Issuu on Google+

Rainbow Warrior III

La nuova ammiraglia Durante gli ultimi 33 anni la Rainbow Warrior è stata la personificazione della lotta di Greenpeace per un mondo migliore. A partire da ottobre una nuova Warrior salperà per iniziare la sua prima missione e porterà avanti la storia della leggendaria nave.


2

contenuto


Il mito

4

Il progetto

18

Le basi

26

Il viaggio

42

La struttura

52

I dettagli

64

Con il contributo di

80 3


il mito

Una convinzione profonda Nel 1978 gli attivisti di Greenpeace hanno contro i crimini ambientali come la caccia alle balene e l’abbattimento

4


o utilizzato un peschereccio da traino convertito per protestare e agire o delle foche, anche nelle regioni piÚ remote come l’Artico.

5


L’ultima missione Nel maggio 1985 l’equipaggio della Rainbow Warrio perché è stato totalmente contaminato dalla radioattività. Questo è stat

6


or evacua gli abitanti dell’atollo di Rongelap nel Pacifico del Sud to l’ultimo viaggio della prima Rainbow Warrior.


Attentato ad Auckland il porto della Nuova Zelanda. Il 10 luglio i servi affondandola. L’operazione, che uccide il fotografo di Greenpeace Ferna

8


izi segreti francesi fanno un attentato omicida alla Rainbow Warrior, ando Pereira, provoca indignazione in tutto il mondo.

9


Fernando Pereira *10 maggio 1950 *10 luglio


„Non dimenticherò mai il peso della bara di Fernando sulle mie spalle mentre la portavamo fuori dalla chiesa …. L’attentato del 1985 ha confermato che ciò che stavo facendo aveva un senso …. L’affondamento della Rainbow Warrior ci ha portato all’attenzione del pubblico e questo ha contribuito effettivamente a creare la forza che Greenpeace dovrebbe essere e alla fine doveva essere.“

Peter Willcox, capitano della Rainbow Warrior dal 1978. Anche il comando della Rainbow Warrior III sarà affidato a lui.

11


Non si può affondare un arcobaleno Quattro anni dopo l’affondamento Warrior. La nave a tre alberi viene finanziata con il risarcimento ricevut

12


o della precedente, la storia continua con una nuova Rainbow to dalla Francia a seguito dell’attentato alla prima Warrior.

13


La Pace contro la Violenza Nel 1992 il Dalai Lama visita la Rainbow W trattati brutalmente dai militari francesi mentre protestano contro i test

14


Warrior. Tre anni pi첫 tardi, nel 1995, gli attivisti vengono di nuovo t nucleari a Moruroa.

15


La prima Rainbow Warrior

La seconda Rainbow Warrior

29 aprile 1978 – 10 luglio 1985

10 luglio 1985 – 16 agosto 2011

Greenpeace converte un vecchio peschereccio che poi diventa la Rainbow Warrior e viene utilizzata per le campagne contro la caccia alle balene, l’abbattimento delle foche e i test nucleari. Il 10 luglio i servizi segreti francesi fanno un attentato dinamitardo che affonda la nave.

16

Greenpeace continua la sua lotta contro i crimini ambientali nel mondo utilizzando un peschereccio d’altura a tre alberi convertito. Dopo ventidue anni la RWII viene data all’organizzazione di aiuti umanitari ‘Friendship’ e sarà utilizzata come nave di primo soccorso.


La nuova Rainbow Warrior

14 ottobre 2011

La nuova ammiraglia di Greenpeace è la prima nave a vela d’altura costruita da Greenpeace interamente finanziata attraverso le donazioni. La nuova Rainbow Warrior continua a lottare per un mondo migliore, proprio come le navi che l’hanno preceduta. Video: la storia della Rainbow Warrior III

17


IL PROGETTO

„Al giorno d’oggi pe Greenpeace ha biso peschereccio“

Berne

18


er le sue campagne in tutto il mondo ogno di una nave piĂš adeguata di un ex

Christian Bussau Greenpeace Team leader ‘Task Force, Special Projects, Rapid Response


La nuova Rainbow Warrior è stata ideata da un progettista olandese prima in forma digitale, poi è stata costruita dagli ingegneri del cantiere navale Fassmer di Bremen con il sostegno di Greenpeace e con i finanziamenti provenienti dai sostenitori di Greenpeace: La nuova Warrior è un’imbarcazione unica nel suo genere, progettata per le campagne più impegnative.


L’alberatura, alta 50 metri, assicura che la Rainbow Warrior sia una efficiente nave a vela.

Le gru sono costruite appositamente e sono fatte per permettere di calare in acqua molto rapidamente i gommoni.

Un eliporto permette di fare sortite in alto mare.


I moderni sistemi di comunicazione possono trasmettere le immagini direttamente ai media di tutto il mondo.

Un ufficio per le campagne, un ospedale e una sala conferenze che può ospitare fino a 50 persone.

A bordo, i serbatoi per le acque di scarico e un sistema di osmosi inversa per la depurazione dell’acqua forniranno l’acqua potabile.


Lunghezza: 57,92 m Larghezza: 11,30 m Pescaggio: max 5,15 m Equipaggio: max 32 Superficie velica: 1.256 m2 VelocitĂ  sottovela: 14 kn


... Greenpeace ha bisogno di una potente imbarcazione a vela


LE BASI Danzig

26


I

l cantiere navale Maritim nella città polacca di Danzica è carico di storia. Qui nell’estate del 1980 Lech Walesa fondò il sindacato “Solidarity” e 30 anni dopo è qui che si svolgerà la costruzione della Rainbow Warrior III. 29


Uno disegno diventa uno scafo d’acciaio Centinaia di lastre di acciaio vengono tagliate esattamente secondo i disegni dell’ingegnere da una torcia al plasma comandata da un computer e poi vengono saldate insieme dagli operai del cantiere di Danzica per formare lo scafo della Rainbow Warrior III. 30


Ci vorranno all’incirca sei m


mesi per completare il lavoro


Un Lavoro di Precisione 36

Operai specializzati assemblano sette parti prefabbricate per formare lo scafo, la chiglia, il ponte e la sovrastruttura.


37


Il Lavoro Manuale Inizialmente le singole parti dello scafo in acciaio vengono tenute nella posizione giusta con l’aiuto di pompe idrauliche azionate manualmente e poi vengono accuratamente saldate insieme per formare uno scafo solido. Video: lo scafo della Rainbow Warrior

39


Il gigante di acciaio è lungo 57


7, 92 metri e largo 11, 30 metri


Il viaggio Berne

42

Danzig


L

a struttura in acciaio verrĂ  fissata ad un galleggiante per poterla varare in acqua. La destinazione del primo viaggio della nuova Rainbow Warrior viene annotata sullo scafo usando vernice fluorescente: Il cantiere navale Fassmer a Berne, vicino a Brema.

45


46


Nel novembre 2010, 340 tonnellate di acciaio vengono messe in acqua per cominciare il viaggio di due giorni verso il prossimo cantiere.


Danzig Berne


Il primo viaggio: 1,100 Km in 50 ore – all’indietro Video: L’arrivo al cantiere navale di Berne, Brema


Stessa prospettiva, luogo diverso: D Danzica è giunto il momento d


Dopo il lavoro strutturale eseguito a di lavorare nei dettagli a Berna


Berne

52

L’equipaggiamento


A

l cantiere navale Fassmer sono state costruite molte navi da salvataggio, navi da ricerca e perfino parti di turbine a vento offshore. Tuttavia, il lavoro per completare la Rainbow Warrior è qualcosa di straordinario anche per gli esperti: si tratta infatti di realizzare un’imbarcazione a vela high-tech con un equipaggiamento molto sofisticato e che deve raggiungere i piÚ alti standard ambientali. 54


Ciò che gli ingegneri e gli esperti di Greenpeace progettavano su tavoli da disegno mesi fa è attualmente in fase di realizzazione al cantiere navale 55


Il moderno sistema di comunicazioni è fatto anche d chilometri e chilometri di filo elettrico 56


di

Video: Elettrotecnica sulla Rainbow Warrior III

57


La Rainbow Warrior andrà dove i crimini ambientali sono in atto, anche nei luoghi dove nessun altro vuole recarsi. Quindi l’elenco dei requisiti della nave è lungo, e include un ufficio campagna dal quale verranno trasmessi i video e le foto in tutto il mondo, una sala conferenze che può ospitare fino a 50 persone e un piccolo reparto ospedaliero. Inoltre ci saranno due compattatori dei rifiuti, un sistema di smaltimento delle acque di scarico e una piccola macchina che frantuma le bottiglie di vetro. 58


Costruire i macchinari non è un compito facile: Il motore, che qui si viene calato nello scafo con l’aiuto di una speciale gru, fornisce alla nave la potenza di 1.425 kilowatt e una velocità massima di 15 nodi. Ma secondo i piani il motore non sarà azionato spesso, perché la Rainbow Warrior navigherà a vele spiegate per il 90% del tempo. A piena velocità la nave sarà in grado di viaggiare fino a 15 nodi, 28 chilometri all’ora. 61


Le molte richieste specifiche dell’ingegnere risultano particolarmente impegnative per i tecnici


Berne

64

La Struttura


Un nuovo colore per la nuova ammiraglia di Greenpeace Il colore dell’acciaio cambia da marrone ruggine a verde Greenpeace. Aggiungere l’ultima mano di vernice è uno dei compiti più semplici per gli esperti del cantiere navale Fassmer. La parte sotto la linea di galleggiamento si rivela più interessante. La Rainbow Warrior ha una chiglia dinamica e quindi un pescaggio di 5, 1 metri, che le permette di veleggiare facilmente. 67


All’esterno è la stessa, ma dentro è tutta


a nuova


Viene messa in acqua. Il resto del lavoro piĂš dettagliato sarĂ  effettuato in acqua.


La cerimonia del varo della Le 4 vele da 54 metri catturerann 72


a nuova Rainbow Warrior: no il vento e le daranno velocitĂ . 73


Video: L’installazione degli alberi


I due alberi e 1.256 metri quadrati di vela renderanno superfluo il motore


Christian Bussau Greenpeace Team leader ‘Taskforce, special projects, Rapid Response’


Video: Christian Bussau e la Rainbow Warrior III


Continua ...


80

Con il contributo di


Produzione e Redazione: plan p. GmbH, Hamburg Foto: Copyright/Oliver Tjaden/ Greenpeace Redazione Foto: Sonja Umhang Riprese: Jens Paschke Montaggio: Marie Ortsiefer Layout: plan p. GmbH, Hamburg

81



Italian Online-Paper Rainbow Warrior III