Page 17

Diagr. 12

Diagr. 15

Diagr. 13

Diagr. 16

Diagr. 14

Diagr. 17

F. Ci sono due altre situazioni in cui è possibile effettuare la trasformazione dalla difesa a zona alla difesa individuale. Specificatamente, quando la palla si allontana dalla zona di tiro, abbiamo più tempo (secondi) per cambiare la difesa (diagr. 16 e 17). E' importante ricordare ancora che in questo sistema difensivo il difensore più importante e che ha più responsabilità in difesa è il centro, X5, perchè è il solo che può e deve controllare le differenti situazioni sul campo. Al momento opportuno, X5 è il giocatore che ordinerà i cambi di difesa.

DIFESA INDIVIDUALE La nostra difesa a uomo individuale inizierà quando il cronometro indica che mancano 10 secondi (o meno) prima che il tiro debba essere effettuato, senza lasciare che l'avversario abbia tempo sufficiente per organizzare una valida azione di tiro. In questo caso, l'attacco può provare una soluzione uno contro uno o due contro due (blocco e giro, blocco e uscita). Contro l'uno contro uno il nostro obiettivo principale è una difesa di contenimento, il che significa congestionare l'area e forzare il palleggiatore a passare fuori la palla. Contro un gioco due contro due, il nostro obiettivo principale è di cambiare sistematicamente per giocare una difesa di contenimento. Comunque, sappiamo che vi possono essere alcune situazioni rischiose nel fare un cambio difensivo, particolarmente tra lungo con un giocatore di perimetro lontano dall'area, o tra un giocatore di perimetro con un lungo vicino a canestro.

Diagr. 18

Diagr. 19

Diagr. 20

Nella prima situazione, il nostro obiettivo è la difesa di contenimento, congestionando l'area senza permettere facili penetrazioni (diagr. 18). 16

Profile for Green Basket A.S.

difesa_a_zona  

difesa_a_zona_

difesa_a_zona  

difesa_a_zona_

Advertisement