Issuu on Google+

POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE 70% - DCB/GORIZIA - ANNO XXX - N. 4 Spoiler

www.spoileronline.it

DISTRIBUZIONE GRATUITA

218

www.scuderiaferrariclubmonfalcone.com


2 Spoiler

TWIN MOTORS Assistenza ufficiale Abarth

Twin Motors Srl via Tavagnacco 89 interno 24 33100 UDINE Tel. 0432 547907 Fax 0432 480458 email: info@twinmotors.it


3 Spoiler

SPOILER Periodico di automobilismo Anno XXX - numero 218 - ottobre 2013 DIRETTORE RESPONSABILE Claudio Soranzo REDAZIONE: Flavio De Crignis COllABORATORI: germano Danielis - valerio De Crignis - Cristina Miklus - Fabio pauluzzo

2013 BILANCIO IN ROSSO?

Stampa gRAFICHe nORDeST via 4 novembre 5/g 34170 gorizia Tel. 0481 390229

pubblicazione registrata presso il tribunale di gorizia al n.153 del 22.3.84

Spedizione in abbonamento postale pubblicitĂ  inferiore al 50% Aut. Dir. prov. p.T. gorizia

visita il nostro sito internet www.spoileronline.it

Redazione ed inserzioni: tel. 347 3681600 Corrispondenza/Testi: redazione@spoileronline.it Redazione: via 1° Maggio, 112 - Monfalcone (gO)

La Casa del lubrificante s.n.c. di Sturma Mauro & C. s.n.c.

via pucino 20 34074 Monfalcone (gO) Tel. / Fax 0481 44075

cell. 338 9616639 lacasadelubrificante@gmail.com erciodo55@gmail.com

OlII peR: - Autotrazione - Industria - Batterie - Filtri

- Agricoltura - Marina - Accessori auto


4 Spoiler


5 Spoiler

sommario

EditorialE di Claudio Soranzo

5

editoriale

6

Scuderia Ferrari Club Monfalcone

9

Cambiare

10 Tutto a pieni giri 12 Tempo libero in Friuli venezia giulia 14 È l’ora della novità 15 Rarità 16 Rilancio 18 Brivido 20 Mondo Auto 22 Cividale Castelmonte 26 Autoplanet 28 Mix 30 Star Bene

Il tunnel? purtroppo è ancora lungo e arrivare a vedere la fine sembra un miraggio. Tanto per rimarcare che siamo arrivati - a fine settembre - al 40° mese consecutivo di cali di vendita nel settore automobilistico e, nonostante gli sforzi delle Case costruttrici con modelli nuovi, sconti e promozioni, il rilancio è di là a venire. Anche per il semplice fatto che i nostri governanti non riescono a mettere in piedi una politica efficace per il rilancio del settore automotive (anche dal momento che diversi concessionari chiudono ogni giorno, con enormi perdite di posti di lavoro), anzi continua a mettere tasse aumentando le accise, l’autostrada e non a ridurre le spese, mentre non se ne parla di incentivi all’acquisto sia di auto nuove che usate. Chi ci governa non ha ancora capito che l’automobile potrebbe guidare la rinascita del nostro paese, garantendo un maggior gettito fiscale per lo Stato, migliorando la qualità dell’aria e garantendo maggiore sicurezza ai cittadini e minori costi sociali a causa degli incidenti. e’ bene tenere presente che la filiera dell’automotive in Italia occupa 1.200.000 addetti, fattura l’11,4% del pil e partecipa al gettito fiscale complessivo per il 16,6%. Il nostro paese è tra i peggiori dell’eurozona riguardo alla competitività (49° posto su 148) e l’inefficienza dei mercati del lavoro e finanziario ci porta nelle posizioni peggiori, con davanti a noi in graduatoria - tra gli altri - Barbados e lituania. Il che è tutto dire! guardando al nostro territorio ci fa molto piacere presentare la 36^ edizione della cronoscalata automobilistica Cividale-Castelmonte, che la Banca di Cividale sostiene con rinnovato orgoglio. Una competizione che richiama ogni inizio d’autunno in Friuli frotte di appassionati, nonostante la concomitanza in Regione con la mitica Barcolana. ed è così da parecchi anni. possibile che non si riesca a sfalsare la data? Riguardo alla Formula 1 il 2013 non è davvero un anno fortunato, ma nemmeno competitivo. Riusciranno i nostri “eroi” a darci ancora qualche soddisfazione, in attesa di un 2014 che potrebbe rappresentare l’anno della svolta? In tutti i sensi!

Corsi di recupero punti CQC - carta qualificazione conducente

e-mail: autoscuolazoff@virgilio.it


6 Spoiler

L'angolo dei FERRARISTI

Fiumicello

Una bella rappresentanza dei nostri soci della “bassa” con alla testa Claudio Spagnul. I ferraristi si ritrovano presso il Ristorante “All’Argine” di Fiumicello.

Sgonico/Zgonik

Sempre attivi i nostri soci del Rupa Team, anche quest’anno presenti con i colori sociali a Spa e Monza.


7 Spoiler

CENA SOCIALE sabato 30 novembre 2013 - ore 20.00 Ristorante Forum Julii - Strassoldo

Sono tempi difficili, ma in questi momenti si vede la forza di un legame alla passione per un mito. Ritroviamoci numerosi per una festa e per un ritorno alle vittorie.

MODONUTTI FRUITS

VALLE

Centro Spesa Alimentare piazzale dell’Agricoltura, 16 33100 Udine Tel. 0432 523610

di valle Carlo via nazionale 53-55 - paluzza (UD) Tel. 0433 775776

Il Melamangio di Agazzi Oberdan via Terenziana, 24 34074 Monfalcone (gO) Tel. 0481 484722


8

Nel segno della continuità

Spoiler

Oltre 100 anni di attività ci danno la consapevolezza di aver ben operato, di poter guardare con determinazione e serenità al futuro. Di fronte alle crisi, non abbiamo fatto passi indietro, sostenendo ancor di più la nostra gente. Comprendere le esigenze, intervenire, modificare per migliorare: questo per noi è fare banca.

BCC Staranzano e Villesse piazza della Repubblica, 9 Staranzano tel. 0481 716.111 fax. 0481 483.009 www.bancastaranzano.it


9 Spoiler

C

am

a cura di valerio De Crignis

In Corea, finora la Formula 1 non ha sfondato come nel vicino giappone. Indubbio l’interesse suscitato per l’appuntamento sul tracciato di Yoeang, ma non si sono viste al momento ricadute né dal punto di vista dei piloti né da quello delle sponsorizzazioni. Infatti non vediamo su alcuna vettura un main sponsor proveniente da questo paese e neppure di notarne altri come partner tecnici. eppure questo paese è un grande produttore di autovetture nonché di mezzi pesanti oltre ad essere una potenza industriale e di servizi di prim’ordine. per quanto concerne il gran premio finora la prima edizione è stata grazie alla pioggia la più animata, le altre due sono da ritenersi più regolari, vediamo cosa ci proporrà l’edizione 2013.

A Yoengam finora non si sono viste gare particolarmente spettacolari. Forse la prima nel 2010 fornì grazie alla pioggia una sua specificità, oggi serve:

biare

VITTORIE DEI PILOTI IN ATTIVITÀ AL GRAN PREMIO DI COREA veTTel

2011 2012

AlOnSO

2 1

PRIME DUE FILE ULTIMI CINQUE GRAN PREMI A SPA (tra parentesi la posizione al traguardo) 2012 1 WeBBeR ReD BUll (2) 2 veTTel ReD BUll (1) 3 HAMIlTOn MClARen (10) 4 AlOnSO FeRRARI (3)

2011 1 HAMIlTOn MClARen (2) 2 veTTel ReD BUll (1) 3 BUTTOn MClARen (4) 4 WeBBeR ReD BUll (3)

2010 1 veTTel ReD BUll R 2 WeBBeR ReD BUll R 3 AlOnSO FeRRARI (1) 4 HAMIlTOn MClARen (2)

> AlOnSO: Il pRIMO A vInCeRe In COReA

BUTTON

RAIKKONEN

NOTE Chi è partito in pole position non ha mai vinto la gara. Vettel Webber ed Hamilton sono sempre partiti dalle prime due file. Sono solo due i piloti andati al comando e Vettel è andato in testa a questa gara in tutte e tre le edizioni fin qui disputate per un totale di ben 153 giri. Alonso comunque con solo dieci tornate in testa ha saputo capitalizzare una vittoria. NUMERO DI GIRI AL COMANDO DEI PILOTI AL GRAN PREMIO DI COREA

ROSBERG

> DeglI ATTUAlI TOp DRIveR SOlO ROSBeRg e BUTTOn nOn SOnO SAlITI SUl pODIO Del gRAn pReMIO DI CORe. CI SAReBBe AnCHe RAIkkOnen, peRò Il FInlAnDeSe nOn HA DISpUTATO le pRIMe DUe eDIzIOnI e QUInDI pUò RIFARSI. SOlO veTTel eD AlOnSO HAnnO vInTO A YOengAn, MenTRe WeBBeR (2 vOlTe), HAMIlTOn (2) e MASSA (1) SOnO SAlITI SUglI AlTI gRADInI Del pODIO.

1 veTTel

153

2 AlOnSO

10

PILOTI AL TRAGUARDO AL GRAN PREMIO DI COREA 2012

20

2011

21

2010

15


10 Spoiler

Suzuka ovvero la storia della Formula 1 in estremo oriente, tutto in stile made in Japan

a cura di Flavio De Crignis

Tutto a pieni giri

Suzuka è stato il secondo circuito ad essere utilizzato in Giappone per i Gran Premi di Formula 1. È un bel impianto, ben costruito, molto selettivo e veloce. È di proprietà della Honda e nell’abito della struttura realizzata c’è pure un grande parco di divertimenti, ovviamente molto frequentato durante gli appuntamenti motoristici che qui si tengono. Suzuka è lungo 5807 metri appena quattordici più di Monza: come sull’impianto brianzolo anche a Suzuka la distanza del Gran Premio è fissata in 53 giri, solo che in Giappone i tempi di percorrenza sul giro e sulla distanza

sono lievemente più lunghi, fattore determinato dal fatto che a Suzuka ci sono più punti lenti che non a Monza. Comunque lo spettacolo c’è e il personale di intervento si è dimostrato in questi anni molto preparato e competente, elemento che eleva automaticamente anche i livelli di sicurezza. Quest’anno al via dopo qualche anno viene a mancare la componente nipponica nel Gran Premio, mancheranno sia le case locali che i piloti, è comunque una situazione passeggera perché anche se in qualità di fornitore di motori è ormai in calendario il rientro della Honda.

OPTIMA

> vettel: il più vincente negli ultimi anni a suzuka

GORIZIA - Via III Armata, 123 Tel. 0481 520393 - Fax 0481 522814 info@optimacars.it

gli specialisti delle auto aziendali

OPTIMA emozioni di guida

Specializzati in auto aziendali di provenienza nazionale.


11 Spoiler

> SOnO ORAMAI OTTO AnnI CHe lA ROSSA nOn pRIMeggIA nel pAeSe Del SOl levAnTe

VITTORIE DEI PILOTI IN ATTIVITÀ veTTel

3

AlOnSO

2

BUTTOn HAMIlTOn RAIkkOnen

1

2009 2010 2012 2006 2008

PRIME FILE ULTIMI CINQUE EDIZIONI DEL GRAN PREMIO DEL GIAPPONE (tra parentesi la posizione al traguardo) 2012 1 HAMIlTOn MC lARen (5) 2 BUTTOn MClARen (4) 3 MASSA FeRRARI (2) 4 SCHUMACHeR MeRCeDeS (11)

2011 1 veTTel ReD BUll (1) 2 BUTTOn MClARen (1) 3 HAMIlTOn MClARen (5) 4 MASSA FeRRARI (4)

2010 1 veTTel ReD BUll (1) 2 WeBBeR ReD BUll (2) 3 kUBICA BMW R 4 AlOnSO FeRRARI (3)

2009 1 veTTel ReD BUll (1) 2 TRUllI TOYOTA (2) 3 HAMIlTOn MClARen (3) 4 HeIDeFelD BMW (6)

2008 1 HAMIlTOn MClARen (12) 2 RAIkkOnen FeRRARI (3) 3 kOvAlAInen MClARen (4) 4 AlOnSO (RenAUlT (1)

PILOTI AL COMANDO ULTIMI CINQUE GRAN PREMI A BUDAPEST 1 2 3 4 5

veTTel BUTTOn AlOnSO kUBICA TRUllI

161 43 34 18 4

6 BOURDUAIS SCHUMACHeR RAIkkOnen 7 MASSA 8 WeBBeR

3 3 3 2 1

PILOTI AL TRAGUARDO ULTIME CINQUE EDIZIONI 2012

19

2011

23

2010

17

2009

17

2008


12 Spoiler

TEMPO LIBERO

in Friuli Venezia Giulia

Per un buon bicchiere Il Collio si sa che è una delle zone più rinomante del Friuli Venezia Giulia per la produzione di ottimi vini e per la bellezza del paesaggio. E proprio in una delle località maggiormente conosciute, Dolegna del Collio, ha sede l’azienda agricola Crastin di Sergio Collarig. Quando ci inoltriamo da Cormons in direzione per Dolegna ad un certo punto troveremo l’indicazione per la piccola frazione di Ruttars, una strada in salita sulle colline che sarà piacevole da percorrere in moto o in auto. Raggiunta la cima della collina, ancora pochi metri e avremo raggiungo la cantina Crastin, immersa tra vigneti e natura rigogliosa, dove la quiete e la tranquillità ci faranno compagnia mentre degustiamo un buon calice di vino e assaggiamo i salumi locali godendoci la vista dei filari di vite. L’azienda agricola Crastin ha una lunga tradizione nella viticoltura del Collio, nasce infatti negli anni cinquanta con i fondatori Olivo e Cornelia e oggi è gestita dai loro figli Sergio e Wilma. Grazie ai 6 ettari di vigneto, si producono eccellenti vini bianchi, tra cui Friulano, Pinot Grigio,

GRADO 9 novembre 7° TROFEO DELLA LAGUNA GRADO CAORLE MANIFESTAZIONE VELICA GORIZIA 10 novembre AL KULTURNI DOM 23° FESTIVAL TEATRALE INTERNAZIONALE CASTELLO DI GORIZIA UDINE 9 novembre AL TEATRO NUOVO GIOVANNI DA UDINE MUNCHENER SYMPHONIKER 11 novembre AL TEATRO NUOVO GIOVANNI DA UDINE TAIWAN PHILARMONIC

Ribolla Gialla, Sauvignon e Verduzzo Friulano e i vini rossi Cabernet Franc e Merlot. La vendemmia viene eseguita esclusivamente a mano, con un’accurata selezione, al fine di vinificare solo le uve migliori. La qualità crescente dei vini Crastin ha fatto sì che siano conosciuti sia in Italia e all’estero, mantenendo sempre una produzione enologica artigianale e un ottimo rapporto qualità/prezzo. Da diversi anni la cantina dispone anche di un agriturismo con il belvedere esterno nella bella stagione e la sala interna per i mesi invernale. Crastin è la tappa ideale per una gita durante i week end sul Collio, dove fermarsi per i vini, ma anche per gli ottimi piatti di salumi e formaggi. Il ristoro è aperto da fine agosto a metà dicembre e dall’inizio di marzo fino al 30 giugno, e la cantina è sempre aperta per la Vini Bianchi vendita diretta del vino. Friulano Wilma vi preparerà deliziosi e Pinot Grigio gustosi taglieri di affettati misti con prosciutto crudo, salame e Ribolla GIalla ossocollo e formaggi freschi e Sauvignon stagionati, mentre Sergio vi farà Verduzzo Friulano scegliere il vostro calice preferi“Bollicine” to tra i vini bianchi e rossi. Una novità nella produzione enologica di Crastin è “Bollicine”, la Ribolla Gialla spumantizzata con Vini Rossi un tocco di Pinot Bianco ideale come aperitivo e richiestissima Cabernet Franc dai tanti appassionati che si recano in cantina tutto l’anno. E per Merlot finire in bellezza uno spuntino goloso, non manca una fetta di strudel o di un altro dolce fatto in casa accompagnato dal Verduzzo Friulano.

Azienda Vitivinicola e Agriturismo Crastin di Sergio Collarig Loc. Crastin di Ruttars, 2 - 34070 Dolegna del Collio (Go) tel/fax +39.0481.630310 - e-mail: info@vinicrastin.it – www.vinicrastin.it

REDIPUGLIA 3 novembre VIAGGIO NELLA MEMORIA TRENO REDIPUGLIA CAPORETTO CODROIPO 1 novembre MERCATINO DEL DOGE MOIMACCO 10 novembre A VILLA DE CLARICINI DI BOTTENICCO CONCERTI CIVIDALESI MOGGIO UDINESE 21 novembre FIERA MERCATO DELLA MADONNA DELLA SALUTE 8 dicembre BROVADAR MERCATINO DI NATALE E PRESEPI


13 Spoiler

FVG mosaico di culture e tradizioni UNA PROPOSTA PER VOI VENZONE 23 novembre CONCERTO DI SANTA CECILIA

GEMONA DEL FRIULI 1 dicembre NATALE CON GUSTO FIERA MERCATO MERCATINO

VILLA SANTINA 24 novembre MERCATINO DI NATALE

COCCAU 30 novembre ALLE 18 PRESSO L’AUTOPORTO GRANDE ESIBIZIONE DI GRUPPI KRAMPUS

PORDENONE 24 novembre IN VIA COSSETTI LA SOFFITTA IN PIAZZA E L’ANGOLO DEL LIBRO USATO

TARVISIO 4 dicembre SAN NICOLO’ ED I KRAMPUS

LIGNANO SABBIADORO 16-17 novembre 25° CRITERIUM AUTUNNALE DELLA LAGUNA MANIFESTAZIONE VELICA

Il Formadi Asìn e’ un formaggio di esclusivo latte vaccino che si produce nella val d’Arzino e nelle zone di vito d’Asio e Clauzetto: il nome deriva dal vicino monte Asio e lo si trova in due tipi: classico e morbido Il classico è ottenuto che prevede dopo la coagulazione della cagliata la rottura della stessa in pezzetti non più grandi di una noce, successivamente il tutto viene cotto a 45 46° e pressato. le forme così ottenute sono immerse in salamoie (Salmuerie) dove la soluzione di acqua e sale viene addizionata di latte e panna da affioramento per un periodo di 3- 6 mesi. nella “versione” morbida la cagliata è rotta in modo più grossolano, non viene cotta e neppure pressata; l’immersione nelle salmuerie dura circa 20 giorni.

RAVEO 7 dicembre SAPORI DI CARNIA 1 dicembre XXXIII ICE CUP MANIFESTAZIONE VELICA

SACILE 15 dicembre FOTOMERCATO SACILESE

autofficina naibo preparazioni di naibo aldo &c. Ronchi dei Legionari via delle Gambarare tel 0481 777144 fax 0481 753894 naibo@libero.it • www.autofficinanaibopreparazioni.com

soccorso stradale 3384770155 - 3383126162

riparazioni autoveicoli e camper di qualsiasi marca • riparazioni e restauri auto d'epoca • assetti ed elaborazioni auto stradali e da corsa moderne e storiche • ricariche condizionatori d'aria • diagnosi computerizzata centraline • rimappature centraline • gommista • installazione ganci traino • accessori tuning e racing • soccorso stradale


14 Spoiler

Terzo appuntamento in India, finora qui vettel ha dominato tutto:

È l’ora della novità a cura di Flavio De Crignis Tra i paesi orientali l’ultimo ingresso, nel 2011, è stato quello dell’India con un bell’impianto nelle vicinanze di new. Delhi > TRA TUTTe le “neW enTRY” nel MOnDO DI gRAn pReMI l’InDIA È l’UnICA CHe vAnTA UnA SCUDeRIA CHe DIFenDe I SUOI COlORI

> AlOnSO In InDIA È AnDATO SUl pODIO In TUTTe e DUe le eDIzIOnI

VITTORIE DEI PILOTI IN ATTIVITÀ veTTel

2011 2012

2

PRIME DUE FILE NELLE PRIME DUE EDIZIONI (tra parentesi la posizione al traguardo) 2012 1 veTTel ReD BUll (1) 2 WeBBeR ReD BUll (3) 3 HAMIlTOn MC lARen (4) 4 BUTTOn MC lARen (5)

PILOTI AL TRAGUARDO NELLE DUE EDIZIONI 2012

19

2011

22

2011 1 veTTel ReD BUll (1) 2 WeBBeR ReD BUll (4) 3 AlOnSO FeRRARI (3) 4 BUTTOn MC lARen (2)

PILOTI AL COMANDO NEL GRAN PREMIO D’INDIA Vettel finora è stato l’unico pilota ad esser andato al comando nel Gran Premio d’India per un totale di 120 giri complessivi. Conseguentemente ne risulta che la monoposto contrassegnata con il numero 1 al momento ha segnato le due pole e vinto le due gare.


15 Spoiler

Rarità

Il DRS ha permesso di vedere i sorpassi allo Yas Marina dove nelle prime edizioni gli stessi erano una vera e propria le prime edizioni del gran premio di Abu Dhabi si erano distinte per l’assoluta mancanza di sorpassi su di un tracciato per altro modernissimo. Con l’introduzione del DRS e la possibilità di liberare carico aerodinamico sui rettilinei anche lo Yas Marina offre finalmente quello spettacolo che qui era assente. per una volta si può dire che le pecche del tracciato sono state “aggiustate” con l’applicazione di nuove regole.

VITTORIE DEI PILOTI IN ATTIVITÀ veTTel

2009 2010

HAMIlTOn RAIkkOnen

> kIMI, FReSCO FeRRARISTA Un AnnO FA vInSe AD ABU DHABI DAvAnTI AD AlOnSO: QUeI pUnTI nOn COnQUISTATI DAl FeRRARISTI SARAnnO MOlTO peSAnTI A FIne AnnO

2 1

PRIME DUE FILE AL GRAN PREMIO DI ABU DHABI (tra parentesi la posizione al traguardo) 2012 1 HAMIlTOn MC lARen R 2 WeBBeR ReD BUll R 3 MAlDOnADO WIllIAMS (5 4 RAIkkOnen lOTUS (1)

2011 1 veTTel ReD BUll R 2 HAMIlTOn MClARen (2) 3 BUTTOn MClARen (3) 4 WeBBeR ReD BUll (4)

2010 1 veTTel ReD BUll (1) 2 HAMIlTOn MClARen (2) 3 AlOnSO FeRRARI (7) 4 BUTTOn MC lARen (3)

2009 1 HAMIlTOn MClARen R 2 veTTel ReD BIll (1) 3 WeBBeR ReD BUll (2) 4 BARRICHellO BRAWn gp (4)

GIRI IN TESTA DEI PILOTI AL COMANDO AL GRAN PREMIO DI ABU DHABI 1 2 3 4 5

HAMIlTOn veTTel RAIkkOnen BUTTOn AlOnSO

86 78 36 15 2

PILOTI AL TRAGUARDO AL GRAN PREMIO DI ABI DHABI 2012

17

2011

20

2010

21

2009

18


16 Spoiler

Dopo il positivo debutto del 2012 si spera che dal Texas per la Formula 1 parta il

RILANCIO Di tutti i circuiti che gli Stati Uniti d’America hanno proposto per la disputa di Gran Premi di Formula 1, quello di Austin è quello che, anche in una sola edizione ha dimostrato di essere il migliore. Ben studiato offre sicurezza e spettacolarità, due elementi che non sempre si riesce a far andare d’accordo, ma che qui, in Texas sono riusciti a realizzare. La prima edizione ha mostrato anche il gradimento dei piloti verso questo impianti e quindi con l’accumulo di altra esperienza i risultati non potranno che migliorare. Quello che dispiace è il non vedere al via dei piloti locali che da tanto, forse troppo tempo non calcano le piste del mondiale.

> MARIO ANDRETTI è NATO A MONTONA IL 28/2/1940 QUANDO L’ISTRIA FACEVA PARTE DEL REGNO D’ITALIA

ANZIL ENZO centro autorizzato autodemolizione

accessori e autoricambi usati www.autodemolizione.ws GRADISCA D’ISONZO (GO) - Via Udine, 58 - SS 13 Tel. 0481 99616


17 Spoiler

> MARIO ANDRETTI L’ISTRIANO DEGLI STATES è STATO L’ULTIMO PILOTA A STELLE E STRISCE A VINCERE IL TITOLO IRIDATO, MA PARLIAMO DEL LONTANO 1979

NOTE DELLA PRIMA EDIZIONE PILOTI AL VIA: PILOTI AL TRAGUARDO: PILOTI CLASSIFICATI A PIENI GIRI: GIRI AL COMANDO: SCUDERIE A PUNTI:

> HAMILTON PRIMO VINCITORE AD AUSTIN

24 22 13 41 HAMILTON 15 FERRARI LOTUS WILLIAMS E MCLAREN CON DUE MONOPOSTO, RED BULL E FORCE INDIA CON UNA.

Ricordiamo che ad oggi sono solo due i piloti con passaporto Statunitense ad aver vinto il mondiale: Phil Hill nel 1961 con la Ferrari e Mario Andretti con la Lotus nel 1978. Per precisione va ricordato che “il piedone” soprannome di Andretti è nato nel 1940 a Montona d’Istria che allora faceva parte del Regno d’Italia e solo successivamente si è trasferito negli States dove ha fatto fortuna ed acquisito quella cittadinanza. Tra l’altro dopo Andretti non c’è stato più nessun pilota locale a salire sul gradino più alto del podio, sono andati a punti Danny Sullivan con la Tyrrel ed il figlio di Mario, Michael con la Mc Laren, ma poi ci siamo fermati lì. Tornando al tracciato, lo stesso ha ricevuto buoni apprezzamenti anche dal pubblico locale (assai numeroso nel 2012): chissà che finalmente non venga sfatato il fatto che vuole il pubblico statunitense lontano dalla Formula 1; tutto da verificare.

> RIMANENDO IN CASA ANDRETTI L’ULTIMO DRIVER STATUNITENSE A SALIRE A BORDO DI UNA FORMULA 1 E SEGNARE PUNTI, è STATO IL FIGLIO DI MARIO, MICHAEL CHE NELLA STAGIONE 1993 CON LA MCLAREN SI CLASSIFICò QUINTO IN SPAGNA, SESTO IN FRANCIA, TERZO IN ITALIA. COMPLESSIVAMENTE E COMPRENDENDO ANCHE LE GARE INDY DEGLI ANNI CINQUANTA I PILOTI USA HANNO VINTO 33 GRAN PREMI CON 15 PILOTI.

Officina autorizzata

AUTO NUOVE E USATE CENTRO REVISIONI AUTO E MOTO

34075 San Canzian d’Isonzo (Go) - Via Trieste, 9 - Tel. e Fax 0481 76125 - www.cancianiauto.it


18 Spoiler

Quando a Interlagos si decide il mondiale, ne escono sempre gare di grande intensità, gare da:

Brivido

Sarà l’ultima gara di Massa con la Ferrari e il destino ha voluto che questa esperienza iniziata al Gran Premio del Barhein il 12/3/2006 (con un secondo posto sulla griglia di partenza ed un nono sul traguardo) si concludesse proprio sul tracciato brasiliano di Interlagos. Una permanenza, quelle di Felipe, durata ben otto stagioni con un bruttissimo momento segnato dall’incidente di Budapest che per qualche tempo aveva fatto temere per la sua carriera. È proprio Interlagos, il luogo dell’ultima

compagno Raikkonen impegnato nella lotta per il mondiale, e permettergli di raggiungere la testa della gara che in quel caso significava per il finlandese il titolo di Campione del Mondo. Un gesto di grande valore per la sua scuderia che non rientra proprio nelle consuetudine di questo mondo così individualista. Un’altra data da ricordare è quella del 2/11/2008 sempre a Interlagos, sempre all’ultima gara in calendario e stavolta con lui in competizione per la corona iridata.

Grande pole position e grande gara al comando: doveva recuperare sette punti ad Hamilton e fino a tre curve dal traguardo Felipe ci era anche riuscito salvo che Hamilton riuscì a sorpassare in extremis la Toyota che lo precedeva. Si tratta di una caso più unico che raro e Felipe può dire di esser stato campione del mondo fino a tre curve dal termine. Speriamo che, dopo la bella gara dello scorso anno si ripeta e lasci un gran bel ricordo a tutti i ferraristi che in questi anni hanno tifato per lui.

> alonso raikkonen (2007), hamilton (2008), vettel (2012), sono i piloti che negli ultimi anni hanno vinto il titolo iridato sul tracciato di interlagos in brasile

con la rossa che ha caratterizzato la stagione ferrarista di Massa. Da ricordare l’edizione del 2007 quando Felipe partito in pole position diede la paga a tutti involandosi dal resto del gruppo e tenendo saldamente la testa, salvo poi facilitare il ruolo del

PILOTI AL TRAGUARDO ULTIME CINQUE EDIZIONI 2012

17

2011

20

2009

14

2008

18

2010

22


19 Spoiler

> I CASI DELLA VITA: IL SECONDO PILOTA FERRARISTA PROVENIENTE DAL BRASILE (IL PRIMO È STATO BARRICHELLO) CONCLUDE LA SUA ESPERIENZA CON LA ROSSA DOPO OTTO STAGIONI E SUL TRACCIATO DI CASA. SPERIAMO SIA UN BEL SALUTO.

VITTORIE DEI PILOTI IN ATTIVITÀ AL GRAN PREMIO DEL BRASILE MASSA 2006 2008 WeBBeR 2009 2011 RAIkkOnen BUTTOn veTTel

PRIME DUE FILE AL GRAN PREMIO DEL BRASILE NELLE ULTIME CINQUE EDIZIONI (tra parentesi la posizione al traguardo)

2 2 1

PILOTI IN TESTA AL GRAN PREMIO DEL BRASILE NELLE ULTIME CINQUE EDIZIONI 1 2 3 4 5 6 6 8 8 8

veTTel WeBBeR MASSA BUTTOn HUlkenBeRg BARRICHellO HAMIlTOn TRUllI RAIkkOnen AlOnSO

VERNICIATURA A FORNO BANCO DI RISCONTRO

97 96 65 29 29 20 13 2

2012 1 veTTel ReD BUll (2) 2 BUTTOn MC lARen (1) 3 WeBBeR ReD BUll (4) 4 veTTel ReD BUll (6)

2011 1 HUlkenBeRg WIllIAMS (8) 2 WeBBeR ReD BUll (1) 3 BUTTOn MC lARen (3) 4 HAMIlTOn MC lARen R

2010 1 HUlkenBeRg WIllIAMS (8) 2 veTTel ReD BUll (1) 3 WeBBeR ReD BUll (1) 4 HAMIlTOn MC lARen 4

2009 1 BARRICHellO BRAWn (8) 2 WeBBeR ReD BUll (1) 3 SUTIl FORCe InDIA R 4 TRUllI TOYOTA R

2008 1 MASSA FeRRARI (1) 2 TRUllI TOYOTA (8) 3 RAIkkOnen FeRRARI (3) 4 HAMIlTOn MClARen (5)

Via Grado, 70/E - 34074 Monfalcone (GO) Tel: 0481 711255 - Fax: 0481 720129 e-mail: autocarr.milotti@virgilio.it www.carrozzeriamilotti.it


20 Spoiler

a cura di Germano Danielis

L’auto più...... ....grande! Marauder 4X4 (6X6) Il Marauder è realizzato in Sudafrica dalla Paramount Group, una società privata leader nel settore delle costruzioni per le forze militari e di polizia. Il Marauder è stato regolarmente omologato per l’uso sulle strade e ne esiste una versione per usi “civili”, che al momento ne fa l’auto omologata più grande al mondo. I numeri di questo colosso sono impressionanti: lunghezza 6,44, larghezza 2,66, altezza 2,74; 10 tonnellate di peso più 4,5 tonnellate di carico utile, massimo 10 posti a sedere, la velocità massima raggiungibile è di 120 Km/h. Le ruote che nella foto si vedono a livello della carrozzeria non sono di scorta, ma fanno parte di un ponte che in caso di necessità si abbassa e trasforma il veicolo in un 6x6. Il Marauder per uso civile dovrebbe costare intorno ai 400.000 euro.

CHRYSLER TURBINA CAR Questa vettura, che ha visto la luce nel 1962, alla resa dei conti si è rivelata come uno studio allargato per un’auto con turbina a gas. Vennero costruiti 55 esemplari distribuiti in 48 Stati, guidati a turni di tre mesi ciascuno da oltre 200 guidatori volontari che dovevano testarne pregi e difetti. Le vetture erano state costruite in Italia dalla Ghia, montavano un motore a turbina da 130 CV a 3600 g/ min. La Chrysler consigliava l’uso di gasolio oppure di benzina senza piombo, ma siccome il motore funzionava con qualsiasi liquido comburente

vennero usati i combustibili più insoliti: dalla Tequila messicana al Chanel n°5, dalla benzina Avio all’olio di noccioline. I tester furono molto ben impressionati dalla silenziosità e l’assenza di vibrazioni del motore a turbina. Per contro l’accelerazione era molto lenta e l’uso di carburanti poveri riduceva di molto il chilometraggio percorso. La Chrysler era ben intenzionata a proseguire nel progetto, ma a causa delle restrizione sempre più severe dell’Ente americano di controllo, dovette abbandonare il progetto avendo superato enormemente i limiti sulle emissioni nocive.


21 Spoiler

ABARTH 6000 Sul finire degli anni ’60 Carlo Abarth era già un affermato costruttore di autovetture plurivittoriose nelle categorie fino a 2000 cc, e detentore di oltre cento record di velocità in circuito. Ma il suo sogno era quello di costruire un’auto e un motore per competere ai massimi livelli, contro le Ferrari Prototipo, le Ford GT 40 e le Porche 917, che battagliavano nel Mondiale Marche dove si gareggiava con motori 8 o 12 cilindri fino a 7000 cc. Nel mese di febbraio del 1967 il primo prototipo di un motore V 12 di 6000 cc e con una potenza di 610 CV a 6700 giri, aveva cominciato a girare al banco. Contemporaneamente veniva progettato il telaio a tralicci di tubi e una sagoma della carrozzeria in legno per la prima esposizione alla stampa. La vettura aveva come caratteristica congenita un’altezza molto bassa da terra: appena 103 cm. Il motore era in posizione centrale sul posteriore, muso piccolo e spiovente per schiacciare l’avantreno al suolo, coda larga e possente. Da questa macchina ci si aspettava di sfondare senza difficoltà la velocità di 300 Km/h, e secondo i programmi avrebbe dovuto debuttare alle gare conclusive della stagione. Accadde però che dopo la 24 Ore di Le Mans disputata a giugno l’autorità sportiva decise, pare dietro sollecitazioni, di limitare la cilindrata delle vetture prototipo a 3000 cc praticamente con effetto immediato. Questo provocò di fatto la cancellazione del progetto Abarth senza alcuna possibilità di recupero.

bmw e1 Nel 1991 la BMW presentò al salone di Francoforte questa gradevole monovolume con motore completamente elettrico. Nonostante i primi riscontri positivi la vettura non ha avuto alcun seguito di produzione.

autofficina vendita autovetture officina meccanica elettrauto diagnosi computerizzata

CENTRO REVISIONI

Fogliano (GO) - Via dell’Artigianato, 6 tel. 0481 488054


22 Spoiler

36a Cividale Castelmonte Un grande appuntamento, la storia sportiva dell’auto in due manches su di un tracciato unico per una giornata

Indimenticabile

Sono tempi difficili, tempi in cui garantire continuità e stabilità non è affatto facile. perciò proviamo anche una profonda soddisfazione presentare una competizione che in questo 2013 giunge alla sua 36° edizione. Se poi al tutto aggiungiamo che il nome dell’appunto in questione è la Cividale Castelmonte ecco che gli elementi di positività sono ancora maggiori. Sì perché se anche nel difficile 2013 abbiamo a disposizione la possibilità > Il pODIO COn I pReMIATI DellA SCORSA eDIzIOne

Automobili

Graziano Fantini VeNDItA e ASSISteNZA AutORIZZAtA

CIVIDALe DeL FRIuLI VIALE TRIESTE, 32 - TEL. e FAX 0432 731455


23 Spoiler

36a Cividale Castelmonte quanto concerne le auto moderne che quelle storiche, un abbinamento che costituisce sempre un grande biglietto da visita per la storia dell’auto sportiva che per lo spettacolo offerto allo stato puro. Rivedere all’opera vetture che hanno costruito il mito dell’automobile sportiva crea sempre una certa emozione: il vederle impegnate in un contesto agonistico puro ne esalta ancor di più il ruolo. Sono sette chilometri di emozioni: tornanti(anche doppi), dossi, salite,

Hermann Waldy (foto Matteo Favi) Adriano Zerla (foto Matteo Favi)

di assistere ad una cronoscalata così selettiva e spettacolare, abbiamo a disposizione un valore aggiunto tutto da valorizzare. Non possiamo dimenticarci che questa competizione è molto amata, non soltanto a Cividale e nelle Valli del Natisone, ma anche in tutto il Friuli Venezia Giulia e oltre. Questo vuoi per la lunga storia che la gara si porta dietro vuoi per lo spettacolo che offre sui sette chilometri che portano da Carraria al Santuario. Qui continuano a sfidarsi i migliori nomi della Velocità in Montagna, sia per


24 Spoiler

36a Cividale Castelmonte

L’evoluzione dell’auto sportiva è uno spettacolo che la Cividale Castelmonte offre regolarmente con le tante auto storiche al via.


25 Spoiler

36a Cividale Castelmonte

Rino Muradore. Primo tra le auto storiche alle prove cronometrate della 35 Cividale Castelmonte (foto Davide Monai)

curve di vario raggio, allunghi e varianti c’è di tutto e tutto preparato al meglio dal super collaudato apparato organizzativo della Scuderia Red White che da quando ha preso in mani le redini di questa cronoscalata (1985) non ha mai mollato, collezionando edizioni di successo e di prestigio che ci aspettiamo di vedere anche in questo 2013.

Il vincitore 2012 tra le E3 Morris Grudina su Renault Clio Williams (foto Davide Monai)


26 Spoiler

autoplanet Suzuki Swift

Interventi precisi con nuovi allestimenti bicolor con il tetto a tinta in contrasto con il corpo vettura, nuovi cerchi in lega, luci diurne a led e nuovi indicatori di direzione. Motori benzina o GPL da 94CV (1200cc) e 1300cc da 75CV diesel.

Mazda 3 Rinnovata la serie Mazda 3, vettura di buon successo oggi con un design molto piÚ dinamico e sportivo, passo allungato, nuova fanaleria e coda modificata. Tre i motori, due a benzina e un diesel: il nuovo 1.5 SkyActive-G da 100 CV affianca il 2.0 da 120 e 165 cavalli: mentre il 2.2 a gasolio da 150 CV è già Euro 6.


27 Spoiler

autoplanet FERRARI 458 speciale In accordo con la tradizione delle berlinette in serie particolare ecco la 458 speciale. Il 4500cc 8V ha guadagnato 35 CV di potenza ed accelera da 0 a 100 kmh in tre secondi netti. Le modifiche aerodinamiche come il cofano anteriore, le varie feritoie ed appendici sono felicemente inserite in un corpo vettura tra i piĂš belli della Ferrari degli ultimi anni e danno un risultato complessivo eccellente.

Linee

Honda Civic Tourer

Torna sul mercato la versione wagon della Civic. Ăˆ un prodotto dalla linea molto filante e con spiccata personalitĂ  stilistica. Sono disponibili due motorizzazioni, una diesel da 1.6cc 120CV ed una benzina da 1.8cc da 142 CV.


28 Spoiler

mix

mixmixmixmixmixmixmixmixmixmixmixmix

Mazzoni Racing

Due piloti del Team Mazzoni Racing, paolo Milotti e Franco pirrò.

AUTOCROSS PILOTI TERRA Il 6 ottobre disputeremo l’ultima gara di campionato autocross a gonars. Quest’anno l’Associazione piloti Terra ha raggiunto degli obiettivi importanti portando il Campionato CSAI, il Campionato Austriaco OSk e il Cez (Central europe zone) sulla bella e veloce pista di gonars. Continueremo a divulgare l’aspetto propedeutico del Campionato Fvg a costi limitati e farsì che i giovani si avvicinino in totale sicurezza a questo sport motoristico. la pista di gonars è un impianto che sta crescendo molto negli ultimi anni e offre, grazie all’Associazione piloti Terra di nimis con a capo Massimiliano pitassi, noleggi e prove libere con auto da competizione, corsi di guida sportiva su terra anche per persone diversamente abili e corsi per commissari e ufficiali di gara. Il campionato 2013 che si concluderà domenica 6 ottobre offrirà anche la consueta finalissima oltre la gara classica; la finalissima vedrà in pista i migliori due piloti di ogni categoria

ASSOCIAZIONE PILOTI TERRA www.pilotiterra.com Facebook: piloti Autocross gonars info: Massimiliano pitassi cell. 360 590656

che si daranno battaglia in una super finale che decreterà i migliori tre piloti assoluti della stagione.


29 Spoiler

mix

mixmixmixmixmixmixmixmixmixmixmixmix

UN RICORDO Con la scomparsa di Livio Novati abbiamo perso un pezzo di quella Monfalcone, operosa e lavoratrice che a partire dalla ricostruzione aveva saputo sviluppare quell’imprenditorialità genuina e concreta che ha garantito negli anni sviluppo ed occupazione. Livio Novati era nato a Ronchi dei Legionari nel 1939 e fin da giovane aveva dimostrato un grande amore per la meccanica, passione che lo porterà ad aprire un’officina tutta sua. Fa prima riferimento al marchio Simca, poi passa alla Citroen ed infine approda a quello che rimarrà il marchio più amato e cioè la Ford. Proprio con la Ford raggiunge nel 1975 un invidiabile primato e cioè quello di diventare il più giovane concessionario d’Italia del marchio. Grande anche il suo impegno sociale. Sostiene attivamente molte manifestazioni in tutto il territorio e supporta in modo concreto diverse associazioni sportive senza dimenticare la preparazione di veicoli speciali realizzati per il Carnevale di Monfalcone. Sempre attivo ha variato il proprio impegno dal settore immobiliare a quello dello spettacolo, della musica e si è pure dedicato ad attività filantropiche, da buon monfalconese poi ha sempre dato il suo supporto al nostro Spoiler. Una figura attiva e presente un uomo sempre cordiale ed alla mano, una persona che era bello ascoltare in quanto si poteva sempre imparare qualcosa di utile e serio: noi abbiamo perso un uomo, un amico, il nostro territorio un grande lavoratore ed una significativa figura di riferimento: CIAO LIVIO.

AUTO: CON “GALILEO” ADDIO FILE, NON SOLO SULLE STRADE Il nuovo sistema satellitare europeo permetterà una mobilità più fluida, sicura ed efficiente, ma anche il pagamento in tempo reale di pedaggi e tasse in base alle condizioni del traffico e all’utilizzo effettivo del veicolo Nelle nostre città 1 minuto su 4 in auto è sprecato nel traffico e nella ricerca di un parcheggio. La congestione stradale ci costa oltre 5 miliardi di euro ogni anno, a cui vanno aggiunti molti dei 30 miliardi di spesa sociale per incidenti stradali. La statistica non ci conforta, prevedendo un aumento dell’urbanizzazione con punte del 50% fino al 2050, ma la tecnologia sì, soprattutto quella satellitare che entro il 2020 equipaggerà il 90% dei veicoli su strada. Anche questa, però, mostra ancora limiti che ne compromettono l’efficacia. La rivoluzione copernicana è rappresentata da “Galileo”, il sistema satellitare civile europeo, ideato dalla Comunità Europea e dall’Agenzia Spaziale Europea, indipendente e compatibile con quello russo e statunitense. E’ quanto emerge dallo studio “La Mobilità ai tempi di Galileo”, realizzato dalla Fondazione Caracciolo dell’ACI e presentato alla 68a Conferenza del Traffico e della Circolazione, organizzata dall’Automobile Club d’Italia. All’evento ha partecipato anche Antonio Tajani, vice presidente della Commissione

Europea e Commissario europeo all’Industria e all’Editoria. Sfruttando le più avanzate tecnologie, rispetto agli altri sistemi satellitari Galileo è più preciso, più affidabile, con una più estesa copertura territoriale e soprattutto più funzionale: sarà il sistema operativo per la smart mobility di domani. Non solo ridurrà il traffico e la congestione, ma costituirà la piattaforma per app e programmi di gestione e ottimizzazione della mobilità. Grazie anche al contributo dell’ACI, che ha messo a disposizione il proprio know how al progetto, Galileo faciliterà la vita agli automobilisti con la semplificazione delle procedure amministrative dei veicoli e l’incremento della sicurezza stradale. Galileo consentirà infatti il pagamento in tempo reale di pedaggi e tasse in base alle condizioni del traffico e all’utilizzo effettivo dell’auto, oltre a potenziare con i sistemi eCall i servizi di soccorso stradale, riducendo al minimo i tempi di intervento per guasto o incidente.


30 Spoiler

mix

mixmixmixmixmixmixmixmixmixmixmixmix

Training Autogeno Il training autogeno è una tecnica di rilassamento usata nel controllo dello stress, nella gestione delle emozioni e nelle patologie con base psicosomatica. Viene utilizzata anche in altri ambiti quali lo sport e in tutte quelle situazioni che richiedono il raggiungimento di un alto livello di concentrazione. Il training autogeno venne sviluppato negli anni trenta da Johannes Heinrich Schultz, psichiatra tedesco. I suoi studi avevano come precedenti quelli sull’ipnosi, in particolare di Oskar Vogt, del quale Schultz fu allievo. Di primaria importanza, in questa tecnica, è rendere i propri

pazienti indipendenti dal terapeuta per sviluppare il proprio benessere. Il training autogeno non è una tecnica basata sulla suggestione. Le modifiche

che si producono con un adeguato allenamento hanno carattere di stabilità e costanza nel tempo. Questa tecnica, tuttavia, non è indicata per chiunque: non è adatta a coloro che dovessero trovarsi in una condizione depressiva importante ed è fortemente controindicata in caso di psicosi. Il training autogeno è utile inoltre nella cura di ansia, insonnia, attacchi di panico e in tutte quelle patologie dove l’aspetto psicosomatico sia rilevante, ed ha un ruolo positivo anche in molti altri contesti: in particolare, per atleti e sportivi in genere, in quanto favorisce il recupero di energie, permettendo una migliore gestione delle proprie risorse. Migliora inoltre la concentrazione e contribuisce al conseguimento di alte prestazioni. Molto importante risulta anche la respirazione, la quale deve funzionare in maniera progressivamente più automatica e quindi meno controllata. Importante è nel training autogeno il processo secondo il quale ogni fenomeno corporeo non viene forzato, ma avviene spontaneamente da sé. Per imparare la sequenza degli esercizi sono necessari alcuni mesi con un costante impegno giornaliero. L’apprendimento da autodidatti per quanto possibile è sconsigliato, costituendo il training autogeno un insieme di tecniche che andrebbero eseguite sotto la guida di psicologi o medici specificatamente formati.


31 Spoiler


32 Spoiler


Spoiler218