__MAIN_TEXT__

Page 1

#02

SETTEMBRE 2017

Good Style Mag - Good Style Magazine è una pubblicazione trimestrale di G.S.M srls - Via San Sebastiano, 21/23- 57125 Livorno tel. 0586 883219. Registrato presso il Tribunale di Livorno il 19.05.2017 n. 6/2017 - Registro stampa n.1119/2017 VG


6


6


gs MAG

#02 SETTEMBRE 2017 Direttore Responsabile Luca Bracali Vice Direttore Laura Scatena Owner Simone Gonnelli Caporedattore Chiara Melani Redazione Asia Bernardini Grafica Silvia Jean Web&Social Media Alessia Nigiotti Fotografia Laura Scatena, Diego Nicoletti, Danilo Musetti

Collaboratori Alice Arvei, Demetrio Baffa Trasci Amalfitani di Crucoli, Elisa Aliotta, Luigi Lanaro, Anna Maria Boniello Fashion Editor Rosanna Trinchese Traduzioni Sarah Ramspott Agenzia di Comunicazione Frequenzagrafica Editore Pacini Editore Stampato presso Industrie Grafiche Pacini

In cover: Anita Pásztor ph. Gabriele Rigon Prima di ogni cosa, vorrei ringraziare per il grande interesse dimostrato fino ad ora. Siamo solo al n. #02 di Good Style Magazine, ma numerose realtà iconiche ci onorano della loro presenza. In questo numero, direzione autunnale, molti sono gli argomenti che riguardano yacht, lifestyle, fashion, cinema, design, polo… Il nostro sito goodstylemag.com, studiato per la lettura di articoli, news, eventi, è già diventato un successo supportato dall’APP Good Style Mag, aggiornata e con contenuti multimediali. Sempre più entusiasmo e voglia di crescere.

Buona lettura. Laura Scatena First of all, I would like to thank you for the great interest shown so far. We are only at Good Style Magazine’s second issue, but many iconic entities and companies have honored us with their presence. In this issue, heading towards autumn, there are many topics related to yachts, lifestyle, fashion, cinema, design, polo… Containing articles, news, and events, our website goodstylemag. com has already become a success. This is in addition to the updated and multimedia Good Style Mag app. Our enthusiasm and desire to grow is always greater.

Happy reading. Laura Scatena

Good Style Magazine è una pubblicazione trimestrale di G.S.M srls - Via San Sebastiano, 21/23- 57125 Livorno tel. 0586 883219. Registrato presso il Tribunale di Livorno il 19.05.2017 n. 6/2017 - Registro stampa n.1119/2017 VG ©G.S.M. srls. Tutti i diritti riservati. Manoscritti e foto originali, anche se non pubblicati, non si restituiscono. È vietata la riproduzione, seppur parziale, di testi e fotografie.

6


10

28

10 Fashion

42

contents

50

42 Jet

Eleganza ricercata

SkyRanch, la tua fuga nel cielo

28

50

Hotel

Marine

The art of hospitality

Marina of distinction

32

56

Art

Intarsi preziosi

8

32

Yacht

Benetti Fast 125’ m/y Skyler

56


ICONIC FASHION

Eleganza ricercata Laura Scatena

“Traggo ispirazione da tutto ciò che osservo. Qualsiasi oggetto d’arte, natura, persone, abiti, sfumature, forme. Penso che sia difficile individuare da dove derivi esattamente l’ispirazione. Si manifesta a tutti i livelli, nella profondità interiore attraverso le esperienze della vita. Quando comincio a ideare un abito, è il materiale, il tessuto stesso a ‘guidarmi’. Non ho mai disegnato prima un bozzetto, ma ricerco il tessuto e da lì, ricreo la forma”. Anita Pasztor, affermato avvocato specializzato in diritto commerciale internazionale nella città imperiale del Danubio, Budapest. “Della mia professione mi ha sempre affascinato la capacità e l’opportunità di risolvere in modo creativo le questioni complesse con il mio intelletto. è stato ‘naturale’ per me, trasmigrare verso un’estrosità concreta”. La sua prima collezione ha sfilato nella prestigiosa cornice della Monte Carlo Fashion Week durante l’ultima edizione, riscuotendo un inevitabile successo, una nuova collezione sarà presentata a Budapest il prossimo Natale 2017 presso una delle più importanti manifestazioni natalizie della Banca Ungherese per i suoi clienti VIP.

Refined Elegance “I am inspired by everything I see. Any art objects, nature, people, dresses, colors, forms. I think it is difficult to know where exactly your inspiration comes from. It depicts all the layers, depths of your current personality and all the experiences of your life.When I start to design a dress, it is the material, the fabric itself that inspires me. I’ve never drawn a picture of a look and searched for a fabric for it; I work the other way around - first I must see the fabric which inspires me to create the form”. Anita Pasztor is a prominent lawyer specializing in international commercial law in the majestic city of the Danube: Budapest. “In my profession, I have always been fascinated with the ability and the opportunity to creatively resolve complex issues with my intellect. It was natural for me to migrate towards a concrete creativity”.

10


“Gestisco la mia azienda con mio marito, Responsabile Marketing, con il quale condivido una profonda intesa ed interesse per la moda. Lavorare con lui nella realizzazione dei miei sogni è un grande dono per me”, ci racconta la raffinata stilista. Un ardore d’estro ereditato e custodito fin da piccola, “entrambe le mie nonne si guadagnavano da vivere cucendo a casa nel loro piccolo focolare. Ricordo che passavo ore ad ammirarle lavorare, l’una sulla sua macchina per cucire Singer, l’altra mentre si destreggiava tra lavori a maglia, crochet e macramè, abilità che mi sono state donate. Appena tredicenne ideavo e realizzavo un sacco di vestiti. A soli diciassette anni ho ricevuto il premio Burda Hungary, per uno dei miei disegni”. Colori pastello su soffici andamenti di linee regali e trame sofisticate che si destreggiano profondamente tra le opere monumentali della prestigiosa location scelta per lo shooting fotografico, Etra Studio Tommasi&Galleria Tommasi Pietrasanta Fondazione Henraux, sotto la direzione artistica della Fashion Editor Rosanna Trinchese.

12

U

Una casual collection, ricca di pezzi haute-couture che si accompagnano ad outfit pret-a-porter, che riecheggiano ed esprimono l'abile talento dell'innovativa stilista, ammirabili presso il negozio di Carlo Ramello a Monte Carlo.


La sua prima collezione ha sfilato nella prestigiosa cornice della Monte Carlo Fashion Week durante l'ultima edizione, riscuotendo un inevitabile successo, una nuova collezione sara presentata a Budapest il prossimo Natale 2017 presso una delle piu importanti manifestazioni natalizie della Banca Ungherese per i suoi clienti VIP.

Her first collection was showcased in the prestigious setting of Monte Carlo Fashion Week during its most recent edition with inevitable success. A new collection will be presented in Budapest next Chrismas 2017 at one of the most important Christmas events given by the Hungarian Bank for its VIP customers. “I manage my company with my husband, the Marketing Director, with whom I share a great understanding and interest in fashion. Working with him to fulfill my dreams has been a great gift to me”, the sophisticated stylist tells us. Her passion for creativity has been inherited and followed ever since childhood: “My grandmother on my mother’s side earned her living by sewing at home in her tiny kitchen. I remember watching her working on her Singer sewing machine. My grandmother on my father’s side worked with her hands excelling in knitting, crocheting and macramé. These skills were passed on to me. As early as 13, I was designing and making a lot of my own clothes. At 17, I received an award from Burda Hungary for one of my designs”. Soft pastel trends of regal lines and sophisticated wefts beautifully navigate through the monumental works of the prestigious location chosen for the photo shoot: Etra Studio Tommasi & Galleria Tommasi Pietrasanta Fondazione Henraux, under the artistic direction of Fashion Editor Rosanna Trinchese. The casual collection is full of haute couture pieces together with prêt-àporter outfits, which all echo and express the budding talent of the innovative stylist, viewable at Carlo Ramello in Monte Carlo.


14


“In the future I plan to make both haute couture and prêt-à-porter. I have just had a fashion show at Cala de’Medici in Rosignano Solvay in Italy, and I am going to have one August 24 at Nikki Beach Monte Carlo where I will show a brand new collection. I plan to make a so-called ‘Cannes Collection’ which is going to be haute couture inspired by the Cannes Film Festival this year. I have many ideas. I am thrilled to go on with my ideas and I hope it will meet the needs and the aesthetics of many women”, she concludes.

Carlo Ramello’s shop in Monte Carlo 27 Avenue de la Costa, 98000 Monaco Showroom in Cannes, 67 Rue Antibes, 06400 Cannes, France facebook.com/anita.pasztor.121

Photo & Video: Gabriele Rigon / Fashion Editor: Rosanna Trinchese Beauty Image: Roberto Rosini / Fashion Assistant: Denise Denegri / Make Up Artist: Lara Quercioli / Hair Stylist: Dina Quiriconi Production Manager: Stefano Bini / Photo Assistant: Saverio Chiappalone / Video Camera: Laura Scatena Models: Laura Zonta / Elena Bonamico / Wilma Kiviaho Special Guest: Francesca Sacchi Tommasi Shoes: Nando Muzi / Feathers: Mazzanti Piume Firenze Special thanks: Etra Studio Tommasi & Galleria Tommasi Pietrasanta Fondazione Henraux

“In futuro ho intenzione di continuare a realizzare sia mise da couture sia pret-á-porter. I miei abiti hanno sfilato durante un evento fashion a Cala de’ Medici, Rosignano Solvay, al quale ha fatto seguito lo scorso 24 agosto, nella maestosa location del Nikki Beach di Monte Carlo, la presentazione della Cannes Collection: l’alta moda ispirata al Festival di Cannes. Ho molte idee. Sono entusiasta di proseguire con le mie creazioni e spero che risponderanno alle esigenze e all’estetica di molte donne”, conclude.


ICONIC ART

Arte, spiritualita e materia Luigi Lanaro

Courtesy Alidem - l’Arte della fotografia, Anton F. , “La danseuse”, 2014

La forma materiale subisce delle variazioni specchiandosi nell’acqua: arte, metamorfosi o magia? Ne sa qualcosa Anton F. fotografo francese con esperienze espositive internazionali che giocando con le immagini, ottiene delle trasformazioni che solo l’energia dell’acqua possono dare, creando nuove apparenze e nuove emozioni visive, catturate con scatti fotografici che divengono opere d’arte, ovvero fotografie a tiratura limitata che sapientemente Alidem propone nella sua collezione. Ovidio racconta che il cammino che si è percorso dal caos fino al cosmo e dal disordine all’ordine, ha in sé e fin da subito, il germe della deformazione e nella nostra epoca, osiamo dire che possiede anche il germe della creatività artistica che si manifesta in ogni opera d’arte che osserviamo. Una mutazione da catturare, avvolta da un fascino unico, misterioso, casuale; talvolta timido e altre volte aggressivo. Difficile da capire se si tratta di un riflesso o di uno schermo; molto dipende dallo stato d’animo del lettore. Ovunque si

Art, Spirituality, and Matter Material forms undergo changes mirroring the water; is it art, metamorphosis, or magic? French photographer Anton F. knows something about this, from his international exhibitions that play with images resulting in transformations that can only come from the energy of water. New appearances and new visual emotions are created, captured in photographic shots that become works of art, namely limited edition photographs that Alidem wisely offer in their new collection. Ovid says that the path he runs from chaos to the cosmos, from disorder to order, and the root of

16


Dallo specchio allo schermo: Alidem propone le metamorfosi di Anton F. From the Mirror to the Screen: Alidem Presents Metamorphoses by Anton F.

Courtesy Alidem - l’Arte della fotografia, Anton F., “La femme Ö la chaise”, 2014

trovi l’arte, bisogna saperla riconoscere per poterla valorizzare. Alidem individua il nuovo e traduce l’arte della fotografia in opere di qualità: trasforma lo scatto in un’esperienza artistica, forma un nuovo gusto e apre nuovi orizzonti. Ne deriva una proposta esclusiva d’immagini in continuo arricchimento, che invitano gli occhi e la mente a viaggiare verso nuove visioni. In questo caso, Alidem ha valutato il percorso e la ricerca artistica scoprendone il tema relativo all’acqua, come componente fisica e spirituale, ma abbraccia infinite tematiche e selezionati artisti ad oggi più di cento, come Nicola Bertellotti, Mark Cooper, Samir Khadem, Gianluca Pollini. Alidem è un’azienda specializzata nella selezione, produzione e commercializzazione di opere d’arte fotografica in edizione limitata. È un progetto di Pompeo Locatelli, collezionista d’arte e stimato consulente economico finanziario, che si rivela innovativo ed esclusivo e che esalta la consapevolezza dell’interesse che la fotografia è capace di esercitare e del significativo deformation he has had within himself from the very beginning. In our era, we can say that he even has the seeds of artistic creativity that is manifested in every work of art we see. It is a mutation to be captured, wrapped in unique, mysterious, casual charm; it is sometimes shy and other times aggressive. It’s difficult to figure out whether it’s a reflection or a screen; it really depends on the audience’s state of mind.Wherever art is found, it must be recognized in order to be appreciated. Alidem identifies the new and transforms the art of photography into quality works: it turns the shot into an artistic experience, creating new styles and opening new horizons. Exclusive images continually enrich, opening eyes and causing the mind to travel towards new visions. In this case, Alidem has evaluated an artistic path and search, discovering themes related to water as a physical and spiritual component. But it embraces endless themes and today, there are more than one hundred select artists including Nicola Bertellotti, Mark Cooper,

17


Courtesy Alidem - l’Arte della fotografia, Anton F., “La violonniste”, 2014

ruolo che ha conquistato all’interno della proposta culturale internazionale. La trasparenza è una virtù che Alidem coltiva dagli esordi, poco più di due anni fa. In un mercato dove spesso fatica a farsi strada, la sfida di Alidem è quella di accompagnare le opere con un certificato di autenticità, firmato dall’autore, che ne garantisce l’edizione limitata. Propone inoltre, servizi di art advisory e di interior design con cui arreda Istituti di Credito, Studi Professionali e Hotel come il Baglioni Hotel Carlton di Milano ed il Regina Hotel Baglioni di Roma. Le opere sono disponibili presso la Galleria di Milano in Via Cusani 18, zona Castello Sforzesco e in Via Galvani 24, nei pressi della nuova sede della Regione Lombardia e vicina alla Stazione Centrale... da visitare per saperne di più. Samir Khadem, and Gianluca Pollini. Alidem is a company specializing in the selection, production, and marketing of limited edition photographic works of art. This project by Pompeo Locatelli, an art collector and esteemed financial consultant, is innovative and exclusive. It highlights awareness to how photography can make use of interests, and the significant role it has gained within international cultural ideas. Transparency is a virtue that Alidem has cultivated from the very beginning, just over two years ago. In a market where it is often difficult to get ahead, Alidem’s goal is to accompany each work with a certificate of authenticity, signed by the artist thus guaranteeing a limited edition. Alidem also offers art advisory and interior design services that have worked with credit institutions, professional studios, and hotels like Baglioni Hotel Carlton in Milan and Regina Hotel Baglioni in Rome.The works are available at the Milan Gallery in Via Cusani 18, Castello Sforzesco zone, and also in Via Galvani 24, near the new offices for Regione Lombardia and close to Stazione Centrale… visit to find out more.

www.alidem.com

18


Monaco Classic Week

La Belle Classe 13-17 settembre 2017

Yacht Club de Monaco : www.ycm.org I +377 93 10 63 00 I mcw@ycm.org

19


ICONIC DESIGN

Design for

collectors Alice Arvei

Zhipeng Tan Lotus Collection Lotus Console Table

20


Dedicata ai collezionisti che ricercano pieces unique, gli arredi selezionati da Gallery All, con sedi a Los Angeles e Pechino, esprimono una perfetta sintesi tra arte e design, impressa in manufatti dal fascino ancestrale. Inediti, inaspettati, sublimi. Oggetti che si pongono a metà tra arte e design, in una sintesi espressiva e formale in cui lampade, sedute, tavoli si trasformano in espressioni creative iconiche. È in questa vision che Gallery All si lega a designer appassionati alla ricerca sperimentale come gli statunitensi Aranda/Lasch, studio basato a New York e Tucson, con le sedute della linea Railing Series o Zhipeng Tan e il suo organicismo stilistico. Forme biomorfe che si intersecano in un intreccio di materia e memoria, in cui la struttura ossea di un corpo si trasforma in schienale e seduta, lucida, color dell’oro.

Dedicated to collectors looking for unique pieces, the furnishings selected by Gallery All – with locations in Los Angeles and Beijing – express a perfect fusion of art and design, etched in artifacts with primordial charm. They are original, unexpected, and sublime.These objects lie halfway between art and design, in an expressive and formal synthesis. Here lamps, seats, and tables become creative iconic expressions. It is with this vision that Gallery All brings together designers that are passionate about experimental research, such as American Aranda/Lasch based in New York and Tucson, and their Railing Series line of seating, or Zhipeng Tan and his style rooted in organicism. Biomorphic shapes intersect in a union of material and memory, in which a body’s skeletal structure becomes a polished, golden seat.This evocative object seems to waver, with its almost imperceptible support and a particular structure that challenges the laws of statics and equilibrium.

21


Bronze Coffee Table “Walking Collection” Zhipeng Tan Gallery All

Un oggetto evocativo che appare fluttuare, con i suoi appoggi quasi impercettibili e una particolare struttura che sfida le leggi della statica, dove i quattro tradizionali sostegni, in un gioco di sottrazione materica, si svelano in tre sottili e organiche gambe che reinventano lo scheletro umano. Ma le ispirazioni dell’artista Zhipeng Tan e il suo “design rationale” – da sempre attratto dall’heritage casting technique – si svelano in differenti motivi presi in prestito dalla natura: dalla botanica a tutto ciò che ruota attorno alla figura umana, in una sorta di nuovo Umanesimo espressivo e concettuale. Creazioni che esprimono un’affascinante commistione di elementi che narrano, in un susseguirsi di segni e tratti, un nuovo racconto. Dettagli che ricreano una dimensione artistica come “33 step chair”, tra i lavori più viscerali di Zhipeng Tan, realizzato attraverso una precisa traslitterazione del numero delle vertebre presenti nella colonna spinale umana, invertite rispetto alla morfologia corporea. Nella mente dell’artista designer infatti la vertebra cervicale si trova nella zona inferiore, mentre la pelvica si trasforma nella seduta vera e proprio.

In un gioco di referenze simboliche in cui il corpo stesso diviene oggetto che accoglie il corpo, fra intrecci sinuosi e narrazioni poetiche.

ARANDA\LASCH R3, 2016 Stainless steel, fur

22

In a game of material subtraction, the four traditional supports are unveiled in three subtle organic legs that reinvent the human skeleton. Having always been interested in heritage casting techniques, artist Zhipeng Tan’s inspirations and his “rational design” are revealed in various motives borrowed from nature: from botany to everything that revolves around the human figure. It becomes a sort of modern, expressive, and conceptual humanism. His creations express a fascinating combination of elements that tell a new story, in a string of signs and features. Details recreate an artistic dimension, like with 33 step chair, one of Tan’s most visceral works. It is made with a precise rendering of the number of vertebrae in the human spinal column, but inverted in respect to anatomy. In the artistic designer’s mind, the cervical vertebrae are on the floor, while the pelvis becomes the actual seat. In a game of symbolic references, the body itself becomes an object that welcomes the body, among sinuous twists and poetic narratives. Gallery All, Pechino - Los Angeles gallery-all.com


www.sag80group.com Tel: +39 02 63470257 info@sag80group.com

Discover design as never before

O ur sh o w r o om s in Milan VIA BOCCACCIO, 4 20123 MILANO

CORSO EUROPA, 2 20122 MILANO

CORSO EUROPA ANG. VIA CAVALLOTTI 20122 MILANO

VIA SAN MARCO, 1 20121 MILANO

VIA LARGA ANG. P.ZA SANTO STEFANO 20122 MILANO

sag80group

The Bes t of Italian Furniture

23


ICONIC architecture

Sculptural living Alice Arvei

24In apertura, una suggestiva veduta dell’Empire State Building da XOCO 325. ŠRobert Granoff


Le morfologie organiche che definiscono il fascino del nuovo XOCO 325 appaiono come una vera e propria scultura cesellata e plasmata dalla natura, scaturita da una perfetta sintesi tra classicismo e contemporary luxury. Reminiscenza delle opere Art Nouveau ripensate in chiave moderna e intrecci creativi di un’esclusiva visione dell’abitare, il nuovo simbolo di Manhattan - sviluppato, progettato e costruito

dal gruppo DDG - incanta per il suo stile inedito e ricercato ispirato alla storia di uno dei quartieri più eleganti di New York. Osservando XOCO 325 nessuno penserebbe che anticamente questo elegante edificio dalla facciata realizzata in fusione di alluminio e adornata da giardini verticali – che sembra galleggiare davanti alle pareti vetrate – fosse una fabbrica di cioccolato.

N

Nelle 21 private residences realizzate su misura e personalizzate, la scelta dell'interior design, che si estende anche nella Lobby tra arredi sofisticati e soffitti scolpiti, accentua una nuova dimensione del luxury living. Senza soluzione di continuita interno ed esterno diventano l'uno l'estensione dell'altro, riflettendo un design che si ispira alle tradizionali modanature newyorkesi, tra soffitti intonacati, cupole, nicchie, medaglioni decorativi che ne definiscono una particolare intimita. Immersed in the wonders of Soho, one of Manhattan’s most iconic districts, an impressive sculptural architecture rises. XOCO 325 is one of New York’s most exclusive buildings; standing out in all its opulent beauty, marked by refined pieces, it is the narrative of new contemporary luxury. XOCO 325’s charm is defined by organic morphologies, making it seem like a true sculpture that has been chiseled and shaped by nature, arising from a perfect synthesis between classicism and contemporary luxury. It is reminiscent of Art Nouveau, reworked in modern tones and creative interweaving with an exclusive vision of living. The new symbol of Manhattan - developed, designed, and built by the DDG Group – enchants with its innovative and refined style, inspired by the history of one of New York’s most elegant neighborhoods. Looking at XOCO 325 - with a cast-aluminum façade, decorated with vertical gardens, seemingly floating in front of glass walls - nobody would think that this elegant building was once a chocolate factory. In 21 customized private residences, the choice of interior design extends to the lobby with sophisticated furnishings and carved ceilings, and accentuates a new dimension of luxury living. Seamless interior and exterior become the extension of one another, reflecting a uniquely intimate design inspired by traditional New York moldings, including plastered ceilings, cupolas, niches, and decorative medallions.

25


A fianco, la facciata di XOCO 325 caratterizzata da forme organiche ispirate all’Art Nouveau. ©Robert Granoff Sopra, Great Room di una delle luxury private residences. ©Robert Granoff

XOCO 325 Condominium Residences 325 West Broadway Soho, New York City Prezzi: da $ 2.5milioni xoco325.com

26


E che trova nel connubio architettura e natura la sua più profonda ispirazione narrata dalla matrice organica delle piante o dall’anatomia delle forme scheletriche o ancora dalle architetture di Henri Guimard e Victor Horta la natura stessa ridefiniva ornamenti, volute, orpelli, finiture. In un neoclassicismo contemporaneo XOCO 325 – il cui attico dal valore di 17,5 milioni di dollari è stato curato dallo showroom di designer emergenti Colony – diviene la narrazione della cultura e delle tradizioni di New York, in particolare nell’interior delle residenze caratterizzate da uno stile minimalista e da elementi che fanno riferimento ai loft degli artisti che un tempo abitavano il quartiere.

U

Inspiration is found in the mixture of architecture and nature, depicted by organic matrix planting or its skeletal form or even by the architecture of Henri Guimard and Victor Horta. Nature itself redefines ornaments, spirals, baubles, and finishes. Colony’s rising designers even curated the 17.5 million dollar attic as a showroom. In contemporary neoclassicism, XOCO 325 becomes a story of New York’s culture and traditions, particularly in each residence’s interiors, characterized by minimalist style and elements that refer to the lofts of artists who once lived in the neighborhood. It is an inspirational dimension, even in the fitness center with an original dome roof, or in the private garden where nature meets with the anatomy of one of Manhattan’s most sought-after architecture. It is between charm and wonder.

na dimensione ispirazionale che viene racchiusa anche nel fitness centre con la sua inedita copertura a cupola o nel private garden in cui la natura si interseca con l'anatomia di un'architettura tra le piu ricercate di Manhattan. Tra fascino e meraviglia. 27


ICONIC HOTEL

“

La Suite Presidenziale comprende tre sontuose camere da letto, soggiorno, sala da pranzo, piscina privata, il tutto impreziosito da un signorile arredamento ed uno scenografico skyline sulle vette della citta.

“

Presidential Suite swimming pool

28


The art of hospitality Chiara Melani E’ l’elisir della metropoli ambrosiana, unica nel suo stile neoclassico, dimora del jet-set internazionale, l’Hotel Principe di Savoia. Un’esperienza di eccelsa ospitalità e comfort raffinato, prospiciente Piazza della Repubblica, nei pressi dei tre aeroporti internazionali di Milano, a soli 5 minuti dalla stazione centrale. Un luogo osmotico ideale per una clientela d’affari e d’instancabili viaggiatori. L’Hotel Principe di Savoia, Dorchester Collection, è da sempre punto di riferimento unito al più elevato standard di lusso, che dona accoglienza nel simbolo Made in Italy, il Salotto lobby lounge, tra forme regali delle pareti rivestite in marmo, delle boiserie in legno intagliato ed il maestoso dipinto di Luca Giordano, irradiato dalla leggerezza spettacolare del lampadario a 48 bracci in vetro di Murano creato da Barovier e Toso. Con la sua gamma di 257 camere e 44 suite, decanta un sinonimo impareggiabile di ricercatezza. Ampi salotti con poltrone in velluto e mobili etno-chic che celano il tv al plasma o il frigobar, si articolano le nove Principe Suite dirette dall’architetto Francesca Basu. Il restyling delle Imperial Suite, a cura di Celeste Dell’Anna, ha coadiuvato elementi classici e contemporanei nei quattro appartamenti, con ingresso, ampio soggiorno, camera da letto, cabina armadio e bagno. Nel soggiorno risaltano pezzi unici di alto artigianato, dalla consolle mini-bar allo scrittoio con il piano rivestito in pelle di coccodrillo. La Suite Presidenziale comprende tre sontuose camere da letto, soggiorno, sala da pranzo, piscina privata, il tutto impreziosito da un signorile arredamento ed uno scenografico skyline sulle vette della città. Undici spazi esclusivi, presentano duttilità di allestimento e possono ospitare fino a mille persone su una superficie di settecento metri quadrati, le sale destinate alle riunioni sono dotate di tecnologia audiovisiva all’avanguardia, connessione Internet Wi-Fi, coadiuvate da uno staff per garantire un servizio di eccelsa assistenza. Hotel Principe di Savoia: it is an elixir for the Milan metropolis, unique in its neoclassical style, and home to international jet setters. It offers exquisite hospitality and sophisticated comfort, overlooking Piazza della Repubblica; close to Milan’s three international airports, and just 5 minutes from the central train station, this osmotic place is ideal for business clientele and tireless travelers. Hotel Principe di Savoia, Dorchester Collection, has always been linked to the highest standards of luxury. The Salotto lobby lounge is welcoming, symbolizing Made in Italy among regal marble-coated walls, wooden paneling, and a majestic painting by Luca Giordano. Light shines from a spectacular 48-arm Murano glass chandelier, created by Barovier and Toso. With 257 rooms and 44 suites, the hotel is incomparably synonymous with sophistication. In the 9 Principe Suites designed by architect Francesca Basu, large sitting rooms have velvet armchairs and ethno-chic furniture hiding the plasma TV or fridge-bar. Remodeled by Celeste dell’Anna, the Imperial Suites have combined contemporary and classic elements in four apartments, each with an entrance hall, large sitting room, bedroom, walk-in closet, and bathroom. In the living room, there are unique high-quality artisan pieces, including a mini-bar console and a writing desk with crocodile leather surface. The Presidential Suite contains three sumptuous bedrooms, a living room, a dining room, and private swimming pool, all enriched by noble décor and a scenic skyline of the city. There are eleven exclusive meeting rooms that can be flexibly staged and have a capacity of up to a thousand people, stretched over seven hundred square meters.The rooms are equipped with state-of-theart audio-visual technology and Wi-Fi Internet access, and staff assistance is available to ensure excellent service.

29


Progredendo fino alla terrazza panoramica, presso il Club 10 Fitness & Beauty Center, è possibile abbandonarsi a trattamenti personalizzati con prodotti di Comfort Zone e Thalgo, per momenti di benessere totale, tra piscina riscaldata, palestra, Jacuzzi, sauna, bagno turco, cabine per massaggi, spogliatoi con docce in marmo, chaise longue e solarium. Una moltitudine plurisensoriale di sapori e prelibatezze che si propagano dal ristorante Acanto dello Chef Alessandro Buffolino, con la maestria del suo talento di tecniche culinarie innovative per opere d’arte gourmet nella veranda del ristorante con vista sulla fontana del XVIII secolo. Thierry Despont ha elargito tra tocchi di design italiano degli anni ’60-’70 e trasparenze luminose della parete di cristallo, il bancone del Principe Bar, con la ricca bottiglieria a vista con listelli di vetri di Murano dai forti colori in contrasto. Opere d’arte come i collage di Mimmo Rotella rimandano alle pellicole italiane ‘La Dolce Vita’ e ‘Matrimonio all’Italiana’, sprigionati dal lampadario realizzato in tremila pezzi unici in vetro soffiato dai Maestri Vetrai di Murano su progetto di Robert du Grenier. Il centro della sala si proietta nell’isola in velluto sagomata interamente attorno a un antico pianoforte a coda. Che si tratti di una riunione di lavoro o di un ricevimento, l‘Hotel Principe di Savoia, cinque stelle luxury, è espressione di un risultato a regola d’arte e comfort. Realizzare un evento top di gamma, richiede una preziosa armonia di professionalità e maestria e, scegliere il Principe di Savoia, è sin dal 1927 la scelta entusiasta di un non plus ultras estimatore.

11

spazi esclusivi, presentano duttilita di allestimento e possono ospitare fino a mille persone su una superficie di settecento metri quadrati, le sale destinate alle riunioni sono dotate di tecnologia audiovisiva all'avanguardia, connessione Internet Wi-Fi, coadiuvate da uno staff per garantire un servizio di eccelsa assistenza. Heading towards the scenic terrace, you can indulge in personalized treatments with products from Comfort Zone and Thalgo lines at Club 10 Fitness & Beauty Center. Savor moments of total relaxation at a heated pool, fitness center, Jacuzzi, sauna, steam bath, massage rooms, changing rooms with marble showers, chaise lounges and a solarium. A myriad of flavors and delicacies to please all the senses are found at Chef Alessandro Buffolino’s restaurant Acanto. His mastery of innovative culinary techniques results in gourmet works of art that can be enjoyed at the restaurant’s veranda overlooking an 18th century fountain. In Principe Bar, Thierry Despont has lavished some touches of Italian design from the ‘60s and ‘70s; bright backlit crystal walls highlight a rich bottle collection with Murano glass strips in strong contrasting colors. Works of art such as Mimmo Rotella’s collages are reminiscent of Italian films La Dolce Vita and Matrimonio all’Italiana, spectacularly lit by a chandelier in three thousand unique pieces of blown glass by Maestri Vetrai di Murano, designed by Robert du Grenier. The room’s centerpiece is a velvet island modeled completely around an antique grand piano. Whether it’s for a business meeting or a reception, Hotel Principe di Savoia represents five star luxury and an expression of art and comfort. Carrying out a top of the range event requires a precious harmony of professionalism and craftsmanship, and since 1927, Principe di Savoia has been the enthusiastic choice of every non plus ultras expert. dorchestercollection.com

30


Principe Bar

31

Imperial suite, living room


ICONIC ART


Intarsi preziosi Chiara Melani

API, acronimo di Antichi Pavimenti Italiani. Artigianalità, creatività che si estende in superfici di legno antico intarsiate a mano. L’unicità preziosa di un esemplare Made in Italy. L’artefice ingegnoso è il designer Carlo Apollo, da quarant’anni nel campo dei pavimenti e del lusso, formatosi nella bottega d’arte presso illustri maestri quali Mario Di Donato e Renzo Mongiardino, tra i più grandi interpreti dell’architettura italiana del Novecento. Dalle Sale Sant’Alessandro e Sant’Andrea del Gran Palazzo del Cremlino a Mosca, ai pavimenti del Palazzo Del Presidente Della Repubblica Cecena a Groznyj, per passare ai locali milanesi, fino alle esclusive residenze private in tutto il mondo.

N

on i filosofi, ma coloro che si dedicano agli intagli in legno e alle collezioni di francobolli costituiscono l'ossatura della societa.

Aldous Huxley, Il mondo nuovo, 1932

Precious Inlays “Not philosophers but fret-sawyers and stamp collectors compose the backbone of society”. Aldous Huxley, Brave New World, 1932 API is the acronym for Antichi Pavimenti Italiani. It is craftsmanship and creativity that extend into antique wooden surfaces inlaid by hand. It is the precious distinctiveness of a Made in Italy creation. Designer Carlo Apollo is the ingenious creator, having spent forty years in the fields of flooring and luxury, after experience in the art workshops of illustrious masters such as Mario Di Donato and Renzo Mongiardino, who are among the greatest exponents of 20th century Italian architecture. His work has ranged from the St. Alexander and St. Andrew reception halls in Grand Kremlin Palace, to flooring in the Presidential Palace in Grozny, to Milanese venues, as well as exclusive private residences all over the world. Carlo Apollo


GSM: Cos’è l’arte del decorare per lei? CA: La decorazione è il valore aggiunto che conferisce carattere e personalità alle cose. è come la disposizione delle note su un pentagramma, la musica che sarà suonata restituirà a livello emozionale ciò che è stato messo sulle righe e negli spazi, potrà essere sobria oppure struggente e, soprattutto, sempre unica. Ho trasferito questo concetto sui miei pavimenti proprio per riconsegnare al lusso il suo valore principale, l’unicità.

34

GSM: Com’è nata la sua passione? CA: Mi sono formato alla scuola di Mario di Donato e Renzo Mongiardino, grandissimi interpreti dell’architettura del novecento. Ma il mio amore per l’arte italiana e le sue declinazioni nasce già dall’infanzia: da sempre sento un forte attaccamento per tutto ciò che rappresenta l’italianità, incluso il calore della famiglia e dei luoghi deputati alla convivialità. È stato facile coniugare il mio legame con la nostra tradizione con le innovazioni apprese dai miei maestri.


CANTEEN Mexican Kitchen & Tequila Bar - Milano

GSM: To you, what is the art of decorating? CA: Decoration is the added value that bestows character and personality to things. It’s like the layout of notes on the staff; the music played will restore what has been put on the lines and spaces on an emotional level. It can be simple or moving, and above all, always unique. I have transferred this concept to my floors precisely to restore luxury’s primary value: uniqueness. GSM: How did your passion come about? CA: I was trained by Mario di Donato and Renzo Mongiardino, who are great exponents of twentieth century architecture. But my love for Italian art and its variations originates from my childhood: I have always felt a

strong connection with everything that represents “Italianness”, including warmth of the family and convivial places. It was easy to unite my bond with our traditions together with innovations I learned from my teachers. GSM: How do you personalize something whose ultimate end is to be walked on? CA: The first time that I went to Venice, as a child, I entered St. Mark’s Basilica. All the visitors had their noses turned up to admire the mosaics and vault decorations; I had my nose turned down, completely captured by the wonder I was walking on - the floors. This feeling has never left me. I have elaborated the idea that not just sight, but also other senses can be involved in the perception of “beauty”.

35


GSM: Come si personalizza qualcosa il cui fine ultimo è quello di essere calcato? CA: La prima volta che sono andato a Venezia, da bambino, sono entrato nella Basilica Di San Marco. Tutti i visitatori avevano il naso all’insù per ammirare i mosaici e le decorazioni delle volte; io avevo il naso all’ingiù, completamente catturato dalla meraviglia che stavo calpestando, i pavimenti. Questa sensazione non mi ha mai abbandonato. Ho elaborato l’idea della possibilità che non solo la vista, ma anche altri sensi possono essere coinvolti nella percezione del “bello”. GSM: Dove trova la sua fonte d’ispirazione? CA: Mi ispiro alle forme della natura, che ha saputo creare ben prima di noi motivi incredibili, e osservo le opere dei grandi maestri che ci hanno preceduto. A volte seguo un’idea del momento o una suggestione particolare che deriva dal luogo in cui andrò a realizzare i miei pavimenti. Non ho nessuna preclusione e nessuna preferenza. GSM: Artista o artigiano? CA: Le due cose non si escludono: sono artista nel momento in cui trasformo la materia in opera, in cui le mie idee vengono trasfuse nel legno; sono artigiano quando metto le mani al lavoro, quando scelgo i legni, quando esalto il lato tecnico di ogni oggetto artistico.

GSM: Where do you find your source of inspiration? CA: I am inspired by forms found in nature, which was able to create incredible motifs long before us, and I observe works of the great masters who have preceded us. Sometimes I follow an idea in the moment or a particular suggestion that comes from the place where my flooring will go. I have no preclusions and no preferences. GSM: Artist or artisan? CA: The two are not isolated: I am an artist in the moment in which I transform material into a piece of work, when my ideas are instilled into the wood; I am an artisan when I put my hands to work, when I choose wood, when I bring out the technical side of every artistic object.


GSM: Il suo cliente tipo? CA: È una persona che conosce il valore dell’arte e che non ha paura di dimostrare, agli altri e a se stesso, in questo momento di impoverimento culturale, che investire nella bellezza è sempre un guadagno. Qualcuno che ama la tradizione, ma che è aperto al futuro, qualcuno che non si lascia condizionare e che esalta il lusso e l’estetica, qualunque forma abbia. GSM: Quali sono progetti più importanti realizzati? Fiore all’occhiello della nuova collezione? CA: Tra i miei lavori più significativi ci sono i pavimenti delle Sale Sant’Alessandro e Sant’Andrea del Gran Palazzo del Cremlino a Mosca; i pavimenti del Palazzo Del Presidente Della Repubblica Cecena a Groznyj e numerosi locali pubblici a Milano. Ora sto lavorando a una collezione molto intima e particolare, che vuole far dialogare più temi che mi rappresentano. Questa linea vuole rappresentare alcuni elementi connaturati all’uomo (il Tempo, l’Amore, l’Amicizia, la Famiglia...), e lo fa con simboli contemporanei e immediatamente riconoscibili, di grande impatto emotivo; sarà indimenticabile.

GSM: Your typical client? CA: It is a person who knows the value of art and isn’t afraid to prove – to others and to himself – that in this moment of cultural impoverishment, investing in beauty always has a benefit. It is someone who loves tradition but is open to the future, someone who doesn’t let himself be conditioned and who glorifies luxury and aesthetics, in any form. GSM: Which completed projects are the most important? What is the flagship of the new collection? CA: Among my most significant works, there are the floorings of St. Alexander and St. Andrew Halls in the Grand Kremlin Palace in Moscow, the floors of the Presidential Palace in Grozny, and numerous public venues in Milan. Now, I’m working on a very intimate and specific collection that will open up dialogues on themes that represent me. This line is intended to represent some of the elements intrinsic to man (Time, Love, Friendship, Family…), and it does so with symbols that are contemporary and immediately recognizable, and have a great emotional impact; it will be unforgettable.

carloapollo.it


ICONIC TRAVEL

38


VOYAGES BY PRIVATE TRAIN Asia Bernardini

Cielo, distese montuose, uno spaccarsi di mare e poi colori, profumi, frame d’immagini che scorrono su orizzonti inesplorati. Il mondo che trasmigra in un susseguirsi di culture, tradizioni, sensazioni indimenticabili, ruote di ferro per approdare ovunque, salire su di una locomotiva ed abbandonarsi al fluire dei suoi binari. Una vera e propria “crociera ferroviaria” è quella proposta dalla sofisticata Golden Eagle Luxury Train per globe-trotter avventurosi attirati da mete esclusive per un viaggio di stile, comfort e relax. Tra cabine accoglienti, ristoranti raffinati e ambienti eleganti, gli itinerari sono progettati per trasformare i sogni di una vita in ricordi inestimabili. L’ingrediente unico è all-inclusive, attraverso un programma completo di escursioni fuori treno, esotiche scoperte culinarie in tocchi di gusto di ristoranti stellati e pernottamenti nei migliori Hotel luxury cinque stelle di Praga, Budapest, Venezia e Istanbul, a bordo del Golden Eagle Danube Express.

P

er il 2017 la Shangri-La Express Private Train, si proietta dalla Russia al Tibet fino al Caucaso meridionale, per un soggiorno ferroviario dai tratti pionieristici.

The sky, a stretch of mountain ranges, a splash of sea and then colors, fragrances, framed images roll by along unexplored horizons. It’s a world that transmigrates in a sequence of cultures, traditions, and unforgettable feelings. Iron wheels take you anywhere; get on a locomotive and let yourself go to the flow of the tracks.The sophisticated Golden Eagle Luxury Train offers a true “rail cruise” for adventurous globetrotters who are attracted by unique destinations, and want a comfortable and relaxing journey in style. Among cozy cabins, refined restaurants, and an elegant atmosphere, the itineraries are designed to turn your dreams of a lifetime into priceless memories. The unique ingredient is being all-inclusive, through a complete program of offtrain excursions, a tasteful culinary experience in top-rated restaurants, and overnight stays at the finest five-star hotels in Prague, Budapest, Venice, and Istanbul, all on board the Golden Eagle Danube Express.

39


40


A bordo della lussuosa Golden Eagle, progredire lungo la strada della seta, fino alla città tibetana di Lhasa, dalla distesa del deserto del Kara Kum in Kazakistan e delle maestose moschee e minareti di Khiva, alla città di Samarcanda dell’Uzbekistan, per poi unirsi ad un treno ad alta quota che li porterà in un viaggio di 14 ore, lungo la linea “Roof of the World” a Lhasa, attraverso il Passo di Tanggula. Per il prossimo ottobre, dalla tappa nella capitale tibetana, scrigno di una straordinaria collezione di palazzi e templi patrimonio UNESCO, tra cui il Palazzo d’Estate Dalai Lama, gli ospiti si collegheranno alla linea “Roof of the World” a Golmud, per poi snodarsi verso nord attraverso il grande deserto della Cina, tra scenari mozzafiato e città antiche, tra cui Xining, Jiayuguan (Grande Muraglia Cinese), Dunhuang, Turpan, Kashgar e Urumqi.

Spero che il viaggio sia piacevole e spero di non tornare. Frida Kahlo

I hope the exit is joyful and I hope never to return. (Frida Kahlo) For 2017, the Shangri-La Express Private Train is headed from Russia to Tibet all the way to the South Caucasus for a train ride with a pioneering style. On board the luxurious Golden Eagle, travel the Silk Road to the Tibetan city of Lhasa. Go from the expanse of the Kara Kum desert in Kazakistan and the majestic mosques and minarets of Khiva, to the city of Samarkand, Uzbekistan. Then join a high-altitude train that takes you on a 14hour trip along the “Roof of the World” in Lhasa, reaching the Tanggula Pass. Next October, start with a layover in the Tibetan capital, a treasure chest of an extraordinary collection of UNESCO heritage sites and temples, including the Summer Palace of the Dalai Lama. Guests will connect to the “Roof of the World” line at Golmund, then head north through the great desert of China, among breathtaking scenery and ancient cities, including Xining, Jiayuguan (for the Great Wall of China), Dunhuang,Turpan, Kashgar, and Urumqi.

goldeneagleluxurytrains.com

41


ICONIC FLY

SkyRanch,

E

la tua fuga nel cielo Chiara Melani

SkyRanch il prode progetto ideato da SottoStudio.

ddie Sotto, Presidente della SottoStudio, è un professionista creativo e imprenditore rinascimentale con un comprovato successo nel design da oltre 30 anni. SottoStudios / LA, è stata fondata nel 2004 per inventare e trasformare i prodotti come ‘esperienze’ multi-sensoriali, dove Eddie Sotto, ha carpito la necessità di abbattere le imponenti barriere formali di architettura, marketing e design combinandoli in un unico processo condiviso che fornisca stupore senza soluzione di continuità. SkyRanch è stato posto in essere dalla convinzione che sì, uno yacht può volare, con la giusta ‘complicata semplicità’. Racchiudere la solitudine e la privacy nella storia dei grandi spazi aperti. Una soluzione tailormade: elementi intercambiabili di sedili modulari personalizzabili ad ogni stile e comfort, rilasciare la cinghia o aggiungere una borsa per l’iPad, comandi incisi a mano, legni sbiancati, cuoio intrecciato, corno intarsiato, soffice lana inglese con ricchi dettagli preziosi. SkyRanch è uno stato d’animo coordinabile ad una varietà di aeromobili, poiché il design non dovrebbe esistere solo per se stesso, ma per raccontare una storia unica e ineguagliabile.

42


SkyRanch, Your Escape Into The Sky SkyRanch, the noble project designed by SottoStudio. Eddie Sotto, President of SottoStudio, is a creative professional and Renaissance entrepreneur with a proven track record in design for over 30 years. SottoStudios / LA was founded in 2004 to invent and modify products as multi-sensorial “experiences”. Eddie Sotto figured out how to break down formal, imposing barriers in architecture, marketing and design, combining them in a single shared process that continuously astonishes and amazes. SkyRanch has been made with the belief that yes, a yacht can fly, with the right “complicated simplicity”. The history of great open spaces now encompasses seclusion and privacy.The solution is tailor made: there are interchangeable elements like modular seats that can be customized to any style and comfort, just release the strap and switch out armrests or add an iPad pouch. Among the many rich precious details, there are hand engraved controls, bleached woods, woven leather, inlaid horn, and soft English wool. SkyRanch is a state of mind, with plans that can be coordinated to a variety of aircraft, since design shouldn’t exist for itself but rather to tell a unique and unparalleled story.

Skyacht

43


Lo schema di luce Aspen, rivestimenti murali "burlap", si traducono in atmosfere di pace irreale. SkyRanch è una tela vuota sulla quale creare un’opera d’arte e SottoStudios adatta il design ad ogni velivolo con infinite possibilità. La proiezione in 3D permette di esplorare ogni opzione là dove il talentuoso team traduce le idee in contesti che vanno oltre le rappresentazioni, fino a divenire così reali, da toccare con mano. Un lusso senza friction e più casual, in viaggio verso propagazioni incommensurabili.

44

The Aspen color scheme and “burlap” inspired wall coverings result in a surreally peaceful atmosphere. SkyRanch is an empty canvas on which to create art, and SottoStudios adapts every aircraft’s design with endless possibilities. 3D projections allow you to explore every option; a talented team puts ideas into contexts that go beyond renderings. Designs become so real, it seems like you can reach out and touch them. It is a luxury that is frictionless and more casual, on a journey towards immeasurable diffusion. sottostudios.com skyachtone.com


SCOPRI COME SORPRENDERE.

Caprimed è la Luxury Event Company che inizia dove le altre agenzie si fermano. Location prestigiose, cura dei dettagli e internazionalità per valorizzare il primo dei veicoli di successo di persone, marchi e aziende: le relazioni. Qualunque sia il prodotto, qualunque sia la location aggiungi lo Stile di CapriMed ai tuoi eventi, per fare di ogni evento uno spettacolo di successo.

Capri | Milano Tel. +39 081 8375841 • Fax +39 081 8376046 • info@caprimed.com www.caprimed.com

45


ICONIC MARINE

Marina of distinction Asia Bernardini

Sono rare le marine del mondo atte ad ospitare superyachts dai 12 ai 180 metri, per non parlare dei servizi onshore e di equipaggio tali da soddisfare gli elevati standard delle strutture. Patrimonio mondiale dell’UNESCO, la baia di Boka è il più grande porto naturale del Mediterraneo orientale. Con i suoi cento chilometri di costa dalle acque aperte dell’Adriatico fino alla distesa meridionale della costa dalmata, il Porto Montenegro tende a divenire l’unica realtà di equipaggiamento nautico più completo nel Mediterraneo. 460 posti barca in grado di ospitare i superyacht più grandi al mondo, oltre a offrire il massimo livello di servizio, si traduce in un indotto costiero di 220 appartamenti di lusso, così come oltre 50 unità per la vendita al dettaglio, ristoranti, bar, caffetterie, negozi, servizi ed il maestoso Regent Porto Montenegro Hotel a cinque stelle, con ottanta luxury suites e appartamenti.

Realizzato dal piu grande proprietario di miniere d'oro del mondo, Peter Munk (Barrick Gold), attraverso l'Adriatic Marinas, e con investitori come Lord Jacob e Nathaniel Rothschild (ramo inglese della dinastia), il tycoon russo Oleg Deripaska e Bernard Arnault, il fondatore della galassia del lusso Louis Vuitton-Moet Hennessey, sorge nell'ex Arsenale della Marina jugoslava, premiato dalla The Yacht Harbor Association nel 2011 con il 5 Gold Anchor Award e nel 2015 come Superyacht Marina of the year. It’s rare to find a marina that is able to accommodate superyachts from 12 to 180 meters, not to mention having onshore and crew services that meet their high standards. Boka Bay, a UNESCO world heritage site, is also the largest natural harbor in the eastern Mediterranean. With one hundred kilometers of coastline from the Adriatic’s open waters to the southern expanse of the Dalmatia coast, Porto Montenegro tends to be the most complete nautical marina in the Mediterranean. There are 460 berths that can accommodate the largest superyachts in the world, in addition to offering the highest levels of service. It is a coastal enterprise made up of 220 luxury apartments, as well as over 50 retail units, restaurants, cafés, cafeterias, shops, services, and the majestic Regent Porto Montenegro five-star hotel, boasting eighty luxury suites and apartments. The marina was built by Peter Monk, chairman and founder of the world’s largest gold-mining corporation (Barrick Gold), with Adriatic Marinas. Investors include Lord Jacob and Nathaniel Rothschild (English branch of the famous dynasty), Russian tycoon Oleg Deripaska, and Bernard Arnault, founder of the luxury group Louis Vuitton-Moët Hennessey. It is located in the former Yugoslavian Navy Arsenal, and was awarded the 5 Gold Anchor Award in 2011 by the Yacht Harbor Association, and the Superyacht Marina of the Year in 2015.

50


51


Dal suo canto, lo Yacht Club, fondato nel 2010, dispone di un calendario regate e la flotta di yacht da corsa Blu26 e Tofinou 9.5.Trasferitosi dal 2015 nel nuovissimo centro sportivo, è divenuto emblema di eleganza, con spettacolari skyliner sulla baia di Boka per un lusso a cinque stelle. “Vogliamo diventare un riferimento nel panorama degli Yacht Club del Mediterraneo, attirando una serie di eventi velici internazionali nel Montenegro e mostrando così al mondo quello che questa terra ha da offrire”, afferma il Presidente del PMYC Oliver Corlette. L’appariscente edifico progettato da Richard Hywel Evans, ospita il circolo ufficiale con Members Lounge privata, disegnata dallo studio parigino MHZ, dotata di una sala riunioni, di una sala da pranzo affacciata sulla spettacolare piscina a sfioro di sessantaquattro metri e sul ristorante all’aperto, da un design

52


The Yacht Club, founded in 2010, has a regatta calendar and a fleet of racing yachts – Blu26 and Tofinou 9.5. In 2015, the club moved to a brand new sports center, an emblem of elegance, with a spectacular skyline over the Boka Bay adding to its five star luxury. “We want to become a reference point in the panorama of Mediterranean yacht clubs, attracting a series of international sailing events to Montenegro, thus showing the world what this land has to offer”, says PMYC President Oliver Corlette. Created by Richard Hywel Evans, the eye-catching building is home to the official club with a private Members Lounge, designed by Parisian firm MHZ. The Lounge features a meeting room, a private dining area overlooking a spectacular 64-meter infinity pool and outdoor restaurant, with cutting-edge design by talented English architect Richard Hywel Evans. PMYC immediately entered the restricted circle of elite yacht clubs in the Mediterranean. “The PMYC is included in a magnificent context for navigation, besides being equipped with services of a firstclass yacht club. To raise our prestige, we are currently developing ambitious new regatta programs”, highlights PMYC Admiral James Wates.

53


all’avanguardia, che ha immediatamente introdotto il PMYC, nella cerchia ristretta degli yacht club d’elite del Mediterraneo. “Il PMYC è inserito in un magnifico contesto per la navigazione oltre ad essere dotato dei servizi di uno yacht club di prima classe e, per ampliare il suo prestigio, attualmente stiamo sviluppando degli ambiziosi nuovi programmi di regate”, sottolinea l’Ammiraglio del PMYC James Wates. Tutto ciò, unito alla presenza di una corposa flotta di imbarcazioni da regata, una palestra e campi da tennis, un animato mezzanine bar e un rooftop restaurant e nightclub, con un’area di più di duemila metri quadri e una capacità di cinquecento ospiti seduti, con la possibilità di ospitare tre tender di 15 metri per coloro che disiderano arrivare via mare. Settembre sarà un mese ricco di eventi tra cui il celebre MYBA Pop-up Superyacht

54


Show, tre giorni dedicati ai professionisti del charter per valutare gli yacht presenti e un’ottima occasione per capitani ed equipaggi, per creare nuovi contatti. Sul finire della stagione estiva Porto Montenegro organizzerà, insieme al Sailing Club of Rijeka (SCOR) la “Thousands Island Race”. Un’estate ricca di appuntamenti dedicati sia agli ospiti più esigenti sia ai più giovani, dalle regate alle mostre di arte moderna, dai mercati di prodotti locali a uno dei più importanti appuntamenti dell’Adriatico dedicati ai superyacht.

D

Dal suo canto, lo Yacht Club, fondato nel 2010, dispone di un calendario regate e la flotta di yacht da corsa Blu26 e Tofinou 9.5, Trasferitosi dal 2015 nel nuovissimo centro sportivo, emblema di eleganza, con spettacolari skyliner sulla baia di Boka per un lusso a cinque stelle.

All of this is in addition to a large fleet of racing boats, a gym, tennis courts, an animated mezzanine bar, and a rooftop restaurant and nightclub, covering an area over two thousand square meters and a seating capacity of five hundred guests. There is also space to accommodate three 15-meter tenders for guests that want to arrive by sea. September is full of events, including the famous MYBA PopUp Superyacht Show - three days dedicated to charter professionals for evaluating the showcased yachts, and a perfect opportunity for captains and crew to network. To close out the summer season, Porto Montenegro is organizing the Thousand Islands Race along with the Sailing Club of Rijeka (SCOR). This summer is full of events dedicated to every type of guest, from the most demanding to the youngest. Events range from everything including regattas and modern art exhibitions to markets with local products, all at one of the most important places in the Adriatic for superyachts. portomontenegro.com/it

55


ICONIC DESIGN

A bordo con classe Laura Scatena

Miami, Fort Lauderdale, Parigi, Londra, Tokyo, le prime tappe che hanno segnato l’inizio “croceristico” della yacht designer, Cinzia Bulciolu. Una formazione ricca di esperienze tratte dal design, fiere top di gamma e salotti mondani, che hanno condotto la creatività dell’imprenditrice toscana, alla nascita della “Cinzia Bulciolu Luxury Yachting Service”. GSM: Ci racconti come nasce la “Cinzia Bulciolu Luxury Yachting Service”. CB: Intuito, passione e intraprendenza, doti senza le quali non avrei potuto raggiungere tale obiettivo in un settore molto esigente e raffinato. Da qui una ricerca minuziosa che parte già dalla scelta peculiare dei raffinati materiali che impiego, così come nella mia arte e nei miei elaborati. La “Cinzia Bulciolu Luxury Yachting Service”, ha come obiettivo quello di fornire servizi specifici, unici e personalizzati su grandi yachts, ville d’epoca, alberghi di lusso, garantendo sempre massima serietà e qualità. Collaborano a questo progetto in esclusiva, società specializzate tra cui, wrapping, interior design, studi di architettura, prodotti gastronomici, vini ed oli tra i più pregiati d’Italia, aroma e cromoterapia, visite mediche specializzate, medici esperti in medicina generale e specialisti per lo stato di buona salute dei membri dell’equipaggio, divise per equipaggio, abbellimenti floreali, immatricolazioni bandiera Maltese per yachts commerciali e privati e formula leasing per gli yachts. In Italia rappresento una nota società maltese che opera nel settore, supportata da un team di commercialisti che gestiscono le pratiche di immatricolazione e curano il cliente in tutte le sue necessità. Coopero con professionisti specializzati nella consulenza e assistenza legale. Infine, fanno parte di questo progetto, una squadra di professionisti che forniscono applicazione del Glass Coating, verniciatura dello scafo e sovrastruttura, direttamente dove lo yacht è locato. GSM: Quali sono i partner con cui collabora e quali i suoi principali clienti? CB: Tra i miei sponsor annovero un’importante azienda specializzata da tanti anni nell’applicazione di pellicole adesive su grandi superfici, il wrapping. Mi avvalgo di personale qualificato endorsed abilitato a livello europeo 3M. Sono stati fatti lavori di wrappatura per interni di motor yacht da 25 metri in su, lavori esterni ed interni (rivestimento mobili, pellicole trasparenti a protezione dei marmi) per abbellimento delle sovrastrutture e scafo, oltre alle pellicole per l’oscuramento dei vetri. Un’azienda al top che serve anche la categoria dei sailing yacht. Uno tra i miei clienti, che sono dislocati nei vari porti d’Italia, è il M/Y HARMONY III un Benetti Vision di 45 metri. Voglio fare un particolare ringraziamento all’armatore di HARMONY III e a tutti gli altri armatori che hanno creduto in me. Una bellissima novità, è stata la scuola di degustazione dell’olio per chef che può contare nel procurement di oli di oliva extra vergine super premium. Può fornire oltre quaranta diverse etichette, frutto di una rigorosa selezione dei migliori frantoiani d’Italia. Oli super premiati alle competizioni olearie più prestigiose del mondo, che

46

Onboard with Class Miami, Fort Lauderdale, Paris, London, Tokyo: the first stages that marked the “cruising” start for yacht designer Cinzia Bulciolu. Abundant experience in design, top exhibitions, and world class lounges have all led to the Tuscan entrepreneur’s creativity, and to the birth of “Cinzia Bulciolu Luxury Yachting Service”. GSM: Tell us how “Cinzia Bulciolu Luxury Yachting Service” came about? CB: Intuition, passion, and initiative. Without these qualities, I could not have achieved this goal in a very demanding and sophisticated sector. Hence a meticulous search that starts with specifically choosing refined materials to use, like in my art and creations. “Cinzia Bulciolu Luxury Yachting Service” aims to provide unique, personalized services on large yachts, in vintage villas and luxury hotels, always guaranteeing the utmost seriousness and quality. Numerous specialized companies collaborate with me on this exclusive project. This includes everything from wrapping, interior design, architecture firms, Italy’s most prestigious gourmet, wine, and oil products, aroma and chromotherapy, specialized medical visits, general practitioners and health specialists to keep the crew in good health, crew uniforms, floral arrangements, Maltese flag registrations for commercial and private yachts, and yacht formula leasing. In Italy, I represent a wellknown Maltese company that works in the sector, supported by a team of accountants who handle the registration process and take care of all of the client’s needs. I cooperate with professionals specializing in legal advice and assistance. Finally, another team of professionals also take part in this project – they provide glass coating application, and paint the hull and superstructure directly where the yacht is located. GSM: Who do you collaborate with and who are your main clients? CB: My sponsors include an important company that has specialized in wrapping for many years; wrapping is the application of adhesive films on large surfaces. I am aided by qualified staff who are licensed at a 3M European level. We have done wrapping work for interiors of 25-meter and higher motor yachts, superstructures and hull interior and exterior (furniture lining, transparent film to protect marble), as well as placing film to tint windows. It is a top company that also serves sailing yachts. One of my clients is the M/Y HARMONY III, a 45-meter Benetti Vision stationed in various ports in Italy. I’d like to pay special thanks to the HARMONY III owner, and all the other owners who have believed in me. A beautiful new addition has been the olive oil tasting school for chefs who can count on the acquisition of super premium extra virgin olive oil. It supplies over forty different labels, the result of a rigorous selection of the finest Italian olive oil mills. These olive oils have been heavily awarded at the most prestigious olive oil competitions in the world, and combine perfectly with culinary dishes. They have great health benefits and perfect features to accompany oysters and fish tartare, a light mayonnaise, or a cream gelato. Soon, chef courses will be organized. I am very proud to collaborate with an artisanal company that has been in the textile sector for homes, nautical, and upholstery for over 40 years. Using expert tailors


PH. LAURA SCATENA

Cinzia Bulciolu

si abbinano in maniera eccellente alle pietanze. Questi oli hanno proprietà salutistiche e caratteristiche perfette per accompagnare ostriche e tartare di pesce, una maionese leggera, un gelato alla crema. Verranno organizzati a breve corsi per Chef. Sono molto fiera di collaborare con un’azienda artigiana che opera nel settore della biancheria per la casa, per la nautica e tappezzeria da oltre 40 anni. Per questo selezioniamo tessuti di alta qualità, indispensabili alla realizzazione di tovagliati, lenzuola per finiture e materiali, avvalendoci di esperte sarte e tappezzieri. Nello show-room ci sono marchi come Rubelli, Jesurum, Mastro Raphael, La Fabbrica del Lino, Hefel, Kauffman,Tessitura Martinelli, Blumarine e molti altri. Tra la nostra clientela internazionale annoveriamo anche Hotel 5 stelle lusso, Resort, Agriturismi di alto livello e privati. Infine, ho un contratto di collaborazione con il cantiere Lusben, leder nel refitting che ha alle spalle un grosso gruppo di costruzioni navali Azimut/Benetti. Ho scelto di appoggiarmi a Lusben per la loro grande professionalità e serietà. Ho trovato in loro un partner moderno con il quale collaboro anche preventivamente nello sviluppo dei miei brand. Quindi la possibilità di sviluppare il mio core business a contatto di esperto personale del settore. GSM: Quali altri servizi offre? CB: Collaboro con un’azienda molto nota di Milano, che rappresenta una linea di prodotti naturali per il benessere psicofisico a base di oli e fiori di Bach dalle più disparate fragranze profumate con caratteristiche terapeutiche adatte per il rilassamento, diffusori di aromi naturali che emanano con diverse tonalità di colori delle fragranze molto delicate. Un’attenta analisi sui bisogni dei

and upholsterers, we are able to select high-quality fabrics, crucial to the creation of tablecloths, linens for finishes, and various other materials. In the showroom, there are brands like Rubelli, Jesurum, Mastro Raphael, La Fabbrica del Lino, Hefel, Kauffman,Tessitura Martinelli, Blumarine and many others. Our international clientele includes 5 star luxury hotels, resorts, high level agritourisms, and private accommodations. Finally, I have a collaboration contract with Lusben shipyards, a leader in refitting that has a large group of Azimut/Benetti naval constructions. I chose to work with Lusben because of their great professionalism and seriousness. With them, I’ve found a modern partner with whom I also work prior to developing my brands. So I have the opportunity to develop my core business staying in contact with experts in the industry. GSM: What other services do you offer? CB: I work with a well-known company from Milan that has a line of natural products for psycho-physical wellness. The products are diversely scented and made of oils and Bach flowers with therapeutic properties to relax; they have natural aroma diffusers that spread different shades and light fragrances. A careful analysis of customer needs, a study of innovative solutions puts the individual in synergic harmony with the environment, developing a line of accessories so people will feel like they are in a spa and health center when on board a yacht. We also create business cards and brochures for yachts and hotels, as well as making expressive videos with drones. GSM: What personal experience do you bring to “Cinzia Bulciolu Luxury Yachting Service”? CB: It’s very important for me to explore the human soul through an

47


PH. LAURA SCATENA

GSM: Quale esperienza personale mette a disposizione per implementare la “Cinzia Bulciolu Luxury Yachting Service”? CB: E’ per me molto importante esplorare l’anima dell’essere umano attraverso una sintesi espressiva che lascia, si spazio all’immaginazione, ma che ne delimita il concetto mediante un linguaggio quasi semiologico. Tutto questo ho iniziato a trovarlo nella mia passione per l’arte, infatti creo da tempo composizioni in argento in rilievo, elegantemente disposte su esclusivi supporti e decorate con preziose cornici. Opere che sono in vendita presso il mio atelier, oltre alla mia arte propongo artisti affermati scomparsi e contemporanei post decadentisti, figurativi o astratti. Sono un’appassionata studiosa di psicologia, frequento da qualche anno una nota scuola di grafologia a Roma, che mi consente ancor di più di prestare più attenzione ad una cura verso i miei clienti. Data la mia grande passione per la grafologia peritale giudiziaria, mi dedico assieme a personale qualificato, a fornire accertamenti e perizie su scritture, autenticità di firme su quadri, perizie su testamenti olografi. Un grande desiderio di soddisfare clienti molto particolari ed unici. Thanks to: Dott. R. Landi Copriletto ed asciugamani Katia Creazioni Salone con pellicole Special Wrap Oli F.J. Tytherleigh Italia Diffusore aroma e cromoterapia Brand Italia

48

consumatori, uno studio di soluzioni innovative che mettono in relazione sinergica gli ambienti e l’individuo, sviluppando una linea di accessori alla persona che si sentirà a bordo di uno yacht, come in un centro benessere. Inoltre ideiamo biglietti da visita e brochure per yacht e alberghi, nonchè la realizzazione di suggestivi video con drone.

Sono molto fiera di collaborare con un'azienda artigiana che opera nel settore della biancheria per la casa, per la nautica e tappezzeria da oltre 40 anni.

expressive summary that leaves, yes, space for imagination, but that defines the concept through almost semiological language. I started to find all of this in my passion for art, in fact for a long time I have been creating silver embossed compositions, elegantly arranged on exclusive buttresses, and decorated with valuable frames.These works are for sale at my atelier, where in addition to my art there are also artists who have disappeared and post-Decadent, figurative, or abstract artists. I am a passionate psychology academic, I’ve attended a renowned school of graphology in Rome now for a few years, and this allows me to pay even more attention to my clients and take care of them better. Given my great passion for handwriting analysis with legal consulting, I work together with qualified professionals providing inspections and expertise on handwritten scripts, authenticity of painting signatures, and evaluations on holographic wills and testaments. My greatest desire is to satisfy my very unique and exceptional clients. Thanks to: Dr. R. Landi Bedspread and towels: Katia Creazioni Showroom with film Special Wrap Oli F.J.Tytherleigh Italia Aromatherapy and cromotherapy diffuser Brand Italia


ph: @Luca Bracali

49


ICONIC YACHT

BENETTI FAST 125 M/Y SKYLER Asia Bernardini

L'esclusivita di una dirompenza marina, la classicita della precisione in uno stile inconfondibile. Skyler, e la terza unita della gamma Benetti Fast, equipaggiata con il sistema di propulsione AZP C65, il piu tecnologicamente avanzato sul mercato.

I

propulsori leggeri ad alta efficienza sono un elemento fondamentale nel ridurre l’impatto ambientale di uno yacht moderno”, sottolinea Vincenzo Poerio, CEO di Benetti “Abbiamo lavorato a stretto contatto con Rolls-Royce Marine con l’obiettivo di sviluppare un sistema di propulsione di eccellenza per la nostra nuova linea di megayacht esclusivi. Il successo di questa collaborazione è confermato dai fatti: Skyler è la terza unità di questa serie ad essere costruita, ed altre tre sono in fase di costruzione”. L’innovazione ha consentito di ridurre sensibilmente il peso del sistema propulsivo, permettendo una migliore distribuzione degli spazi di

The exclusiveness of a marine breakthrough, classic precision in an unmistakable style. Skyler is the third unit of the Benetti Fast range, equipped with an AZP C65 propulsion system, the most technologically advanced on the market. “Highly efficient lightweight propulsion is a key element in reducing the environmental impact of a modern yacht”, says Vincenzo Poerio, Benetti CEO. “We have worked closely with RollsRoyce Marine with the goal of developing an excellent propulsion system for our new line of exclusive mega-yachts. The success of this collaboration is confirmed by facts: Skyler is the third unit of this series to be built, and three more are under construction”. Innovation has made it possible to significantly reduce the weight of the propulsion system, allowing for better use of onboard space, with high propulsion efficiency, excellent maneuvering capabilities and easy maintenance.

56

bordo, con un’elevata efficienza propulsiva, eccellenti capacità di manovra e facilità di manutenzione. 38.1 metri di lunghezza con una larghezza di 8.3, costruito presso il cantiere di Viareggio, il Fast 125’ si articola su quattro ponti e ospita in totale 5 cabine per gli ospiti. La sportività delle linee esterne su finestrature orizzontali disegnate da Stefano Righini, esaltano l’elemento centrale, a lato della sovrastruttura, che copre la scalinata di accesso all’upper deck. Sul lower deck la spiaggetta, con l’area bar è pensata interamente per immergersi nell’orizzonte illimitato degli abissi. Il garage si apre lateralmente così da lasciare l’area di poppa libera per l’utilizzo degli ospiti, oltre a poter ospitare un tender e due moto d’acqua.

38.1 meters long and 8.3 meters wide, built in the Viareggio shipyard, the Fast 125’ is divided into four bridges and contains a total of 5 guest cabins. The sporty exterior lines and horizontal windows, designed by Stefano Righini, enhance the central element in the side of the superstructure that covers the access stairway to the upper deck. The beach area is on the lower deck, with an area bar that is entirely dedicated to diving into the unlimited horizon of the abyss.The garage opens sideways, leaving the aft area free for guest use, as well as being able to accommodate a tender and two jet skis. On the upper deck, the ship owner requested a handcrafted teak table with glass and steel details, overlooking an area equipped with a custom seat that’s over two meters long and five meters wide. In addition, there are two comfortable sun pads and a pool.


Benetti Fast 125 Skyler, esterno

57


“ 38.1 metri di lunghezza con una larghezza di 8.3, costruito presso il cantiere di Viareggio

“

il Fast 125 si articola su quattro ponti e ospita in totale 5 cabine per gli ospiti.

Benetti Fast 125 Skyler, esterno

58


Fast 125

Sull’upper deck l’armatore ha desiderato un tavolo di teak intagliato a mano, con dettagli in vetro e acciaio prospiciente una superficie attrezzata con una seduta custom lunga più di due metri, con un’ampiezza di cinque. In aggiunta due comodi divanetti prendisole e una piscina. Il sun deck è sinonimo di relax, con zona bar, due divani a L e un’area dining con dettagli custom firmati Minotti. Gli interni lussuosi, progettati da Redman Whiteley Dixon, a partire dalla configurazione “Air”, una delle tre opzioni per gli interni che Benetti offre agli armatori dei Fast 125’, con personalizzazioni quali il ricorso a loose furniture di celebri firme del design, tra cui Glyn Peter Machin, Sutherland, Minotti e Meridiani. Un layout creato per accogliere fino a dieci ospiti, in cinque cabine, di cui la suite armatoriale, tre cabine doppie e una con letti gemelli in cui può trovare posto un terzo letto. Le cabine per l’equipaggio possono ospitare fino a sette persone, così da assicurare un servizio completo e un’esperienza a bordo indimenticabile. Skyler, così come le altre unità della gamma Fast 125’ range, ha una carena D2P_Displacement to Planing® dotata di wave piercer per combinare i vantaggi di uno scafo dislocante a basse velocità con quelli di uno scafo planate a alte velocità.

Entrambe le modalita garantiscono il massimo comfort di bordo, con velocita fino a 22 nodi. The sun deck is synonymous with relaxation, with a bar area, two L-shaped sofas and a dining area with custom Minotti details. The luxurious interiors are designed by Redman Whiteley Dixon, based on the “Air” configuration, one of the three interior options that Benetti offers to the Fast 125’ ship owners. Customizations include the use of loose furniture from famous design brands, such as Glyn Peter Machin, Sutherland, Minotti, and Meridiani. The layout is designed to accommodate up to 10 guests in 5 cabins, made up of the master suite, three double cabins, and a twin cabin with space for an additional third bed. Crew cabins can host up to 7 people, providing full service and an unforgettable on board experience. Like the other units in the Fast 125’ range, Skyler has a D2P Displacement to Planing® hull, equipped with a wave piercer to combine the advantages of a displacement hull at low speeds with those of a planing hull at high speeds. Both modes ensure maximum on board comfort, with speeds of up to 22 knots. benettiyachts.it

Benetti Fast 125 Skyler, interno

59


6


ICONIC SAIL

Perla del mare Anna Maria Boniello

Quest'anno ha compiuto diciott'anni il sodalizio velico dell'isola azzurra, lo Yacht Club Capri, che sin dal giorno della sua apertura e diventato crocevia di velisti famosi provenienti da tutto il mondo.

62


Un' intera settimana legata a questo straordinario sport, dove oltre all'ambitissimo trofeo Challenger Rolex Capri Sailing Week si svolgono altre importantissime regate come la Tre Golfi, il Campionato Internazionale del Tirreno e la Mylius Cup.

Pearl of the Sea This year Yacht Club Capri, the Blue Island’s sailing association, turned eighteen years old. It has been the crossroads for famous sailors from all over the world ever since the day it opened. Over the years, thanks to the regattas organized by the club together with Rolex,Yacht Club Capri can boast about a palmarès full of names of famous skippers like Paul Cayard, Vincenzo Onorato, Francesco de Angelis. Even royals such as King Harald of Norway and Frederik, Crown Prince of Denmark, have participated in the races. And being on the island of fashion, obviously in addition to sailors in the races there are also important names from Made in Italy, like Leonardo Ferragamo and Pigi Loro Piana, as well as great entrepreneurs such as Marco Tronchetti Provera. The members of Capri’s sailing association have established a friendly relationship with each other, strengthened by the love for a sport so relevant to the Blue Island. In addition to big names and great regattas, in 2002 Capri’s association founded a sailing school that has become a true flagship over the course of the years, boasting a fleet that includes Optimist, Laser 420, and a 10-meter boat for the offshore sailing courses. There is a team of high-level instructors and professionals who alternate in various stages in order to make a new champion come out of Capri’s “nursery”. And there was another important achievement last year: under the chairmanship of Marino Lembo, the club was able to establish a collaboration with other important sailing clubs like the Italian Yacht Club, the Italian Rowing and Sailing Club, the Aniene Rowing Club – that together with Yacht Club Capri organize the Rolex Capri Sailing Week. It is an entire week dedicated to this extraordinary sport. In addition to the coveted trophy - Challenger Rolex Capri Sailing Week - there are other very important regattas such as the Tre Golfi, the International Tyrrhenian Championship, and the Mylius Cup. A whole week is dedicated to the sport and to competition, but also to glamour and the elite.

63

© Ufficio Stampa YCC - PH. Michele Sorrentino

Nel corso degli anni, con le regate organizzate dal Circolo in sinergia con la Rolex, lo Yacht Club Capri vanta nel suo palmares nomi di skipper famosi come Paul Cayard, Vincenzo Onorato, Francesco de Angelis, ed addirittura hanno partecipato alle gare teste coronate come Re Harald di Norvegia e Frederik di Danimarca. E trovandoci nell’isola del fashion, ovviamente tra i velisti in gara anche nomi importanti del Made in Italy, come Leonardo Ferragamo, Pigi Loro Piana e grandi imprenditori partendo da Marco Tronchetti Provera. I soci del sodalizio velico caprese hanno stretto con tutti uno rapporto di amicizia, cementato dall’amore di uno sport così attinente all’isola azzurra. Ma non solo grandi nomi e grandi regate: nel 2002 il sodalizio caprese ha fondato una scuola vela che nel corso degli anni è diventata il vero fiore all’occhiello, vantando una flotta di Optimist, Laser 420 ed un’imbarcazione di 10 metri per i corsi di vela d’altura. Un team di istruttori e professionisti di alto livello che si alternano nelle varie fasi per far sì che dal vivaio di Capri possa uscire quanto prima un nuovo campione. E dall’anno scorso ancora un importante risultato: sotto la Presidenza di Marino Lembo, il Circolo è riuscito a stringere una sinergia con altri importanti club velici come lo Yacht Club Italiano, il Circolo del Remo e della Villa Italia, il Circolo Canottieri Aniene, che insieme allo Yacht Club Capri organizzano la Rolex Capri Sailing Week.


© Ufficio Stampa YCC - PH. Michele Sorrentino

Una settimana intera dedicata allo sport ed alla competizione, ma anche al glamour ed alla mondanita: infatti da sempre il mese di maggio, tradizionalmente legato alle regate, da anche il via ufficiale alla stagione turistica. Il circus della vela, armatori, regatanti, esponenti dei media ed i vertici della Rolex che griffano la Capri Sailing Week, sono i protagonisti di esclusivi eventi di gala che si tengono nelle location più prestigiose dell’isola, dalla terrazza belvedere dei Giardini Di Augusto fino al Galà Dinner nel parco del Grand Hotel Quisisana, che si conclude con un grande spettacolo di fuochi artificiali e la cerimonia di premiazione nella piazzetta, salotto del mondo, che quest’anno è stata affollatissima come non mai in un clima di festa sportiva che ha coinvolto anche i tanti turisti e vacanzieri presenti che hanno applaudito i vincitori, Ange Trasparent II dell’armatore Valter Pizzoli che si è aggiudicata il trofeo Challenger Rolex Capri Sailing Week. Ed ovviamente per allentare le tensioni delle gare velisti ed armatori si tuffano nella movida caprese nei night alla moda dell’isola, Anema e Core, VV Bar, Number One e Number Two. A Capri anche una gara può diventare un esclusivo evento mondano, e tutto ciò è stato reso possibile grazie all’intuizione di chi, 18 anni fa, decise e fondò il Club Velico che oggi, con le sue regate, è tra i più blasonati d’Italia e del mondo.

64

As a matter of fact, the month of May – traditionally tied to the regattas – has always given the official start to the tourist season. The sailing circus, ship owners, regatta participants, media representatives and the heads of Rolex that endorse the Capri Sailing Week are all the key players of exclusive gala events that are held in the island’s most prestigious locations. These include everything from the panoramic terrace at Giardini di Augusto all the way to the Gala Dinner in Grand Hotel Quisisana’s park, which ends with a great fireworks display and an awards ceremony in the square considered the center of the world. This year it was more crowded than ever, and the celebratory sporting spirit captivated even many tourists and vacationers present who applauded the winners, Ange Trasparent II owned by Valter Pizzoli who took the Rolex Capri Sailing Week Challenger Trophy. And of course, to ease the tensions of the racers and ship owners, they dove into Capri’s nightlife in fashion, Anema and Core, VV Bar, Number One and Number Two. On Capri, even a race can become an exclusive international event, and all this was possible thanks to the intuition of those who decided 18 years ago to found the sailing club that today, with its regattas, is among the most prestigious in Italy and the world. yachtclubcapri.net


A natural oasis on the north eastern coast of Sardinia, a simple architecture with natural colors within a private park sloping down to the sea, swimming pools and private beach with ďƒžne white sand and clear blue sea, with the island of Tavolara in the background: here, in San Teodoro, Paradise Resort & SPA. Low buildings, granite stones and colorful ceramics, with elegant furnishings in the colors of the nature: there are 111 rooms and suites at Paradise Resort & SPA, immersed in the quiet of a private park, all with a terrace and sea or garden views.

For Info & Contact PARADISE Resort & SPA LocalitĂ Lu Impostu 08020, San Teodoro (OT), Italy +39 0784 1908000 - info@paradiseresortsardegna.com www.paradiseresortsardegna.com

65


ICONIC YACHT

Una villa in mare Luigi Lanaro

L

a sensazione che si prova è quella di abitare una villa contemporanea, elegante ma sobria, curata nei minimi dettagli, anche nell’arredamento. La differenza? è che la si può spostare da Portofino a St. Tropez, da Porto Cervo a Fort Lauderdale oppure in una qualsiasi meta oceanica e, anche quando il mare è calmo, si ha la sensazione di non avere vicini di casa attorno. Nel prodotto in ogni caso, prevale la sicurezza della navigazione pur essendo un affascinante ed esclusivo grande giocattolo tutto da scoprire nella sua ampiezza, robustezza, praticità, design e tecnologia anzi, oseremo dire informatica, in quanto la strumentazione di bordo è ormai giunta a sofisticati livelli di sapienza digitale. è il risultato del lavoro di un team di professionisti che non hanno disegnato e basta, ma che hanno vissuto in prima persona, le necessità di essere a bordo, sapientemente fuse con le abitudini mondane di alto livello, nel rispetto delle normative di sicurezza ed ecologiche, divenute di fondamentale importanza.

A Villa in the Sea The feeling you get is that of living in a contemporary villa, elegant but simple, tended to even in the smallest detail, including furnishings.The difference? It’s that you can move it from Portofino to St. Tropez, from Porto Cervo to Ft. Lauderdale or to any marine destination. Even when the sea is calm, you never have the feeling of any neighbors lurking around. In any case, the product’s navigational security always prevails, even though it is a fascinating and exclusive big toy. It is meant to be discovered for its size, power, practicality, design, and technology - although we can better say computer science, since the onboard instrumentation has now reached sophisticated levels of digital wisdom. It results from the work of a team of professionals who have not just designed, but who have personally experienced the need to be on board, cleverly mixed with worldly habits at a high level. It’s in compliance with safety and ecological regulations, which has become of the utmost importance. Customizing together with the client is not neglected, but actually becomes a priority. We know that people love to truly experience their homes more and more, even a floating home, adding details, style, and an aesthetic touch that no one else has.

acht 66


Abeking&Rasmussen, Cloudbreak

N

on e piu un metodo di trasporto e basta ma, il successo ottenuto da Abeking&Rasmussen con Cloudbreak, lo spettacolare yacht di 72 metri sapientemente realizzato pochi mesi fa, ha superato ogni aspettativa fra gli yachts piu costosi. 67


Abeking&Rasmussen, Cloudbreak

La personalizzazione dell’insieme da parte del committente non viene trascurata, ma addirittura diventa una priorità perché si sa, ognuno ama sempre più abitare la propria casa, anche se galleggiante, con particolari, stile e gusto estetico che altri non devono avere. Non è più un metodo di trasporto e basta, ma il successo ottenuto da Abeking&Rasmussen con Cloudbreak, lo spettacolare yacht di 72 metri sapientemente realizzato pochi mesi fa, ha superato ogni aspettativa fra gli yachts più costosi. Veronique Chraprowicki -CL- Jeremy Steddon -EOI- Jim Evans -SuperYachtsMonaco- Andrew Tree -STS- Lana Grineva, Max Cumming, Espen Oeino, lo Studio Christian Liagre, A&R con Rodiek, hanno coordinato i lavori di una miriade di professionisti ed operai specializzati, per curare i minimi dettagli ed offrire il top della funzionalità, del confort e del design, realizzando la pista di atterraggio per elicottero, il beach club, l’area sport, il giardino d’inverno, alcune terrazze, gli appartamenti per sé, per gli ospiti e per il loro Staff; indispensabili aspetti per identificare l’insieme come una produzione di lusso sì, ma in questo caso... da mozzafiato.

Abeking&Rasmussen e una societa tedesca che vanta dei primati nella realizzazione di yachts e barche a vela per chi ama il lusso. It is no longer just a method of transport, but a true achievement: Cloudbreak by Abeking&Rasmussen, a spectacular 72-meter yacht. It was skillfully made a few months ago but it has already surpassed every expectation among the most expensive yachts. A&R with Rodiek coordinated the work, together with Veronique Chraprowicki -CL- Jeremy Steddon -EOI- Jim Evans -SuperYachtsMonaco- Andrew Tree -STS- Lana Grineva, Max Cumming, Espen Oeino, Christian Liagre, and a myriad of professionals and skilled workers. They took care of even the smallest details and offer the best of functionality, comfort, and design. Features include a helicopter landing pad, beach club, sports area, winter garden, various terraces, and apartments for guest and crew, all of which are indispensable aspects to identify it as a luxury production, but in this case it goes farther… breathtaking. Abeking&Rasmussen is a German company that is proud to be the leader in the construction of yachts and sailboats for those who love luxury. abeking.com

68


69


ICONIC DESIGN

Proporzioni di stile Laura Scatena

Stilista d'interni, progettista dei dettagli, ricercatore di stile e funzionalita, professionalita ed indole innata verso il bello e ben fatto. L'interior design raffigura su di una tela come diverra il dipinto finale.

70


PH. stefano rigon

R

ispettare gli spazi, locare gli arredi in un mix armonioso di creatività e logica razionale, selezionare materiali di qualità eccelsa e le tecnologie all’avanguardia, così come l’ammodernamento per nuove destinazioni d’uso, in un sapiente bilanciamento di pieni e vuoti. Il ruolo dell’Interior designer è la sintesi della sapiente combinazione di più elementi: colori, volumi, materiali, superfici e luci. Porre in essere la propria capacità di progettare luoghi con personalità e innovazione, in grado di favorire e integrare la relazione tra persone e ambiente. Alessandro Pagnoni, della società Dines Parigi specializzata nell’interior lusso, rappresenta una delle prestigiose griffe nell’interior design, tra progetti residenziali lusso, jet privati, yacht, appartamenti. Il fil-rouge delle proprie creazioni è costituito dai valori dell’eleganza, minimalismo, innovazione, schematic design, cura delle sfumature, materie prime pregiate, realizzate in perfetta sinergia con i propri clienti. Il design di Alessandro Pagnoni, Monte Carlo by Dines, è un reale valore aggiunto di stile e raffinatezza su misura, “Se ogni pezzo è perfetto la stanza diventa un museo senza vita”. (Nancy Lancaster)

Style Proportion Interior stylist, details designer, seeker of style, functionality and professionalism, with a natural instinct for beauty and all things well done. Interior design portrays on a canvas how the final painting will turn out. Respect spaces, place furnishings in a harmonious mix of creativity and rational logic, select high quality materials and state-of-the-art technology, as well as renovate for new uses, in a sensible balance between full and empty. An interior designer’s role is to cleverly fuse many elements together: colors, volumes, materials, surfaces, and lights. They must put their own ability into action to design places with character and innovation, able to nurture and complement the relationship between people and the environment. Alessandro Pagnoni is part of Dines Paris, a company specializing in luxury interior design. It represents one of the most prestigious labels in the industry, and creates projects for luxury residences, private jets, yachts, and apartments. Common themes that run through their creations include elegance, minimalism, innovation, schematic design, attention to shading, exquisite raw materials, all created in perfect harmony with their clients. Design by Alessandro Pagnoni, Montecarlo by Dines, is a true added value of customized style and sophistication. “If every piece is perfect, the room becomes a museum and lifeless” . (Nancy Lancaster) www.dines-france.com (+33) 7 88 91 97 32 alessandro@dines-france.com

71


ICONIC JEWELS

TRA FLORA E FAUNA, TRA MITO E MAGIA Demetrio Baffa Trasci Amalfitani di Crucoli

Marilyn li cantava, Liz Taylor li adorava e Audrey Hepburn in "Breakfast at Tiffany"s diceva che gli uomini si giudicano dagli orecchini che ti regalano. Ancora, Coco Chanel amava ripetere che i bijoux non sono fatti per dare alle donne un'aura di ricchezza, ma per renderle belle; e se lo diceva lei...

72


N

el mondo dei gioielli è già un nome quello della designer americana Daniela Villegas che, da anni ormai, ci regala emozioni attraverso le sue creazioni dove estetica, natura e colori si uniscono in ogni singolo manufatto. Come un alchimista antico, Daniela combina spesso elementi organici come piume, spine, conchiglie, ciottoli e legno con l’oro, mescolando pietre preziose e semipreziose. Attraverso i materiali più diversi, la designer dà vita a creazioni ispirate ai coleotteri, ai millepiedi, ai criceti, al mondo degli abissi e, in particolare, ai camaleonti, simbolo per eccellenza del cambiamento e dell’arte di rinnovarsi che ritroviamo in molte delle sue opere. I nomi dei singoli pezzi sono esotici e richiamano un mondo lontano, quello dei nativi americani, dei grandi imperi antichi e delle civiltà precolombiane: ad esempio, ‘chapultepec’ in lingua náhatl ‘monte del grillo’ è il nome del monte a ovest di Città del Messico ma, anche, il nome della meravigliosa spilla raffigurante un grillo stilizzato.

Between Flora And Fauna, Between Myth And Magic Marilyn sang about them, Liz Taylor adored them, and in Breakfast at Tiffany’s Audrey Hepburn said that you could always tell what kind of a person a man thinks you are by the earrings he gives you. Even more, Coco Chanel loved to repeat that costume jewelry is not made to give women an aura of wealth, but rather to make them beautiful, and if she said it… In the world of jewelry, the name of American designer Daniela Villegas is already known, and for years she has given us emotions through her creations where aesthetics, nature, and colors combine in every single piece of handiwork. Like an ancient alchemist, Daniela often combines organic elements such as feathers, quills, shells, pebbles, and wood together with gold, mixed with precious and semi-precious stones. Using quite diverse materials, the designer gives life to creations inspired by beetles, millipedes, hamsters, the world of the abyss, and in particular, chameleons – a symbol ‘par excellence’ for change and the art of reinvention that we find in many of her works.

73


Tutto nelle composizioni della Villegas rimanda ad un mondo sincretico, dove mito e magia, flora e fauna si fondono, ecco allora che elementi chiave della tradizione riaffiorano in creazioni di alta gioielleria. Ad esempio, un’importante parte della collezione è dedicata alla figura del porcospino. Collana, anello e orecchini realizzati in oro, perle, veri aculei di porcospino e pietre semi-preziose, ispirati a questo animale le cui spine per i nativi americani rappresentavano un potente amuleto di protezione contro le energie negative. Gioielli che sembrano materializzarsi da viaggi spirituali e che uniscono elementi figurativi primitivi, immagini e visioni di luce che al tempo stesso si riflettono e riflettono i colori delle pietre scelte dalla Villegas. Gioielli ormai diventati veri e propri feticci tra star hollywoodiane del calibro di Salma Hayek, Demi Moore, Halle Berry, Emma Watson, Christina Aguilera, Lindsay Lohan e Mia Maestro, solo per citare alcune delle Villegas addicted.

Gioielli che sembrano materializzarsi da viaggi spirituali e che uniscono elementi figurativi primitivi, immagini e visioni di luce che al tempo stesso si riflettono e riflettono i colori delle pietre scelte dalla Villegas. Gioielli ormai diventati veri e propri feticci tra star hollywoodiane del calibro di Salma Hayek, Demi Moore, Halle Berry, Emma Watson, Christina Aguilera, Lindsay Lohan e Mia Maestro solo per citare alcune delle Villegas addicted. The names of individual pieces are exotic and recall a faraway world, that of Native Americans, of great ancient empires and of pre-Colombian civilizations: for example, Chapultepec, in Nahuatl meaning ‘mountain of crickets’, is the name of a mountain west of Mexico City, but also the name of a wonderful brooch depicting a stylized cricket. Everything in Villegas’ compositions refers to a syncretic world where myth and magic, flora and fauna blend; here, then, key elements of tradition resurface in jewelry creations. For example, a significant part of the collection is dedicated to the figure of the porcupine. Necklaces, rings, and earrings are made of gold, pearls, real porcupine quills and semi-precious stones, inspired by this animal whose quills represent a powerful amulet of protection against negative energy for Native Americans. Her jewelry seems to materialize from spiritual voyages; it combines primitive figurative elements, images and visions of light that at the same time reflect the colors of the stones that Villegas chooses. Nowadays, this jewelry has become a real obsession among Hollywood stars of the likes of Salma Hayek, Demi Moore, Halle Berry, Emma Watson, Christina Aguilera, Lindsay Lohan and Mia Maestro, just to name a few of the Villegas addicted. danielavillegas.com

74


Ultimate Luxury Lifestyle

Via Labicana, 125, 00184 Roma Tel. +39 06 7759 1380 - Email: info@hotelpalazzomanfredi.it www.palazzomanfredi.com

75


© Les Arts Décoratifs, Paris / Luc Boegly

ICONIC FASHION

Couture

Il sogno di Monsieur Dior e la ricerca della pura bellezza si svela nelle sale del Musee des Arts Decoratifs di Parigi, in un'esposizione che celebra i 70 anni di creativita di una Maison che ha reinventato la femminilita e la visione della moda

Magnifique Alice Arvei

76


Christian Dior, Junon gown, Haute Couture, Fall-Winter 1949, Milieu du siècle line Long crinoline evening dress embroidered with sequins by rébé, Paris, Dior Héritage © Photo Les Arts Décoratifs / Nicholas Alan Cope

Nell’arte del sublime si rivela la couture di Christian Dior e il suo universo legato al mondo dell’arte – Giacometti, Dalí, Calder, Max Jacob, Jean Cocteau - e alla sua passione per la bellezza e l’innata eleganza femminile. Settant’anni di magnificenza stilistica celebrati a Parigi dal Musée des Arts Decoratifs nel percorso espositivo “Christian Dior, Couturier du Rêve” - curata da Florence Müller e Olivier Gabet - una mostra che narra la vision del fondatore della Maison e degli stilisti che ne hanno determinato il suo successo: Yves Saint Laurent, Marc Bohan, Gianfranco Ferré, John Galliano, Raf Simons e oggi Maria Grazia Chiuri.

Monsieur Dior’s dream and the quest for pure beauty is unveiled in the halls of the Musée des Arts Decoratifs in Paris, in an exhibition that celebrates 70 years of creativity of a Maison that reinvented femininity and fashion concepts. Sublime art is revealed in Christian Dior’s couture and his universe tied to the world of art – Giacometti, Dali, Calder, Max Jacob, Jean Cocteau – as well as his passion for beauty and innate feminine elegance. Seventy years of stylistic magnificence is celebrated in Paris at the Musée des Arts Decoratifs in the exhibition entitled “Christian Dior: Designer of Dreams”, curated by Florence Müller and Olivier Gabet. It is an exhibition that shows the vision of the Maison founder, as well as the fashion designers who have determined his success: Yves Saint Laurent, Marc Bohan, Gianfranco Ferre’, John Galliano, Raf Simons, and currently Maria Grazia Chiuri.

77


© Les Arts Décoratifs, Paris / Luc Boegly

In una grammatica stilistica fedele all’identità di Monsieur e alla sua stretta relazione con l’epoca. In un viaggio attraverso più di 300 abiti di haute couture, dal 1947 ai nostri giorni, tra emozioni e ispirazioni, l’arte di Monsieur Dior è accompagnata per la prima volta da una documentazione esaustiva di fotografie di reportage, illustrazioni, lettere, manoscritti, scatti di moda, pubblicità, oltre a objets de mode tra cui cappelli, bijoux, scarpe, borse, fragranze. In un legame imprescindibile che lega ogni elemento e dettaglio dell’universo della Maison, “Le Reve du Couturier” mette in scena non solo il suo amore per la femminilità ma la sua visione eclettica legata alle diverse espressioni artistiche. Così in una narrazione a 360 gradi l’esposizione presenta le creazioni di couture in un dialogo con mobili e oggetti d’arte che definiscono lo sguardo di Monsieur, la sua lente sulla creatività, esplorando i segni e i tratti che hanno tessuto il fil rouge tra moda e arte. The stylistic syntax is true to Dior’s identity and his close connection to the era. The journey goes through more than 300 haute couture pieces from 1947 to the present, through emotions and inspiration. For the first time, Monsieur Dior’s art appears together with a complete collection of reportage photographs, illustrations, letters, manuscripts, fashion shots, and advertising. This is all in addition to objets de mode including hats, bijoux, shoes, handbags, and fragrances. In an undeniable bond that links every element and detail in the Maison’s universe, “Designer of Dreams” shows not only his love for femininity but also his eclectic vision tied to various artistic expressions. So in a narrative that comes full circle, the exposition presents couture creations in a dialogue with furniture and art objects that define Dior’s expression, his creative “lens”, exploring the signs and traits that have woven the common thread between fashion and art. Christian Dior, Couturier du Rêve - Musée des Arts Decoratifs = Parigi - Fino al 7 gennaio 2018 (Until 7 January 2018).

lesartsdecoratifs.fr

78


G-Rough is Lifestyle, Experience, Ar t, Community G-Rough is Unconventional lifestyle

G-Rough | Piazza di Pasquino, 69 Roma | reservations@g-rough.com | +39 06 68801085 | www.g-rough.it

79


ICONIC DIGITAL

Artistic connection Asia Bernardini

I

n Samsung abbiamo l’obiettivo di offrire ai nostri clienti prodotti che uniscano la tecnologia più avanzata, per un’esperienza di visione senza paragoni, e un design moderno che si integri in armonia con gli ambienti delle loro abitazioni”, ha commentato Marco Hannappel, Vice President di Samsung Electronics Italia. “Grazie alla qualità delle immagini, al design ed alle funzioni all’avanguardia per le smart TV, la nuova gamma di prodotti per il 2017 ci permetterà di entrare in una nuova era per i TV”. THE

80

FRAME l’opera artistica, presentato all’ultima edizione CES 2017, premiato con il Best Innovation Award al CES 2017, e del recente lancio globale di Parigi, emblema del concept di “Lifestyle TV”. La tecnologia innovativa incontra l’arte del designer svizzero Yves Behar e si concretizza in un oggetto di design ornamentale per ogni living room. Quando la Modalità Arte è attiva, si trasforma in un quadro appeso alla parete, permettendo agli utenti di scegliere le opere d’arte digitali direttamente dallo schermo del TV.


“At Samsung, we strive to offer our customers products that combine the most advanced technology, for unrivaled viewing experiences, and a modern design that complements their home environment”, commented Marco Hannappel, Vice President of Samsung Electronics Italy. “Thanks to the Smart TV’s image quality, design, and cutting-edge features, the new range of products for 2017 will allow us to enter into a new era of TV”. THE FRAME is an artistic work, presented at the last edition of CES 2017 where it was awarded the Best Innovation Award. And with the recent global launch in Paris, it has become the epitome of attention to the concept of Lifestyle TV. Innovative technology meets the art of Swiss

designer Yves Behar, and materializes in a decorative design object for every living room. When Art Mode is activated, it is transformed into a frame hanging on the wall, allowing the user to choose digital works of art directly from the TV screen. Landscapes, architecture, paintings, design - over one hundred pictures from ten different genres are available along with various artistic layouts, additional colors, and customizable accessories like interchangeable frames or the optional Studio Stand, unique to enhance any environment. THE FRAME is available with Samsung’s new Invisible Connection and No Gap Wall-mount, allowing users to find the perfect location for their TV.

81


THE FRAME e disponibile con il nuovo "Invisible Connection" e il "No Gap Wall-mount" Samsung, per consentire agli utenti di trovare la posizione ideale per il proprio TV, realizzato come un cavalletto per quadri, lo Studio Stand è l’accessorio ideale per qualunque ambiente dal mood artistico, mentre con il Gravity Stand, può essere ruotato facilmente, mantenendo un’ottima visione da qualunque angolazione. “In un’era in cui i consumatori valutano come i prodotti possono dare valore alla loro vita quotidiana, è importante riuscire ad andare oltre alle sole funzionalità”, ha dichiarato an Seung-hee, Vice President of Visual Display Business di Samsung Electronics. “In Samsung abbiamo ridefinito come un TV può valorizzare lo spazio domestico, inserendosi come un vero oggetto d’arredamento. Siamo felicissimi di avere il The Frame in mostra e promuoverne il suo valore durante questa manifestazione internazionale”. Samsung ha annunciato che il TV The Frame sarà esposto a Viva Arte Viva, la 57ª Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, in programma dal 13 maggio al 26 novembre 2017. Per l’occasione, Samsung sarà partner dell’artista Lee Wan, che mostrerà la sua serie di film “Made In” sul The Frame presso Counterbalance, “The Frame è l’unico prodotto capace di trasmettere l’autenticità degli artisti, mantenendo nel contempo un design raffinato”, ha dichiarato Lee Wan. “Mostrando The Frame alla Biennale di Venezia promuoveremo questa TV come un oggetto di interesse per il mondo dei musei e delle gallerie d’arte, ma anche per gli artisti”.

82

The Studio Stand is made like an easel for pictures and is the perfect accessory for any environment with an “artistic” mood, while the Gravity Stand allows the TV to be easily rotated for a perfect view from any angle. “In an era when consumers evaluate how products can add value to their daily lives, it’s important to be able to go beyond just functionality”, declared Seung-hee, Samsung Electronic’s Vice President of Visual Display Business. “At Samsung, we have redefined how a TV can enhance household space, becoming a true object of interior décor. We are delighted to have The Frame on display and to promote its value during this international event”. Samsung announced that The Frame TV will be exhibited at Viva Arte Viva, the 57th International Art Exhibition at the Venice Biennale, scheduled to be held in Venice from May 13 to November 26, 2017. For the occasion, Samsung will partner with artist Lee Wan, who will showcase his film series “Made In” on The Frame at Counterbalance. “The Frame is the only product which can deliver the true intentions of artists while maintaining a sleek design”, Lee Wan said. “Showcasing The Frame at the upcoming Venice Biennale’s art exhibition will propel this TV as a hotly discussed topic for the world’s leading art museums and galleries, as well as artists”.

samsung.com


MADE IN TUSCANY WE BELIEVE

V i a F u c i n i 3 - 5 6 0 1 2 F o r n a c e t t e ( P I ) t e l . + 3 9 0 5 8 74 2 2 5 7 6

www.gitsrl.com

info@gitsrl.com

83


ICONIC GOURMAND

Tutto il giorno, tutti i giorni Asia Bernardini

“Livorno è la città d’Italia dove, dopo Roma e Ferrara, mi piacerebbe più vivere. Lascio ogni volta il cuore sul suo enorme lungomare, pieno di ragazzi e marinai, liberi e felici. (…) Livorno è una città di gente dura, poco sentimentale: di acutezza ebraica, di buone maniere toscane, di spensieratezza americanizzante (…). Pei grandi lungomari disordinati, grandiosi, c’è sempre un’aria di festa, come nel meridione: ma è una festa piena di rispetto per la festa degli altri”. Pier Paolo Pasolini – Pubblicato su la rivista “Successo” (1959). Un impeto artistico tramandato dalle sfumature pastello di Fattori, dalle tormentate teste dell’illustre Modigliani, dalle note profonde di Piero Ciampi ed alle composizioni di Mascagni, fino a registi e attori cinematografici che hanno propagato un accento la cui sonorità è impossibile da emulare. Una città di porto, una città di contaminazione di culture, una città di esteti, una città di passaggio che rapisce i soli animi ardenti. “L’idea nasce dal ricordo dei viaggi che porto con me,

Parigi e Copenaghen.Tornare per creare un ‘contenitore’ fatto di persone e per le persone, idee, colori, musica, arte, letteratura. La filosofia del condividere, ascoltare, assimilare e rivelare”, ci racconta Andrea Luti, Direttore di un angolo del tutto non convenzionale, il Corner Bistro, ideato su progetto dell’Architetto Marco Lulli per il titolare Simone Gonnelli, naturalmente a due passi dal mare. L’attenzione è quella di un ricerca dettagliata verso la smisurata tensione di una perfezione stilistica, celata sotto la veste di una sobria semplicità. Dall’architettura al design, ai vinili, dalle luci soffuse, al calore del legno che rimanda alla tradizione del bello e ben fatto, che accoglie “giusto tutto il giorno, tutti i giorni” per un caffè, un tramezzino veneziano, una rosetta, una crostata fatta in casa, dall’aperitivo al pranzo fino alla cena, tra pollo al curry con riso bianco e venere, insalata di polpo, seppie, indivia, trevisana, pomodorini e friarielli, toscani taglieri con salumi, verdure e selezioni di formaggi stagionati.

Un non-locale, piuttosto uno spazio di co-working dove appagare i propri sensi con gli intramontabili aromi del caffe e latte, pane, burro e marmellata delle nostre colazioni.

All Day, Every Day

“Livorno is the city in Italy where, after Rome and Ferrara, I would most like to live. I always leave my heart on its huge waterfront, full of kids and sailors, free and happy. (…) Livorno is a city of tough people who aren’t very sentimental: with Jewish sharpness, good Tuscan manners, and Americanized light heartedness. (…) Along the big, magnificent, cluttered waterfront, there is always a festive atmosphere, like in Southern Italy: but the feeling of celebration is full of respect for the celebrations of others.” Pier Paolo Pasolini – Published in the magazine Successo (1959).This artistic passion was passed down from Fattori’s pastel shades, from Modigliani’s famous tormented heads, from Piero Ciampi’s profound notes and Mascagni’s compositions, and even from film directors and actors that have spread an accent whose sound is impossible to duplicate. A port city, a city of cultural contamination, a city of connoisseurs, a city of passing that captures only ardent souls.“The idea comes from the memories

84

I have of trips to Paris and Copenhagen. To go back to create a “container” made up of people and for people, ideas, colors, music, art, literature. The philosophy of sharing, listening, understanding, and showing”, Andrea Luti tells us, Director of a completely nonconventional nook, Corner Bistro, designed by Architect Marco Lulli for the owner Simone Gonnelli, naturally just a stone’s throw from the sea. It focuses on a detailed search for immense attention towards stylistic perfection, hidden under the guise of plain simplicity. Everything - from its architecture, design, vinyl, and soft lights, to the warmth of wood that hints at a tradition of “beautiful and well made” - all welcomes “all day, every day”. Come for a coffee, a Venetian sandwich, a roll, or a homemade tart. Have an aperitif at lunch up until dinner, and try the curry chicken with white Venere rice, octopus salad, squid, endive, Trevisana chicory, cherry tomatoes and brocolli raab, or a Tuscan sampler with cold cuts, vegetables, and a selection


Andrea Luti

85

© Ph. Paolo Ciriello


© Ph. Paolo Ciriello

“Un non-locale, piuttosto uno spazio di co-working dove appagare i propri sensi con gli intramontabili aromi del caffè e latte, pane, burro e marmellata delle nostre colazioni. Un luogo/focolare che ospita e che per un momento diviene una dimora condivisa” prosegue Andrea, con una passione che rispecchia la magia che si propaga, “La domenica, ai nostri brunch, le famiglie si riuniscono e trascorrono i rari e preziosi momenti fatti di incontri, letture e rispetto delle regole del con-vivere e con-dividere”. Corner Bistro, un format da narrare ed esportare. “Mi piace pensare che questo “prodotto” abbia e sia da stimolo per i nostri frequentatori, un target che abbraccia una traiettoria trasversale. La mia vittoria è stata quella di poter voltarmi e vedere come un ventenne si trovi a suo agio accanto alle generazioni passate. Una mia ferma volontà di non escludere, ma includere, combinare tradizioni dove fondersi e confondersi”, conclude.

Un effluvio di salinita che si propaga dalla distesa azzurra idolatrata con doveroso rispetto e che si dirama tra le ispide tamerici, regine delle coste rocciose. of aged cheeses.“It’s a non-pub, rather it’s a coworking environment where you can satisfy your senses with the timeless aromas of coffee and milk, bread, butter and jam from our breakfasts. It’s a place that hosts and for a moment becomes a shared home”, Andrea continues, with a passion that reflects the magic he spreads. “At our brunches on Sundays, families gather and spend rare and precious moments together, comprised of meetings, readings, and respecting the rules of co-living and sharing”. Corner Bistro is a format to tell of and export. “I’d like to think that this ‘product’ has and is a stimulus for our regulars, it’s a target that embraces a wide path. My victory was being able to turn around and see how a 20-year-old is at ease next to older generations. My firm desire is not to exclude, but include, and combine traditions that can get muddled together and blend”, he concludes. A waft of saltiness spreads towards the idyllic blue horizon with proper respect, and branches out towards bristly tamarisks, queen of the rocky coast.

facebook.com/cornerbistrolivorno

86


87


ICONIC GOURMAND

Grande Chef du Trastevere Chiara Melani

Nel cuore di Trastevere, ad un passo da Piazza Trilussa, Glass Hostaria è una gemma architettonica di prelibatezze sofisticate tra intarsi di design ultramoderno che si insinuano nelle vecchie facciate incorniciate dall’edera. Cristina Bowerman, dal 2006, ne è alla direzione, la cui estrosità creativa è stata pluripremiata nel corso della sua carriera con due forchette dal Gambero Rosso e nel 2010 la Stella Michelin, unica donna per quell’anno. GSM: Dalla Puglia ad Austin, Texas, scuola Cordon Bleu: qual è stato il suo percorso per diventare chef? CB: Dopo essermi laureata in Giurisprudenza, ho deciso di viaggiare e di andare a vivere all’estero, portando con me la passione per la cucina. Sono andata negli Stati Uniti dove ho iniziato un percorso lavorativo lontano da quelli che erano stati i miei studi, lavoravo nel campo del design. Nel 2000 decido di cambiare la mia carriera, lasciando il design e abbracciando la cucina professionale, così mi laureo in Arti Culinarie presso l’Università TCA. Ero convinta che cucinare poteva essere più del “semplice” spadellare, che era una questione di cultura, tradizione, creatività. Insomma poteva essere considerata una professione. Dopo essermi laureata mi sono data dieci anni di tempo per avere successo nel mio campo dove “avere successo” era (ed è ancora) legato alla possibilità di svolgere la propria professione al massimo delle proprie potenzialità. Nel 2004 torno in Italia, volevo imparare a fare la miglior pasta fresca del mondo e rientrare ad Austin, ma le opportunità che mi si sono presentate erano da prendere al volo. Così eccomi a Roma da ormai undici anni.

Trastevere's Great Chef In the heart of Trastevere, steps away from Piazza Trilussa, Glass Hostaria is an architectural gem of sophisticated delicacies within ultra-modern design embellishments that are woven into old facades framed by ivy. Since 2006, Cristina Bowerman has been in charge, and her creative extravagance has been awarded multiple times over the course of her career, including two forks from Gambero Rosso and a Michelin Star in 2010, the only woman that year. GSM: From Puglia to the Cordon Bleu Culinary School in Austin, Texas: what has your path been like to becoming a chef? CB: After graduating with a degree in Law, I decided to travel and to go live abroad, bringing a passion for cooking with me. I went to the United States where I started a career far from what I had studied, working in the field of design. In 2000, I decided to change my career, leaving design and embracing professional cuisine, so I graduated in Culinary Arts from TCA University. I was convinced that cooking could be more than a “simple” swishing pans around, that it was a matter of culture, tradition, and creativity. In short, it could be considered a profession. After graduation, I gave myself ten years to succeed in my field where “succeeding” was (and still is) tied to the opportunity to practice this profession making the most of one’s potential. In 2004, I came back to Italy. I wanted to learn how to make the best fresh pasta in the world and go back to Austin, but the opportunities that were presented to me were not to be missed. So here I am in Rome, by now for 11 years.

88


Glass Hostaria

89


La mia vita include il lavoro e non potrebbe essere diversamente. Io mi realizzo come persona anche attraverso il lavoro e quindi non vivo le mie lunghe ore lavorative, il mio tempo limitato con la mia famiglia, il poco tempo da dedicare a me stessa, come sacrificio.

Chef Cristina Bowerman

GSM: Il collegamento con le sue radici pugliesi? CB: La cima di rapa, what else? La cima di rapa è la Verdura pugliese per eccellenza. Sapore, odore sono inconfondibili. Inoltre, il colore brillante mi da sempre la sensazione di salutare, bello, buono e per me uno dei sapori migliori in assoluto. Ogni volta che mi avvicino alle cime di rapa, il legame con la Puglia è immediato. GSM: Qual è il sapore di cui non può fare a meno? CB: Pasta e piselli di mia nonna. Ancora oggi penso che sia il mio piatto preferito. Uno dei piatti che resterà nella storia di Glass sono proprio le “tagliatelle panna, prosciutto e piselli”, dove nulla di ciò che vedi è quel che sembra: questa ricetta è dedicata alla pasta e piselli di mia nonna, che comunque resterà sempre la più buona. GSM: Quali sono le regole della sua cucina? CB: Studio, concentrazione, pulizia, innovazione, perché mi piace sempre fare cose nuove. Sono attratta da tutto ciò che non conosco e difatti la contaminazione è assolutamente imprescindibile nella mia cucina così come nella mia vita. Sono incapace di pensare alla mia vita senza lo stimolo di altre culture, di altri ingredienti.  GSM: Leader si nasce o si diventa? CB: Si nasce, ma lo si diventa sempre di più. Studiando, affinando, esercitandosi e gestendo situazioni diverse. Quindi direi che la risposta è un po’ si nasce e un po’ si diventa. Essere leader significa non solo saper dare l’esempio ma anche, e soprattutto, riuscire a stimolare ogni persona che si ha di fronte a dare il meglio di se stessa. Io penso che al mondo d’oggi il lavoro più difficile in assoluto è quello legato alla gestione delle risorse umane. Cercare di stimolare le persone a dare il meglio di se stessi è quello che un leader dovrebbe fare.

90

GSM: What is the connection with your roots in Puglia? CB: Rapini, what else? Rapini, or broccoli rabe, is the ultimate Pugliese vegetable. Its flavors and smells are unmistakable. Also, its bright color always gives me a sense of health, beauty, goodness, and for me it is one of the absolute best flavors. Whenever I get close to rapini, my bond with Puglia is immediate. GSM: What flavor can you not do without? CB: My grandmother’s pasta and peas. Even today, I think it is still my favorite dish. One of the dishes that will remain in Glass’ history is the “tagliatelle with cream, ham, and peas,” where nothing that you see is what it seems: this recipe is dedicated to my grandmother’s pasta and peas, that in any case will always be better. GSM: What are the rules of your kitchen? CB: Study, concentration, cleanliness, innovation, because I always like doing new things. I’m attracted to everything that I don’t know, and sure enough, fusion is absolutely essential in my kitchen, just like in my life. I’m unable to think of my life without inspiration from other cultures, other ingredients. GSM: Is a leader born that way or does one become it? CB: One is born a leader, but increasingly becomes it - through studying, perfecting, practicing, and managing different situations. So I would say that the answer is a bit born that way and a bit becomes. Being a leader means not only knowing how to be an example, but also, and above all, being able to motivate every person around you to give the best they have to offer. I think that nowadays the most difficult job is connected to the management of human resources. Trying to inspire people to do their absolute best is what a leader should do.


©ANDREA FEDERICI

GSM: Dei 24 nuovi stellati proclamati per il 2010 dalla nota guida Michelin è stata l’unica donna. Che cosa ricerca la clientela degli eleganti tavoli de Glass Hostaria in Trastevere? CB: La clientela di Glass cerca stimoli. Uno dei commenti più comuni dei miei clienti, che tento di curare personalmente, è “Finalmente. Se avessi mangiato un altro piatto di carbonara o cacio e pepe, mi sarei sentito male”. Purtroppo per molto tempo Roma ha sofferto di un appiattimento dell’offerta che prevedeva i soliti piatti della tradizione e neanche tutti, ma solo i più popolari. Ultimamente, e sono felice di questo, l’offerta si è molto allargata portando una ventata di modernità all’offerta romana.

©ANDREA FEDERICI

GSM: Studio, preparazione, dedizione e creatività. Qual è stato il suo sacrificio più grande? CB: Mi riesce difficile pensare a sacrifici... mi spiego meglio. Io non vivo la mia professione come un lavoro e dunque non la concepisco come una ‘sottrazione’ alla mia vita. La mia vita include il lavoro e non potrebbe essere diversamente. Io mi realizzo come persona anche attraverso il lavoro e quindi non vivo le mie lunghe ore lavorative, il mio tempo limitato con la mia famiglia, il poco tempo da dedicare a me stessa, come sacrificio.

GSM: Out of 24 new declared stars for 2010 from the renown Michelin Guide, you were the only woman. What do the clientele at the elegant tables of Trastevere’s Glass Hostaria look for? CB: Glass’ clientele look for stimulants. One of the most common comments from my clients, that I personally try to take care of, is “Finally. If I had to eat another plate of carbonara or cacio and pepper, I would be sick”. Unfortunately, for a long time, Rome suffered from a flattening of the demand that called for the usual traditional dishes, and not even all of them but only the most popular. Recently, and I’m happy about this, the variety has really broadened, bringing a surge of modernity to what Rome has to offer. GSM: Study, preparation, dedication, and creativity. What has been your greatest sacrifice? CB: I find it difficult to think about sacrifices…I’ll explain it better. I don’t consider my career like a job, therefore I don’t see it as a “subtraction” to my life. My life includes work and it could not be otherwise. I am fulfilled as a person even through work and so I don’t see my long hours at work, my limited time with my family, the little time to devote to myself – I don’t see it as a sacrifice.

glass-restaurant.it cristinabowerman.com

91


ICONIC HOTEL

“

Uno stile che pero non manca di personalita e di eleganza, quello di Punta Tragara, dal quale emerge il fascino e la "voce" di Capri, che soave racconta anno dopo anno le splendide stagioni passate sull'isola.

“

92


SommitA regale Elisa Aliotta

I

nconfondibile è la bellezza dei tre picchi rocciosi che emergono dal mare, uno spettacolo conosciuto in tutto il mondo, quello dei Faraglioni dell’isola di Capri. E c’è chi, proprio di fronte a tale bellezza ha voluto costruire la propria casa, anzi qualcosa di più di una semplice dimora, l’avevano chiamata la Stracasa. Nel 1920 Emilio Errico Vismara scelse lo spettacolo di Punta Tragara per costruire la sua villa. Il progetto ideato ed seguito da Le Corbusier viene descritto come “una specie di fioritura architettonica, un’emanazione della roccia, una filiazione dell’isola, un fenomeno vegetale”. Quando l’euforia della Dolce Vita approdò sull’isola, la Villa venne acquistata dal Conte Goffredo Manfredi nel 1968 che ne fece prima la sua dimora di vacanza e poi, nel 1973 la trasformò in albergo. Da allora il Punta Tragara Hotel&Spa, ha intrapreso una crescita straordinaria, fino a raggiungere i massimi livelli dell’ospitalità caprese e diventando oggi una delle migliori location dell’isola, proprio come testimoniano le sue cinque stelle lusso.

Regal Summit The unmistakable beauty of three rocky peaks emerging from the sea, a sight known all over the world, is that of the Faraglioni of Capri Island. And right in front of such beauty, there are those who wanted to build their own homes; actually they were something more than just a simple home, called “stracasa” or “super house”. In 1920, Emilio Errico Vismara chose to build his villa in spectacular Punta Tragara. Designed and handled by Le Corbusier, the project is described as “a kind of architectural blooming, an emergence from the rock, the offspring of an island, a flowering phenomenon”. When the euphoria of the dolce vita, or the good life, landed on the island, Count Goffredo Manfredi purchased the Villa in 1968. He first made it his holiday home, and then turned it into a hotel in 1973. Since then, Punta Tragara Hotel & Spa has undergone extraordinary growth, reaching the highest levels of hospitality on Capri, and becoming one of the best venues on the island today, proven by its luxurious five stars.The owner, Goffredo Manfredi, wanted to keep a feeling of home. After all, it was where his grandparents, Count and Countess Manfredi, spent their summers in the company of family, friends, and distinguished guests; time spent there was a chance to nurture affection and enjoy the bounty of nature surrounding the Villa.

93


Il proprietario, Goffredo Manfredi, ha voluto mantenere lo stile di casa, dove i nonni, il Conte e la Contessa Manfredi, trascorrevano le loro estati in compagnia della famiglia, di amici e di personaggi insigni; un’occasione per coltivare gli affetti e godere della generosità della natura che circonda la Villa. Uno stile che però non manca di personalità e di eleganza, quello di Punta Tragara, dal quale emerge il fascino e la “voce” di Capri, che soave racconta, anno dopo anno, le splendide stagioni passate sull’isola. A pochi minuti a piedi dalla celebre piazzetta di Capri, piazza Umberto I, ripercorrendo l’omonima Via Tragara, si raggiunge l’Hotel, una “terrazza sul mare” dal quale si può ammirare oltre allo spettacolo dei Faraglioni, il fascino di Marina Piccola e il profilo bianco di Capri. La struttura, al suo interno, propone un’ampia scelta di camere e suites, ognuna delle quali è stata minuziosamente arredata con un accurato design, che rievoca nella sua bellezza l’isola e le sue meraviglie; sono infatti la Faraglioni Suite, la Tragara Suite, la Certosa Suite, la Monacone Suite ai piani inferiori, l’Art Suite e la Pentahouse all’ultimo piano, che si ispirano alle principali attrazioni dell’isola offrendo tutti i confort ai propri ospiti, che potranno vivere un’esperienza straordinaria che inizia dalle terrazze a picco sul mare e continua nei sontuosi bagni in marmo pregiato. Ed è proprio ad un tuffo dalla piscina, che si trova il posto esclusivo dove poter degustare dissetanti e frizzanti long drinks e cocktails, come il ”Tragara” con sciroppo del frutto della passione, cordial lime, vodka e lemon soda, servito dal barman Daniele Chirico nel bar Monzù Gin Club & American Bar dell’Hotel. Due, sono invece i ristoranti che offre la struttura, il Monzù, ristorante Gourmet di Punta Tragara, capitanato dallo Chef Luigi Lionetti ed il Ristorante Mamma’ - una stella Michelin - che gode della consulenza di Gennaro Esposito (due stelle Michelin) sotto la regia dell’executive Chef Salvatore La Ragione. Una cucina contemporanea, verace e naturale, un trionfo di sapori, dalle colazioni di alta pasticceria ai piatti storici della cucina tipica Caprese e Napoletana, con ogni ingrediente rigorosamente di straordinaria qualità. Ripercorrendo il percorso, passando per le vie dello shopping, si ritorna al Punta Tragara Hotel dove l’esperienza indimenticabile continua, in un’oasi di benessere, la Spa, un luogo ideale dove trascorrere delle ore in totale relax e dove scoprire la ricchezza dei trattamenti Physio Lab.

U

n sogno che vorremo non finisse mai, quello vissuto al Punta Tragara Hotel&Spa, che si accende ogni giorno all'alba sui Faraglioni.

However, this style is not lacking in personality and elegance: charm and the “voice” of Capri emerge from Punta Tragara, where year after year the elite tell of wonderful seasons spent there. The hotel is just a few minutes walk from Capri’s famous square, Piazza Umberto I, and is found along the street of the same name,Via Tragara. It is a “terrace on the sea” from which you can admire the spectacular Faraglioni, the charm of Marina Piccola, and Capri’s white profile. Inside the structure, there is a vast choice of rooms and suites, each of which has been meticulously furnished with careful design that recalls the beauty of the island and its wonders. Sure enough, these include the Faraglioni Suite, Tragara Suite, Certosa Suite and Monacone Suite on the lower floors, and the Art Suite and Penthouse on the top floor, inspired by the island’s main attractions. Guests can have an extraordinary stay and take pleasure in all the comforts, ranging from terraces overlooking the sea all the way to the luxurious fine marble bathrooms. And it’s just steps from the pool, an exclusive area where you can taste refreshing and sparkling long drinks and cocktails, such as “Tragara” with passion fruit syrup, lime cordial, vodka, and lemon soda, served by bartender’s Daniele Chirico in the hotel’s Monzù Gin Club & American Bar. The hotel has two different restaurants. Monzù is Punta Tragara’s gourmet restaurant, headed by Chef Luigi Lionetti. Michelin-starred Ristorante Mammà benefits from consultation by 2-starred Michelin Chef Gennaro Esposito, and is run by Executive Chef Salvatore La Ragione.The cuisine is contemporary and natural; there is a triumph of flavors, from breakfast with gourmet baking to historical dishes from cuisine typical to Capri and Naples. Every ingredient is strictly of the highest quality. Going back along the path, passing along streets for shopping, return to Punta Tragara Hotel where the unforgettable experience continues in an oasis of wellness at the Spa. It’s the perfect place to spend hours in total relaxation and discover the richness of Physio Lab treatments. hoteltragara.com/it

94


95


ICONIC POLO

High goal tournament on snow Asia Bernardini

Un tumulto roboante, tra colpi sferrati e repentine accelerate, ha riecheggiato per tre giorni dal 27 al 29 gennaio, le innevate scoscese di St. Moritz, durante il celebre appuntamento della Snow Polo St. Moritz. Settemila spettatori hanno gremito le tribune soleggiate tra calici di Perrier-Jouët e prove su lago gelato della scattante Maserati. Durante la suntuosa cena di Gala al Badrutt’s Palace Hotel, gli ospiti sono stati intrattenuti da una speciale mostra azeri tra note tradizionali e balli in costume, mentre l’eleganza della collezione Cartier Magicien, irradiava le passerelle e ammaliava gli spettatori. La valle dell’Engadina ha brillato in gloria mentre il Cartier Trophy, è stato assegnato, nello stupore complessivo, dopo la lodevole vittoria, al Team Cartier, seguita da un’acerrima finale che li ha visti combattere contro il Team Badrutt’s Palace Hotel.

Una partita epica che ha riflettuto la feroce concorrenza dei tre giorni, tra difesa ed attacco, conclusasi nel secondo chukka che ha visto il Team Cartier affermare il loro dominio con tre gol siglati da Chris Hyde e Dario Musso, contrapposti da una sola risposta di Alejandro Novillo Astrada per il Team Badrutt's Palace Hotel. Among the game’s blows and rapid acceleration, a deafening roar echoed for three days from January 27 to 29, in precipitous and snowy St. Moritz, during the famous event Snow Polo St. Moritz. Seven thousand spectators were packed into the sunny stands amidst glasses of Perrier- Jouët and speedy Maserati trials on the frozen lake. During the sumptuous Gala Dinner at Badrutt’s Palace Hotel, guests were entertained by a special Azeri show with traditional notes and costumed dances. Meanwhile, the elegance of Cartier Magicien’s collection radiated runways and adorned spectators. The Engadin Valley shone in all its glory while the Cartier Trophy was awarded in total wonder after Team Cartier’s commendable victory, following a fierce final in which they fought against Team Badrutt’s Palace Hotel. It was an epic match, between defense and attack, that reflected the powerful competition of the three days.

96


97 © Ph. Tony Ramirez


© Ph. Tony Ramirez

Oltre 180 rappresentanti della stampa mondiale si sono riuniti dinanzi al podio nel momento in cui e stato conclamato il giocatore piu valoroso, assegnato con decisione a Chris Hyde, celebrando la sua sesta vittoria a St. Moritz. Un susseguirsi di emozioni e acclamato fervore dei numerosi appassionati giunti sulle vette per supportare le aitanti gesta dell’antico gioco dei Re, il tutto seguito e documentato per la prima volta dalla magia aerea che i droni regalano. Oltre 180 rappresentanti della stampa mondiale si sono riuniti dinanzi al podio nel momento in cui è stato conclamato il giocatore più valoroso, assegnato con decisione a Chris Hyde, celebrando la sua sesta vittoria a St. Moritz. “Ci vediamo l’anno prossimo!”, assicura Dario Musso, tra divertimento gioioso e intrattenimenti top di gamma che ancora riecheggiano nelle brillanti giornate di sportiva competizione, nella trepidante attesa della prossima 33°esima edizione dal 26-28 gennaio 2018.

98

The match ended in the second chukka when Team Cartier affirmed their dominance with three goals by Chris Hyde and Dario Musso, opposed by a single response from Alejandro Novillo Astrada for Team Badrutt’s Palace Hotel. A string of excitement and much acclaimed zeal rang through the numerous enthusiasts who arrived at the peaks to cheer on the ancient game of Kings’ valiant deeds. There was a sort of aerial magic as drones followed and recorded it all for the first time. Over 180 representatives from world press gathered in front of the podium when the title of most valuable player was emphatically given to Chris Hyde, celebrating his sixth victory at St. Moritz. “See you next year!”, assures Dario Musso, among joyful fun and top-of-the-range entertainment that still echo in the bright days of athletic competition, during the anxious wait for the upcoming 33rd edition from January 26 – 28, 2018. snowpolo-stmoritz.com


Unica sede Milano Via Francesco Hayez 14 | info: +039 02-20241665 www.couturehayez.com | info@couturehayez.com

99


ICONIC GOLF

Spirit of the game

Demetrio Baffa Trasci Amalfitani di Crucoli

A prescindere che le sue origini siano scozzesi o olandesi, resta il fatto che oggi in Italia il golf rappresenta uno sport sempre piu popolare e una realta in crescita. Sono oltre cento anni che il golf ha iniziato ad essere amato nel nostro paese ed e dal 1925 che il "Golf Club Villa d'Este" rappresenta un luogo caro per gli appassionati dello sport. 100


N

ato come circolo privato collegato ad uno degli alberghi più famosi del mondo, il campo da golf è ancora oggi un luogo inimitabile per bellezza, charme e tradizione. Presieduto da Walter Ragazzi il Golf Club Villa d’Este vanta strutture d’eccellenza e un calendario sportivo per l’anno in corso degno delle più grandi strutture internazionali

comodamente consultabile sul sito web in costante aggiornamento. Fiore all’occhiello della struttura sono state le ben 57 edizioni dei Campionati Internazionali d’Italia dilettanti qui disputate o, ancora, i 12 open d’Italia, i 3 ‘Omnium’, le 14 edizioni dei campionati seniores, una storia di eccellenza che continua ancora oggi con la stessa grinta, classe ed eleganza.

Il mese di settembre vede, ad esempio, tra i tanti avvenimenti in programma, la India Golf cup 2 ° 17 ° , la finale del campionato individuale lombardo e il campionato regionale Lombardia individuale in programma per sabato 30 e domenica 1 ottobre.

Il mese di settembre vede, ad esempio, tra i tanti avvenimenti in programma, la ‘India Golf cup 2°17’, la finale del campionato individuale lombardo e il campionato regionale Lombardia individuale in programma per sabato 30 e domenica 1 ottobre. Sempre in ottobre è in calendario la ‘Coppa Emilio Cramer’, riservata a giocatori con playing hcp  inferiore a 16 e le finali del campionato sociale, un campionato con qualifica su 6 giri  medal  per la 1° e la 2° categoria e 6 giri stableford per la 3°, con fase finale a formula match-play. Accanto al campo il ‘Golf

Club Villa d’Este’ troviamo, inoltre, un ricco shop, bar, un ristorante, eleganti lodges e una prestigiosa ‘Green Golf Accademy’ nata per soddisfare le esigenze di ogni giocatore con programmi ad hoc, con una driving range con oltre 20 postazioni di tiro e una postazione indoor per permettere l’analisi dello swing attraverso software di ultima generazione. Da segnalare, ancora, come dal 2013, grazie ad una speciale partnership con il ‘Golf Club Milano’, i soci effettivi dei rispettivi circoli possono godere in entrambe le strutture dei rispettivi privilegi.

Lo scrittore americano di inizio '900 Grantland Rice diceva: "le diciotto buche di una gara possono insegnarti di piu sul tuo avversario che diciannove anni di trattative attorno ad un tavolo" e come dargli torto? Regardless of whether its origins are Scottish or Dutch, the fact remains that in Italy today, golf is an increasingly popular sport and a growing reality. People in our country have loved golf for over one hundred years now, and since 1925 Golf Club Villa d’Este has been a place dear to golf enthusiasts. Originating as a private club linked to one of the world’s most famous hotels, the golf course is still today one of a kind for its beauty, charm, and tradition. Presided by Walter Ragazzi, Golf Club Villa d’Este boasts excellent facilities and a calendar of sporting events for the current year worthy of one of the largest and best international clubs, easily accessible on a website that is constantly updated. The club’s flagship is found in its history:golf 57 editions of Italy’s International Championships that amateurs have played here, or perhaps 12 Italy Opens, 3 Omnium, and 14 editions of Senior Championships. It is a history of excellence that continues even today with the same boldness, class, and elegance. For example, in September there are many programmed events: among them India Golf Cup 2°17, the Lombard Individual Championship finals, and the Lombard Individual Regional Championship scheduled for Saturday,

September 30, and Sunday, October 1. On the calendar for October is the Emilio Cramer Cup, reserved for players with a handicap lower than 16. Also programmed for October are the Social Championship finals, a championship with 6 Medal rounds for the 1st and 2nd category, and 6 Stableford rounds for the 3rd, with a Match Play final. Next to the course at Golf Club Villa d’Este, there are also an elegant shop, bar, restaurant, elegant lodges, and the prestigious Green Golf Academy. The academy was founded to meet every player’s specific needs, with ad hoc programs and a driving range with over 20 tees, including indoor tees using the latest generation software for swing analysis. Like in 2013, thanks to a special partnership with Golf Club Milano, members of the respective clubs can enjoy privileges in both structures. The early 20th century American sportswriter Grantland Rice said: “Eighteen holes of match or medal play will teach you more about your foe than will 18 years of dealing with him across a desk”, and hasn’t he got a point? golfvilladeste.com

101


ICONIC EVENT

The pleasure of meeting Chiara Melani

Un gioiello incastonato in un velluto azzurro, Capri, oasi della dolce vita. L’isola della pace, corteggiata da esimi esponenti dello spettacolo e dell’arte. Una Regina che fa da red carpet alla mondanità degli acclamati eventi che da sempre la irradiano fino alla Grotta Azzurra. Nelle loro vene scorre un’anima salmastra, nei loro occhi risplende lo spirito di chi ha fatto dell’organizzazione il proprio mestiere, un unico nome, Vertecchi sinonimo di professionalità e dedizione. Massimo, Marianna e Marco, tre fratelli nati e cresciuti a Capri, che dal 2000 hanno unito la loro ambizione e trasmesso la loro passione ad un team di professionisti che operano con successo alla creazione di eventi irripetibili. Dai business meeting alle convetion, ma anche seminari e luxury product launch, CapriMed esporta nel territorio nazionale e internazionale, la rappresentazione finale di un allestimento scenico in location elitarie di cui sono registi di una dote innata, le cui gesta vengono svelate nell’intervista che segue. GSM: Proviamo a dare una definizione della figura di organizzatore di eventi? CP: Un evento è qualcosa che spesso il cliente pensa, sogna e vive con tanto entusiasmo ed è per questo che l’organizzatore di eventi deve sentire suo il progetto per poter esprimere tutto il potenziale, ma deve riuscire sempre ad attenersi alle esigenze e alle aspettative dell’owner. GSM: Che cosa fa e quali competenze deve avere? CP: La prima caratteristica di un vero organizzatore di eventi è il problem solving, ovvero la capacità di risolvere un problema in pochi secondi e con ciò che si ha a disposizione senza mai perdere la calma. Il ruolo di un organizzatore di eventi è programmare tutto nei minimi particolari con ordine e comunicando i vari processi con chiarezza al cliente. Ma sappiamo bene che l’imprevisto è sempre dietro l’angolo e quindi saper gestire l’emergenza è fondamentale. GSM: Quali sono le difficoltà principali? CP: La logistica di un evento non è mai una cosa semplice, soprattutto quando i numeri sono importanti, ma in questi casi è fondamentale l’esperienza che ti aiuta a gestire le eventuali criticità. Tra le varie difficoltà riscontrate in questi anni, potrei affermare che le più comuni riguardano i viaggi in aereo e treno e la gestione dei pasti che, soprattutto per noi italiani, diventa un momento fondamentale di ogni evento. GSM: Che caratteristiche bisogna avere per intraprendere questa professione? CP: Oltre al suddetto problem solving, un organizzatore di eventi deve essere flessibile alle varie richieste, ma determinato nel saper dire con certezza al suo cliente cosa è fattibile e cosa no, senza mai improvvisare. Un’altra caratteristica fondamentale è avere una buona predisposizione alla comunicazione e saper sorridere anche quando il momento sembra critico per dare sicurezza e tranquillità agli ospiti presenti e al cliente.

102

Capri: a jewel embedded in blue velvet, an oasis of the dolce vita. It is an island of peace, courted by prominent literary figures, and chosen as a refuge for international celebrities for its unique natural elegance. In the evenings, Capri is a red carpet for the elite at events that radiate all over the island, even to the Grotta Azzurra. Brackish blood flows in their veins, and their eyes sparkle with the spirit of someone who has made organization their own profession. A single name,Vertecchi, is synonymous with professionalism and dedication. Massimo, Marianna, and Marco are three siblings born and raised in Capri, and since 2000 they have joined forces, combining their ambitions and spreading their passion to a team of professionals who successfully create unique events. From business meetings to conventions, even seminars and luxury product launches, CapriMed organizes beautifully staged productions in elite locations both nationally and internationally. They are directors with an innate talent, and their accomplishments are revealed in the following interview. GSM: Let’s try to define the figure of an event organizer. CP: An event is something that a client often thinks, dreams, and lives for with lots of enthusiasm. That is why an event organizer must truly appreciate each project, in order to bring out all its potential, and yet must always be able to meet the client’s needs and expectations. GSM: What does an event organizer do, and what skills must you have? CP:The first characteristic of a true events organizer is problem solving – that is, the ability to solve a problem in a few seconds and with whatever is available, without ever losing your head. The role of an event organizer is to plan everything down to the last detail, and to clearly communicate various steps and practices with the client. But we know well that the unexpected is always around the corner, therefore knowing how to handle an emergency is crucial. GSM: What are the main difficulties? CP: It is never a simple thing to organize an event’s logistics, above all when there are large numbers, but in these cases, experience is crucial and it helps you to handle any critical situations. Among various difficulties we’ve encountered in recent years, I could say that the most common ones have to do with air and train travel, and managing meals that always becomes a major moment in every event, especially for us Italians. GSM: What characteristics must you have to go into this profession? CP: In addition to problem solving mentioned before, an event organizer must be flexible to various requests, but determined enough to tell the client for certain what is feasible and what isn’t, and never improvise. Another key feature is to have a good predisposition for communication, and to know how to smile even when the moment seems crucial, in order to keep the client and guests present safe and calm. GSM: How did CapriMed come about? CP: CapriMed was born in Capri at the end of last century, and initially played a role as a local agency. In the following years, the same clients who appreciated our work on the island continued to request us as partners at their events in the rest of Italy and abroad. So in 2005, the Milan branch was born, with the goal of being physically present in Northern Italy as well, where today we have 70% of our customer portfolio.


“

CapriMed nasce a Capri alla fine del secolo scorso e inizialmente svolge un ruolo di agenzia locale. Negli anni successivi gli stessi clienti che man mano apprezzavano il nostro operato sull'Isola ci richiedevano come partner anche nei loro eventi nel resto d'Italia e all'estero.

“

103


Massimo Vertecchi, Marianna Vertecchi e Marco Vertecchi

GSM: Com’è nata l’idea di CapriMed? CP: CapriMed nasce a Capri alla fine del secolo scorso e inizialmente svolge un ruolo di agenzia locale. Negli anni successivi gli stessi clienti che man mano apprezzavano il nostro operato sull’Isola ci richiedevano come partner anche nei loro eventi nel resto d’Italia e all’estero. Così nel 2005 nasce la filiale di Milano con lo scopo di essere presenti fisicamente anche nel nord Italia dove oggi si trova il 70% del nostro portafoglio clienti. GSM: Quali sono stati i primi passi per ottenere il successo ad oggi raggiunto? CP: Fino dall’inizio la nostra politica è stata quella della massima trasparenza e disponibilità e soprattutto il non voler mai vedere il cliente come un numero, ma sempre come un insieme di persone con cui costruire un rapporto sempre più solido. GSM: Da chi è composto il team? CP: Il nostro team è formato da professionisti che provengono da diversi settori e questo col tempo ha portato, all’interno della nostra agenzia, una varietà di pensiero che credo oggi sia una delle armi del nostro successo.Tutte le persone che collaborano con noi vengono formate attraverso corsi di aggiornamento continui in modo da avere un’ottima preparazione logistica, abbinata alle migliori tecniche di comunicazione presenti oggi sul mercato. GSM: Chi sono i suoi clienti tipo? CP: La CapriMed è suddivisa in vari settori tra cui il lusso, il wedding, medicale, cosmetico e l’automotive. In base ai vari settori di appartenenza i nostri clienti sono quelle aziende che vogliono distinguersi dalle altre per l’attenzione e la cura maniacale dei particolari e per il rapporto interpersonale che sempre predomina rispetto al mero e banale discorso dei numeri. GSM: Progetti futuri? CP: Tanti. Sì, proprio così, abbiamo in grembo tanti progetti per il 2018, alcuni dei quali molto ambiziosi, ma proprio perché il guardare sempre più in alto è stato il motivo principale per cui la CapriMed è cresciuta in questi anni, sicuramente affrontandoli con fermezza e professionalità riusciremo a superare e a vincere anche queste nuove sfide.

104

GSM: What were the first steps that have led to your success today? CP: From the very beginning, our policy has been that of the highest transparency and availability. Above all, we never want to see the client as a number, but always as an individual with whom to build an everstronger relationship. GSM: Who makes up your team? CP: Our team is made up of professionals that come from different sectors, and over time, this has brought a range of thinking to our company that I believe is one of the secrets to our success today. Everybody who works with us undergoes training with continuous refresher courses so that everyone has excellent logistic preparation, coupled with the best communication techniques available on the market today. GSM: Who are your typical clients? CP: CapriMed is divided among various sectors including luxury, wedding, medical, cosmetic, and automotive. Depending on which sector, our clients are those companies who want to stand out; they want attention and obsessive scrutiny to detail, and an interpersonal relationship over a mere trivial numerical count. GSM: Future projects? CP: Many. That’s right, we have lots of projects planned for 2018, some of which are very ambitious. But it’s because we’re always aiming higher and higher that CapriMed has grown over recent years. Surely taking each new project on with determination and professionalism, we will succeed and overcome even these new challenges.

caprimed.com


GENNARO AMITRANO R I S TO R A N T E

Il ristorante a Capri, a due passi dalla piazzetta più famosa del mondo

C

arne e pesce del territorio campano, una cucina italiana ‘pulita’ ma originale in un ambiente elegante all’insegna della riservatezza e della tranquillità.

Riservato, tranquillo, esclusivo. Il ristorante ha 20 posti a sedere ed è situato in una tra le location più famose del mondo: in via dell’Abate 3 a Capri. Lo stesso Chef Amitrano

 V i a L’ A b a t e , 3 - C a p r i

 Gennaro Amitrano

CA PRI SUI TE

ha curato il locale in ogni dettaglio: dai piatti con le tonalità azzurre dello splendido mare di Capri, alle pareti, impreziosite dalle tele d’autore con i colori rosso e bianco. w w w. g e n n a r o a m i t r a n o . i t

UNA DIMORA DI DESIGN CHE OFFRE SERVIZI ESCLUSIVI IDEATI PER VIVERE L’ISOLA DI CAPRI NEL MODO PIÙ AUTENTICO.

CAPRISUITE è UNA NUOVA MAISON DE CHARME. DUE SUITE CON I SERVIZI DI UN ALBERGO, RICAVATE IN QUELLO CHE NEL 1600 ERA L’ANTICO CONVENTO DELLA CHIESA DI SAN MICHELE NEL PIENO CENTRO DI ANACAPRI.

Via Finestrale 9 _ 80071 Anacapri T. 335 528 06 47 _ 349 525 28 81 www.caprisuite.it

105


Addresses ICONIC HOTEL

Hotel Principe di savoia Piazza della Repubblica, 17 Milano san clemente kempinski Isola di San Clemente 1 Venezia PARADISE RESORT&SPA Località Lu Impostu 08020, San Teodoro (OT) Palazzo Manfredi Via Labicana, 125 Roma Hotel Punta Tragara Via Tragara, 57 Capri Napoli Hotel Aman Venezia GranD Canal Calle Tiepolo Baiamonte, 1364 Venezia Bulgari Hotel&ResortS Via Privata Fratelli Gabba, 7b, 20121 Milano Donnafugata golf resort&spa Contrada Piombo, 97100 Ragusa RG CAPRI SUITE Via Finestrale, 9 Anacapri G-rough Piazza di Pasquino, 69 Roma

ICONIC FOOD | WINE GLASS HOSTARIA Vicolo del Cinque, 58 Roma GENNARO AMITRANO Via L’Abate, 3 - Capri Precisamente a calafuria Via del Littorale, 248, Livorno CORNER BISTRO Piazza la Giovine Italia, 22 Livorno DA ALCIDE Via Aurelia Sud, 41, 57021 Banditelle, Campiglia Marittima LI

ICONIC GOLF GOLF CLUB VILLA D’ESTE Via Cantù, 13, Montorfano (CO) Argentario Golf Club Via Acquedotto Leopoldino Porto Ercole GR Versilia Golf Resort Via della Sipe 100 Pietrasanta LU Golf Castel Gandolfo Via Santo Spirito, 13 Castel Gandolfo RM GOLF CLUB MONTICELLO Via Alessandro Volta, 63 Cassina Rizzardi CO CIRCOLO GOLF TORINO LA MANDRIA Via Agnelli, 40 Fiano TO Golf&Country Club Le Pavoniere Via Traversa del Crocifisso 59100 Prato ROYAL PARK GOLF I ROVERI Rotta Cerbiatta, 24 Fiano TO SAN DOMENICO GOLF CLUB Contrada Masciola Fasano BR GOLF CLUB PUNTALDIA Localita' Punta Sabbatino, 1 San Teodoro OT IS MOLAS GOLF CLUB Loc. Is Molas Pula CA A.S.D. GARDAGOLF COUNTRY CLUB Via Angelo Omodeo 2 Soiano del Lago BS Castello di Tolcinasco Golf e Resort Cascina Tolcinasco, 421A P. Emanuele MI

ICONIC POLO Polo St Moritz Via Maistra 24 San Maurizio Milano Polo Club Via Monte Rosa, 60 Mesero MI Polo Club Villa Sesta Piazza del Popolo 1 Castelnuovo Berardenga (Siena) Punta Ala Località il Porto Punta Ala GR Roma Polo Club Via dei Campi Sportivi, 43 Roma Associazione fiorentina Polo Via Sirtori 14 Firenze POLO CLUB ST. TROPEZ 1999 Route du Bourrian, 83580 Gassin, Francia

ICONIC FASHION damiani via montenapoleone 10, milano Daniela villegas ANitA PASztor Carlo Ramello’s shop Monte Carlo 27 Avenue de la Costa Showroom in Cannes: 67 Rue Antibes, Cannes, France couture Hayez Via Francesco Hayez 14 Milano ermanno scervino Giò Moretti- Via della Spiga, 4 milano patek philippe pisa 1940 via Pietro Verri 9 Milano MONTECARLO FASHION WEEK git Via Fucini 3 - 56012 Fornacette (PI)

ICONIC BUSINESS LOUNGE Milano Linate Prime Viale dell’Aviazione, 65 20138 Milan MILANO MALPENSA PRIME SottoStudios/LA 150 South Barrington Avenue #3 Los Angeles, CA

Partners www.milanoprime.it/sea-prime

www.baselworld.com

www.cannesyachtingfestival.com

www.snowpolo-stmoritz.com

ICONIC ART Sag’80 Via Giovanni Boccaccio, 4, 20123 Milano DomE Milano Interior Via S. Marco, 1, 20121 Milano Corso Europa - Emporio Casa Corso Europa, 2, 20122 Milano Dada Corso Europa, 2, 20122 Milano Bespoke ALIDEM via cusani 18 milano Gallery All 915 Mateo St #208, Los Angeles, CA 90021, Stati Uniti Gallery All Building A9-1, 751 D•Park, No.4 of Jiuxianqiao Road Beijing XOCO 325 W Broadway, New York, NY 10013, Stati Uniti ANTICHI PAVIMENTI ITALIANI Les Arts Décoratifs 107 Rue de Rivoli, 75001 Paris

ICONIC YACHT Yacht club Roma Via Vittorio Veneto, 24 Roma Cannes YACHTING Festival Vieux Port di Cannes e Port Pierre Canto Cannes Yacht Club Punta Ala Localita il Porto Punta Ala GR Yacht Club Reale Canottieri Savoia Banchina S. Lucia, 13 B.go Marinari NA Yacht Club Italiano Genova Porticciolo Duca degli Abruzzi Genova Yacht Club Porto Rotondo Molo di Levante Olbia YACHT CLUB MONACO Quai Louis II, 98000 Monaco YACHT CLUB CAPRI Via Longano, 7, 80076 Capri LUSBEN Via Michele Coppino, 431, 55049 Viareggio BENETTI Via Edda Fagni, 1, 57123 Livorno Abeking & Rasmussen Schiffs- und Yachtwerft SE An der Fähre 2 Lemwerder DINES FRANCE 31 Rue Faidherbe, 75011 Paris CINZIA BULCIOLU

www.precisamenteacalafuria.it

www.romasi.it

www.caprimed.com

www.chambremonegasquemode.com

www.sag80.com/it

ICONIC MARINE

Marina di Scarlino Localita Puntone Scarlino Grosseto Marina di Varazze Via Maestri d'Ascia, 24 Varazze SV Marina di Scarlino Localita Puntone Scarlino Grosseto Marina di Genova Via Pionieri e Aviatori d'Italia, 203 Genova Marina di Olbia Via Piovene, 8, 07026 Olbia Marina di Porto Cervo Localita Porto Cervo Marina di Loano Lungomare Nazario Sauro, 12/1 Loano SV MARINA MONTENEGRO Obala bb, Tivat 85320, Montenegro

ICONIC TRAVEL | EVENT golden eagle luxury train Denzell House, Denzell Gardens, Dunham Rd, Bowdon, Altrincham WA14 4QF, Regno Unito CAPRIMED Gradoni Sopramonte, 80076 Capri ROMASI’ VIA DEL GIANICOLO, 2 - 00165 - ROME - ITALY ROMASI’ 1715 Banks Road Margate Florida 33063

106

www.frequenzagrafica.it

www.lucabracali.it

www.studiocavalliniepartners.it


THE LU XURY A IR POR TS

107


ICONIC HOTELS IN ICONIC PLACES

Captured on iPhone

L’eLeganza senza tempo UN INgrESSO TrIONfALE. IL PIù CALOrOSO dEI bENvENUTI. UN’ATmOSfErA rICCA dI fASCINO. UN SENSO UNICO dELLO STILE. HOTEL PRINCIPE DI SAVOIA.

MILAN

I

+39 02 62301

I

DORCHESTERCOLLECTION.COM

Profile for Good Style Mag

#02 SEPTEMBER 2017  

First of all, I would like to thank you for the great interest shown so far. We are only at Good Style Magazine’s second issue, but many ico...

#02 SEPTEMBER 2017  

First of all, I would like to thank you for the great interest shown so far. We are only at Good Style Magazine’s second issue, but many ico...

Advertisement