Page 1

Farigliano S t a d t t e i l k o n z e p t

Farigliano Provinz Cuneo Piemont Italien

Langa futura STÄDTETBAU IN FARIGLIANO / PIEMONT

Schnitt/Ansicht AA 1:200

2012

Altstadt Farigliano Die diesjährige Semesteraufgabe beschäftigt sich mit der Revitalisierung der Stadt Farigliano. Welche im italienischen Piemont liegt und somit sehr stark vom Weinanbau beeinflusst wird. Die Stadt ist mit rund 1700 Einwohnern überschaubar. Mittelpunkt der Stadt ist die Piazza Vittoria Emanuele II, welche auch die Teilung zwischen Altstadt und dem „Neuen“ Farigliano bildet.

Südansicht

Dieser Städtebauliche Entwurf beschäftigt sich mit der Erneuerung der Altstadt. Durch Recherchen vor Ort wurde festgestellt, dass diese kaum bewohnt wird. Ein großes Problem stellt die wirtschaftliche Perspektivlosigkeit dar, welche dazu führt, dass immer mehr Bewohner der Stadt den Rücken kehren. Auf diesen Punkt ist der Entwurf ausgelegt. Wirtschaftlichen Aufschwung kann der Tourismus bringen. Dazu wurden mehrere Zielgruppen festgelegt. Zum Einen ist es Sporttourismus mit dem Schwerpunkt auf den Wassersport, auf Grund 9,00 des nahe gelegenen Flusses sowie Radsport, da die landschaftlichen Gegebenheiten zu diesem Sport einladen. Zum Anderem ist es Gourmettourismus. Der Piemont ist weltweit bekannt für seinen erstklassigen Wein und7,50 das gute Essen.

8,00

Schnitt

Schnitt 1:200

Lageplan

Wäschekammer

1:500

Abstellkammer

WC Herren

FACHBEREICH ARCHITEKTUR

WS 2011/12

STÄDTEBAU

PROF. DR. KAUHSEN

JOHANNA VALDIVIA

5022019

zum Sportplatz

Lager

Lager

Lageplan M 1:500

L ä ngs s ch n i tt M 1: 2 0 0

Ansicht 1:200

12 Stpl.

Abstell- Büro kammer

Büro

Büro

Lobby

Gepäck

Grundriss Obergeschoss 1:200

Küche

Via To

Querschni tt M 1:200

rino

Küche

Getränke

ace Via Forn

In der italienischen Stadt Farigliano soll die Piazza San Giovanni attraktiver gestaltet werden. Der Platz erstreckt sich über 90 Meter und besitzt eine Breite von ca. 20 Meter, womit er sehr groß und verloren erscheint. Mit diesem Gedanken entstand die Idee, den Platz mit Hilfe von Gegenständen zu verengen und zum südlichen Kirchturm zu önen.

Städtebau _WS 2011/12 MA I Prof. Dr. Ing. Bruno Kauhsen Constanze Schulz Matr.: 5021085

Wanderweg Treffpunkt Spielplatz

Schnitt 1:200

zu den Weinbergen

Die abgestuften Podeste werden durch eine Mauer abgeschlossen und bilden somit einen neuen Platz in Richtung Bibliothek, der für jegliche Freizeitaktivitäten und zum verweilen verführt. N Außerdem entsteht ein Gang zur Altstadtgrenze, der den Blick auf den Turm zeigt und somit zur Erschließung zum neuen geplanten Museum. Städtebaulicher Entwurf 1:500 Das Museum liegt auf der alten Turnhalle und beinhaltet eine Ausstellung über die Region und Grundriss Erdgeschoss 1:200 ihre Schokolade und deren Anfängen mit Guido Gobino bis hin zu Ferrero. Die Ausstellungsräume benden sich auf beiden Ebenen des Gebäudes, einschließlich mit einem Café und einem Museumsshop, die sich im oberen Geschoss benden. Von der Geschichte zur Literatur ist es ein Katzensprung ins Nachbargebäude. Die Bibliothek wurde auf 3 Stockwerke ergänzt und hat zur Seite der Piazza eine großzügige Glasfassade die viel Tageslicht zum Lesen ermöglicht.

Grundriss Untergeschoss 1:200

P i a z z a S a n Gi ova n n i

Lageplanausschnitt 1:200

M 1: 2 0 0

(O b e rge scho ss)

MA 2.1 Städtebau

Prof. Kauhsen

Städtebau - Prof. K

VON EINEM AUTODESK-SCHULUNGSPRODUKT ERSTELLT

N

VON EINEM AUTODESK-SCHULUNGSPRODUKT ERSTELLT

Küche

WC Damen

JADEHOCHSCHULE Wes t a n s i ch t M 1: 2 0 0 OLDENBURG

Schnitt A - A

Tanaroniederung in Farigliano, Italien

Pension

114 Stpl.

S-1 Restaurant

Wassersport

Wassersport

Museum Ferrero Museum

Hostels Hostels Geschäfte/Gastronomie Geschäfte / Gastronomie Innenhöfe für die Anwohner Innenhöfe (privat)

Städtebau

or Kauhsen Professor

WS 2011712 1712

Gourmet-Pavillons Gourmet Pavillions 40 Stpl.

Via For nace

Innenhöfe (öffentlich) Innenhöfe (öffentlich)

Cafe

Farigliano Das Baugebiet befindet sich in Farigliano gliano in Italien. Italien Es ist einProjekt: sehr kleines und ruhiges Dorf, Dorf durch welches der Fluß Tanaro fließt. fließt ht gut belebt. Die Bewohner wünschen wünsch sich, dass das Dorf aufgewertet wird, damit es wieder Farigliano ist sehr alt und auch nicht Walder 5021624 mehr Bewohner Artur und Besucher bekommt. Ich habe mich für die Umgestaltung g des d G Gebietes bi direkt di k am Fluß Fl ß entschieden. hi d Da D es ein i sehr h großes ß Gelände G lä d ist, i baue b ich i h es zu Städtebau Gebäude, Master WS am 2011/12 iesem Park platziere pla einem Park aus. In diesem ich verschiedene welche direkt Fluß stehen. Zum einen gibt es zwei Gebäudee für einen Wassersportverein, verein, der sich an diesem Ort O ansiedeln könnte. Diese stehen in der Prof.direkt Dr.-Ing. Bruno Kauhsen unteren Ebene, um die Boote ans Wasser zu führen. Dann gibt es noch zwei Gebäude, in n denen sich ein Cafe und ein Restaurant befinden befinden. Diese Beiden sich in der oberen Ebene Ebene. Sie ragen übers Wasser hinaus naus und vermitteln den Besuchern das Gefühl direkt über dem Wasser zu sitzen sitzen. Außerdem gibt es noch ein Gebäude, Gebäude welches näher zum Park steht, steht und eine Pension beinhaltet beinhaltet. Alle Gebäude sind mit Holz verkleidet. idet. Diese Holzverkleidung wird auch bei den Parkplätzen weitergeführt, um somit die optische Verbindung zu den jeweiligen Gebäuden zu geben. Bei jeden der drei Gebäudegruppen pen führt eine Treppe direkt ans Wasser runter, wo es einen Wandersteg gibt ,der am Wasser verläuft und über die bergige Landschaft ins Dorf führt. Julia Nerenberg

Mtr.-Nr. 5019752

Lageplan 1:500

La For

nace

Claudia Fric


Farigliano

Langa futura


C o m u n e d i Farigl ia n o

Farigliano Langa futura

2012


Fra le priorità del programma elettorale che abbiamo presentato nel 2009 figurava la necessità di migliorare l’aspetto e le strutture urbanistiche del nostro paese, per incentivare nuovi investimenti da privati e per renderlo più accattivante a livello culturale e turistico. Per questo abbiamo accettato, con piacere e senza indugi, il progetto che veniva proposto dal Vicesindaco Giacolino Gillardi, in collaborazione con il suo amico prof. Clemens Schramm. Del resto la formula andava incontro alla nostra politica amministrativa poco incline alle spese e di economia stretta fino all’osso. Abbiamo così ospitato 15 studenti e due docenti provenienti dall’Università di Oldenburg, nel nord della Germania, che anche per merito della snella burocrazia di quel paese hanno potuto prendersi l’aereo ed alloggiare a Farigliano per quasi una settimana, dedicando tutto il loro tempo alle nostre problematiche urbanistiche, soprattutto per quanto attiene al centro storico, ma anche per le aree industriali semi abbandonate nel centro abitato e lungo il corso del fiume Tanaro. Tornati ad Oldenburg, nei tre mesi successivi hanno tratto le loro conclusioni, elaborando la serie di progetti che di seguito vengono presentati. Diversi e variegati i temi seguiti, lineari e pratiche le soluzioni fornite, ed i futuri amministratori, progettisti ed imprenditori, nel pensare e modificare il paese, potranno trarne utili spunti, anche perché dagli elaborati esce un paese proiettato nel futuro, ma senza rotture traumatiche con il suo passato e con le radici della sua identità. A Farigliano, dopo il boom degli anni ‘50 e ‘60 e lo stallo degli anni ’70 e ’80, è arrivata negli ultimi due decenni l’agonia del settore industriale. Ora ci troviamo ad affrontare una situazione di pesante degrado sia per quanto riguarda il centro storico che per la zona industriale più vecchia. Un piccolo Comune come Farigliano non è e non sarà mai in grado di sostenere economicamente il recupero delle due aree. Coscienti dei nostri limiti, abbiamo favorito e sponsorizzato questo piccolo lavoro sul campo, un seme che dovrà germogliare nel far convergere su queste due aree tutti gli sforzi che pubblico e privato andranno a fare nei prossimi decenni. I nostri amici di Oldenburg hanno percepito anche l’importanza del fiume, come elemento aggregante e vicino alla più importante arteria locale, la Fondovalle; hanno inoltre cercato di svecchiare il centro storico, sacrificandone gli edifici irrecuperabili per dare più spazio e luce e favorirne il ripopolamento. Piazze ed aree industriali dismesse sono state infine pensate in funzione del potenziamento della vita sociale con concetti, materiali e strutture più ecosostenibili e più moderni. A voi tutti, ma soprattutto ai lettori più giovani, il compito di dare un seguito a questo opuscolo e fare in modo che non resti un sogno incompiuto. Dedichiamo dunque questo lavoro ai giovani di Farigliano, veri padroni del futuro del paese, senza dimenticare tutti coloro che hanno sudato per realizzarlo e che calorosamente ringraziamo. Il sindaco prof. Domenico Milano


L’universitá di Oldenburg in Germania (Jade Hochschule) ha organizzato una ricerca sul tema della ristrutturazione urbanistica di un paese italiano di piccole dimensioni e ha scelto il Comune di Farigliano. La ricerca è stata curata dai docenti prof. Bruno Kauhsen e prof. dr. Clemens Schramm in collaborazione con Giacolino Gillardi, Vicesindaco del paese, che ha proposto il tema. Nell’ottobre 2011 sono giunti a Farigliano 15 studenti insieme ai due docenti che si sono fermati per alcuni giorni in paese per analizzare la situazione urbanistica attuale. Il gruppo si è applicato su tutto il centro abitato trovando diverse possibilità progettuali per dare nuova vita alla Farigliano futura. Le proposte per ottimizzare la situazione urbanistica del paese si sono focalizzate su quattro temi: 1- Zona industriale La zona industriale oggi è vuota e abbandonata. Gli studenti ritengono che Farigliano sia un luogo dove si può vivere bene. Per questo hanno fatto una serie di proposte per trasformare la zona a livello residenziale dove possano trovare un’abitazione soprattutto le famiglie giovani. 2- Piazze Il tema della piazza è in Italia sempre di grande attualità. A Farigliano esistono diverse piazze, ma gli studenti ritengono che ci siano ulteriori possibilità per avere piazze anche più interessanti. Per esempio le proposte di Jens Nordmann per piazza Vittorio Emanuele II cambiano la situazione; oggi è praticamente una strada, anche se importante, domani diventerà forse una vera piazza che integra la strada. 3- Fiume Tanaro Il fiume non esiste per il paese, o almeno oggi non lo si vede. L’area lungo il Tanaro è invece molto bella e di grande interesse naturalistico. Ridare il fiume al paese con nuove funzioni, soprattutto per le attività di tempo libero e sport, è un obiettivo facilmente realizzabile e di grande utilità. 4- Centro storico antico Nel centro storico che in passato era il cuore di Farigliano, si trovano edifici antichi molto belli e interessanti. Qui gli studenti hanno proposto nuove idee per rivitalizzare le aree abbandonate con piccoli negozi, bar, piazze, cortili. Si tratta di progetti che cercano di ridare un’identità all’intera area, con nuove prospettive di vita e di attrazione. Prof. dr. Clemens Schramm


L’Amministrazione comunale di Farigliano ha fortemente voluto realizzare una collaborazione con la Facoltà di Architettura di Oldemburg (Germania) avente come finalità lo studio e la proposizione di interventi di riqualificazione urbanistica ed architettonica del paese. Nell’autunno 2011 il paese di Farigliano è stato meta degli studenti di Oldemburg che hanno percorso le vie cittadine, fotografato e rilevato gli elementi architettonici ritenuti più significativi per approfondire la conoscenza del territorio e dell’architettura fariglianese. Da tale studio complessivo effettuato sul paese e da una attenta analisi delle alternative possibili di intervento si sono individuati quattro temi ritenuti più significativi: • l’area industriale; • le piazze; • il fiume; • il centro storico. Tale collaborazione ha portato ad una molteplicità di soluzioni, con un’ampia adesione da parte dei giovani studenti universitari, permettendo il confronto di idee progettuali diverse. I progetti, a partire dai temi e dalle premesse poste inizialmente, hanno presentato una vasta gamma di soluzioni sul tema del riutilizzo di aree attualmente poco o male sfruttate con lo scopo di ricavarne un miglioramento notevole dal punto di vista ambientale e del recupero sul patrimonio architettonico esistente, garantendo una compatibilità tra ambiente, società ed economia locale. Prioritaria è risultata la ricerca dello sviluppo e miglioramento qualitativo dell’offerta turistica, attraverso una caratterizzazione in senso culturalericreativo-ambientale, a salvaguardia di una identità culturale minacciata da una tendenza alla commercializzazione del territorio delle Langhe, che tende ad omologare e sminuire una realtà ricca di valenze e peculiarità, anche attraverso la razionale distribuzione sul territorio di punti di accoglienza ed informazione. Gli interventi hanno inoltre evidenziato la ricerca di un forte rilancio della qualità della vita dell’ambiente, nonché la restituzione alla fruizione pubblica di una parte cospicua del patrimonio comunale oggi in avanzato stato di degrado. Mettere mano al centro storico di un paese significa entrare nel racconto delle sue principali trasformazioni, riscoprire le tracce, i brandelli, le impronte che ne hanno delineato lo sviluppo e consolidato l’immagine e la forma del luogo attraverso i secoli. Questi progetti di massima per interventi di sistemazione e riqualificazione sul territorio di Farigliano rappresentano un tentativo di ricostruire il legame, fatto di riconoscibilità e affezione, che si instaura con la struttura edificata ed il tessuto urbano di un paese dalle origini antichissime. Al termine di tale esperienza si è ritenuto opportuno riportare nella presente pubblicazione tutti i progetti al fine di realizzare un costruttivo confronto tra studenti, docenti, professionisti e collettività nel pieno spirito dell’iniziativa, ritenendo che solo attraverso il confronto delle idee e delle differenti proposte progettuali, al di là delle soluzioni concrete proposte, si possano ottenere gli obiettivi prefissati. arch. Claudia Clerico

6


rassegna stampa

FARIGLIANO: LE IDEE DI 20 UNIVERSITARI PER LA RIQUALIFICAZIONE DEL CENTRO STORICO Sono arrivati in venti martedì da Oldenburg, città universitaria della bassa Sassonia, vicino a Brema e per alcuni giorni collaboreranno con il Comune di Farigliano in un progetto di riqualificazione urbanistica con particolare riferimento alla parte medioevale. Nell’incontro di presentazione del progetto tenutosi in mattinata nella biblioteca Civica “Beppe Milano” il sindaco, Domenico Milano, ed il Vice, Giacolino Gillardi, hanno illustrato ai docenti ed agli studenti come da parte dell’Amministrazione comunale sia forte l’intenzione di avviare una seria opera di recupero e riqualificazione dell’area storica stimolandone successivamente il reinsediamento abitativo. L’interesse degli studenti è parso molto vivo con una notevole ricerca di dati tecnici puntualmente forniti dal tecnico Pierteresio Cagnasso e storici che, come primo passo, condurranno ad una ricerca d’identità di Farigliano, vista la sua posizione tra il Tanaro e le colline di Langa. Particolare gratitudine al professor Clemens Scharamm che mesi fa ha accolto con impegno l’invito di collaborazione del vice sindaco Gillardi e l’augurio che questo studio serva per gettare le basi alle future opere di riqualificazione del centro storico fariglianese stimolando la sensibilità di tutti nella sua valorizzazione e rivitalizzazione. da “provincia granda”, del 21 ottobre 2011

Una prova di riqualificazione del centro storico attraverso la buona volontà, l’impegno e la creatività di questo gruppo di ragazzi sotto la guida dei docenti di urbanistica Bruno Kauhsen e Clemens Scharamm. Sono arrivati in venti ieri da questa città universitaria della bassa Sassonia, vicino a Brema e per alcuni giorni collaboreranno con il Comune di Farigliano in un progetto di riqualificaizone urbanistica con particolare riferimento alla parte medioevale. Nell’incontro di presentazione del progetto tenutosi in mattinata nella Biblioteca Civica “Beppe Milano” il Sindaco prof. Domenico Milano ed il Vicesindaco Giacolino Gillardi hanno illustrato ai docenti ed agli studenti come da parte dell’amministrazione comunale sia forte l’intenzione di avviare una seria opera di recupero e riqualificazione dell’area storica stimolandone successivamente il reinsediamento abitativo. L’interesse degli studenti è parso molto vivo con un apprezzante ricerca di dati tecnici puntualmente forniti dal Geom. Pierteresio Cagnasso e storici che, come primo passo, condurranno ad una ricerca d’identità di Farigliano vista la sua posizione tra il Tanaro e le colline di Langa. Particolare gratitudine al Prof. Clemens Schramm che mesi fa ha accolto con impegno l’invito di collaborazione rivolto dal Vicesindaco Giacolino Gillardi e l’augurio che questo studio serva per gettare le basi alle future opere di riqualificazione del centro storico fariglianese stiolando la sensibilità di tutti nella sua valorizzazione e rivitalizzazione. da “targatocn.it”, del 18 ottobre 2011

NUOVA VITA A FARIGLIANO Pur producendo un ottimo vino (il Dolcetto di Dogliani), questo piccolo comune sul fiume Tanaro non ricade per poco nella Denominazione Barolo, che porta comunque fama e notorietà. Ma i suoi abitanti sanno bene di avere altre frecce al proprio arco e così, con l’iniziativa del Vicesindaco Giacolino Gillardi, hanno varato un progetto di riqualificazione urbanistica del centro storico in collaborazione con gli studenti universitari della Jade Hachschule di Oldenburg, in Germania, sotto la guida dei docenti di urbanistica i professori Bruno Kauhsen e Clemens Scharamm. Il centro storico rappresenta la “prima” Farigliano, cresciuta intorno al castello e alla chiesa, poi distrutta dal terremoto del 1887. La nuova chiesa e lo spostamento del baricentro abitativo verso i “craciot” (la nuova Farigliano) hanno così portato in secondo piano l’antico borgo, che ora il progetto mira a valorizzare nuovamente. A questo punto è curioso notare come siano proprio i tedeschi a donare nuova vita al centro di Farigliano: infatti, furono proprio i tedeschi, durante la ritirata dell’estate del 1944, a bruciarlo. Un modo ammirevole di riconciliarsi con il paese langarolo e i suoi abitanti... da “Ville e casali”, n° 3 marzo 2012


area industriale


area industriale

Christina Fabian Ansicht 1:200

Arrampicata Biliardo

Scivoli

Trampolino Bar

Vasca bolle

Magazzino

Padiglione del vino

nema Proiezione ci famiglia storia della Ferrero

Dal mio soggiorno a Farigliano ho potuto constatare che il paese è in declino e dovrebbe essere rinnovato e rilanciato per attirare maggiormente nuovi abitanti e turisti. L’area industriale consiste in capannoni e magazzini abbandonati e case unifamiliari indipendenti. Soltanto uno stabilimento (il mangimificio Ferrero) è ancora in funzione. Farigliano è il paese natale della famiglia Ferrero, quella della Nutella, per intenderci, perciò nell’ex area industriale dovrebbero sorgere un museo dedicato ai Ferrero, così come due padiglioni per la degustazione e la vendita di prodotti tipici, un nuovo palazzetto dello sport e un parco giochi al coperto. La disposizione dei singoli edifici lascia spazio a una piazza a uso della comunità. Da questa piazza parte una via che si snoda attraverso la nuova zona residenziale. Una strada conduce ai campi sportivi, un’altra ai vigneti. In sintesi l’ex zona industriale dovrebbe essere riconvertita in punto di attrazione per turisti e nuovi abitanti. Palazzetto dello sport

perta Dalla sco alla ao ac del c ne produzio le industria Negozio

Farigliano

Langa futura

EG 1:200

OG 1:200

Städtebau MA_

10

Farigliano Vorstadt im Norden _

Prof. B. Kauhsen_Prof. C. Schramm

Christina Fabian_ 5021445


9,00

PERIFERIA NORD

8,00 7,50

Vorstadt Im Norden Farigliano, ein kleiner Ort in Norditalien (Piemont). Das Dorf ist wenig belebt und soll umstrukturiert werden, um neue Bewohner, aber auch Touristen anzuziehen. Das Gewerbegebiet besteht aus leerstehenden Lagerhallen und freistehenden Einfamilienhäusern. Lediglich eine Zweigstelle der Ferrero Fabrik ist noch in Betrieb. Farigliano ist der Heimatort der Familie Ferrero. Daher soll im Gewerbegebiet in Nähe der Fabrik ein Ferrero Museum entstehen, sowie zwei Gourmet Pavillions, eine neue Sporthalle und ein Indoor-Spielplatz. Durch die Anordnung der einzelnen Gebäude entsteht ein Platz, der zur gemeinschaftlichen Nutzung einlädt. Von diesem Platz verläuft ein Fußweg, der sich durch das neue Wohngebiet hindurch zieht. Ein Pfad führt zum Sportplatz, der andere zu den Weinbergen. Das ehemalige Gewerbegebiet soll so zum Anziehungspunkt für Touristen und neues Wohnklientel in das Dorf holen.

Schnitt 1:200

al campo sportivo zum Sportplatz

Abriss

Schwarzplan Bestand 1:2000

ai vigneti

12 Stpl.

DEMOLIZIONE

zu den Weinbergen

Wanderweg Treffpunkt Spielplatz

114 Stpl.

Museum

Museo Ferrero

Ferrero Museum

RIPIANIFICAZIONE

Neuplanung

Schwarzplan 1:2000

Gourmet-Pavillons Gourmet Pavillions

40 Stpl.

Indoor-Spielplatz Indoor-Spielplatz

Sporthalle Sporthalle

Palazzetto dello sport

Vorhandene Erschließung Neue Erschließung Fußweg

PERCORSO ESISTENTE NUOVO PERCORSO

FARIGLIANO SOBBORGO NORD

Erschließungsplan 1:2000

Dachaufsicht_Freizeit_Wohnen 75WE 1:500

Dachaufsicht_Freizeit_75 WE 1:500

Städtebau MA_ Farigliano Vorstadt im Norden _ Prof. B. Kauhsen_Prof. C. Schramm_Christina Fabian_ 5021445

Städtebau MA_

Farigliano Vorstadt im Norden _

Prof. B. Kauhsen_Prof. C. Schramm

Christina Fabian_ 5021445

luogo di ritrovo terreno di gioco


le piazze


le piazze

Jade Hachschele

Farigliano

Langa futura

PROSPETTO SUD

18

a Piazza in Modellino dell on vista da prospettiva c rone localita’ Scar

Nel paese di Farigliano (Italia) ci sono tre piazze principali, che hanno bisogno di un restyling: Piazza Vittorio Emanuele II (al centro del paese), Piazza Nuova (la piazza retrostante il palazzo comunale di Farigliano) e Piazza San Giovanni (a est del centro storico). Nel nostro progetto, Piazza Nuova, ora usata esclusivamente come parcheggio, è divisa in due parti e per metà destinata a spazio per la pausa di ricreazione dell’adiacente scuola. La separazione è nascosta ad hoc dalla vegetazione. Piazza San Giovanni è ora usata principalmente come parcheggio per autoveicoli. Qui è stato progettato, attraverso la costruzione di nuovi edifici residenziali e l’ampliamento della biblioteca esistente, un piazzale completamente nuovo, che si estende verso sud. Il parco giochi esistente sarà spostato in Piazza Nuova. Il piano di Piazza Vittorio Emanuele II, piuttosto irregolare e difforme, è stato asfaltato totalmente per consentire l’accesso e il parcheggio ai veicoli a motore. Qui potrebbero sorgere dei graziosi dehors per gli esercizi commerciali adiacenti. Davanti ai dehors sono stati progettati dei posteggi supplementari che consentano di parcheggiare nelle immediate vicinanze dei negozi e compensino l’eventuale mancanza di parcheggi fissi. Dall’archivio fotografico si può vedere che una volta la piazza si estendeva ortogonalmente fino alla chiesa. Questo schema della piazza sarà ora ripristinato. Per disciplinare il traffico saranno adottate diverse misure. Davanti al piazzale della chiesa sarà costruita una rotonda. Pertanto, il traffico sarà automaticamente rallentato, e le vie laterali diventeranno di miglior scorrimento. Per agevolare l’attraversamento pedonale sorgeranno isole spartitraffico e a circa metà della piazza saranno posti dei dissuasori di velocità. Il piazzale di fronte al palazzo municipale sarà circondato da una fila di alberi e, quindi, separato da Piazza Vittorio Emanuele II. I negozi a nord sono dotati di una zona porticata. Questo schema deve proseguire anche nella parte ovest della piazza per rendere il paesaggio urbano più uniforme.


to ampliamen azione e riqualific ca te io bl bi ale dell’attu

ricati nuovi fabb ali residenzi

nuova le

edona area p

o nuov chi io g o parc ionato iz ripos


il fiume


il fiume

Carina Kollmann

Farigliano

Langa futura

L’area da riprogettare è quella di Farigliano, in Piemonte, nel Nord Italia. Il paese non è molto abitato, ma con una ristrutturazione e riorganizzazione del centro storico i fariglianesi sperano in una ripresa. Farigliano si estende lungo il fiume Tanaro, che potrebbe diventare un punto ottimale di attrazione turistica. Lungo le sponde del fiume potrebbero sorgere diverse strutture volte alla rinascita economica del paese. Parchi, bar, ristoranti, un complesso alberghiero, così come strutture per la pratica degli sport acquatici, potrebbero attirare un folto numero di turisti. Lungo le rive del fiume Tanaro potrebbero essere sviluppate molte opportunità di svago, e l’accesso alle città vicine potrebbe essere facilitato attraverso la costruzione di sentieri e piste ciclabili che costeggino il fiume e la vicina strada di fondovalle.

26


Grundriss/Ausschnitt 1:200

’ Caffe

Schnitt

N

Küche

WC Damen

Lager

WC Herren

Schnitt 1:200

Ansicht 1:200

Städtebau - Prof. Kauhsen - Wintersemester 2011/2012 - Carina Kollmann - 5021547

Hotel

assistere ad avvenimenti Gradoni per il pubblico per di pesca sportivi: canoa, windsurf e gare

ciale Molo artifi

sport acquatici


centro storico


centro storico

Artur Walder

Farigliano

Langa futura

IL CENTRO STORICO DI FARIGLIANO La ricerca della nostra università di quest’anno ha come tema il rilancio di Farigliano, un piccolo paese del Piemonte, fortemente legata alla tradizione vitivinicola. Il paese ha una popolazione di circa 1.750 abitanti. Il centro è Piazza Vittorio Emanuele II, che costituisce anche il punto divisorio tra la “vecchia” e la “nuova” Farigliano. Il progetto di rinnovo della città coinvolge anche la ristrutturazione del centro storico. Attraverso ricerche sul campo, si è scoperto che il centro storico è quasi completamente disabitato. Un grosso problema è la mancanza di prospettive economiche, che porta un numero sempre maggiore di abitanti a lasciare il paese. Il nostro progetto mira alla ripresa economica attraverso l’incremento del turismo. Per questo, sono stati definiti diversi target: in primo luogo, il turismo sportivo legato agli sport acquatici, vista la vicinanza al fiume, e il ciclismo, viste le numerose possibilità offerte dal territorio. Inoltre, non può mancare il turismo enogastronomico, dato che il Piemonte è conosciuto in tutto il mondo per i suoi vini di alta qualità e la sua buona cucina.

36

IL PROGETTO A sud del centro storico sono stati progettati un albergo e diverse foresterie, data la loro prossimità alle attività legate agli sport acquatici e ai parcheggi di nuova realizzazione. Nella parte settentrionale della città restano le preesistenti strutture di vendita al dettaglio. Accanto a queste, sono previsti nuovi negozi per soddisfare maggiormente le richieste dei turisti. Con il decentramento delle attività e la ricollocazione dei bar e dei ristoranti nelle zone circostanti, il centro storico dovrebbe acquisire maggiore interesse, diventare più invitante per i turisti, e quindi favorire una ripresa economica in più settori. Tutte queste misure dovrebbero far sì che la gente torni a vivere e lavorare nel centro del paese. COMMERCIO AL DETTAGLIO GASTRONOMIA ABITAZIONI HOTEL/OSTELLO RECEPTION/UFFICIO INFORMAZIONI TURISTICHE


Entwurfserläuterung Aus diesem Grund werden im südlichen Teil der Altstadt ein Hotel sowie mehrere Hostels angesiedelt, auf Grund der Nähe zu den Wassersport-Aktivitäten sowie der neu entstandenen Erschließung mit Park-Möglichkeiten. Im nördlichen Teil der Stadt bleiben die vorhandenen Einzelhandels-Möglichkeiten. Zudem werden diese durch neue Geschäfte, welche sich auf die Touristen auslegen ergänzt. Durch die Auflockerung des Kernes und der im Umkreis angebrachten Restaurants und Cafés soll die Altstadt mehr an Attraktivität gewinnen und die Gäste zum Verweilen einladen und somit für wirtschaftlichen Aufschwung in mehreren Bereichen garantieren. All diese Maßnahmen sollen dazu führen, Wohnen und Arbeiten in der Altstadt möglich zu machen. Einzelhandel Gastronomie

Wohnen

Gebäudeschnitt

Hotel/Hostel

1:200

Rezeption

Altstadt Farigliano Die diesjährige Semesteraufgabe beschäftigt sich mit der Revitalisierung der Stadt Farigliano. Welche im italienischen Piemont liegt und somit sehr stark vom Weinanbau beeinflusst wird. Die Stadt ist mit rund 1700 Einwohnern überschaubar. Mittelpunkt der Stadt ist die Piazza Vittoria Emanuele II, welche auch die Teilung zwischen Altstadt und dem „Neuen“ Farigliano bildet. Dieser Städtebauliche Entwurf beschäftigt sich mit der Erneuerung der Altstadt. Durch Recherchen vor Ort wurde festgestellt, dass diese kaum bewohnt wird. Ein großes Problem stellt die wirtschaftliche Perspektivlosigkeit dar, welche dazu führt, dass immer mehr Bewohner der Stadt den Rücken kehren. Auf diesen Punkt ist der Entwurf ausgelegt. Wirtschaftlichen Aufschwung kann der Tourismus bringen. Dazu wurden mehrere Zielgruppen festgelegt. Zum Einen ist es Sporttourismus mit dem Schwerpunkt auf den Wassersport, auf Grund des nahe gelegenen Flusses sowie Radsport, da die landschaftlichen Gegebenheiten zu diesem Sport einladen. Zum Anderem ist es Gourmettourismus. Der Piemont ist weltweit bekannt für seinen erstklassigen Wein und das gute Essen.

interne zette z ia p nuove r relax voli pe a t n o c o o liber e temp N Städtebaulicher Entwurf

1:500

Grundriss OG1/OG2

1:200

particolare hotel

N

Projekt: Farigliano Städtebaulicher Entwurf 1:500 Artur Walder 5021624 Grundriss Erdgeschoss 1:200 Städtebau Master WS 2011/12

fiume vista sul

Prof. Dr.-Ing.

Bruno Kauhsen

Projekt:

Farigliano

Artur Walder

5021624

Städtebau

Master WS 2011/12

Prof. Dr.-Ing.

Bruno Kauhsen


presentazione p.

2

area industriale 6

Christina Fabian Marco Haltenhof Natalie Traxel

p. 8 p. 10 p. 12

p. 14

Jade Hachschele Karena Witt Tatiana Stange

p. 16 p. 18 p. 20

p. 22

Carina Kollmann Claudia Friche Julia Neremberg Julia Reinke

p. 24 p. 26 p. 28 p. 30

Artur Walder Constanze Schulz Johanna Valdivia Michael Kaiser Stefanie Haskamp

p. 34 p. 36 p. 38 p. 40 p. 42

p.

le piazze il fiume

centro storico p. 32

Progetto realizzato con la collaborazione dell’architetto Claudia Clerico Consulenza tecnica: geometra Pierteresio Cagnasso Traduzioni: Arianna Pellegrino Progetto grafico: Rossella Borra Stampato nel Novembre 2012 da La Stamperia - CarrÚ


48

Farigliano

Langa futura


Farigliano Langa Futura  
Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you