Page 1

Anno XII - N. 2

P E R I O D I C O B I M E S T R A L E I N D I S T R I B U Z I O N E G R AT U I T A

Marzo | Aprile 2019

ZOOM

pag.

di Giovanni Cavallini

IL PEDIATRA

FIANO ROMANO

IL VETERINARIO

SCONTI PER I GIOVANI CON LA “YOUTH CARD”

IL SOLE AMICO… PER LA PELLE? SÌ, MA CON QUALCHE ACCORTEZZA

A VENTI ANNI DALLA MORTE IL RICORDO DI DON GIUSEPPE È PIÙ VIVO CHE MAI

TOXOPLASMOSI, GRAVIDANZA E GATTI, LE COSE DA SAPERE

La Regione Lazio lancia la “YOUth CARD”, sulla scia della EYCA (European Young Card), con la quale sarà possibile ottenere agevolazioni per eventi sportivi, culturali e di intrattenimento non solo nel Lazio ma in tutta Europa. L’iniziativa rientra nel pacchetto “La Regione Lazio per i giovani“. Presentata alla fine dello scorso mese ha già i primi riscontri positivi in alcuni comuni del Lazio. Con la “Lazio Youth Card” i giovani di età compresa tra i 14 e i 29 anni che vivono nel Lazio potranno accedere gratuitamente, oppure ottenendo delle riduzioni, a musei, teatri, eventi sportivi, cinema, librerie e istituti di formazione aderenti alla convenzione. La Regione Lazio è, per ora, l’unica regione d’Italia che aderisce all’iniziativa EYCA, il network delle “Youth Card” dei paesi europei. Potrà contare su una rete di 35.000 esercizi convenzionati in 36 paesi europei. Per ottenerla sarà necessario scaricare l’app disponibile su AppStore o GooglePlay, procedere alla registrazione inserendo i dati personali e una foto del proprio documento di identità. Abilitando la localizzazione saranno subito visibili gli eventi e gli esercizi convenzionati più vicini.

13

pag.

14

pag.

23

pag.

25/27

LO SPORT

MORLUPO: COLOMBINA, STORIA DI UNA MULA ABBANDONATA Alcuni volontari hanno trovato il quadrupede disteso in un terreno Grazie ad amorevoli cure, ora sta bene ed ha una casa

U

na mula di circa 25 anni è stata abbandonata in un terreno in località Valle Fontana Vecchia a Morlupo. L’animale, ribattezzato Colombina, è stato visto agonizzante disteso sul terreno da alcune volontarie che hanno immediatamente allertato il comando della polizia locale. Denutrita, disidratata, senza microchip, nè padrone, ha ricevuto le cure di primo soccorso, e dunque è stata rimessa in piedi e successivamente ricoverata pres-

so la clinica veterinaria “Equine Practice” di Campagnano. La sopravvivenza dell’animale è stata frutto dello spirito di comunità, attivando tutta una serie di persone e contatti, che anche in questo caso Morlupo ha ancora una volta saputo dimostrare. L’amministrazione comunale di Morlupo, attraverso il profilo facebook ufficiale, ha voluto ringraziare tutti coloro che si sono adoperati ed hanno contribuito alla sopravvivenza di Colombina come le volontarie, con

La vignetta del Conte

Loretta Marangoni, che hanno segnalato l’animale e lo hanno assistito; Andrea Lunerti che è intervenuto, con la sua esperienza

e professionalità, supportando il Sindaco, ed effettuando il trasporto verso la clinica insieme a Loredano Munelli; il veterinario della ASL,

Morgan Avetta, la veterinaria Serena Gaudieri e la veterinaria Claudia D’Addario dell’Ass. “Progetto Islander” di Nicole Berlusconi, che hanno prestato le cure mediche di primo intervento; i vigili del fuoco che sono intervenuti per sollevare l’animale e sostenerlo; gli agenti della polizia locale che ha presidiato e assistito l’animale dalla mattinata fino al tardo pomeriggio, con grande professionalità; Roberto Talpo, che si è messo a disposizione per l’imbragatura della mula e sollevamento; segue a pag. 5


Pagina 2

Marzo | Aprile 2019


Pagina 3

Marzo | Aprile 2019

CILIEGIE, DANNI IN SABINA PER L’ARRIVO DELL’INSETTO KILLER

Questo piccolo moscerino, proveniente dalla Cina, è capace di ridurre la produzione non solo di ciliegie, ma anche di una vasta platea di colture frutticole Il danno stimato è di circa 4 milioni di euro in meno sulla produzione

U

n moscerino dei piccoli frutti (Drosophila Suzukii) sta provocando gravissimi danni nella Sabina romana e reatina, colpendo in particolare la cerasicoltura che attualmente garantisce al territorio una produzione lorda vendibile di circa 10 milioni di euro. I danni provocati dalla Drosophila Suzukii, secondo i dati elaborati dagli esperti della rete di imprese “Produttori agricoli di frutta”, sono stati stimati intorno al 40 per

cento della produzione totale, il che significa circa 4 milioni di euro in meno sulla produzione lorda vendibile. Per questo Coldiretti Roma e Rieti, in collaborazione con la rete “Produttori agricoli di frutta”, si sono mobilitate per realizzare un progetto che prevede la realizzazione di ciliegeti specializzati coperti, unico strumento valido per contrastare gli attacchi di questo insetto, proveniente dalla Cina. “Attualmente si stanno studiando nuove strategie di controllo

perché quelle finora adottate si sono rivelate inefficaci sottolinea Giuseppe Casu direttore Coldiretti Roma - Abbiamo proposto una progettualità che, fondata sulla misura 4.1 del PSR (Piano di Sviluppo Rurale) in uscita, possa accompagnare le imprese verso la realizzazione di impianti coperti. In questo modo garantiremmo

la protezione dagli attacchi dell’insetto e riusciremmo ad avere un comparto più strutturato”. In programma anche misure per migliorare l’identificabilità del prodotto, attraverso un marchio collettivo, e per valorizzare la ciliegia con azioni di trasformazione da abbinare alla vendita diretta, attualmente principale forma di collocazione sul

mercato. “È un progetto importante che nasce dal grave problema Drosophila Suzukii, ma può accompagnare la cerasicoltura Sabina verso una necessaria evoluzione in termini di competitività e valorizzazione sul mercato - spiega Alan Risolo presidente di Coldi-

retti Rieti - L’obiettivo è quello di dare continuità alla coltivazione della ciliegia, rendendola ancora più centrale tra le attività che possono portare reddito al territorio”.

GLI ALLIEVI MARESCIALLI DELL’ESERCITO IN VISITA ALLE “GALLERIE DEL MONTE SORATTE”

G

li Allievi Marescialli del XXI corso “Esempio”, nell’ambito delle iniziative dedicate all’approfondimento di tematiche storico militari organizzate dalla Scuola Sottufficiali dell’Esercito, si sono recati in visita alle “Gallerie del Monte Soratte”. Come in altre occasioni, anche questo evento ha consentito di prendere contatto con i luoghi reputati, in tempi passati, di peculiare importanza militare. L’analisi del momento storico ha permesso di valorizzare ancor più un percorso formativo che

si pone come obiettivo quello di creare “Junior Leader” sempre più capaci e preparati. La Scuola Sottufficiali dell’Esercito ha il compito di formare Marescialli Comandanti di plotone e Marescialli con la Specializzazione Sanità. L’iter formativo si sviluppa coniugando una didattica di livello universitario con un’intensa attività ginnico-sportiva unitamente a un impegnativo programma di attività militari, teoriche e pratiche, svolte in sede, in aree e strutture addestrative sul territorio nazionale.


Pagina 4

Marzo | Aprile 2019


Pagina 5

Marzo | Aprile 2019

Segue dalla prima pagina

MORLUPO: COLOMBINA, STORIA DI UNA MULA ABBANDONATA Alcuni volontari hanno trovato il quadrupede disteso in un terreno Grazie ad amorevoli cure, ora sta bene ed ha una casa

G

i a c o m o Deli, che è intervenuto con il trattore per sostenere l’animale durante le cure; i sig.ri Lo Monaco che hanno donato prontamente del fieno. L’associazione no profit “Progetto Islander”, che ha tra le sue finalità quella di difesa e tutela dei cavalli e degli equidi in generale e si occupa della riabilitazione psico-fisica di animali provenienti da sequestri per reati di maltrattamento, ha finanziato le cure di pronto intervento, mentre il Comune ha finanziato i giorni di ricovero in clinica. La mula, dopo aver ricevuto le cure necessarie, è stata dimessa dalla clinica e trascorrerà la sua vecchiaia a Marta, presso il lago di Bolsena. Infatti alla presenza del sindaco di Morlupo,

(fonte foto Facebook) Ettore Iacomussi, e dell’assessore Pietro Camponeschi, è stata data in affido temporaneo, per un anno. Verrà periodicamente controllata dall’amministrazione locale essendo stato l’animale registrato a nome del Comune di Morlupo. Un ringraziamento particolare va alla sig. ra Anna, che se ne prenderà cura.

Civitella San Paolo. Mercoledì 1 maggio

FESTA DEI CANESTRI E DEL PANE BENEDETTO

M

artedì 1 maggio a Civitella San Paolo torna il tradizionale appuntamento con la “Festa dei Canestri e del Pane Benedetto”. Il programma dei festeggiamenti prevede una solen­ne processione che partirà da piazza S. Giacomo, alle 9 circa, per raggiungere la chiesa di S. Lo­renzo dove verrà celebrata una Santa Messa.

Alla processione prenderanno parte ragazze in costume tradizionale che porteranno sulla propria testa i tipici “canestri” ornati di fiori e di nastri, e ragazzi che sosterranno imponenti croci di legno. Infine in piazza S. Giacomo ver­ rà distribuito ai presenti il pane benedetto re­ cante l’effigie del patrono San Giacomo.


Pagina 6

Marzo | Aprile 2019

MISTER NEURO DI STRISCIA LA NOTIZIA A SANT’ORESTE PER L’OUTLET

V

alentina Pina e Maria Francesca Zozi, rispettivamente sindaco e vice-sindaco di Sant’Oreste sono state intervistate da Charlie Gnocchi, alias Mister Neuro di Striscia la Notizia. L’inviato della trasmissione di Canale 5 ha incontrato i due rappresentanti dell’amministrazione comunale e ci ha parlato “di un centro commerciale che... poco

commercia!”, come scritto sul sito internet della rete televisiva. Il servizio infatti documenta che il centro commerciale a Sant’Oreste, vicino Roma, che si sviluppa su circa 17 ettari e fino a qualche mese fa dava lavoro a ben cinquecento persone, è totalmente inattivo. In attesa di un suo rilancio, già annunciato dal nostro giornale, attualmente è aperto soltanto un negozio.

“L’investimento – ha ricordato Mister Neuro - è privato, ma il pubblico ha dato al privato il terreno e il pubblico si aspetta che il privato faccia lavorare i cittadini del paese”. Come sapete Mister Neuro si occupa di sprechi. Attraverso il microfono del Tg satirico il vice-sindaco Zozi ha dichiarato “lo spreco è aver svenduto un terreno pubblico in favore di un privato e poi

averlo venduto a chi non è riuscito a mandar avanti la struttura nel tempo”. Mentre il sindaco Pini (nella foto nei panni di Mister Neuro / fonte Facebook), ha ricordato “il Comune allora aveva realizzato dei servizi a favore della mega struttura. Servizi che di fatto invece di arricchire il Comune sono diventati delle spese, visto che la struttura non è mai andata a pieno regime”.


Pagina 7

Marzo | Aprile 2019


Pagina 8

Marzo | Aprile 2019


Pagina 9

Marzo | Aprile 2019

Torrita Tiberina

PIÙ SICUREZZA PER I BAMBINI ECCO I NONNI CIVICI Le persone anziane si occuperanno del servizio di sorveglianza degli alunni sullo scuolabus e fuori dalle scuole

I

l regolamento “Nonni civici” è stato approvato lo scorso mese dall’assise cittadina di Torrita Tiberina e consentirà alle persone anziane di dedicare parte del loro tempo libero allo svolgimento di compiti di pubblica utilità, ricoprendo una funzione ancora attiva all’interno della società attraverso le proprie potenzialità individuali. A dare no-

tizia dell’approvazione del regolamento è stata proprio l’amministrazione locale sul profilo facebook istituzionale: “Il comune di Torrita Tiberina è lieto di comunicare che il 1° marzo, con la delibera di consiglio comunale, è stato approvato all’unanimità il regolamento “Nonni Civici” che permetterà, a chi lo vorrà, di dedicare parte del proprio tempo libero allo svolgimento

di compiti di ottimizzazione, potenziamento e

utilità civica”. Attraverso questo importante

progetto dunque il comune intende costruire un sistema di sicurezza a rilevanza sociale: il primo passaggio per attuare tale intendimento è l’attivazione del servizio di sorveglianza degli alunni sullo scuolabus comunale e davanti alle scuole. Attraverso questo progetto, fanno sapere dal Comune, si garantisce alle persone coinvolte direttamente una partecipazione attiva alla

vita sociale e culturale della comunità in cui essi vivono recuperandone le esperienze di vita ed infine l’attuazione del progetto rappresenta una possibilità per una maggiore presenza di persone titolate a segnalare anomalie ed eventuali disservizi, permettendo così all’amministrazione locale di risolvere eventuali problematiche con maggiore puntualità ed efficienza.


Pagina 10

Marzo | Aprile 2019


Pagina 11

Marzo | Aprile 2019

Castelnuovo di Porto

Fiano Romano

NUOVE REGOLE INAUGURATA CASA DELL’ACQUA PER LA ZTL CAMBIA L’ORARIO E JUNKER APP

I

n occasione della Giornata dell’Ambiente, organizzata dal Comune di Castelnuovo di Porto per promuovere le buone pratiche quotidiane per la sostenibilità ambientale, alla presenza degli alunni delle classi elementari e medie dell’Istituto Guido Pitocco e degli amministratori locali guidati dal sindaco Riccardo Travaglini, sono stati inaugurati

due nuovi servizi: la “Casa dell’acqua” e la junker app. Il primo, installato in piazza del Popolo, riguarda un punto di distribuzione gratuito di acqua naturale e frizzante a servizio della cittadinanza. Obiettivo di questa struttura è, tra gli altri, promuovere il consumo di acqua pubblica di rete e ridurre il consumo dell’acqua in bottiglie di plastica e, quindi, i rifiuti di imballaggio.

L’altro servizio riguarda una interessante e innovativa un’applicazione che i cittadini potranno scaricare sui propri smartphone, sviluppata in modo specifico sulle esigenze del Comune il quale, attraverso il codice a barre, facilita il corretto conferimento della differenziata, fornisce informazioni su orari e luoghi degli ecocentri e invia notifiche sui giorni della raccolta.

N

uovi orari per la Zona a Traffico Limitato nel centro storico di Fiano Romano. Sono stati infatti modificati, per un periodo sperimentale di tre mesi, e dunque fino al 30 giugno 2019, gli orari della ZTL del centro storico in modo da permettere l’ingresso libero dei veicoli esclusivamente in alcune fasce orarie della giornata.

L’accesso nel cuore antico della cittadina potrà avvenire esclusivamente quando al varco ZTL di via Roma e via Giordano Bruno sarà attivo il semaforo verde e, nello specifico, dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 17 alle ore 20. Le auto, infine, dovranno lasciare la zona Ztl prima dell’attivazione del semaforo rosso al fine di evitare le relative sanzioni. Mentre nei giorni di

sabato, domenica e festivi la Ztl sarà attiva in modo permanente 0-24 h. “La decisione – ha dichiarato il sindaco Ottorino Ferilli - è scaturita a seguito delle numerose richieste avanzate dai cittadini con le quali avevano sollecitato la modifica dell’assetto della Ztl prevedendo, appunto, un’apertura alla circolazione dei veicoli in alcune ore della mattina e del pomeriggio.”


Pagina 12

Marzo | Aprile 2019


Pagina 13

Marzo | Aprile 2019

I L P E D I AT R A

DOTT. ALDO BELLOCCHI

IL SOLE AMICO… PER LA PELLE? SÌ, MA CON QUALCHE ACCORTEZZA L’esposizione ai raggi solari può essere nociva se non vengono rispettate alcune regole In estate, quando le temperature aumentano, è opportuno seguire anche alcuni accorgimenti aggiuntivi, per conservare i cibi

I

l sole, se preso con moderazione e seguendo determinati accorgimenti, ci aiuta a stare bene e ci mette di buon umore; ma non solo, conosciamo da sempre i benefici che il sole dà nell’aumentare le difese immunitarie e nel rinforzare le ossa stimolando l’organismo a produrre la vitamina D che soprattutto nei bambini serve a fissare il calcio. Il sole quindi amico… per la pelle? Sì, ma con qualche accortezza. Difendiamo la pelle del bambino con creme a protezione molto alta (SPF oltre 40), resistenti all’acqua e da applicare più volte al giorno. E siccome nessun prodotto può proteggere al 100% dai danni delle radiazioni ultraviolette, è importante tenere il bambino all’ombra nelle ore più calde, fargli indossare cappello e occhiali da sole e vestirlo con abiti freschi, in fibre naturali e di colore chiaro. Inoltre, per prevenire la disidratazione, fargli bere molta acqua ed eventualmente, in caso di

caldo intenso, bevande che contengano sali minerali. L’esposizione al sole deve avvenire in maniera graduale, aumentando progressivamente la durata di esposizione. In ogni caso, meglio EVITARE LE ORE DALLE 11,30 ALLE 16. Gli inconvenienti più frequenti sono le scottature, fattore di rischio per l’invecchiamento precoce della pelle; l’eritema solare, che è una vera e propria ustione di primo grado e, se il bambino appare confuso, ha dolore, colorito alterato o vere e proprie bolle, meglio rivolgersi al pediatra o al pronto soccorso. E infine attenzione al colpo di calore che è dovuto ad un innalzamento improvviso della temperatura corporea, causato dalla combinazione di caldo e umidità intensi. Per prevenirlo valgono le stesse raccomandazioni dell’esposizione al sole, cui si aggiunge l’importanza di fare bere al bambino molta acqua durante la giornata per reintegrare i liquidi persi tramite la sudorazione e

privilegiare una dieta ricca di frutta e verdura. Parliamo quindi di alimentazione in estate, anche se alcuni consigli valgono sempre! Attenzione a come conserviamo il cibo perché, complici le alte temperature, potrebbe deteriorarsi con facilità, con conseguenze dannose per la salute e... per le vacanze! Un alimento mal conservato o avariato potrebbe essere infatti contaminato e causare un’intossicazione alimentare e una conseguente gastroenterite dovuta più frequentemente a batteri, ma anche virus o le loro tossine, che possono proliferare in cibi come pesce crudo, carne poco cotta, prodotti caseari, maionese e alimenti che contengono uova. Una volta mangiati, possono provocare mal di pancia, vomito e diarrea. Nulla di grave e che di solito tende a risolversi spontaneamente, ma che comunque potrebbe meritare un con-

sulto medico e una terapia adeguata, eventualmente anche per ripristinare i liquidi e i sali persi con il vomito e la diarrea. Qualche semplice consiglio per proteggere i bambini da una intossicazione alimentare: 1) lavatevi e lavate spesso al bambino le mani; 2) non offrirgli cibi crudi o poco cotti; 3) mettete in frigo velocemente ciò che non mangerà subito; 4) non proporgli carne, pollame o pesce che sia stato in frigorifero per più di 2-3 giorni; 5) non servirgli cibi vecchi, mal confezionati, che hanno un odore o un gusto sgradevoli. Nel caso che si verificasse un episodio di gastroenteriti dovute a piccole intossicazioni ali-

mentari, il problema non è tanto il vomito e/o la diarrea di per sé, ma una eccessiva perdita di acqua e sali minerali, che insieme alle alte temperature e la sudorazione eccessiva possono far sì che il piccolo si disidrati più rapidamente. In questo caso è opportuno consultare il pediatra.


Pagina 14

Marzo | Aprile 2019

Fiano Romano

A VENTI ANNI DALLA MORTE IL RICORDO DI DON GIUSEPPE È PIÙ VIVO CHE MAI

V

ent’anni fa Fiano Romano perdeva Don Giuseppe Mariottini, parroco del paese per oltre 50 anni. Il suo ricordo è indelebile nella comunità fianese e non solo tra i fedeli. Per celebrare il ventennale della sua morte, lo scorso 23 marzo, nell’Oratorio Santa Maria delle Grazie, il parroco di Fiano Don Terzilio Paoletti ha dedicato una messa alla memoria di Don Giuseppe, al termine della quale sono state condivise testimonianze e riflessioni sulla figura dello storico prete. Don Terzilio, per tutti Don Chicco, ha allestito il teatro dell’Oratorio con fotografie, articoli di giornale, documenti e corrispondenze epistolari dell’epoca. Dopo la funzione religiosa è stato lo stesso

Don Chicco ad iniziare i racconti su Don Giuseppe: “Un parroco moderno nel contesto di quel tempo, pur se vestiva con la tonaca, era un prete moderno. Cercava sempre di innovarsi, di stare al passo con i tempi. Don Giuseppe viene prima del Concilio e aveva un’apertura mentale non indifferente, sempre rivolta all’aggregazione. Ho voluto infatti dedicare un pannello fotografico ai tanti pellegrinaggi da lui organizzati. Non il prete dell’altare e basta, della scrivania, la sua era una Chiesa in uscita. Ecco la sua attualità. Proprio quello che sta chiedendo oggi Papa Francesco”. In alcune immagini, che hanno fatto da contorno al riuscito evento, Don Giuseppe è stato ritratto nella vita sociale fianese, con i ra-

gazzi, con gli sportivi, vicino alle famiglie in difficoltà, nella cappella del cimitero a cui teneva particolarmente, nel duro momento del crollo della chiesa di Fiano. Ed oltre le fotografie, i presenti hanno potuto leggere le corrispondenze dell’epoca che testimoniano l’impegno del prete per migliorare la vita di tutti. Tra i tanti documenti c’erano i suoi appelli al Papa dell’epoca per la ricostruzione della chiesa fianese dopo il crollo, le missive al sindaco di allora per la sistemazione della cappella del cimitero, richieste dove il parroco si metteva a disposizione personalmente anche per una collaborazione economica. A testimoniare l’amore della comunità fianese per Don Giuseppe è stato anche Eleno Mattei,

assessore alla cultura: “A noi giovani degli anni 50/60 Don Giuseppe ha dato il primo spazio in cui ritrovarsi: l’Oratorio di Santa Maria delle Grazie. Qui, tra le altre cose, ogni domenica si proiettavano film. Ci ha donato la possibilità di vivere una vacanza diversa con le colonie estive. I preti speciali come lui rendono la chiesa migliore. Non è stato solo un prete straordinario ma una persona dal cuore d’oro che non si è mai stancata di aiutare i suoi parrocchiani”. Presente al pomeriggio di ricordi in memoria di Don Giuseppe anche l’ex sindaco di Fiano Stefano Paladini. “Quando è venuto a Fiano – ha raccontato commosso Paladini – io avevo 8 anni. Era un paese dedito alla ricostruzione dopo la guerra e

che iniziava a crescere. Forse erano tempi più semplici, ma lui era un prete proiettato al futuro che non si è mai risparmiato. Raggiungeva le campagne per essere vicino a tutti i suoi parrocchiani”.

Anche il sindaco di Castel Sant’Elia, dove è nato Don Giuseppe, ha voluto raccontare la grandezza di questo prete. di Gessica Di Giuseppe


Pagina 15

Marzo | Aprile 2019


Pagina 16

Marzo | Aprile 2019


Pagina 17

Marzo | Aprile 2019

Castelnuovo di Porto

“VELO OK”, SEI COLONNINE COLOR ARANCIONE PER COMBATTERE L’ALTA VELOCITÀ La loro presenza fa da deterrente a spingere sull’acceleratore, in particolare nell’attraversamento del centro abitato

L

’Amministrazione comunale di Castelnuovo di Porto continua ad investire risorse per migliorare la sicurezza stradale. Questa volta gli interventi riguardano l’installazione dei “Velo Ok”, colonnine color arancione, strumento utile per contrastare gli eccessi di velocità e stimolare negli automobilisti comportamenti più responsabili. Ben sei “Velo Ok” sono stati installati su alcune stra-

de cittadine e in particolare in: via Roma, altezza Piazza Gavioli; via Roma, altezza civico 79- 81; via Roma, altezza Unicredit; via Montefiore, altezza M. Colonna; via Montefiore, altezza ingresso Vallelinda/Carrefour e via Montefiore 73. “Un progetto - si legge – che ha lo scopo di migliorare la sicurezza stradale e la tutela della vita umana, soprattutto in determinati punti ritenuti maggiormente sensibili”. La presenza di queste co-

lonnine a bordo strada sono ormai note per chi viaggia. Ricordiamo che non si tratta di autovelox fissi, ma “postazioni” dove a turno è possibile installare un autovelox mobile, presidiato dalla polizia municipale e con constatazione immediata dall’infrazione. Ma a prescindere dalla messa in funzione o meno delle colonnine, lo scopo è quello di indurre gli utenti al costante rispetto dei limiti urbani e dunque di migliorare la sicurezza stradale

in punti ritenuti maggiormente sensibili. Le postazioni, non a caso, sono state scelte per consentire anche la presenza, a valle del “Velo Ok”, di una pattuglia che possa contestare la velocità oltre i limiti in un punto della strada dove ciò si possa fare in sicurezza. La presenza di queste colonnine quindi fa da deterrente a spingere sull’acceleratore, in particolare nell’attraversamento del centro abitato e in prossimità degli edifici scolastici.

Direttore Responsabile GIOVANNI CAVALLINI Direttore Editoriale DOMENICO PARAVATI Registrato presso il Tribunale di Rieti al numero 6/2008 del 18/3/2008 Editore ASSOCIAZIONE RCA - Via L. Giustiniani, 35 00065 Fiano Romano (RM) - lagazzettadeltevere@alice.it Realizzazione grafica GIUNTA GREGORY Stampa VAL PRINTING SRL - Via Cassia Km 36,30 zona ind. Le Settevene - 01036 Nepi (VT) Responsabile del trattamento dati (D. Lgs. 196/2003) GIOVANNI CAVALLINI Periodico bimestrale in distribuzione gratuita. La collaborazione è gratuita, salvo accordi diversi e scritti. Testi e foto, pubblicati o no, non si restituiscono. Per controversie legali foro competente è quello di Rieti.

CHIUSO IN REDAZIONE IL 06/04/2019


Pagina 18

Marzo | Aprile 2019


Pagina 19

Marzo | Aprile 2019

Morlupo

ATTIVO LO SPORTELLO AMIANTO NAZIONALE

Amministrative 2019

VALLE DEL TEVERE, AL VOTO DUE COMUNI TIBERINI

Saranno offerti servizi “on line e on demand” alla cittadinanza a titolo gratuito

A

nche il Comune di Morlupo ha aderito allo Sportello Amianto Nazionale e offre al cittadino un’assistenza a 360 gradi in materia di amianto. I cittadini di Morlupo che vorranno avere informazioni ed essere guidati nell’approccio e nella risoluzione di qualsiasi problema legato all’amianto, potranno ricevere assistenza totale su argomenti sia tecnici, sia giuslavoristici sia sanitari in materia di amianto: una

bonifica da fare, capire quali procedure seguire per determinare se il proprio amianto è pericoloso, effettuare un lavoro in casa o in azienda laddove sia presente amianto, conoscere adempimenti ed obblighi per essere in regola e tutelare la salute in caso di presenza di amianto, oltre che fare segnalazioni di abbandoni, avviare pratiche per il riconoscimento di malattie professionali, chiedere pareri di materia legale. Ogni risposta sarà a disposizione

del cittadino residente a Morlupo scrivendo a info@sportelloamianto.org o chiamando il numero nazionale 06 81153789. Collegandovi al sito internet del Comune (www.morlupo.roma. it) troverete tutti i riferimenti ed un link per accedere ed avere finalmente risposte su questo mondo così complicato il cui protagonista è un inquinante che è necessario sconfiggere per tutelare la salute di tutti. Se, per esempio, abbiamo un tetto da

smaltire, contattando lo sportello e descrivendo l’intervento, il servizio genererà immediatamente per Vostro nome una “Call” (richiesta di offerta), concordando con voi se interpellare possibili bonificatori in area provinciale o regionale per comunicare appunto la vostra esigenza a tutte le aziende in regola con la categoria di smaltimento ed automaticamente segnalate all’albo gestori ambientali del Ministero dell’Ambiente.

S

i avvicinano le elezioni Europee 2019. A pochi mesi al voto comunitario, tutti i partiti si stanno iniziando a preparare a questo importante appuntamento elettorale con i sondaggi che già impazzano da tempo. Per l’Italia si tratterà anche di una sorta di primo test nazionale. Non solo Europee. Domenica 26 maggio infatti saranno chiamati alle urne anche circa il 50% dei comuni italiani con le elezioni amministrative.  Per quanto riguarda la Valle del Tevere saranno chiamati al voto i seguenti comuni: Nazzano (1361 abitanti), sindaco uscente Alfonso Giardini e Ponzano Romano (1158 abitanti) che torna al voto anticipatamente a seguito del commissariamento.

Castelnuovo di Porto

RUBA I RISPARMI DELL’ANZIANA CHE ACCUDISCE: ARRESTATA BADANTE ITALIANA

I

Carabinieri della Compagnia di Bracciano hanno arrestato una 25enne italiana, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, con l’accusa di aver circuito un’anziana 85enne del posto. La donna, che lavorava quotidianamente

quale badante della vittima, era riuscita a carpire il codice d’accesso del bancomat, origliando una conversazione tra la signora e sua figlia. Negli ultimi mesi, aveva più volte asportato la carta di pagamento presente nell’appartamento,

per prelevare complessivamente circa 6500 euro da uno sportello ATM del posto. A seguito della segnalazione di un parente, preoccupato per i recenti e sospetti movimenti bancari, i carabinieri della stazione di Ca-

stelnuovo di Porto hanno accertato le responsabilità dell’operatrice domestica, peraltro ripresa dalle telecamere del bancomat mentre si appropriava dei risparmi dell’anziana.


Pagina 20

Marzo | Aprile 2019

A FIANO ROMANO LO SPECIALISTA DEL NOLEGGIO Attrezzature e macchinari per l’edilizia, giardinaggio, feste e ricevimenti

zienda è l’offerta di un servizio sempre più completo e puntuale al fine di soddisfare al meglio le esigenze dei clienti. Offriamo inoltre assistenza a chi vuole cimentarsi per la prima volta al fai-da-te e bricolage per risolvere i problemi domestici. Proprio per questo negli ultimi anni si è scelto di investire in nuovi e importanti settori quali la pulizia civile, industriale e attrezzature per le più svariate esigenze. Presso il nostro punto di via Tiberina 64, che vanta un’area coperta di circa 200 mq oltre ad un’ampia area esterna, potete trovare una vastissima gamma di attrezza-

ture a noleggio, con macchinari collaudati e garantiti per darvi sempre il massimo in termini di resa e qualità e tutti conformi alle normative europee. Inoltre vi offriamo i seguenti servizi: noleggio giornaliero-settimanale-mensile; pronta assistenza in caso di guasto; assistenza e consigli sulla macchina da utilizzare, istruzioni per un corretto uso; servizio prenotazione per una sicura disponibilità della macchina e preventivi dettagliati. Da noi dunque potete trovare la soluzione per i vostri problemi.

Spazio a pagamento

A

Fiano Romano c’è una realtà commerciale che si occupa del noleggio di numerosi articoli rivolti ai professionisti, alle attività artigianali e agli amanti del fai da te. Proponiamo elettroutensili, macchine edili, macchine e utensili per il giardinaggio, scale, tutto per feste e ricevimenti. Il nostro punto vendita, affiliato a Italnolo, sito nei pressi dell’uscita autostradale A1 (Roma/Firenze) offre prodotti e servizio di alta qualità e non materiale scadente. Con il trascorrere degli anni ci distinguiamo proprio per la completezza dei prodotti che offriamo e per la qualità del nostro servizio. Il nostro negozio è gestito da professionisti. Il rapporto umano e l’attenzione alle esigenze del cliente sono alla base del nostro punto vendita. Obiettivo dell’a-


Pagina 21

Marzo | Aprile 2019

Dalla Flaminia

OSSERVATORIO RIGNANESE di Domenico Paravati

QUEI CRETINI DELLA ROTONDA

cili momenti è libera oppure no.

A

LA VIA FLAMINIA È STATA SISTEMATA? CHISSÀ...

metà del corso di Rignano c’è una rotonda per rendere più sicuro il traffico. Questa rotonda nel periodo natalizio ospita il Bambinello con Giuseppe e Maria, in pratica un mini-presepe molto grazioso. Queste considerazioni non sono nella mente di quei giovani o giovanissimi che hanno deciso di imbrattare la parte frontale del manufatto. Che fare? Ovvio: eliminare al più presto (e speriamo nel frattempo sia stato già fatto) questo segno di cretinismo che non depone certo a favore dell’intelligenza di alcuni ragazzi rignanesi.

PARCHEGGIARE SÌ. MA COME?

N

on si può contestare il diritto di parcheggiare , se possibile, accanto al negozio dove si vuole fare la spesa. Se possibile...Ma se non è possibile bisogna avere la pazienza e andare alla ricerca di un altro posto. Se invece nella nostra mente si affacciano un tantino di egoismo e un pizzico di menefreghismo questo nostro comportamento può causare danni gravissimi, anche mortali, agli altri utenti della strada. Queste situazioni pericolose si verificano purtroppo quasi tutti i giorni davanti ad esercizi che danno sulla via Flaminia. Chi esce con la propria vettura da un supermarket e cerca di entrare sulla consolare, corre il rischio di essere investito perchè non riesce a capire - ostacolato nella vista da un’altra vettura parcheggiata su un lato della Flaminia - se la strada in quei diffi-

D

i mesi ne sono passati tanti e la Flaminia, nel momento in cui scriviamo, è ancora malridotta, come del resto tante altre strade qui intorno. Ma nel momento in cui leggerete, forse, tutto sarà cambiato. O forse ancora no. Tra Rignano e Morlupo –per citare un caso- buche, strisce centrali e laterali in molti tratti sono ormai quasi invisibili, con pericolo per gli automezzi, soprattutto se notte o se c’è nebbia. Vogliamo scommettere che, se tutto è ancora come prima, il...miracolo della risistemazione avverrà solo pochi giorni prima delle elezioni europee?

A RIGNANO, ESPLOSIONE CULTURALE

D

a alcuni mesi autentica esplosione culturale presso la Biblioteca Comunale, a due passi dalla Rocca Savelli-Borgia. La presentazione di libri - e non solo - si sussegue a ritmo incessante, come se Rignano fosse diventata Firenze, città della cultura per eccellenza. Per i libri si dà da fare anche l’associazione Idea Donna che ci segnala i prossimi appuntamenti: 12 maggio, ore 17 - Anche l’olio canta di Laura De Luca e Lorena Fiorini. Nei giorni scorsi presentati Facce e martello di Livio Curatella; La virtù di Checchina di Matilde Serao; Gli egoisti e altre storie romane di Federigo Tozzi. In questa esplosione culturale vanno inserite le varie produzioni teatrali di

Antonio Dell’Aquila. A metà marzo il “Paladino” si è inoltre riempito per una singolare disquisizione sull’esistenza o non esistenza di Dio e sulla natura divina-umana del Cristo. Regia del parroco don Augusto Mascagna. Recita impeccabile di Silvia e David. Gruppo musicale “Rh Positivo”con la voce dirompente di Agnese.

CHE FINE HA FATTO IL CARNEVALE RIGNANESE?

E

sattamente dieci anni fa – marzo 2009 - chi scrive pubblicò un numero unico dal titolo Corriere di Rignano e della Flaminia. Il fondino era: “Punture- Che fine ha fatto il Carnevale Rignanese?”. E nel testo: “Che deve fare il cronista davanti ad una defaillance così vistosa? Solamente dirlo: è stato un fallimento. Non si capisce nemmeno perchè il Carnevale Rignanese, quello che ha sfilato per anni sul corso più bello di tutta l’area Flaminia, abituato a produzioni di maggior pregio, abbia potuto essere proposto in questi termini, visto che non vi era nei quattro-cinque carri - la minima creatività. Carri senza arte nè parte, solo ragazzini e ragazzine sghignazzanti su tutt’e quattro, ed i cartoni degli sponsor... Per fortuna i tantissimi bambini ai lati del corso sono riusciti a divertirsi lo stesso. Basta, per loro, po’ di caciara e la possibilità di spruzzarsi le creme filanti ed avere una maschera da mostro o un mantello da Superman o Zorro...”. A marzo 2019 chi scrive ha rivisto la sfilata dei carri dell’ultimo Carnevale Rignanese. E gli è venuta spontanea la stessa domanda: dov’è finito il vecchio, caro, simpaticissimo, coloratissimo, multiallegorico Carnevale Rignanese Anni Settanta- Ottanta? Ai più anziani la risposta.


Pagina 22

Marzo | Aprile 2019

SANT’ORESTE TORNA LA TRADIZIONALE FESTA DELLA MADONNA DI MAGGIO Una ricorrenza antica che ogni anno viene festeggiata nell’ultima domenica di maggio

A

nche que­ sto anno nell’ultima domenica di maggio si terrà a Sant’Oreste la tradi­ zionale festa della Ma­ donna di Maggio. In questi giorni fervono i preparativi della ultra centenaria manifesta­ zione. Giochi, musica, ballo e appuntamenti religiosi sono gli in­ gredienti del cartello­ ne. I festeggiamenti culminano con l’attesa fiaccolata del mon­

te Soratte: fuochi di fumo e fuochi artificia­ li si incroceranno nel cielo del Soratte con­ cludendo una giornata di grande festa. Fin dal 1814, anno di nascita della festa, nel paese vengono addobbate le cappelle e le edicole con i fiori che la gente porta dai campi e così tutte le immagini di Maria hanno il loro altarino. Nella chiesa parrocchiale l’omaggio si rivolge ad un piccolo quadro che è sull’alta-

re; forse donato da una ragazza raffigura in copia la Madonna delle Stoffe di Carlo Dolci. Mentre con il trascorrere degli anni fiorirono iniziative per arricchire l’addobbo delle vie che la processione percorreva. Ebbene, dopo circa 200 anni la devozione unita al rispetto, si conserva con orgoglio e fare festa ha tutte le giustificazioni, perché ha il ricordo delle passate sofferenze e i con-

tenuti unificanti della fede e dei valori ed un grande significato cul-

turale. Tra gli appuntamenti più seguiti ci permettiamo di segna-

lare, oltre a quelli religiosi, la “fiaccolata del Soratte”.


Pagina 23

Marzo | Aprile 2019

I L V E T ER I NA R IO

DOTT. SSA FLAVIA CORDAHI

TOXOPLASMOSI, GRAVIDANZA E GATTI, LE COSE DA SAPERE L’infezione di origine parassitaria mette a rischio le donne in gravidanza poiché può essere trasmessa al feto tramite le feci dell’animale. Bastano pochi accorgimenti per evitare qualsiasi pericolo

I

l gatto è da sempre considerato il respon­ sabile della trasmis­ sione del Toxoplasma gondii, parassita intracellu­ lare obbligato, a diffusione cosmopolita. In effetti il gatto funge da ospite definitivo del toxoplasma e presenta la fase intestinale del protozoo, mentre negli ospiti intermedi (circa duecento animali verte­ brati a sangue caldo, uomo compreso) può essere localizzato in vari organi e distretti dell’organismo (muscoli, cuore, cervello, occhio, polmoni, fegato e reni, sotto forma di cisti contenenti bradizoiti), tranne che nell’intestino. Quindi il gatto è l’unico animale, insieme ai felidi selvatici, che può elimina­ re il parassita con le feci, mediante le oocisti. Queste, per essere infet­ tanti, devono “sporulare” (maturare) a contatto con l’ambiente esterno, con­ dizione favorita dal clima caldo e umido, ma che richiede sempre almeno 24-48 ore. Le oocisti, una

volta sporulate restano vitali nel terreno per oltre un anno, quindi la terra rappresenta una fonte reale di contagio. Il gatto, invece, se ha contratto il protozoo, lo elimina per due, massi­ mo tre settimane durante tutta la sua vita, dopodiché risulta immune. L’uomo, per infettarsi direttamente dal gatto, se infetto, dovrebbe toccarne le feci emesse da qualche giorno con le mani per poi portarle in bocca. Se si tratta di un gatto di casa, è sufficiente preve­ nire il contagio del felino, non facendolo uscire, ed alimentarlo con cibi cotti o confezionati. In uno studio effettuato in diverse capita­ li europee è risultato che la principale fonte di contagio è l’alimentazione: mangiare carni crude o poco cotte, così come verdura e frutta non lavate, rappresenta un rischio. Anche le cattive condizioni igieniche, come l’acqua da bere che scorre all’aperto, con possibile contaminazione fecale, aumenta la probabilità di

contrarre la toxoplasmosi. Nell’uomo, se immuno­ competente, solitamente decorre in forma asintoma­ tica. Invece, quando l’infe­ zione è contratta durante la gestazione, sono possibili gravi danni embriofetali e addirittura l’aborto (nel primo trimestre). Se con­ tratta nell’ultimo trimestre della gravidanza, il nasci­ turo sarà congenitamente infetto ed è possibile l’in­

sorgenza di sintomatologia tardiva, durante l’infanzia o l’adolescenza. Per limitare la trasmissione del Toxoplasma Gondii è opportuno che la carne sia cotta ad una tempera­tura di 67° oppure congelata a temperatura di -12,5°. La cottura al micro­onde non inattiva le cisti contenenti bradi­zoiti. È invece

assicurata dall’affumicatura a caldo, dall’essiccamento e dalla salagione (6 % minimo di NaCl) con lunga stagiona­tura. Il latte non pastoriz­zato e le uova crude posso­no trasmettere il parassita (sotto forma di tachizoiti), anche se questo è inattivato dagli enzimi proteolitici di un individuo adulto immu­ nocompetente.


Pagina 24

Marzo | Aprile 2019


Pagina 25

Marzo | Aprile 2019

LO SP ORT

MOUNTAIN BIKE E CICLOTURISTICA: LA PRIMAVERA DELLO SPORT CON “RUOTE GRASSE FIANO”

D

ue eventi assolutamente da non perdere per gli appassionati delle due ruote, organizzati da “Ruote Grasse Fiano”. Il primo, in programma il 4 maggio, prevede due circuiti di mountain bike che danno la possibilità a tutti i ragazzi che amano questo sport di divertirsi e giocare all’aria aperta. La prima tappa si svolgerà a Fiano Romano presso la fantastica location delle “Piscine Tevere”. L’iscrizione è gratuita e si potrà

effettuare alla mail segreteria@ruotegrassefianoromano.it oppure la mattina stessa della manifestazione prima delle 9.30. Al termine delle gare è possibile mangiare all’aperto grazie alle strutture messe a disposizione del Ristorante Beef Minimal Restaurant al prezzo di € 10. Durante il pranzo si svolgerà la premiazione e verrà consegnata a tutti i partecipanti una medaglia. Questa tappa fa parte di due campionati: Campionato promozionale Nord di Roma 2019 - È un

campionato promozionale, riservato ai ragazzi da 7 a 12 anni, dove i giovani possono confrontarsi in diverse prove di abilità e tempo. Potranno partecipare i ragazzi che sono tesserati con un Ente di Promozione sportiva o i ragazzi non tesserati in possesso di un certificato medico sportivo di idoneità. Ricordiamo, a tutti coloro che desiderano partecipare, di portare una bicicletta in buono stato, il casco (obbligatorio) e gli occhiali da sole. Questo campionato prevede otto tap-

pe in cui sono coinvolti i paesi di Fiano Romano, Passo Corese, Poggio Catino, Stimigliano, Terme di Cretone, Forano e Tivoli. Nella passata edizione ad ogni tappa hanno partecipato oltre 100 ragazzi in un clima di festa, divertimento e sana competizione sportiva; Circuito MTB Ragazzi Nord di Roma 2019 - A questo circuito possono partecipare i ragazzi da 13 a 16 anni con obbligo di tesseramento ad un ente di promozione sportiva (i tesserati FCI non possono partecipare).

I partecipanti saranno divisi in due categorie, Primavera (13-14 anni) e Debuttanti (15-16 anni) e faranno delle gare compiendo più giri su percorso MTB di circa 1,5 km. Tutte le gare si svolgeranno nel periodo maggio – ottobre nei comune di Fiano Romano, Passo Corese, Poggio Catino, Tivoli, Palombara Sabina, Gavignano e Forano. Mentre il 12 maggio si svolgerà l’attesa Cicloturistica Tevere Farfa. Una manifestazione che permetterà a tutti i cicloamatori di scoprire i fantastici

borghi della Valle del Tevere come quello di Fiano Romano, Nazzano, Torrita Tiberina, Filacciano e Ponzano Romano. La manifestazione quest’anno si svolgerà con nuovi percorsi che daranno a tutti l’opportunità per pedalare e gustare le specialità gastronomiche di queste terre. Tutti i cicloamatori e le loro famiglie potranno scegliere un percorso che soddisfa la propria preparazione atletica. Per maggiori informazioni cliccate sul sito www.ruotegrassefianoromano.it.


Pagina 26

Marzo | Aprile 2019

LO SP ORT

Calcio. Promozione (B)

RIANO, VIETATO MOLLARE NELLE ULTIME PARTITE

V

olata finale. I biancorossoblù dovranno ora affrontare una volata di alcune centinaia di minuti di gioco, sperando in qualche passo falso davanti e delle inseguitrici. Calendario alla mano il

Riano in quest’ultimo scorcio di campionato dovrà affrontare sfide insidiose e da non prendere assolutamente con le molle. Nelle prossime gare gli uomini di mister Damiano Forte infatti sono chiamati almeno a confermare la buona

posizione in classifica e per farlo devono mettere in campo la fame di vittorie e la voglia di crederci sempre fino all’ultimo minuto. Ma in casa biancorossoblù ci sono buoni motivi per essere fiduciosi tra cui la maturità del grup-

Calcio. Seconda categoria (E)

IL TORRITA TIBERINA A CACCIA DI PUNTI PESANTI

I

l gruppo di mister Stefano Munzi nonostante occupa una posizione alta della classifica è lontano dall’irraggiungibile capolista Football Jus e dal Football Club Eretum e Romana Calcio che la precedono. Ma la classifica del girone E, di seconda categoria, battistrada a parte,

è davvero cortissima e comprende la bellezza di cinque squadre in appena nove punti. Siamo oramai giunti alle battute finali del campionato e possiamo affermare che questo girone si è dimostrato un raggruppamento con dei valori importanti, dove militano compagini calcistiche ben attrezzate.

Si preannuncia quindi una volatona per le posizioni di vertice e per questo i biancorossi, che dovranno cercare di consolidare la loro posizione, non dovranno perdere punti con le squadre di bassa classifica, e in quest’ultimo scorcio di campionato peseranno moltissimi gli scontri diretti.

po che sta rispettando l’obiettivo stagionale come meglio non potrebbe, ossia quello di non retrocedere. La posta in gioco dunque è notevole, ma il Riano è sereno, e consapevole di quanto di buono è riuscito a fare e di quanto altro può esse-

re fatto e, soprattutto, rispetta tutti ma non teme nessuno. “La società è fiduciosa – commenta il presidente Gabriele Fagnani – e crediamo di disporre dei mezzi giusti per concludere il campionato nel migliore dei modi. Guardiamo

il bicchiere mezzo pieno, cercando sempre di riempirlo totalmente imparando dagli errori – ha concluso – questa è la mentalità che dobbiamo continuare ad avere anche nel finale di campionato.”

Calcio. Prima categoria (B)

IL SORATTE LOTTA PER LA SALVEZZA NEL RUSH FINALE

Q

uando alla fine del campionato di prima categoria mancano oramai poche giornate, con la lotta promozione decisa, è la lotta per restare in categoria quella che catalizza maggiormente le attenzioni degli sportivi nel girone B. Svariate, infatti, le formazioni

coinvolte nella lotta per la salvezza, tra cui il Soratte. Giornata dopo giornata il gruppo delle ultime della classe si sfilaccia, si allunga, si sgretola. La scrematura è quasi completa e l’impressione è che si andrà avanti così fino alla fine del campionato. La Castelnuovese Calcio è praticamente retrocessa. Il gruppet-

to in lotta per la salvezza è composto dal Soratte, Manziana e La Storta Calcio. Ma la formazione allenata da mister Michele Acqua sembra essere la candidata a rimanere nel campionato di prima categoria, considerato anche il buon gioco praticato in questa stagione che sta giungendo al termine.


Pagina 27

Marzo | Aprile 2019

LO SP ORT

Calcio. Promozione (B)

ANTONIUTTI: “IL FIANO È PRONTO PER IL GRAN FINALE!” L’allenatore rossoblù analizza con lucidità la situazione e si prepara a vivere la fase decisiva della stagione che sarà aperta ad ogni risultato

P

rosegue nel migliore dei modi la stagione del Fiano Romano che, smentendo ogni pronostico, sta battagliando nelle zone nobili della classifica, nel  girone B di Promozione. La squadra di mister Piercarlo Antoniutti (nella foto a sinistra), può guardare con fiducia al finale di stagione. “Probabilmente stiamo andando oltre le più rosee previsioni - ha dichiarato Antoniutti - ma è chiaro che ci fa piacere competere alla pari con le migliori

squadre del campionato. Questo grande risultato è comunque assolutamente legittimo e assume un valore enorme per un gruppo costruito intorno ai ragazzi del nostro vivaio con innesti che hanno permesso una grandissima crescita di questa squadra che ha espresso durante tutta la stagione  un ottimo calcio, divertendo e divertendosi. Siamo oramai nell’ultima parte di stagione  ed il Fiano ce la metterà davvero tutta per regalare l’accesso ai play off, evento

storico perché mai realizzato nella storia del calcio fianese. “C’è molto entusiasmo e grande orgoglio per quanto costruito – ha proseguito il mister – Bisogna fortemente

arrivare ai play off per giungere dove nessuno mai è riuscito. C’è convinzione e consapevolezza nei nostri mezzi e lotteremo fino alla fine per rincorrere questo sogno. Per il Fiano è

stata comunque una stagione positiva, piena di successi, frutto dell’impegno costante da parte della nuova società - guidata dal presidente Claudio Pacolini - che nel corso

dell’attuale campionato, ma anche di quello passato, si è sempre dimostrata vicina alle esigenze della squadra. “La società e il presidente Claudio Pacolini (nella foto a destra) sono stati determinanti nel nostro percorso. Ci hanno sempre sostenuto in tutto, non facendoci mancare nulla – ha concluso Antoniutti - il grande lavoro fatto anche nel settore giovanile e nella scuola calcio dimostrano che Fiano Romano sta diventando una delle più grandi realtà del calcio regionale.


Pagina 28

Marzo | Aprile 2019

P ROP O S T E I M MOBI L I A R I


Pagina 29

P ROP O S T E I M MOBI L I A R I

Marzo | Aprile 2019

Azienda certificata OHSAS 18001

UFFICIO VENDITE:

Via Guido Rossa, 20 - Fiano Romano (Rm) - Cell. 334.6603727 - Tel. 0765.482038 www.degidiocostruzioni.it - info@ degidiocostruzioni.it SANT’ORESTE (Centro storico) Porzione palazzetto terra/cielo

SANT’ORESTE (Centro storico) Piano terreno con ingresso

indipendente. Locale 30 mq con angolo cottura e bagno. Condizionatore d’aria. € 18.000

SANT’ORESTE (Centro storico) Caratteristica abitazione al piano terreno con caminetto ed ingresso indipendente. Da ristrutturare. C.E.: G € 24.000

SANT’ORESTE (Centro storico) Prossimità Corso principa-

le del borgo. Ingresso indipendente. Soggiorno con angolo cottura in muratura, camera da letto e bagno. Recente ristrutturazione. Condizionatore d’aria. Affaccio panoramico. C.E.: G. € 42.000

con affaccio molto panoramico. Soggiorno, cucina , bagno e due terrazzi al piano rialzato; Due camere e balcone al piano primo. Completano la proprietà un panoramicissimo terrazzo di copertura e due locali magazzino ampia metratura al piano seminterrato. C.E.: G. € 67.000

SANT’ORESTE (Centro storico) Piano primo ed ultimo. Abita-

zione completamente ristrutturata composta da un soggiorno con caminetto , angolo cottura e un soppalco a vista, camera da letto , bagno ed ampio balcone con vista esclusiva. Termoautonomo con caldaia a metano e condizionatore d’aria. Totalmente e finemente arredato per cui abitabile da subito. C.E.: G. € 80.000

SANT’ORESTE Lungo strada provinciale Civitellese in posi-

zione panoramica. Villa di campagna di nuova costruzione predisposta per uso uni o bifamiliare. Terreno circostante di mq 22.000. Da rifinire internamente. Tutti servizi. Prezzo da concordare.

RIGNANO FLAMINIO In esclusivo palazzo lungo il Corso

principale. Piano attico con ascensore. Abitazione ampia metratura con terrazzi molto panoramici. Completa la proprietà il posto auto assegnato in garage sottostante. C.E. : G. € 170.000

SANT’ORESTE Ampio fronte strada comunale asfaltata.

Terreno agricolo collinare seminativo/boschivo della superficie di 13 Ettari con vista esclusiva a 360° € 100.000

SANT’ORESTE (Centro storico) In antico palazzetto. Caratteristica abitazione ampia metratura con terrazzi da cui si gode di una vista esclusiva. Totalmente ristrutturata e mai abitata. C.E.: G. € 168.000

AFFITTASI SANT’ORESTE In contesto resi-

SANT’ORESTE (Centro Storico) Lungo le antiche mura pe-

rimetrali del borgo con affaccio molto panoramico. Ingresso, cucina e sala pranzo, ampia camera da letto, bagno e balcone. Termoautonomo con caldaia a metano. C.E.: G. € 49.000

SANT’ORESTE Contesto naturale incontaminato. Casa di cam-

pagna ampia metratura con circostante terreno di mq 28.000. Tutti servizi. C.E.: G. € 195.000

denziale. Appartamento in villa al piano primo ed ultimo. Ingresso, salone, cucina con camino, tre ampie camere, due bagni e due terrazzi. Termoautonomo con caldaia a metano. Massima tranquillità. C.E.: G. Canone mensile € 500

Sant’Oreste (Rm) - Via J. Barozzi Da Vignola, 1/a - Tel. 0761.579666 www.immobiliarediamanti.com - info@immobiliarediamanti.com


Pagina 30

Marzo | Aprile 2019

P ROP O S T E I M MOBI L I A R I

Piazzale Cairoli, 26 - 00065 Fiano Romano (Rm) - Tel. 0765.480.973 - www.masciimmobili.it


Pagina 31

Marzo | Aprile 2019

P ROP O S T E I M MOBI L I A R I


Pagina 32

Marzo | Aprile 2019

Profile for Gregory Giunta

Gazzetta del Tevere - Marzo / Aprile 2019  

Gazzetta del Tevere - Marzo / Aprile 2019  

Profile for grego2009
Advertisement