Issuu on Google+


aldilà della forma ‘il design e l’oro per l’urna funeraria’

aldilà della forma

Designer italiani e maestri artigiani orafi di Mede Lomellina e Varese danno vita a Cineris, una mostra sul tema: ‘il design e l’oro per l’urna funeraria’. L’evento a cui sono stati invitati i protagonisti del design e dell’arte orafa, nasce a seguito della diffusione in molti paesi, e sempre di più in Italia, dell’uso della cremazione, sin da tempi antichi simbolo di purificazione, liberazione dello spirito e celebrazione dell’immortalità dell’anima.

aldilà della forma


Introduzione

Se la creatività è il mezzo per trovare una particolare risposta ad un bisogno, questa può essere indirizzata anche a cercare di dare voce ad uno stato d’animo, ad un legame, al desiderio di dare un senso alla vita e alla morte. A questo tema è dedicata Cineris – aldilà della forma. Il design e l’oro per l’urna funeraria, mostra di prototipi/prodotti nati dalla collaborazione tra i maestri artigiani orafi di Mede e di Varese e noti esponenti del design industriale italiano, gemellati per la realizzazione di artefatti innovativi che fanno uso dell’arte orafa per personalizzare le forme dell’urna. Il progetto, ideato dal Centro Servizi Orafo, che si pone l’obiettivo di promuovere e valorizzare il settore della produzione orafa della provincia di Pavia, è nato dalla considerazione che la cremazione, diffusa in molti paesi, si sta affermando sempre di più in Italia, grazie anche all’approvazione di questa pratica da parte della Chiesa Cattolica e all’autorizzazione recente alla domiciliazione delle ceneri dei propri cari da parte del Consiglio di Stato. L’iniziativa è quindi volta a promuovere la visibilità delle aziende orafe in un nuovo mercato ricco di potenzialità e dalle soluzioni formali ancora poco indagate soprattutto quando si metta in luce la leva competitiva del ‘made in Italy’. Obiettivo primario dell’evento, all’interno del quale sono presentate anche urne sviluppate dal dipartimento di design interno di alcune aziende, è quello di coniugare creatività, design e abilità artigiana nella realizzazione di preziose urne cinerarie che mettano al centro il valore della persona amata, simboleggiato dalla preziosità degli interventi orafi che caratterizzano le urne. La maestria nell’impiego di pietre preziose, le incastonature e le tecniche di decorazione e finitura complesse sono esempio della tradizione dell’oreficeria di questo territorio, tradizionalmente dedicata alla elaborazione di monili e gioielli. Germano Casone Direttore Centro Servizi Orafo

CINERIS - aldilà della forma

3


INDICE SPEKTRUM

PAX

Albor srl - gluegluedesign.com

Macrì

7

27 ACQUA

CILINDRO

Medora Gioielli - Dodo Arslan

Casellato Luciano

29

9 SFERA

STRATOS

Casellato Luciano

Mondia Remo

11

31

SAND

CANDELO

Colombo Maurizio - Enrico Azzimonti

Silmar

13

33

LUCE

INSIEME

Dueci

Socci Dante - Dodo Arslan

15

35

ROTTURA

SILENZIO

Elite Gioielli - Gumdesign

Stones

17

37

MORFOSI

CASA

Elite Gioielli - Roberto Giacomucci

Stones - Gumdesign

19

39

FLUXUS

URNA DEL MUSICISTA

Federici - Gluegluedesign.com

Zanardi Maurizio - Maurizio Prina

21

41

CATTEDRALE

ALMA

Gioielmede

Zanardi Maurizio - Roberto Giacomucci

23

43 LeGàMI

PORTA ANIMA

Jew & Co. - Matteo Ragni

Zocchi Alberto - Gumdesign

25

45

CINERIS - aldilà della forma

5


SPEKTRUM AZIENDA ORAFA: Albor srl DESIGNER: Gluegluedesign.com CONTENITORE: Porfido f.lli Pedretti

Se il triangolo, alla base della formazione della piramide, si ritrova in tutte le tradizioni come manifestazione del ritorno all’unità primordiale, la piramide è simbolo dell’ascesa dell’uomo verso la trascendenza divina, l’Universale. A rappresentare la tensione verso la spiritualità, ed il percorso complesso di questa continua ricerca che l’uomo affronta nel corso della vita, le quattro facce della piramide sono superfici in cui lamine di metallo prezioso di diverse forme e finiture creano giochi di colori e di riflessi. L’urna che contiene le ceneri è realizzata in un materiale naturale come la pietra, che evidenzia il legame profondo con la terra della nostra esistenza.

Sull’urna è stato incollato un mosaico in argento laminato e tagliato a mano seguendo il disegno prestabilito. Dopo la pulitura, alcune tessere sono dorate, altre sabbiate e successivamente dorate o rodiate. Contenitore in porfido.

CINERIS - aldilà della forma

7


CILINDRO AZIENDA ORAFA: Casellato Luciano

DESIGN INTERNO

Originale la proposta del dipartimento design dell’azienda medese. Una proposta indirizzata ad una persona che ha saputo regalare allegria e spensieratezza al prossimo, che sa non prendersi troppo sul serio e che ama scherzare anche quando non tutti sono capaci di farlo. Una sorta di grafica saltellante sulla superficie di uno schermo nero. Ad una fusione d’argento è seguita la laminazione e il traforo per l’esecuzione delle lettere e delle cifre che riprendono il nome e la data della dipartita del proprio caro.

Pulitura, rodiatura, argentatura e doratura delle lettere e delle cifre. Alla superficie del cilindro in metallo brunito è stata, successivamente, applicata la satinatura. Il portaritratti è composto da due parallelepipedi in cristallo trasparente.

CINERIS - aldilà della forma

9


sfera AZIENDA ORAFA: Casellato Luciano DESIGN INTERNO

Un solido compatto che richiama un senso di completezza. Un simbolo di una vita compiuta che ha lasciato qualcosa in questo mondo, sferico anch’esso, che abitiamo per una breve parentesi. L’inserimento dell’elemento di culto che lo caratterizza è una scelta dell’azienda orafa per dare visibilità completa alla proposta creativa ma potrebbe essere elemento personalizzabile. È stata eseguita una scultura in cera, seguita quindi da una fusione in argento della croce soprastante la sfera. Infine è stata eseguita una satinatura e brunitura sulla superficie della sfera. La fascia d’argento, con riportati i dati anagrafici, è stata realizzata con una fusione d’argento, una laminazione e una successiva incisione.

Fusione, laminazione, incisione, scultura, pulitura, argentatura, satinatura e brunitura.

CINERIS - aldilà della forma

11


SAND AZIENDA ORAFA: Colombo Maurizio DESIGNER: Enrico Azzimonti CONTENITORE: Radice Spazio arredo

Sand è una piccola “domus” che prende forma dalla sabbia, piccoli granelli di mondo comune che appartengono a tutti, da sempre e, nel contempo, sono appartenuti ed apparterranno. La struttura, squadrata e rettangolare come le pareti di una stanza che contiene il quotidiano e i suoi oggetti - primo fra tutto l’uomo stesso poggia su piccoli piedi, come nelle urne etrusche, mentre il tetto è di sabbia, modellabile nella sua staticità, mai lo stesso ed in continuo cambiamento, così com’è questo pianeta che l’uomo chiama terra, i cui profumi possono essere evocati con incensi da ospitare sul “tetto”. Il ramo in madreperla con intarsio in argento è una stilizzazione dell’albero; la biforcazione richiama differenti simboli religiosi. La madreperla, dai colori cangianti, simboleggia la linfa vitale che unisce le profondità marine all’atmosfera e l’intarsio d’oro è edera che vive in simbiosi con l’albero, unione fisica e formale del genere umano.

Intarsio di lastra in argento eseguito con taglio laser e applicato su particolari in madreperla di colore azzurrognolo. Contenitore in legno multistrato laccato nero opaco, sabbia extrafine di quarzo bianco.

CINERIS - aldilà della forma

13


LUCE AZIENDA ORAFA: Dueci DESIGN INTERNO

Una successione d’istanti: alcuni felici, altri sofferti… un mosaico di esperienze che cresce intorno alla nostra anima, che alla fine del percorso tornerà nella luce. La decorazione discreta è fatta da un mosaico di tessere di metallo prezioso e non prezioso di forme diverse e dai contorni smussati che sulla sommità si orientano per rappresentare in questo primo esemplare un simbolo religioso. Per il ricettacolo delle ceneri l’azienda ha scelto un contenitore in alabastro per le sue proprietà fisiche. I cristalli di sale e gesso di cui è fatto, si orientano e consentono il trasferimento della luce. Un materiale legato alle tradizioni funerarie dell’antichità, forse anche per questo motivo. Gli etruschi, quasi fosse una “pietra degli dei”, per secoli l’hanno destinato quasi esclusivamente alla produzione di urne.

Mosaico di tessere di argento, rame e ottone, componibili secondo un disegno personalizzabile, vengono applicate sul contenitore; i bordi delle lamelle sono realizzati con la tecnica di brasatura.

CINERIS - aldilà della forma

15


rottura AZIENDA ORAFA: Elite Gioielli DESIGNER: Gumdesign CONTENITORE: Ballarin SNC

Un frammento di pietra levigata lascia a vista un unico lato a spacco, naturale e ricoperto d’oro. Questo progetto mostra quanto importante sia nel processo ideativo a volte focalizzarsi sull’uomo in sè, più che sui suoi bisogni, i suoi problemi, i suoi desideri. Se la forma solida e compatta evoca una personalità autorevole che non potrà essere dimenticata, la superficie pulita e levigata suggerisce un carattere austero che ama l’essenziale. La frattura è forte ed evidente... ricordo di separazione imposta e allo stesso tempo segno capace di evidenziare la preziosità della persona perduta.

Lato frontale realizzato in lastra di argento martellato. Colata in oro realizzata con tecnica di sbalzo. Urna in pietra serena.

CINERIS - aldilà della forma

17


morfosi AZIENDA ORAFA: Elite Gioielli DESIGNER: Roberto Giacomucci

Il legno è molto sensibile alle mutazioni. Naturalmente prende su di sé, accettandoli, i segni del tempo che scorre. Questo lo rende un materiale affascinante e di grande valore. Anche le nostre membra, proprio come il legno, vengono contraddistinte, nel tempo, dai segni che l’età porta con sé. La vita evolve, da un punto di vista fisiologico, fino a trasformarsi in una forma di esistenza differente. Morfosi è, di fatto, un’urna in legno. Un legno chiaro, che fa parte di quel ciclo naturale che permette la prosecuzione della vita. Le pietre dure e le decorazioni sono ‘segni’ lasciati in vita dall’opera dell’uomo. Morfosi incarna la testimonianza di un disgregarsi che si ricompone in maniera eterogenea. Simboleggia il trapasso da una forma definita, conosciuta, completa ad una dimensione ignota, ma pur sempre presente, anche se nel mistero.

Decori in oro 18 kt con pietre dure incastonate su supporti in argento. Coperchio con decoro in argento martellato e pomello in pietra dura. Vaso in legno di tiglio lavorato.

CINERIS - aldilà della forma

19


FLUXUS AZIENDA ORAFA: Federici DESIGNER: gluegluedesign.com CONTENITORE: Porfido f.lli Pedretti

Le tracce nella memoria delle persone care, i luoghi in cui si è vissuto, le emozioni provate. Ognuno di noi lascia qualcosa, ai propri cari, al mondo. Fluxus riguarda la sintesi di questi luoghi della memoria, grazie ad un procedimento tipico del web, quello cioè della ‘tag cloud’ o nuvola di parole chiave. Messaggi significativi, episodi vissuti e pensieri dei propri cari sono condensati in una nuvola di parole color oro che decorano l’urna. Questo procedimento può avvenire in diversi modi; il più semplice è quello di invitare congiunti ed amici a inviare un messaggio contenente un pensiero, un episodio significativo. Tutti questi pensieri saranno convogliati in un unico ‘flusso’ e l’insieme degli stessi costituirà la tag cloud di decorazione dell’urna. Il primo esemplare di Fluxus è dedicato a Jim Morrison.

Lamina in argento sagomata al tornio e rifinita a mano, successivamente dorata ed applicata con perni al coperchio di porfido. Contenitore in porfido viola Valcamonica.

CINERIS - aldilà della forma

21


cattedrale AZIENDA ORAFA: Gioielmede DESIGN INTERNO

Ispirato ai simboli e alle decorazioni elaborate dall’uomo alla ricerca del sacro e della spiritualità, Cattedrale coniuga la forma della piramide egizia alle vetrate policrome della tradizione cristiana. Il tema dell’urna preziosa ha sollecitato una profonda riflessione sulla tipologia della tecnica orafa più appropriata per un gioiello che non è accessorio da indossare ma elemento che ‘accoglie’ una persona, contenendola… vestendola, pur se il corpo vero e proprio non è più. Ecco quindi un ‘vestito’ di smalti e oro che con la sua trasparenza consente alla luce di portare tepore al ‘corpo’ amato, illuminando la soglia tra vita e morte.

Realizzazione delle parti traforate in alpacca. Iniezione di cera liquida per microfusione e fusione in oro giallo. Smaltatura a tecnica cattedrale. Lucidatura completa e fissaggio su piramide di legno laccato bianco.

CINERIS - aldilà della forma

23


porta anima AZIENDA ORAFA: Jew & Co. su concept dell’urna di Matteo Ragni CONTENITORE: Arte Ceramica - Di Claudio SRL

Il progetto di “porta anima” è dedicato a chi pensa che il nostro corpo sia solo un contenitore. Il progetto della parte superiore prevede una semisfera in oro che dona riflessi e inediti giochi di luce ed ha il compito di contenere l’anima mentre la parte inferiore ha il compito di contenere le ceneri del nostro (ormai ex) corpo. Il prototipo presenta una lavorazione della coppa soprastante su disegno dell’orafo, che ha interpretato liberamente il concetto di anima nell’intento di rispondere al valore scultoreo del concetto originario da cui è nato.

La coppa è stata realizzata con una scultura in cera, poi fusa in argento e successivamente sottoposta a bronzatura. Incastonatura di un onice, taglio cabochon, in uno degli elementi che “abitano” la coppa porta anima. Contenitore in ceramica.

CINERIS - aldilà della forma

25


pax AZIENDA ORAFA: Macrì DESIGN INTERNO CONTENITORE: Arte Ceramica - Di Claudio SRL

L’urna in ceramica vuole essere un oggetto semplice e discreto, pulito e lineare, adatto a chi in vita ha condotto una esistenza dettata da valori e obiettivi concreti e pensato per chi vuole tenere in casa le ceneri del proprio caro. Un delicato ramo di biancospino, punteggiato di piccole sfere di corallo, è posato sul contenitore in ceramica bianca come elemento decorativo. Le foglie di biancospino sono state realizzate utilizzando la fusione con la tecnica a “cera persa” successivamente è stata lavorata ed assemblata dai mastri orafi a banco.

Brone in lega di Zinco, Rame e Stagno. Adornato con coralli rossi naturali e rifinito con bagno galvanico in oro giallo 18kt. Incisione manuale.

CINERIS - aldilà della forma

27


acqua AZIENDA ORAFA: Medora Gioielli

DESIGNER: Dodo Arslan

Calma assoluta, silenzio. Uno specchio d’acqua, immobile, che riflette perfettamente ogni cosa. Ma avvicinandosi s’intravede ciò che era celato, discretamente, sul fondo nero e buio… qualcosa di vivo, che brilla… prezioso e bellissimo. Due contenitori in ceramica, sovrapposti. Quello inferiore contiene le ceneri, quello superiore contiene l’acqua. Una fascia perimetrale in argento funge da sigillo. Il “fondale” è costituito da sassi di fiume neri naturali e tra gli interstizi si scoprono le pietre preziose, incastonate, e alcune “foglie” che paiono galleggiare, quasi fluttuare, nell’acqua. .

Riporti in argento realizzati in microfusione con incastonatura a taglio lucido delle pietre semipreziose. Le composizioni sono immerse tra i sassi neri satinati. La fascia perimetrale è realizzata esclusivamente a mano. Contenitore in ceramica.

CINERIS - aldilà della forma

29


STRATOS AZIENDA ORAFA: Mondia Remo DESIGN INTERNO

Una forma perfetta, minimalista, solida, materica. Spezzata, però, dall’incastonatura di una ‘imperfezione’ che simboleggia l’unicità della persona perduta. E’ questo il motivo ispiratore di un’urna dalla forma essenziale. La stratificazione dei vari materiali creano un elemento decorativo “eccentrico”. Sorprende per la sua armonia, pur nella frattura del solido geometrico, ipnotizza e dona un piacevole senso di straniamento, quasi che in quel punto si possa trovare risposta al mistero, sollievo al dolore della perdita.

Per la realizzazione dei vari strati sono stati utilizzati inserti in lapis, corniola e argento con incastonatura di pietre semipreziose con la tecnica a taglio lucido. Il contenitore è in materiale di ceramica cruda.

CINERIS - aldilà della forma

31


candelo AZIENDA ORAFA: Silmar DESIGN INTERNO CONTENITORE: Arte Ceramica - Di Claudio SRL

Il contenitore cilindrico, realizzato in ceramica, riprende la forma da un oggetto che da sempre accompagna i luoghi in cui conserviamo con amore i nostri cari: una candela bianca, lucida, che illumina il percorso dell’anima oltre la vita. Le gocce preziose che segnano in rilievo la candela, sembrano delle lacrime, quasi un simbolo del dolore per il distacco dalle persone care. Sono lucide, eteree, un vincolo di unione tra la persona amata e chi è rimasto a ricordarla.

Lavoro di trafilatura del filo e microfusione delle gocce in argento. Pietra rossa in cristallo Swarovsky a forma di goccia, incastonata su una base di argento realizzata a mano.

CINERIS - aldilà della forma

33


INSIEME AZIENDA ORAFA: Socci Dante DESIGNER: Dodo Arslan CONTENITORE: Ballarin SNC

Una vita finisce ed un legame profondo si spezza… ma un giorno potrà ricongiungersi… Ecco svelato il “filo” prezioso, il legame profondo che li legava, scorrendo come il sangue e facendo si che due persone si sentissero una cosa sola. Due famigliari, fratelli, gemelli, partners o, perché no, una persona e il suo animale domestico: il fedelissimo cane o il gatto affettuoso… Due contenitori, differenti nel caso dell’animale domestico e il suo padrone, ottenuti da un’unica pietra, spezzata. All’interno della frattura appaiono le venature, combacianti, e i due fili d’oro, identici, a rappresentare il valore di quel legame ed il suo perfetto equilibrio.

Trafilatura, modellazione e finitura manuale di filo in oro e lastra in argento. Contenitore realizzato in Pietra Bianco Montorfano e coperchio in legno di ciliegio con impiallacciatura di radica.

CINERIS - aldilà della forma

35


SILENZIO AZIENDA ORAFA: Stones DESIGN INTERNO

I designer dell’azienda varesina propongono un recipiente che sembra dedicato ad una persona gentile, sognante, di una semplicità bella, quella che ti fa apprezzare un semplice fiore di campo. La forma a cono è stata scelta per rappresentare l’elevazione al cielo e l’abbandono della terra, pure amata. Una forma spezzata in due: la vita terrena e la vita eterna. La parte inferiore è unita alla terra da un prato fiorito, la parte superiore trasparente racchiude un angioletto, simbolo del mondo celeste al quale tende l’anima.

Il corpo dell’urna è stata realizzata in ceramica; i petali dei fiori in ametista e agate di vari colori sono incastonati in una lastra d’argento traforata a mano. L’angioletto è stato ricavato tramite elettroformatura in oro.

CINERIS - aldilà della forma

37


CASA AZIENDA ORAFA: Stones DESIGNER: Gumdesign

Materiali naturali come il legno, l’argento e il cristallo esaltano lo stato effimero della nostra natura e cristallizzano con un segno puro e definito il ricordo. La forma stilizzata dell’elemento prezioso in cristallo, evocando la casa, luogo degli affetti domestici e del privato, testimonia la presenza dell’uomo ed il valore della sua opera che lascia come impronta una ‘ombra luminosa’ in argento. Il cristallo di rocca di cui è fatta la ‘casa’ è stato scelto per le sue inclusioni che simboleggiano la ricchezza dell’anima della persona amata.

Elemento in cristallo di rocca ricavato da un unico blocco lapidato e lucidato a mano. Parte metallica in lamina di argento. Il corpo dell’urna è stato realizzato con tavole di legno massello di frakè olivino giuntate con tagli a 45° senza utilizzo d’incastri, rifinita a cera naturale.

CINERIS - aldilà della forma

39


URNA DEL MUSICISTA AZIENDA ORAFA: Zanardi Maurizio su concept dell’urna di Maurizio Prina CONTENITORE: Sololegno di Monsini Roberto

La parola anima deriva dal latino ànemos, «soffio», «vento». Il taglio centrale, sottolineato dall’oro, fa passare l’aria creando idealmente un suono. Il suono prodotto vuol quasi suggerire un “non omnis moriar” dedicato alle persone che sono state creative in vita e che, con le loro opere, hanno arricchito l’umanità. L’aspetto formale dell’oggetto è caratterizzato dalla rientranza delle facciate che fornisce un gioco di luci e riflessi, smaterializzando l’oggetto e dando sacralità al contenuto. Sulla sommità una frase che rispecchia l’atteggiamento di chi ‘progetta’… sempre: “the best is yet to come”. Rispetto al progetto originario – che prevedeva il testo in lettere latine maiuscole l’esecuzione è avvenuta secondo le specifiche tecniche dell’azienda orafa.

Fusione e laminazione lastra in argento dorato, realizzazione a mano delle due cornici del taglio centrale. Lastra forata realizzata con macchina utensile a controllo numerico, alesata e satinata. Scritta in argento dorato realizzata a mano e successiva lucidatura, rodiatura e incollaggio. Urna in legno noce nazionale.

CINERIS - aldilà della forma

41


ALMA AZIENDA ORAFA: Zanardi Maurizio DESIGNER: Roberto Giacomucci La morte non è la fine della vita, ne è parte perché l’esistenza segue un percorso circolare, non c’è un punto di arrivo. Si continua a vivere sotto altre forme, si torna a far parte dell’ecosistema in qualche modo. Ecco perché l’urna Alma è stata pensata in legno. Un legno chiaro, che faccia parte di quel ciclo naturale che permette la prosecuzione della vita. Alma parla con gli occhi, perché sono questi l’essenza del nostro caro. Sono loro che ricordiamo con gioia, sono loro che ci racconteranno sempre chi era la persona scomparsa. Due pietre incastonate, preziose come uno sguardo che non dimenticheremo mai, parlano di memorie vissute e brillano di un desiderio di vita che non si esaurisce con il termine dell’esistenza terrena.

Fusione e laminazione lastra di argento e realizzazione incisoria a bulino; topazi azzurri a taglio brillante e taglio cabochon su castoni realizzati a mano. Lucidatura finale e incollaggio. Contenitore in legno di tiglio lavorato.

CINERIS - aldilà della forma

43


LeGàMI AZIENDA ORAFA: Zocchi Alberto DESIGNER: Gumdesign CONTENITORE: Ballarin SNC

Una pietra solida, naturale e lavorata a spacco per lasciare evidenti i segni del materiale, simboli del percorso complesso della vita. Una serie di piccole fresature riempite d’oro fuso compongono una rete di legami preziosi che tengono visivamente salde le due parti in pietra, unite e protette. “Legàmi” diviene elemento scultoreo, metafora degli intrecci della vita generatori dell’amore per la persona scomparsa, intrecci che in vita hanno unito e protetto, preziosi come l’oro.

Sul blocco di pietra, precedentemente scavato all’interno e pronto all’uso, vengono effettuate delle scanalature per l’inserimento del filo d’oro. Fascia in oro laminato per successiva incisione. Contenitore in pietra serizzo.

CINERIS - aldilà della forma

45


Nuovi scenari per il mondo orafo

La Camera di Commercio è impegnata a svolgere una costante azione di marketing territoriale promuovendo le specializzazioni e le eccellenze pavesi. Tra i fondamenti dell’azione strategica della Camera di Commercio vi sono certamente le iniziative per l’innovazione. La Camera, infatti, ritiene essenziale stimolare costantemente l’attenzione del mondo delle imprese nei confronti dell’introduzione dell’innovazione in azienda sia essa di prodotto, di processo o di mercato. Si inserisce in questo contesto l’evento CINERIS, ideato dal Centro Servizi Orafo di Mede Lomellina, che prosegue nelle sue iniziative volte a sviluppare nuovi fattori di competitività, coniugando il mondo del design industriale con il tessuto delle imprese artigiane orafe del distretto. Merita pertanto il sostegno Camerale, finalizzato all’innovazione e alla promozione delle reti di impresa, perché centra anche un altro obiettivo strategico: la valorizzazione del territorio ponendo attenzione ai suoi diversi fattori di competitività al fine di migliorare la capacità di attrazione di turisti, residenti e imprese. L’economia pavese sì è distinta negli ultimi anni per capacità e vitalità mostrando potenzialità per sviluppare ulteriore competitività. Proprio sulla cultura dell’innovazione e sulla capacità di innovare può fondarsi e consolidarsi un nuovo modello di sviluppo per il nostro territorio.

Giacomo de Ghislanzoni Cardoli Presidente Camera di Commercio di Pavia

CINERIS - aldilà della forma

47


Il progetto L’urna funeraria è un oggetto unico e prezioso. Sacro e fortemente simbolico perché tangibile testimonianza della vita nella sua forma più estrema e rarefatta. L’oro, l’argento e in genere i metalli preziosi e le gemme sono elementi materici chiamati a sottolineare la ricchezza della persona e dello status sociale. Ma se l’urna è preziosa per il suo contenuto, può esserlo anche per il suo contenitore. Per questo è nato Cineris – aldilà della forma. Il design e l’oro per l’urna funeraria, un evento a inviti in cui alcuni esponenti del design industriale italiano che rappresentano uno spaccato del mondo della creatività e del ‘made in Italy’, sono stati gemellati con i rappresentanti di rilievo del distretto dell’arte orafa di Mede Lomellina e del distretto di Varese, per riprogettare l’idea stessa di urna nell’intento di raggiungere alti valori di ricerca concettuale, funzionale e formale. L’oro è motivo ispiratore e centro di una elaborazione concettuale da parte dei designer coinvolti dedicata ad un tema poco indagato e ricco di potenzialità, nuovo anche per il comparto orafo coinvolto. Tema non facile, del resto, sia da un punto di vista concettuale che tecnologico. La complessità e varietà delle tecniche orafe utilizzabili e i requisiti funzionali e normativi di questo particolare ‘contenitore’ hanno richiesto un intenso lavoro di progettazione e prototipazione anche con la collaborazione di artigiani e PMI del mondo della ceramica, della lavorazione del marmo, del legno, del vetro, del metallo. La conoscenza degli usi e delle forme della tradizione antica e moderna dell’urna cineraria è stata naturalmente fonte d’ispirazione sia per i designer che per le aziende orafe, che hanno presentato in questa occasione alcune loro creazioni elaborate dal dipartimento di design interno che ha prevalentemente puntato su associazioni inedite di materiali, forme, texture, colori. L’intento della mostra è la creazione di un nuovo ‘arte-fatto’; non un oggetto distante e museificato ma un elemento prezioso che può entrare nell’abitazione, coesistere e interagire con i suoi occupanti e visitatori. Un oggetto che evochi il ritorno alla natura e sia in grado di rappresentare il legame indissolubile tra vita e morte. Antonia Mealli Il curatore

CINERIS - aldilà della forma

49


Orafi

ALBOR S.R.L. Via Ciro Menotti, 1 - 21011 Casorate Sempione (VA) 0331 295544 - albor@alborgioielli.com

MACRI’ S.N.C. di Macrì Pasqualino e F.lli Via M. Leone, 97 - 21013 Gallarate (VA) 0331 794095 - info@macrioro.it

CASELLATO LUCIANO Via Palazietta, 12/10 - 27035 Mede (PV) 0384 820635 - info@casellato.it

MEDORA GIOIELLI di Sturaro Valter e C. S.N.C. Via Belloncelli, 3 - 27035 Mede (PV) 0384 823202 - medora@tin.it

COLOMBO MAURIZIO S.U.R.L. Via Virgilio, 9 - 21013 Gallarate (VA) 0331 774818 - info@colombomaurizio.it

MONDIA REMO Via A. da Brescia, 1/B - 21013 Gallarate (VA) 0331 701799 gioielli@mondia.it

DUECI BIJOUX di Canzian Claudio Via dei Marinoni, 39 - 27040 Cigognola (PV) 0385 52280 - duecibijoux@libero.it

SILMAR di Pirrone Mariano e Pirrone Claudio S.N.C. Via Cavour, 145 - 27020 Sartirana (PV) 0384 800168 - silmar.sartirana@virgilio.it

ELITE GIOIELLI di Finotello Danilo e C. S.N.C. Via G. Garibaldi, 53 - 27035 Mede (PV) 0384 820071 - info@elitegioielli.it

SOCCI DANTE S.R.L. Via F. Cavallotti, 15 - 21013 Gallarate (VA) 0331 795235 - soccidante@virgilio.it

FEDERICI S.R.L. Via dei Chiosetti, 17 - 21010 Cardano al Campo (VA) 0331 262179 - stefano@federici.it

STONES di Mastromatteo Mario e Giudici Vincenzo S.N.C. Via Isonzo, 18 - 21057 Olgiate Olona (VA) 0331 642181 - stones04@stones.191.it

GIOIELMEDE S.N.C. di Ferro Claudio & Angeleri Andrea Via Alessandrini, 13 - 27035 Mede (PV) 0384 820561 - gioielmede@tiscali.it

ZANARDI MAURIZIO V.le Bialetti, 18 - 27035 Mede (PV) 0384 820671 - mauriziozanardi@tin.it

JEW & CO di Mazzon Massimo Via C. Arrigo, 24 - 27035 Mede (PV) 0384 81141 - maximomazzon@alice.it

ZOCCHI ALBERTO - LAVORAZIONE OREFICERIA Via C. Ferrini, 68 - 21017 Samarate (VA) 0331 234474 - info@oreficeriazocchi.it

CINERIS - aldilà della forma

50


Designer

Dodo Arslan www.arslan.it dodo@arslan.it Enrico Azzimonti www.enricoazzimonti.it info@enricoazzimonti.it Roberto Giacomucci www.giacomuccidesign.com info@giacomuccidesign.com Gluegluedesign.com www.gluegluedesign.com contact@gluegluedesign.com Gumdesign www.gumdesign.it info@gumdesign.it MAURIZIO PRINA www.matteoragni.com prina@matteoragni.com Matteo Ragni www.matteoragni.com info@matteoragni.com

Si ringraziano per la sponsorizzazione tecnica le aziende Arte Ceramica Di Claudio Srl - Gropello Cairoli (PV) Ballarin Snc - Semiana (PV) Porfido F.lli Pedretti - Esine (BS) Radice Spazio Arredo - Figino Serenza (CO) Sololegno di Monsini Roberto - Mede (PV)

CINERIS - aldilĂ  della forma

51


aldilà della forma ‘il design e l’oro per l’urna funeraria’

aldilà della forma

Il simbolismo universale del triangolo, si ritrova in tutte le tradizioni, è la manifestazione del ritorno all’unità primordiale. Secondo la peculiare interpretazione alchemica, nell’ordine delle figure chiuse, il triangolo si colloca tra il cerchio ed il quadrato, da cui si può dedurre che rappresenti un’entità intermedia tra la sostanza quasi astratta, ovvero spirituale, e la materia che ricade invece sotto i nostri sensi.

aldilà della forma CINERIS aldilà della forma un progetto a cura di

Organizzazione

Centro Servizi Orafo C.so Cavour, 43-45 Mede Lomellina (PV) tel: 0384.805664 fax: 0384.803266 mail: csomede@iol.it

Curatore Antonia Mealli Art direction Gluegluedesign.com Patrocini CCIAA Pavia www.pv.camcom.it Comune di Mede www.comune.mede.pv.it Comune di Pavia www.comune.pv.it Socrem Società pavese per la cremazione www.socrempv.it Fotografia Davide Farabegoli (foto orafi) Patrick Toomey-Neri (foto urne) Stampa T.G.M. Cologno M.se

www.cineris.it



cineris aldilà della forma