte tutt’oggi abitate, visitate, ammirate. Tra tutte ne scegliamo due per ogni versante, di cui una dell’imperatore. Dimore che seducono al primo sguardo, evocando epica e mito tra i pensieri di chi le osserva, dopo averle raggiunte con una passeggiata tra le loro pagine di storia. EST Villa Lysis A picco sul mare, voluta dal conte Jacques d'Adelsward-Fersen, che la costruì invaghito dell'isola e del giovane Nino Cesarini, è un omaggio al dialogo di Platone Liside, sul tema dell’amicizia e dell’amore omosessuale. Roger Peyrefitte la descrisse come il simbolo vivente dell’alta Capri, raffinata e sottilmente negativa, eversiva e pagana. Richiami confusi al gusto neogotico e neoclassico, con biblioteca, fumeria di oppio, altari. Eretta in cima a una collina all’estremità nord del versante est dell’isola, è vicina al luogo in cui, due millenni prima, l’imperatore Tiberio aveva costruito la sua Villa Jovis. Villa Jovis Sul promontorio occidentale, una posizione sublime da cui osservare l’isola d’Ischia, Procida, il golfo di Napoli, la penisola sorrentina, fino al golfo di Salerno e alle terre del Cilento. Dalle sue stanze Tiberio governò l’impero per oltre undici anni. Trascorreva intere giornate nella più profonda solitudine, abbandonandosi a passeggiate solitarie lungo l’infinito belvedere della villa. Nella stagione estiva si trasferiva sulla costa, tra le costruzioni oggi note come Bagni di Tiberio o Palazzo a Mare.

Dimore storiche Historic houses

text ChiccoCoda photo Foto Flash Capri The first home was that of Tiberius. Between 27 and 37 A.D. he ruled the Roman Empire from Capri. He established his home in 12 villas scattered around the island and lived in them according to the time of year. The first was Tiberius’ home, but after him, writers, poets, and aristocrats chose Capri as their preferred place, building or buying houses here, bestowing on the island these works of art that even today are still inhabited, visited and admired. Of all of these, we chose two for each side, one being that of the emperor. These are dwellings that seduce us at first glance, evoking epics and myths in the thoughts of the beholder, after having reached them by walking through the pages of their history. EAST Villa Lysis On the edge of the sea, commissioned by Count Jacques d’Adelsward-Fersen, who built it when he fell in love with the island and the young Nino Cesarini, it is a tribute to Plato’s dialogue Lysis, on the theme of friendship and homosexual love. Roger Peyrefitte described it as the living symbol of high Capri, refined and subtly negative, subversive and pagan. Confused neogothic and neoclassical references, with a library, opium den, and altars. Built on top of a hill at the north end of the east side of the island, it is near the spot where Emperor Tiberius built his Villa Jovis two thousand years earlier. Villa Jovis On the western tip of the island, a sublime position from which one can see the island of Ischia, Procida, the Gulf of Naples, and the Sorrento peninsula, as far as the Gulf of Salerno and the Cilento area. From its rooms, Tiberius ruled the empire for more than eleven years. Some historical fragments depict him as introverted, a man of few words. He spent entire days in the most profound solitude, indulging in solitary walks along the villa’s endless belvedere. In the summer he moved to the coast, to the buildings now known as the Bagni di Tiberio (Baths of Tiberius) or Palazzo a Mare (Palace on the Sea). Capri | The Divine Coast 57


divine itineraries

Above: Villa Lysis Below: Il Fortino 58 Capri | The Divine Coast


divine itineraries

Above: Villa Jovis Below: Villa Torricella Capri | The Divine Coast 59


divine itineraries

NORD Il Fortino Attribuita ad Augusto, si estendeva fino alla spiaggia nota come Bagni di Tiberio, e aveva il suo nucleo centrale nella zona occupata oggi dalla splendida Ex Villa Bismarck. Conosciuta come Fortino, perché ha incorporato alcune delle fortificazioni costruite dai Francesi a inizio Ottocento, il complesso di Villa Bismarck comprende quattro dependance, ora case indipendenti: la Casina dei Fiori, la Palazzina degli Ospiti, la Palazzina dei Camerieri e Villa Mona. Villa Torricella Fu costruita dalle signorine Kate e Saidee Walcott-Perry, ricche americane assertrici dell’amore diverso, che arrivarono a capri nel 1897, anno in cui giunse sull’isola il conte Fersen, amico, amante e complice di vita dissoluta. Dal Continental, albergo in cui abitavano, odierno J.K. Place, si vedeva una piccola casa con tre volte e una grande vigna intorno. L’acquistarono e iniziarono i lavori, che terminarono nel 1902, quando quella piccola casa si era ormai trasformata nella loro Torricella, perfetto esempio di stile eclettico, con decorazioni arabeggianti, torri e torrette, il tutto mescolato a qualche cenno di gotico. Al suo interno, in vari punti, fu fatto incidere un verso di Orazio: Non mi sottometterò mai al volere di nessun padrone. Da allora Saidee e Kate non si allontanarono più da Capri. OVEST Villa Imperiale di Damecuta Lo scavo di Villa Damecuta fu iniziato nel 1937 da Amedeo Maiuri, archeologo che si occupò anche delle rovine di Villa Jovis. Lo stato di quella che fu una delle dodici ville costruite da Tiberio attesta l’opera di distruzione dovuta anche qui alle fortificazioni e agli arroccamenti militari, ma la presenza di frammenti di colonne in puro marmo greco dimostra che la villa, edificata nel versante occidentale dell’Isola, era ricca di pavimenti in marmo, stucchi, decorazioni e pregevoli opere d’arte. Ben conservato è il quartiere del belvedere, con un impianto simile alla loggia imperiale di Villa Jovis. Il quartiere più singolare è quello che si trova sotto la torre medievale, un’alcova, cubiculum, preceduta da un vestibolo e da un terrazzino con vista mozzafiato. NORTH Il Fortino Attributed to Augustus, but with some refurbishments by Tiberius, it extended from Bevaro Point to the beach known as the Bagni di Tiberio, and its core was in the area today occupied by the splendid Ex Villa Bismarck. Known as Fortino, because it incorporated some of the fortifications built by the French in the early nineteenth century, the Villa Bismarck complex includes four annexes, now independent dwellings: the Casina dei Fiori, the Palazzina degli Ospiti, the Palazzina dei Camerieri and Villa Mona. Villa Torricella It was built by the Misses Kate and Saidee Walcott-Perry, rich American women who believed in alternate forms of love. They arrived in Capri in 1897, the year in which Count Fersen arrived on the island. He was a friend, lover and accomplice in the dissolute life. From the Continental, where they lived, now J.K. Place, they saw a small house with three arches and surrounded by a large vineyard. They purchased it and the work began. It ended in 1902, when that little house was then transformed into their Torricella, a perfect example of eclectic style, with Moorish decorations, towers and turrets, all blended with a few Gothic touches. Inside, at various points, verses by Horace were inscribed: I never will submit to the will of any master. Saidee and Kate never left Capri after that. WEST Imperial Villa Damecuta The excavation of Villa Damecuta was begun in 1937 by Amedeo Maiuri, an archaeologist who was also in charge of the ruins of Villa Jovis. The state of what was once one of the twelve villas built by Tiberius bears witness to the destruction that took place here due to the fortifications and military entrenchment, but the presence of fragments of columns in pure Greek marble shows that the villa, built on the western side of the island, had a wealth of marble floors, stucco, decorations and valuable works of art. The area around the belvedere is well preserved, and its design is similar to the imperial loggia of Villa Jovis. Most unique is the area that lies beneath the medieval tower, an alcove, cubiculum, preceded by a vestibule and a small terrace with stunning views. 60 Capri | The Divine Coast


divine itineraries

Villa Torricella Capri | The Divine Coast 61


divine itineraries

Above: Villa Imperiale di Damecuta (Imperial Villa Damecuta) Below: Villa il Castiglione 62 Capri | The Divine Coast


divine itineraries

Torre Materita Antica torre medioevale, tre piani a pianta quadrangolare edificata dai monaci della Certosa di San Giacomo lungo la strada che da Anacapri conduce al faro di Punta Carena, per difendere la popolazione dalle incursioni saracene. Le sue aperture, costituite da bifore con colonnine tortili di gusto eclettico, si devono all’intervento di Axel Munthe, che dopo averla restaurata, la preferì, a causa di una malattia agli occhi, alla troppo luminosa Villa San Michele. SUD Villa il Castiglione Per la sua ubicazione strategica dominante sulla città di Capri si ritiene che sia la seconda residenza di Tiberio, per importanza, dopo Villa Jovis. Unica dimora caprese da dove poter ammirare sia i faraglioni che il golfo di Napoli, si estende sulla cima dell’arco che si erge sopra la grotta omonima sul versante sud dell’isola. Da villa romana è trasformata, prima dell’anno Mille, in una costruzione fortificata di forma quadrangolare con mura merlate rafforzate da due torroni agli spigoli. Al centro è eretto il mastio e una piccola cappella dedicata alla Madonna della Libera, protettrice dei Capresi dalle invasioni dei turchi. Trasformata in polveriera nell’Ottocento, fu utilizzata dalle guarnigioni inglesi durante la guerra contro le truppe francesi di Murat. Nel ‘900, dopo ripetuti passaggi diviene una dimora privata. Villa Krupp Friedrich Alfred Krupp era un grande amante di Capri, dove ebbe modo di godersi la vita e di svolgere ricerche biologiche marine sul plancton, servendosi del suo panfilo Puritain, ancorato a Marina Piccola. A Capri non ebbe mai una villa di proprietà, ma abitò l’Hotel Quisisana dove aveva una suite di quattro stanze. In attesa di costruirsene una, aveva acquistato tutto il vasto terreno situato fra la Certosa e il Castiglione, ma dovette lasciare l’isola prima di realizzare i suoi sogni. Non potremo mai sapere come sarebbe stata la sua dimora, ma possiamo provare a immaginarla partendo da alcuni indizi. Riuscì infatti a costruire la strada, che dalla villa lo avrebbe condotto al mare, e questa via oggi porta il suo nome. E realizzò anche il giardino della sua futura abitazione, un parco ribattezzato, dopo la I Guerra Mondiale, I Giardini di Augusto. Torre Materita This ancient three-storey quadrangular medieval tower was built by the monks of the Certosa di San Giacomo along the road that leads from Anacapri to the lighthouse of Punta Carena, to defend the population from Saracen raids. The openings, consisting of mullioned twolight windows with eclectic spiral columns, are the work of Axel Munthe, who, after having restored it, preferred it to the overly bright Villa San Michele, because of an eye disease. SOUTH Villa Castiglione Because of its strategic location above the town of Capri, this is believed to be the residence of Tiberius, second in importance after Villa Jovis. The only place in Capri where one can admire both the Faraglioni and the Gulf of Naples, it extends over the top of the arch that rises above the cave of the same name on the southern side of the island. At the centre stands the tower and a small chapel dedicated to the Madonna della Libera, patron saint of the islanders, to protect them from the invasions of the Turks. Transformed into a gunpowder warehouse in the nineteenth century, it was used by the British during the war against the French troops of Murat. In the 1900s, after changing owners numerous times, it became a private residence. Villa Krupp Friedrich Alfred Krupp had a great love for Capri. Here he was able to enjoy life and do research on living marine plankton, using his yacht Puritain, anchored in Marina Piccola. He never owned a villa on Capri, but lived in the Hotel Quisisana, where he had a four-room suite. While waiting to build one, he bought the whole vast area of land located between the Certosa and the Castiglione, but had to leave the island before realizing his dreams. We may never know what would his home would have been like, but we can try to imagine it starting with a few clues. He managed to build the road, which would have led from the villa to the sea. Today this street bears his name. He also created the garden for his future home, and after World War I, this park was renamed I Giardini di Augusto (The Gardens of Augustus). Capri | The Divine Coast 63


cover story

Femme Fatale Femme fatale

text Giovanni Bogani photo Fabrizio Ruffo Madalina Ghenea. In bilico tra l’Italia e gli Stati Uniti, non rinuncia a Capri Hollywood Working and living between Italy and the United States, she doesn’t renounce to the Capri Hollywood festival Una bellezza da brividi, con qualcosa di orientale nello sguardo e una eleganza innata nei movimenti. Zigomi alti, arco perfetto della bocca e fulminanti sorrisi. Madalina Ghenea è la più grande rivelazione del cinema italiano degli ultimi anni. Viene dalla Romania, ha ventiquattro anni e Hollywood già la corteggia. Anzi l’ha già catturata. La vedremo nel prossimo film con Jude Law, Dom Hemingway. L’abbiamo incontrata, nelle vie di Capri, al festival Capri, Hollywood mano nella mano del suo fidanzato scozzese dal sorriso canaglia, splendido adolescente di quarant’anni, l’attore di 300 e di Quello che so sull’amore, Gerard Butler. Lei, Madalina, si divide così tra l’Italia e gli Stati Uniti. Un lungo viaggio attraverso il mondo, iniziato dalla Romania. Da un padre innamorato del cinema italiano, e di Anna Magnani. Madalina, perché Anna Magnani è entrata nella sua vita? Non solo lei, ma tutto il cinema italiano. I miei genitori sono appassionati del grande cinema italiano degli anni Cinquanta e Sessanta. Così, sono cresciuta con Anna Magnani e Sofia Loren, con Mastroianni e Gassman. Poi è arrivata in Italia. Sì, a quattordici anni: le prime sfilate di moda, il primo contatto con il mondo dello spettacolo. In realtà io non sono una che ama farsi vedere, sono piuttosto timida. Ho passato l’infanzia e l’adolescenza tra i libri, il pianoforte, gli studi di danza classica. I suoi genitori come hanno vissuto il suo “volo” verso l’Italia, e verso il successo? Mi hanno detto una sola cosa: apri gli occhi, e impara a conoscere il mondo. Io ho cercato di seguire il loro consiglio, sempre. E non vorrei smettere mai. Il prossimo film in cui la vedremo l’ha portata in Francia… … e ho lavorato con Jude Law, Richard E. Grant, Emilia Clarke e Demina Bichir. Talenti immensi, il grande cinema internazionale. E’ una black comedy che abbiamo girato nel sud della Francia. Vedermi tra i primi nomi del cast, in un film così importante, è stata un’emozione immensa. 64 Capri | The Divine Coast

Her beauty takes your breath away, with that something oriental about her eyes and the elegant way she moves. Madalina Ghenea is the biggest revelation of these last years in the Italian movie industry. She comes from Romania, she is 24 years old, and she is very requested in Hollywood. Then, we are going to see her in the upcoming Dom Hemingway with Jude Law. We have met her along the streets of Capri, in occasion of the annual Capri, Hollywood Festival, hand in hand with her Scottish boyfriend Gerard Butler, the 40 years old boy with a bad boy smile who has played in 300 and Playing for Keeps. Madalina is always travelling between Italy and the U.S. A long journey throughout the whole world that started in Romania. With the love of her father for Italian movies, and with Anna Magnani. Madalina, how did Anna Magnani come to be part of your life? Not only her, but the whole Italian movie industry. My parents love the Italian movies from the 50s and the 60s. That’s how I came to grow up with Anna Magnani and Sofia Loren, Mastroianni and Gassman. And then you came to Italy. Yes. I was 14 years old: the first runway shows, the first contact I had to the showbusiness. I am not the kind of person that always likes to stand out, in fact, I would say I am rather shy. I spent my adolescence reading books, playing the piano and studying the classic dance. How did your parents react to your ‘flight’ to Italy, and to success? They only told me: open your eyes and learn to know the world around you. I have tried to follow their advice, always. And I wish I would always follow it. We are going to see you in a movie that has brought you to France… I worked with Jude Law, Richard E. Grant, Emilia Clarke and Denima Bichir. Really talented actors, among the best of the international movie industry. A black comedy we have shot in Southern France. To see my name among the first cast members listed on this important movie has been such a thrilling feeling for me. What about the character you play in this movie? I am a femme fatale who is going to seduce Jude Law in every way possible. He is a famous burglar specialized in the opening of


Madalina Diana Ghenea, born in Slatina on the 8th of August 1988, is a Romanian model and actress Capri | The Divine Coast 65


cover story

Official sponsor for the 2011 edition of Capri Hollywood, the actress comes back this year with her boyfriend Gerard Butler to visit the festival 66 Capri | The Divine Coast


cover story

Alcune immagini della splendida modella Madalina Ghenea Some pictures of the wonderful model Madalina Ghenea strongboxes, who has been released from 12 years of imprisonment Qual è il suo ruolo? Sono una femme fatale, che troverà molti modi per sedurre e fare and is ready to settle some outstanding accounts.. impazzire Jude Law. Lui interpreta un famoso scassinatore di casse- You are also the protagonist of Razzabastarda (a bastard race), the forti che dopo dodici anni di prigione torna libero, e vuole sistemare latest film by Alessandro Gassman, has been recently released in Italy. A black and white drama with a very strong plot. dei conti…. Da poco è uscito in Italia il film di Alessandro Gassman Razzaba- Right. It is a movie I really wanted to shoot with all myself. I happened to starda, di cui lei è protagonista. Un bianco e nero drammatico, con see the theatre performance that has inspired Alessandro, immediately falling in love with it. Then I had the fortune to be asked to take part una storia di grande forza. Sì, è un film che desideravo fare più di ogni altra cosa. Avevo visto a to that project of his. teatro lo spettacolo da cui Alessandro ha tratto il film, e me ne sono What character do you play there? innamorata immediatamente. Poi ho avuto la fortuna di far parte di I am Dorina, and I am a prostitute. One of the girls that have come from Romania to make their dreams come true, and that end living in a quel progetto. nightmare, instead. In order to interpret her in the best way possible, I Il suo personaggio qual è? Sono Dorina, una prostituta. Una delle ragazze arrivate dalla Ro- have made a journey into her bitterness, into her sadness. I have been mania piene di sogni, per ritrovarsi nell’incubo. Per interpretarla, lucky not to have personally seen and experienced that kind of reality. I came to Italy when I was 14 years old in order to work in ho fatto un viaggio nella sua amarezza, nella sua trithe fashion industry. But I can’t say that everything has stezza. Io sono stata fortunata, quello è un mondo always been that simple, even for me. che non ho visto, che non ho mai conosciuto. Sono There you even ‘mortify’ your beauty with a scar, with venuta in Italia a quattordici anni per lavorare nella dramatic shadows. Did you find it difficult? moda. Ma non è che sia stato tutto facile, neanche ‘Capri has On the contrary! I would prefer not to look beautiful per me. In quel film mortifica la sua bellezza con una cicabrought me at all in all the films I shoot, if only it would contribute trice, e con ombre drammatiche. E’ stato difficile? luck, that’s to communicate more to people in terms of feelings. don’t care about being beautiful: I only care about Al contrario! Io desidererei sempre essere brutta in the reason Iarousing feelings and emotions in the heart of those tutti i film, se questo serve a trasmettere emozioni. A why I am so who watch me in a movie. me non interessa essere bella: a me interessa essere capace di comunicare sentimenti, ed emozioni, attra- affectionate to If you would dream of a movie director you would like work with, who would you choose? verso il cinema. this island to If I would dream, I would say Paul Haggis and Alejandro Se dovesse sognare, oggi, un regista con il quale Inarritu. Paul Haggis has made some really outstanding movies, and he fare un film, chi indicherebbe? Se potessi sognare, direi Paul Haggis e Alejandro Inarritu. Paul Hag- is also an excellent person who commits to social and humanitarian gis ha fatto dei film eccezionali, ed è anche umanamente straordina- goals and pays a special attention to the ‘weaks’. I think Inarritu is a star rio, con il suo impegno sociale e la sua attenzione per i più deboli. in his genre. When I saw Biutiful, I decided to watch all of his movies. Inarritu mi sembra un fuoriclasse. Da quando ho visto Biutiful ho He too uses to pay a special attention to those people who are less lucky. voluto rivedere tutti i suoi film. Anche lui è attento soprattutto ai How much did the Capri, Holliwood festival count for you? In occasion of the 2011 edition of the festival, Pascal Vicedomini showed meno fortunati. to have a big trust in me, since he wanted me to be the sponsor of the Il festival Capri, Hollywood quanto ha contato per lei? Nell’edizione 2011, Pascal Vicedomini ha avuto fiducia in me, e mi event. That was a great occasion for me to learn how to move on a stage, ha voluta come madrina del festival. E’ stata una grande occasio- to let those who belong to show business and the movie industry at an ne per imparare a stare sul palco, per presentarmi al mondo dello international level know me, and to get to know movie directors, actors spettacolo internazionale, per conoscere registi, attori, produttori. E and movie makers. And, in occasion of the 2012 edition of the festival, nell’edizione 2012, sono riuscita a correre a celebrare il Capodanno I came to Capri with Gerard, flying from one place to another one, for a Capri, con Gerard, saltando tra un aereo e l’altro. Capri mi ha por- the celebration of the new year. Capri has brought me luck, that’s the reason why I am so affectionate to this island. tato fortuna, per questo sono molto legata all’isola. Capri | The Divine Coast 67


Vincenzo Salemme, born in Bacoli July 24, 1957, is an Italian actor, playwright, theatre director, film director and screenwriter. 68 Capri | The Divine Coast


interview movie

Il profumo delle origini The scent of one’s origins text Alessandra Lucarelli

Vincenzo Salemme. Tra teatro, cinema e televisione Vincenzo Salemme. In theatre, film and television

‘Immaginate che un giorno il vostro diavolo custode salga sulla terra per dirvi: vuoi tornare a nascere e ricominciare daccapo? La vuoi la seconda possibilità? Ce la farai a fare di meglio?’ Questo il fil rouge de Il diavolo custode, il nuovo spettacolo di Vincenzo Salemme, da lui scritto e interpretato, che in questa lunga tournée teatrale in tutta Italia ha raccolto un grande successo di pubblico e critica. Origini partenopee, l’eclettico artista entra a far parte della Compagnia di Eduardo De Filippo nel ‘77, dedicandosi da allora a un’intensa attività teatrale e cinematografica: l’incontro con il grande schermo avviene nei primi anni Ottanta, quando il regista Nanni Moretti gli affida ruoli nei film Sogni d’Oro, Bianca e La Messa è Finita. Il diavolo custode, il suo ultimo spettacolo, ruota intorno al tema della seconda possibilità. Da cosa è nata l’ispirazione? Dalle domande che mi sono posto negli ultimi anni, anni in cui ho frequentato la psicoanalisi. Godere il momento presente: quali sono le cose che piacciono a Vincenzo Salemme? La semplicità, il rapporto armonioso con la propria natura. Attore, regista, scrittore e sceneggiatore: quale passione è nata prima e in quale ruolo si sente più a suo agio? E’ come nelle scatole cinesi: l’uno sta dentro l’altro. Quanto e in cosa le sue origini partenopee l’hanno influenzata nel corso della sua carriera? Sono nato a Bacoli, una piccola lingua di terra nel mare dei campi flegrei. E’ un paese in cui tempi sembrano scanditi da un orologio molto più lento rispetto ai ritmi frenetici della modernità, direi che sono riflessivo, a volte anche troppo e della mia terra mi piace soprattutto l’odore. La soddisfazione più grande, professionale e privata? Quando nel ’77 entrai nella compagnia di Eduardo De Filippo. Dove la vedremo prossimamente? Girerò un film come attore e uno come regista… spero!

‘Imagine if one day your guardian devil rose up to earth and said to you, ‘Do you want to be born again and start everything over from the beginning? Do you want a second chance? Could you do better?’ This is the leitmotif of Il diavolo custode, Vincenzo Salemme’s new show. He is both its author and star, and in this long theatre tour across Italy, it has been a huge success with audiences and critics. Of Neapolitan origin, the eclectic artist joined the theatre company, Compagnia di Eduardo De Filippo, in 1977, and since then has been dedicated to a busy career in theatre and film. His encounter with the big screen took place in the early Eighties, when the director Nanni Moretti gave him roles in movies like Sogni d’Oro, Bianca and La Messa è Finita. Il Diavolo Custode, your latest show, revolves around the theme of the second chance. Where did the inspiration come from? From the questions I’ve asked in recent years, the years I was in psychoanalysis. Enjoying the present: what things bring pleasure to Vincenzo Salemme? Simplicity, the harmonious relationship with one’s own nature. Actor, director, writer and screenwriter: which passion came first and in which role do you feel most comfortable? It’s like Chinese boxes: one is inside the other. To what extent and in what areas have your Neapolitan origins influenced the course of your career? I was born in Bacoli, a small strip of land in the sea of ​​Campi Flegrei. It’s a town where time seems to be marked by a much slower clock than the frenetic pace of modern life. I would say that I’m thoughtful, sometimes too much so, and the thing I like best about my town is its smell. Your greatest satisfaction, professional and private? When I joined the Eduardo De Filippo theatre company in 1977. Where will we be seeing you next? I’ll be shooting one movie as an actor and another as director... I hope! Capri | The Divine Coast 69


interview movie

Capri Hollywood capri hollywood text Giovanni Bogani

E’ l’appuntamento del cinema internazionale, a Capri. Intervista al suo fondatore Pascal Vicedomini It’s the international film festival in Capri Interview with its founder Pascal Vicedomini Tra i festival cinematografici del panorama internazionale, ce n’è uno molto speciale. Perché si svolge nell’isola più bella del mondo, Capri. E perché chiama a raccolta i divi di Hollywood, nel momento più importante dell’anno: quello che precede gli Oscar. Il motore umano di questo festival, che porta nell’isola azzurra attori, registi e musicisti di ogni tipo è un giornalista italiano che da sempre è appassionato di cinema e di musica: Pascal Vicedomini. Instancabile, Vicedomini è stato capace di fare arrivare al festival con vista sui Faraglioni Luciano Pavarotti, Mariah Carey, Dennis Hopper, Mélanie Laurent e moltissimi altri divi. Non è stato sempre facile, naturalmente. Lo stesso Vicedomini ci racconta il cammino del festival. Quando è nato Capri, Hollywood e perché? E’ nato un’estate del 1995. Vedevo arrivare a Capri tante star del cinema: Demi Moore, Bruce Willis, Naomi Campbell. Amavano l’isola. E mi sono detto: trasformiamo Capri nella capitale di Hollywood! Ero in un ristorante, da Paolino. Ho cominciato in quel momento a immaginare un festival. E quell’autunno, il festival nasceva. La prima carta a favore del festival quale è stata? La forza dell’isola. Della roccia. Il partner più fedele. Gli ospiti che hanno segnato la svolta del festival? Dalla seconda edizione. Quando è venuto Luciano Pavarotti è stata un’enorme emozione. E Gérard Depardieu, Harvey Keitel, Michael Cimino. L’anno dopo è venuto Anthony Minghella, reduce dalla vittoria negli Oscar, e Fiorello, lo showman più completo che l’Italia abbia avuto negli ultimi anni. Quali momenti magici ricorda? Ricordo nel 2001 Faye Dunaway e Giancarlo Giannini, un cantante mitico come Gino Paoli, un premio Oscar come F. Murray Abraham. E poi Vanessa Redgrave. E 70 Capri | The Divine Coast

Of the film festivals on the international scene, there is one very special one. Because it takes place on the most beautiful island in the world, Capri. And because it summons Hollywood stars, in the most important period of the year: the one preceding the Oscars. The human engine of this festival, who brings actors, directors and musicians of all kinds to the blue island, is an Italian journalist who has always been passionate about film and music: Pascal Vicedomini. To this festival with a view of the Faraglioni, the tireless Vicedomini has managed to bring Luciano Pavarotti, Mariah Carey, Dennis Hopper and many other stars. Naturally, it has not always been easy. The same Vicedomini tells us about the festival’s evolution. When was Capri, Hollywood born and why? It was born in the summer of 1995. I saw many movie stars coming to Capri: Demi Moore, Bruce Willis, Naomi Campbell. They loved the island. And I said to myself: let’s turn Capri into the capital of Hollywood! I was in a restaurant, Paolino’s. At that moment, I began to imagine a festival. And that autumn, the festival was born. What was the first card that played in favour of the festival? The strength of the island. The rock. The most faithful partner. The guests who have marked the festival’s turning point? From the second edition. When Luciano Pavarotti came, it was a huge thrill. And Gérard Depardieu, Harvey Keitel, Michael Cimino. The following year Anthony Minghella came, fresh from his victory at the Oscars, and Fiorello, the most complete showman Italy has had in recent years. Which magical moments do you remember? I remember 2001, Faye Dunaway and Giancarlo Giannini, the legendary singer Gino Paoli, the Oscar winner F. Murray Abraham. And then Vanessa Redgrave. And in


From left clockwise: Luciano Pavarotti, Bérénice Bejo, sasaasaas Forest Whitaker, Mélanie Laurent


interview movie

Celebrities attending the festival: Mariah Carey, Marco Bellocchio, Pascal Vicedomini and Grazia Bottiglieri Rizzo nel 2003, il ministro Tremaglia, arrivato subito dopo 2003, the Minister Tremaglia, who arrived shortly after l’attentato ai militari italiani a Nassirya. Un concerto the attack on the Italian soldiers in Nasiriyah. A concert della banda dei Carabinieri, in piazzetta. Un momento by the Carabinieri band, in the piazza. A moment of pure di assoluta commozione. emotion. Quali altri personaggi hanno segnato il cammino di What other celebrities have paved the way for Capri, Capri, Hollywood? Hollywood? Nel 2007 Dennis Hopper, il regista di Easy Rider, venne In 2007, Dennis Hopper, the director of Easy Rider, came a fare da padrino alle proiezioni nella Certosa di San to be godfather for the showings in the Certosa di San Giacomo, un chiostro bellissimo, antico, diventato Giacomo, a gorgeous monastery, ancient, turned into a large una grande sala cinematografica grazie a un pallone movie theatre thanks to a pressostatic balloon. And along pressostatico. E con lui ricordo Steven Zaillian, lo with him, I remember Steven Zaillian, the screenwriter for sceneggiatore di Schindler’s List, il musicista Nicola Schindler’s List, and the musician Nicola Piovani. Piovani. What is the festival’s strategic significance Il significato strategico del festival per The festival for artists from all over the world? gli artisti di tutto il mondo qual è? the opportunity to meet with the summons It’s E’ l’appuntamento con la stampa international press, to launch the race to the Hollywood Oscars. Artists such as Michel Hazanavicius internazionale, per lanciare la corsa agli Oscar. Qui hanno iniziato la loro campagna stars in the and Berenice Bejo began their campaign here Michel Hazanavicius e Bérenice Bejo per The Artist, for example. Or Ben Kingsley for most important for The Artist, per esempio. O Ben Kingsley the film Hugo Cabret. Or recently, the campaign moment of the began here for The Silver Lining Playbook, per il film Hugo Cabret. O recentemente è partita da qui la campagna per The Silver year: the one which triumphed at the Oscars. Lining Playbook che ha trionfato agli also have a twin festival in Los Angeles that precedes You Oscar. now. the Academy Yes, and with the institute ‘Capri nel mondo Con un festival gemello siete anche Awards (Capri in the World)’ we were able to have sbarcati a Los Angeles Sì. E con l’istituto ‘Capri nel mondo’ siamo riusciti a stars on Sunset Boulevard for Bernardo Bertolucci and fare avere la stella su Sunset Boulevard a Bernardo Andrea Bocelli. The institute was born thanks to the vision Bertolucci e ad Andrea Bocelli. L’istituto è nato grazie and enthusiasm of some island hoteliers, including Toni alla lungimiranza e all’entusiasmo di alcuni albergatori Petruzzi, at the time the owner of the hotel La Palma, and dell’isola, tra cui Toni Petruzzi, all’epoca proprietario Costanzo De Angelis, owner of the hotel La Residenza, two dell’hotel La Palma, e Costanzo De Angelis, proprietario of the most elegant and prestigious havens on Capri. dell’hotel La Residenza, due dei rifugi più eleganti e Three special moments that you can recall in the history prestigiosi di Capri. of the festival. Tre momenti che ricorda nella storia del festival. The arrival of Forest Whitaker with the whole family, by L’arrivo di Forest Whitaker con tutta la famiglia, in hydrofoil. The arrival of big Luciano, Pavarotti, in 1996. aliscafo. L’arrivo di big Luciano, Pavarotti, nel 1996. There was a huge storm the day before. When he arrived, C’era stato un nubifragio pazzesco il giorno prima. as if by a miracle, the waters became calm. He arrived in Quando arrivò lui, come per miracolo si calmarono le the piazza, cheered by the crowd. acque. Arrivò in piazzetta, acclamato dalla folla. With which major Hollywood studios do you work the Con quali major di Hollywood lavorate di più? most? Mi piace ricordare Fox, Universal, Warner Bros, e I like to remember Fox, Universal, Warner Bros, and Harvey Harvey Weinstein. Weinstein. 72 Capri | The Divine Coast


2

3

4

1. Mariah Carey 2. Fiorello 3. Dennis Hopper 4. Pascal Vicedomini and Forest Whitaker 5. Bradley Cooper 6. Naomi Campbell

5

6


art interview

La pittura è come la musica Painting is like music… text Francesca Lombardi

Massimo Kaufmann ci racconta la sua pittura e il progetto con il Capri Palace Massimo Kaufmann describes his painting and the Capri Palace project Si è inaugurata lo scorso aprile una nuova fase del White Museum, cuore artistico del Capri Palace e di Anacapri: da scrigno di tesori del contemporaneo, a officina, laboratorio artistico che si apre al territorio. Il nuovo progetto di Tonino Cacace e curato da Arianna Rosica prevede quattro singoli soggiorni artistici - nei mesi di aprile, maggio, settembre, ottobre - durante i quali verranno realizzate attività di laboratorio con i ragazzi del Liceo Axel Munthe di Capri. All’interno dell’hotel sarà allestita una mostra dell’artista ospite. Il primo soggiorno è dedicato a Massimo Kaufmann, esponente della generazione artistica affermatasi nei primi anni ‘90 a Milano. L’abbiamo intervistato durante il suo soggiorno anacaprese. Ci parla della sua formazione, in un momento molto particolare dell’arte italiana. Io sono un autodidatta, ho sempre dipinto fin da bambino. Anche mentre facevo l’Università, a Milano, e studiavo per diventare giornalista e critico d’arte. Nell’86 ho fatto la prima mostra, avevo 23 anni. Forse troppo giovane ma il mio percorso personale si è inevitabilmente modificato. In Italia non ci sono mai state delle vere e proprie correnti; talvolta è stato un critico d’arte a intravedere delle linee comuni in un gruppo di artisti e a creare un movimento. Personalmente ho fatto parte di un gruppo di individualità: Cingolani, Della Vedova… adesso siamo tutti cinquantenni. La sua tecnica pittorica nasce da una stesura meticolosa del colore, in cui il tempo ha un ruolo fondamentale. Quale significato assume la tecnica nel suo lavoro? Nella vita bisogna trovare il modo di non annoiarsi e dipingere per me è questo, al di là dei miei obiettivi più intellettuali. Mi piace poi che le mie opere raccontino tutto il tempo che è stato impegnato per crearle. La pittura è 74 Capri | The Divine Coast

A new phase for the White Museum, the artistic heart of the Capri Palace in Anacapri, began in April: from treasure box of contemporary artwork to art workshop open to the local community. The new project by Tonino Cacace and curated by Arianna Rosica includes four artistic “stays” – in the months of April, May, September, October- during which workshop activities will be made available for the students of Capri’s Axel Munthe High School. The hotel will be housing an exhibition by each guest artist. The first “stay” is reserved for Massimo Kaufmann, a leading exponent of the generation of artists who made a name for themselves in the early nineties in Milan. We had a talk with him during his stay in Anacapri. Please tell us something about your education, at a very special time in Italian art. I’m a self-taught artist, I’ve been painting since childhood, even when I was at college, in Milan, and studied journalism and art criticism. I had my first exhibition in 1986, I was 23 years old. Perhaps I was too young at the time, but my artistic journey inevitably took new directions. In Italy, there have never been true art currents; at times, an art critic would spot common traits in a group of artists and create a movement. I think of myself as the member of a group of single personalities: Cingolani, Della Vedova…we are all in our fifties now. Your pictorial technique is based on the careful and meticulous laying of color and time is the essential factor. What does technique mean to you in your artwork? Life is about trying hard not to get bored and that’s what painting is to me, in addition to the more intellectual goals I pursue. I also wish for my works of art to describe and convey all the time put into them. Painting is like music, it exists only when it is being performed. Your most recent works show the influence of painters of


Massimo Kaufmann, a leading exponent of the generation of artists who made a name for themselves in the early nineties in Milan. He is also a writer of essays Capri | The Divine Coast 75


A picture of the diptych by the artist donated to Capri Palace’s White Museum 76 Capri | The Divine Coast


art interview

With the students and the opening of the artist’s exhibition come la musica, esiste nel momento in cui la si suona. the past, such as Monet in Golden Age and Velasquez in Nei suoi lavori recenti ci sono citazioni di pittori del pas- Las maeninas. What is your approach to them? sato, da Monet in Golden Age a Velasquez per Las Meni- Painting is the history of painting. Whatever is created tonas. Come si pone di fronte a queste opere? day is deeply rooted in the past, it is the result of ongoing La pittura è la storia della pittura. Ciò che viene creato oggi transformation. I see art as a living organism in evolution. attinge al passato, in una continua trasformazione. Io vedo Milan, New York, Bologna, what place does Capri hold in l’arte come fosse un organismo vivente in evoluzione. your personal history? Milano New York Bologna, che posto occupa Capri in I came here for the first time with my mother at the age questa sua personale geografia? of fifteen. I came back after thirty-five years and, in these Ci sono venuto quando avevo 15 anni con mia madre. Non days, I’m visiting the places I saw back then. It’s very excitci sono stato più per 35 anni e in questi giorni sto tornando ing to see the places I remember from my first visit: the nei posti che ho visitato allora. Mi da una grande emo- flooring and the Garden of Eden painted on ceramic tiles in zione rivedere i posti che ricordavo di quella prima visita: the Church of St. Michele, and the folk baroque works of il pavimento della Chiesa di San Michele, il Paradiso Ter- art that express all the island’s essence. restre dipinto su ceramica ancora in San Michele…. opere Were you familiar with the Capri Palace di barocco popolare che racchiudono tutta when you said “yes” to Tonino Cacace and l’essenza dell’Isola. his project? Conosceva il Capri Palace quando ha detto “Io vedo l’arte I had heard about this brilliant entrepreneur si a Tonino Cacace e al suo progetto? owns an extraordinary hotel and art come fosse who Avevo solo sentito parlare di questo brillante collection. The real thing proved to be betun organismo ter than expected, I discovered a place with imprenditore che ha un albergo straordinario e colleziona opere d’arte. La realtà che vivente in a deep soul and filled with works by many mi ha accolto è stata una rivelazione miglioevoluzione” friends… re delle premesse, ho scoperto un posto con I see art You too will leave a trace of your presence at una grande anima e opere di tanti amici… as a living the Capri Palace. What work of art will speak Rimarrà anche la traccia del suo passaggio al Capri Palace. Ha già deciso l’opera che organism in of you? parlerà di Lei? the period of time I spent here, I had evolution“ Over Nel periodo della mia permanenza qui aban exhibition featuring six works, all of recent biamo allestito una piccola mostra con sei pezzi, tutti ab- years. I can’t make up my mind between two, I’ll choose bastanza recenti. Sto ancora scegliendo tra due, deciderò before going (in these pages that follow you’ll see the work that prima di andarmene…(in queste pagine vedrete l’opera che is now a piece of the Capri Palace art collection). entra a far parte della collezione del Capri Palace ndr). What is the added value of such an intense exchange of Qual è il valore aggiunto di uno scambio così intenso con ideas and energy between you and the island’s young il territorio e con i giovani? people? Io mi sono divertito molto con i ragazzi e i ragazzi molto I had a lot of fun with the students and they had fun with con me. Dopo una prima parte di lavoro un po’ più dida- me. Once we were done with the academic basics, we talkscalica e scolastica, abbiamo molto parlato di filosofia e di ed a lot about philosophy and art history. The “lessons” storia della’arte. Abbiamo concluso dipingendo en plein air were concluded by painting en plein air like Monet used come faceva Monet to do. 3 cose che ama dell’isola, 2 me l’ha già dette. Una terza? The three things you love about the island, two you said. Sono molto colpito dal carattere dei capresi e degli anaca- What is the third? presi… Ho ricevuto un’accoglienza che fa molto bene allo I’m struck by the locals’ good nature. I met with a very kind spirito. reception from them. That’s balm to my spirit. Capri | The Divine Coast 77


Sixties attac k Volumi discreti, bon ton minimale, silhouette lineari. Soluzioni sartoriali che sembrano fatte su misura per una swinging girl off Restrained volumes, minimalist ladylike look, linear silhouettes. Sartorial solutions that seem specially made for the perfect swinging girl

Marta Innocenti Ciulli photo Ruggero Lupo Mengoni make up and hair Paolo Baroncelli


Prada Satin per il minidress rosa con decorazioni dalla linea jap. Culotte in cotone canneté Satin for the pink minidress with “Jap”-style decorations. Ribbed cotton culottes Scarpe/shoes Prada Occhiali/glasses Prada


Jil Sander Navy Fiori sull’abito chemisier con gonna ampia Flowered chemisier dress with box-pleated skirt Cintura/belt Lanvin Scarpe/shoes Prada


Fay Abito profilato di pelle con taglio all’americana Leather-trimmed minidress with halter neck Leggings Alexander McQueen Scarpe/shoes Roger Vivier


Ermanno Scervino Giacca con baschina e scollo rotondo. Shorts con applicazioni luminose Necked jacket with yoke matched with shorts with bright appliquĂŠs


Fendi Voile fantasia per l’abito a sacco con collo a scialle Patterned voile sack dress with shawl collar Cintura/belt Alexander McQueen Scarpe/shoes Roger Vivier


Class Roberto Cavalli Mini abito dritto, scollo a V, inserti di colore V-necked straight minidress with colored inlays


Salvatore Ferragamo Abito di trina foderato in pelle con asimmetrie di tagli Lace dress lined with ultrasoft teppe and asymmetrical cuts Occhiali/glasses Louis Vuitton


Chanel Piccola giacca con collo rotondo e maniche al gomito abbinata all’abito Little round-necked jacket with elbow-length sleeves matched with minidress with boule skirt

88 Capri | The Divine Coast


Moschino Abito con applicazioni e scollo rotondo Slightly-flared roundnecked dress with appliquĂŠs Scarpe/shoes Valentino Calzettoni/ socks Gallo


Gucci Abito con maniche a campana. Spalle scoperte Off-the-shoulder dress with large bell-shaped sleeves Collana/necklace Gucci Scarpe/shoes Marni


Christian Dior Linea ampia per l’ abito con bustino dritto e gonna plissÊ Loose-fitting minidress with straight bodice and pleated skirt Scarpe/shoes Roger Vivier


Quel rosso are che vien dal m

sea ing from the The red comoz zoni

by Sabrina B Simbolo di eleganza da tempi immemorabili, il corallo è il protagonista dei nostri gioielli The symbol of elegance from time immemorial, here comes the star of our jewelry box

1

2

3

4

5

1. Damiani 2. Vernhier 3. 5. La Campanina 4. Pomellato 6. Faraone Mennella 92 Capri | The Divine Coast


fashion what’s jewels cool

6 Capri | The Divine Coast 93 Firenze | Tuscany


Villa Verde capri restaurant MenÚ che spazia dalle specialità di mare ai gustosi piatti della tradizione locale, le proposte gastronomiche di Villa Verde esaltano i sapori ed i profumi della cucina mediterranea. La cantina è fornita delle migliori etichette di vini esteri e nazionali e di grandi distillati.

Vico Sella Orta, 6 - CAPRI, NA - Italy - Tel. +39 .081.837.7024 www.villaverde-capri.com


must have bags

3 1

5 8

2

A rainbow of colors for the coolest bags of the summer season. Pantone after Pantone, make your choice.

4

6 10

7 11

9

Di che colore sei? What color are you?

by Sabrina Bozzoni 1. Dolce & Gabbana - € 1.300 - via Vittorio Emanuele, 40 - Capri 2.Roberto Cavalli - via Vittorio Emanuele III, 26 - Capri 3. Miu Miu - € 495 - via Vittorio Emanuele, 58 - Capri 4. Carshoe - via Vittorio Emanuele, 19 - Capri 5. Ermanno Scervino - € 840 - via D. Morelli, 19/21 - Napoli 6. Gucci - via Camerelle, 25/27 - Capri 7. Valentino - via Camerelle, 23 - Capri 8. Chanel - www.chanel.com 9. Just Campagne - at Veridiana Via dei Mille - via dei Mille, 61 - Napoli 10. Louis Vuitton - € 1.210 - via Camerelle, 16a - Capri 11. Prada - via Roma, 2 - Capri Capri | The Divine Coast 95


“Conosci tu il paese dove i limoni fioriscono, nel verde dei fogliami fulgon le arance d’oro? Johann Wolfgang von Goethe

“Conosci tu il paese dove i limoni fioriscono, nel verde dei fogliami fulgon le arance d’oro?

Johann Wolfgang von Goethe

Ristorante Paolino Capri - Via Palazzo a Mare, 2 ph +39 0818376102

Ristorante Paolino Capri - Via Palazzo a Mare, 2 ph +39 0818376102


must have shoes

3 1

5 8

2

Emperor Tiberius was the first to arrive on the island wearing these sandals. The rest is history

4

6 10

7 11

9

Alla caprese Capri-style

by Sabrina Bozzoni 1. Casadei - € 490 - via Camerelle, 55 - Capri 2. Fiore - via Vittorio Emanuele, 42 - Capri 3. Chanel - www.chanel.com 4. Louis Vuitton - € 465 - via Camerelle, 16a - Capri 5. Sergio Rossi - www.sergiorossi.com 6. Colcci - at Veridiana Via dei Mille - via dei Mille, 61 - Napoli 7. Miu Miu - € 495 - via Vittorio Emanuele, 58 - Capri 8. Tod’s - € 398 - piazza Umberto I, 2 - Capri 9.Vincenzo Faiella - via delle Botteghe, 21 - Capri 10. Mariorita Boutique - piazza Vittoria - Anacapri 11. Gucci - via Camerelle, 25/27 Capri | The Divine Coast 97


“Cenare sotto le tradizionali pagliarelle del ristorante Faraglioni, spiando il passeggio di Via Camerelle, è l’essenza della capresità...”

Via Camerelle, 75 - Capri (Napoli) ITALY Tel. +39 081 8370320 - info@faraglioni.com www.faraglioni.com


must have trends

2 1

3

Plain and simple, with a touch of swinging madness. Fashion looks up to the fabulous ‘60s 6

5

7

8

44 6

I Sixties son tornati! The Sixties are back!

by Sabrina Bozzoni 1. Miu Miu - € 450 - via Vittorio Emanuele, 58 - Capri 2. Emilio Pucci - via Camerelle 65 - Capri 3. Chanel - www.chanel.com 4. Gucci - via Camerelle, 25/27 - Capri 5. Jil Sander - www.store.jilsander.com 6. Louis Vuitton - € 610 - via Camerelle, 16a - Capri 7. Roberto Cavalli - via Vittorio Emanuele, 26 - Capri 8. Marni - at Della Martira - Viale Ariosto 4/B - Capri Capri | The Divine Coast 99


must have watches

2 1

3

For the ladies who are always late or always early, the watches that don’t give up on style 6

5

7

8

44 6

Che ore sono? What time is it?

by Sabrina Bozzoni 1. 2. Rolex - at La Campanina - via Vittorio Emanuele, 18 - Capri 3. Patek Philippe - at Trucchi - via Vittorio Emanuele, 47- Capri 4. Capri Watch - € 190 - via Camerelle, 21 - Capri 5. Panerai - at Virginia Gioielli - via Vittorio Emanuele, 2-4 - Capri 6. Audemars Piguet - € 610 - at La Perla Capri - piazza Umberto I - Capri 7. Hermès - via Camerelle, 43 - Capri 8. Gucci - via Camerelle, 25/27 - Capri Capri | The Divine Coast 101


LIBRI&ARTe BOOks&ART La Conchiglia Libri&Arte :: Via Camerelle, 18 - 80073 Capri :: Tel +39 081 8376577 :: Fax +39 081 19723718 Via Le Botteghe, 12 - 80073 CAPRI (NA) :: Via G. Orlandi, 205 - 80071 ANACAPRI (NA) :: Via dei Pianellari, 17 - 00186 ROMA www.edizionilaconchiglia.it :: info@laconchigliacapri.it


must have man

2 1

3

Pure and natural, but also elegant and sophisticated. Candid trends for the princes of the new millennium 6

5

7

8

4 6

Uomo Bianco White Man

by Sabrina Bozzoni 1. Doriani Cashmere - € 650 - via Le Botteghe - Capri 2. Ermanno Scervino - € 460 - via D. Morelli, 19/21 - Napoli 3. So Capri - at La Canzone del Mare - via Vittorio Emanuele, 11 - Capri 4. Capri Watch - € 220 - via Camerelle, 21 - Capri 5. Gucci - via Camerelle, 25/27 - Capri 6. 100x100 Capri - via Fuorlovado, 27/44 - Capri 7. Prada - via Roma, 2 - Capri 8. Z Zegna - € 350 - via Vittorio Emanuele, 42 - Capri Capri | The Divine Coast 103


Felice Limosani, 47 years old, a multidisciplinary creative and “unconventional� curator of the exhibition for La Triennale Foundation that explores the Expo 2015 themes


interview art

Toccare con mano Seeing for oneself

text Francesca Lombardi

ani. Felice Limos Nelle parole di 15 dell’Expo 20 I grandi temi ore per Capri m ma anche l’a osani. of Felice Lim In the words 15, es of Expo 20 The great them ri ve of Cap but also the lo Nato professionalmente come Dj, buona, sana, sufficiente e sosteniha creato progetti e installazioni bile?”   A questo proposito scelga per l’UNESCO, il Louvre, la White due parole con cui spiegare la sua Chapel e Sketch Gallery di  Londra mostra? e Il Padiglione Mies Van der Rohe Riflessione e Emozione. Riflessiodi Barcellona.   Video artista con ne perché la Terra , dopo averci collaborazioni tra cui quelle con nutrito per millenni,   ha bisogno Brian Eno, René Aubry, London di nutrimento, fatto di rispetto, di Sinfonietta.   I suoi lavori multi- atteggiamenti sostenibili, di tecmediali sono stati selezionati da nologie evolute   e visioni   nuove. Tate Modern , Centre Emozione perchè il Pompidou, Palaise de nostro cervello è caTokio. Felice Limosa- “L’arte e la blato con esse. L’arte ni, 47 anni, creativo creatività e la creatività sono un multidisciplinare, sono un detonatore interiore autore di installazio- detonatore capace di migliorarci ni site specific. Non e spingerci in avanti. interiore per caso è il curatore Solo l’uomo,  artefice “non convenziona- capace di fin qui di uno strale”  presso la Fonda- migliorarci ordinario percorso zione La Triennale di e spingerci d’evoluzione e inMilano  con un com- in avanti” tervento sulla natupito non facile: aprire ra, può porre nuove la strada e far conoscere al pubblico domande oltre che dare risposte. l’Expo 2015 con una mostra titolata: L’imperativo che auspico dopo riPianeta Expo 2015. Conoscere, gu- flessione e emozione è: azione! stare, divertirsi. In questa intervista Lei è un’eccellenza internazionale ci racconta la mostra e molto altro. dello storytelling.   In che termiL’Esposizione Universale di Mi- ni ha applicato la sua conoscenlano 2015 apre   la sfida con una za  nell’ambito curatoriale? domanda:“È possibile assicurare a La Triennale di Milano è il mediatutta l’umanità un’alimentazione tore culturale dei temi che Expo

After a professional start as DJ, he worked on projects and installations for UNESCO, the Louvre Museum, London’s White Chapel and Sketch Gallery and Barcelona’s Mies Van der Rohe Pavilion. A video artist, he worked with Brian Eno, René Aubry, London Sinfonietta. His multimedia works have been selected by Tate Modern, Centre Pompidou, Palaise de Tokio. He is Felice Limosani, 47 years old, a multidisciplinary creative and designer of sitespecific installations. He is also the “unconventional” curator of Milan’s La Triennale Foundation and his is no easy task: that of making the Expo 2015 known to the public through an exhibition titled “Planet Expo 2015. Learning, Savouring, Having Fun. In the interview that follows he tells us all about it and much more. The World Expo of Milan opens with a question. “Is it possible to provide the whole of humanity with good, healthy, enough and sustainable food?” Speaking of which, what two

words would describe your exhibition? Reflection and Emotions. Reflection because the Earth, after having fed us for millennia, needs nourishment, made of respect, sustainable behavior, advanced technology and new visions. Emotions because our brain is greatly connected to them. Art and creativity are triggers that make us better and push us forward. Only man, the author of an extraordinary evolution process and intervention on nature, can ask questions and provide the answers. The imperative I wish for after reflection and emotions is action! You are a great international name of storytelling. How have you applied your knowledge to the curating field? The Milan Triennale is the cultural mediator of the themes that the Expo will be tackling with over 130 countries. In the initial phase, there is no need to explain, but rather to tell. My job is to stimulate the audience’s imagination and curiosity about the big issues we will Capri | The Divine Coast 105


interview art

affronterà con oltre 130 paesi. In questa fase d’avvio non occorre spiegare ma raccontare. Il mio compito è di stimolare l’immaginazione e la curiosità del  pubblico verso le grandi questioni che affronteremo nel 2015. Per esempio la mostra inizia con un’enorme cubo diviso a metà da uno squarcio come un simbolico spaccato della realtà. Ci faccia un’esempio… Sullo stesso pianeta convivono differenze e contraddizioni. Milioni di persone patiscono la malnutrizione e altrettanti subiscono i danni di un’alimentazione eccessiva e disordinata. Ci dica qualcosa in più per comprendere lo storytelling e il mestiere dello storyteller . Il primo a ritagliarmi questo ruolo fu il sociologo Francesco Morace defindomi un “digital storyteller”. Il mio lavoro e i suoi studi sull’evoluzione della comunicazione  combaciavano. Ma non basta un’etichetta a definire in pieno “l’elasticità” che il contemporaneo richiede. Infatti il mio sito web apre con il commento che una giornalista mi fece alla fine di un’intervista: “Sig. Limosani non ho capito cosa fa esattamente, ma complimenti perché lo fa benissimo”.  L’unicità del mio lavoro sta nell’aver convertito una tecnica di “convincimento” politico e industriale nata negli anni ’50, in un atto di “coinvolgimento” artistico e culturale. Un po come accadde nell’antichità per i greci che trasformarono in agonismo, la violenza praticata dai romani nelle competizioni. Costruttivo VS Distruttivo. Le capita anche di raccontare    storie   per immagini come fa la pubblicità? Come cattura l’attenzione, da creativo o da comunicatore? Sono un sostenitore della seduzione del talento   come alternativa alla corruzione pubblicitaria 106 Capri | The Divine Coast

molto cara al vecchio marketing. be dealing with in 2015. For Sono convinto che a sedurre sia instance, the exhibition begins il carattere reale, non l’offerta vir- with a giant cube split in two tuale. Inoltre già in passato “gli like a symbolic cross-section of apparati effimeri” rientravano reality. nella tradizione artistica più no- Could you give us an example? bile associata a fini comunicativi. Differences and contradictions Leonardo da Vinci allestiva feste coexist on the same planet. per la corte di Ludovico il Moro Millions of people suffer from a Milano in cerca di consensi, under-nutrition and as many Fortunato Depero firmava la pub- from the excessive and disorblicità e la bottiglietta iconica per derly intake of food. Davide Campari. Infine Mark Ro- Could you tell us something thko nel 1958 dipinse una serie more about storytelling and di murales per il ristorante Four the storyteller’s job? Seasons, nel Seagram Building The first who ever called me di New York. Oggi le stesse opere “digital storyteller” was soverrebbero definite decorazione ciologist Francesco Morace. ambientale. Di fatto costituisco- My job and his studies on the no l’esposizione permanente, tra evolution of communication had many aspects in common. le più suggestive e However, you significative, dedican’t just put a cata a Rotko presso label on it to fully la Tate Modern di describe the “flexLondra. ibility” required Qual è il suo rap- “Art and by the contemporto personale creativity porary world. As con Capri ? are triggers a matter of fact, Negli anni’80 e ‘90 that make my website opens sono stato il Dj us better with a comment storico del Raya by a journalist di Panarea da cui and push at the end of an eredito delle ami- us forward” interview with me: “Mr. Limocizie speciali sia napoletane che capresi. Allora mi capitò di esi- sani, I have no idea what you birmi per una sera nella   mitica do, but you do it very well”. discoteca Number Two. Erano gli The uniqueness of my job lies anni della disco music! Evitando in the capability of converting inutili revival, ogni anno trascor- a political and industrial “perriamo con la mia Doris qualche suasion” technique of the fifgiorno sull’Isola. Amiamo il Capri ties into an act of artistic and Palace dell’amico Tonino Cacace. cultural participation. A bit like Un luogo irripetibile già a  partire what the ancient Greeks did dalla sua posizione dove il mare by transforming the violence si gode dall’alto a regalarmi un practiced by the Romans in sports competitions into comgrande senso di libertà. Se dovesse raccontare Capri con petitive spirit. Constructive i suoi strumenti, che storia cre- versus Destructive. Do you ever tell stories erebbe? Amo il mondo cromatico e mate- through images like in adrico delle maioliche Capresi. Ho vertising? How do you attract sempre pensato che prima o poi people’s attention, as a crene farò una storia interattiva tra ative or as a communicator? I’m a fan of the seductive powpoesia e tecnologia.

er of talent as an alternative to advertising corruption which old-style marketing is so fond of. I believe that people are captivated by the real thing, not by the virtual offering. Furthermore, the so-called “ephemeral apparatus” belong to the noblest artistic tradition associated with communication purposes. Leonardo da Vinci organized parties at the Court of Ludovico il Moro in Milan to gain approval. Fortunato Depero worked on the advertisement and the famous bottle for Davide Campari. In 1958, Mark Rothko did a wall painting series for the Four Seasons restaurant, in New York’s Seagram Building. Today, the same works would be described as environmental painting. Actually, they make up the permanent exhibition on Rothko at London’s Tate Modern, one of the most beautiful and significant collections. What is your relationship with Capri like? In the ‘80s and ‘90s, I worked as DJ at Panarea’s Raya where I made some very good friends among the Neapolitan and Caprese customers. One night, I even performed at the legendary Number Two disco club. Those were the disco music years! Every year I spend a few days on the island with my Doris. We love our friend Tonino Cacace’s Capri Palace. A unique place whose elevated position gives commanding views over the sea and a great sense of freedom. If you were to describe Capri by using your tools, what story would you tell? I love the chromatic world of Capri’s majolica tiles. Sooner or later, I’ll write an interactive story, a mix of poetry and technology, about it.


cover story

Planet Expo 2015. Learning, Savouring, Having Fun is a tactile, olfactory and visual exhibition. The staples of our diet, like the flags of the exhibiting countries, are real and interactive Capri | The Divine Coast 107


divine itinerary

Una passeggiata nella storia A walk through history text Salvatore Borà photo Riccardo Esposito In queste pagine una sintesi di uno degli itinerari proposti nel libro Perl’isola, una guida per Capri e Anacapri edito da La Conchiglia A summary of the itineraries described in the book Perl’isola, editing by La Conchiglia a special guide to Capri and Anacapri Percorso quasi tutto in discesa senza difficoltà, con scale solo nella parte finale di via Mulo, e con tempi di percorrenza calcolabili intorno alle due ore escludendo la salita in autobus o a piedi e il tempo di visita alla Certosa, non quantificabile se non in base a interessi specifici. Via Vittorio Emanuele iii Dall’angolo vicino al Bar Tiberio, in Piazzetta, inizia la via Vittorio Emanuele, ricca di eleganti negozi e boutique. In un documento del 1551 è riportata come «La Strettola», da una piccola cappella posta sotto l’arco dedicata, infatti, a «S. Giovanni Battista alla Strettola». Dove oggi c’è il negozio Ferragamo era ubicato il famoso caffè Zum Kater Hiddigeigei così chiamato in omaggio al poeta tedesco Victor von Scheffel che, soggiornando nella Locanda Pagano nel 1853, aveva composto un poemetto dove, tra i protagonisti, figurava un gatto sornione di nome Hiddigeigei. Tutta la vita turistica ruotava, comunque, intorno all’istituzione più importante di allora: la famosa Locanda Pagano (oggi Hotel La Palma) già in attività nel 1825. Qui presero alloggio, nel 1826, Augusto Kopisch ed il suo amico pittore Ernest Fries che, insieme a don Giuseppe Pagano e al marinaio caprese Angelo Ferraro detto “’o Riccio”, riscoprirono la Grotta Azzurra, segnando una svolta nella vita turistica di Capri. Oltre la Locanda Pagano vi era una distesa di vigneti e agrumeti: via Li Campi, che l’intersecava, conserva ancora la denominazione che rende più appropriato l’originario stato dei luoghi. La zona, in effetti, subì una profonda trasformazione con la nascita dell’Hotel Quisisana. Arrivati davanti al Quisisana a sinistra inizia via Camerelle: proseguendo, invece, a destra dell’albergo, lungo via Federico Serena, si arriva ad uno slargo con davanti il profilo dei tetti della Certosa di S. Giacomo che viene raggiunta girando a sinistra e percorrendo un breve tratto di strada in discesa che si lega con il viale di accesso al complesso monastico. Certosa di S. Giacomo Questo imponente monumento esprime il periodo monastico e medievale di Capri. Il luogo chiuso e raccolto della valletta fra le alture del Castiglione 108 Capri | The Divine Coast

An easy and mostly downhill walk, with steps only at the end of Via Mulo. It takes about two hours, excluding the bus ride or uphill walk and the visit time of the Monastery, which may vary depending on specific interests. Via Vittorio Emanuele iii Via Vittorio Emanuele, the street lined with elegant shops and boutiques, starts at the corner near Bar Tiberio, in the Piazzetta. According to a 1551 document, it was first named La Strettola, after a small chapel placed beneath the arch and dedicated to S. Giovanni Battista alla Strettola. In place of today’s Ferragamo boutique stood the celebrated Zum Kater Hiddigeigei café, whose name was a tribute to German poet Victor von Scheffel who, in 1853, stayed at the Locanda Pagano and wrote a poem about a tomcat called Hiddigeigei. However, back then, the street’s tourist life revolved around the famous Locanda Pagano (today’s La Palma Hotel) established in 1825. It is the hotel where Augusto Kopisch and his friend painter Ernest Fries stayed in 1826. The two of them, with the help of Father Giuseppe Pagano and Caprese sailor Angelo Ferraro, better known as “’o Riccio”, rediscovered the Blue Grotto, an event that marked a turning point in Capri’s tourist life. A stretch of vineyards and citrus trees extends beyond Locanda Pagano: the name of the street that intersected with it, Via Li Campi, refers to the area’s original use. Actually, the area underwent a major transformation with the establishment of the Quisisana Hotel. Via Camerelle begins to the left of Quisisana Hotel while, by proceeding to its right, along Via Federico Serena, you reach a widening with the rooftops of the Monastery of St.Giacomo in the background. A turn to the left leads to a short downhill road and to a drive that takes you straight to the monastery. carthusian monastery of st.giacomo This imposing building testifies to Capri’s monastic and medieval period. The small, secluded valley, set between Castiglione hill and Mount Tuoro, where the monastery was built, appeared, at the time, to be perfectly suitable for the construction of a monastery and the


Una immagine della Piazzetta di Capri, punto di partenza della nostra passeggiata Capri’s Piazzetta, the starting point of our tour Capri | The Divine Coast 109


divine itinerary

e del Monte Tuoro, dove sorge, sembrò consono alla vita monastica practice of monastic life, as the islanders lived within the enclosanche perché, allora, l’abitato di Capri era a sua volta totalmente ing walls and the whole area stretching beyond them was properly racchiuso nella sua cinta muraria oltre alla quale una zona denominata called the “desert”. The monastery was founded between 1371 and il “deserto” rappresentava l’elemento indispensabile per l’ubicazione 1374 by Giacomo Arcucci, Count of Minervino and Altamura, and di una Certosa. Fra il 1371 e il 1374, il caprese Giacomo Arcucci, conte secretary to the Queen of Naples Joan I of Anjou. Following the di Minervino ed Altamura, segretario della regina di Napoli Giovanna pillage and arson by corsairs Khayr–el–Din and Dragut, the monasI d’Angiò, fondò il Monastero. Dopo il saccheggio e gli incendi del tery was restored and enlarged to include the big cloister, the new 1553, ad opera dei corsari Khayr–el–Din e Dragut, fu restaurata monks’ cells, the warehouses, where ed ampliata con la costruzione del chiostro grande, delle nuove food was processed and preserved, celle monastiche, dei magazzini, dove avveniva la lavorazione e and the prior’s quarters, set aside la conservazione dei prodotti agricoli, e del quartiere del priore, from the rest of the complex and appartato e rivolto verso i Faraglioni. In quella occasione venne facing the Faraglioni. The church anche affrescata la Chiesa con dipinti che oggi si presentano was also decorated with paintings frammentati a causa della forte umidità derivata dall’incuria. which are now seriously threatened Nell’ambiente rettangolare del refettorio sono oggi collocate le by damp and neglect. The refecopere del pittore tedesco K.W. tory now houses the works by GerDiefenbach venuto a Capri ai primi man painter K.W. Diefenbach, who del Novecento e rimastovi fino alla moved to Capri in the early 1900s morte avvenuta nel 1913. and stayed until his death in 1913. È interessante visitare anche il Worth the visit is also the MonasParco della Certosa a cui si accede tery’s park, which is accessible from The bell tower dal viale che costeggia la Chiesa. the road running along the Church. Questo giardino, posto sul lato sud The garden, set to the south of the del complesso monastico, offre monastery, is an oasis of peace even at the un’oasi di tranquillità anche nei peak of the tourist season and offers an exmomenti di maggior affollamento traordinary view of the Faraglioni and the This dell’Isola e con i suoi belvedere Marina Piccola bay. imposing regala alcuni scorci straordinari dei Augustus gardens and via Krupp building Faraglioni e della baia di Marina On the return from the Monastery and by Piccola. walking along the street having the same testifies Giardini del Parco Augusto e via name in the direction of Via Giacomo Matto Capri’s Carthusian Monastery Krupp teotti, you will easily reach the Augustus monastic Risalendo dalla Certosa e percorrendo l’omonima strada, in originally known by the name and medieval Gardens, continuazione per via Giacomo Matteotti si raggiungono i of German industrialist Friedrich Alfred Giardini del Parco Augusto, chiamati fino al 1918 con il nome period Krupp, who had donated the grounds to the dell’industriale tedesco Friedrich Alfred Krupp che aveva donato il town of Capri and its inhabitants. In the thirties, the gardens were terreno al Comune di Capri e alla sua popolazione, e verso gli anni redesigned in terraces overlooking the sea. The view is lovely and Trenta sistemati con le odierne terrazze a strapiombo sul mare. Il takes in Marina Piccola, the Faraglioni, Mount Solaro and the Fern panorama è veramente incantevole: la Marina Piccola, i Faraglioni, Grotto. il Monte Solaro e la Grotta delle Felci. In alto sulle prime pendici At the foot of the Castiglione hill, about ten meters above the stone della collina del Castiglione, qualche decina di metri sopra la stele dedicated to Lenin and made by Giacomo Manzù in 1970, among dedicata a Lenin e realizzata nel 1970 da Giacomo Manzù, tra le tante the many villas stands Villa Krupp Hotel, the former Villa Blaesus ville, vi è l’Albergo Villa Krupp, ex Villa Blaesus dal nome del poeta named after the Greek poet born in Capri around the 3rd century greco nato a Capri verso il III secolo a.C. Dalla terrazza dei Giardini B.C. del Parco Augusto si può anche ammirare la via Krupp, che, con i suoi The terrace of the Augustus Gardens gives onto Via Krupp, the caratteristici tornanti, conduce a Marina Piccola. Fu voluta e donata switchback road that leads to Marina Piccola. It was commissioned alla collettività dall’industriale tedesco Alfred Krupp e fu realizzata, and donated to the local community by German industrialist Alfred nel 1901, su progetto dell’ingegnere Emilio Mayer. Arrivati al tratto Krupp and built in 1901 to the design of engineer Emilio Mayer. in piano, proprio sotto il precipizio della collina del Castiglione, si When you come to the spot where the road levels off and the Casapre sulla sinistra un piccolo varco con un sentiero che conduce sulla tiglione hill drops steeply downward, you will see a small passage scogliera sottostante. Giunti vicino al mare si prosegue sulla sinistra to the left and a path that leads to the cliff below. Once you have e si arriva alla cosiddetta “spiaggia dell’Arsenale” frequentata anche reached the seaside, make a turn to the left and you will find the da nudisti, e poi, dopo qualche decina di metri, si entra nella Grotta so-called Arsenale beach, frequented by nudists and, about a few dell’Arsenale adibita dai Romani, probabilmente, a ninfeo marino dozen meters ahead, the Arsenale Grotto, probably used by the 110 Capri | The Divine Coast


1

2

5

4

3

6

The view from Via Krupp is delightful: Marina Piccola, the Faraglioni, Mount Solaro and the Fern Grotto. Above, the slopes Castiglione hill

7

1. The Sirens’ Rock 2. Detail of the Piazzetta’s bell tower 3. Via Krupp 4.Via Vittorio Emanuele III 5. The book “Perl’isola”, Edizioni La Conchiglia 6.7. The Castiglione 8. The big cloister’s colonnade 9. The Monastery from Belvedere Cannone 10.11. The Monastery’s big cloister 12. The Gardens of Augustus 10

8

11

9

12 Capri | The Divine Coast 111


A view of Via Krupp e usato quale rifugio per le barche dai capresi nei secoli successivi. Romans as sea nymphaeum and, in the centuries that followed, by Purtroppo, da alcuni anni, una vasta frana rocciosa ha resa poco the locals as a shelter to store their boats. Unfortunately, the Arseraggiungibile la sottostante Grotta dell’Arsenale. Continuando, nale Grotto is not easily accessible due to a landslide occurred a few invece, a percorrere via Krupp, si passa sotto lo strapiombo e la Grotta years ago. Instead, by continuing along Via Krupp and going under del Castiglione e si supera l’entrata della Torre Saracena, antica torre the precipice and the Castiglione Grotto, the entrance to the Torre di avvistamento ristrutturata agli inizi del Novecento dalla famiglia Saracena is found: an ancient sighting tower restored in the early Cerio; proseguendo ancora, prima di incontrare la via Provinciale, 1900s by the Cerio family; further ahead, before Via Provinciale, si apre sulla sinistra una scalinata che conduce agli stabilimenti steps to the left lead to the Torre Saracena beach resorts. Once you balneari Torre Saracena. Incrociata la Provinciale per Marina Piccola have reached the intersection with Via Provinciale, in the direction si può scendere, anche lungo l’antica via Mulo, fino alla of Marina Piccola, the ancient Via Mulo will take you piazzola usata come capolinea dagli autobus. back to the clear space that serves as bus terminal. Marina Piccola Marina Piccola È compresa in un’insenatura tra le rocce a strapiombo del It is set in an inlet between the over-hanging rockCastiglione ad est ed i contrafforti del Monte Solaro, che The legendary faces of the Castiglione hill to the east and the spurs ad ovest proseguono con le conche di Ventroso. Il mitico Rock of the of Mount Solaro and the Ventroso basins to the west. Scoglio delle Sirene, le leggendarie incantatrici, divide The legendary Rock of the Sirens, the mythical creaSirens, the le due spiagge, quella di Pennaulo ad oriente e quella ad tures, separates the eastern Pennaulo beach from the occidente della Marina di Mulo, antica denominazione mythical western beach of Marina di Mulo, which is also the del luogo. Risalendo verso il capolinea degli autobus di creatures, name of the place. By going back uphill towards the linea, all’imbocco della scalinata che porta alla spiaggia si separates the bus terminal, at the top of the steps leading to the affaccia la piccola Chiesa di S. Andrea. beach, you will find the small Church of St. Andrea. two beaches Chiesa di S. Andrea church of St. Andrea Il desiderio dei marinai di avere nella contrada una chiesa dedicata The sailors’ wish of having a church erected in their quarter and al loro santo protettore, fu esaudito nel 1900 dai coniugi Emma e dedicated to their patron saint was fulfilled in 1900 by husband and Hugo Andreae che misero a disposizione i fondi necessari per la sua wife Emma and Hugo Andrae, who provided the funds needed to realizzazione affidandola all’architetto e pittore Riccardo Fainardi, build the church, which was designed by architect and painter Riccome ricorda una lapide affissa accanto alla porta d’ingresso. cardo Fainardi, as shown by a plaque near the doorway. Si può ritornare al centro di Capri mediante i servizi di autobus e di taxi o, You can go back to downtown Capri by bus or taxi or, as an alternative come Percorso Altenativo, percorrere in salita la scalinata di via Mulo per route, by climbing the steps of Via Mulo that lead to the Due Golfi area arrivare in località Due Golfi su via Roma. along Via Roma. 112 Capri | The Divine Coast


L’hotel è situato a pochi passi dalla famosa piazzetta di capri e a pochi metri dalla piazzetta Quisisana e da via Camerelle, passaggio obbligato per gli amanti dello shopping e delle piacevoli passeggiate. A pochi minuti si trova la Certosa di San Giacomo e i deliziosi “Giardini di Augusto che sovrastano la famosa Via Krupp che, intarsiata nella roccia, collega alle spiagge di Torre Saracena e Marina Piccola. L’Hotel Sanfelice gode di grande tranquillità per coloro che hanno scelto un soggiorno di completo ”relax”. La zona pedonale assicura una quiete a tutto l’ambiente. Tra i vari servizi di cui dispone l’Hotel Sanfelice per i suoi clienti vi è una splendida piscina, con ampio solarium e idromassaggio circondata da un giardino con piante, limoni e fiori colorati. L’hotel dispone di copertura Wi-Fi gratuita in tutta la struttura, compresi gli spazi esterni (sala colazione, hall, piscina e snack bar piscina). Accesso alla piscina consemtito anche agl ospiti di altri hotel su richiesta.

Via Li Campi 13, 80073 Capri (Na) - Italia - Tel: +39 081 8376122 - Fax: +39 081 8378264 www.hotelsanfelice.com - info@hotelsanfelice.com


cover story

Raffaele La Capria in the fifties and sixties in Capri Above, with his wife, the lovely Ilaria Occhini 114 Capri | The Divine Coast


divine icon

Ancora Capri Still Capri

text Raffaele La Capria photo Lorenzo Capellini Raffaele La Capria e la sua storia d’amore con Capri in un libro Raffaele La Capria and his love affair with Capri in a book Queste pagine sono tratte dal libro “Capri. L’isola il cui nome è iscritto nel mio”, Minerva Edizioni. Parole e immagini che hanno la firma di un grande scrittore, Raffaele La Capria, e di un fotografo, Lorenzo Capellini, capace di raccontare la dolcezza di un rapporto - quello tra Capri e La Capria - colto nell’età della piena maturità dello scrittore e denso di ricordi. Vi lasciamo alle parole di La Capria. “Ho vissuto a Capri tre epoche della mia vita che corrispondono a tre epoche della vita di Capri. La prima, la più bella, fu nel tempo della squattrinata giovinezza, negli Anni Cinquanta, quando Capri era ancora elitaria e non era diventata un oggetto di consumo, quando ancora sopravvivevano alcuni personaggi della Capri d’una volta, come Norman Douglas, Roger Peyrefitte o Graham Greene, e Malaparte, Moravia, la Morante; quando il mare era ancora una specie di Equoreo Eldorado vivo di pesci, e c’era ancora la barchetta e il sandolino che si affittavano per poche lire alla Marina Piccola. Bastavano pochi colpi di remo per trovarsi in una rada silenziosa circondata da altissime rocce strapiombanti, soli in mezzo a un mare trasparente dove per una misteriosa alchimia i verdi smeraldo, i blu cobalto e i teneri azzurri formavano sequenze musicali. (...) Così era un mattino di Capri in quegli anni. Quando dal mare si saliva in Piazzetta, la sera, all’ora dell’aperitivo, i tavoli dei caffè erano tutti occupati, e iniziava lo spettacolo. Il nuotatore si trasformava in viveur, il viveur in voyeur. Nulla di quel che avveniva in Piazzetta sfuggiva al suo occhio, vedere era un piacere sessuale misto a quel sentimento più ambiguo e complesso. (…) Al centro dello spettacolo c’era il Divo Dado (Dado Ruspoli) e il Divo Rudy (Rudy Crespi) con la loro corte. E che raffinatezze, che stravaganze, quali eleganze! Pantaloni aderenti da torero con gilet in lamé, o a guaina con scarpa incorporata come in un quadro del Pisanello, sandali dorati da schiavo ed eventuale corvo sulla spalla, ogni sera una sorpresa. Il bel Piero Verbinschiak faceva strage di cuori senza muovere un dito, e non mancavano le apparizioni delle piccole dee dell’estate: Consuelo la moglie di Rudy, graziosa e perfettina come la bamboletta al centro di una torta matrimoniale, Carlottina la nostra Bardot, e Graziella la Lyz, Bianchina la svedesina... A un tavolo del

These pages are from the book “Capri. L’isola il cui nome è iscritto nel mio (Capri. The island whose name is written in mine).” The words and images bear the signature of a great writer, Raffaele La Capria, and that of a photographer, Lorenzo Cappellini, telling the story of a lovely relationship - the one between Capri and La Capria – captured at the height of the writer’s maturity, and dense with memories. We leave you with the words of La Capria. “I lived through three periods of my life on Capri that correspond to three periods of Capri’s life. The first, the best period, was during my penniless youth, in the Fifties, when Capri was still elitist and not yet an object of consumerism. Some of those old characters still survived there, like Norman Douglas, Roger Peyrefitte or Graham Greene, and Malaparte, Moravia, Morante, when the sea was still a kind of Equoreo Eldorado full of fish, and there were still the little boats and sandolini that you could rent for a few lira at Marina Piccola. With just a few oar strokes, you were in a quiet bay surrounded by towering rock cliffs, alone in the middle of a transparent sea, where through a mysterious alchemy the emerald greens, cobalt blues and the soft azures formed musical sequences. (...) That was what morning in Capri was like in those years. When you went from the sea up to the Piazzetta in the evening, at cocktail hour, and every café table was full, and the show began. The swimmer turned into a viveur, the viveur into a voyeur. Nothing that happened in the Piazzetta escaped your eye. Seeing was a sexual pleasure mixed with that more ambiguous and complex feeling. (...) At the centre of the show was Divo Dado (Dado Ruspoli) and Divo Rudy (Rudy Crespi) with their court. And the refinement, such extravagance, such elegance! Tight torero pants with lamé vests, or with a built-in shoe like a painting by Pisanello, gold slave sandals and a raven on the shoulder, every evening a surprise. The incredibly handsome Piero Verbinschiak ravaged hearts without lifting a finger, and there was no lack of the apparitions of little summer goddesses: Consuelo, Rudy’s wife, gracious and prim like the doll in the middle of a birthday cake, Carlottina, our Bardot, and Graziella, our Liz, Bianchina, the Swedish girl... At a table in the Caffé Vuotto, as melancholic as a figure from

A IL CUI NOME

È ISCRITTO NEL

MIO

Capria Raffaele La Lorenzo Capellini

Capri | The Divine Coast 115 LA CAPRIA RAFFAELE CAPELLINI LORENZO

CAPRI L’ISOLA IL CUI NOME È

ISCRITTO NEL MIO

e di un grande Attraverso le fotografi Lorenzo Capellini fotografo come e uno scrittore, scopriamo un’isola che quell’isola ha Raffaele La Capria, libro “Capri e suo raccontato in un non più Capri”. parole si uniscono alle di Le immagini rivelare un mondo del libro per della che alla forza ti mare e di rocce quella dei sentimen natura unisce che essa ha ispirato.

liha pubblicato un Minerva Edizioni redo Capellini su Goff di bro di Lorenzo “Veneto Barbaro è Parise e il suo Da quel successo muschi e nebbie”. Capri e questo libro su nata l’idea di Raffaele La Capria.

il cui nome è iscritto “CAPRI. L’isola aele La viaggio di Raff nel mio”, è un di quel passato Capria alla ricerca . È un fermo rascorso nell’isola


divine icon

La Conchiglia International Library & Art Gallery in Via Cammerelle and exhibition of Lorenzo Cappellini caffè Vuotto, malinconico come una figura del periodo blu di Picasso, Picasso’s blue period, sat the charming Malaparte, and another came in sedeva lo charming Malaparte, e a un altro arrivava in portantina, tutto a sedan chair, dressed all in white, the Nawab Rizzoli. Standing like a vestito di bianco, il nababbo Rizzoli. In piedi come una sentinella, ai sentinel at the edge of the piazza, in Balinese garb with necklaces and margini della piazza, in tenuta balinese con collane e bracciali e altri bracelets and other oriental bits and pieces, little Hans Spiegel played aggeggi orientali, il piccolo Hans Spiegel svolgeva il suo ruolo di gnomo the role of protective gnome. (...) I went back to Capri with Ilaria in the tutelare. (…) Sono tornato a Capri con Ilaria negli Anni Sessanta e già Sixties and already everything had changed, all the gods had fled. The tutto era cambiato, tutti gli dèi erano fuggiti, non era più possibile enchantment, the silence, the transparencies, were no longer possible. l’incanto, il silenzio, le trasparenze; era cominciata l’età del disincanto The age of disenchantment had begun with the noise of an outboard col rumore di un fuoribordo e lo scoppiettio dei cavalli a motore che and the explosions of horsepower riding the sea. (...) If you excluded solcavano il mare. (...) Se si escludevano il sabato e la domenica, gli Saturdays and Sundays, the other days of the week were liveable. altri giorni della settimana erano vivibili.(...) Belle passeggiate e buoni (...) Lovely walks and good restaurants, swimming in the sea but no ristoranti, bagno di mare non più alla Marina Piccola, affollatissima e longer at Marina Piccola, so crowded and brutally destined for tourism, destinata brutalmente allo sfruttamento turistico, ma ai Faraglioni, alla but at the Faraglioni, the Canzone del Mare, the Lighthouse... At the Canzone del Mare, al Faro... Da Luigi ai Faraglioni era bello dopo il Faraglioni, it was lovely to sit and eat spaghetti with clams at Luigi bagno sedersi a mangiare gli spaghetti alle vongole. (…) In Piazzetta after a swim. (...) In the Piazzetta now you only met people who were adesso incontravi solo gente di passaggio, si preferiva passing through. It was preferable to have an invitation l’invito a cena da Tirelli, da Mondadori, da Ruspoli, dinner from Tirelli, from Mondadori, from Ruspoli, ‘My island tofrom dalla Fenech. Graziella, la nostra Lyz, aveva inventato Fenech. Graziella, our Liz, had created the Premio within the Malaparte, a prize that every year attracted the most il Premio Malaparte che attirava ogni anno i più famosi scrittori del momento. Arrivarono Saul Bellow, island was a famous writers of the moment. Saul Bellow, Nadine Nadine Gordimer, la Allende, Manuel Puig, insomma a Allende, and Manuel Puig all came. In short, peasant’s hut Gordimer, settembre non mancava la vita intellettuale e i grandi in September there was no lack of intellectual life and in the rough the big names came, albeit artificially, under the pretext nomi arrivavano, sia pure artificialmente, col pretesto di un premio. I ricevimenti di Graziella in quei giorni del countryside of a prize. Graziella’s receptions for the prize in those premio erano memorabili, il cibo eccellente, e perfino were memorable, the food excellent, and even the at the foot days l’accigliato e annoiato Moravia se ne compiaceva. (…)Poi sullen and bored Moravia enjoyed them. (...) Then along of Mount come the Eighties, which were for me and Ilaria were vengono per me gli Anni Ottanta, che furono per me e Solaro’ the years of mass invasions by tourists, who arrived in Ilaria gli anni dell’invasione in massa dei turisti, che arrivavano la mattina e partivano la sera, lasciando dovunque le tracce the morning and departed in the evening, leaving the traces of their del loro passaggio. (...). La mia isola nell’isola fu una casetta di contadini passage everywhere. (...). My island within the island was a peasant’s nell’arruffata campagna ai piedi del Monte Solaro. Una casetta che per hut in the rough countryside at the foot of Mount Solaro. A house that raggiungerla dovevi salire duecento scalini, e che io nonostante ciò, you had to climb two hundred steps to reach, and that, despite that fact, con un ottimismo davvero eccessivo a sessant’anni, decisi di comprare. with a truly excessive optimism for a sixty-year-old, I decided to buy. Nelle giornate più chiare sul filo dell’orizzonte appariva il profilo del On clear days, the outline of Cape Palinuro appeared on the horizon. Capo Palinuro. Col binocolo potevi leggere l’ora sull’orologio della With binoculars you could read the time on the clock in the Piazzetta Piazzetta e vedere da lontano i caffè e la gente che li affollava. Ma ormai and see from afar the cafés and the throngs of people who filled them. non mi interessava più vedere chi c’era. È stata quella casa il mio rifugio, But now I was no longer interested in seeing who was there. That house il mio piccolo Tibet, per più di 15 anni, fino a quando non ce l’ho fatto was my refuge, my little Tibet, for more than 15 years, until I could no più a salire i duecento scalini. Lassù in quel romitaggio ho scritto il mio longer climb the two hundred steps. Up there in that hermitage, I wrote libro Capri e non più Capri, dove ho segnato “i pensieri del terrazzo” che my book Capri e non più Capri, where I wrote down “the thoughts of the andavano e venivano come le nuvole sul Solaro, e il passaggio delle ore, terrace” that came and went like clouds on Solaro, and the passage of la luce e l’ombra, il mutare dei colori sul mare. Lassù ho ricreato un po’ the hours, the light and shade, the changing colours of the sea. Up there della Capri di una volta (...)“. I recreated a bit of the Capri of bygone days (...)”. 116 Capri | The Divine Coast


La Capria photographed by Lorenzo Capellini for the book published by Minerva. Raffaele La Capria also wrote the book Capri e non pi첫 Capri republished by La Conchiglia in 2009 Capri | The Divine Coast 117


divine itineraries

Come Ulisse Like Ulysses text Chicco Coda

A solo un’ora da Capri quantro itinerari magici Enchanting places just an hour away from Capri

Le luci del porto hanno decorato per tutta la notte Marina Grande come un presepe e quando si spengono Capri si sveglia. La vita riprende, con la pesca, gli sbarchi dei turisti, le gite in barca. Paolo Tedesco abita proprio lì, a pochi passi da quel mare che tutto il giorno gli fa compagnia mentre presenta ai suoi ospiti le meraviglie dell’isola, accanto alla casa alla cui finestra una splendida Sofia Loren si affacciava nel 1960 nel film La Baia di Napoli (It Started in Naples). Alla diva Paolo ha voluto rendere omaggio, chiamando la barca con il suo nome e, mentre la prepara, studia l’itinerario della giornata. I suoi ospiti di questa settimana conoscono bene l’isola, la visitano ogni estate e lo chiamano perché egli è parte della loro vacanza. Vogliono qualcosa di diverso quest’anno e Paolo li saprà accontentare, perché sa come sorprenderli. Ha studiato per loro quattro itinerari raggiungibili in barca con un’ora e mezza al massimo di piacevole navigazione, due verso ovest e due verso est. OVEST Ischia La grande Ischia dista 18 miglia e in un’ora e mezza si è lì. Destinazione Baia dei Maronti, nei pressi di Barano, rinomata per avere il tratto di spiaggia più lunga di tutta l’isola. Scogliere rocciose ricoperte di macchia mediterranea e sabbia dorata fanno da cornice a un mare azzurro, cristallino e trasparente. Da qui è facile raggiungere Sant’Angelo, situato sulla costa meridionale, che con il suo fondale di soffice sabbia dorata costituisce il cordone sabbioso di collegamento tra l’antico edificio vulcanico del promontorio e il resto dell’isola. D’obbligo bagnarsi nelle sue acque termali. Le famose Fumarole, presso le quali in alcuni punti la spiaggia raggiunge temperature particolarmente elevate, sono vicinissime. In alternativa ci sono le terme di Sorgeto, una località dalla bellezza indescrivibile, con le acque ipertermali che fuoriescono dal fondale marino a una temperatura prossima ai 90°, creando una preziosa miscela di 118 Capri | The Divine Coast

The lights of the harbour have made Marina Grande sparkle like a Nativity scene all night long and, when they go out, Capri wakes up. Life goes back to normal, the fishing, the tourists disembarking, the boat trips. That is where Paolo Tedesco lives, steps away from the sea that keeps him company the whole day while he introduces his guests to the island’s wonders, next to the house from which Sophia Loren looks out in the 1960 film It Started in Naples. Paolo paid homage to the diva by naming his boat after her and, while he’s getting it ready to sail, he plans the itinerary of the day. This time, his guests know the island very well, they come back every summer and consider Paolo as part of the holiday fun. But this year they wish for something different and Paolo knows how to please them and surprise them. He has planned four different itineraries, two leading west and two leading east, for about an hour and a half of pleasant sailing. WEST Ischia The big island of Ischia lies 18 sea miles away and it takes an hour and a half to reach it. The destination is Baia dei Maronti, near Barano, known for being the longest stretch of beach on the island. Rocks covered with Mediterranean scrub, golden sand and blue, crystal-clear sea. Not far from here is Sant’Angelo, set along the southern coast, which, with its seabed of soft golden sand, connects the promontory’s age-old volcano to the rest of the island. Bathing in the thermal waters is “obligatory”. The famous Fumarole, which make the sand very hot here and there, are incredibly close. Alternatively, there are the Sorgeto thermal waters, a place of indescribable beauty, with waters springing from the seabed at a temperature close to 90°, creating a precious mix of sea and thermal water. It’s easy to fall in love with this place,


divine itineraries

Above: a view of the Sorrentine Coast, which is reflected in the Gulf of Naples Below: the Amalfi waters, a Unesco World Heritage site Capri | The Divine Coast 119


divine itineraries

1

3

5 120 Capri | The Divine Coast

2

4

6

1. Baia di Cartaromana 2. Sant’Angelo 3. 4. Procida 5. Baia di Ieranto 6.Positano


divine itineraries

From left: Procida, Li Galli and Sant’Angelo

acqua marina e termale. Semplice innamorarsi di questo luogo, where the islanders are able to prepare boiled potatoes and dove gli isolani riescono in alcune punti a far bollire le patate fried eggs on the shoreline’s rocks. e a friggere le uova sui sassi della battigia. Le terme mettono Bathing in thermal waters acts as an appetizer and, before appetito e prima di rientrare a Capri non si può non fermarsi going back to Capri, one must stop at the Giardino Eden, a al Giardino Eden, un paradiso tra gli Scogli di Sant’Anna, paradise hidden amid the Rocks of Sant’Anna, in the shade all’ombra del Castello Aragonese e della Torre di Michelangelo, of the Aragonese Castle and Michelangelo Tower, dropping a picco sui resti dell’antica città sommersa di Aenaria, dove lo sheer to the remains of the ancient under water city Arenaria, chef e patron Ciro Calise si occupa direttamente dei fornelli, where chef and owner Ciro Calise prepares the dishes regalando esperienze sensoriali uniche. himself, treating his guests to a unique sensory experience. Procida Procida La piccola e pianeggiante Procida dista 12 miglia e si raggiunge The small and flat Procida is 12 sea miles and a one-hour in un’ora abbondante, cullati dalle onde del mare. Prima tappa boat ride away, gently rocked by the waves. The first stop La Chiaiolella, sulla costa occidentale dell’isola, a ridosso is La Chiaiolella, along the island’s western coast, near the dell’antico borgo marinaro da cui prende il nome, per tuffarsi old sea village after which it was named, to plunge into its nel suo mare limpido, cristallino, e con fondali crystal-clear waters with sandy seabed. Some sabbiosi. Alcuni faraglioni dalle forme acuminate pointed faraglioni rise from the sea just in front s’innalzano di fronte alla riva rendendo il of the shore, making the passage primitive-like Four different and unique. paesaggio ancor primitivo e unico. Naturale dopo un po’ spostarsi a La Corricella, per godersi itineraries, two After a while, it will feel only natural to move il bagno più bello della giornata. Situata sulla leading west to La Corricella to have the best bathe of the costa nord orientale, accanto al pittoresco borgo day. Set along the north-eastern coast, next to marinaro omonimo, prima marina dell’isola, and two leading the picturesque sea village having the same east, for about name, the island’s biggest seafront, the lovely questa suggestiva caletta di sabbia dorata accoglie con il suo mare azzurro, bellissimo nei suoi giochi an hour and a inlet of golden sand welcomes visitors with its di trasparenze. All’ora di pranzo non c’è dubbio. half of pleasant beautiful blue sea, in a play of transparency Nicola e Salvatore, uniti dall’amicizia di una vita reflection. sailing and e dalla passione per la ristorazione attendono di At lunchtime, no doubt. Nicola and Salvatore, avventori nel loro Caracalè. La prima caraffa di Falanghina è who share a lifelong friendship and the passion for the pronta per accompagnare le polpette di spada e melanzane e le restaurant business, welcome customers at their Caracalè. alici marinate con peperoni. Tutto a soli 30 cm dal mare. The first pitcher of Falanghina wine is ready to accompany EST swordfish and eggplant croquettes and anchovies marinated Sorrento e Massa Lubrense with red peppers. All this at only 30 cm from the sea. 8 miglia separano l’isola da Sorrento. Ci si può concedere del EAST tempo per visitare Massa Lubrense e per tuffarsi nelle sue Sorrento and Massa Lubrense splendide acque. Uscendo dal porto si può puntare subito verso 8 miles separate the island from Sorrento. Take your time la Caletta del Capitello, a Marina di Ieranto, non lontano dal to visit Massa Lubrense and dive into its beautiful waters. comune di Massa, incastonata in un bellissimo tratto di costa From the harbor head straight to Caletta del Capitello, in sorrentina, all’interno dell’Area Marina Protetta di Punta Marina di Ieranto, not far from the town of Massa, set along a Campanella, nella baia di Ieranto. Da questa piccola e splendida wonderful stretch of the Sorrento coast, within the protected caletta di sabbia chiara a grani medi, vergine e selvaggia, sea area of Punta Campanella, in the Ieranto bay. This small sovrastata e circondata da aspre scogliere rocciose, si gode un yet amazing inlet of clear, medium-grain sand, untouched Capri | The Divine Coast 121


divine itineraries

Positano

suggestivo scorcio sui faraglioni di Capri. Il mare è trasparente, and wild, dominated and surrounded by cliffs, offers a lovely turchese e a tratti verde, con fondali rocciosi e ricchi di fauna. view of Capri’s faraglioni. The sea is transparent, turquoiseDa qui a Sorrento è un attimo e spendere del tempo per una blue and green-colored, with a rock bed rich in marine passeggiata nel suo splendido borgo è un obbligo. Si può species. Sorrento is minutes away and is definitely worth decidere di fermarsi per pranzo da Francischiello, unico per the walk. One can stop for lunch at Francischiello, an elegant la cura dei dettagli e per la terrazza con la splendida vista su restaurant with terrace and view of Capri, or move to the Capri, o preferire l’altro versante di Punta Campanella, per other side, Punta Campanella, to have a bathe at Nerano and un altro bagno a Nerano seguito dal pranzo da lunch at MariaGrazia’s, a true cult restaurant MariaGrazia, luogo di culto dove è stato inventato where the spaghetti with zucchini dish was lo spaghetto con le zucchine dal Principe invented by Prince Francesco Caravita di Francesco Caravita di Sirignano. Sirignano. Positano e Amalfi Amalfi Positano and Amalfi Amalfi come Ischia, dista 18 miglia. La si Amalfi, like Ischia, lies 18 sea miles from raggiungerebbe in un’ora e mezza, ma è Capri. It takes approximately an hour and a difficile rispettare questi tempi. È impossibile however, it will prove difficult to meet Paolo Tedesco half, non fermarsi a Li Galli per più di un bagno, the timetable. It is impossible not to stop at paid homage to Li Galli for a bathe, especially early in the soprattutto se si è partiti al mattino presto. A quell’ora l’acqua è unica. Il sole che giunge da est the Sofia Loren morning. At that time of the day the water is la scalda lentamente e intensifica con l’avvicinarsi by naming his amazing. The sun rising from the east warms it il loro colore azzurro. Positano è lì, a poche miglia boat slowly and makes it bluer and bluer. Positano dal piccolo arcipelago, quasi si sfiora il suo pittoresco borgo is right there, a few miles from the small archipelago, you variopinto. Una passeggiata prima di proseguire appare scontata. can nearly reach out and touch that picturesque, colorful Arrivati ad Amalfi l’intenso mare dalle colorazioni a tratti verde village. A walk through the town is the obvious choice. Once smeraldo e azzurro attende solo un tuffo rigenerante, prima di you get to Amalfi, you will not resist a regenerating plunge avventurarsi tra le vie del centro abitato. Prima di rientrare non into the deep emerald green and blue sea, before wandering si può perdere l’opportunità di visitare il Santa Caterina, che through the town. And for the last sublime experience con i suoi due ristoranti sulle splendide terrazze saprà donare before the end of the trip, we recommend Santa Caterina, un’esperienza sublime prima del rientro. featuring two terraced restaurants with panoramic view. 122 Capri | The Divine Coast


“Splendida protagonista delle notti capresi�

Taverna Anema e Core - Via Sella Orta 39/e - 80073 Capri - Italia Tel +39 3924742508 +39 0818376464 +39 0818370278 - Info: animaecore.com


divine spa

Il sentiero del benessere A Path to Wellness text Chicco Coda

A Capri, quattro indirizzi esclusivi per cullarsi nella bellezza dell’acqua Four exclusive places where to let water lull you in the most innovative world of beauty SPA, acronimo di Salus Per Aquam, detto latino per indicare i benefici dell’idroterapia, a Capri si traduce in lusso e benessere. Per riprodurre i benefici dei bagni degli antichi Romani, che già duemila anni fa occupavano l’isola e la Divine Coast, attratti dal potere delle acque, sono anni che gli hotel di prestigio offrono servizi unici, investendo continuamente nei loro prodotti esclusivi, migliorandosi e crescendo ogni nuova stagione. J.K. PLACE Quest’anno la J.K. SPA ha presentato la storica linea di prodotti di Santa Maria Novella, l’Officina Profumo-Farmaceutica fondata secoli orsono in Toscana, elaborando numerosi trattamenti estetici per ritrovare l’armonia psicofisica, unendo le tradizioni mediterranee con tecniche moderne. Meltem Hancer, Spa Manager, ci spiega come sono stati capaci di creare trattamenti per il corpo e per il viso esclusivi, ispirandosi alla tradizione e alla natura dell’isola di Capri. “Tra i nostri esfolianti per il corpo abbiamo il Capri Lemon Scrub, una miscela a base di succo fresco di limoni di Capri e zucchero di canna. Il succo di limone deterge la pelle in profondità restituendole la sua naturale luminosità. Un trattamento ideale come preparazione a una perfetta abbronzatura. Il Basil & Aromatic Herbal Scrub è una miscela, accuratamente selezionata, di erbe aromatiche e basilico fresco che cogliamo direttamente dal giardino del nostro albergo. Un esfoliante che ridona un nuovo vigore ed energia alla pelle del corpo, eliminando le cellule morte e alleviando i dolori e le tensioni muscolari”. CAPRI TIBERIO PALACE Ubicata al secondo piano dell’albergo, la SPA Tiberio si presenta come un universo sensoriale. La responsabile, Donatella Ascenzi la definisce “un’oasi di benessere che accompagna gli ospiti in un’esperienza unica”. Integrità, purezza e luminosità in Sanscrito si traducono Sodashi, che è il nome della linea esclusiva di prodotti presente 124 Capri | The Divine Coast

SPA is the acronym for Salus Per Aquam, a Latin saying extolling the virtues of hydrotherapy. On Capri, SPA translates into luxury and wellbeing. To reproduce the benefits of the baths of the ancient Romans who occupied the island and the Divine Coast two thousand years ago, attracted by the power of the waters, prestigious hotels have been offering unique services for years, continuously investing in their exclusive products, improving and growing with each new season. J.K. PLACE This year the J.K. SPA presented the historic Santa Maria Novella product line, the Perfume – Pharmaceutical laboratory founded centuries ago in Tuscany, creating numerous beauty treatments to restore a mental and physical balance, combining Mediterranean traditions with modern techniques. Meltem Hancer, the Spa Manager, explains how they were able to create exclusive body treatments and facials, inspired by the tradition and nature of the island of Capri. “Among our body scrubs we have the Capri Lemon Scrub, a mixture of the fresh juice of Capri lemons and brown sugar. Lemon juice cleanses the skin deeply, restoring its natural radiance. An ideal treatment to prepare for a perfect tan. The Basil & Aromatic Herbal Scrub is a carefully selected blend of herbs and fresh basil picked directly from our hotel garden. This exfoliant restores new vigour and energy to body skin, removing dead skin cells and relieving pain and muscle tension“. CAPRI TIBERIO PALACE Located on the second floor of the hotel, the SPA Tiberio has the aspect of a sensory universe. The director, Donatella Ascenzi, calls it “an oasis of well-being that takes the guests through a unique experience”. Integrity, purity and brightness in Sanskrit translate into Sodashi, which is the name of the exclusive line of prod-


QvisiBeauty at Grand Hotel Quisiana


Capri Palace Hotel & Spa in questa oasi. Questa compagnia australiana, ha sfruttato con ucts in this oasis. This Australian company has successfully successo i vantaggi degli ingredienti naturali, senza aggiunta made use of beneficial natural ingredients, with no added di elementi chimici, per creare prodotti specifici per la cura chemicals, to create specific products for both men and della pelle sia maschile che femminile. women’s skin care. Il fiore all’occhiello della SPA Tiberio è il Lifting Naturale, un The flagship of the SPA Tiberio is the Lifting Naturale (Nattrattamento anti aging che agisce sulla pelle del viso grazie ad ural Facelift), an anti-aging treatment that acts on facial skin una calda maschera rivitalizzante. Molto richiesti i trattamenti thanks to a hot revitalizing mask. Some of the most sought alghe e minerali, splendore immediato e trattamento zona oc- after treatments are those with algae and minerals, instant chi. splendour, and treatment around the eyes. Al primo piano troviamo il percorso acqua con On the first floor we find the area with the exdocce emozionali, bagno turco, sauna, frigidariperience showers, Turkish bath, sauna, frigidarum e zona relax. Adiacente la piscina idromas- The ancient ium and relaxation area. Adjacent to this is the saggio che si estende sulla terrazza attraverso le Romans were hydromassage pool, which extends along the ampie vetrate da cui è possibile ammirare anche the first to terrace through the large windows from which lo splendido panorama. discover, two you can admire the beautiful scenery. Anche gli ospiti esterni possono frequentare Unregistered guests can also benefit from Spa thousand la Spa Tiberio per effettuare trattamenti viso, Tiberio face and body treatments, and targeted corpo e massaggi mirati, mentre il percorso ac- years ago, massage, while the water course and swimming qua e la piscina sono in esclusiva per gli ospiti the beneficial pool are open to registered hotel guests only. effects of dell’albergo. CAPRI PALACE HOTEL & SPA CAPRI PALACE HOTEL & SPA hydrotherapy Not just a spa, but a futuristic Medical SPA, Non una semplice SPA, ma un’avveniristica Mediwhich thanks to a skilled team of over thirty cal SPA, che grazie a un team qualificato di oltre trenta per- people, including doctors, therapists, beauticians, dietisone tra medici, terapisti, estetiste, dietisti, cuochi e respon- cians, cooks and hospitality managers, creates special care sabili dell’accoglienza, realizza percorsi di cura studiati per treatments designed to give the body greater mental and riportare l’organismo verso il migliore benessere psico-fisico, physical wellbeing, thanks also to the applied techniques grazie anche all’applicazione di tecniche della medicina oc- of Western medicine. cidentale. Directed by Professor Francesco Canonaco, the Capri Diretta dal Professor Francesco Canonaco, la Capri Beauty Beauty Farm is a modern wellness centre. Since 1995. its Farm è un moderno centro benessere, che dal 1995 ha come goal has been to develop integrated holistic activities of 126 Capri | The Divine Coast


Above: J.K. Spa at J.K. Place Below: Spa Tiberio at Capri Tiberio Palace


divine spa

From left: Santa Maria Novella product line J.K. Spa; Spa Tiberio; QvisiBeauty obiettivo lo sviluppo integrato di attività olistiche di eccellenza, con protocolli ad elevato contenuto di principi e metodologie medico-scientifiche. Tra la galassia di trattamenti, programmi e esami previsti segnaliamo la Nutrizione Razionale e la famosa e unica Scuola delle Gambe. Il programma di Nutrizione Razionale (Metabolic Response), realizzato dal Professor Canonaco, in collaborazione con il Centro Internazionale per lo Studio della Composizione Corporea ICANS dell’Università degli Studi di Milano è attualmente sotto la supervisione della Prof. Evelina Flachi, nutrizionista e docente di Nutrizione per il Benessere presso l’Università degli Studi di Milano e consiste in un protocollo medico esclusivo mirato al dimagramento, attraverso la ricerca di parametri utili alla risoluzione dei problemi metabolici e di sovrappeso. La Scuola delle Gambe è un metodo per le affezioni vascolari degli arti inferiori e le adiposità localizzate. Tale metodologia, ideata e brevettata dal Professor Canonaco, consiste in una serie di trattamenti complementari tra loro e caratterizzati, alla base, dall’applicazione di ricchi principi attivi, sostanze vasoattive e tonificanti. GRAND HOTEL QUISISANA L’origine di questo nome porta dentro di sé la dimensione del benessere, da quando un medico, nel 1845 volle costruire a Capri una clinica dedicata al recupero della forma fisica. Oggi il QvisiBeauty rappresenta la nuova frontiera del lusso contemporaneo, completamente dedicato al mondo del wellness. Ispirato alle usanze degli antichi romani che consideravano l’isola di Capri un rifugio rigenerante circondato dal blu del Mediterraneo, il Quisi Beauty consente di vivere l’eccezionale esperienza degli esclusivi trattamenti Svizzeri La Prairie. In hotel la chiamano “The Art of Beauty” e garantiscono sia il piacere di un’esperienza sublime sia per uomo che per donna. Tra tutti i trattamenti disponibili il Caviar firming facial è lusso allo stato puro. Perle di caviale per un massaggio al viso e al contorno occhi che donano a qualsiasi pelle un aspetto più radioso, luminoso e compatto. Anche il Caviar body treatment è a base di caviale, il dono più squisito della natura. Estremamente rassodante, dona alla pelle nuova vitalità, migliorata elasticità e un senso di benessere globale.

excellence, protocols with a high content of medical and scientific principles and methods. In the galaxy of treatments, programmes and exams, it is worth mentioning the Nutrizione Razionale (Rational Nutrition) and the famous and unique Scuola delle Gambe (Leg School). The Rational Nutrition (Metabolic Response) programme, created ​​by Professor Canonaco, in collaboration with ICANS, the International Centre for the Study of Body Composition, University of Milan, is currently under the supervision of Prof. Evelina Flachi, nutritionist and professor of Nutrition for Wellness at the University of Milan, and consists of a unique medical protocol aimed at slimming, through the research of useful parameters for solving the problems of excessive weight and metabolic disorders. The Leg School is a method for vascular diseases of the lower limbs and localized adiposity. This method, created and patented by Professor Canonaco, consists of a series of treatments complementary to each other and basically characterized by the application of rich active principles, vasoactive toning substances. GRAND HOTEL QUISISANA The origin of this name bears the dimension of wellbeing, from the time that a doctor, in 1845, wanted to build a clinic in Capri for the recuperation of physical fitness. Today QvisiBeauty represents the new frontier of contemporary luxury, completely dedicated to the world of wellness. Inspired by the traditions of the ancient Romans who regarded the island of Capri as a restorative haven surrounded by the blue Mediterranean, QvisiBeauty gives you the unique experience of the exclusive La Prairie Swiss treatments. In the hotel, they call it “The Art of Beauty” and they guarantee the pleasure of a sublime experience for both men and women. Of all the treatments available, the Caviar firming facial is pure luxury. Caviar pearls for a massage to the face and around the eyes that give any skin a more radiant, luminous and compact look. The Caviar body treatment also contains caviar, nature’s most exquisite gift. With its extreme firming action, it gives the skin new vitality, improved elasticity and an overall sense of wellbeing.

It’s many years that the most exclusive hotels in Capri have been offering services that are really unique

128 Capri | The Divine Coast


Fashion Design

Interior Design The Getaway Art Lounge Bar

Design Gioiello

The Get Away Art Lounge Bar is a brand new proposal against the ordinary. Situated at the Stazione dello Stattuto gives the opportunity for everyone to enjoy a day - night experience. Due to the combination of the pop art with the kinetic sculpture, this place has turned into an art spot.

Arredamento Titolo Corso Accademico Titolo Progetto The Getaway

Vincenzo Rocco Magrin Nome Professore Nome Studente Persia Demosthenous

journey MYGRAPHICS

LORENZOSTODUTI

into 3D

Graphic Design

Grafica Pubblicitaria II The Journey Walter Co nti Lorenzo Stoduti

Il tema da me illustrato è quello del 3D, per la realizzazione di questo pannello sono partito da una fotografia che ho scattato alla stazione di Bologna e ho deciso di creare un foto-inserimento con una fusione del processo di rende-ring del computer; processo utilizzato da tutti i software utilizzati nel mondo della grafica.

Albert Einstein

Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finchè arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa...

Moda

Fotografia Graphic Design The Journey Walter Conti Matteo Oliveri

L’Accademia Italiana, istituto internazionale di livello universitario di arte, moda, design e fotografia, con sede a Firenze e a Roma, dall’84 è fra i più qualificati istituti europei nel campo culturale e nella formazione artistica e professionale a livello universitario e post-secondario. Nei due campus, corsi accademici di primo livello accreditati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e corsi di laurea internazionali in lingua inglese, rilasciati dalla Nottingham Trent University (U.K.), corsi master, corsi brevi e corsi estivi.

OpEN DAy Firenze (22 maggio;12 giugno;17 luglio; 2 ottobre) Roma (23 maggio;13 giugno;18 luglio; 3 ottobre) SEDE DI FIRENZE Corsi di laurea triennali Fashion Design - Design - Arredamento Graphic Design - Fotografia Corsi professionali Disegno e Pittura - Vetrinistica Corsi master Arte della Moda - Design del Prodotto d’Arredo

SEDE DI ROMA Corsi di laurea triennali Fashion Design Graphic Design Design - Arredamento Design del Gioiello

Firenze Accademia Italiana - Piazza Pitti, 15 - 50125 Firenze - Tel. +39 - 055 28.46.16 - Fax +39 - 055 28.44.86 Roma Accademia Italiana - Piazza della Radio, 46 - 00146 Roma - Tel. +39 - 06 6880.9333 - Fax +39 - 06 6880.6668 study@accademiaitaliana.com - www.accademiaitaliana.com


cover story

The Italian tenor Enrico Caruso (1873- 1921) 130 Capri | The Divine Coast


divine icon

Una voce, un mito A voice, a myth text Teresa Favi

140 anni fa nasceva a Napoli il leggendario tenore Enrico Caruso The legendary Italian tenor Enrico Caruso was born in Naples 140 years ago

Poche personalità della ribalta operistica hanno ricevuto il dono di irradiare un’allure tanto potente di mito come Enrico Caruso. Un mito mai tramontato che 140 anni fa nasceva a Napoli, il 25 febbraio 1873, in via Santi Giovanni e Paolo 7 nel quartiere di San Carlo all'Arena. Diciottesimo di ventuno figli quasi tutti morti in fasce, di una famiglia poverissima, mito, Caruso, lo è diventato nel corso della carriera sfidando il destino che lo voleva operaio in una fonderia dell’Arenaccia con doppio lavoro di posteggiatore. Quella figura tutta napoletana, di cantante itinerante nei caffè e nelle osterie, o su chiamata ai matrimoni e alle feste private, ha poi regalato tanti altri artisti a Napoli. Fu proprio facendo il posteggiatore che le qualità timbriche della voce di Enrico, furono notate da alcuni mentori che gli aprirono le porte del successo che, per ironia della sorte, gli fu negato dalla sua città. Nel 1901, al suo tanto atteso debutto al Teatro San Carlo, Caruso fu clamorosamente fischiato. Un trauma per il tenore venuto dalla strada, un episodio quasi leggendario che gli aprì le porte della svolta americana con il debutto al Metropolitan di New York, il 23 novembre 1903, con il Duca di Mantova nel Rigoletto. Una rappresentazione che fece epoca, solo in quel teatro, la prima di 607 recite per un repertorio di 40 opere. Nacque quella sera il mito di Caruso, merito anche del parterre di conterranei emigrati di stanza a Little Italy che gli scaldavano il cuore e che da quel momento fino alla fine lo fecero sentire a casa lì, più che in ogni altro luogo. Una montagna di soldi guadagnati nei 18 anni successivi tra Met e dischi incisi a Camden, nel New Jersey (dal 1903 al 1920, quasi 250 facciate a 78 giri, fu un antesignano delle incisioni), talento di intrattenitore carismatico, ma soprattutto una Voce come non si era mai sentita prima. Ebbe due figli dalla prima mo-

A myth that has never faded, who was born in Naples 140 years ago, on the 25th of February 1873, at the number 7 of via Santi Giovanni e Paolo, in the San Carlo all’Arena quarter of Naples. Enrico Caruso was the eighteenth of 21 children (fast all of them died when they were babies) in a very poor family, and he became a myth while trying to challenge his destiny of becoming a worker in a foundry in the historical neighborhood of Naples called ‘Arenaccia’ working also as an accompanist and valet who used to sang in coffee bars and taverns, or was called to participate to wedding and private parties. And it was when he was doing this work that the qualities of Enrico’s voice were noted by some mentors in this field, who opened him the doors of success: a success that, irony of fate, his very city refused to give him. At his debut at the San Carlo theatre in 1901, for which he had so many expectations, he was loudly and derisively whistled at. That was a really traumatic event for this tenor who had come from the streets of Naples, a sort of legendary episode in his life which played an important role in the way he tried to make it in America, and his debut at the Metropolitan in New York, on the 23rd of November 1903, as the Duke of Mantua in Verdi’s Rigoletto, had a legendary success (in that opera theatre only, for the first of the 607 performances held belonging to a repertoire of 40 Masterpieces). That was the evening when the myth of Caruso was created, since the audience was made above all by Italian people who lived in the Little Italy district of New York: they filled his heart with warmness, making him feel at home there more than in any other place. A lot of money earned in the following 18 years, coming from the performances at the Met and the discs recorded in Camden, in New Jersey, a talent for a fascinating way of performing, and, above all, a Voice that nobody has ever heard before. He had two sons from his first marriage to Ada Giachetti, the soprano he met Capri | The Divine Coast 131


Enrico Caruso’s portrait standing, right profile, examining a bust sculpture of himself, augurst 5, 1914

glie, la soprano Ada Giachetti conosciuta a Livorno in una in Livorno in 1987 in occasion of a performance of La Traviata in Traviata del 1897, e una figlia da Dorothy Benjamin, sposata 1897, and a daughter from his second marriage to Dorothy Bena New York nel 1918. Ada fu il grande amore ma anche il jamin, whom he married in New York in 1918. Ada was his greatsuo grande dolore: lo lasciò dopo 11 anni di matrimonio est love, but also his greatest sorrow: after 11 years of marriage, per fuggire con l’autista, con il quale tentò anche di estor- she left him to stay with their chauffeur. cergli denaro. La vicenda finì in tribunale, con la Giacchetti “Life has brought many sorrows to me. Those who have never condannata a tre mesi di reclusione e 100 lire di multa. “La felt can’t sing”, Caruso once said. His first sorrow was the way he vita mi procura molte sofferenze. Quelli che was whistled at in 1901 in Naples, where, after that non hanno mai provato niente, non possono unlucky evening, he didn’t sing anymore. cantare” disse una volta Caruso. La prima sofHe used to go back there every summer in vacation, ferenza era stata quella che gli aveva procura- He is buried though (Naples –he said- attracts me like the Sito Napoli con i fischi del 1901 e dove non can- in Naples, rens’ song), and there he came on his last summer, tò mai più da quella sera infausta. Ci tornava in the district too: he died in 1921 from a kidney infection, while però ogni estate in villeggiatura, “Napoli - di- of Doganella, he was staying at the Vesuvio hotel in Naples. He ceva – mi attira come il canto di una sirena”, only 48 years old. He is buried in Naples, in the very near to the was compresa l’ultima, nel 1921, quando una madistrict of Doganella, very near to the grave of the grave of the lattia all’apparato respiratorio lo fermò in una great Italian artist Totò. Among the most beautiful delle stanze dell’albergo Vesuvio. Aveva solo great Italian tributes to Caruso, the movie Fitzcarraldo by Wern48 anni. È sepolto a Napoli, alla Doganella, a artist Totò er Herzog –the wonderful story about a music lover poca distanza dalla tomba di Totò. Tra i più bei tributi in (played by Klaus Kinski) who was so obsessed with Caruso that suo ricordo citiamo un film, Fitzcarraldo, di Werner Herzog he allowed a lyric theatre to be built in the deep Amazon rainfor- la fantastica storia di un melomane (interpretato da Klaus est, so that the tenor could perform there- and Caruso, a song by Kinski) ossessionato da Caruso al punto da voler costruire, Lucio Dalla that is famous everywhere in the world and which un teatro lirico nella profonda foresta amazzonica per farlo this Italian singer wrote in 1986 to commemorate him. But the esibire - e una canzone celebre in tutto il mondo, Caruso, memory of this great artist is still alive above all in the recordche Lucio Dalla gli ha dedicato nel 1986. Ma soprattutto ings he made for the Victor recording label (now RCA Records), restano le sue incisioni per la Victor (ora Rca), frutto di uno which resulted from his extraordinary intuition and creativity straordinario intuito proiettato nel futuro. that seemed already to be projected to the future. 132 Capri | The Divine Coast


From above clockwise: a family portrait in Naples 1920s.(George Grantham Bain Collection); as ‘Radames’ in Aida and a portrait 1903s. (courtesy Museo Enrico Caruso, copy Comune di Lastra a Signa) Capri | The Divine Coast 133


cover story

Spaccanapoli, the street as straight as a ruler that literally splits the old city center in two 134 Capri | The Divine Coast


divine itineraries

Il centro di Napoli Downtown Naples text Teresa Favi

Consigli per gustare a 360° il cuore della città ai piedi del Vesuvio Tips to fully enjoy the heart of the city at the foot of Vesuvius Vedi Napoli e poi muori, dice un proverbio, e allora perché non correre a vedere la città del Vesuvio almeno una volta nella vita. Iniziate con una passeggiata lungo l’elegante via Toledo sulla quale si apre la magnificenza della ottocentesca Galleria Umberto I, crocevia di artisti, scrittori, poeti e musicisti. In pochi metri quadrati si concentrano secoli di storia: vale la pena di spendere qualche ora tra il Maschio Angioino, simbolo della città, che fu dimora di re e baroni, dagli Angiò ai Borbone (via Vittorio Emanuele), il Teatro San Carlo, il più antico teatro d’opera d’Europa (via San Carlo 98) e piazza del Plebiscito, con la Basilica di San Francesco di Paola che, con il suo colonnato, dona alla piazza la caratteristica forma a ellisse. Solo nel centro storico (patrimonio dell’Unesco dal 1995) Napoli ha più di 200 chiese. Tra le più amate dai napoletani c’è sicuramente il Duomo (via del Duomo, 149) - dove si conservano le reliquie e l’ampolla con il sangue del patrono, San Gennaro, basilica sotterranea compresa, aperta da poco al pubblico - e il Monastero di Santa Chiara (via Santa Chiara 49/c), noto per i suoi chiostri straordinariamente decorati con maioliche del Seicento. Passeggiando fino a via San Biagio dei Librai, al 114 si incontrano la Cappella e il Museo del Monte di Pietà che ospitano affreschi e preziose opere d’arte sacra, e più avanti la Cappella di Sansevero (via Francesco de Sanctis 19) dove si trova la bellissima statua del Cristo Velato. Nel quartiere Sanità spiccano i due gioielli del Barocco, palazzo dello Spagnolo e palazzo Sanfelice, con i loro scaloni fotografati da mezzo mondo. Strade da non perdere: Spaccanapoli, diritta come tirata con il righello che divide nord e sud del centro storico; via San Gregorio Armeno, sinonimo di botteghe e artigiani che lavorano tutto l’anno alla creazione di presepi. E le eleganti vie dello shopping. Via dei Mille (Louis Vuitton è al n. 2, tel. 081 7646606; Monetti, rivenditore ufficiale Rolex al n. 12, tel. 081 411468; Hugo Boss al n. 41, tel. 081 401424; Eddy Monetti al 45, tel. 081 407064; il concept store Veridiana De Moraes al n. 61, tel. 081 6581659, in zona anche le grandi griffe di Maxi Ho con accesso da via Nisco 24,

See Naples and then die, the saying goes, so why not visit the city at least once in your life. You should start the tour from Via Toledo, the elegant downtown street fronted by the magnificent nineteenthcentury Umberto I Gallery, a crossroads of artists, writers, poets and musicians. Centuries and centuries of history concentrated in a few square meters: the Maschio Angioino, the city’s symbol, the royal residence of all Kings of Naples, from the Anjous to the Bourbons (Via Vittorio Emanuele),  the San Carlo Theatre, Europe’s oldest opera house (Via San Carlo 98), and Piazza del Plebiscito, with the Church of San Francesco di Paola and the colonnade that gives the square its elliptical shape, are definitely worth a few hours of your time. Naples’s downtown area (a UNESCO world heritage site since 1995) features over 200 churches. Among the Neapolitans favorites are the Duomo (Via del Duomo 149), where the relics and the ampulla containing the blood of the city’s patron saint, St. Gennaro, are kept, including the underground basilica, recently opened to the publicand the Monastery of St. Chiara (Via Santa Chiara 49/c), best known for its cloisters wonderfully decorated with seventeenth-century majolica tiles. Located in Via San Biagio dei Librai n. 114 are the Chapel and Museum of the Monte di Pietà housing frescoes and precious sacred art objects and, further on, stands the Sansevero Chapel (Via Francesco de Sanctis 19), home to the beautiful Veiled Christ statue. The area’s must-see streets are Spaccanapoli, the street as straight as a ruler that literally splits the old city center in two, and Via San Gregorio Armeno, filled with shops that manufacture and sell Nativity scenes all year long. And then come the elegant shopping streets: Via dei Mille (Louis Vuitton is at n. 2, ph. 081 7646606; Monetti, official Rolex retailer at n. 12, ph. 081 411468; Hugo Boss at n. 41, ph. 081 401424; Eddy Monetti at n. 45, ph. 081 407064; the concept store Veridiana de Moraes at n. 61, ph. 081 6581659, designer names by Maxi Ho with entrance from Via Nisco 24, ph. 081 410231), Via Calabritto (Gucci, at n. 4, ph. 081 764 0730), Via Capri | The Divine Coast 135


Above: Maschio Angioino Below: Galleria Umberto I


From above clockwise: piazza Plebiscito; historic center street; piazza Plebiscito, Teatro Mercadante (All images: ph. Gilles Martin-Raget, courtesy 34th American’s Cup 2012) Capri | The Divine Coast 137


divine itineraries

From left: dome of Church of San Francesco di Paola; Gulf of Napoli; Castel dell’Ovo tel. 081 410231), via Calabritto (Gucci, al 4, tel. 081 764 0730) via Morelli (the Ermanno Scervino boutique is at n. 19/21, ph. 081 Morelli (ai nn. 19/21 si affaccia la boutique di Ermanno Scervino, 2481372), Piazza Trieste e Trento (Orologeria Trucchi at n. 49, ph. 081 tel. 081 2481372), via Vetriera (Novelli Arredamenti, al n. 20 tel. t 417874), Piazza dei Martiri (Ferragamo at n. 56, ph. 081 415454), the 081 19562950), piazza Trieste e Trento (Orologeria Trucchi al n. Chiaia neighbourhood, the heart of the city’s upmarket shopping 49, tel. 081 417874), piazza dei Martiri (Ferragamo al n. 56, tel. area, home to some of the world’s best tailors and tie makers, which 081 415454). Entriamo a questo punto nel quartiere di Chiaia, includes Via Filangieri (Damiani at n. 15/bis, ph. 081 405043; Tod’s salotto buono di Napoli, fulcro peraltro di sartorie artigianali tra and Hogan at n. 29, ph. 081 543966; Fendi at n. 24-25, ph. 081 413261; le migliori al mondo: via Filangieri (Damiani al 15/bis, tel. 081 Poltrona Frau at n. 34, ph. 081425092; Montblanc at n. 38, ph. 081 405043; Tod’s e Hogan al n. 29, tel. 081 543966; Fendi ai nn. 24-25, 7741557; Bulgari at n. 40, ph. 081 409551; Hermès at n. 53/57, ph. tel. 081 413261; Poltrona Frau al 34, tel. 081425092; Montblanc al 081 4207054; Dodo a n. 58/59, ph. 081 418245), Riviera di Chiaia n. 38, tel. 081 7741557; Bulgari al 40, tel. 081 409551; Hermès ai nn. (Maurizio Marinella is at n. 287, ph. 081 7644214), and Via Chiaia 53/57, tel. 081 4207054; Dodo ai nn. 58/59, tel. 081 418245), Riviera (Mariano Rubinacci is at n. 49/e, ph. 081 415793). di Chiaia (Maurizio Marinella è al n. 287, tel. 081 7644214) e via In addition to its artistic riches, much of Naples’s appeal lies in the Chiaia (Mariano Rubinacci è al 49/e, tel. 081 415793) . food. Start the day with breakfast at Moccia bar in Piazza Amendola E veniamo a un’altra grande attrattiva della città di O sole mio, il at n. 3 (ph. 081 403485), near the Umberto I high school, known for cibo. Si parte con la colazione a base di sfogliatelle its ricotta cheese sfogliatelle, the same that makes the di ricotta al bar Moccia in piazza Amendola, al n. 3 best puff pastry bit-size pizza in town at the Moccia (tel. 081 403485) vicino al liceo Umberto I, la stessa pastry shop in Via San Pasquale (ph. 081 425067). mano che firma le migliori pizzette di Napoli (di The best place for coffee is Gran Caffé Gambrinus, pasta sfoglia) da gustare alla Pasticceria Moccia, in the historic café giving onto Piazza del Plebiscito via San Pasquale (tel. 081 425067). Il caffè è quello (Via Chiaia 1, ph. 081.417582).
For a mid-morning del Gran Caffé Gambrinus, lo storico bar che si snack, we suggest the chocolate Forest at the old Naples’s chocolate shop Gay Odin (in Vico Vetriera at n. 12, affaccia su piazza del Plebiscito (in via Chiaia 1, tel. 081.417582).

 Consolatevi a metà mattina con downtown area ph. 081 417843). Chalet Ciro in Mergellina certainly la Foresta di cioccolato all’antica cioccolateria Gay of Naples’s best ice-cream parlours. is a UNESCO isAsone Odin (in vico Vetriera, n. 12, tel. 081 417843). Tra le for pizza, here are some tips: Ettore (Via Santa world heritage Lucia 56, ph. 081.7640498), try his pagnottielli; gelaterie migliori di Napoli, una è sicuramente lo site since 1995 among Naples’s oldest pizzerias are Michele al Chalet Ciro a Mergellina. Quanto alla pizza, ecco alcune dritte. Da Ettore (via Santa Lucia 56, tel. 081.7640498) Trianon (via Cesare Sersale, 1/3, tel. 081.5539204) and Lombardi assaggiate i suoi pagnottielli; antichissime quella da Michele al (via Foria, 12/14, tel. 081 456220). Osteria di Ninetta offers Trianon (via Cesare Sersale, 1/3, tel. 081.5539204) e Lombardi (via traditional Neapolitan dishes (taste the meat sauce and the Foria, 12/14, tel. 081 456220). All’Osteria di Ninetta mangerete le Genovese, a dish of stewed meat and onions). If you’re in the specialità napoletane (provate il ragù e la genovese: uno stufato mood for fish, try Crudo Re and you’ll never regret it. If you’re di carne e cipolle), per il pesce provate Crudo Re e non ve ne looking for Michelin-starred restaurants, we recommend Palazzo pentirete. Se si vuole puntare alle stelle i ristoranti sono due: Petrucci and the newly Michelin-starred Il Comandante of the Palazzo Petrucci e il neostellato Il Comandante dell’hotel Romeo. Romeo Hotel. Speaking of hotels, remember the three magic A propostito di hotel, ricordate le tre parole magiche: Excelsior, words: Excelsior, Parker’s and Vesuvio. For pre or after-dinner Parker’s e Vesuvio. Per l’aperitivo o il dopo cena, il disco club drinks, disco club OcchiOcchiOh in Vico Dei Sospiri, 12 (ph. 081 OcchiOcchiOh in vico dei Sospiri, 12 (tel. 081 7647168). E se 7647168). prima di partire desiderate compiere un volo d’angelo sui prodotti And if you wish to go food shopping before leaving, the place del territorio visitate Gran Gusto. Due piani interamente dedicati to go to is Gran Gusto, a two-floor shop providing any food and alle eccellenze della Campania e non solo, aperti al pubblico tutti beverage from the Campania region that you can possibly desire, open every day in Via Nuova Marina, 5 (ph. 081 19376800). i giorni in via Nuova Marina, 5 (tel. 081 19376800). 138 Capri | The Divine Coast


cover story

The grandiose Villa di Poppea, a UNESCO World Heritage Site, was built around the middle of the 1st century BC and is believed to have belonged to Poppea Sabina, the second wife of Emperor Nero 140 Capri | The Divine Coast


divine itineraries

Il tesoro di Oplontis The treasure of Oplontis text Nicky Swallow photo Luca Moggi

La Villa di Poppea. Un tesoro sepolto a Torre Annunziata The Villa di Poppea. A buried treasure in Torre Anninziata Quando il Vesuvio esplose la mattina del 24 agosto del 79 d.C., come tristemente noto, seppellì le città di Pompei ed Ercolano sotto strati di lava e materiali piroclastici tossici, creando così ciò che sarebbero diventati due tra i siti archeologici più famosi d’Europa e fornendo la colonna portante delle collezioni di uno dei più importanti musei archeologici del mondo, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Ogni anno, diverse migliaia di visitatori affollano Ercolano e Pompei e a buon ragione, ma la stessa violenta eruzione devastò l’intera area tra il Vesuvio e il mare distruggendo molto più che queste due fiorenti cittadine. Un cittadina costiera poco attraente nota tanto per l’alto tasso criminale quanto per la produzione di pasta, Torre Annunziata non è una destinazione turistica “scontata”. Ma una delle vere gemme nascoste della zona si trova proprio qui. Rinvenuta per caso durante il regno dei Borboni nel XVIII secolo, la magnifica villa di Poppea a Oplontis è la più grande villa romana suburbana mai scoperta e i suoi straordinari affreschi sono stati inseriti nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’Unesco. L’antica Oplontis era una cittadina costiera, un elegante sobborgo residenziale della vicina Pompei, le cui belle ville erano abitate dai ricconi del tempo. Gli scavi superficiali effettuati nei secoli XVIII e XIX rivelarono relativamente poco e i lavori cominciarono sul serio solo nel 1964. Circa dieci anni dopo, durante i lavori per la costruzione di una scuola, vennero alla luce i resti di un altro grande edificio (Villa B), a 250 metri ad est della Villa di Poppea. Più banalmente nota anche come “Villa A”, la grandiosa Villa di Poppea è eccezionale per le sue dimensioni, per la qualità dei suoi affreschi e per il tesoro di statue marmoree ritrovate tra le sue mura. Una residenza di lusso completa di piscina di 60 metri e grandi giardini, fu costruita intorno alla metà del 1 secolo a.C. e poi ampliata sotto il regno di Claudio. Grazie al ritrovamento di un’anfora con l’iscrizione del suo nome, la villa è stata attribuita a Poppea Sabina, la seconda moglie dell’Imperatore Nerone (uccisa, dicono, dal marito), ma pare che la villa fosse disabitata al momento dell’eruzione: molte stanze

When Vesuvius blew its top on the morning of August 24th 79 AD, it famously buried the cities of Pompeii and Herculaneum under layers of molten lava and noxious pyroclastic material, thereby creating what were to become two of Europe’s most celebrated archaeological sites while also providing the backbone of the collections in one of the world’s great archaeological museums, the Museo Archeologico Nazionale in Naples. Several million visitors each year flock to Ercolano and Pompeii and rightfully so, but the same violent eruption devastated the whole area between Vesuvius and the sea destroying a lot more than just these two thriving cities. An unattractive coastal town as famous for its high crime rate as for its production of pasta, Torre Annunziata is not an obvious tourist destination. But one of the true hidden gems of the area is to be found here, half buried under the urban decay of the modern town. First stumbled upon during the Bourbon rule in the 18th century, the magnificent Villa di Poppea at Oplontis is the largest Roman suburban villa ever discovered and its exceptional frescoes have earned it UNESCO status. Ancient Oplontis was a seaside town, an elegant residential suburb of nearby Pompeii, its grand houses inhabited by the uber-rich of the day. The superficial excavations of the 18th and 19th centuries revealed relatively little and it was only in 1964 that work begun in earnest. Some ten years later, during the construction of a school, the remains of another vast villa (Villa B) 250 metres to the east, came to light. Also known by the rather more prosaic name of ‘Villa A’, the grandiose Villa di Poppea is remarkable for its dimensions, the unique quality of its wall paintings and for the treasure trove of marble statuary that was found within its walls. A luxurious residence complete with a 60-metre swimming pool and extensive gardens, it was built around the middle of the 1st century BC and then enlarged during the reign of Claudius. Thanks to the discovery of an amphora with her name inscribed upon it, the villa is believed to have belonged to Poppea Sabina, the second wife of Emperor Nero (who, it is said, eventually Capri | The Divine Coast 141


divine itineraries

Walls decorated with magnificent illusionist motifs in bold colours erano vuote e materiali di costruzioni e grossi pezzi in muratura ri- murdered her by kicking her to death) but it seems that the villa was trovati sul posto hanno indotto gli studiosi a ritenere che la villa, es- not inhabited at the time of the eruption: most of the rooms were sendo stata seriamente danneggiata da uno dei terremoti che spesso found to be empty and building materials. Ignored by unenlightened facevano ballare la zona del Vesuvio all’epoca, fosse in fase di restauro. tourists in favour of its much more famous neighbours, the villa is a Trascurata dai turisti poco “illuminati” a favore dei suoi più famosi vi- delightful place to visit offering not only a fabulous array of artistic cini, la villa è un luogo incantevole da visitare non solo per i suoi molti riches but also a serene contrast to the chaotic and ugly surroundings tesori artistici ma anche per il sereno contrasto che offre ai dintorni of the modern city that all but engulfs it. The most striking feature is brutti e caotici della moderna città che quasi l’inghiotte. Ciò che più the quality of the exquisite wall paintings, most of which have been colpisce è la bellezza degli affreschi, molti dei quali sono stati lasciati left ‘in situ’. To a background of birdsong, wild flowers, and rose and in situ. Allietati dal canto degli uccelli e dalla vista di fiori selvatici e pomegranate bushes (the garden has been re-planted with species cespugli di rose e melograni (nel giardino sono state ripiantate specie that would have been present 2,000 years ago), you can wander in che si ritiene potessero essere presenti 2000 anni fa), si può girellare splendid solitude from room to decorated room, through the remains in beata solitudine da una stanza decorata ad un’altra, attraverso i re- of the private spa complex, across the shaded peristyle and over the sti del complesso termale privato, il peristilio ombreggiato e sul prato smooth, perfect rectangle of a lawn that now covers what would have liscio e perfettamente rettangolare che ora copre ciò che rimane della been the piscine, once fringed by oleander and lemon trees and lined piscina, un tempo contornata da oleandri e limoni e with statues. The contrast between the quiet, contemdecorata ai bordi con statue. plative atmosphere here and the tourist mayhem to be Il contrasto tra l’atmosfera contemplativa della Villa di found down the road at Pompeii is total. Poppea e il caos dei turisti di Pompei è assoluto. L’inThe entrance to the site lies above the west wing. Off gresso al sito si trova nella zona ovest. A poca distanza The magnificent the reconstructed main atrium and its monumental dall’atrio principale con i suoi dipinti monumentali si is the triclinium (dining room), its walls decoVilla di Poppea paintings trova il triclinium (la sala da pranzo) le cui pareti sono rated with magnificent illusionist motifs in bold coat Oplontis lours. Nearby is the kitchen with counters and drainmagnificamente decorate con la tecnica del trompe l’oeil in colori brillanti. Segue la cucina con i banchi is the largest ing tubs still in place, the caldarium and tepidarium in muratura e i tubi per la scarico dei liquidi ancora third and fourth style wall paintings, and a vaultRoman with visibili, il caldarium e tepidarium affrescati in terzo e ed and painted cubiculum or bedroom. The peristyle suburban villa was an intimate, secluded garden designed to induce quarto stile e un cubiculum (camera da letto) a volta e affrescato. Il peristilio era un piccolo giardino appa- ever discovered rest and meditation: today it is planted with bay trees rato destinato al riposo e alla meditazione: oggi vi si trovano piante and enclosed on three sides by a colonnade of fluted columns. Leadd’alloro ed è circondato su tre lati da colonne scanalate. In direzione ing north from here is a series of larger rooms that open onto the pool nord si susseguono stanze più grandi che danno sul colonnato della colonnade which stand out for their decorative simplicity: these are piscina e sono contraddistinte da grande semplicità decorativa: si ri- believed to have been hospitalia, or guest rooms, set aside from the tiene che fossero le hospitalia, le stanze riservate agli ospiti e separate rest of the vast complex for extra privacy. dal resto della villa per garantire la massima privacy. C’è ancora molto There is more to unearth at Oplontis and the site is very much a da riportare alla luce ad Oplontis ed i lavori di scavo non sono ancori work-in-progress today. Villa B (or the Villa di Lucius Crassius Terconclusi. Villa B ( o Villa di Lucio Crasso Tertius) pare fosse utilizzata tius) seems to have been used for commercial purposes: it had wineper scopi commerciali: conteneva attrezzature per la conservazione bottling facilities and the spaces for handling agricultural machinery del vino e spazi riservati a macchine agricole e nelle cantine di questa and it was in the cellars of this second villa that 54 skeletons were seconda villa sono stati ritrovati 54 scheletri, alcuni dei quali ricoperti found, some of them covered with coins and jewels. These two great di monete e gioielli. Queste due grandi ville contribuiscono ad una villas offer profound insight into contrasting aspects of Roman life migliore comprensione degli aspetti contrastanti della vita romana- –business (negotium) and leisure (otium) and scholars have still much gli affari (negotium) e lo svago (otium)- e gli studiosi hanno ancora mol- to discover. In the meantime, Oplontis remains an underappreciated to da scoprire. Ma Oplontis rimane una gemma sottostimata. gem. 142 Capri | The Divine Coast


Above: the peristyle, an intimate, secluded garden designed to induce rest and meditation. Below: the domestic environment built around a small courtyard Capri | The Divine Coast 143


ph Gilles Martin-Raget America’s Cup World Fabbricato Seriesdei Naples Viaggiatori 2013 (Santa Maria Novella Final train Race station) Day 144 Capri | The Divine Coast


sailing cups

Scafi lucenti Gleaming hulls text Teresa Favi

Il golfo di Napoli di nuovo protagonista della Coppa America e della Rolex Sailing Capri Volcano Race The sea of Naples is the star again of America’s Cup and Rolex Capri Sailing Week Volcano Race Voglia di unire agonismo e bellezza, nelle acque del golfo più bello del mondo. La seconda edizione dell’America’s Cup World Series di Napoli ha superato i già ottimi numeri della passata edizione, molti di più anche i team: otto nel golfo di Napoli e tre soli (più gli sfidanti americani, quattro). Guidata da Francesco Bruni, Luna Rossa Swordfish ha fatto suo il successo nella serie di flotta delle America’s Cup World Series di Napoli, nella grande regata finale. Una prova caratterizzata da almeno tre cambi di leadership e da una grande rimonta posta in essere proprio dall’equipaggio del timoniere palermitano. A completare la soddisfazione del team italiano il secondo posto di Luna Rossa Piranha, timonato da Chris Draper. Il pubblico dal vivo assiepato in ogni posto disponibile tra Lungomare Caracciolo e Mergellina a contare gli scafi alzati, le scuffie, i sorpassi. E l’equipaggio di Luna Rossa per ringraziare Napoli della calorosa accoglienza ha lanciato al pubblico le medaglie vinte. Ma non è tutto, perché il direttore di regata della Coppa America Ian Murray è salito sul palco per dire che «in 30 anni di Coppa America Napoli è stata la migliore esperienza che abbia fatto». Infine Mario Hubler, ad di AC Napoli ha premiato il team di Oracle per aver realizzato il miglior punteggio nelle regate 2012/2013 delle ACWS. Dunque con questo bel risultato riportato nel golfo di Napoli, Luna Rossa si piazza seconda nelle America’s Cup World Series 2012-2013, dopo Oracle Team Usa, primo in classifica. E mentre gli equipaggi attendono la prossima Louis Vuitton Cup, in programma a San Francisco tra il 4 luglio e il 30 agosto, ecco sopraggiungere nella Baia più bella del mondo la Rolex Capri Sailing Week Volcano Race 2013, dal 16 al 24 maggio. Dai catamarani ultra leggeri della Coppa America ai maxi yacht (imbarcazioni con lunghezza minima di 18,29 metri fino agli oltre 30 del Wally 100 Y3K) della Volcano Race il passo è breve, la tensione sportiva al

Competitive spirit and beauty come together in the waters of the world’s most beautiful gulf. The 2nd America’s Cup World Series in Naples surpassed last year’s event in terms of spectators and even of teams: eight in the Gulf of Naples and three on their own (plus the American challengers, four). Led by Francesco Bruni, Luna Rossa Swordfish pulled off a thrilling win in the fleet racing finale of America’s Cup World Series Naples. A race that saw the lead change hands three times and the team, led by the Sicilian helmsman, catch up amazingly well. The Italian team’s joy was complete when Luna Rossa Piranha, led by Chris Draper, came in second place. The crowds lined every inch of Naples’s waterfront, between Lungomare Caracciolo and Mergellina, to enjoy the event. And the Luna Rossa team thanked Naples for the warm reception by tossing the medals toward the spectators. And, what’s more, America’s Cup Regatta Director Iain Murray took the stage to say that “in thirty years of America’s Cup, Naples was the best experience I ever had”. Mario Hubler, MD of AC Napoli, awarded the Oracle team for having achieved the best score in the 2012/2013 ACWS races. Therefore, owing to the brilliant performance in the Gulf of Naples, Luna Rossa came second in the America’s Cup World Series 2012-2013, while the first place went to Oracle Team USA. And while the teams’ focus now shifts to the Louis Vuitton Cup, planned for San Francisco between July 4 and August 30, the world’s most beautiful gulf is ready to welcome the Rolex Capri Sailing Week Volcano Race 2013, held from May 16 through the 24. From America’s Cup’s ultralight catamarans to the Volcano Race’s maxi yachts (from the 18,29-meter yachts Capri | The Divine Coast 145


ph. Kurt Arrigo

cover story

Rolex Volcano Race 2012 Jethou; Owner: Sir Peter Ogden; Type: JV-60 On the right Above: Start of the Rolex Volcano Race 2012 Below:Caol Ila; Owner: Alex Schaerer; Type: Marten 67 146 Capri | The Divine Coast


ph. Kurt Arrigo ph. Kurt Arrigo


sailing cups

Rolex official Prizegiving at La Canzone del Mare

Bronenosec, Swan 60

Start of Leg One of the Rolex Volcano Race

massimo. La manifestazione che si arricchisce quest’anno to the over 30-meter Wally 100 Y3K). Excitement is in della due-giorni di regate a Capri, torna a rinverdire la più the air and the tension is palpable. The event, which this che decennale tradizione della settimana velica caprese di year includes a two-day regatta in Capri, rekindles the maggio, aprendo oltretutto la stagione della vela firmata traditional week of great yacht racing in Capri in May Rolex in Mediterraneo. Coinvolte le località di Capri e Ga- sponsored by Rolex. Both Capri and Gaeta are involved, eta, rispettivamente con la suggestiva partenza di flotta da with the fleet leaving from Gaeta in Piazzale Caboto, piazzale Caboto, all’ombra del famoso Castello borbonico dominated by the imposing Bourbon Castle (on Saturgaetano (sabato 18 maggio), e con una serie di regate coday, May 18), and a series of regattas in the waters off stiere in acque capresi (il 20 e il 21 maggio). Conclude la Capri (on May 20 and 21). settimana velica l’impegnativa regata offshore di oltre 300 The final 300-nm offshore regatta – known as Rolex miglia – nota come Rolex Volcano Race - che porta la flotta da Capri fino al selvaggio arcipelago vulcanico a nord della Volcano Race- which takes the fleet from Capri to the Sicilia, le Isole Eolie. La partenza della regata lunga è fissa- wild volcanic archipelago to the north of Sicily, the ta, da Capri, la mattina del 22 maggio. Le barche compiono Aeolian Islands, closes the racing week. The so-called il giro dell’arcipelago e rientrano a Capri in un tempo che long regatta departs from Capri on the morning of May 22. The boats sail around the archipelago va dalle trentasei alle quarantotto ore. Il time and go back to Capri within 36 to 48 hours. limit è fissato per le 18 di venerdì 24 maggio: The time limit is fixed at Friday, May 24 poche ore più tardi la banchina dell’isola del,6 pm, followed, a few hours later, by the le sirene assiterà alla premiazione dei vincitori della manifestazione. Competitive prize-giving ceremony in Capri. Intenzionato a bissare il successo dello scorspirit and Hoping to repeat last year’s successful so anno è il mini maxi Jethou (GBR), terzo performance is the mini maxi Jethou (GB), beauty come third sulla linea di arrivo e infine vincitore overall. place and overall winner. Its rival is Dovrà vedersela con un altro mini maxi – Aletogether in the expected to be another mini maxi, Alegre gre (GBR)– vincitore sia dei Line Honors sia waters of the (GB)–both Line Honors and overall winin overall nell’edizione inaugurale del 2011. world’s most ner in the 2011 race. This year’s Alegre is L’Alegre che vedremo quest’anno in gara recently launched Mills 72, which will be beautiful gulf adealing sarà un nuovissimo Mills 72 fresco di varo: with another Mills ( 68 feet), toa contendergli il primato sarà un altro Mills (un 68 piedi), day’s Caol Ila R (USA), the “old” Alegre, the 2011 winoggi Caol Ila R (USA): fino all’altro ieri “il vecchio” Alegre, quello vincitore della competizione del 2011. A rappresen- ner. Spain will be represented by Plis Play and Wallyňo, tare la Spagna ci saranno Plis Play e Wallyňo, Wild Joe per Hungary by Wild Joe, and Germany by Y3K, owned by l’Ungheria e Y3K, del presidente dell’IMA Claus-Peter Of- IMA president Claus-Peter Offen. The Italians (Grande fen, per la Germania. Il gruppo degli italiani (Grande Ora- Orazio, Good Job Guys, Shirlaf just to mention a few of zio, Good Job Guys, Shirlaf per citare solo alcuni) prevede them) include Leonardo Ferragamo’s Solleone. The anche la presenza di Solleone di Leonardo Ferragamo. La Italian Navy takes part in the regatta with Orsa Maggiore. Marina Militare Italiana partecipa con Orsa Maggiore. Il Golfo di Napoli, dunque, si conferma uno dei campi di Therefore, the Gulf of Naples proves to be one of the gara privilegiati del mondo velico, sfoggiando tutto il suo sailing world’s favorite racing locations, owing to its fascino e dimostrando grande capacità ricettiva in grado di great charm and exceptional reception capabilities for ospitare eventi di richiamo internazionale. events of international stature. 148 Capri | The Divine Coast


divine cars

‘Non ne esistono due’ ‘no two alike’ text Teresa Favi

te’ sbarca ‘personalizza ma La regina delle apri con la fir sull’isola di C ia al It d’ a os m ria più fa ’ ed iz della carrozze ‘custom The queen of ri ap C of the island is landing on Chi non ha mai provato a Capri il desiderio di impadronirsi di uno dei suoi tanti taxi a cielo aperto e dalle fogge più strane alzi la mano. Per le sue dimensioni contenute, le viuzze strette e per quel clima che tutto il mondo le invidia, Capri è l’isola delle auto ‘su misura’.  La domanda sorge allora spontanea: dove nascono queste fantastiche opere della felicità a quattro ruote? In atelier come Castagna, il più famoso d’Italia, con oltre un secolo e mezzo di storia. Un luogo fatato, dalle parti di piazzale Loreto, a Milano, disseminato da maestose carrozze dell’Ottocento, macchine a vapore, telai Isotta-Fraschini e Lancia, vestiti con le più raffinate carrozzerie. E di strane Fiat 500, il perché lo capirete fra poco. Castagna fondata nel 1849 da Carlo Castagna, operaio divenuto imprenditore, era, ed è, la ‘fabbrica dei sogni’ come un giornalista scrisse negli anni Trenta. L’originaria bottega era in via della Chiusa, ma nel 1906 quando non stava più dietro agli ordini l’attività fu trasferita in un grande stabilimento in via Montevideo (32mila metri quadrati, 600 dipendenti: la più grande carrozzeria italiana del tempo). Come la definì Gabriele d’Annunzio, fino agli Anni Cinquanta è stata la ditta che “dona l’eleganza alla velocità”. Poi quando il mondo della couture automobilistica ha smesso di girare spegnendo il mercato americano, tutto si è sopito (proprio come nella fiaba della Bella Addormentata). Fino a che non è arrivato l’architetto e designer Gioacchino Acampora, 44 anni e l’Atelier Castagna è tornato a nuova vita in questa casa-showroom che lui stesso ha progettato dove

Anyone who has ever wanted, on Capri, to get their hands on one of its many topless, strangely-shaped taxis, raise your hand. Due to its small size, the narrow streets and the climate that the whole world envies, Capri is an island of ‘tailor-made’ cars. The question then naturally arises: Where do these fantastic, happy, four-wheel creations come from? From an atelier like Castagna, the most famous in Italy, with over a century and a half of history. An enchanted place, near Piazzale Loreto, in Milan, dotted with majestic nineteenth-century carriages, steam engines, Isotta-Fraschini and Lancia frames, equipped with the finest bodies. And the strangest Fiat 500. You’ll understand why in a moment. Castagna, founded in 1849 by Carlo Castagna, a worker-cum-entrepreneur, was, and is, the ‘dream factory’ The original shop was in Via della Chiusa, but in 1906, when it could no longer keep up with the orders, the operation moved into a large plant in Via Montevideo (32 thousand square meters, 600 employees: the largest Italian body shop at the time). As defined by Gabriele d’Annunzio, up to the Fifties, it was the company that “bestowed elegance and speed.” Then when the world of couture automaking came to a halt, dampening the American market, everything became dormant (just like the fairy tale of Sleeping Beauty). Until the arrival of the architect and designer Gioacchino Acampora, age 44, and the Atelier Castagna came back to life in this home and showroom that he himself designed. Here he 150 Capri | The Divine Coast


Castagna 500 T ender2 SoCapri Capri | The Divine Coast 151


divine cars

Castagna 500 Tender2 Usa

‘In the tapestry department, our “saddler” worked for twenty years at Hermès’

lavora, accoglie i clienti facendoli sentire a casa loro per conoscerli meglio e metterne a fuoco le esigenze e i gusti. “Siamo ripartiti esponendo a Ginevra 3 One-Off su meccanica Alfa Romeo, Maserati e Ferrari ma è grazie alle varie interpretazioni di Mini che i clienti hanno riscoperto la gioia di personalizzarsi cambiando radicalmente la propria vettura”. Un successo, replicato in una settantina di esemplari tutti declinati secondo gusto e desideri del cliente. “Con l’apparire della 500, l’attenzione della clientela e del nostro centro stile – continua Acampora - si sono concentrati su questo mito italiano creando 20 modelli adatti per ogni esigenza che fanno divenire la piccola di casa Fiat il nuovo punto di incontro per chi intende provare i servizi del nostro Atelier”. I clienti arrivano per passaparola. Lo slogan coniato negli anni Trenta è ancora valido: No two alike! (non ne esistono due uguali)”. Un esempio? La Tender2 USA, una vettura da spiaggia. Rifinita in teak massello (un tronco diviso in 24 pezzi, fresati e aggiustati a mano), touch screen di controllo, doccetta nascosta nel cassetto del fianco, chiller per i vini (può rinfrescare in meno di un minuto le bottiglie e regolare la temperatura a seconda dei vitigni), sul lato passeggero c’è inoltre una piccola stazione barometrica, che fornisce le previsioni del tempo. I tempi di consegna variano da 4 mesi a un anno e mezzo. “Parliamo in ogni caso di altissimo artigianato, innovazione e personalizzazione senza limiti - precisa Acampora - a cui lavora un team di specialisti sopraffini, dall’ebanista al designer, dal battilastra all’ingegnere elettronico”. Nel reparto di tapezzeria il nostro “sellaio” (ça va sans dire) ha lavorato vent’anni da Hermès. Insomma qui si arriva all’oggetto finito e funzionante, targato, certificato, omologato, sicuro. Ultimo esemplare all’ordine? Una 500 Tender2 dotata di un PassionKit Eco in grado di renderla zero emission, quindi super ecologica, in arrivo sull’isola della ‘personalizzate’ per il brand SoCapri di Carmine Cucinella. La presentiamo in anteprima in queste pagine, ma venite a conoscerla a Capri. Rimarrete a bocca aperta…

works, welcoming guests and making them feel at home, in order to know them better and put fire behind their needs and tastes. “We started again by presenting in Geneva 3 One-Offs on the Alfa Romeo, Maserati and Ferrari machinery, but it is due to the various interpretations of the Mini that customers have rediscovered the joy of customization, radically changing their cars.” A success, replicated in seventy examples, all interpreted according to the tastes and wishes of the client. “With the appearance of the 500, the attention of customers and our design centre,” continues Acampora, “have become focused on this Italian myth, creating 20 models suited to every need, making Fiat’s little favourite the new meeting point for those who want to try the services of our Atelier.” Customers come through word of mouth. The slogan coined in the Thirties is still valid: No two alike! An example? Tender2, a beach car. Finished in teak (a trunk divided into 24 pieces, milled and adjusted by hand), with touch screen control, a shower hidden a cooler for wine (in less than a minute it can chill bottles and adjust the temperature depending on the vines), and on the passenger side there is also a small weather station, which provides weather forecasts. Delivery times vary from 4 months to a year and a half. “In every case we are talking about a very high level of craftsmanship, innovation and limitless customization,” says Acampora, “which employs a team of masterly specialists, from the cabinet maker to the designer, from the sheet metal worker to the electronic engineer.” In the tapestry department, our “saddler” (ça va sans dire) worked for twenty years at Hermès. So here you arrive at the finished object, running, with number plate, certified, tested and safe. The last exemplary order? A 500 Tender2 equipped with an Eco PassionKit giving off zero emissions, therefore super ecological, arriving on the island of ‘customized’ for Carmine Cucinella’s SoCapri brand. We are presenting a preview here, but come and see it on Capri. You’ll be astounded... 152 Capri | The Divine Coast


MAGNIFLEX TODAY_ParisseDuo_297x420 TR.indd 1

06/04/12 18.02


food itineraries

La strada del gusto The way to tastiness text Chicco Coda

Guida speciale dei ristoranti da non perdere a Capri Special guide of the restaurants not to be missed in Capri Valutare solo in termini di giusto o sbagliato è riduttivo se in gioco c’è la decisione su dove recarsi a cena quando si è a Capri. Fortunato è chi ha tempo a disposizione e la possibilità di provare tutto. Chi di tempo ne ha poco non può sbagliare, e spesso si chiede: Quale sarà la scelta giusta? A costoro sveliamo la strada da percorrere. A pochi metri dalla piazzetta di Capri e a pochi passi dalla Taverna Anema e Core è celata la grande terrazza all’aperto del ristorante Villa Verde. Qui la simpatia dei fratelli Lembo e la cordialità del loro staff sono sempre al servizio degli avventori. I piatti sono progettati in collaborazione con Enrico Cosentino e Gianni Lembo, ed elaborati dallo staff della cucina. Deliziosa la Burrata, sia che la si scelga con pane tostato, rana pescatrice e pesto amalfitano che con pesto, alice di vasetto e pomodorini all’origano. Imbattibili gli Spaghetti al pesto di basilico in guazzetto di vongole, patate e fiori di broccolo. Sensazionale il tonno, sia crudo con l’assoluto di spezie ed erba aromatica che crudo e cotto insieme, con finocchio marinato, agrumi e salsa balsamica. Da quest’anno si può cenare direttamente nella fornitissima cantina appena rinnovata, dove abbinare il giusto calice a ogni piatto. Procedendo lungo via Camerelle incontriamo un altro must dell’isola, il ristorante Faraglioni. Cenare sotto le tradizionali pagliarelle del ristorante, spiando il passeggio di via Camerelle, è l’essenza della capresità. Il ristorante è un’istituzione dell’isola e qui, prima o poi, si fermano tutti. Qui possiamo assaporare il classico della cucina napoletana e in particolare caprese, come l’Uovo alla monachina, il piccolo antipasto che su questa tavola non manca mai. Semplice e delizioso, è preparato dallo chef Antonio Simioli, che trasforma un uovo sodo, impastato con formaggio e besciamella in un’esperienza da non perdere. Da non perdere è anche l’Antipasto caldo dello chef Giuseppe Bottone, un involtino di pasta phyllo ripieno con gamberi e mozzarella affumicata, adagiato su una delicata salsa di pomodorini e olive. 154 Capri | The Divine Coast

Talking about what is right or wrong is too simple if it deals with the place where to have dinner if you are staying in Capri. Lucky are those who have enough time at disposal, as well as the possibility to try all. Those who don’t have plenty of time, instead, don’t want to take the wrong decision, and they often wonder what the right choice would be. To those very people we are going to tell the way they should take. Just a few meters away from the Piazzetta, Capri’s historical central square, and a couple of meters from the country pub Anema e Core, you can discover the open-air terrace of the Villa Verde restaurant. It is a place where the congeniality of the Lembo brothers and the nice manners of their employees are always ready to satisfy all customers’ needs. The dishes served are created by the collaborative work of Enrico Cosentino and Gianni Lembo, and then prepared by the cooking staff of the restaurant. A very delicious dish is the Burrata cheese, served with toasted bread, Anglerfish and pesto from the Amalfi coast or with Italian pesto, jarred anchovies and cherry tomatoes with fresh oregano. Unique are the Spaghetti with basil pesto and clams in Guazzetto (almost a soup), potatoes and broccoli rabes. And wonderful here is tuna fish, both uncooked with assoluto di spezie ed erba aromatica (served with plenty of spices and aromatic herbs) or both cooked and uncooked, with marinated fennel, citrus fruits and balsamic sauce. Starting from this year, customers will even have the opportunity to dine in the recently restyled restaurant’s cellar, where they will be able to try every dish paired with the right chalice of wine. Keeping on going through via Camerelle, we reach Faraglioni. This is a historical restaurant in Capri where everybody eventually happen to come. Here we can taste the classic dishes from the culinary tradition of Naples and of Capri in particular, like the Uovo alla monachina, a starting course that is typical of this cuisine. This appetizer is prepared by chef Antonio Simioli, mixed with cheese and besciamella sauce in a not to miss experience. Another dish you should not miss at all is the Antipasto caldo by the restaurant’s chef Giuseppe Bottone: a phyllo pastry rollup, filled


1

2

3

4

1-5. Paolino 2. Faraglioni 3-6. Villa Verde 4. Aurora

Capri | The Divine Coast 155

5

6


From left clockwise: Burrata at Villa Verde restaurant, BaccalĂ  and Mattonella di risotto at Aurora restaurant, Uovo alla monachina at Faraglioni restaurant, Ravioli and Fries at Paolino restaurant, Crudo di Tonno at Villa Verde restaurant 156 Capri | The Divine Coast


food itineraries

Sempre a due passi dalla piazzetta, ma salendo per via Le Botteghe e procedendo su via Fuorlovado incontriamo il ristorante Aurora, tra i ristoranti dell’isola più conosciuti nel mondo. Le tante etichette presenti sulla carta dei vini e nella boutique Vino, il Wine shop della famiglia, sapranno accompagnare le creazioni dello chef Franco Aversa, come la Mattonella di Risotto a Limone su crudo di gamberi, preparata tostando il riso in poco burro, bagnandolo con brodo bollente e aggiungendo a fine cottura una scorza di limone grattugiata, una noce di burro e qualche goccia di limone. Intanto a parte si condisce la tartare di gamberi con buccia di limone, sale e olio. Alla fine si sistemano i gamberi in una forma, per poi adagiarci sopra il risotto. Il tutto guarnito con un gambero crudo, germogli e ancora buccia di limone. Da non perdere è anche il Baccalà panato su concassè di pomodoro, che si prepara passando nell’uovo, panando e friggendo i bastoncini di baccalà, preparando a parte una concassè di pomodori con olio, sale, olive verdi, capperi e sedano, per poi mettere la concassè in un piatto e sistemando il baccalà appena fritto. Per gli amanti dei cefalopodi da provare è senz’altro il Polpo su schiacciata di patate con sedano, che si ottiene bollendo il polpo in una pentola capiente per mezz’ora, facendolo raffreddare e tagliandolo a pezzetti, per poi metterlo in una ciotola e condirlo con olio, sale e limone. Intanto a parte si fanno bollire le patate e quando pronte si schiacciano e condiscono con sale, olio e buccia di lime. Infine si sistemano in un piatto come base, mettendoci sopra il polpo, per poi tagliare il sedano a julienne e adagiarlo sopra come guarnizione. Il nostro viaggio termina a Marina Grande, da Paolino. Probabilmente Paolino non conosceva Wolfgang von Goethe, e quando un suo amico gli ripeteva la frase “Conosci tu il paese dove fioriscono i limoni? Laggiù, laggiù vorrei andare con te amor mio!” il pensiero non andava ai famosi sonetti, ma al suo giardino di limoni. Un luogo incantato, magico, cristallizzato nel tempo infinito di un’isola eterna dove a distanza di anni i sensi ricevono sempre gli stessi stimoli. Totani e patate fritti è un’antica ricetta di famiglia. Nonno Paolino andava di sera a pescare i totani, e durante la sua attesa si friggevano le patate. Al suo arrivo si aggiungevano i totani appena pescati. Sua nipote Michela, che accoglie gli ospiti, ci confida che la ricetta è rimasta immutata. Al contrario i Ravioli, di antica tradizione caprese, invece di condirli con il sugo di pomodoro, qui sono serviti con una delicata salsa preparata con il succo dei grandi limoni del giardino. Il Fritto Paolino è conosciuto anche oltreoceano per merito della mitica Bomba. Nata con il ristorante è frutto di una ricetta segreta del primo chef degli anni ‘80 Francesco Afeltra di Scala. Tramandata da allora, la Bomba di Paolino è unica, come il ristorante. Alla ciliegina sulla torta oggi ci pensa Arianna, sorella di Michela, pasticcera di professione. Le sue creazioni come le Delizie al limone, la Crostata calda di cioccolata e fichi, i Baci di Paolino, si trovano nella nuova sala dedicata ai dolci.

with shrimps and smoked mozzarella cheese, laying on a delicate sauce of cherry tomatoes and olives. Still very next to the Piazzetta of Capri, but going up to via Le Botteghe and then proceeding on via Fuorlovado, we find the restaurant Aurora, one of Capri’s restaurants that are famous all over the world. The many labels on the wine chart and inside the family’s wine shop Vino, are perfect if paired with the creative dishes by chef Franco Aversa, like the Mattonella di Risotto al Limone su Crudo di Gamberi (brick-shaped lemon flavored risotto laying on shrimp crudites). Not to be missed is also the Baccalà panato su concassé di pomodoro, where the cod fish fingers are dipped in the egg, and then breaded and fried. Then , after having prepared the tomato concassé with oil, salt, green olives, capers and celery, it is put on a plate, where the just fried cod fish is going to be laid too. Those who love Cephalopods should absolutely try the Polpo su schiacciata di patate con sedano (Octopus on a flat preparation of potatoes with celery): after having boiled the octopus for thirty minutes in a large pot and let it cool down, it is then cut into pieces, put into a bowl and dressed with oil, salt and lemon. In the meanwhile the potatoes are boiled and then pressed and seasoned with salt, oil and lime skin. Then, they are laid on a plate to form a basis for the octopus, while the celery is cut into fine julienne strips that are going to be put on the fish as garnishment. Our journey ends at Paolino, located in Marina Grande. Maybe Paolino himself didn’t know anything about Wolfgang von Goethe, and when a friend of his used to tell him: “ Do you know the land where the lemon trees bloom? There, there would I go with you, my beloved!” he didn’t think of these famous sonnets, but he thought of his lemon garden, instead. This was an enchanted and magic place, crystallized in the endless time that belongs to an eternal island, where, year after year, the way all of our senses are stimulated is always the same. Totani e patate fritte (deep fried squid and potatoes) is an old family recipe. Old grandfather Paolino used to go out in the evening to fish squid, while the others family members who were waiting for him at home were preparing fried potatoes. Once he came back home, they also fried the squid that he had just fished. His niece Michela, who uses to welcome guests at their arrival, tells us that they still prepare this dish in the way it used to be prepared by her family in the past. On the contrary, the Ravioli, a dish that belongs to the ancient cooking tradition of Capri, instead of being served with the traditional tomato sauce, are here dressed with a special sauce made with the juice of the big lemons of the garden. The Fritto Paolino is very well known beyond the ocean because of the famous Bomba. Its recipe dates back to the opening of the restaurant , when Francesco Afeltra from Scala, the first chef in the 80s, created it. Since then, the Paolino’s Bomba is being prepared following the original recipe, and it is as unique as this restaurant. Then, the cherry on top is given by Arianna, the beautiful sister of Michela, who works as a pastry-cook. You can find her sweet creations, like the Delizie al limone (traditional mini lemon sponge cakes) the Crostata calda di cioccolata e fichi (hot crostata with chocolate and figs)and the Baci di Paolino (literally: Paolino’s kisses), in the new hall reserved for the presentation of the restaurant’s cakes and pastries. Capri | The Divine Coast 157


guide divine guide divine guide guide divine guide divine guide guide divine guide divine guide guide divi

by Francesco Battesimo, Romana D’Angiola

RESTAURANT CAPRI Al Geranio Viale Matteotti 8, ph. 081.8370616 Immerso nel verde del Parco Augusto, vista mozzafiato propone un’ottima cucina mediterranea ed internazionale. Tra i cult, paccheri allo scoglio, la Calamarata con tartufi di mare, parmigiano e basilico, ravioli alla caprese, il pescato del giorno. Immersed in the lush greenery of Parco Augusto, diners can enjoy a breathtaking view and excellent Mediterranean and international cuisine. Some of its best-loved dishes include Paccheri allo Scoglio seafood pasta and Calamarata tube-pasta topped with sea truffles, parmesan and basil, not to mention Ravioli alla Caprese and the catch of the day. AL GROTTINO Via Longano 27, ph.081.8370584 Ristorante storico di Capri nei pressi della famosa Piazzetta con una suggestiva vetrina che espone verdure di stagione e pesci. Una tradizione di cordialità ed ospitalità che si tramandano nel tempo dal 1937. Ottimi gli scialatielli con fiori di zucchine e gamberetti. Historical Restaurant near the famous Piazzetta with an amazing window that shows fresh vegetables and fish. A tradition of hospitality and courtesy that hand on in the time since 1937. Excellent the fresh pasta with courgette flowers and shrimps. AURORA Via Fuorlovado 18, ph 081.8370181 A due passi dal cuore dello shopping e dalla famosa Piazzetta, ottima cucina in ristorante d’atmosfera, come la Pizza all’acqua come entré e il filetto di pezzogna in crosta di patate con scarola farcita. Two steps from the heart of the shopping centre and the famous Piazzetta, excellent cooking in a characteristic restaurant. Water Pizza as an entrée and filet of “pezzogna” (a type of sea bream) in potato with stuffed chicory, are a speciality. 158 Capri | The Divine Coast

CAPRI’S Via Roma 33, ph 081.8377108 A pochi metri dalla famosa Piazzetta di Capri con vista sul porto di Marina Grande. Da non perdere le linguine fra’ diavolo. Near the famous Capri Piazzetta, a new restaurant with views of the port of Marina Grande. The “linguine fra’ diavolo” a must. Capricorno Via Longano 3, ph 081.8376543 Nuovissimo ristorante nel cuore di Capri, rappresenta una sintesi perfetta fra tradizione ed innovazione, sia negli ambienti che nelle proposte gastronomiche. Sulla grande griglia nella cucina a vista, vengono preparate specialità di pesce e di carne. The newest restaurant in the heart of Capri. The atmosphere and food are a perfect blend of tradition and innovation. Fish and meat specialties are prepared on the big barbecue in the open kitchen. DA GIORGIO Via Roma 34, ph 081.8370898 Fantasia e cura in cucina con splendida vista sul porto di Marina Grande. Si consiglia il pesce al sale e la pizza alla caprese. Imagination and careful cooking in this restaurant with splendid views of the port of Marina Grande. Try the fish with salt and “caprese” pizza. DA PAOLINO Via Palazzo a Mare 11, ph 081.8376102 Particolarissimo ristorante con tavoli sotto una fitta limonaia. Ottimo per antipasti e dessert, cucina prettamente campana. Aperto solo a cena. Si consiglia la prenotazione. A very particular restaurant with tables set in a lemon grove. Excellent hors d’oeuvres and desserts. Country cooking. Open only in the evening. Advance booking advisable. E’ Divino Via Sella Orta 10a angolo via Fuorlovado, ph 081.8378364 Un sofisticato angolo di degustazione che si avvale della competenza di Romano, collaudata conoscenza isolana nel campo dell’enogastronomia. Un punto di riferimento della cultura del bere, sempre frequentato da una raffinata clientela. A sophisticated wine tasting bar run by the skilful Romano, a well-known local wine and food connoisseur. A point of reference for wine lovers, always crowded with a refined clientele.

EDODE’ Via Camerelle 81, ph 081.8388242 In un ambiente di qualità nel cuore dello shopping caprese. Cucina mediterranea. Eccellenti gli gnocchetti profumati al limone con vongole veraci e broccoletti. Quality restaurant in the central shopping area of Capri. Mediterranean cooking. Excellent “gnocchetti” with lemon, clams and broccoli. FARAGLIONI Via Camerelle 75, ph 081.8370320 Elegante e accogliente con le sue sale interne e le caratteristiche capannelle esterne lungo via Camerelle, dove ci si sente realmente protagonisti di un film d’altri tempi. Elegant and warm restaurant, with several rooms inside and the typical outdoor huts along Via Camarelle, which make you feel like a movie star of the past. JKITCHEN Via Prov. Marina Grande 225 ph 081.8384001 Il ristorante dello splendido J.K. Place. Proposte creative e sorprendenti legate dal fil rouge della cucina mediterranea, sapientemente elaborate dallo chef Flavio Astarita. The restaurant of the splendid JK Place. Creative and surprising proposals with the fil rouge of Mediterranean dishes, clever elaborations by the chef Flavio Astarita. L’ALTRO VISSANI Via Longano 3, ph. 081.18990575 Nei locali che furono dello storico locale Settanni, uno spazio di grande cucina. Vista sul porto, sushi speciale di elevata qualità realizzato esclusivamente con pescato locale e consegnato direttamente a bordo delle imbarcazioni. Il menu del ristorante e’ intitolato ‘la memoria del gusto’ ed e’ un omaggio ai prodotti del territorio campano e ai sapori del Mediterraneo. In the spaces that were the local historian Settanni, an area of great cuisine. View of the port, sushi special of high quality made exclusively with locally caught and delivered directly on board of the craft. The restaurant’s menu is entitled ‘the memory of taste’ and it is a tribute to the products of Campania and flavors of the Mediterranean. LA CAPANNINA Via Le Botteghe 12, ph 081.8370732 Tra i ristoranti più prestigiosi e caratteristici nel centro di Capri dal 1931. Cucina tipica caprese curata in ogni singolo dettaglio dalla famiglia De Angelis . La specialità tipica sono i calamaretti ripieni.

One of the most prestigious and characteristic restaurants in the centre of Capri, opened in 1931 and run by the De Angelis family. Typical Capri cooking. Speciality: stuffed squid. LA COLOMBAIA via Camerelle 2, ph. 081.8370788 Il ristorante ai bordi della piscina del Grand Hotel Quisisana. Cucina tipica di Capri e regionale, dal pesce freschissimo, alle carni alla brace, senza dimenticare la vera pizza napoletana. Aperto a pranzo fino a pomeriggio inoltrato. The restaurant by the pool at the Grand Hotel Quisisana. Typical cuisine of Capri and regional level, from fresh fish to grilled meats, not to mention the real Neapolitan pizza. Open for lunch until late afternoon. LA FONTELINA Via Faraglioni, ph 081.8370845 In un luogo magico, ai piedi dei Faraglioni, il ristorante dello stabilimento balneare offre una cucina internazionale a base di prodotti locali e pesce preparati a regola d’arte. Aperto solo a pranzo. Si consiglia la prenotazione. Set in magical surroundings at the foot of the Faraglioni, this historic, resort restaurant offers international cooking using local products and perfectly prepared. Only open lunchtimes. Advance booking advisable. LA SAVARDINA Via Lo Capo 8, ph 081.8376300 Un’oasi di tranquillità ai piedi di Villa Jovis, la dimora preferita di Tiberio, dove poter gustare la cucina tipica. Da provare la mozzarella cotta nelle foglie di limone. An oasis of tranquility at the foot of Villa Jovis, the favorite house of Tiberius, with typical local cooking. Try the cooked mozzarella cotta with lemon leaves. LE GROTTELLE Via Arco Naturale, ph 081.8375719 Sosta ideale prima della passeggiata del Pizzolungo, nelle immediate vicinanze dell’Arco Naturale. Accoglie gli ospiti nelle fresche sere d’estate sulla terrazza, con piatti tipici mediterranei, in particolare i ravioli alla caprese. A perfect place to stop before walking along the Pizzolungo, near the Arco Naturale . Guests are welcomed on the terrace in the fresh summer evenings with typical Mediterranean dishes: ravioli “Caprese” a speciality.


TORRE SARACENA Via Marina Piccola, ph 081.8370646 Protetto da una piccola insenatura nella baia di Marina Piccola, il ristorante dell’omonimo stabilimento balneare è uno dei preferiti dagli abitué dell’isola e non. Sulla terrazza di fronte ai faraglioni è possibile assaporare le specialità di mare e i superbi primi cucinati dallo chef Domenico Guarracino. Nestled in a small inlet in the Marina Piccola bay, the restaurant of the bathing establishment having the same name is one of the favorites of Carpi’s habitués. While enjoying the view from the terrace overlooking the Faraglioni, one can taste excellent fish and pasta dishes prepared by chef Domenico Guarracino. TERRAZZA TIBERIO Via Croce 11/14, ph. 081.9787111 All’interno del resort cinque stelle Capri Tiberio Palace Hotel&Spa, il nuovo ristorante propone un menù basato su una forte identità di cucina regionale mediterranea curato dal grande chef Marco Iaccarino. In the five star resort Capri Tiberio Palace Hotel&Spa resort, the new restaurant offers a menu based on a strong Mediterranean regional identity thought by the great chef Marco Iaccarino. VILLA VERDE Vico Sella Orta 6, ph 081.8377024 Dalla tipica cucina mediterranea con una buona scelta di pizze cotte nel forno a legna, il menu spazia dalle specialità di mare ai gustosi piatti della tradizione locale. In un ambiente friendly , la simpatia di Francolino irrompe contagiosamente. Typical Mediterranean cooking with a good choice of pizzas cooked in a woodburning oven. The menu includes a wide range of seafood and tasty local dishes. Friendly atmosphere and welcoming host. Ziqù Via Prov. Marina Grande 191 ph 081.8376630 E’ la proposta del Villa Marina Capri Hotel&Spa. Il ristorante esalta la purezza dei sapori viaggiando tra sperimentazione e riscoperta delle radici: ogni piatto diventa scultura per lusingare gli occhi e sedurre il palato. Ziqù dispone di un romantico portico per cene a lume di candela. Is the proposal of Villa Marina Capri Hotel&Spa. The restaurant exalts the pureness of tastes among experimentation and discovering of the routes: in order for every dish to become a creation to tempt one’s eyes and seduce one’s palate. Ziqù has a romantic portico for candle lit dinners.

ANACAPRI DA GELSOMINA Via Migliera 72, ph 081.8371499 Ambiente a conduzione familiare e cucina locale. Nella macchia mediterranea a 30 minuti dal centro. Ottimi i ravioli alla caprese ed il pollo al mattone. Family run restaurant with good local cooking. In the midst of the Mederranean maquis, 30 minutes from the centre. Excellent ravioli caprese with chicken. Da Mamma Giovanna Via Chiusarano 6, ph 081.8372057 Immersa nel verde dei suoi alberi di limoni e di ulivo offre ai suoi ospiti piatti tipici capresi abbinati ad una buona scelta di vini campani e nazionali. Situata nella campagna di Anacapri, è facilmente raggiungibile sia a piedi, sia con un servizio di navetta. Annalisa and Costanza serve a menu based on local specialities and fish dishes. The wood-burning oven for pizza and roasting jack make it an ideal venue for an evening out with friends or for a stop before a walk downtown. IL CUCCIOLO Nuova Trav. Veterino 50, ph 081.8371917 Spettacolare vista sul golfo di Napoli e specialità di mare. Eccellente selezione di antipasti a base di salmone scozzese e, da non perdere, i pennoni con funghi porcini e cozze. Spectacular views of the Gulf of Naples. Seafood specialities. Excellent selection of hors d’oeuvres with salmon from Scotland and, not to be missed, “penne” pasta with porcini mushrooms and mussels. IL RICCIO Via Gradola 4-6, ph 081.8371380 E’ il Ristorante e Beach Club del Capri Palace Hotel & Spa, nato dalla ristrutturazione dello storico Add’‘O Riccio. L’anima semplice e marinara del luogo non è stata alterata e la cucina è quella verace del mare nostrum. Pochi fronzoli e sapori autentici, una stella Michelin. It’s the Capri Palace Hotel & Spa’s Restaurant and Beach Club, resulting from the renovation of the famous Add’‘O Riccio. The light and healthy cooking based on local fish dishes is still the same. No frills and just true flavour, a Michelin-starred restaurant. RAGU’ Via Capodimonte 14, ph 081.9780111 Per coloro che prediligono un ristorante più informale, il nuovo Bistrot Ragù del

Capri Palace Hotel & Spa è la scelta ideale. E’ situato sulla splendida terrazza panoramica del Bar degli Artisti, completamente ristrutturata. For those who like a more informal restaurant, the new Ragù Bistrot of the Capri Palace Hotel & Spa is the ideal choice. The restaurant is situated on the magnificent panoramic terrace of the Bar degli Artisti, which has been completely refurbished. L’OLIVO Via Capodimonte 14, ph 081.9780111 Il ristorante L’Olivo dell’Hotel Capri Palace & SPA è l’unico sull’isola di Capri a vantare due Stelle Michelin. L’arte del giovane chef Andrea Migliaccio e del suo team consiste nella ricerca di una cucina che interpreti in chiave moderna i sapori della tradizione del territorio. The only Restaurant on the isle by the Capri Palace Hotel and Spa which boasts two Michelin stars. The young brilliant chef Andrea Migliaccio and his team elaborate the Mediterranean elements on the territory in a very innovative and light way. LA RONDINELLA Via G. Orlandi 295, ph 081.8371223 Nel centro di Anacapri, tradizionale ristorante locale condotto con passione dalla famiglia Pane da diversi decenni. Da provare le Linguine alla “Ciammurra” con alici fresche. In the centre of Anacapri, a traditional, local, restaurant run by the Pane family. Linguine “Ciammurra” with fresh anchovies are an absolute must. LE ARCATE V.le De Tommaso 24, ph 081.8373325 Ambiente accogliente, menù molto variegato ed ottima selezione di vini. Squisita la pasta fatta in casa in tutte le sue sfumature. Welcoming atmosphere, varied menu and an excellent selection of wines. Exquisite home-made pasta, in all its forms and varieties. LIDO DEL FARO Loc. Faro-Punta Carena ph 081.8371798 Sullo splendido versante meridionale, sul mare di Punta Carena, ambiente confortevole e ricco di atmosfera per occasioni particolari e indimenticabili. Da consigliare totani e patate. On the splendid south side, on the Punta Carena sea, a comfortable and atmospheric restaurant, ideal for special, not-to-be-forgotten occasions. Totani fish and potatoes - a must. Capri| The Divine Coast 159

guide divine guide divine guide guide divine guide divine guide guide divine guide divine guide guide divi

LO SFIZIO Via Tiberio 7/E, ph 081.8374128 Annalisa e Costanza offrono un menu basato su specialità locali e piatti di pesce. Forno a legna e girarrosto per polli allo spiedo lo rendono un‘ottima alternativa per una serata in compagnia, o per una sosta prima di continuare la passeggiata per il centro storico. Annalisa ad Costanza offer a menu based on local specialties and fish dishes. A wood-burning oven and chicken on the spit make it the ideal place for an informal dinner with friends or a quick stop before taking a downtown stroll. Michel’Angelo Via Sella Orta 10, ph 081.8377220 In un ambiente caldo ed accogliente Michel’Angelo integra un raffinato ristorante con un sofisticato bar dal design minimale, interpretando in chiave moderna la lunga tradizione gastronomica isolana. Set in a warm and welcoming atmosphere, Michel’Angelo is a combination of a refined restaurant and a minimalist-style bar offering local cuisine in a modern version. monzù Via Tragara 57, ph 081.8370844 I Monzù - storpiatura dialettale del francese “Monsieur”- erano i nomi dei grandi cuochi che lavoravano presso le corti delle famiglie aristocratiche napoletane tra il XIII ed il XIX secolo. Lo chef Arcucci propone i piatti storici della cucina tipica tradizionale. “Monzù” dialect mangle of the French “Monsieur” they were the names of the great chefs that worked in the courts of important aristocratic Neapolitan families between the XIII and the XIX century. The chef Arcucci, proposes typical traditional historic dishes. SCIALAPOPOLO Via Gradoni Sopramonte 6/8 ph 081.8379054 Dall’antica tradizione caprese della tarantella e dal famoso bar di via Vittorio Emanuele, chiuso nel 2008 dopo 50 anni di storia, nasce questa trattoria nel cuore del centro storico, in una traversa della famosa via Le Botteghe. This trattoria set in the heart of the historic center, in a side street of the famous Via Botteghe, was born from the ancient Caprese tradition of the tarantella and the renowned bar of Via Vittorio Emanuele, closed down in 2008 after fifty years of activity.


guide divine guide divine guide guide divine guide divine guide guide divine guide divine guide guide divi

MATERITA Via G. Orlandi 140, ph 081.8373375 Pizzeria sempre affollata e ottima cucina mediterranea con una graziosa terrazza fiorita che si affaccia sul sagrato della Chiesa si S. Sofia. Ottimi gli scialatielli con fiori di zucchine e vongole. Very popular Pizzeria with excellent Mediterranean cooking. A delightful terrace, full of flowers, overlooking the church of S. Sofia . Excellent “scialatielli” (a type of tagliatelli pasta) with courgette flowers and clams. LA TERRAZZA DI LUCULLO Via G.Orlandi 4, ph 081.8373395 E’ il fiore all’occhiello della ristorazione del Caesar Augustus Hotel. Affidato alle sapienti mani dello chef Giuseppe Resta, regnano protagonisti il Mediterraneo e i sapori della Campania. It is the feather in the cap of the Caesar Augustus Hotel. In the hands of the skilled chef Giuseppe Resta, protagonists are the Mediterranean and the tastes of Campania.

AMALFI

LA CARAVELLA Via Matteo Camera 12 ph 089.871029 La cucina de La Caravella è basata su prodotti di terra e di mare, orientali e occidentali. Riscopre le vecchie ricette di Amalfi, riproponendole in una versione più fantasiosa, esaltando i sensi e i gusti del territorio. The cuisine of the “La Caravella” is based on Eastern and Western, Sea and Land products, it rediscovers the old recipes of Amalfi, representing them in a more fantastic version, exalting the senses and the tastes of the territory. DA GEMMA Via Frà G. Sasso, 10 ph 089.871345 Nel centro di Amalfi, a pochi passi dal Duomo, questo ristorante è un’opzione eccellente per assaporare le migliori ricette locali e internazionali in un’atmosfera casual. Ottima selezione di vini. In the centre of Amalfi, few steps from the Duomo, this restaurant is an excellent option to taste the best of the local and international recipes in a smart casual atmosphere. Very good wine selection. LIDO AZZURRO L.mare dei Cavalieri 5 ph 089.871384 Questo ristorante, situato sul lungomare di Amalfi, è un luogo perfetto per gustare e scoprire le tipiche ricette locali, sempre più difficili da trovare sulla costa di Amalfi. Lido Azzurro ha raggiunto il suo successo grazie alla generosa ospitalità della famiglia che lo gestisce. 160 Capri | The Divine Coast

This restaurant, located on the sea-side of Amalfi, is a perfect place to taste and discover typical local recipes that are becoming harder to find in other restaurants on the Amalfi Coast. Lido Azzurro has enjoyed its success thanks to the generous hospitality of the family that owns it.

ATRANI A PARANZA Via Trav. Dragone 1, ph 089.871840 Chiuso il giovedì. Aperto tutti i giorni dal 15 giugno al 15 settembre. Situato nel piccolo centro, un piccolissimo posto accogliente dove assaggiare solo i più freschi piatti a base di pesce secondo le originali ricette locali. Closed on thursday. Open daily from 15th june untill 15th september. Located in the small centre, a tiny and warm place where to taste only the freshest sea-food dishes according to the original local recipes.

CETARA ACQUA PAZZA C.so Garibaldi 38, ph 089.261606 Situato in uno dei più tipici villaggi di pescatori della costa campana, questo è il luogo ideale per persone che amano una cucina semplice dal forte sapore di mare. Sitauated in one of the most typical fishing villages of the Campanian coast, this is the ideal place for people who love simple cousine of good strong sea flavours. SAN PIETRO Piazza S. Francesco 2, ph 089.261091 Ristorante locale dove assaggiare le ricette della costa e le sue specialità come le linguine alla colatura di alici, tonno fresco e piatti a base di pesce serviti in un’atmosfera classica e elegante. Importante scelta di olii di oliva e vini regionali. Local restaurant where to taste the real strong coastal recipes and specialities as “linguine alla colatura di alici”, fresh tuna and seafood served in an elegant and classic atmosphere.

ISCHIA

NERANO

BRACCONIERE Via Falanga 1 Serrara Fontana ph 081.999436 Specialità coniglio di produzione propria. Situato in montagna, molto rustico e molto ben frequentato, soprattutto in estate, quando l’isola è piena o fa molto caldo. Rabbit is a speciality here, situated in the mountains, very rustic and very popular, above all in the summer when the island is hot and crowded. DAL PESCATORE P.tta Marina, ph 081.904262 Mondano, frequentato da vip e frequentatori abituali dell’isola. Very worldly, a favorite with VIP and island abitué.

AL CANTUCCIO Via Marina del Cantone ph. 081.8081288 Tipica trattoria a conduzione familiare, una buona soluzione per assaporare le ricette mediterranee; pasta e pane fatti a mano. Typical family run trattoria is a good solution to taste the Mediterranean recipes; home-made pasta and bread. MARIA GRAZIA Via Marina del Cantone ph 081.80811011 In una piccolissima spiaggia, questa trattoria a conduzione familiare serve semplici piatti a base di pesce, gustosi e genuini. Gli spaghetti alle zucchine, un must della costiera, furono inventati dalla proprietaria. In a tiny pebble beach, this family-run trattoria serve simple, genuine and tastefull fish dishes. A must of the coast, gli spaghetti alle zucchine, was invented by the owner. LO SCOGLIO P.zza delle Sirene 15, ph 081.8081026 Specialità di mare servite su una splendida palafitta nella baia di Marina del Cantone. Si possono trovare i ricci di mare crudi. Seafood specialities served on the splendid palafitta in the bay of Marina del Cantone. It is also possible to try raw sea urchins. QUATTRO PASSI Loc Nerano - Via Vespucci, 13/N Massalubrense - ph 081.8082800 Piatti a base di pesce fresco sono preparati ogni giorno grazie al lavoro dei pescatori della Marina del Cantone. Segnalato dalla guida Michelin è il luogo ideale per un’indimenticabile esperienza gastronomica: ricette locali, ampia selezione di formaggi locali e più di 1200 etichette di vini. Fresh sea-food dishes prepared every day according to the work of the fishermen of Marina del Cantone. This Michelin-starred restaurant is the ideal place for an unforgettable gastronomic experience : sumptuous local recipes, large selection of local cheeses and more than 1200 wine labels. TAVERNA DEL CAPITANO P.zza delle sirene 10/11 ph 081.8081028 Uno dei più importanti ristoranti della zona, segnalato dalla guida Michelin, affacciato sul mare, questo ristorante è il luogo ideale per gustare i migliori piatti a base di pesce fresco, con il miglior servizio. Ottima cantina.

MAIORI CAPO D’ORSO Via D. Taiani, ph 089.877022 Situato su una scogliera, questo luogo è famoso per la splendida vista e la gustosa pasta fatta a mano, come i ravioli con diversi tipi di ripieno, gli Scialatielli, i laccetti e portate di pesce fritto e grigliate miste. Located up on a rock, this place is famous for the beautiful view and the tasteful homemade pasta dishes as ravioli with various fillings, scialatielli, laccetti and fried fish courses and mixed grills. TORRE DEI NORMANNI Via D. Taiani 4, ph 089.877100 Gestito dalla famiglia Proto, in una posizione mozzafiato che si affaccia sul golfo di Salerno, questo ristorante è famoso per le specialità locali preparate esclusivamente con pesce fresco del giorno e pasta fatta a mano accompagnata dalle più importanti etichette di vini. Il pontile di proprietà privata offre la possibilità di arrivare direttamente con la barca. Owned by the Proto Family, in a breathtaking position overlooking the gulf of Salerno, this kitchen is famous for the local specialities prepared only with daily fresh fish and hand-made pasta accompanied with the most important wine labels. The private property dock offers the possibility to arrive at the restaurant by boat.


PAESTUM DA NONNA SCEPPA Via Laura, ph 0828.851064 Vicino ad uno dei più importanti siti archeologici campani, questo luogo offre abbondanti piatti del Cilento, con un’enfasi sugli ingredienti locali. Close to on of the most important Campanian archelogical sites, this place offers hearty Cilento dishes, with an emphasis on prime local ingredients. LE TRABE Via Capo di Fiume 1 Capaccio (SA), ph 0828.724165 Incantevole complesso del diciannovesimo secolo, situato in un’oasi naturalistica protetta dove si può assaggiare la cucina del territorio, con piatti diversi ogni settimana, realizzati con ambizione e grande cura. La sera è disponibile anche una gustosissima pizza. Enchanting complex of the nineteenth century located in a protected naturalistic oasis where to taste a kitchen of the territory that changes weekly, realized with ambition and great cure. In the evening time also tasteful pizzas are available.

POSITANO BUCA DI BACCO Via Rampa Teglia 4, ph 089.875699 Sulla spiaggia centrale di Positano, questo luogo è una perfetta combinazione di decorazioni incantevoli, scelta eccellente di cibo e vini vedute spettacolari. Located on the central beach of Positano this place is a perfect combination of charming decor, excellent choice of food and wines and spectacular views. LA CAMBUSA Piazza Vespucci 4, ph 089.875432 Situato sulla spiaggia, questo ristorante è famoso per le varietà di pesce tenute nel ghiaccio proprio all’entrata del ristorante. Piccoli calamari con le acciughe, insalata di polpo e mozzarella fatta in casa sono i pezzi forti. Down to the beach, this reataurant is famous for fish, a huge variety of which languishes on ice just inside the entrance. Baby squid with anchovies, “insalata di polpo” ad homemade mozzarella are highlights.

MAX Via dei Mulini 22, ph 089.875056 Nel centro di Positano, una galleria d’arte con antichi, dipinti del diciottesimo secolo e con un arredamento antico supporta un cibo eccellente con oltre seicento diversi tipi di vino che offrono la miglior rassegna del vino italiano. In the centre of Positano it can be found inside an art gallery with old painting of eigtheen century and old fornitures to support an excellent food and with over six hundred different type of wine that give you the best panoramic of the italian wine.

PRAIANO IL PIRATA Via Terramare, ph 089.874377 Con una vista spettacolare sulla costa, questo posto nel mare offre piatti tipici della tradizione locale. Da non perdere il risotto ai frutti di mare. With a spectacular view towards the coast, this place is right on the water and offers the typical dishes of the local tradition.

PROCIDA CRESCENZO Via Marina Chiaiolella 33, ph 081.8967255 Cucina semplice e con preparazioni al momento che si basa esclusivamente sul pesce, con ricette che partono dalla vecchia scuola della Signora Vincenza fino a arrivare a abbinamenti terra mare, ottenuti da un’attenta analisi effettuata dai cuochi. Simple cooking with dishes prepared there and then with fresh fish and recipes dating back to the old school of Signora Vincenza and now often representing the unity of land and sea. GORGONIA Via Marina Corricella 50, ph 081.8101060 Situato nella Corricella, la marina più antica di Procida, caratteristica e suggestiva, sembra un piccolo presepe che si specchia nel mare. Il ristorante affaccia sul porticciolo seicentesco e offre freschissime specialità di mare. Situated in the Corricella,the oldest marina of Procida, characteristic and suggestive, like a jewel, it is reflected in the sea. The restaurant overlooks the seventeenth century port and offers super fresh seafood specialities.

RAVELLO CARUSO/BELVEDERE Piazza San Giovanni del Toro 2 ph 089.8588801 Il ristorante è rinomato per una serie di servizi per soddisfare ogni occasione. La cucina tradizionale napoletana e piatti tipici regionali sono, ovviamente, la specialità. The restaurant is renowed for a range of dining facilities to suit every occasion Traditional Neapolitan cuisine and regional Italian dishes are, of course, the speciality. CUMPA’ COSIMO Via Roma 44, ph 089.857156 Ristorante a conduzione familiare, a pochi passi dalla cattedrale, offre un cordiale benvenuto in due semplici ma attraenti sale da pranzo. This family-run restaurant a few steps from the cathedral square offers a cordial welcome in two simple but attractive dining rooms. GARDEN Via Boccaccio 4, ph 089.857226 Sulla scogliera, con panorama mozzafiato, questo ristorante offre la miglior cucina regionale in un’atmosfera amichevole. Up on the cliff with breathtaking panorama, this restaurant offers the best of regional cuisine in a friendly atmosphere. IL FLAUTO DI PAN Via Santa Chiara 26, ph 089.857459 Il ristorante dell’Hotel Villa Cimbrone offre ai propri clienti deliziosi piatti preparati con i prodotti genuini dell’orto. The restaurnat of the Hotel Villa Cimbrone offers its clients delicious dishes prepared with genuine products of the vegetable garden. ROSSELLINIS Via San Giovanni del Toro ph 089.818181 Aperto solo a pranzo, con un’ eccellente cucina moderna, questo luogo offre un’importante selezione di vini. Opened only for lunch, with an excellent modern cuisine this place offers an important selection of wines. VILLA MARIA Via S. Chiara 2, ph 089.857255 Raccomandato dalla migliori guide gastronomiche; i piatti sono serviti in sale eleganti e nel suggestivo giardino, ombreggiato da maestosi

tigli, dove lo sguardo è catturato dall’incantevole territorio circostante. Well-recommended by the best gastronomical guides; meals are served in elegant halls or in the suggestive garden, shaded by stately lime trees, where the glances are marvellously captured by the enchanting surrounding landscape.

RECOMMONE CONCA DEL SOGNO Via San Marciano, 9 - Nerano ph 081.8081036 Sulla strada per Nerano, in una bellissima spiaggia privata, questo ristorante casual offre un eccellente menù a base di specialità di pesce accompagnate da grandi etichette di vini locali. On the way to Nerano, in a beautiful private bay, this casual restaurant offers an excellent menu of the best sea-food specialities accompained by great local wine labels.

SANT’ AGATA SUI DUE GOLFI DON ALFONSO Corso Sant’Agata 11/13 ph 081.8780026 Sale e salette bianchissime dove risaltano arredi d’epoca, lampadari in vetro di Murano e maioliche. Alta cucina, cultura, terra, mare, e prodotti deliziosi. The pure whiteness of the halls, which makes the antique furniture stand out, the Murano glass chandeliers, and the hand-painted majolicas. Haute cuisine, culture, land, sea, and delicious produce.

SCALA DA LORENZO Via Fra’ G. Sasso 4, ph 089.858290 Nonostante non sia proprio vicino al mare, questo ristorante è conosciuto per un’eccellente scelta di piatti a base di pesce. A conduzione familiare Despite the location not very close to the sea, this restaurant is well known for excellent choices of fish food. Family run restaurant. Capri| The Divine Coast 161

guide divine guide divine guide guide divine guide divine guide guide divine guide divine guide guide divi

One of the most important Michelinstarred restaurants of the area, overlooking the sea, this kitchen is the ideal place to enjoy the top of the fresh-fish dishes with the best service.


guide divine guide divine guide guide divine guide divine guide guide divine guide divine guide guide divi

hotel CAPRI

Canasta Via Campo di Teste, 6 ph 081.8370561 fax 081.8376675 www.hotel-canasta.com Capri Tiberio Palace Via Croce, 11-15 Ph. 081.9787111 Fax. 081.8374493 www.capritiberiopalace.it Casa Morgano Via Tragara, 6 ph 081.8370158 fax 081.8370681 www.casamorgano.com Gatto Bianco Via V.Emanuele, 32 ph 081.8370446 fax 081.8378060 www.gattobianco-capri.com Grand Hotel Quisisana Via Camerelle, 2 ph 081.8370788 fax 081.8376080 www.quisisana.com J.K.Place Via Prov. Marina Grande, 225 ph 081.838 4001 fax 081.837 0438 www.jkcapri.com La Certosella Via Tragara, 13/15 ph 081.8370713 fax 081.8376113 www.hotelcertosella.com La Minerva Via Occhio Marino, 8 ph 081.8370374 fax 081.8375221 www.laminervacapri.com La Palma Via V. Emanuele, 39 ph 081.8370133 fax 081.8376966 www.lapalma-capri.com La Residenza Via F.Serena, 22 ph 081.8370833 fax 081.8377564 www.laresidenzacapri.com La Scalinatella Via Tragara, 8 ph 081.8370633 fax 081.8378291 www.scalinatella.com Mamela Via Campo di Teste, 8 ph 081.8375255 fax 081.8378865 www.hotelmamela.com Punta Tragara Via Tragara, 57 ph 081.8370844 fax 081.8377790 162 Capri | The Divine Coast

www.hoteltragara.com Villa Marina Via Provinciale Marina Grande 191 tel 081.8376630 fax 081.8374079, www.villamarinacapri.com

ANACAPRI

Capri Palace Hotel & Spa Via Capodimonte, 14 ph 081.9780111 fax 081.8373191 www.capripalace.com Caesar Augustus Via G.Orlandi, 4 ph 081.8373395 fax 081.8371444 www.caesar-augustus.com

NAPOLI

Chiaja Via Chiaia 216 ph 081.415555 fax 081.422344 www.hotelchiaja.it Excelsior Via Partenope, 48 ph. 081.7640111 fax. 081.7649743 www.excelsior.it Majestic Largo Vasto a Chiaia, 68 ph 081.416500 fax 081.410145 www.majestic.it Romeo Via Cristoforo Colombo 45 ph. 081.0175 fax. 081.0175999 www.romeohotel.it Royal Continental Via Partenope, 38-44 ph 081.2452068 fax 081.7645707 www.royalcontinental.it Micalo’ Riviera di Chiaia, 88 ph 081.7617131 www.micalo.it Grand Hotel Parkers Corso Vittorio Emanuele, 135 ph 081.7612474 fax 081.663527 www.grandhotelparkers.it Grand Hotel Santa Lucia Via Partenope 46 ph 081.7640666 fax 081.7648580 www.grandhotelsantalucia.it Vesuvio Via Partenope, 45 ph. 081.7640044 fax. 081.7644483

www.vesuvio.it Villa Ocsia Via Don Morosino 89 San Giorgio a Cremano (Na) Tel 081.7714033 Fax 081.2141897 www.villaocsia.it

SORRENTO

Cocumella Via Cocumella, 7 ph 081.8782933 fax 081.8783712 www.cocumella.com Grand Hotel Excelsior Vittoria Piazza Tasso, 34 Tel. 081.8071044 fax 081.8771206 www.exvitt.it Hilton Sorrento Palace Via S. Antonio n. 13 ph 081.8784141 fax 081.8783933 www.sorrentopalace.it La Minervetta Via Capo, 25 ph 081.8774455 fax 081.8784601 www.laminervetta.com Grand Hotel La Pace Via Tordara, 1 ph 081.8074775 www.ghlapace.com Parco dei Principi Via Rota, 1 ph 081.7644614 fax 081.7645707 www.grandhotelparcodeiprincipi.net Relais Blu Via Roncato, 60 ph 081.8789552 fax 081.8789304 www.relaisblu.com

POSITANO

Ca’ Pa’ Casa Privata Via Rezzola località Torre Grado ph 089.874078 fax 089.8131119 www.casaprivata.it Le Sirenuse Via C.Colombo, 30 ph 089.875066 fax 089.811798 www.sirenuse.it Hotel Palazzo Murat Via Mulini, 23 ph 089.875177 fax 089.811419 www.palazzomurat.it ll San Pietro di Positano via Laurito, 2

ph 089.875455 fax 089.811449 www.ilsanpietro.it

AMALFI

Santa Caterina S.S. Amalfitana, 9 ph 089.871012 fax 089.871351 www.hotelsantacaterina.it

RAVELLO

Caruso Piazza San Giovanni del Toro, 2 ph 089.858801 fax 089 858 806 www.hotelcaruso.com Palazzo Sasso Via San Giovanni Del Toro, 28 ph 089.818181 fax 081.858900 www.palazzosasso.com Palumbo Via S. Giovanni del Toro, 16 ph 089.857244 - fax 089.858133 www.hotelpalumbo.it Villa Cimbrone via S.Chiara, 26 ph 089.857459 fax 089.857777 www.villacimbrone.com

ISCHIA

Albergo San Montano Via Monte Vico ph 081.994033 fax 081.980242 www.sanmontano.com Mezzatorre Resort&Spa Via Mezzatorre, 23 - Forio D ́Ischia ph 081.986111 fax 081.986015 www.mezzatorre.it Punta Molino Lungomare C. Colombo, 23 ph 081.991544 fax 081.991562 www.puntamolino.it Regina Isabella Piazza Santa Restituta, 1 ph 081.994322 fax 081.900190 www.reginaisabella.it


C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K


n.11 summer 2013

h

e

d

i

v

i

n

e

c

o

a

s

Gruppo editoriale

spedizione in abbonamento postale 45% - art. 2, lettera b - legge 662/96 - filiale di Firenze - contiene IP - euro

t

h

e

d

i

v

i

n

e

c

o

a

s

t

5,00 free copy

t

capri spa

cover story Madalina Ghenea Fashion s/s 2013 | Sixties attack movies Pascal Vicedomini | Vincenzo Salemme Art Massimo Kaufmann | Enrico Caruso | Felice limosani Itineraries Capri villas | an hour away from capri oplontis | Downtown Naples

t


Capri the divine coast magazine