Page 1

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA

ANNO ACCADEMICO 2007-2008

PROGRAMMI DEI CORSI DI LEZIONE

LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE STORICHE e LAUREA MAGISTRALE IN STORIA E DOCUMENTAZIONE STORICA

Corso di laurea in Scienze storiche http://users.unimi.it/storia/corsidilaurea.htm


DOCENTI DI RIFERIMENTO Presidente del Corso di laurea Prof. Marco Bologna Commissione orientamento Indirizzo antico Indirizzo medievale Indirizzo moderno Indirizzo contemporaneo Indirizzo documentario

Prof. S. Segenni Prof. E.Occhipinti Prof. V. Criscuolo Prof. I. Granata Dott. S. Twardzik

Commissione piani di studio Indirizzo antico Indirizzo medievale Indirizzo moderno Indirizzo contemporaneo Indirizzo documentario

Prof. S. Segenni Prof. N. Covini Prof. L. Arcangeli Prof. L. Dodi Prof. M. Bologna

Commissione laurea magistrale Indirizzo antico Indirizzo medievale Indirizzo moderno Indirizzo contemporaneo Indirizzo documentario

Prof. G. Daverio Prof. E. Occhipinti Prof. V. Criscuolo Prof. M. Punzo Prof. M. Bologna

Trasferimenti e seconde lauree Prof. Marco Bologna Informazioni sull’accesso alla SILSIS Prof. S. Pizzetti classi 37/A, 61/A Prof. G. Albini classi 43/A, 50/A, 52/A


Anno Accademico 2007 - 2008

AVVERTENZE

Per gli orari delle lezioni si rimanda all’orario generale della Facoltà di Lettere e Filosofia.

I programmi degli insegnamenti di altri corsi di laurea che gli studenti di Scienze storiche e di Storia e documentazione storica debbono comunque sostenere sono reperibili nelle guide dei rispettivi corsi di laurea (ad esempio: le filosofie, le geografie, le letterature straniere, le storie dell’arte, ecc.).

Le discipline contrassegnate con l’asterisco * sono destinate esclusivamente agli studenti del Corso di laurea magistrale in Storia e documentazione storica. Nessuno studente del corso di laurea triennale in Scienze storiche può inserirle nel proprio piano di studi.

3


Anno Accademico 2007 - 2008

ANTICHITÀ E ISTITUZIONI GRECHE Prof. Anna Simonetti Primo semestre Ricevimento: I semestre mercoledì 12.30 - 14.00; II semestre mercoledì 10.30 - 12.30, in Dipartimento di Scienze dell’antichità, sezione Storia Antica; anna.simonetti@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti del corso di laurea in Scienze storiche (9 cfu), Lettere, curriculum storicoarcheologico (6/9 cfu). Origini e sviluppo della democrazia ateniese dalle guerre persiane alla guerra del Peloponneso. I modulo: Società, politica, istituzioni nel mondo greco dall’età micenea alla polis II modulo: Storia politico-istituzionale di Atene in età arcaica III modulo: Atene e la pentecontetia (479-429): evoluzione politico-sociale-istituzionale Programma d’esame per studenti frequentanti: L’esame prevede la conoscenza della storia delle principali istituzioni politiche greche, degli argomenti trattati nei moduli e dei testi degli autori antichi che verranno forniti, letti (in traduzione) e commentati in aula. -Manuale: G.Poma, Le istituzioni politiche della Grecia in età classica, Bologna 2003, Il Mulino. -Aristotele, La costituzione degli Ateniesi,(passi scelti, presentati in aula); -Una lettura a scelta tra: F. Gschnitzer, Storia sociale dell’antica Grecia. Il Mulino E. Baltrusch, Sparta. Storia,società e cultura. Il Mulino Per 6 cfu : 2 moduli ; manuale, Aristotele, lettura oppure 3 moduli, manuale, Aristotele. Gli studenti classicisti saranno tenuti a presentare alcuni testi in lingua originale. Programma d’esame per studenti non frequentanti: 9 cfu: -Manuale , v. sopra -Aristotele, La costituzione degli Ateniesi , lettura integrale- si consiglia ed. economica Utet, per l’ampio commento. -Letture : 1) J.K. Davies, La grecia classica, Il Mulino 2) F. Gschnitzer, Storia sociale dell’antica Grecia. Il Mulino; oppure M. Vetta (a cura di) , La civiltà dei Greci. Forme, luoghi, contesti. Carocci. 3)E. Baltrusch, Sparta. Storia, società e cultura. Il Mulino 6 cfu : come sopra ; letture 1) e 2). Gli studenti non frequentanti sono comunque invitati a prendere contatto con la docente.

4


Anno Accademico 2007 - 2008

ANTICHITÀ E ISTITUZIONI MEDIEVALI Prof. Nadia Covini Secondo semestre Ricevimento: mercoledì 10.30-12.30; nadia.covini@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti del Corso di laurea in Scienze storiche (9 o 6 cfu), del Corso di laurea in Lettere – curriculum ‘Origini letterarie e linguistiche dell’Europa’ (6 cfu). Signorie, principati e regni nell’Europa medievale I modulo: Europa medievale: dalla dissoluzione del potere pubblico in età carolingia alla formazione di poteri locali (sec. X-XI). II modulo: Principati, monarchie, città libere: l’Europa dei secoli XII-XIV III modulo: I regni di Francia e Inghilterra fino alla Guerra dei Cent’Anni: istituzioni e società IV modulo per la Laurea magistrale: Leggi, ordinamenti e pratiche di governo nel tardo medioevo: analisi di documenti e avviamento alla ricerca. AVVERTENZE: Per seguire il corso e per sostenere l’esame di AIM è preferibile avere già sostenuto l’esame di Storia medievale. Casi diversi potranno essere valutati con la docente. Chi frequenta il corso, sosterrà l’esame sulla base degli argomenti trattati nelle lezioni, integrati da un dossier di testi e materiali fornito dalla docente in parte scaricabile dal portale ARIEL, in parte in fotocopia. Chi non frequenta può scegliere i testi per l’esame negli elenchi seguenti per i 9 e i 6 crediti. E’ possibile eventualmente concordare un programma alternativo. Programma d’esame da 9 crediti per chi NON frequenta Due testi obbligatori: - G. Chittolini, La formazione dello stato regionale e le istituzioni del contado, Milano, Unicopli, 2005 - G. Sergi, L’idea di Medioevo. Tra senso comune e pratica storica, Roma, Donzelli (varie edizioni). e un testo a scelta dall’elenco che segue: - D. Abulafia, Federico II, un imperatore medievale, Einaudi 1990 - M. Bloch, I re taumaturghi. Studi sul carattere sovrannaturale attribuito alla potenza dei re particolarmente in Francia e in Inghilterra, Torino, Einaudi (varie ediz.) - G. Chittolini, Città, comunità e feudi negli stati dell’Italia centro-settentrionale (secoli XIV-XVI), Milano, Unicopli, 1996 - N. Covini, La balanza drita. Pratiche di governo, leggi e ordinamenti nel ducato sforzesco, Milano, F. Angeli, 2007 - A. Gamberini, Lo stato visconteo. Linguaggi politici e dinamiche costituzionali, Milano, F. Angeli, 2005 - Q. Skinner, Virtù rinascimentali, Bologna 2006 - J. Le Goff, San Luigi, Torino Einaudi 1996 Programma d’esame da 6 crediti per chi NON frequenta Due testi obbligatori: - G. Chittolini, La formazione dello stato regionale e le istituzioni del contado, Milano, Unicopli, 2005 - G. Sergi, L’idea di Medioevo. Tra senso comune e pratica storica, Donzelli (varie edizioni). e un testo a scelta dall’elenco che segue: - F. Cengarle, Immagine di potere e prassi di governo. La politica feudale di Filippo Maria Visconti, Roma 2006 - I. Lazzarini, L'Italia degli stati territoriali, secoli XIII-XV, Roma-Bari, Laterza, 2003 5


Anno Accademico 2007 - 2008

- J. Le Goff, Il re nell’Occidente medievale, Laterza, Roma-Bari, Laterza, 2006 - G. Milani, I comuni italiani. Secoli XII-XIV, Roma-Bari, Laterza, 2004 - E. Occhipinti, L'Italia dei comuni. Secoli XI-XIII, Roma, Carocci, 2002

6


Anno Accademico 2007 - 2008

ANTICHITÀ E ISTITUZIONI ROMANE Prof. Simonetta Segenni Primo semestre Ricevimento: giovedì ore 15.00; simonetta.segenni@unimi.it; dott. ssa Silvia Cappelletti giovedì ore 15.00. Il corso è rivolto agli studenti di Scienze storiche e di Lettere (curr. Scienze storiche e archeologiche; L.M. curr. Storia antica). L’amministrazione della giustizia nella Roma antica I modulo: Le istituzioni politiche di Roma antica II modulo: Aspetti e problemi dell’amministrazione della giustizia in Roma antica III modulo: Lettura e commento di testi di autori antichi e di documenti epigrafici Avvertenze: Il terzo modulo sarà mutuato dal corso di Storia Romana (Scienze Storiche), tenuto dalla Prof.ssa Segenni. Programma di esame: Il programma di esame prevede lo studio degli argomenti svolti e dei testi letterari ed epigrafici letti e commentati a lezione e lo studio dei seguenti libri: -G. Poma, Le istituzioni politiche del mondo romano, Il Mulino oppure M. Pani-E. Todisco, Società e Istituzioni di Roma antica, Carocci - M. Ducos, Roma e il diritto, Il Mulino - Tacito, Annali,(lib. I-II) Bur Gli studenti non frequentanti dovranno integrare tale programma con lo studio di altri testi, indicati dal docente al ricevimento.

7


Anno Accademico 2007 - 2008

ANTROPOLOGIA CULTURALE Prof. Stefano Allovio Secondo semestre Ricevimento: martedì dalle 13:30 alle 15:30 presso Il Dipartimento di Geografia e Scienze Umane dell’Ambiente, Via Festa del Perdono 7. Nelle settimane in cui si terrà il corso (indicativamente da metà febbraio a metà maggio) l’orario di ricevimento è posticipato di un ora (14:30-16:30); stefano.allovio@unimi.it. Corso di 9 crediti (60 ore) rivolto ai Corsi di Laurea in Storia (triennale e magistrale) e Scienze Umane dell’Ambiente e del Paesaggio (triennale e magistrale). Per i restanti Corsi di Laurea della Facoltà di Lettere e Filosofia sarà attivato un secondo insegnamento di Antropologia culturale le cui indicazioni su docente e programma saranno disponibili all’inizio dell’anno accademico. Per sostenere l’esame da 3 crediti è obbligatorio attenersi al programma relativo al primo modulo. Per sostenere l’esame da 6 crediti è obbligatorio attenersi al programma relativo al primo e secondo modulo. L’esame verterà in una prova orale. Rito, corpo, violenza. Prospettive teoriche e terreni di ricerca I modulo: Introduzione all’Antropologia culturale II modulo: L’interpretazione del rito III modulo: Il corpo come archivio storico e commentario politico Programma d’esame: Per il primo modulo: A scelta uno dei seguenti testi: Ember C., Ember M., Antropologia culturale, Bologna, Il Mulino, 2004 Fabietti U., Elementi di antropologia culturale, Milano, Mondadori, 2004 Scarduelli P., Antropologia. Orizzonti e campi d’indagine, Torino, Il Segnalibro, 2002 Schultz E.A., Lavenda R.H., Antropologia culturale, Bologna, Zanichelli, 1999 Per il secondo modulo: Entrambi i volumi sotto indicati: Bloch M., Da Preda a cacciatore. La politica dell’esperienza religiosa, Milano, Raffaello Cortina, 2005. Allovio S., Culture in transito. Trasformazioni, performance e migrazioni nell’Africa sub-sahariana, Milano, FrancoAngeli, 2002. Per il terzo modulo: Quaranta I., Corpo, potere e malattia. Antropologia e AIDS nei Grassfields del Camerun, Roma, Meltemi, 2006. Gli studenti non frequentanti dovranno aggiungere al programma d’esame l’ultimo volume pubblicato di: Molímo - Quaderni di antropologia culturale ed etnomusicologia (presso la CUEM).

8


Anno Accademico 2007 - 2008

ARCHIVISTICA Prof. Marco Bologna Primo semestre Ricevimento: giovedì 14.30-16.30 e laureandi anche su appuntamento, (marco.bologna@unimi.it). Via Festa del Perdono 7, cortile Legnaia, settore C, ultimo piano. Ricercatore: dott. Stefano Twardzik, martedì 9.30-10.30, (stefano.twardzik@unimi.it). Via Festa del Perdono 7, cortile Legnaia, settore C, ultimo piano. Il corso è rivolto agli studenti del Corso di laurea in Scienze storiche (9 cfu), del Corso di laurea in Scienze dei Beni culturali (6 e 9 cfu) e del Corso di laurea in Lettere (6 cfu). Gli studenti che devono acquisire solo 6 cfu sono tenuti a frequentare i primi due moduli. Il corso è rivolto anche agli studenti del corso di laurea specialistica in ‘Storia e documentazione storica’ che non abbiano già sostenuto l’esame durante il triennio (6-9 cfu) ed a quelli del corso di laurea magistrale in ‘Storia e critica dell’arte’ che abbiano già sostenuto l’esame da 6 cfu durante il triennio (3 cfu, III modulo). Storia degli archivi e Archivistica generale I modulo (20 ore - 3 cfu): Storia degli archivi e dell’Archivistica II modulo (20 ore - 3 cfu): Teorie e dottrine archivistiche III modulo (20 ore - 3 cfu): Metodologia della descrizione archivistica Nel I semestre sarà attivato un Laboratorio di Archivistica di 20 ore (3 cfu). Date e luoghi di svolgimento del laboratorio e modalità d’iscrizione saranno comunicati all’inizio delle lezioni del corso. Non sarà comunque possibile accogliere più di 25 domande. Programma d’esame: (valido sia per frequentanti, sia per non frequentanti) Esame da 9 crediti: 1. E. LODOLINI, Storia dell’archivistica italiana, Milano, Franco Angeli: da p. 51 a p.194 e da p.217 a p.261. 2. P. CARUCCI, Le fonti archivistiche. Ordinamento e conservazione, Roma, Carocci editore, da p.11 a p.195. 3. Schemi di Archivistica, dispense schematiche preparate dal docente (in vendita presso la Cuem). 4. Un testo a scelta tra: - ZANNI ROSIELLO, Gli archivi tra passato e presente, Bologna, Il Mulino, 2005; oppure - ZANNI ROSIELLO, Andare in archivio, Bologna, Il Mulino. 5. Consultazione del sito di Archivistica on line sulla piattaforma di ateneo nel portale ‘Ariel’ (http://ariel.ctu.unimi.it/). Esame da 6 crediti: 1. P. CARUCCI, Le fonti archivistiche. Ordinamento e conservazione, Roma, Carocci editore, da p.11 a p.195. 2. Schemi di Archivistica, dispense schematiche preparate dal docente (in vendita presso la Cuem). 3. I. ZANNI ROSIELLO, Gli archivi tra passato e presente, Bologna, Il Mulino, 2005. 4. Consultazione del sito di Archivistica on line sulla piattaforma di ateneo nel portale ‘Ariel’ (http://ariel.ctu.unimi.it/). Esame da 3 crediti: L’esame da 3 cfu è previsto solo come integrazione di precedenti esami da 6 cfu e per gli studenti della laurea magistrale in Storia e critica dell’arte (3 cfu) I. ZANNI ROSIELLO, Gli archivi tra passato e presente, Bologna, Il Mulino, 2005. N. B. Gli studenti intenzionati a laurearsi in Archivistica devono frequentare l’intero corso delle lezioni e seguire il laboratorio.

9


Anno Accademico 2007 - 2008

ARCHIVISTICA INFORMATICA Prof. Francesca Pino Secondo semestre Ricevimento: Primo semestre: giovedì ore 12,30 – 13,30 - Secondo semestre: lunedì ore 14,30-15,30; francesca.pino@intesasanpaolo.com. Il corso è rivolto agli studenti delle lauree triennali in Scienze storiche (6/9 cfu), in Scienze dei beni culturali (6/9 cfu) e della laurea magistrale in Storia e documentazione storica (6/9 cfu). Strutture informatiche per gli archivi: inventariazione e valorizzazione di fondi tradizionali, fotografici e multimediali I modulo: Soggetti produttori e strutture degli archivi; standard internazionali per la descrizione archivistica; integrazione e interoperabilità degli inventari. II modulo: Gli archivi fotografici e multimediali: caratteristiche peculiari dei documenti iconografici e standard di catalogazione. III modulo: Siti internet di archivi storici: analisi critica con griglia di valutazione (web evaluation). ARTICOLAZIONE DEL CORSO Nella prima parte del corso verranno inserite visite alle sedi di alcuni archivi storici, per analizzare sul campo le varie tipologie di documenti e le architetture informative di diversi software in uso. Le lezioni del lunedì si terranno in Via Festa del Perdono e affronteranno la parte teorica e metodologica del programma, mentre quelle del martedì e del giovedì si svolgeranno nelle aule informatiche, consentendo analisi e navigazioni nei siti web. Programma d’esame: 1. Parte manualistica Per gli studenti che hanno già sostenuto l’esame di Archivistica: F. VALACCHI, La memoria integrata nell’era digitale. Continuità archivistica e innovazione tecnologica, Corazzano (Pisa), Titivillus, 2006. Per chi sostiene solo Archivistica informatica: L. DURANTI, La gestione dell’archivio da parte dell’ente produttore, Roma, Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, 1997. 2. Testi a scelta (uno per l’esame da 6 crediti, due per l’esame da 9 crediti): S. VITALI, Passato digitale, Milano, Bruno Mondadori, 2004. M. GUERCIO, Archivistica informatica, Roma, Carocci, 2002. S. BERSELLI - L. GASPARINI, L’archivio fotografico. Manuale per la conservazione e la gestione della fotografia antica e moderna, Bologna, Zanichelli, 2000. AA.vv., La catalogazione della fotografia. ! La documentazione fotografica dei beni culturali, “Quaderni di Villa Ghirlanda, n. 1, Milano, Museo di Fotografia contemporanea, 2003. AA. VV., La memoria del cinema, numero monografico della rivista “Archivi per la storia”, gennaiodicembre 2004, Mucchi editore. 3. Standard internazionali ISAD e ISAAR in www.anai.org (obbligatorio) Analisi del portale internazionale www.unesco.org/webworld/portal_.archives 4. Sistemi informativi SIAS, SIUSA e Guida generale degli Archivi di Stato (contenuti e strutture), nel sito www.archivi.beniculturali.it (obbligatorio). Si segnalano come sussidio, infine, i materiali disponibili sulla piattaforma di ateneo http://ariel.ctu.unimi.it.

10


Anno Accademico 2007 - 2008

ARCHIVISTICA SPECIALE* Proff. Marco Bologna - Stefano Twardzik Secondo semestre Ricevimento: prof. MARCO BOLOGNA, giovedì 14.30-16.30 e laureandi anche su appuntamento, (marco.bologna@unimi.it). Via Festa del Perdono 7, cortile Legnaia, settore C, ultimo piano. Prof. STEFANO TWARDZIK, martedì 9.30-11, (stefano.twardzik@unimi.it). Via Festa del Perdono 7, cortile Legnaia, settore C, ultimo piano. Il corso è rivolto agli studenti del Corso di laurea magistrale in Storia e documentazione storica (6 cfu). Ordinamenti e riordinamenti archivistici I modulo (20 ore - 3 crediti) prof. Marco Bologna: Storie di archivi in disordine II modulo (20 ore - 3 crediti) prof. Stefano Twardzik: Il rapporto problematico tra archivi e soggetti produttori Programma d’esame (per tutti, sia frequentanti, sia non frequentanti): 1. L. GIUVA, S. VITALI, I. ZANNI ROSIELLO, Il potere degli archivi, Milano, Bruno Mondadori, 2007. 2. LA RACCOLTA DEI SEGUENTI ARTICOLI (a disposizione in copia presso lo studio dei docenti): ○ A. ANTONIELLA, Cancellerie comunitative e archivi di istituzioni periferiche nello Stato vecchio fiorentino, in Modelli a confronto. Gli archivi storici comunali della Toscana. Atti del Convegno di studi, Firenze, 25-26 settembre 1995, a cura di P. Benigni e S. Pieri, Firenze, Edifir, 1996, pp. 19-33. ○ M. BOLOGNA, Di memorie, ordinamenti e armonie archivistiche, in “Nuovi annali della Scuola speciale per archivisti e bibliotecari”, anno XX (2006), pp. 183-198. ○ M. BOLOGNA, Foggiati sopra un unico sistema, Sull'ordinamento degli archivi dell'assistenza milanese, in Libri, e altro. Nel passato e nel presente, Milano, Dipartimento di Scienze della Storia e della Documentazione storica, 2006, pp. 625-636. ○ M. BOLOGNA, Cesare Cantù e gli archivi, in M. BOLOGNA - S. MORGANA, Cesare Cantù e "l'età che fu sua", Milano, Cisalpino, 2006, pp. 177-199. ○ P. CARUCCI, L’esperienza della ‘Guida generale degli Archivi di Stato’ nell’evoluzione dei criteri di normalizzazione in Italia, in “Archivi e computer”, 1992-1, pp. 13-23 ○ P. CARUCCI, Fondi e versamenti. Alcune riflessioni mosse dalla lettura dei saggi di Filippo Valenti, in “Il Mondo degli archivi”, XIII (2005), pp. 83-101. ○ S. TWARDZIK, I problemi dell’archivio di deposito dell’ente Comune in rapporto ai principi della classificazione, in “ACME Annali della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Milano”, LV-1 (2002), pp. 185-214. ○ S. VITALI, Innovazione tecnologica e progetto culturale: la ‘Guida generale degli Archivi di Stato’, il progetto ‘Anagrafe’ e le possibili prospettive future, in “Rassegna degli Archivi di Stato”, LVI-2 (1996), pp. 342-365 ○ Guidelines for the preparation and presentation of finding aids (traduzione italiana), in “Rassegna degli Archivi di Stato”, LXIII-1 (2003), pp. 335-348. Ulteriori indicazioni bibliografiche potranno essere fornite durante il corso delle lezioni.

11


Anno Accademico 2007 - 2008

BIBLIOGRAFIA (mutuazione da Storia della stampa e dell’editoria, per i primi due moduli; il terzo modulo è attivato solo per Bibliografia) Prof. Lodovica Braida Secondo semestre Ricevimento: cortile Legnaia, Settore C, mercoledì dalle ore 11. Da febbraio a metà maggio 2008 riceverà il martedì dalle ore 12.30; lodovica.braida@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti del Corso di Laurea in Scienze storiche ( 9 crediti), del Corso di Laurea in Scienze dei beni culturali (9 crediti per il curriculum in Beni archivistici e librari o 6 crediti negli altri curricula), del Corso di Laurea in Lettere (6 crediti), del Corso di laurea specialistica in ‘Storia e documentazione storica’ (6-9-12 crediti). Circolazione del libro e cataloghi editoriali I modulo (20 ore - 3 crediti): Lineamenti di storia del libro e di storia della bibliografia (mutuato da Storia della stampa e dell’editoria) II modulo (20 ore – 3 crediti): Indici dei libri proibiti e censura (mutuato da Storia della stampa e dell’editoria) III modulo (20 ore – 3 crediti): Circolazione del libro e cataloghi editoriali. A. Esame da 9 cfu. Si richiede la frequenza dei 3 moduli sopra elencati per complessive 60 ore. Per superare la prova d’esame è richiesta una sicura conoscenza delle tematiche affrontate durante il corso e delle seguenti opere: Testi per la preparazione del primo modulo: L. Braida, Stampa e cultura in Europa tra XV e XVI secolo, Roma-Bari, Laterza, 2000 ( o successive ristampe). Per il secondo modulo: M. Infelise, I libri proibiti, Roma-Bari, Laterza, 1999 (o successive ristampe); e un testo a scelta tra i seguenti: G. Fragnito, Proibito capire. La Chiesa e il volgare nella prima età moderna, Bologna, Il Mulino, 2005. V. Frajese, Nascita dell’Indice. La censura ecclesiastica dal Rinascimento alla Controriforma, Brescia, Morcelliana, 2006. Per il terzo modulo: un testo a scelta tra i seguenti: A. Nuovo , Il commercio librario nell’Italia del Rinascimento. Nuova edizione riveduta e ampliata, Milano, Angeli, 2003. G. Montecchi, Il libro nel Rinascimento, vol. II, Roma, Viella, 2005. A. Serrai, Profilo di Storia della Bibliografia, Milano, Edizioni Sylvestre Bonnard, 2006. GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI , oltre a portare i testi previsti per il primo, il secondo e il terzo modulo, dovranno preparare uno dei seguenti testi a scelta: D. McKitterick, Testo stampato e testo manoscritto. Un rapporto difficile, 1450-1830, Milano, Sylvestre Bonnard, 2005. E. Barbieri, Guida al libro antico. Conoscere e descrivere il libro tipografico, Firenze, Le Monnier, 2007. D. F. Mckenzie, Stampatori della mente, Milano, S. Bonnard, 2003. G. Montecchi, Itinerari bibliografici, Milano, Angeli, 2001. M. Santoro, A. Orlandi, Avviamento alla bibliografia, Milano, Editrice Bibliografica, 2006. B. Esame da 6 cfu: Si richiede la frequenza dei primi due moduli (=40 ore). Per superare la prova d’esame è richiesta una sicura conoscenza delle tematiche affrontate durante il corso e delle seguenti opere: a) se frequentanti gli studenti dovranno preparare i testi previsti per il primo e il secondo modulo

12


Anno Accademico 2007 - 2008

b) se non frequentanti dovranno preparare i testi previsti per il primo e il secondo modulo e scegliere uno tra i seguenti testi: A. Nuovo , Il commercio librario nell’Italia del Rinascimento. Nuova edizione riveduta e ampliata, Milano, Angeli, 2003. G. Montecchi, Il libro nel Rinascimento, vol. II, Roma, Viella, 2005. A. Serrai, Profilo di Storia della Bibliografia, Milano, Edizioni Sylvestre Bonnard, 2006. D. McKitterick, Testo stampato e testo manoscritto. Un rapporto difficile, 1450-1830, Milano, Sylvestre Bonnard, 2005. E. Barbieri, Guida al libro antico. Conoscere e descrivere il libro tipografico, Firenze, Le Monnier, 2007. D. Mckenzie, Stampatori della mente, Milano, S. Bonnard, 2003. G. Montecchi, Itinerari bibliografici, Milano, Angeli, 2001. M.Santoro, A. Orlandi, Avviamento alla bibliografia, Milano, Editrice Bibliografica, 2006. Nel II semestre la dott. ssa Marina Bonomelli terrà un laboratorio dal titolo ‘Il libro antico a stampa’ (vedi indicazioni separate).

13


Anno Accademico 2007 - 2008

BIBLIOTECONOMIA Prof. Fabio Venuda Primo semestre Ricevimento: martedì 10-12; fabio.venuda@unimi.it ; giorgio.montecchi@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti del Corso di Laurea in Scienze storiche ( 9 crediti), del Corso di Laurea in Scienze dei beni culturali (9 crediti per il curriculum in Beni archivistici e librari o 6 crediti negli altri curricula), del Corso di Laurea in Lettere (6 crediti), del Corso di laurea specialistica in ‘Storia e documentazione storica’ (6-9-12 crediti). Biblioteconomia I MODULO: Organizzazione e uso della biblioteca Giorgio Montecchi - Fabio Venuda, Manuale di biblioteconomia, Quarta edizione, Milano, Bibliografica, 2006. II MODULO: Procedure biblioteconomiche e informatizzazione Alberto Salarelli, Anna Maria Tammaro, La biblioteca digitale, Nuova ed. interamente riveduta e ampliata, Milano, Editrice Bibliografica, 2006. III MODULO: Strumenti e applicazioni nella gestione delle biblioteche Paolo Traniello, Storia delle biblioteche in Italia. Dall’unità ad oggi, Bologna, Il Mulino, 2002. Triennalisti con 9 CFU e Quadriennalisti: Frequentanti: Moduli I – II - III con i testi obbligatori. Non frequentanti: Gli studenti che non hanno frequentato il corso, oltre ai “Testi obbligatori”, devono preparare in più tre testi a scelta dalla bibliografia che segue. Triennalisti con 6 CFU: Frequentanti: Moduli I – II con i testi obbligatori. Non frequentanti: Gli studenti che non hanno frequentato il corso, oltre ai “Testi obbligatori”, devono preparare in più due testi a scelta dalla bibliografia che segue. Bibliografia dei testi a scelta per i NON frequentanti: -MARIA CRISTINA BASSI, La catalogazione delle risorse informative in Internet, Milano, Bibliografica, 2002. -PAUL GABRIELE WESTON, Il Catalogo elettronico. Dalla biblioteca cartacea alla biblioteca digitale, Roma, Carocci, 2002. -DANIELA CANALI, Gli standard della biblioteca digitale. Nuovi linguaggi di codifica per l'informazione bibliografica, Milano, Bibliografica, 2006 -ALBERTO PETRUCCIANI, SIMONA TURBANTI, Manuale pratico di catalogazione. Casi e problemi, Milano, Bibliografica, 2006 -CARLA LEONARDI, I servizi di informazione al pubblico, Milano, Bibliografica, 2000. -LUIGI CROCETTI, Classificazione decimale Dewey. Edizione aggiornata a DDC 21, Roma, AIB, 2001 -CARLA BASILI, La biblioteca in rete. Strategie e servizi nella Società dell’informazione, Milano, Bibliografica, 2001. -NICHOLAS NEGROPONTE, Essere digitali, Milano, Sperling paperback, 1999 -IFLA, Requisiti funzionali per record bibliografici. Rapporto conclusivo, edizione italiana a cura dell’Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane, Roma, ICCU, 2000 -LORENZO BALDACCHINI, Il libro antico, nuova edizione aggiornata, Roma, Carocci, 2001. -ROBERTA CESANA, Editori e librai nell’era digitale. Dalla distribuzione tradizionale al commercio elettronico, Milano, Angeli, 2002. -IFLA, Il servizio bibliotecario pubblico: linee guida IFLA/Unesco per lo sviluppo, edizione italiana a cura della Commissione nazionale Biblioteche pubbliche dell'AIB, Roma, AIB, 2002. -NERIO AGOSTINI, La gestione della biblioteca di ente locale, Nuova edizione aggiornata e ampliata, Milano, Editrice Bibliografica, 2004. Sito Internet: http://ariel.ctu.unimi.it progetto di Biblioteconomia 14


Anno Accademico 2007 - 2008

DIDATTICA DELLA STORIA Proff. Giuliana Albini, Elvira Cantarella, Silvia Maria Pizzetti Primo semestre Ricevimenti: Prof. Giuliana ALBINI (giuliana.albini@unimi.it), Mercoledì, h. 14.30 – 16.30, Dipartimento di Scienze della Storia e della Documentazione Storica, Studio A3, Cortile del Filarete, II° piano. Prof. Elvira CANTARELLA (elvira.cantarella@unimi.it), Martedì, dalle h. 15.00 (I semestre); Giovedì, dalle h. 16.30 (da gennaio 2008), Dipartimento di Scienze della Storia e della Documentazione Storica, Studio A10, Cortile del Filarete, III° piano. Prof. Silvia Maria PIZZETTI (silvia.pizzetti@unimi.it), Lunedì, h. 10.30 – 13.00 e Mercoledì, h. 10.30 – 13.00, Dipartimento di Scienze della Storia e della Documentazione Storica, Studio D29, Cortile della Legnaia, I° piano. Dott. Anna OSTINELLI (ostinelli.anna@iol.it), Mercoledì, h. 9.00 – 10.00, Dipartimento di Scienze della Storia e della Documentazione Storica, Studio D29, Cortile della Legnaia, I° piano. Il corso si indirizza agli studenti dei Corsi di Laurea triennali in Scienze Storiche (tutti i curricula) e Filosofia (curriculum di Filosofia Teoretica), consentendo l’acquisizione di 9 crediti. L’insegnamento si indirizza agli studenti dei Corsi di Laurea quadriennali in Lettere, Filosofia e Storia, e infine agli studenti dei Corsi di Laurea Magistrale in Storia e documentazione storica e Culture e linguaggi per la comunicazione, consentendo l’acquisizione di 6 o 9 crediti. Gli studenti sono vivamente invitati ad affrontare l’esame di Didattica della Storia solo dopo aver sostenuto un congruo numero di esami storici. Sono in particolare considerati propedeutici gli insegnamenti di Storia Medioevale, Storia Moderna e Storia Contemporanea. Contenuti essenziali per la formazione storica scolastica fra contemporaneità e tradizione Modulo A: Il millennio 'medievale': definizioni, caratteri, tempi (prof. Giuliana Albini) (20 ore, 3 Cfu) Modulo B: Quale storia moderna? Definizioni, caratteristiche e tempi della modernità (prof. Silvia M. Pizzetti) (20 ore, 3 Cfu) Modulo C: Storia del Novecento e contemporaneità lunga: definizione, caratteristiche e tempi della contemporaneità (prof. Elvira Cantarella) (20 ore, 3 Cfu) Programma d’esame per studenti frequentanti: I programmi d’esame saranno definiti nell’ambito del corso e in specifiche riunioni, in relazione ai crediti da acquisire. Programma d’esame per studenti non frequentanti: Tutti gli studenti che intendano sostenere l'esame di Didattica della Storia sono tenuti a prendere contatto con i docenti o con i loro collaboratori, negli appositi orari di ricevimento. onde definire per iscritto su apposito modulo e almeno un mese prima dell’appello, il relativo programma. Esame da 9 crediti E’ richiesta la lettura di tre testi o gruppi di testi da scegliere fra quelli di seguito indicati, uno per ciascun settore. Esame da 6 crediti E’ richiesta la lettura di due testi o gruppi di testi da scegliere fra quelli di seguito indicati, uno nel settore A e uno a scelta nel settore B o C.

15


Anno Accademico 2007 - 2008

MODULO A 1. BLOCH M., Apologia della storia o il mestiere di storico, Einaudi, Torino 1998 unitamente a CORRAO P., VIOLA P., Introduzione agli studi di storia, Donzelli, Roma 2002 2. CARR E. H., Sei lezioni sulla storia, Torino, Einaudi 2001 unitamente a CORRAO P., VIOLA P., Introduzione agli studi di storia, Donzelli, Roma 2002 3. BRAUDEL F., Storia, misura del mondo, Il Mulino, Bologna 1998 unitamente a CORRAO P., VIOLA P., Introduzione agli studi di storia, Donzelli, Roma 2002 4. MARROU H. I., La conoscenza storica, Bologna, Il Mulino 1997 5. BURKE P., La storiografia contemporanea, Laterza, Roma-Bari 2001 MODULO B Aa. Vv., Lezioni di Storia, Edizioni Unicopli, Milano 2007 MODULO C 1. DEIANA G., Io penso che la storia ti piace. Proposte per la didattica della storia nella scuola che si rinnova, Edizioni Unicopli, Milano 1997 2. CARMO S. (a cura di), La storia nella scuola. Ricerca storica ed esperienze didattiche, Marietti, GenovaMilano 2002 3. BERTACCHI G., LAJOLO L., L’esperienza del tempo. Memoria e insegnamento della storia, EGA Editore, Torino 2003 4. BALDOCCHI U., BUCCIARELLI S., SODI S. (a cura di), Insegnare storia. Riflessione a margine di un’esperienza di formazione, Edizioni ETS, Pisa 2002 5. BIANCHI S. A., CRIVELLARI C., Nessun tempo è mai passato. La mediazione didattica tra storia esperta e storia insegnata, Armando, Roma 2003 6. PROCACCI G., Carte d’identità. Revisionismi, nazionalismi e fondamentalismi nei manuali di storia, Carocci, Roma 2005 7. GUARRACINO S., Le età della storia. I concetti di Antico, Medievale, Moderno e Contemporaneo, Bruno Mondadori, Milano 2001 unitamente a BEVILACQUA P., Sull’utilità della storia per l’avvenire delle nostre scuole, Donzelli, Roma 1997 8. BENGTSON H., Introduzione alla storia antica, Il Mulino, Bologna 2003 9. DELOGU P., Introduzione allo studio della storia medievale, Il Mulino, Bologna 2003 10. CAMMAROSANO P., Guida allo studio della storia medievale, Laterza, Roma-Bari 2004 11. SERGI G., L'idea di Medioevo. Tra pratica storica e senso comune, Donzelli, Roma 2000 unitamente a PRODI P., La storia moderna, Il Mulino, Bologna 2005 12. PRODI P., Introduzione allo studio della storia moderna, Il Mulino, Bologna 1999 13. BIZZOCCHI R., Guida allo studio della storia moderna, Editori Laterza, Roma-Bari 2002 14. POMBENI P. (a cura di), Introduzione alla storia contemporanea, Il Mulino, Bologna 2005, limitatamente a capp. 1, 2, 5, 7, 10-12, 14-22, 24-25, 30-31. 15. PAVONE C. (a cura di), ‘900. I tempi della storia, Donzelli, Roma 1997 16. PAVONE C:, Prima lezione di storia contemporanea, Laterza, Roma-Bari 2007 17. VIDOTTO V., Guida allo studio della storia contemporanea, Laterza, Roma-Bari 2006 18. VITALI S., Passato digitale. Le fonti dello storico nell’era del computer, Bruno Mondadori, Milano 2004 19. RAGAZZINI D. (a cura di), La storiografia digitale, UTET, Torino 2004

LABORATORIO Gli studenti interessati potranno approfondire le questioni toccate durante il corso frequentando il Laboratorio su: “Insegnare storia (metodologie, strumenti, sperimentazioni)” (20 ore, 3 Cfu). (vedi indicazioni separate). Il Laboratorio (coordinato da Anna Ostinelli) si terrà a partire da venerdì 5 ottobre 2007, con cadenza settimanale, dalle ore 10,30 alle ore 12,30 presso il Settore Didattico di Via Mercalli 23 (aula da definire). 16


Anno Accademico 2007 - 2008

Le iscrizioni – da effettuarsi con invio di e-mail all’indirizzo: ostinelli.anna@iol.it - si apriranno venerdì 20 settembre 2006, h. 9. Le domande saranno accolte, sino a 25 iscritti, in ordine di presentazione. Precedenza tuttavia verrà riconosciuta a quanti abbiano già sostenuto l’esame o intendano frequentare il corso. La frequenza del Laboratorio è vivamente raccomandata a quanti intendano sostenere la prova finale per la Laurea triennale o la tesi per la Laurea magistrale presso l’insegnamento.

17


Anno Accademico 2007 - 2008

DIPLOMATICA Prof. Franca Baroni Primo semestre Ricevimento: venerdì h. 9.00-10.30 presso il Dipartimento di Scienze Storiche e della Documentazione Storica - Settore C, stanza 26; inoltre per contatti è possibile scrivere a maria.baroni@unimi.it e marta.mangini@unimi.it. Il corso si rivolge agli studenti delle Lauree di primo livello in Scienze Storiche (9 CFU) e Scienze dei Beni Culturali (6 e 9 CFU); laurea magistrale in Storia e documentazione storica (6 e 9 CFU). Il documento medievale: la forma e il contenuto I modulo: I caratteri estrinseci e intrinseci delle differenti tipologie: originali, copie, falsi. II modulo: L’edizione delle fonti documentarie e problemi di critica diplomatica. III modulo: Il documento giudiziario Programma d’esame: Non possono sostenere l’esame gli studenti non frequentati: in caso di particolari necessità rivolgersi alla docente in orario di ricevimento. Esame da 6 cfu: - PRATESI, Genesi e forme del documento medievale, Roma, 1979 (o rist.). - G. COSTAMAGNA, Il notariato. Il documento notarile (capitoli I-II, pp. 151-269), in M. AMELOTTI-G. COSTAMAGNA, Alle origini del notariato italiano, Roma, Consiglio Nazionale del Notariato, 1975. - E. BARBIERI, Notariato e documento notarile a Pavia (secc. XI-XIV), Firenze 1990, pp. 43-80 (charta, breve, libello). - A. PRATESI, Appunti per una storia del notariato, in Studi in onore di Leopoldo Sandri, Roma 1983, pp. 759772. - A. PRATESI, Una questione di metodo: l’edizione delle fonti documentarie, ‘Rassegna degli Archivi di Stato’ (1957), pp. 313-333. - Le lezioni teoriche saranno accompagnate da un confronto diretto sul documento. Tutte le fotocopie di documenti fornite durante le lezioni del corso fanno parte integrante del materiale d’esame; è dunque cura dello studente reperire presso la cattedra di Diplomatica, durante gli orari di ricevimento studenti, le fotocopie eventualmente smarrite ovvero non ritirate a causa di un’assenza. - E’ necessario, inoltre, che lo studente dimostri di saper opportunamente consultare A. CAPPELLI, Cronologia, Cronografia e Calendario perpetuo, Milano, Manuali Hoepli, 19987 (o edizioni precedenti) e A. CAPELLI, ADRIANO, Dizionario di abbreviature latine ed italiane, Milano 19906 (o edizioni precedenti); ambedue i testi sono consultabili presso la Biblioteca del Dipartimento di Scienze Storiche e della Documentazione Storica. Esame da 9 cfu: Tutti i testi già obbligatori per l’esame da 6 cfu e, in aggiunta, tre articoli a scelta tra quelli sotto indicati. Tutto il materiale verrà messo a disposizione presso la cattedra di diplomatica: - C. MANARESI, Spirito dei tempi nuovi nei documenti privati lombardi del periodo precomunale, in Atti e memorie del Primo Congresso Storico Lombardo (Como-Varese, 1936-XIV), Milano, Tipografia Antonio Cordani, 1937XV, pp. 77-86. - L. MOSIICI, Le arenghe nei documenti privati pistoiesi (secoli VIII-XII), «Bullettino Storico Pistoiese» (1976). - S. RENIERI, Le “littere testimoniales”, «Studi di Storia Medioevale e di Diplomatica» (1989), pp. 197217. - A. BARTOLI LANGELI, Sui ‘brevi’ italiani altomedievali, «Bullettino dell’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo», 105 (2003). - A. PADOA SCHIOPPA, Note sulla giustizia ecclesiastica a Milano alla fine del Duecento, in La diplomatica dei documenti giudiziari (dai placiti agli acta, secc. XII-XV). X Congresso Internazionale di Diplomatica, Bologna 12-13 18


Anno Accademico 2007 - 2008

settmbre 2001, a cura di G. Nicolaj, Roma (Pubblicazioni degli Archivi di Stato. Saggi, 83), 2004, pp. 295308. - A. PADOA SCHIOPPA, La giustizia milanese nella prima età viscontea (1277-1300), in Ius Mediolani, Giuffrè 1996, pp. 1-46. - M. F. BARONI, La registrazione negli uffici del comune di Milano nel secolo XIII, «Studi di Storia Medioevale e di Diplomatica», 3 (1977), pp. 97-193. Nel I semestre sarà attivato dalla dott. M. Mangini un laboratorio dal titolo ‘L’edizione e il regesto delle fonti documentarie medievali’ di 20 ore (3 cfu) rivolto agli studenti dell’ordinamento triennale del Corso di laurea in Scienze Storiche e in Scienze dei Beni Culturali, a condizione che abbiano già sostenuto l’esame di Diplomatica o frequentino regolarmente le lezioni del corso di Diplomatica attivato durante il I semestre (vedi indicazioni separate).

19


Anno Accademico 2007 - 2008

ECONOMIA POLITICA (vedi STORIA ECONOMICA)

20


Anno Accademico 2007 - 2008

ESEGESI DELLE FONTI STORICHE MEDIEVALI Prof. Roberto Perelli Cippo Primo semestre Ricevimento: da ottobre a dicembre: martedì e giovedì ore 13; roberto.perelli@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti della Laurea magistrale in Storia e documentazione storica (9 o 12 crediti) e della Laurea in Scienze storiche (6 o 9 crediti). Papato, impero e Regno negli anni della giovinezza di Federico II di Svevia I modulo: Introduzione allo studio delle fonti per la storia del medioevo II modulo: Nel Regno di Sicilia prima di Federico II III modulo: Il giovane Federico II fra Italia e Germania IV modulo per la Laurea magistrale: Da Roncaglia a Costanza. Lettura e commento di alcuni documenti relativi allo scontro fra comuni e impero. Programma d’esame per studenti frequentanti: Per studenti del corso di laurea in Scienze storiche – 9 crediti: all’ esame gli studenti dovranno rispondere sugli argomenti trattati nei moduli I, II e III e sulle seguenti letture: - P. CAMMAROSANO, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, ed. NIS o Carocci - A. PETRUCCI, Medioevo da leggere, ed. Einaudi, pp. 5-69 - due volumi scelti nell’ elenco che verrà distribuito all’ inizio del corso Per studenti del corso di laurea in Scienze storiche – 6 crediti: all’ esame gli studenti dovranno rispondere sugli argomenti trattati nei moduli I e II e sulle seguenti letture: - P. CAMMAROSANO, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, ed. NIS o Carocci - un volume scelto nell’ elenco Per studenti del corso di laurea magistrale – 9 crediti: all’ esame gli studenti dovranno rispondere sugli argomenti trattati nei moduli II, III e IV e sulle seguenti letture: - P. CAMMAROSANO, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, ed. NIS o Carocci - A. PETRUCCI, Medioevo da leggere, ed. Einaudi, pp. 5-69 - due volumi scelti nell’ elenco Per studenti del corso di laurea magistrale – 12 crediti: all’ esame gli studenti dovranno rispondere sugli argomenti trattati nei moduli I, II, III e IV e sulle seguenti letture: - P. CAMMAROSANO, Italia medievale. Struttura e geografia delle fonti scritte, ed. NIS o Carocci - A. PETRUCCI, Medioevo da leggere, ed. Einaudi, pp. 5-69 - tre volumi scelti nell’ elenco. Gli studenti che lo desiderino possono sostituire parte delle letture con un’ esercitazione sulle fonti da concordare con il docente. GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI CONCORDERANNO IL PROGRAMMA D’ ESAME DIRETTAMENTE CON IL DOCENTE, CON UN COLLOQUIO IN ORARIO DI RICEVIMENTO.

21


Anno Accademico 2007 - 2008

LETTERATURA INGLESE (mutuato da Letteratura inglese contemporanea) Prof. Carlo Pagetti Secondo semestre Ricevimento: a causa dei numerosi impegni accademici del docente, l’orario di ricevimento viene comunicato mensilmente sul sito http://www.alex.unimi.it/~lic/ e in bacheca; carlo.pagetti@unimi.it. Il corso è mutuato da Letteratura Inglese Contemporanea. Esso prevede un esame di 2 moduli (6 crediti) o 3 moduli (9 crediti. Il primo modulo, avendo carattere introduttivo, è obbligatorio per tutti gli studenti. Nuovi Mondi. L’immaginario letterario dalla ‘scoperta’ dell’America alle cronache della fantascienza (60 ore, 9 crediti) Modulo A (20 ore, 3 crediti): Isole Modulo B (20 ore, 3 credti): I nuovi mondi della fantascienza e della distopia Modulo C (20 ore 3 crediti): Approdi postcoloniali Presentazione del corso: Il programma intende sviluppare un percorso che parte dalla Tempest di Shakespeare sulla rappresentazione dei Nuovi Mondi (America, Australia) nella letteratura e nella cultura inglese e successivamente approfondisce alcuni esiti narrativi contemporanei: a) il genere dell’utopia/distopia e della fantascienza, che proietta il motivo del viaggio e del contatto con l’alterità nel futuro e nello spazio interplanetario; b) le prospettive postcoloniali, che rivisitano e rovesciano i miti dell’esplorazione coloniale. Al Corso parteciperanno anche altri docenti, tra cui la prof.ssa Franca Rossi, studiosa di letteratura di viaggio del Rinascimento inglese. Indicazioni bibliografiche: Modulo A W. Shakespeare, The Tempest (si consiglia l’edizione bilingue dei Grandi Libri Garzanti a cura di A. Lombardo). A.A.V.V., Viaggio agli Antipodi, e i brani di Rowlandson, Defoe, Swift nel fascicolo L’incontro con l’Altro (Cuem). J. Conrad, Victory (qualsiasi ediz. paperback) A. Levy, Small Island (idem) Verranno usati materiali cinematografici. Modulo B H.G. Wells, First Men in the Moon (qualsiasi ediz. paperback) W. Golding, Lord of the Flies (idem) M. Atwood, The Handmaid’s Tale (idem) P.K. Dick, The Man in the High Castle (idem), oppure R. Bradbury, Martian Chronicles (idem) Verranno usati materiali cinematografici Modulo C S. Rushdie, East, West (una selezione di racconti) A. Munro, A View from Castle Rock V.S. Naipaul, A Way in the World (nel caso risulti impossibile reperire l’edizione in lingua inglese, verrà indicata anche la versione italiana dell’opera di Naipaul) Programma per studenti non frequentanti

22


Anno Accademico 2007 - 2008

Le indicazioni bibliografiche verranno fornite durante lo svolgimento del Corso. Alla fine dell’attività didattica il docente metterà in rete un “Programma Definitivo” con indicazioni di studio rivolte soprattutto agli studenti non frequentanti Altre informazioni per gli studenti Gli studenti di Scienze Storiche, come tutti gli studenti afferenti a Corsi non linguistici, che possono leggere i testi in ediz. italiana, o, dove è possibile, in edizione bilingue, supereranno preliminarmente un breve test linguistico (lettura e traduzione dall’inglese). Maggiori dettagli all’inizio dell’attività didattica.

23


Anno Accademico 2007 - 2008

LETTERATURA FRANCESE Gli studenti del corso di laurea triennale in Scienza storiche devono seguire il corso delle lezioni della prof. Liana Nissim di ‘Lingue e Letterature straniere’.

24


Anno Accademico 2007 - 2008

LETTERATURA ITALIANA Prof. Francesca Tancini Secondo semestre Ricevimento: primo e secondo semestre: giovedì, ore 17-19, Dipartimento Filologia moderna, primo piano; francesca.tancini@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti di Scienze Storiche triennale (9CFU); Corso di Laurea Magistrale in Storia e Documentazione storica (6-9 CFU); Filosofia triennale (6-9 CFU). La civiltà letteraria italiana: percorsi testuali e storico-critici I modulo: La letteratura italiana dal Duecento al Cinquecento: percorsi testuali (20 ore - 3cfu) II modulo: La letteratura italiana dal Seicento all’Ottocento: percorsi testuali (20 ore - 3cfu) III modulo: Aspetti del realismo dantesco (20 ore - 3cfu) PROVE D’ESAME Le due prime parti del corso –moduli I e II (esame da 9CFU); modulo I (esame da 6CFU)costituiranno la materia di una prova scritta (obbligatoria per tutti), che si potrà sostenere a partire da maggio) o in una delle due altre sessioni annualmente previste (settembre e gennaio). Essa consisterà in due-tre quesiti relativi agli argomenti e ai testi presi in esame nei moduli frequentati, secondo quanto indicato dalla docente a lezione. La prova verrà valutata autonomamente (ottimo, buono, discreto, sufficiente, insufficiente) e sarà considerata parte integrante dell’esame finale. Chi non fosse soddisfatto dell’esito, pur positivo, della prova scritta, potrà ripeterla negli appelli successivi. Lo studente che conseguirà una valutazione negativa potrà, a sua scelta, o ripetere la prova o presentarsi all’orale (non prima del secondo appello orale successivo allo scritto), per essere interrogato anche sulla materia oggetto della prova scritta; in questo caso, se la sua preparazione non risulterà sufficiente, ripeterà scritto e orale in una successiva sessione. La parte terza (modulo III) sarà oggetto della prova orale finale, da sostenersi nei giorni di appello stabiliti dalla Facoltà. Chi, avendo superato lo scritto, non otterrà un esito positivo, potrà ripetere questa sola prova in uno degli appelli successivi. In ogni caso, come prescrive il regolamento di Ateneo, verrà sempre registrata la presenza all’esame. E’ richiesta la frequenza continuativa del corso. Gli studenti ai quali è richiesto di sostenere un esame da 6 crediti (tra questi gli studenti di Scienze Storiche immatricolati prima del 2004-2005, che non intendano adeguarsi alla nuova normativa) sono tenuti a frequentare obbligatoriamente il primo e il terzo modulo. Quanti, per giustificate ragioni, non sono in grado di frequentare le lezioni, sono tenuti ad incontrare la docente nel suo orario di ricevimento (da fine febbraio in avanti e, comunque, prima di sostenere la prova scritta), per mettere a punto insieme il programma d’esame. Sostitutiva di tale incontro sarà la partecipazione degli studenti non frequentanti alla riunione collettiva che la docente terrà, in data ed aula da destinarsi (ma comunque nel tardo pomeriggio), tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo 2008, al fine di illustrare le prove d’esame e fornire consigli per la loro preparazione. Data e luogo di tale incontro verranno comunicati nel sito di Filologia moderna nelle prima metà del mese di febbraio. PRESENTAZIONE DEL CORSO Nei moduli I e II , di carattere eminentemente istituzionale, verranno esaminati criticamente alcuni testi “esemplari”, al fine di cogliere entro la dimensione testuale –con i codici comunicativi che la caratterizzano (di genere, metrici, retorici)- alcuni snodi salienti della civiltà letteraria italiana. Nella medesima sezione verranno sinteticamente riconsiderate le tappe più significative della storia letteraria italiana, focalizzando i principali problemi di periodizzazione e i più significativi nodi problematici connessi allo sviluppo delle nostre vicende letterarie. Il terzo modulo, di carattere più squisitamente monografico, sarà dedicato ad un tema centrale del moderno dibattito critico sulla “Commedia” dantesca (da De Sanctis ad Auerbach), quello del “realismo”. Mediante l’esame di alcuni tra i canti più significativi delle tre cantiche, si porrano in luce le implicazioni teorico-critiche connesse alla considerazione di questo aspetto dell’ opera dell’Alighieri. Verranno inoltre esaminati i principali 25


Anno Accademico 2007 - 2008

espedienti tecnico-formali e linguistici, mediante i quali si concretizza il realismo dell’ autore, da un canto espressione della sua medievalità, dall’altro, tra le principali ragioni della sua moderna “popolarità”. INDICAZIONI BIBLIOGRAFICHE Moduli I e II I testi di cui verrà richiesta la lettura e l’approfondimento per la prova scritta saranno raccolti in un fascicolo edito dalla CUEM, reperibile a partire dall’inizio del corso. Critica: le pagine di GIULIO FERRONI, Profilo storico della letteratura italiana, Torino, Einaudi (in uno o due volumi), relative ad autori e movimenti considerati a lezione; i capitoli dedicati all’analisi metrica, retorica, narratologica di HERMANN GROSSER, in Questioni e strumenti, Milano, Principato. Modulo III Testi: DANTE ALIGHIERI, La Divina Commedia (le sezioni indicate a lezione e segnalate nel sito del Dipartimento di Filologia moderna, a partire dall’inizio del corso), in una qualificata ed aggiornata edizione liceale (Sapegno; Bosco-Reggio; Pasquini- Quaglio...). Critica: ERICH AUERBACH, Farinata e Cavalcante, in Mimesis, il realismo nella letteratura occidentale, vol. primo, Torino, Einaudi; ERICH AUERBACH, Figura, in Studi danteschi, Milano Feltrinelli. Altri testi saranno raccolti nel fascicolo a cura della CUEM. INTEGRAZIONI PER STUDENTI NON FREQUENTANTI Moduli I e II GIAN MARIO ANSELMI, PAOLO FERRATINI, Letteratura italiana; secoli ed epoche, Roma, Carocci. Si tratta di una lettura utile per chi voglia fare un rapido e qualificato “ripasso” degli argomenti inerenti la letteratura italiana, affrontati nello studio superiore. Modulo III Suggerimenti bibliografici potranno essere forniti dalla docente, su richiesta dello studente, nel suo orario di ricevimento. STUDENTI ISCRITTI ALL’ORDINAMENTO QUADRIENNALE Primo esame Gli studenti sono tenuti ad adeguarsi, per quanto riguarda la prova scritta, al programma dei triennalisti. Nel caso tuttavia in cui non superassero la prova, dovranno ripeterla in una delle successive sessioni (settembre, gennaio) Per quanto concerne la parte orale, essi sono tenuti a preparare due parti: 1)parte monografica corrispondente al modulo monografico del corso per triennalisti dell’anno accademico in corso (modulo III); 2) lettura di un autore o di un gruppo omogeneo di autori, più un saggio critico, secondo quanto indicato nei programmi dei precedenti anni accademici (vedi link sito di Filologia moderna filmod@unimi.it). Ulterori chiarimenti potranno essere forniti dalla docente nel suo orario di ricevimento. Secondo esame Gli studenti che intendono biennalizzare l’esame possono concordare con la docente il programma, che terrà conto degli interessi legati allo specifico indirizzo di studio.

26


Anno Accademico 2007 - 2008

LETTERATURA SPAGNOLA Gli studenti del corso di laure triennale in Scienze storiche devono seguire il corso di lezioni della prof. ssa Maria Teresa Cattaneo di ‘Lingue eLetterature straniere’. LETTERATURA TEDESCA Gli studenti del corso di laure triennale in Scienze storiche devono seguire il corso di lezioni del prof. Fausto Cercignani di ‘Lingue eLetterature straniere’.

27


Anno Accademico 2007 - 2008

NUMISMATICA ANTICA Prof. Adriano Savio Secondo semestre Ricevimento: venerdì ore 15.00: adriano.savio@unimi.it Il corso è rivolto agli studenti di Scienze storiche (9 cfu). Moneta ed economia in epoca antico-medievale I modulo: istituzioni di numismatica (40 ore per 6 cfu) II modulo: la moneta provinciale romana (20 ore per 3 cfu) INDICAZIONI BIBLIOGRAFICHE 1) A.Savio, Monete romane, Jouvence; 2) A.Savio, Tetradrammi alessandrini, CUEM; 3) E.Bernareggi, Istituzioni di Numismatica antica, Cisalpino; 4) A.Gara, Tecnica e tecnologia nelle società antiche, NIS, capitoli 3.1 e 6.1 Programma per studenti frequentanti: 6 crediti: -Appunti dalle lezioni del modulo A -Testi 1, 3 9 crediti: -Appunti dalle lezioni dei moduli A e B -Testi 1 e 2 Programma per studenti non frequentanti: 6 crediti: -Testi 1, 2, 3 9 crediti: Testi 1, 2, 3, 4

28


Anno Accademico 2007 - 2008

NUMISMATICA MEDIEVALE E MODERNA Prof. Adriano Savio Secondo semestre Ricevimento: venerdì ore 15.00: adriano.savio@unimi.it Il corso è rivolto agli studenti di Scienze storiche (9 cfu). Moneta ed economia in epoca antico-medievale I modulo: istituzioni di numismatica (40 ore per 6 cfu) II modulo: il trattato “De moneta” di Nicola Oresme (20 ore per 3 cfu) INDICAZIONI BIBLIOGRAFICHE 1) A.Savio, Monete romane, Jouvence; 2) Ph. Grierson, Introduzione alla Numismatica, Jouvence; 3) L.Travaini, Monete, mercanti e matematica, Jouvence; 4) C.M.Cipolla, Le avventure della lira, Il Mulino. Programma per studenti frequentanti: 6 crediti: -Appunti dalle lezioni del modulo A -Testi 1 e 2 9 crediti: -Appunti dalle lezioni dei moduli A e B -Testi 1, 2 Programma per studenti non frequentanti: 6 crediti: -Testi 1, 2, 3 9 crediti: - Testi 1, 2, 3, 4

29


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA CONTEMPORANEA (A-K) Prof. Alfredo Canavero Primo semestre Ricevimento: mercoledì a partire dalle ore 11,30 nella sede del Dipartimento di Scienze della storia e della documentazione storica di via Festa del perdono 7, cortile della Legnaia, 1° piano; alfredo.canavero@unimi.it. Il corso è riservato agli studenti dei Corsi di Laurea in Scienze Storiche (9 cfu), Lettere (6 o 9 cfu) e Filosofia (9 cfu), nonché agli studenti degli stessi corsi di laurea del vecchio oridnamento, il cui cognome inizi con una lettera compresa tra A e K. Il corso è rivolto anche agli studenti del corso di laurea magistrale in Storia e documentazione storica (9 cfu), se l’esame non è già stato sostenuto durante il corso triennale. Eventuali passaggi dall’altro o all’altro corso di Storia contemporanea per i Corsi di Laurea in Lettere, Filosofia e Scienze Storiche potranno essere autorizzati dal docente sulla base di una motivata domanda scritta e l’impegno alla frequenza. Tale domanda dovrà essere presentata entro il 25 ottobre 2007. La divisione per lettere non vale per gli studenti del vecchio ordinamento che intendono biennalizzare l'esame. Questi ultimi dovranno però prendere contatto col docente tassativamente entro il 25 ottobre 2007 per concordare le modalità dell'esame. La politica estera dell’Italia dall’Unità ad oggi I modulo: La politica estera dell’Italia liberale (20 ore, 3 cfu) II modulo: La politica estera dell’Italia fascista (20 ore, 3 cfu) III modulo: La politica estera dell’Italia repubblicana (20 ore, 3 cfu) PROGRAMMA D’ESAME: Il programma che segue è per gli studenti non frequentanti. Il programma per gli studenti frequentanti sarà fornito nel corso delle lezioni. Parte generale A tutti gli studenti è richiesta la conoscenza approfondita delle linee di sviluppo della storia mondiale dal 1848 ai giorni nostri. A tal fine si ricorrerà ad uno dei seguenti manuali: -G. ALIBERTI - F. MALGERI, Da popolo a cittadini. Gli Europei (1815-2005), LED, Milano 2006 (a partire da p.85); -F. DELLA PERUTA , Corso di storia, L’Ottocento e il Novecento, Le Monnier, Firenze 1992. -R. FINZI - M. BARTOLOTTI, L’età contemporanea, Zanichelli, Bologna 1990. -F. GAETA - P. VILLANI - C. PETRACCONE, Storia contemporanea, Principato, Milano 1992. -G. SABBATUCCI - V. VIDOTTO, Il mondo contemporaneo dal 1848 a oggi, Laterza, Bari, 2006. -F. TRANIELLO – A. GUASCO, Storia di mille anni, vol.2 (dal 1848) e 3, Sei, Torino 2004. Chi avesse già una adeguata preparazione manualistica di base può preparare in alternativa i due volumi seguenti: L’età contemporanea, a cura di P. Pombeni, Il Mulino, Bologna 2005; Cesure e tornanti della storia contemporanea, a cura di P. Pombeni, Il Mulino, Bologna 2005. Si raccomanda vivamente di preparare la parte generale dell'esame con l'ausilio di un buon atlante storico. A questo proposito si segnala Il Nuovo Atlante Storico Garzanti, Garzanti, Milano 1990. Parte relativa al corso monografico Ai fini della preparazione di questa parte del programma tutti gli studenti dovranno preparare uno dei tre testi seguenti a scelta: -L. SAIU, La politica estera italiana dall’Unità ad oggi, Laterza, Bari 1999 -B. VIGEZZI, L’Italia unita e le sfide della politica estera. Dal Risorgimento alla Repubblica, Unicopli, Milano 1997. -La politica estera italiana, 1860-1985, a cura di R. J. B. Bosworth e S. Romano. Il mulino, Bologna, 1991.

30


Anno Accademico 2007 - 2008

-P. CACACE - G. MAMMARELLA, La politica estera dell’Italia. Dallo stato unitario ai nostri giorni, Laterza, Roma-Bari, 2006. Gli studenti del nuovo ordinamento (laurea triennale e laurea specialistica) dovranno preparare altri due testi (per 9 crediti) o un testo (per 6 crediti) Gli studenti del vecchio ordinamento (lauree quadriennali) prepareranno altri due testi fra quelli di seguito indicati. -Al di là dei confini. Cattolici italiani e vita internazionale, a cura di A.Canavero, Guerini, Milano 2004. -Il Mediterraneo nella politica estera italiana del secondo dopoguerra, a cura di M. De Leonardis, Il Mulino, Bologna 2003. -La politica estera italiana negli anni Ottanta, a cura di E. Di Nolfo, Lacaita, Manduria, 2003. -L’Italia e le organizzazioni internazionali. Diplomazia multilaterale nel Novecento, a cura di L. Tosi, Cedam, Padova 1999. -L'Italia fra tedeschi e alleati: la politica estera fascista e la seconda guerra mondiale, a cura di Renzo De Felice, Il Mulino, Bologna 1973. -Il mondo visto dall’Italia, a cura di A. Giovagnoli e G. Del Zanna, Guerini, Milano, 2004. -Nazione, interdipendenza, integrazione. Le relazioni internazionali dell’Italia (1917-1989), vol.I, a cura di F.Romero e A.Varsori, Carocci, Roma 2006. -A. ARISI ROTA, La diplomazia del Ventennio. Storia di una politica estera, Xenia, Milano 1990. -B. BRACCO, Storici italiani e politica estera: tra Salvemini e Volpe, 1917-1925, Angeli, Milano 1998. -L. BRAZZO, Angelo Sullam e il sionismo in Italia tra la crisi di fine secolo e la guerra di Libia, Quaderni della Nuova Rivista Storica (in corso di stampa). -F. CHABOD, Storia della politica estera italiana dal 1870 al 1896, 2. ed. Laterza, Roma ; Bari 1997. -E. COLLOTTI, N. LABANCA, T. SALA, Fascismo e politica di potenza. Politica estera 1922-1939, La Nuova Italia, Firenze 2000. -E. DECLEVA, Da Adua a Sarajevo: la politica estera italiana e la Francia, 1896-1914 , Laterza, Bari 1971. -L. V. FERRARIS, Manuale della politica estera italiana 1947-1993, Laterza, Roma- Bari 1998. -V. FERRETTI, Il Giappone e la politica estera italiana: 1935-41, Giuffrè, Milano 1983. -G. FORMIGONI, Storia della politica internazionale nell’età contemporanea (1815-1992), Il Mulino, Bologna 2000. -R. GAJA, L'Italia nel mondo bipolare : per una storia della politica estera italiana, 1943-1991, Il mulino, Bologna 1995. -L. GOGLIA, R. MODO, L. NUTI, Guerra e pace nell’Italia del Novecento. Politica estera, cultura politica e correnti dell’opinione pubblica, Il Mulino, Bologna, 2006. -W. HITCHCOCK, Il continente diviso. Storia dell’Europa dal 1945 ad oggi, Carocci, 2003. -R. MOROZZO DELLA ROCCA, La politica estera italiana e l'Unione sovietica : 1944-1948, La goliardica Roma 1985. -R. NIERI, Sonnino, Guicciardini e la politica estera italiana (1899-1906), ETS, Pisa 2005. -P. PASTORELLI, Dalla prima alla seconda guerra mondiale: momenti e problemi della politica estera italiana, 1914-1943, LED, Milano1997. -R. QUARTARARO, Roma tra Londra e Berlino: la politica estera fascista dal 1930 al 1940, Bonacci, Roma 1980. -G. RUMI, Alle origini della politica estera fascista : 1918-1923, Laterza, Bari 1968. -A. VARSORI, L’Italia nelle relazioni internazionali dal 1943 al 1992, Laterza, Bari, 1998. Ulteriori testi saranno indicati nel corso delle http://ariel.ctu.unimi.it/corsi/storiaContemporanea/home.

lezioni

e

segnalati

sul

sito:

Laboratori: - In collaborazione con il Centro per gli studi di politica estera e opinione pubblica il prof. Canavero terrà due laboratori: uno nel I semestre dal titolo ‘Storia dei rapporti internazionali dall’antichità ad oggi (fonti e metodi)’ e uno nel II semestre intitolato ‘Imperi e imperialismi nelle relazioni internazionali dal mondo antico all’età contemporanea’. 31


Anno Accademico 2007 - 2008

- Nel I semestre il dott. Fabrizio Panzera terrĂ un laboratorio dal titolo ‘Le fonti per la storia della Svizzera contemporanea’ (per tutti vedi indicazioni separate).

32


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA CONTEMPORANEA Prof. Maurizio Punzo Primo semestre Ricevimento: martedì, 9.30-11.30; maurizio.punzo@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti delle lauree triennali di Scienze storiche (9/12 cfu), di Lettere (6/9 cfu), di Filosofia (9/12 cfu). L’Italia del Novecento I modulo: L’Italia liberale II modulo: Dal fascismo alla repubblica III modulo: L’Italia repubblicana Programma d’esame: E’ richiesta la sicura conoscenza della Storia contemporanea dal 1848 ai giorni nostri. A tal fine gli studenti dovranno fare uso di un buon manuale per le scuole secondarie superiori. Gli studenti frequentanti dovranno inoltre dar prova di un’approfondita conoscenza degli argomenti trattati a lezione, integrandoli con lo studio di due testi (per 6 crediti), di tre testi (per 9 crediti) di quattro testi (12 crediti), liberamente scelti nell’elenco seguente. Gli studenti non frequentanti dovranno invece studiare quattro testi (per 6 crediti), cinque testi (per 9 crediti), sei testi (dodici crediti), scegliendoli dallo stesso elenco: A. AQUARONE, L'Italia giolittiana, Il Mulino, Bologna, 1988; G. CANDELORO, Storia dell'Italia moderna, vol.VI (1871-1896), Feltrinelli, Milano (varie edizioni); G. CANDELORO, Storia dell'Italia moderna, vol.VII (1896-1914), Feltrinelli, Milano (varie edizioni); G. CANDELORO, Storia dell'Italia moderna, vol.VIII (1914-1922, Feltrinelli, Milano (varie edizioni); G. CANDELORO, Storia dell'Italia moderna, vol. IX (1922-1939), Feltrinelli, Milano (varie edizioni); S. COLARIZI, La seconda guerra mondiale e la repubblica, Milano, TEA, 1996; S. COLARIZI, Storia del Novecento italiano, Rizzoli, Milano, 2000; S. COLARIZI M. GERVASONI, La cruna dell’ago. Craxi, il partito socialista e la crisi della Repubblica, Laterza, Bari-Roma, 2005; P. CRAVERI, La repubblica dal 1958 al 1992, Milano, TEA, 1996; P. CRAVERI, De Gasperi, Bologna, Il Mulino, 2006; F. GAETA, La crisi di fine secolo e l'età giolittiana, TEA, Milano, 2000; P. GINSBORG, Storia d'Italia dal dopoguerra a oggi. Società e politica 1943-1988, Einaudi, Torino, 1989; S. LANARO, Storia dell'Italia repubblicana. Dalla fine della guerra agli anni novanta, Marsilio, Venezia, 1993; G. MAMMARELLA, L'Italia contemporanea, Il Mulino, Bologna, 1993; L. MUSELLA, Craxi, Roma, Salerno, 2007; S. PONS, Berlinguer e la fine del comunismo, Einaudi, Toino, 2006; D. VENERUSO, L’Italia fascista, Bologna, Il Mulino, 1981. Ulteriori indicazioni bibliografiche verranno fornite nel corso delle lezioni. Nel II semestre saranno attivati due laboratori: -Il dott. Enrico Landoni ne terrà uno dal titolo ‘Fonti per una storia della Milano contemporanea’ (vedi indicazioni separate). -Il prof. Giorgio Cosmacini ne terrà uno dal titolo ‘Teoria e storia della sanità’ (vedi indicazioni separate).

33


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DEGLI ANTICHI STATI ITALIANI Prof. Letizia Arcangeli Secondo semestre Ricevimento: dal 15 settembre al 15 ottobre, lunedì 16.30-17.30; dal 16 ottobre al 15 febbraio, lunedì 16.30-17.30 e giovedì 15-16.30; dal 16 febbraio al 15 maggio, martedì 15-16 e giovedì 15-16.30; dal 16 maggio al 15 luglio, lunedì 16.30-17.30, Dipartimento, settore B (via Festa del Perdono); letizia.arcangeli@unimi.it. Dott. Marco Gentile: per appuntamento via mail (marco.gentile@unimi.it). Il corso è rivolto agli studenti delle lauree triennali in Scienze storiche (6-9 cfu) e in Scienze dei beni culturali (9 cfu), delle lauree magistrali in Storia e Documentazione storica (9 cfu), in Culture e linguaggi per la comuncazione (9 cfu), in Lettere moderne (6 cfu). La conflittualità sociale e politica in Italia tra tardo medioevo ed età moderna (secoli XV-XVIII) I modulo: Le fazioni nell’Italia del Rinascimento II modulo: Conflitto sociale e conflitto politico nelle città III modulo: Le campagne tra rivolte antifeudali, violenza nobiliare e banditismo Programma del corso: Per chi intende acquisire nove crediti si richiede la frequenza ai tre moduli; per sei crediti, la frequenza a due moduli ( primo e secondo o primo e terzo). Presentazione del corso: Anche l’Italia dei secoli XV-XVIII, come l’Europa del tempo, è percorsa da una conflittualità di natura e intensità variabile: aperta, strutturata e frequente nell’età rinascimentale, più spesso latente, frammentaria e soggetta alla repressione nell’età della Controriforma, che vede le tensioni sociali trovare prevalentemente espressione nella violenza individuale; questa conflittualità latente e connaturata a una struttura sociale e politica fortemente asimmetrica diviene esplicita e collettiva in relazione a momenti catalizzatori (guerre, innovazioni politiche, congiunture economiche sfavorevoli). Il corso sarà dedicato principalmente all’analisi delle forme e delle manifestazioni della conflittualità sociale e politica negli stati italiani tardomedievali e moderni, con l’obiettivo di cogliere le linee del mutamento che ebbe luogo nella società italiana tra XV e XVIII secolo. Oggetto principale dell’analisi saranno i momenti di conflitto aperto: essi saranno ampiamente contestualizzati nel quadro generale della storia e della società italiana, che sarà così ricostruito in itinere pur senza che vi sia dedicato un apposito modulo. Nella scelta dei casi di studio ci si orienterà in base alla disponibilità di fonti edite e inedite, la cui lettura integrerà le lezioni frontali, allo scopo di stimolare le capacità individuali di analisi critica e messa a fuoco di problemi da cui partire per costruire un’interpretazione. Indicazioni bibliografiche saranno fornite durante le lezioni. Programma per studenti frequentanti (6-9 crediti) Si richiede 1) la conoscenza dei temi svolti a lezione, con approfondimento di un tema a scelta mediante lettura o esercitazione concordate con la docente 2) lo studio di un testo a scelta tra i seguenti: 1. M. Berengo, Nobili e mercanti nella Lucca del Cinquecento, Einaudi 1999 2. A. Ventura, Nobiltà e popolo nella società veneta del Quattrocento e Cinquecento, Unicopli 1993 3. R. Villari, La rivolta antispagnola a Napoli: le origini (1585-1647), Laterza 1994* 4. G. Chittolini, La formazione dello stato regionale e le istituzioni del contado, Unicopli 2005 5. G. Zarri, Le sante vive. Profezie di corte e devozione femminile fra ’400 e ’500, Rosenberg & Sellier 1990 6. G. Cozzi, Repubblica di Venezia e Stati italiani : politica e giustizia dal secolo 16. al secolo 18. Einaudi 1982* 7. P. Prodi, Il sovrano pontefice. Un corpo e due anime: la monarchia papale nella prima età moderna, Il Mulino 2006

34


Anno Accademico 2007 - 2008

8. C. Ginzburg, Il formaggio e i vermi: il cosmo di un mugnaio del '500, Einaudi 1999; e G. Romeo, L’inquisizione nell’Italia moderna, Laterza 2002 9. Ch. Klapisch Zuber, La famiglia e le donne nel Rinascimento a Firenze, Laterza 2004 10. O. Raggio, Faide e parentele. Lo stato genovese visto dalla Fontanabuona, Einaudi 1990* 11. G. Corazzol, Cineografo di banditi su sfondo di monti (Feltre, 1634-1642), Unicopli 1997 12. M. Firpo, Gli affreschi di Pontormo a San Lorenzo. Eresia, politica e cultura nella Firenze di Cosimo I, Einaudi 1997 * Libro fuori commercio e pertanto legalmente fotocopiabile, disponibile presso la biblioteca del dipartimento Programma per studenti non frequentanti 1) un testo a scelta nell’elenco sopra 2) una (per sei crediti) o due (per nove crediti) letture (o gruppi di letture) concordate con la docente. Nel II semestre il dottor Marco Gentile terrà un laboratorio dal titolo “Storia e romanzo storico: come leggere criticamente alcune opere letterarie” (vedi indicazioni separate).

35


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DEI PAESI SLAVI Prof. Giulia Lami Secondo semestre Ricevimento: mercoledì, 10,30-12,30; giulia.lami@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti delle lauree triennali in Scienze storiche (9 cfu), Filosofia (6/9 cfu), Scienze umane dell’ambiente e del paesaggio (9 cfu), delle lauree magistrali in Storia e documentazione storica (6/9 cfu), Lingue e letterature europee ed extraeuropee (6 cfu), Scienze e culture dell’ambiente e del paesaggio (9 cfu), Scienze filosofiche (6/9 cfu). Russia, Polonia, Ucraina: nazionalismi a confronto (XIX-XX secolo) Modulo A: (parte istituzionale) Lineamenti generali di storia dell'Impero russo e dell'URSS Modulo B: (tema specifico affrontato nel corso) Modulo C: (approfondimento sulle dinamiche interetniche all'interno dell'Imro russo e dell' UpeRSS) PROGRAMMA D'ESAME PER STUDENTI FREQUENTANTI MODULO A V. Riasanovsky, Storia della Russia dalle origini ai giorni nostri, Bompiani, 2001, pp. 369-473 unitamente a G. Lami (a cura di), La rivoluzione russa del 1905 e i suoi echi in Italia e nel mondo, Cuem, 2006, pp. 5-162. MODULO B G. Lami, La questione ucraina fra ‘800 e ‘900, Cuem, 2005 unitamente a *AA. VV. (a cura di M. Herling), "Polonia Restituta": l'Italia e la ricostituzione della Polonia. 1918-1921, Edizioni CIRSS-Anima, 1992 (pp. 1534; 55-90; 125-142), oppure *AA. VV. (a cura di G. Lami), Risorgimento. Italia e Romania 1859-79. Esperienze a confronto, Edizioni CIRSS-Anima, 1993, pp. 21-28; 41-50; 199-252. MODULO C V. Riasanovsky, Storia della Russia dalle origini ai giorni nostri, Bompiani, 2001, pp. 474-508; A. Kappeler, La Russia. Storia di un impero multietnico, a cura di A. Ferrari, Edizioni Lavoro, Roma, 2006, pp. 105-333. * per trovare alcuni dei testi elencati di più difficile reperimento, ci si può rivolgere al docente durante l'apposito orario di ricevimento. PROGRAMMA D'ESAME PER STUDENTI NON FREQUENTANTI MODULO A V. Riasanovsky, Storia della Russia dalle origini ai giorni nostri, Bompiani, 2001, pp. 348-508 unitamente a G. Lami (a cura di), La rivoluzione russa del 1905 e i suoi echi in Italia e nel mondo, Cuem, 2006. MODULO B G. Lami, La questione ucraina fra ‘800 e ‘900, Milano, Cuem, 2005 unitamente a *AA. VV. (a cura di M. Herling), "Polonia Restituta": l'Italia e la ricostituzione della Polonia. 1918-1921, Edizioni CIRSS-Anima, Milano-Bucarest 1992 (pp. 15-34; 55-90; 125-142), e a *AA. VV. (a cura di G. Lami), Risorgimento. Italia e Romania 1859-79. Esperienze a confronto, Edizioni CIRSS-Anima, Milano-Bucarest 1993, pp. 21-28; 41-50; 199-302. MODULO C V. Riasanovsky, Storia della Russia dalle origini ai giorni nostri, Bompiani, 2001, pp. 509-592; A. Kappeler, La Russia. Storia di un impero multietnico, a cura di A. Ferrari, Edizioni Lavoro, Roma, 2006, pp. 105-362. * per trovare alcuni dei testi elencati di più difficile reperimento, ci si può rivolgere al docente durante l'apposito orario di ricevimento.

36


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DEI PARTITI POLITICI* Proff. Alfredo Canavero, Ivano Granata, Maurizio Punzo Secondo semestre Ricevimenti: prof. Alfredo Canavero, Cortile della Legnaia, 1° piano, mercoledì, ore 11,30-12,30; alfredo.canavero@unimi.it. Prof. Ivano Granata, martedì, 9,30-11.45, settore A del Dipartimento di Scienze della storia e della documentazione storica; ivano.granata@unimi.it. Prof. Maurizio Punzo, martedì, 9-30-12.30, settore A del Dipartimento di Scienze della storia e della documentazione storica; maurizio.punzo@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti di Scienze umanistiche per la comunicazione (6 cfu) e della Laurea magistrale in Storia e documentazione storica (9 cfu). Partiti e società nell’Italia del secondo dopoguerra I modulo: I partiti dalla nascita della Repubblica all’inizio del centrosinistra. II modulo: Evoluzione e involuzione negli anni Sessanta e Settanta: la “partitocrazia”. III modulo: Crisi del sistema e bipolarismo. Programma d’esame: La preparazione generale del corso dovrà essere effettuata sul testo di S.COLARIZI, Storia politica della Repubblica. Partiti, movimenti e istituzioni 1943-2006, Laterza, Roma-Bari, 2007 oppure su quello di G.GALLI, I partiti politici italiani, Rizzoli, Milano, 2001. Il programma completo e definitivo, con l’indicazione dei testi da aggiungere a quello relativo alla preparazione generale, verrà reso noto durante il corso.

37


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DEL CRISTIANESIMO Prof. Grado Giovanni Merlo Primo semestre Ricevimento: mercoledì ore 11.30-12-30; grado.merlo@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti del Corso di laurea in Filosofia (6/9 cfu), in Scienze storiche (9 cfu), in Scienze dei beni culturali (9 cfu), in Lettere (6/9 cfu); delle Lauree magistrali in Lettere moderne (6 cfu), in Lingure e lett: europee ed extraeurop. (6/9 cfu), in Musicologia e beni musicali (9 cfu), in Scineze filosofiche (6/9 cfu), in Storia e documentazione storica (9 cfu), in Culture e linguaggi per la comunicazione (6/9 cfu). Strutture ecclesiastiche e vita religiosa nel cristianesimo latino (secoli XI-XV) I modulo: Gli studi di storia ecclesiastica e religiosa dal XVI al XX secolo II modulo: Monaci e chierici tra vita contemplativa e cura d’anime III modulo: Le religiones novae del basso medioevo Programma d’esame: (valido per gli studenti sia frequentanti sia non frequentanti): 6 crediti: - Storia del cristianesimo, a cura di G. Filorami, D. Menozzi, Roma-Bari, Laterza, 2007 (le parti scritte da G. Tabacco e G.G. Merlo); - Grado Giovanni Merlo, Nel nome di san Francesco. Storia dei frati Minori e del francescanesimo sino agli inizi del XVI secolo, Padova, Editrici Francescane, 2003 (primi quattro capitoli); 9 crediti: - Grado Giovanni Merlo, Streghe, Bologna, Il Mulino. 2006

38


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DEL CRISTIANESIMO ANTICO (mutuato da Storia del Cristianesimo) STORIA DEL CRISTIANESIMO E DELLE CHIESE IN ETÀ MODERNA E CONTEMPORANEA (mutuato da Storia della Chiesa)

39


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DEL GIORNALISMO Prof. Rita Cambria Primo semestre Ricevimento: lunedì 15.30-19.00, mercoledì 10-12, lunedì mattina su appuntamento, dipartimento di Scienze della storia e documentazione storica, settore A, III piano, tel.0250312631. Il corso è rivolto ai Corsi di laurea: Scienze umanistiche per la comunicazione, Scienze storiche, Lettere, Filosofia, Scienze dei beni culturali e Scienze umane dell’ambiente (9 o 6 cfu), ed anche agli studenti dei corsi di laurea specialistica in Storia e documentazione storica, ove non già sostenuto. Notizie dal mondo: circolazione delle idee, nuove tecnologie e informazione internazionale nei giornali italiani I modulo (20 ore, 3 CFU): Circolazione delle idee nelle riviste italiane dal 1700 al 1861. II modulo (20 ore, 3 CFU): Agenzie, quotidiani stranieri e quotidiani italiani a confronto dal 1870 al 1945. III modulo (20 ore, 3 CFU): Italia e Stati Uniti nel dibattito di alcuni quotidiani italiani e americani dopo il 1945. Programma d’esame: Avvertenza: il corso è indirizzato a studenti che abbiamo una sicura conoscenza della storia contemporanea. Gli studenti che non abbiamo sostenuto l’esame di Storia contemporanea devono rivolgersi alla docente prima della scelta dei testi in programma. 1. P. Murialdi, Storia del giornalismo italiano, Bologna, Il Mulino, 1998 2. G. Gozzini, Storia del giornalismo, Milano, Bruno Mondadori, 2003 3. Un libro a scelta fra: - V. Castronovo, G. Ricuperati, C. Capra, La stampa italiana dal Cinquecento all’Ottocento, Bari, Laterza, 1976 - V. Galante Garrone, F. Della Peruta, La stampa italiana del Risorgimento, Bari, Laterza, 1979 - V. Castronovo, L. Giacheri Fossati, N. Tranfaglia, La stampa italiana nell’età liberale, Bari, Laterza, 1979 - M. Legnani, P. Murialdi, N. Tranfaglia, La stampa italiana nell’età fascista, Bari, Laterza, 1979 - G. De Luna, N. Torcellan, P. Murialdi, La stampa italiana dalla Resistenza agli anni Sessanta, Bari, Laterza, 1980 - AA.VV., La stampa italiana del neocapitalismo, Bari, Laterza, 1976 - AA.VV., La stampa italiana nell’età della televisione, Bari, Laterza, 2000 4. Un testo di argomento monografico da concordare dopo un colloquio con la docente. N.B.: Tutti gli studenti che non possono frequentare il corso devono parlare con la docente prima di scegliere i libri dei punti 3 e 4.

40


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DEL PENSIERO POLITICO CONTEMPORANEO Prof. Nicola Del Corno Primo semestre Ricevimento: I semestre: martedì 9-10.30 e mercoledì 10.30-12.30; nicola.delcorno@nimi.it. Il corso si rivolge agli studenti dei Corsi di laurea in “Scienze umanistiche per la comunicazione” (6 cfu); “Scienze storiche” (9 cfu) e dei Corsi di laurea specialistica in “Storia e documentazione storica” (6 o 9 cfu), e “Culture e linguaggi per la comunicazione (6 cfu). Opposizioni al fascismo I modulo (20 ore 3 cfu): Il pensiero politico nell’Ottocento I modulo (20 ore 3 cfu): Il pensiero politico nel Novecento I modulo (20 ore 3 cfu): Principali opposizioni al fascismo Programma per gli studenti che sostengono l’esame da 6 cfu Gli studenti sono tenuti a portare un manuale a scelta fra i seguenti: G.M. Bravo, C. Malandrino, Il pensiero politico del Novecento, Casale Monferrato, Piemme, 2001 C. Galli, E. Greblo, S. Mezzadra, Il pensiero politico del Novecento, Bologna, il Mulino,2005 S. Mastellone, Storia del pensiero politico europeo. Dal XIX al XX secolo, Torino, Utet, 2002 e inoltre un’altra lettura a scelta fra le seguenti I grandi testi del pensiero politico. Antologia, a cura di C. Galli, Bologna, il Mulino, 2003, limitatamente alle pp. 241-268; 307-416; 435-480 Guerra, a cura di C. Galli, Roma-Bari, Laterza, 2004, limitatamente alle pp. 72-226 Stato, a cura di P.P. Portinaro, Roma-Bari, Laterza, 2004, limitatamente alle pp. 21-180 Contratto sociale, a cura di G. Duso, Roma-Bari, Laterza, 2005, limitatamente alle pp. 16-41 e pp. 57-182 Programma per gli studenti che sostengono l’esame da 9 cfu Gli studenti sono tenuti a portare un manuale a scelta fra i seguenti: G.M. Bravo, C. Malandrino, Il pensiero politico del Novecento, Casale Monferrato, Piemme, 2001 C. Galli, E. Greblo, S. Mezzadra, Il pensiero politico del Novecento, Bologna, il Mulino, 2005 S. Mastellone, Storia del pensiero politico europeo. Dal XIX al XX secolo, Torino, Utet, 2002 Inoltre una lettura a scelta fra le seguenti: P. Gobetti, La Rivoluzione liberale. Saggio sulla lotta politica in Italia, (qualsiasi edizione) A. Gramsci, Pensare la democrazia. Antologia dai «Quaderni del carcere», Einaudi, Torino, 1997 (3 parti a scelta dello studente) L. Einaudi, Riflessioni di un liberale sulla democrazia 1943-1947, Leo S. Olschki, Firenze, 2001 (fino a p. 152) C. Rosselli, Socialismo liberale, Einaudi, Torino, 1997 L. Salvatorelli, Nazionalfascismo, Einaudi, Torino, 1977 A. Spinelli – E. Rossi, Il manifesto di Ventotene, Mondadori, Milano, 2006 F. Turati, Il socialismo italiano, M&B Publishing, Milano, 1995 e un’altra lettura (o altre nel caso dei volumi di Ciuffoletti e Furiozzi, o Bobbio e Cadeddu) scelta fra le seguenti: E.A. Albertoni – P. Bagnoli, Studi sull’elitismo, Giuffré, Milano, 2001, (limitatamente alla parte di P. Bagnoli, L’elitismo democratico in Italia: Gobetti-Dorso-Burzio-Rosselli) G. Bedeschi, La fabbrica delle ideologie. Il pensiero politico nell’Italia del Novecento, Laterza, Roma-Bari, 2002 (fino a p. 305) G. Belardelli, Il Ventennio degli intellettuali. Cultura, politica, ideologia nell’Italia fascista, Laterza, Roma-Bari, 2005 N. Bobbio, Profilo ideologico del ’900, Garzanti, Milano, 1990 (fino a p. 192); e D. Cadeddu, Del liberalismo di Luigi Einaudi. Tre esercizi di lettura, Cuem, Milano, 2007 Z. Ciuffoletti, Contro lo statalismo. Il “Socialismo federalista liberale” di Carlo Rosselli, Piero Lacaita Editore, Manduria, 1999; e Gian Biagio Furiozzi, Il socialismo liberale. Dalle origini a Carlo Rosselli, Piero Lacaita Editore, Manduria, 2003 41


Anno Accademico 2007 - 2008

F. Fantoni, L’ircocervo possibile. Liberalismo e socialismo da “Critica Sociale” e “Quaderni di Giustizia e Libertà”, Franco Angeli, Milano, 2003 F. Sbarberi, L’utopia della libertà uguale. Il liberalismo sociale da Rosselli a Bobbio, Bollati Boringhieri, Torino, 1999 M.L. Salvadori, La sinistra nella storia italiana, Laterza, Roma-Bari, 1999.

42


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DEL RISORGIMENTO Prof. Luisa Dodi Secondo semestre Ricevimento: primo semestre, martedì ore 10,30-12,30; secondo semestre, lunedì ore 10,30-12,30. luisa.dodi@unimi.it . Prof. Marco Soresina: primo semestre lunedì h.9,30-12,30; secondo semestre, lunedì ore 13,30-16; marco.soresina@unimi.it. Dott.ssa Flores Reggiani: martedì h. 9.30-11.00; f.reggiani@fastwebnet.it. Luogo di ricevimento: settore ex-Germanistica, sottotetto. Il corso è rivolto agli studenti dei corsi di Laurea triennali in Scienze storiche (6 o 9 crediti) e Scienze dei beni culturali (6 o 9 crediti), agli studenti della Laurea magistrale in Storia e documentazione storica (6 o 9 crediti), Laurea magistrale in Lettere moderne. Le radici della nazione: borghesia e popolo nell’ottocento italiano I modulo: La formazione degli Stati nazionali e il caso italiano. II modulo: Economia e società nell’ Italia dell’800 III modulo: Il Risorgimento e la costruzione della nazione IV modulo per le Lauree magistrali: Garibaldini e veterani delle guerre d’indipendenza Programma d’esame (valido sia per frequentanti sia per non frequentanti): 9 CREDITI: - uno a scelta tra i tre testi seguenti: G. Candeloro, Storia dell’Italia moderna, vol. 2°, Dalla Restaurazione alla rivoluzione nazionale, Milano, Feltrinelli, 1974 (o successive edizioni) G. Sabbatucci G., V.Vidotto, a cura di, Storia d’Italia, vol. 1. Le premesse dell’Unità dalla fine del Settecento al 1861, Roma-Bari, Laterza, 1994 (o successive edizioni) F. Della Peruta, L'Ottocento. Dalla Restaurazione alla "belle époque", Firenze, Le Monnier (“Le MonnierUniversità”), 2000. - uno a scelta tra i due testi seguenti: R.Romeo, Vita di Cavour, Roma-Bari, Laterza, 1984. A.Scirocco, Garibaldi. Battaglie, amori, ideali di un cittadino del mondo, Roma-Bari, Laterza, 2001. 6 CREDITI: - uno a scelta tra i tre testi seguenti: G. Candeloro, Storia dell’Italia moderna, vol. 2°, Dalla Restaurazione alla rivoluzione nazionale, Milano, Feltrinelli, 1974 (o successive edizioni) oppure: G. Sabbatucci G., V.Vidotto , a cura di, Storia d’Italia, vol. 1. Le premesse dell’Unità dalla fine del Settecento al 1861, Roma-Bari, Laterza, 1994 (o successive edizioni) oppure: F. Della Peruta, L'Ottocento. Dalla Restaurazione alla "belle époque", Firenze, Le Monnier (“Le MonnierUniversità”), 2000. In aggiunta per tutti: - M.L.Betri, La giovinezza di Stefano Jacini,. La formazione, i viaggi, la “proprietà fondiaria” (1826-1857), Milano, FrancoAngeli, 1998. In alternativa a quanto sopra indicato, lo studente ha la possibilità di sostenere un esame da 9 crediti scegliendo liberamente e senza la necessità di concordare con i docenti TRE testi tra le letture qui di seguito elencate: 1. A.M. Banti, La nazione del Risorgimento. Parentela, santità e onore alle origini dell’Italia unita, Torino, Einaudi, 2000. 2. M. Berengo, Intellettuali e librai nella Milano della Restaurazione, Torino, Einaudi, 1980. 3. M.L.Betri, La giovinezza di Stefano Jacini,. La formazione, i viaggi, la “proprietà fondiaria” (1826-1857), Milano, FrancoAngeli, 1998. 43


Anno Accademico 2007 - 2008

4. G. Candeloro, Storia dell’Italia moderna, vol. 2°, Dalla Restaurazione alla rivoluzione nazionale, Milano, Feltrinelli, 1974 (o successive edizioni). 5. E.Cecchinato, Camicie rosse. I garibaldini dall’Unità alla Grande Guerra, Roma-Bari, Laterza, 2007. 6. F. Della Peruta, I democratici e la rivoluzione italiana, Milano, Feltrinelli, 1965 (ristampa Franco Angeli 2004). 7. Greenfield K. R., Economia e liberalismo nel Risorgimento. Il movimento nazionale in Lombardia dal 1814 al 1848, Bari, Laterza, 1940 (o successive edizioni). 8. A.Groppi, a cura di, Il lavoro delle donne, Roma-Bari, Laterza, 1996, ( da p.247 a p.469). 9. F. Mazzonis, La monarchia e il Risorgimento, Bologna, Il Mulino, 2003. 10. M.T. Mori, Salotti. La sociabilità delle élite nell’Italia dell’ Ottocento, Roma, Carocci, 2000. 11. R. Romanelli, L’Italia liberale 1861-1900, Bologna , Il Mulino, 1990. 12. R. Romeo, Vita di Cavour, Roma-Bari, Laterza, 1984. 13. A.Russo, “Nel desiderio delle tue care nuove”: Scritture private e relazioni di genere nell’Ottocento risorgimentale, Milano, FrancoAngeli, 2006 ( si suggerisce di aggiungere la lettura integrativa del profilo di Giuseppe Ricciardi in F.Della Peruta, a cura di, Scrittori politici dell’ottocento, tomo I, Giuseppe Mazzini e i democratici, Milano-Napoli, Ricciardi 1969, p. 913-933). 14. G. Sabbatucci , V.Vidotto , a cura di, Storia d’Italia, vol. 1, Le premesse dell’Unità dalla fine del Settecento al 1861, Roma-Bari, Laterza, 1994 (o successive edizioni) 15. G. Sabbatucci , V.Vidotto , a cura di, Storia d’Italia, vol. 2, Il nuovo Stato e la società civile 1861-1887, Roma-Bari, Laterza, 1995. 16. R. Sarti, Giuseppe Mazzini. La politica come religione civile, Roma-Bari, Laterza, 2000. 17. A. Scirocco, Garibaldi. Battaglie, amori, ideali di un cittadino del mondo, Roma-Bari, Laterza, 2001 . 18. S. Soldani-G. Turi, a cura di, Fare gli italiani. Scuola e cultura nell’Italia contemporanea,I, La nascita dello Stato nazionale, Bologna, Il Mulino, 1993. Avvertenza: Gli studenti del corso di laurea magistale in Storia e documentazione storica, frequentanti e non frequentanti, che intendano sostenere l’esame sono invitati a prendere contatto con i docenti. Laboratorio: al corso fa riferimento il laboratorio di 20 ore “Gli archivi dell’infanzia: esposti, orfani e derelitti (Milano, secoli XVII-XIX)” tenuto dalla dott.sa Flores Reggiani (f.reggiani@fastwebnet.it) nel secondo semestre in luogo e orario da stabilire (vedi indicazioni separate).

44


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELL’ETÀ DEL RINASCIMENTO Prof. Claudia di Filippo Primo semestre Ricevimento: martedì ore 13-14 e mercoledì ore 9,30-10,30, via Festa del Perdono, Dipartimento Scienze della storia, Settore B; claudia.difilippo@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti iscritti all’ordinamento triennale del Corso di laurea in Beni culturali (6 cfu), del Corso di laurea in Scienze Storiche (9 cfu), e agli studenti agli studenti del Corso di laurea magistrale in Cultura e linguaggio per la comunicazione (9cfu), Scienze dello spettacolo (6cfu), Storia e documentazione storica (9/12 cfu). Esploratori, viaggiatori, missionari. Viaggiare nell’Europa e nel Mondo fra ‘400 e ‘600 I modulo: Nell’Europa della prima età moderna: viaggiare per conoscere e per vivere (ambasciatori e intellettuali); viaggiare alla ricerca della tolleranza religiosa (esuli religionis causa). II modulo: Vecchio e Nuovo Mondo fra scoperte e conquiste. III modulo: Viaggiare per convertire: Indie Vecchie ed Indie Nuove IV modulo per la Laurea magistrale: questo modulo verterà sulla lettura di fonti riguardanti i temi trattati nei precedenti moduli, e si svilupperà in un lavoro personale, eventualmente propedeutico alla tesi di laurea. NOTA BENE: 1) La frequenza ai moduli dipende dal numero di crediti che lo studente intende avere: occorrerà frequentare 2 moduli diversi per 6 cfu, 3 moduli per 9 cfu, mentre il quarto modulo è riservato agli studenti della laurea magistrale di Storia e Documentazione Storica,e prevede oltre alla frequenza agli altri moduli una esercitazione scritta per un totale di 12 cfu. 2) Il primo modulo è obbligatorio per tutti. Chi porterà un esame da 6 crediti potrà aggiungere invece una lettura traendola liberamente dal secondo o dal terzo modulo. 3) Chi non ha mai sostenuto l’esame di storia moderna aggiungerà la seguente lettura: R. BIZZOCCHI, Guida allo studio della storia moderna, Bari, Laterza, 2002. Programma d’esame: FREQUENTANTI: è richiesta un frequenza costante e una buona preparazione di base della prima età moderna. La bibliografia verrà data a lezione. NON FREQUENTANTI: Gli studenti che non saranno in grado di frequentare con regolarità le lezioni del corso, potranno soatenere l’esame grazie ad una buona conoscenza della prima età moderna e allo studio attento e puntuale di una serie di letture come si evince dallo schema seguente: MODULO DI BASE (3 CFU) obbligatorio per tutti: un testo a scelta fra i seguenti di carattere generale: 1. E. GARIN, Rinascite e rivoluzioni. Movimenti culturali dal XIV al XVIII, Milano, Mondatori, 1992 2. E. GARIN, L’uomo del Rinascimento, Bari, Laterza, 2002 3. J.A. HALE, L’Europa nell’età del Rinascimento- 1480-1520, Bologna, Il Mulino, 2003 4. F. SBERLATI, L’ambiguo primato. L’Europa e il Rinascimento italiano, Roma, Carocci, 2004 5. V.L. TAPIE’, presentazione di J.R. ARMOGATHE, Barocco e classicismo, Milano, Vita e Pensiero, 1998 6. J.A. MARAVALL, La cultura del Barocco, Bologna, Il Mulino, 1985 7. R. VILLARI, L’uomo barocco, Bari, Laterza, 2001 MODULO DI CARATTERE CULTURALE E SOCIALE (3 CFU): un testo a scelta fra i seguenti: 1. N. ELIAS, La civiltà delle buone maniere, Bologna, Il Mulino, 1998 45


Anno Accademico 2007 - 2008

2. N. ELIAS, La società di corte, Bologna, Il Mulino, 1998 3. P. BURKE, Cultura e società nell’Italia del Rinascimento, Bologna, Il Mulino, 2001 3. ARIES-DUBY, La vita privata del Rinascimento in Italia, Bari, Laterza, 2001 5. P. BURKE, Il Rinascimento europeo. Centri e periferie, Bari, Laterza, 1999 6. M.L. KING, Le donne nel Rinascimento, Bari, Laterza, 1991 7. G. CALVI (a cura di), Barocco al femminile, Bari, Laterza, 1993 8. N. ZEMON DAVIS, Donne ai margini. Tre vite del XVII secolo, Bari, Laterza, 2001 MODULO DI CARATTERE CULTURALE, LETTERARIO, ARTISTICO, MUSICALE (3 CFU): Un testo a scelta fra i seguenti: 1. E.L. EISENSTEIN, Le rivoluzioni del libro. L’invenzione della stampa e la nascita dell’età moderna, Bologna, Il Mulino, 1995 2. L.E. HALKIN, Erasmo, Bari, Laterza, 1989 3. T. MORO, L’Utopia, a cura di L. FIRPO, Napoli, Guida, 1990 4. P. LARIVAILLE, Pietro Aretino fra Rinascimento e Umanesimo, Roma, Bulzoni, 1980 5. M. FIRPO, Artisti, gioiellieri, eretici. Il mondo di Lorenzo Lotto fra Riforma e Controriforma, Bari, Laterza, 2004 6. L. FEBVRE, Il problema dell’incredulità nel secolo XVI. La religione di Rabelais, Torino, Einaudi, 1978 7. R. H. BAINTON, La lotta per la libertà religiosa, Bologna, Il Mulino, 1999 8. T.TODOROV, La conquista dell’America. Il problema dell’altro. Torino, Einaudi, 1992 9. R.L.KENDRIK, Celestial nuns, Oxford, 1996 MODULO SEMINARIALE (3 CFU): esso è riservato agli studenti della Laurea specialistica e andrà concordato direttamente con la docente. Avvertenza: Gli studenti non frequentanti sono strettamente tenuti a mettere a punto PERSONALMENTE il programma con la docente anche per via mail: caludia.difilippo@unimi.it.

46


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELL’ETÀ DELL’ILLUMINISMO Prof. Claudio Donati Secomdo semestre Ricevimento: da ottobre 2007 a gennaio 2008: giovedì ore 11.30-12.30; da gennaio 2008 a luglio 2008: lunedì ore 14.30, Settore B del Dipartimento di scienze della storia e della documentazione storica (stanza B21); claudio.donati@unimi.it. Il corso è rivolto agli studentoi del Corso di laurea triennale in Scienze Storiche (9/6 cfu), dei Corsi di laurea magistrali in Storia e documentazione storica e in Culture e linguaggi per la comunicazione (9/6 cfu), e dei vecchi corsi di laurea quadriennali Un secolo moderno: innovazioni, ambiguità, contrasti nel Settecento europeo I modulo: Lineamenti di storia politica, economica, sociale e culturale del Settecento europeo IImodulo: Dualismi settecenteschi: monarchie/repubbliche, borghesie/nobiltà, scienza/religione, riforme/rivoluzioni III modulo: Analisi e commento di testi del XVIII secolo inerenti ai temi trattati nel secondo modulo IV modulo per le Lauree Magistrali: Le scritture dell’io nel Settecento Programma d’esame per studenti frequentanti: Gli studenti che hanno frequentato con assiduità le lezioni del corso e che intendono conseguire 9 crediti, prepareranno per l’esame: a) una parte generale, consistente - oltre che nella conoscenza dei temi svolti nel primo modulo del corso - nella lettura di L. Guerci, L’Europa del Settecento. Permanenze e mutamenti, Torino, UTET 2006, limitatamente alla parte seconda (pp.181-445) - b) una parte monografica, consistente (oltre che nella conoscenza dei temi svolti nel secondo e terzo modulo del corso) nella lettura di un volume scelto tra i seguenti: E. P. Thompson, Società patrizia, cultura plebea. Otto saggi di antropologia storica sull’Inghilterra del Settecento, Torino, Einaudi 1981; R. Darnton, Il Grande Affare dei Lumi. Storia editoriale dell’Encyclopédie 1775-1800, Milano, Silvestre Bonnard 1998; G. Ricuperati, Lo stato sabaudo nel Settecento. Dal trionfo delle burocrazie alla crisi d’antico regime, Torino, UTET 2001; C. Capra, I progressi della ragione. Vita di Pietro Verri, Bologna, Il Mulino 2002. Gli studenti che hanno frequentato con assiduità le lezioni del corso e che intendono conseguire 6 crediti, prepareranno per l’esame: a) come sopra - b) una parte monografica, consistente - oltre che nella conoscenza dei temi svolti nel secondo modulo del corso - nella lettura di un volume scelto tra i seguenti: R. Zangheri, Catasti e storia della proprietà terriera, Torino, Einaudi 1980; F. Venturi, Utopia e riforma nell’illuminismo, Torino, Einaudi 2001; A. Trampus, La massoneria nell’età moderna, Roma-Bari, Laterza 2006. Per gli studenti frequentanti iscritti alle lauree magistrali, sono previste eventuali letture alternative da concordare individualmente col docente. Programma d’esame per studenti non frequentanti: Gli studenti che non possono frequentare le lezioni, dovranno preparare per l’esame i seguenti testi: Per chi intende conseguire 9 crediti: a) l’intero volume di L. Guerci, L’Europa del Settecento. Permanenze e mutamenti, Torino, UTET 2006 - b) un volume a scelta tra i seguenti: E. P. Thompson, Società patrizia, cultura plebea. Otto saggi di antropologia storica sull’Inghilterra del Settecento, Torino, Einaudi 1981; R. Darnton, Il Grande Affare dei Lumi. Storia editoriale dell’Encyclopédie 1775-1800, Milano, Silvestre Bonnard 1998; G. Ricuperati, Lo stato sabaudo nel Settecento. Dal trionfo delle burocrazie alla crisi d’antico regime, Torino, UTET 2001; C. Capra, I progressi della ragione. Vita di Pietro Verri, Bologna, Il Mulino 2002. Per chi intende conseguire 6 crediti: a) come sopra - b) un volume a scelta tra i seguenti: R. Zangheri, Catasti e storia della proprietà terriera, Torino, Einaudi 1980; F. Venturi, Utopia e riforma nell’illuminismo, Torino, Einaudi 2001; A. Trampus, La massoneria nell’età moderna, Roma-Bari, Laterza 2006. Gli studenti non frequentanti sono invitati a prendere contatto col docente negli orari di ricevimento o tramite e-mail per ogni eventuale chiarimento in merito al programma d’esame.

47


Anno Accademico 2007 - 2008

Avvertenza importante. Il presente programma d’esame entrerà in vigore con l’appello di gennaio 2008 e sarà valido fino all’appello di dicembre 2008.

48


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELL’ETÀ DELLA RIFORMA E DELLA CONTRORIFORMA Prof. Susanna Peyronel Secondo semestre Ricevimento: martedì ore 9,30-11,30; susanna.peyronel@unimi.it. Dott. Gianclaudio Civale: giovedì ore 12,30-13,30 (Soltanto nel II Semestre); gianclaudio.civale@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti della Laurea triennale in Scienze storiche (9 CFU), in Scienze dei Beni culturali (6/9 CFU), della Laurea magistrale in Storia e documentazione storica (9/12 CFU), in Scienze dello spettacolo (6 CFU), in Cultura e linguaggio per la comunicazione (9 CFU). Conflitti religiosi, rivolte armate e il problema del tirannicidio nel Cinquecento I modulo: I quadri generali (3 CFU) II modulo: Rivolte armate e guerre di religione (3 CFU) III modulo: Il dibattito sul diritto di resistenza e il tirannicidio (3 CFU) IV modulo per le Laurea magistrali: Soldati e guerre di religione (MODULO SEMINARIALE - 3 CFU coordinato dalla Prof. Susanna Peyronel e il Dott. Gianclaudio Civale). Programma d’esame per frequentanti: Il programma d’esame (9 CFU), per coloro che hanno frequentato regolarmente le lezioni richiede la seguente preparazione: 1) gli studenti dovranno rispondere sul contenuto delle lezioni seguite e commentare i testi e documenti letti e spiegati durante le lezioni dei 3 moduli. 2) studiare un testo a scelta nell’elenco di Testi Gruppo B. 3) gli studenti della Laurea specialistica potranno frequentare il Modulo seminariale (3 CFU). Programma d’esame (6 CFU): 1) gli studenti dovranno rispondere sul contenuto delle lezioni seguito per almeno il I e II modulo. 2) studiare un testo a scelta nell’elenco di Testi Gruppo B. Per gli studenti frequentanti, nel corso delle lezioni, potranno essere suggeriti anche altri testi. Programma d’esame per NON frequentanti: Gli studenti che sostengono l’esame per 6 CFU dovranno portare due testi a scelta, uno nel Gruppo A e uno nel Gruppo B. Gli studenti che sostengono l’esame per 9 CFU dovranno portare tre testi a scelta, uno nel Gruppo A, due nel Gruppo B. Testi Gruppo A -S. Brigden, Alle origini dell’Inghilterra moderna: l’età dei Tudor,1485-1603, Bologna, Il Mulino, 2003 -E. Le Roy Ladurie, Lo stato del re. La Francia dal 1460 al 1610, Bologna, Il Mulino, 1999 -R. Po-Chia Hsia, La Controriforma. Il mondo del rinnovamento cattolico (1540-1770), Bologna, Il Mulino, 2001 -P. G. Wallace, La lunga età della Riforma, Bologna, Il Mulino, 2006 -J. H. Shennan, Le origini dello stato moderno in Europa. 1450-1725, Bologna, Il Mulino, 1976 (e edizioni successive) più G. Livet, Le guerre di religione, Roma , Newton, 2005 oppure C. Vivanti, Le guerre di religione nel Cinquecento, Bari, Laterza, 2007 -H. Schilling, Ascesa e crisi. La Germania dal 1517 al 1648, Bologna, Il Mulino, 1997 (e edizioni successive) Testi Gruppo B -P. Adamo, La città e gli idoli. Politica e religione in Inghilterra. 1524-1572, Milano, Unicopli, 1998 49


Anno Accademico 2007 - 2008

-L. Chatellier, L’Europa dei devoti, Milano, Garzanti, 1988 -A, Clerici, Costituzionalismo, contrattualismo e diritto di resistenza nella rivolta dei Paesi Bassi (1559-1581), Milano, Angeli, 2004 -A. De Benedictis, Politica, governo e istituzioni nell’Europa moderna, Bologna, Il Mulino, 2001 -J. V. O’Malley, I primi Gesuiti, Milano, Vita e Pensiero, 1999 -A. McGrath, Giovanni Calvino: Il riformatore e la sua influenza sulla cultura occidentale, Torino, Claudiana, 1991 -M. Turchetti, Concordia o tolleranza: François Bauduin (1520-1573) ei “Moyenneurs”, Milano Angeli, 1984 -Q. Skinner, Le origini del pensiero politico moderno. Vol. II, L’età della Riforma, Bologna, Il Mulino, 1989 -C. Vivanti, Lotta politica e pace religiosa in Francia tra Cinque e Seicento, Torino, Einaudi, 1663 (e edizioni successive) -M. Walzer, La rivoluzione dei santi: il puritanesimo alle origini del radicalismo politico, Torino, Claudiana, 1996 -N. Zemon Davis, Le culture del popolo. Sapere, rituali, resistenze nella Francia del Cinquecento, Einaudi, Torino 1980 (e edizioni successive) Avvertenza: E’ vivamente consigliato a coloro che non possono frequentare di concordare l’esame con i docenti durante gli orari di ricevimento degli studenti. Gli studenti potranno sostenere l’esame alla fine del II Semestre dell’a.a. 2007-2008. Il presente programma è valido fino alla fine dell’a.a. 2007-2008.

50


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELL’EUROPA CONTEMPORANEA* Proff. Luigi Bruti Liberati, Fabrizio Panzera Secondo semestre Ricevimenti: prof. Bruti Liberati: lunedì 9,30-13 e giovedì 14-16; luigi.brutiliberati@unimi.it. Il corso si rivolge agli studenti di Scienze umanistiche per la comunicazione (6 cfu) e a quelli della Laurea magistrale in Storia e documentazione storica (9 cfu). La seconda guerra mondiale. Armi e politica Modulo A: Le vittorie dell’Asse, 1939-1943 Modulo B: La strada degli Alleati verso la vittoria, 1943-1945 Modulo C: La Svizzera in guerra: difesa della neutralità; diritto d’asilo; politica interna ed economia Programma d’esame: MODULO A Il programma di esame prevede per tutti gli studenti la lettura di questi due testi: 1. J. Keegan, La seconda guerra mondiale, Milano, Rizzoli, 2000 2. G, Schreiber, La seconda guerra mondiale, Bologna, Il Mulino, 2004 MODULO B Il programma di esame prevede per tutti gli studenti la lettura di questi due testi: 1. R, Overy, La strada della vittoria, Bologna, Il Mulino, 2002 2. . J. Bourke, La seconda guerra mondiale, Bologna, Il Mulino, 2004 MODULO C Il programma di esame prevede per tutti gli studenti la possibilità di scegliere tra uno di questi due testi: - AA.VV., La Svizzera, il nazionalsocialismo e la seconda guerra mondiale, Zurigo-Locarno, Pendo-Armando Dadò editore, 2002 - AA.VV., Nuova storia della Svizzera e degli Svizzeri, Lugano-Bellinzona, Giampiero Casagrande Editore, 1983, vol. III da integrare poi con l’approfondimento di un argomento, scelto dallo studente, mediante la lettura di uno dei seguenti libri: - Werner Rings, La Svizzera in guerra 1933-1945, Milano, Mondadori 1a ed. 1975; - Emilio R. Papa, Storia della Svizzera. Dall'antichità ad oggi. Il mito del federalismo, Milano, Bompiani, 2004; - AA.VV, Nuova storia della Svizzera e degli Svizzeri, Lugano-Bellinzona, Giampiero Casagrande editore, 1983 vol. III; - Georg Kreis, La Svizzera: storia di un successo?, Locarno, Armando Dadò editore, 1997; - Denis de Rougemont, La Svizzera. Storia di un popolo felice, Locarno, Armando Dadò editore, 1998; - Jean Ziegler, La Svizzera, l’oro e i morti, Milano, Mondatori, 1998, “Oscar storia”; - Renata Broggini, La frontiera della speranza. Gli ebrei dall’Italia verso la Svizzera, Milano, Mondadori, 1998, “Le Scie”; - Renata Broggini, Terra d’asilo. I rifugiati italiani in Svzizera 1943-1945, Bologna, il Mulino, 1993, “Le Scie” - Jean-François Bergier, Storia economica della Svizzera, Lugano, Giampiero Casagrande editore, 1999; - Roland Ruffieux, La Suisse de l'entre-deux-guerres, Lausanne, Payot, 1974. Altri testi potranno essere concordati con il docente.

51


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELL’EUROPA NELL’ETÀ MODERNA* Prof. Antonino De Francesco Primo semestre Ricevimento: prof. A. De Francesco: martedì 10.30-12.30, studio B17, settore B del Dipartimento di Scienze della Storia, via Festa del Perdono 7, cortile d’onore; antonino.defrancesco@unimi.it. Dott. ssa M. M. Benzoni: lunedì 10.30-12.30, martedì 15-16.30, studio B17, settore B del Dipartimento di Scienze della Storia, via Festa del Perdono 7, cortile d’onore; maria.benzoni@unimi.it. Il corso si indirizza esclusivamente agli studenti del corso di Laurea magistrale in Storia e documentazione storica (9 crediti). Pratiche politiche nella vicenda rivoluzionaria di Francia I modulo (20 ore - 3 crediti): Lineamenti di storia della rivoluzione francese II modulo (20 ore - 3 crediti): Verso il dérapage: la pratica politica democratica nei primi anni della rivoluzione III modulo (20 ore - 3 crediti): La cultura politica del Direttorio: genesi, fortuna e disgrazie della nozione di democrazia rappresentativa Programma d’esame per frequentanti: Il programma d'esame, per coloro che hanno frequentato regolarmente le lezioni, richiede la puntuale conoscenza dell'argomento delle lezioni cui si dovrà aggiungere: 1) T. TACKETT, In nome del popolo sovrano : alle origini della rivoluzione francese, Roma, Carocci, 2000. 2) L. HUNT, La rivoluzione francese : politica, cultura, classi sociali, Bologna, il Mulino,1997. Programma d'esame per non frequentanti: Quanti non potessero frequentare ai due testi sopra citati dovranno aggiungere: T. TACKETT, Un re in fuga: Varennes, giugno 1791, Bologna, il Mulino, 2006 e dimostrare una puntuale conoscenza della vicenda rivoluzionaria francese, attraverso la lettura di F.FURET-D.RICHET, La rivoluzione francese, Roma-Bari, Laterza, 1988, oppure di D. SUTHERLAND, Rivoluzione e controrivoluzione: la Francia dal 1789 al 1815, Bologna, il Mulino, 2000. Il prof. De Francesco e la dott. ssa M. M. Benzoni nel I semestre terranno un laboratorio dal titolo “Le Americhe in età moderna: fonti: storiografia, nuovi indirizzi di ricerca” (vedi indicazioni separate).

52


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELL’EUROPA NEL MEDIOEVO* Proff. Giorgio Chittolini, Rinaldo Comba, Elisa Occhipinti Primo semestre Per i ricevimenti, si rimanda ai programmi di Storia medievale dei rispettivi docenti. Il corso si rivolge esclusivamente agli studenti della Laurea magistrale in Storia e documentazione storica (9 cfu). Società, istituzioni, culture nel Medioevo europeo Il programma del corso verrà consegnato all’inizio del corso.

53


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELL’EUROPA ORIENTALE Prof. ssa Bianca Valota Primo semestre Ricevimento: mercoledì ore 10.30-12.30; bianca.valota@unimi.it. Dott. G. Calvetti: giovedì ore 8,30-10,30; gianmaria.calvetti@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti delle lauree quadriennali di Lettere , Filosofia, Lingue; agli studenti delle lauree triennali: Scienze storiche (9 cfu); Filosofia (9 cfu); Scienze umane dell'ambiente del territorio e del paesaggio (9 cfu); agli studenti delle lauree magistrali: Storia e Documentazione storica (6/9 cfu); Lingue e Letterature europee ed extra-europee (6 cfu); Scienze filosofiche (6/9 cfu). Regione, nazione, impero. L'Europa Centro-Orientale fra '800 e '900 Modulo A (parte istituzionale): Lineamenti generali di Storia dell'Europa Centro-orientale Modulo B: (tema specifico affrontato nel corso) Modulo C: (approfondimento di alcuni casi particolari) PROGRAMMA D'ESAME PER STUDENTI FREQUENTANTI MODULO A F. Guida, La Russia e l’Europa centro-orientale (1815-1914), Roma, Carocci, 2003 unitamente a: N. V. Riasanovsky, Storia della Russia dalle origini ai giorni nostri, Milano, Bompiani, 2001, pp. 302-461 oppure a: E. Hösch, Storia dei Balcani, Bologna, Il Mulino, 2006. MODULO B A. Kappeler, La Russia. Storia di un impero multietnico, a cura di A. Ferrari, Edizioni Lavoro, Roma, 2006. MODULO C I. Bulei, Breve storia dei romeni, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 1999 ** oppure: F. Guida, Romania, UNICOPLI, Milano 2005; oppure: G. Calvetti (a cura di), I conflitti nei Balcani e il Tribunale dell'Aja. Processi conclusi e processi in corso, Milano, Cuem, 2002 unitamente a: G. Calvetti (a cura di), Materiale didattico 2007-2008 sui crimini di guerra nella ex-Iugoslavia *** oppure: G. Lami, La questione ucraina fra '800 e '900, Milano, Cuem, 2005 oppure: Pasquale Fornaro, Ungheria, UNICOPLI, Milano 2006. PROGRAMMA D'ESAME PER STUDENTI NON FREQUENTANTI MODULOA F. Guida, La Russia e l’Europa centro-orientale (1815-1914), Roma, Carocci, 2003 unitamente a: N. V. Riasanovsky, Storia della Russia dalle origini ai giorni nostri, Milano, Bompiani, 2001, pp. 302-569 oppure a: E. Hösch, Storia dei Balcani, Bologna, Il Mulino, 2006. MODULO B A. Kappeler, La Russia. Storia di un impero multietnico, a cura di A. Ferrari, Edizioni Lavoro, Roma, 2006. MODULO C I. Bulei, Breve storia dei romeni, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 1999 **, oppure F. Guida, Romania, UNICOPLI, Milano 2005; oppure Pasquale Fornaro, Ungheria, UNICOPLI, Milano 2006, unitamente a: G. Lami (a cura di), Risorgimento. Italia e Romania 1859-1879: esperienze a confronto, Milano-Bucuresti, CIRSS-Editura Anima, 1992, pp. 1-199* 54


Anno Accademico 2007 - 2008

oppure: G. Calvetti (a cura di), I conflitti nei Balcani e il Tribunale dell'Aja. Processi conclusi e processi in corso, Milano, Cuem, 2002 unitamente a: G. Calvetti (a cura di), Materiale didattico 2007-2008 sui crimini di guerra nella ex-Iugoslavia *** oppure: A.Gieysztor, Storia della Polonia, Milano, Bompiani, 1983, pp. 299-524 ** unitamente a: M. Herling (a cura di), Polonia restituta, Milano-Bucuresti, CIRSS-Editura Anima, 1992 * oppure: G. Lami, La questione ucraina fra '800 e '900, Milano, Cuem, 2005 unitamente a: M. Herling (a cura di), Polonia restituta, Milano-Bucuresti, CIRSS-Editura Anima, 1992 *. * per trovare alcuni dei testi elencati di piÚ difficile reperimento ci si può rivolgere ai docenti durante l'apposito orario di ricevimento. ** le fotocopie relative sono disponibili presso il Dipartimento di Scienze della Storia in Università . *** per avere il "Materiale didattico 2006-2007" contattare il dott. G. Calvetti durante l'orario di ricevimento o via e- mail (gianmaria.calvetti@unimi.it).

55


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELL’INDUSTRIA Prof. Roberto Romano Secondo semestre Ricevimento: martedì, ore 14-16; roberto.romano@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti dei corsi di laurea triennali in Scienze storiche e Scienze umane dell’ambiente e delle lauree magistrali in Cultura e linguaggi per la comunicazione; Scienze e culture dell’ambiente e del paesaggio; Storia e critica dell’arte; Storia e documentazione storica. La fine dell’industria? Processi di industrializzazione e “deindustrializzazione” I e II modulo (parte Istituzionale): Il processo di industrializzazione: temi e percorsi (tot. 40 ore) III modulo (parte monografica): La “deindustrializzazione”: tra ristrutturazione dell’economia e delocalizzazione internazionale (20 ore). Programma d’esame: A tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, per 6 o 9 crediti, è richiesta la lettura di: R. Romano - M. Soresina, «Homo faber». Economia, industria e società dal medioevo alla globalizzazione, Milano, Mondadori Università, 2003. Inoltre, Per coloro che intendono acquisire 6 crediti e frequentano le lezioni: Modulo A del corso, oltre a 1) R. Romano, Fabbriche, operai, ingegneri. Studi di storia del lavoro in Italia tra ‘800 e ‘900, Milano, Angeli, 2000 (solo le pp. 52-228); 2) A. Cardinale, Aspetti sociologici dell’organizzazione del lavoro da Adam Smith alla globalizzazione dell’economia, Milano, Cuem, 2000. Per coloro che intendono acquisire 6 crediti e non frequentano le lezioni: 1) R. Romano, Fabbriche, operai, ingegneri. Studi di storia del lavoro in Italia tra ‘800 e ‘900, Milano, Angeli, 2000 (solo le pp. 52-228); 2) A. Cardinale, Aspetti sociologici dell’organizzazione del lavoro da Adam Smith alla globalizzazione dell’economia, Milano, Cuem, 2000; 3) E. A. Wrigley, La rivoluzione industriale in Inghilterra. Continuità, caso e cambiamento, Bologna, Il Mulino, 1992. Per coloro che intendono acquisire 9 crediti e frequentano le lezioni: Moduli A e B del corso, oltre a 1) R. Romano, Fabbriche, operai, ingegneri. Studi di storia del lavoro in Italia tra ‘800 e ‘900, Milano, Angeli, 2000 (solo le pp. 52-228); 2) Un testo a scelta fra i seguenti: A. Cardinale, La Rivoluzione industriale. Sviluppi, interpretazioni e modelli, Milano, Cuem, 2001 A. Cardinale, Aspetti sociologici dell’organizzazione del lavoro da Adam Smith alla globalizzazione dell’economia, Milano, Cuem, 2000 A Cardinale, Salute operaia. Le origini delle istituzioni per la protezione dei lavoratori in Italia (1896-1914), Sesto S. Giovanni, Archivio del Lavoro, 2005; 3) R. Romano, La modernizzazione periferica. L’Alto Milanese e la formazione di una società industriale 17501914, Milano, Angeli, 1990 (solo le pp. 56-276). Per coloro che intendono acquisire 9 crediti e non frequentano le lezioni: 1) R. Romano, Fabbriche, operai, ingegneri. Studi di storia del lavoro in Italia tra ‘800 e ‘900, Milano, Angeli, 2000; 2) Un testo a scelta fra i seguenti: A. Cardinale, La Rivoluzione industriale. Sviluppi, interpretazioni e modelli, Milano, Cuem, 2001 A. Cardinale, Aspetti sociologici dell’organizzazione del lavoro da Adam Smith alla globalizzazione dell’economia, Milano, Cuem, 2000

56


Anno Accademico 2007 - 2008

A Cardinale, Salute operaia. Le origini delle istituzioni per la protezione dei lavoratori in Italia (1896-1914), Sesto S. Giovanni, Archivio del Lavoro, 2005 3) R. Romano, La modernizzazione periferica. L’Alto Milanese e la formazione di una società industriale 17501914, Milano, Angeli, 1990 (solo le pp. 56-276) oppure in alternativa al libro di Romano i seguenti due libri: Taiichi Ohno, Lo spirito Toyota, Torino, Einaudi, 1993 e E. A. Wrigley, La rivoluzione industriale in Inghilterra. Continuità, caso e cambiamento, Bologna, Il Mulino, 1992 (solo fino a p. 120); 4) R. Romano, Il Canton Ticino tra ‘800 e ‘900. La mancata industrializzazione di una regione di frontiera, Milano, Cuem, 2002.

57


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELL’ITALIA CONTEMPORANEA Prof. Ivano Granata Primo semestre Ricevimento: martedì 9.30-11.45 nel settore A del Dipartimento di Scienze della storia; ivano.granata@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti delle lauree Triennali in Scienze storiche (9 cfu), Lettere (6 cfu), Filosofia (6 cfu), Scienze dei beni culturali (6/9 cfu), Scienze umane dell’ambiente, del territorio e del paesaggio (9 cfu), Scienze umanistiche per la comunicazione (6 cfu); delle lauree Magistrali in Storia e documentazione storica (9 cfu), Culture e linguaggi per la comunicazione (9 cfu), Lettere moderne (6/9 cfu), Scienze dello spettacolo (6 cfu), Scienze e culture dell’ambiente e del paesaggio (9 cfu), Scienze filosofiche (6/9 cfu). Un totalitarismo “imperfetto”: l’Italia fascista (1922-1940) I modulo: Dalla marcia su Roma alla costruzione dello stato fascista (1922-1929) II modulo: Verso il totalitarismo (1930-1940) III modulo: La politica estera fascista tra “revisionismo” e avventurismo” (1922-1940) Programma d’esame: La preparazione generale del corso dovrà essere effettuata sul seguente testo: G.CANDELORO, Storia dell’Italia moderna, vol. IX, Il fascismo e le sue guerre 1922-1939, Feltrinelli, Milano, 1981 ed edizioni successive; Coloro che intendono sostenere l’esame da 9 crediti, e gli eventuali studenti del vecchio ordinamento quadriennale, devono integrare il programma con un testo a scelta dell’elenco A, uno dell’elenco B e uno dell’elenco C. Gli studenti dei corsi di laurea magistrali devono aggiungere ai tre precedenti un altro testo, scelto liberamente da uno qualsiasi dei tre elenchi. Coloro che intendono sostenere l’esame da 6 crediti devono invece integrare il programma con un testo dell’elenco A e uno dell’elenco B a carattere generale. Poiché l’insegnamento è rivolto a corsi di laurea diversi, prima di sostenere l’esame gli studenti sia dei corsi triennali sia dei bienni della laurea magistrale devono obbligatoriamente prendere contatto (anche via e.mail) con il docente per definire in modo adeguato la scelta dei testi del programma. ELENCO A (modulo I: Dalla marcia su Roma alla costruzione dello stato fascista, 1922-1929) AA. VV., Il regime fascista, a cura di A.Aquarone e M.Vernassa, Il Mulino, Bologna, 1974; AA. VV., Storia della società italiana, vol. XXII, La dittatura fascista, Teti Editore, Milano, 1983 ed edizioni successive; AA. VV., Storia d’Italia, vol. 4, Guerre e fascismo, a cura di G.Sabbatucci e V.Vidotto, Laterza, Roma-Bari, 1997, limitatamente alle pagine 101-500; A. AQUARONE, L’organizzazione dello stato totalitario, Einaudi, Torino, 1965 ed edizioni successive; R. J. B. BOSWORTH, L’Italia di Mussolini, 1915-1945, Mondadori, Milano, 2007, limitatamente alle pagine 101-465; M. CANALI, Il delitto Matteotti, Il Mulino, Bologna, 1997 ed edizioni successive; J. CHARNITZKI, Fascismo e scuola. La politica scolastica del regime, La Nuova Italia, Firenze, 1996; F. CORDOVA, Le origini dei sindacati fascisti 1918-1926, Laterza, Roma-Bari, 1974; R. DE FELICE, Mussolini il fascista. I. La conquista del potere 1921-1925, Einaudi, Torino, 1966 ed edizioni successive;

58


Anno Accademico 2007 - 2008

R. DE FELICE, Mussolini il fascista. II. L’organizzazione dello Stato fascista 1925-1929, Einaudi, Torino, 1968 ed edizioni successive; S. LUPO, Il fascismo. La politica in un regime totalitario, Donzelli Editore, Roma, 2000; A. LYTTELTON, La conquista del potere. Il fascismo dal 1919 al 1929, Laterza, Roma-Bari, 1974 ed edizioni successive; F. MARGIOTTA BROGLIO, Italia e Santa Sede dalla grande guerra alla Conciliazione. Aspetti politici e giuridici, Laterza, Roma-Bari, 1966; P. MELOGRANI, Gli industriali e Mussolini. Rapporti tra Confindustria e fascismo dal 1919 al 1929, Longanesi, Milano, 1972 ed edizioni successive; P. MILZA, Mussolini, Carocci editore, Roma, 2000, a partire da pagina 243; S. ROGARI, Santa Sede e fascismo. Dall’Aventino ai Patti Lateranensi, Forni, Bologna, 1977; Lo Stato fascista, a cura di M.Palla, La Nuova Italia-Rcs, Milano, 2001; G. TONIOLO, L’economia dell’Italia fascista, Laterza, Roma-Bari, 1980; N. TRANFAGLIA, La prima guerra mondiale e il fascismo, vol. XXII della Storia d’Italia, diretta da G.Galasso, Utet, Torino, 1995, ripubblicata da TEA, Milano, 1996, a partire dal capitolo II. ELENCO B (modulo II: Verso il totalitarismo, 1930-1940) AA. VV., Il regime fascista, a cura di A.Aquarone e M.Vernassa, Il Mulino, Bologna, 1974 (ove non precedentemente scelto); AA. VV., Storia della società italiana, vol. XXII, La dittatura fascista, Teti Editore, Milano, 1983 ed edizioni successive (ove non precedentemente scelto); AA. VV., Storia d’Italia, vol. 4, Guerre e fascismo, a cura di G.Sabbatucci e V.Vidotto, Laterza, Roma-Bari, 1997, limitatamente alle pagine 101-500 (ove non precedentemente scelto); A. AQUARONE, L’organizzazione dello stato totalitario, Einaudi, Torino, 1965 ed edizioni successive (ove non precedentemente scelto); R. J. B. BOSWORTH, L’Italia di Mussolini, 1915-1945, Mondadori, Milano, 2007, limitatamente alle pagine 101-465 (ove non precedentemente scelto); P. V. CANNISTRARO, La fabbrica del consenso. Fascismo e mass media, Laterza, Roma-Bari, 1975; J. CHARNITZKI, Fascismo e scuola. La politica scolastica del regime, La Nuova Italia, Firenze, 1996 (ove non precedentemente scelto); S. COLARIZI, L’opinione degli italiani sotto il regime 1929-1943, Laterza, Roma-Bari, 1991; R. DE FELICE, Mussolini il duce. I. Gli anni del consenso 1929-1936, Einaudi, Torino, 1974 ed edizioni successive; R. DE FELICE, Mussolini il duce. II. Lo Stato totalitario 1936-1940, Einaudi, Torino, 1981 ed edizioni successive; R. DE FELICE, Storia degli ebrei italiani sotto il fascismo, Einaudi, Torino, 1961 ed edizioni successive, limitatamente alle pagine 5-427; V. DE GRAZIA, Consenso e cultura di massa nell’Italia fascista. L’organizzazione del dopolavoro, Laterza, RomaBari, 1981; S. LUPO, Il fascismo. La politica in un regime totalitario, Donzelli Editore, Roma, 2000 (ove non precedentemente scelto); M. MICHAELIS, Mussolini e la questione ebraica. Le relazioni italo-tedesche e la politica razziale in Italia, Edizioni di Comunità, Milano, 1982; P. MILZA, Mussolini, Carocci editore, Roma, 2000, a partire da pagina 243 (ove non precedentemente scelto); D. PRETI, Economia e istituzioni nello stato fascista, Editori Riuniti, Roma, 1980; G. SANTOMASSIMO, La terza via fascista. Il mito del corporativismo, Carocci editore, Roma, 2006; M. SARFATTI, Gli ebrei nell’Italia fascista, Einaudi, Torino, 2000; Lo Stato fascista, a cura di M.Palla, La Nuova Italia-Rcs, Milano, 2001 (ove non precedentemente scelto); G. TONIOLO, L’economia dell’Italia fascista, Laterza, Roma-Bari, 1980 (ove non precedentemente scelto);

59


Anno Accademico 2007 - 2008

N. TRANFAGLIA, La prima guerra mondiale e il fascismo, vol. XXII della Storia d’Italia, diretta da G.Galasso, Utet, Torino, 1995, ripubblicata da TEA, Milano, 1996, a partire dal capitolo II (ove non precedentemente scelto). ELENCO C (modulo III: La politica estera fascista tra “revisionismo” e “avventurismo”, 1923-1940) G.W. BAER, La guerra italo-etiopica e la crisi dell’equilibrio europeo, Laterza, Roma-Bari, 1970; D. BOLECH CECCHI, L’accordo di due imperi. L’accordo italo-inglese del 16 aprile 1938, Giuffrè, Milano, 1977; D. BOLECH CECCHI, Non bruciare i ponti con Roma. Le relazioni fra l’Italia, la Gran Bretagna e la Francia dall’accordo di Monaco allo scoppio della seconda guerra mondiale, Giuffrè, Milano, 1986; G. CAROCCI, La politica estera dell’Italia fascista (1925-1928), Laterza, Roma-Bari, 1969; E. COLLOTTI, Fascismo e politica di potenza. Politica estera 1922-1939, La Nuova Italia-Rcs, Milano, 2000; R. DE FELICE, Mussolini il duce. I. Gli anni del consenso 1929-1936, Einaudi, Torino, 1974 ed edizioni successive (ove non precedentemente scelto); R. DE FELICE, Mussolini il duce. II. Lo Stato totalitario 1936-1940, Einaudi, Torino, 1981 ed edizioni successive (ove non precedentemente scelto); R. LAMB, Mussolini e gli inglesi, Corbaccio, Milano, 1997; J.PETERSEN, Hitler e Mussolini. La difficile alleanza, Laterza, Roma-Bari, 1975; R. QUARTARARO, Roma tra Londra e Berlino. La politica estera fascista dal 1930 al 1940, Bonacci Editore, Roma, 1980; E. M. ROBERTSON, Mussolini fondatore dell’Impero, Laterza, Roma-Bari, 1979; G. RUMI, L’imperialismo fascista, Mursia, Milano, 1974. Si consiglia agli studenti triennalisti di Scienze storiche di presentarsi all’esame dopo aver sostenuto Storia contemporanea. Nel II semestre la dott. ssa Claudia Magnanini terrà un laboratorio dal titolo ‘Tra passato e presente: metodi e fonti della ricerca storica contemporanea’ (vedi indicazioni separate).

60


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELLA CHIESA (e per mutuazione Storia del cristianesimo e delle chiese in età moderna e contemporanea) Prof. Paola Vismara Primo semestre Ricevimento: martedì ore 10,45-12,30, Settore A, III piano, Studio A 4; paola.vismara@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti delle Lauree triennali in Scienze Storiche (9 cfu), in Filosofia (6/9 cfu), in Scienze dei beni culturali (9 cfu), in Scienze umanistiche per la comunicazione (9 cfu) e delle Lauree magistrali in Storia e documentazione storica (9 cfu), in Scienze filosofiche (6/9 cfu). Cultura e religione tra Barocco e secolo dei Lumi Modulo A: Introduzione alla storia della Chiesa moderna (20 ore) Modulo B: La politica culturale della Chiesa tra Sei e Settecento (20 ore) Modulo C: Il “caso Muratori” (20 ore) Modulo D: Storia e cultura religiosa in epoca moderna e contemporanea (con l’intervento di altri studiosi, anche stranieri) (20 ore). Ulteriori indicazioni su questo modulo verranno fornite successivamente. Programma d’esame per studenti non frequentanti: Per un esame da 9 crediti: A) + B) + C) Per un esame da 6 crediti: A) + D) N.B. Gli studenti della laurea magistrale e quanti abbiano già sostenuto un esame con il docente devono concordare personalmente il programma. A) Un testo a scelta tra i seguenti: L. MEZZADRI – P. VISMARA, La Chiesa dal Rinascimento all’Illuminismo, Città Nuova R. P. HSIA, La Controriforma. Il mondo del rinnovamento cattolico, Il Mulino più P. VISMARA, Il cattolicesimo dalla “riforma cattolica” all’assolutismo, in Storia del cristianesimo. L’età moderna, a cura di G. Filoramo – D. Menozzi, Laterza (limitatamente alle pp. 239-284) B) Un testo a scelta tra i seguenti: M. RUBBOLI, I protestanti, Il Mulino A. TALLON, Il Concilio di Trento, San Paolo S. PAVONE, I gesuiti, Laterza C) Un testo a scelta tra i seguenti: E. RAIMONDI, I lumi dell’erudizione. Saggi sul Settecento italiano, Vita e Pensiero M. ROSA, Settecento religioso. Politica della ragione e religione del cuore, Marsilio (pp. 111-297) J. ORLANDIS, Le istituzioni della Chiesa cattolica. Storia, diritto, attualità, San Paolo E. COLOMBO, Un gesuita inquieto. C.A. Casnedi (1643-1725) e il suo tempo, Rubbettino L. MEZZADRI, La rivoluzione francese e la Chiesa, Città Nuova A. ZAMBARBIERI, Il nuovo papato. Sviluppi dell'universalismo della Santa Sede dal 1870 ad oggi, San Paolo D. MENOZZI, La Chiesa e le immagini, San Paolo (soprattutto per gli studenti di Beni Culturali) G. ROSTIROLLA e altri, La lauda spirituale tra Cinque e Seicento. Poesie e canti devozionali nell'Italia della Controriforma, Ibis, pp. 695-740 più pp. 1-210 oppure 275-471 (soprattutto per gli studenti di Beni Culturali) D) Un testo a scelta tra i seguenti: E. COLOMBO, Convertire i musulmani. L’esperienza di un gesuita spagnolo del Seicento, Bruno Mondadori A. TALLON, Il Concilio di Trento, San Paolo Le cinque piaghe della Santa Chiesa di A. Rosmini, a cura di L. Malusa, Jaca Book (soprattutto per gli studenti di Filosofia) 61


Anno Accademico 2007 - 2008

F. GARELLI, La Chiesa in Italia. Strutture ecclesiali e mondi cattolici, Il Mulino F. MASTROFINI, Geopolitica della Chiesa cattolica, Laterza Il presente programma, che sostituisce il precedente, è valido per l’anno accademico 2008/09 (da gennaio 2008 fino a febbraio 2009 compreso). Il programma per i frequentanti sarà distribuito a lezione. Per chi frequenta: -laurea triennale: seguire i moduli A+B+C -laurea magistrale: seguire i moduli B+C+D Nel I semestre il dott. E. Colombo terrà un laboratorio dal titolo ‘Risorse informatiche per la ricerca storica’(vedi indicazioni separate).

62


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELLA CHIESA MEDIEVALE E DEI MOVIMENTI ERETICALI Prof. Marina Benedetti Secondo semestre Ricevimento: Lunedì ore 11:00-12:00; marina.benedetti@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti delle Lauree triennali in Corso di Laurea in Scienze storiche (9 cfu), in Beni culturali (9 cfu) e delle Lauree Magistrali in Lingue e letterature europee ed extraeuropee (6/9 cfu), in Storia e documentazione storica (9 cfu). Eretici ed inquisitori nella cristianità duecentesca I modulo: Lineamenti di storia della Chiesa medievale II modulo: Nascita, sviluppo e consolidamento dell’officium fidei III modulo: Inquisitori lombardi del Duecento IV modulo per le Lauree Magistrali: Analisi ed interpretazione della documentazione inquisitoriale Programma d’esame: 1. G. TABACCO - G.G. MERLO, Medioevo. V-XV secolo, Bologna, Il Mulino 1989, con particolare attenzione a: parte prima: I. 1, 3, 4; II. 1, 2, 4, 5; III. 3, 4; IV. 1, 3, 4, 6; V. 2, 3; parte seconda: I. 4, 5, 6; II. 5; III. 1, 2, 3; IV. 1, 4, 7; 2. Un libro a scelta: G.G. MERLO, Eretici ed eresie medievali, Bologna, Il Mulino 1989 oppure M. BENEDETTI, Io non sono Dio. Guglielma di Milano e i Figli dello Spirito santo, Milano, Edizioni Biblioteca Francescana, 1998. 3. M. BENEDETTI, Inquisitori lombardi del Duecento (di prossima pubblicazione) Per 6 CFU: i punti 1 e 2 Per 9 CFU: i punti 1, 2, 3 Per 6 CFU per la Laurea Magistrale: i punti 1, 2, 3 Per 9 CFU gli studenti della Laurea magistrale dovranno aggiungere: 4. M. BENEDETTI, Il «santo bottino». Circolazione di manoscritti valdesi nell’Europa del Seicento, Torino, Claudiana, 2006.

63


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELLA LOMBARDIA IN ETÀ MODERNA Prof. Enrico Roveda Secondo semestre Ricevimento: prof. Roveda mercoledì 9,30-10,30; enrico.roveda@unimi.it. Il corso è rivolto al Corso di laurea in Scienze storiche, 6-9 cfu. Mobilità sociale in Lombardia fra ‘400 e ‘600. I modulo: Percorsi aristocratici II modulo: la nobiltà intermedia III modulo: feudi, chiesa, officialità IV modulo per le Lauree magistrali: esempi di grandi famiglie e di famiglie minori. Programma d’esame per frequentanti: -6 crediti: corso più L. Arcangeli, Gentiluomini di Lombardia, Milano 2003. -9 crediti: lo stesso programma da 6 crediti più G. Chittolini, Città, comunità e feudi negli stati dell’Italia centrosettentrionale, Milano 1996. Programma d’esame per non frequentanti: -6 crediti: M. N. Covini, L’esecito del duca. Organizzazione militare e istituzioni al tempo degli Sforza, Roma 1998 più A. Dattero, La famiglia Manzoni e la Valsassina, Milano 1997. -9 crediti: lo stesso programma da 6 crediti più F. Leverotti, Diplomazia e governo dello stato. I «famigli cavalcanti», Pisa 1992. È richiesta la conoscenza delle linee generali dell’evoluzione politica ed economica dello stato di Milano dal ‘400 al ‘700. Per questo si può consultare il manuale di C. CAPRA, Storia moderna, Firenze 2004 nelle parti dedicate alla Lombardia. Sarà utile un colloquio preliminare col docente. È possibile concordare il programma d’esame per ragioni specifiche da illustrare al docente.

64


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELLA LOMBARDIA NEL MEDIOEVO Prof. Liliana Martinelli Secondo semestre Ricevimento: I semestre : martedì ore 10,30; II semestre : martedì ore 14,30 e giovedì ore 13,30 (su appuntamento), settore B del Dipartimento; liliana.martinelli@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti del Corso di laurea in Scienze storiche (6 o 9 cfu) e del Corso di laurea Magistrale in Storia e documentazione storica ( 9 o 12 cfu). “Su alcuni punti della storia” lombarda nel medioevo I modulo: La città vescovile in Lombardia II modulo: Movimenti religiosi nella Lombardia precomunale III modulo: Vicende di alcuni comuni lombardi IV modulo per le Lauree Magistrali: Lettura e commento di fonti relative agli argomenti trattati nel corso Programma d’esame: Il corso è consigliato agli studenti che già abbiano seguito un corso di storia medievale (e meglio ancora che abbiano già sostenuto l’esame relativo). A. Gli studenti frequentanti del corso di laurea in Scienze storiche (9 crediti) porteranno all’esame i moduli 1,2,3 del corso più il volume di G. Andenna, Storia della Lombardia medievale, Torino, Utet, e due volumi a scelta fra quelli di un elenco che verrà fornito all’inizio del corso. B. Gli studenti frequentanti del corso di laurea in Scienze storiche (6 crediti) porteranno all’esame i moduli 1 e 2, più il testo di Andenna, un volume dell’elenco ed un saggio scelto fra quelli indicati in un secondo elenco che pure verrà fornito all’inizio del corso. C. Gli studenti frequentanti del corso di laurea specialistica (9 crediti) porteranno all’ esame i moduli 2,3,4, più il testo di Andenna, più due volumi dell’elenco. D. Gli studenti frequentanti del corso di laurea specialistica (12 crediti) porteranno i moduli 1,2,3,4, più il volume di Andenna, più tre volumi dell’elenco, o, in alternativa, due volumi a scelta nel primo elenco più un gruppo di saggi del secondo elenco. Gli studenti non frequentanti sono invitati a presentarsi a colloquio con la docente in orario di ricevimento, per concordare il programma d’esame in base ai loro interessi ed al curriculum che intendono seguire.

65


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELLA STAMPA E DELL’EDITORIA Prof. Lodovica Braida Secondo semestre Ricevimento: cortile Legnaia, Settore C, mercoledì dalle ore 11. Da febbraio a metà maggio 2008 riceverà il martedì dalle ore 12.30; lodovica.braida@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti dei Corsi di laurea in Scienze storiche (9 cfu), in Lettere (6 o 9 cfu), in Beni culturali (6 o 9 cfu),in Scienze umanistiche per la comunicazione (6 cfu). Generi editoriali e circolazione del libro in antico regime I modulo (20 ore - 3 crediti): Lineamenti di storia del libro e di storia della bibliografia II modulo (20 ore - 3 crediti): Indici dei libri proibiti e censura III modulo (20 ore - 3 crediti): Modalità di trasmissione e di circolazione di alcuni generi editoriali Programma d’esame: A. Esame da 9 cfu. Si richiede la frequenza dei 3 moduli sopra elencati per complessive 60 ore. Per superare la prova d’esame è richiesta una sicura conoscenza delle tematiche affrontate durante il corso e delle seguenti opere: Testi per la preparazione del primo modulo: L. BRAIDA, Stampa e cultura in Europa tra XV e XVI secolo, Roma-Bari, Laterza, 2000 (o successive ristampe). Per il secondo modulo: M. INFELISE, I libri proibiti, Roma-Bari, Laterza, 1999 (o successive ristampe); e un testo a scelta tra i seguenti: G. FRAGNITO, Proibito capire. La Chiesa e il volgare nella prima età moderna, Bologna, Il Mulino, 2005. V. FRAJESE, Nascita dell’Indice. La censura ecclesiastica dal Rinascimento alla Controriforma, Brescia, Morcelliana, 2006. Per il terzo modulo: un testo a scelta tra i seguenti: F. BARBIERATO, Nella stanza dei circoli. Clavicula Salomonis e libri di magia a Venezia nei secoli XVII e XVIII, Milano, edizioni Sylvestre Bonnard, 2002. M. ROGGERO, Le carte piene di sogni. Testi e lettori in età moderna, Bologna, Il Mulino, 2006. R. CHARTIER, Scrivere e cancellare. Cultura scritta e letteratura (XI-XVIII secolo), Roma-Bari, Laterza, 2006. O. NICCOLI, Rinascimento anticlericale, Roma-Bari, Laterza, 2005. GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI , oltre a portare i testi previsti per il primo, il secondo e il terzo, dovranno preparare uno dei seguenti testi a scelta: L. BALSAMO, La bibliografia. Storia di una tradizione, Firenze, Sansoni, 1984. G. FRAGNITO, La Bibbia al rogo. La censura ecclesiastica e i volgarizzamenti della Scrittura (1471-1605), Bologna, Il Mulino, 1997. PATRIZIA DELPIANO, Il governo della lettura. Chiesa e libri nell’Italia del Settecento, Bologna, Il Mulino, 2007. D. MCKITTERICK, Testo stampato e testo manoscritto. Un rapporto difficile, 1450-1830, Milano, Sylvestre Bonnard, 2005. D. F. MCKENZIE, Stampatori della mente, Milano, S. Bonnard, 2003. B. esame da 6 crediti. Si richiede la frequenza dei primi due moduli (=40 ore). A chi non avesse ancora sostenuto un esame di Storia moderna si chiede di integrare la preparazione con un buon manuale di storia moderna della scuola media superiore o universitario. Per superare la prova d’esame è richiesta una sicura conoscenza delle tematiche affrontate durante il corso e delle seguenti opere: a) se frequentanti dovranno preparare i testi previsti per il primo e il secondo modulo 66


Anno Accademico 2007 - 2008

b) se non frequentanti dovranno preparare i testi previsti per il primo e il secondo modulo e scegliere uno tra i seguenti testi: L. BALSAMO, La bibliografia. Storia di una tradizione, Firenze, Sansoni, 1984. G. FRAGNITO, La Bibbia al rogo. La censura ecclesiastica e i volgarizzamenti della Scrittura (1471-1605), Bologna, Il Mulino, 1997. D. MCKITTERICK, Testo stampato e testo manoscritto. Un rapporto difficile, 1450-1830, Milano, Sylvestre Bonnard, 2005. D. F. MCKENZIE, Stampatori della mente, Milano, S. Bonnard, 2003. F. BARBIERATO, Nella stanza dei circoli. Clavicula Salomonis e libri di magia a Venezia nei secoli XVII e XVIII, Milano, edizioni Sylvestre Bonnard, 2002. M. ROGGERO, Le carte piene di sogni. Testi e lettori in età moderna, Bologna, Il Mulino, 2006. R. CHARTIER, Scrivere e cancellare. Cultura scritta e letteratura (XI-XVIII secolo), Roma-Bari, Laterza, 2006. O. NICCOLI, Rinascimento anticlericale, Roma-Bari, Laterza, 2005. PATRIZIA DELPIANO, Il governo della lettura. Chiesa e libri nell’Italia del Settecento, Bologna, Il Mulino, 2007.

67


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELLE CATEGORIE POLITICHE Prof. Maria Luisa Cicalese Secondo semestre Ricevimento: martedì, ore 10-30-12.30 (laureandi su appuntamento); maria.cicalese@unimi.it. Collaboratori: prof. N. Del Corno: martedì e mercoledì, ore 9-30-12; nicola.delcorno@unimi.it. prof. A. Di Mauro: lunedì ore 10.30-11.30; antonio.dimauro@unimi.it. dott. D. Cadeddu: martedì e mercoledì ore 9-30-12; davide.cadeddu@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti delle lauree triennali in Scienze storiche (6/9 cfu), in Filosofia (6/9 cfu), in Scienze umanstiche per la comunicazione (6 cfu), delle Lauree Magistrali in Storia e documentazione storica (9/12 cfu), Scienze filosofiche (9 cfu), Culture e linguaggi per la comunicazione (6 cfu) e agli studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia, vecchio ordinamento. Nazione, nazionalismo e l’idea di Europa I Modulo: I patrioti del Risorgimento II Modulo: Gli storici del Novecento III Modulo: La storiografia IV Modulo per le Lauree Magistrali: La concezione della nazione e l’ideologia fascista Programma d’esame: Testi d’esame per i quali occorre tener conto delle introduzioni, prefazioni e post-fazioni e delle note: I Modulo Una lettura a scelta tra i seguenti testi: -P. Villari, Lettere meridionali ed altri scritti sulla questione sociale in Italia, Napoli, Guida, 1979 (oppure Bari, Palomar, 2007) -Giuseppe Mazzini e i Democratici, a cura di F. Della Peruta, Milano-Napoli, Ricciardi, 1969 (oppure Milano, Il Sole - 24 Ore, 2006) -G. Mazzini, Opere politiche, a cura di T. Grandi e A. Comba, Torino, Utet, 2005 -G. Mazzini, Pensieri sulla democrazia in Europa, a cura di S. Mastellone, Milano, Feltrinelli, 2005 -F. De Sanctis, Il Mezzogiorno e lo Stato Unitario, a cura di F. Ferri, Torino, Einaudi, 1972 -B. Spaventa, Unificazione nazionale ed egemonia culturale, a cura di G. Vacca, Bari, Laterza, 1969 II Modulo Una lettura a scelta di uno dei seguenti testi o abbinamenti di testi: -F. Chabod, Storia dell’idea di Europa, a cura di E. Sestan e A. Saitta, Roma-Bari, Laterza, 2005, congiuntamente a F. Chabod, L’idea di nazione, a cura di E. Sestan e A. Saitta, Roma-Bari, Laterza, 2004 -F. Chabod, L’idea di nazione, a cura di E. Sestan e A. Saitta, Roma-Bari, Laterza, 2004, congiuntamente a L. Salvatorelli, Nazionalfascismo, prefazione di Giorgio Amendola, Torino, Einaudi, 1977 -F. Chabod, Storia dell’idea di Europa, a cura di E. Sestan e A. Saitta, Roma-Bari, Laterza, 2005, congiuntamente a L. Salvatorelli, Pensiero e azione del Risorgimento, Torino, Einaudi, 1972 -G. Volpe, L’Italia in cammino, a cura di G. Belardelli, Roma-Bari, Laterza, 1991 -B. Croce, Storia d’Europa nel secolo decimonono, a cura di G. Galasso, Milano, Adelphi, 1999 III Modulo Una lettura a scelta di uno dei seguenti testi: -S. Mastellone, La democrazia etica di Mazzini (1837-1847), Roma, Archivio Guido Izzi, 2000 -S. Mastellone, Il progetto politico di Mazzini (Italia-Europa), Firenze, Olshki, 1994 -G. Spadolini, L’idea di Europa fra illuminismo e romanticismo, Firenze, Le Monnier, 1985 -F. Braudel, L’Europa e gli europei, Roma-Bari, Laterza, 1992 -B. Vigezzi, Da Giolitti a Salandra, Firenze, Vallecchi, 1969 -G. Sasso, Il guardiano della storiografia. Profilo di Federico Chabod, Bologna, il Mulino, 2002

68


Anno Accademico 2007 - 2008

-E. Di Nolfo, Dagli imperi militari agli imperi tecnologici. La politica internazionale nel XX secolo, Roma, Laterza, 2006. -M. L. Cicalese, La luce della storia. Gioacchino Volpe a Milano tra religione e politica, Milano, FrancoAngeli, 2001 -E.J. Hobsbawm, Nazione e nazionalismi. Programma, mito, realtà, Torino, Einaudi, 2002 -G.L. Mosse, L’uomo e le masse nelle ideologie nazionaliste, Roma-Bari, Laterza, 2002 -D. Settembrini, Storia dell’idea antiborghese in Italia (1860-1989). Società del benessere – Liberalismo – Totalitarismo, Roma-Bari, Laterza, 1991 -M. Albertini, Nazionalismo e Federalismo, il Mulino, Bologna, 1999 IV Modulo Un’esercitazione scritta o orale su uno dei seguenti testi: -G. Gentile, I profeti del Risorgimento italiano, a cura di H. A. Cavallera, Firenze, Le Lettere, 2004 -G. Gentile, Politica e cultura, vol. I, a cura di H. A. Cavallera, Firenze, Le Lettere, 1990

69


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELLE CIVILTÀ E DEI SISTEMI INTERNAZIONALI Prof. Silvia Maria Pizzetti Secondo semestre Ricevimento: prof. Silvia M. PIZZETTI: lunedì, 10.30-13.00 e mercoledì,10.30 - 13.00; silvia.pizzetti@unimi.it. Dott. Lauro GRASSI: lunedì, 11.00- 12.30 e mercoledì, 11.00-12.30; lauro.grassi@unimi.it. Dott. ssa Elisa SABADINI: lunedì, 10.30-13.00; elisa.sabadini@gmail.com. Dott. Massimiliano VAGHI: mercoledì, 10.30-13.00; massimiliano.vaghi@unimi.it. Sede della Cattedra: Dipartimento di Scienze della Storia e della Documentazione Storica, Stanza D 29, Cortile Legnaia, I° piano. L’insegnamento si indirizza agli studenti dei Corsi di Laurea triennali in Scienze Storiche (tutti e 4 i curricula) e Scienze Umane dell’Ambiente, del Territorio e del Paesaggio, consentendo l’acquisizione di 9 crediti. L’insegnamento si indirizza, inoltre, agli studenti dei Corsi di Laurea quadriennali in Storia, Lettere e Filosofia, e infine agli studenti dei Corsi di Laurea Magistrale in Storia e documentazione storica e Culture e linguaggi per la comunicazione consentendo l’acquisizione di 6 o 9 crediti. Imperi e imperialismi in Oriente (60 ore per 9 cfu) Modulo A (20 ore, 3 Cfu): L’Asia prima dell’Europa. Civiltà e imperi d’Oriente Modulo B (20 ore, 3 Cfu): Il “dispotismo orientale” e la cultura europea Modulo C (20 ore, 3 Cfu): L’Europa in Asia. Gli imperi coloniali fra politica ed economia Programma d’esame per studenti frequentanti: I programmi d’esame saranno definiti nell’ambito del corso e in specifiche riunioni, in relazione ai crediti da acquisire. Programma d’esame per studenti non frequentanti: Tutti gli studenti che intendano sostenere l'esame di Storia delle civiltà e dei sistemi internazionali sono tenuti a prendere contatto con la docente o con i suoi collaboratori, negli appositi orari di ricevimento. La definizione del programma è infatti indispensabile per poter sostenere l’esame. Esame da 9 crediti: Gli studenti concorderanno tre letture (o gruppi di letture), una per ciascun elenco (A, B e C). Esame da 6 crediti: Gli studenti concorderanno due letture (o gruppi di letture) in due degli elenchi sottoindicati. MODULO A 1. F. CARDINI, L’invenzione dell’Occidente, Il Cerchio, Rimini 2004 unitamente a LE GOFF, L’Occidente medievale e l’Oceano Indiano: un orizzonte onirico, in LE GOFF, Tempo della Chiesa e tempo del mercante. Saggi sul lavoro e la cultura nel Medioevo, Einaudi, Torino 1977, pp. 257 – 277 2. C. LEMERCIER-QUELQUEJAY, La pace mongola, Mursia, Milano 1972 unitamente a J. MAN, Gengis Khan. Alla conquista dell'impero più vasto del mondo, Mondadori, Milano 2006 3. Giovanni di PIAN DI CARPINE, Storia dei Mongoli, a cura di P. Daffinà, C. Leonardi, M.C. Lungarotti, E. Menestò, L. Petech, Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo, Spoleto 1989 4. Guglielmo di RUBRUCK, Viaggio nell’Impero dei Mongoli, nell’ed. Marietti, Genova-Milano 2002 oppure nell’ed. a cura di Claude e René Kappler, Lucarini, Roma 1987 5. M. POLO, Il libro di Marco Polo detto Milione, compresa la prefazione di S. Solmi, Einaudi, Torino 1979 oppure Rizzoli-Bur, Milano 1998, compresa l’introduzione di M.Ciccuto 6. A. ZORZI, Vita di Marco Polo veneziano, Bompiani, Milano 2006 7. R. GONZÁLEZ DE CLAVIJO, Viaggio a Samarcanda (1403-1406). Un ambasciatore spagnolo alla corte di Tamerlano, a cura di P. Boccardi Storoni, Viella, Roma 2002 8. F. CARDINI, Europa e Islam. Storia di un malinteso, Laterza, Roma- Bari 2003 9. N. DANIEL, Gli Arabi e l’Europa nel Medio Evo, Il Mulino, Bologna 2007 70


Anno Accademico 2007 - 2008

10. B. LEWIS, Gli Arabi nella storia, Laterza, Roma-Bari 2004 11. P.G. DONINI, Il mondo islamico. Breve storia dal ‘500 ad oggi, Laterza, Roma-Bari 2007 12. R. E. DUNN, Gli straordinari viaggi di Ibn Battuta, Garzanti, Milano 2005 13. IBN BATTUTA, I viaggi, a cura di Claudia M. Tresso, Einaudi, Torino 2006, limitatamente alle pp. VII-XXXVII, 3-8, 9-267 oppure pp. VII-XXXVII, 3-8, 435-682 14. B. LEWIS, I musulmani alla scoperta dell'Europa, Rizzoli, Milano 2004 15. L. VALENSI, Venezia e la sublime porta. La nascita del despota, Il Mulino, Bologna 1989 unitamente a F. VENTURI, Dispotismo orientale, in “Rivista storica italiana”, LXXII (1960), f. 1, pp. 117-126 e R. MINUTI, Mito e realtà del dispotismo ottomano: note in margine ad una discussione settecentesca, in “Studi settecenteschi”, 1981, 1, pp. 35-59 16. J. MCCARTHY, I turchi ottomani. Dalle origini al 1923, ECIG, Genova 2005 17. P. MANSEL, Costantinopoli. Splendore e declino della capitale dell’Impero ottomano (1453-1924), Mondadori, Milano 1997 18. N. MATAR ed., In the Lands of the Christians. Arabic Travels in the Seventeenth Century, Routledge, New York-London 2003 MODULO B 1. J.-M. SALLMANN, Géopolitique du XVIe siècle. 1490-1618, Éditions du Seuil, Parigi 2003 2. A. PAGDEN, Signori del mondo. Ideologie dell’impero in Spagna, Gran Bretagna e Francia 1500-1800, Il Mulino, Bologna 2005 3. F. BRAUDEL, Civiltà e imperi del Mediterraneo nell’età di Filippo II, Einaudi, Torino 2002, limitatamente alle pp. 693-958 oppure 959-1337 4. F. CHABOD, Storia dell'idea d'Europa, Laterza, Roma-Bari 20035 unitamente a Ch. MONTESQUIEU, Lettere persiane, nell’ed. Rizzoli, Milano 1995, oppure nell’ed. Frassinelli, Milano 1995 5. K. N. CHAUDHURI, L’Asia prima dell’Europa. Economie e civiltà dell’Oceano Indiano, Donzelli, Roma 1994 6. M. PEARSON, The Indian Ocean, Routledge, London/New York 2003 7. G. ABBATTISTA, L’espansione europea in Asia (sec. XV-XVIII), Carocci, Roma 2002 unitamente a C. CIPOLLA, Vele e cannoni, Il Mulino, Bologna 2003 8. B.W. DIFFIE - G.D. WINIUS, Alle origini dell’espansione europea. La nascita dell’impero portoghese 14151580, Il Mulino, Bologna 1986, limitatamente alle pp. 17-355 oppure 239-552 9. H. FURBER, Imperi rivali nei mercati d'Oriente (1600-1800), Il Mulino, Bologna 1986, limitatamente alle pp. 13-262 oppure 265-484 10. F. SASSETTI, Lettere dall’India (1583-1588), Salerno Editrice, Roma 1995 11. F. CARLETTI, Ragionamenti del viaggio intorno al mondo (compresa l'introduzione di P. Collo), Einaudi, Torino 1989 oppure nell’ed. Mursia, Milano 1987 12. J. CHARDIN, Da Parigi alla Persia, Medusa Editrice, Napoli 2005 13. P. DELLA VALLE, In viaggio per l'Oriente, intr. Antonio Invernizzi, Edizioni dell'Orso, Alessandria 2001 14. F. BERNIER, Viaggio negli Stati del Gran Mogol (compresa l'introduzione di L. Pellicani), Ibis, ComoPavia 1991 15. M. GUGLIELMINETTI, Viaggiatori del Seicento, Utet, Torino 2007, limitatamente alle pp. 7-57, 285295, 311-428, 471-481, 535-563 16. H.-G. BEHR, I Moghul imperatori dell’India, Garzanti, Milano 1985 17. J. F. RICHARDS, The Mughal Empire, Cambridge University Press, Cambridge 1993 18. M. RICCI, Lettere dalla Cina (1584-1608), intr. di J. Gernet, Transeuropa, Ancona 1999 unitamente a M. FONTANA, Matteo Ricci. Un gesuita alla corte dei Ming, Mondadori, Milano 2005 19. V. VOLPI, Il Visitatore, Piemme, Casale Monferrato 2004 20. G. BERTUCCIOLI, F. MASINI, Italia e Cina, Laterza, Roma-Bari, 1996 21. R. MINUTI, Orientalismo e idee di tolleranza nella cultura francese del primo '700, Olschki, Firenze 2006

71


Anno Accademico 2007 - 2008

MODULO C 1. H. BULL & A. WATSON (a cura di), L'espansione della società internazionale. L’Europa e il mondo dalla fine del Medioevo ai tempi nostri, Jaca Book, Milano 1994, limitatamente alle pp. XI-XXXI, 1-238 oppure pp. XI-XXXI, 227-457 2. P. KENNEDY, Ascesa e caduta delle Grandi Potenze, Milano, Garzanti 1993, limitatamente alle pp. 19476 3. D. K. FIELDHOUSE, Gli imperi coloniali dal XVIII secolo, Feltrinelli, Milano 1965 4. W. REINHARD, Storia del colonialismo, Einaudi, Torino 2002 5. E. J. HOBSBAWM, L'età degli imperi 1875-1914, Laterza, Roma-Bari 2000 6. E. W. SAID, Orientalismo. L’immagine europea dell’Oriente, Feltrinelli, Milano 2001 7. O. LATTIMORE, La frontiera. Popoli e imperialismi alla frontiera fra Cina e Russia, Einaudi, Torino 1970 8. A. KAPPELER, La Russia. Storia di un impero multietnico, Ed. Lavoro, Roma 2006 9. S. WOLPERT, Storia dell’India, Bompiani, Milano 2000 oppure M. TORRI, Storia dell’India, Laterza, Roma-Bari 2000, limitatamente alle pp. 1- 24, 171-504 oppure B. D. METCALF, T. R. METCALF, Storia dell’India, Mondadori, Milano 2004 10. J. OSTERHAMMEL, Storia della Cina moderna, Einaudi, Torino 1992, limitatamente alle pp. XIIIXV, 3-301 oppure M. SABATTINI – P. SANTANGELO, Storia della Cina, Laterza, Roma-Bari 2005, limitatamente alle pp. 385-561 11. W. G. BEASLEY, Storia del Giappone moderno, Einaudi, Torino 1969 oppure R. CAROLI, F. GATTI, Storia del Giappone, Laterza, Roma-Bari 2006 12. G. BORSA, La nascita del mondo moderno in Asia Orientale. La penetrazione europea e la crisi delle società tradizionali in India, Cina e Giappone, Rizzoli, Milano 1977 13. V. CASTRONOVO, Un passato che ritorna. L’Europa e la sfida dell’Asia, Laterza, Roma-Bari 2006 14. J. OSTERHAMMEL – N.P. PETERSSON, Storia della globalizzazione. Dimensioni, processi, epoche, Il Mulino, Bologna 2005 unitamente a M. HOWARD, L’invenzione della pace. Guerre e relazioni internazionali, Il Mulino, Bologna 2001 15. E. DI NOLFO, Dagli imperi militari agli imperi tecnologici. La politica internazionale nel XX secolo, Laterza, Roma-Bari 2002 16. A. LEPRE, Guerra e pace nel XX secolo. Dai conflitti tra Stati allo scontro di civiltà, Il Mulino, Bologna 2005 17. A. COLOMBO, La guerra ineguale. Pace e violenza nel tramonto della società internazionale, Il Mulino, Bologna 2006 N.B. Gli studenti che desiderassero lavorare su altre edizioni di alcuni dei testi indicati, potranno naturalmente concordare le variazioni del caso. Laboratori: Gli studenti interessati potranno approfondire le questioni toccate durante il corso frequentando i seguenti Laboratori: (vedi indicazioni separate). 1° semestre L’Orientalismo come visione dell’ ”altro”: nodi storiografici e nuove prospettive (20 ore, 3 Cfu)Il Laboratorio (coordinato da Silvia M. Pizzetti con Daniela Fabrizio e Massimiliano Vaghi) si terrà a partire da lunedì 8 ottobre 2007, con cadenza settimanale, in orari e sede che verranno tempestivamente comunicati. Le iscrizioni - da effettuarsi con invio di e-mail all’indirizzo: massimiliano.vaghi@unimi.it - si apriranno lunedì 24 settembre 2007, h. 9,00. Le domande saranno accolte, sino a 25 iscritti, in ordine di presentazione. 2° semestre Fonti e sussidi per la storia delle relazioni internazionali nell’età moderna e contemporanea (20 ore, 3 Cfu) Il Laboratorio (coordinato da Lauro Grassi con Elisa Sabadini) si terrà a partire da lunedì 18 febbraio 2008, con cadenza settimanale, in orari e sede che verranno tempestivamente comunicati. Le iscrizioni – da effettuarsi con invio di e-mail all’indirizzo: elisa.sabadini@gmail.com - si apriranno lunedì 4 72


Anno Accademico 2007 - 2008

febbraio 2008, h. 9,00. Le domande - di studenti che abbiano già sostenuto gli esami di Storia Moderna e di Storia Contemporanea - saranno accolte , sino a 20 iscritti, in ordine di presentazione. La frequenza ad uno dei Laboratori indicati è vivamente raccomandata a quanti intendano sostenere la prova finale per la Laurea triennale o la tesi per la Laurea magistrale presso l’insegnamento.

73


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELLE DONNE E DELLE IDENTITÀ DI GENERE* Proff. Maria Luisa Betri, Patrizia Mainoni, Elena Brambilla Secondo semestre Ricevimenti: Patrizia Mainoni: -per appuntamento, da concordare via e.mail, patrizia.mainoni@unimi.it Elena Brambilla: per il mese di settembre lunedì e giovedì 13-14.30. Da ottobre mercoledì e giovedì 1314,30, Settore B stanza B19; elena.brambilla@unimi.it. Maria Luisa Betri: martedì ore 16,30, Settore A, stanza A 10; marialuisa.betri@unimi.it. Il corso è rivolto esclusivamente agli studenti della Laurea magistrale in Storia e documentazione storica. Le donne nelle reti di relazioni interpersonali: scrittura e socialità I modulo: Scritture femminili nel Medioevo (prof. Patrizia Mainoni) II modulo: Donne in società: veglie, corti e salotti in età moderna (prof. Elena Brambilla) III modulo: Identità, ruoli, reti di relazione nei carteggi femminili tra Otto e Novecento (prof. Maria Luisa Betri) Avvertenza: E' raccomandata l'opportunità di seguire l'intero corso, pari a 9 crediti. Programma d’esame: 1) I ° e II° modulo: programma da 6 crediti Per chi ha frequentato: le lezioni del modulo, più la preparazione dei seguenti testi: Per il I modulo: - G. Duby, M. Perrot (direttori), Storia delle donne, vol. II, Il Medioevo, a cura di Ch. Klapisch Zuber, Roma-Bari, Economica Laterza, 2005: otto saggi. - per chi non ha frequentato: tutto il volume suddetto: G. Duby, M. Perrot (direttori), Storia delle donne, vol. II, Il Medioevo, a cura di Ch. Klapisch Zuber, Roma-Bari, Economica Laterza, 2005 Per il II modulo: per chi ha frequentato: le lezioni del modulo, più la preparazione di: Merry Wiesner, Le donne nell'Europa moderna, 1500-1750, a cura di A. Groppi, Torino, Einaudi, 2003, le parti I e II, oppure II e III per chi non ha frequentato: l’intero volume di Merry Wiesner, Le donne nell'Europa moderna, 1500-1750, a cura di A. Groppi, Torino, Einaudi, 2003, più tre saggi a scelta della sezione Il Settecento nel volume (a cura di M.L. Betri, E. Brambilla), Salotti e ruolo femminile in Italia tra fine Seicento e primo Novecento, Venezia, Marsilio, 2004 (scelta tra i saggi di E. Graziosi, C. Farinella, A. Merlotti, T. Plebani, R. Ago, M.P. Donato, G.P.Romagnani, pp. 67-237). 2) III° modulo (per completare il programma da 9 crediti): le lezioni del modulo, più la preparazione del seguente testo: - “Dolce dono graditissimo”. La lettera privata dal Settecento al Novecento, a cura di M.L.Betri, D. Maldini Chiarito, Milano, FrancoAngeli, 2000: per chi ha frequentato, limitatamente all’Introduzione di M.L. Betri e D. Maldini Chiarito, pp.7-17; e ai saggi di E. Alessandrone Perona, pp.18-37; P. Magnarelli, pp.157185; L. Ziruolo, pp.200-209; A. Molinari, pp.210-225; A: Bortolotti, pp. 226-253; M.L. Lepschky Mueller, pp.279-304; A. Capelli, pp.320-340; D. Maldini Chiarito, pp.341-354; M. L. Betri, pp.355-368. Per chi non ha frequentato: l’intero volume.

74


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELLE DOTTRINE POLITICHE Prof. Maria Luisa Cicalese - Nicola Del Corno Secondo semestre Ricevimento: prof. M. Cicalese: martedì, ore 10-30-12.30 (laureandi su appuntamento); maria.cicalese@unimi.it. Prof. N. Del Corno: martedì e mercoledì, ore 9-30-12; nicola.delcorno@unimi.it. Prof. A. Di Mauro: lunedì ore 10-30-11.30; antonio.dimauro@unimi.it. Dott. D. Cadeddu: martedì e mercoledì ore 9-30-12; davide.cadeddu@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti delle lauree triennali in Scienze storiche (6/9 cfu), in Filosofia (6/9 cfu), in Scienze umanstiche per la comunicazione (6 cfu), delle Lauree Magistrali in Storia e documentazione storica (9/12 cfu), Scienze filosofiche (9 cfu), Culture e linguaggi per la comunicazione (6 cfu) e agli studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia, vecchio ordinamento. Tolleranza religiosa e libertà nel pensiero politico italiano del primo Novecento I modulo: I classici II modulo: La storiografia III modulo: Lineamenti di Storia della dottrine politiche (prof. Del Corno) Programma d’esame: Testi d’esame per i quali occorre tener conto delle introduzioni, prefazioni e post-fazioni e delle note: I Modulo Una lettura a scelta di uno dei seguenti testi o gruppi di testi: -J. Locke, Scritti sulla tolleranza, a cura di D. Marconi, Torino, Utet, 2005 -J. Locke, Secondo trattato sul governo, a cura di L. Formigari, Roma, Editori, 2005, congiuntamente a J. Locke, Lettera sulla tolleranza, a cura di C. A. Viano, in appendice Saggio sulla tolleranza, Roma, Laterza, 2005 -Voltaire, Trattato sulla tolleranza, Editori Riuniti, Roma, 2005 -F. Ruffini, La libertà religiosa. Storia dell’idea, introduzione di A.C. Jemolo, a cura di F. Margiotta Broglio, Milano, Feltrinelli, 1991 -R. Ruffini, La libertà religiosa come diritto pubblico subiettivo, a cura di S. Ferrari, Bologna, il Mulino, 1992 -B. Croce, La mia filosofia, a cura di G. Galasso, Milano, Adelphi, 1993 -B. Croce, Cultura e vita morale. Intermezzi polemici, a cura di M.A. Frangipani, Napoli, Bibliopolis, 1993 -G. Gentile, Discorsi di religione, a cura di H. A. Cavallera, Firenze, Le Lettere, 1987 -G. Gentile, La mia religione e altri scritti, a cura di H. A. Cavallera, Firenze, Le Lettere, 1992 II modulo Una lettura a scelta di uno dei seguenti testi: -G. De Ruggiero, Storia del liberalismo europeo, prefazione di R. Romeo, Roma, Laterza, 2003 -G. Bedeschi, Storia del pensiero liberale, Roma-Bari, Laterza, 2004 -M.L. Cicalese, Nei labirinti di Giovanni Gentile. Bagliori e faville, Milano, Angeli, 2005 -J. Habermas, L’Occidente diviso, Roma-Bari, Laterza, 2007 -AA. VV., La tolleranza religiosa. Indagini storiche e riflessioni filosofiche, a cura di M. Sina, Milano, Vita e pensiero, 1991 -R.H. Bainton, La lotta per la libertà religiosa, Bologna, il Mulino, 1999 III modulo Una lettura a scelta tra i seguenti testi: -J.-J. Chevallier, Le grandi opere del pensiero politico, Bologna, il Mulino, 1998 -A. Zanfarino, Il pensiero politico dall’umanesimo all’illuminismo, Padova, Cedam, 1998 -A. Zanfarino, Il pensiero politico contemporaneo, Padova, Cedam, 1998

75


Anno Accademico 2007 - 2008

Nel I semestre il dott. Davide Cadeddu terrà un laboratorio dal titolo ‘Analisi di testi politici: l’autonomismo italiano’ (vedi indicazioni separate).

76


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELLE ISTITUZIONI MILITARI Proff. Livio Antonielli - Paolo Grillo Secondo semestre Ricevimento: prof. Livio Antonielli: mercoledì, dalle ore 9.00 (settore B); livio.antonielli@unimi.it. Prof. Paolo Grillo: lunedì, ore 15.00-16.00 (settore A-1); paolo.grillo@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti dell’ordinamento triennale del Corso di laurea in Scienze storiche (6 o 9 crediti) e del corso di laurea magistrale in Storia e documentazione storica (6 o 9 crediti). Eserciti e soldati. Le istituzioni militari europee dal medioevo all’età contemporanea I modulo: Cavalieri e popoli in armi: gli ordinamenti militari del medioevo europeo (20 ore - 3 cfu) II modulo: Il mestiere delle armi sotto l’ala dello Stato: gli ordinamenti militari dell’età moderna (20 ore - 3 cfu) III modulo: La rivoluzione dei numeri e delle tecniche: le istituzioni militari dalla svolta napoleonica alla seconda guerra mondiale (20 ore - 3 cfu) Programma d’esame: Chi sostiene l’esame per 9 crediti dovrà scegliere tre volumi nell’elenco che segue, obbligatoriamente uno per modulo. I non frequentanti dovranno aggiungere una lettura, come indicato più avanti. Chi sostiene l’esame per 6 crediti, se frequentante dovrà scegliere due volumi, da individuarsi obbligatoriamente nell’ambito dei moduli frequentati; se non frequentante dovrà scegliere due volumi individuati liberamente su due moduli, più la lettura indicata più avanti per i non frequentanti. I modulo P. Grillo, Cavalieri e popoli in armi: le istituzioni militari dell’Europa medievale, Roma-Bari, Laterza, 2008; J. Flori, Cavalieri e cavalleria nel Medioevo, Torino, Einaudi, 1999; B. Frale, I Templari, Bologna, Il Mulino, 2004, unitamente a G. Duby, Guglielmo il maresciallo: l'avventura del cavaliere, Roma-Bari, Laterza, 1985; M. Mallet, Signori e mercenari. La guerra nell’Italia del Rinascimento, Bologna, Il Mulino, 1983; J.-C. Maire Vigueur, Cavalieri e cittadini. Guerre, conflitti e società nell'Italia comunale, Bologna, Il Mulino, 2004. II modulo J.R. Hale, L'organizzazione militare di Venezia nel '500, Roma, Jouvence, 1990; R. Baumann, I Lanzichenecchi. La loro storia e cultura dal tardo Medioevo alla guerra dei Trent'anni, Torino, Einaudi, 1996; D. Maffi, Il baluardo della Corona: guerra, esercito, finanze e società nella Lombardia seicentesca (1630-1660), Firenze, Le Monnier, 2007; C. Donati (a cura di), Eserciti e carriere militari, Milano, Unicopli, 1998, unitamente a A. Dattero, Il "governo militare" dello Stato di Milano, Milano, Unicopli, 2001; S. Loriga, Soldati. L’istituzione militare nel Piemonte del ‘700, Venezia, Marsilio, 1992. III modulo F. Della Peruta, Esercito e società nell'Italia napoleonica, Milano, Franco Angeli, 1988; M. Isnenghi, G. Rochat, La Grande guerra 1914-1918, Milano, Sansoni, 2004; N. Labanca, Il generale Cesare Ricotti e la politica militare italiana dal 1884 al 1887, Roma, Ufficio storico SME, 1986; G. Rochat, L’esercito italiano da Vittorio Veneto a Mussolini. 1919-1925, Roma-Bari, Laterza, 2006; M. Di Giovanni, Scienza e potenza. Miti della guerra moderna. Istituzioni scientifiche e politica di massa nell’Italia fascista, 1935-1945, Torino, Zamorani, 2005; G. Rochat, Le guerre italiane 1935-1943. Dall’impero d’Etiopia alla disfatta, Torino, Einaudi, 2005.

77


Anno Accademico 2007 - 2008

I non frequentanti dovranno preparare un'ulteriore lettura, da individuarsi liberamente all'interno dei testi giĂ indicati per i tre moduli, oppure scegliendo uno dei seguenti volumi: P. Del Negro, Guerra ed eserciti da Machiavelli a Napoleone, Roma-Bari, Laterza, 2001; G. Parker, La rivoluzione militare. Le innovazioni militari e il sorgere dell'Occidente, Bologna, Il Mulino, 1999.

78


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Prof. Livio Antonielli Primo semestre Ricevimento: prof. Livio Antonielli: mercoledì, dalle ore 9.00 (settore B); livio.antonielli@unimi.it. Dott. Silvia Bobbi, martedì dalle ore 14.30; bobbi@interfree.it. Il corso è rivolto agli studenti del vecchio ordinamento quadriennale e a quelli del nuovo ordinamento triennale del Corso di laurea in Scienze storiche (9 crediti) e del Corso di laurea in Scienze umanistiche per la comunicazione (9 crediti); nonché agli studenti dei corsi di laurea magistrale in Storia e documentazione storica (9 crediti) e Culture e linguaggi della comunicazione (6 o 9 crediti). Le istituzioni politiche europee dal medioevo all’età contemporanea I modulo: Strumenti per la storia istituzionale e costituzionale (con nozioni di storia del diritto) (20 ore – 3 cfu) II modulo: I percorsi istituzionali dei maggiori Stati europei: modelli a confronto (20 ore – 3cfu) III modulo : Codici penali, difesa dei diritti fondamentali e repressione del dissenso (20 ore – 3 cfu) Programma d’esame: A) Valido per i quadriennalisti e per gli studenti che sostengono l'esame per 9 crediti: Per la parte generale due dei seguenti testi a scelta: G. Tarello, Storia della cultura giuridica moderna. Assolutismo e codificazione del diritto, Bologna, Il Mulino, 1976 (e ristampe successive), pp. 43-95; 191-318; 383-620 (per le restanti parti sarà sufficiente la semplice lettura); P. Grossi, L’ordine giuridico medievale, Roma-Bari, Laterza, 2006; M. Fioravanti (a cura di), Lo stato moderno in Europa. Istituzioni e diritto, Roma-Bari, Laterza, 2002; G. Melis, Storia dell’amministrazione italiana. 1861-1993, Bologna, Il Mulino, 1996. Per la parte monografica a scelta uno dei seguenti volumi (o parti di volume): - L. Mannori, B. Sordi, Storia del diritto amministrativo, Roma-Bari, Laterza, 2001, pp. 17-276; - L. Mannori, B. Sordi, Storia del diritto amministrativo, Roma-Bari, Laterza, 2001, pp. 225-528; - D. Richet, Lo spirito delle istituzioni: esperienze costituzionali nella Francia moderna, a cura di F. Di Donato, Roma-Bari, Laterza, 1998; - S. Mannoni, Une et indivisible. Storia dell'accentramento amministrativo in Francia, vol. I: La formazione del sistema (1661-1815), Milano, Giuffrè, 1994; - S. Mannoni, Une et indivisible. Storia dell'accentramento amministrativo in Francia, vol. II: Dalla contestazione al consolidamento, Milano, Giuffrè, 1996; - J.L. Price, Holland and the Dutch Republic in the Seventeenth Century. The politics of particularism, Oxford, Clarendon Press, 1994; - N. Chester, The English Administrative System 1780-1870, Oxford, Clarendon Press, 1981; - I regimi della città. Il governo municipale in Europa tra '800 e '900, a cura di F. Rugge, Milano, Franco Angeli, 1992; - A. De Benedictis, Politica, governo e istituzioni nell'Europa moderna, Bologna, Il Mulino, 2001; - G. Alessi, Il processo penale: profilo storico, Roma-Bari, Laterza, 2001; - M. Sbriccoli, Crimen laesae maiestatis. Il problema del reato politico alle soglie della scienza penalistica moderna, Milano, Giuffré, 1974; - M. Da Passano, Emendare o intimidire? La codificazione del diritto penale in Francia e in Italia durante la Rivoluzione e l’Impero, Torino, Giappichelli, 2000; - C. Povolo, L’intrigo dell’onore. Poteri e istituzioni nella Repubblica di Venezia tra Cinque e Seicento, Verona, Cierre edizioni, 1997; - A. Cavanna, La codificazione penale in Italia. Le origini lombarde, Milano, Giuffrè, 1987; - P. Piasenza, Polizia e città. Strategie d’ordine, conflitti e rivolte a Parigi tra Sei e Settecento, Bologna, Il Mulino, 1990; - L. Antonielli (a cura di), La polizia in Italia nell’età moderna, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2002;

79


Anno Accademico 2007 - 2008

- L. Antonielli (a cura di), Carceri, carcerieri, carcerati. Dall’antico regime all’Ottocento, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2006; - A. Capelli, La buona compagnia: utopia e realtà carceraria nel Risorgimento, Milano, Franco Angeli, 1988; - M. Da Passano (a cura di), Le colonie penali nell’Europa dell’Ottocento, Roma, Carocci, 2004; - J.G. Petit, Ces peines obscures. La prison Pénale en France (1780-1875), Paris, Fayard, 1990; - E. Pagano, Il Comune di Milano nell'età napoleonica (1800-1814), Milano, Vita e Pensiero, 1994; - G. Signorotto, Milano spagnola, Milano, Sansoni, 1996; - P. Colombo, Il re d’Italia. Prerogative costituzionali e potere politico della Corona (1848-1922), Milano, Franco Angeli, 1999; - Storia dello Stato italiano dall’Unità a oggi, a cura di R. Romanelli, Roma, Donzelli, 1995 (i soli saggi di S. Merlini, di M. De Cecco-A. Pedone, di R. Romanelli, e di C. Guarnieri); - P. Aimo, Stato e poteri locali in Italia. 1848-1995, Roma, NIS, 1997. Coloro che non hanno seguito le lezioni, dovranno inoltre preparare uno dei seguenti testi: - P.S. Graglia, L’Unione europea, Bologna, Il Mulino, 2006; - L. Bardi, P. Ignazi, Il Parlamento europeo, Bologna, Il Mulino, 2004. B) Valido per coloro che sostengono l'esame per 6 crediti: a) Se frequentanti dovranno preparare, in aggiunta alle lezioni del corso, i soli testi relativi alla Parte generale; b) Se non frequentanti dovranno preparare i testi relativi alla Parte generale, più uno a scelta relativo alla Parte monografica. NOTE PARTICOLARI ED EVENTUALI AGGIUNTE: Parallelamente al corso saranno tenute alcune lezioni volte a offrire una chiave di lettura dei testi in programma. Nel I semestre la dott. ssa Silvia Bobbi terrà un laboratorio dal titolo ‘Istituzioni, Stato ed esercito: fonti e bibliografia di storia militare’ (vedi indicazioni separate).

80


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA ECONOMICA (e per mutuazione Economia politica) Prof. Giulio Sapelli Primo semestre Ricevimento: Prof. Sapelli: martedì, ore 14,30-16.30; giulio.sapelli@unimi.it. Ricevimento collaboratori: dr. Roberta Garruccio (roberta.garruccio@unimi.it), dr. Germano Maifreda (germano.maifreda@unimi.it) e dr. Veronica Ronchi (Veronica.ronchi@unimi.it): martedì, ore 16,3017.30, nel Settore A, II piano, sottotetto, stanza A7. Il corso di Storia economica è destinato ai seguenti cdl: Scienze Storiche (9cfu); Scienze umane dell’ambiente (9 cfu), Scienze umanistiche della comunicazione (6 cfu); corso di laurea magistrale in Storia e documentazione storica La mutazione di Economia politica riguarda invece i corsi di laurea triennale di Scienze storiche (6 cfu); Filosofia (6 o 9 cfu) e il corso di laurea magistrale in Storia e documentazione storica (6 cfu) L’impresa cooperativa: storia e teoria Programma per studenti FREQUENTANTI (9 CFU): Rondo Cameron, Larry Neal, Storia economica del mondo, volume II, Bologna, il Mulino 2005 Giulio Sapelli, COOP. Il futuro dell’impresa cooperativa, Torino, Einaudi 2006 B. Riguzzi, R. Porcari, La cooperazione operaia in Italia, Milano, Cuem 2006 Giulio Sapelli, Storia economica dell’Italia contemporanea, Milano, Bruno Mondadori, 2007 NOTA BENE: Gli studenti di Economia Politica invece del manuale di Cameron-Neal porteranno il volume di Alessandro Roncaglia La ricchezza delle idee. Storia del pensiero economico, Roma-Bari, Laterza, 2001 per intero. Programma per studenti NON FREQUENTANTI (9 CFU): Rondo Cameron, Larry Neal, Storia economica del mondo, volume II, Bologna, il Mulino 2005 Giulio Sapelli, COOP. Il futuro dell’impresa cooperativa, Torino, Einaudi 2006 B. Riguzzi, R. Porcari, La cooperazione operaia in Italia, Milano, Cuem 2006 Giulio Sapelli, Storia economica dell’Italia contemporanea, Milano, Bruno Mondadori, 2007 Giulio Sapelli, Modernizzazione senza sviluppo. Il capitalismo secondo Pasolini, Milano, Bruno Mondadori, 2005 NOTA BENE: Gli studenti di Economia Politica invece del manuale di Cameron-Neal porteranno il volume di Alessandro Roncaglia La ricchezza delle idee. Storia del pensiero economico, Roma-Bari, Laterza, 2001 per intero. Programma per studenti FREQUENTANTI (6 CFU): Rondo Cameron, Larry Neal, Storia economica del mondo, volume II, Bologna, il Mulino 2005 Giulio Sapelli, COOP. Il futuro dell’impresa cooperativa, Torino, Einaudi 2006 B. Riguzzi, R. Porcari, La cooperazione operaia in Italia, Milano, Cuem 2006 NOTA BENE: Gli studenti di Economia Politica invece del manuale di Cameron-Neal porteranno il volume di Amiya Kumar Dasgupta, La teoria economica da Smith a Keynes, Bologna, Il Mulino, 1987 o edizioni successive Programma per studenti NON FREQUENTANTI (6 CFU): Rondo Cameron, Larry Neal, Storia economica del mondo, volume II, Bologna, il Mulino 2005 Giulio Sapelli, COOP. Il futuro dell’impresa cooperativa, Torino, Einaudi 2006 B. Riguzzi, R. Porcari, La cooperazione operaia in Italia, Milano, Cuem 2006 Giulio Sapelli, Storia economica dell’Italia contemporanea, Milano, Bruno Mondadori, 2007

81


Anno Accademico 2007 - 2008

NOTA BENE: Gli studenti di Economia Politica invece del manuale di Cameron-Neal porteranno il volume di Amiya Kumar Dasgupta, La teoria economica da Smith a Keynes, Bologna, Il Mulino, 1987 o edizioni successive. Nel II semestre la dott. ssa Veronica Ronchi terrà un laboratorio dal titolo ‘Storia economica dell’Argentina dal primo peronismo alla crisi del debito estero (1945-2001) (vedi indicazioni separate).

82


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA ECONOMICA E SOCIALE DEL MEDIOEVO Prof. Andrea Gamberini Secondo semestre Ricevimento: martedì, h. 16.30, Settore B, stanza B 25; andrea.gamberini@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti studenti della laurea triennale in Scienze storiche (6/9 crediti) e agli studenti della laurea magistrale in Storia e documentazione storica che non l’abbiano già seguito nel triennio. La giustizia nel Medioevo: aspetti sociali I modulo: Storia economica (20 ore – 3 cfu) - Le linee fondamentali dell’economia europea in età medievale: aspetti, questioni e interpretazioni. II modulo: Storia sociale (20 ore - cfu) - La storia sociale e le sue tante declinazioni (la storia della famiglia, la storia della mentalità, la microstoria, ecc.): una panoramica. III modulo: corso monografico (20 ore – 3 cfu) - La giustizia nel medioevo: aspetti sociali. Programma d’esame per frequentanti: 6 crediti: frequenza dei primi 2 moduli e lettura di un testo tra quelli indicati ai punti A e B (non C) NB: un solo testo, non uno per punto 9 crediti: frequenza dei 3 moduli e lettura di un testo tra quelli indicati ai punti A, B, C NB: un solo testo, non uno per punto A) Storia economica - Alfio Cortonesi, Gianfranco Pasquali, Gabriella Piccinni, Uomini e campagne nell'Italia medievale, RomaBari, Editori Laterza, 2002 - R. Greci, G. Pinto, G. Todeschini, Economie urbane ed etica economica nell’Italia medievale, Roma Bari, Laterza, 2005 - D. Degrassi, L'economia artigiana nell'Italia medievale, Roma, Carocci, 1998 e ss. - R. Greci, Corporazioni e mondo del lavoro nell'Italia padana medievale, Bologna, Clueb1988 B) Storia sociale - F. Leverotti, Famiglia e istituzioni nel Medioevo italiano. Dal tardo antico al Rinascimento, Roma, Carocci, 2005 - La vita privata dal Feudalesimo al Rinascimento, a cura di G. Duby, Roma Bari, Laterza, 1988 - G. Duby, Lo specchio del feudalesimo. Sacerdoti, guerrieri e lavoratori, Roma Bari, Laterza, 1988 e ss. - R. Fossier, Il lavoro nel medioevo, Torino, Einaudi, 2002 C) La giustizia: - M. Vallerani, La giustizia pubblica medievale, Bologna, Il Mulino, 2005 - N. Covini, La balanza drita. Pratiche di governo, leggi e ordinamenti nel ducato sforzesco, Milano, FrancoAngeli, 2007 - G. Guarisco, Il conflitto attraverso le norme. Gestione e risoluzione delle dispute a Parma nel XIII secolo, Bologna, Clueb 2005 - Ch. Wickham, Legge, pratiche e conflitti. Tribunali e risoluzione delle dispute nella Toscana del XII secolo, Roma, Viella, 2000. Programma per studenti non frequentanti: Parte istituzionale: - La società medievale, a cura di S. Collodo e G. Pinto, Milano, Monduzzi, 1999. I seguenti saggi: G. Pinto, Il numero degli uomini; G. De Sandre, Corporazioni e confraternite; G. Piccinni, L’economia della terra; P. Mainoni, La produzione urbana; B. Dini, L’economia degli scambi; G. Cherubini, I quadri mentali; F. Leverotti, La famiglia; A.I. Pini, Scuole e università oppure - Storia medievale, Roma, Donzelli, 1997 ss (Manuali Donzelli). I seguenti saggi: Ch. Wickham, Economia altomedievale; M. Gallina, La formazione del Mediterraneo medievale; G. Petralia, Crescita ed espansione; M. 83


Anno Accademico 2007 - 2008

Oldoni, Culture: dotta, popolare, orale; M. Tangheroni, Il Mediterraneo bassomedievale; R. Mueller, Epidemie, crisi, rivolte; C Bologna, P. Canettieri, La transizione umanistica. Approfondimenti: Gli studenti che si presentano all’esame per 6 crediti dovranno integrare la parte istituzionale con la lettura di 1 volume a scelta tra quelli indicati di seguito. Gli studenti che si presentano per 9 crediti dovranno invece integrare la parte istituzionale con la lettura di 2 volumi. - F. Leverotti, Famiglia e istituzioni nel Medioevo italiano. Dal tardo antico al Rinascimento, Roma, Carocci, 2005 - La vita privata dal Feudalesimo al Rinascimento, a cura di G. Duby, Roma Bari, Laterza, 1988 - G. Duby, Lo specchio del feudalesimo. Sacerdoti, guerrieri e lavoratori, Roma Bari, Laterza, 1988 e ss. - R. Fossier, Il lavoro nel medioevo, Torino, Einaudi, 2002 - Alfio Cortonesi, Gianfranco Pasquali, Gabriella Piccinni, Uomini e campagne nell'Italia medievale, RomaBari, Editori Laterza, 2002 - R. Greci, G. Pinto, G. Todeschini, Economie urbane ed etica economica nell’Italia medievale, Roma Bari, Laterza, 2005 - D. Degrassi, L'economia artigiana nell'Italia medievale, Roma, Carocci, 1998 e ss. - R. Greci, Corporazioni e mondo del lavoro nell'Italia padana medievale, Bologna, Clueb1988

84


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA ECONOMICA E SOCIALE DELL’ETÀ MODERNA Prof. Germano Maifreda Secondo semestre Ricevimento: martedì ore 16,30-17,30 (settore A, II piano, sottotetto); germano.maifreda@unimi.it. Il corso è rivolto al corso di laurea triennale in Scienze storiche (9 cfu) e al corso di laurea magistrale in Storia e documentazione storica (9 cfu). Corpo, popolazione, produzione. Nascita della biopolitica I modulo: Disciplinamento della vita in età moderna. II modulo: Culture e politiche della popolazione. III modulo: Corpi al lavoro fra produzione e riproduzione. Programma per studenti FREQUENTANTI: I. Un testo a scelta fra i seguenti (GRUPPO A): La polizia in Italia nell’età moderna, a cura di L. Antonielli, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2002 M. Foucault, Gli anormali. Corso al Collège de France (1974-1975), Milano, Feltrinelli, 2000. M. Focault, Biopolitica e liberalismo, Milano, Medusa, 2000 M. Foucault, Sicurezza, territorio, popolazione. Corso al Collège de France (1977-1978), Milano, Feltrinelli, 2005 F. Sabatino, Biopolitica del mondo contemporaneo. Pratiche economiche, trasformazioni culturali, diritti costitutivi, Milano, Cuem, 2005. II. Un testo a scelta fra i seguenti (GRUPPO B): Corpi e storia. Donne e uomini dal mondo antico all’età contemporanea, a cura di N.M. Filippini, T. Pelbani, A. Scattigno, Roma, Viella, 2002. W. de Boer, La conquista dell’anima. Fede, disciplina e ordine pubblico nella Milano della Controriforma, Torino, Einaudi, 2004. A. Pastore, Le regole dei corpi. Medicina e disciplina nell’Italia moderna, Bologna, Il Mulino, 2006 A. Prosperi, Dare l’anima. Storia di un infanticidio, Torino, Einaudi, 2005. L. Roscioni, Il governo della follia. Ospedali, medici e pazzi nell’età moderna, Milano, Bruno Mondadori, 2003. III. Studio del volume: G. Maifreda, La disciplina del lavoro. Operai, macchine e fabbriche nella storia italiana, Milano, Bruno Mondadori, 2007. Programma per studenti NON FREQUENTANTI: Studio dei seguenti volumi: I. P. Malanima, Economia preindustriale. Mille anni: dal IX al XVIII secolo, Milano, Bruno Mondadori, varie edizioni. II. G. Huppert, Storia sociale dell’Europa moderna, Bologna, Il Mulino, 2001. III. G. Maifreda, La disciplina del lavoro. Operai, macchine e fabbriche nella storia italiana, Milano, Bruno Mondadori, 2007.

85


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA GRECA Prof. Giovanna Daverio Primo semestre Ricevimento: mercoledì ore 11-13, Sezione di Storia antica; giovanna.daverio@unimi.it. Dott. Julia Taita: giovedì ore 10.30 – 12-.30; julia.taita@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti dell’ordinamento triennale del Corso di laurea in Scienze Storiche (9 cfu) e in Scienze dei Beni Culturali (6/9 cfu). Il corso è inoltre rivolto agli studenti del Corso di laurea specialistica che non abbiano ancora sostenuto l’esame durante il triennio (6/9 cfu). Sparta. Storia, mito e tradizione dall’antichità ai tempi moderni. I modulo: Conoscere la storia greca: nuclei tematici e basi documentarie II modulo: Sparta nella storia del V e del IV secolo a. C. III modulo: Il miraggio spartano. Fortuna e ambiguità di un’idea e di un modello Programma d’esame: A. Per gli studenti frequentanti L’esame da 9 CFU prevede la conoscenza: a. degli argomenti, dei testi e dei documenti esaminati nelle lezioni dei 3 moduli b. dei lineamenti di storia generale dall’età arcaica fino ad Alessandro Magno compreso e della storia delle istituzioni politiche della Grecia di età classica c. una lettura di approfondimento tra quelle indicate sotto L’esame da 6 CFU richiede la conoscenza di due moduli. Per la preparazione della storia generale e delle istituzioni si consigliano i manuali sottoindicati, da integrare con una lettura a scelta dall’elenco allegato. Storia generale: M. BETTALLI (a cura di), Storia greca, Roma 2006, Carocci Editore (dal capitolo 6 fino al capitolo 24 compreso). Storia delle istituzioni politiche: G. DAVERIO ROCCHI, Città-stato e stati federali della Grecia antica. Lineamenti di storia delle istituzioni politiche, Milano 1993 (LED) (limitatamente alla prima parte). B. Per gli studenti non frequentanti L’esame prevede la conoscenza: a. di alcuni dei principali eventi politici e militari esposti in Senofonte, Elleniche, Milano 2002, Biblioteca Universale Rizzoli (con conoscenza del relativo commento e della Nota introduttiva): Esame da 9 CFU: Libri I, II, III. Esame da 6 CFU: Libri I, II. b. dei lineamenti di storia generale dall’età arcaica fino ad Alessandro Magno compreso e della storia delle istituzioni politiche della Grecia di età classica c. due letture di approfondimento tra quelle indicate sotto I manuali per lo studio della storia generale e delle istituzioni sono quelli indicati al punto A. (programma per i frequentanti) Letture di approfondimento: E. BALTRUSCH, Sparta, tr. it., Bologna 2002, Il Mulino (Universale Paperbacks). P. FUNKE, Atene nell’epoca classica, tr. it., Bologna 2001, Il Mulino (Universale Paperbacks). H.-J. GEHRKE, Alessandro Magno, tr. it., Bologna 2002, Il Mulino (Universale Paperbacks). Nel II semestre la prof. Daverio terrà un laboratorio dal titolo ‘Orientamento bibliografico per le Scienze dell’Antichità. Strumenti di ricerca’ (vedi indicazioni separate). 86


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA MEDIEVALE INDICAZIONI GENERALI L’insegnamento di Storia medievale si indirizza: -agli studenti delle lauree triennali in Scienze storiche (9 cfu), in Lettere (6/9 cfu), in Filosofia (6/9 cfu), Scienze umane dell’ambiente, del territorio e del paesaggio (6/9 cfu) e Scienze umanistiche per la comunicazione (6 cfu); -agli studenti dei corsi di laurea magistrale in Storia e documentazione storica (9 cfu), Lettere (6 cfu), in Scienze filosofiche (6/9 cfu). Gli studenti dei predetti corsi posso scegliere liberamente tra i seguenti quattro corsi di lezione per sostenere il corrispondente esame.

87


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA MEDIEVALE Prof. Giuliana Albini Secondo semestre Ricevimenti: prof. Giuliana Albini: mercoledì, ore 14.30-16.30, Via Festa del Perdono; giuliana.albini@unimi.it. Collaboratori: dr. Barbara Baldi; barbara.baldi@unimi.it; dr. Stella Leprai; stella.leprai@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti delle lauree triennali in Scienze storiche (9 cfu), in Lettere (6/9 cfu), in Scienze filosofiche (6/9 cfu), laurea triennale in scienze dell’ambiente, del territorio e del paesaggio (6/9 cfu), delle lauree magistrali in Storia e documentazione storica (6/9 cfu), in Scienze filosofiche (6/9 cfu). E’ inoltre possibile sostenere l’esame come esame a scelta in tutti i corsi di laurea triennali e magistrali. Il XII secolo, tra Occidente e d Oriente modulo A: Introduzione allo studio della storia medievale modulo B: Occidente e Oriente nel XII secolo: società, istituzioni, personaggi modulo C: La storiografia sul XII secolo: dai contemporanei al XX secolo Programma per studenti frequentanti (6 cfu) E’ richiesta la frequenza ai moduli A e B. Modulo A: conoscenza delle linee di fondo della storia medievale, attraverso lo studio sistematico di uno dei seguenti testi: - G.Chittolini, Il medioevo, Le Monnier - R. Comba, L’età medievale, Loescher - G. Piccinni, Il Medioevo, Bruno Mondadori - G.Vitolo, Medioevo. I caratteri originari di un’età di transizione, Sansoni Modulo B: - Il XII secolo, tra Occidente ed Oriente, disponibile presso la Cuem all’inizio del corso (limitatamente ai saggi indicati a lezione) - uno dei seguenti testi: - G.Duby, Guglielmo il Maresciallo. L’avventura del cavaliere medievale, Laterza - J.Flori, Riccardo Cuor di Leone. Il re cavaliere, Einaudi (Introduzione e Parte Prima oppure Introduzione e Parte Seconda) - H.Möhring, Saladino, Il Mulino Programma per studenti frequentanti (9 cfu) E’ richiesta la frequenza ai moduli A, B e C. Modulo A: conoscenza delle linee di fondo della storia medievale, attraverso lo studio sistematico di uno dei seguenti testi: - G.Chittolini, Il medioevo, Le Monnier - R. Comba, L’età medievale, Loescher - G. Piccinni, Il Medioevo, Bruno Mondadori - G.Vitolo, Medioevo. I caratteri originari di un’età di transizione, Sansoni Modulo B e C: - Il XII secolo, tra Occidente ed Oriente, disponibile presso la Cuem all’inizio del corso - uno dei seguenti testi: - G.Duby, Guglielmo il Maresciallo. L’avventura del cavaliere medievale, Laterza - J.Flori, Riccardo Cuor di Leone. Il re cavaliere, Einaudi (Introduzione e Parte Prima oppure Introduzione e Parte Seconda) - H.Möhring, Saladino, Il Mulino Programma per studenti NON frequentanti (6 cfu)

88


Anno Accademico 2007 - 2008

A) Conoscenza delle linee di fondo della storia medievale, attraverso lo studio sistematico di uno dei seguenti testi: - G.Chittolini, Il medioevo, Le Monnier - R. Comba, L’età medievale, Loescher - G. Piccinni, Il Medioevo, Bruno Mondadori - G.Vitolo, Medioevo. I caratteri originari di un’età di transizione, Sansoni B) E’ inoltre richiesto lo studio dei seguenti testi: - Il XII secolo, tra Occidente ed Oriente, disponibile presso la Cuem all’inizio del corso (limitatamente ai saggi indicati) -Un testo a scelta tra: - G.Duby, Guglielmo il Maresciallo. L’avventura del cavaliere medievale, Laterza - J.Flori, Riccardo Cuor di Leone. Il re cavaliere, Einaudi (Introduzione e Parte Prima oppure Introduzione e Parte Seconda) - H.Möhring, Saladino, Il Mulino -Un testo a scelta tra: - G. Albertoni, L’Italia carolingia, Carocci 1998 - R. Bordone, G. Castelnuovo, G.M. Varanini, Le aristocrazie dai signori rurali al patriziato, Laterza, pp.1-120 oppure pp.121-243. - P. Cammarosano, Nobili e re. L'Italia politica dell'alto Medioevo, Roma Bari , Laterza; - G.M Cantarella, V. Polonio, R. Rusconi, Chiesa, chiese, movimenti religiosi, Laterza 2004, pp. 1-189 oppure pp. 80-254. - G. Chittolini, Città, comunità e feudi negli stati dell’Italia centro-settentrionale (secoli XIV- XV), Unicopli - S. Gasparri, Prima delle nazioni. Popoli, etnie e regni fra Antichità e Medioevo, NIS 2003 - R. Greci, G. Pinto, G. Todeschini, Economie urbane ed etica economica nell’Italia medievale, Laterza 2005, pp. 1-150 oppure pp. 75-225. - A.Paravicini Bagliani, Il trono di Pietro. L’universalità del papato da Alessandro III a Bonifacio VIII, NIS 1996 - E.Occhipinti, L’Italia dei comuni. Secoli XI-XIII, Carocci 2000 - G.Milani, I comuni italiani, Laterza 2005 - L. Provero, L’Italia dei poteri locali. Secoli X-XII, Carocci - G. Tabacco, Egemonie sociali e strutture del potere nel Medioevo italiano, Torino Einaudi Programma per studenti NON frequentanti (9 cfu) A) Conoscenza delle linee di fondo della storia medievale, attraverso lo studio sistematico di uno dei seguenti testi: - G.Chittolini, Il medioevo, Le Monnier - R. Comba, L’età medievale, Loescher - G. Piccinni, Il Medioevo, Bruno Mondadori - G.Vitolo, Medioevo. I caratteri originari di un’età di transizione, Sansoni B) E’ inoltre richiesto lo studio dei seguenti testi: - Il XII secolo, tra Occidente ed Oriente, disponibile presso la Cuem all’inizio del corso - Un testo a scelta tra: -G.Duby, Guglielmo il Maresciallo. L’avventura del cavaliere medievale, Laterza - J.Flori, Riccardo Cuor di Leone. Il re cavaliere, Einaudi (Introduzione e Parte Prima oppure Introduzione e Parte Seconda) - H.Möhring, Saladino, Il Mulino - due testi a scelta tra: - G. Albertoni, L’Italia carolingia, Carocci 1998 - R. Bordone, G. Castelnuovo, G.M. Varanini, Le aristocrazie dai signori rurali al patriziato, Laterza, pp.1120 oppure pp.121-243. -P. Cammarosano, Nobili e re. L'Italia politica dell'alto Medioevo, Roma- Bari , Laterza; - G.M Cantarella, V. Polonio, R. Rusconi, Chiesa, chiese, movimenti religiosi, Laterza 2004, pp. 1-189 oppure pp. 80-254. 89


Anno Accademico 2007 - 2008

- G. Chittolini, Città, comunità e feudi negli stati dell’Italia centro-settentrionale (secoli XIV- XV), Unicopli - S. Gasparri, Prima delle nazioni. Popoli, etnie e regni fra Antichità e Medioevo, NIS 2003 - R. Greci, G. Pinto, G. Todeschini, Economie urbane ed etica economica nell’Italia medievale, Laterza 2005, pp. 1-150 oppure pp. 75-225. - A.Paravicini Bagliani, Il trono di Pietro. L’universalità del papato da Alessandro III a Bonifacio VIII, NIS 1996 - E.Occhipinti, L’Italia dei comuni. Secoli XI-XIII, Carocci 2000 - G.Milani, I comuni italiani, Laterza 2005 - L. Provero, L’Italia dei poteri locali. Secoli X-XII, Carocci - G. Tabacco, Egemonie sociali e strutture del potere nel Medioevo italiano, Torino Einaudi Nel II semestre la dott. ssa Stella Leprai terrà un laboratorio per gli studenti del triennio del corso di laurea in Scienze storiche, dal titolo ‘Il Medioevo tra biblioteca, archivio e rete’. (vedi indicazioni separate).

90


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA MEDIEVALE Prof. Giorgio Chittolini Primo semestre Ricevimento: lunedì 16.30, settore B; <giorgio.chittoli@uninimi.it>. Il corso è rivolto agli studenti delle lauree triennali in Scienze storiche (9 cfu), in Lettere (6/9 cfu), in Scienze filosofiche (6/9 cfu), laurea triennale in scienze dell’ambiente, del territorio e del paesaggio (6/9 cfu), delle lauree magistrali in Storia e documentazione storica (6/9 cfu), in Scienze filosofiche (6/9 cfu). E’ inoltre possibile sostenere l’esame come esame a scelta in tutti i corsi di laurea triennali e magistrali. Il Medioevo delle immagini. L’immagine del tiranno, l’immagine del principe (secoli XIV-XV) I modulo : La crisi della libertà nel comune italiano, secoli XIII-XIV (20 ore, 3 cfu) II modulo: Fra signoria e tirannia (20 ore, 3 cfu) III modulo: Il principe rinascimentale (20 ore, 3 cfu) Programma d'esame: Gli studenti frequentanti sono tenuti a seguire assiduamente le lezioni, e a leggere i testi che saranno presentati e illustrati durante il corso, proporzionalmente ai crediti che intendono acquisire (i primi due moduli per 6 crediti, tre moduli per 9 crediti. Gli studenti dovranno inoltre conoscere le linee generali della storia del Medioevo, dal V al XV secolo, attraverso lo studio di un buon manuale. Le indicazioni relative saranno date nelle prime lezioni del corso. Gli studenti non frequentanti dovranno conoscere le linee generali della storia del medioevo, attraverso la lettura di un buon manuale, e leggere uno o più saggi di storia medievale, a seconda del numero dei crediti che intendono acquisire. Nel I semestre il dott. Federico Del Tredici terrà un laboratorio dal titolo ‘Come si fa una tesi di laurea in storia medievale’ (vedi indicazioni separate). Nel II semestre la dott. ssa Elisabetta Canobbio terrà un laboratorio dal titolo ‘Itinerari tra le fonti e gli strumenti della ricerca medievistica’ (vedi indicazioni separate).

Elenco delle letture per gli studenti non frequentanti (parte monografica): P. Brown, La formazione dell'Europa cristiana. Universalismo e diversità, Roma-Bari, Laterza; G. Brucker, Dal comune alla signoria. La vita pubblica a Firenze nel primo Rinascimento, Bologna, Il Mulino; P. Cammarosano, Nobili e re. L'Italia politica dell'alto Medioevo, Roma-Bari , Laterza; G. Chittolini, Città, Comunità e feudi negli stati dell'Italia centrosettentrionale, Milano, Unicopli; N. Covini, L’esercito del duca. Organizzazione militare e istituzioni al tempo degli Sforza (1450-1480), Roma, Istituto storico italiano per il Medio Evo; G. Duby, Una società francese nel Medioevo. La regione di Macon nei secoli XI e XII, Bologna, Il Mulino; C. Frugoni, Una lontana città. Sentimenti e immagini nel medioevo, Torino, Einaudi; P. Grossi, L'ordine giuridico medievale, Roma-Bari, Laterza; H. Pirenne, Le città nel Medioevo, Laterza, e inoltre E. Occhipinti, L'Italia dei comuni. Secoli XI-XIII, Roma, Carocci; Q. Skinner, Le origini del pensiero politico moderno, vol. I, Il Rinascimento, Bologna, Il Mulino; F. Somaini, Un prelato lombardo del XV secolo: il card. Giovanni Arcimboldi, vescovo di Novara, arcivescovo di Milano, Roma, Herder; (limitatamente alle pagine 939-1281); 91


Anno Accademico 2007 - 2008

G. Tabacco, Egemonie sociali e strutture del potere nel Medioevo italiano, Torino Einaudi (se non giĂ scelto in precedenza); C. Wickham, Legge, pratiche e conflitti. Tribunali e risoluzione delle dispute nella Toscana del XII secolo, Roma, Viella.

92


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA MEDIEVALE Prof. Rinaldo Comba Primo semestre Ricevimento: prof. R. Comba: lunedì ore 15.30; rinaldo.comba@unimi.it. Dott. ssa Beatrice Del Bo: lunedì ore 15.30; beatrice.delbo@unimi.it. Dott. Riccardo Rao: lunedì ore 15.30; riccardo.rao@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti delle lauree triennali in Scienze storiche: 9/12 CFU, Lettere: 6/9 CFU, Filosofia: 6/9 CFU, Scienze Umane e dell’Ambiente, del Territorio e del Paesaggio 6/9 CFU, e delle Lauree Magistrali in Scienze filosofiche 6/9 CFU, in Storia e documentazione storica 6/9 CFU. Chiese, villaggi e castelli: l’Europa nel pieno medioevo Modulo A: Linee di storia dell’Europa nei secoli centrali del Medioevo (20 ore, 3 CFU) Modulo B: L’aristocrazia e le chiese (20 ore, 3 CFU) Modulo C: Castelli, chiese e villaggi (20 ore, 3 CFU) Programma d’esame: a) Studenti frequentanti Moduli A+B (6 crediti) Si richiede la conoscenza degli argomenti trattati durante le lezioni (Modulo A+B), integrata dallo studio di uno dei seguenti volumi: G. CHITTOLINI, Il Medioevo, ed. Le Monnier R. COMBA, L’età medievale, ed. Loescher (escluse le pagine finali di storiografia); M. MONTANARI, Storia medievale, ed. Laterza; G. PICCINNI, Il medioevo, ed. B. Mondadori, Milano; G. PICCINNI, I mille anni del Medioevo, ed. B. Mondadori; inoltre un libro a scelta tra i seguenti (elenco A): Gli Angiò nell’Italia nord-occidentale (1259-1382), a cura di R. Comba, pp. 31-160, oppure pp. 209-330, ed. Unicopli A. BARBERO, Carlo Magno: un padre dell’Europa, ed. Laterza A. BARBERO, I barbari: immigrati, profughi, deportati nell'impero romano, ed. Laterza A. BARBERO, Terre d’acqua, ed. Laterza R. BORDONE, G. CASTELNUOVO, G. M. VARANINI, Le aristocrazie dai signori rurali al patriziato, ed. Laterza pp. 1-189 oppure pp. 80-254 R. COMBA, Le fonti della storia medievale, ed. Loescher J. FLORI, Cavalieri e cavalleria nel Medioevo, ed. Einaudi S. GASPARRI, Prima delle nazioni. Popoli, etnie eregni fra Antichità e Medioevo, ed. Carocci R. GRECI, G. PINTO, G. TODESCHINI, Economie urbane ed etica economica nell’Italia medievale, ed. Laterza, pp. 1-150 oppure pp. 75-225 M. MONTANARI, Alimentazione e cultura nel medioevo, ed. Laterza A. PARAVICINI BAGLIANI, Il trono di Pietro. L’universalità del papato da Alessandro III a Bonifacio VIII, ed. NIS L. PROVERO, L’Italia dei poteri locali. Secoli X-XII, ed. Carocci A. A. SETTIA, L’illusione della sicurezza: fortificazioni di rifugio nell'Italia medievale, "ricetti", "bastite", "cortine", Vercelli-Cuneo 2001 A. A. SETTIA, “Erme torri" : simboli di potere fra citta e campagna, Società per gli Studi storici, archeologici ed artistici della provincia di Cuneo G. TABACCO, Egemonie sociali e strutture del potere nel Medioevo italiano, Einaudi J. VERGER, Gli uomini di cultura nel medioevo, Einaudi 4 saggi a scelta tratti dal volume Le scritture del comune. Amministrazione e memoria nelle città dei secoli XII e XIII, a cura di G. Albini Modulo C (3 crediti) 93


Anno Accademico 2007 - 2008

Si richiede la conoscenza degli argomenti trattati durante le lezioni (Modulo C) e lo studio di un secondo volume tra quelli compresi nell’elenco A. b) Studenti non frequentanti Moduli A+B (6 crediti) Si richiede lo studio di uno dei seguenti volumi: G. CHITTOLINI, Il Medioevo, ed. Le Monnier R. COMBA, L’età medievale, ed. Loescher (escluse le pagine finali di storiografia); M. MONTANARI, Storia medievale, ed. Laterza; G. PICCINNI, Il medioevo, ed. B. Mondadori, Milano; G. PICCINNI, I mille anni del Medioevo, ed. B. Mondadori; insieme a: R. COMBA, Le fonti della storia medievale, ed. Loescher e un libro a scelta tra quelli riportati nell’elenco A. Modulo C (3 crediti) Si richiede lo studio di un secondo volume tra quelli compresi nell’elenco A. Avvertenza: per gli esami da 12 cfu si deve concordare l’esame con il docente. Nel 1° semestre il dott. Riccardo Rao terrà un laboratorio dal titolo “Dove finisce la democrazia comunale? Scrivere una ricerca sul passaggio dal comune alla signoria” (vedi indicazioni separate). Nel 2° semestre la dott. ssa Beatrice Del Bo terrà un laboratorio dal titolo “Presenze forestiere nelle città dell’Italia basso-medievale. Strumenti e percorsi della ricerca medievistica” (vedi indicazione separate).

94


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA MEDIEVALE Prof. ssa Elisa Occhipinti Primo semestre Ricevimento: prof. E. Occhipinti, marcoledì 10,00-11,30, Dipartimento di Scienze della Storia, Settore A, II piano, 03; elisa.occhipinti@unimi.it. Dott. A.Gamberini, martedì 16,30, Dipartimento di Scienze della Storia, Settore B, II piano; andrea.gamberini@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti delle lauree triennali in Scienze storiche: 9 cfu; Lettere: 6/9 cfu; Filosofia: 6/9 cfu; Scienze umane dell’ambiente, del territorio e del paesaggio: 6/9 cfu; Laurea magistrale in Storia e documentazione storica: 6/9 cfu; Laurea magistrale in Scienze filosofiche: 6/9 cfu. Le città italiane dall’alto al basso medioevo. I modulo: Le linee fondamentali del medioevo europeo (20 ore- 3 cfu) II modulo: Le città medievali: aspetti istituzionali e dinamiche sociali (20 ore- 3 cfu) III modulo: La civiltà urbana tra XII e XIV secolo (20 ore- 3 cfu) Programma per studenti frequentanti: Per acquisire 6 cfu è richiesta la frequenza ai moduli I e II; per acquisire 9 cfu è richiesta la frequenza ai moduli I, II e III. Parte generale: conoscenza delle linee di fondo della storia medievale, attraverso lo studio di G. PICCINNI, Il Medioevo (oppure I mille anni del medioevo), Bruno Mondadori e la consultazione di un atlante storico. Parte monografica: da preparare frequentando le lezioni (in base al numero di cfu che si desidera conseguire) e studiando i testi e i documenti indicati dalla docente. Programma per studenti non frequentanti: E’ richiesto lo studio dei testi seguenti: 1) G. PICCINNI, Il Medioevo (oppure I mille anni del medioevo), Bruno Mondadori 2) G. SERGI, L’idea di medioevo, Donzelli 3) Per l’acquisizione di 6 cfu, un libro a scelta dall’elenco sottostante; per l’acquisizione di 9 cfu, due libri a scelta dall’elenco sottostante. °°°°° S. GASPARRI, Prima delle nazioni. Popoli, etnie e regni fra antichità e medioevo, Carocci L. PROVERO, L’Italia dei poteri locali. Secoli X-XII, Carocci E. OCCHIPINTI, L’Italia dei comuni. Secoli XI-XIII, Carocci G. CHITTOLINI, Città, comunità e feudi negli stati dell’Italia centro-settentrionale (secoli XIV-XV), Unicopli R. BORDONE, G. CASTELNUOVO, G.M. VARANINI, Le aristocrazie dai signori rurali al patriziato, Laterza, pp.1-120 oppure pp.121-243. G. TODESCHINI, Ricchezza francescana. Dalla povertà volontaria alla società di mercato, Il mulino L. AMMANN, La nascita dell’Islam, Il mulino unitamente a H. MÖHRING, Saladino, Il mulino P. CONTAMINE, La guerra nel medioevo, Il mulino J. VERGER, Gli uomini di cultura nel medioevo, Il Mulino R. FOSSIER, Il lavoro nel medioevo, Einaudi M. MONTANARI, Alimentazione e cultura nel medioevo, Laterza

95


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA MODERNA INDICAZIONI GENERALI L’insegnamento di Storia moderna si indirizza: - agli studenti dei corsi di laurea quadriennali in Storia, Lettere, Filosofia - agli studenti dei corsi di laurea triennali in Scienze storiche (9/12 cfu), Lettere (6/9 cfu), Filosofia (6/9/12 cfu), Scienze umane dell’ambiente, del territorio e del paesaggio (9 cfu), Scienze umanistiche per la comunicazione (6 cfu) - agli studenti dei corsi di laurea magistrale in Storia e documentazione storica (9 cfu), Lettere (6 cfu), Scienze filosofiche (6/9 cfu), Culture e linguaggi per la comunicazione (6/9 cfu). La divisione per lettere non si applica agli studenti che intendono frequentare regolarmente le lezioni. Gli studenti non frequentanti dovranno distribuirsi tra gli insegnamenti di Storia moderna secondo la lettera alfabetica con cui inizia il loro cognome, nel modo seguente: prof. Vittorio Criscuolo lettere A - C prof. Elena Brambilla lettere D - K prof. Gianpaolo Garavaglia lettere L - P L’insegnamento del prof. A. De Francesco (Q-Z) è sospeso, gli studenti afferenti al suo corso si dovranno distribuire a loro scelta fra gli altri tre insegnamenti di Storia moderna attivati nell’a.a. 20072008.

96


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA MODERNA (D-K) Prof. Elena Brambilla Primo semestre Ricevimento: per il mese di settembre: lunedì e giovedì 13-14.30. Da ottobre mercoledì e giovedì ore 13-14,30 – Dipartimento, Settore B stanza B19; elena.brambilla@unimi.it. Europa e Islam: relazioni, conflitti, influenze I modulo: Storia generale e nozioni di metodo. Arabi ed europei nel Medioevo II modulo: Storia generale e nozioni di metodo. Islam ed Europa nella prima età moderna III modulo (monografico): Impero ottomano e Imperi europei: relazioni e conflitti nel Mediterraneo del Cinquecento. Dal Seicento all’Ottocento: declino ottomano e ascesa dei colonialismi europei Avvertenza: il presente programma resterà valido fino all’appello di gennaio-febbraio 2009. Programma d’esame: A) Il programma da 9 crediti corrisponde agli argomenti trattati nei tre moduli del corso e si articola in una parte istituzionale e in una parte monografica. A.1) Per la parte istituzionale si richiede una sicura conoscenza delle linee generali della storia europea ed extraeuropea dalla fine del sec. XV all’età napoleonica inclusa, sulla base delle lezioni tenute dalla docente e di uno dei seguenti manuali, integrato dall’ausilio di un atlante storico (si raccomanda l’Atlante storico Garzanti): Renata Ago, Vittorio Vidotto, Storia moderna, Roma-Bari, Laterza, 2004, oppure G. Gullino, G. Muto, E. Stumpo, Il Mondo Moderno. Manuale di storia per l’università, Bologna, Monduzzi, 2007 Altri manuali possono essere scelti solo su consultazione con la docente. Sia per questo, sia per la scelta e preparazione dei testi per la parte monografica, si raccomanda, soprattutto a chi non abbia frequentato, di consultarsi con la docente negli orari di ricevimento. Domande e contatti via e-mail possono integrare ma non sostituire l’incontro personale. La parte istituzionale dell’esame, limitatamente al manuale, potrà essere sostenuta mediante un test scritto, cui saranno ammessi sia i triennalisti sia i quadriennalisti che intendono sostenere l’esame sul presente programma 2007-2008 (anche qualora non abbiano potuto, purché per valide ragioni, frequentare il corso). Il test sarà tenuto entro il gennaio 2008 per consentire di sostenere l’orale per la parte monografica nell’appello di gennaio-febbraio 2008. Data, orario e sede saranno comunicate ai terminali SIFA. La partecipazione è facoltativa; il superamento del test è sostitutivo della prova orale, limitatamente alla sola parte istituzionale dell’esame. N.B. Chi sostiene l’intero esame in forma orale non potrà dividere la parte generale dalla parte monografica. • Parte monografica dell’esame – Programma da 9 crediti Per chi ha frequentato regolarmente: uno a scelta dei volumi (o parti di volumi) nell’elenco A) Per chi non ha potuto frequentare: un volume nell’elenco A) e due volumi (o parti di volumi) nell’elenco B) Elenco A) -Bernard Lewis, Gli arabi nella storia, Roma-Bari, Laterza, 2001, pp. 209 -Pier Giovanni Donini, Il mondo islamico. Breve storia dal Cinquecento a oggi, Roma-Bari, Laterza, 2007, pp. 253 -Fernand Braudel, Civiltà e Imperi del Mediterraneo nell’età di Filippo II, Torino, Einaudi, 1986, 2002: uno a scelta dei seguenti gruppi di capitoli; per i non frequentanti, anche entrambi i gruppi 1) e 2), nel qual caso essi sceglieranno un solo testo nell’elenco B). (NB.: le pagine sono le stesse nelle edizioni 1986 e 2002):

97


Anno Accademico 2007 - 2008

1) vol. I, Parte Prima, L’ambiente: Cap. V, L’unità umana: strade e città, città e strade, pp. 289-378; più Parte Seconda, Destini collettivi e movimenti d’insieme: Introduzione e Cap. I, Le economie: la misura del secolo, pp. 375-421, e più Cap. III, Le economie: commercio e trasporto, pp. 584-689 (tot. pp. 244) 2) vol. II, Parte Seconda: Cap. IV, Gli Imperi, pp. 691-741, più Cap. V, Le società, pp. 742-798, più Cap. VI, Le civiltà, pp. 800-886, e più Cap.VII, Le forme della guerra, pp. 887-948 (tot. pp. 253) -Mantran Robert (a cura di), Storia dell’Impero Ottomano, Lecce, Argo Editore, 1999 per i seguenti capitoli (tot. pp. 245): Cap.V, Gilles Veinstein, L’impero al suo apogeo (XVI secolo), pp. 179-292 Cap.IX, Gilles Veinstein, Le province balcaniche (1606-1774), pp. 317-374 Cap. X, André Raymond, Le province arabe (XVI-XVIII secolo), pp. 375-454 Elenco B) -Bernard Lewis, Culture in conflitto. Cristiani, ebrei e musulmani alle origini del mondo moderno, Roma, Donzelli, 2007. -Alain Ducellier, Françoise Micheau, L’Islam nel Medioevo, Bologna, Il Mulino Paperbacks, 2004, più Sabrina Mervin, L’Islam. Fondamenti e dottrine, Milano, Paravia-Bruno Mondadori, 2004. -Bernard Lewis, L’Europa e l’Islam, Roma-Bari, Laterza, 1995, più William Montgomery Watt, Breve storia dell’Islam, Bologna, Il Mulino, 2001. -Gaetano Cozzi, Michael Knapton, Giovanni Scarabello, La Repubblica di Venezia nell’età moderna. Dal 1517 alla fine della Repubblica, Torino, UTET,1995, per i seguenti capitoli (tot. pp. 227): G.Cozzi, Venezia nello scenario europeo, pp. 5-147; M. Knapton, Tra Dominante e Dominio, cap. III, Lo Stato da Mar, pp. 326396 -Alessandro Vanoli, La Spagna delle tre culture. Ebrei, cristiani e musulmani tra storia e mito, Roma, Viella, 2006, pp. 9-262; facoltative le pp. 262-312 -Marco Lenci, Corsari. Guerra, schiavi, rinnegati nel Mediterraneo, Roma, Carocci, 2006, più Roberto Gargiulo, La battaglia di Lepanto: 7 ottobre 1571, Pordenone, Biblioteca dell’Immagine, 2004, oppure più Salvatore Bono, Lumi e corsari. Europa e Maghreb nel Settecento, Perugia, Morlacchi, 2005. -David Cook, Storia del jihad.Da Maometto ai giorni nostri, a cura di Roberto Tottoli, Torino, Einaudi, 2007. NB: Gli studenti potranno trovare presso la copisteria “Copy Full Service” di Milano, Largo Richini 4 la sezioni dei libri sopra indicate (Braudel, Mantran, La Repubblica di Venezia), in fascicoli già predisposti a pagamento. • Parte monografica dell’esame – Programma da 6 crediti Il programma da 6 crediti corrisponde agli argomenti coperti nei primi due moduli del corso e richiede la seguente preparazione: - Per la parte istituzionale: Renata Ago, Vittorio Vidotto, Storia moderna, Roma-Bari, Laterza, 2004, oppure G. Gullino, G. Muto, E. Stumpo, Il Mondo Moderno. Manuale di storia per l’università, Bologna, Monduzzi, 2007 - Per la parte monografica: per chi ha frequentato regolarmente: gli argomenti dei primi due moduli del corso, più uno a scelta dei testi (o gruppo o parti di testi) nell’elenco A) o B); per chi non ha potuto frequentare: un testo (o gruppo o parti di testi) a scelta nell’elenco A), e un testo (o gruppi o parti di testi) a scelta nell’Elenco B).

98


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA MODERNA (A-C) Prof. Vittorio Criscuolo Secondo semestre Ricevimento: mercoledì ore 10.30-11.30 e giovedì ore 10.30-11.30, Settore B stanza B19; vittorio.criscuolo@unimi.it. Le origini del pensiero socialista: dall’utopia al manifesto del partito comunista I modulo: Lineamenti generali della storia moderna dalla nascita delle monarchie nazionali alla guerra dei trent’anni, con particolare attenzione ai problemi economico-sociali e agli sviluppi del pensiero politico (3 crediti). II modulo: Lineamenti generali della storia moderna dall’assolutismo di Luigi XIV alla rivoluzione del 1848, con particolare attenzione ai problemi economico-sociali e agli sviluppi del pensiero politico (3 crediti). III modulo (monografico): Le origini del pensiero socialista: dalle utopie settecentesche al manifesto del partito comunista (3 crediti) Programma d’esame: L’esame può essere sostenuto in base a due diversi programmi di frequenza e di studio, uno equivalente a 6 CREDITI, l’altro a 9 CREDITI, e si articola in una parte generale o istituzionale e in una parte monografica. Gli studenti che intendessero sostenere un esame da 12 crediti possono concordare con il docente una lettura integrativa del programma da 9. Per la parte istituzionale (che corrisponde ai primi due moduli del corso) il candidato deve dar prova di una sicura conoscenza delle linee generali della storia moderna dalla fine del secolo XV al 1848. La parte monografica (che corrisponde al terzo modulo del corso) prevede l’approfondimento delle origini del pensiero socialista dall’utopismo settecentesco fino al manifesto del partito comunista. Gli studenti possono contattare il docente negli orari di ricevimento per informazioni e consigli in merito alla scelta delle letture previste per la parte monografica del programma. E’ necessario consultare il docente qualora si intenda utilizzare per la parte istituzionale dell’esame un manuale diverso da quello indicato. Tutti gli studenti che avranno frequentato il corso sosterranno con il docente sia la parte istituzionale sia la parte monografica dell’esame. Per quanto riguarda la parte istituzionale, l’esame degli studenti che avranno frequentato le lezioni farà riferimento in particolare agli argomenti di storia generale svolti nei primi due moduli. E’ prevista al termine del corso, entro il mese di maggio 2008, una prova scritta facoltativa relativa al solo manuale e agli argomenti svolti nei primi due moduli. Questa prova è valida per la parte istituzionale dell’esame; gli studenti che l’avranno superata potranno quindi presentarsi ad uno degli appelli previsti nel corso dell’anno accademico a sostenere solo la parte monografica del programma. N.B. Gli studenti che sostengono l’esame in forma orale devono presentare contestualmente la parte generale e quella monografica, senza alcuna possibilità di separarle. Programma da 9 crediti Il programma di 9 crediti corrisponde agli argomenti trattati in tutti i 3 moduli in cui si articola il corso. Ad esso dovranno fare riferimento gli studenti iscritti ai corsi di laurea quadriennale. Gli studenti che avranno seguito regolarmente le 60 ore di lezione dovranno essere in grado di esporre adeguatamente gli argomenti svolti nel corso, anche sulla base dei materiali e delle eventuali dispense messi a disposizione dal docente. Tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, dovranno preparare la parte istituzionale dell’esame sul manuale di Carlo CAPRA, Storia moderna (1492-1848), Firenze, Le Monnier, 2004. Per la parte monografica tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, dovranno preparare il volume Dalle utopie settecentesche al manifesto del partito comunista. Materiali per lo studio delle origini del pensiero socialista, che sarà reperibile presso la libreria CUEM prima dell’inizio delle lezioni. 99


Anno Accademico 2007 - 2008

In aggiunta a questo testo gli studenti che avranno frequentato regolarmente le lezioni dovranno presentare, oltre al contenuto delle lezioni del terzo modulo, uno a scelta fra i libri compresi nell’elenco riportato qui di seguito; gli studenti che non avranno frequentato presenteranno due libri scelti nell’elenco riportato qui di seguito. - George Lichtheim, Le origini del socialismo, Bologna, Il Mulino, 2000 (ed. or. 1969) - Vittor Ivo Comparato, Utopia, Bologna, Il Mulino, 2005 - Michel Vovelle, I giacobini e il giacobinismo, Roma-Bari, Laterza, 1998; - Armando Saitta, Ricerche storiografiche su Buonarroti e Babeuf, Roma, Istituto storico italiano per l’età moderna e contemporanea, 1986 - Mirella Larizza, Fourier, Firenze, Olschki, 2002; - Karl Marx – Friedrich Engels, Manifesto del partito comunista [edizioni consigliate: Torino, Einaudi, 2005 oppure Roma-Bari, Laterza, 2005] - Giuseppe Bedeschi, Introduzione a Marx, Roma-Bari, Laterza, 2005 Programma da 6 crediti Il programma di 6 crediti corrisponde agli argomenti trattati nei primi due moduli del corso. Gli studenti che avranno seguito regolarmente le 40 ore di lezione dei primi due moduli dovranno essere in grado di esporre adeguatamente gli argomenti svolti nel corso, anche sulla base dei materiali e delle eventuali dispense messi a disposizione dal docente. Tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, dovranno preparare la parte istituzionale dell’esame sul manuale di Carlo CAPRA, Storia moderna (1492-1848), Firenze, Le Monnier, 2004. Per la parte monografica tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, dovranno preparare il volume di George Lichtheim, Le origini del socialismo, Bologna, Il Mulino, 2000 (ed. or. 1969), pagg. 1-242. Gli studenti che non avranno frequentato dovranno preparare inoltre uno a scelta fra i testi qui di seguito indicati: Dalle utopie settecentesche al manifesto del partito comunista. Materiali per lo studio delle origini del pensiero socialista, che sarà reperibile presso la libreria CUEM prima dell’inizio delle lezioni. Nell’avvertenza premessa al volume il docente fornirà indicazioni per la preparazione di questo testo da parte degli studenti non hanno frequentato il terzo modulo del corso. - Vittor Ivo Comparato, Utopia, Bologna, Il Mulino, 2005 Per la richiesta di una tesi di laurea è obbligatorio aver frequentato un corso o un seminario tenuto dal docente. Nel II semestre dell’anno accademico 2007-2008 è previsto lo svolgimento di un laboratorio sul seguente tema “Le fonti della storia della cultura in Lombardia fra Settecento e Ottocento”. Titolare del laboratorio è il dott. Gianluca Albergoni. (vedi indicazioni separate).

100


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA MODERNA (L-P) Prof. Gianpaolo Garavaglia Secondo semestre Ricevimento: martedì ore 11,00-12,00 e mercoledì ore 11,00-12,00, Settore B stanza B19; gianpaolo.garavaglia@unimi.it. Il dibattito sulla tolleranza religiosa e sulla libertà di coscienza nell’Inghilterra delle rivoluzioni. I modulo: Storia generale: gli aspetti e i momenti più significativi della storia moderna II modulo: Tolleranza religiosa e libertà di coscienza nell’Europa del Cinque-Seicento III modulo: Il dibattito sulla libertà di coscienza nell’Inghilterra del Seicento Avvertenza: il presente programma resterà valido esclusivamente fino all’appello di aprile 2009. PROGRAMMA PER STUDENTI FREQUENTANTI: Programma da 12 crediti: Gli studenti che intendono acquisire 12 crediti dovranno frequentare con assoluta regolarità tutti e tre i moduli. Per la parte istituzionale si richiede una sicura conoscenza delle linee generali della storia europea ed extraeuropea dalla fine del sec. XV all’età napoleonica inclusa, sulla base delle lezioni tenute dal docente e del seguente manuale: C. Capra, Età moderna, Firenze, Le Monnier, edizione 2004 o successive ristampe. Per la parte monografica gli studenti dovranno portare gli argomenti trattati nel secondo e terzo modulo oltre a DUE letture concordate con il docente nel corso delle lezioni. Programma da 9 crediti: Gli studenti che intendono acquisire 9 crediti dovranno frequentare con assoluta regolarità tutti e tre i moduli. Per la parte istituzionale si richiede una sicura conoscenza delle linee generali della storia europea ed extraeuropea dalla fine del sec. XV all’età napoleonica inclusa, sulla base delle lezioni tenute dal docente e del seguente manuale: C. Capra, Età moderna, Firenze, Le Monnier, edizione 2004 o successive ristampe. Per la parte monografica gli studenti dovranno portare gli argomenti trattati nel secondo e terzo modulo oltre a UNA lettura concordata con il docente nel corso delle lezioni. Programma da 6 crediti. Gli studenti che intendono acquisire 6 crediti dovranno frequentare con assoluta regolarità il primo e il secondo modulo. Per la parte istituzionale si richiede una sicura conoscenza delle linee generali della storia europea ed extraeuropea dalla fine del sec. XV all’età napoleonica inclusa, sulla base delle lezioni tenute dal docente e del seguente manuale: C. Capra, Età moderna, Firenze, Le Monnier, edizione 2004 o successive ristampe. Per la parte monografica gli studenti dovranno portare gli argomenti trattati nel secondo modulo oltre a UNA lettura concordata con il docente nel corso delle lezioni. NB. GLI STUDENTI FREQUENTANTI AVRANNO LA POSSIBILITÀ DI SOSTITUIRE LA PARTE MONOGRAFICA DELL'ESAME CON UNA RELAZIONE SCRITTA SU UN TEMA AFFINE ALL'ARGOMENTO DEL CORSO, DA CONCORDARE CON IL DOCENTE. PER STUDENTI NON FREQUENTANTI Programma da 12 crediti.

101


Anno Accademico 2007 - 2008

Per la parte istituzionale si richiede una sicura conoscenza delle linee generali della storia europea ed extraeuropea dalla fine del sec. XV all’età napoleonica inclusa, sulla base delle lezioni tenute dalla docente e del seguente manuale: C. Capra, Età moderna, Firenze, Le Monnier, edizione 2004 o successive ristampe. Per la parte monografica gli studenti dovranno portare TRE letture a scelta dall'elenco riportato qui sotto (per un totale di 700-800 pp. circa). Programma da 9 crediti: Per la parte istituzionale si richiede una sicura conoscenza delle linee generali della storia europea ed extraeuropea dalla fine del sec. XV all’età napoleonica inclusa, sulla base del seguente manuale: C. Capra, Età moderna, Firenze, Le Monnier, edizione 2004 o successive ristampe. Per la parte monografica gli studenti dovranno portare DUE O TRE letture a scelta dall'elenco riportato qui sotto (per un totale di 500-600 pp. circa). Programma da 6 crediti: Per la parte istituzionale si richiede una sicura conoscenza delle linee generali della storia europea ed extraeuropea dalla fine del sec. XV all’età napoleonica inclusa, sulla base del seguente manuale: C. Capra, Età moderna, Firenze, Le Monnier, edizione 2004 o successive ristampe. Per la parte monografica gli studenti dovranno portare UNA O DUE letture a scelta dall'elenco riportato qui sotto (per un totale di 350-400 pp. circa). ELENCO DELLE LETTURE PER I NON FREQUENTANTI - P. ADAMO, Il Dio dei blasfemi. Anarchici e libertini nella Rivoluzione Inglese, Milano, Unicopli, 1993 (326 pp.). - P. ADAMO, La libertà dei santi. Fallibilismo e tolleranza nella Rivoluzione inglese, 1640-1649, Milano, F. Angeli, 1998 (379 pp.). - H.N. BRAILSFORD, I Livellatori e la Rivoluzione Inglese, 2 vv., Milano, Il Saggiatorte, 1962 (740 pp.). - M. FIRPO, Il problema della tolleranza religiosa nell'età moderna, Torino, Loescher, 1978 (302 pp.). - V. GABRIELI, Puritanesimo e libertà. Dibattiti e libelli, Torino, Einaudi, 1956 (420 pp.). - G. GARAVAGLIA, Società e religione in Inghilterra. I cattolici durante la rivoluzione, 1640-1660, Milano, F. Angeli, 1983 (359 pp.). - G. GARAVAGLIA, Società e rivoluzione in Inghilterra, 1640-1689, Torino, Loescher, 1978 (276 pp). - C. HILL, Il mondo alla rovescia. Idee e movimenti rivoluzionari nell'Inghilterra del Seicento, Torino, Einaudi, 1981 (400 pp.). - C. HILL, Le origini intellettuali della rivoluzione inglese, Bologna, Il Mulino, 1976 (441 pp). - M. KISHLANSKY, L'età degli Stuart. L'inghilterra dal 1603 al 1714, Bologna, Il Mulino, 1999 (468 pp.). - G. SCHIAVONE, Winstanley. Il profeta della rivoluzione inglese, Bari, Dedalo, 1991 (261 pp.). - L. STONE, Le cause della rivoluzione inglese, 1529-1642, Torino, Einaudi, 1982 (208 pp). - J. WARR, Una scintilla nella cenere. Teologia e ribellione, Milano, Cortina, 1995 (a cura di S. Sedley- L. Kaplan) (148 pp.). - G. WINSTANLEY, Il piano della legge della libertà (1652). L'utopia sociale degli "zappatori", a cura di D. Bianchi, Torino, Claudiana, 1992 (233 pp.). NB. GLI STUDENTI IN GRADO DI LEGGERE IN INGLESE POSSONO RIVOLGERSI AL DOCENTE PER ULTERIORI INFORMAZIONI BIBLIOGRAFICHE

102


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA ROMANA Prof. Simonetta Segenni Primo semestre Ricevimento: giovedì ore 15.00; simonetta.segenni@unimi.it; dott. ssa Silvia Cappelletti giovedì ore 15.00. Il corso è rivolto agli studenti di Scienze storiche (9 cfu). Politica e giustizia nella Roma antica I modulo: Linee generali e problemi della Storia Romana II modulo: Politica e giustizia tra tarda età repubblicana e prima età imperiale III modulo: Lettura e commento di testi di autori antichi e di documenti epigrafici Programma di esame: Prevede lo studio degli argomenti svolti e dei testi letterari ed epigrafici letti e commentati a lezione e lo studio dei seguenti libri: 1) Manuale : G. Geraci-A. Marcone, Storia Romana, Le Monnier; oppure M.A. Levi- D. Foraboschi, Storia Romana, Cisalpino; oppure E. Gabba et alii, Introduzione alla Storia di Roma, Led 2) Un libro a scelta tra i seguenti: F. Jacques- J. Scheid, Roma e il suo impero, Laterza E. Narducci, Introduzione a Cicerone, Laterza E. Gabba, Aspetti culturali dell’imperialismo romano, Sansoni M. Pani, La politica in Roma antica: cultura e prassi, NIS C. Meier, Cesare. Impotenza e onnipotenza di un dittatore, Einaudi A. Momigliano, Sui fondamenti della Storia antica, Einaudi E. Gabba, Del buon uso della ricchezza, Guerini Associati L. Cracco Ruggini, Come leggere le fonti, Il mulino 3) Lettura approfondita (con relative note e saggi introduttivi) di una delle seguenti opere, preferibilmente un autore antico (con note e commento) A) Tacito, Annali (libri 1-2), Bur Cicerone, Il processo di Verre, Bur vol. I Cicerone, Due scandali politici. Pro Murena, Pro Sestio, Bur Cassio Dione, Storia Romana (libri 52-53), Bur Plinio il Giovane, Carteggio con Traiano, Bur Plutarco, Vita di Antonio, Bur B) G. Brizzi, Il guerriero, l’oplita e il legionario, il Mulino W. Eck, Augusto, Il Mulino P.A.Brunt, La caduta della repubblica romana, Laterza M. Pani (a cura di), Storia romana e storia moderna, Edipuglia D. Shotter, Tiberio, ECIG M. Jehne, Giulio Cesare, Il Mulino L. Storoni Mazzolani, Tiberio o la spirale del potere, Rizzoli Gli studenti non frequentanti devono studiare il manuale, due testi del gruppo 2; due testi del gruppo 3, di cui almeno il testo di un autore antico compreso nel gruppo A.

103


Anno Accademico 2007 - 2008

STORIA SOCIALE DELLO SPETTACOLO* Prof. Emanuela Scarpellini Secondo semestre Ricevimento: mercoledì 10.00-12.00 presso il Dipartimento di Scienze della storia e della documentazione storica; emanuela.scarpellini@unimi.it. Il corso si rivolge agli studenti delle lauree specialistiche in Culture e linguaggi per la comunicazione; Lettere Moderne; Musicologia; Scienze filosofiche; Scienze dello spettacolo e della comunicazione multimediale; Storia e critica dell’arte; Storia e documentazione storica. È inoltre aperto agli studenti di Scienze umanistiche per la comunicazione, Curriculum C (Teorie e metodi del linguaggio e della comunicazione per lo spettacolo). Nel corrente anno accademico possono sostenere l’esame anche gli studenti triennalisti immatricolati in anni precedenti, nel caso l’esame fosse previsto fra gli insegnamenti attivati nell’anno di iscrizione. Consumi e mass media nella società dello spettacolo (6 o 9 cfu) Argomento del corso Il corso è articolato in tre moduli di 20 ore ciascuno. Nel primo sono trattati gli ultimi sviluppi del fenomeno dei consumi in rapporto alla società dello spettacolo, nonché la recente evoluzione dei videogiochi; nel secondo si affronta il mutamento del concetto di spettacolo nel passaggio da un mezzo all’altro, dal teatro ottocentesco, attraverso cinema, radio, stampa, televisione, fino ad Internet; il terzo modulo è dedicato alle principali correnti teoriche riguardanti i moderni mass media. Testi 1) Moduli A e B (esame da 6 crediti) Oltre al corso, è richiesta la preparazione di uno dei seguenti testi: • J. Bourdon, Introduzione ai media, Bologna, Il Mulino, 2001; • F. Benhamou, L’economia della cultura, Bologna, Il Mulino, 2001; • J.N. Jeanneney, Storia dei media, Roma, Editori Riuniti, 2003, pp. 113-350; • A. Briggs, P. Burke, Storia sociale dei media. Da Gutenberg a Internet, Bologna, Il Mulino, 2007, pp. 181397. 2) Modulo C (esame da 9 crediti) Gli studenti con esame da 9 crediti (e quelli quadriennalisti) prepareranno, oltre a quanto indicato sopra, un testo a scelta dal seguente elenco: • D. Forgacs, L’industrializzazione della cultura italiana (1880-2000), Bologna, Il Mulino, 2000; • G. Ritzer, La religione dei consumi. Cattedrali, pellegrinaggi e riti dell’iperconsumismo, Bologna, Il Mulino, 2000; • G. Sartori, Homo videns. Televisione e post-pensiero, Roma-Bari, Laterza, 1999; unitamente a K. Popper, Cattiva maestra televisione, Marsilio, Venezia, 2002; • F. Silva, G. Ramello (a cura di), Dal vinile a Internet. Economia della musica tra tecnologia e diritti, Torino, Edizioni della Fondazione Giovanni Agnelli, 1999; • G. Debord, La società dello spettacolo, Milano, Baldini & Castoldi, 1997. • E. Scarpellini, S. Cavazza (a cura di), Il secolo dei consumi. Dinamiche sociali nell’Europa del Novecento, Roma, Carocci, 2006. 3) Studenti non frequentanti Gli studenti non frequentanti porteranno uno dei seguenti programmi: a) Moduli A-B (esame da 6 crediti): - un testo a scelta dal primo elenco; - un testo a scelta dal secondo elenco. 104


Anno Accademico 2007 - 2008

b) Moduli A-B-C (esame da 9 crediti e per quadriennalisti): - un testo a scelta dal primo elenco - un testo a scelta dal secondo elenco - in più (con esclusione ovviamente del volume già scelto): E. Scarpellini, Organizzazione teatrale e politica del teatro nell’Italia fascista, Milano, Led, 2004 (pp. 9-173 oppure 175-343), oppure A. Briggs, P. Burke, Storia sociale dei media. Da Gutenberg a Internet, Bologna, Il Mulino, 2002, pp. 186-391, oppure J.N. Jeanneney, Storia dei media, Roma, Editori Riuniti, 2003, pp. 113-350. 4) Integrazione da 3 crediti È possibile sostenere un modulo integrativo da 3 crediti concordando i testi direttamente con la docente.

105


Anno Accademico 2007 - 2008

TEORIA E STORIA DELLA STORIOGRAFIA Prof. Antonio Di Mauro Primo semestre Ricevimento: lunedì ore 10.30 – 11.30; antonio.dimauro@unimi.it. Il corso è rivolto agli studenti dell’ordinamento triennale del Corso di laurea in Scienze storiche (6/9 cfu) e in Filosofia (6/9 cfu), agli studenti dei corsi di laurea magistrale in Storia e documentazione storica (9/12 cfu) e in Scienze filosofiche (9 cfu), nonché agli studenti dell’ordinamento quadriennale della Facoltà di Lettere e Filosofia. Il magismo come età storica. Benedetto Croce ed Ernesto De Martino nella cultura europea del Novecento I modulo: Fra storicismo ed etnologia. La teoria della storiografia da Croce a De Martino. II modulo: Pensiero arcaico e magismo, lamento funebre e crisi della civiltà nella storiografia di De Martino. III modulo: Il dialogo europeo fra Croce, De Martino e gli antropologi e storici della religione contemporanei. Programma d’esame: I modulo: - B. Croce, Teoria e Storia della storiografia, Milano, Adelphi, 2001, limitatamente all’Avvertenza, alla parte I (Teoria della storiografia, capp. I-IX) e all’Appendice (capp. I-III) - Materiali integrativi del corso (florilegio di testi di B. Croce e altri autori), reperibili presso la libreria CUEM - E. De Martino, Il mondo magico. Prolegomeni a una storia del magismo, Torino, Bollati Boringhieri, 2007, limitatamente alle Prefazioni alla Ia e alla IIa edizione, ai capp. I-III, ai tre scritti di B. Croce e M. Eliade in Appendice e alle Osservazioni conclusive dell’Autore. II modulo: - E. De Martino, Morte e pianto rituale. Dal lamento funebre antico al pianto di Maria, Torino, Bollati Boringhieri, 2000, pp. 3-339, congiuntamente a E. De Martino, Panorami e spedizioni. Le trasmissioni radiofoniche del 1953-1954, Torino, Bollati Boringhieri, 2002, limitatamente alle pp. 46-129 - E. De Martino, Naturalismo e storicismo nell’etnologia, Lecce, Argo, 1997, congiuntamente a E. De Martino, Panorami e spedizioni. Le trasmissioni radiofoniche del 1953-1954, cit., limitatamente alle pp. 46-129 -E. De Martino, La fine del mondo. Contributo all’analisi delle apocalissi culturali, Torino, Einaudi, 2004, limitatamente alla Prefazione e al cap. I, congiuntamente a E. De Martino, Panorami e spedizioni. Le trasmissioni radiofoniche del 1953-1954, cit., limitatamente alle pp. 46-129 - B. Croce, Filosofia e storiografia, Napoli, Bibliopolis, 2005 - G. Sasso, Ernesto De Martino fra religione e filosofia, Napoli, Bibliopolis, 2001 - A. Di Mauro, Il problema religioso nel pensiero di Benedetto Croce, Milano, Angeli, 2001 III modulo: - L. Lévy-Bruhl, La mentalità primitiva, Torino, Einaudi, 1981 - E. Cassirer, Filosofia delle forme simboliche. II. Il pensiero mitico, Scandicci, La Nuova Italia, 1988 - C. Lévi-Strauss, Il pensiero selvaggio, Milano, Net, 2003, congiuntamente a C. Lévi-Strauss, Mito e significato, Milano, Net, 2002 - G. van der Leeuw, Fenomenologia della religione, Torino, Bollati Boringhieri, 1975, limitatamente alle pp. 7-455 - M. Eliade, Trattato di storia delle religioni, Torino, Bollati Boringhieri, 1999 - É. Durkheim, Le forme elementari della vita religiosa, Roma, Melteni, 2005, limitatamente alle pp. 73-510 - M. Mauss, Teoria generale della magia, Torino, Einaudi, 2000, limitatamente alle pp. xi-xii, 5-152, 385-409 (saggi su teoria della magia e tecniche della corporeità), congiuntamente a M. Mauss, É. Durkheim, H. Hubert, Le origini dei poteri magici, Torino, Bollati Boringhieri, 1991 106


Anno Accademico 2007 - 2008

- M. Eliade, Lo sciamanismo e le tecniche dell’estasi, Roma, Edizioni Mediterranee, 1974 - M. Eliade, Tecniche dello Yoga, Torino, Bollati Boringhieri, 2007, congiuntamente a M. Eliade, Arti del metallo e alchimia, Torino, Bollati Boringhieri, 1980 - A. Graf, Il diavolo, Genova, Frilli, 2006, limitatamente alle pp. 5-288, congiuntamente a M. Eliade, Occultismo, stregoneria e mode culturali. Saggi di religioni comparate, Firenze, Sansoni, 2004 - M. Eliade, Il sacro e il profano, Torino, Bollati Boringhieri, 2006, congiuntamente a M. Eliade, Il mito dell’alchimia, seguito da L’alchimia asiatica, Torino, Bollati Boringhieri, 2001 - Lévi-Strauss, Tristi tropici, Milano, Il Saggiatore, 2004 - S. Freud, Totem e tabù, Torino, Bollati Boringhieri, 1985, congiuntamente a C. G. Jung, Opere. VIII. La dinamica dell’inconscio, Torino, Bollati Boringhieri, 2004, limitatamente alle pp. 321-341, 409-413, 447-550 (saggi su sincronicità, surrealtà, ecc.) Avvertenze: -Il programma non prevede integrazioni o modifiche per i non frequentanti. -Esame da 6 CFU: Il candidato preparerà i testi del modulo I, più un’opera (o abbinamento di opere) a scelta fra quelle contemplate nel modulo II. -Esame da 9 CFU: Il candidato preparerà i testi contemplati del modulo I, più un’opera (o abbinamento di opere) a scelta fra quelle del modulo II e una monografia (o abbinamento di monografie) fra quelle contemplate nel modulo III. -Esame da 12 CFU: Il candidato preparerà i testi del modulo I, più due opere (o abbinamento di opere) a scelta fra quelle contemplate nel modulo II, e una monografia (o abbinamento di monografie) fra quelle contemplate nel modulo III.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

107


Anno Accademico 2007 - 2008

PROGRAMMI DEI LABORATORI ATTIVATI DAL CORSO DI LAUREA

Al momento della pubblicazione della Guida non tutti gli orari e le sedi dei laboratori possono essere giĂ definiti. Ne verrĂ  data successiva comunicazione sul sito del Corso di Laurea (http://users.unimi.it/storia/corsidilaurea.htm) e nella bacheca del Dipartimento di Scienze della Storia e della Documentazione storica.

108


Anno Accademico 2007 - 2008

---------------- PRIMO SEMESTRE ----------------

Analisi di testi politici: l’autonomismo italiano. Titolare del laboratorio: dott. Davide Cadeddu Primo semestre Data d’inizio: 23 ottobre 2007. Sede di svolgimento: da definire; orario: martedì e mercoledì, ore 17.30-19.00. Modalità d’iscrizione via e-mail: davide.cadeddu@unimi.it. Il numero degli iscritti non potrà essere superiore a 30. Programma del laboratorio: Dopo un’introduzione storico-teorica generale, verranno analizzati gli scritti di alcuni giuristi italiani degli anni trenta e quaranta del Novecento in cui si enuclea il concetto di autonomia politica. Sarà, quindi, dedicata attenzione a quegli articoli della Costituzione repubblicana che ne sanciscono l’ispirazione autonomista e, infine, al classico di Massimo Severo Giannini, Autonomia locale e autogoverno (1948). Attraverso il dialogo comune e alcuni lavori individuali, gli studenti potranno apprendere i rudimenti della contestualizzazione storica e dell’analisi critica di testi giuridico-politici. Come si fa una tesi di laurea in storia medievale. Titolare del laboratorio: dott. Del Tredici Primo semestre Il laboratorio si rivolge in particolare a studenti dei Corsi di Laurea in Scienze Storiche prossimi alla definizione della propria tesi di laurea (triennale o magistrale), fino ad un massimo di 25 iscritti. Obiettivo delle lezioni sarà fornire ai partecipanti strumenti utili per affrontare le questioni poste dalle varie fasi del lavoro, dalla scelta di un argomento alla redazione finale del testo. Anche attraverso apposite esercitazioni pratiche si affronteranno quindi problemi come la precisazione degli obiettivi della ricerca e la delimitazione del campo d’indagine; l’individuazione degli opportuni riferimenti bibliografici e delle fonti documentarie; le modalità di raccolta e trattamento dei dati; l’organizzazione della scrittura e le sue norme. L’iscrizione al laboratorio dovrà avvenire tramite una e-mail indirizzata al dott. Federico Del Tredici (fdeltre@ids.it) entro il 6 ottobre 2007. Orari e sedi delle lezioni saranno precisati in seguito.

Dove finisce la democrazia comunale? Scrivere una ricerca sul passaggio dal comune alla signoria. Titolare del laboratorio: dott. Riccardo Rao Primo semestre Orario di ricevimento: lunedì dalle 15.30 alle 16.30, Settore A, studio A1. Orario e sede delle lezioni sono da destinarsi. Il laboratorio intende introdurre gli studenti all’esegesi delle fonti medievali e fornire loro nozioni che possano essere d’aiuto alla preparazione di un elaborato finale in storia medievale. Si prevede un ciclo di 10 lezioni. Dopo alcune lezioni introduttive di metodo, in cui si offrirà un inquadramento delle fonti medievali e dei principali strumenti bibliografici (tradizionali e on line), si procederà all’analisi di documenti dedicati al passaggio dal comune alla signoria tra Due e Trecento e alla scrittura di un elaborato sul tema, provvisto di note a pié di pagina. Le lezioni prevedono una partecipazione attiva da parte degli studenti. Il Laboratorio è indirizzato agli studenti di Lettere, Filosofia, di Scienze Storiche e di Scienze Umane e dell’Ambiente. È richiesa una conoscenza elementare del latino.

109


Anno Accademico 2007 - 2008

Le domande di iscrizione, per un numero di partecipanti non superiore a 30, dovranno essere inoltrate dal 17 agosto al 30 settembre all’indirizzo e-mail riccardo.rao@unimi.it e contenere nome e cognome del richiedente, indirizzo e-mail, recapito telefonico. Edizione e regesto delle fonti documentarie medievali. Titolare del laboratorio: dott. ssa Marta Mangini Primo semestre Il laboratorio è aperto ad un massimo 30 studenti dei corsi di laurea in Scienze dei beni culturali (3 cfu) e Scienze storiche (3 cfu). Per la partecipazione è necessario aver sostenuto l’esame di diplomatica ovvero frequentare in parallelo le lezioni del corso di diplomatica I semestre a.a. 2007-2008. Il laboratorio intende fornire nozioni teorico-pratiche in ordine alle modalità e alle problematiche connesse alla presentazione delle fonti documentarie, sia nella forma dell’edizione dei testi sia nella forma del regesto. Per consentire un approccio diretto alle fonti le lezioni si terranno presso l’Archivio di Stato di Milano. Le lezioni si terranno a partire dall’5 novembre 2006, h. 12.00-15.00 presso Archivio di Stato di Milano, via Senato 10 – Milano; aula della Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica, secondo il seguente calendario: 5, 14, 21, 28 novembre e 5, 12, 19 dicembre. Inizio iscrizioni 1 ottobre 2006, termine iscrizioni 1 novembre 2006; modalità d’iscrizione mail a marta.mangini@tiscali.it oppure comunicando il proprio nominativo durante l’orario di ricevimento studenti durante il mese di ottobre. Ciascuna lezione prevede un’esercitazione pratica condotta direttamente sui documenti; l’esito di ciascuna esercitazione varrà ai fini della valutazione finale del laboratorio. Insegnare storia (metodologie, strumenti, sperimentazioni). Titolare del laboratorio: dott. ssa Anna Ostinelli Primo semestre Laboratorio per il Corso di Didattica della storia, valido per studenti del corso triennale di Scienze Storiche (tutti i curricula) e coordinato dalla dott. Anna Ostinelli. Il Laboratorio si svolgerà a partire da venerdì 5 ottobre 2007, con cadenza settimanale (escluso venerdì 2 novembre), per un totale di 10 incontri. Gli incontri si terranno dalle ore 10,30 alle ore 12,30 per un totale di 20 ore, in un’aula da definirsi. Le iscrizioni si apriranno alle h. 9,00 del 20 settembre e dovranno avvenire via mail all’indirizzo ostinelli.anna@iol.it. Nella mail andranno indicati: 1. nome, cognome, numero di matricola, anno di corso; 2. intenzione di frequentare il corso di didattica della storia (o se lo si è frequentato l'anno precedente); 3. se laureandi, con quale dei tre docenti si è preso contatto. Saranno accettate iscrizioni fino al numero massimo di 25 studenti. La frequenza è vivamente consigliata agli studenti che frequenteranno il corso di Didattica della Storia e/o ai laureandi in Didattica della Storia e sarà data la precedenza alle loro domande di iscrizione.Il Laboratorio di Didattica della storia si svolgerà in stretta relazione ai temi e agli argomenti toccati dal contemporaneo Corso di Didattica della Storia. I contenuti e gli obiettivi del Laboratorio sono stati individuati a partire da alcuni dei temi di didattica della storia più dibattuti in questi anni. Primo fra tutti la necessità di programmare, nell’arco di uno o più anni scolastici, interventi e percorsi didattici significativi (disciplinari ed interdisciplinari), finalizzati all'attivazione di un processo di costruzione della conoscenza condiviso e realizzato attivamente da tutti gli attori (docenti e studenti) del processo stesso. Il Laboratorio intende avviare una prima riflessione su questi temi a partire dall’analisi di alcuni degli strumenti e delle metodologie a cui i docenti possono ricorrere nella programmazione dei loro interventi didattici. In particolare si prenderanno in considerazione: - il “manuale”, cioè uno degli strumenti tuttora più utilizzati dal corpo docente, per individuarne punti di forza e punti di debolezza;

110


Anno Accademico 2007 - 2008

- alcune modalità di analisi e decostruzione del testo storiografico finalizzate all'apprendimento significativo di concetti e categorie storiografiche (fra cui mappe, frame, ecc.) - uno degli strumenti attualmente più utilizzati, ma anche più discussi, per la ricerca storica in ambito scolastico – il Web – attraverso l’analisi diretta di alcune risorse (siti specializzati, repertori di fonti, archivi on line, web quest). Istituzioni, stato ed sercito: fonti e bibliografia di storia militare Titolare del laboratorio: Silvia Bobbi Primo semestre Il laboratorio inizierà: la prima settimana di ottobre 2007 (giorno da stabilirsi). Luogo di svolgimento e orario: due ore settimanali, da stabilirsi giorno e ora. Modalità d'iscrizione: Le iscrizioni al laboratorio (max 30 studenti) saranno raccolte online a partire dalle ore 9.00 del 10 settembre 2006 alle ore 18.00 del 21 settembre 2007, e non oltre, al seguente indirizzo e-mail: silvia.bobbi@unimi.it. Le iscrizioni potranno solo essere individuali. Saranno accettati solamente i primi trenta iscritti. La frequenza è obbligatoria. Programma del laboratorio: Il laboratorio sarà organizzato in forma seminariale, al fine di fornire un'illustrazione introduttiva dei principali temi di carattere generale che interessano la storia militare, dall'età medievale alla Prima guerra mondiale, e una rassegna degli strumenti bibliografici essenziali per affrontare tali temi, a cui faranno seguito delle esposizioni di gruppo da parte degli studenti, sulla base dei testi proposti Sono inoltre previste visite presso gli archivi di Stato e Storico Civico di Milano allo scopo di approcciare gli studenti all'uso delle fonti inedite ed edite. É infine prevista una succinta esercitazione scritta in cui gli studenti dovranno criticamente confrontarsi con le fonti e la bibliografia consultata. Laboratorio di Archivistica Titolare del laboratorio: dott. Stefano Twardzik Primo semestre, obbligo di frequenza, durata di 20 ore. Luogo e orario di effettuazione sono ancora da definire. Il laboratorio è destinato agli studenti del Corso di laurea in Scienze storiche e in Scienze dei beni culturali. Modalità di iscrizione: le iscrizioni si riceveranno martedì 9 ottobre 2007, presentandosi personalmente e col libretto presso l’ufficio del docente, in via Festa del Perdono, cortile Legnaia - settore C, alle ore 9.30. Saranno accolte le prime 25 domande dando la precedenza - se necessario - ai laureandi e agli iscritti al curriculum storico-documentario di Scienze storiche e a quello archivistico-librario di Scienze dei beni culturali. Il laboratorio si propone di illustrare le soluzioni adottate nell’ordinamento e nell’inventariazione di determinati archivi pubblici e privati, all’interno di un arco cronologico compreso tra XVIII e XX secolo. Attraverso l’osservazione di casi concreti e lo svolgimento di alcune esercitazioni si intenderà chiarire le modalità di descrizione di serie, di unità archivistiche e di singoli documenti. Una parte del laboratorio sarà effettuata presso istituti archivistici dell’area milanese (ad es. Archivio di Stato di Milano, Archivio della Camera di commercio, ecc.). Le Americhe in età moderna: fonti: storiografia, nuovi indirizzi di ricerca. Titolare del laboratorio: prof. Antonino De De Francesco e dott. ssa Maria Matilde Benzoni Primo semestre Il laboratorio avrà inizio a partire da mercoledì 3 ottobre 2007. Sede e orari: 14.30-16.30. La sede verrà comunicata in seguito. Modalità di iscrizione: la domanda di partecipazione andrà inoltrata dal portale di Ateneo Ariel (http: //ariel.ctu.unimi.it) a partire dalle 9.00 del 10 settembre, secondo la seguente procedura: accedere al 111


Anno Accademico 2007 - 2008

corso di STORIA MODERNA prof. DE FRANCESCO, entrare poi nella sezione “Forum”, presente sulla barra gialla nelle parte destra della schermata. All’interno del forum occorre cercare il messaggio creato dalla dott.ssa Katia Visconti, che avrà per oggetto “BENZONI - LABORATORIO "LE AMERICHE IN ETA' MODERNA"; quindi, si clicca sull’oggetto del messaggio, e successivamente si clicca su “Replica”; - infine si clicca su “Invia”; il messaggio di replica sarà immediatamente visibile segnalando NOME e COGNOME dello STUDENTE, numero di MATRICOLA e ORA ESATTA. Le domande saranno accolte in ordine di presentazione. Numero dei partecipanti: 16. Si segnala che 4 posti sono riservati a studenti iscritti alla Laurea Magistrale. Il laboratorio intende offrire agli studenti l’occasione di un contatto d’insieme con il mondo americano dalla “scoperta” europea alla fine del XV secolo sino all’Indipendenza di larga parte del continente fra il tardo Settecento e i primi decenni del XIX secolo. A tal fine, è previsto un ciclo di incontri in cui, attraverso l’analisi di fonti opportunamente scelte e il riferimento alle principali interpretazioni storiografiche, verranno ripercorsi alcuni snodi fondamentali della vicenda delle Americhe in età moderna, con particolare attenzione verso l'esperienza ispano e anglo-americana, la dimensione atlantica, le origini della mondializzazione, il dibattito politico-culturale sul Nuovo Mondo nell'Europa coeva, la crisi dei "patti coloniali" e i suoi esiti rivoluzionari. Il Laboratorio è rivolto a studenti iscritti ai corsi di laurea triennale in Scienze storiche, Lingue e letterature straniere, Mediazione Linguistica e ai relativi corsi di laurea magistrale. L'iniziativa s'indirizza a studenti che abbiano già sostenuto l’esame di storia moderna e a studenti interessati a definire una tesina triennale o una tesi magistrale in argomento i quali potranno per questa via avvicinarsi alle fonti, alla storiografia e ai principali strumenti bibliografici in vista del futuro lavoro di ricerca. E’ richiesta una partecipazione attiva da parte degli iscritti, che saranno tenuti a intervenire nel corso degli incontri e a preparare un piccolo elaborato scritto finale su un tema correlato a quelli trattati nel Laboratorio. Le fonti per la storia della Svizzera contemporanea. Titolare del laboratorio: dott. Fabrizio Panzera Primo semestre Il laboratorio avrà inizio il 15 ottobre 2007 e si svolgerà il lunedì; orari e aule di lezione saranno comunicati in seguito. Si rivolge agli studenti del corso di laurea in scienze storiche , 3 crediti. Argomento dell’attività di laboratorio: Fuorusciti, agenti segreti e spie. Il primo e il secondo Risorgimento italiano nelle carte della polizia politica svizzera. Organizzazione: 25 ore di lezione, con frequenza obbligatoria; metà dell’attività si svolgerà direttamente in archivi e biblioteche sia del Canton Ticino sia di Milano. Iscrizioni: al massimo 30. Saranno accettate, in ordine di entrata, le iscrizioni inviate tra il 20 agosto e il 30 settembre 2007 al seguente indirizzo di posta elettronica: fabrizio.panzera@ti.ch. Orario di ricevimento dal 15 ottobre 2007: il lunedì (orario da stabilirsi) in Dipartimento, nello studio Professoressa Paola Vismara, cortile principale, 3o piano, Via Festa del Perdono 7 oppure , su appuntamento, telefonando o scrivendo a: Dott. Fabrizio Panzera, Archivio di Stato del Cantone Ticino, Viale S. Franscini 30a, CH-6501 Bellinzona Tel. n. 004191/8141330, Fax n. 004191/8141329, e-mail: fabrizio.panzera@ti.ch. Lo svolgimento delle attività del laboratorio comprende una vista (con attività di ricerca) all’Archivio di Stato di Milano, una visita (anche con attività di ricerca) all’Archivio di Stato e alla Biblioteca cantonale di Bellinzona ed eventualmente anche una visita ad archivi di istituti di credito di Milano. Le visite saranno concordate con gli studenti. Al termine del laboratorio è previsto un colloquio di accertamento delle attività svolte e delle nozione apprese. Testi di riferimento: - Ulrich Im Hof, Storia della Svizzera, Bellinzona, Istituto Editoriale Ticinese, 1983 e edizioni. successive; Dieter Fahrni, Sintesi storica di un piccolo paese dalle origini fino ai giorni nostri, Zurigo, Pro Helvetia 1998; Emilio R. Papa, Storia della Svizzera. Dall'antichità ad oggi. Il mito del federalismo, Milano, Bompiani, 1993. 112


Anno Accademico 2007 - 2008

Alcuni titoli non sono più reperibili in libreria. Il più facilmente reperibile è il testo di Emilio Papa. E’ comunque possibile prevedere il ricorso a fotocopie (autorizzate) oppure ad altri titoli. - Paola Carucci, Le fonti archivistiche. Ordinamento e conservazione, Roma, Nuova Italia Scientifica, 1983; Elio Lodolini, Lineamenti di storia dell’archivistica italiana, Roma, Nuova Italia Scientifica, 1991; Isabella Zanni Rosiello, Andare in archivio, Bologna, il Mulino, 1996; Tullio Gregory-Marcello Morelli, L’eclisse della memoria, Roma-Bari, Laterza, 1994; Marcello Morelli-Mario Ricciardi, Le carte della memoria. Archivi e nuove tecnologie, Roma-Bari, Laterza, 1997.

L’Orientalismo come visione dell’ “altro”: nodi storiografici e nuove prospettive. Titolare del laboratorio: prof.ssa Silvia Pizzetti, con i dott. Daniela Fabrizio e Massimiliano Vaghi Primo semestre Laboratorio per il Corso di Storia delle civiltà e dei sistemi internazionali (prof. Silvia M. Pizzetti), valido per studenti dei Corsi di Laurea triennali di Scienze Storiche (tutti i curricula) e di Scienze dell’ambiente, del territorio e del paesaggio. Coordinato dalla prof. Silvia M. Pizzetti con la partecipazione dei dott. Daniela Fabrizio e Massimiliano Vaghi, il Laboratorio avrà inizio lunedì 8 ottobre 2007. Aula ed orario verrano comunicati in seguito. L’iscrizione dovrà avvenire non prima delle ore 9,00 di lunedì 24 settembre 2007, inviando una e-mail a massimiliano.vaghi@unimi.it. Nella domanda di iscrizione andranno indicati nome, cognome, n° di matricola e anno di corso. Le domande – sino ad un massimo di 25 - saranno accolte in ordine di presentazione, dando la precedenza agli studenti del terzo anno di corso. Gli studenti ammessi riceveranno una e-mail di conferma. Programma del laboratorio: In questi ultimi anni la pubblicistica sul tema dell’Orientalismo si è arricchita notevolmente. La gran mole di testi divulgativi e generici si accompagna a contributi scientifici diversificati per approcci metodologici, tipo di fonti utilizzate e finalità di studio e ricerca. Le nuove tecnologie (internet, televisioni satellitari, opere multimediali ecc.), l’incremento del numero e della qualità delle traduzioni di testi in lingua originale e il moltiplicarsi dei momenti di incontro ci hanno obbligato a confrontarci con punti di vista estranei alle tradizionali visioni della cultura occidentale. Il laboratorio si propone di offrire una panoramica delle varie accezioni di orientalismo (West to East; East to West; East to East), esaminando l’evoluzione storica dei vari contesti geo-politici (dal Medio Oriente al subcontinente indiano) in età moderno-contemporanea, alcune fonti ed opere storiografiche tra Settecento e Novecento e le dinamiche delle percezioni comuni di Oriente e Occidente. Storia dei rapporti internazionali dall’antichità ad oggi (fonti e metodi). Titolare del laboratorio: prof. Alfredo Canavero Primo semestre Organizzato dal Centro per gli Studi di Politica Estera e Opinione Pubblica, a cura del prof. Alfredo Canavero, il Laboratorio sarà tenuto da docenti della Facoltà e da esperti esterni. Il laboratorio avrà inizio da mercoledì 17 ottobre 2007. Aula ed orario verrano comunicati in seguito. Non potranno essere ammessi alla frequenza (obbligatoria) più di 25 studenti. La scelta avverrà in base all’ordine di iscrizione per e-mail, tenendo però conto anche della opportunità di avere studenti di diversi corsi di laurea e interessati a diverse epoche storiche. La frequenza permette l’acquisizione di tre crediti, utilizzabili ai fini del progredire della carriera universitaria. Il laboratorio è organizzato dal Centro per gli Studi di Politica Estera e Opinione Pubblica ed è aperto agli studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia interessati ad una migliore comprensione della storia delle relazioni internazionali dall’antichità ad oggi. E’ condotto da docenti della Facoltà ed esperti esterni che, dopo aver dato un quadro d’insieme delle relazioni internazionali nelle diverse epoche, discuteranno le principali tesi interpretative e avvieranno gli studenti all’uso delle fonti per una migliore comprensione della materia in oggetto.

113


Anno Accademico 2007 - 2008

Spaziando in un ampio arco cronologico, il laboratorio sarà utile a studenti che hanno scelto diversi corsi di laurea ed indirizzi e permetterà, attraverso l’impegno diretto nella lettura di fonti e testi, l’utilizzo di strumenti anche multimediali e la discussione coi docenti, un approfondimento di temi importanti anche per la comprensione della realtà odierna. L’iscrizione dovrà avvenire non prima delle ore 9,00 precise del 4 ottobre 2007, inviando una e-mail a alfredo.canavero@unimi.it. Nello spazio riservato all’oggetto dovrà essere scritto soltanto Laboratorio 2007. Non saranno accettate iscrizioni multiple sulla medesima e-mail. Risorse informatiche per la ricerca storica. Titolare del laboratorio: dott. Emanuele Colombo Primo semestre Sedi ed orari saranno indicati in seguito. La frequenza è obbligatoria. Numero massimo di iscritti: 30. Le iscrizioni avverranno a partire dal 3 ottobre al seguente indirizzo mail: emanuele.colombo@gmail.com. Il laboratorio, rivolto agli studenti di Scienze storiche, vuole presentare e insegnare l’utilizzo di alcune risorse informatiche per la ricerca storica. In primo luogo saranno fornite le conoscenze necessarie alla consultazione di cataloghi e meta-cataloghi elettronici italiani e internazionali per la ricerca bibliografica; una seconda sezione sarà dedicata all’utilizzo di alcune delle numerose banche dati disponibili nella rete di Ateneo; infine ci si dedicherà al possibile utilizzo del web per effettuare ricerche storiche. Il laboratorio prevede lezioni introduttive ed esercitazioni svolte presso i laboratori informatici dell’università. Programma dettagliato: 1. Presentazione e utilizzo di cataloghi e meta-cataloghi elettronici italiani e internazionali. a) Opac di Ateneo: http://opac.unimi.it/opac/sebina/ausm b) Azalai: www.azalai.it c) Internet Culturale: www.internetculturale.sbn.it d) Biblioteca nazionale Francese: www.bnf.fr; e) Karlsruher Virtuelle Katalog (KVK): www.kvk./de f) URBE: www.urbe.it 2. Presentazioni e utilizzo di banche dati relative alla ricerca storica (on-line o disponibili presso l’Università degli Studi di Milano). a) Gallica (www.bnf.fr) b) Early English Books Online (EEBO): http://eebo.chadwyck.com/home c) Database of Latin Dictionaries d) World Biographical Information System Online: http://www.saur-wbi.de e) The Cardinals of the Holy Roman Church: www.fiu.edu/~mirandas/cardinals.htm f) The Digital Library of the Catholic Reformation: www.ad-fontes.com/index.asp g) Opere di Tommaso d’Aquino: www.corpusthomisticum.org h) Opere di Agostino: www.augustinus.it i) Opere di Alfonso de’ Liguori: www.eulogos.it/alfonso.htm j) Simboli e dichiarazioni sulla fede cattolica: www.totustuus.biz/users/denziger 3. Utilizzo del web per ricerche storiche a) Fonti manoscritte elettroniche: epistolario di Carlo Borromeo. http://epistolariosancarlo.ambrosiana.it/ b) Indici di riviste in rete: - The History Journals Guide: www.history-journals.de -Indice Istituto Datini: www.istitutodatini.it/biblio/riviste/htm/elenco.htm - Magazine Stacks (MS): www.phil.uni-erlangen.de/~p1ges/zfhm/zfhm_na.html c) Motori di ricerca tradizionali utilizzati per la ricerca storica 4. Siti di storia nel web - Presentazione dei principali siti di storia - Come valutare l’attendibilità di un sito 114


Anno Accademico 2007 - 2008

---------------- SECONDO SEMESTRE ---------------Itinerari tra le fonti e gli strumenti della ricerca medievistica. Titolare del laboratorio: dott. ssa Canobbio Secondo semestre Il laboratorio avrà inizio il 7 febbraio 2008 e si terrà ogni lunedì 14.30-16.30 per una durata di 10 lezioni. La sede è ancora da definire. Il laboratorio intende fornire gli strumenti essenziali per la redazione di un elaborato di storia medievale, attraverso la presentazione delle fonti documentarie più significative. Particolare attenzione sarà riservata alla produzione e alla tradizione dei testi, alle modalità di conservazione presso archivi e biblioteche (con particolare riferimento all’area lombarda), al loro reperimento tramite i principali sussidi della ricerca (edizioni, repertori, collezioni di fonti, strumenti on-line). Nel corso del laboratorio ciascun partecipante sarà tenuto a presentare un’ipotesi di ricerca (fonti e bibliografia) su un tema di suo interesse. Si rivolge agli studenti di Lettere, Filosofia, Scienze storiche, Scienze umane e dell’ambiente che abbiano già sostenuto l’esame di Storia medievale o che frequentino, contemporaneamente al laboratorio, il corso di Storia medievale (3 cfu). Le iscrizioni, da inviare via e-mail a elisabetta.canobbio@tiscali.it, si apriranno il 15 dicembre 2007 e si chiuderanno il 15 gennaio 2008. Nella richiesta dovranno essere specificati le generalità del frequentante, l’indirizzo e-mail, il recapito telefonico, il corso di laurea e la frequenza del corso di Storia medievale. L’ammissione al laboratorio è limitata ai primi 25 studenti che faranno domanda. Orario di ricevimento della dott. Canobbio: GIOVEDÌ 14.30-15.30. Fonti e sussidi per la storia delle relazioni internazionali nell’età moderna e contemporanea. Titolare del laboratorio: dott. Lauro Grassi con Elisa Sabadini. Secondo semestre Laboratorio per il Corso di Storia delle civiltà e dei sistemi internazionali (prof. Silvia M. Pizzetti) e Storia contemporanea (prof. Alfredo Canavero). Con inizio da lunedì 18 febbraio 2008. Aula ed orario verrano comunicati in seguito. Sono ammessi al Laboratorio non più di 20 studenti, che abbiano già sostenuto gli esami di Storia Moderna e di Storia Contemporanea. L’iscrizione dovrà avvenire non prima delle ore 9,00 di lunedì 4 febbraio 2008, inviando una e-mail a elisa.sabadini@gmail.com. Nella domanda di iscrizione andranno indicati nome, cognome, n° di matricola e anno di corso. Si prega inoltre di confermare l’avvenuto superamento degli esami di storia moderna e storia contemporanea. Le domande saranno accolte in ordine di presentazione. Gli studenti ammessi riceveranno una email di conferma. Programma del laboratorio: Il laboratorio è strutturato in due parti distinte e complementari. Una prima serie di incontri sarà dedicata all’illustrazione delle principali “fonti” per la storia delle relazioni internazionali dal Trattato di Tordesillas (1494) alla fine della Guerra Fredda (1989), con ovvio riferimento agli archivi e alle diverse collezioni di documenti diplomatici pubblicate dai diversi stati, europei e non. Saranno presentate criticamente le diverse sintesi storiografiche in argomento (come quelle curate o realizzate da Pierre Renouvin, Jacques Droz, Jean-Baptiste Duroselle ed Ennio Di Nolfo) ed indicati i principali “sussidi” bibliografici indispensabili alla migliore comprensione della suddetta documentazione. Nella seconda serie di incontri verranno invece proposti alcuni esempi di trattati internazionali, capitolazioni, relazioni diplomatiche, ecc. al fine di offrire una panoramica tipologica di ciò che si intende per “fonti per la storia delle relazioni internazionali” e contemporaneamente un percorso cronologico che dalla prima età moderna approdi alla contemporaneità. Ai frequentanti sarà richiesta la lettura preventiva delle fonti che saranno poi oggetto di lettura collettiva e guidata nel corso degli incontri. Un incontro sarà infine dedicato alla visita dell’Archivio di Stato di via Senato. 115


Anno Accademico 2007 - 2008

Fonti per una storia della Milano contemporanea. Titolare del laboratorio: dott. Enrico Landoni Secondo semestre Dal primo febbraio, gli studenti interessati ad iscriversi a questo laboratorio possono inviare una mail al seguente indirizzo: enrico.landoni@unimi.it. Saranno ammessi al massimo 25 studenti. Priorità agli studenti che hanno seguito o seguono i corsi di Storia contemporanea. Dopo una rapida ricostruzione delle principali vicende politiche ed amministrative, che hanno accompagnato la crescita economica e culturale del capoluogo lombardo nella seconda metà del Novecento, verranno forniti i riferimenti archivistici e bibliografici utili per la realizzazione di un breve lavoro di approfondimento. Alcune lezioni di questo laboratorio si svolgeranno presso gli archivi di talune importanti istituzioni culturali milanesi, al fine di consentire un diretto contatto con le fonti primarie della ricerca storica. Gli archivi dell’infanzia: esposti, orfani e derelitti (Milano, secoli XVII- XIX). Titolare del laboratorio: dott. ssa Flores Reggiani Secondo semestre Data d’inizio: mercoledì 20 febbraio 2007 (da confermare). Luogo di svolgimento e orario: aula da destinarsi; orario: mercoledì 10.30-12.30 (da confermare) Modalità d’iscrizione: tramite e-mail: f.reggiani@fastwebnet.it, dal 21 gennaio 2007, ore 14.00. Saranno ammessi al massimo 25 studenti. Priorità agli studenti che hanno seguito o seguono i corsi di Storia del Risorgimento e di Storia Moderna. Fino alla fine del XIX secolo l’elevata mortalità, il pauperismo e la volontà di tutela dell’onore femminile creavano le condizioni perché numerosi minori fossero affidati agli istituti assistenziali e crescessero in contesti diversi da quelli della famiglia “biologica”. Gli archivi degli enti milanesi riservati ai bambini non solo consentono di ricostruire il profilo e l’evoluzione storica di tali istituzioni, ma, grazie alla presenza dei fascicoli personali, permettono anche di conoscere le biografie dei ricoverati. Tali fonti offrono un contributo importante alla storia dell’infanzia, alla storia della famiglia e alla storia dei sistemi educativi, anche in relazione alle differenze di genere. Durante gli incontri del laboratorio, che si terranno in parte in un’aula informatizzata e in parte presso le sedi degli archivi, saranno presi in considerazione alcuni tra i più importanti istituti milanesi per l’infanzia, destinati a tre differenti categorie di bambini: l’ospizio degli esposti, gli orfanotrofi (maschile e femminile) e le opere pie per i derelitti. Sono previste, oltre alle lezioni teoriche introduttive, esercitazioni pratiche sui documenti d’archivio e sulle fonti a stampa consultabili in rete.

Il libro antico a stampa. Titolare del laboratorio: dott. ssa Marina Bonomelli Secondo semestre Indicazioni relative al laboratorio saranno comunicate successivamente. Il medioevo tra biblioteca, archivio e rete. Titolare del laboratorio: dott. ssa Stella Leprai Secondo semestre Il laboratorio, riservato agli studenti triennali del corso di laurea in Scienze storiche, si terrà probabilmente il mercoledì, dalle ore 16.30 alle ore 18.30. La conferma dell’orario, l’indicazione dell’aula e le modalità di iscrizione verranno forniti sul sito del Dipartimento di Scienze della Storia e della Documentazione Storica prima dell’inizio del II semestre. Il laboratorio intende fornire informazioni e conoscenze utili a chi, con finalità e intenti differenti, si accosti allo studio del Medioevo. Prendendo l’avvio da un’analisi critica dell’idea di Medioevo, così 116


Anno Accademico 2007 - 2008

come ora trova spazio nella cultura diffusa (letteratura, cinema, produzione editoriale, ecc.), gli studenti potranno avvicinarsi- anche tramite visite a biblioteche, archivi, siti web – al patrimonio di fonti e studi, utilizzando strumenti, tradizionali e non, propri delle discipline medievistiche. Imperi e imperialismi nelle relazioni internazionali dal mondo antico all’età contemporanea. Titolare del laboratorio: prof. Alfredo Canavero Secondo semestre Organizzato dal Centro per gli Studi di Politica Estera e Opinione Pubblica, a cura del prof. Alfredo Canavero, il laboratorio sarà tenuto da docenti della Facoltà e da esperti esterni. Il laboratorio avrà inizio mercoledì 20 febbraio 2008, Aula ed orario verrano comunicati in seguito. Non potranno essere ammessi alla frequenza (obbligatoria) più di 25 studenti. La scelta avverrà in base all’ordine di iscrizione per e-mail, tenendo però conto anche della opportunità di avere studenti di diversi corsi di laurea e interessati a diverse epoche storiche. La frequenza permette l’acquisizione di tre crediti, utilizzabili ai fini del progredire della carriera universitaria. Il laboratorio è organizzato dal Centro per gli Studi di Politica Estera e Opinione Pubblica ed è aperto agli studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia interessati ad una migliore comprensione della storia delle relazioni internazionali dall’antichità ad oggi. E’ condotto da docenti della Facoltà ed esperti esterni che, dopo aver dato un quadro d’insieme delle relazioni internazionali nelle diverse epoche, discuteranno le principali tesi interpretative relative al tema degli imperi come soggetti della vita internazionale. Fra gli argomenti affrontati dal laboratorio vi saranno, dopo un’introduzione a carattere teorico-metodologico, gli imperi nel mondo antico, l’impero carolingio, gli imperi islamici nell’età moderna (ottomano, persiano e mughal), gli imperi iberici, gli imperi coloniali d’ancien régime (inglese, francese e olandese), l’impero russo. Il Laboratorio terminerà considerando l’età dell’imperialismo e il cosiddetto impero americano. Spaziando in un ampio arco cronologico, il laboratorio sarà utile a studenti che hanno scelto diversi corsi di laurea ed indirizzi e permetterà, attraverso l’impegno diretto nella lettura di fonti e testi, l’utilizzo di strumenti anche multimediali e la discussione coi docenti, un approfondimento di temi importanti anche per la comprensione della realtà odierna. L’iscrizione dovrà avvenire non prima delle ore 9,00 precise del 28 gennaio 2008, inviando una e-mail a elisa.sabadini@gmail.com, in cui andranno indicati nome, cognome, n. matricola, anno di corso. Nello spazio riservato all’oggetto dovrà essere scritto soltanto Laboratorio 2008. Non saranno accettate iscrizioni multiple sulla medesima e-mail. Le fonti della storia della cultura in Lombardia fra Settecento e Ottocento. Titolare del laboratorio: dott. Gianluca Albergoni Secondo semestre Il laboratorio, rivolto agli studenti triennalisti di tutti i corsi, ma in particolare a quelli di scienze storiche, consente, attraverso una partecipazione attiva e costante, l’acquisizione di 3 CFU. Strutturato in forma seminariale con esercitazioni in archivi e biblioteche, il laboratorio si propone di preparare gli studenti all’uso delle fonti edite e inedite e degli strumenti bibliografici essenziali per lo studio della storia della cultura in Lombardia nel passaggio dall’età dei Lumi e delle riforme alla temperie romantica, anche in vista della elaborazione della tesina finale. Le iscrizioni sono previste fino ad un massimo di 25 studenti. Gli orari e le sedi del laboratorio, come pure le modalità di iscrizione, verranno comunicati dal prof. Criscuolo all’inizio del suo corso, e saranno comunque resi noti nel sito del dipartimento all’inizio del secondo semestre dell’anno accademico 2007-2008. Le fonti iconografiche per la ricerca storica. Titolare del laboratorio: dott. ssa Maria Canella Secondo semestre

117


Anno Accademico 2007 - 2008

Il laboratorio avrà inizio mercoledì 6 febbraio 2008 e si terrà il mercoledì dalle 10.30 alle 12.30, in un aula ancora de destinarsi. Si rivolge agli studenti di Scienze storiche; Scienze dei Beni culturali; Scienze umane dell’ambiente, del territorio e del paesaggio. Iscrizione a partire da mercoledì 9 gennaio 2008 tramite e mail all’indirizzo: maria.canella@unimi.it . Ammissione massima: 30 studenti. Il programma del laboratorio intende approfondire i metodi e le finalità della ricerca iconografica applicata alle scienze storiche e del territorio, nonché alla valorizzazione del patrimonio artistico e monumentale, attraverso la conoscenza e l’analisi delle fonti documentarie e iconografiche presenti negli archivi e nelle biblioteche milanesi, che saranno illustrati agli studenti con visite guidate (Archivio di Stato, Civiche Raccolte Storiche, Civica Raccolta delle stampe “Achille Bertarelli”, Archivio dell’Ospedale Maggiore, Archivio dei Luoghi Pii Elemosinieri, Archivio Storico dell’Istituto dei Ciechi, Biblioteca Nazionale Braidense).

Orientamento bibliografiaco per le Scienze dell’Antichità. Strumenti di ricerca. Titolare del laboratorio: prof. Giovanna Daverio Secondo semestre Il laboratorio si propone di fornire la conoscenza e di abitaure all'uso pratico degli strumenti bibliografici fondamentali per avviarsi allo studio della storia greca e romana e per acquisire le competenze indispensabili nella prospettiva di un percorso di studio più avanzato nel biennio della Laurea magistrale. Insieme al tradizionale repertorio cartaceo saranno considerati i supporti informatici che in anni recenti costituiscono parte integrante e di enorme rilevanza per il sapere storico in generale, e che, relativamente al mondo antico, offrono un sussidio insostituibuile in molti settori della ricerca. Il laboratorio si rivolge: - agli studenti del Corso di Laurea in Scienze Storiche(triennale) , con particolare riferimento agli iscritti all'indirizzo antico-medievale; - agli studenti del Corso di Laurea in Scienze dei Beni Culturali (triennale)- Indirizzo archeologico Gli studenti interessati potranno iscriversi al laboratorio presso la docente della materia o i suoi collaboratori, che saranno indicati all'inizio dell'attività didattica del nuovo anno accademico, presentandosi nei giorni di mercoledì (ore 10.30-12.30) presso la Sezione di Storia antica - Via Festa del Perdono 7. Presenze forestiere nelle città dell’Italia basso-medievale. Strumenti e percorsi della ricerca medievistica. Titolare del laboratorio: dott. ssa Beatrice Del Bo Secondo semestre Ricevimento dott. Del Bo: lunedì dalle 15.30 alle 16.30, Settore A, studio A1. Orario e sede delle lezioni sono ancora da definirsi. Programma del laboratorio: Il laboratorio intende fornire i primi rudimenti in vista dell’eleborazione della tesi per la laurea triennale. Si prevede un ciclo di 10 lezioni dedicate alla conoscenza e all’utilizzo dei principali strumenti bibliografici (tradizionali e on line), all’elaborazione delle note al testo e alla lettura critica di testi (fonti e bibliografia) inerenti il tema dei forestieri nel Basso Medioevo. Nel corso del laboratorio ogni partecipante avvierà o l’elaborazione di una bibliografia ragionata su un aspetto dell’argomento proposto, che potrà costituire eventualmente la base d’avvio per l’elaborato finale, o si cimenterà nella ricostruzione di una scheda biografica di un forestiero vissuto nel XV secolo. Il Laboratorio è indirizzato agli studenti di Lettere, di Filosofia, di Scienze Storiche e di Scienze Umane e dell’Ambiente. Costituiscono criteri preferenziali l’aver già sostenuto l’esame di Storia Medievale o l’aver seguito il corso e la conoscenza anche elementare del latino.

118


Anno Accademico 2007 - 2008

Le domande di iscrizione, per un numero di partecipanti non superiore a 30, dovranno essere inoltrate dall’8 gennaio al 10 febbraio all’indirizzo e-mail beatrice.delbo@unimi.it e contenere nome e cognome del richiedente, indirizzo e-mail, recapito telefonico ed eventualmente il possesso dei requisiti preferenziali (esame storia medievale, frequenza corso, conoscenza latino). Storia economica dell’Argentina dal primo peroismo alla crisi del debito estero (1945-2001). Titolare del laboratorio: dott. ssa Veronica Ronchi Secondo semestre Laboratorio per il Corso di storia economica (prof. Giulio Sapelli), valido per i seguenti cdl: Scienze Storiche; Scienze umane dell’ambiente, Scienze umanistiche della comunicazione; corso di laurea magistrale in Storia e documentazione storica. Il Laboratorio è vivamente consigliato agli studenti del Corso di Storia economica per mutuazione a Economia Politica. Il Laboratorio si svolgerà nel secondo semestre con cadenza settimanale per un totale di 10 incontri. Gli incontri si terranno per un totale di 20 ore, in un’aula e in un orario da definirsi. Le iscrizioni si apriranno nel secondo semestre (secondo le indicazioni poste sul sito internet) e dovranno avvenire via mail all’indirizzo veronica.ronchi@unimi.it. Nella mail andranno indicati: nome, cognome, numero di matricola, anno di corso, intenzione di frequentare il laboratorio. Si accoglieranno le prime 25 iscrizioni. Programma del laboratorio: I contenuti e gli obiettivi del Laboratorio sono stati individuati a partire dai temi classici della storia economica argentina. Si analizzeranno i diversi governi peronisti del secondo dopoguerra (1946-1955), il ruolo della “Revolución libertadora” (1955) e i governi militari ad essa immediatamente successivi. Sará considerato il ritorno del peronisomo (1972) e della democrazia (1983) con il governo di Alfonsín. Per concludere si analizzeranno i due governi menemisti degli anni 90 e la loro connessione con la crisi economica del 2001. Gli argomenti trattati saranno relazionati ai modelli di sviluppo economico propri dell’Argentina: 1) l’esportazione di prodotti agricoli 2) l’industrializzazione sostitutiva di importazioni (ISI) 3) la rendita finanziaria Storia e romanzo storico: come leggere criticamente alcune opere letterarie. Titolare del laboratorio: dott. Marco Gentile Secondo semestre Il laboratorio si rivolge principalmente agli studenti del corso di laurea in Scienze storiche (ma anche degli altri corsi di laurea della Facoltà di Lettere e Filosofia), e ha l’obiettivo di stimolare lo sviluppo di un approccio critico di matrice specificamente “storica” attraverso l’analisi di alcune opere letterarie, ambientate nei secoli dell’Età moderna e riconducibili al genere del romanzo storico secondo un criterio flessibile che potrà includere romanzi brevi e nel caso racconti. Tramite la lettura, l’analisi e la discussione di passaggi particolarmente significativi ci si propone di far emergere alcuni temi di fondo: quale idea di storia e quale visione dell’epoca di ambientazione l’autore abbia recepito e veicolato; quali elementi della disciplina storica passino (e non passino) nella formazione di un intellettuale “non specializzato”; quale utilità per una formazione storica possa rivestire la frequentazione – sistematica o occasionale – di questo genere letterario. Il laboratorio avrà carattere seminariale; sono previste brevi esercitazioni sui testi. Le domande di iscrizione, per un numero di partecipanti non superiore a 25, potranno essere inoltrate dal 7 al 31 gennaio 2008 inviando un messaggio di posta elettronica all’indirizzo <marco.gentile@unimi.it> . Orari e luogo di svolgimento del laboratorio, che inizierà nel corso dell’ultima settimana di febbraio e si svolgerà secondo una cadenza settimanale per un totale di 10 incontri di 2 ore ciascuno, saranno comunicati successivamente. 119


Anno Accademico 2007 - 2008

Teoria e storia della sanità. Titolare del laboratorio: prof. Giorgio Cosmacini Secondo semestre Indicazioni relative al laboratorio saranno comunicate successivamente. La ricerca storica contemporanea: metodologia e fonti Titolare del laboratorio: dott. Claudia Magnanini Secondo semestre Le iscrizioni al laboratorio dovranno essere fatte, all’inizio del gennaio 2008 (la data precisa verrà comunicata successivamente), su un apposito foglio che verrà messo a disposizione degli studenti presso la Segreteria del Dipartimento di Scienze della storia e della documentazione storica. Non verranno accettate iscrizioni fatte per e.mail. Sede: Archivio del Lavoro, Via Breda 56, Sesto San Giovanni (l’Archivio si trova a circa duecento metri dalla fermata Sesto Rondò della Metropolitana, linea 1 rossa). Orario degli incontri: lunedì e giovedì, dalle 9.30 alle 11.30, per una durata complessiva di 20 ore. Il laboratorio è riservato a un massimo di 25 iscritti. La frequenza è obbligatoria. La data d’inizio del laboratorio e altre eventuali informazioni utili verranno comunicate successivamente con avvisi esposti presso il Dipartimento di Scienze della storia e della documentazione storica e sulla porta dello studio del docente proponente. Nell’ambito del laboratorio verranno impartite lezioni relative alle varie e diverse metodologie impiegate nella ricerca storica contemporanea e verranno svolte esercitazioni pratiche sulle fonti utilizzando la documentazione esistente presso l’Archivio del Lavoro.

120


Anno Accademico 2007 - 2008

Laboratori professionalizzanti attivati nell’ambito del progetto quadro dell’Ateneo 2007-2008 col Fondo Sociale Europeo Area professionale: Conservazione e valorizzazione dei beni culturali, archivi, archivistica Titolo: Descrizione dei documenti d’archivio Docente: dott. Raffaella Gobbo Periodo di svolgimento: secondo semestre Destinatari: studenti dei corsi di laurea triennale in Scienze Storiche e in Scienze dei Beni culturali Figura professionale di destinazione: archivista Luogo e orario di svolgimento: sede di Via Noto in aula e con orario da decidere. Numero di ore e cfu: 20 ore, 3 cfu. Il laboratorio è riservato a un massimo di 25 iscritti. Le modalità d’iscrizione verranno comunicate in seguito. Finalità: Il laboratorio intende avviare gli studenti alla conoscenza e alla descrizione dei documenti archivistici alla luce della dottrina italiana ed internazionale ponendo particolare cura nell’applicazione delle norme internazionali per la descrizione archivistica ISAD e ISAAR.

Area professionale: Conservazione e valorizzazione dei beni culturali, archivi e biblioteche Titolo: Pratiche della conservazione dei supporti documentari Docente: dott. Luciano Sassi Periodo di svolgimento: secondo semestre Destinatari: studenti dei corsi di laurea triennale in Scienze Storiche e in Scienze dei Beni culturali Figura professionale di destinazione: conservatore, archivista, bibliotecario Luogo e orario di svolgimento: sede di Via Noto in aula e con orario da decidere. Numero di ore e cfu: 20 ore, 3 cfu. Il laboratorio è riservato a un massimo di 25 iscritti. Le modalità d’iscrizione verranno comunicate in seguito. Finalità: Il laboratorio illustrerà ed esaminerà le procedure e le tecniche per la idonea conservazione fisica del materiale archivistico su supporto tradizionale (pergamene e carta) e su nuovi supporti (fotografie, film, audiovisivi).

121

ciao  

dsferghgehge gergrgegegeg ergerg