Page 1

POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE 70% - DCB/GORIZIA - ANNO XXX - N. 3 Spoiler

www.spoileronline.it

DISTRIBUZIONE GRATUITA

217

www.scuderiaferrariclubmonfalcone.com


2 Spoiler

TWIN MOTORS Assistenza ufficiale Abarth

Twin Motors Srl via Tavagnacco 89 interno 24 33100 UDINE Tel. 0432 547907 Fax 0432 480458 email: info@twinmotors.it


3 Spoiler

SPOILER Periodico di automobilismo Anno XXX - numero 217 - luglio 2013 DIRETTORE RESPONSABILE Claudio Soranzo REDAZIONE: Flavio De Crignis coLLAboRAToRI: Germano danielis - valerio de crignis - cristina miklus - fabio Pauluzzo

UN’ESTATE A PIENO RITMO 28/7

25/8

8/9

22/9

H

B

I

SIN

Pubblicazione registrata presso il tribunale di Gorizia al n.153 del 22.3.84

Spedizione in abbonamento postale Pubblicità inferiore al 50% Aut. dir. Prov. P.T. Gorizia

Stampa GRAfIche noRdeST via 4 novembre 5/G 34170 Gorizia Tel. 0481 390229

visita il nostro sito internet www.spoileronline.it

Redazione ed inserzioni: tel. 347 3681600 corrispondenza/Testi: redazione@spoileronline.it Redazione: via 1° maggio, 112 - monfalcone (Go)

La Casa del lubrificante s.n.c. di Sturma mauro & c. s.n.c.

via Pucino 20 34074 monfalcone (Go) Tel. / fax 0481 44075

cell. 338 9616639 lacasadelubrificante@gmail.com erciodo55@gmail.com

oLII PeR: - Autotrazione - Industria - batterie - filtri

- Agricoltura - marina - Accessori auto


4 Spoiler


5 Spoiler

sommario

EditorialE di claudio Soranzo

5

editoriale

6

onda Rossa

8

Giornata carnica

11 Attesa 12 Tempo Libero in friuli venezia Giulia 14 Show 16 Torna il mito 18 Senza tregua 20 opinione tecnica 22 mondo Auto 24 Autoplanet 27 mix 30 Star bene

La ferrari corre in difesa in formula 1, in attesa di tempi migliori, mentre è costantemente all’attacco nella nostra Regione. ben due sono stati infatti gli incontri tra proprietari di granturismo ferrari nel giro di un mese, ed entrambi con ottimi risultati. una grandissima partecipazione sia a quello nella Riviera friulana, sia in quello della carnia. ormai i ferraristi del friuli venezia Giulia, del veneto e di qualche altra regione del nord Italia, della Slovenia come pure dell’Austria. Arrivare da noi da Graz, come pure da vienna ormai è solo questione di richiamo. un richiamo che arriva puntuale ogni anno a inizio estate e per oltre una cinquantina di owner non ci sono impegni che tengano. Sempre consapevoli che trascorreranno una giornata all’insegna della passione, dell’amicizia e dell’ammirazione di centinaia di persone. Spacciandomi da ammiratore sconosciuto tra la folla ho sentito sempre frasi di grande positività, sia da parte degli stessi ferraristi verso l’organizzazione, sempre applaudita e ringraziata per l’ottimo trattamento riservato, sia da parte degli spettatori, pieni di elogi verso questi bolidi rossi di tutte le età, vanto tecnologico e di design in tutto il mondo. Per quanto riguarda la formula 1 stanno arrivando quattro gran premi sicuramente decisivi per i due titoli in palio: c’è da sperare che la nostra beneamata riesca a ritornare ai fasti di un tempo e così a scavalcare gli avversari che le stanno davanti, per ridare ai propri tifosi quelle soddisfazioni tanto aspettate e che davvero meritano. Per la produzione abbiamo testato le volvo model Year 2014, più sicure, confortevoli e performanti che mai, mentre lo sport riparte con la salita all’Alpe del nevegal a inizio agosto e con il Rally delle Alpi orientali a fine mese. Per gli amanti delle auto e moto storiche al via il 1° Raduno della Riviera friulana.

Corsi di recupero punti CQC - carta qualificazione conducente

e-mail: autoscuolazoff@virgilio.it


6 Spoiler

ALPE ADRIA GRAN TURISMO Tante Gran Turismo in una vera

Onda Rossa

con il patrocinio del Comune di Lignano

È stata la prima volta che le Rosse Gran Turismo sono “approdate” a Lignano, ed è stato un vero successo. Alpe Adria Gran Turismo ha inoltre avuto la benedizione del bel tempo in una fase metereologica assolutamente avversa. Il ritrovo presso l’Azienda Isola Augusta di Palazzolo dello Stella, oltre a richiamare i partecipanti ha svolto un ruolo aggregatore per tutti gli appassionati della zona, oltre che indurre diversi turisti stranieri a fare un tappa fuori programma, ma molto gradita. Il proseguimento per Latisana e poi a costeggiare il Tagliamento fino a Lignano dove Alpe Adria Gran Turismo dopo aver attirato con il loro rombo i turisti presenti ha recitato il ruolo di > il top dei top a lignano migliaia di appassionati hanno potuto ammirare una rarità: la enzo

> lorenzo galletto e i fratelli de crignis con l’assessore al turismo del comune di lignano massimo brini

> le granturismo pronte alla partenza


7 Spoiler

“polo rampante” in piazza Marcello d’Olivo dove nel pomeriggio, fresco, ma assolato del 28 maggio migliaia di persone ha fatto da giusta cornice ad un evento sempre speciale, sempre riuscito.

> l’arrivo presso l’azienda agricola isola augusta

> oltre 60 granturismo rampanti in piazza d’olivo a lignano pineta

> il saluto al dottor bassani, titolare di isola augusta

SCUDERIA FERRARI CLUB MONFALCONE RINGRAZIA: COMUNE DI LIGNANO SABBIADORO - ASSESSORE AL TURISMO DEL COMUNE DI LIGNANO SABBIADORO MASSIMO BRINI- COMUNE DI LATISANA- POLIZIA LOCALE DI LATISANA E LIGNANO SABBIADORO- AZIENDA AGRICOLA ISOLA AUGUSTA PALAZZOLO DELLO STELLA- MARZOLI & NANUT GORIZIA, PER LA COLLABORAZIONE RICEVUTA IN OCCASIONE DI ALPE ADRIA GRAN TURISMO 2013

Appuntamenti sociali FRECCE TRICOLORI Come annunciato nel numero scorso è fissata per GIOVEDI’ 12 SETTEMBRE la visita presso la base aerea di Rivolto, sede della Pattuglia Acrobatica Nazionale delle Frecce Tricolori. Il programma prevede, oltre alla visita, la pausa per il pranzo e il successivo trasferimento presso il muso tecnico Tonutti a Orzano di Premariacco. Informazioni in sede il martedì sera presso la Pizzeria Giardino dalle ore 20.30 alle 21.30. oppure telefonando in ore serali allo 0481711000

> una foto ricordo per i nostri amici austriaci


8 Spoiler

nella splendido scenario della carnia centrale le Gran Turismo di maranello hanno offerto uno spettacolo senza paragoni, grande partecipazione, grande pubblico, una giornata da ricordare quella di Incontro Rampante 2013, una bella

GIORNATA CARNICA

> SPLendIdo PAnoRAmA dALLA TeRRAzzA deLL’hoTeL beLLAvISTA

Famiglia De Infanti Via Roma, 22 33020 Ravascletto (UD) Tel. +39 0433 66089 Fax +39 0433 66391 info@bellavistaravascletto.it www.bellavistaravascletto.it


9 Spoiler Dopo il mare di Lignano le splendide montagne della Carnia Centrale. Incontro Rampante 2013, che ha sposato una bellissima giornata di sole è stato un appuntamento particolarmente riuscito anche nella logica del splendido paesaggio nel quale si è inserito. Già a Villa Santina i ferraristi carnici si sono fatti vedere in gran numero per osservare in maniera curiosa e composta lo spettacolo offerto da una cinquantina di splendide Gran Turismo. Folla numerosa anche a Luincis di Ovaro dove la carovana ha fatto una sosta ospitale e tonificante presso Salumi di Carnia e dove i partecipanti hanno potuto assaggiare le ottime specialità carniche sapientemente preparate dai responsabili dell’Azienda. Bello il lungo passaggio a salire sulla suggestiva strada della Valcalda che ci ha condotto a Ravascletto dove le Gran Turismo hanno fatto bella mostra di se davanti all’Hotel Bellavista. Molto suggestiva la cerimonia di saluto ai partecipanti che l’Amministrazione Comunale di Ravascletto ha voluto fare

> per i fratelli de crignis un ritorno alle origini, qui con il sindaco di ravascletto flavio de stalis, il signor piero de infanti dell’hotel bellavista e il rappresentante della promotour inler casanova

nella stazione della funivia sita sul Monte Zoncolan. Da lassù il panorama su Ravascletto impreziosita da tante Ferrari era ancora più bello in quella che è la quota più alta mai raggiunta da un nostro incon-

tro in questi anni. Il ritorno a Ravascletto dove i partecipanti hanno potuto godere dell’ospitalità dell’albergo Bellavista ha concluso un bella giornata all’insegna del rampante più vivo.

SCUDERIA FERRARI CLUB MONFALCONE RINGRAZIA: AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI RAVASCLETTOPROMOTUR SpA- HOTEL BELLAVISTA RAVASCLETTOCC VILLA SANTINA-SALUMI DI CARNIA LUINCIS DI OVARO-VIVAI IL TULIPANO VILLA SANTINA. > i partecipanti in cima allo zoncolan

I SALUMI DI CARNIA srl 33025 Ovaro (ud) - via Guart di Luincis, 34 Tel./Fax 0433 619043 - www.isalumidicarnia.it info@isalumidicarnia.it

33029 VILLA SANTINA (UD) via Marconi tel. 0433 74069 il.tulipano2002@libero.it


10 Spoiler

ANZIL ENZO centro autorizzato autodemolizione

accessori e autoricambi usati www.autodemolizione.ws GRADISCA D’ISONZO (GO) - Via Udine, 58 - SS 13 Tel. 0481 99616

OPTIMA

GORIZIA - Via III Armata, 123 Tel. 0481 520393 - Fax 0481 522814 info@optimacars.it

gli specialisti delle auto aziendali

OPTIMA emozioni di guida

Specializzati in auto aziendali di provenienza nazionale.


11 Spoiler

Appuntamento da ferie estive, cornice bella, tracciato da aggiornare, pochi sorpassi, ma comunque sempre

Attesa Si torna in ungheria dove si corre ininterrottamente dal 1986, e questo con i tempi che corrono è di per se stesso un record di buona longevità. In questi anni si sono viste gare noiose, ma anche combattute, quindi ci sono margini gestionali piuttosto variiabili, vediamo assieme un po’ di dati. > feRnAndo: quI dIecI AnnI fA LA SuA PRImA vITToRIA

VITTORIE DEI PILOTI IN ATTIVITÀ hAmILTon

3

buTTon

2

ALonSo WebbeR RAIKKonen KovALAInen

1

2007 2009 2012 2006 2011

PRIME DUE FILE ULTIMI CINQUE GRAN PREMI D’UNGHERIA (tra parentesi la posizione al traguardo) 2008 1) hAmILTon mc LARen (5) 2) KovALAInen mcLARen (1) 3) mASSA feRRARI (17) 4) KubIcA bmW (8)

2009 1) ALonSo RenAuLT R 2) veTTeL Red buLL R 3) WebbeR Red buLL (3) 4) hAmILTon mcLARen (1)

2010 1) veTTeL Red buLL (3) 2) WebbeR Red buLL (1) 3) ALonSo feRRARI (2) 4) mASSA feRRARI (4)

2011 1) veTTeL Red buLL (1) 2) hAmILTon mcLARen (4) 3) buTTon mcLARen (2) 4) mASSA feRRARI (6)

2012 1) hAmILTon mcLARen (1) 2) GRoSJeAn LoTuS (3) 3) veTTeL Red buLL (4) 4) buTTon mc LARen (5)

Note. Hamilton è il vero mattatore dell’Hungaroring sia per giri al commando che per vittorie, Massa, secondo in questa graduatoria non ha mai vinto mentre Kovalainen con nove giri in testa ha vinto un Gran Premio (l’unico della sua carriera)

PILOTI AL COMANDO ULTIMI CINQUE GRAN PREMI A BUDAPEST 1 2 3 4 5

hAmILTon mASSA WebbeR buTTon veTTeL

152 60 55 28 20

6 ALonSo RAIKKonen 7 KovALAInen 8 GRoSJeAn

11 9 2

PILOTI AL TRAGUARDO ULTIME CINQUE EDIZIONI 2008

18

2009

16

2010

19

2011

20

2012

22


12 Spoiler

TEMPO LIBERO

in Friuli Venezia Giulia

Per un buon bicchiere Ed ecco a voi i prodotti dell’azienda agricola Isola Augusta di Palazzolo dello Stella, situata nella Riviera Friulana a pochi km dalle spiagge di Lignano Sabbiadoro. Seguendo da sempre la filiera completa, dal vigneto alla bottiglia, Isola Augusta ha raggiunto oggi risultati di eccellenza, che le vengono riconosciuti a livello nazionale e internazionale. Due sono gli obiettivi che sono stati sicuramente raggiunti: quello relativo a una sensibilità sempre maggiore rispetto a una filiera ecologica (ottenuto attraverso la quasi totale autosufficienza energetica e utilizzando sistemi di coltivazione a bassissimo impatto ambientale) e quello di un contenimento dei costi che permette di offrire un prodotto eccellente e splendidamente presentato con il nuovo packaging, a un prezzo competitivo. La bottiglia tronco-conica in vetro pesante e un’etichetta importante nella sua raffinata semplicità, unitamente Vini Bianchi al cartone coordinato che contiene 6 botFriulano tiglie adagiate orizzontalmente, per una Chardonnay conservazione ottimale, rendono la nuova Pinot Grigio confezione di assoluto prestigio. Sauvignon Tra i vini proposti consigliamo il Friulano Malvasia (ex Tocaj) che offre sentori di fiori di campo, la Malvasia dal sapore morbido Vini Rossi Merlot e fruttato, lo Chardonnay ottimo come Cabernet aperitivo e la Ribolla Gialla, fragrante e Refosco d.p.r aromatica. Pinot Nero Tra i vini rossi troviamo il Merlot con senSchioppettino tori di mora, mirtillo e viola, il Pinot Nero dal gusto delicato, ma raffinatissimo, e lo Vini Rosati Merlrose Rosato Schioppettino. Ottima è anche la proposta per quanto Vini da dessert riguarda gli spumanti con un graditissiMoscato Rosa mo Prosecco Brut Doc e lo Chardì Extra Verduzzo Friulano Brut, ottenuto da uno splendido uvaggio di Chardonnay e Ribolla Gialla. Non manca anche uno spumanSpumanti te metodo classico, l’Edgardo II Brut, ottenuto da una base Prosecco Brut Dop Chardì Extra Brut Chardonnay, per il quale è necessaria la prenotazione. Edgardo II Brut Da segnalare per il dessert, o semplicemente come vini da meditazione, il Moscato Rosa e il Verduzzo Friulano, che quest’anno Vini Barricati ha ottenuto il premio come terzo miglior vino d’Italia nella guida “I Augusteo Cabernet Migliori Vini d’Italia” di Luca Maroni. 2007

Azienda Agricola Isola Augusta Casali Isola Augusta, 4 - 33056 Palazzolo dello Stella (Ud) Tel. 0431-58046 - www.isolaugusta.com - info@isolaugusta.com

BUDOIA dal 13 al 22 settembre: FESTA DEI FUNGHI E DELL’AMBIENTE MONTEREALE VALCELLINA dal 14 al 18 agosto: LA MADONA DI AGOST FIUME VENETO/TAVELLA dal 30 agosto all’8 settembre SAGRA DELLO STRUZZO DIGNANO/CARPACCO dal 9 al 18 agosto: SAGRE DAL FRICO UDINE/GODIA dal 30 agosto all’8 settembre: SAGRA DELLE PATATE CORDOVADO 1 settembre: RIEVOCAZIONE STORICA PALMANOVA 14 settembre: ALLE 21 IN DUOMO XIII FESTIVAL INTERNAZIONALE CORI D’EUROPA TRASAGHIS/ ALESSO 15 SETTEMBRE: 7° REGATA TROFEO NAUTILAGO TOLMEZZO 15 settembre: ALLE 20.45 NEL DUOMO DI SAN MARTINO “CORO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA – FVG MITTELEUROPA ORCHESTRA” UDINE 7 settembre: 34° RASSEGNA BANDISTICA REGIONALE 22 settembre: 14° MARATONINA CITTA’ DI UDINE GEMONA 8 settembre: I SURISINS festa tradizionale BARCIS 11 agosto 2013: FINALE REGIONALE DI MISS ITALIA


13 Spoiler

FVG mosaico di culture e tradizioni UNA PROPOSTA PER VOI PALUZZA 1 settembre: SAGRE DI PLACE

LIGNANO SABBIADORO 18 agosto: LIGNANO AIR SHOW

AVIANO PIANCAVALLO 11 agosto 2013: 44° FESTIVAL DEL FOLKLORE

GORIZIA 15 agosto: ALLE 21 IN PIAZZA VITTORIA CONCERTO DI FERRAGOSTO CIVIDALE 25 agosto: A SPASSO PER CIVIDALE CON MAMMA E PAPA’ – ARCHEOGIOCHIAMO 2013 GRADO 25 agosto 2013: GRADO AIR SHOW

TRIESTE 16 agosto: ALLE 19.30 ALLA STAZIONE MARITTIMA “I SOLISTI DEL GUSTO IN MARE”

Il riso di Paradiso un tempo la risicoltura era diffusa nelle pianure della nostra regione dove grazie ad un’alimentata e razionale irrigazione si poteva garantire la quantità di acqua necessaria alla crescita della pianta. dopo oltre cinquanta anni di assenza, nel 2010 l’Azienda domenico fraccaroli ha avuto il merito di reintrodurre la risicoltura in friuli venezia Giulia e più precisamente nella zona del bel borgo di Paradiso di Pocenia. Acqua abbondante e terreno adatto hanno convinto la domenico fraccaroli a individuare come pianta da coltivare il vIALone nAno semilavorato, una scelta questa ultima che permette di avere un prodotto con più alto contenuto di vitamine e Sali minerali rispetto alla lavorazione classica. Il vIALone nAno di domenico fraccaroli è un riso semifino e presenta chicchi di media lunghezza dalla forma tondeggiante. Il livello di cottura è leggermente superiore (13 15 minuti) per una varietà ottima per risotti e buona per antipati ed insalate di riso. Tra l’altro si può assaggiare anche la birra di riso, ma questo sarà approfondito in un prossimo articolo.

RAVASCLETTO 22 agosto: XXV AGOSTO ARCHEOLOGICO ALBERGO BELLAVISTA ORE 20.30

autofficina naibo preparazioni di naibo aldo &c. Ronchi dei Legionari via delle Gambarare tel 0481 777144 fax 0481 753894 naibo@libero.it • www.autofficinanaibopreparazioni.com

soccorso stradale 3384770155 - 3383126162

riparazioni autoveicoli e camper di qualsiasi marca • riparazioni e restauri auto d'epoca • assetti ed elaborazioni auto stradali e da corsa moderne e storiche • ricariche condizionatori d'aria • diagnosi computerizzata centraline • rimappature centraline • gommista • installazione ganci traino • accessori tuning e racing • soccorso stradale


14 Spoiler

Questo gran premio ci riconcilia sempre con la Formula 1: sorpassi e spettacolo sono gli ingredienti base di un vero e proprio

a cura di Flavio De Crignis

SHOW

Sono ormai lontani gli anni in cui la scuola automobilistica del Belgio forniva grandi nomi all’automobilismo mondiale. Figure come Oliver Gendebien, Jackie Ickx, Teddy Pilette e Thierry Boutsen si resero protagonisti di grandi vittorie nel Mondiale Marche, in quello Conduttori, in Formula 5000, nei grandi Raid e chi più ne ha più ne metta.

L’ultimo belga a vincere qualcosa di mondiale è stato Thierry Boutsen, primo al Gran Premio di Ungheria 1990. Da allora è sceso il silenzio sull’inno nazionale nei gradino più alto del podio e grandi prospettive non si profilano nell’imminente futuro. In mancanza di piloti chi tiene alta la figura del Belgio nel mondo dei motori è il tracciato di Spa, vera palestra

dell’agonismo motoristico, vero tempio della competizione e del rischio. Attualmente il pilota che ha vinto di più è Kimi Raikkonen che pur con alcune edizioni non disputate ha portato a casa quattro affermazioni, mentre chi aspetta ancora la prima vittoria sul tracciato delle Ardenne è Fernando Alonso, incredibilmente ancora a secco a Spa, speriamo per non molto ancora….


15 Spoiler VITTORIE DEI PILOTI IN ATTIVITÀ AL GRAN PREMIO DEL BELGIO RAIKKonen

2004 2005 2007 2009

4

mASSA

1

buTTon

1

hAmILTon

1

veTTeL

1

PRIME DUE FILE ULTIMI CINQUE GRAN PREMI A SPA (tra parentesi la posizione al traguardo)

> KImI: TRA TuTTI I PILoTI In ATTIvITà È IL PIù vIncenTe A SPA

2012 1 buTTon mc LARen (1) 2 KobAYAShI SAubeR (13) 3 RAIKKonen LoTuS (3) 4 PeRez SAubeR (12)

2011 1 veTTeL Red buLL (1) 2 hAmILTon mc LARen rit 3 WebbeR Red buLL (2) 4 mASSA feRRARI (8)

2010 1 WebbeR Red buLL (2) 2 hAmILTon mc LARen (1) 3 KubIcA bmW (3) 4 veTTeL Red buLL (15) 2009 1 fISIcheLLA foRce IndIA (2) 2 TRuLLI ToYoTA rit 3 heIdefeLd bmW (5) 4 bARRIcheLLo bRAWn GP (7)

> feLIPe: SemPRe A PunTI con LA feRRARI Su queSTo mITIco TRAccIATo

2008 1 hAmILTon mc LARen (3) 2 mASSA feRRARI (1) 3 RAIKKonen feRRARI (18) 4 KovALAInen mc LARen (10)

NOTE. Raikkonen sugli scudi. Due vittorie con McLaren e due con la Ferrari, quella del 2009 con la rossa fu un vero capolavoro. NUMERO DI GIRI AL COMANDO DEI PILOTI NELLE ULTIME CINQUE EDIZIONI 1 RAIKKonen

70

2 hAmILTon

50

3 buTTon

45

4 veTTeL

36

5 ALonSo

5

6 mASSA

4

fISIcheLLA

4

RoSbeRG

4

PILOTI AL TRAGUARDO ULTIME CINQUE EDIZIONI

> feRnAndo: non hA mAI vInTo neLLe ARdenne e con LA RoSSA non È mAI SALITo SuL PodIo

2007

18

2008

14

2011

19

2012

18

2010

20


16 Spoiler

Torna Monza, torna il tifo, torna un ambiente ed una scenografia unica, torna il rosso corsa,

a cura di Valerio De Crignis

Come nel caso di Spa, anche a Monza quello che manca non è il pubblico, non è l’impegno richiesto dal tracciato e neppure lo spettacolo offerto dal Gran Premio, quello che mancano sono i piloti italiani. Dopo i bei tempi degli anni cinquanta con Farina ed Ascari, la vittoria ad uno

Torna il Mito dei nostri manca dal 197, sì proprio da allora sono trascorsi ben quarantacinque anni da che un nostro driver abbia fatto suonare l’inno di Mameli. Un assurdo se si pensa che i buoni piloti nostrani in questi anni non sono mancati, eppure la vittoria non è venuta. Anche qui le prospettive future

sono difficili da verificare in mancanza di una politica che punti ad assicurare una presenza tricolore nel Gotha dell’automobilismo mondiale. Non vorremmo che il posto lasciato libero da Trulli (ultimo italiano a competere in Formula 1) rimanga vacante ancora per tanto tempo, ma

> monza: un impianto che ha contribuito alla mitica storia delle monoposto della massima serie


17 Spoiler VITTORIE DEI PILOTI IN ATTIVITÀ AL GRAN PREMIO D’ITALIA ALonSo

2007 2010

veTTeL

2008 2011

hAmILTon

1

PRIME DUE FILE DI PARTENZA ULTIMI CINQUE GRAN PREMI (tra parentesi la posizione al traguardo) 2008 1) veTTeL ToRo RoSSo (1) 2) KovALAInen mc LARen (2) 3) WebbeR Red buLL (8) 4) bouRduAIS ToRo RoSSo (18)

> È LA feRRARI (e cI SembRA Anche GIuSTo) LA ScudeRIA PIù vIncenTe A monzA

le premesse, purtroppo non dicono il contrario. meno male che a monza, a tener alto l’italico tifo c’è una monoposto rossa, chiamata ferrari, che qui sovente è interprete di grandi gare e di sonanti vittorie, il tutto per un pubblico che continua ad essere uno dei più vivaci

del mondiale. Infine il tracciato, velocissimo, senza pause dove il motore e l’aerodinamica contano moltissimo e dove non c’è un attimo di tregua per quello che è una delle gare più corte del mondiale, ma anche una delle più appassionate ed affascinanti

2009 1) hAmILTon mc LARen (12) 2) SuTIL foRce IndIA (4) 3) RAIKKonen feRRARI (3) 4) KovALAInen mcLARen (6) 2010 1) ALonSo feRRARI (1) 2) buTTon mcLARen (2) 3) mASSA feRRARI (3) 4) 4) WebbeR Red buLL (6) 2011 1) veTTeL Red buLL (1) 2) hAmILTon mcLARen (4) 3) buTTon mcLARen (2) 4) ALonSo feRRARI (3) 2012 1) hAmILTon mcLARen (1) 2) buTTon mcLARen (rit) 3) mASSA feRRARI (4) 4) SchumAcheR (6)

> IL PubbLIco: vALoRe AGGIunTo deL GRAn PRemIo d’ITALIA

NOTE: Per un Gran Premio che si disputa da quando esiste la Formula 1 ci sono solo tre piloti in attività (tra l’altro tutti laureati Campioni de Mondo) ad essere saliti sul gradino più alto del podio: per vincere a Monza ci vuole qualità.


18 Spoiler

Sotto la luna dell’Equatore in una notte di settembre per una sfida

a cura di Flavio De Crignis E’ un circuito cittadino piuttosto angusto e che offre qualche possibilità di sorpasso con uno scenario unico visto che si corre su una pista illuminata artificialmente. Comunque nelle cinque edizioni fin qui disputate ha visto un regolare impiego della safety car e il vincitore non è mai riuscito a distaccare il secondo classificato con

Senza tregua un distacco superiore ai dieci secondi. Le gare hanno anche offerto uno spettacolo complessivamente buono con tre vincitori in cinque edizioni. La disputa in notturna rimane uno dei pezzi forti della gara di Singapore considerato che nessuno nel circus finora ha deciso di scendere sullo stesso tipo organizzativo.

SUZUKI SWIFT Da oggi Suzuki Swift è ancora più FUN perché ha tre nuovi allestimenti, tanti optional, nuovi colori, nuovi tessuti, tetto bicolore. Da oggi Suzuki Swift è ancora più COOL perché ha un nuovo design frontale, nuovi cerchi in lega, fari led e indicatori di direzione sugli specchietti.

Dream Motors by Dean Group Via Deledda, 1 - Staranzano (GO) - Italy Tel. 0481 483300


19 Spoiler VITTORIE DEI PILOTI IN ATTIVITÀ AL GRAN PREMIO DI SINGAPORE

motivi di interesse, ma anche di risultato scontato, anche se l’ingresso della vettura di sicurezza non gestito a dovere potrebbe riservare qualche sorpresa.

ALonSo 2008 2010

2

veTTeL 2011 2012

2

hAmILTon

1

PRIME DUE FILE AL GRAN PREMIO DI SINGAPORE (tra parentesi la posizione al traguardo) 2008 1 mASSA feRRARI (13) 2 hAmILTon mcLARen (3) 3 RAIKKonen feRRARI (15) 4 KubIcA bmW (11)

2009 1 hAmILTon mcLARen (1) 2 veTTeL Red buLL (4) 3 RoSbeRG WILLIAmS (11) 4 WebbeR Red buLL r

2010 1 ALonSo feRRARI (1) 2 veTTeL Red buLL (2) 3 hAmILTon mcLARen r 4 WebbeR Red buLL (3)

2011 1 veTTeL Red buLL (1) 2 WebbeR Red buLL (3) 3 buTTon mcLARen (2) 4 hAmILTon mcLARen (5)

2012 1 hAmILTon mcLARen r 2 mALdonAdo WILLIAmS r 3 veTTeL Red buLL (1) 4 buTTon mc LARen (2)

> hAmILTon È IL PILoTA che hA vInTo A SInGAPoRe con IL mAGGIoR (9’63”) dISTAcco SuL Secondo

NUMERO DI GIRI AL COMANDO DEI PILOTI AL GRAN PREMIO DI SINGAPORE 1 veTTeL

98

2 ALonSo

93

3 hAmILTon

76

4 mASSA

17

5 RoSbeRG

11

6 TRuLLI

5

7 buTTon

3

> ALonSo È Invece IL dRIveR che hA PRImeGGIATo SuL TRAccIATo dI mARInA bAY con IL mInoR dISTAcco 0’263” SuL PILoTA PIAzzAndoSI AL Secondo PoSTo

PILOTI AL TRAGUARDO ULTIME CINQUE EDIZIONI 2008

15

2009

14

2010

20

2011

21

2012

......


20 Spoiler

L’opinione

tecnica:

a cura di Fabio Pauluzzo

Ferrari costretta in difesa

L’avvio di stagione della Ferrari era stato molto promettente. A Maranello parevano aver trovato un buon equilibrio aerodinamico per la F138, da molti indicata come la migliore vettura del lotto nei primi GP dell’anno. Tuttavia, gli aggiornamenti portati da Barcellona in poi non hanno fornito i risultati sperati al punto che molte nuove componenti non sono mai state utilizzate in qualifica ne in gara. Dopo un paio di GP atipici, ovvero il tracciato cittadino di Montecarlo e lo stop & go di Montreal, nei quali gli elementi più importanti sono la trazione, la stabilità e l’equilibrio in frenata, il vero banco di prova per misurare la competitività delle vetture 2013 è arrivato con

Dal caos pneumatici degli ultimi GP emerge ancora la Red Bull con la

il ritorno in Europa, a Silverstone. Per affrontare i veloci curvoni in appoggio del tracciato britannico è infatti necessario molto carico aerodinamico. La filosofia progettuale Red Bull, basata sull’assetto a cuneo (o picchiato), genera una notevole deportanza, tuttavia necessita di un assetto piuttosto rigido per limitare il rollio. Le mescole utilizzate dalla Pirelli per realizzare gli pneumatici 2013 sono molto morbide e per essere sfruttate in modo corretto necessitano invece di sospensioni poco rigide. Ferrari e Renault contavano pertanto di replicare a Silverstone le performance delle prime gare della stagione, quando avevano dimostrato una certa superiorità nella gestione dell’usura degli pneumatici, mentre la Red Bull mandava in crisi le gomme dopo pochi giri. Ma dopo gli evidenti fenomeni di graining patiti da Vettel e Webber fino a Barcellona, a Milton Keynes non sono rimasti a guardare e – purtroppo per i rivali – hanno prontamente compreso e risolto i problemi di degrado degli pneumatici, riportando la RB9 ai medesimi livelli di superiorità delle ultime stagioni.

Anche a Maranello si sono dati da fare e, a differenza degli anni precedenti, non ci sono stati problemi di correlazione dei dati tra la galleria del vento e la pista che avevano impedito alla F2012 di progredire adeguatamente nel corso


21 Spoiler della stagione passata. Tuttavia, gli ultimi aggiornamenti provati nelle libere non si sono visti in gara a Silverstone ne al Nurburgring, costringendo Alonso e Massa a gareggiare in difesa, ovvero con una vettura praticamente ferma alla ‘vecchia’ versione che si era aggiudicata il GP di Barcellona. Anche la scelta di disputare la Q3 del GP di Germania con le gomme medie, anziché le soft, appare come un’evidente ammissione d’inferiorità rispetto ai rivali di Red Bull, ma anche Renault e Mercedes, che nelle ultime gare hanno portato in pista step evolutivi efficaci per aumentare le prestazioni delle rispettive monoposto. Vari osservatori, esperti di tecnica F1, imputano le difficoltà di messa a punto dello step evolutivo della F138 alla mancata compensazione, nella zona anteriore, del maggior carico aerodinamico al posteriore, ottenuto soprattutto grazie a nuovi scarichi lunghi e a una nuova ala al retrotreno. Questo sbilanciamento di carico spiega il fortissimo

> PROTAGONISTI 2013 Ferrari, Mercedes, Renault e Red Bull si sono spesso avvicendate in testa ai primi GP della stagione, ma la RB9 è risultata la vettura più performante, riuscendo a essere quasi sempre competitiva sia in qualifica che in gara - a prescindere dalla tipologia di tracciato e dalle condizioni di temperatura.

sottosterzo patito dai piloti della rossa durante le prove con questa nuova configurazione. Quindi, per non compromettere l’equilibrio complessivo della vettura, in Ferrari sono quindi stati costretti a rinunciare a questo pacchetto di novità aerodinamiche, che garantiva un cospicuo incremento di carico al posteriore. Gli ingegneri della rossa confidano che risolvendo questo problema, il maggior carico deportante renderà più veloce la

F138 anche durante le qualifiche, vero tallone d’Achille della vettura 2013. Tale via è quasi obbligata poiché interventi alternativi sulla geometria delle sospensioni, in stile Mercedes, ovvero maggiore aggressività con le coperture in modo da portarle più velocemente in temperatura, risultano eccessivamente penalizzanti in gara, determinando una precoce usura dei morbidissimi pneumatici 2013. Questi ultimi, hanno infatti determinato

> MUSO contro MUSO - Dalla Germania musetto completamente ridisegnato per la Mercedes W-04, chiaramente ispirato a quello Ferrari, che ha comunque subito delle evoluzioni , specie nel profilo dei piloni.

> Deviatori di flusso a ponte sulle fiancate con lo scopo di migliorare l’andamento dei flussi verso la zona dei terminali di scarico allungati. I flap integrano anche le microcamere a infrarossi per la rilevazione della temperatura degli penumatici durante la gara.

un mutamento della filosofia progettuale delle vetture di Formula 1 ancor più significativo di quello, già notevole, visto lo scorso anno. Aldilà degli sconcertanti cedimenti visti in Inghilterra, viene da chiedersi se questa spasmodica ricerca del giusto compresso tra performance velocistica in qualifica e limitazione dell’usura in gara, cui sono costretti i team di F1, sia una reale espressione della massima formula o piuttosto una caratteristica tipica delle gare di regolarità e durata.


22 Spoiler

a cura di Germano danielis

L’auto più...... ....costosa! Ferrari 250 Testa Rossa Stilare una classifica delle auto più costose è cosa particolarmente difficile, visto che molto può dipendere dai dettagli richiesti dall’acquirente (maniglie in oro, interni in pelle di coccodrillo, ecc.), per cui

per andare sul sicuro documentato facciamo qui riferimento alle automobili battute alle aste. In questa speciale graduatoria la parte del leone spetta alla casa di maranello con ben quattro vet-

VERNICIATURA A FORNO BANCO DI RISCONTRO

ture nella speciale Top Ten. La vettura più costosa di sempre è una ferrari 250 Testa Rossa del 1957 con telaio 0666TR, un prototipo della vettura da corsa che ha totalizzato un prezzo all’asta Gooding di Pebble beach del 2011 di oltre 16 milioni e 700.000 dollari, ovvero 13 milioni di euro meno qualche “spicciolo”. La 250 Testa Rossa monta un motore v12 con angolo di 60 gradi, un 3.0 litri anteriore longitudinale in lega leggera capace di sviluppare ben 290 cavalli a 7.500 giri grazie ai suoi sei carburatori Weber. Inoltre il telaio tubolare permette di contenere il peso a soli 800 Kg. essendo pensata per le corse di durata, la ferrari 250 Testa Rossa montava un serbatoio da ben 140 litri, uno dei segreti che le consentì di trionfare nelle più importanti gare di endurance al mondo come la 1.000 km di buenos Aires, la 12 ore di Sebring, la Targa florio e la 24 ore di Le mans.

Via Grado, 70/E - 34074 Monfalcone (GO) Tel: 0481 711255 - Fax: 0481 720129 e-mail: autocarr.milotti@virgilio.it www.carrozzeriamilotti.it


23 Spoiler

PANTHER 6 La Panther 6 è stata un’autovettura prodotta dalla casa automobilistica inglese Panther Westwinds dal 1977 al 1978 in soli 2 esemplari. Il creatore della vettura, Robert Jankel pensò a un’auto sportiva in grado di eguagliare le altre supercar dell’epoca ma con il lusso e comfort di una Rolls-Royce. Nacque così la Panther 6, una cabriolet dalla linea moderna ispirata alla Tyrrell P34 a sei ruote della Formula 1. Il telaio era una struttura in tubi d’acciaio saldati ed aveva una configurazione particolarmente rigida, mentre la carrozzeria era in alluminio. L’auto adottava la meccanica dalla Cadillac con un motore V8 a doppio turbocompressore di 8.2 di cilindrata, abbinato a un cambio automatico a 3 rapporti. La dotazione di bordo era full optional con tanto di telefono, televisore, e un impianto automatico antincendio.

FORD GYRON La Ford Gyron era una futuristica due ruote presentata al Salone di Detroit nel 1961. Aveva due ruote, una davanti e l’altra sul retro come una moto, ma era stabilizzata da giroscopi. Il giroscopio è un meccanismo inventato nel 1852 dal noto fisico francese Foucault nell’ambito dei suoi studi sulla rotazione terrestre, ed è essenzialmente costituito da un rotore che ruota intorno al suo asse e quando è in movimento tende a mantenersi parallelo a sé stesso e ad opporsi a ogni tentativo di cambiare il suo orientamento. I due occupanti del veicolo erano seduti fianco a fianco e, quando il veicolo era fermo, due piccoli bracci stabilizzatori uscivano dalla carrozzeria per sostenerlo. Il veicolo è stato creato per scopi di ricerca e di marketing, senza alcuna intenzione di metterlo in produzione.

RENAULT STUDIO 900 Si trattava di un esperimento stilistico della Ghia datato 1959. Era alimentata posteriormente da due motori accoppiati della Renault Dauphine, contando così su un totale di 8 cilindri di 1.7 cc. Sottoposto al giudizio della clientela fu sonoramente bocciato a causa della posizione dell’abitacolo, sia perché così avanzato ispirava una sensazione di insicurezza, sia perché sembrava una macchina fatta al contrario.


24 Spoiler

autoplanet Peugeot 308

Per il futuro non è previsto un incremento nei numeri dei modelli Peugeot e quindi alla 308 succederà la nuova 308, come anche per gli altri modelli. La 308 è molto riuscita e segna un’evoluzione nel design della casa del leone facendosi notare per una linea sobria e signorile. oltre alla berlina sono previste anche le versioni wagon e coupè cabriolet.

BMW Serie 5 La Serie 5 (berlina, wagon e Gt) è stata sottopost a un restyling che ne ha aggiornato la linea. Per la berlina e la wagon la nuova versione d’ingresso sarà la 518d con il turbodiesel da 143 cv.


25 Spoiler

autoplanet

Volvo V70

Linee molto pulite per il ritorno a listino per gli allestimenti Polar e Super Polar della V70 della Volvo, la casa che per prima ha creduto nelle station wagon, classe nella quale ha sempre svolto un importante riferimento. ArriverĂ a settembre con tutta la gamma diesel e anche 4WD.

Mazda MX-5 Cult Per una vettura di successo, quella che per prima ha fatto riscoprire a molti il piacere dello spider, la casa giapponese ripropone una serie molto limitata della sua roadstar. La MX-5 Cult sarĂ equipaggiata esclusivamente con motore 1800cc da 126 CV.


26 Spoiler

autoplanet BMW Pininfarina

C’è una bella impronta di Pininfarina su questa concept car BMW che taluni indicano come precursore della futura serie 8 della casa bavarese.

Skoda Superb

Berlina e station wagon hanno ricevuti significativi migliorie ed aggiornamenti. È una vettura top di gamma che offre tanto spazio per viaggiare con comodità. Bagagliaio molto capiente: da notare che il cofano si può aprire come una tre volumi o come un portellone.


27 Spoiler

AUTOCROSS PILOTI TERRA > Sabato 3 agosto Gara in notturna di Campionato FVG autocross a partire dalle ore 17 a Gonars, con pista illuminata

ASSOCIAZIONE PILOTI TERRA www.pilotiterra.com facebook: Piloti Autocross Gonars info: massimiliano Pitassi cell. 360 590656

> 7-8 settembre Campionato Europeo a Zone di autocross a Gonars

autofficina vendita autovetture officina meccanica elettrauto diagnosi computerizzata

CENTRO REVISIONI

Fogliano (GO) - Via dell’Artigianato, 6 tel. 0481 488054


28 Spoiler

mix

mixmixmixmixmixmixmixmixmixmixmixmix

Di Volvo in Volvo, ecco i MY 2014 di Claudio Soranzo La fabbrica svedese, oltre a puntare costantemente a nuovi modelli, dedica ogni anno molte risorse allo sviluppo della sicurezza, sia del guidatore e dei passeggeri, sia dei pedoni e degli altri utenti della strada (ciclisti e scooteristi, per esempio), compresi gli animali che la attraversano. Una tecnologia che gli ingegneri di Volvo affinano sempre di più, non solo per rimanere al passo con la concorrenza, ma anche per aumentare ancora gli obiettivi prossimi e venturi per costruire un auto tra le più sicure del panorama automobilistico mondiale. Il prossimo importante traguardo è l’anno 2020, quando “nessun occupante di una vettura Volvo potrà subire dei danni”, come dicono i massimi dirigenti di Volvo. Aggiungendo: “ma pensiamo anche agli altri”, cercando di fornire risposte concrete in un mercato internazionale molto all’avanguardia. Così, dopo i molteplici sistemi di sicurezza già esistenti per il controllo di tutto quanto circonda il veicolo, per evitare ogni tipo di collisione, salvaguardando le proprie e le altrui vite, sono in cantiere anche avveniristici sistemi di parcheggio, con l’auto che si parcheggia da sola senza alcuno a bordo, che cerca il posto adatto, come pure a ritornare dal proprietario con un semplice richiamo telecomandato. E’ sufficiente avere un po’ di pazienza per il perfezionamento dei sistemi, la loro ingegnerizzazione e industrializzazione, e li avremo a portata di mano, in tempi non certo impossibili. Volvo vanta una lunga serie di successi commerciali in Italia: dai modelli Polar alla coupé 480, dalla iconica 740 al fenomeno di moda 850, dalle wagon compatte V40 e V50 alla SUV XC90, una delle bestseller storiche di Volvo, per finire alle attuali XC60, V60 e V40. Tutti modelli che hanno reso Volvo un marchio molto conosciuto nel nostro Paese e hanno permesso al mercato italiano di diventare uno dei più importanti nel panorama internazionale. E ancora oggi, a dispetto della crisi e pur di fronte alla crescita vertiginosa di molti Paesi emergenti, l’Italia rimane fra i 10 mercati principali per Volvo (Stati Uniti, Cina e Svezia nell’ordine i primi in assoluto).

La Casa svedese commercializza i propri prodotti nei segmenti di lusso del mercato, dove si sono affermati tutti i suoi modelli più rappresentativi. La gamma attuale ha nelle serie 40 e 60 le proposte più significative. In particolare da segnalare la V40, protagonista del segmento C di lusso e modello di accesso al mondo Volvo. E’ la prima auto dotata di airbag esterno per i pedoni e, a dispetto delle dimensioni compatte, costituisce lo stato dell’arte della tecnologia di sicurezza Volvo. Nella famiglia 60, spicca invece la crossover XC60, ormai stabile bestseller. Con l’attuale lancio del MY14 è arrivata anche in Italia la rivoluzionaria V60 Diesel Plug-In Hybrid. Oltre ai 40 anni di vita in Italia Volvo celebra nel 2013 un anno pieno di ricorrenze importanti: i 60 anni dalla nascita di Volvo Duett, la prima station wagon di Volvo, che venne lanciata nel 1953; i 20 anni dalla fine della produzione del modello 240, una delle Volvo di maggior successo nella storia della Casa svedese; i 25 anni dalla genesi del concetto Polar, le cui prime versioni arrivarono sul mercato nel 1989. Un autentico “brand nel brand”, che ancora oggi costituisce per Volvo sul mercato italiano un autentico marchio di fabbrica in termini di reputazione e di qualità delprodotto. Intanto, dopo il cambio della denominazione in Volvo Car Italia, è arrivato lo show-room degli ultimi modelli presentati, in prospettiva 2014. Nella splendida località di Gavi (AL) su un terrazzo della Tenuta La Scolca, che domina i vigneti dai quali si ricava l’omonimo vino piemontese, i dirigenti della filiale italiana hanno presentato un’intera gamma totalmente rinnovata, che va dalla S60 alla S80, dalla V60 alla V70, dalla XC60 alla XC70, comprese la V60 Hybrid e la V70 Polar. Un parco vetture di tutto rispetto, provato sulle impegnative curve delle dolci colline circostanti, ma anche in lunghi tratti rettilinei e veloci. Ne è scaturita una sensazione di sicurezza e guidabilità superiori, con comfort e performance di tutto rispetto. Numerose le motorizzazioni, sia benzina sia diesel, come pure gli allestimenti e i prezzi, tanto che ognuno si può ritagliare l’auto che vuole acquistare, in base alle proprie particolari esigenze e necessità.


29 Spoiler

mix

mixmixmixmixmixmixmixmixmixmixmixmix

Naibo primo a Sella Chianzutan Ottimo inizio di stagione per Marco Naibo e per il team Naibo Motorsport  alla Verzegnis-Sella Chianzutan, valida per il CIVM , TIVM (novità 2013) e FIA internazionale per Autostoriche. Il team ronchese ha schierato due auto storiche: una A112 Abarth di classe T1000 con al volante Marco Naibo e la Renault 5 Gt turbo grA (che da quest’anno rientra nel gruppo ‘’classic’’ delle Autostoriche) affidata al giovane goriziano Luca Riaviz. “Per me è stato un po’ un ‘’rewind’’ si confessa a Spoiler Marco - un ritorno al passato, in quanto era da 10 anni che non mi sedevo al volante di una piccola A112 Abarth. Si è trattato per me di una gara test in quanto questa A112 è una nuova creazione della nostra officina, una vettura messa a punto assieme a mio papa quest’inverno, con la quale avevamo bisogno di fare una gara per verificare la messa a punto ottimale e dell’assetto, in vista anche di un noleggio a un giovane neo pilota che correrà qualche gara nel corso della stagione, proprio con la nostra piccola A112 Abarth”. “Ovviamente – continua Naibo – la giornata delle prove col tempo avverso non ci è servita tanto per testare la macchina , a parte dei buoni test alle gomme che equipaggeranno la A112 e che non avevamo mai usato prima, in quanto gomme racing con omologa stradale, imposte dal regolamento Autostoriche inerente al periodo di classificazione della vettura. Comunque sono arrivato primo del raggruppamento T1000 e secondo di gruppo B2 (raggruppamento FIA, nel quale rientrano vetture da 1000 a 1300cc ), Luca invece per la prima volta ha provato a gareggiare sotto la pioggia battente, trovandosi a suo agio con le gomme rain e classificandosi primo di gr. A 2000 e secondo di gruppo Classic”. Il giorno della gara invece un insperato sole splendeva su Verzegnis e il morale e la carica sono saliti alle stelle, con il desiderio di far bene. Marco finiva la prima manche con un buon tempo, classificandosi primo di T1000 e terzo di B2, riuscendo a mettere dietro vetture di 1300 di cilindrata con la sua

piccola 1000cc Abarth; Luca staccava un ottimo tempo e si trovava primo di gr. A 2000 e primo di gruppo Cassic, con 1,5” di vantaggio sulla Sierra Cosworth del diretto inseguitore. Gara 2 partiva con la tensione al massimo: Marco saliva migliorando ancora il suo tempo, ma la classifica rimaneva invariata finendo primo di classe

Raduno in riviera

T1000 e terzo di gruppo internazionale B2; Luca arrivava in cima migliorando ancora il suo crono e vincendo la classe grA2000 e il gruppo Classic. Davvero bravo! Grande soddisfazione quindi per la famiglia Naibo e la Naibo Motorsport. Prossimo appuntamento alla salita Alpe del Nevegal a inizio agosto, dove Marco riporterà in gara la Bmw M3.

Un’emozione da rivivere per i meno giovani, domenica 4 agosto, in buona parte della Riviera Friulana, per il 1° Raduno Internazionale Auto e Moto d’Epoca, che si svilupperà dalla sede municipale di Lignano Sabbiadoro per concludersi a Marano Lagunare. L’evento farà certo luccicare gli occhi a quanti ricordano che il Rally di Lignano fu negli anni ‘50 antesignano del Rally delle Alpi Orientali e degli innumerevoli appuntamenti motoristici che si sono susseguiti nel Nord Est. Tra i quali il Rally Internazionale delle Polizie, che nacque proprio a Lignano Sabbiadoro. L’iniziativa è dell’Associazione Culturale no profit La Riviera Friulana e di sei Comuni dell’area rivierasca, con capofila Palazzolo dello Stella. Dopo la partenza alle 9.30 si passerà per Latisana, Ronchis, Precenicco, Palazzolo e Carlino, con l’arrivo alla Vecchia Pescheria a Marano nel pomeriggio. L’obiettivo del raduno è quello di far percepire al pubblico, ai turisti, ai curiosi del territorio e a quanti amano spostarsi in automobile o in moto, che l’area rivierasca racchiude siti di reale bellezza e di grande richiamo ambientale, paesaggistico e architettonico.


30 Spoiler

mix

mixmixmixmixmixmixmixmixmixmixmixmix

Il metodo DORN Questa tecnica ha quarant’anni esatti e porta il nome di colui che l’ha ideata, il tedesco Dieter Dorn. Quarant’anni fa Dorn, allora di professione agricoltore, ebbe un piccolo incidente di lavoro che gli procurò un blocco alla parte lombare della schiena. Decise di non andare dal medico, ma di affidarsi alle cure di un anziano contadino dello stesso paese che aveva la capacità di rimettere dritti tutti quelli che gli si presentavano storti. In pochi minuti e con un paio di manovre rimise in piedi Dieter, che incredulo chiese all’anziano se pure lui avrebbe potuto imparare questa tecnica. L’anziano rispose che non c’era niente da imparare, poiché tutto

quello che lui aveva fatto chiunque lo sapeva già fare, bastava saper ascoltare il corpo. L’anziano morì due mesi dopo e fu così che Dorn iniziò a far pratica da autodidatta, con le poche conoscenze trasmessegli. Il metodo Dorn è un trattamento non invasivo per correggere i disallineamenti di vertebre e articolazioni. Le vertebre disallineate vengono riportate nella posizione cor-

retta esercitando una lieve pressione con il pollice sui processi spinosi e su quelli trasversi. Durante tutto il trattamento il paziente deve partecipare attivamente compiendo dei movimenti per attivare i muscoli che attorniano la vertebra trattata. Così facendo i muscoli si rilassano naturalmente e lasciano per un attimo la presa: proprio in questo momento è possibile spostare la vertebra con una lieve pressione e riportarla nella sua posizione corretta. Il trattamento in sé non è doloroso, tuttavia nella settimana successiva possono presentarsi dolori simili a un’indolenzimento muscolare. Sono infatti proprio i muscoli a dolere poiché si devono abituare a sostenere la vertebra in una nuova posizione diversa da quella disallineata che avevano fissato per molto tempo. Alla fine del trattamento il paziente riceve un elenco di esercizi da svolgere a casa per permettere alla posizione corretta di stabilizzarsi nel corpo. Per maggiori informazioni visitare il sito web dell’ideatore www.dorn-gross.de; oppure l’italiano www.dornbreuss.it.


31

Nel segno della continuità

Spoiler

Oltre 100 anni di attività ci danno la consapevolezza di aver ben operato, di poter guardare con determinazione e serenità al futuro. Di fronte alle crisi, non abbiamo fatto passi indietro, sostenendo ancor di più la nostra gente. Comprendere le esigenze, intervenire, modificare per migliorare: questo per noi è fare banca.

BCC Staranzano e Villesse piazza della Repubblica, 9 Staranzano tel. 0481 716.111 fax. 0481 483.009 www.bancastaranzano.it


32 Spoiler

Spo217  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you