Page 92

Impresa e sviluppo • Alessandro Favarato

Concorrenza? Una questione tra paesi È una strategia di mercato chiara e robusta quella elaborata da Alessandro Favarato. Messa a punto da Gmg, tramite lo studio e il confronto con le attuali condizioni del mercato mondiale, che vede contrapposte non più le imprese ma i sistemi paese

n un mondo globalizzato che ha abbattuto frontiere e dogane, in cui la competizione nel campo della meccanica si gioca ormai fra paesisistemi piuttosto che fra le imprese, il tentativo dell’Italia – in particolare del Nord Est – di reggere la duplice sfida con i paesi industrializzati del Nord Europa e con quelli emergenti a basso costo del lavoro, puntando sull’industria manifatturiera tradizionale, sarebbe perduto in partenza. «Questo perché – spiega Alessandro Favarato, amministratore di Gmg, azienda che progetta e fornisce componenti metalliche di precisione, con stampi di propria realizzazione, principalmente per i mercati dell’elettrodomestico, elettromeccanico, automotive e illuminotecnico – la stessa globalizzazione dei mercati ha promosso la mobilità a livello mondiale delle tecnologie di prodotto e processo, insieme alle relative cono-

I

scenze e competenze. Il mondo è diventato improvvisamente aperto. Un tale repentino cambiamento comporta evidentemente numerosi elementi di scompenso, soprattutto in un’economia come quella italiana, in cui la struttura industriale è formata soprattutto da piccole e medie imprese che, per origine, cultura e dimensione, fanno an-

1,5 mld Numero di componenti stampati prodotti ogni anno da Gmg Spa: 50% contatti elettrici, 50% componenti custom

92 • Dossier Meccanica e Engineering 2016

cora difficoltà a confrontarsi con un mercato globalizzato». Come comportarsi, allora, in questo nuovo scenario? Secondo Favarato: «Nel Dna del tessuto industriale italiano esistono gli elementi per una mutazione virtuosa del sistema economico. Basta ricordare le straordinarie esperienze del passato, quando artisti, botteghe artigianali e mercanti del Rinascimento si imponevano in tutta Europa. Così, oggi, per competere, le imprese devono saper coniugare in modo originale l’estetica con la qualità, l’innovazione e la semplificazione dei prodotti». Altra considerazione sulla quale si focalizza l’attenzione di Favarato è il fatto che, in questi anni di dubbi e incertezze a livello mondiale, le aziende nel campo della meccanica si stanno muovendo a due

Dossier Meccanica-Gen 16  
Dossier Meccanica-Gen 16