Page 1


4 GLOSSMAGAZINE.IT


GLOSSMAGAZINE.IT

5


6 GLOSSMAGAZINE.IT


GLOSSMAGAZINE.IT

7


IN QUESTO NUMERO Dic-Gen 2012/ 13 PERSONAL SHOPPER 10. Zoom ci piace 54. Shopping a Milano 60. Shopping on-line 64. Shopping a Caserta 68. Shopping a Roma

BELLEZZA 44. Lezione di MakeUp 46. Pulire i pennelli 48. Mani in alto

SPECIALE NATALE 16. Un MakeUp/5 outfit 27. Svestiti di rosso 28. Glitter MakeUp 32. Home decor 34. Idee regalo 38. Regali OUT 39. Le Sfiziose “accessori” 108. Food cake

MODA

personal shopper

54

50. Il dandy chic 74. Ad ogni occasione la sua mise 76. I nuovi neri dell’ inverno

BENESSERE 80. Fitness 85. La biodanza


BENESSERE 102. Psico donne - le vostre lettere -

LIFE 12. Uomini al metal detector 90. Giù la maschera! 94. Addio razionalità 95. Chiedilo alla Violi

SPECIAL 14. Nell’armadio di Linda Batista 51. Wish List 98. Intervista a L. Luongo 100. Moda - Vestiti di parole 101. Serie tv: che spasso!

LIBRI 96. Passaparola 97. Cosa leggono i nostri ragazzi

VIAGGI 104. Guida alle località sciistiche

STORIE DI DONNE 88. Violenza sulle donne

GLOSS PHOTOGRAPHY 112. Soft Emotion - intervista 118. Sinfonia in rosa 122. Paola Aru - intervista 130. Lady in me

MODEL TATIANA FILOGRANO MAKE UP & PHOTO WILSON GOMES Bimestrale di moda, arte, bellezza e tendenze Dicembre - Gennaio 2012/2013 Anno II - Numero 7 Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Roma N. 328/2011 del 27/10/2011 http://www.glossmagazine.it Direttore Editoriale Santina Barba Direttore Responsabile Alfonso Palumbo Fotografo Cover Roberto Roto Redazione Santina Barba, Roberto Roto, Viviana Marciani, Paola Amati, Alessandra Di Leva, Giuliano Gaglione, Paola Rapari, Elisa Contessotto, Viviana Veglia, Alfonso Palumbo, Stefano Piccirillo, Carmen Spiniello, Antonio Elia Migliozzi, Alessandro Cozzolino, Valeria Salesini, Aldo Barba, Stefania Pisani. Graphic & Stampa Gloss Magazine C.S.C. Grafica s.r.l Via A. Meucci, 28 Guidonia (RM) Pubblicità Resp. Commerciale Marco Casciotti commerciale@glossmagazine.it Tel. 392 / 5408220 La riproduzione totale o parziale dei contenuti è espressamente vietata. La redazione declina ogni responsabilità in merito ai contenuti pubblicitari. I marchi citati sono di proprietà delle rispettive Case. Ogni collaborazione si intende a titolo gratuito salvo patto contrario. Le immagini pubblicate restano di proprietà dei rispettivi autori, si resta a disposizione degli aventi diritto che non si siano potuti reperire.


trends, news e must

di Santina Barba

must//

zoom ci piace Quando sul mercato uscì la prima Naked della Urban Decay, fu un boom di consensi. Gli animi si acceserono ancor di più con la celeberrima Naked 2 che non mancò di sollevare anche dei dissensi, dovuti alla somiglianza con la prima di alcuni ombretti (forse troppi). Ma se nelle due sorelline spiccavano per maggioranza le texture shimmer, la trilogia si completa con lÊultima arrivata “Basics” composta solo da tonalità opache e tenue, escludendo il nero ottimo per lo smokey eyes. Una palette versatile e formato bag utile per un make-up da giorno naturale e sofisticato, o intenso per una serata tra amici. La troviamo da Sephora ( €30 circa ).

news//

può sembrare una Se durante lÊanno re décolleté rosse, sa vera sfida indos lo stesso a fine non potrà esser buon momento anno. E allora qualeDécolleté con inLA per farlo? LE SIL nta rinforzata ( € serti in metallo e pu ribe.com 385 ) www.shoesc

Si chiama Fresh Farmacy ed è il sapone allÊargilla indicato per la pelle grassa e sensibile. Io ne ho fatto un uso spropositato fin dallÊetà di 20 anni, quando la mia pelle era molto grassa e avevo quelle bollicine rosse sottocutanee che se pur impercettibili dopo aver steso il fondotinta, erano per me irritanti e fastidiose. Mi recavo da Lush, prendevo la mia fetta da 100g e, nonostante lÊodioso odore dellÊargilla, effettuavo due lavaggi al giorno di almeno un paio di minuti. Miracoloso! Ho atteso davvero poco per vedere i primi risultati e lo consiglio caldamente anche a chi ha problemi di acne. Il costo è di € 7,50 per 100g di sapone. Importante è acquistarlo solo se si ha la pelle grassa o impura data lÊazione seccante del prodotto. Io ho smesso di usarlo quando ho notato le prime screpolature indice di cambio pelle. Magari alternatelo con un detergente viso delicato e ricordate di idratare bene la pelle con una crema dopo lÊutilizzo. www.lush.it

must// red lips - rimmel by kate moss

news//

NEWS

in

news//

La novità in casa Neve Cosmetics che merita un pollice in su. Formula vegetariana e naturale, no siliconi, no parabeni, nè collagene e petrolati... inodore. Il suo scovolino a 5 sfere facilita lÊapplicazione con risultati visibili già alla prima passata. Per un effetto voluminoso e corposo, soprattutto per chi ha ciglia poco folte come le mie, consiglio almeno 3 applicazioni, avendo cura di non far asciugare il prodotto ad ogni passaggio... evitate i grumi antiestetici ( € 9,88 ) www.nevecosmetics.it

Collezione Plissè di Borsari gioielli (www.borsarigioielli.com), realizzati in argento 925, con sottili fili di argento a effetto seta. Modello color oro con pietre bianche ( 280 ), marrone a fascia stretta con pietre bianche ( 200 ), modello nella doppia tonalità argento/ rame con intreccio ( €170 ). A Roma sono disponibili presso il concessionario Daga Manufatti Preziosi in Viale Somalia, 115.


il network delle donne by GLOSS MAGAZINE fashion4passion

impressyourguests

shopping

lookandbeauty

Gloss ha lanciato l’iniziativa “1000 e una copia”: un omaggio alla bellezza per le 1000 fortunate che per prime hanno ritirato una copia del numero. E tu, sei tra queste? No? Allora, diventa nostra fan su facebook, questa e tante altre iniziative ti aspettano a Gennaio. FACEBOOK.COM/GLOSSMAG

Auguri da tutti noi! perche’ gloss vuol dire donna


200 UOMINI AL METAL DETECTOR cosa ci nascondete

*

UOMINI CI HANNO DETTO LA LORO IN FATTO DI OMISSIONI E BUGIE E NOI NE ABBIAMO PARLATO CON L’ESPERTO

IDENTIKIT DEL CAMPIONE

Anni 18/40 Status 35% SINGLE 27% FIDANZATI 38% SPOSATI

i mittutto d a sopra 2009 con lo p u c c o i el SPERtoTloItti, scrittopreiù. Sgrandi è cheEXn (Rizzoli) Lilaruora GLItE r to i i o r d it r B te a c Mat eo a uno dei mis Gemma ha s è stato la pennzo di Tutti stero, mnimo di Alessiaimo e nel 2010 zoli), il roman ica. pseudo del film omon ate pazze (Riz gia clin manzo re in Innamor psicolo in ta a Laure per Del Fioer amore. anelli, p pazzi p a Francesca Za personal sho Dott.ss mati, la nostr Paola A

da condotto sondaggioa Contessotto Elis

12 GLOSSMAGAZINE.IT

ABBIGLIAMENTO Sfatiamo un mito: ballerine sì o ballerine no? 69% no 31% sì Gonna o pantaloni? 42% gonna 28% pantaloni 30% entrambi Capelli sciolti o capelli raccolti? 64% capelli raccolti 25% capelli sciolti 21% entrambi Intimo: cosa non deve indossare una donna a letto? I collant Le mutande “della nonna” Il pigiama i calzini


RISPONDE PAOLA AMATI Con quali capi può essere abbinata una ballerina per non rinunciare a un look sensuale? Regola n. 1 delle ballerine: mai con le calze e tantomeno con i fantasmini! Ucciderebbero definitivamente ogni desiderio maschile. Per chi proprio non vuole rinunciare alle ballerine può abbinarle a un paio di jeans skinny, alla minigonna o agli shorts. Evitatele invece se indossate pantaloni pinocchietti perché abbasserebbero ulteriormente la figura. Che tipo di intimo consigli alle nostre lettrici? Per le più tradizionali consiglio un completino composto da reggiseno e culotte. Per chi invece vuole osare ci sono le brasiliane in pizzo nei colori fluo, per essere femminili e sexy al tempo stesso, da portare insieme a un reggiseno a balconcino.

AMORE E SESSO Da 1 a 10 quanto sei sincero con il partner? Il 67% ha risposto da 8 in su. Il 33% ha risposto meno di 8. Il 17% ha risposto 10. Hai mai tradito il partner? Il 41% ha tradito almeno una volta. Il 59% non ha mai tradito. Il 6% tradisce frequentemente Se sì, hai confessato il tradimento? Il 29% ha ammesso il tradimento. Il 71% no. Hai mai mentito sul numero delle tue ex? 35% sì, in difetto, con la mia compagna per non farla preoccupare. 46% sì, in eccesso, con gli amici. 19% no, non ho mai avuto il bisogno di mentire.

ASPETTO E CARATTERE Hai mai fatto un complimento non veritiero alla tua partner? 82% sì 18% no Se sì, perché? E' suscettibile Ha poca autostima Per evitare discussioni E' molto permalosa Che atteggiamento non sopporti nelle donne? Egocentrismo L'incoerenza La convinzione che l'uomo debba sempre essere un cavaliere

RISPONDE MATTEO BORTOLOTTI Se ormai il danno è fatto: quali sono i pro e i contro nel confessarlo o meno alla propria partner? Ci sono dei pro nel confessare un tradimento? No, dai. Io, quando sono stato tradito, non ho mai accettato lo psicodramma del ‘mi dispiace, mi sono lasciata andare’, anche perché di solito poi si entra nella fase perdonamirovinami, ovvero quella in cui ci si dice ‘va bene, amore… ti tengo. Sposiamoci e facciamo un bambino’. Ecco, questa fase equivale alla Shoah ormonale della coppia. Perché l'ombra delle “EX” è spesso fonte di preoccupazione per una donna? E' lo stesso anche per un uomo? Io credo che raramente si possano incontrare persone con le quali, dopo la fine di un rapporto, si rimane amici. Magari fossimo così maturi! Quando un ex ritorna, può avere solo due obiettivi. Riprendersi la persona con cui stava, oppure rovinarle la vita perché ne conosce segreti e difetti. Non credo che maschi e femmine abbiano atteggiamenti diversi nei confronti degli ex dell’uno e dell’altra. Un ex è sempre un rischio.

RISPONDE LA DOTT.SSA FRANCESCA ZANELLI Cosa rende una donna vulnerabile e poco propensa a vivere positivamente le critiche che riceve? Ogni donna ha il desiderio di piacere e di attrarre, sia attraverso il trucco che l'abbigliamento arrivando a variare i propri gusti in funzione di quelli dell'uomo. Da molte ricerche emerge come l'autostima di una donna sia spesso influenzata dall'opinione del partner anche in relazione al riconoscimento, nella vita privata come nella vita sociale e lavorativa, del proprio valore personale. A questo si aggiunge una causa di tipo ormonale: gli sbalzi a cui le donne sono sottoposte nel corso del ciclo mestruale non aiutano a mantenere un'immagine stabile di sé. Cosa può aiutare una donna a migliorare la propria considerazione di sé? E' importante che ogni donna ritagli durante la giornata del tempo per sé stessa. A volte basta davvero poco! Un acquisto, così come un make up accurato o una pettinatura più sofisticata sono dei piccoli gesti che possono stravolgere l'umore. Infine non va dimenticato: per piacere bisogna piacersi.


NELL’ ARMADIO

DI

LINDA BATISTA Intervista a cura di Stefano Piccirillo Foto di Corrado Ferrante www.corradoferrante.com

UNA BELLEZZA PROROMPENTE, UNA DONNA DECISA. LINDA BATISTA ATTRICE DI FICTION COME INCANTESIMO ED ELISA DI RIVOMBROSA E DI FILM COME ORCHIDEA SELVAGGIA FINO AL PIÙ RECENTE E IO NON PAGO, CI APRE IL SUO ARMADIO. ALTRETTANTO PROROMPENTE E... STRACOLMO.

Ho un armadio enorme praticamnete due stanze, due enormi armadi a muro. Non mi piacciono molto i colori fantasiosi, secondo me tolgono un po' di stile. Puoi notarlo anche qui in casa ho tutti colori tentui, tono su tono ma niente di troppo esagerato. Solo in cucina ho un giallo forte che mi da un senso di libertà e di luce.


Quando esci da casa ? Un tailleur, uso spesso il nero come colore. Mi mette a mio agio e mi fa sentire più donna manager. Così vestita mi sento pronta per un pranzo o una colazione di lavoro. Non amo fare differenze tra gonne e pantaloni purchè sia in linea con il mio vestito, con una giacca uguale . Al massimo una maglietta di seta colorata per dare un po' di luce. Scarpe? " Se devo fare shopping, scarpe basse perché mi piace camminare, entrare e uscire dai negozi in modo agevole". Quante paia di scarpe ci sono nel tuo armadio? "Mille ( ride ), ma davvero mille. Ho due armadi solo per le scarpe e non mi bastano. Rigorosamente con tacco 12 o 15, ma ho anche una dozzina di scarpe da ginnastica". Quanti accessori? "Non ho tante cinture, ma parecchie borse. Poi con mia figlia giochiamo a rubarcele l' una all' altra. Sono comunque una cinquantina. La caratteristica principale è che devono essere sempre grandi, ne ho una trentina di piccoline per le serate tieni presente che mi serve lo spazio per la mia agenda, per le sigarette, per i telefoni, ogni tanto metto il trucco in bors, le borsettine da bijoux per me non sono adatte " Quale il capo d' abbigliamento che ami di più ? E' dura ho tanti stili. Per esempio: per andare a dormire amo le camicie lunghe di seta di colore rosso o arancione , rosa shocking, mi fanno impazzire. Anche a letto vado a dormire elegante con le ciabattine uguali.

quante gonne che arrivano alle ginocchia". Ami vestire corto o lungo? "Non amo i vestitini troppo corti, sono alta un metro e settantacinque senza tacchi e ho delle gambe molto lunghe. Pensa che da piccola non mettevo neanche i pantaloncini perchè mi vergognavo. Avevo delle gambe cosi' secche che pensavo di cadere ed i piedi piccoli". Biancheria intima? "Adoro quella trasparente, qualla che sembra non avere l' elastico. Qui ci sono otto cassetti solo di biancheria intima". Nell' armadio personale custodisci un vestito di scena che hai amato molto? "Per un film che ho girato a Cuba, " Alma di Cuba " ho conservato un vesitto rosso fuoco molto scollato che fa molto dolce vita italiana, ogni tanto lo indosso per andare da qualche parte". È il tuo vestito per eccellenza? "Mi piace è molto sexy". Che voto dai la tuo armadio da uno a dieci? "Otto"

Dove sono le tue t-shirt o usi perlopiù camicie? "T-shirt ne ho poche, camicie si, stile body maschile con il doppio bottone. Di tutti i colori".

Con cosa dormi addosso ? Camicia lunga da notte, adoro il pizzo e la seta.

Mi hai detto che usi spesso le giacche, di che tipo? "Qui ho una trentina di giacche nere, lunghe dietro perché madrenatura mi ha donato di qualcosa di appariscente e che per mio stile tendo a coprire. Giacche di pelle nella maggior parte dei casi".

Per iniziare la giornata, il look della mattina ? Metto sempre il beige o il nero, qualche volta giro per casa con un jeans , dipende dagli impegni.

Il settore dell' armadio dedicato alle donne cosa propone a casa Batista? "Ho solo una minigonna nera con le piallettes, mentre ho circa cin-

GLOSSMAGAZINE.IT

15


Eclettica femminilitĂ Foto Roberto Roto Modella Anna Kote Make Up Valentina Varocchi

CHRISTMAS TIPS


1

1 MAKE UP 5 OUTFIT Dopo aver lavato e deterso il viso, applico un’ idratante come base trucco a seconda del tipo di pelle. La dove non ci fossero particolari problemi, va benissimo anche un PRIMER per una maggiore tenuta del maquillage; quindi una base lissante smoothing primer.

2

3

1 Stendere un correttore per il contorno occhi. In questo make up ho utilizzato “COVER BLAND BEIGE di EXUVIANCE”. 2 Applicare il fondotinta con una spugnetta in lattice inumidita per ottenere un effetto più coprente. “fondotinta fluido MESEUDA HD FOUNDATION NATURAL”. 3 Fissare il tutto con una cipria trasparente “STEFANO ANSELMO”. 4 Illuminare lo sguardo con un’illuminante sia su tutta la palpebra, che sotto l’occhio. “TOUCHE ECLAT" 5 Sulla palpebra mobile, stendere un ombretto natural. “ DUO ROSE di SHISEIDO”. 6 Passare una matita blu infracigliare. “CHRISTIAN DIOR”. 7 Proprio sulla piega tra la palpebra fissa e quella mobile, applicare con un pennello piatto, l’ombretto blu. “CLARINS BLU MIDNIGHT N°22”. 8 Sfumare tutto verso l’alto e nell’incavo dell’occhio. Uniformare sempre con l’ombretto, il tratto della matita. Applicare il prodotto anche nella rima infracigliare inferiore. 9 Illuminare il centro della palpebra mobile con un rosa antico. “DUO ROSE di SHISEIDO”. 10 Creare un gioco di luce con un ombretto cotto bianco/argento, nell’angolo interno ed esterno dell’occhio. “ASTRA MAKEUP”. 11 Infoltire e disegnare con una matita specifica, il tratto delle sopracciglia. “KIKO BLOND NATURAL”. 12 Ho creato un effetto ciglia finte con un mascara dall’effetto immediato. “PAOLA P”. 13 Applicare un ombretto bianco ottico sotto l’arcata sopraccigliare. “GIL CAGNé”. 14 Contorniamo le labbra con una matita color burro. “ LE CRAYANNE FRANCE”. 15 Stendere un gloss dall’effetto bagnato. “ ASTRA MAKEUP N°3”. 16 Terminiamo valorizzando lo zigomo con un blush. “KIKO N°105”. SPECIALE NATALE

17


É Äx vâÜäx wxÄ vÉÜÑÉ? ÑxÜ ÇÉÇ Ü|@ `ÉÜu|w| àxááâà| tvvÉzÄ|xÇà| x àtzÄ| v{x áÉààÉÄ|ÇÑ|éxtÇ É w| zÜ|Çàt |Ç Ñ|∞? âÇÉ áÑ|Ü|àÉ ÇâÇv|tÜx Åt| t áxÇà|Üá| wÉÇÇt Åt vÉÇ âÇ Ç| é|v wÜxáá vÉwxA eÉv~ v{x àtÄäÉÄàt áàÜtäÉÄzx | vÄtáá|v| vÉÇàÉÜ àx xwxÄÜÉÅtÇà|vt? t ÖâxÄÄÉ wÉÄvx x áxÇáâtÄx WtÄ ÄÉÉ~ Ñ|∞ áÉuÜ|É? ÑxÜ âÇt wÉÇÇt xÄxztÇ é|tÄx ytààÉ w| àâÄÄx? Ñt|ÄÄxààxá x ÄâáàÜ|Ç|A ÑxÜ Ät yxÅÅx ytàtÄx? tÄ zÜ|ÇàÉáÉ ÄÉÉ~ twÉÄxávxÇÉw|xÜÇt? xvvÉ v{x ÄËxátzxÜté|ÉÇx àÜÉät fàtÇv{| wxÄÄx utÇtÄ|àõ ÑÜÉÑÉáàx wtÄÄt áÉv|xàõ Ät ÑÜÉÑÜ|t ÑxÜáÉÇtÄ|àõA ä|àt ÇxÄÄx Å|áx xvÄxàà|v{x w| v{| tÅt tyyxÜÅtÜx


&A 00 C o 25, &A r u E ule 19,00 C de po pied lana Euro 00 C&A o t i b A n A 2, 0 C& ello i uro 1 Capp in lana E Euro 39,0 0 Calze cia bianca uro 129,0 Pellic - 3Chic E Borsa

Foto Roberto Roto Modella Anna Kote Make Up Valentina Varocchi Styling Giada e Chiara – Fashionimage Abiti brand C&A Moda Italia Negozio Aesthetic Viale della Repubblica (Prato) Location Artemura Residence www.artemuraresidence.com


Canotta paillettes argento Nenette Euro 99,00 Camicetta nera con stelle – Merci Euro 129,00 Gonna tulle nera – Merci Euro 149,00 Parigine Nere Euro 8,00 C&A


a euro 29,00 C&A Camicia turchese in set Euro 19,00 C&A le pel o ert ins Minigonna ro 25,00 C&A Eu le pel Guanti bicolore Calze nere Calzedonia Euro 189,00 Pelliccia Eco - Lipsy ro 19,00 C&A Eu le pel re Borsa bicolo 00 C&A 49, ro Eu Tronchetto nero

SPECIALE NATALE

23


Abito in seta blu – Nenette Euro 129,00 Maxi pull argento – Bea Yukmui Euro 259,00

24 SPECIALE NATALE


Cappotto nero paillettes – Nenette Euro 299,00 Collana oro – So Allure Euro 79,00 Camicia in raso bianca – Paolo Pecora Euro 119,00 Leggings antracite Calzedonia Tronchetto nero Euro 49,00 C&A Borsa paillettes nera Euro 19,00 C&A


SED

store for emerging designer

Concept Store dedicato solo a designer emergenti italiani. SED è il primo Store a Roma dedicato esclusivamente a designer emergenti. Store for Emerging Designer nasce dall’unione di tre fashion designer spinte dal desiderio di creare uno spazio per tutti coloro che hanno deciso di fare della creatività e del talento il proprio lavoro. Lo scopo è quello di creare un punto d’incontro e riferimento per artisti talentuosi e emergenti che potranno esprimere la loro creatività attraverso i propri prodotti ricercati, unici ed esclusivi.

ABBIGLIAMENTO GIOIELLI

BORSE ACCESSORI

eventi shooting fotografici corsi mostre aperitivi con dj set riviste di moda servizio su misura

tel. 06 48913123 www.sedstore.it

Via del Cardello, 32 ROMA FACEBOOK.COM/SEDSTOREFOREMERGINGDESIGNER


A CAPODANNO SVESTITI

di rosso

*TIPS snelle Tradizione vuole che a Capodanno si indossi un intimo rosso o quantomeno succinto e particolare. Naturalmente tutti noi abbiamo già deciso i programmi per festeggiare la notte più pregna di speranze dell'anno, una delle più magiche e attese, e molti di voi la passeranno con la propria dolce metà, allora perché non rendere ancora più interessante una serata tanto importante con un intimo alla moda e sexy? Facile a dirsi e a farsi per tutte le ragazze magre, basta guardare una rivista di moda per scorgere completini stuzzicanti di tutti i colori; quest'anno le passerelle propongono mise sofisticate ma al contempo spensierate grazie ai dettagli di fiocchi e pizzi colorati. Non dovete per forza indossare lingerie rossa, potete anche giocare con i dettagli, saranno ancora più seducenti le accoppiate di colori, se studiate tatticamente, come rosso e nero, o cipria e rosso. In realtà non è da escludere l'idea di utilizzare altri colori come il rosa , il viola o il verde scuro e poi valorizzare il tutto con nastrini e pizzi. Prendete ad esempio un nastro rosso abbastanza lungo e largo un centimetro, potete farci un fiocco e appuntarlo, magari con uno strass, al centro delle coppe del reggiseno per focalizzare l'attenzione sul decolleté, le code del fiocco possono essere anche molto lunghe a scivolare sull'addome, il risultato sarà provocante e originale. La stessa cosa potete farla appuntando il fiocco sul bordo alto dello slip o del perizoma, al centro dietro la schiena o di lato lasciando sempre molto lunghe le code e le gambe nude.

GIOCATE CON I NASTRI

*TIPS curvy Anche le ragazze più formose, almeno questo giorno dell'anno possono godere delle loro forme e divertirsi a valorizzarle con baby-doll, reggiseni a balconcino e push-up all'ultima moda. Se vi sentite ancora poco a vostro agio per via della pancetta allora via a bustini e strozzavita che rendono ogni fisico perfetto e se formoso ancor più affascinante. Certo ci sono sempre delle linee guida da seguire per ogni genere di fisico: per le ragazze curvy, dalla taglia 46 alla 48 sarebbe meglio utilizzare guêpière anziché reggiseni, così da avere il seno in mostra ma senza svelare l'addome e con la possibilità di non utilizzare le spalline sfoggiando così le spalle nude; sotto alla guêpière si possono indossare calze autoreggenti così da essere sia contenitive che provocatorie. Il problema per le ragazze più in carne non è trovare qualcosa di provocante, ma qualcosa di confortevole che non le faccia sentire strozzate, spesso è difficile trovare i rivenditori adatti, avete allora due opzioni: potete cercare su internet i siti di e-commerce e comprare online, oppure potete valorizzare i vostri usuali completi intimi e adattarli all'evento di capodanno. Prendete ad esempio un foulard rosso trasparente largo 50cm e lungo almeno un metro, ora fissatelo tutto intorno all'interno della fascia del reggiseno che utilizzate di solito, se avanza della stoffa lasciatela scivolare spiegazzata al fianco o davanti alla pancia, quando andrete a indossarlo il risultato sarà un baby-doll con la doppia funzione di nascondere le imperfezioni e rendere festoso il vostro completino.

di Alessandra Di Leva SPECIALE NATALE

27


Photo: Spiro Sanaricaa na Vegli Make Up Artist: Vivia llisanti De a ur Hair Stylist: La ortelli Sp a tin len Va el: Mod


7

1

8

2

*

PRODOTTI CONSIGLIATI:

3 4 5 6

1. Lipstick di Mac Cosmetics - tonalità Russian Red 2. Pure Pleasure Creamy Blush di Kiko Cosmetcis – tonalità 01 Bejeweled Sand

e base viso (fondotinta, correttore 1) La nostra modella ha già una con l’applicazione di una matita ito sub la cipria) per cui procediamo un tratto leggero “sporchiamo” nera morbida sull’occhio. Con ndo ben attaccati alle ciglia (non rima palpebrale superiore rimane isa) è necessario creare una linea precmatita verso il centro della palpe2) Sfumiamo con un pennello lao. bra mobile dal basso verso l’alt nato grigio scuro su tutta la palpe3) Applichiamo un ombretto sati bra sfumandolo bene sui bordi cata, la rima palpebrale inferiore 4) Contorniamo, in maniera mar ente sfumiamola con l’apposito con la matita nera e successivam pennello. azione di glitter, andiamo ad ap5) Utilizzando un gel per l’applic ebra mobile lasciando scoperta palp a sull i plicare dei glitter argentat grigio scuro to bret la sfumatura superiore dell'om e e successivamente passiamo un fint ia cigl e dell o iam 6) Applich velo di mascara. rosato sugli zigomi 7) Andiamo a stendere un fard ra con una matita per labbra rossa, labb le ato torn con r ave o 8) Dop o scuro. stendiamo un rossetto opaco ross

SPECIALE NATALE

29


AGGIUNGI UN

PIATTO A TAVOLA

A Natale

Natale è alle porte e sono pronta a darvi alcuni utili spunti per decorare la vostra tavola. Per farlo mi sono ispirata alle persone che più di tutti sanno vivere con gioia queste feste... i bimbi; interpretando i loro pensieri e rivisitandoli per tutte noi. Rendiamo la nostra tavola un ricordo speciale, per loro, per noi.

LA CENA DELLA VIGILIA

LIFESTYLE

OR HOME DECfan ia Pisani di Ste

R

icordo che più del 25, il mio Natale era la notte della Vigilia: l’attesa del mattino, la Mezzanotte, che non arrivava mai e sembrava un tempo lontanissimo, per cantare al bambinello in plastica (è sempre lui, solo un po’ più invecchiato), la tavola piena di cose buone preparate dalla nonna. E poi c’era lei, la solita tovaglia rossa di tutti gli anni, stirata a regola d’arte per l’occasione, illuminata dalle lunghe candele lucide e rosse. Come colore predominante ho scelto il rosso, classico sì, ma rivisitato in chiave allegra: cuoricini, pois, righe si alternano per divertire i più piccini (e non solo), anche grazie alla presenza dei morbidissimi segnaposto che, come folletti magici, ci aiuteranno per la disposizione dei nostri invitati. Questa serata è tutta dedicata ai più piccoli, quindi è concesso esagerare: piccoli pacchetti, candeline sparse qua e là, pupazzetti anche per i porta tovaglioli. E per stupire, al posto del solito panettone, portiamo a tavola una bella torta decorata con un Cake Topper tutto in pasta di zucchero e vestiamo a festa lo spumante.

Bamboline 7€ cad, Casetta in metallo porta candelina 9,50€, Porta candela cuore 3,50€ cad, Mollettine in legno 0,25€ cad,tutto di Clayre & Eef presso www.kikkerie.com Posate, piatti e candeline IKEA.

32 SPECIALE NATALE

*

LA RICETTA LA TROVI NELLA RUBRICA FOOD


IL PRANZO DI NATALE Per dare risalto ad una semplice tovaglia bianca (questa è in lino grezzo abbastanza spesso, ma va benissimo anche quella semplice in cotone che ci viene in aiuto all’occorrenza), runner country e romantici spezzano la monotonia del monocolore e fanno spiccare importanti piatti perlati, quasi come fiori luminosi, coordinati con le preziose posate.

*

L’ IDEA FURBA

Piatti e tovaglia Wald Domus Vivendi, Posate Domus Design D&D, Bicchieri e Bottiglia Livellara, Runner Blanc Mariclò. Rivenditore autorizzato www.lamaisononline.it de La Maison Taranto. Prezzi su richiesta.

Sono bellissimi ed eleganti anche i classici servizi che un po’ tutte le nonne hanno, quelli con i piatti in porcellana bianca con un sottile filo in oro. E’ però il centrotavola che attirerà tutta l’attenzione! Ancora una volta scegliamo morbidi personaggi di stoffa (in fondo a Natale torniamo tutti un po’ bambini) per un dolcissimo presepe.

SPECIALE NATALE HANDMADE

2 creazioni fatte da te OMINI DI PASTAFROLLA

PASTICCINI DA ALBERO

INGREDIENTI 200 g farina 00 - 100 g burro - 80 g di zucchero a velo - 2 tuorli - un pizzico di sale - vaniglia PREPARAZIONE Disponete sul tavolo la farina setacciata. Togliete il burro dal frigo tagliatelo a pezzetti e sfregatelo tra le dita con la farina. Fate quindi una fontana dove metterete il resto degli ingredienti. Con una forchetta battete gli ingredienti all'interno fino ad averli ben amalgamati e dopo copriteli con la farina che avrete tutt'attorno.Impastate fino a rendere tutto compatto, poi mettete il composto in frigorifero per almeno 30 minuti, quindi stendetela con il mattarello su un foglio di carta forno. Ritagliate le formine e infornate a 180°C per 15 minuti circa.

Ci occorrono: • Palline colorate • Bottoni piccoli • Pirottini • Colla a caldo • Forbici Cospargiamo di colla le pareti del pirottino, incolliamo le palline a questo, con il silicone, simuliamo ciuffi di panna tutto intorno e poi decoriamo con qualche bottoncino.

L’IDEA ORIGINALE

PORTAPANE MORBIDOSO

Sempre morbido ed origina a forma di tazza che sdram lissimo il portapane serio per riprendere lo stil matizza il servizio Porta pane Blanc Mariclòe giocoso della festa. Rivenditore autorizzato ww line.it de La Maison Tarantw.lamaisonono. Prezzi su richiesta.


A CIASCUNO ILregal SUOo IDEE REGALO di Carmen Spiniello

1

Il traffico, i negozi stracolmi, i centri commerciali presi d’assalto, gli impegni quotidiani. Puntualmente succede che il periodo precedente alle maggiori festività, diventa ogni anno che passa, una vera baraonda infernale rischiando di renderci frenetici e stressati. Inoltre lo svantaggio di scegliere il regalo meno adatto ad un prezzo decisamente troppo elevato, è sempre dietro l’angolo. La soluzione? Ecco pronti i suggerimenti per alcune idee regalo in profumeria, tenendo conto della qualità, dell’originalità e strizzando l’occhio al portafogli! Le donne hanno sempre aspettative molto alte in fatto di regali, ed è proprio a loro che rivolgiamo i nostri primi spunti partendo da idee per ogni fascia d’età. Per i più piccoli della famiglia, abbiamo individuato dei prodotti speciali, naturali e artigianali,per la detersione e l’idratazione del corpo e… dulcis in fundo, come dimenticare un consiglio per coccolare i nostri vanitosi uomini.

SPECIAL

Non poteva mancare l’idea regalo per la cura delle mani: un delizioso set di due smalti con lima glitterata e fashion, nelle nuance dal rosso al prugna, e dal coloro oro al blu. Immancabile lo spray glitterato, oro o argento, da vaporizzare sul corpo e sui capelli per illuminare le serate di festa (€ 4,90).

34 SPECIALE NATALE

...e per tutti coloro che amano il fascino della romantica Provenza e le linee raffinate e naturali, consigliamo i cofanetti regalo di La Bastidane, una linea di prodotti presente esclusivamente nelle profumerie Marionnaud (a Roma, in Italia e in tutta Europa). Ingrediente principale l’olio di oliva DOP, simbolo di longevità e di vitalità, puro o come base per balsami e creme di bellezza, nutre e protegge la pelle dallo stress. Il prezioso frutto dell’ulivo viene poi abbinato ad una selezionata scelta di ingredienti aromatici, la cui produzione è riservata alla regione francese e la cui profumazione viene mantenuta integra durante la lavorazione. Singolare l’abbinamento della linea della fragranza Fico e cedro, inebriante quella ai Fiori d’arancio, classica ed eterna la Lavanda dal colore e dagli effetti rilassanti, e infine l’efficacia naturale della linea alle Erbe segrete.

cosa contengono

DAGLI “ANTA” IN SU

1. Scatola retrò in metallo contenente la mousse da bagno alla lavanda flacone 250ml, il flacone in vetro da 100ml del profumo d’ambiente, sei bastoncini diffusori, un panetto di sapone da 100g. Prezzo € 29.90. 2. Edizione limitata Coffret di 4 gel doccia da 100ml - profumazione: figue-cédrat, herbes secrètes, fleur d’oranger, lavande. Prezzo € 18.90

2


DAI “25 AI 50” ANNI Per le donne sempre attente alle tendenze del momento, che nonostante gli svariati impegni giornalieri non distolgono mai l’attenzione dal mondo della bellezza, suggeriamo i beauty case e Vanity Case della deliziosa e colorata linea bagno Retrò Glamour collection, ispirata alla nuove tendenze glamour lanciate nelle ultime sfilate. Pratica e smart la Travel Collection retrò, per le partenze di lavoro o per il week-end, con formati da 60ml per il necessaire del corpo. Accattivanti i flaconi fashion da tenere in bagno, dal rosaglamour al frizzante color albicocca, dal nero, colore sexy per eccellenza, al verde pastello. Davvero imperdibile la confezione della Lip gloss Collection, all’interno della quale 3 profumati balsamo labbra, ravvivano le lunghe giornate invernali. La Gift collection, ideale per la donna che vuole mantenere la propria femminilità in ogni momento della giornata, contiene il gel doccia, lo scrub, la lozione corpo e un specchietto a cuore dal sapore vintage (Esclusiva delle profumerie Marionnaud).

DAI “16 AI 30” ANNI Dai 16 ai 30 anni, le donne iniziano a scoprire i segreti e le magie del make-up. Le Trousse make-up Marionnaud ci forniscono diverse soluzioni e svariati formati, adatti alle esigenze di ogni passione. Per le più esperte vi presentiamo la Medium palette: piena di scomparti a sorpresa, contenente ben 79 colori, tra 40 eyeshadows, 30 lipglosses,2 blush, 2 compact powder, 1 puff, 2 matite, 1 pennello labbra, 1 pennello per il blush e infine lo specchio (€ 19,00) Sulle orme dei grandi truccatori, possiamo scegliere la valigietta trucco Large make-up case, facile da trasportare, per un piacevole pomeriggio con le amiche all’insegna del colore e delle sfumature (€ 27,90). Per un look professionale : la Professional make-up book propone 32 eyeshadows,8 lipglosses,4 blush, lo specchio ; comoda la chiusura con l’elastico. (€ 19,90). La novità più « tecnologica » e imperdibile è la geniale palette di ombretti Fashion covery, con l’I-phone cover in regalo, a farle da custodia (€ 13,90).

FASHION COVERY

SIONAL PROFES P BOOK MAKEU

MEDIUM PALETTE

LARGE MAKEUP CASE SPECIALE NATALE

35


PER I NOSTRI BIMBI Passiamo ai cuccioli della famiglia, e a tutti coloro che hanno una pelle particolarmente sensibile. E’ arrivata, nelle profumerie Marionnaud, una linea di prodotti artigianali : Fattoria di Belcanto, realizzati in Toscana, a Vicchio del Mugello, dalla mano esperta di un farmacista che ha voluto dedicare una linea bagno completa alla delicatezza delle pelle dei bambini, accontentando così anche le esigenze degli amanti di prodotti naturali. Infatti il bagnoschiuma, il sapone per le mani, la crema per il corpo e gli altri prodotti, sfruttano le ricette orginali, prive di parabeni e coloranti, e conservano la genuinità dei prodotti naturali che vorremmo regalare ai piccoli : come recita lo slogan della Fattoria di Belcanto « Più salute, meno chimica ».Vi ricordo che la linea è adatta anche a tipi di pelle con particolare sensibilizzazione. Nell’assortimento natalizio sono presenti anche i cofanetti regalo.

PER I NOSTRI UOMINI Per l’uomo che vuole mantenere la pelle morbida e curare il momento della rasatura, non c’è miglior regalo che un Travel set, pratico e conveniente (solo € 12,90) all’interno del quale trovare il necessario per una rasatura delicata, per una idratazione della pelle profonda e per prevenire i primi segni di invecchiamento. La linea per il viso è quella di Marionnaud Men Skin care, disponibile anche in prodotti sfusi : l’estratto di salvia combinato con l’acqua dei ghiacciai dona un’azione idratante e opacizzante ; le texture è piacevole, non oleosa al tatto e lascia sulla pelle una sensazione di fresco, che dura a lungo ; tutti i prodotti della linea sono testati e non contengono parabeni, oli minerali e alchool.

news

EALTRIARTICOLI SULLO SHOPPING, LABELLEZZA E LACASATI ASPETTANO SUI BLOGS DEL NETWORK DI GLOSS SPECIALE NATALE

37


SONDAGGIO

di Carmen Spiniello

BASTA CON I SOLITI REGALI Partiamo dalle donne quelle che, come da tradizione, risultano essere le più esigenti in fatto di regali. Per le prossime festività guai a omaggiarle con le solite candele a tema natalizio dal sapore kitsch, con tovaglie dalle fantasie impensabili, o con gli impersonali gingilli da depositare su mobili e librerie: non potreste farle cosa più sgradita dando loro altro lavoro da fare con nuovi soprammobili da spolverare!!! Attenzione anche a regalare i prodotti per la cura della persona: le donne preferiscono scegliere a proprio gusto la fragranza del bagnoschiuma. E poi, diciamocela tutta, di un altro bagnoschiuma, tutto sommato, ne farebbero volentieri a meno, considerato che lì nell’armadietto c’è ancora, ben sigillato e illibato, quello dello scorso Natale. Non ci sarebbe, tuttavia, neanche una reale necessità dei classici prodotti casalinghi che riempiono la credenza di oggetti inutilizzati e spesso superflui. Improbabile il gradimento per la gettonata coppia sciarpa più guanti: puntualmente se ne riceve sempre una del colore che non si accosta con l’ultimo soprabito acquistato. Per non parlare dei libri: il genere preferito dal destinatario andrebbe quantomeno indagato, decifrato, per evitare che venga riposto a prendere polvere insieme agli altri volumi non letti.

LIST OUT

candele natalizie oggettistica casa prodotti per la cura della persona classici prodotti casalinghi coppia sciarpa/guanti libri

classico dopobarba classiche pantofole cravatte portafogli aperitivi in celebri ristoranti week end con il partner

LIST OUT

Gli uomini non sono, però, da meno e hanno imparato a confessare i propri timori rispetto ai regali di Natale. Tra i meno bramati c’è il classico dopobarba: da tempo, magari, usano una soluzione unica, post-rasatura più antirughe. Tempi duri anche per le cravatte, incredibilmente scelte tra modelli fuori moda o colori troppo tradizionali. E che dire delle classiche pantofole? Alzi la mano chi non le ha mai regalate, magari come ultima spiaggia nel mare dell’indecisione? Ebbene, sappiate che i cari maschietti non ne possono proprio più di riceverne! Per non parlare del portafogli: se non venisse loro regalato, non sceglierebbero mai di cambiarlo così spesso: è un oggetto personale al quale si abituano e si affezionano, soprattutto se il Natale precedente è stata mammà a regalarglielo! Decisamente indesiderate le cinture, specie se di pessima qualità e di centimetri insufficienti. Potrebbero essere graditi i dvd dell’ultimo film uscito al cinema, se non li avessero ormai preferiti ai più tecnologici blu-ray .Scendono di gradimento anche i tanto celebrati pacchetti regalo che vi spediscono a degustare apertivi in celebri ristoranti, o a fare un, fin troppo breve giro nella fuoriserie dei sogni, oppure a trascorrere un week end con la partner proprio quando c’è il derby della squadra del cuore!

UOMINI

DONNE

REGALI “NO” - CE L’AVETE DETTO VOI!


piccole, comode, artigianali

SFIZIOSE

LE BORSE DI MARILÙ

IDEE REGALO di Santina Barba

La collezione “Le Sfiziose”, nascono come il giusto regalo low cost tutto Hand Made per le prossime festività Natalizie. Le loro dimensioni sono contenute, sebbene capienti. I materiali di cui sono composte sono vari, per essere adeguate ad ogni outfit per il tempo libero, che sia la sera a cena o una passeggiata. I materiali sono Velluto, Lana cotta, lycra, tulle, tulle con lurex, fettucce abbinate alle lane particolari e alla pelliccia sintetica, lavorati in modo sempre diverso che danno un’impronta tutta Hand Made al nostro look. Le sfiziose hanno dimensioni di circa 20 cm di larghezza per circa 15 di altezza escludendo i manici. Il loro costo varia dai 20 ai 25€. www.facebook.com/leborsedimarilu leborsedimarilu@libero.it SPECIALE NATALE

39


40 GLOSSMAGAZINE.IT


GLOSSMAGAZINE.IT

41


42 GLOSSMAGAZINE.IT


GLOSSMAGAZINE.IT

43


iamo Quando lo indossiamo ci sent In questo belle, femminili e seducenti. iamo del pronumero mie care amiche parl e up: IL ROSmak del ile istib irres più o dott atra,nonostante leop di i temp dai Sin TO. SET vato dalle uova di il rossetto rosso venisse rica , è sempre stato abei scar di ere polv e ica form inilità. Oggigiorno femm e anza eleg di olo simb infinita gamma di a disposizione abbiamo un’ rosso fuoco, che al king shoc rosa dal ri, colo otto di make prod il più di r anco ono lo rend fare a meno. mai o emm potr non cuoi di up colorazione Ma come scegliere la giusta etto? di ross

A lezione di make up TO ET SS RO ? sta giu alità

di Viviana Veglia

La ton

3 fattori da tenere presente

1. ETÀ; 2. TIPOCROMO (COLORE PIÙ ADATTO A VALORIZZARE E ILLUMINARE IL NOSTRO VISO);

3. COME ABBIAMO TRUCCATO GLI OCCHI

CARNAGIONE MOLTO CHIARA: E’ preferaibile utilizzare colori tendenti al rosa e al prugn

ere CARNAGIONE NEUTRA: E’ preferibile scegli chiaro. colori neutri (salmone e pesca) o un rosso

CARNAGIONE SCURA: Perfette tutte le tonalità del rosso.

DA SINISTRA A DESTRA Mac cosmetics lipstick tonalità “Russian red”, “Ruby woo“ 18,50€ Lip Base Primer di Kiko cosmetics € 5,90

44 GLOSSMAGAZINE.IT

Aumentane la tenuta

Il rossetto è l’unico prodotto che deve essere necessariamente ritoccato durante la giornata in quanto è soggetto a diversi fattori che ne inibiscono la durata ma con qualche trucchetto in più però, possiamo sicuramente aumentarne la tenuta. E’ importantissimo avere delle labbra prive di screpolature per cui ricorda sempre di esfoliare le labbra almeno una volta alla settimana usando un apposito scrub che puoi ricavare benissimo anche in casa mischiando un cucchiaio di miele e uno di zucchero. Massaggia il composto sulle labbra screpolate in maniera delicata in modo tale da rimuovere le pellicine in eccesso. Successivamente risciacqua con acqua tiepida ed applica del burro cacao per idratare.

Ingrandisci le labbra

• Con l’aiuto di una spugnetta, stendete tutt’intorno alle labbra un velo di fondotinta, lo stesso fondotinta che utilizzate per il resto del viso • Prendete una matita per labbra dal colore che si sposi bene a quello del vostro incarnato e ridisegnate i contorni delle vostre labbra di circa 1 millimetro sopra il loro bordo naturale. Non eccedete questa misura perché si noterebbe troppo. • Stendete il rossetto sulle labbra cercando di non fuoriuscire fuori il bordo appena disegnato. Evitate di utilizzare i colori troppo scuri in quanto tendono a rimpicciolirne la forma. • Tocco finale: una passata di gloss trasparente, che riflette la luce e aumenta i volumi.


N

di Viviana Veglia

PULIRE I PENNELlI IN POCHE E SEMPLICI MOSSE

el numero scorso abbiamo parlato dei pen- perate su una velina per far scaricare il colore e poterlo nelli per make up e del loro utilizzo. In que- riutilizzare nuovamente. In questo modo il pennello sto numero , invece, approfondiremo come non risulterà essere bagnato ma già bello e asciutto per prenderci cura di loro. poterlo usare nuovamente. Oltre ad essere di notevole importanza per la nostra pelle, l'igiene dei pennelli è uno dei primi step da seguire per renderli duraturi e sempre perfetti. Infatti dovete sapere che fra le setole dei pennelli si possono insidiare germi e batteri che a lungo andare potrebbero provocare irritazioni e infezioni di vario tipo. Non usare per Per pulire i pennelli ci sono svariati metodi (sia casanessuno motivo il phon linghi che professionali) ma mi soffermerò in particoper asciugare i pennelli, rilar modo sulla prima tipologia in modo tale che anche schiereste di rovinarli. Il lavagcoloro che non sono delle professioniste del settore, gio con lo shampoo sicurament possano avere sempre dei pennelli lindi e puliti. porta via un po' di tempo ma è Per questa operazione il nostro migliore amico sarà lo consigliabile effettuarlo una volta a SHAMPOO per capelli (meglio ancora se contiene settimana come pulizia profonda e igienizzante. anche del balsamo). Dai miei vari esperimenti ho potuto constatare che lo shampoo Johnson’s baby è ottimo e sgrassa bene le setole. Prendete una bacinella con acqua tiepida e versate qualche goccia di shampoo. Miscelate il tutto in modo tale che si formi un po' di schiuma. Immergete il pennello (mantenendo al di fuori il manico) e iniziate a premere e strofinare delicatamente le setole del pennello per eliminare lo sporco (prestate molta attenzione nel mantenere la forma delle setole del pennello durante il lavaggio). Una volta pulito per bene risciacqualo con acqua pulita, tampona le setole con una salvietta asciutta e stendilo sopra un panno pulito in modo tale che si asciughi. E' importantissimo far asciugare i pennelli il più a lungo possibile, perché i residui di acqua sono l’ideale per la proliferazione di batteri e germi.

Attenzione

E PER POTER PULIRE I PENNELLI FRA UNA APPLICAZIONE E L'ALTRA COME SI FA? Anche per questo c'è una soluzione! Oggi giorno in commercio viene venduto un prodotto chiamato BRUSH CLEANSER (diverse case cosmetiche lo producono) che va spruzzato direttamente sulle setole sporche del pennello che vanno successivamente stem-

46 GLOSSMAGAZINE.IT

O PRODOTT O T IA L CONSIG SH U R B O KIK RCLEANSE € 0 ,9 5 O Z Z E PR


GLOSSMAGAZINE.IT

47


BELLEdi EliZsaZCoAntessotto

10 buone regole

(

Le mani sono il nostro biglietto da visita. Quando l'inverno si fa rigido è necessario correre ai ripari. Bastano pochi accorgimenti per combattere mani secche e screpolature.

)

uscite 1. Indossate dei guanti caldi quando con una i man le ete egg prot 2. Prima di coricarvi con le ere fond con non (da ente nutri a crem creme idratanti) 3. Evitate l'uso di saponi aggressivi 4. Bevete molta acqua no una 5. Esfoliate le mani con uno scrub alme morte le cellu le vere rimuo per volta a settimana 6. Evitate il contatto con i detersivi 7. Prestate attenzione ai fornelli accesi no 8. Assumete un cucchiaino d'olio al gior un umidi 9. Se ne avete la possibilità dotatevi e ator dific mani di10. Se ritenete che la secchezza delle medico. un te sulta con , logia pato una da da pen

MANI IN ALTO!

STOP A SECCHEZZA

E SCREPOLATURE IMPACCO ALL'OLIO D'OLIVA

Ungete le mani con abbondate olio di oliva e massaggiatele per almeno quindici minuti. Ripetete l'operazione tre volte a settimana. Un consiglio: per nutrire la pelle in profondità l'ideale è indossare un paio di guanti di cotone dopo aver applicato l'impacco e lasciare agire l'olio per tutta la notte.

IMPACCO DI CAMOMILLA

Abbiamo già parlato in passato degli effetti lenitivi della camomilla, un vero toccasana per la pelle! Preparate una tazza di camomilla (per 300 ml utilizzate due bustine). Lasciate intiepidire il liquido e immergete le mani per quindici minuti. Risciacquate con

48 GLOSSMAGAZINE.IT

acqua tiepida.

IMPACCO AL LATTE

Un trattamento casalingo molto in voga per curare la pelle secca è il latte. Riscaldatene 300 ml in un pentolino (non superate i 40 gradi) e una volta tolto dai fornelli immergetevi le mani per cinque minuti. Se fatto tutti i giorni le proprietà nutrienti del latte aiutano ad ammorbidire la pelle e a ridare la giusta umidità.

MASCHERA ALL'AVOCADO

Schiacciate la polpa di mezzo avocado, unite il tuorlo di un uovo e mescolate energicamente fino a ottenere un miscuglio omogeneo. Spalmatelo sulle mani per trenta minuti. Le proprietà nutrienti del

tuorlo e l'alto contenuto di grassi naturali e vitamina E dell'avocado, regaleranno alle vostre mani elasticità e morbidezza.

CREMA ALLA CALENDULA

rimedio della nonna

Se la pelle è molto danneggiata il rimedio fai-da-te numero uno è la crema alla calendula. La maschera può essere preparata unendo a un cucchiaio di olio di calendula un tuorlo, della fecola di patate e dell'argilla (reperibile in tutte le erboristerie). Applicate la pomata con delicatezza sulle mani e lasciate riposare per venti minuti. Risciacquate con un sapone neutro. Il risultato si vede già dalla prima applicazione!


Louboutin, Miu Miu il dandy chic &

image courtesy Stradivarius.com

di Gabriella Chiarappa

50 GLOSSMAGAZINE.IT

STREET

P

STYLE

arliamo di grandi passioni e di quelle che arrivano da oltreoceano, che ci fanno sognare e fantasticare. Dalle passerelle più importanti di tutto il mondo, iniziamo con una seduzione quasi tutta al femminile, ovvero quella delle scarpe. Ne vorremmo tante, tantissime da riempire una scarpiera alla Carrie, ma per fortuna ne bastano poche ma azzeccate per creare degli outfit di tendenza e vincenti. Tra le collezioni inverno 2012 degli stilisti più famosi si intuiscono alcuni trend che la faranno da padrone. Non mancano quindi le pumps rigorosamente senza plateau, a punta suola anni ottanta, e ancor meglio nere e arricchite ancora una volta dal dettaglio glam rock. Per la day life più urbana, immancabili nel guardaroba della fashionista più attenta, le slipper, ovvero le pantofole barra mocassino, come quelle proposte da Miu Miu, o si amano o si odiano, ma se si scelgono si deve essere spigliate e sicure nell’indossarle e sono perfette con uno stile dandy chic. Inoltre non poteva mancare il tema rock rappresentato dai modelli borchiati che in alcuni casi strizzano l’occhio a Christian Louboutin, come le decolleté tempestate di borchie. Che dire stile aggressive... forse d’oltreoceno.


PROFUMO BOUCHERON

Per la notte più magica dellÊanno un profumo vestito di oro e luce: Boucheron Christmas Limited Edition. Un esordio frizzante e fruttato dato da Mandarino e delicati Fiori dÊArancio. Il cuore di Fiori Bianchi, sensuale e luminoso, regala lÊessenza di una femminilità esaltata dallÊintensità dellÊYlang Ylang e dal carattere dolce del Gelsomino. Le note di fondo, rese da Vaniglia, Ambra e Legno di Sandalo, rivelano le sfaccettature orientali della fragranza. Non potete perderlo! 100 ml € 99.00 presso le migliori profumerie.

fresco

BRACCIALE ALCHEMIAN

Un bracciale luccicante e con pendenti a forma di fiocco di neve firmato Alchemian è il gioiello adatto per brillare. Sembrano tre fili ma in realtà è uno solo, è blu e profondo come la notte, ma viene rischiarato dai charms a forma di cuore, di fiocco di neve e di fiore. EÊ discreto ma molto luminoso. Trovate questo e molti altri gioielli sul sito www.alchemian.com

OMBRETTO JADE MINERALS

di Valeria Salesini

Per l’ultima WISH LIST dell’anno la parola

d’ordine è

SANDALI DEICHAMANN

scintillare

Ora parliamo di trucco e di un ombretto minerale, esattamente Jade Minerals. Quello che ho scelto per voi è un bianco/argento molto tenue ma pieno di glitter. Lo vedo perfetto con una bella linea di eyeliner nero e le labbra rosse. Essendo un prodotto multiuso potete mescolarne un poÊ al vostro smalto preferito per un effetto super brillante. € 6.50 www.jademinerals.com

Ecco un paio di sandali brillanti per festeggiare degnamente lÊinizio del nuovo anno. Hanno un tacco non altissimo, ammortizzato dal platea; sono perfetti da abbinare ad un vestito nero semplice e slanciano la figura. Potete trovarli da Deichmann oppure acquistarle on line ad un prezzo piccolo piccolo (€ 29.90) www.deichmann.com/IT/it/shop/welcome.html

CAPELLO TO FRESHEN

Ora parliamo di creatività allo stato puro grazie a To Freshen e alla sua creatrice Francesca. To Freshen è arte, anche arte da indossare, ogni creazione è unica ed irripetibile. Per voi ho scelto questo bellissimo cappellino nero completamente in seta! La fodera è in crêpe di seta nera, ha una rosa laterale, cinturino alto e centro alto in paillettes nere su tessuto in seta. LÊho scelto perché è scintillante ed è perfetto se passate un capodanno allÊaperto , magari in piazza. Dovete scegliere un look comodo e caldo e questo cappellino è il classico accessorio che cambia un intero look, magari un poÊ anonimo e lo rende molto personale. Per acquistarlo e per conoscere il meraviglioso mondo To Freshen visitate www.freshen.it/index.htm

GLOSSMAGAZINE.IT

51


GABRIELLA CHIARAPPA PER MKC BEAUTY ACCADEMY

Think global, act local

È

uno dei manager romani più noti, capofila di una nuova generazione di donne top manager dalle idee forti ed innovative E’arrivata alla guida di grandi aziende nazionali e internazionali grazie al suo talento e al suo temperamento artistico. E’ diventata famosa per la fermezza con la quale afferma la sua visione innovativa e di avanguardia sulle dinamiche del mercato planetario. “Think global, act local” è la sintesi del duo pensiero come insegna Zygmunt Barman. Energia, creatività e severo stile manageriale senza rinunciare alla propria femminilità e alla coerenza fino in fondo con le proprie idee. Gabriella approda nell’avventura dell’MKC Academy, proveniente da Hollywood e che ritova unica sede presente in Europa a Roma grazie ad Andreea Pop.

MKC FASHION & BEAUTY ACADEMY

si occupa di Alta Formazione Accademica nei settori

52 GLOSSMAGAZINE.IT

Moda, Bellezza e Fotografia offrendo metodi innovativi e all’avanguardia da spendere sul mercato internazionale. L’obiettivo di MKC è di formare, arricchire e/o specializzare professionisti nel campo fashion & Beauty. La Mission è quella di creare professionisti del Fashion System come Stylist, Cool Hunter, Look Maker, Senior Make-Up Artist, Image Consulting, Master in Fashion Modelling, oltre alle tradizioniali figure Professionali del Fashion Business & Management. La MKC che ha il riconoscimento antep ed unica ad aver ottenuto il riconoscimento dall’Associazione Italiana Consulenti d’Immagine per i percorsi inerenti il settore . I corsi Fashion della MKC si proiettano con un immagine forte ed attenta al mutamento del mercato con un monitoraggio rivolto all’opportunità concreta di stage presso aziende del settore. Inoltre la MKC porge l’attenzione ad un PLACEMENT realmente attivo ed efficace per creare le giuste opportunità di contatto con il mondo del lavoro per coloro che escono meritevoli dalla sua formazione d’eccellenza. MKC è finalmente una concreta realtà


moda shopping a Mila no Trend di Frances

co Vincenti

Photographer: Francesco Vincenti www.vincentifrancesco.com Photo assistant: Salvatore Pollara Stylist: Dominique Wyatt Make up – Hair stylist: Oriana Curti Model: Jessica Dykstra@MajorModel


Colbacco in lapin 100 € Giacchetta Christian Dior 800 € Bracciale Strelitzia 500 € Orecchini Topshop 17 € Camicia Zara 39,99 € Gonna Vintage Jackie Taub 45 €

GLOSSMAGAZINE.IT

55


Abito in seta Shantung con polsini in visone bianco 450 € Colletto Zara 27,99 € Orologio Burberry 595 €

56 GLOSSMAGAZINE.IT


Abito Piece-Unique 170 € Collo in volpe bianca 57 € Braciale Strelitzia 80 €

GLOSSMAGAZINE.IT

57


Orecchini Strelitzia 160 € Occhiali H&M 9,99 € Abito Alston Heritage 120 € Anello strelitzia 130 €

58 GLOSSMAGAZINE.IT


Completo in Paillettes Maje 87 € Shoes Louboutin 765 €

GLOSSMAGAZINE.IT

59


8

E-SHOP

che meritano attenzione . .e non sempre i soli ti!

TOTAL LOOK MOTIVI.COM 349,70 â‚Ź

INE

SHOPPING ON-L

e s u o m i d a t a t r o p Lo shopping a


Natale ormai è dietro l’angolo e i negozi e i centri commerciali sono affolati di gente che osserva le vetrine addobbate alla ricerca del regalo di Natale perfetto. Attività che si fa sempre più ardua quando si vuole coniugare un’idea nuova, creativa e originale con un budget talvolta limitato. Ecco allora la mia soluzione: lo shopping online. Comprando online, infatti, si possono scovare delle idee originali a prezzi molto interessanti, ma soprattutto si può acquistare da casa, stando comodamente seduti sul divano ed evitando così la classica corsa agli acquisti tipica della settimana precendente il Natale. Date un’occhiata a questi siti che ho selezionato per voi, sono sicura che troverete il regalo ideale per tutta la famiglia e per i vostri amici. Vi serve solo una carta di credito e il regalo è fatto!

WWW.ADESIVIFAMIGLIA.IT

WWW.BELLAMAMMA.IT

Sticker famiglia personalizzato (2,90 € a personaggio)

Il

Bellamamma è un negozio online di accessori per mamme e bambini, ma non è un semplice shop online, bensì un vero e proprio pozzo di idee dove scovare dei regali introvabili nei comuni punti vendita. Il sito nasce nel 2010 ovviamente dall’idea di una mamma che stanca dei soliti prodotti per bambini, decide di creare uno shop online in cui vendere cose utili, pratiche e divertenti combinando qualità, prezzo e sicurezza. Qualche esempio? Il kit per le impronte di manine e piedini da regalare alla coppia di amici che ha appena avuto un bambino, oppure Warmies il pupazzo che si scalda nel microonde, perfetto per questo freddo inverno. Kidzzcast, set per impronte mani e piedi (12,50 €); Warmies, pupazzo scaldabile in microonde (27,95 €)

Adesivifamiglia è l’unico sito italiano per creare e personalizzare il tuo Familysticker da applicare sull’auto, sulla cassetta delle lettere, sulla porta d’ingresso o su qualsiasi altra superficie. Direttamente dal sito è possibile scegliere tra molti personaggi, dall’arzillo nonno con il bastone, alla mamma casalinga fino al papà motociclista o al piccolo in fasce a cui si possono aggiungere i fidati amici di casa: cane, gatto, criteto o pesciolino. L’adesivo viene personalizzato con i propri nomi senza nessun costo aggiuntivo e una volta applicato dura dieci anni. La vostra famiglia in versione adesiva vi arriverà direttamente a casa, sta a voi scegliere dove applicarla.

mandorle, nocciole, uvette, cannella, caramelle fino agli abbinamenti più strani con patatine, orsetti di gomma e liquirizia. Si può scegliere tra oltre novanta ingredienti. Qui c’è da leccarsi i baffi! Barrette di cioccolato personalizzate (a partire da 5,00 €)

WWW.LACROM.COM

Lacrom è il nuovo e-store dove acquistare le collezioni di stagione di bijoux, borse, scarpe e altri accessori rigorosamente di designer e brand emergenti. Su questo shop online troverete guanti e sciarpe di cashmere, occhiali da sole dal design particolare, bijoux in macramè realizzati a mano e tutti gli accessori necessari per completare i vostri outfit. Inoltre tutti i prodotti in vendita sono Made in Italy. Qui la creatività è di casa.

WWW.CREARTI.EU

Crearti è il sito consigliato a chi desidera stupire una persona cara con un regalo originale oppure a chi semplicemente desidera conferire alle pareti di casa un nuovo tocco glamour. Crearti, infatti, realizza quadri e ritratti pop su tela partendo da una vostra foto. Potete scegliere se trasformare il vostro ritratto e quello degli amici in un Mondrian, in un Warhol oppure se diventare dei cartoon o dei personaggi dei fumetti. In questo modo le vostre foto diventeranno dei veri e propri pezzi d’arte da esporre alle pareti. Ritratti in stile Andy Warhol e Mondrian (a partire da 73,00 €)

WWW.CHOCOMIZE.IT

Avete mai immaginato come potrebbe essere la tavoletta di cioccolato perfetta? Ecco, da oggi la potete creare. Chocomize, infatti, è il sito perfetto per i più golosi che permette di realizzare la propria tavoletta di cioccolato. Si parte scegliendo il gusto tra fondente, al latte e bianco e si prosegue aggiungendo gli ingredienti preferiti:

GLOSSMAGAZINE.IT

61


3

WWW.NUDAMENTE.IT

Nudamente è una boutique erotica online dove trovare idee regalo hot ed eleganti. Per chi compra su questo sito i vantaggi sono molti: la spedizione è sempre gratuita, il pacco è anonimo e discreto e per gli acquisti superiori ai trenta euro potrete scegliere un prodotto in omaggio. Qualche idea regalo per le vostre amiche? Il Love Lips, il vibratore da borsetta dedicato alla fashioniste e Les Delicieuses, le palline da geisha per momenti di piacere (anche senza Mr. Grey). 1. Love Lips, vibratore da borsetta (23,50 €); 2. Les Delicieuses, palline cinesi (24,00 €)

WWW.BI-BAG.IT

Bi-Bag è il sito delle borse personalizzabili. Qui trovate in vendita la rivoluzione dell’anno in tema borse: Bi-Bag è una doppia borsa composta da una esterna in morbido pvc e una interna stampata e colorata che può essere sostituita in qualsiasi momento con dei semplici clips. Sta a voi personalizzarla cambiando i rivestimenti interni in base al vostro umore, ai vostri gusti o semplicemente per abbinarla al vostro guardaroba.

5

3. Shopping bag leather (138,00 €), primo rivestimento interno incluso

WWW.LAMIDEA.COM

4 62 GLOSSMAGAZINE.IT

Lamidea è un brand italiano nato nel 2009 che produce e distribuisce sul suo sito web oggetti di design e piccoli complementi d’arredo progettati da giovani designer italiani ed internazionali. Se cercate un oggetto ricercato per arredare la vostra casa, il vostro ufficio, la cameretta dei bambini o l’ingresso allora questo è il sito perfetto. Io vi consiglio Fly, il set di appendini a forma di farfalla e Lami il divertentissimo orologio da parete. 4. Set di appendini Fly (50,00 €); 5. Orologio da parete Lami (36,30 €).

1

2


Mini dress Verde Militare con ricamo perle, borchie e strass realizzato a mano: 120 Euro

FOTOGRAFA: Maria Carmisciano contatto facebook: Maria Carmisciano ph e-mail: carmisciano.maria@libero.it MAKE UP ARTIST: Annalisa De Lucia contatto facebook: Annalisa De Lucia make up artist e-mail: deluciaannalisa@libero.it STILISTA: Alessia Erre MARCHIO: Alessia Erre Design contatto facebook:Alessia Erre e-mail:nicrus100@hotmail.it MODELLE: Raffaella e Simona Russo

moda shopping a Ca serta Trend di Maria

Carmisciano


Mini Dress Nero a trapezio con ricamo di perle, borchie e strass realizzato a mano. 120 Euro


Giacca Astrakan colore beige con zip oro. 200 Euro Gonna Lunga Beige Asimmetrica. 50 Euro T-shirt Bianca con logo "Alessia Erre" in Cotone (disponibile anche nera). 25 Euro


Giacca Astrakan colore beige con zip oro. 200 Euro Gonna Lunga Beige Asimmetrica. 50 Euro T-shirt Bianca con logo "Alessia Erre" in Cotone (disponibile anche nera). 25 Euro

Gonna Camouflage con zip oro sul davanti. 40 Euro Body in Jersey doppiato con Borchie e perle. 25 Euro

GLOSSMAGAZINE.IT

67


Photo : Riccardo Cruciani Stylist : Danizza Della Vecchia Make up: Sabina Pinsone Hair stylist: Sara e Giuliano per "Spettinati.it" Model: Maria T.

moda shopping a Rom a Shooting Gloss

Magazine


CANALI PELLICCE, Via Del Tritone 25 CECCHINI CARLO ( borse e scarpe ) Via Della Lungaretta 65/65A SED ( per accessori e abiti ) Via del Cardello 32

DOVE COMPRARE

Anello resina semicerchio rondelle orologio, Alessandra fux. € 25 Polsino camicia gioiello verde muschio. Le Driadi. € 35 Canotta verde con borchie, Before bullettin. € 69 Pantalone nero a vita alta, Before bullettin. € 109 Giubbino zaffiro e lana: visone zaffiro S.A.G.A. € 1.700 Borsa modello c2017 in vitello cerato effetto vintage con tracollina staccabile, tasca esterna e metalleria in ottone anticato. Con logo. € 189 Scarpa modello Zania50 Taupe in nabuk spazzolato con plateau € 139

GLOSSMAGAZINE.IT

69


Anello resina cono rosso nero Alessandra fux. € 25 Collanina punte oro. Before bullettin. € 25 Camicia chiffon nera. € 75 Visone scuro con cappuccio staccabile: visone black S.A.G.A. € 4.800 Borsa modello c149 in vitello primo fiore Bordeaux, chiusura superiore automatica e tracollina staccabile. € 179 Biker boots mod.4312 in vitello rosso. € 89


Anello resina bottone vintage anni 60,Charming bijoux bracciale catena rivestito blu, verde, argento, Alessandra fux. € 38 Abito stretch marrone, Before bullettin. € 69 Borsa modello c101 blu in vitello cerato effetto vintage con tracolla staccabile, nappetta in pelle sganciabile. € 179 Scarpa modello francesina5010 in nabuk blu petrolio con plateau. €119 Poncho blu volpe: volpe S.A.G.A. € 1.800


72 GLOSSMAGAZINE.IT


Anello a spirale resina, Alessandra Fux. € 25 Bracciali: Gem studio. € 17 Abito nero strutturato, Before bullettin. € 90 Cappa volpe filettata marrone: poncho volpe step. € 390 Borsa modello princess in cuoio cerato effetto vintage con cerniera esterna e tracollina staccabile. € 179 Stivale modello 195Tan in cuoio cerato spazzolato. € 179


e n o i s a c c o i n Ad og e s i m a la su di Stefano

Piccirillo

« I surogngiceraimMenaytiadi » Ve 74 GLOSSMAGAZINE.IT


USCITA CON AMICHE “Le ragazze oggi sanno vestirsi bene anche con le loro imperfezioni, l’unica discriminante potrebbe essere l'eccesso. Mi impressionano un po' le adolescenti che vestono in modo smaliziato, capisco che anche a quell’età va salvaguardata la femminilità , capisco anche che amano truccarsi, fanno attenzione agli accessori, ma se hanno cose più vistose bisogna togliere da una parte e metterle dall' altra. Talvolta trafugano dall' armadio della mamma. Ma hanno dalla loro la freschezza che soprattutto nell’età adolescenziale andrebbe salvaguardata.”

CENA CON GLI AMICI “La serata scaciata è proprio la cena informale con amici . Puoi vestirti come ti pare, ora che sono diventata mamma amo la comodità. Avendo diverse città di riferimento mi vesto in queste occasioni con quello che trovo a Roma e Napoli , senza portare bagaglio ed è divertente abbinare all’ uopo colori e modelli, almeno per i miei momenti di svago.”

pome­ É la donna della tv italiana, del casa riggio. Verdetto Finale è la sua azione fatta eccezione per la sua abit della to pos il nde pre dove la mamma figlio suo per re amo L’ sta. professioni il o ma anche per i bambini di tutt la con­ mondo. Veronica Maya è stata ’ An­ dall Oro D’ o chin duttrice dello Zec a entr ndo qua ma a, ogn Bol di toniano ata agn nel mondo degli adulti è accomp ri­ La . mpe irro dalla parola eleganza sione scoperta del vestire bene in occa aa prim Una . iale spec ta di una sera ‘ appas­ un ro, lavo di TO a ET cen RF una ro, PE teat IN afica STILE SEX sionante premiere cinematogr Y T CI prio pro il ANDTHE con ate ont come vanno affr a ? Ve­ prim una ad o tiam met look, cosa ronica lo sa e ce lo dice.

GRAN GALA TEATRALE (PRIMA ALLA SCALA) “Un abito lungo, possibilmente nero. Importanti sono i bijoux da indossare, anche non necessariamente di valore. Fondamentale il ruolo che svolge il cappellino, sotto forma di piccolo copricapo, tipo una piumetta o una veletta ma anche dei cerchietti che danno l' idea del cappello. Quanto sono importanti i dettagli. Un guanto, una pochette e una cura particolare per borse e scarpe. C' è un vasto mercato per questi accessori, mi riferisco ad un look mai troppo caricato nell' eleganza dove spicca la sobrietà, un pezzo importante ma bene assortito.”

CAMCIAMARELLA I LILLY LO SCRIGNO D

CENA DI LAVORO “Regola numero uno: non mostrarsi troppo! Anche io che sono in Rai da otto anni, al di la che mi conoscono da tempo, tendo a vestire sobria con i colleghi e con i capistruttura che qualche volta sono anche delle donne. Tendo a non eccedere, importantissimi trucco e capelli. Questi ultimi puliti e se avete la coda di cavallo una bella coda sistemata, se avete le orecchie giuste. Il trucco molto poco caricato, nude look per il rossetto. Camicia bianca e giacca nera rappresentano un classico per me negli appuntamenti di lavoro”.

TIPS//

}

“Il look per il cinema è diverso rispetto a quello utilizzato per il teatro perché non impone un’atmosfera principesca. Ci sono ABITO, GIACCA, delle prime anche di mattina quindi mi vedo benissimo con un paio di jeans , soprattutto CAMICIA, POCHETTE quando ci sono famiglie e bambini, il con- ACCESSORIO E JEANS testo casual vuole un look casual e sopratNON DEVONO tutto libero!” MAI MANCARE

JEANS DENIM

PRIMA CINEMATOGRAFICA

LES MARTEAU

VITTORIA ROMANO

TRAFFIC PEOPLE


I V O U IN NERI DELL’ NO INVER H&M rciani

di Viviana Ma

ZARA ASOS DUTTI


In attesa che il Pantone Color Institute de­ creti il colore del prossimo anno, i brand low cost che portano la moda fra la gente e diventano protagonisti dello street style mettono da parte il tangerine tango ­ l'arancione con una punta di rosso che ha ravvivato il 2012­ e scelgono i loro colori di stagione, che siano sobri, accesi o fluo poco importa, sono loro a diventare protagoni­ sti assoluti dei delle nuove collezioni forti della tendenza che vede ancora il color block protagonista o mescolati ad altri come punti di forza dei più disparati pat­ tern. E' così che il mondo fashion continua a sfa­ tare il mito che vuole come uniche protago­ niste dell'inverno lo tonalità più cupe, il nero ed il grigio, che di certo primeggiano, ma non sono sole.

H&M in primis ha dato vita alla linea Winter Pastels, che a sentire il nome può sembrare una contraddizione ma è più azzeccata che mai: sono protagonisti infatti il verde bosco, il verde acqua ed il bianco, ravvivati da poche pennellate di rosso che tanto ricordano una paesaggio natalizio con gli abeti innevati e le decorazioni tipiche del periodo. I capi poi sono classici, dal maglione con trecce a blazer e cappotti, affiancati da immancabili pantaloni skinny. E' forte il contrasto di questa linea dove il Less is More la fa da padrone con i maxi bijoux realizzati dal colosso svedese che da alcune stagioni non abbandonano le tonalità fluo, in barba al rigore che spesso viene attribuito alla madrepatria del marchio.

ZARA, oltre ad aver scelto le borchie come assolute protagoniste per

l'inverno, punta su un'altro mood che da sempre piace a noi donne, quello che arriva dal mondo militare. Ecco allora che minidress dalle linee minimal si tingono dei colori tipici delle stampe mimetiche così come i pantaloni skinny, sovrastati da cappotti, trench o parka colorati con il caratteristico verde, da abbinare ad immancabili anfibi per creare un look che non faccia passare inosservato.

MASSIMO DUTTI più di altri resta ancorato al minimal ma so-

prattutto a bianco, nero e grigio, che però scalda con una tonalità caramello che con la sua sobrietà stuzzica coloro che non amano troppo osare, con la complicità del design che contraddistingue i capi di questo brand che va a braccetto con Zara.

La proposta più eclettica é senza ombra di dubbio e come sempre quella di , grazie al genio dei suoi designer british che seguono e creano tendenze quotidianamente. Il pattern più amato e scelto per abiti e pantaloni nati per le occasioni speciali é floreale e variopinto, quasi esagerato, ma piace per questa sua natura che lo rende unico ed introvabile negli stores delle nostre città. Poi c'é il bordeaux, plasmato che di più non si può, che va a colorare abiti bon ton, cappotti, piumini, camice, maglioni, ankle boots o stivali, indipendentemente dal fatto che si tratti di capi casual o più ricercati. Ravviva il velluti, sdrammatizza il pizzo ed i tessuti jacquard, fino ad unirsi a blu, bianco e verdone per dare vita ad intramontabili stampe scozzesi.

ASOS

GLOSSMAGAZINE.IT

77


I LOVE SHOPPING di Antonietta Sabbatella VIA NAZIONALE MAGLIANIELLO - 84030 Atena Lucana (SA) - Tel. 0975511167 www.ascouture.it Ci potete trovare con il nome As Couture su: Facebook - Foursquare- Google Maps

78 GLOSSMAGAZINE.IT


IDEE REGALO DAL P O H S Y R A R O P TEM ” G IN P P O H S E V O L “I

{

RITI LAURA AZZAAZN DORINA M GOIC I ALINA MEN A GNIOIELLI ED M ANDRO BBATELLA ANTONIETTAA SA MARILIND ERO MANINO N IVE PLACE ALTERNATUS CANDY DANGERO


BELLEZZA BENESSERE

SPORT Di Santina Barba

TUTTO QUELLO CHE VORRESTI SAPERE PER PERDERE PESO E RESTARE IN FORMA. NE ABBIAMO PARLATO CON IL PERSONAL TRAINER ANGELA PRINCESS


M

olte conoscono l’importanza della figura professionale del Personal Trainer, molte altre no. Erroneamente si crede che le donne non ne abbiano bisogno e che “è cosa per gli uomini”... mai cosa detta fu più errata. Il personal trainer non è solo un professionista, neces­ sariamente maschio, addetto alla compilazione delle schede di allenamento o alla supervisione della cor­ retta esecuzione dello stesso, ma una guida che ci assi­ ste fino al raggiungimento degli scopi prefissati, attraverso esercizi personalizzati idonei alle nostre ca­ pacità fisiche, un’alimentazione sana ed equilibrata e monitorando il nostro stato di salute durante tutto il percorso formativo. Ho avuto il piacere di conoscere Angela Princess e non mi sono lasciata scappare l’opportunità di met­ tere a nudo tutti i miei dubbi. Abbiamo parlato del tempo necessario per perdere qualche kg, dei problemi di salute più comuni e quanto possano incidere sullo sport, i cibi da evitare durante un allenamento, del­ l’importanza della medicina nello sport e il ruolo del personal trainer. Angela mi ha fugato ogni perplessità e visto il nostro target, non poteva che essere donna. Buona lezione a tutte.

CONTATTI LIFE STYLE PERSONAL TRAINER ANGELA PRINCESS WWW.PRINCESSPERSONALTRAINER.IT INFO@PRINCESSPERSONALTRAINER.IT TELEFONO: 338-6390518

4 DOMANDE PER CONOSCERE MEGLIO ANGELA PRINCESS 1. Angela per le nostre lettrici... Angela Princess, lifestyle personal trainer, "formatore di benessere" o "motivatore". Il suo lavoro consiste nel motivare e nell'insegnare a mettere in pratica programmi personalizzati per raggiungere il benessere fisico, psichico ed estetico, l'armomia del corpo e della mente. Obiettivi che Angela ha raggiunto per se stessa attraverso la disciplina, il rispetto e la correttezza verso il proprio corpo e la propria mente e attraverso il rispetto per gli altri. 1. Ti definisci “motivatore di benessere”. Cosa intendi esattamente? Più che motivatore di benessere mi definisco “formatore di benessere”, intendendo con questa definizione una formazione completa, individuale e specifica che racchiude principalmente tre aspetti: la motivazione, la correzione di abitudini sbagliate e la pianificazione di obiettivi “ecologici” – ossia adatti alle potenzialità dell’individuo.

2. … benessere non solo fisico ma anche psichico: in che modo, o più esattamente in quale momento si intersecano e si uniscono i due percorsi? Innanzitutto i due sono fortemente connessi, in ogni momento, in ogni attività che svolgiamo, soprattutto quando son coinvolti processi di miglioramento fisico. Infatti, dato il legame “mente-corpo” così intenso, se un cliente non ha un corretto atteggiamento mentale nei confronti dell’allenamento in palestra c’è un’alta probabilità che i suoi miglioramenti saranno pressoché temporanei. Come tra l’altro dimostrano le statistiche. Ed è qui che il mio intervento prende vita – oltre a quello del dott. Claudio Lombardo con cui collaboro, grande esperto in materia di Programmazione NeuroLinguistica nel settore del fitness e body building, in riferimento ai casi più critici. 3. Un bravo personal trainer infatti, dovrebbe avere capacità e conoscenze che vanno ben oltre la semplice preparazione della

scheda di allenamento del proprio assistito, giusto? Come spiegato nel punto precedente non può esistere un miglioramento duraturo se non si prendono in esame alcune variabili fondamentali, come l’atteggiamento mentale e un programma personalizzato in base alla soggettività di ogni individuo. 4. … e qui entra in gioco la medicina: valori biologici da tenere sotto osservazione, uno stato di salute ottimale prima ancora di avviare un programma di allenamento; insomma una struttura, un professionista capace di garantire prima di tutto l’ incolumità fisica, poi quella psichica attraverso un programma individuale per il raggiungimento degli scopi prefissati. Perfettamente. Questo è l’obiettivo del mio lavoro e che intendo portare avanti sempre nella maniera più professionale possibile. In fondo anche in questo aspetto non si smette mai di migliorarsi…

GLOSSMAGAZINE.IT

81


MO

che devi sapere «cose prima di fare sport » IPOT

IR O I

DIS

IPOTIZZIAMO CHE A CAUSA DI UN ALTERATO FUNZIONAMENTO DELLA TIROIDE CONTINUI A PRENDERE PESO, QUAL È IL PRIMO CONSIGLIO CHE SENTI DI DARMI?

DIM

Innanzitutto questi casi “clinici” vengono trattati dai medici con i quali collaboro. Ovviamente consiglio degli esami obbligatori per il buon inizio di un’attività fisica proiettata al O C S miglioramento estetico e della propria salute. Per far questo il I N cliente dovrà dimostrare tramite questi accertamenti e un cerME E N tificato rilasciato dal proprio medico curante la perfetta idoO I S neità fisica. Ma comunque in presenza di tale patologia, LA LESIONE AL MENISCO LE una disfunzione della tiroide potrà influenzare negativaESCLUDE OGNI IPOTESI DI ALLEmente i risultati in palestra. Soprattutto se si tratta di NAMENTO? SE NO, QUALE TIPOLOGIA un ipotiroidismo il processo di dimagrimento sarà quasi impossibile, ovviamente in base alla graDI ATTREZZO SCONSIGLI AL TUO ASSIvità di tale alterazione tiroidea. STITO? In realtà dipende dall’entità del danno. Comunque un ricorso alla chirurgia - o a trattamento mediante infiltrazioni con acido ialuronico - credo sia fondamentale. Gli esercizi in questa fase sono volti a garantire una effiSAPRESTI DIRMI ANCHE ciente ripresa dopo l'operazione. Infatti è fondamentale in questi casi che, in attesa di intervento chirurgico, si SOLO INDICATIVAMENTE eserciti quotidianamente la muscolatura della parte QUANTO TEMPO È NECESSARIO PER anteriore della coscia. Estensioni dell'arto infeELIMINARE QUALCHE KG? riore o contrazioni isometriche del quadricipite sono gli esercizi che maggiormente Dipende dall’individuo, generalmente il periodo consiglio. iniziale è quello più “sensibile” in termini di quantità di Kg persi. Si può andare dai 3 fino ai 6 pur rimanendo in un range fisiologico. Successivamente un paio di Kg al mese, se parliamo ad esempio di una persona con 20 kg in soHAI POCO TEMPO PER LO SPORT? ECCO UN CIR prappeso, credo che siano un peso ideale da perdere. CUITO DA ESEGUIRE 3 VOLTE A SETTIMANA E

A GR

IME

N TO

PERDERE VELOCEMENTE CHILI E TONIFICARE

Cyclette Addominali: crunch avanti Torsioni busto da seduto Tricipiti: spinte in basso Step Addome: crunch inverso Tricipiti su panca Tapis roulant Addominali a “libro”: gambe-busto Torsioni da seduto Tricipiti con busto flesso a 90° Cyclette Panca inclinata con 2 manubri Trazioni lat machine davanti Alzate laterali braccia Bicipiti alternati da seduto Cyclette

82 GLOSSMAGAZINE.IT

8’ 1x20 rec. 60" 1x100 rec. 60" 1x20 rec. 60" 5' 1x20 rec. 60" 1x20 rec. 60" 5' 1x20 rec. 60" 1x100 rec. 60" 1x20 rec. 60" 5' 3x10 rec. 60" 3x10 rec. 60" 3x10 rec. 60" 3x10 rec. 60" 5'

*

L’IMPORTANZA DEGLI AMINOACIDI

Fondamentali per preservare la massa muscolare (+ muscoli = metabolismo + veloce = + dimagrimento) e fornire energia al nostro organismo durante i deficit alimentari, come quando si fa attività in palestra a stomaco vuoto. Ma ho notato che (spesso) con le donne (a volte anche con gli uomini) si va incontro a due principali problematiche: 1) la credenza che li porta a pensare che con gli integratori e con l’attività fisica si possa generare un fisico più mascolino per un aumento della massa muscolare: in realtà l’integrazione e l’allenamento finalizzati al dimagrimento consentono di non perdere massa muscolare piuttosto che incrementarla. 2) Gli integratori sono spesso confusi con i farmaci: un integratore, come gli amminoacidi ramificati, altro non è che una sostanza naturalissima, un principio nutritivo messo in forma aggregata, ossia parti di un alimento concentrato. Tutto qui.


DOTT. LUIGI FEDERICO VIA FEDERICO CESI, 21 (ROMA) TEL 06. 36000074 WWW.STUDIOLUIGIFEDERICO.COM

STUDIO ODONTOIATRICO SPECIALISTA IMPLANTOLOGIA PROTESI PARODONTOLOGIA ODONTOIATRIA ESTETICA

Cortesia, simpatia, puntualità e professionalità. Pagamenti personalizzati, prima visita e preventivi gratuiti. Si accettano carte di credito.

INQUADRA IL QR-CODE E VISITA IL SITO DEL DR. FEDERICO


BIODANZA

L’ATTIVITÀ CHE STIMOLA LE “VIVENCIE”:

«

L’IDEA IN PIÙ

IMAGE COURTESY LIGHTINTHEBOX.COM

,99 DANCEWEAR € 49 OM .C LIGHTINTHEBOX

L

a Biodanza è un’ attività d'integrazione psicofisica, che unisce arte e scienza e aiuta a riscoprire il meglio delle proprie qualità espressive e la gioia di vivere. Attraverso esercizi generati dalla musica, invita a recuperare gesti e movimenti naturali perduti nel tempo in sintonia con il sentire del “qui ed ora” per favorire un ascolto più sensibile di noi e migliorare la qualità della nostra vita ritornando un po’ bambini, in una quotidianità che man mano ci ha fatto dimenticare quelle che sono le esigenze naturali del nostro corpo”. Biodanza libera dallo stress, aiuta a socializzare ed essere creativi, in modo da ottimizzare tutte le potenzialità espressive del nostro corpo. Gli esercizi si fanno da soli, in coppia o in gruppo, su basi musicali che vanno dal rock alla musica classica. Durante le danze si dà priorità all’emozione che scaturisce dal movimento a discapito del pensiero: il giudizio su noi stessi e su gli altri è assente, in modo da esternare il nostro vero io. La pratica della Biodanza migliora tutto l'or-

vitalità sessualità creatività affettività trascendenza

Dove

»

A ROMA le lezioni di biodanza sono tenute da CONCETTA GALLO presso il Centro Medico ed Estetico “L’ORCHIDEA”

VIA FIRENZE 32, PRIMO PIANO (METRO P.ZA DELLA REPUBBLICA) PER INFORMAZIONI 3290678943 INFO@BIODANZAREROMA.IT WWW.BIODANZAREROMA.IT

ganismo, riduce lo stress, dona allegria, attiva un processo di riparazione cellulare e la produzione di endorfine, gli ormoni del benessere, con un rinnovato slancio vitale. Biodanza è un percorso di crescita personale, un cammino gioioso e piacevole verso la riscoperta della propria identità. Attraverso la musica e il movimento in gruppo, con esercizi fatti in libertà, si riattivano le forze vitali e si sciolgono le tensioni muscolari senza alcuna pressione psicologica, stimolando così le cinque funzioni fondamentali della vita, che Rolando Toro, l’ideatore del sistema Biodanza, ha suddiviso in cinque linee espressive insite in ogni individuo, chiamate “vivencie”, che sono: Vitalità, Sessualità, Creatività, Affettività e Trascendenza. La pratica con questa rilassante attività di gruppo, accessibile a tutti senza limiti di età, è realizzato attraverso un incontro settimanale della durata di circa due ore. Non è necessario saper danzare né avere alcuna esperienza o agilità nel movimento, ma solo curiosità e desiderio di divertirsi e rinnovarsi.

di Sara Nicoletti GLOSSMAGAZINE.IT

85


GLOSSMAGAZINE.IT

87


LIFE

INSIEME CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE «intervista ad Angela Romanin»

Di Elisa Contessotto Il 25 Novembre si è svolta la gior­ nata internazionale contro la vio­ lenza sulle donne. Un argomento drammatico e con dati in crescita di cui non si parla mai abba­ stanza. Nel 2006 l'Istat ha ese­ guito un'indagine sul territorio nazionale raccogliendo questo ri­ sultato: sono stimate in 6 milioni 743 mila le donne da 16 a 70 anni vittime di violenza fisica o ses­ suale nel corso della vita (il 31,9% della classe di età considerata). Per non chiudere gli occhi di fronte a questa realtà proponiamo il nostro contributo per diffondere e far cono­ scere quali sono le dinamiche comuni della violenza contro le donne e quali sono i primi passi che possono essere fatti da chi è vittima di violenza. Ne abbiamo parlato con ANGELA

ROMANIN, VICEPRESIDENTE DELLA CASA DELLE DONNE DI BOLOGNA

per non subire violenza, un'associa­ zione (con struttura omonima), pre­ sente dal 1990 che si occupa di fornire

aiuto alle donne che hanno subito vio­ lenza offrendo, oltre alla parte di for­ mazione, uno spazio d'ascolto, un luogo dove potersi confrontare sul tema e delle case rifugio dove poter trovare ospitalità d'emergenza. La violenza sulle donne è spesso asso­ ciata solo allo stupro. La situazione è molto più drammatica: le donne sono vittime di violenza sessuale, di vio­ lenza fisica, nonché di violenza psico­ logica, stalking, fino al punto estremo: il femicidio. La maggior parte della violenza non viene da parte di scono­ sciuti bensì da familiari o (presunti) amici. Non solo. Il dato sconvolgente con cui ci confrontiamo è quello ri­ guardante la violenza domestica: la violenza che avviene dentro le quattro mura di casa agita da partner o ex partner. Il primo tema che evidenziamo è il fe­ micidio, ovvero l'omicidio delle donne legato al genere e spesso connesso al sessismo. Le principali vittime sono mogli, ex fidanzate, prostitute uccise

NEL 2006 NELL'INDAGINE SVOLTA DA ISTAT SU UN CAMPIONE DI 25 MILA DONNE VENGONO MISURATI TRE DIVERSI TIPI DI VIOLENZA: 1. la violenza fisica è graduata dalle forme più lievi a quelle più gravi: la minaccia di essere colpita fisicamente, l'essere spinta, afferrata o strattonata, l'essere colpita con un oggetto, schiaffeggiata, presa a calci, a pugni o a morsi, il tentativo di strangolamento, di soffocamento, ustione e la minaccia con armi. 2. per violenza sessuale vengono considerate le situazioni in cui la donna è costretta a fare o a subire contro la propria volontà atti sessuali di diverso tipo: stupro, tentato stupro, molestia fisica sessuale, rapporti sessuali con terzi, rapporti sessuali non desiderati subiti per paura delle conseguenze, attività sessuali degradanti e umilianti. 3. le forme di violenza psicologica rilevano le denigrazioni, il controllo dei comportamenti, le strategie di isolamento, le intimidazioni, le forti limitazioni economiche subite da parte del partner.

88 GLOSSMAGAZINE.IT

dai clienti o dagli sfruttatori. I dati sui femicidi vengono raccolti dalla Casa delle Donne per non subire violenza attraverso la stampa (locale e nazio­ nale) in quanto il Ministero degli in­ terni non fornisce i dati disaggregati in base al genere che permettano di studiare il fenomeno (è reso noto solo il numero di donne uccise) da parte di operatori e studiosi. I dati sono in cre­ scita di anno in anno: nel 2011 sono state uccise per motivi di genere 129 donne e quest'anno, ad oggi sono già 106. Il secondo tema è la violenza psicolo­ gica, messa, erroneamente, in secondo piano da molti. La violenza psicolo­ gica non è sempre un fatto minore, ma può costituire un reato grave, per esempio nel caso delle minacce di morte, reato perseguito duramente dalla Legge Italiana. I meccanismi in cui si attua sono vari tra cui minacce di morte, atteggiamenti di controllo, umiliazioni e denigrazioni. Sono ferite psicologiche che lasciano il segno a lungo termine.


«

DAL 2006 LA CASA DELLE DONNE PER NON SUBIRE VIOLENZA DI BOLOGNA PROMUOVE ANNUALMENTE IL FESTIVAL LA VIOLENZA ILLUSTRATA IN CONCOMITANZA CON LA GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE ORGANIZZANDO INCONTRI E INIZIATIVE PER INFORMARE, PREVENIRE E PER DIRE NO ALLA VIOLENZA DI GENERE IN TUTTE LE SUE FORME. IL TEMA TENUTOSI QUEST'ANNO È ECONOMIA DOMESTICA.

»

*

Il 22 Giugno 2012 più di trenta Centri Antivio­ lenza hanno aperto le porte con eventi, iniziative, performance coinvolgendo le operatrici delle case, le donne e l'intera comunità di riferimento. A Bo­ logna la Casa delle Donne ha organizzato un fla­ shmob: sessantanove nomi di donne vittime di violenza sono stati raffigurati da sessantanove corpi che cadevano a terra senza rialzarsi. Donne e uomini hanno tenuto un cartello al collo con il nome di una donna uccisa dalla violenza maschile.

Cosa può fare una donna vittima la violenza?

Il primo passo è chiedere aiuto a persone competenti. I Centri Antiviolenza forniscono percorsi di aiuto, di uscita dalla violenza e una serie di percorsi pratici e concreti in modo competente e professionale oltre che anonimo e gratuito. I Centri Antiviolenza prendono una netta posizione di parte a favore della vittima perché qualsiasi posizione equidistante tra vittima e aggressore finisce per legittimare la violenza e chi la compie. La violenza infatti è responsabilità di chi la agisce e, quando la donna chiede aiuto deve poter trovare un’efficace protezione. I Centri Antiviolenza sono diffusi nel territorio italiano. Per sapere quale è il centro più vicino è possibile chiamare gratuitamente il numero verde 1522 che fornisce una prima consulenza telefonica indirizzando nel centro più vicino. Contemporaneamente si possono contattare le forze dell'ordine per avviare un procedimento legale.

Ci potresti raccontare una storia di una vostra assistita?

Posso raccontarvi le dinamiche del caso tipico che riscontriamo nelle donne che ci chiedono aiuto che può servire come esempio. Posto che ogni situazione è definita e a sé, le dinamiche in cui viene agita la violenza domestica sono tipiche e ben conosciute perché i maltrattanti adottano strategie simili. Caso tipico: la donna si fidanza con un uomo che al primo apparire è un principe azzurro: è protettivo e premuroso. Poi comincia a dimostrarsi geloso (e questo viene percepito dalla donna come segno di vero interessamento). Anche l'uomo pensa che la gelosia sia un modo di stare vicino alla donna. La gelosia esercitata dall'uomo diventa un modo per controllare

la donna (ex: non voglio che esci con le tue amiche... non voglio che chiami i tuoi amici perché civetti con loro...) anche se all'inizio questi possono apparire come piccoli screzi a cui non dare troppa importanza. Al momento del matrimonio o di una convivenza l'uomo pensa di aver acquisito dei diritti nei confronti della partner e comincia a essere pressante per quanto riguarda il controllo aggiungendo umiliazioni e denigrazioni. Tra una situazione di aggressione o violenza psicologica e la successiva ci possono essere dei ricongiungimenti in cui l'uomo chiede scusa nascondendo la violenza dientro a un gesto di interesse (ex: ho avuto quella scenata solo perché ci tengo a te). Questa fase manipolatoria getta nella confusione totale la donna che si trova di fronte all'aspetto aggressivo/violento e a quello bisognoso/affettivo. Queste sono le due facce di un medesimo comportamento violento in cui l'uomo cerca di ottenere il perdono ma, invece di smettere di agire la violenza, continua attuando comportamenti sempre più gravi e ravvicinati nel tempo (escalation). Anche per questo si parla di “ciclo della violenza”.

Diamo infine un consiglio alle persone a cui si rivolge una donna che subisce violenza?

Prima di tutto bisogna crederle. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna è vittima di violenza può causare sentimenti contrastanti: rabbia, incredulità, insicurezza. Ci sono tanti tipi di segnali che possono confermare o meno il vostro dubbio ma esiste solo un modo per saperlo con certezza: credere alla donna, validare la sua storia e mettersi dalla sua parte per aiutarla. Chiamate un centro Anti Violenza e fatevi spiegare il modo migliore per poter aiutare una donna in difficoltà. Prendete una posizione: schieratevi contro la violenza! GLOSSMAGAZINE.IT

89


LIFE coac

h

Di Alessand

ro Cozzolin

o

«Portare una maschera, fingersi diverse significa non aver fiducia in se stesse! » ALESSANDRO COZZOLINO PERSONAL COACH CELL: 338-8496929 SKYPE: ALESSANDRO.CO EMAIL: ALESSANDRO.CO@ME.COM WWW.ALCOACH.IT

P

roprio come il trucco che consapevolmente indossi per migliorare il tuo aspetto nell’intento di minimizzare i tuoi difetti e valorizzare i tuoi pregi, spesso e forse inconsapevolmente ti sarà capitato di indossare "maschere" per ricoprire diversi ruoli nella tua vita. Mentre, però, il trucco può farti sentire più bella e attraente, non sempre la maschera produce gli stessi risultati. Anzi, spesso ti si ritorce contro. Fingere di essere ciò che non si è, infatti, nel tempo diventa un’abitudine, un sistema di difesa e protezione che si apprende da bambini a cui più o meno tutti, uomini e donne, adulti e adolescenti, ricorrono per nascondersi dietro un’idea o un’immagine, o per compiacere "gli altri". Come le nuvole oscurano il sole, le maschere camuffano la vera identità di ciascun individuo, trasformandolo da persona a personaggio. In alcune situazioni, tale strategia produce discreti risultati perché permette temporaneamente di superare alcuni momenti di imbarazzo o di conformarsi con le regole non scritte imposte dalla società. Tuttavia, più ci si concentra sulla maschera che si indossa, sul personaggio che si sta creando e recitando, più ci si allontana dalla propria vera identità, dal proprio vero essere, da se stessi. Ciò che ci induce a ricorrere all’uso di una o più maschere, è la voce che spesso sentiamo nella nostra testa che ci distrae dalle nostre reali potenzialità, sempre effi-

90 GLOSSMAGAZINE.IT

cienti e costruttive, spingendoci a credere di non essere mia all’altezza della situazione, di essere limitati, di non poter raggiungere alcun traguardo. “Non sono abbastanza in gamba”, “Tanto non ce la farò mai”, “Ho paura di fallire”, “Se solo potessi/avessi... allora riuscirei a...”, sono solo alcune delle frasi che i nostri modelli di pensiero elaborano causandoci dolore e paralizzandoci, nonostante il nostro profondo desiderio di cambiare e migliorarci. Tali pensieri ci scoraggiano dall’attuare qualsiasi nuovo cambiamento e dall’affrontare nuove sfide, tenendoci bloccati in quella che si chiama Zona di Comfort, una sorta di gabbia dorata fatta di vecchie abitudini spesso altamente nocive ma ingannevolmente rassicuranti. La capacità dell’essere umano di adattarsi è incredibile. Ciascun individuo riesce ad adattarsi praticamente a tutto, anche al dolore più lacerante. Purtroppo, la sua capacità di cambiare non è altrettanto strabiliante. Preferiamo indossare maschere che ci permettano di sopravvivere, invece di vivere davvero tirando fuori il meglio che abbiamo e che siamo: noi stessi. Ma perché permettiamo alla nostra mente di trattarci così? Semplicemente per via di un’unica, indiscussa, fuorviante supposizione: “Io non sono abbastanza”. Ecco come da questo sproposito si generano altri pensieri di natura altrettanto inconscia e infondata che ci lasciano credere che sia necessario

indossare una maschera che sopperisca alle nostre mancanze. Il punto è che a ciascuno di noi non manca un bel niente. Tutto ciò di cui non possiamo assolutamente fare a meno, è già dentro di noi, non fuori. E seppure avessimo bisogno di qualcosa che ci manca, siamo perfettamente capaci di ottenerlo, nei tempi giusti e secondo le modalità che ci sono più consone. Occorre semplicemente avere consapevolezza di chi siamo e cosa vogliamo davvero, imparando prima di tutto a discernere la verità (noi stessi e la nostra vera natura) dalla menzogna (le maschere che indossiamo e i personaggi che recitiamo). A tale scopo, è fondamentale mettere in discussione i nostri modelli di pensiero che - inevitabilmente - si traducono in modelli comportamentali. Cambiando i primi, si migliorano in maniera esponenziale i secondi. Vivere nella menzogna è altamente pericoloso. Fingere di essere ciò che non si è, comporta un elevato dispendio energetico che non può durare a lungo. Inoltre, quello che “gli altri” vedono e riconoscono, valutano e giudicano - nel bene e nel male - è solo una messa in scena. Quindi, forse le maschere che usi per creare quei tuoi bei personaggi finti e artificiali potranno anche piacere al tuo pubblico. Ma hai mai provato a essere e mostrarti per ciò che sei davvero? Magari, chissà, la tua persona piace molto di più del tuo personaggio.


LIFE

Di Antonio

Elia Miglio

SONDAGGIO//

zzi

ADDESTRA la tua

mente e abbandona

LA

razionalità

« alle volte » Se ci venisse chiesto cosa desideriamo davvero molti di noi risponderebbero "la felicità". Tutti noi, più o meno consapevolmente, la cerchiamo. Si tratta di un equilibrio psicologico a giudizio di alcuni irragiungibile. Certo è che, quando la conseguiamo, fatichiamo a difenderla. E' noto che il cervello umano è diviso in due emisferi. Quello sinistro, preposto al controllo della parte destra del corpo, gestisce il linguaggio, la ragione, l'analisi; l'emisfero destro, preposto al controllo della parte sinistra del corpo, organizza la creatività, l'intuito e la musicalità. Sono innumervoli gli studi che dimostrano quanto sia errato servirsi, solo in parte, delle potenzialità del proprio cervello. Nella nostra società raziocinante la creatività è messa da parte troppo spesso. Niente di più sbagliato. Erasmo da Rotterdam, autore dell'Elogio della Follia, afferma che l'innovatore è, tanto più originale, quanto più la sua ispirazione scaturisce dalla follia. Sbaglia, infatti, chi sottovaluta la straordinaria forza vitale della "pazzia", del non razionale. Lasciar vagare libera la mente e dar spazio alle proprie passioni è il modo migliore per creare le premesse di una vita felice. L'elemento psicologico è una componente determinante e vincente di noi esseri umani. Le grandi aziende richiedono, infatti, l'appoggio di un notevole numero di specialisti in scienze umane. L'equilibrio psicosomatico, e la serenità interiore, sono le condizioni necessarie per lavorare alacremente e serenamente. Dal Giappone al Sud America politici, industriali, persone su cui gravano forti responsabilità, fuggono dallo stress con tecniche volte al recupero della armonia so-

94 GLOSSMAGAZINE.IT

Abbiamo condotto un sondaggio sullo stress delle donne di oggi e i dati non sono ottimisti. Sono il 72% le donne che hanno dichiarato di soffrire di stress. Di duecento intervistate tra i 18 e i 45 anni solo il 14% ritiene di condurre una vita senza preoccupazioni e ansia generalizzata.

72% soffre di stress 39% ha sofferto d'ansia per più di un anno 27% ha fatto uso di medicinali per placare lo stress 15% ha consultato uno psicologo per ricevere aiuto matopsichica. Quanto detto cosa significa? Che i problemi da risolvere nella vita, prima ancora che "tecnici", sono soprattutto psicologici. Siamo noi a poter dare degli ordini precisi alla nostra mente. Addrestrarla è possibile; sempre in stato di rilassamento. Necessario, pertanto, essere consapevoli che si può ritrovare l'atteggiamento mentale positivo e, imparando a rilassarsi, recuperare l'armonia perduta. Il nostro successo, o i nostri insuccessi, sono nelle nostre mani e siamo noi a decidere se cedere all'ira, all'odio, all'egoismo, oppure diventare sani, felici, e di successo. Come possiamo riuscire a vivere felici? Nella nostra mente sono presenti milioni di messaggi inconsci, dalle parole delle nostre mamme quando eravamo piccini, fino ad esternazioni negative e dannose. Ecco dobbiamo essere capaci di programmare la nostra vita prestando attenzione solo a ciò che ci possa motivare positivamente. Prendere nelle mani la propria vita significa smettere di serbare rancori per il passato e vivere protesi al futuro. Siamo liberi di pensare che le cose in futuro potranno andare bene o male ma non possiamo permettere a niente, ed a nessuno, di distogliere la nostra attenzione dai nostri obiettivi. Creare ordine nella nostra mente ed essere sempre positivi e propositivi nei confronti degli altri dipende solo da noi. In conclusione dedicare, ogni giorno, del tempo a se stessi rilassandosi, magari con la lettura di frasi positive, e pianificare alla sera ciò che si farà all'indomani, risultano gli strumenti migliori che abbiamo a disposizione per dare risposte ai piccoli, e grandi, problemi della nostra ed altrui vita.


special LIF

E

CHIEDILO ALLA VIOLI

Nicole Violi è una donna diretta, sicura, talvolta sfacciata. La dice come la pensa e le mezze misure, non fanno per lei. Se hai bisogno di un consiglio non esitare a chiedere. Parlale come un’amica: chiediloallavioli@glossmagazine.it Tra le domande pervenute una fortunata sarà oggetto del prossimo numero.

...SOLO AMICI? sembra la scena di un film Anche il cinema ce lo insegna: la storia è sempre la stessa. Vi siete conosciuti sputacchiandovi sui passeggini, avete litigato per aggiudicarvi l'ultima figurina Panini, poi lo stordimento con la prima canna mentre bigiavate da scuola fino a scambiarvi abbracci confusi durante i film in seconda serata. A diciott'anni quando vi siete divisi la collana con il cuore spezzato e la scritta “best friend” impressa sopra non avevate dubbi. Solo amici. Poi un giorno tu, a cui non sono mai mancati i corteggiatori, decidi di cedere alle avance del rude pluribocciato della Quinta B (non ti preoccupare, anch'io da giovane non consideravo l'importanza di avere un fidanzato che avesse la sufficienza in italiano). Il possessore dell’altra metà della tua collana, il tuo ‘solo amico’, non approva la tua scelta. Anzi, ti sembra piuttosto irritato. Le giornate proseguono tra alti e bassi fino all'arrivo, senza possibilità di scampo, della sera in cui per l'ennesima volta ti sfoghi con lui: la tua famiglia non accetta il tuo fidanzato pluribocciato. Non capiscono quello che dice, sbaglia tutti i congiuntivi. Tua madre è una maestra e certe cose le nota. Il tuo ‘solo amico’ (povero!) non si trattiene più e prova a baciarti.

Le opzioni sono due:

A) SOLUZIONE PRO JULIA ROBERTS:

Tutte abbiamo visto almeno una volta Il matrimonio del mio migliore amico e sperato che Julia Roberts avesse la meglio sulla biondina Cameron Diaz. I casi in cui da una lunga amicizia scatti la scintilla del vero amore non sono rari. Se a fermarti è la paura del “non voglio rovinare tutto” io ti consiglio di darti una possibilità! Se son rose fioriranno, altrimenti sarà solo una prova in più che conferma e rinnova la vostra amicizia. Meglio vivere di errori che di rimpianti!

B) SOLUZIONE CONTRO JULIA ROBERTS:

Hank, il protagonista della serie televisiva Californication non ha dubbi: dopo il primo appuntamento una donna cataloga senza possibilità di errore l'uomo che ha di fronte. Se l'uomo in questione si è appioppato l'etichetta di “solo amico” sii cauta. Sei sicura che il sentimento che dice di provare non sia solo il suo forte senso di possesso? Sicura che a muoverlo non sia solo l’astio verso la tua nuova fiamma? Che non sia solo la sua smania di vincerTi come fossi un premio? Fermati e ascolta il tuo cuore. Solo tu sai se il sentimento che provi è ‘solo amicizia’ oppure amore. Solo tu puoi capire se lui è mosso da una gelosia momentanea o da un'emozione che ha represso per paura e insicurezza. Qualunque sia la soluzione che adotterai, A o B, butta quella dannata collana col cuore spezzato: è davvero anti-chic! GLOSSMAGAZINE.IT

95


LIBRI e da non perder

di Santina Barba

Passaparola

«

Alex è un ex figlio del benessere molto viziato. Ha vissuto bene e comodamente quando all'improvviso la sua esistenza viene messa in gioco dalla perdita del lavoro. Si ritrova da un giorno all' altro nel mondo dei quarantenni precari. Con un problema in più: il suo brutto carattere. Ha un rapporto con le cose e le persone “a tempo”. Facile a nuovi entusiasmi e difficile a viverli con costanza. 24 ore per ricominciare una nuova vita, in 24 capitoli dalle 8:00 alle 8:00 del giorno dopo, dove gli capita ciò che vorrebbe sempre e ciò che non vorrebbe mai. Le donne e la sua ex moglie, i colleghi di un lavoro che non ha più, gli stagisti e gli amici di una vita, le conoscenze al bar, i viaggi e gli incidenti. Nuovi incontri e vecchie abitudini dure a resistere grazie ad una forza interiore che sconfigge i suoi demoni, almeno in parte. La forza dell'incoscienza e la debolezza di un cuore fragile che lo portano da un' ora all' altra in storie ed emozioni nuove. E' possibile cambiare davvero una situazione? Una risposta c'è nelle pagine di questo romanzo, che segna la terza pubblicazione di Stefano Piccirillo in ambito narrativo.

IL LIBRO DEL MESE

«

DALLE 8:00 ALLE 8:00 di Stefano Piccirillo Edizioni C’era una volta. Prezzo di copertina: €15 Data di uscita: 8 dicembre 2012 Per riceverlo a casa scrivere a info@cera1volta.it o chiama il numero verde 800.144.999 Disponibile nelle librerie dal 8 Dicembre

DI FRANCESCA SCOGNAMIGLIO GLOSS, Rigiosi Editore, racconta la storia di Lola Forbest, una ricca pubblicitaria di successo, che viene trovata morta nel suo studio in un grattacielo della 5th Avenue. La vicenda, tra mistero e dettagli glam, vi trascinerà nei corridoi percorsi dagli agenti CSI e dalla squadra del FBI tra Chicago, Boston e Londra alla ricerca di un insospettabile assassino.

Come mai hai sentito il bisogno di scrivere un romanzo? “Ho unito le mie due grandi passioni il “glam” e il “giallo” in un libro che ho dedicato alla mia famiglia: alle mie due figlie, Gaia e Giada, le due stelline che illuminano e rendono frenetiche ed emozionanti le mie giornate; all'uomo che ha deciso di condividere la vita con me, di amarmi e di seguirmi instancabilmente nei miei progetti, mio marito Pier Paolo; alla mia mamma, rimasta sola troppo presto, una donna di cui ho scoperto le fragilità e la grande capacità di non perderci mai di vista. E soprattutto è dedicato a mio padre che è venuto a mancare anni fa. Un uomo meraviglioso e severo che mi ha insegnato ad amare la vita, ad avere coraggio e a non giocarmi mai la dignità in nome di niente e di nessuno. Mi ha sempre ammirata per aver lottato per portare avanti le mie scelte anche se avevamo opinioni divergenti. Gloss, che è stato consegnato all'impaginazione il 15 Aprile 2012, a dieci anni dalla sua scomparsa, è un regalo che ho voluto fargli. Uno scrigno di emozioni. Mi ero promessa di fare qualcosa che lo rendesse ancora una volta orgoglioso di me.” Per saperne di più: www.facebook.com/pages/Gloss/280211515394212

96 GLOSSMAGAZINE.IT

»

GLOSS NON È SOLO UN LIBRO, È ANCHE UN GESTO D'AMORE NEI CONFRONTI DELLA PERDITA DI UN GENITORE E DI UNA PROMESSA.

*

»


LIBRI intervista

Quando hai iniziato a scrivere libri per ragazzi?

COSA LEGGONO I NOSTRI RAGAZZI?

C'è un libro di quando eri bambino a cui sei affezionato?

Con noi Mario Pasqualotto, autore di oltre trenta volumi per ragazzi distribuiti in Ita­ lia e all’estero.

Dopo diversi contratti come psicolinguista presso l’Università di Bologna e un decennio nel mondo dei giochi di ruolo, ho deciso che avevo accumulato tante storie, e tantissima voglia di raccontarle. Era il 2007, credo. Non saprei essere più preciso, ormai è un ricordo fumoso. Quando la tua attività giornaliera (anche a Natale, anche a Ferragosto!) gira tutta intorno ai libri e alle idee custodite dentro, la nozione del tempo diventa sfasata. Non so più nemmeno darmi un’età, ora che ci penso… ah sì, ho quasi quarant’anni. Perbacco! Il mio primo grande e precocissimo amore è stato “La Collina dei Conigli” di Richard Adams. Un fidanzamento duraturo e incondizionato. Cerco ancora nelle mie letture quel rapimento di bambino. Altre infatuazioni per “La famosa invasione degli orsi in Sicilia” di Buzzati, “Alle sette del mattino il mondo è ancora in ordine” di Eric Malpass, e poco più tardi per “La spada di Shannara” di Terry Brooks. E troppi, troppissimi fumetti per elencarli tutti. Da adolescente invece ho avuto una lunga relazione con la fantascienza e il giallo classico. Se devo tirare le somme, fin da bambino mi piaceva l’avventura in tutte le sue declinazioni.

Cosa regala la Zia al nipote e cosa invece vorrebbe leggere il nipote?

Bella questa! Hai toccato un tasto delicato, perché esiste ancora un certo scollamento tra letteratura per ragazzi (privilegiata da zie, mamme, maestre) ed editoria per ragazzi (quella che a volte viene chiamata “commerciale”). Ma si va decisamente assottigliando. Sempre di più, il nipote è protagonista delle sue letture e si aggira con piglio sicuro nelle biblioteche e librerie, a caccia unicamente di belle storie. E sai cosa succede dopo? Che la zia, la mamma e le maestre scoprono anche loro di divertirsi un sacco.

Rispetto agli adulti, i ragazzi sono un pubblico più o meno esigente?

I ragazzi intercettano senza troppi filtri la narrativa scoppiettante, ricca di idee e ben centrata come prodotto unitario tra testo e immagini. Non li puoi tradire, e soprattutto non li riesci a fregare. Ti sgamano da lontano. Rispetto agli adulti, sono lettori spietati: tra mille forme di intrattenimento, scelgono di leggere e non ti perdonano un ritmo blando o una trama scricchiolante nascosta in pagine e pagine di nulla. E dicendo questo, ho risposto anche alla domanda sui lettori adulti, vero?

Un personaggio inventato da te che vorresti portarti in valigia quando viaggi:

Non mi dispiacerebbe appartenere alla famiglia Mistery e girare il mondo con Agatha e Larry per aiutarli nelle loro indagini. E magari chiacchierare con l’imperturbabile maggiordomo Mr. Kent. Sono diventati degli amici stretti. Più che leggere di loro, vorrei incontrarli di persona. Se però sono in vena di farmi quattro risate, la ciurma pasticciona dei Lupetti di Mare sono una garanzia. Tra loro ci sono anche io da bambino, mascherato in uno dei personaggi. Vi sfido a riconoscerlo…

Tornando alla Zia di prima: in che cosa la trasformerebbe il bambino che è in te se per Natale ti regalasse il “Manuale del bravo studente”?

La ringrazierei e leggerei il libro con avidità. Per fare tutto il contrario, naturalmente. Subito dopo, mi metterei a fantasticare sul “Manuale della brava zia” e cercherei di sottolineare le sue buffe nevrosi: un rondò di fidanzati dagli strani tic, telefonini che friggono a furia di messaggi, pettinature che richiedono ore di lavoro per squagliarsi sotto uno scroscio di pioggia… poi torno adulto e mi ricordo che le zie hanno la mia stessa età. E sarei indubbiamente più crudele. GLOSSMAGAZINE.IT

97


CIAL SPE rv is ta in te

Di Aldo Barba

LAURA LUONGO MODELLA CON LA VOCAZIONE PER L’ECONOMIA

Una pupa secchiona Ho avuto il piacere di conoscere Laura su un set fotografico e sono stato immediatamente colpito dalla sua dolcezza. A mio avviso molto magra (ma per me le modelle son tutte “troppo magre”), pur non essendo ta­ gliata per la dieta perché, dice, “le manca la costanza per seguirla”. La verità è che Laura coltiva da sem­ pre la sua passione per la moda e lo spettacolo e per farlo, conduce una vita frenetica dividendosi tra il posto di lavoro e il set fotografico... come non tenersi in linea? Ha studiato, è colta e astuta, tutt’altro che la pupa stolta dei reality show. E così in maniera del tutto eccezionale, le ho fatto qualche domanda, a con­ ferma del fatto che la moda non è solo un mondo fatto di apparenze.

Ciao Laura, prima di tutto benvenuta in Gloss e complimenti per la tua bellezza acqua e sapone ma molto sensuale… Grazie siete gentilissimi, è un piacere essere in vostra compagnia. Parlaci un po’ di te, quando nasce la tua passione per la moda? Nasce da quando avevo circa sei anni, sin da bambina ho sempre sognato di calcare le passerelle dei più noti stilisti, fare tante pubblicità, servizi fotografici, vincere prestigiosi concorsi di bellezza; ho infatti vinto diversi ed importanti concorsi di bellezza a livello nazionale come: Miss moda, Miss fotogenia, Miss più bella d’Europa, Miss fotomodella Wella, Miss bellissima, Miss cinema, La modella più bella dell’Universo, Miss Lazio fotogenia, Miss ragazza Vogue, Miss modella della Capitale…e tanti altri. Mi sono qualificata molto bene anche a Miss Italia che ricordo come un’esperienza unica ed irripetibile. Ho avuto l’onore di posare per illustri fotografi, a diciannove anni infatti ho vinto il celeberrimo concorso fotografico di Oliviero Toscani intitolato: “Tu top model”, infine molte riviste e magazine mi hanno immortalato nei loro giornali con interviste e meravigliosi servizi fotografici.

98 GLOSSMAGAZINE.IT

Complimenti, fasce di prestigio spiccano tra i suddetti concorsi. Ma dimmi: hai studiato per realizzare il tuo sogno? Certamente mi sono applicata molto, il mio percorso è iniziato iscrivendomi a note agenzie di moda e da quel momento ho cominciato a studiare: recitazione, portamento, posa fotografica, presentazione televisiva e dizione. Ovviamente sapendo quanto è labile il mondo dello spettacolo ed avendo la consapevolezza che non è un mondo che assicura longevità lavorativa, ho trovato anche il tempo per meritarmi un diploma di liceo classico, una laurea in economia e diverse specializzazioni economiche e finanziarie, che mi hanno portato a trovare un ruolo prestigioso proprio nell’ambito dell’economia; ad oggi il mio lavoro manageriale di consulente economico e finanziario nonché di analista di bilancio rappresenta il traguardo più importante che ho raggiunto nella mia vita, avere infatti la sicurezza di un posto fisso con contratto a tempo indeterminato è una gran fortuna. …e come riesci a conciliare lavoro e passione? Con molto spirito di sacrificio e dedizione, tenendo sempre a mente che la moda per me è solo un hobby da svolgere esclusivamente nel week-end, ossia quando non lavoro.


Qual è stata la tua più grande soddisfazione in questo settore? I ricordi più belli li lego a tutte le volte che sono riuscita a vincere come prima classificata nazionale un concorso di bellezza, fortunatamente questo è capitato diverse volte e spero continui a verificarsi, ammetto che ogni volta che riesco ad ottenere la coroncina, lo scettro e la fascia è un’emozione unica ed indescrivibile.

sabato di gennaio presso il castello Orsini a Nerola, mentre il week-end successivo poserò per un servizio fotografico con eleganti abiti da principessa, in un salone fotografico nei pressi del centro storico di Roma, ovviamente siete tutti invitati a vedermi… Ti ringrazio tantissimo Laura per questa intervista e ti facco il mio personale in bocca al lupo per la carriera e la passione.

3 aggettivi per descriverti. Mi ritengo una ragazza solare, determinata e buona. I valori che ritieni importanti nella vita? L’onestà, la bontà e la sincerità. Il tuo film preferito? Essendo appassionata di alta finanza d’impresa, nonché di economia, il mio film preferito è: “Margin Call”, mi è piaciuta molto l’interpretazione di Demi Moore e Kevin Spacey. Qual è la tua opinione in merito ai reality show? Credo che partecipare ad un reality show possa servire per farsi conoscere al grande pubblico, ma se una volta usciti dal gioco non si studia, si rischia di diventare una meteora. Quali appuntamenti di lavoro hai annotato in agenda? Il mio prossimo lavoro sarà una sfilata per un noto stilista di fama internazionale, all’interno di un meraviglioso castello nei pressi di Roma, si svolgerà il primo

GLOSSMAGAZINE.IT

99


SPECIAL

Definirla voce storica della radio italiana sarebbe ba­ nale. Federica veste un linguaggio. Le parole come abiti e accessori da portare mostrare e palesare. In questa ru­ brica scopriamo come i protagonisti della comunica­ zione dell'etere riescano a definirci un look attraverso il loro parlato, nel caso della Gentile quello di Radio 2 Rai, coprendoci di concetti dalla testa ai piedi.

moda

Di Stefano Piccirillo

Vestiti di parole con FEDERICA GENTILE

Iniziamo dai tuoi primi passi quini dalle scarpe ... "Rigorosamente tacco 12, anche se quando ho mosso i primi passi in radio portavo scarpe più basse"

, Vestiti di pasrtoofflea che hanno erica grazie a Fed Gentile

Parole a gambe levate, quando ti sei messa a correre verso la tua meta professionale? "Ho usato le gambe per correre quando ho raggiunto la mia casa, Radio 2, per il resto ho percorso in tondo ad un cerchio magico con trasmissioni tipo: Il buongiorno di radio 2, la Hit Parade oppure per i concerti in diretta radio, correndo correndo ho raggiunto il programma che conduco insieme a Nicoletta Simeone , Le brave ragazze" Con quali abiti accompagni le tue parole? "Sono accompagnata da gonne black, non colorate. Credo di avere una doppia veste. Sono la donna che veste in tailleur una doppia veste in tailleur e quella dalla mise accademica che è alle prese con gli eventi universitari che conduco come alla Sapienza di Roma" Passione e razionalità , due sentimenti che uniscono il linguaggio alla radio ed un modo di vestire? "Sono un mix di questi due elementi. Passione e razionalità. Il mio corpo risponde d' istinto perché ho fatto scelte di pancia nel mio lavoro ma gestite con la testa, esattamente come mi vesto" Passiamo al cuore , a chi pensi quando sei in onda , come vesti le parole dell'emozione? "Il cuore batte sull' oggetto della discussone, sono molto concentrata quando sono in onda e penso ai nostri ascoltatori" Le tue borse ti rappresentano ? "Spesso uso la stessa che definisco la borsa di Mary Poppins, mi capita di utilizzare la stessa per 3 mesi dove metto dentro di tutto. Hai presente le borse delle donne?"

FEDERICA VESTE LAVINIA BIAGIOTTI

Si, parole senza trucco ? "Ho imparato con il tempo a truccarmi bene, quando ero molto giovane avevo un brutto rapporto, ora è un amore fulminante, senza mai eccedere però" Sei la donna lavoratrice che pensa una cosa per volta e come copri il cervello? "La mia testa è impegnata simultaneamente su più fronti, seguo più cose contemporaneamente. Butto un occhio da una parte e l' altro su quello che sto facendo in quel momento. Mi piacciono i cappelli, soprattutto quelli piccoli e scuri"

100 GLOSSMAGAZINE.IT


Serie tv: che spasso! Parola di Filippo Kalomenìdis. Che si tratti della storica soap Beautiful o della recente Girls, delle serie tv non possiamo farne a meno. Divertenti, avventurose, melodrammatiche: ce ne sono per tutti i gusti. Oggi siamo andati negli studi di Roma a chiac­ chierare con chi le serie le scrive per vedere da vicino come nasce questo mondo a puntate che tanto ci affascina. Ne parliamo con Filippo Kalome­ nìdis, classe 1976, sceneggiatore.

INTERVISTA A CURA DI ELISA CONTESSOTTO

Come sei diventato uno sceneggiatore? Da ragazzo, oltre fare di tutto, cose belle e cose brutte, ho sempre scritto di tutto, cose belle e cose brutte. Dai romanzetti per rodarmi che restavano nel cassetto ai raccontini per rivistine underground ciclostilate, dalle sceneggiature per cortometraggi e sit-com per emittenti locali ai testi per spettacoli di compagnie di teatro sperimentale. Finché non provai a mandare qualcosa al Premio Solinas. Scrissi così la mia prima sceneggiatura per un lungometraggio, tratta da un mio romanzo inedito: “Un dio a caso”. E vinsi. Dopo tanto girovagare per l’Italia, mi trasferì a Roma. Da allora ho cominciato a scrivere per cinema e televisione in contesti industriali e non più underground. Quali sono le ultime serie di cui ti sei occupato? In questa stagione, ho scritto diversi soggetti di puntata e le sceneggiature di due episodi di Ris Roma 3, due episodi de “Il Tredicesimo Apostolo 2” (uno con la bravissima scrittrice Lorenza Ghinelli, un vero privilegio e una grande occasione narrativa lavorare con lei) e un episodio della prossima serie di Squadra Antimafia, la 5, accanto ad Andrea Cotti, un'altra splendida partita “in doppio” con un altro talentuosissimo amico. Nel 2010 hai pubblicato il romanzo “Sotto la bottiglia”, ci sono differenze tra la creazione di un soggetto per un libro e per una serie? Al di là dei contenuti e dei mondi narrativi rappresentati, un romanzo nasce, o perlomeno dovrebbe, da una spinta tutta interiore. Al contrario, il lavoro su una puntata di una serie tv scaturisce da un input esterno e si fonda sul lavoro di squadra. E i tempi dell’ “incubazione” della storia sono radicalmente diversi. In entrambe le situazioni si pensa e si ripensa, si scrive e si riscrive. In televisione però ho pochi respiri per calarmi nella storia e l’abilità sta nella rapidità d’immedesimazione e d’esecuzione. Per il soggetto e la scaletta di un romanzo ho invece la possibilità di immergermi a lungo nel mondo che descrivo e nei personaggi: ho l’opportunità di conviverci, diventare come loro e staccarmi da loro. Come ad esempio mi è capitato con gli incrudeliti antieroi del mio romanzo di evasione morbosa “Sotto la bottiglia”. Il 10 settembre c'è stato il debutto di Squadra Anti-

mafia 4 Palermo oggi che ha sbaragliato anche Miss Italia con il 20,48% di share. Quali sono gli elementi di successo della serie? Il ritmo adrenalinico, la capacità di raccontare il percorso di più personaggi potenti senza perdere la semplicità della narrazione, e soprattutto due protagoniste femminili e due attrici di notevole forza e impatto come Giulia Michelini e Simona Cavallari. Squadra Antimafia è un prodotto schietto e popolare e innovativo allo stesso tempo. E’ divertente e bello pensare che la superpoliziotta e la superboss mafiosa siano per il pubblico molto più accattivanti di uno stuolo di ragazze in costume da bagno. C'è un'influenza del cinema degli anni Ottanta in Squadra Antimafia? Beh, questo andrebbe domandato all’head writer storico della serie Sandrone Dazieri e al regista Beniamino Catena. La mia opinione però è sì. Ed è quello che mi colpiva da spettatore di Squadra Antimafia, sin da prima che due anni fa entrassi nel team degli autori. C’è tanto il riferimento allo sguardo ruvido di film di genere come “To live and die in L.A.”, quanto la concessione al respiro romantico di una serie di quella decade come “Miami Vice”. Oppure, per restare in Italia, il riferimento al poliziottesco nostrano con rappresentazioni esplicite della violenza accompagnate dal gusto per situazioni da melodramma come in un cult di quella stagione come “Pizza Connection”. E invece la serie americana attuale che preferisci? Fino alla quarta stagione Breaking Bad ha mutato in modo eversivo il modo di raccontare. Non solo in televisione. E ho apprezzato la macchina a orologeria narrativa di “Luck”. Ma in quest’ultimo anno sono rimasto colpito soprattutto da esperienze televisive non americane ma francesi e inglesi come Carlos, Braquo, e Red Riding Trilogy. Consigliaci una serie tv per le lettrici di Gloss Consiglio delle serie a tutto tondo, incentrate su personaggi femminili controversi, fuori controllo e scandalosi per il piccolo schermo. Lasciate perdere Carrie di Sex and City e guardate Carrie Mathison di “Homeland”… o Sarah Linden di “The Killing”… Per una volta, fidatevi di uno che detesta le chiacchiere delle single newyorchesi… GLOSSMAGAZINE.IT

101


PSICO

II IGL

donne

CU NSI

RI

*

102 GLOSSMAGAZINE.IT

CH I R

UR G

IA E

ST

ET I

CA

Insicurezza, paure. Figli insicuri su tutto, colpa dei genitori? F Non è possibile generalizzare la cause di un comportamento o di una condizione specifica; in ne lio particolare, nel momento in cui un individuo sta attraDi Giuliano Gag versando un periodo in cui è vittima delle sue insicurezze è necessario valutare tre elementi che favoriscono o meno l’intensità e la frequenza di questo stato: a. La natura individuale del soggetto, ovvero quelle caratteristiche temperamentali, impresse nel suo DNA che possono I essere sia proprie che ereditate dalla famiglia di origine Z R b. Il contesto nel quale egli vive, il quale può influenzare o in espanD IVO sione.Fenomeni meno determinate scelte comportamentali Divorzi in numero conc. Il tempo, ovvero il momento storico che la persona siderevole. stessa sta attraversando ; a tal proposito non trascuPer ciò che concerne l’argomento “divorriamo il concetto secondo cui l’identità umana un zio”, mi viene da riflettere su due questioni siprocesso in continuo divenire, pertanto, possono gnificative. Innanzitutto la decisione di giungere periodi in cui le paure si trasforinterrompere un legame sentimentale nasce dopo mano in evidenti segnali di cambiaaver assunto la consapevolezza che è impossibile momento e dunque di crescita. dificare “i connotati difettosi” del partner a proprio piacimento, pertanto questa fase disilluso ria non culmina S ES con l’accettazione incondizionata dell’”altra metà” ma SO con una rottura della relazione. Fantasie sessuali. Inoltre, immersi in una società moderna improntata sul Quanto fanno bene al rapporto i dinamismo, sull’attività costante e sull’autonomia, sex toys? Ma rischio che il mio fidanl’uomo del XXI secolo sembra non aver tempo per zato poi voglia giocare con altre? le “implicazioni” sentimentali pertanto preferiPersonalmente ritengo che non bisogna soltanto fosce condurre uno stile di vita più indipencalizzarsi sui comportamenti specifici, ma sul signifidente, anteponendo al benessere e alla cato che essi assumono all’interno di una relazione di realizzazione coniugale quella coppia. individuale. In particolare, onde evitare spiacevoli situazioni sarebbe utile soffermarsi sulle seguenti linee guida: O a. Siate ONESTI col vostro partner: se non gradite l’utilizzo di I R Il calo del degiocattoli sessuali, nulla vi vieta di esprimere liberamente il voID E Sesso.può essere ricollestro dissenso D ES gatosiderio alla mancanza di autostima? b. Improntate la vostra relazione intima sulla CHIAREZZA: La mancanza di autostima e il calo del chiedete al vostro partner quale senso abbia questo “terzo incodesiderio possono essere fattori manifesti modo”: potrebbe essere un mezzo per “impepare” la vostra indi un abbassamento del tono dell’umore da timità, oppure uno strumento che in realtà cela parte del soggetto in balìa di questo disagio; un’insoddisfazione sessuale latente. pertanto, ancor prima di soffermarsi sui comE’ necessario in questi casi il dialogo, il confronto portamenti specifici, sarebbe utile indagare tout aperto, onde evitare che si transiti dal mero utilizzo court sullo stato psichico dell’individuo in quel CONDIVISO di un sex toy all’ intraprendere preciso periodo; a tal proposito ritengo di fonrelazioni “extra” NON più condivise da damentale importanza effettuare di tanto in entrambi i membri della coppia. tanto dei check-up psicologici per capire l’andamento psichico individuale in Chirurgia estetica. un particolare momento della Aiuta davvero ad accrescere propria vita. l’autostima? Qualora si scelga di ricorrere alla chirurgia estetica per avere degli effetti benefici sul versante fisico-psichico della persona stessa, ben venga l’utilizzo del bisturi; se tuttavia si diviene vittime di un sistema sociale che SE VUOI FARE UNA DOMANDA AL impone una “perfezione estetica”, per la quale si avverte il BISOGNO di qualche ritocco, allora è DR. GIULIANO GALIONE, SCRIVI A necessaria un’analisi interiore focalizzata a caGIULIANO.GAGLIONE@GLOSSMAGAZINE.IT pire cosa realmente possa fornire beneficio OGNI BIMESTRE SELEZIONIAMO all’individuo: seguire i suoi desideri o divenire il destinatario di determinati 5 DOMANDE E UNA LETTERA. messaggi trasmessi dalla società di riferimento?


LETTERA IN EVIDENZA TRADIMENTI IN CHAT

Carissimo Dr Gaglione, mi chiamo Concetta, scrivo da Siracusa e vorrei una sua opinione in merito ad una spiacevole situazione che si è verificata. Circa un anno fa mio marito mi mostrava ridendo un sito dove i suoi colleghi si collegavano per fare conoscenze e giochetti sessuali in videochat. Per diverso tempo mi ha parlato di questa chat e sot­ tovoce mi raccontava delle esperienze che avevano vissuto i suoi colleghi. Stranamente, circa un mese fa, questa “storia” non è venuta più fuori e del sito non si è mai più parlato. Non so il perché, ma ho sospettato immediatamente di lui… sospetti fondati! 20 giorni fa, lui aveva il turno di notte e insistentemente mi telefonava per avvertirmi che con tutta probabilità non sarebbe più riuscito a chiamarmi perché impegnato. Sembrava frettoloso, disat­ tento, come se volesse “mettermi a nanna”. Così ressi il gioco e dopo aver riagganciato mi collegai al sito e scelsi un nickname insospettabile. Entrai in una chat “hot” e feci un primo tentativo di ap­ proccio con un contatto sospetto… non era lui. Tentai una seconda volta e fu quella buona… dalla cam riconobbi sorriso, mento e movenze. La mia cam era spenta, cominciammo a parlare e non ap­ pena mi sentii certa, accesi la cam e salutai “mio marito”… interruppe la conversazione fino ad allora ridotta solo “a mostrati” e “come sei fatta”. Questo è il sunto di quella serata e da allora è cambiato tutto per me. Non mi sento più sicura, mi chiedo se ho sbagliato qualcosa, cosa. Se questo è il prezzo da pagare per essere sempre stata una moglie e mamma presente. Ho perdonato per i miei figli ma non mi fido delle sue carezze e delle sue attenzioni. Continuo a pen­ sare che sia falso, che lo sia sempre stato. Avvertire l’esigenza di rifugiarsi in una chat hot o cercare altro, mi ha umiliata come donna e ora penso molto di più a me che a lui. Ero una donna curata prima, ma ora lo sono di più e il desiderio di sentirmi dire che sono bella anche da altri mi accarezza, da quanto è accaduto tutto questo… ma non voglio cadere in inutili tentazioni. Vorrei solo sapere se è normale sentire quest’esigenza, se un uomo che abbia fatto questo può davvero amare, se mi ama ancora... come reagire e buttarmi tutto alle spalle. Grazie Carissima Concetta, alla luce di ciò che ho letto, sento che ci siano dei punti cruciali che vorrei approfondire prima ancora di interrogarmi sui sentimenti che suo marito nutre verso di lei. Innanzitutto mi sono soffermato su determinate frasi e termini da lei utilizzati nella lettera, che mi hanno indotto a riflettere sia su quali siano i suoi desideri più profondi sia sui reali sentimenti che prova verso suo marito. Inizio questo discorso affermando che un termine che non amo molto è “normale”: se lei prova piacere quando si sente dire che è bella, cosa le impedisce di pensare alle sue “inutili tentazioni”? Che senso hanno per lei tali tentazioni? Rappresentano un desiderio latente, sono un escamotage che lei utilizza per riscattarsi dell’ “imbroglio di suo marito o c’è altro? Ci rifletta. Sento che per lei sia giunto il momento di compiere un viaggio nei meandri della sua interiorità affinchè possa capire ciò che realmente desidera, quali sono gli impulsi più viscerali, più intimi che lei vorrebbe venissero soddisfatti. Inoltre, rileggendo più volte la sua missiva, mi sono focalizzato su altri punti a mio avviso molto significativi, ovvero: ha perdonato “per i figli”, suo marito l’ha umiliata come donna (e non come moglie? ndr), lei tende a curarsi di più (curare l’aspetto fisico o la sua psiche?). Dunque, dopo essermi davvero soffermato a lungo su queste frasi, non posso esimermi dal chiedermi “Cosa prova realmente la signora Concetta verso suo marito, considerando il fatto che, forse inconsapevolmente, non ha menzionato in tutta la lettera quali sentimenti nutre verso quest’uomo, se non una continua sfiducia quando questi le presta attenzioni?”. Successivamente sarebbe opportuno un tête-à-tête con il suo partner in cui gli viene chiesto che senso abbia o abbia avuto per lui frequentare chat erotiche e dialogare in maniera spinta con altre donne, detto in soldoni, potrebbe iniziare il discorso domandandogli direttamente: “Cos’hanno di tanto “stimolante” le donne della chat che io non ho?”. Non contento di queste mie osservazioni, ho ampliato il mio orizzonte relazionale sull’intera famiglia: sarebbe interessante sapere se la concezione che lei ha di mamma e moglie “presente” coincide con quella che suo marito e i suoi figli hanno di lei; pertanto consiglierei che tutti i membri della famiglia discutessero circa questo argomento in modo da avere una visione più estesa, e dunque più completa, del suo ruolo all’interno del nucleo familiare. Ovviamente se si è impostato un clima familiare basato su valori quali rispetto, onestà, chiarezza,ma soprattutto FIDUCIA, tutta la famiglia non avrebbe alcuna riserva ad esprimere liberamente la propria opinione. Personalmente avverto che nel suo contesto familiare e coniugale siano presenti dei nodi non ancora sciolti, ovvero discorsi “celati” che non vengono messi alla luce per non distruggere un equilibrio tanto desiderato. Io credo che se si creano delle crisi in cui tutte le persone si mostrano AUTENTICHE, si può raggiungere un nuovo equilibrio nel quale spiccano la CHIAREZZA e la LIBERTA’ DI ESSERE SE’ STESSI. GLOSSMAGAZINE.IT

103


IMAGE COURTESY MONDONEVE.IT

VIAGGI

innevati

Di Paola Rapari

OCALITÀ MINI-GUIDA ALLE LLIA SCIISTICHE DI ITA A due passi dal Natale e dal nuovo anno, nasce nel pensiero di molti la voglia di vacanza e con essa il deside­ rio di montagna e di attività sportive sulla neve come lo sci, lo snowboard o più semplicemente di godersi l’incan­ tevole e suggestiva atmosfera della montagna innevata. Eccomi allora a dedicare questo arti­ colo a tutti coloro che magari stanno pensando proprio di organizzare una settimana bianca o anche solo un week end sulla neve per trascorre un bianco Natale. Certo questo tipo di vacanza sta diven­ tando sempre più un bene di lusso: hotel, viaggio, ski pass, attrezzatura, eccetera, eccetera, eccetera causano un aumento dei costi ma il suo fascino strega ancora molti viaggiatori. Tra le preferenze degli amanti della mon­ tagna, ci sono le località che trovano lungo Alpi e in particolare nella zona dolomitica, tanto che in questi ultimi anni si registra un incremento note­ vole anche del turismo straniero, ren­ dendo sempre più difficoltoso trovare disponibilità nelle strutture ricettive. Tuttavia non disperate, un posticino si può sempre trovare, basta allargare il raggio di ricerca e per questo come sempre ci sono io… Eccovi allora, una mia personale mini-guida dedicata alle località sciistiche in Italia e non, più o meno conosciute, in grado di farvi trascorrere una bella settimana sulle montagne innevate:

104 GLOSSMAGAZINE.IT

- Cortina d’Ampezzo, sicuramente una tra le località più famose al mondo perché meta di vip e appassionati di montagna, con splendide piste e il bellissimo panorama che solo le Dolomiti è in grado di offrire; - Sestriére, centro turistico ricco di piste, sia per lo sci alpino che da fondo è anch’essa una destinazione sciistica mondana molto apprezzata; - Madonna di Campiglio, una delle più importanti stazioni sciistiche dell’ intero arco alpino grazie alla varietà del suo ambiente paesaggistico circostante che consente di percorrere innumerevoli chilometri di piste sempre con un diverso grado di difficoltà; - Courmayeur, ribattezzata la “Perla delle Alpi”, località, adagiata ai piedi del Monte Bianco, magica e sicuramente esclusiva. In particolare vi segnalo che, se amate lo sci da fondo, non dovete perdervi l’occasione di recarvi a Planpincieux dove potrete anche regalarvi momenti di relax alle terme magari con una pausa benessere in uno dei numerosissimi centri a disposizione dei viaggiatori; - Selva di Val Gardena, ecco, se lo sci è la vostra passione, sicuramente questa è la vostra destinazione, perché questa località offre chilometri di piste innevate, per discese mozzafiato e momenti di svago a non finire tra pattinaggio sul ghiaccio, slittino, snow-shoeing, sci alpinismo, scalate sulle cascate di ghiaccio e chi più ne ha più ne

metta…. Insomma c’è solo l’imbarazzo della scelta; - Val di Fiemme e Fassa, sicuramente una delle destinazioni da non sottovalutare se amate lo sci da fondo (vi ricordo che qui si svolge anche la famosa gara da fondo “Marcialonga” che va da Moena a Predazzo tra boschi di abeti rossi) ma i percorsi possono essere anche adatti a chi ama fare passeggiate con le racchette da neve; - Livigno, ideale invece per gli amanti del freestyle, visto che Mottolino di Livigno è anche conosciuta per il suo snowpark riservato sia agli snowboarder che agli sciatori; - Passo del Tonale, sicuramente la pista Paradiso del passo del Tonale è quella che, oltre ad offrire viste incredibili, è quello più idonea per gli esperti sciatori, proprio perché molto tecnica e sicuramente non per tutti; - Abetone (Toscana), altra località dove i continui cambi di pendenza offrono l’opportunità di districarsi in peripezie sciistiche, conseguenza è sicuramente una destinazione da non sottovalutare; - Zermatt (Svizzera), definita una delle patrie dell’alpinismo, deve la sua prestigiosità al suo impianto di risalita considerato il secondo più grande al mondo. Inoltre, grazie alla sua posizione, è molto spesso coperta da abbondanti nevicate. Ora, non sarà importante come Gstaad né goderà del lusso di St. Moriz (famosa soprattutto per i suoi hotel a


cinque stelle), ma vi assicuro che se lo sci è la vostra passione, questa è una destinazione da prendere in considerazione; - Kitzbuel (Austria), considerata anch’essa una “Perla delle Alpi” è una delle località più famose del Tirolo austriaco. Questa cittadina attrae gli amanti dello sci da oltre 700 anni, infatti è una rinomata stazione sciistica sin dal 1892. Uno dei suoi simboli è Streif, una pista leggendaria che ogni anno attira migliaia di appassionati di sci, oltre ad ospitare anche la tappa più prestigiosa del campionato del mondo di sci; - Igls (Austria), ubicata vicino alla “Capitale delle Alpi”, Innsbruck, è una delle località più conosciute soprattutto per i suoi avveniristici impianti di risalita e le oltre 295 chilometri di piste. Sicuramente una località moderna e ricca di charme; - Neustift (Austria), è il più grande comprensorio sciistico sul ghiaccio dell’ Austria e proprio per la sua caratteristica si può sciare tutto l’anno e vedere la neve anche d’estate. Sicuramente una meta prediletta dagli appassionati di snowboarder e ideale anche per i principianti dello sci; - Chamonix (Francia), è una delle più antiche località sciistiche francesi che consente di sciare proprio sotto il Monte Bianco rendendo

questa località molto apprezzata dagli appassionati di montagna; - Wengen (Svizzera), è uno dei villaggio più belli della Svizzera e meta ideale per gli amanti dello snowboarder; - Kandersteg (Svizzera), sicuramente il villaggio di Kandersteg è uno dei villaggi più pittoreschi e se siete alle prime armi nel campo dello sci, le sue piste sono ciò che di meglio potete trovare per voi principianti. Inoltre se amate il relax e il panorama montano questa è la località per voi; - Pas De la Casa (Andorra), se non amate la neve artificiale ma volete un bellissimo manto di neve fresca, questa è sicuramente la località più nevosa di tutta l’Europa e offre veramente piste per tutti i gusti; - Pelion Mountain (Grecia), qui sicuramente lo sci ancora non ha preso molto piede ed è fuori dubbio che la Grecia sia una delle destinazioni più richieste dagli amanti del mare più che della montagna. Tuttavia, proprio perché fuori dal turismo di massa, può essere anche una delle mete invernali da prendere in considerazione, magari per spendere qualcosa in meno rispetto alle altre località più blasonate. ... e se per caso, siete disposti a

spendere qualcosa in più recandovi più lontano, potreste andare: - a Vail in Colorado dove è ubicato il comprensorio sciistico di Vail Ski Resort con oltre 5.300 ettari di piste dedicate agli sport invernali. Qui si possono anche effettuare molte attività quali ad esempio la corsa con le slitte trainate dai cani, l’hockey, l’escursionismo e molto altro ancora; - nel cuore del Canada a Lake Louis, considerata anche una delle località più spettacolari al mondo. Qui si trovano ben tre zone sciistiche ubicate sulle più belle cime delle Montagne Rocciose, come Monte Niblock, Monte Temple e Monte White. E’ qui che si svolge una delle tappe della coppa del mondo di sci. - a Whistler , località di villeggiatura della Columbia Britannica in Canada che offre tutto per lo snowboarder e per gli sciatori più incalliti. Come avrete capito, c’è solo l’imbarazzo della scelta ed ora come sempre, vi lascio con qualche spunto circa le strutture ricettive presenti nelle zone suddette e i loro prezzi, così tanto per farvi un’ideaMiei cari lettori, Buon Bianco Natale… e arrivederci nel nuovo anno!

ona Plaza 4* prezzo a notte per pers piglio - Sporthotel Romantic i; nott Trentino - Madonna di Cam 7 imo min ,00 190 € al 06/01/2013, 1 al in mezza pensione dal 26/12 zo a notte per persona dal 07/0 el Rosa degli Angeli 3*S prez Trentino – Pejo Fonti – Hot 5 notti; 2 al 13/01/2013, € 76,00 minimo a notte per persona dal 28/1 Hotel Piandineve 4* prezzo – ale Ton del o Pass – o Trentin 5 notti; 1 02/01/2013, € 120,00 minimo ona in mezza pensione dal 06/0 elo 4* prezzo a notte per pers Alto Adige- Ortisei - Hotel Ang imo 7 notti; e per persona in mezza penal 20/01/2013, €115,00 min Hotel Floria 4* prezzo a nott Park – zzo mpe d’A tina Cor – Veneto € 260,00 minimo 7 notti; notte per persona dal 27/12 al sione dal 28/12 al 04/01/2013, aggio San Carlo 3* prezzo a Vill el Hot – Lombardia – Livigno 7 notti; € 05/01/2012, €98,00 minimo ona dal 01/12 al 01/04/2012, eo 4* prezzo a notte per pers Ros el Hot – riere Sest – Piemonte pen120,00 minimo 3 notti; a notte per persona in mezza – Mont Blanc hotel 4* prezzo Vale d’Aosta – Courmayeur €174,00 minimo 4 notti; za sione dal 29/12 al 02/01/2013, zo a notte per persona in mez el Astoria Kitzbuehel - prez Hot 4* hel bue Kitz – Austria i; nott 3 imo min 3, € 129,50 mento pensione dal 12/01 al 23/1/201 mois Blanc prezzo per apparta t – Blanc – Residence le Cha Francia - Chamonix – Mon ,00 minimo 7 notti; dal 05/01 al 09/02/2013 € 529

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

IONE DALL’AGENZIA

SONO MESSE A DISPOSIZ LE OFFERTE VIAGGIO OM L.C VE RA XT FREEMA

GLOSSMAGAZINE.IT

BLOG DI PAOLA LAPASSIONEPERIVIAGGI.COM

IDEE VIAGGI//

105


GLOSSMAGAZINE.IT

107


FOOD

CAKE

Di Stefania Pisani

e Paola Palomba

1. Procuriamoci naturalmente un panettone (anche di quelli piccolini; sarebbe davvero un’idea carina farne trovare uno in ogni piatto) e la pasta di zucchero bianca, rossa e verde (si trova nei supermercati, anche già colorata; altrimenti è necessario impastarla con i colori alimentari).

DECORAZIONI PASSO PASSO L’arte del Cake Design sta prendendo sempre più piede in Italia e stanno nascendo corsi di tutti i tipi e per tutte le età. Io ho avuto la fortuna di seguire quello della dolcissima Paola Palomba, una cascata di riccioli biondi e un sor­ riso disarmante, sembra proprio un personaggio delle sue creazioni zuccherose Per Natale, ci ha già mostrato la bellissima torta che avete visto nella mia rubrica, ma ha deciso di farci un piccolo regalo con questo Tutorial per abbellire un pa­ nettone in maniera molto semplice e veloce.

2. Stendiamo la pasta bianca e la sagomiamo a forma di stella con una rotella (anche quella per la pizza va benissimo) o un coltello non dentato (non importa se non siamo precisi). Dopo adagiamola sul panettone.

3. Prepariamo con il rosso il corpicino e il cappello del nostro Babbo Natale e con il rosa facciamo una pallina per la testa. Quando assembliamo i pezzi, aiutiamoci con degli stuzzicadenti.

4. Completiamo con i particolari: barba,baffi, peluche sul cappello, naso, guance (impastiamo un pezzetto di pasta rosa con un pezzetto ancora più piccolo di pasta rossa),occhi (bastano due buchini con la punta di uno stuzzicadenti).

5. Ora tocca alla pasta verde per i guantini e le scarpine. Completa il tutto un bastoncino di zucchero, ottenuto intrecciando un serpentello bianco e uno rosso.

Foto di Paola Palomba paola.palomba.atbz@alice.it Testo di Stefania Pisani

108 GLOSSMAGAZINE.IT


Abito smanicato grigio COTE Cappello Federica Moretti Handmade

fÉyà XÅÉà|ÉÇ

Photo_Luana Calabrò (www.luanacalabro.com) Location_Capital Suites Milano Stylist_Valentina Fenori Make up Artist_Milo Makeup Hair Style_Sarah Mierau


_âtÇt VtÄtuÜ´ INTERVIEW 1. Luana, prima di tutto benvenuta tra le donne di Gloss. Cominciamo con una domanda a bruciapelo? - Luana sul set fotografico: pregi e difetti di un professionista all’opera. Un pregio è sicuramente quello di saper stare al mio posto, ovvero di non interferire troppo nel lavoro degli altri componenti del team, di avere fiducia nei miei collaboratori (quando c’è feeling) ed essere aperta ad accettare consigli ed idee. Pretendo però lo stesso rispetto durante il mio lavoro, non amo gli sconfinamenti di ruolo. 2. La tua più fedele amica in questo periodo (intendiamo la macchina fotografica)? L’obiettivo che usi di più? Quasi mia figlia direi…mi è capitato che mi lasciasse a “piedi” in momenti delicati e mi facesse un po’ penare, ma l’istinto di protezione che provo è quasi paranoico e per questo paragonabile ad un rapporto madre/figlio, sto parlando della mia vecchia Canon 5D che ahimè è stata sostituita con una più prestante Mark II recentemente. L’obiettivo che uso di più è sempre Canon, un 85mm 1.8 3. Luana, se dovessi definire la post-produzione, diresti che è un male necessario, una comoda scorciatoia o una grande opportunità? Dipende dall’uso che ne fai, per me sicuramente è una grande opportunità, non stravolgo mai le fisionomie, mi sembrerebbe di snaturare quel rapporto che si crea durante uno shooting tra fotografo e modella, sicuramente mi piace molto giocare con le luci, i colori e gli effetti per questo motivo lo

trovo un ulteriore mezzo per sviluppare la mia creatività. 4. Oserei dire che fin troppo spesso, questo momento prende il posto della creatività. Concordi? Quanto conta per te quest’ultima nel processo di realizzazione di uno scatto? Mi ricollego alla risposta precedente proprio per sottolineare che non dovrebbe prendere il posto della creatività ma dovrebbe essere un elemento di arricchimento della storia, dell’idea iniziale e per questo non diventare fondamentale nella realizzazione di uno shooting fotografico. 5. Nude art: qual è la dote essenziale che un fotografo deve mettere in campo per non incorrere in una palese caduta di stile? E’ molto facile per un fotografo poco esperto di nude-art incorrere in una caduta di stile, proprio per questo bisogna avere un’idea precisa di ciò che si vuole realizzare, magari ispirandosi ai grandi fotografi come Robert Mapplethorpe o come nel mio caso David Hamilton. 6. Non è un genere che prediligi, vero? Mi fa molto piacere questa domanda perché come potrai notare dalle foto pubblicate questo mese su Gloss Magazine c’è un riferimento proprio al nudo, in una chiave fashion e quindi non nudeart vero e proprio, vorrei cercare sempre di più di avvicinarmi a questo genere per interpretarlo e fonderlo al mio stile. 7. Io, osservo i tuoi scatti e me ne innamoro sempre di più. Se

dovessi scegliere un aggettivo per definire il tuo portfolio, direi “delicatezza”. E’ questo il messaggio che vuoi dare, o forse meglio, le sensazioni che vuoi suscitare? Femminilità e delicatezza come binomio perfetto? Prima di tutto grazie per i complimenti, sicuramente ho uno stile molto “femminile”, non a caso i miei artisti preferiti sono quasi sempre donne, pittrici e scrittrici in maggioranza, ma anche la mia canzone italiana preferita è cantata da una donna ed è un inno alla dolcezza e alla passione, mi riferisco a “Rossetto e Cioccolato” di Ornella Vanoni. Mi piace che le mie foto siano l’essenza della donna e che trasmettano un mix di sensualità, romanticismo, eleganza e delicatezza proprio come se toccandole si potesse sentirne la morbidezza. 8. A cosa stai lavorando? Progetti in vista? Il mio progetto più importante è quello di avere sempre molti stimoli per farmi venire più idee possibili da realizzare, ma questo è un progetto costante che deve accompagnarmi sempre. Per quanto riguarda i progetti personali in vista vorrei dedicarmi un po’di più alla figura maschile che fin ora ho messo da parte, vorrei trovare il modo “giusto” per rappresentarla e per fare ciò devo studiare ancora un po’. 9. Luana, che ne pensi, lasciamo ai nostri lettori la possibilità di ammirare altre immagini? Un link al tuo portfolio. Certo! Potete trovare il mio portfolio qui: www.luanacalabro.com

GLOSSMAGAZINE.IT

111


Top smanicato & minigonna pelle nude COTE, orecchini Pink Moda, guantini bibijoux by Bianca D'Aniello

112 GLOSSMAGAZINE.IT


Pelliccia Pepe Jeans, body in pizzo crema con rose Wolford, orecchini bibijoux by Bianca D'Aniello

GLOSSMAGAZINE.IT

113


Body viola a righe Wolford, collana bibijoux by Bianca D'Aniello, pochette bianca con fibbia Coliac

114 GLOSSMAGAZINE.IT


Coprispalle Simone Marulli, collant nude Rosemary Wolford, cappello Federica Moretti Handmade

GLOSSMAGAZINE.IT

115


SINFONIA IN ROSA Photography by: 6pm Studio (Anna Benedetto – Gabriele Paolillo) www.6pmstudio.com Model: Michela Cerroni (Glamour Model Management) MUA: Paola Sgaramella Styling: Beatrice Pizzi

116 GLOSSMAGAZINE.IT


GLOSSMAGAZINE.IT

117


118 GLOSSMAGAZINE.IT


GLOSSMAGAZINE.IT

119


Paola Aru interview

120 GLOSSMAGAZINE.IT


GLOSSMAGAZINE.IT

121


ALESSANDRO ©ARA

122 GLOSSMAGAZINE.IT


INTERVIEW 1) Benvenuta in Gloss Paola, domanda a bruciapelo: quando e come hai intrapreso la professione di modella? Grazie a voi per avermi ospitata nel vostro magazine . La mia scelta nel campo della moda è stata dettata non tanto dalla mia bellezza, quanto ad una passione innata che ho in me e alla capacità di riuscire ad esprimere delle emozioni durante gli scatti fotografici. A 10 anni il mio primo casting, e a 12 il primo e indimenticabile servizio fotografico e a 17 la mia prima pubblicità importante a livello regionale. Ma la vera svolta è iniziata per gioco, precisamente quando sono stata iscritta a mia insaputa dal mio migliore amico ad un concorso di bellezza che infine vinsi. Da allora tutto è cambiato ed ho iniziato con fatica pazienza e tanti sacrifici a realizzare e a raggiungere giorno dopo giorno i miei obiettivi. 2) …E quali sono le tue esperienze ad oggi? Ho realizzato numerosi servizi fotografici e prestato la mia immagine come testimonial a diversi BRAND di successo , sono apparsa in riviste, cartelloni pubblicitari, calendari, editoriali nazionali e internazionali. Inoltre ho voluto aggiungere alla fotografia , un’ altra mia qualità "avere un rapporto diretto con il pubblico" e quale occasione migliore di presentare in tv? Inizialmente ho fatto gavetta lavorando per le principali reti regionali della mia amata isola, mi sono messa alla prova presentando due programmi in forte contrasto tra loro, uno girato di notte tra locali notturni in mezzo ai giovani per scoprire il loro mondo e i lori divertimenti, l' altro in collaborazione con il comune di Cagliari, che mi ha rapportato con il mondo del giornalismo e mi ha fatto crescere tanto anche a livello culturale per i numerosi temi trattati. Grazie a questo ho avuto la fortuna di conoscere e collaborare con persone splendide e di arrivare addirittura a presentare con grandi nomi della televisione italiana su Sky. Ma come ho premesso pretendo tanto da me stessa e volevo dimostrare alle persone che mi seguono dai miei primi esordi, che oltre a saper posare e presentare ero anche in grado di recitare e quindi lavorare come attrice per spot pubblicitari e videoclip musicali, ne ho fatto diversi alcuni più importanti di altri. Oggi continuo a crescere professionalmente, ho diversi progetti in fase di elaborazione e tanti altri servizi e pubblicità in uscita nei prossimi mesi ma vi toccherà attendere e scoprire passo dopo passo i miei nuovi lavori! 3) Della moda si conosce sempre il bello, la notorietà, i soldi. C’è un’esperienza negativa che ha segnato il tuo percorso professionale? Per fortuna nella mia vita professionale posso contare sulle dita di una mano le esperienze negative, ma tutte di poca importanza mentre ho provato tante delusioni, la più significativa è stata da parte di un manager che seguiva da oltre un anno la mia immagine, finalmente dopo lunghe attese arrivo la firma di un contratto lavorativo che avrebbe segnato la svolta della mia carriera. Ecco proprio in quel momento mi ha chiesto esplicitamente di scendere a compromessi, ed io che ho fatto? Senza pensarci ho lasciato nel giro di pochi minuti contratto, lavoro e manager! Penso che si possa essere belle, sexy e femminili mantenendo comunque la propria dignità e il proprio pudore e questo, noi donne, non dobbiamo MAI DIMENTICARLO! Non bisogna lasciare mai che l’ ambizione e il desiderio del successo ti facciano fare cose che non rientrano nella tua etica , con questo ideale vado avanti nel mio percorso in modo onesto e trasparente senza che venga "sporcato e manomesso" da certe persone che vorrebbero avere il pieno controllo della tua carriera lavorativa. 4) A tuo avviso, cosa non dovrebbe fare una modella professionista. Il passo falso da evitare nel mondo della moda… Una modella professionale deve evitare di farsi illudere dal facile successo e da facili guadagni. Nella vita tutto quello che ci viene prospettato di troppo semplice e rapito presenta sempre delle ombre. Detto questo, è importante attenersi a semplici regole lavorative che si devono rispettare in qualsiasi tipo di lavoro: PUNTUALITA, CORRETTEZZA , RISPETTO. 5) “Crisi”. A tuo avviso quanto ha inciso e quanto inciderà sul settore. Chiaramente ha inciso molto, la moda vive la sua crisi da almeno 10 anni. In questo settore è arrivata prima di quella finanziaria con la chiusura dei più importanti centri tessili dovuti all’ incontrastabile concorrenza dei tessuti, abbigliamento e manodopera cinese. È palese che le aziende tendano a risparmiare in un periodo così difficile per tutti, si cerca in tutti i modi di abbassare i compensi, o in alternativa di utilizzare modelle emergenti o magari anche improvvisate. Un esempio curioso mi è capitato con un'azienda di cui ero testimonial per diversi anni, nel corso del tempo il compenso è andato a dimezzarsi fino ad arrivare al punto quest'anno, non avendo fondi per pagare una modella, hanno utilizzato una delle loro segretarie come testimonial, e sto parlando di un'azienda leader del settore. Per fortuna le grandi maison italiane stanno resistendo e stanno anche attuando delle strategie di sviluppo sul target lusso come la linea Armani Prive che fa capi unici da 30.000 euro in su. Nonostante tutto si nota a vista d'occhio la crisi dei negozi e soprattutto è indicativa la crescita che stanno avendo i factory outlet store. 6) Paola, grazie per esser stata con noi. Ci lasci un tuo contatto? Grazie a voi. Il mio sito è www.paolaaru.com e la mia pagina facebook è www.facebook. com/PaolaAruFanpage?fref=ts

GLOSSMAGAZINE.IT

123


124 GLOSSMAGAZINE.IT


GLOSSMAGAZINE.IT

125


126 GLOSSMAGAZINE.IT


GLOSSMAGAZINE.IT

127


Fotograf: Johannes Graf @ www.team-house.de Styling: Brigitte Margareta Wilhelm @ www.les-artists.com Hair/Make-Up: Sigi Kumpfm端ller, using Chanel, fame-agency.com Retouch: Ramona Reuter @ www.ramonareuter.com Model: Melanie Werner @ www.miha-modelmanagement.com

LADY IN ME 128 GLOSSMAGAZINE.IT


GLOSSMAGAZINE.IT

129


130 GLOSSMAGAZINE.IT


GLOSSMAGAZINE.IT

131


132 GLOSSMAGAZINE.IT


GLOSSMAGAZINE.IT

133


134 GLOSSMAGAZINE.IT


GLOSSMAGAZINE.IT

135


136 GLOSSMAGAZINE.IT


Profile for Gloss Magazine

Gloss Magazine N. 7 - Dicembre_Gennaio 2012_2013  

La prima free press di Roma al femminile. Per info: www.glossmagazine.it - Bimestrale di moda, bellezza, spettacolo, musica, fotografia, ben...

Gloss Magazine N. 7 - Dicembre_Gennaio 2012_2013  

La prima free press di Roma al femminile. Per info: www.glossmagazine.it - Bimestrale di moda, bellezza, spettacolo, musica, fotografia, ben...