Issuu on Google+

cover:Layout 1

1-02-2008

16:15

Pagina 1

ne ws

Compagni scuola

Compagni scuola

Compagni scuola

Compagni scuola

Compagni scuola

Compagni scuola

costruiscono costruiscono costruiscono scuola scuola scuola

costruiscono costruiscono costruiscono scuola scuola scuola


2-3 somm:Layout 1

1-02-2008

15:44

Pagina 2

Periodico della Libreria Esoterica di Milano aut min. n. 338 del 10\06\2002

Il linguaggio di Shiva oggetto tradizionaledi devozione Collezione privata di Alessandra Campoli foto di Martino Nicoletti www.vajrabook.com.np

Le indicazioni/consigli riportati nelle seguenti pagine non costituiscono e non sostituiscono alcuna terapia medica. Si consiglia, in presenza di disturbi, di rivolgersi al medico curante. La Redazione di AnimaNews declina pertanto ogni tipo di responsabilità sull’uso improprio dei consigli, contenuti, e suggerimenti presenti nell’interno della rivista. Errata Corrige

Nello scorso numero di Anima News, dovuto ad un errore, abbiamo pubblicato a pag. 50 nello spazio biografia di Gianluca Giuliani, che si è specializzato presso la scuola del Dott. Giovanni Chetta, lasciando intendere che è il creatore del metodo TIB-Tecniche Integrate di Benessere. In realtà il creatore del metodo è il dott. Chetta al quale porgiamo le nostre più sentite scuse.

Il programma degli incontri della libreria esoterica in ANIMA EVENTI Per info e costi tel. 02 72080619 02 8053822 fax 0280581864 segreteria@animanews.it

Qui trovi la tua copia omaggio Libreria Esoterica p.zza Missori ang. Gall.Unione 1, Milano (MI) Libreria Ecumenica p.zza S. Babila, St. MM, Milano (MI) Agenzia Loto Rosa Tour via Picardi 142, Sesto S. Giovanni (MI) Ass. corpo di luce Via Valparaiso 32, Chiavari (GE) Associazione Vita e Armonia via Monteverdi 3, Malagnino (CR) Benny Luigi via Cannero 3, Milano (MI) Bio-natura via Lazzaro Palazzi 6, Milano (MI) Centro di Terapie Naturali Via Tadino 19, Milano (MI) Centro Erboristico Althaea via dell’Industria 4/2, Corsico (MI) Centro Olistico Remo via Margioni 70, Ischia (NA) Dossi Claudio & C. via IV Novembre 10, Gavirate (VA) Erb. Natural-mente via Lupetta, Milano (MI) Erbamica via Don Minzoni 6, Lissone (MI)

Erboristeria Astra via Fiordalisi 3, Milano (MI) Erboristeria Ayurvedica via P. da Cannobbio 8, Milano (MI) Erboristeria biologico Via cairoli, 67 Lecco (LC) Erboristeria Il Borgo via XXV Aprile 11 Lesmo, (MI) Erboristeria Madre Terra via della Moscova 10, Milano (MI) Erboristeria Messeguè via Milano, Como (CO) Erboristeria Nove Semi viale Umbria 11, Milano (MI) Erboristeria Officinale via F.lli Bandiera 63, Sesto S. Giovanni (MI) Erboristeria Roveda, via Ugo Foscolo, 15, Busto Arsizio (VA) Erboristeria Terranuova via Cadorna, Como (CO) Farmacia alla Madonna v.le Trento 2, Barlassina (MI) Farmacia Ambrech via Stradivari 1, Milano (MI) Farmacia Legnani via Rasori 2, Milano (MI) Farmacia Marinoni C.so Buenos Aires ang. via Putrella, Milano (MI)

Fiorani Annagrazia via confine 227, Ravarino (Modena) Herbazia via Leopardi ang. via Adua, Erba (CO) I Banchi del Sole p.zza Risorgimento 4, Milano (MI) I naturali di Perrone, via P. Bossi 10, Chiavenna, (SO) Il Germoglio via Soncino 1, Milano (MI) Il giardino segreto via Maggiolini 7/A, Lissone (MI) Il Girasole via Manzoni, Bresso (MI) Il Girasole via Cavour 39, Cernusco S/N (MI) Il Verde Erboristeria, via S. Gregorio 6, Milano (MI) Istituto Linea via Ceradini 24, Milano (MI) Kristal energy studio Via matteotti, 12 Oggiona S. stefano (VA) L’angolo della natura via Scalabrini 83, Cermanate (CO) L’Arcobaleno, via Leonardo da Vinci 2/C, Cucciago (CO) L’erberia via Maddalena 5, Milano (MI)

L’Erboristeria di via Stampa via Stampa 13, Milano (MI) La Macrobiotica via G. di Vittorio 34, Novate Milanese (MI) La Porta della Salute, via Martiri Patrioti 25, Malnate (VA) Libreria della Contrada di Maino Cosetta e C. via Monsignori 3, Busto Arsizio (VA) Mondobio via Leoncavallo 15, Milano (MI) Non solo erbe, c.so Carlo Alberto 120 Lecco (LC) Ojas Prodotti Biologici di Molteni R. e Belfiore A. c.so Ariberto, 12, Capiano Intimiamo (CO) Pachamama via Liberazione, 10, Dolceacqua (IM) Parafarmacia Olistica c/o Center Ville via Varesina, Villaguardia (CO) Phytopharmacy via Trombini 2, Gallarate (VA) Studio Angelo d’Oro di Daniela Arrighi via Caserta 9, Busto Arsizio (VA) Venus Domini via Varese 35, Bareggio (MI) Yoga Center, via Benaco 26, Milano (MI)


2-3 somm:Layout 1

1-02-2008

16:17

DIRETTORE RESPONSABILE Timoteo Falcone RESPONSABILE DI REDAZIONE Sabrina Lescio Falcone sabrinalescio@animanews.it Tel. 02/72080619, Fax 02/80581864 GRAFICA E IMPAGINAZIONE Andrea Schwegler: andrea.grafico@libero.it pubblicita@animanews.it PUBBLICITÀ Sabrina Lescio: info@animanews.it Tel. 02/72080619 SEGRETERIA Loretta Forlani Ass. Culturale Le vie dell’Anima Tel. 02/72080619 segreteria@animanews.it redazione@animanews.it AMMINISTRAZIONE Bruna Ferrari amministrazione@animanews.it Tel. 02/72080619 EDITORE Libreria Esoterica di Timoteo Falcone Galleria Unione 1, 20122 Milano Tel. 02 878422 - Fax 02 861392 Apertura: 9.30 - 19.30 Feriali 14.30 -19.00 Domenica e festivi esoterica@animaedizioni.it www.animanews.it STAMPA Italgrafica Via Verbano, 146 - 28100 Novara www.e-italgrafica.com Tel. 0321471269, Fax 0321478314

Pagina 3

Sommario

Navigando nelle infite possibilità dell’essere Francesca Giomo La comunicazione vitale... relazioni Rossella Panigatti Perché ci ammaliamo? ... Paola Santagostino Reich e la psicosomatica Roberto Maria Sassone Dinamica-mente Stefano Fusi Le feritte dell’anima secondo Lise Bourbeau Charya Nritya Alessandra Campoli Eros Nada Starcevic I benefici medici Sulla salute... Paolo Lissoni L’uomo alla conquista... Giuliano Guerra La coppia: nuova famiglia Giuseppe Clemente Channeling angeli, entità o sé interiori Silvana Borile A modo tuo Gabriella Campioni Oroscopo 2008 Deborah Bellotti I sogni e l’infito Marie Noelle Urech

Eventi e Manifestazioni Calendario eventi 2008 Libertà responsabile Marco Clementi Desideri Passioni e spiritualità Daniel Odier IO maestri invisibili Igor Sibaldi “Riscopri chi sei ed esprimilo” Isabella Tavilla Gli angeli fra no... Giuditta Dembech Kryon Angelo Picco Barilari

18 20 21 22 23 26 28

Messaggi Promozionali Theta healing: Guarire è possibile grazie al dna - Eventi 19 Le energie sottili Franco Squeri Come essere felici Roy Martina - Tecniche Nuove - Tecniche Nuove Geometria del male Sigismondo Panvini - Punto D'incontro Paris Energy Method Paolo o. Paris – Acc. Sup. di crescita personale Le rivelazioni di Cristo Giorgio Pisani – Ananda Edizioni

7

23

REDAZIONE Leila Cerullo, Jonathan Falcone, Bruna Ferrari, Loretta Forlani, Sabrina Lescio Falcone,

Rubriche

37 38 44 46 51 52

16

34

UFFICIO STAMPA Leila Cerullo ufficiostampa@animanews.it

HANNO COLLABORATO Deborah Bellotti, Giorgio Cerquetti, Eventi 19, Lise Bourbeau, Silvana Borile Gianni Camattari, Gabriella Campioni, Alessandra Campoli, Giuseppe Clemente, Claudio Corbellini, Davide Cova, Calogero Falcone, Samantha Fumagalli, Stefano Fusi, Flavio Gandini, Giuliano Guerra, Francesca Giomo, Paolo Lissoni, Silvia Maestri, Roy Martina, Stefano Mayorca, Gabriella Monzi, Rossella Panigatti, Paolo O. Paris, Giorgio Pisani, Paola Santagostino, Franco Squeri, Roberto Maria Sassone, Nada Starcevic, Luca Tomberli, Marie Noelle Urech.

4 7 10 12 14 16 29 30 32 34 40 41 42 43 49

12

49

Anima net Anima ha un cuore Giorgio Cerquetti

5 6

Floriterapia Silvia Maestri Buddismo Davide Cova

55

La quinta via S. Fumagalli, F. Gandini

54

Dialogo con le religioni Calogero Falcone Colori e Psiche Gianni Camattari

56 57 58

Astroposta Gabriella Monzi Energheia Luca Tomberli Alchimia Stefano Mayorca

60 61 62

Medicina Cinese e Agopuntura Claudio Corbellini

59


4-5 editoriale + net:Layout 1

30-01-2008

22:18

Pagina 4

4

Editoriale

Navigando nelle infinite possibilità dell’Essere Uno strumento per esplorare il mondo della coscienza, scoprire nuovi modi di vivere la realtà, scegliere la strada da percorrere, leggendo, ascoltando e vedendo…

E

’ in momenti come questo, in cui caos, confusione, paure e stress dominano, che l’uomo comincia a farsi domande, a cercare con più forza. La ricerca di “altro” ha inizio quando non basta più quello che c’è, quello che ci fanno vedere e quello che ci dicono media, tv, amici... quando la sensazione di ciò che è Vita, che risiede dentro di noi, non corrisponde più a quello che ci sta attorno e tutto diventa stretto... E paradossalmente è proprio questo Oggi, apparentemente così confuso e violento, a offrirci le più grandi opportunità di ricerca e di risveglio; se da una parte tanta ombra rende la visione oscura, dall’altra parte la luce la rende manifesta. Da questo bisogno di ricerca, dalla necessità di dare risposta a domande sospese e dall’incontro con il mondo della rete, la cui struttura sembra replicare i nuovi modelli di Realtà, nasce il progetto www.NonSoloAnima.tv. Una Web Tv dedicata interamente all’esplorazione delle scienze della coscienza, uno sguardo a 360° in profondità sul Mondo, la Vita, l’Essere, il Divenire, l’Andare Oltre… Articoli di approfondimento, audio, ma soprattutto video su astrologia, fisica quantistica, psiche e benessere, medicina olistica, vie spirituali, paranormale, yoga e meditazione, salute & habitat, sessualità e molto altro ancora… Una vera e propria community virtuale in cui incontrare e confrontarsi con esperti, autori, personaggi, conoscerli nei loro luoghi, durante i loro seminari, le loro conferenze, ricevere consigli quotidiani... Ovunque voi siate sarà possibile ascoltare una meditazione, visitare il Videoblog tematico di un autore, scrivere commenti… Una possibilità in più di essere consapevoli in un Mondo che ha bisogno, quanto mai prima, di persone pronte a “vedere”, “ascoltare”, saper leggere tra le righe… Noi stiamo per partire, siete tutti invitati a far parte di questo viaggio dalle infinite possibilità, di cui non si conosce ancora il luogo di arrivo, ma che parte da un unico sogno… Francesca Giomo Caporedattore Progetto - NonSoloAnima.tv

ASSOCIARSI CONVIENE ... A partire dal 1 gennaio 2008 per tutti coloro che vorranno partecipare ai nostri eventi dove è prevista una quota di partecipazione sarà obbligatorio essere iscritti all’ “Associazione Culturale le Vie dell’Anima” al costo di € 5,00 annuali (validità anno solare - gennaio/dicembre). Per tale sottoscrizione sarà necessario compilare un modulo di iscrizione e fornire copia di un documento d’identità (carta d’identità o passaporto). Verrà rilasciata relativa tessera e informativa sulla privacy. Per maggiori informazioni potete contattare la nostra segreteria amministrativa tel: 02/720820619 e-mail: amministrazione@animanews.it “Associazione Culturale le Vie dell’Anima”


4-5 editoriale + net:Layout 1

30-01-2008

22:35

Pagina 5

5

Anima Net Questi spazi sono offerti a centri, associazioni, e operatori del benessere,

ASCOLTA IL TUO CORPO La Scuola fondata da LISE BOURBEAU, presenta 4 seminari dal 29 marzo al 6 aprile 2008. Per Informazioni & Iscrizioni: Organizzatrice Luisemi Facchini 339 3038557 Email: luisa.facchini@libero.it www.ascoltailtuocorpo.com

Ass. Culturale Le vie dell’Anima - Info: tel. 02 72080619 - www.animanews.it - info@animanews.it


6:Layout 1

6

30-01-2008

11:55

Pagina 6

Anima ha un Cuore A cura di Giorgio Cerquetti

I compagni di scuola costruiscono una scuola

I

o insegno che ogni giorno è una meravigliosa giornata dell’eternità e noi meritiamo il meglio della vita. Ogni giorno aspettiamoci belle sorprese. Nel luglio del 2007 mi raggiunge per telefono un vecchio compagno di scuola, Antonio Carolei: mi fa un invito. “Lo sai che il 18 luglio festeggiamo il quarantesimo anniversario dell’esame di maturità?” Mi ritrovo a casa di Drago Cerchiari, un ambiente allegro, gioioso. Siamo un bel gruppo. Erano passati solo 40 anni da quell’esame. Si crea una buona sinergia e faccio una proposta. “Care compagne e cari compagni, perché non costruiamo, insieme, una scuola in India e la chiamiamo Parini?” EAST PARINI SCHOOL! La sezione orientale del Parini, non sarà certamente un liceo ma possiamo aiutare bambine e bambini poveri ad arrivare alla terza media e magari sostenere anche qualcuno verso gli studi superiori. L’idea fa subito presa. I pariniani oltre ad una buona mente hanno anche un cuore buono. Partiamo con una raccolta di fondi. Presentiamo il programma al preside del Parini, il professor Pedretti, che approva. In una serie di incontri nasce un comitato gestito da me, Giorgio Cerquetti, e Mario Bobba. Riproponiamo al mitico Marco de Poli, direttore storico del giornale studentesco pariniano La Zanzara, di rinverdire le glorie ed uscire per Maggio 2008 con un numero speciale del giornale. A questo punto abbiamo

Giorgio Cerquetti Uno spirito libero, maestro spirituale e autore di libri, CD e DVD per chi ama corpo mente e spirito.Tiene conferenze e seminari in varie parti del mondo. Da 10 anni conduce, con Giorgio Medail su RTL, il programma domenicale TOTEM, dedicato alla medicina olistica, la parapsicologia e la nuova spiritualità. Ha fondato e dirige LIBERA CONDIVISIONE ONLUS, un’organizzazione internazionale che sponsorizza programmi umanitari in India e in Africa.

bisogno di rintracciare tutti i pariniani, di ieri e di oggi, abbiamo bisogno del piccolo e grande contributo di ognuno per costruire, mattone dopo mattone una bella scuola a Puri, nello stato dell’Orissa, nel golfo del Bengala. Chi ha letto Autobiografia di uno Yogi di Paramahansa Yogananda ricorderà che il suo Guru, Sri Yukteswar, aveva un Ashram, che esiste ancora, a Puri nel golfo del Bengala. L’Orissa è uno stato rurale e povero, ricco di antichi templi, natura incontaminata e profonda spiritualità. Frequento Puri da 40 anni e l’idea di una scuola che si chiama Parini, a Puri, mi appassiona. Io partii per l’India proprio dopo l’esame di maturità, Dal Parini al Gange! Chiaramente tutti quelli che sono stati in altre scuole possono partecipare a questo progetto filantropico umanitario di solidarietà culturale. Ricordo a me e a ognuno di voi che noi siamo stati fortunati a nascere in Italia. Direbbero in India: un BUON KARMA! Care compagne e cari compagni fatevi vivi! Produciamo una NEWSLETTER informativa sul progetto, se volete riceverla scrivete a: gio.cerquetti@libero.it mario.bobba@criticalpath.net.


7-17:Layout 1

31-01-2008

22:17

Pagina 7

7

La comunicazione

vitale:

H usare l’energia per trasformare i conflitti in relazioni di Rossella Panigatti

o assistito a casi di persone che si sono guarite da malattie gravissime, che hanno rinsaldato rapporti ormai persi, o hanno completamente rivoluzionato la loro vita. All’inizio ho pensato all’eccezionalità di uno, di venti, cento casi, ma dopo l’ennesimo miracolo sono arrivata a una semplice conclusione: ognuno di noi è infinitamente capace. E allora perché spesso non ne siamo consapevoli? In questi anni in cui mi sono occupata di guarigione spirituale ho incontravo tantissime persone che, pur non manifestando alcun sintomo, vivevano solo una parte di vita: l’altra l’aveva ingoiata l’infelicità. Fiaccate dalla fatica di vivere, arrese all’impotenza o paralizzate


7-17:Layout 1

31-01-2008

22:17

Pagina 8

8

dalla paura immotivata, dal senso di fallimento che portano a rinunciare senza nemmeno tentare. Osservando e imparando da loro, mi sono resa conto che quello che mancava era una certa qualità nella comunicazione e nell’ascolto, ovviamente dal punto di vista energetico. Molto spesso non si rendevano conto di essere in conflitto, sia interiormente sia nelle relazioni con gli altri. Continuavano a fare quello che facevano sempre, a testa bassa, non importa se stavano male. Un esempio: qualcuno dichiarava di essere amato e attirava soltanto relazioni inconcludenti. Oppure, nonostante sostenesse di meritare l’abbondanza, ogni cosa nella vita di quella persona contraddiceva questa affermazione. E’ evidente che, da qualche parte, aveva preso delle decisioni che le remavano contro e di cui non era cosciente. La cosa singolare è che questo avveniva anche a persone che avevano la consapevolezza dell’energia e dell’uso che potevano farne. Secondo l’approccio energetico-spirituale, con le nostre scelte creiamo la nostra vita. Quindi, dovremmo essere tutti sani, felici, ricchi e avere delle relazioni affettive ideali. Ovviamente, non è così. Il perché è molto semplice: non scegliamo consapevolmente di guardare la nostra vita dal punto di vista dell’energia. Così ci manca qualcosa, quella che definisco comunicazione vitale: e il risultato è che non sappiamo chi siamo, quali sono le vere mete, se agiamo per far piacere a qualcuno o per noi stessi. E le tensioni che ne derivano ci fanno ammalare. C’è una soluzione per vivere pienamente la nostra vita in ogni suo ambito e, soprattutto, per restare sani? Quella che io ho individuato si chiama Comunicazione Energetica Integrata®, o Com.E. In®; è un’analisi in chiave energetica dei processi di comunicazione. Si tratta di un approccio concreto che, attraverso il riequilibrio energetico, permette di individuare, comprendere e sciogliere quei muri energetici che, se trascurati, si manifestano nel fisico come sintomi patologici e come fallimenti nella vita. Com.E. In. riguarda quella che definirei la comunicazione energetica interna, cioè verso noi stessi, ma anche quella esterna, quindi presuppone la relazione energetica consapevole con gli altri, e, infine, con la natura. Perché comunicazione energetica?


7-17:Layout 1

31-01-2008

22:17

Pagina 9

9

Di solito pensiamo che la comunicazione sia uno scambio di informazioni che avviene attraverso il linguaggio ma, di fatto, essa si verifica anche a livelli più sottili, quelli energetici appunto. La comunicazione energetica bypassa le frodi spesso inconsapevoli che ci creiamo. è molto più efficace perché elude tutti gli schemi mentali e culturali che siamo abilissimi a costruirci per nascondere la nostra verità. E ci permette di comprendere dove siamo e cosa stiamo facendo e, soprattutto, se è la cosa giusta per noi. Esiste sempre, solo che spesso non ascoltiamo il messaggio. Poiché ho studiato a fondo le manifestazioni e il significato dell’energia bloccata nel corpo (vedi: “I sintomi parlano” – Ed. TEA), cercavo uno strumento che permettesse di identificare il muro energetico prima che arrivasse al fisico, cioè lo segnalasse già nell’emozionale. E così ho pensato di prendere in considerazione i disagi, dalla paura alla disistima, dal non sentirsi amati al senso di esclusione... meravigliosi, illuminanti disagi, consiglieri interiori che, di solito, cerchiamo Rossella Panigatti , Scrittrice e ricercatrice milanese, si occupa da diciotto anni di guarigione energetico-spirituale. Tiene seminari e conferenze in tutta Italia. Ha creato la «Comunicazione Energetica Integrata®»; è un approccio concreto che, attraverso il riequilibrio energetico, permette di comprendere e sciogliere le tensioni che, se trascurate, si manifestano nel fisico come malattie e come fallimenti nella vita. Perché… prevenire è meglio che guarire! Ha scritto il long seller “I sintomi parlano” e“Guariti – Storie vere di chi ha scelto la salute” editi da TEA. Nel 2008 uscirà “La comunicazione vitale”, sempre di TEA.Info: www.rossellapanigatti.it - tel. 02/89.51.18.06

Studio di tecniche olistiche avanzate Sessioni individuali su appuntamento Con la guida del nostro angelo custode nostro protettore invisibile fin dalla nostra nascita che ha la funzione di assisterci dal cielo alla terra, conosceremo insieme il suo nome le sue virtu “le sue e le nostre potenzialita”, le sue risposte ai Nostri dubbi e incertezze del vivere quotidiano.

di ignorare perché ci fanno sentire deboli e inetti. Eppure, spesso ci fermiamo proprio quando le nostre relazioni affettive o lavorative hanno una battuta d’arresto. Lo star male, il disagio, ci obbliga a smettere di correre e a sentire cosa non va; a volte addirittura ci porta a trasformare di una parte importante della nostra vita. Ho individuato varie forme di disagio, oltre quelle già menzionate, divise a seconda del risultato: il non ascolto del proprio corpo, l’incapacità di esprimersi e di ricevere, il vittimismo, la ribellione. Potremo scoprire di avere il modo di essere tipico della sindrome del perfezionista, o del bisogno del bisogno o, ancora, dell’anarchico. Sarà facile identificare quali centri energetici sono in disequilibrio e comprendere perché abbiamo creato proprio quella tensione nella nostra vita. Per scioglierla ci sono molte tecniche, io ne insegno alcune, ma ce ne solo tante altre, tutte valide. Oppure potremmo tenerci la consapevolezza e non fare nulla e, allora, è probabile che il messaggio successivo arrivi più forte, con la malattia. Sapere chi siamo e cosa realmente vogliamo non chiarifica solo il rapporto con noi stessi, ma ci consente di avere una comunicazione energetica consapevole anche verso gli altri, entrando in sintonia con chi ci sta attorno a un livello immediato, profondo e sincero. Quando non ascoltiamo energeticamente possiamo, magari senza volerlo, creare conflitto stupendoci poi di averlo fatto. E infine, se ci mettiamo consapevolmente in connessione con la natura, sentendoci parte della meraviglia che è la vita, nutriti, sostenuti e guariti dalla sua bellezza, avremo dei rapporti più compassionevoli con gli altri e, sicuramente, con noi stessi.

Novità 2008 Unico in Melegnano-Mi

Via lodi, 10 Melegnano - tel.329-4543545

Osserviamo insieme il fascino e la antica saggezza racchiusa negli arcani maggiori. Le nostre scelte ci parleranno degli aspetti sconosciuti del nostro e altrui percorso. Attraverso le immagini conosceremo le cause e le conseguenze future degli eventi che interessano la nostra, esistenzale nostre origini le nostre aspettative.

Le carte dei fiori di bach momento di gioco che definisce una situazione un valido aiuto per Potenziare e sviluppare il momento attuale e la trasformazione in corso.


7-17:Layout 1

31-01-2008

22:18

Pagina 10

10

Perché ci

ammaliamo?

di Paola Santagostino

Q

uando qualcuno si ammala gli viene spontanea la domanda: “Perché? Perché mi sono ammalato?” e la risposta più comune va verso la metafora dell’automobile: “Ci dev’essere qualcosa fuori posto, la devo portare dal meccanico”. Il punto è che il nostro corpo è una macchina animata che si sta già riparando da sola in continuazione: cellule vecchie sostituite e complicatissimi ingranaggi rimessi a punto in ogni istante. Il meccanico è già dentro la macchina, insieme all’elettrauto e al costruttore. Come mai ogni tanto non ce la fanno a sistemare tutto? O non vogliono farlo? La medicina psicosomatica ha cercato di rispondere a queste domande. E quali risposte ha dato? Non certo una sola. Anzi: molte, diverse, tutte interessanti e spesso anche contraddittorie. Tanto che parlare di ‘medicina psicosomatica’ in generale oggi non vuole dire granché: ci sono concezioni così diverse che neppure si assomigliano, e quindi per parlarne propriamente occorrerebbe almeno dichiarare a quale posizione si aderisce, perché nessuno oggi può arrogarsi il diritto di dire “la medicina psicosomatica è questa”. Infatti c’è chi ritiene psicosomatiche solo ‘alcune malattie’ su cui influisce una forte componente emotiva; chi solo ‘alcuni pazienti’ che hanno difficoltà ad elaborare le emozioni e quindi le scaricano sul corpo; chi solo ‘alcuni metodi di cura’ che mirano a ristabilire l’equilibrio energetico complessivo; e chi ritiene che la medicina psicosomatica sia piuttosto una ‘modalità di intendere le relazioni mente-corpo in senso unitario’, al di là di quale sia poi il tipo di intervento più adatto al caso specifico. Visto che parliamo di una disciplina che ha ormai più di cent’anni alle spalle, vale la pena di citare brevemente come è nata e di quali contributi si è arricchita, per collocare le varie posizioni in un contesto più ampio. Già nella seconda metà dell’ottocento, proprio mentre nella medicina pratica dominava più che mai la visione del corpo-macchina e della malattia come rottura di un ingranaggio,

nella medicina teorica le nuove scoperte della neurofisiologia, endocrinologia e immunologia riproponevano la visione del corpo umano come complesso psicofisico unitario, rete di delicate interazioni che si bilanciano costantemente. Ed emergeva l’osservazione che anche gli ‘stress’ di natura emotiva incidono sul corpo, fino a produrre vere e proprie malattie. Contemporaneamente Freud mostrava come i sintomi fisici dell’isteria fossero originati da conflitti inconsci e scomparivano con il trattamento psicoanalitico, e questo apriva un’altra strada allo studio delle influenze dello psichico sull’organico. Queste due ‘anime’ da cui è nata la medicina psicosomatica fine ottocento, quella medica e Paola Santagostino , Dott.ssa Paola Santagostino Psicoterapeuta Specializzata in Medicina Psicosomatica, lavora come terapeuta a Milano ed è autrice di molto libri tra cui: Che cos’è la medicina psicosomatica, Urra Apogeo; Guarire con una fiaba, Feltrinelli. Tiene corsi su “La medicina psicosomatica”, “Come affrontare le crisi”, “La terapia con la fiaba”; “La scelta dei colori per il benessere” e offre consulenza e formazione aziendale.


7-17:Layout 1

31-01-2008

22:18

Pagina 11

11

DALLA BIBLIOGRAFIA DEL TESTO “CHE COS’È LA MEDICINA PSICOSOMATICA” Franz Alexander Medicina psicosomatica Boss Introdution a la medicine… Chiozza Perché ci ammaliamo Chiozza “Corpo linguaggio e affetti” Freud “Il meccanismo psichico dei fenomeni isterici” Frigoli Morelli e coll “Verso la concezione di un sé psicosomatico”

Groddecck “Il linguaggio dell’Es” Lowen “Il linguaggio del corpo” Reich “La funzione dell’orgasmo” Reich “L’analisi del carattere“ Lowen “Il linguaggio del corpo“

quella psicoanalitica, si sono poi variamente escludere un certo modo d’essere dal nostro intrecciate e/o scontrate, l’una procedendo orizzonte vitale e quello ‘si rifugia’ nel corpo con le ricerche sulle interrelazioni dove trova la sua unica possibilità di espressione. psiconeuroimmunologiche e l’altra con gli studi Boss ci ha lasciato immagini molto suggestive sull’azione dell’inconscio sul corpo. del ‘modo d’essere’ legato alle varie malattie: Franz Alexander, sia medico sia psicoanalista, un’anoressica sta tentando di smaterializzarsi per è considerato il ‘padre fondatore’ della medicina farsi puro spirito, un iperteso è come una pentola psicosomatica perché ha rilevato come alcuni a pressione sul punto di scoppiare… atteggiamenti tipici nell’affrontare le difficoltà Louis Chiozza, con la sua Fondazione e il Centro della vita (che portano a reprimere la rabbia Weizacker, sono stati tra i più attivi e vivaci oppure a lanciare richieste interpreti del panorama d’aiuto che restano internazionale: negli ultimi Perché ci insoddisfatte) comportino cinquant’anni hanno prodotto una ammaliamo una sollecitazione cronica mole impressionante di studi e di quindi? Perché dei sistemi nervosi simpatico ricerche su ogni tipo di patologia. o parasimpatico, e ciò alla lunga stiamo limitando, Per Chiozza tutta la materia è un provoca malattie (come l’asma, simbolo: ogni organo e funzione per esagerazione il diabete, gastrite e colite, corporea corrisponde a una fantasia o per esclusione, cefalea, ipertensione, artrite inconscia e porta nella sua struttura le nostre e molte altre). Ha poi cercato stessa il suo significato. La malattia è possibilità vitali. di dare una spiegazione ‘una storia che si occulta nel corpo’, psicodinamica di come si arrivi l’anello mancante in termini di senso a un disturbo piuttosto che a un altro. nella biografia del paziente. Riscoprire questo Perché ci ammaliamo allora? Semplificando anello e comprenderlo permette ri-significare veramente molto, per esempio, soffriamo l’intera vicenda e quindi di modificarla. di cefalea quando accumuliamo rabbia a cui Il più unitario di tutti nella considerazione è bloccata l’espressione, o di asma quando psicofisica di qualunque evento resta Georg le nostre grida d’aiuto cadono nel vuoto. Groddeck, il precursore ‘outsider’ della Medicina Willhelm Reich ha aggiunto una osservazione Psicosomatica: era talmente unitario nella sua molto significativa: le nostre rigidità caratteriali posizione che non viene neppure citato nelle corrispondono a rigidità muscolari e generano trattazioni scientifiche ufficiali. dei blocchi nello scorrere dell’energia vitale che Secondo Groddeck, l’Es, quella forza vitale che guida il nostro sviluppo dalla cellula embrionale alla lunga possono danneggiare le funzioni del all’uomo, che crea tutti gli organi incluso corpo e gli organi coinvolti. Questo filone di il cervello e li fa funzionare, è ovviamente ricerca è stato poi sviluppato da Lowen con gli responsabile di tutti i fenomeni della vita studi sul linguaggio del corpo e con la messa a compresa la malattia e la guarigione. punto dell’attuale terapia bioenergetica. L’aspetto più interessante e rivoluzionario Perché ci ammaliamo allora? Perché, tra molte di questa posizione è che la malattia non viene antiche repressioni e adattamenti, abbiamo più vista come un semplice ‘danno’, un errore strutturato un carattere e una corazza muscolare di funzionamento o il risultato di problemi che ora ci imprigionano e ci danneggiano. psicologici. Perché l’Es non ha alcuna cattiva Un altro tentativo di lettura unitaria dei rapporti intenzione nel produrla, anzi intende a suo modo mente-corpo è stato proposto da Medard Boss, difenderci da qualcosa di peggio. Dato però che autore che ha esteso alla medicina psicosomatica l’Es nella sua a-temporalità include anche vecchi gli assunti base della filosofia esistenzialista. divieti e schemi mentali ormai obsoleti, ciò che A fronte della naturale elasticità dell’essere serve per guarire è semmai capire che cosa l’Es umano che ‘come un violino può suonare mille sta facendo con quella malattia e se possibile melodie’, a volte accade che ci si fossilizzi solo su concordare nuove soluzioni…. un certo modo d’essere al mondo, sempre e solo quello, e il corpo ‘mima’ nella malattia questa unilateralità. Altre volte invece si finisce per


7-17:Layout 1

31-01-2008

22:18

Pagina 12

12

Reich e la

Pagine: 176 Editore: Anima Edizioni Collana: Medicina per l’anima Prezzo: 14,90 €

Psicosomatica

D

a giovane Wilhelm Reich è stato uno dei più promettenti allievi di Freud che nel 1924 gli affidò i seminari didattici. Il suo allontanamento da Freud iniziò ad evidenziarsi quando si rese conto che spesso i pazienti, pur avendo analizzato con precisione la loro storia e l’origine della loro nevrosi, non guarivano, poiché il sintomo continuava a persistere. Fu allora che si accorse che non era sufficiente indagare a livello verbale, ma che bisognava cogliere l’atteggiamento caratteriale con cui si ponevano in relazione con l’analista. Il passo successivo fu quello di scoprire che essi bloccavano le loro emozioni nella muscolatura del corpo, creando così una vera corazza muscolare che chiamò corazza caratteriale. Lavorando su questi blocchi corporei per mezzo di esercizi di respirazione e con dei movimenti appositamente ideati, Reich provocava delle reazioni emotive liberatorie che si manifestavano con attacchi di rabbia o di dolore collegati a ciò che i pazienti avevano rimosso da bambini nella

di Roberto Maria Sassone

relazione con i genitori. Gli apparve evidente quindi la correlazione tra il piano psicologico e quello somatico e la chiamò identità funzionale. Per essere più chiaro, disse che esiste un’unica energia vitale che nell’individuo si manifesta contemporaneamente come psichica e somatica. E’ importante sottolineare il concetto di carattere elaborato da Reich perché è il cardine di ogni manifestazione psicosomatica. Esso esprime la strategia di adattamento più efficace all’abitat affettivo dell’ambito familiare. Il carattere è l’insieme dei comportamenti, delle emozioni represse e manifeste, degli atteggiamenti, della postura corporea, dei blocchi muscolari, del modo di pensare e di sentire. Il carattere unisce in maniera inscindibile corpo, emozioni e pensieri, ovvero la struttura corporea coincide con la struttura emotiva e cognitiva di ogni individuo. Con la sua ricerca e con la sua pratica terapeutica


31-01-2008

22:18

Pagina 13

andrea.grafico@libero.it

7-17:Layout 1

13

Reich è stato veramente il pioniere della psicosomatica che è stata ulteriormente arricchita da un suo geniale allievo, Alexander Lowen, che in seguito creò la bioenergetica. Sviluppando la sua teoria, suffragata dalla pratica terapeutica, Reich, con la constatazione della corazza muscolare, evidenziò che il nostro corpo diventa il depositario dell’inconscio perché tutte le emozioni rimosse si stratificano in esso. Una mandibola contratta può trattenere rabbia, una gola contratta può contenere il pianto e il dolore, un torace gonfio può trattenere l’odio, un diaframma contratto può trattenere la paura; in breve, ogni parte del corpo è segnata dalla nostra storia. La conseguenza di ciò è che sintomi e malattie si manifestano in certe parti del corpo e non in altre. Il linguaggio del corpo esprime il linguaggio delle malattie: morire di crepacuore, avere il cuore infranto, si rivoltano le budelle, accecato dalla rabbia, reggere tutto sulle spalle, farsi diventare il fegato marcio, aggrapparsi alla vita con i denti, piegare la testa, perdere il terreno

Il carattere è la forma delle difese che ogni individuo struttura gradualmente nell’arco del suo sviluppo, dalla nascita fino all’adolescenza.

sotto i piedi, non avere più equilibrio, inghiottire il rospo, essere tutto di un pezzo, essere soffocato dalle preoccupazioni, avere un buco nello stomaco… Reich scoprì ciò che la medicina cinese ed altre tradizioni mediche sapevano da molto tempo: che la malattia sorge su un terreno già predisposto dal ristagno dell’energia vitale. Roberto Maria Sassone

Psicologo, psicoterapeuta, analista reichiano. Nato a Palermo il 24 maggio 1950, l’autore termina a Napoli nel 1979 un training analitico-didattico con il neuropsichiatria prof. Federico Navarro. Fonda nello stesso anno la SEOR, (Scuola Europea di Orgonoterapia) e nel 1992 la SIAR (Scuola Italiana di Analisi Reichiana) di cui è docente ed analista didatta. Ha elaborato da 15 anni un percorso di meditazione sulla base dello Yoga Integrale di Sri Aurobindo e Mère, e ha svolto un corso di Psicologia Transpersonale con la dott.ssa Laura Boggio Gilot. Conduce Laboratori di Coscienza Integrale del Corpo (Psicoterapia corporea e meditazione). Esercita a Roma, Milano e Bagni di Lucca.

Test Bio-Energetico per le intolleranze Riequilibrio alimentare Consulenza prodotti erboristici: integratori e cosmetici .... Trattamenti Reiki I° e II° liv. Ginnastica dolce orientale personalizzata Magnetoterapia Floriterapia Estetica viso e corpo “Se ti sembra di scorgere la tua strada illuminata, da lontano, ma temi gli ostacoli che bloccano il tuo passo e che oscurano la tua visione c’è solo una cosa che puoi fare: chiudi gli occhi e vola” PAOLA: rasasvada@katamail.com cell: 349/8891816 SILVIA: tel.: 02/43986445 www.belliesnelli.it


7-17:Layout 1

31-01-2008

22:18

Pagina 14

14

Dinamica-mente! Muovi l’immaginazione con la psicodinamica

di Stefano Fusi

P

iù semplici sono le cose, meglio funzionano: “easy does it”, dicevano in California: “facile funziona”. Però siamo abituati ormai ad affidarci a macchine e gadget di ogni tipo per comunicare, registrare dati, produrre immagini… e a tecniche dai nomi improbabili per “muovere la mente”. Ma abbiamo già una fonte inesauribile di potere interiore e di benessere: la nostra mente, dono della natura di cui qualsiasi strumento tecnico è un ben piccolo surrogato. Abbiamo infinite altre possibilità che le Stefano Fusi,

giornalista, ufficio stampa e consulente di comunicazione. Lavora da trent’anni nei campi dell’ecologia e delle medicine naturali, con associazioni ambientaliste e delle “arti per la salute, case editrici, enti pubblici e culturali. Tiene conferenze e incontri e conduce corsi e seminari. Ha pubblicato anche Immaginazione creativa per il benessere, Tecnche Nuove. Il suo sito: www.naturalspirit.it

macchine non hanno: creatività, sentimento, intuizione… tutte cose che ci aiutano ad essere completi e sani. Oggi milioni di persone al mondo impiegano tecniche mentali basate sull’immaginazione creativa per migliorare la propria salute e la propria vita in modo naturale. La mente è un dono della natura che ci ha permesso di imparare, evolvere, costruirci la vita che facciamo. Oggi stiamo imparando a usare la nostra mente al meglio, in modo cosciente. Ne abbiamo l’opportunità e ne abbiamo bisogno. La vita che facciamo può essere stressante e faticosa. Spesso non riusciamo a cambiare e a stare bene con noi stessi e con gli altri, anche se le condizioni sarebbero favorevoli, e non capiamo che cosa ce lo impedisca. Qualcosa ci blocca, qualcuno ci sabota? Spesso la causa siamo solo noi stessi, sono le nostre convinzioni sbagliate, il nostro senso di inadeguatezza, o quelli che sentiamo come ostacoli: timidezza, paura, ansia.

Risolvere questi problemi non è una cosa impossibile o riservati a pochi. Tutti possiamo imparare a “usare” meglio la nostra mente, ad avere più chiarezza, energia e determinazione nel perseguire i nostri obiettivi. Però è bene


7-17:Layout 1

31-01-2008

22:18

Pagina 15

15

IMMAGINAZIONE CREATIVA PER IL BENESSERE Come imparare a rilassarsi, a individuare e raggiungere i propri obiettivi, a usare al meglio le proprie risorse psicofisiche con la dinamica mentale: un metodo semplice, veloce, efficace per l'equilibrio personale e la salute, basato sulla visualizzazione e su recenti scoperte scientifiche. Stefano Fusi, giornalista e consulente di comunicazione, lavora da trent’anni nei campi dell’ecologia e delle medicine naturali e complementari. Organizza e promuove incontri, campagne stampa, convegni ed eventi pubblici per associazioni, case editrici, enti pubblici, fondazioni e centri culturali. Tiene conferenze e incontri e conduce corsi di formazione e seminari. Conduce il corso di psicodinamica all’ISPA di Milano. Ha pubblicato anche “Spirito naturale”, Tecniche Nuove, 2007. dedicare tempo e attenzione alla mente e ai suoi meccanismi, proprio come dobbiamo metterci in moto fisicamente se vogliamo fare ginnastica, partecipare a competizioni, dimagrire, essere più belli e sani e quant’altro desideriamo. Le tecniche mentali immaginative non sono forme di meditazione, di terapia, guarigione o autoguarigione, di filosofia o di ricerca spirituale: sono solo strumenti di lavoro che possono servire anche ad iniziare quelle strade. Fra le tante tecniche che esistono ho avuto la ventura di incontrarne una, la psicodinamica o dinamica mentale, tanto semplice quanto potente. Mi ha cambiato la vita, e continua a

distanza di 25 anni a essere la mia preferita. La vedo come le fondamenta di una casa: da qui si può cominciare a costruirsi la propria vita come la si desidera. La dinamica mentale ha cambiato la vita a milioni di persone. Insegna a usare al meglio i meccanismi basilari della nostra mente immaginativa e inconscia per vivere meglio: rilassamento e ascolto del corpo, immaginazione creativa e visualizzazione. È un metodo semplice, veloce, efficace per l’equilibrio personale e la salute, basato su antiche conoscenze e su recenti scoperte scientifiche. Aiuta ad attenuare o eliminare gli effetti dello stress, di ansie e abitudini negative; a trovare un

migliore equilibrio personale e più fiducia in se stessi; a migliorare i rapporti con gli altri; a sviluppare pensiero positivo, creatività, concentrazione e memoria; a migliorare la propria salute riducendo i disturbi psicosomatici e l’uso di farmaci; a migliorare il sonno, a utilizzare il sonno e i sogni come fonti di benessere; a trasformare i propri problemi in opportunità a determinare e raggiungere i propri obiettivi. Gli esercizi di base sono efficaci e adatti tutti. All’inizio è meglio seguire dei corsi, ma ciascuno, una volta appreso il metodo, può e deve sbizzarrirsi e adattarlo a sé, alle proprie esigenze ed aspirazioni.


7-17:Layout 1

31-01-2008

22:19

Pagina 16

16

le ferite dell’anima di Lise Bourbeau

secondo Lise Bourbeau.

Una ferita è una lesione ai tessuti vivi da parte di una causa esterna, provocata involontariamente o per nuocere. In quest’opera, quando si parla di una ferita dell’anima, si fa riferimento a ferite psicologiche.

LE CINQUE FERITE PRINCIPALI SONO IL RIFIUTO, L'ABBANDONO, L’ UMILIAZIONE, IL TRADIMENTO E L'INGIUSTIZIA.

Ogni essere umano nasce con alcune ferite che viene a risolvere, cioè accettare nella sua vita. Secondo la ferita di cui una persona soffre, costei agisce e reagisce differentemente da un'altra persona con una ferita diversa. Questo spiega perché, in un gruppo di persone che vivono una stessa situazione, ciascuno viva l’esperienza in modo diverso. Prendiamo l'esempio di una coppia in cui il marito si trovi nella necessità di lavorare parecchie ore straordinarie. Una moglie può sentirsi abbandonata, un'altra rifiuta se stessa credendo di non essere abbastanza importante perché suo marito voglia rimanere con lei; un'altra, che soffre di tradimento, non si fida di lui, poiché dubita del

fatto che lavori veramente tanto e può anche sospettare che abbia un’altra donna nella sua vita e così via. Invece, una moglie immune da una di queste ferite si sentirà bene anche se suo marito non è presente quanto lei vorrebbe. Ne approfitterà persino per dedicarsi ad attività personali. L'EGO rifiuta di riconoscere queste ferite credendo così


7-17:Layout 1

31-01-2008

22:19

Pagina 17

48$1'2 48$1'2 48$1'2 / ,1)250$=,21( // ,1)250$=,

,1)250$=,,21( 21 ( )$/$',))(5(1=$ ))$/$',))(5( $/$',))(5((1=$ 1=$ Lise Bourbeau,

Lise Bourbeau è autrice di HYPERLINK "http://www.homestead.com /leseditionsetc/franbibl.html" \t "_blank" 18 best-sellers e fondatrice della Scuola Internazionale di Vita « Ecoute Ton Corps » (Ascolta il Tuo Corpo) in Québec-Canada. La sua filosofia di vita semplice, accessibile e applicabile nel quotidiano da parte di tutti, ha aiutato migliaia di persone a migliorare la qualità della loro vita. Lei stessa e la sua équipe altamente qualificata tengono seminari in più di venti Paesi, fra cui l’Italia.

di soffrire meno. Per questo sviluppiamo per la nostra sopravvivenza delle MASCHERE, la cui unica utilità è quella di proteggerci nella speranza di soffrire meno. Queste ferite c’impediscono tuttavia d’essere noi stessi e sono la causa della maggior parte delle nostre difficoltà. Inoltre, ci costa fatica ammettere che facciamo agli altri ciò che abbiamo paura di subire dagli altri. Tutto ciò che ci viene fatto dall’esterno è soltanto un riflesso di ciò che noi facciamo a noi stessi. Ad esempio, chi soffre d’ingiustizia vedrà un sacco d'ingiustizia attorno a sé, ma non si accorgerà delle occasioni in cui è lui stesso ingiusto con gli altri e soprattutto con se stesso. Come per qualsiasi ferita, l’essere umano fa di tutto per non essere cosciente della sua sofferenza, perché ha troppa paura di sentire il dolore associato ad essa. Più la ferita è profonda, più le sue esperienze di vita graviteranno attorno ad essa. Ecco perché il mezzo per eccellenza per guarire queste ferite è di diventare coscienti delle numerose occasioni in cui gli altri ci accuseranno di ferirli e comunque autorizzarci ad essere così. È dunque attraverso l'ACCETTAZIONE che arriviamo alla guarigione. È importante ricordare che non è ciò che vivi che ti fa soffrire, bensì la tua REAZIONE a ciò che vivi e questo a causa delle tue ferite non guarite. Per compiere una ricerca più approfondita e saperne di più sulle cinque principali ferite dell’anima, come identificarle meglio, sapere da dove provengono, individuare la personalità tipo collegata a ciascuna di esse, scoprire perché alcune persone hanno più difficoltà di altre a liberarsi, riconoscere le forze di ciascuno, come pure scoprire molti strumenti attinenti per aiutarci a vivere più felici, suggeriamo la lettura del libro “Le 5 ferite e come guarirle” Edizioni Amrita.



.%853.%7 .%853 .%74)-%3 4)-%3 iiÊ«Àˆ˜Vˆ«>ˆÊi`ˆVœiÊiʏˆLÀiÀˆi iiÊ«Àˆ˜Vˆ«>ˆÊi`ˆVœi iÊiʏˆLÀiÀˆi "À>ʫ՜ˆÊ>VµÕˆÃÌ>À>ʜÊ> "À>ʫ՜ˆÊ>VµÕˆÃÌ>À>ʜÊ>LLœ˜>ÀÌˆÊ >LLœ˜>À̈ `ˆÀiÌÌ>“i˜Ìiʜ˜‡ˆ˜i\ `ˆÀiÌÌ>“i˜Ìi œ˜‡ˆ˜ ˜i\ Ŝ«°˜iÝÕÃi`ˆâˆœ˜ˆ°ˆÌ Ŝ«°˜iÝÕÃi`ˆâˆœ œ˜ˆ°ˆÌ *>ÀÌiVˆ«>Ê>iÊ`ˆÃVÕÃȜ˜ˆÊ`iÊ˜œÃÌÀœÊvœÀՓ\ *>À ÌiVˆ«>Ê>iÊ`ˆÃVÕÃȜ˜ˆÊ`iÊ˜œÃÌÀœÊvœÀՓ\ vœÀՓ°˜iÝÕÃi`ˆâˆœ˜ˆ°ˆÌ vœÀՓ°˜iÝÕÃi`ˆâˆ œ˜ˆ°ˆÌ

iÝÕÃÊ `ˆâˆœ˜ˆˆÊÃÀ iÝÕÃÊ `ˆâˆœ˜ˆÊÃÀ //iÊä{™Ê™££xx£È i iÊä{™Ê™££xx x£È >ÝÊä{™ÊxәäÈ ÈΙ >ÝÊä{™ÊxәäÈΙ ˆ˜vœJ˜iÝÕÃi`ˆâˆœ œ˜ˆ°ˆÌ ˆ˜vœJ˜iÝÕÃi`ˆâˆœ˜ˆ°ˆÌ ÜÜÜ °˜iÝÕÃi`ˆâˆœ œ˜ˆ°ˆÌ ÜÜÜ°˜iÝÕÃi`ˆâˆœ˜ˆ°ˆÌÊ


18-22 seminari eventi:Layout 1

18

31-01-2008

Calendario Eventi 2008

*

Seminario

22:35

Pagina 18

eve

200

16 e 17 febbraio 2008

02 marzo 2008

Seminario Kryon “La porta di connessione multidimensionale” a cura di Angelo Picco Barilari con Nelly Renteros presso La Corte Celeste Orario: 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00 di entrambi i giorni Costo di partecipazione € 150,00

Seminario “Libertà responsabile” a cura di Marco Clementi presso la Libreria Esoterica Orario: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 Costo di partecipazione € 100,00 (articolo a pag. 20)

Presentazione del seminario venerdì 15 febbraio alle ore 20.00 presso la Libreria Esoterica di Piazza Missori. (articolo a pag. 28)

Seminario “Desideri passioni spiritualità” a cura di Daniel Odier presso la Corte Celeste Orario: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 Costo di partecipazione € 130,00 (articolo a pag. 21)

23 e 24 febbraio 2008 Seminario “La quinta Via” a cura di Samantah Fumagalli e Flavio Gandini presso la Libreria Esoterica Orario: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 Costo di partecipazione € 180,00

5 e 6 aprile 2008

Attenzione! Il programma potrebbe non essere completo o subire variazioni. Contattate la Segreteria allo 02 72080619


18-22 seminari eventi:Layout 1

31-01-2008

22:35

Pagina 19

enti

008

19

17 e 18 maggio 2008

21 e 22 giugno 2008

Seminario “Riscopri chi sei ed esprimilo” a cura di Isabella Tavilla presso l’Hotel Blase&Francis’ Orario: dalle 10.00 alle 18.00 Costo di partecipazione € 250,00

Seminario “I maestri invisibili” a cura di Igor Sibaldi presso la Libreria Esoterica Orario: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 Costo di partecipazione € 160,00 (vedi pag. 22)

Presentazione del seminario domenica 27 aprile alle ore 16.00 presso la Libreria Esoterica di Piazza Missori. (articolo a pag. 23)

06 luglio 2008 3° Convegno ”Scienza Fisica Quantistica e Spiritualità”

25 maggio 2008 Seminario “Gli angeli fra noi” a cura di Giuditta Dembech presso la Libreria Esoterica Orario: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 Costo di partecipazione € 100,00 (articolo a pag. 29)

20 e 21 settembre

8 giugno 2008

3° convegno Anima Edizioni

1° convegno ”La via della guarigione: Sapienza Sciamanica e medicina moderna”

16 novembre 2008

Seminario “La coppia illuminata” A cura di Fabio Marchesi presso la Libreria Esoterica Orario: dalle 10.00 alle 18.00 Costo di partecipazione € 160,00

19 ottobre 2008

6° convegno “Le vie dell’Anima”

Attenzione! Il programma potrebbe non essere completo o subire variazioni. Contattate la Segreteria allo 02 72080619


18-22 seminari eventi:Layout 1

*

31-01-2008

22:45

Pagina 20

20

Seminario

SEMINARIO

Domenica 2 marzo 2008 dalle 10.00 alle 18.00 costo € 100,00

Libertà responsabile

F

ra chi sostiene che il destino sia implacabile e chi ritiene che accadano comunque le cose giuste, scelgo la via dell’abbandono attivo. La Fisica Quantistica ci ha dimostrato che la realtà è il prodotto dell’interazione fra l’osservato e l’osservatore. Se l’osservatore cambia il suo modo di vedere la realtà, la realtà si modifica. Cambiare significa scegliere e se posso scegliere Marco Clementi,

A cura di Marco Clementi

vuol dire che sono libero; in parte perchè quello che accade, accade ma io posso co-crearlo secondo la mia volontà in differenti realtà liberalmente scelte. Questo è l’abbandono attivo: farsi portare dall’onda degli eventi (caso, coincidenze, sincronicità), ma con gli occhi bene aperti per essere pronti ad agire quando tocca a noi: se e come vogliamo. Egoismo, egocentrismo, comunicazione e senso di

nato a Milano nel 1950. Nel 1980 si specializza in Oculistica. Nel 1981, a causa di gravi problemi di salute, entra in contatto con il mondo delle medicine alternative e decide di dedicarsi alla fitoterapia. Nel 1983 scopre, grazie all’incontro con un Maestro, di essere un pranoterapeuta e inizia ad operare anche in questo campo, senza tralasciare le sue attività. Dopo una serie di riscontri sulla qualità della sua bioenergia, decide di dedicarsi in modo particolare alla psicopranoterapia: l’utilizzo del prana per il riequilibrio delle funzioni psicofisiche dei chakra.

Presentazione del seminario presso la Libreria Esoterica 16 febbraio ore 17:30 ingresso libero colpa, paura, conoscenza, potere, libertà, odio, amore, Dio, assumono un significato singolare che ci affranca dalla schiavitù delle soluzioni precostituite, ma smaschera l’alibi del vittimismo nel rapporto di noi con noi stessi, con gli altri, con la vita, con Dio. È una proposta di libertà responsabile: tema del seminario che è l’approfondimento interattivo dei concetti espressi sinteticamente nel mio libro E se fosse così? Se dipendesse da noi? Non mi ritengo un “possessore di verità”, ma semplicemente uno che ha cercato di esistere con il dovuto rispetto la sacralità della vita, ho delle ipotesi da proporvi e di cui parlare con voi.


18-22 seminari eventi:Layout 1

31-01-2008

22:46

Pagina 21

*

21

Seminario SEMINARIO

Desideri passione & spiritualità

Sabato e Domenica 5-6 Aprile 2008 dalle 9.00 alle 18.00 costo € 130,00

Presso Libreria Esoterica

A cura di Daniel Odier aniel Odier insegna la tradizione Kaula del tantrismo kashmiro così come gli è stata trasmessa dalla sua maestra, la yogini Lalita Devi. Questa tradizione risale ai Mahasiddhas ed in particolare a Matsyendranath, autore del Kaulajñananirnaya tantra. E una tradizione molto antica, legata allo shivaismo della valle dell’Indo, insegna una forma di yoga quasi scomparsa ai nostri giorni: il Tandava, una pratica in tre tempi che mette in connessione la seduta meditativa con il movimento. Daniel insegna principalmente Mahamûdra (il grande movimento cosmico) nella sua forma originale, antecedente all’esportazione in Tibet. L’insegnamento kasmiro del Mahamûdra insiste soprattutto sulla realizzazione del corpo spaziale attraverso l’abbandono di tutti i sistemi, di tutti i dogmi e di tutti i concetti. C’è in questa via un lavoro molto interessante sulle emozioni che si auto-liberano nello spazio del Cuore. Tutte le emozioni, anche le cosiddette emozioni negative: paura, collera, gelosia, sono affrontate direttamente, senza trasformazione. La totalità delle sfumature del mondo emozionale, sensoriale e mentale ha diritto di esistere nel nostro approccio. I seminari alternano dunque Tandava (la danza di Shiva-Shakti), l’insegnamento di Mahamûdra, il lavoro sulle emozioni, le visualizzazioni e le sessioni di domande-risposte.

D

Daniel Odier,

Il primo contatto di Daniel Odier con il tantrismo avviene in India, nel 1968, attraverso l’insegnamento del suo maestro Kalou Rinpoché. Nel 1975 Odier incontra la yogini Lalita Devi, che lo inizia al tantrismo Shivaita kashmiro delle vie pratyabhijna (il riconoscimento spontaneo del Sé) e spanda (vibrazione, fremito). Daniel Odier insegna questa via da dodici anni. Ha pubblicato numerose opere sul tantrismo kashmiro e sul buddhismo Chan. Nel 2005 è stato riconosciuto come maestro Chan nel lignaggio di Xu Yun e Zhaozhou dal proprio maestro Jing Hui nel monastero di Bailin (Cina).

Artista da sempre sensibile alla forza creativa della natura e dei suoi elementi, nutre un amore Creo e realizzo profondo verso i frutti interamente a mano... più antichi della Terra: guidata e ispirata ...“i cristalli”... e verso dall’energie del cuore, fate, tutte quelle creature che folletti, lampade a fiore e gioielli silenziosamente danzano alchemici d’argento con cristalli tra spirali e cerchi luminosi ... scintille di luce... elfi, Via Roma, 40 - 27044 - Canneto Pavese PV fate, folletti... 0385/88118-333/5068797 e-mail: cesariomafalda@libero.it


18-22 seminari eventi:Layout 1

31-01-2008

22:47

Pagina 22

22

*

Seminario

I maestri invisibili

SEMINARIO Sabato e Domenica 21 - 22 giugno Presso Libreria Esoterica dalle 10.00 alle 18.00 costo € 160,00

A cura di Igor Sibaldi

I

l senso di colpa nasce dall’emozione, ossia da quella intensa esperienza psico-fisica, che necessariamente rispecchia un fatto importante accaduto nella nostra vita. L’emozione nasce da ciò che ci diciamo dentro. Che si voglia o meno i sensi di colpa ci accompagnano per tutta la vita e ne scandiscono i momenti più significativi. Si vive il senso di colpa quando, nell’accorgersi di aver compiuto un errore, di aver fatto del torto o di aver fallito, si ha la sensazione soffocante di avere gli occhi addosso di qualcuno pronto a giudicare, a fare del sarcasmo o peggio del disprezzo. Ma in realtà chi stilla giudizio se non il nostro giudice interno, la nostra coscienza alla quale necessariamente siamo chiamati a rispondere? Colui che vive il senso di colpa molto spesso non individua la via dell’emancipazione pro-

Igor Sibaldi Scrittore, studioso di teologia e storia delle religioni. Ha pubblicato numerosi romanzi e saggi sullo sciamanesimo, sui testi sacri e in particolare sul fenomeno degli“Spiriti Guida”. Su argomenti di mitologia e di psicologia del profondo tiene regolarmente conferenze e seminari in tutta Italia dal 1977. Ha pubblicato, tra gli altri, I Maestri Invisibili, Mondadori; Il frutto proibito della conoscenza, Frassinelli; L’età dell’oro, Frassinelli, oltre a numerosi saggi di storia della religione e di storia della letteratura. Con Anima Edizioni ha ripubblicato il romanzo La trama dell’angelo e Iniziazione ai maestri invisibili.

prio perché non conosce il proprio giudice interno e vanamente cerca di farsi risolvere il problema da altri. L’essere troppo staccati dalle emozioni, il fatto di non conoscerle e non ascoltarle a fondo ci distrae dalla pura e semplice via della felicità. Igor Sibaldi percorrerà quello che è stato e quello che è oggi il senso di colpa, illustrando come addentrarci in noi stessi per conoscere quel giudice che tanto temiamo ma che in realtà altro non è che una sicura guida verso l’emancipazione. Una guida che conosce come fare del senso di colpa una fonte di slancio verso la libertà dell’anima.


23-33 convegno:Layout 1

31-01-2008

*

23:02

Pagina 23

SEMINARIO Sabato e Domenica 17 e 18 Maggio 2008 Hotel Blase & Francis’ dalle 10.00 alle 18.00 costo € 250.00

Seminario

Presentazione del seminario presso la Libreria Esoterica 27 Aprile ore 16:00 ingresso libero

“Riscopri chi sei ed esprimilo” e la Psicosomatica

A cura di Isabella Tavilla Isabella Tavilla

P

er comprendere l’importanza della correlazione tra corpo e mente bisogna riallacciarsi al concetto di responsabilità. È importante riconoscere che creiamo noi stessi situazioni felici o infelici, a seconda della qualità di sentimenti, atteggiamenti e pensieri che costantemente emaniamo. Questo concetto non è molto accettato, poiché spesso viene confuso con il senso di colpa. Di solito il senso di colpa deriva da credenze limitanti o da un’educazione religiosa rigida, e non corrisponde alla realtà. Per esempio, se esco di casa con la macchina e subisco un incidente perché mi tagliano la strada, la colpa non sembrerebbe mia: è stata l’altra persona a causare il danno! Tuttavia, se vado ad analizzare i pensieri che avevo prima di uscire di casa, posso certamente comprendere l’accaduto. Lo stesso vale per le

malattie. Come mai una persona ha problemi al fegato e un’altra allo stomaco o alla colonna vertebrale, quale è il significato di tutto ciò? Dai sintomi possiamo individuare e comprendere la nostra difficoltà, riconoscendo la stretta relazione esistente tra corpo e psiche. Daremo alcune tracce generali per comprendere meglio il significato simbolico contenuto in un organo che si ammala. L’apparato respiratorio. Il respiro è ritmo. Il ritmo è alla base di tutto ciò che è vitale. Nella Bibbia la creazione avviene attraverso il respiro: Dio soffiò su una zolla di terra e in questo modo l’uomo divenne un essere vivente. Il respiro fa sì che non si spezzi questo collegamento fra terra e cielo. Il respiro è il cordone ombelicale attraverso cui la vita scorre dentro di noi. Esso permette di evitare che l’uomo si isoli nel proprio io:

Fonda nell’ottobre ’96 la scuola “Arte del Massaggio”, insegnando una particolare metodologia frutto di 20 anni di esperienza e ricerca nel campo. Il suo è un metodo che integra l’aspetto occidentale con quello orientale, ed esalta il percorso del sentire quale strumento di conoscenza di sé e dell’altro. Collabora con medici, psicanalisti e terapisti. Completa la sua formazione professionale in Counseling e sta terminando il corso per Trainer, presso il Centro Studi Psicoanalisi del Rapporto di Coppia. Oltre al lavoro svolto nel campo delle tecniche corporee, si forma e segue per 20 anni la Scuola del Biodramma. È insegnante di Tecnica Metamorfica. Ha fatto esperienze di Bioenergetica, Gestalt, di Guarigione (Broffman, Reiki) e Meditazione. Organizza, in collaborazione con Gianni Bassi e Rossana Zamburlin, il Seminario semestrale “Il Sentire – La via del cuore”.

per quanto all’uomo piaccia chiudersi nel proprio io, il respiro lo costringe a mantenere il rapporto col non-io. Il respiro ci rapporta costantemente a tutto, ci collega tra di noi, ha a che fare con la relazione e il contatto. L’apparato cutaneo.


23-33 convegno:Layout 1

31-01-2008

23:20

Pagina 24

24

*

Seminario

Lʼorganizzazione si riserva la facoltà di apportare al programma eventuali modifiche che dovessero essere necessarie

La pelle è il nostro confine, il nostro limite materiale esterno. Mostra il nostro stato organico interno, ma in essa si rivelano anche tutti i processi e le nostre reazioni psichiche. È una grande superficie proiettiva che rivela la nostra interiorità. Quando avviene qualcosa sulla pelle, ciò che avviene non è casuale, ma indica un processo interiore o una corrispondente difficoltà di rapporto col mondo e come tale va preso in considerazione. L’apparato circolatorio. Provvede alla distribuzione del sangue, contribuendo al mantenimento di questa vita. Esso dispone di una pompa, il cuore, che manda alle cellule vita, insieme ai sentimenti di amore e gioia. Se si hanno difficoltà, chiedersi come sta il mio cuore e come stanno i miei sentimenti? L’apparato digerente. Elabora, digerisce ed elimina i

cibi. Ha una similitudine con le funzioni cerebrali, poiché la coscienza elabora e digerisce gli stimoli che pervengono dall’esterno. Quante volte si sente dire quella persona non la digerisco. L’apparato locomotore. La colonna vertebrale rende possibile il nostro portamento eretto. È lei che ci rende aperti e ricettivi, sicuri e agili, che ci da forza e flessibilità. Altrimenti, se saremo troppo rigidi ci sarà durezza, all’opposto ci sarà debolezza. La lombaggine può significare sovraccarico. Chi si carica sulle spalle pesi troppo grandi si appesantisce. Ogni dolore è dunque il conseguente risultato di un’azione aggressiva e chi ha dolori dovrebbe sempre chiedersi a chi, in realtà, è rivolta questa aggressività. Il dolore diviene quindi un sintomo, attraverso il quale possiamo

Riscopri chi sei ed esprimilo Nella società in cui viviamo la mente si è sostituita alla nostra vera natura: “NOI SIAMO CIÒ CHE SIAMO” Rimettiamo le cose al posto giusto! Questo seminario è dedicato alle persone che vogliono:

-

sciogliere i blocchi emotivi rinforzare la stima di sé far pace con il passato abbracciare la famiglia d’origine esprimere il proprio talento intessere nuove relazioni creare una rete di amicizie vere e profonde

comprendere la nostra difficoltà e superarla. Stimolare le persone a realizzarsi è il miglior modo per portarle verso la felicità. Riscopri chi sei ed

Il dolore obbliga alla cura. Ritengo tuttavia che la cosa migliore sarebbe intervenire prima, puntando sul miglioramento della qualità della vita.

esprimilo mira proprio a questo: stimolare e ampliare i nostri bisogni emotivi. L’affetto, la bellezza, la creatività, la fiducia, il senso di appartenenza e l’avere uno scopo. L’affetto è importante perché noi siamo al mondo per

Costo seminario

250,00 €

Chi si iscrive entro il 20 febbraio pagherà 200,00 € Sede seminario HOTEL BLAISE AND FRANCIS Via Butti 9 20158 Milano per info e iscrizioni

segreteria Anima tel. 02-72080619 fax. 02-80581864 e-mail: segreteria@animanews.it

SABATO E DOMENICA 17/18 MAGGIO 2008 10.00-18.30

Docente: Isabella Tavilla Conferenza gratuita presentazione del seminario Domenica 27 Aprile 2008 ore 16.00 Libreria Esoterica


23-33 convegno:Layout 1

31-01-2008

23:05

Pagina 25

25

amare ed essere amati, quindi è importante la soddisfazione dei rapporti in famiglia, col partner e con gli amici. La bellezza (da non confondersi con atteggiamenti narcisisti) nella vita di una persona è fondamentale, perché consente di scegliere quello che vi è di meglio e di più bello, - importanza alla qualità e non alla quantità, meglio naturale che artificiale-. Andare verso il bello e il buono è una scelta divina: Dio non è certamente racchio. Belli dentro e fuori, poiché il lavoro interiore porta alla vera bellezza della persona. La creatività è presente in tutti e consiste nell’ espressione dei propri talenti. Non esprimendoci compromettiamo la nostra vita emozionale. Essere creativi vuol dire essere aperti e attenti, significa creare e ricreare la propria vita, cercando sempre nuove soluzioni, per una trasformazione continua e

costante. La fiducia deriva dall’introiezione dell’amore dei genitori. La fiducia in se stessi è la capacità di esprimersi, di rivelarsi, di confidarsi a un’altra persona e all’ambiente senza temerne il giudizio. Si inizia con i genitori, poi con gli amici, coi colleghi e soprattutto col partner. Avere fiducia in se stessi e negli altri è soprattutto una scelta attiva: ogni persona decide di avere fiducia, con la propria volontà di imparare, di interagire e di rivelarsi. Un atteggiamento passivo e di chiusura invece, automaticamente induce negli altri mancanza di fiducia. Il senso di appartenenza è fondamentale. Il senso di solitudine imperante nella società occidentale deriva soprattutto dall’aver disgregato le comunità, ed ora le famiglie. Questo vuoto familiare e comunitario crea un vuoto interiore che spesso viene

riempito con cibo, alcol, psicofarmaci, droghe. È importante ritornare a sentirsi parte di qualcosa. Avere uno scopo e degli obiettivi accresce la voglia di vivere. È ugualmente positivo anche se si manca per poco l’obiettivo, almeno abbiamo tentato… e fondamentale è lavorare con impegno per raggiungerlo. Il sogno si trasforma in una realtà quando diventa una meta realistica: l’errore sta nel tutto subito, ché, anche se talvolta può avvenire, solitamente si procede un passo per volta: ogni giorno un piccolo, ulteriore avvicinamento . È bello avere il coraggio di ambire a mete importanti. Riscopri chi sei ed esprimilo getta semi importanti nel cuore delle persone. Sei pronto a raccoglierli?


23-33 convegno:Layout 1

31-01-2008

23:06

Pagina 26

26

*

Seminario

“GLI ANGELI FRA NOI”

SEMINARIO Domenica 25 Maggio 2008 dalle 10.00 alle 18.00 la Libreria Esoterica costo € 100,00

per conoscere, capire e contattare il Regno Angelico attraverso la MEDITAZIONE CREATIVA A cura di Giuditta Dembech

I

l Regno Angelico è vicinissimo al nostro, è in amorevole attesa che i nostri sguardi si rivolgano verso l’alto, per poterci comunicare Conoscenza e Saggezza. Ma ci sono alcune cose da conoscere e regole da seguire. Loro, essendo Puri Spiriti, non possono scendere più di tanto verso il nostro pesante regno della Materia. C’è un limite invalicabile, oltre il quale dobbiamo essere noi ad innalzarci. In questi anni, nel regno eterico è risuonata una particolare Nota, che chiede agli Angeli di riavvicinarsi il più possibile al Regno Umano per aiutarne la crescita e l’evoluzione. E’ un’opportunità che non dobbiamo perdere. C’è tutto un tendersi di mani per incontrarci a metà strada, dobbiamo iniziare un cammino di Luce dove Loro ci aspettano per istruirci, ma dobbiamo imparare a conoscerli ed a comunicare in semplicità e purezza d’animo, attraverso la meditazione. Una volta intrapreso questo

dialogo, inizieremo un cammino di Luce che aprirà cuore, mente e spirito verso il contatto con le energie Angeliche; socchiuderà alcune porte che poi rimarranno aperte, permettendo un dialogo semplice e duraturo con queste Creature. Il seminario, che ha incontrato un grandissimo successo in Italia e all'estero, è strutturato come un lungo viaggio in cui, attraverso la meditazione, un passo dopo l’altro, viene innalzata la vibrazione psicofisica di ciascun partecipante. S’inizia al mattino verso le 9,30, e la sera alle 17,30 non saremo più le stesse persone, saremo entrati in una dimensione splendente di forza e dolcezza. E' consigliato un abbigliamento estremamente comodo, con indumenti che non stringano creando disagio durante la meditazione. Per semplificare il lavoro e permettervi una più rapida espansione di coscienza, vi consiglio, prima del corso, la lettura del mio libro “Gli angeli fra noi” o il “Breviario degli Angeli”

Giuditta Dembech Giornalista e scrittrice, rappresenta da molti anni la punta di diamante della saggistica New Age italiana. Divulgatrice e narratrice semplice e coinvolgente, è un personaggio amatissimo dal grande pubblico. Una vita dedicata alla ricerca ed alla comunicazione l’ha portata a scrivere venti libri di grande successo. Attraverso centinaia di conferenze, articoli, seminari e trasmissioni ha toccato molte vite, innescando grandi cambiamenti.


23-33 convegno:Layout 1

31-01-2008

23:07

Pagina 27

MAGNESIO SUPREMO

naturalmente ANTISTRESS SI CONSIGLIA DI INTEGRARE LA DIETA CON IL MAGNESIO IN CASO DI:

L’esclusiva bevanda di MAGNESIO a rapido assorbimento e dal sapore gradevole.

• stress • stanchezza • nervosismo • sonno agitato • difficoltà ad addormentarsi • fragilità ossea • stitichezza • sindrome premestruale • crampi muscolari • tremori

U

n adeguato livello di magnesio può fare la differenza tra unorganismo stressato ed uno perfettamente rilassato. Il magnesio contrasta l’ansia e l’ira. I più esperti sanno già che senza magnesio non c’è energia né vita: è il minerale più importante per l’organismo e presiede ad oltre 325 reazioni biochimiche essenziali, regolando le funzioni di altri minerali importanti, quali sodio, potassio e calcio. La carenza di magnesio, accelerata dallo stress e da un’alimentazione povera di questo minerale, può contribuire a gravi disturbi dell’organismo, quali ansia, frequenti risvegli notturni, astenia, poca memoria, rigidità e crampi muscolari, lombalgia, tremori, cefalea, sindrome premestruale dolorosa, fragilità ossea, emicrania, dispnea, intestino irritabile, stipsi, dismenorrea, ritenzione idrica e ipertensione arteriosa da eccesso di sodio. Perciò l’adeguata assunzione di magnesio (200-500 mg al giorno) si affianca a sostegno del trattamento di queste problematiche, tenuto conto di poche controindicazioni: grave insufficienza renale, miastenia grave, bradicardia, ostruzione intestinale. Conviene assumere il magnesio sotto forma di bevanda, poiché è maggiormente biodisponibile. Tra le bevande, il MAGNESIO SUPREMO di Natural Point è sicuramente una delle più apprezzate, per la sua praticità ed efficacia.

Come agisce il magnesio in relazione agli altri minerali? Esso attiva un enzima che controlla l’equilibrio intercellulare fra sodio e potassio, e di conseguenza i livelli fisiologici di liquidi nei tessuti, favorendo l’attività e la produzione di energia delle cellule. Con il calcio viaggia “in tandem”. Per esempio, per l’osteoporosi, sia che sia assunto dai latticini, dagli ortaggi o dagli integratori, il calcio viene assorbito grazie alla presen-

Natural Point srl via Apelle 8 - 20128 Milano Tel. 02 27007247 www.naturalpoint.it

za del magnesio. Quindi quando c’è poco magnesio nel corpo, il calcio non è assorbito adeguatamente e non contrasta l’osteoporosi. Peggio ancora, viene a scarseggiare ulteriormente il magnesio e quindi si forma uno scompenso. Lo squilibrio calcio-magnesio può anche dare luogo ai calcoli e a ipercalcificazioni. Questa situazione si contrasta mantenendo sempre un adeguato livello di magnesio nel corpo. La carenza di magnesio è una delle principali cause della sensazione di eccessiva stanchezza. Gli eccessi d’irritabilità e di nervosismo, i cosiddetti “nervi a fior di pelle”, possono essere causati da difficoltà di trasmissione degli stimoli nervosi per carenza di magnesio. Esso è infatti essenziale per il buon funzionamento del sistema nervoso. Il magnesio rilassa i muscoli, il calcio li fa contrarre. Svegliarsi spesso durante il sonno, alzarsi duri e doloranti al mattino, essere tesi, contratti... Queste situazioni possono avere causa nello squilibrio tra magnesio e calcio. La bevanda di magnesio contribuisce a ristabilire il necessario equilibrio tra questi minerali. Come si arriva alla carenza di magnesio? Purtroppo è facile per chiunque scivolare in questa condizione, anche seguendo una dieta “ricca e varia”, a causa di: eccitanti come caffè, zuccheri semplici, diuretici, alcolici; dieta troppo ricca di calcio, di grassi, di proteine; fattori ormonali, particolarmente nella donna; tiroide poco funzionale. L’adeguata assunzione di magnesio parte dall’alimentazione, da una cosiddetta “dieta antistress”. Si preferiscano quindi i cibi ricchi di magnesio, come i cereali integrali, gli ortaggi verdi, i fagioli, la frutta secca, i crostacei, i molluschi e si bevano acque minerali ricche di magnesio. L’integrazione con la bevanda di MAGNESIO SUPREMO sarà sempre utile a prevenire e risolvere carenze prolungate e profonde.

... per una naturale distensione Reperibile nelle migliori erboristerie, negozi specializzati e farmacie.


23-33 convegno:Layout 1

1-02-2008

15:46

Pagina 28

28

*

Seminario

Kryon

A cura di Angelo Barillari e Nelly Renteros

"La porta di connessione multidimensionale”

L'obiettivo di questo seminario è di aiutare le persone a connettersi energeticamente con il proprio Essere di Luce Interiore, con l’energia della Terra e la sua griglia magnetica, con l’energia dell'Acqua e la sua griglia cristallina, così come con l’Energia di Kryon. In questo modo, si ottiene la connessione con tutti i piani dell’esistenza, umana, terrestre e angelica. Spiegazione del Seminario: - Canalizzazione di apertura di Kryon - Abitare lo spazio del cuore - Contatto con L’essere di Luce interiore - Meditazione interattiva con Nelly Renteros

Luareata in Psicologia, esperta in meditazione, rilassamento e regressione terapeutica, nell'ambito della applicazione clinica e Bioenergetica. Partecipò al Seminario di Medicina e Sciamanesimo Tibetano, ricevendo la Iniziazione del Buddha della Medicina. Inoltre ha la Maestria in Antropologia e nella tecnica dell’EMF Balancing. Fu incaricata di fare un lavoro,

l’essere di Luce Interiore - Respiro dell’Infinito - Viaggio all’interno della Terra - Utilizzo della griglia magnetica - Meditazione interattiva con la griglia magnetica - Respirazione cielo e terra - Viaggio all’interno dell’acqua - Utilizzo della griglia cristallina - Meditazione interattiva con la griglia cristallina - Respirazione Cristica - Percezione dell’Energia di Kryon - Meditazione interattiva con l’Energia di Kryon - Canalizzazione di chiusura di Kryon

che durò 7 anni consecutivi, di purificazione della catena Andina, percorrendo ogni anno il cammino degli Inca, per aprire il cammino all’energia di Kryon in Sudamerica. "Per te è importante avere le giuste cognizioni su quello che sono venuto a fare qui, poiché tu possa comprendere fino in fondo l'opera amorevole che tu ed io possiamo fare insieme per l'equilibrio della Terra, per il tuo equilibrio e per il bene dell'Universo”.

SEMINARIO Sabato e Domenica 16 e 17 febbraio 2008 Dalle 10 alle 19 presso La Corte Celeste Costo € 150,00 Angelo Barillari Dal 1980 si occupa di tematiche legate al settore della medicina e della conoscenza olistica delle persone. Oltre a svolgere da decenni, con successo, la sua attività di terapista olistico, tiene corsi per l'evoluzione individuale e collettiva delle persone, e conferenze sugli argomenti che sono oggetto della sua attività. Come terapeuta, applica il metodo della Terapia Vibrazionale di Baba Bedi, che integra, con l'utilizzo delle tecniche comunicative di Milton Erickson e di Bandler & Grindler. E' iscritto all'albo europeo della CEAPS (Camera Europea delle arti e delle professioni sanitarie non mediche, riconosciuta dalla CEE) come terapista e formatore. Collabora stabilmente con psicologi, psicoterapeuti e medici. Dal 15 maggio 2001 è canale in Italia di Kryon. Nella qualità di canale di Kryon, oltre alla conduzione dei suoi seminari, tiene canalizzazioni pubbliche e private con Kryon in ogni occasione in cui le persone desiderano ascoltare i suoi messaggi.


23-33 convegno:Layout 1

31-01-2008

23:08

Pagina 29

29

Charya Nritya Danze sacre Dall’antico Regno Himalayano del Nepal

A cura di Alessandra Campoli

Il contesto culturale Il gruppo tibeto-birmano dei Newar rappresenta la minoranza etnica autoctona della Valle di Kathmandu, che ha consentito la fioritura di una ricca e colta civiltà che, in epoca medievale, ha impresso un carattere distintivo e inconfondibile all’intero Nepal centrale. Costituendo l’etnia sovrana della Valle di Kathmandu sino alla seconda metà del XVIII secolo, i Newar svilupparono una forma religiosa dai tratti fortemente originali, essendo essa il risultato di un sincretismo tra l’Induismo di matrice indiana e il Buddhismo mahayana. Di entrambi i contesti, i Newar assorbirono e svilupparono soprattutto la dimensione tantrica, intimamente connessa con pratiche rituali a carattere magico incentrate sul culto di divinità appartenenti a questo specifico pantheon. La musica e la danza avevano entro questo contesto un significato di grande rilevanza. Mentre la prima era considerata essere un potente mezzo per entrare in contatto con le forze invisibili che governano il cosmo e per canalizzarne il potere, la seconda era impiegata come strumento per consentire a queste stesse forze di manifestarsi concretamente tra gli uomini nel corso di appropriate danze rituali e in virtù di una identificazione tra il danzatore e la divinità stessa. Scopo principale delle danze era infatti quello di evocare e accogliere all’interno del corpo del danzatore la presenza concreta della divinità a cui il rituale era indirizzato. Alessandra Campoli storica dell’arte e danzatrice, vive tra Roma e Kathmandu. Responsabile del progetto “Estetica della corporeità. Performance e religione in Himalaya”. Ha condotto missioni sul campo in Nepal, India, Pakistan e Laos, occupandosi di estetica della corporeità in ambito sciamanico e tantrico e di iconografia religiosa. Vivendo in Nepal si è dedicata allo studio della danza Charya, sotto la guida di Krishna Devi Maharjan e di Rameshwor Maharjan, due danzatori che per lignaggio hanno ricevuto gli insegnamenti delle danze.Tra le sue pubblicazioni: The Art of Janakpur: Ceremonial Paintings from the Ancient Kingdom of Mithila, La montagna divina. Iconografia e mito, Vajra Publications EvK2 Publications; Chintamani: il gioiello degli dei Rappresentazione e tradizione delle gemme nell’iconografia religiosa himalayana, in S. Macioce (a cura di),“Ori nell’arte”, Logart Press, Roma 2007.

Le origini divine Kathmandu si stende all’interno di un’ampia valle che anticamente avrebbe ospitato un lago abitato dalle entità di forma ofidica che presiedono al controllo delle acque (naga). Pellegrini ed eremiti illuminati, passando nella valle ne rimanevano affascinati e molti tra loro decidevano di stabilircisi. Uno di essi, dopo la meditazione, gettò dei semi benedetti nelle acque del lago che sbocciarono in un immenso fiore di loto dai mille petali. Dalla luce emanata dai petali magnificenti si innalzò un’altura nota ancor oggi come Swayambu, la collina autogeneratasi. Questo sacro luogo divenne sede eletta di molte divinità. Tra esse, Manjusri, il dio connesso con la saggezza civilizzatrice, decise di trasformare il lago in un luogo destinato ad accogliere gli esseri umani. Con la sua spada creò, allora, una fenditura tra le montagne in modo da far fluire le acque del lago. Diede poi forma alla civiltà, alla cultura, all’arte e alla religione dei saggi stanziati nella valle e fece edificare scuole monastiche destinate alla diffusione degli insegnamenti buddhisti e ad ospitare e accogliere i rituali religiosi. Qui vennero dati i primi insegnamenti iniziatici che diedero vita al lignaggio sacerdotale dei Vajracharya, gli officianti dei culti danzati a cui appartengono le danze charya. La scelta di uno specifico corredo sacro, ricco di riferimenti simbolici, la rappresentazione di appropriati mudra attribuiti alle divinità e l’esecuzione di prestabilite sequenze di danza, erano gli elementi cardine che uniti alla assoluta purezza interiore richiesta ai danzatori, avevano il potere di catalizzare la presenza del sacro e di propiziare l’epifania divina.


23-33 convegno:Layout 1

31-01-2008

23:08

Pagina 30

30

Eros

l’

per scoprire il linguaggio dell’Amore o del Narciso A cura di Nada Starcevic

L

’Amore o l’Eros è dalQuello che le le sue origini greche la rimane, fonte divina della vita, adesso, è la forza che unisce l’energia vitale, che diversamente ripartire diventerebbe distruttrice. dall’Amore, Essa ci porta alla compledall’Eros tezza, al benessere, all’illu“divino”: minazione dell’estasi. Solo coloro che vivono con sentiiniziare un mento e applicano una selepercorso in zione affettiva alle proprie cui essere se scelte, possono usufruire al stessa, meglio di questa forza creatrice. Interagendo con le concedendosi nostre richieste più intime e il diritto più autentiche, possiamo di dire “NO” scoprire la via maestra. Bisogna imparare a comprendere i codici del linguaggio del corpo e a integrare le forze coinvolte. In questo modo si accresce la consapevolezza di sé e la propria capacità creativa. Diversamente, ciò che ci rimane è un narcisismo dove ciascuno si auto-gratifica, e che indebolisce la capacità di relazione. Inoltre, il sistema immunitario funziona al meglio quando la parte affettiva porta in superficie le esigenze inconsce e istintuali. I nuovi studi sulla psicoimmunologia dimostrano che anche nelle malattie più gravi la base affettiva gioca un ruolo preponderante. Qui per “affettivo” si intende la conoscenza dei propri impulsi-desideri, e il dialogo consapevole con la propria parte cosciente. Visto che “Dio non gioca a dadi” e visto che la parte divina è già in noi, decidete se il vostro prossimo gioco sarà sincero o di nuovo pieno di trucchi. Pensate che il nucleo nel quale crescere la vita, l’ombelico del mondo, la pianta che lega la terra al cielo, l’amore, la generosità, la lungimiranza, è tutto racchiuso nel corpo. Eppure, quando nasciamo iniziamo a subire potature e la nostra piccola pian-

ta, che tramite il seme è legata alla matrice cosmica, non sa... nessuno ci pensa a dirglielo... quale meraviglioso segreto porta in sé. La società pensa a come imbrigliare questa pianta, piegarla alle esigenze della cultura che non considera i suoi talenti. Soprattutto le bambine vengono educate nelle occulte scuole per geisha dove si insegna loro a conoscere ciò che può piacere all’uomo. Ahimé, non l’uomo che sa, non uno che assomiglia al Padre, bensì il maschio di potere che cerca solo di appagare i propri istinti. Ed ecco l’inizio della fine, la separazione dall’eterno, il sacro femminino si piega, si copre, si spoglia, e la geisha-bambina si concede senza più riuscire


23-33 convegno:Layout 1

31-01-2008

23:08

Pagina 31

31

Nada Starcevic Laureata in filosofia della psicologia con una tesi su Sessualità fra natura e cultura, attualmente esercita professione di psicoterapeuta e sessuologa a Milano, dove risiede; è presidente della società pluridisciplinare di ricerca Biopsicologica nell'insorgenza dei tumori, di cui è socio fondatore; è socia del SIRF (Società Italiana di Ricerca Formazione in Sessuologia). Ha tradotto Montale, Foscolo Leopardi in serbo croato; ha pubblicato sulle pagine di scienza e medicina de Il Giornale di Indro Montanelli.

ad entrare in contatto con la propria parte magica. Quando scopre che l’unico potere di cui può disporre è quello di ottenere il dominio sulle debolezze maschili, allora gioca a rendersi desiderabile. Ma ciò, in sostanza, diviene un grosso danno anche per lei. In questo modo si indebolisce il sesto senso della donna, quella magia che potrebbe portarla a cambiare il mondo. Quello che le rimane, adesso, è ripartire dall’Amore, dall’Eros “divino”: iniziare un percorso in cui essere se stessa, concedendosi il diritto di dire “NO”, il sacrosanto diritto di potersi innestare e finalmente succhiare la linfa di quella pianta che ha radici profonde nella terra, ma che

allo stesso momento si lascia accarezzare dal vento. In questo modo si interromperebbe la catena della negatività, dell’anaffettività, della paura della “geisha”, insita profondamente nell’uomo; finalmente Eva troverebbe o (creerebbe) il compagno smarrito, in grado di accettare i “NO” e che godrebbe più in pieno dei “SÍ”. E solo così, per lui, sarebbe possibile riscoprire il gusto della propria virilità offuscata. Apprendendo qualcosa dal mito: Psiche-Anima incontra Eros-Amore, e inizia la scoperta del piacere dove il divino, l’anima e l’amore, si autoalimentano. Però Eros richiede un atto di fede. Nel mito, il dio dell’amore chiede a Psiche-Anima di non essere visto in volto. Così, Eros e Psiche si incontrano ogni notte, con profonda passione. Purtroppo un giorno Anima, istigata dalle sorelle invidiose, si confonde e rompe la promessa di fiducia chiesta dall’Amore, e decide di guardare in volto il suo amante. Qui il mito suggerisce una cosa molto importante, evidenzia che l’Anima può vedere solo con la sua parte intima e non con gli occhi, perché la vista – come anche tutti i cinque sensi – non basta per guardarsi dentro. Il mito suggerisce un “sesto senso”: Eros, che tocca l’anima, e si mette in relazione con l’altro in una dimensione diversa, cosmica. Solo così il microcosmo intuisce il rapporto con la parte trascendente, universale, macroscopica. Tradire la fiducia in una relazione, che senso ha? Immaginiamo una situazione, tra le più comuni oggi: i partner scambiano la sessualità, l’Eros-Amore, per una questione puramente fisica e meccanica dalla quale traggono una breve soddisfazione narcisistica e poi… dopo, si sentono più soli e vuoti di prima. Ecco, a questo punto tradire diventa solo un modo per cercare qualcosa che dia quella sensazione di eccitazione, e che deve essere costantemente rinnovata perché poco gratificante. In un altro caso, quando uno dei due inizia a percepire disagio nei confronti del compagno, inizia ad allontanarsi e a dissociarsi sempre di più da sé stesso. In realtà il corpo si aspetterebbe di instaurare una connessione che porti maggiore felicità, invece inizia a perdersi, e si svuota senza riuscire a capire il perché.


23-33 convegno:Layout 1

31-01-2008

23:09

Pagina 32

32

I benefici A cura di Paolo Lissoni

Sulla salute di una sessualita’ libera e spirituale

L

a creatività è presente in tutti e consiste nell’espressione dei propri talenti. Dire cosa sia il bene nella sessualità da un punto di vista medico, è una delle cose più difficili. L’assenza di criteri scientifici certi per stabilire cosa fosse bene o male per la salute sessuale, oltre ai principi generali igienistici, come quelli alimentari o dell’esercizio atletico, spingeva il singolo uomo di scienza ad elevare a verità scientifica la propria opinione, frutto a sua volta di pregiudizi morali indotti da condizionamenti storici e culturali. Nel caso della sessualità quindi, si rischia di cadere in due possibili errori estremi: da una parte quello di considerare la sessualità solo come un istinto pulsionale e destinata a restare tale per sempre, o all’opposto quello di considerare la sessualità nella sua condizione naturale

già di per se stessa un’esperienza spirituale, quando invece lo diventa solo per sua trasformazione ed opera di una nuova coscienza umana fondata sull’Amore. Fino a pochi anni fa, ed esattamente fino all’avvento della Psiconeuroendocrinoimmunologia (PNEI), la Scienza medica non sapeva pressoché nulla dei meccanismi psicochimici connessi alla percezione del piacere sessuale, conoscendo della sessualità solo i suoi aspetti genitalicoriproduttivi. Le conoscenze della PNEI, confermando l’illuminata intuizione di Freud, ha dimostrato l’esistenza di due fondamentali sistemi psicochimici cerebrali: quello oppiode (secernente molecole similoppioide) e quello pinealico endocannabinoide (secernente sostanze simili a quelle psicoattive della canapa

indiana). Il sistema oppioide è in rapporto alla vita inconscia, quindi allo stress, all’ansia, al dolore e alla depressione, in definitiva alla infelicità, ed ha effetti immunodepressivi, in particolare nei confronti dell’immunità anti cancro. All’opposto il sistema cannabinergico è in rapporto alla percezione del piacere e dell’espansione della coscienza spirituale, quindi con la felicità ed ha effetti immunostimolanti. Una prima verità è quindi quella per cui la repressione del piacere comporta inevitabilmente un blocco dell’espansione della coscienza, essendo i due processi mediati da una medesima psicochimica. Una seconda verità medica è quella che il piacere amplifica la potenza immunitaria, aumentando la naturale resistenza contro l’insorgenza e la diffusione di un tumore, mentre all’opposto il prevalere


23-33 convegno:Layout 1

31-01-2008

23:09

Pagina 33

33

i medici nell’essere umano della dimensione inconscia, sia che si manifesti come ansia, stress o depressione, predispone all’insorgenza di un cancro, deprimendo la risposta immunitaria. Altro organo fondamentale nel regolare la vita sessuale è la Ghiandola Coccigea, un chemocettore posto alla base della colonna vertebrale, come equivalente fisico della sede energetica della Kundalini, quale sorgente della forza sessuale, la cui stimolazione porta pure ad una stimolazione del sistema immunitario, mentre la ridotta funzione di questa ghiandola induce uno stato di immunodepressione. La stimolazione della Ghiandola Coccigea può avvenire anche durante il rapporto anale, il cui piacere è pertanto semplicemente dovuto alla stimolazione della stessa e non alla penetrazione anale in sé. A sua volta il modo Paolo Lissoni Medico-chirurgo, specializzato in endocrinologia, oncologia medica e medicina interna. Sta per conseguire la seconda laurea in Teologia. Dirigente e Responsabile di Attività

di concepire la sessualità come significato rispetto al senso generale dell’identità dell’essere umano, dipende dalla concezione stessa che si ha dell’essere umano, cioè dal tipo di antropologia considerata. I vecchi modelli dualistici sia greco sia romano, che concepivano rispettivamente l’essere umano come una dualità di carne-spirito o di corpo-mente, non consentono di interpretare la sessualità nel suo vero senso, comprensibile solo concependo l’essere umano come l’unità di una trinità, costituita da corpo fisico, psiche e spirito, ove il mondo psichico ha proprio nella sessualità la sua matrice originaria. Analogamente alla struttura trinitaria dell’uomo esisteranno pertanto non due, ma tre livelli nel modo di concepire la sessualità, quale fatto fisico, psichico e spirituale, ragion per cui la

Specialistica per l’Oncologia presso l’Ospedale San Gerardo di Monza. Direttore e docente di psiconeuroendocrinologia clinica all’Università Ambrosiana di Milano. È stato docente presso la Scuola di Chemioterapia e di Oncologia presso l’Università di Statale di Milano. Ha condotto ricerche sperimentali e cliniche

sessualità verrà a configurarsi non più solo come un fatto fisico o psichico affettivo, bensì come un vero e proprio stato della coscienza, il solo in grado di conciliare armonicamente fra loro la dimensione inconscia con quella spirituale dell’autocoscienza e dell’Amore (poiché spirituale significa solo Amore ed autocoscienza). Ne consegue che finché l’umanità non imparerà a distinguere fra loro la psiche (o anima) dallo Spirito, non potrà essere possibile nessuna vera comprensione della sessualità, la quale continuerà pertanto a venire relegata alla sfera privata, quale piacere privato, ma non tale da coinvolgere nella sua essenza ultima spirituale il singolo individuo, ne tanto meno di trasformare il mondo in un mondo d’Amore.

per oltre 20 anni nel campo della Psiconeuroimmunologia con oltre 600 pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali, apportando un contributo determinante a livello internazionale in particolare sulla fisiologia della ghiandola pineale. Nel 2004 ha ottenuto un prestigioso riconoscimento

dal National Cancer Institute di Washington per i suoi studi sulla ghiandola pineale. Autore di numerosi libri tra i quali “Teologia della Scienza” - “La psicologia nelle malattie tumorali”“Principi di psicoendocrinoimmunologia clinica” – “Il Corano” e numerosi altri.


34-37:Layout 1

31-01-2008

23:24

Pagina 34

34

l'uomo alla

conquista della sua

vita

di Giuliano Guerra

Tratto dalle Prime bozze del volume di prossima stampa a cura di Anima Edizioni dal titolo "L'uomo alla conquista della sua vita - Corpo-Mente e Anima-Spirito in sincronicità evolutiva"

... Con la nascita iniziano le varie tappe dell'evoluzione dello psichismo umano o mente. Seguendo il classico modello psicanalitico freudiano si dà il nome di stadio orale alla fase di organizzazione libidica che va dalla nascita allo svezzamento. Il neonato nei primi tre mesi di vita è completamente in uno stato di indifferenziazione quasi di confusione fra se stesso e gli altri. Via via percepisce sensazioni vaghe nel proprio corpo, come realtà distinta dal mondo esterno “il neonato è interamente polarizzato sugli alimenti, su ciò che inghiotte ed è sempre teso alla ricerca della soddisfazione dei bisogni orali […]” (R. Rossini). Verso il secondo-terzo mese inizia a sorridere al volto della madre. A lei si rivolge per appagare istintivamente il bisogno di nutrimento […]. E' un bisogno anaclitico, totalizzante di accudimento. A poco a poco da un primitivo indifferenziato rapporto, si sostituisce una relazione madre-figlio che può accogliere le richieste istintive del bambino e quindi trasmettere, per l'Io rudimentale in sviluppo, sentimenti di sicurezza e di autostima o viceversa angosce e frustrazioni. Questa comunicazione […] è la base su cui l'uomo, diventato adulto, sarà in grado di costruire adeguate relazioni sociali e di evitare gravi anomalie nel comportamento o psicopatologie. In questo stadio orale dove per zona “bocca” si intende sia tutto il complesso respiratorio-digestivo e gli organi della fonazione sia le strutture sensoriali in egual misura, compreso il tatto e la pelle, l'oggetto originario

del desiderio psicosessuale del lattante è il seno materno o il suo sostituto. Non mancano già in questa fase precoci nuclei conflittuali: nascono pulsioni sadiche, legate alla tendenza a mordere, ad incorporare distruggendo l'oggetto, che contrastano con il profondo desiderio di unione libidica con la madre. “La modalità con cui la pulsione aggressiva a mordere viene recepita dall'oggetto d'amore (permessa, proibita, tollerata a determinate condizioni ecc...) è della massima importanza” (J. Bergeret) per integrare in un armonico sviluppo dell'Io gli inevitabili conflitti di odio e di amore della vita adulta. […] Di fronte all'innata polarità degli istinti, libido da un lato o istinto di vita, aggressività dall'altro o istinto di morte, l'Io immaturo del bambino sperimenta sia stati di ideale intimità e completa gratificazione sia stati di ansietà. Questa condizione emotiva lo porta a sviluppare fantasie incoscienti che proietta al di fuori di sé, essenzialmente sul seno della madre che rappresenta il centro del mondo esterno. Il seno diviene così per il bambino da un lato cattivo e minaccioso, buono e gratificante dall'altro. Questo periodo di ambiguità […] si supera verso il sesto mese di vita entrando nella cosiddetta posizione depressiva. L'Io matura, cessa di scindersi e incomincia a riconoscere la madre nella sua totalità e con essa si pone in relazione. Sviluppa i primi sensi di colpa per aver desiderato distruggere il seno […] e cerca di rimediare, modificando a poco a poco la sua percezione della realtà. La riparazione


34-37:Layout 1

31-01-2008

23:24

Pagina 35

35

coincide nell'acquisire la capacità di amare e rispettare le persone come esseri individuali e diversi da sé stesso. Questo conflitto di idealizzazione e persecutorio del seno materno, questa posizione schizoparanoide e depressiva non viene mai completamente elaborata e come altri conflitti rimangono presenti in profondità nel nostro psichismo. Inevitabilmente tendono a riaffiorare nell'età successive in coincidenza con fasi di vita in cui si presentano esperienze e situazioni particolarmente cariche di emotività […]. Ansietà persecutorie, tendenze all'idealizzazione, ambiguità d'odio e d'amore, sensi di colpa, impulsi distruttivi, sentimenti di perdita e desideri di riparazione ecc. sono pertanto componenti fisiologiche nella nostra mente; vengono, in condizioni di normalità psichica controllate, gestite e trasformate dalla nostra coscienza. Un altro conflitto è legato all'attaccamentodistacco dal seno e al processo di svezzamento che può essere vissuto in modo traumatico se proposto […] senza un intelligente interruzione gestita con gentilezza e tenerezza. “Trauma o no, lo svezzamento lascia nella psiche umana la traccia permanente della relazione primordiale alla quale esso mette fine. […] Nel corso del secondo e terzo anno le facoltà di camminare, parlare, pensare, controllare i propri sfinteri, ecc... si sviluppano e offrono al bambino, in maniera progressiva, un’indipendenza relativa ma già reale. Un momento importante si ha verso il quindicesimo mese di vita quando il bambino diventa capace di dire “no”; ciò significa che si è raggiunta una più netta differenziazione tra la coscienza di sé e la coscienza dell'altro. Nello stadio sadico anale, che si esaurisce grosso Giuliano Guerra Psichiatra e psicoterapeuta, già presidente dell’istituto di Ipnosi Clinica e Psicoterapia “H.Bernheim” di Verona e docente della scuola di psicoterapia S.P.P.I.E. Ricercatore sui temi attinentialla psicologia ed alla psichiatria spirituale attua, come libero professionista, tecniche ed interventi attivi sul piano dell’anima. Giuliano Guerra e Rino Capitanata da tempo sono impegnati a sperimentare con evidenti positività cliniche, in vari ospedali italiani, l'utilizzo di parole e musiche per risvegliare il processo di guarigione e migliorare la sintomatologia in pazienti affetti, in particolare, da patologie di pertinenza della cardiologia, della neurologia e della psichiatria.

modo nel terzo-quarto anno, l'atto della defecazione ed il controllo sfinterico rappresentano la caratteristica psichica dominante. La definizione di aspetto sadico è in rapporto sia all'atto stesso dell'espulsione delle feci, considerate come oggetti che vengono distrutti, sia al fatto che l'espulsione delle feci può essere utilizzata dal bambino come sfida verso i suoi genitori che vogliono insegnarli la pulizia […]. Trattenere le feci e le urine, e al tempo stesso la loro evacuazione, portano al bambino del piacere. Nell'alternanza di fasi espulsive e di fasi ritentive il piacere si sposta anche sulla ritenzione. E' questa una scoperta del piacere autoerotico masochistico, inteso pertanto come una componente normale della sessualità. […] Nella fase anale il mondo affettivo è caratterizzato da sentimenti opposti che oscillano dall'euforia all'angoscia: euforia per le autonomie motorie che acquisisce, per la scoperta dello spazio a cui accede, per il mondo di fantasie magiche che gli si schiude; angoscia per le frustrazioni che riceve dagli adulti, per l'indeterminatezza del mondo che sta scoprendo, per la disciplina che gli viene imposta. Ancora una volta si presenta un conflitto di aggressività verso la madre, per le sue continue interferenze nella libera espressione delle pulsioni del bambino, e di amore per le gratificazioni affettive […] che continuamente gli trasmette. Il piacere di controllare gli sfinteri, lo sfogo aggressivo su giocattoli e sugli oggetti che rompe […] via via si trasformano e divengono attaccamento agli oggetti, ai vestiti, controllo delle proprie cose, appropriandosi o respingendo gli oggetti. “Perciò se lo stadio anale viene bene vissuto e i conflitti ad esso inerenti superarti, il bambino raggiunge una sensazione di fermezza nelle proprie forze, di fierezza, di autonomia” (E. Erikson). […] “Evolvendo dagli stadi precedenti, dopo il terzo anno, […] lo stadio fallico instaura una relativa unificazione delle pulsioni parziali sotto un certo primato degli organi genitali. Ma non si tratta ancora di una vera genitalizzazione della libido. […] e il bambino non prende in questo momento coscienza di una differenziazione sessuale. Ma al contrario, soltanto l'organo anatomico maschile, il pene, vale in quanto esistente sia per il bambino che ne è dotato sia per la bambina che non l'ha” (J. Bergeret). Lo stadio fallico è la scoperta della realtà anatomica del pene che porta il bambino a porsi domande sull'esistenza e non esistenza del pene, su come nascono i bambini,


34-37:Layout 1

1-02-2008

16:01

Pagina 36

36

sulla gravidanza... è la fase della masturbazione primaria legata all'eccitazione naturale della minzione, alle attenzioni che riceve durante l'accudimento, o ai giochi naturali infantili. In questa fase il pene non è ancora percepito come un organo genitale ma come un organo di potenza, di completezza. Per questo si parla di stadio fallico intendendo per “fallo” la fantasia secondo la quale il possesso del pene procura e significa completezza e potenza. Anche in questa fase non mancano conflitti fisiologici: sia angosce di castrazione legate alla constatazione dell'assenza del pene per la bambina, fantasie di acquisirlo, angosce di perderlo per il bambino... sia difese fisiologiche come ad esempio il desiderio di avere un bambino per la femminuccia; desiderio che sostituirà il desiderio di avere un pene e la porta a scegliere il padre come oggetto d'amore, abbandonando il primo oggetto libidico, la madre. E' una fase molto importante per l'identificazione dell'Io e per le prime relazioni oggettuali con entrambi i genitori. In questa fase inoltre si scopre tutto il mondo misterioso della realtà esterna. L'Io si consolida, il bambino diventa cosciente del proprio sesso e di quello dei genitori.

[…] è fisiologico che il bambino avverta un’attrazione per il genitore del sesso opposto associata contemporaneamente ad una specifica avversione per il genitore dello stesso sesso. Si tratta di desideri di intimità di intenso contatto affettivo più che di connotazioni sessuali. Il sentimento di aggressività nei riguardi del genitore dello stesso sesso comporta sensi di colpa, timori di ripercussione, e angosce di castrazione. Il maschio elabora tali sentimenti attraverso il processo di identificazione con il padre e la rinuncia al possesso della madre. Per la bambina il superamento del complesso edipico è più complicato in quanto si rivolge al padre inconsciamente per “ottenere dal padre ciò che la madre le ha rifiutato”, ed è delusa del comportamento della madre che inconsciamente accusa del fatto di non possedere il pene provando per la stessa anche sensi di colpa e gelosie. […] L'Edipo rappresenta il punto nodale attorno al quale si ordinano le relazioni che strutturano la famiglia umana e l'adattamento sociale. Con l'elaborazione dell'Edipo si accede alla scoperta della genitalità ed ai rapporti oggettuali esterni […].

L’Associazione di Ricerche Parapsichiche e Bioenergetiche promuove il

° 14

Convegno Internazionale di Ricerche Parapsichiche e Bioenergetiche in Bellaria (Rimini)

3, 4, 5 e 6 Aprile 2008 IL MISTERO DELL’ESISTENZA UMANA DALLA MENTE ALL’INTERIORITÀ Centro Congressi Europeo – Bellaria (Rimini) La quota di iscrizione individuale è di € 60 per tutti e quattro giorni

Per informazioni: Tel. 080-5421223 , 080-5530698, 080-5211274 e-mail: mtrizio@gmail.com nicola.trizio@katamail.co m par.ass@libero.it


34-37:Layout 1

31-01-2008

23:24

Pagina 37

37

Theta Healing:

Guarire è possibile grazie al DNA I

l Theta Healing è una straordinaria tecnica di guarigione olistica, ricevuta e portata alla luce dall’americana Vianna Stibal, medico intuitivo e naturopata. Nel 1995 Vianna dovette affrontare il periodo più difficile della sua vita, dato che le fu diagnosticato un cancro incurabile. Decisa a guarire, la Stibal cominciò a mettere in pratica con ostinazione tutte le sue conoscenze di medicina alternativa, fino a quando, durante una profonda meditazione, le fu mostrato chiaramente come curare in un istante la sua malattia. Vianna identificò un processo curativo basato su un particolare stato meditativo grazie al quale è possibile abbassare la velocità delle onde celebrali a 4-7 cicli al secondo (frequenza delle onde theta), mantenendo allo stesso tempo uno stato di veglia. Nello stato delle onde theta, è possibile connettersi con la Forza Creatrice ed operare delle guarigioni. Il Theta Healing attiva un rapido processo di

guarigione fisica, emotiva e spirituale, agendo direttamente sul DNA. La tecnica di Vianna oggi è insegnata in tutto il mondo e ha generato moltissime guarigioni. In Italia, esistono diversi centri che ospitano i seminari di Vianna e nei quali vengono formati gli insegnanti. Uno di questi è il centro Eventi 19. Al giorno d’oggi, lo stress e la frenesia del mondo in cui viviamo, ci allontanano da noi stessi e dall’ambito familiare. Eventi 19 nasce da un’idea imprenditoriale innovativa che intende restituire attenzione alla persona ed alla famiglia: per questo motivo, mette a disposizione i suoi servizi in diversi e molteplici settori, organizzando eventi grandi e piccoli, siano essi un matrimonio o un percorso di crescita personale.

L

a presentazione dei prossimi seminari dedicati al Theta Healing si terrà Giovedì 28 Febbraio 2008 alle 21 presso la sede di Rozzano ingresso gratuito. I seminari in programma, si svolgeranno come segue: 28-29-30 Marzo 2008: DNA2 Base 20 Aprile 2008: Theta Healing per un tema specifico Problemi di coppia Durante il seminario DNA2 Base verrà mostrato come individuare le convinzioni depotenzianti, come cambiarle, come attivare i dodici filamenti del DNA (DNA fantasma), come vedere intuitivamente all’interno del corpo di una persona e molto altro ancora. Il seminario è articolato in tre giornate per permettere, attraverso vari esercizi pratici, di padroneggiare la tecnica a livello base. Per ulteriori informazioni sui seminari potete contattare l’organizzatore su info@eventi19.com o al numero 0252800631.

L’unico organizzatore di Eventi

dedicato alla famiglia.

Matrimoni Theta Healing

Corsi per il tempo libero Improvvisazione Teatrale Hata Yoga

Via Ugo Foscolo, 5 Ponte Sesto di Rozzano (MI) Telefono +39 02.52800631 Cellulare +39 393.9393289 - Fax +39 02.57514950 - e mail: info@eventi19.com - www.eventi19.com


38-48:Layout 1

31-01-2008

23:27

Pagina 38

38

Le Energie Sottili e la Tecnologia ®

Cleanergy di Franco Squeri

“Reich aveva scoperto come pompare energia sottile, Rae come memorizzarla una volta per tutte e Sheldrake aveva aperto il campo ad un numero davvero impressionante di nuovi obiettivi. Purtroppo le cose non furono né semplici né facili. Occorsero anni prima di trovare il giusto equilibrio tra un numero davvero grande di fattori e un numero imprecisato di prove, esperimenti e tanti, tanti fallimenti. Un bel giorno, però, mi trovai tra le mani uno strumento in grado di trasmutare, di equilibrare, di proiettare sul target una bella quantità di energia, che fosse semplice, maneggevole e quasi indistruttibile. Lo chiamai Cleanergy, dalla fusione di Clean e Energy, cioè energia pulita”. Da: Le Energie Sottili e la Terapia Energo-Vibrazionale di R. Zamperini

C

on Energie Sottili s’intende quella gamma d'energie che, benché non ancora riconosciute dalla scienza, hanno un effetto, positivo o negativo, sugli organismi viventi.. Nonostante non esistano strumenti di rilevazione diretta, se ne dimostra l’esistenza sulla base dei loro effetti, tramite test Kiniesiologici e strumenti bioelettronici di rilevazione. E’ invece possibile percepirle direttamente tramite le mani (palming) o la Radiestesia e suoi derivati. R. Zamperini scoprì che esistono vari livelli di coerenza delle energie sottili: un’energia è tanto più coerente quanto più è costituita da vibrazioni con la stessa frequenza. Il livello di coerenza zero corrisponde alla congestione (energia sporca). Lo studio degli ordini di coerenza portò alla scoperta del principio di trasmutazione e alla nascita del Cleanergy®: l’unico strumento ad

Franco Squeri, Esperto di Terapia Energo-Vibrazionele, è promotore della Tecnologia Cleanergy sviluppata dal CRESS (Centro Ricerche Energie e Sistemi Sottili) di R. Zamperini. E’ inoltre operatore PEAT e Distributore della F.L.P. - leader mondiale per l’Aloe Vera.

energia sottile in grado di trasmutare le energie “sporche” in energie pure e benefiche! E’ maneggevole, non ha bisogno di alimentazione, non si scarica e non si congestiona! La Tecnologia Cleanergy® ha numerose applicazioni: - protezione e decontaminazione energetica ambientale (domoterapia); - protezione per operatori di apparecchiature bioelettroniche; - pulizia e attivazione energetica di oggetti, acqua, cibi e prodotti terapeutici; - utilizzo in sinergia con altre terapie; - utilizzo nella TEV terapia Energo-Vibrazionale - prodotti Phytoenergia: lineari gemmoderivati energizzati.

Il Cleanergy®

è l’unico trasmutatore di Energie Sottili

Il Cleanergy® è in grado di trasformare le energie sporche in energie pure e benefiche! La Tecnologia Cleanergy® frutto delle ricerche di R. Zamperini

si prende cura degli ambienti, dell’acqua potabile e dell’intero sistema energetico umano, con un’intera gamma di strumenti e prodotti energizzati.

Scoprite

la Tecnologia Cleanergy® su www.aloeshop.it Info: infocress@aloeshop.it Tel/fax 02.6686055 Franco Squeri promotore CRESS Centro Ricerche Energie e Sistemi Sottili Disponibilità perpresentazioni


38-48:Layout 1

31-01-2008

23:27

Pagina 39

39

la

Coppia:

nuova famiglia di Giuseppe Clemente

I

l rapporto di coppia fa parte della vita di ciascuno. Nelle favole come nella realtà l’amore e l’unione con una persona dell’altro sesso sono una parte centrale dell’esistenza. Anche quando si è in un momento della vita in cui si è single e non si condivide il rapporto di coppia con qualcuno, la sensazione di qualcosa che manca, per propria scelta o per caso, accompagna le giornate e le azioni. Ma spesso i rapporti di coppia non sono vissuti serenamente e pienamente, oppure capita che in una relazione cominciata con amore ed entusiasmo non si vada più d’accordo per futili motivi. Oppure ancora una persona si rende conto che mette in atto gli stessi meccanismi che portano alla rottura di un rapporto con persone diverse, non riuscendo mai a stabilire una relazione profonda, appagante e duratura. Cerchiamo, allora, di capire da dove nascono i problemi e come con l’aiuto del lavoro delle Costellazioni familiari si può provare a superarli. Il rapporto tra due persone parte da ciascuno dei due individui e comprende anche un difficile equilibrio tra il dare e l’avere, tra il maschile e il

Giuseppe Clemente

femminile. Per ciascun componente della coppia, il comportamento all’interno di una relazione segue l’accettazione di sè, la maturità e il rispetto della propria parte maschile, se uomo, o femminile se donna. Il lavoro delle Costellazioni può partire dalla rappresentazione della nuova famiglia costituita dalla coppia, o della sola coppia, oppure ancora dalla rappresentazione della propria famiglia di origine. Perché in ogni caso, in ciascuna di queste costellazioni, per far emergere i problemi profondi si dovrà tornare alla formazione del maschile e del femminile, della identità di ciascun componente la coppia: dunque al padre e alla madre. Nella rappresentazione quindi ci saranno i nuovi e i vecchi componenti. Poiché la formazione di una nuova coppia equilibrata può avvenire solo se i singoli rispettano i propri genitori, questo può accadere quando entrambi hanno accettato le proprie origini per poi lasciarle alle spalle. L’uomo e la donna che si trovano e instaurano un nuovo rapporto devono lasciare la casa paterna prima di andare in una nuova casa. L’ideale sareb-

Costellazioni Familiari e Coaching

Costellazioni Familiari di Gruppo e Individuali • Superare i conflitti in ambito personale e professionale • Fare chiarezza nella vita affettiva • Portare a compimento progetti e obiettivi

• Migliorare la relazione col partner e i figli • Stabilizzare la vita affettiva • Modificare comportamenti limitanti e ripetitivi

Per un lavoro più approfondito Giuseppe Clemente offre cicli di incontri individuali Tel. 393 9774343 - info@giuseppeclemente.com www.giuseppeclemente.com


38-48:Layout 1

31-01-2008

23:27

Pagina 40

40

Giuseppe Clemente Laureato in Scienze Politiche, Counselor a indirizzo relazionale basato su tecniche psico-corporee (iscritto albo FAIP), ha un Master in Programmazione Neuro Linguistica, una formazione in Ipnosi Eriksoniana, in Coaching, in Costellazioni Familiari e Organizzative. Attualmente si occupa di Costellazioni Familiari e Organizzative, di Life e Business Coaching, in gruppo e individuale.

be che la separazione “psicologica” dai genitori fosse completa, ma questo avviene solo se il giovane la accetta nel profondo e ne diventa consapevole. Quello che dovrebbe avvenire è il distacco dalla vecchia casa, che rimane però nel profondo di ciascuno. Non è una fuga, non è un rifiuto, ma un naturale processo di crescita da un rapporto di amore ad un altro. I due rapporti hanno però una struttura diversa: il rapporto tra genitori e figli è un legame tra persone che si trovano a

livello diverso, ovvero i genitori sono adulti e i figli bambini. I figli devono poter volgere lo sguardo verso qualcuno che è più grande di loro. Per questo non è corretto che genitori e figli siano ‘amici’, o che, come può talvolta capitare, siano i genitori ad appoggiarsi ai figli. Se succede e laddove succede i figli divenuti adulti avranno problemi ad instaurare rapporti di coppia, un legame che deve però essere tra due persone allo stesso livello. Nella rappresentazione delle Costellazioni si possono riordinare questi legami e le gerarchie dei rapporti tra genitori e figli. Così da stabilire i presupposti per un nuovo legame tra uomo e donna, un rapporto questa volta tra persone di pari grado, anche se diverse nella sostanza. Ed è proprio la diversità tra i due sessi che andrà a costituire la base della coppia, perché entrambi si completano a vicenda. La donna può dare all’uomo la sua parte femminile e l’uomo offrire alla donna la sua parte maschile.

Non perdete la nuova serie:

Don Giuseppe, “inviato speciale” Risposte di vita DA GENNAIO

Ogni mese nelle edicole e presso la Libreria Esoterica di Milano

64 pagine

IL GIORNALE DEI

illustrate € 4,00

mensile dell’insolito

Fenomeni di pre-morte, telepatia, alchimia, esoterismo, messaggi dei Maestri, misteri dell’universo, segreti della storia, fantascienza, presenze aliene, guaritori W W W. I L G I O R N A L E D E I M I S T E R I . I T ILGIORNALEDEIMISTERI@VIRGILIO.IT


38-48:Layout 1

31-01-2008

23:27

Pagina 41

41

Channeling angeli, entità o sé interiori? di Silvana Borile

Silvana Borile, www.silvanaborile.it Counselor Voice Dialogue. Iscritta al Registro Nazionale dei Counselors F.A.I.P. Membro dell’Associazione Voice Dialogue Italia.Docente nell’incontro di formazione e aggiornamento “La comunicazione seduttiva” nel Counseling e nella Formazione all’Università di Arezzo. Personal Coach e Group Coach nelle aziende. Iscritta all’Ordine dei Giornalisti Pubblicisti. Autrice del libro Pilotare e interpretare i sogni, ha pubblicato numerosi articoli e condotto conferenze e convegni in Italia e all’estero. Ha partecipato a numerose trasmissioni televisive e radiofoniche.

I

l Channeling (canalizzazione) è l’incontro con le guide spirituali. Queste guide – angeli o entità – sono perlopiù ritenute esseri al di fuori di noi, che ci contattano e si esprimono attraverso un channeler, il canale, il mezzo. Un tempo veniva definito medium: questi cadeva in trance e attraverso lui comunicava lo spirito guida. I moderni medium non vanno in trance, ma entrano in uno stato di ricettività meditativa. Nella mia esperienza di channeler e counselor Voice Dialogue, ho verificato che molto spesso non si tratta di angeli o entità, ossia altri esseri, ma aspetti nostri interiori, con un elevato stato di coscienza e un bellissimo campo energetico, che avvolge e permea sia il channeler sia la persona che consulta. Dentro ognuno di noi ci sono molte energie spirituali, ossia molti sé che sono in grado di condurre, da una posizione privilegiata, la nostra vita: una visione ampia, dall’alto, come

trovarsi su un elicottero ed essere in grado di vedere cosa avviene in ambo i lati di un monte e prevedere cosa potrebbe accadere. Questi sé spirituali hanno una visione intuitiva e veggente. Nel mio caso, essendo anche pranoterapeuta, le mie guide fanno un check-up interiore che segnala quali sono i blocchi che impediscono di raggiungere i propri obiettivi. Questi sé spirituali sono presenti in ognuno, ma in genere sono occultati: con il Voice Dialogue (Dialogo delle Voci) possono rivelarsi e diventare un prezioso patrimonio e una fonte di intuizione e conoscenza. Attraverso il contatto con questi sé, spirituali e intuitivi si potranno avere risposte importanti e un aiuto speciale per molti aspetti della propria vita. Le energie spirituali sono energie reali, ed hanno la capacità di veicolare grande bellezza e significato dell’esistenza.


38-48:Layout 1

31-01-2008

23:27

Pagina 42

42

A

modo tuo

A cura di Gabriella Campioni

I

n giro per il mondo sta dilagando un fenomeno innescato da The Secret (“Il Segreto”), un filmato per ora in inglese, e da What the Bleep do we know (“Che cosa caspita ne sappiamo”), un filmato e vari libri, uno dei quali in italiano edito da Macro. L’argomento, trattato in modi complementari, è il potere di attrazione della mente: un tema non certo nuovo, ma la crescente fortuna di entrambi mi fa sospettare che sia il momento di approfondirlo e utilizzarlo davvero. La mentalità corrente è per lo più centrata sul problema, su ciò che non va, sull’“andare contro”: lo vediamo nella politica, nella medicina, nella Legge, nella vita quotidiana. È un trend che contagia anche chi sa bene che ciò che semplicemente occupa la nostra mente, anche se non ci piace, tende a realizzarsi: se così non fosse non leggeremmo tanto avidamente le varie profezie che circolano né daremmo tanta attenzione ai misfatti. Spesso si sente dire: che cosa ci posso fare io? È colpa del governo, del sistema, della società, della mia infanzia... Il

risultato è che ricaschiamo più e più volte nelle stesse situazioni o viviamo come burattini azionati da chissà chi, dimenticando che la società – il mondo – siamo noi e che noi soli abbiamo la responsabilità/potere di cambiare le cose. Ognuno di noi ormai dovrebbe conoscere bene l’effetto centesima scimmia. E tutto sembra gridare che è sempre più urgente. Come mio piccolo contributo, ho preparato un corso intitolato “A modo tuo”. Gli obiettivi sono studiare come funziona la nostra mente e acquisire una mentalità centrata sulla soluzione, grazie al potere di attrazione, sia per noi stessi sia per il pianeta, unendoci ai milioni di persone che già si impegnano in questo senso. Per fare “palestra”, lavoriamo alla realizzazione di un desiderio, che ognuno sceglie

per sé (relazioni, abbondanza, lavoro…), e creiamo un gruppo che ci faccia sperimentare il potere dell’unirsi. Perché il tutto non finisca in un cassetto, come accade per molti seminari, e per conoscere sempre meglio la nostra mente, dopo un primo seminario (8-9 febbraio 2008) sono previsti incontri periodici e altri seminari, il cui numero e la cui cadenza sono scelti dal gruppo stesso, “a modo suo”. “Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere occhi nuovi,” è stato detto. L’ambiziosa scommessa di questo corso è trovare vari strumenti perché ognuno possa iniziare il viaggio da se stesso, dalla propria stessa mente, per vivere sempre più “a modo suo” assumendosi la responsabilità, e quindi il potere, di ciò che accade. Il mondo ha bisogno della nostra originalità.

Gabriella Campioni Si occupa di psicodinamica dal 1981, master in diversi tipi di Reiki; studia l'alchimia spirituale e terapeutica e vari temi legati al simbolo e al mito con particolare riguardo, negli ultimi tempi, alla Dea Madre e ai Cavalieri di Artù. Traduce e scrive libri e articoli.

8-10 Marzo Mondi alchemici 1, conduce Louis Cayla 14-16 Marzo Trama alchemica® 1, conduce Louis Cayla 19-20 Aprile “A modo tuo”, I° seminario condotto da Gabriella Campioni Conferenza di presentazione del seminario 11/04


38-48:Layout 1

31-01-2008

23:27

Pagina 43

43

Oroscopo

2008 A cura di Deborah Bellotti

Ariete: l’anno nuovo vi chiede di essere prudenti in tutte le vostre scelte. Niente impulsività ma tanta riflessività e diplomazia. Conservate quello che avete creato l’anno scorso.

Leone: ciò che è stato seminato è ora di raccoglierlo! Un progetto che da tempo avevate nel cassetto si realizzerà. Ora potete costruire la vostra nuova struttura.

Sagittario: ci saranno più spese in questo anno, inerenti alla casa e al lavoro. Difficoltà nello svolgere il lavoro quotidiano, sarete più stanchi del solito. Risparmiate le energie.

Toro: non fatevi assalire dai dubbi, potete agire come volete. Decisioni importanti da prendere: come sposarvi o accettare nuovi incarichi di lavoro.

Vergine: sono in arrivo nuove responsabilità, accettatele di buon grado. Nuovi amori all’orizzonte. Se avete l’intenzione di avviare un nuovo lavoro le stelle dicono di osare.

Capricorno: chi ben incomincia è a metà dell’opera. Il 2008 si presenta proficuo in ogni campo, grandi trasformazioni in tutti i settori, mi raccomando meno isolati e più visibili nel sociale, la fortuna è dietro l’angolo.

Gemelli: il motto di quest’anno è indipendenza. Vorrete vivere da soli, e farvi spazio con nuove idee nel campo lavorativo.

Bilancia: voglia di cambiare casa? I contrattempi saranno dietro l’angolo, ma voi con più attenzione nella lettura dei contratti la spunterete.

Acquario: qualche spesa di troppo, patrimoni familiari da sistemare. Le nuove collaborazioni dovranno dare il meglio di sé, qualche tensione nei rapporti. Curate la vostra persona, regalatevi più tranquillità.

Cancro: metterete un po’ di ordine nella vostra vita, i rapporti sentimentali ormai logori dovranno essere regolarizzati anche con l’aiuto di un legale.

Scorpione: cosa dire? Le porte si sono spalancate, le occasioni sono da cogliere al volo. Amori travolgenti ma finalmente più stabili e tangibili.

Pesci: più fiduciosi e meno malinconici, quest’anno vi dà la possibilità di cambiare pelle. Un amicizia potrà trasformarsi in amore.

Deborah

ASTROLOGIA: CORSI E CONSULTI PRIVATI Deborah riceve Appuntamenti presso il suo studio a Crema chiamare via Francesco Crispi, 22 dalle ore 09.00 e a Milano in alle ore 12.00 Libreria Esoterica al 333/1339765 tutti i martedì Oppure scrivere a: dalle 12.00 alle 18.00 deborah.bellotti@alice.it


38-48:Layout 1

31-01-2008

23:28

Pagina 44

44

Come essere felici insieme Prevenire le frustrazioni nelle relazioni ... dalla prefazione del libro Roy Martina O cercato in tutti i modi di evitare di scrivere questo libro. Di solito scrivere mi riesce molto bene. Mi prendo una settimana di vacanza e inizio semplicemente a farlo. Mi viene spontaneo, senza grande sforzo. Questo libro, invece, l’ho rimandato più volte. La causa è la paura. Paura di cosa penseranno le persone, perché chi sono io per parlare di relazioni? Ho sempre fatto dei pasticci e spesso ho pensato di non esservi portato. Mi sono sentito usato e viceversa: altri si sono sentiti usati da me. Un tempo m’innamoravo della sensazione di essere innamorato. Passavo da una donna all’altra, come un’ape in cerca del miele. A vent’anni fui lasciato da una donna che amavo con tutta l’anima. In un attimo sparì. La ragione fu un piccolo diverbio. La conseguenza fu una depressione di un anno e mezzo. Lavoravo giorno e notte per dimenticare il dolore. Di giorno frequentavo l’università e di notte facevo la guardia in un istituto per malati mentali a Den Dolder. Poco tempo dopo persi la testa per un’infermiera, ma ancora non riuscivo a sentirmi libero. Ci volle un altro anno e mezzo prima di uscire da quell’incubo. Tre anni di lutto intenso. Poi iniziai la mia ricerca, lunga e frustrante, dell’amore, di una compagna di vita, di qualcuno che potesse soddisfare le mie necessità. Il motivo per cui questa mia ricerca è durata tanto tempo è la paura; la paura di essere abbandonato, la paura di non essere all’altezza, la paura di sbagliarmi e di scoprire che “lei” non era quella giusta. La paura che nel mio futuro non ci fosse posto per l’amore e che sarei invecchiato solo. La paura di aprire il mio cuore e di affrontare l’intimità. La paura di essere vulnerabile e di soffrire di nuovo per amore. La paura di legarmi, di

Roy Martina È un medico specializzato in medicina olistica. È autore di oltre cinquanta libri ed è selfnesscoach e fondatore della Roy Martina Experience bv©. La sua missione è aiutareil maggior numero possibile di persone offrendo loro tecniche pratiche, co-

Pagine: 160 Formato: 15 x 21 cm ISBN: 978-88-481-2126-2 Rilegatura: Brossura Pubblicazione: 10/2007 Editore: Tecniche Nuove Collana: Nuovi Equilibri Prezzo: 12,90 €

coinvolgermi con un’altra persona e di buttarmi in una relazione. Temevo che non avrei mai trovato il vero amore, che le mie relazioni fossero tutte sbagliate. Ero geloso di coloro che si avvicinavano troppo o che ritenevo più forti, più simpatici e affascinanti di me. Le mie prime relazioni si sono svolte nel segno della paura e dell’invidia. Sono molto felice di essermi lasciato alle spalle quel periodo, di aver scoperto che la relazione ideale è sempre quella in cui si è adesso, che tutto dipende da come la crei e da ciò che impari. L’erba del vicino sarà anche più verde, ma io devo pensare soltanto alla mia. Coinvolgersi in un rapporto d’amore rende più saggi, più forti e, alla fine, più amorevoli. Affrontare le paure aiuta a guarire interiormente. Questo accade in ogni relazione. Questo è il tema del libro. Quando si ha un rapporto, scegliendo di viverlo fino in fondo, si può imparare molto. Una relazione è la miglior scuola per lo sviluppo personale. Non ho rimpianti del mio passato. Una volta credevo di aver commesso degli errori - forse altri la pensano così ma ora non li considero più errori, ma esperienze di apprendimento. Da ciascuna delle mie compagne ho imparato lezioni e acquisito esperienze che porterò con me per tutta la vita. Non ho studiato da esperto in relazioni, ma mi sono laureato all’università della vita. Sono un esperto di esperienze. Ho avuto un numero sufficiente di rapporti per sapere cosa non si deve fare. E questo è il motivo per cui ho scritto questo libro condividendo le mie esperienze con voi. Spero che vi possano aiutare, anche se al momento non avete una relazione. Buona lettura e buon divertimento.

noscenze ed esperienze affinché possano migliorare la qualità della loro vita. Roy Martina tiene seminari, corsi e workshop sullo sviluppo e miglioramento personale in tutto il mondo. Si dedica anche all’insegnamento di queste tecniche a medici, dirigenti di azienda, manager e terapeuti. Il suo sito è: www.roymartina.com


38-48:Layout 1

31-01-2008

23:28

Pagina 45

Scopri e impara ad interpretare le Sfingi dell’Amore, per aggiungere passione alla passione.

Le Sfingi sono un codice dell’Amore e dell’Eros che tutti possono interrogare per realizzare appieno il proprio potenziale amoroso ed erotico. Due serie di tavole simbolico-oracolari (con sul dritto un dipinto e sul rovescio un testo) di 77 elementi ciascuna: le Sfingi Solari per gli uomini, le Sfingi Lunari per le donne. Rivolgete alle Sfingi gli interrogativi che più agitano il vostro cuore, ed esse vi risponderanno in modo esauriente e profondo. E se saprete meditare su quanto vi diranno queste Maestre d’Amore, esse vi condurranno alla vita che diventa Amore e all’Amore che diventa estasi nella riconquista dell’unità perduta.

Lorenzo Ostuni

Amare ed essere amati Interroga le 77 Sfingi dell’Eros ISBN 978-88-481-1689-3

€ 29,90

Via Eritrea, 21 • 20157 Milano • Tel. 0239090319 • Fax 0239090373 • www.tecnichenuove.com • vendite-libri@tecnichenuove.com


38-48:Layout 1

46

31-01-2008

23:28

Pagina 46

Intervista a Sigismondo Panvini

Sigismondo Panvini, autore del libro Geometria del Male, edizioni Il Punto d’Incontro, parla delle tematiche del suo ultimo libro. 1) Dopo Il tempo della Fine lei ritorna sull’argomento cospirativo tracciato nel suo primo libro ed individua nientemeno che nell’azione della mafia siciliana una parte significativa di un complotto, ordito millenni or sono, teso a distruggere la nostra civiltà e a instaurare una nuova età dell’oro. Riesce piuttosto difficile credere a una vasta rete concepita millenni addietro e portata avanti fino ai nostri giorni da gruppi ultrasegreti. L’inizio del tempo della tribolazione sulla Terra, con il pieno ristabilimento del Regno di Dio, è un concetto che venne espresso nel 1823 da John A. Brown, uno studioso londinese autore del libro Even Tide. In quest’opera i "tempi dei Gentili" vengono identificati con un periodo iniziato con la caduta del Regno di Giuda, in Israele, ipotizzata dall’autore nel 604 a.C., e destinato a durare fino al 1917 d.C. 2) Nel suo libro Geometria Del Male viene attribuito alla massoneria e alla carboneria un ruolo determinante nel cambiamento della mappa del potere mondiale. Sembra che grazie al loro decisivo intervento si siano imposte ovunque le idee democratiche e repubblicane, sostenute e portate avanti da partiti politici che hanno avuto le Vendite carbonare come prima espressione storica.

Nella Carboneria si intrecciano e coesistono i tre grandi filoni politici dell’Europa moderna: il Liberalismo, il comunismo e il cristianesimo sociale. Essa ha permesso di operare riforme politiche, repubblicane e socialiste, aderenti ai valori di libertà, fraternità e uguaglianza. 3) Lei si dimostra assai ostile al principio di ossequio alla legalità, può spiegarne il motivo? Non sempre l’obbedienza a un astratto protocollo di legalità delinea i confini di una società giusta, regolata e armonicamente perfetta. A volte si rivela essere solamente una forma di oppressione, dove molti sono sottomessi al volere di pochi, espresso in forma di leggi “democratiche”. 4) Esiste una stirpe che ha progettato la storia dell’uomo fin nei minimi dettagli? Pochissimi uomini sono riusciti a dominare per intero il mondo, attraverso i millenni della storia umana. Il loro piano è una sorta di scienza, che ha permesso di decifrare l’intera trama del disegno intelligente che governa il mondo materiale, per preparare l’umanità degli eletti per l’Alba di un nuovo giorno.


38-48:Layout 1

31-01-2008

23:28

Pagina 47


38-48:Layout 1

48

31-01-2008

23:28

Pagina 48

Gruppo di pensiero “Cultura e Umanità” Edizioni Avatar testimonianza culturale di Guglielmo Marino 1921 - 2002. Guglielmo Marino scrittore filosofo-umanista, è stato fondatore e per oltre trent’anni guida culturale e spirituale dell’Ass. italo-svizzera Cultura e Umanità e dal 1989 al 2002 ha condotto corsi di conoscenza e formazione umanistica a Torino. È stato relatore in convegni culturali, ha tenuto conferenze e seminari in Italia e all’estero. In umiltà ci ha lasciato, donandoci in eredità una vasta testimo-nianza culturale raccolta nelle sue opere, oltre venti libri, editi dalle Edizioni: Avatar, Hermes, Mediterranee, IDM Torino. Giuseppe A. Anzelmo Otto Fischbach jr. per ventotto anni allievi e discepoli del maestro, che si definiva eterno scolaro e operaio dello spirito, del cui pensiero sono custodi ed eredi. Nell'ambito di “Cultura e Umanità”, quali unici esponenti e responsabili, tengono in Italia e in Svizzera conferenze e seminari; svolgono inoltre corsi di Conoscenza e Formazione umanistica volti alla crescita interiore e all’autorisveglio, a testimonianza del pensiero di Guglielmo Marino, di cui proporranno

IL 9 MARZO 2008, ALLE ORE 15.30 PRESSO LA LIBRERIA ESOTERICA DI MILANO, UN INCONTRO DI PENSIERO SUL TEMA:

LINGUAGGIO ESOTERICO

La conoscenza, occultata dai filosofi e pittori umanisti nel simbolismo, dove i concetti non erano espressi per ciò che significavano, ma attraverso simboli e segni viene, con Guglielmo Marino, chiarita in tutti i suoi aspetti, tanto che vi si possono trovare le risposte a quasi tutti i perché che l'uomo si pone da millenni. Per la prima volta, le verità custodite dai sacerdoti (coloro che hanno in dote la certezza del sapere), vengono portate fuori dal tempio non restando unicamen-te accessibili ai dotti ma diventando patrimonio dell'umanità.

Se sei interessato a saperne di piú sul gruppo di pensiero “Cultura e Umanità” contattaci:  Via Cadorna 21, Como Tel +39 335 620 71 02  Chiasso (CH) Tel . +41 76 331 06 02  Loano Tel. +39 333 792 75 18  Torino Tel. +39 348 707 39 40 www.edizioniavatar.com  e-mail: cultura.e.umanita@edizioniavatar.com  Siamo disponibili anche per un eventuale ciclo di incontri nella zona di Milano.


49-52:Layout 1

1-02-2008

15:58

Pagina 49

49

I Sogni e

l'infinito D

opo un giro d'orizzonte sulla cultura onirica nelle varie civiltà del passato e nelle tradizioni sciamaniche, l'autrice ci porta ad un sorprendente confronto con alcune teorie della Fisica Quantistica, tra cui il modello olografico e gli universi paralleli, che suffragano le tradizioni sciamaniche che fanno uso dei sogni per attingere informazioni da una specie di memoria permanente presente nella psiche, nel campo magnetico individuale nonché in ogni struttura energetica dell'universo... Questa visuale originale sulla dimensione onirica ci apre un campo di possibilità molto ampio che esula dal modello psicoterapeutico tradizionale. I sogni non solo ci rivelano la nostra dimensione interiore, ma espandono la nostra coscienza in reami sconosciuti dove possiamo attingere informazioni per completare il quadro della nostra realtà di veglia. I sogni ci indicano aspetti della realtà che spesso non vediamo o che occultiamo; ci riferiscono le

percezioni extra sensoriali immagazzinate involontariamente circa una situazione o una persona, ci offrono soluzioni inaspettate, ci dicono chi siamo Marie Noelle Urech veramente e ciò che desideriamo Counselor nel Metodo profondamente; ci convogliano del dr Simonton di cui messaggi importanti circa dirige il centro italiano. Fondatrice la direzione della nostra vita, dell'Associazione su decisioni importanti e sulla Viriditas, collabora con nostra salute. Inoltre i sogni la rivista Natura e Benessere. ci insegnano che siamo esseri Conduce da anni una ricerca sulla spirituali, ci permettono di dimensione onirica che integri le ultime teorie scientifiche con le conoscenze entrare nella frequenza di entità ancestrali. Ha scritto Le Colonne evolute per ricevere del cielo, ed. Alba Magica e Ildegarda insegnamenti importanti. di Bingen, le ali della guarigione, Incubazione dei sogni e la loro FN editrice. interpretazione, tecniche per ricordarli, viaggi astrali, sogni lucidi, guarire dagli incubi, comunicare con i defunti e con la memoria dei nostri antenati, sono i temi Pagine: sviluppati in questo libro136 manuale che ha lo scopo Editore: di offrire alcune chiavi per Anima Edizioni un dialogo più intenso e Collana: intimo con la propria Manuali per l’anima Anima. Prezzo:

16,00 €


49-52:Layout 1

1-02-2008

15:58

Pagina 50

I migliori indirizzi della Medicina Naturale

presentato alla Libreria Esoterica l’8 marzo 2008 alle ore 16

Il Caduceo S.A.

Via Cantonale - 6838 Cabbio (Svizzera) Tel. 004191 9422515 - Telefax 004191 6839928 www.caduceo.ch - info@caduceo.ch


49-52:Layout 1

1-02-2008

15:58

Pagina 51

Questa pagina è offerta da AVOGADRI s.n.c. Serbatoi omologati per stoccaggio gasolio Via Italo Betto, 6 - 27058 VOGHERA (PV) Tel. 0383 43425 - Fax 0383 43607 - www.avogadri.com

Paris Energy Method

I

l linguaggio parlato o scritto, è per l’essere umano la forma privilegiata di comunicazione Attraverso il linguaggio l’uomo è in grado di comunicare le proprie esperienze, sempre attraverso di esso, riceve le informazioni delle esperienze altrui. Tutto questo sembra facile, scontato, addirittura banale. Ma così non è. Nel neonato non è ancora presente lo schema del linguaggio con le regole ad esso associate, le sue possibilità percettive sono intatte, comunica le proprie esperienze attraverso smorfie, sorrisi, pianto e le modulazioni di intensità delle stesse. La comprensione di chi osserva passa attraverso le proprie impressioni e sensazioni. Poco più avanti verso i diciotto mesi inizia ad apprendere il linguaggio parlato. Da quel momento il piccolo uomo ha iniziato ad indossare una pesante armatura che si porterà sulle spalle tutta la vita. Ha iniziato ad accettare le regole di un comportamento imposto: le regole del linguaggio. Quando imparerà a scrivere potrà diventare un poeta o un grande romanziere, ma da queste regole non si libererà mai più. Il linguaggio parlato in virtù della propria limitatezza costringe la persona ad attuare processi di modellamento, e attraverso la generalizzazione, la cancellazione, la deformazione dell’esperienza originaria, allontanano sempre più colui che vive l’esperienza dall’essenza dell’esperienza stessa. In seguito attraverso la mediazione del linguaggio la persona non riesce più a percepire se stessa in modo autentico, ma solo la rappresentazione di se. L’espressione artistica come forma di comunicazione istintiva restituisce autenticità all’esperienza vissuta dalla parte più profonda dell’uomo, ne amplia enormemente le possibilità espressive e di comunicazione, riavvicinandolo a percepire e riconoscere se stesso.

51

Paolo Oddenino Paris, nato a Torino, si è laureato in psicologia ed ha conseguito un dottorato di ricerca (PH. D.) negli Stati Uniti. Per oltre vent’anni ha esercitato la professione di psicoterapeuta, proponedo una modalità originale nel campo dell’indagine e della terapia. È fondatore Direttore Didattico della Scuola Europea di Crescita personale. Nel 1993 struttura e inizia a divulgare le tecniche del Paris Energy Method frutto di oltre 25 anni di esperienza ed elaborazione, che conta oggi in Italia più di diecimila praticanti. Dal 1976 guida l’Accademia Superiore di Crescita Personale. Essa raccoglie nei suoi insegnamenti una tradizione ultramillenaria conosciuta quale “Via Iniziatica”. Gli assiomi filosofici e i precetti fondamentali sono quelli che Martin conte Gene Francis Dorset di Saint Georges ha dato a Paolo Oddenino Paris, Luigi Guazzotti e Rodolfo Rossi. Dal 1976 ad oggi oltre 2000 persone ne hanno apprezzato i contenuti, ma solo dal 2003 essi sono stati rielaborati e riproposti secondo i principi secolari a cui fa riferimento l'intero percorso. Collabora con numerose università italiane, è autore di numerosi corsi per la crescita personale, e gira il mondo tenendo conferenze e seminari. Tra le sue numerose pubblicazioni le più recenti sono: Infiniti Risvegli, Una Via Iniziatica, Azzurri Incantesimi e Magie Rosa. Ha pubblicato più di cinquecento articoli sulle testate giornalistiche nazionali.

Accademia Superiore di Crescita Personale La Scuola Europea di Crescita Personale è un Istituto di formazione all’avanguardia sulle teorie ed i metodi della crescita personale. L’offerta formativa della Scuola annovera un ventaglio interessante di

Corsi e di seminari di in cui si apprendono tecniche e metodi di crescita personale che hanno avuto interessanti riscontri a livello scientifico e universitario

Vicolo Santa Croce 16 10028 Trofarello TO Telefono 011 6499906 - 6497331 Fax 011 6481370 Sito web www.crescitapersonale.com Segreteria info@crescitapersonale.com ORARIO SEGRETERIA 9:00 - 13:00 e 14:00 - 18:00 dal lunedì al venerdì


49-52:Layout 1

1-02-2008

15:58

Pagina 52

52

Le rivelazioni di Cristo proclamate da Paramhansa Yogananda Presentate dal suo discepolo Swami Kriyananda di Giorgio Piasani

È

di prossima pubblicazione il libro Le rivelazioni di Cristo proclamate da Paramhansa Yogananda. Dopo La promessa dell’immortalità, in cui lo stesso autore confronta il Vangelo con la Bhagavad Gita, in questa sua ultima opera Kriyananda affronta l’unico tema del cristianesimo sotto tutti i punti di vista: storico, filologico, mistico, esoterico e culturale. Solo due altre opere, non ortodosse, sugli insegnamenti occulti di Gesù Cristo sono altrettanto valide ed efficaci come questo libro: il Cristianesimo esoterico di A. Besant e Il Vangelo acquariano di H. Levi. Swami Kriyananda

Caro/a amico, il Gruppo ANIMA Ti sta preparando una straordinaria sorpresa per l’inizio del 2008… … ci siamo guardati indietro, abbiamo valorizzato la nostra storia, abbiamo ascoltato i bisogni espressi dai clienti delle librerie e abbiamo deciso di andare oltre… ... siamo entrati nel XXI secolo e il progresso ci spinge ad evolverci attraverso l’innovazione digitale per continuare a fare ciò che da 40 anni portiamo avanti con amore, passione ed entusiasmo per tutti i nostri clienti e lettori: l’accesso alla conoscenza, attraverso la divulgazione di contenuti e testi di autori italiani e stranieri anche inediti... …ti offriamo l’opportunità di incontrare a tu per tu il personaggio, di poterlo osservare all’opera nei suoi luoghi, durante i suoi seminari e le sue conferenze, di sentire la sua voce in diretta, di ricevere quotidiani consigli e porgli delle domande…

… stiamo realizzando la prima Web TV Italiana interamente dedicata a temi esoterici…

potrebbe essere definito come l’ultimo vero gnostico cristiano vivente, intendendo questa definizione come attributo di colui che conosce il valore esoterico degli insegnamenti di Gesù avendoli sperimentati direttamente. Solo il suo Maestro, Paramhansa Yogananda, che ebbe l’incarico in India di venire in Occidente per restituire luce alle parole del Vangelo, adombrate dalla superstizione e dal dogmatismo, ha saputo meglio comprendere e divulgare il vero messaggio eterno di Cristo. Nessun giornale, rivista, radio o televisione osa riportare altre parole sulla religione cristiana che non siano quelle del Papa. Non ci

… un luogo dedicato all’incontro virtuale ed interattivo tra gli autori e il grande pubblico: una community virtuale in cui interagire con i personaggi e usufruire di ulteriori servizi quali: • Videoblog tematici con esperti • Video conoscitivi degli autori • Articoli, approfondimenti, consigli • Corsi, incontri, eventi, seminari • Meditazioni, Preghiere • News, Servizi SMS • Web radio, contributi Audio • Catalogo prodotti on-line Sei invitato a far parte di questo progetto, di questa comunità, di questa nuova avventura con noi. Sintonizzati su www.nonsoloanima.tv e lasciaci la Tua mail, sarai tra i privilegiati a saperlo in anticipo!!!


49-52:Layout 1

1-02-2008

15:58

Pagina 53

53

accorgiamo ma viviamo, nel mondo cristiano, un medioevo moderno senza roghi di libri o di eretici. Oltretutto pochi sono i veri ricercatori, perché la massa si accontenta di delegare ad un sacerdote qualsiasi il destino della propria anima e quasi nessuno sembra cercare la vera autorealizzazione e il proprio guru autentico, in grado di introdurre il discepolo sul sentiero della spiritualità viva. Montagne di parole pronunciate da teologi, che ignorano la struttura sottile dell’uomo, ci separano dagli insegnamenti esoterici capaci di farci avanzare enormemente, di aprire la mente a visioni superiori, anche solo intellettualmente. Tra le tante curiosità di questo nuovo libro di Kriyananda viene anche riportato l’incontro di un discepolo di Paramhansa Yogananda con Padre Pio che lo esortò a continuare a praticare il Kriya Yoga dicendogli: “Stai facendo la cosa giusta”, ma

di non dirlo a nessuno. Padre Pio era molto aperto e tanti episodi, mai riportati negli annali ufficiali, lo testimoniano. Prima di essere liberi spiritualmente bisogna esserlo nella propria mente e nel proprio cuore, non solo dal dogma e dalla superstizione ma anche dalla stupidità che oggi dilaga, avendo fede nelle immense possibilità dell’individuo. Le parole di Swami Kriyananda possono illuminarci. Giorgio Pisani Presidente del Gruppo Teosofico Besant Arundale di Novara. Ha collaborato alla stesura di testi sulla storia del movimento teosofico italiano, partecipa a conferenze e seminari sull’argomento. Dirige una piccola casa editrice di testi teosofici inediti denominata Quintessenza Editrice Teosofica Vedantina. Fin dalla sua nascita nel 1968, frequenta le Librerie Esoterica ed Ecumenica.

Sabato 19 aprile 2008, ore 16:00 ❁ Teatro Valle, Roma c o n i l pat r o c i n i o d e l c o m u n e d i r o m a COMUNE DI ROMA

le rivelazioni di cristo un grande evento con

swami kriyananda, nuovamente a roma per portare il messaggio del grande maestro paramhansa yogananda

ingresso libero «O Cristo, la nascita del Tuo amore nei cuori di tutte le nazioni non è mai stata così necessaria come ora». – paramhansa yogananda

A un anno dalla sua acclamata presentazione in Campidoglio dell’Essenza della Bhagavad Gita, Swami Kriyananda torna per offrirci la profonda e ispirata visione del suo guru, Yogananda, sugli insegnamenti di Cristo. Con la chiarezza e la saggezza che lo contraddistinguono, Kriyananda presenterà per la prima volta al pubblico italiano il suo ultimo libro, Le rivelazioni di Cristo. Unisciti a lui per celebrare l’incontro spirituale tra Oriente e Occidente in un gioioso evento di musica e ispirazione, reso ancor più prezioso dall’esecuzione di brani dell’oratorio “Cristo vive” dello stesso Kriyananda. Teatro Valle, via del Teatro Valle 21, Roma ❁ Altri eventi con Kriyananda: www.ananda.it

Organizza l’evento Ananda Edizioni in collaborazione con l’On. Paolo Masini

si ringrazia

Info: WWW . ANANDAEDIZION I . IT

/ 075-9148375 ◆

ANANDA ROMA :

06-369814


54 Q V:Layout 1

1-02-2008

16:14

Pagina 54

54 Flavio Gandini e Samantha Fumagall

La quinta via

Riscrivere il Libro della vita di Samantha Fumagalli e Flavio Gandini ortare a compimento la Leggenda personale è il dovere di ogni uomo e di ogni donna durante l’esistenza terrena. Se il percorso tracciato prima della nascita viene attivamente seguito, la vita risulta una vera realizzazione dello Spirito. In questo modo di vivere, dà gioia riconoscere le conferme del mondo nelle manifestazioni concrete della legge di sincronicità. Un senso di benessere pervade chi svolge il proprio dovere senza sofferenza e fatica. La soddisfazione per una vita così condotta non può essere soltanto di tipo economico, ma di pienezza interiore e di salute. Per portare a compimento, giorno dopo giorno, la propria missione dobbiamo riconoscerla superando condizionamenti sociali e familiari, paure, abitudini, eccetera. Dunque, il primo passo è la distruzione del ruolo che impersoniamo, personaggio che spesso altri hanno “disegnato” per noi e la costruzione della propria vera identità. Per collocare in superficie il proprio Sé (non casualmente maiuscolo) cosa c’è di meglio che affidarsi a quel sapiente Maestro che è l’inconscio?Per intra-

P

Scrittori e studiosi di esoterismo, lavorano da molti anni allo sviluppo della coscienza umana e della spiritualità, con un particolare utilizzo delle tematiche da loro sviluppate sulla base delle scoperte di Giuseppe Calligaris. Hanno scritto per Anima Edizioni “L’anima svelata” e “La quinta via”. Tengono conferenze e seminari.

prendere questa strada noi proponiamo una preparazione preliminare costituita dalla rilettura e dall’elaborazione degli eventi vissuti che si trovano impressi in quello che chiamiamo il “Libro della vita”. Il procedimento, a livello concettuale, richiama l’impresa proposta da don Juan a Carlos Castaneda: la Ricapitolazione. Durante il nostro personale cammino abbiamo scoperto che la ricapitolazione è un processo che il nostro stesso corpo fisico racchiude e consente. Infatti il corpo archivia fisicamente files di memoria del nostro vissuto e, attraverso opportune stimolazioni di aree cutanee riflesse, noi possiamo rivivere, rielaborare e metabolizzare esperienze che altrimenti ci terrebbero prigionieri. Si tratta di una vera e propria Cronoriflessologia (Riflessologia del tempo) che permette di liberarsi da traumi emotivi del passato. Un lavoro che abbiamo sviluppato partendo dalle straordinarie scoperte di Giuseppe Calligaris. Approfondimenti: www.vega2000.it


55 silvia:Layout 1

1-02-2008

16:05

Pagina 55

55

floriterapia

Chi ben inizia... A cura di Silvia Maestri a gravidanza è un momento molto speciale e particolarmente ricco di emozioni e sensazioni nella vita di una donna , e la cosa migliore che si puo’ fare per madre e figlio è cercare di vivere ogni istante della propria gestazione nella maniera più equilibrata possibile. Pur essendo un evento del tutto naturale la gravidanza porta dei mutamenti sia fisici sia emozionali molto particolari ; tutto cio’ che riguarda la sfera dei sentimenti è amplificato e percepito dal piccolo nel ventre materno. In questa situazione molto delicata l’aiuto che la floriterapia ci offre è fondamentale poiché esiste un rimedio per ogni possibile disarmonia sia a livello fisico sia emozionale e spirituale. Il compito che una donna oggi si trova ad affrontare nel momento in cui una giovane anima la sceglie

L

come madre è, se possibile, ancora più importante di un tempo poiché i piccoli guerrieri di luce che stanno giungendo a noi sono ipersensibili e fragili ma anche la luminosa speranza per un futuro migliore ed è quindi fondamentale che riescano a sentirsi sempre protetti, amati e apprezzati fin dal primo momento della loro esistenza. I fiori che abbiamo a disposizione per questo particolare momento sono veramente molti; WALNUT ad esempio aiuta ad adattarsi ai cambiamenti sia fisici sia emozionali di questi mesi e nello stesso tempo protegge da tutte le influenze negative con cui si puo’ venire a contatto; MANZANITA ci aiuta a ritrovare la giusta considerazione per il

nostro fisico, creando una nuova ottica con cui accettare, e perché no apprezzare, le trasformazioni che una gravidanza comporta; RED CHESTNUT aiuta le mamme particolarmente ansiose che temono costantemente per la salute del proprio piccolo OLIVE, il grande ricostituente del sistema Bach, permette di mantenere la forza vitale e l’energia necessaria per affrontare anche i momenti più intensi. E’ importante ricordare che in ogni istante e per qualsiasi situazione, la natura e la sua energia, ci è vicina e ci sostiene, passo passo, prendendoci per mano ed accompagnandoci ad ognuno dei nostri traguardi, permettendoci di essere vincitori in ogni tappa della nostra vita.

Silvia Maestri Floriterapeuta diplomata presso la scuola di psicosomatica e iscritta al RIF (Registro Italiano Floriterapeuti). Da anni si dedica allo studio dei repertori delle essenze floriterapiche di tutto il mondo, ed è un eccellente consulente per le problematiche infantili e adolescenziali.

Silvia Maestri Via Bernabo Visconti, 18 Milano (zona San Siro) 02 4526746 - 338 7477730 - giangibbi@libero.it

andrea.grafico@libero.it

Un aiuto naturale dai repertori floreali di tutto il mondo per grandi, piccini e animali.


56 buddismo:Layout 1

1-02-2008

16:06

Pagina 56

56

Buddismo

Morte, e

stato intermedio

rinascita A cura di Davide Cova l 27 novembre 2007 è morto il mio Maestro, il ven. Geshe Jampa Ghiatso [GJG]. La relazione con un Maestro spirituale non si lascia descrivere. Ho vissuto, studiato e praticato accanto a Lui quotidianamente per 10 anni – dieci anni che mi hanno cambiato la vita. Ma non è di questo che voglio parlare. Voglio invece tentare di descrivere qui, in mezza pagina, i differenti stadi che si attraversano nel passaggio da un ciclo d’esistenza a un altro – prendendo spunto dal passaggio del mio Maestro. Il 27 novembre, come dicevo, GJG è ‘clinicamente morto’, il Suo cuore ha cessato di battere. Eppure il Suo continuum mentale è rimasto nel Suo corpo fino al 3 dicembre. Cosa s’intende con questo? In ambito buddhista tibetano si afferma che in quella fase il continuum mentale della persona deceduta passi attraverso le ‘otto dissoluzioni degli elementi’, fino a giungere alla Chiara Luce [CL]. La CL è uno stato meditativo di beatitudine diffusa, dal quale passiamo tutti per un tempo molto ridotto; ma se si è praticata assiduamente la concentrazione e la meditazione della dissoluzione degli elementi in tempo di vita, diventa

I

facile a ridosso della morte rimanere in assorbimento meditativo sulla CL tutto il tempo che si ritiene opportuno. Fintantoché il continuum mentale permane in CL, il corpo della persona deceduta rimane intatto, il processo di decomposizione non ha inizio. GJG è rimasto in quello stato per 6 giorni, senza la minima traccia di decomposizione, ciò che richiede un livello di realizzazione meditativa molto elevato. Il giorno dopo, il 4 dicembre, è stato cremato, poiché lasciata la CL, il continuum mentale fuoriesce dal corpo e da quel momento in avanti il corpo entra in decomposizione. Da quel momento il continuum mentale entra nello stato intermedio, ovvero assume un corpo ‘sottile’ simile a quello della sua prossima rinascita. Nel caso di un essere spiritualmente realizzato, come è il caso di GJG, Egli sceglie di tornare a manifestarsi sulla terra esclusivamente per beneficiare gli

esseri senzienti. Dunque la rinascita avrà luogo solo quando il Suo continuum mentale decida che è giunto il momento, il luogo e la famiglia adatta alla caratura della sua prossima manifestazione. Un essere realizzato è libero dal karma e dalle oscurazioni mentali, dunque la sua unica ragione per manifestarsi sulla Terra risiede nel guidare gli esseri senzienti fuori dal ciclo di nascite e morti. Quindi siamo in molti oggi ad aspettare con gioia la rinascita di Geshe-là!

Davide Cova Discepolo del Maestro tibetano ven. Geshe Jampa Gyatso. Tiene corsi di meditazione, filosofia e psicologia buddhista, Hatha-Yoga classico, conferenze e seminari in Italia e all’estero. Laureato in filosofia politica, si è specializzato in risoluzione del conflitto. A Milano inizia ad offrire fra breve la serie di ritiri ‘L’Officina del Buddha’ – dettagli su www.davidecova.it


57 religioni:Layout 1

1-02-2008

16:07

Pagina 57

57

Dialogo con le Religioni

Elogio

alrelativismo

P

apa Benedetto XVI non perde occasione per condannare il relativismo, cioè ogni concezione filosofica che non ammette verità assoluta nel campo della conoscenza o principi immutabili in sede morale. Tale concezione è molto antica e Pitagora, filosofo greco del VI sec. a.C., consideratone il fautore. Nella filosofia moderna il relativismo assume caratteristiche teologiche-metafisiche e psicologiche. Secondo Cusano-BrunoMontaigne la verità dell’universo è infinita mentre la capacità della mente umana è limitata. Karl Popper sosteneva che “è scientifico tutto ciò che può essere cambiato”. Ad ognuno di noi piacerebbe vivere in un mondo di sicurezze, di certezze ultime ma la realtà è diversa. Ogni religione vorrebbe essere l’unica verità e i suoi fautori ci provano con l’assolutismo e il fondamentalismo. Per me tutte le forme religiose esistenti sono come dei rami di uno stesso albero, non è Dio che cambia ma è l’umanità che attraverso i suoi profeti o iniziati recepisce il divino in modo progresCalogero Falcone Studioso di religioni, già docente di Teologia, è titolare della Libreria Ecumenica di piazza S. Babila, presenza democratica e di dialogo con tutti e spazio di confronto a tutte le espressioni.

A cura di Calogero Falcone sivo. A questo riguardo resta esemplare il contenuto del discorso di Buddha tenuto ai Kalama: “E’ giusto che voi abbiate dubbi relativi agli argomenti controversi. Ora, ascoltate, o Kalama, non fatevi guidare da dicerie, da tradizioni o dal sentito dire; non fatevi guidare dall’autorità dei testi religiosi, né solo dalla logica e dall’inferenza, né dalle considerazioni delle apparenze, né dal piacere delle speculazioni, né dalle verosimiglianze, né dall’idea (questo è il nostro maestro)”. Ma o Kalama, quando capite da soli che certe cose non sono salutari (AKUS’ALA), sbagliate e cattive, allora abbandonatele (…) e quando capita che certe cose sono salutari (KUSALA) e buone, allora accettatele e seguitele. Mi fa piacere notare che il Dalai Lama in tutti i suoi discorsi segue questo modello. Il canone buddista non ha la pretesa di rivelare una divinità ma esprimere una grande esperienza ma solo umana. E’ bella l’immagine del Buddha che dice “io posso aiutarvi come una zattera serve per attraversare il fiume (vita) ma dopo che sarai arrivato all’altra sgombra lasciala sulla riva e non caricartela sulle spalle”. Da qui il detto: “se incontri buddha sulla strada uccidilo”. In ogni religione ci sono i fautori del primato della pratica

(ortoprassi) sulla teoria (ortodossia). Ad un convegno su “religioni e conflitti” in diretta da Radio Radicale ho sentito un elogio al relativismo religioso. Rumi “il colore dell’acqua è quello della religione che la contiene”. La mia Lamecca è ogni luogo che contiene la presenza di Lui. La verità è polivalente. Il Panteon Indu rappresenta la molteplicità del Dio senza volto. Persino il salmista dice ”una parola ha detto l’eterno ma due ne abbiamo udite”. Tutto ciò che è lecito è puro per i puri ma quello che tu consideri peccato non farlo diventare reato per me. Nel vuoto delle ideologie del mondo attuale molti pensano di riempirlo con l’autoritarismo delle religioni ma sarebbe una soluzione pagata a caro prezzo. La Guerra dei Trentanni tra cattolici e protestanti si concluse nel 1648 con la Pace di Westfalia e non possiamo portare indietro l’orologio della storia. Ci sono valori fondamentali nei quali ci possiamo riconoscere, oltre alla regola d’oro non fare agli altri il male e fai agli altri il bene che vorresti per te, la libertà la tolleranza e la solidarietà verso tutti specialmente nei riguardi dei più deboli. Coraggio, tutto quello che è successo sino a questo istante che è già passato è tutto giusto e perfetto.


1-02-2008

16:07

Pagina 58

58

Colori e Psiche

Psicodonzia

S

e pensiamo che i denti derivano dal sistema nervoso, è facile comprendere come essi ci possano parlare della storia della persona e dei suoi rapporti col mondo esterno. La struttura della psicodonzia è molto semplice, come lo sono tutte le cose naturali. I primi denti a comparire sono quelli dell’arcata inferiore, sia nella dentatura decidua sia in quella definitiva. Quindi la mandibola, con tutto ciò che contiene, rappresenterà il “modus essendi“ della persona. Cioè il modo di essere, la struttura portante dell’individuo. La neurologia ci dice che essa è collegata al cervello rettiliano ed è orientata al soddisfacimento dei bisogni primari dell’individuo. La psicanalisi ci parla della mandibola come area d’influenza paterna, della forza, della dominanza. La psicologia dei colori ci dice che è l’area del colore rosso a destra e verde a sinistra. Non a caso questi sono i colori dell’azione, che definiscono il manager, l’imprenditore, il guerriero, il combattente. L’arcata superiore, quella mascellare, invece, rappresenta il “modus operandi” della persona; il suo modo di operare e di agire sul mondo esterno. E’ collegata all’ipotalamo e alla funzione reticolare, che sono centri di orientamento emotivo e affettivo. La psicanalisi ci parla della mascella come area d’influenza materna, della recettività, della disponibilità. La psicologia dei colori ci dice che è l’area del colore giallo a destra e blu a sinistra. Questi sono i colori delle relazioni affettive e sociali, della gioia e dell’ottimismo, dell’ascolto e dell’aiuto. Le due arcate dentarie, fino dai primi anni di vita, ci accompagnano modificandosi e adattandosi sotto la pressione sia all’ambiente esterno, che può essere affettuoso e accogliente o aggressivo e violento, sia sotto la spinta dell’ambiente interno, che può essere fatto di sicurezza e di tranquillità o di rabbia e di paura. Così, la disposizione con cui appaiono i nostri denti parla della nostra storia, dei nostri

“la lettura simbolico analitica della bocca può guidare l'ortodonzista e l'odontoiatra verso trattamenti molto più profondi, efficaci e benefici per i pazienti. Il vissuto emozionale appare in modo particolarmente evidente nella bocca.” successi e dei nostri conflitti: con noi stessi, con un partner, col gruppo sociale di appartenenza. Da sempre la fisiognomica conosce la correlazione tra denti e psiche. Semplificando possiamo dire: denti dritti, psiche dritta; denti storti, psiche storta. Gli incisivi sono i primi denti a comparire, dopo la suzione. Se l’individuo resta ancora attaccato al seno materno, cioè è dipendente dall’ambiente esterno, questi denti tenderanno a protrudere (è la “sindrome del coniglio”). Se invece l’individuo rifiuta con troppa violenza il seno materno, cioè è disadattato, questi tenderanno a rientrare (è la “sindrome del leone in gabbia”). I disagi emotivi producono anomalie consimili in tutti i denti, secondo il loro significato, la loro funzione e il periodo di comparizione. Già da tempo, i dentisti più attenti non vedono nei denti solo espansioni ossee da curare o da riordinare, ma anche un mondo sommerso, fatto di spinte e controspinte emotive. Modificare l’assetto dentale di un individuo significa ritoccare il suo equilibrio biopsichico. Sarebbe molto bello utilizzare le nuove conoscenze per tornare al modo antico e olistico di curare: occuparsi del sintomo curando anche la causa che l’ha prodotto. Gianni Camattari

Direttore del Centro Psicologia Integrata di Milano. Laureato in filosofia ed in psicologia. Psicologo, psicoterapeuta, allievo di Max Luscher, si occupa delle applicazioni pratiche del Colore nel campo psicologico, terapeutico e del riequilibrio psicofisico. Insegna nei corsi ECM per medici e psicologi. Ha scritto: 10 Metodi per rilassarsi; Il respiro che guarisce, De Vecchi editore; Colore, Psicologia, diagnosi, terapia, Centro Psicologia Integrata. andrea.grafico@libero.it

58 colorie psiche:Layout 1


59 agopuntura:Layout 1

1-02-2008

16:09

Pagina 59

59

Medicina Cinese agopuntura

IlCuore

A cura di Claudio Corbellini a medicina cinese individua Cinque organi pieni, yin, chiamati zang, espressione di materia, che è comunque energia estremamente concentrata, e cinque organi vuoti, denominati visceri, yang, chiamati fu, in cui prevale la componente funzionale, che vengono chiamati come l’organo anatomico occidentale. In realtà, si avvicinano al concetto di sistema, comprendendo, accanto all’organo, altre strutture quali un canale, un

L

Claudio Corbellini Si occupa dal 1976 d’agopuntura. Specializzato in Neurologia nel 1980, con la prima tesi d’agopuntura. Insegna dal 1986 all'Università di Pavia e dal 2001 all'Università di Milano. Autore di numerose pubblicazioni sulle principali riviste d'agopuntura, collabora con Corriere Salute e l’inserto Salute della Repubblica. Autore e coautore di vari libri.

organo di senso, un tessuto, un orifizio e la componente psichica correlata. Il cuore è il centro del pensiero, dell’intelligenza, ma anche delle emozioni, che, provenendo dagli organi e visceri, divengono coscienti e acquisiscono il “colorito affettivo”. Questa capacità di collegamento è stata dimostrata dalle ricerche occidentali: infatti, il cervello fa bing. Uno studio neurobiologico ha dimostrato che se, dalla periferia dei nostri sensi, ad esempio, dalla coda dell’occhio emerge una sagoma, realizziamo immediatamente che c’è un veicolo verso di noi, soverchiando immediatamente tutto le informazioni che stiamo percependo in quel momento. In pochi millesimi di secondo, si sincronizzano, in ampiezza e fase, aree del nostro cervello distanti fra loro. La neurotrasmissione sinaptica è

troppo lenta per spiegare questo fenomeno che, in base alla teoria dei campi quantistici, potrebbe trovare una spiegazione nella rottura della simmetria neuronale, determinando oscillazioni cerebrali coerenti istantanee. Il Cuore è la residenza dello SHEN, che indica il complesso delle attività mentali, emozionali e spirituali che caratterizzano l’essere umano, al cui coordinamento e coesione è deputato. Grazie al Cuore l’uomo intravede la propria via, il suo specifico destino. Lo studio dello stato psicoemozionale è una chiave d’accesso per valutare, anche ad uno stadio estremamente iniziale, l’entità dello squilibrio che, se non risolto, determinerà disturbi prima a livello energetico, quindi funzionale, infine organico.


60 astro posta:Layout 1

1-02-2008

16:09

Pagina 60

60

Astro posta

Lorenzo 4/4/88 ore 10,55 Terni

Lorenzo è ariete ascendente cancro, dona immediatezza ed istintività accompagnata da timidezza e sensibilità. Il Sole di Lorenzo cade in 11 casa, ed unico aspetto Solare è quello di quadratura a Nettuno con la settima casa, indica che Lorenzo si esprime al meglio in un lavoro legato alla comunicazione, e meglio ancora se lavoro di gruppo. Mercurio in 10 casa, in sestile a Marte in 8 casa, gli assicura un verbo sicuro e autorevole. Mentre la quadratura a Saturno lo invita a fare attenzione a possibili errori di programmazione a lunga scadenza. La Luna di Lorenzo si trova in 5 casa, nel segno dello scorpione, la sua natura emotiva è passionale e fortemente percettiva ed intuitiva, la sua parte sensibile (Luna) è più forte di quella dell’io, (Sole) mentre i pensieri lo portano a vedere le cose in modo un po’

pessimistico, la sua Luna lo spinge ad una sana sicurezza in se stesso, e delle sue aspettative. La sua compagna di vita ideale è una donna autonoma, (trigono al MC) che desideri avere molti figli (5 casa), passionale e sensuale (Luna e Plutone congiunti in scorpione). Marte in capricorno ottava casa, lo induce a perseguire i suoi obiettivi fino al loro raggiungimento e con strategie mentali più che di lavoro fisico.

Risposta con i tarocchi: Ruota della fortuna Mi sto separando, vorrei sapere come andrà la mia vita sentimentale, riuscirò a rifarmi una vita? Sono nata il 10 agosto del 1951 saluti Rita

Seppur nel dolore, non vedi soluzione per riavviare una possibilità di riconciliazione nel rapporto con tuo marito, non sentivi più di avere accanto un compagno di vita. Secondo i tarocchi non sei pronta per un nuovo rapporto, ma non ritorni neanche indietro. Avrai bisogno di un pò di tempo. Nell’immediato c’è la possibilità di avere un incontro piacevole, con un uomo con cui puoi avere gli stessi interessi e

andrea.grafico@libero.it

TEMA ASTRALE CARATTERIALE

Gabriella Monzi Sagittario ascendente Pesci. Vive a Milano. Dopo studi di filosofia ad indirizzo psicologico, si occupa dal 1986 di Astrologia e Tarocchi. Esperta in tecniche previsionali, cura per varie riviste il settore astrologia. Tiene sull’argomento conferenze e seminari.

trovarti bene in tutto, e che ti ridona vitalità. Non sembra però lasci andare il tuo cuore, devi prima riordinare le tue emozioni. Circa i tempi è difficile stabilirlo con i tarocchi, ma promettono bene circa il tuo futuro affettivo.

RISPOSTA ASTROLOGICA

Gentile Gabriella, sono nata il 10 settembre 1965 ore 14,35 a Cremona. Insieme a mio marito vogliamo cambiare città ed andare a lavorare in località marina, e precisamente nella costa romagnola, come può andare questo progetto? Grazie in anticipo Maria Vergine ascendente sagittario, l’oculatezza di spirito e profondità d’animo caratterizzano il tuo modo di essere, che indubbiamente ti aiutano nelle scelte di vita. Nel tuo 2008 è probabile che ci sia un volgimento di vita, che ti porterà ad un diverso stile di vita e di approccio all’ambiente circostante. Sarebbe viceversa negativo se non attuassi nulla di tutto questo, sei arrivata ad un punto in cui hai bisogno di rinnovamento. Il vostro progetto quindi si presta molto favorevolmente. Nella tua rivoluzione solare, ci sono due bellissimi trigoni che coinvolgono le case del lavoro 6 e 10 tra pianeti fondamentali per la riuscita. I mesi più propizi sono marzo e aprile.


61 -64:Layout 1

1-02-2008

15:51

Pagina 61

61

Energheia

Il Raja Yoga G A cura di Luca Tomberli li yogasutra, scritti da Patanjali in un’epoca imprecisata, sono il primo, e il più elevato tentativo, di riassumere gli antichi insegnamenti dello yoga. Il fine dello yoga è l’arresto dell’attività mentale, ma per fare questo sono necessarie pratiche di vita e di meditazione che diano la possibilità di identificarci con il vero Sé e di superare la condizione di ignoranza che caratterizza generalmente la coscienza umana. Per realizzare ciò è necessario percorrere gli otto stadi, o anga, del raja yoga: yama – requisiti morali niyama – requisiti disciplinari asana – la giusta posizione pranayama – il controllo del prana pratyahara – la ritrazione dai sensi dharana – la concentrazione dhyana – la meditazione

samadhi – la contemplazione Per percorrere gli otto stadi. Sono necessarie due forze fondamentali: la pratica costante e il non attaccamento agli oggetti dei sensi. Il cuore del raja yoga è composto dagli utimi tre stadi, che quando formano un unico atto sequenziale permettono al praticante di realizzare la disciplina della meditazione. Luca Tomberli Nasce nel 1969. Negli anni novanta dopo aver sperimentato alcune tradizioni buddiste, varie discipline olistiche e diversi approcci psicologici, pratica il Raja Yoga, l’antica scienza dell’essere improntata alla conoscenza del sé più profondo. Dopo otto anni d’insegnamento in materie esoteriche, nel 2006 diviene docente di Energheia, la prima scuola di formazione per terapeuti esoterici, fondando le sedi di Milano e Roma.


61 -64:Layout 1

1-02-2008

15:51

Pagina 62

62

Alchimia

Alchimia Dottrina Segreta:

la Luce rigeneratrice

L

’essenza delle pratiche alchimiche è racchiusa in un meccanismo trasmutativo che accompagna le diverse fasi dell’Opera e ne segna la condizione interna e secretata. Il Tre volte Grande Ermete Trismegisto, leggendario Magister, autore della celebre Tavola Smaragdina, Tavola Smeraldina o Tavola di Smeraldo, in un antichissimo manoscritto definiva l’Alchimia: “… Una scienza dei corpi costituita a partire dall’uno e mediante l’uno semplicemente, che unisce l’una all’altra le sostanze più preziose sia nella teoria sia nella pratica, e le mescola in maniera naturale per perfezionarle”. In un’altra opera, egualmente attribuita al saggio dei saggi, il Libro di Ermete o Arte dell’Alchimia, è scritto in merito alla Dottrina Segreta, l’Opera Trasmutante: “L’Alchimia include la conoscenza dell’essenza dei sette

metalli e mostra come le loro forme difettose possano essere ricondotte alla completezza naturale”. Ciò significa che le qualità in eccesso, tanto nei minerali che nell’essere umano che opera internamente per mezzo dei processi alchimici, possono essere mitigate e nel caso in cui queste scarseggino possono venire potenziate. Equilibrando i vari scompensi, aggiungendo o togliendo a ciascuno di essi quanto la natura ha apportato in esubero o in maniera minoritaria, si ottiene la modificazione dei metalli (aspetto fisico dell’Opera) e della materia interiore (aspetto alchimico-spirituale). La trasformazione delle sostanze interiorizzate allude a una mutazione dei corpi sottili: Solare (il Principio intelligente di vita), Saturniano (Materia Terrigena, veicolo fisico), Lunare (Corpo Astrale), Mercuriano (Spirito volatile, sostanza spermatica sottile,

Stefano Mayorca, Scrittore, giornalista, pittore e illustratore quotato. Sperimentatore in ambito alchemico, ha approfondito le diverse tecniche di questa antichissima scienza. È studioso di ermetismo, religioni antiche e parapsicologia.

prima umanazione). Il lavoro di bilanciamento e consolidamento della struttura etericosottile avvia a una reintegrazione di tutte le componenti occulte dell’essere, e conferisce quella facoltà primigenia che consente di penetrare nella zona astralizzata, nel regno dell’Invisibile, allo scopo di acquisire la perfetta Conoscenza. La Luce ermetica a questo punto permea le zone sottili dell’alchimista, annulla il potere oscuro e ottenebrante, scaccia le ombre e i fantasmi dell’Astrale. Il nuovo stato ottenuto permette di discernere ciò che è bene da ciò che è male, ma non secondo i dettami di una morale comune, commista a retoriche interpretazioni tipiche della mentalità umana. Il vero alchimista non tradirà mai la sua autentica natura in favore di una concezione profana, di un pensiero che snatura la Luce, il Dio Occulto interiore.


61 -64:Layout 1

1-02-2008

15:51

Pagina 63


61 -64:Layout 1

1-02-2008

15:51

Pagina 64


Anima News 27