Page 1


LA GRANDE BELLEZZA

DELLA SEMPLICITÀ

GIORNALE DELLO SPETTACOLO - ANNO 75 - N. 3 - LUGLIO 2019 -


LUGLIO 2019

giornaledellospettacolo.globalist.it

SOMMARIO

N. 3

LUGLIO 2019

22

IN COPERTINA ILENIA PASTORELLI FOTO DI GIANLUCA SARAGÒ.

CARCANO PER DISNEY UN’ESTATE DA RE LEONE DI M.S.

24

D’ANDREA YESTERDAY, DOWNTON ABBEY, CATS: ECCEZIONALE 2019 DI M.S.

6

ILENIA PASTORELLI IL CINEMA DEL MIO CUORE

26

DI MARCO SPAGNOLI

14

ZONDERLAND 20TH CENTURY FOX ALLA SFIDA DEI CAMBIAMENTI DI PAOLO DI REDA

GHIACCIO RAGAZZE “DOLCISSIME” E LA SFIDA DEL CRESCERE DI G.C.

27

I SISTEMI PERFETTI PER LE SALE DEL FUTURO DI ROBERTO TAGLIERI

28

UCI INAUGURA LA PRIMA SALA IMAX A ROMA DI R.T.

10

PONDI CHE SIA TUTTA UN’ALTRA VITA

18

DI GIUSEPPE CASSARÀ

12

LONIGRO OBIETTIVO ESTATE: 40 PER CENTO IN PIÙ DI MERCATO

DI P. DI R.

20

DI P. DI R.

Periodico di informazione sullo spettacolo in collaborazione con Agis Reg. Tribunale Roma n. 5320/56 del 16/7/1956

OCCHIPINTI UN 2019 DI FILM DI QUALITÀ

LETTA LISTINO TUTTO MADE IN ITALY ZALONE APRIRÀ IL 2020 DI M.S.

direttore responsabile Gianni Cipriani direttore: Marco Spagnoli direttore editoriale&marketing Luca Cadura

30

MEZZETTI EMILIA-ROMAGNA SCELTE VIRTUOSE PER IL CINEMA DI P. DI R.

progetto grafico Paola Gaviraghi redazione Giuseppe Cassarà

Pubblicità cinema Aps Advertising srl Via Tor de’ Schiavi, 355 - 00171 Roma - Tel: 06.89015166;

Web: www.globalist.it giornaledellospettacolo.globalist.it

info@apsadvertising.it www.apsadvertising.it

3


PREMIO DELL A GIURIA FESTIVAL DI CANN NNE ES


MIGLIOR SCENEGGIATURA FESTIVAL DI CANNES


6

Giornale dello spettacolo

INTERVISTA A ILENIA PASTORELLI

IL CINEMA DEL MIO CUORE NON MI INTERESSA METTERMI IN MOSTRA L’attrice è tra i grandi ospiti di Ciné a Riccione dove torna per il nuovo film di Michela Andreozzi, Brave Ragazze distribuito da Vision di Marco Spagnoli @marco_spagnoli

Q ILENIA PASTORELLI RITRATTA DA GIANLUCA SARAGÒ.

uesta appena iniziata è la prima estate ‘in vacanza’ che Ilenia Pastorelli sta vivendo da qualche anno. Dopo tre anni di lavoro molto intenso, infatti, l’attrice romana si sta finalmente riposando prima di tornare ad interpretare la protagonista femminile nel sequel della fortunata commedia Non ci resta che il crimine di Massimiliano Bruno, le cui riprese inizieranno ai primi di settembre. “Mi sto godendo un po’ di mare e il sole.” Dice l’attrice presente a Ciné per presentare il film di Michela Andreozzi, Brave Ragazze “A quest’ora gli altri anni ero sempre sul set: con Benedetta Follia di Carlo Verdone siamo incappati nell’estate più calda degli ultimi trenta anni, mentre l’anno scorso per Non

ci resta che il crimine avevo i capelli rossi e, da copione, dovevo rimanere bianca cadaverica...” Una rinuncia? No, tutt’altro: di questo lavoro la cosa che mi piace di più è proprio quella di trovarmi sul set a recitare. Preferisco questo aspetto a tutto il resto. Tipo le interviste… Come le interviste, ma anche come tutto quello che ruota intorno al nostro lavoro e che è pure molto importante: non amo le feste legate agli eventi, il doversi truccare, pettinarsi, vestirsi con abiti


2019-2020

LINE-UP IT CAPITOLO DUE REGIA ANDY MUSCHIETTI CAST BILL SKARSGÅRD, JAMES MCAVOY, JESSICA CHASTAIN, BILL HADER GENERE HORROR/THRILLER

CHARLIE’S ANGELS REGIA ELIZABETH BANKS CAST ELIZABETH BANKS, KRISTEN STEWART, NAOMI SCOTT, ELLA BALINSKA, SAM CLAFLIN GENERE ACTION/COMEDY

LA DEA FORTUNA

C’ERA UNA VOLTA... A HOLLYWOOD

REGIA QUENTIN TARANTINO CAST LEONARDO DiCAPRIO, BRAD PITT, MARGOT ROBBIE, DAKOTA FANNING, AL PACINO, KURT RUSSELL, EMILIE HIRSCH, TIM ROTH GENERE COMEDY/DRAMA

SPIDER-MAN FAR FROM HOME (3D)

REGIA JON WATTS CAST TOM HOLLAND, JAKE GYLLENHAAL, ZENDAYA, MARISA TOMEI, SAMUEL L. JACKSON, COBIE SMULDERS GENERE ACTION/FANTASY

L’INGANNO PERFETTO

REGIA FERZAN OZPETEK CAST STEFANO ACCORSI, EDOARDO LEO, JASMINE TRINCA, SERRA YILMAZ

REGIA BILL CONDON CAST HELEN MIRREN, IAN MCKELLEN

GENERE COMEDY/DRAMA

GENERE THRILLER

BLINDED BY THE LIGHT

JOKER

REGIA GURINDER CHADHA CAST VIVEIK KALRA, KULVINDER GHIR, MEERA GANATRA, NELL WILLIAMS, AARON PHAGURA GENERE COMEDY

IL CARDELLINO

REGIA TODD PHILIPS CAST JOAQUIN PHOENIX, ROBERT DE NIRO GENERE DRAMA

ANGRY BIRDS 2

NEMICI AMICI PER SEMPRE (3D)

REGIA JOHN CROWLEY CAST ANSEL ELGORT, NICOLE KIDMAN, SARAH PAULSON

REGIA THUROP VAN ORMAN, JOHN RICE DOPPIATORI MACCIO CAPATONDA, ALESSANDRO CATTELAN

GENERE DRAMA

GENERE ANIMATION

BAD BOYS FOR LIFE

MOTHERLESS BROOKLYN

REGIA ADIL EL ARBI, BILALL FALLAH CAST WILL SMITH, MARTIN LAWRENCE, VANESSA HUDGENS GENERE ACTION/COMEDY

JUMANJI 2 REGIA JAKE KASDAN CAST DWAYNE JOHNSON, JACK BLACK, KEVIN HART, DANNY DEVITO, KAREN GILLAN GENERE ADVENTURE/COMEDY

ZOMBIELAND DOPPIO COLPO

I SEGRETI DI UNA CITTÀ

REGIA EDWARD NORTON CAST EDWARD NORTON, BRUCE WILLIS, WILLEM DAFOE, ALEC BALDWIN GENERE DRAMA

MEN IN BLACK INTERNATIONAL

REGIA F. GARY GRAY CAST CHRIS HEMSWORTH, LIAM NEESON, TESSA THOMPSON, REBECCA FERGUSON GENERE ACTION/COMEDY

DOCTOR SLEEP

REGIA RUBEN FLEISCHER CAST EMMA STONE, WOODY HARRELSON, JESSE EISENBERG

REGIA MIKE FLANAGAN CAST EWAN MCGREGOR

GENERE ACTION/COMEDY

GENERE THRILLER CREDITI NON CONTRATTUALI

©2019 WARNER BROS. ENT. ALL RIGHTS RESERVED

WARNERBROS.IT

©2019 SONY PICTURES ENTERTAINMENT INC. ALL RIGHTS RESERVED

SEGUICI SU


Giornale dello spettacolo

8

particolari. Certo, fa parte del gioco, ma passare il tempo a scegliere come mostrarsi non è una mia ambizione. Come guarda a questi primi anni di cinema? Sono rimasta molto sorpresa dal cinema italiano sia in positivo che in negativo: mi piace il fatto che nei premi ci sia un’oggettività e una certa meritocrazia. I registi che ho incontrato sono stati tutti molto seri nei provini e in tutto il resto. Sono meno interessata, invece, da questa necessità di dovere apparire a tutti i costi e di doversi mettere in mostra. Capisco, però, anche che ci siano attori e attrici che ancora, purtroppo, non hanno avuto l’opportunità di mostrare il proprio talento, e allora in queste occasioni mondane li vediamo un po’ scalpitare. Noto molta frustrazione… La frustrazione, però, è degli altri… Io sono stata fortunata e ho avuto l’opportunità di fare dei film che sono stati visti. Detto questo, però, non vorrei tirarla troppo a lungo: non mi diverto anche ai compleanni e alle feste dei miei amici e delle mie amiche. Non amo gli obblighi e il sentirsi in dovere di divertirsi a tutti i costi come a Capodanno.

A lei cosa la diverte? Non voglio sembrare banale, ma mi piacciono le cose semplici e anche un po’ stupide: uscire con le persone che mi fanno ridere, andare a bere qualcosa o a cena in trattoria. Non amo, invece, il divertimento selvaggio delle discoteche o delle feste.

Mi piacciono le cose semplici e anche un po’ stupide: uscire con le persone che mi fanno ridere, andare a bere o a cena in trattoria.

Cosa le piace del set? Mi piace la ‘sporcizia’: alle volte mi sembra di essere in un accampamento di persone che lavorano tutte per lo stesso obiettivo. Mi è capitato di stare ore ed ore nei camper ad aspettare i campi e i controcampi eppure non mi è mai pesato. Mi piace l’idea di essere parte di una comune di persone che lavorano in orari e date un po’ strane. Dell’essere attrice apprezzo soprattutto il potere diventare un’altra persona, vivendo altre vite e provando emozioni e sensazioni differenti. Delle donne che ha interpretato c’è qualcuna cui guarda con maggiore simpatia? Certamente l’Alessia di Jeeg Robot: è stato un personaggio con cui ho convissuto a lungo e che mi piaceva proprio per la sua follia. Con le matte ti diverti tantissimo. Ora è diretta da una donna per la prima volta: una regista che è ancora un’attrice come Michela Andreozzi… Non c’è differenza tra uomini e donne registi: ho aderito a questo progetto con grande interesse perché era tutto al femminile, mentre, fino adesso, ho interpretato ruoli definiti da un uomo: l’amante di, la fidanzata di, etc…del resto Brave Ragazze è anche la prova che tra donne ci possa essere una grande armonia. Non mi avevano mai proposto un ruolo così: una persona dall’identità sessuale confusa alle prese che, a differenza di altri personaggi, non utilizza il suo corpo per manipolare il prossimo. È una ragazza che si nasconde e questo mi interessava molto. Del resto io, fino adesso, ho sempre interpretato ruoli interessanti in film che mi piacevano molto: ho rifiutato diversi ruoli perché pur essendo in produzioni interessanti si erano ‘dimenticati’ del pubblico. Non ha senso scrivere per sé stessi e per quello che mi riguarda, bisogna rimanere lucidi e non perdere l’equilibrio. Seguo l’intuito e prediligo le cose che mi portano in direzione di qualcosa di diverso. I film che voglio fare sono quelli che hanno un po’ di cuore.


10

Giornale dello spettacolo

C

hi non ha mai desiderato di vivere un’altra vita, anche solo per poco, di fuggire dalle proprie responsabilità e prendersi una vacanza da sé stessi? È questo il centro del nuovo film di Alessandro Pondi, Tutta Un’Altra Vita, in sala dal prossimo 12 settembre. Cosa racconta ‘Tutta un’altra vita’? È la storia di un uomo, Gianni (Enrico Brignano), un tassista di Roma molto stanco e deluso della sua vita: una moglie che forse non ama più, due figli che a dirla tutta gli stanno antipatici. Nella sua vita passata dietro il volante del suo taxi ha spesso il tempo di pensare, di immaginare un’altra vita appunto. Finché un giorno non accompagna all’aeroporto una coppia benestante, in partenza per una vacanza di lusso. La coppia litiga furiosamente, si capisce che dietro c’è una storia di infedeltà del marito. Insomma, sono talmente impegnati a discutere che non si accorgono di dimenticare sul sedile del taxi le chiavi di casa loro. Qualche tempo dopo Gianni passa per quell’indirizzo e la curiosità ha la meglio: apre la porta di questa

IL REGISTA E SCENEGGIATORE ALESSANDRO PONDI.

meravigliosa villa e lì decide che è la sua occasione per vivere davvero, anche solo per un poco, la vita di qualcun altro. Le cose non andranno come sperava? Inizialmente sì: Gianni improvvisamente si ritrova catapultato nel lusso più sfrenato e finge di essere il vero proprietario di questa casa. Si appropria dell’identità dei padroni di casa e lo fa in gran segreto, senza dire nulla alla moglie e ai figli. Le cose, ovviamente, si complicano quando incontra un’altra donna, bellissima e più giovane, che lo fa innamorare di nuovo, lo fa sentire di nuovo vivo. Finché, ovviamente, il sogno finisce perché i legittimi proprietari tornano a casa… Un semplice tassista si ritrova immerso nel lusso: come reagisce un uomo normale a una cosa del genere? La verità è che al lusso ci si abitua molto facilmente. Gianni è soprattutto una persona pigra, che vorrebbe tanto cambiare la sua vita ma non ha la forza per farlo. Questo in fondo è anche un film sulla fortuna, sul destino: la vita mette di fronte a Gianni una seconda possibilità, anche solo se temporanea, e poi alla fine gli chiede di tirare le somme. E il risultato potrebbe essere sorprendente anche per lui… Che tipo di personaggio è Gianni? È molto attuale, molto moderno: viviamo in tempi strani, in cui non siamo mai soddisfatti di nulla. Siamo costantemente bombardati di storia sul ‘positive


LUGLIO 2019

giornaledellospettacolo.globalist.it

ALESSANDRO PONDI RACCONTA IL SUO ULTIMO FILM

CHE SIA “TUTTA UN’ALTRA VITA” BRIGNANO È IL NUOVO ALBERTO SORDI di Giuseppe Cassarà @gdspettacolo

Siamo pieni di responsabilità, di relazioni, di impegni: stravolgere la nostra vita è un sogno per la maggior parte di noi.

thinking’, sulla presunta facilità di cambiare la propria esistenza. Ma cambiare non è facile, non se non si ha la forza e la determinazione per farlo. Siamo pieni di responsabilità, di relazioni, di impegni: stravolgere la nostra vita è un sogno per la maggior parte di noi. Questo perché siamo tutti molto pigri, esattamente come Gianni. Pigri ma con tanta voglia di lamentarci. In questo poi, ed è per questo che Enrico Brignano è stato perfetto per interpretare questo ruolo, il romano è davvero imbattibile. Fa un po’ parte della verve romana, questa pigrizia perenne, il lamentarsi di tutto senza mai cambiare niente, aspettando che la fortuna ci piova dall’alto. È questo che succede a Gianni, che non è un personaggio da farsa ma è complesso, fa anche molto riflettere lo spettatore. Senza dimenticare ovviamente di far ridere e anche in questo Enrico è un grandissimo professionista.

Era la prima collaborazione con Brignano? Sì, e ho scoperto in lui un grandissimo professionista. È un attore eccezionale, non fa soltanto ridere (cosa che riesce con un’incredibile naturalezza) ma è in grado di dare spessore ai personaggi che interpreta. Io nasco come sceneggiatore, sono stato allievo di Luciano Vincenzoni, il grande maestro della commedia all’italiana. Il mio punto di riferimento è quello e con Tutta Un’Altra Vita volevo creare una storia ‘sordiana’. Enrico secondo me è un attore molto vicino al grande Alberto Sordi: è disincantato, incarna la romanità, sa far ridere ma senza scadere nella farsa. E con gli altri attori poi la chimica è stata eccezionale. Chi sono gli altri interpreti? I principali attori sono Paola Minaccioni, che interpreta la moglie di Gianni, e Ilaria Spada, che invece è la donna di cui Gianni si innamora. Paola è fantastica, fenomenale. Anche lei peraltro è molto profonda, riesce a trovare un equilibrio tra la sua naturale verve comica e il dramma che incarna anche il suo personaggio che sullo schermo funziona alla grande. Ilaria Spada è stata una sorpresa, non è facile trovare delle attrici che siano così belle ma che siano anche incredibilmente autoironiche. Tutti e tre sono stati dei grandi professionisti.

11


12

Giornale dello spettacolo

LUIGI LONIGRO - 01 DISTRIBUTION

OBIETTIVO ESTATE: 40 PER CENTO IN PIÙ DI MERCATO di Paolo Di Reda @gdspettacolo

Punta forte sul cinema italiano il listino di 01 distribution. Gran parte dei film annunciati all’appuntamento di Riccione, infatti, vestiranno la casacca tricolore. D’altronde anche nella precedente stagione il cinema italiano aveva dato le maggiori soddisfazioni alla distribuzione di casa Rai. Ne parliamo con il direttore, Luigi Lonigro, Qual è il bilancio di 01 distribution per la stagione passata? Siamo molto soddisfatti del nostro primo semestre in cui abbiamo raggiunto una quota di mercato del 9%, al terzo posto dopo due grandi major americane e al primo come distribuzione italiana. Abbiamo avuto grandi soddisfazioni sul coté nazionale dal film di Massimiliano Bruno, Non ci resta che il crimine e da Il Traditore di Marco Bellocchio, mentre tra i film di acquisizione internazionale non possiamo non citare il grande successo di After. Come vede le prospettive dell’estate 2019 a livello nazionale e quale sarà il posizionamento di 01 nel periodo? Crediamo fermamente in Moviement e nel progetto triennale che ha l’obiettivo di allineare l’Italia ai principali territori europei sia dal punto di vista della tempistica d’uscita, che vedrà finalmente i blockbuster americani uscire anche da noi in day and date con gli Stati Uniti, che per quanto riguarda la quota di mercato del periodo maggio/agosto che ha visto da sempre il nostro territorio soffrire, soprattutto per carenza di prodotto e che speriamo vedrà nell’estate 2019 una netta inversione di tendenza. Il nostro obiettivo, sicuramente molto ambizioso, è quello di poter registrare una crescita del mercato nel periodo in questione superiore del 40% rispetto al periodo estivo del 2018. È un obiettivo molto sfidante, ma stiamo tutti lavorando con grande intensità e sintonia affinché diventi realizzabile. 01 Distribution partecipa alla grande

estate 2019 con Il Traditore di Marco Bellocchio, ancora in programmazione nelle sale e che rappresenta l’incasso record di tutti i tempi nella filmografia del regista. Il 4 luglio sarà la volta della fresca e divertente commedia Restiamo Amici di Antonello Grimaldi; seguirà il 22 agosto Il Signor Diavolo, atteso ritorno all’horror di Pupi Avati e il 29 agosto 5 è il numero perfetto di Igort, un noir tratto dall’omonima graphic novel con uno strepitoso Toni Servillo. Quali i punti di forza del nuovo listino? Come sempre a Riccione presenteremo un listino molto ricco, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo, in cui la produzione nazionale avrà un ruolo di primissimo piano. Tra i titoli italiani più importanti: Pinocchio di Matteo Garrone; Tutto il mio folle amore di Gabriele Salvatores e Vivere di Francesca Archibugi.

Il Traditore di Marco Bellocchio, ancora in programmazione nelle sale, ha realizzato l’incasso record di tutti i tempi nella filmografia del regista. Tra i titoli internazionali più rilevanti invece: L’ufficiale e la spia di Roman Polanski e l’esilarante commedia Non succede, ma se succede… con Charlize Theron e Seth Rogen in programma martedì 3 pomeriggio per il pubblico di Cinè.

PINOCCHIO DI MATTEO GARRONE.

Completano il listino del 2019 Martin Eden, libera trasposizione del regista Pietro Marcello del romanzo di Jack London con Luca Marinelli, la cui uscita è prevista per settembre, così come per la commedia Tutta un’altra vita con Enrico Brignano, Ilaria Spada e Paola Minaccioni. Per l’autunno Appena un minuto, divertente commedia di Francesco Manelli con Max Giusti dove il protagonista entra in possesso di un oggetto magico, come nelle fiabe più classiche, anche se prende le sembianze moderne di uno smartphone. Commedia e insieme film di genere è Gli uomini d’oro, con il trio Fabio De Luigi, Edoardo Leo e Giampaolo Morelli per la regia di Vincenzo Alfieri. Tratto da una storia vera e ambientato circa 25 anni fa. Dopo il Pinocchio di Garrone, ovviamente posizionato a Natale, spiccano due importanti anticipazioni del 2020: il prossimo film di Gabriele Muccino, dal titolo I migliori anni che vede un cast con Pierfrancesco Favino, Kim Rossi Stuart, Claudio Santamaria e Micaela Ramazzotti, nonché il bis di Massimiliano Bruno con Non ci resta che il crimine 2, posizionato agli inizi di marzo. Confermato il cast che aveva portato al successo il primo film, ovvero Marco Giallini, Alessandro Gassmann, Edoardo Leo, Ilenia Pastorelli e Gianmarco


刀 攀 愀 氀簀氀 愀 猀 攀 爀

䰀䄀䴀倀䄀䐀䔀 堀䔀一伀一 伀刀䤀䜀䤀一䄀䰀䤀 䌀䠀刀䤀匀吀䤀䔀 匀䤀匀吀䔀䴀䤀 䰀䔀䐀圀䄀䰀䰀 䔀 䴀䄀堀䤀匀䌀䠀䔀刀䴀䤀


14

Giornale dello spettacolo

L’AD PAUL ZONDERLAND PRESENTA IL NUOVO LISTINO

20TH CENTURY FOX ALLA SFIDA DEI CAMBIAMENTI di Paolo Di Reda @gdspettacolo

L’estate è arrivata e si possono già fare i primi bilanci. Ci sono segnali positivi per il cinema in Italia? I dati di maggio sono incoraggianti, ma la cosa più importante è il cambiamento di atteggiamento di tutti grazie all’iniziativa di Moviement. 20th Century Fox ha partecipato in modo totale, convinti come siamo che la stagione cinematografica debba coinvolgere tutti i 12 mesi l’anno e che si debba rilanciare l’estate in Italia. Un altro dato di fatto del mercato è però la concentrazione degli incassi su grandi blockbuster, con un conseguente minor spazio per le produzioni indipendenti. Ciò significa che è necessario andare avanti e avere coraggio mettendo in atto strategie innovative, necessarie in un mondo che cambia continuamente. Penso soprattutto all’esercizio che dovrebbe espandere le proprie attività, non facendo conto soltanto sul cinema. Aprendo ad altri target, le sale potrebbero diventare spazi dove le persone passano piacevolmente del tempo anche con altre forme di intrattenimento. Il film diventerebbe una componente, seppure fondamentale, di un nuovo modo di cercare emozioni da parte del pubblico. In poche parole, penso che le sale cinematografiche abbiano ancora prospettive molto interessanti anche per il lungo periodo, purché siano in grado di trasformarsi e restare al passo con i tempi. Come sono andati i film Fox nella scorsa stagione? Sono risultati eccellenti che senza dubbio avranno riscontri ancora più positivi nel futuro, insieme a Disney. Ovviamente grande protagonista della nostra proposta è stato Bohemian Rhapsody, il cui risultato è stato vincente anche grazie al posizionamento a fine novembre, ovvero a ridosso del Natale, contrariamente alla scelta degli altri Paesi europei. È andato benissimo anche l’evento di due giorni a gennaio con la versione karaoke del film. Un esperimento interessante che ci ha fornito molte indicazioni utili. Altro risultato importante che è andato anche oltre le nostre aspettative è stato ottenuto da La favorita. Complice l’ottima vetrina della Mostra di Venezia, con i

GEMINI MAN DEL MAESTRO ANG LEE IN USCITA AD OTTOBRE.

premi a Olivia Colman come migliore attrice e il Leone d’argento - Gran premio della giuria a Yorgos Lanthimos. Anche gli altri titoli presentati da Fox si sono comportati molto bene, coronando una stagione di successo il cui merito va attribuito allo sforzo di tutta la squadra, che ringrazio. Veniamo al listino 20th Century Fox da qui a dicembre 2019? Iniziamo dai titoli estivi, primo fra tutti il thriller Crawl - Intrappolati, una produzione di Sam Raimi diretta dal francese Alexandre Aja, interpretata da Kaya Scodelario, alle prese con alligatori giganti che ne mettono in pericolo la vita. Per settembre un film per le famiglie: Dora e la città perduta, live-action della fortunata serie animata Dora l’esploratrice. Nel cast la giovane Isabela Moner, insieme a Eva Longoria e Michael Peña. In autunno sarà il turno di titoli dal grande potenziale, a cominciare da “Ad Astra”, kolossal fantascientifico con Brad Pitt in giro

Le sale hanno ancora prospettive molto interessanti purché si trasformino per restare al passo con i tempi.

per lo spazio, alla ricerca dei motivi del fallimento di una precedente spedizione in cui aveva perso la vita il padre. Diverso scenario per La donna alla finestra, tratto dal romanzo di A.J. Finn che narra le vicende di una donna incapace di uscire dalla sua stessa casa. Il cast è d’eccezione: Amy Adams, Julianne Moore e Gary Oldman. A ottobre un altro film con suggestioni fantascientifiche, Gemini Man, del maestro Premio Oscar Ang Lee, con Will Smith alle prese con il suo clone più giovane. Il problema è che il protagonista, di mestiere, fa il killer e lo scontro con il suo gemello artificiale sarà durissimo. Altro titolo da non perdere la commedia dark Ready or Not, costruita su una prima notte di nozze che si trasforma in un incubo. Non mancano nel nostro listino le grandi franchise come il nuovo episodio di Terminator, diretto dal regista di Deadpool, Tim Miller, con l’atteso ritorno di Arnold Schwarzenegger. Attraverso i miei occhi è invece una storia d’amore raccontata da un punto di vista molto particolare: gli occhi e le emozioni di un cane. Il film è diretto da Simon Curtis e vede nel cast Kevin Costner, Milo Ventimiglia e Amanda Seyfried. Le Mans ’66 – La grande sfida è invece la storia dell’infinito duello tra Ford e Ferrari rappresentato da due grandi attori come Matt Damon e Christian Bale. Non può mancare il film d’animazione di Natale, che sarà il divertente Spie sotto Copertura, realizzato dai Blue Sky Studios.


18

Giornale dello spettacolo

ANDREA OCCHIPINTI E GABRIELE D’ANDREA - LUCKY RED

UN 2019 DI FILM DI QUALITÀ ATTESA PER LES MISERABLES di Paolo Di Reda @gdspettacolo

“Consolidare la posizione di prima realtà indipendente italiana con una distribuzione a tutto tondo, di successo e di qualità e una produzione che giochi su più fronti, ma sempre con grande attenzione al valore della proposta”. Questi gli obiettivi dichiarati di Andrea Occhipinti, presidente di Lucky Red, che aggiunge: “Anche quest’anno puntiamo sulla varietà delle proposte, che spaziano dai grandi film commerciali ai film d’autore spesso in vetrina nei maggiori festival internazionali, così come quelli destinati alle piattaforme”. Un anno positivo quello della stagione 2018-2019 per Lucky Red, che ha visto premiata la produzione con un film come La befana vien di notte uscito lo scorso gennaio con la partnership di Universal Pictures Italia, ma anche la distribuzione, con film di alto livello artistico come Van Gogh e Cold War e prodotti di più facile impatto come Ricomincio da me e Come ti divento bella, per finire con il toccante Stanlio e Ollio, che in Italia ha ottenuto il terzo risultato al mondo. Senza dimenticare Tutti lo sanno, del due volte premio oscar Asghar Farhadi, con la partecipazione di Lucky Red alla produzione internazionale. “La nuova stagione parte per noi il prossimo 18 luglio, con Serenity di Steven Knight (il regista del bellissimo Locke n.d.r.), un film in cui il passato ritorna a sconvolgere l’equilibrio dei protagonisti Matthew McConaughey e Anne Hathaway. Altro titolo per l’estate è il terzo appuntamento con il franchise di successo Attacco al potere, con Gerald Butler di nuovo nei panni dell’agente Mike Banning. Il film è distribuito il 28 agosto in partnership con Universal. Con Universal usciremo il 12 settembre con un action thriller della STX, 21 Bridges, con Chadwick Boseman, il protagonista di Black Panther, nei panni di un poliziotto che, per dare la caccia a una banda di criminali, decide di chiudere i 21 ponti di Manhattan e isolare la città. Il film è prodotto dai fratelli Russo, i registi di Avengers Endgame.

LES MISERABLES.

La partnership con Universal prevede altri due film: il 7 novembre uscirà Hustlers con Jennifer Lopez a capo di un gruppo di strippers newyorchesi che mette in piedi una truffa ai danni dei loro ricchi clienti di Wall Street. Le altre attrici di questo film molto intrigante sono Julia Stiles, Constance Wu e la cantante Cardi B. Il 14 novembre sarà il turno di Pupazzi alla riscossa, film d’animazione con i famosi mostriciattoli Ugly Dolls, a cui daranno voce personaggi come Federica Carta, Diletta Leotta, Elio, Shade e Achille Lauro”. Tornando alle esclusive Lucky Red, quali titoli presentate per l’autunno-inverno 2019? Il 26 settembre usciremo con un film di Sky Arte dedicato al genio di Leonardo da Vinci. Io, Leonardo vede protagonista un sorprendente Luca Argentero, con la voce narrante di Francesco Pannofino. Poi distribuiremo l’atteso nuovo film di Woody Allen, Un giorno di pioggia a New York, con Jude Law, Elle Fanning e il giovane Timothée Chalamet. Il film è stato prodotto dagli Amazon Studios e l’uscita italiana sarà una vera prima mondiale. Ci sarà il nuovo film di Ken Loach Sorry we missed you, la prima volta del maestro inglese con i nostri colori. Presentato in concorso a Cannes, è un film che punta di

nuovo l’attenzione sul mondo del lavoro e sulle difficoltà delle famiglie britanniche. Molto atteso dopo il successo a Cannes, coronato da un Premio della Giuria, è Les Miserables di Ladj Ly. Un film potentissimo e attuale, girato in maniera sorprendente. È la vera scoperta dell’ultimo Cannes. Prodotto da Amazon, protagonisti Felicity Jones ed Eddie Redmayne di nuovo insieme, Aeronauts è la storia emozionante di due piloti di mongolfiere ambientata nella seconda metà dell’Ottocento. “Per questo film la finestra d’uscita è il prossimo inverno”, assicura Gabriele D’Andrea, direttore della distribuzione theatrical e del marketing di Lucky Red, che posiziona per lo stesso periodo anche il film Ritratto della giovane donna in fiamme. E la produzione che ruolo avrà nel prossimo anno per Lucky Red? “Siamo in attesa di poter varare due nuovi film da girare in autunno” risponde Occhipinti, “che si andranno ad aggiungere al nuovo progetto di Gabriele Mainetti, che sta avendo una lavorazione importante e all’opera seconda di Alessio Cremonini, il regista di Sulla mia pelle. Inoltre, abbiamo progetti in esclusiva per tv e piattaforme on line, che non vedranno finestre in sala. Per la produzione intendiamo puntare su opere prime e autori italiani, ma anche su prodotti commerciali.


20

Giornale dello spettacolo

GIAMPAOLO LETTA - MEDUSA

LISTINO TUTTO MADE IN ITALY ZALONE APRIRÀ IL 2020 di Marco Spagnoli @marco_spagnoli

L’arrivo in sala il 1 gennaio 2020 di Tolo Tolo interpretato e diretto da Checco Zalone, Medusa esaudisce tutti i sogni del mercato italiano. L’attesa del ritorno del comico pugliese campione di incassi e salvatore del Box Office nazionale è finalmente finita. Ma non sarà un’annata di “solo Zalone” a giudicare da un listino ricco di graditi ritorni che la società guidata da Giampaolo Letta mette in campo “Un listino di film tutti Made in Italy” dichiara orgogliosamente Letta, Amministratore Delegato e Vicepresidente di Medusa “dove la commedia ha un ruolo predominante, ma abbiamo diverse incursioni nei generi: a partire dall’esordio di Francesco Costabile, un ragazzo che si è diplomato al Centro Sperimentale, che ha realizzato dei lavori molti interessanti e che porta in sala Una femmina tratto dal libro di Lirio Abbate, Femmine Ribelli. Poi ci sarà il nuovo thriller di Donato Carrisi con Toni Servillo e Dustin Hoffman intitolato L’uomo del Labirinto tratto dal suo bestseller omonimo in uscita il 30 ottobre. ” Parliamo, invece, delle commedie? Anche qui iniziamo con un debutto: Roberto Lipari ha fatto diversa televisione ed oggi arriva al cinema con un film molto intelligente sulle raccomandazioni: lui interpreta il figlio del rettore che in una piccola università di provincia in Sicilia si ribella insieme ad un gruppo di amici al mondo del nepotismo utilizzando un App che valuta i professori. Il titolo è Tuttoaposto per la regia di Gianni Costantino. Poi arriva il nuovo film di Fausto Brizzi Se mi vuoi bene con Claudio Bisio, Sergio Rubini, Lucia Ocone, Flavio Insinna e Maria Amelia Monti. Arriverà, poi, Sono solo fantasmi per la regia di Christian De Sica con Carlo Buccirosso e Gian Marco Tognazzi. Da un soggetto di Nicola Guaglianone e Menotti, la sceneggiatura è firmata da Andrea Bassi, Luigi di Capua e Christian De Sica e l’adattamento dialoghi di Gianluca Ansanelli. Thomas (Christian De Sica), ex mago in bolletta, e Carlo (Carlo Buccirosso), napoletano, sottomesso a moglie e suocero settentrionali, sono due fratellastri che si rincontrano dopo anni

L’UOMO DEL LABIRINTO DI DONATO CARRISI SARÀ IN SALA A FINE OTTOBRE.

a Napoli per la morte del padre Vittorio, giocatore incallito e donnaiolo. Scoprono di avere un terzo fratello, Ugo (Gianmarco Tognazzi), apparentemente un po’ tonto ma in realtà un piccolo genio. L’eredità, agognata da Thomas e Carlo, sfuma a causa dei debiti del padre e i tre hanno una grande idea: sfruttare la superstizione e credulità napoletana, diventando degli ‘acchiappa fantasmi’. Proprio quando l’attività inaspettatamente sembra avere molto successo, lo spirito del padre Vittorio s’impossessa del corpo di Carlo. Thomas e Carlo si convincono che i fantasmi esistono davvero. Nel frattempo i fantasmi catturati dal trio si liberano e vanno a risvegliare il fantasma di una strega che minaccia di distruggere Napoli. Con l’aiuto del padre i tre fratelli cercheranno di salvare la città. Quali le proposte per le feste 2019? Un film di Ficarra e Picone scritto con Nicola Guaglianone e Fabrizio Testini. La storia è quella di prete e un ladro se venissero riportati indietro nell’anno zero, anno della nascita di Gesù, poi, il 1 gennaio il film di Checco Zalone. Quali sono le anticipazioni per il 2020? Il 30 gennaio, Aldo, Giovanni e Giacomo si riuniscono con il regista Massimo Venier per l’esilarante commedia Odio l’estate che segna un ritorno al passato per questo trio straordinario. Un film molto divertente dove tre famiglie molto diverse tra loro sono costrette dal caso e da una truffa a condividere la stessa

casa in affitto. Tutti, però, scopriranno qualcosa gli uni degli altri. A seguire arriveranno anche È per il tuo bene di Rolando Ravello con Marco Giallini, Vincenzo Salemme, Giuseppe Battiston, Valentina Lodovini, Isabella Ferrari, Claudia Pandolfi: Tre cognati molto diversi tra loro, all’oscuro delle rispettive mogli, uniscono le forze nell’obbiettivo comune di eliminare gli indesiderati fidanzati delle loro amatissime figlie. Poi ci sarà il nuovo film di Guido Chiesa intitolato Senza Filtro e un’altra commedia diretta da Fausto Brizzi intitolata La mia banda suona il Pop con Christian De Sica, Diego Abatantuono, Angela Finocchiaro e Paolo Rossi. La storia è quella di una band finita nel dimenticatoio da anni, è spinta alla réunion da un magnate di San Pietroburgo. Ma arrivati in Russia, i “Pop Corn” scopriranno che, oltre al concerto, dovranno fare anche una rapina. Nella seconda parte dell’anno prossimo ci saranno Quando di Walter Veltroni con Claudio Bisio tratto dall’omonimo romanzo di Veltroni stesso che racconta la storia di Giovanni (Claudio Bisio), che si risveglia da un coma che dura dal giorno dei funerali di Berlinguer. Tornato alla vita in un mondo dove tutto è cambiato, dovrà imparare a conoscerlo e ad accettarlo. Una riflessione leggera e intelligente sul nostro presente. Paolo Genovese, in attesa del film americano dirige Supereroi su una coppia che resiste al tempo e Alessandro Genovesi torna a dirigere Fabio De Luigi in 10 giorni con Babbo Natale.


MEDUSA FILM - LISTINO 2019/2020

TUTTAPPOSTO

SONO SOLO FANTASMI

Regia di GIANNI COSTANTINO Con Roberto Lipari, Luca Zingaretti, Monica Guerritore, Ninni Bruschetta, Sergio Friscia, Silvana Fallisi, Paolo Sassanelli, Maurizio Marchetti Produzione TRAMP

Regia di CHRISTIAN DE SICA Con Christian De Sica, Carlo Buccirosso, Gianmarco Tognazzi Produzione INDIANA PRODUCTION

L’UOMO DEL LABIRINTO

TOLO TOLO

SE MI VUOI BENE

Regia di DONATO CARRISI Con Toni Servillo, Dustin Hoffman, Valentina Bellè Produzione GAVILA

Regia di CHECCO ZALONE Con Checco Zalone

Regia di FAUSTO BRIZZI Con Claudio Bisio, Sergio Rubini, Flavio Insinna, Lucia Ocone, Maria Amelia Monti, Gianmarco Tognazzi, Dino Abbrescia, Susy Laude, Lorena Cacciatore, Elena Santarelli, Valeria Fabrizi, Memo Remigi Produzione CASANOVA MULTIMEDIA

UNA FEMMINA

ODIO L’ESTATE

Regia di FRANCESCO COSTABILE Produzione TRAMP

Regia di MASSIMO VENIER Con Aldo, Giovanni e Giacomo, Carlotta Natoli, Maria Di Biase, Lucia Mascino, Michele Placido Produzione AGIDI DUE

IL FILM DI NATALE DI FICARRA & PICONE Regia di FICARRA & PICONE Con Ficarra & Picone Produzione TRAMP

A NT I C I PAZI O NI È PER IL TUO BENE

SENZA FILTRO

(TIT. PROVV.) Regia di ROLANDO RAVELLO Con Marco Giallini, Giuseppe Battiston, Vincenzo Salemme, Valentina Lodovini, Isabella Ferrari, Claudia Pandolfi Produzione PICOMEDIA

(TIT. PROVV.) Regia di GUIDO CHIESA Produzione COLORADO FILM

QUANDO

SUPEREROI

Regia di WALTER VELTRONI Con Claudio Bisio Produzione LUMIÈRE & CO.

Regia di PAOLO GENOVESE Produzione MEDUSA FILM

SESTITO-DE.SIGN

S E GU ICI S U

LA MIA BANDA SUONA IL POP Regia di FAUSTO BRIZZI Con Christian De Sica, Diego Abatantuono, Angela Finocchiaro, Sergio Rubini Produzione CASANOVA MULTIMEDIA

10 GIORNI CON BABBO NATALE Regia di ALESSANDRO GENOVESI Con Fabio De Luigi Produzione COLORADO FILM

www.medusa.it

CREDITI NON CONTRATTUALI


22

Giornale dello spettacolo

GIULIO CARCANO

PER DISNEY UN’ESTATE DA RE LEONE di Marco Spagnoli @marco_spagnoli

Nell’anno dei successi degli Avengers, di Aladin e di Toy Story 4 continua la proposta straordinaria della casa americana a partire dal 21 agosto quando sugli schermi arriverà la versione live action del benamato film d’animazione Il Re Leone “Questo film è certamente uno dei Classici di animazione più importanti di sempre nella storia della Disney e verrà riproposto in questa nuova versione che utilizza le tecniche cinematografiche più all’avanguardia” spiega Giulio Carcano, Director Theatrical Distribution Walt Disney Motion Pictures Studios “Il pubblico potrà ritrovare tutti gli amatissimi personaggi, da Simba a Mufasa, in una veste completamente nuova caratterizzata da un fotorealismo impressionante. L’Italia sta dimostrando una particolare predilezione e attrazione per questi adattamenti di Classici Disney, come attestano i recenti, eccellenti, incassi di Aladdin, Il Ritorno di Mary Poppins e Dumbo.” La colonna sonora del film è firmata dallo straordinario Hans Zimmer, già premiato con l’Oscar per la colonna sonora del Classico d’animazione, che per questo nuova versione ha coinvolto anche star internazionali come Elton John e Beyoncè. Come prosegue la vostra stagione? Il 17 ottobre uscirà Maleficent – Signora del Male, seguito del film che nel 2014 registrò il maggiore incasso dell’anno, con più di 14 milioni di Euro al box office italiano. Angelina Jolie tornerà nell’iconico ruolo di Malefica, che sembra tagliato su misura per lei, mentre Elle Fanning vestirà nuovamente i panni della giovane Principessa Aurora. Il film sarà arricchito inoltre dalla presenza di Michelle Pfeiffer, mentre la regia è affidata a Joachim Rønning che ha già diretto Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar. Questo nuovo film si svolgerà svariati anni dopo il precedente e continuerà ad approfondire il complesso rapporto tra Malefica e la futura Regina, mentre formano nuove alleanze e affrontano nuovi avversari per proteggere il bosco e le creature magiche

che lo abitano. Il 27 novembre è prevista l’uscita del seguito di uno dei maggiori successi della storia recente di Walt Disney Animation Studios, ovvero Frozen 2 – Il Segreto di Arendelle. Il film sarà diretto e prodotto dalla squadra creativa premiata con l’Oscar, i registi Jennifer Lee e Chris Buck e il produttore Peter Del Vecho. Ritroveremo, nella versione italiana, le voci di Serena Autieri, Serena Rossi, Enrico Brignano e Paolo De Santis che doppieranno nuovamente i beniamini del pubblico Elsa, Anna, Olaf e Kristoff, mentre le musiche saranno ancora una volta firmate dai compositori, anch’essi premiati con l’Oscar, Kristen AndersonLopez e Robert Lopez. Eppoi c’è Star Wars.. Chiuderemo il 2019 con un altro blockbuster su cui c’è moltissima attesa, ovvero Star Wars: L’Ascesa di Skywalker. Il primo trailer del film è stato presentato lo scorso aprile in anteprima assoluta in occasione della Star Wars Celebration

Stupisce il risultato di Avengers: Endgame che sfiora i 30 milioni di euro di incasso, con oltre 4 milioni di presenze. 2019, il più grande evento mondiale per i fan di Star Wars, alla presenza del presidente di Lucasfilm Kathleen Kennedy e del regista J.J. Abrams. Il film arriverà nelle sale italiane il 18 dicembre e chiuderà le vicende dei precedenti capitoli di questa nuova trilogia, Come sempre, quando si tratta di Star Wars, tutto il film è immerso nella segretezza più assoluta, ma possiamo esser certi che le sorprese non mancheranno.

Il re leone In versIone lIve actIon.

Come valutate l’anno in corso? Per Disney è sicuramente un anno eccezionale. Dal 1° Dicembre abbiamo registrato un Box Office di oltre 92 milioni di Euro con soli 7 film, cosa che si traduce in un incasso medio per titolo di oltre 13 milioni di Euro. Ovviamente la performance che dà più nell’occhio è quella straordinaria di Avengers: Endgame che sfiora i 30 milioni di euro di incasso, con oltre 4 milioni di presenze. La cosa che colpisce è che si tratta di un risultato superiore di quasi il 60% rispetto a quello di Avengers: Infinity War, che era stato il precedente maggiore incasso del Marvel Cinematic Universe. Tutti i film usciti sinora ci hanno dato grandi soddisfazioni e, a questo punto dell’anno, i primi 4 incassi del 2019 sono stati distribuiti da The Walt Disney Company Italia ovvero, oltre all’appena menzionato Avengers: Endgame, Aladdin, Dumbo e Ralph Spacca Internet. Questo è chiaramente un motivo di grande orgoglio per tutti noi e ha ripagato i grandi sforzi non solo dei team Marketing e Distribution del Theatrical, ma anche di tutte le altre divisioni che si muovono sempre in maniera coordinata e orchestrata per trarre il massimo da tutte le sinergie rese possibili da questa Company.


24

Giornale dello spettacolo

MARCO D’ANDREA - UNIVERSAL PICTURES

YESTERDAY, DOWNTON ABBEY, CATS: ECCEZIONALE 2019 di Marco Spagnoli @marco_spagnoli

della serie, ma anche al pubblico che in Italia ama i film in costume e che nel nostro mercato porta sempre a numeri davvero significativi. È una sfida portare in sala questi spettatori, ma qui abbiamo un buon bacino d’utenza. Nella scorsa stagione titoli come Maria Regina di Scozia o La Favorita hanno dimostrato quanto questa fetta di mercato sia importante qui da noi. Il costume e il cinema di qualità ci premiano sempre, anche in virtù di questo cast d’eccezione. Il 24 ottobre, quindi, diventa una data da segnare sul calendario proprio in virtù della grande attesa che c’è intorno a questo titolo.

“Yesteday, lo straordinario film diretto da Danny Boyle viene spostato dal 4 lgulio a settembre per allinearla ad altri paesi europei e per avere più tempo per preparare il mercato a questo titolo che, senza dubbio, sarà un grande successo.” Annuncia Marco D’Andrea,, direttore commerciale di Universal Pictures Italia “Dai numeri a nostra disposizione, infatti, ci siamo resi conto che non avremmo avuto modo di presentarlo al pubblico in maniera adeguata per destare il suo interesse. Del resto la proiezione a Barcellona e quella che faremo a Riccione bastano per dimostrare a tutto l’esercizio il grandissimo valore di questa storia eccezionale. La storia è quella di un musicista sfigato che si sveglia in un mondo alternativo dove i Beatles non sono mai esistiti e da lì inizia la sua carriera.” Aggiunge D’Andrea che, come Universal, dal 1 agosto distribuirà anche i film targati Vision. Prima di Yesterday, però, arriva Fast and Furious: Hobbs & Shaw… Jason Statham e Dwayne Johnson The Rock sono non a caso tra i protagonisti del film di maggiore successo della franchise che è il numero 7. Quello che ha avuto l’incasso più alto. Questo titolo in uscita l’8 agosto è perfetto per una stagione estiva adrenalinica. Quali titoli Lucky Red distribuite in autunno? Attacco al potere 3 è un film la cui serie vanta delle ottime performance e siamo convinti che faremo buoni numeri anche con questo. Dopo il successo di Tana dei Lupi con Gerard Butler con Lucky Red potremo fare un altro ottimo lavoro, infatti, proseguiremo anche con 21 bridges un film ambientato nel corso di una notte. Un thriller molto importante con Sienna Miller. Il 7 novembre arriverà poi Jennifer Lopez protagonista di una storia vera in Hustlers, dove si racconta la vicenda di alcune spogliarelliste alle prese con una truffa per prendersi gioco dei loro clienti danarosi che operano a Wall Street. Il 14 novembre avremo poi Ugly Dolls, un film d’animazione dedicato ai giocattoli che

YESTERDAY DI DANNY BOYLE.

provano a ribaltare la filosofia del bello e del brutto e che porta con sé un certo tipo di messaggio. In America non è andato bene, ma questo è dovuto non alla qualità del film, bensì alla data molto competitiva. Noi puntiamo a fare un ottimo lavoro con questo titolo. Avete anche altri titoli d’animazione? Il piccolo yeti è un animation di taglia media realizzato da DreamWorks insieme alla Pearl Studios con cui era stato già realizzato Kung Fu Panda 3. Penso che ad ottobre un film del genere potrebbe fare proprio bene sul nostro mercato. C’è poi Downton Abbey: un vero e proprio evento per migliaia di spettatori che hanno amato la serie scritta dal premio Oscar Julian Fellowes… Puntiamo evidentemente alla fan base

Il 14 novembre arriva un altro titolo evento: Last Christmas… Una commedia romantica stile Love Actually con protagonisti Emila Clarke del Trono di Spade scritta da Emma Thompson che fa parte anche del cast. Nel film è presente il pezzo di George Michael, seguito da una serie di canzoni inedite di questo grande artista scomparso. La regia è di Paul Feig che ha a sua disposizione grandi mezzi per fare innamorare il pubblico di questa storia. Tra gli altri titoli bisogna segnalare il nuovo film Blumhouse The Hunt fondato su un concept molto interessante: un’organizzazione che preleva i soggetti indesiderabili della società per metterli in una location dove vengono cacciati a pagamento dai ricchi benestanti. Alla fine, però, come spesso accade il cacciatore diventa la preda…in un certo senso ricorda Hunger Games perché è fondato su un soggetto molto interessante. In genere voi vi tenete fuori dalla mischia natalizia… È vero, in genere, è così ma quando abbiamo visto dei materiali a Londra, il musical Cats abbiamo capito di avere in mano un titolo che soprattutto nel periodo natalizio può sfruttare delle grandissime potenzialità. Per questo abbiamo anticipato la data di uscita, perché pensiamo che rappresenti un momento perfetto visto il grande cast, la regia e le musiche eccezionali. Per il Natale ci vogliono dei grandi film in grado di farsi spazio e Cats è certamente tra questi.


26

Giornale dello spettacolo

INTERVISTA AL REGISTA FRANCESCO GHIACCIO

RAGAZZE “DOLCISSIME” E LA SFIDA DEL CRESCERE di Giuseppe Cassarà @gdspettacolo

Ricordiamo tutti i nostri sedici anni, gli ormoni impazziti, le scariche di euforia e di depressione, il nostro corpo che muta giorno dopo giorno, traumi giornalieri che ci generano nostalgia e alle volte vero e proprio terrore. È proprio sul corpo che Francesco Ghiaccio si concentra con il suo Dolcissime, suo secondo film dopo Un Posto Sicuro, che sarà in sala dal 1 agosto 2019. Protagonisti del film sono i corpi di 4 ragazze alle prese con i sedici anni e i chili di troppo, che dovranno imparare proprio ad andare oltre il corpo per arrivare a conoscere sé stesse. È stato difficile, dopo un film d’esordio così drammatico, cambiare tono così radicalmente? In realtà Dolcissime è nato prima di Un Posto Sicuro. Quando nella mia città è scoppiato il caso Eternit, con Marco (D’Amore, cosceneggiatore del film) avevamo già una struttura per il film, ma quella storia ci ha colpiti così tanto che abbiamo sentito l’urgenza di raccontarla. Quando ho rimesso mano a Dolcissime è stato difficile riprendere quel punto di vista ma poi ho scoperto che il tono è solo un falso problema: come per Un Posto Sicuro, ho capito che la gente ha bisogno di sincerità e Dolcissime per me è una storia molto intima, vera. È servito tempo, certo, per trovare l’equilibrio giusto tra tutti gli elementi, ma in fondo è anche di questo che parla il film. In che senso? Questo film per me è come un dolce e per me i dolci sono sempre stati una metafora della vita: arrivano alla fine, devi conquistarli, sono una ricompensa. Sono formati da contrasti, da equilibri tra elementi diversi. Le ragazze di Dolcissime sono questi elementi: diverse e uniche, ognuno a modo loro, ma dovranno imparare a creare una squadra, a trovare un loro equilibrio senza perdere loro stesse, anzi riuscendo a valorizzarsi, ad accettarsi per come sono. Qual è allora la ricompensa per le protagoniste?

trario, ossia che sono proprio le donne ad essere ostili le une verso le altre. È questa la meschinità da cui si salvano le ragazze? Esattamente, e si salvano quando arrivano a toccare con mano la vera anima delle loro compagne, cosa che è possibile solo conoscendo sé stesse. Ho cercato di affrontare inoltre anche un altro aspetto del bullismo, magari meno conosciuto: se per tutta la vita il mondo ti è stato ostile, rischi di diventare ostile al mondo; da vittima puoi trasformarti in carnefice. È esattamente quello che succede alle ragazze: è così che conoscono Alice, ricattandola di spifferare una storia con un uomo più grande (Vinicio Marchioni). Questo è un altro, terribile aspetto del bullismo, ossia che ti rende cattivo. Le ragazze si salvano anche da questo e lo fanno insieme. IL REGISTA E SCENEGGIATORE TORINESE FRANCESCO GHIACCIO, CLASSE 1980.

La ricompensa più grande è scoprirsi individui all’interno di un gruppo, accettandosi. Pensiamo sempre che il problema sia fuori di noi, nel mondo, ma in realtà è dentro di noi e dobbiamo capire cosa siamo per essere finalmente liberi. Questo accade in tutto il percorso delle ragazze, che imparano soprattutto cosa vuol dire essere una squadra, a salvarsi dalla meschinità della vita adulta. Le protagoniste stringono un’improbabile amicizia con Alice, la bellissima della scuola. Lo vediamo spesso, specie di questi tempi, che quando parliamo di solidarietà femminile è vero piuttosto il con-

Gli altri servono da ispirazione, ma il viaggio lo dobbiamo affrontare con le nostre forze.

E i genitori dove sono in questa storia? I genitori sono i grandi ‘assenti presenti’ nel film. Ci sono, ma è come se non fossero lì realmente, sono ombre, come spesso sono percepiti dagli adolescenti. C’è però il personaggio interpretato da Valeria Solarino che è la madre di Mariagrazia. Lei è un’ex campionessa ed è in contrasto con la figlia proprio per il suo peso. Mariagrazia affronterà la sfida della gara anche per questo, per risolvere il suo attrito con sua madre. Perché anche i genitori, e gli adulti, in fondo devono imparare qualcosa da questa favola? Non smettiamo mai di portare le favole con noi. Le favole ci parlano delle nostre paure e dei nostri limiti, non sono solamente per bambini. Siamo sempre tutti alle prese con il costante tentativo di conoscere noi stessi, di accettarci, di comprenderci. In questo possiamo dire che l’adolescenza non finisce mai. Per questo non credo che sia giusto dire che i genitori, come i ragazzi, ‘imparino’ qualcosa dagli altri. Gli altri servono da ispirazione, da stimolo. Devono essere presenti, ma il viaggio lo dobbiamo affrontare con le nostre forze. E in fondo è proprio questo il concetto di squadra, ciò che cerca di raccontare Dolcissime.


LUGLIO 2019

giornaledellospettacolo.globalist.it

27

CHRISTIE REAL LASER E CHRISTIE VIVE AUDIO

I sistemi perfetti per le sale del futuro di Roberto Taglieri @gdspettacolo

La massima qualità audio video con due sistemi integrati che sfruttano la tecnologia laser Dopo il grandissimo successo ottenuto ad aprile durante il CinemaCon di Las Vegas 2019, Christie continua con la sua rivoluzione nella tecnologia digitale attraverso la serie Vive Audio e proiettori a marchio RGB Real Laser che offrono soluzioni audio video complete e di altissima qualità per le installazioni nelle sale cinematografiche di nuova generazione. Una progettualità integrata che sta riscuotendo grandissimo interesse e successo nelle sale cinematografiche di tutto il mondo e che ha avuto, il mese scorso, un grande riscontro internazionale quando i proiettori Christie sono stati utilizzati in grandissimo spolvero durante un evento nell’immensa sala cinematografica del Kremlino a Mosca per celebrare la straordinaria cantante pop Alla Pugacheva che si è esibita in uno spettacolo davanti ad oltre 6000 persone con proiezioni mozzafiato grazie ai proiettori laser D4K40-RGB. Nel caso, invece, dell’esercizio cinematografico italiano e della proiezione professionale per sale cinematografiche di nuova concezione, sono disponibili due straordinari proiettori 2K CP2315 da 13.500 e CP2320 da 20.000 Lumens oltre al nuovo modello CP2309 presentato al CineEurope 2019 di Barcellona, da 9.000

AUDIO E VIDEO PER UN ESPERIENZA UNICA.

Lumens per schermi ridotti, che insieme alla serie 4K RGB laser CP4325 da 25.000 Lumens e CP4330 da 30.000 Lumens, sfruttano al meglio le nuove opportunità offerte dalla tecnologia laser, cui bisogna aggiungere innovativi sistemi wi-fi per assistenza uditiva, audiodescrizione e sottotitoli. Tutto questo per rendere l’esperienza in sala della visione di un film sempre più immersiva e facilitata per ogni tipo di pubblico dalle esigenze sempre differenti. Distribuiti in Italia attraverso Ehome Italia Service di Angelo Tacca e Giuseppe

Di Marco, questi sistemi Christie DLP Cinema valorizzano la combinazione tra la tecnologia audio superiore ribbon driver e la natura del design dei diffusori line array per fare in modo che l’ascolto di parlati, effetti e musica sia più naturale ed emozionante attraverso la sala. Sistemi pensati per ogni tipologia di sala cinematografica: dall’arthouse al Multiplex, dalla grande sala di città fino ai cinema monosala di provincia per valorizzare la qualità e, soprattutto, offrire allo spettatore la perfetta esperienza audiovisiva attraverso il massimo che si può vedere e ascoltare al cinema.


28

Giornale dello spettacolo

150 METRI QUADRATI DI SPAZIO PER IL CINEMA

Uci inaugura la prima sala Imax a Roma di Roberto Taglieri @gdspettacolo

RAMÓN BIARNÉS, MANAGING DIRECTOR SUD-EUROPA DI ODEON CINEMAS GROUP.

È stata inaugurata lo scorso giugno con l’anteprima in 3D di X-Men: Dark Phoenix la prima sala Imax di Rom situata presso la Galleria Commerciale Porta di Roma. Un evento molto importante per la città che, fino adesso, era una delle poche Capitali del cinema a non avere un impianto del genere. La nuova sala Imax di Uci Porta offre un’esperienza cinematografica coinvolgente e immersiva: l’Imax Experience, grazie alla combi-nazione di immagini dotate di una risoluzione e una nitidezza elevatissima e di un sistema audio Xenon Gen3, dotato di 12 canali, che consente un’immersione completa nel suono per un’esperienza uditiva ottimale in qualsiasi punto della sala. La grandezza dello schermo, di circa 150 metri quadrati, e la conformazione della sala, sono due ulteriori elementi che danno la possibilità agli spettatori di sentirsi all’interno del film. “Siamo orgogliosi della nostra collaborazione con Imax Corporation che ci ha consentito di inaugurare la prima sala Imax di Roma, la quarta del Circuito Uci Cinemas dopo quella di Uci Pioltello (MI), Uci Orio (BG) e Uci Luxe Campi Bisenzio (FI).

L’apertura della nuova sala Imax romana rappresenta un ulteriore passo verso il raggiungimento della mission di Uci Cinemas, ovvero quella di creare esperienze di intrattenimento sempre più immersive ed entusiasmati per tutti i nostri clienti, come quelle che possono essere vissute nelle multisala Luxe di Venezia Marcon e Campi Bisenzio recentemente inaugurate. Grazie al concept Luxe del Circuito Uci, infatti, il pubblico ha la possibilità di vivere il cinema in modo unico, grazie alle poltrone reclinabili di ultima generazione.” Osserva Ramón Biarnés, managing Director Sud-Europa di Odeon Cinemas Group. Da ricordare inoltre che Uci Cinemas Italia è il principale circuito cinematografico d’Italia 50 multi-sala, 500 schermi e la più alta quota di mercato. La società appartiene al gruppo Odeon Cinemas, il più grande circuito cinematografico d’Europa. Dal 2016 il gruppo fa parte di Amc Theatres, leader negli Stati Uniti, in Europa e nel mondo con oltre 1.000 cinema e 11.000 schermi. Il gruppo Odeon Cinemas è presente attualmente con multiplex in Gran Bretagna, Irlanda, Germania, Portogallo, Spagna, Svezia, Norvegia, Finlandia, Paesi Baltici.


30

Giornale dello spettacolo

L’ASSESSORE MASSIMO MEZZETTI

EMILIA-ROMAGNA SCELTE VIRTUOSE PER IL CINEMA di Paolo Di Reda @gdspettacolo

Per una Regione come l’EmiliaRomagna cosa significa il cinema? Per rispondere devo andare indietro di quasi dieci anni, all’inizio del mio primo mandato, quando raccolsi il grido di dolore degli autori cinematografici emilianoromagnoli, costretti ad andare altrove per realizzare le proprie opere - risponde Massimo Mezzetti è assessore alla cultura della Regione Emilia-Romagna - Era il 2010, e da allora abbiamo intrapreso un percorso, condiviso con tutte le componenti del settore, che ha portato risultati rilevanti. Innanzitutto, abbiamo cercato di rendere virtuoso l’investimento della Regione sul cinema, puntando a sviluppare l’intera filiera. Lo strumento essenziale è stata la Legge Regionale del 2014 per il cinema e l’audiovisivo, che ha interessato tutte le fasi del processo, a partire dalla formazione, per proseguire con provvedimenti di grande impatto sulla produzione, la distribuzione e la promozione. Un risultato di cui siamo orgogliosi è stato l’aumento del 20% dell’occupazione nel settore sul territorio regionale, cifra rilevante in un quadro che vede molte difficoltà per l’occupazione in generale. Così come rilevante è l’effetto positivo dei nostri investimenti su cinema e audiovisivo: dai rilevamenti del nostro osservatorio si evince che per ogni euro investito ci sia una ricaduta economica di 4 euro sul territorio regionale. Inoltre, c’è stato un ritorno di autori e registi nella nostra Regione, segno della bontà del percorso intrapreso. Altro percorso virtuoso è stato lo sviluppo dei Festival e delle rassegne di cinema nella Regione. Uno sforzo importante, che ha dato risultati positivi per la diffusione del cinema e dell’audiovisivo sul territorio, anche grazie al fatto che a queste manifestazioni chiediamo di sostenere le produzioni che hanno avuto sviluppo in Emilia-Romagna creando di fatto un vero e proprio circuito regionale. Obiettivo che è contenuto anche nell’accordo quadro con la Fice e le sale di comunità.

Quale sarà l’apporto della Regione Emilia-Romagna per il cinema e l’audiovisivo? Il 1° luglio si aprirà la nuova finestra dei bandi regionali per il cinema e l’audiovisivo che scadrà alla fine del mese, seconda call dopo quella dello scorso febbraio. Complessivamente nell’anno in corso i progetti nazionali e internazionali si vedranno assegnare un milione e cinquecentomila euro. Per i progetti regionali abbiamo destinato 600 mila euro, e 100 mila per lo sviluppo. A breve avremo i risultati per la prima call per lo sviluppo, così come di prossima uscita è la graduatoria per le rassegne e i festival, a cui verranno attribuiti circa 600 mila euro. Quindi, con un rapido calcolo, parliamo di 2 milioni e 800 mila euro totali. Se poi ci riferiamo all’investimento complessivo nel settore, la Regione Emilia-Romagna si

L’occupazione nel settore è aumentata del 20% sul territorio regionale. attesta intorno ai 5 milioni di euro, ovvero più del 10% dell’intero budget destinato alla cultura, che ammonta a circa 45 milioni di euro. Quest’ultimo dato ha avuto una crescita importante negli ultimi 5 anni, triplicando le risorse disponibili. Infatti, nel 2014 il bilancio delle attività per la Cultura era fermo a circa 17,5 milioni di euro. I risultati positivi del cinema hanno reso evidente il fatto che l’investimento sulla cultura è produttivo, tanto che lo schema della Legge Regionale per il cinema è stato

MASSIMO MEZZETTI ASSESSORE ALLA CULTURA DELL’ EMILIA-ROMAGNA.

adottato anche per la musica. Un sostegno importante è quello destinato alla Cineteca di Bologna, che si arricchisce anche del contributo per l’importante manifestazione “Il cinema ritrovato” che riempie le piazze del centro storico di Bologna con i classici restaurati. Quali sono gli elementi di sviluppo per i prossimi anni? A Reggio Emilia stiamo seguendo la creazione di uno spazio per l’industria creativa ristrutturando le ex Officine Reggiane, un luogo funzionale allo sviluppo di progetti per l’audiovisivo. Siamo molto contenti che una casa di produzione importante come la Palomar abbia deciso di aprire una sede in questa nuova struttura. Inoltre, stiamo rendendo funzionali aree demaniali nel Comune di Bologna per le attività cinematografiche e audiovisive. Il nostro obiettivo è aprire studi e location in modalità temporanea, così da poter accogliere produzioni importanti. L’abbiamo fatto per la serie dell’Ispettore Coliandro, e ci stiamo organizzando per accogliere il prossimo film dei Manetti Bros., incentrato sulla mitica figura di “Diabolik”.


martcinema.com - filmadmin.it - cineadmin.com


Profile for globalist-it

Giornale dello Spettacolo - Luglio 2019  

2019 Un listino al bacio- 01

Giornale dello Spettacolo - Luglio 2019  

2019 Un listino al bacio- 01

Advertisement