Page 1

Istituto Comprensivo di Castel Frentano Italy

IMPRESSIONI DI VIAGGIO

Progetto Comenius LLP Anno scolastico 2010-2011

Adana 08/01/11


Lo scorso 8 gennaio una piccola rappresentanza del corpo docente di Castelfrentano e Sant’Eusanio del Sangro è partita alla volta della Turchia per partecipare al secondo meeting interpartenariale previsto dal progetto Comenius, di durata biennale, dall’ambizioso titolo “Strems of Culture” ovvero “Flussi di culture”, di cui le due scuole sono attive protagoniste. L’incontro si è svolto nella città di Adana, grande centro urbano a sud del paese turco, quasi ai confini con la vicina Siria. Ad attendere i nostri delegati c’erano i rappresentanti degli altri paesi partner, tra cui Danimarca, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Spagna e ovviamente la


Turchia che ha sfoderato un’accoglienza calda e sincera. I colori e i sapori di questa terra, per molti sconosciuta, hanno fatto il resto, facendoci apprezzare le differenze e le sorprendenti somiglianze con questo paese così lontano nell’immaginario comune, ma in fondo non così diverso. I lavori sono cominciati nella mattinata di lunedì quando tutti i partecipanti hanno verificato la prima parte del progetto che ha tenuto impegnati gli studenti di alcune classi di ogni scuola nei mesi compresi tra ottobre (data del precedente incontro) e dicembre. L’impegno, per questi studenti, è stato di scrivere di sé, secondo uno schema dato, su un libro virtuale che verrà pubblicato sul sito ufficiale www.streamsofculture.org. con il titolo “Book of friends”.


Gli obiettivi fondamentali dell’intero progetto,

infatti,

si

articolano

sostanzialmente in tre punti: - diffondere la cultura europea, - valorizzare

l’utilizzo

dei

nuovi

mezzi multimediali - comprendere la necessità di trovare dei punti di incontro comuni nel dialogo, adoperando una lingua comune, nella fattispecie l’inglese. E’ stato poi scelto il nome Streamy per la Mascotte del progetto che è stata vestita di tutto punto con il

contributo

di

ogni

singolo paese. Nella

seconda

mattinata

è

stata

parte

della

offerta

la

possibilità di visitare la scuola,


entrando a diretto contatto con gli allievi e con tutto il corpo docente. La seconda giornata di lavori è stata incentrata interamente sulla progettualità , infatti sono state discusse due

le

modalitĂ per i

prossimi

mini-progetti: il

primo scadenza

trimestrale, ad

con

aprile (data del

meeting in Portogallo), ed il secondo bimestrale, con scadenza a fine maggio (data del meeting in Danimarca).


Entrambi i due mini-progetti focalizzano l’attenzione sulla

riscoperta

tradizioni mostrare

locali, ai

delle da

compagni

lontani, e prevedono la realizzazione

di

una

presentazione in Power Point interattiva in cui mostrare agli altri alcune ricchezze storiche e/o architettoniche del proprio territorio unitamente ad un video in cui gli alunni si cimenteranno in una danza tradizionale in costume. Questa fase del progetto auspica la partecipazione di più discipline: dall’arte alla tecnologia, passando per le lingue fino ad arrivare alle scienze motorie ed alla musica, vanto del nostro Istituto Comprensivo ad indirizzo musicale. L’obiettivo ultimo è quello di vedere impegnati gli alunni di altre scuole straniere nella realizzazione di una delle danze, scelta dai ragazzi.


Tutto il materiale che verrà via via prodotto sarà sempre reperibile sul sito del progetto. Questa esperienza

di

incontro

e

confronto si è conclusa il martedì sera

con

una

performance

toccante e partecipata da parte di tutti gli alunni e dello staff docente. Nella giornata di mercoledì, infine, siamo stati condotti nel cuore del paese, nella famosa regione della Cappadocia di cui non abbiamo potuto fare a meno di ammirare i paesaggi, i sapori, la storia e le tradizioni. Un viaggio nelle viscere del terreno a ben 86m di profondità, esploratori moderni di un labirinto scavato in tempi lontanissimi con mezzi ancora oggi


incomprensibili e poi su in superficie con il naso all’insÚ a contemplare i Comignoli delle Fate e le loro strane forme come bambini che cercano di dare un nome alle nuvole e poi ancora l’arte della ceramica, dai decori complessi e dai colori folgoranti ... un viaggio, un sogno nella meravigliosa varietà della vita!!

Turkey Meeting Newsletter  

Turkey Meeting Newsletter

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you