Page 1

Monte Papa

2005 slm

Monte Sirino

aL

pARCO UCANO

E.Sileo

Eventi e Attivita' ecologiche Parco Nazionale Appennino Lucano

Madonna Nera del Sacro Monte di Viggiano

DISTRIBUZIONE GRATUITA

Settembre 2010 - Anno 01 - Numero 04


03-04 SETTEMBRE 2010

BOSCO RALLE SATRIANO DI LUCANIA (PZ)

PARCO DELLA VAL D’AGRI

03-04

Con l’edizione 2010 il Lucania Etno Folk giunge al suo quarto anno. Cominciano a concretizzarsi gli obiettivi e gli orizzonti per i quali siamo partiti e che hanno animato la nostra voglia di mettere la musica al centro di tanti processi virtuosi. In primo luogo c’era il desiderio di riappropriarsi delle radici, recuperando quel grande patrimonio di saperi custodito nella nostra BOSCO RALLE musica popolare e etnica. In secondo SATRIANO DI voglia LUCANIA (PZ) e di luogo c’era la di incontro PARCO DELLA VAL D’AGRI confronto con le altre culture. Il Lucania Etno Folk nasce e si consolida, infatti, all’insegna della contaminazione con le altre realtà musicali del bacino del Mediterraneo. Sonorità, ritmi e linguaggi che portano fino a noi la cultura di altri popoli in nome della fratellanza. Questa

SETTEMBRE 2010

quarta edizione ha come direttore artistico Eugenio Bennato. Una figura autorevole nel campo della ricerca musicale e assolutamente in sintonia con le finalità del nostro evento.Siamo sicuri che la sua presenza potrà garantirci un ulteriore salto di qualità. E per finire, c’è un ulteriore e non secondario aspetto: la musica diventa anche strumento di promozione e di valorizzazione del territorio. Ci auguriamo che nei giorni dell’evento molte persone possano conoscere la bellezza del nostro Bosco Ralle e la bontà dei prodotti tipici che accompagneranno deliziosamente le serate. Michele Miglionico (Sindaco di Satriano di Lucania)

COMUNE DI SATRIANO DI LUCANIA


APPUNTAMENTI

03

Settembre 2010

ORE 10:00 CASTELLO GUARINI - SATRIANO DI LUCANIA CONVEGNO: DAL PARCO ... PROMOZIONE TURISTICA E NUOVE OPPORTUNITÀ

INTRODUCE E MODERA: ROCCO CAVALLO (Assessore Comunale al Turismo comune di Satriano di Lucania) SALUTI: MICHELE MIGLIONICO (Sindaco di Satriano di Lucania) INTERVENTI: DOMENICO TOTARO (Commis. Parco Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese) ERMINIO RESTAINO (Assessore al Turismo REGIONE BASILICATA) AGATINO MANCUSI (Vice Presidente Assessore all’Ambiente REGIONE BASILICATA) CONCLUSIONI: VITO DE FILIPPO (Presidente REGIONE BASILICATA) ORE 17:00 SELEZIONE GRUPPI MUSICALI NAZIONALI E LUCANI ORE 21:00 AGOSTINO GERARDI IN CONCERTO TARANTOLATI DI TRICARICO IN CONCERTO

04

Settembre 2010

ORE 10:00 CASTELLO GUARINI - SATRIANO DI LUCANIA CONVEGNO: IL RUOLO DELLA MUSICA ETNO FOLK LUCANA NEL MEDITERRANEO CONDUCE: ANTONIO GERARDI (Radio Kiss Kiss) SALUTI: ANTONIO NANNI (Vice Sindaco Comune di Satriano di Lucania) INTERVENTI: GIANPIERO PERRI (Amministratore APT BASILICATA) NICOLA FIGLIUOLO (Ass. al Turismo PROVINCIA DI POTENZA) DOMENICO FABBRIS (UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BASILICATA) CONCLUSIONI: EUGENIO BENNATO (Direttore artistico LUCANIA ETNO FOLK CANIO LEONE (Organizzatore Tecnico LUCANIA ETNO FOLK) ORE 17:00 SELEZIONE GRUPPI MUSICALI NAZIONALI E LUCANI ORE 21:00 ETHNOS IN CONCERTO EUGENIO BENNATO IN CONCERTO


Spot Park

4

Punti ufficiali 0971.712200

aLpARCO

900 slm

UCANO

0971.420846

0971.923363

EOS aGRITURISMO SELLATA

07

- Abriola -

- Pignola -

SERPI

www.sassolino.eu

94 75.383522 09

328617

- Savoia di L. -

0835.314169

VIAGGI E TURISMO

0975.381070

- Satriano di L. 0971.486002

Family Park locale

- Brienza -

d’intrattenimento

- Pignola -

0975.422255

Milua Cornetteria Notturna - SS Val d’Agri -

11 e 18 AGOSTO

0971.51585 DIVENTA ANCHE TU

SPOT PARK - Potenza -

- Matera -

200copie

- Satriano di L. -

Areoporti di Roma Ciampino Girona Barcellona

Sei un lucano in partenza? Richiedi 50 copie di AL PARCO e portale con te!

Torre di Satriano


Sommario AL PARCO

Registrato al tribunale di Potenza n. 137/2010 Editore

KAL

ID

DIZI

NI

Direttore Responsabile

Rocco Perrone +39 329 5320026 Caporedattore

Giuseppe Sileo +39 340 8091043 Hanno collaborato

Chiara Muro, Graziano Mancuso, Mara Camera, Mariapina Fortuna, Mimmo Pane, Salvatore Lucente, Rudi Padula Correzione di bozze

Concetta Lorenzino Fotografie Emanuele Sileo Archivio Apt Basilicata Archivio AL PARCO Traduzioni

Francesca Cascetti

francesca.cascetti@hotmail.it Stampa

Grafiche Zaccara - Lagonegro Redazione

Via San Rocco, 40 85050 Satriano di L. (Pz) Tel/Fax 0975 841077 Tutti i programmi, le manifestazioni, le date e gli orari sono aggiornati al momento della stampa. Si consiglia di verificare eventuali variazioni direttamente presso gli organizzatori. In ogni caso la redazione non si assume alcuna responsabilità in merito alla correttezza delle informazioni pubblicate. Testi e immagini, anche se non pubblicati non verranno restituiti. I diritti d’autore dei testi e delle immagini pubblicate appartengono ai relativi autori

5

6...Eventi 19...Mostre e Musei 24...Speleologia in Basilicata 30...Turismo in Basilicata 34...ParComunicazione 36...Attività Ecologiche 38...ParCondition 39...Music Park 40...Parco Quiz 42...Focus - Viandando

Dove trovare AL PARCO L’ultimo del mese in allegato a In tutti i 29 comuni del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano, in tutti gli uffici turistici regionali, negli Spot Park, nel Marmo-Platano-Melandro, nella Grande Lucania, Potenza e Matera, Università della Basilicata

Per la tua pubblicita’

+39 3295320026 / +39 3408091044

www.alparcolucano.it

co2

ZERO STAMPATO SU CARTA RICICLATA ED ECOLOGICA


6

Appuntamenti

Fissi

710 slm

Legenda Legend Cosa/ What

Quando / When

Dove / Where

Info / Info

Comunicaci i tuoi eventi a eventi@alparcolucano.it Karaoke - Tutti i giovedì Every Thursday Crazy Horse - Satriano di Luc.

Start 22.00

+39 3925644352

Macarena Latino - Tutti i venerdì Every Friday GoGo Disco Club - Savoia di Luc.

Start 22.00

0971.712200 - info@gogodisco.com

Disco estivo - Tutti i sabato Every Saturday GoGo Disco Club - Savoia di Luc.

Start 22.00

0971.712200 - info@gogodisco.com

Serata Caraibica- Tutti i giovedì Every Thursday Karaoke - Tutti i sabato Every Saturday Family Park - Pantano di Pignola 0971.486002 - www.familyparkpotenza.com

Start 20.00

Armento


L’Editoriale

7

di Rocco Perrone

B

envenuti nella quarta edizione di “Al Parco”, il giornale degli eventi e delle attività ecologiche del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano. Troverete tante novità all’interno del piccolo opuscolo a zero CO2 stampato su carta riciclata ed ecologica. A pagina 24 inizia il misterioso viaggio nella speleologia lucana. Un tesoro nascosto della Basilicata creato dalla forza vitale dell’acqua nel corso dei millenni. Gli articoli sulle Grotte di Castel di Lepre a Marsico Nuovo e sull’Inghiottitoio del Patricello a Rivello vi faranno percepire le emozioni che si provano a sfidare il buoio assoluto nelle viscere della terra. Tanti eventi segnalati e non solo dai paesi del Parco. In evidenza il Lucania Etno Folk a Satriano a pag. 10, la Sagra del

Pecorino di Filiano a pag. 14 e la Madonna di Viggiano a pag. 16. Una nuova sezione, da pag. 19, dedicata ai musei e alle mostre, arricchisce l’offerta su come trascorrere il vostro tempo libero. Altra novità è MusicPark (pag. 39), uno spazio dedicato agli artisti emergenti lucani. Gli articoli di valorizzazione turistica come sempre sono anche in inglese. Non mancano le rubriche fisse: Parcomunicazione (34) e il dialogo con l’Ente, Parcondition e il monitoraggio dell’area protetta, Parcoquiz, le attività ecologiche, un posto da scoprire a Tito. Chiude come di consueto Mimmo Pane con la rubrica Viandando … Buona lettura e buon Parco a tutti.


Eventi

8 Mer / Wed

01 Settembre / September Mostra Lucani nel Mondo

829 slm

fino al 4 Ottobre

Castel Lagopesole 0975.69033 Gio / Thu

02 Settembre / September Via Azimonti in Festival

Via provinciale, Villa d’Agri (Pz) 0975.69033 Ven / Fri

03 Settembre / September Agostino Gerardi - Tarantolati di Tricarico

Bosco Ralle, Satriano di Lucania (Pz) 21.00

www.lucaniaetnofolk.it - 0971.37691 Sab / Sat

04 Settembre / September Festa dell'Appennino Lucano - Convegno

Sala Consiliare, Muro Lucano (Pz) 09.30

0975.386502 - www.murolucano.eu

Sagra del Pecorino di Filiano

Centro Storico, Filiano (Pz) 16.00

0971.836010

Ethnos - Eugenio Bennato

Bosco Ralle, Satriano di Lucania (Pz) 21.00

www.lucaniaetnofolk.it - 097137691 Out park

Lagopesole


Eventi Fuochi sul Basento -

9

XXII Ed. Festival Arte pirotecnica

San Luca Branca (Pz) 0971.471059 - www.fuochisulbasento.com

21.00

"Caro et Vellus: AD IV september MCCIX"

Calvello (Pz) 0971.921911 Dom / Sun

05 Settembre / September Sagra del Pecorino di Filiano

Centro Storico, Filiano (Pz) 0971.836010

16.00

VII Vultur Special Car - Finale Regionale

Via Guglielmo Marconi, Rionero in Vulture (Pz) 0972-729111

Festa della Madonna di Viggiano

Viggiano (Pz) 0975.61142

III Trofeo Madonna della Neve

Sant’Angelo le Fratte (Pz) 0975.386502 - http://ilsantangiolese.blogspot.com Lun / Mon

06 Settembre / September Alex Britti in concerto

Viale Vittorio Emanuele III, Viggiano (Pz) 0975.61142

21.00


10 Eventi nel Parco

Lucania Etno Folk 2010

900 slm

La ribalta della “Lucanità”

D

a questo anno il LucaniaEtnoFolk comincia a volare. Dopo il successo registrato nelle scorse tre edizioni, dal 3 al 4 Settembre il Bosco Ralle, che si candida a diventare la porta di entrata al Parco dell’Appennino Lucano, a Satriano di Lucania ospiterà un appuntamento imperdibile per tutti gli amanti della tarantella e della musica folk. “Marchio di qualità garantito” grazie alla direzione artistica affidata al maestro Eugenio Bennato, uno dei massimi conoscitori di musica popolare, che si esibirà in concerto il 4 settembre subito dopo la performance degli Etnhos, il gruppo lucano alla ribalta internazionale grazie alle interpretazioni di musiche tradizionali attraverso l’utilizzo di nuovi strumenti. Impossibile non ballare il 3 settembre con il top della musica popolare lucana: Agostino Gerardi e I Tarantolati di Tricarico. Ad anticipare le danze ricordiamo gli appuntamenti alle 17:00, sia del 3 che del 4, per le selezioni dei gruppi musicali nazionali e lucani. La CIA e le associazioni delle cantine dell'Aglianico allestiranno "botteghe" di prodotti tipici lucani.

This year the LucaniaEtnoFolk festival takes flight. After the success obtained in the past three editions, on 3-4 September Bosco Ralle, in Satriano di Lucania, will host an event all those who love tarantella and folk music can’t miss, offering itself as the entrance gate to the Lucano Apennine National Park. A “guaranteed quality mark” thanks to the artistic direction of the famous singer and musician Eugenio Bennato, one of the most qualified experts of folk music, who will perform on September 4th soon after the band Ethnos, originally from Basilicata but internationally known for their personal interpretation of traditional music by means of new instruments. It will be hard not to dance on September 3rd, with the highest expression of the traditional music of this land, Agostino Gerardi and I Tarantolati di Tricarico. At 5pm on both days, the auditions for music bands from all over Italy well be held. The Italian Farmers Confederation CIA and the associations of the Cantine dell’Aglianico will participate in the event with a number of stalls where you can taste some typical products.

Bosco Ralle - Satriano di Lucania


Eventi nel Parco 11

Un progetto che guarda lontano Già pianificata l’edizione 2011

L

’amministrazione comunale di Satriano di Lucania punta molto su questa iniziativa e con l’aiuto della Regione Basilicata ha programmato azioni di promozione turistica e territoriale veicolate alla suddetta manifestazione che andranno avanti fino all’edizione 2011. Alle ore 10:00 presso il Castello Guarini si terranno due convegni, con la presenza delle più alte cariche istituzionali regionali, incentrati sugli aspetti peculiari dell’evento: “Dal Parco… promozione turistica e nuove opportunità” e “Il ruolo della musica etno folk lucana nel Mediterraneo” rispettivamente il 3 e il 4 settembre. In autunno il progetto riparte per tutto l’inverno con l’organizzazione di laboratori e seminari sul folk lucano e la tarantella in collaborazione con professori universitari, critici musicali, emittenti radio locali e organi di stampa. Nell’estate 2011 si realizzerà la terza fase, quando influenze nazionali ed internazionali si mescoleranno con la musica folk lucana, per unire “culture, etnie, musicalità e tradizioni diverse nel centro del Mediterraneo o, come dice Bennato, nel Grande Sud”.

The city council of Satriano di Lucania expects much from this project and, with the help of the regional administration, has planned a number of actions aiming at promoting the region, related to this event and to be carried out from here to the 2011 edition. On the 3rd and 4th of September, at 10am at the Guarini Castle, two conferences will be held, with the participation of representatives from the most important regional institutions who will discuss the salient issues concerning the event: “From the Park... Tourism Promotion and New Opportunities” and “The Role of Ethno Folk Music from Basilicata in the Mediterranean”. In autumn and winter, a number of initiatives will be held, such as workshops and seminars about folk and tarantella in the region, in collaboration with university professors, music critics, local radio stations and the press. In summer 2011 the third phase of the project will start, when national and international personalities will “reunite different cultures, ethnic groups, musicalities and traditions in the centre of the Mediterranean or, as Bennato says, in the Big South”.


Eventi

12 Mar / Tue

07 Settembre / September

750 slm

Montemurro nel Risorgimento Lucano

Centro Storico, Montemurro (Pz) 17.30

0971.753010

II Edizione Corrida Titese

Parcheggio Via Roma, Tito (Pz) 21.00

0971.796211 Gio / Thu

08 Settembre / September Concerto - Festivita' Madonna del Carmine

Piazza del Seggio, Tito (Pz) 21.30

0971.796211 Mar / Tue

11

- 12

Settembre / September

IV Sagra delle "CROST'L"

Castelmezzano (Pz) 0971.986020 - 3409544655 Mar / Tue

12 Settembre / September III Ed. Maratona di Fidippine

Zona Hotel Sacco, Metaponto mare (Mt) 0835.542203 - 3396748743 - www.runningmagnagrecia.it

Sfilata auto d'epoca

Sant’Angelo le Fratte (Pz) 0975.386502 - http://ilsantangiolese.blogspot.com Out park

Castelmezzano


03-04 SETTEMBRE 2010

BOSCO RALLE SATRIANO DI LUCANIA (PZ)

PARCO DELLA VAL D’AGRI La Basilicata è una terra di talenti nascosti in tutti i campi: anche in quello della musica. Il nostro compito, come amministratori regionali, è di farli emergere, dando loro il giusto sostegno, nei modi e con gli strumenti che la legislazione nazionale ed europea ci mette a disposizione. Lo stiamo facendo con la musica leggera, attraverso il progetto Basilicata Rock, Basilicata Pop, attuato con il Maestro Mogol, grazie al quale una cantante lucana, Arisa, ha conquistato, come si sa, per due anni di seguito, il palcoscenico di Sanremo. BOSCO RALLE A maggior ragione, quindi, trattandosi di musica etnica e popolare eDI come tale strettamente SATRIANO LUCANIA (PZ)legata alle nostri radici con grande PARCOcontadine, DELLA VALguardiamo D’AGRI attenzione al Lucania Etno Folk: la manifestazione organizzata dal Comune di Satriano di Lucania, che si svolge nel Parco della Val D’Agri, giunta quest’anno alla sua quarta edizione. La presenza, anche in questo caso, di una direzione artistica di tutto rispetto, qual è quella assicurata dal cantante Eugenio Bennato, è per noi garanzia di successo, nell’ottica, da tutti auspicata, di fare di questo appuntamento settembrino una vera e propria tappa obbligata per tutti gli appassionati italiani di musica popolare. Sappiamo che questo è l’obiettivo che si prefigge di raggiunge il sindaco di Satriano di Lucania, Michele Miglionico. E per quel che la Regione potrà fare, sicuramente non gli mancherà l’appoggio del governo lucano che ho l’onore di presiedere. Vito De Filippo Presidente della Regione Basilicata

03-04

SETTEMBRE 2010

03

Settembre 2010 ORE 10:30 CONVEGNO: DAL PARCO ... PROMOZIONE TURISTICA E NUOVE OPPORTUNITÀ ORE 17:00 SELEZIONE GRUPPI MUSICALI NAZIONALI E LUCANI ORE 21:00 AGOSTINO GERARDI IN CONCERTO TARANTOLATI DI TRICARICO IN CONCERTO

04

Settembre 2010 ORE 10:30 CONVEGNO: IL RUOLO DELLA MUSICA ETNO FOLK LUCANA NEL MEDITERRANEO ORE 17:00 SELEZIONE GRUPPI MUSICALI NAZIONALI E LUCANI ORE 21:00 ETHNOS IN CONCERTO

EUGENIO BENNATO IN CONCERTO


14 Eventi OUT Park

38a Sagra del Pecorino di Giuseppe Sileo

4 - 5 Settembre a Filiano

O

rganizzata dal Comune di Filiano e dal Consorzio di Tutela, la Sagra del Pecorino di Filiano è l’appuntamento atteso, consolidato ed indiscusso dell’intera Valle di Vitalba. Un percorso tra le vie del Centro storico, con stand per l’esposizione e tanta musica, in cui è possibile assaporare il pregiato prodotto caseario che nell’Ottobre del 2002 ha ottenuto la Denominazione di Origine Protetta (DOP) dalla comunità Europea. Formaggio dalle origini antiche, viene lavorato attraverso processi di caseificazione elaborati utilizzando latte di pecora di razza gentile. Agli occhi si presenta a forma cilindrica, esternamente con la sua crosta dura e dorata e all’interno con la sua pasta compatta di colore bianco. Viene servito principalmente come formaggio da tavola, ma se fatto stagionare rappresenta uno dei cibi più succulenti e amati della cucina lucana. Consigliato l’abbinamento con il miele che esalta in modo sorprendente sia il gusto del formaggio che quello del dolce e delizioso nettare delle api.

Organized by the city council of the village of Filiano and by the local Consorzio di Tutela, the Festival of the Pecorino Cheese is one of the most important, awaited and well established appointments of the whole Vitalba valley. Along the streets of the town centre, a path develops with stalls for the tasting of local products and a lot of music. Here you can taste the famous pecorino cheese that, in October 2002, was awarded with the Protected Designation of Origin by the European Union. This cheese has very ancient origins and is made through extremely complex diary processes, from sheep’s milk of Gentile breed. It looks round-shaped, with its hard and golden crust on the outside and its solid white texture on the inside. It is mainly served as a table cheese, but its mature variety is one of the most loved items in the culinary tradition of Basilicata. We recommend you try it with honey on top, in order to highlight both the characteristic taste of the cheese and the sweet taste of the nectar.

597 slm


16 Eventi nel Parco

Madonna di Viggiano

1723 slm

di Giuseppe Sileo

Patrona e Regina di Basilicata

S

anta Maria del Sacro Monte proteggici! Migliaia di persone, unite da questa invocazione, accompagnano l’immagine della Vergine nel suo viaggio di ritorno a Viggiano. Il 6 di Settembre la Statua, che per quattro mesi ha vegliato sul popolo lucano dall’alto della Montagna Grande dopo esser stata portata in processione la prima domenica di maggio, torna in paese. Il Santuario della Madonna Nera del Sacro Monte è il più importante ed uno dei più antichi dell’intera regione. Il culto verso questa immagine della giovane di Nazaret è diffuso in tutto il Mondo. Nel corso della storia sono sorti moltissimi luoghi di venerazione a lei dedicati: ad Olavvarria e Azul in Argentina, ma anche a Melbourne, a Toronto e nella missione cattolica di Gemena nel Congo. Da un lato la fede e dall’altro la tradizione popolare, in una delle processioni più inconsuete e caratteristiche in cui la preghiera incontra la musica delle ciaramelle e i canti religiosi si alternano a tarantelle abilmente ballate dai portatori dei cinti.

Thousands of people, united by this invocation, follow the image of the Virgin Mary during her return journey to Viggiano. Back on the first Sunday of May, the Statue of the Virgin Mary was carried in procession up to the mount called Montagna Grande where, for the past four months, it has been watching over the people of Basilicata. Now, on the 6th of September, it is going back to the village. The sanctuary of the Black Virgin of the Sacred Mount is the most important and one of the most ancient sanctuaries of the whole region. This image of the Virgin Mary is worshipped all around the world. Indeed, during the centuries, many places of worship have been built, such as those in Olavvarria and Azul in Argentina, or in Melbourne, Toronto and in the area of the Catholic mission of Gemena, in Congo. Faith on one side and popular tradition on the other create one of the most singular and peculiar processions of the world, where prayer meets the music of the ciaramelle (reed pipes) and religious hymns are followed by tarantelle danced by the skilful bearers of the votive cinti.

E.Sileo

Sacro Monte di Viggiano


lco ua m pr eq se

Telefono&Fax +39.0975.311053 info@hotelkiris.it - www hotelkiris.it

c'è

Hotel Kiris Contrada Case Rosse 85059 Viggiano (Pz) - Italy

sa

da

sc

op

rir e

E.Sileo


Eventi

18 Mar / Tue

14

- 15

Settembre / September

666 slm

Festa della Madonna della Motta

Piazza Umberto I, Rivello (Pz) 21.00

0973.46477 Mar / Tue

15 Settembre / September Mostra di Artisti Bellesi

Castello di Bella, Bella (Pz) 0976.803211 Mar / Tue

19 Settembre / September Mercatino delle cose usate e

di altri tempi

Centro Storico, Potenza

09.00

Max Gazze' in concerto

Crocifisso di Brienza, Brienza (Pz) 21.00

0975.381003

IV Ed. Premio Naz. di poesia

"Giulio Stolfi"

Giubileo Hotel, Pignola (Pz) 0971.421410 - www.prolocoilportale-pignola.it Mar / Tue

24

- 25 - 26

Settembre / September

Sagra della Patata

Strada di Penetrazione, Muro Lucano (Pz) 0976.75111 - www.murolucano.eu

Lagonegro


Mostre e Musei

19

Giornate Europee del Patrimonio 25/09

Presentazione: La Pinacoteca Provinciale di Potenza Potenza, Pinacoteca Provinciale - Via Lazio, 8

25/09

L’Abbazia di Sant’Ippolito a Monticchio. Lavori in corso Atella, Abbazia di San Michele Arcangelo

25/09

Concerto “L’Europa a Venosa fra Archeologia e Musica” Venosa, Cortile del Castello “Pirro del Balzo”

25/09

Avigliano: storia urbana, territorio, architettura, arte Avigliano, Sala consiliare - Corso Emanuele Gianturco

25/09

Presentazione della mostra “Tra Mito e Storia” Palazzo San Gervasio, Palazzo D’Errico

25-26

Storia e Beni Culturali a Picerno Picerno, Palazzo Scarilli

25-26

Castrocucco di Maratea: l’evoluzione di un territorio Maratea, Palazzo Di Lieto

25-26

Due architetture a confronto Picerno, Convento dei Cappuccini

25-26

Il territorio di Marsicovetere tra cultura e natura Marsicovetere, Sala Consiliare il 25-09 e Sorgente Copone il 26-09

25-26

Due cattedrali a Venosa Venosa, Cattedrali

26/09

Antichidentità - Museo . pinacoteca: una storia recuperata Potenza, Museo archeologico provinciale - Via Ciccotti

26/09

Studi e Restauri Tramutola, Chiesa Santa Maria di Loreto

26/09

Leggere al Museo: “Viaggio in Basilicata” Venosa, Castello “Pirro del Balzo” Sala del Trono


20

Mostre e Musei 401 slm

Guardia Perticara, archeologia di un centro Enotrio Fino al 10 Ottobre Orario: 08.00 - 20.00 Luogo: Guardia Perticara, Palazzo Montano Info: 0971.964004

L’iniziativa si propone di mostrare, attraverso una preziosissima collezione di reperti in ceramica, bronzo e ambra, le tracce di uno dei più importanti ( e probabilmente tra i meno conosciuti) popoli italici dell’ Italia meridionale, gli Enotri.

E’ Rinascimento. Dalla Firenze medicea a oggi. Fino al 30 Ottobre Info: 0971.487871 Luogo: Vaglio Basilicata, Museo delle Antiche Genti di Lucania Sono in mostra dipinti attribuibili a maestri italiani del ‘400 e del ‘500, presentati per la prima volta insieme nella cittadina lucana, al fine di favorire la conoscenza e il dibattito sulla produzione artistica del Rinascimento italiano.

Trasanello...quattro passi nella Murgia Preistorica Fino al 30 Ottobre Prenotaz. Obbligatoria Luogo: Matera, Museo “Domenico Ridola” Info: 0835.310058 La mostra espone una scelta dei materiali archeologici e presenta le ricerche in corso nel villaggio neolitico di Trasanello.

Per una storia marsicana dell’Emigrazione (1870 - 1940) Fino al 2 Settembre Info: 0971.24868 donatina.miranda@beniculturali.it Luogo: Marsiconuovo, Palazzo Manzoni La mostra documentaria illustra la tipologia, l’evoluzione e la consistenza del complesso documentario afferente l’emigrazione marsicana tra la fine dell’Ottocento e lo scoppio della seconda guerra mondiale.

Michele Giacomino: uno scultore potentino oltre oceano Fino al 30 Settembre Info: 0971.56144 Luogo: Potenza, Archivio di Stato as-pz@beniculturali.it Presentazione della figura e dell’opera dello scultore lucano Michele Giacomino, nato a Potenza nel 1862 e morto a Monterrey, in Messico, nel 1938.

Armi e Molini nell’area del melfese tra VII e IV sec a.C. Fino al 31 Ottobre Info: 0972.238726 Luogo: Melfi, Museo Archeologico Nazionale “Massimo Pallottino” Attraverso l’esposizione degli strumenti propri del potere, le armi, accanto all’esibizione di simboli altrettanto significativi dei gruppi elitari,quali sono i monili in oro, argento , ambra ,si renderà visibile un lungo periodo storico , tra VII e IV sec.a.C.

Matera Out park


Mostre e Musei Europa Europa! Dal 24 Settembre al 31 Dicembre Luogo: Matera, Archivio di Stato

21

Info: 0835.332832 as-mt@beniculturali.it

La mostra sottolinea il processo di ricostruzione economica e morale dell’Europa dopo la seconda guerra mondiale, avvenuto anche grazie all’apporto dato da uomini e donne della provincia di Matera.

Arte e Storia a Matera Dal 25 Settembre al 2 Ottobre Luogo: Matera

Info: 0835.25622235 artimatera@beniculturali.it

Visite guidate al Museo di Palazzo Lanfranchi, al Laboratorio di Restauro e alle Chiese del Purgatorio, San Francesco d’Assisi e San Domenico.

Donne al potere e iconografia dell’antica Roma Fino al 30 Settembre Luogo: Grumento Nova, Museo Archeologico

Info: 0975.65074

Vengono presentate le biografie essenziali di donne al potere e la loro iconografia nella Roma imperiale, con particolare riferimento a quelle ritratte sulle monete esposte nel Museo di Grumentum

Le Produzioni meridionali di Riggiòle tra ’700 e ’800 Dal 25 Settembre al 31 Dicembre Info: 0976.71778 Luogo: Muro Lucano, Museo Archeologico museo@archeobasi.it La mostra, attraverso pezzi provenienti da collezioni private, ripercorre la storia delle produzioni di mattonelle per pavimentazione e rivestimento

Fregi architettonici a confronto: Greci ed Enotri in età arcaica Dal 25 Settembre al 9 Gennaio 2011 Info: 0971.323111 Luogo: Potenza, Museo Archeologico Naz. sba-bas@beniculturali.it

I risultati della recente ricerca archeologica permettono di mettere a confronto i modelli architettonici che decoravano i santuari Greci delle colonie della costa ionica con i fregi delle residenze dei capi enotri dell'area interna

Memory of the World Dal 26 Settembre al 31 Dicembre Luogo: Venosa, Museo Archeologico Naz.

Info: 0972.36095

Esposizione di pannelli, provenienti dal Club UNESCO di Parigi per il programma"Memoire du Monde". che documentano tesori dichiarati “Patrimonio inalienabile dell’Umanità”.


via S. Rocco 40- Satriano di Lucania

Tel. 329 5320026/ 340 8091043

etti

rog ura p

stes

grafica pub

blicitaria

tradu

zione

rile

ttu

art

AL

ra

igia

Pa

na

rco

to

tes

i di

art

testi

lau

ist

rea

ico

e te

sti

www.alparcolucano.it


24 Speleologia in Basilicata

L

a Basilicata è una terra da scoprire. Lontana meta di un turismo di massa che tarda ad arrivare si svela ai suoi visitatori lentamente, con la genuinità del suo carattere e al ritmo abitudinario delle tradizioni e delle consuetudini. Tante (troppe?) sue bellezze sono poco conosciute e valorizzate per quello che meritano. Ma se le montagne, i mari, i laghi, i centri storici della Basilicata stanno pian piano conquistando sempre più attenzione e visibilità la stessa cosa non si può dire per quello che è nascosto nel sottosuolo. Quasi nessuno conosce e ha visto infatti il tesoro che è presente nelle viscere delle montagne lucane. Solo pochi eletti, soprattutto speleologi professionisti, hanno avuto la possibilità di inoltrarsi tra le cavità create dall’irruenza dell’acqua nel corso dei millenni. Buio pesto, pozzi profondi decine di metri, enormi grotte e minuscoli buchi, docili ruscelli e cascate violente, laghetti, intercapedini, stalattiti e stalagmiti, creazioni rocciose con forme bizzarre: uno spettacolo della natura diffuso su tutto il territorio regionale a partire dai Vucculi di Muro Lucano, dove è attivo lo Speleoclub Marmo Platano, passando

Alla scoperta

SPELEOLOGIA per la Grotta dell’Aquila a Tramutola che è una delle poche grotte fruibili ad un pubblico ampio, e la Grotta di Sant’Angelo a San Chirico Raparo. In questo numero presentiamo la “Grotta di Castel di Lepre” a Marsico Nuovo, molto frequentata da speleologi di fuori regione, e l’Inghiottitoio del Patricello sul monte Coccovello che è stato dimostrato essere collegato con la Grotta del Dragone di Maratea nelle vicinanze di Acquafredda. Da non dimenticare Maratea che, con la Grotta delle Meraviglie visitabile in estate, detiene il record di grotte iscritte all’apposito catasto.


Speleology in Basilicata 25

della

di Rocco Perrone

in Basilicata B

asilicata is a place to discover. Still far from being the centre of mass tourism, this land slowly unveils in front of its visitors' eyes, with the authenticity of its beauty and the regular rhythm of its traditions and habits. Many (possibly too many) of its beauties are little known and appreciated, just too little for what they're worth. But while the mountains, sees, lakes and old towns of Basilicata are slowly becoming the centre of a growing attention, the same cannot be said for what is hidden under the ground. Indeed, only a very few people have had the opportunity to see the treasure preserved inside the mountains of this region. Only a very few lucky people, mostly professional speleologists, have had

in their life the chance to enter the cavities created by the power of water in thousands of years. Everything is dark, the eyes hardly linger on very deep natural wells, huge caves and tiny holes, quite streams and violent waterfalls, small lakes, hollow spaces, stalactites and stalagmites, rocky formations bizarrely shaped: this natural show is spread on the whole territory, from the Vucculi of Muro Lucano, where the Speleoclub Marmo Platano operates, to the Grotta dell'Aquila (literally, the cave of the eagle) in Tramutola, one of the only caves in the region that visitors of any kind can enjoy, and the Grotta di Sant'Angelo in San Chirico Raparo. This issue contains an insight of the caves “Grotta di Castel di Lepre� in Marsico Nuovo, where speleologists from different parts of the country often gather, and Inghiottito del Patricello, located on mount Coccovello, which has been found to interconnect with the cave Grotta del Dragone in Maratea, not far from Acquafredda. Maratea is a place to remember: with its Grotta delle Meraviglie (literally, the cave of wonders), open only in summer, this town holds the record for number of caves recorded in the dedicated register.


26 Speleologia in Basilicata

M

arsico Nuovo come l’Islanda. Esattamente come un “Viaggio al centro della terra”. Esplorate per la prima volta dal Gruppo speleologico Faentino, le Grotte di Castel di Lepre, località nel comune del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese, sarebbero lo scenario ideale per l’ambientazione del famoso romanzo di Jules Verne. Una bella avventura per qualsiasi gruppo di appassionati ed esperti speleologi tra gallerie, strettoie, saloni franati, salti di diversi dislivelli, rapide, cascate e stupendi angoli rocciosi. L’assordante fragore dello scorrimento dell’acqua, che accompagna l’esploratore per tutti i 1800 metri di percorso, è il biglietto da visita della “Zona delle vasche”, così chiamata per le particolari forme dei recipienti naturali sotterranei. A gallerie comode ed ampie si alternano cunicoli stretti e difficili da superare. Gli ostacoli d’acqua si oltrepassano grazie ai tunnel superiori, ma spesso la volta si abbassa in modo vertiginoso costringendo l’esploratore a proseguire strisciando.

MARSICONUOVO

Le grotte di

Ricerche dirette, senza trappole, hanno permesso di studiare i diversi esseri viventi di piccole dimensioni che hanno trovato nelle caverne il loro habitat naturale. Tra le tante specie, alcune non ancora catalogate da parte degli esperti, vi sono i Troglobi: animaletti minuti che hanno sviluppato un elevato senso del tatto per adattarsi alla vita cavernicola. Le Grotte di Castel di Lepre, non fruibili da parte dell’avventuriero dilettante, sono una delle mete preferite dagli speleologi dove spesso concludono il loro anno di addestramento.


Speleology in Basilicata 27

di Giuseppe Sileo

Castel di lepre M

arsiconuovo just like Iceland, just like a “Journey to the centre of the Earth”. Explored for the first time by the speleological group “Gruppo speleologico Faentino”, the Caves of Castel di Lepre, in the area of Val d'Agri Lagonegrese, in the Lucano Apennine National Park, would be a perfect background for this famous novel by Jules Verne. A beautiful adventure for passionate and expert speleologists, leading to galleries, narrow paths, collapsed rooms, rapids, waterfalls and beautiful rocky corners. The deafening sound of running water is what

welcomes the visitor in the “Pool zone”, so called because of the particular shapes of the natural underground pools you may find in there. Comfortable and wide galleries are followed by narrow tunnels, quite difficult to pass through. Water obstacles can be crossed thanks to elevated tunnels, whose roof lowers incredibly more than once, forcing the visitor to carry on slithering on the ground. Direct researches, carried on without the aid of traps, helped study the variety of small living organisms inhabiting the caves. Some of these species have not been classified by experts yet, just like the troglobites, tiny animals that have developed a very strong sense of touch in order to adjust to the caves. The Caves of Castel di Lepre, an off-limits place for non-experts, are one of the favourite destinations of speleologists, who often complete their training year there.


28 Speleologia in Basilicata

E

ra il 1870 quando Giuseppe Bellinfante, dopo aver bonificato un terreno in località Patricello, decise di farsi calare in quella buca che era subito sembrata molto profonda. Con strumenti rudimentali scese per 8 metri. Farmacista, impreziosito da una immensa “curiosità dell’esploratore”, dopo aver notato la grande quantità di acqua che si immetteva nell’inghiottitoio, ipotizzò che il percorso dell’antro potesse svilupparsi per tutto il monte Coccovello fino a raggiungere il mare. Attrezzato con circa 1 Kg di fluorisceina (facile da reperire ad un farmacista) la riversò nell’acqua che entrava nell’inghiottitoio … ebbene dopo sette ore uscì nel mare di Acquafredda colorandone l’acqua in corrispondenza di una sorgente sottomarina, la polla Marizza. Da allora le ricerche sono continuate in maniera sporadica fino a quando, dal 1970, un forte impulso alla ricerca è arrivato dagli speleologi lucani del Gruppo Geo-Speleo Valle del Noce. Le esplorazioni e lo studio idrogeologico e geomorfologico del Monte Coccovello hanno dato definitiva conferma del collegamento dell’inghiottitoio del Patricello con gli altri inghiottioi del Coccovello, le grotte e le sorgenti sottomarine situate lungo la costa di Maratea. E’ quasi certo il collegamento anche alla

RIVELLO

Le grotte

Grotta del Dragone, ad Acquafredda di Maratea, con ingresso ubicato a pochi metri dal mare ed esplorata per circa 3 chilometri. L’Inghiottitoio del Patricello è il principale punto d’assorbimento della piana omonima. L’entrata si affronta superando un pozzo di circa 8 metri, le esplorazioni si sono spinte per circa 250 metri fino a un sifone che ostruisce il passaggio. In questi giorni un nutrito gruppo di speleologi del Gruppo Geo-Speleo Valle del Noce di Trecchina e del Gruppo Puglia Grotte di Castellana sta cercando di superare l’ostacolo proseguendo lungo quella “strada sotterranea” che porta verso il mare.


Speleology 29 in Basilicata

del Patricello I

t was 1870 when Giuseppe Bellinfante, after draining a piece of land in the area of Patricello, decided to let himself down a hole that, from the very first sight, seemed to be extremely deep. With some rudimentary tools he went down for about 8 meters. The chemist, enriched by an immense “explorer curiosity”, after noticing the great amount of water penetrating in a sinkhole, supposed the path of the cavern may develop for the whole extension of mount Coccovello and may reach the sea. He used 1 kg of fluorescein, easy enough to find for a chemist, poured it into the water penetrating the sinkhole… and, seven hours after, the coloured water reached the sea in Acquafredda, tingeing its

waters level with a submarine spring, the Marizza. Since then, isolated researches have been carried out until 1970, when a strong impulse to researches came from local speleologists of the group Geo-Speleo Valle del Noce. The following explorations and the hydro-geological and geomorphologic study of mount Coccovello gave clear evidence of the interconnection between the sinkhole of Patricello and the other sinkholes of mount Coccovello, the caves and the submarine springs located along the coastline of Maratea. Also the connection with the cave Grotta del Dragone in Acquafredda di Maratea is almost certain, whose entrance is situated just a few meters from the sea and has been explored for about 3 kilometers. The sinkhole of Particello is the main point of absorption of the homonymous plain. The entrance can be reached through an 8-meter long well; the explorations have gone on for about 250 meters, up to a siphon blocking the passage. In these days, a number of speleologists from the group GeoSpeleo Valle del Noce of Trecchina and the group Puglia Grotte of Castellana Grotte is trying to overcome the obstacle along that “underground street” leading to the sea.


30 Turismo in Basilicata

Sentiero

1836 slm

del Ventennale di Rudi Padula

Accompagnatore di Escursionismo +393332723853

Nuovo percorso CAI a Marsicovetere

L

a Sezione di Potenza del Club Alpino Italiano, in occasione del ventesimo anniversario della sua fondazione, ha pensato di segnare un percorso escursionistico nell’area del Monte Volturino, che con i suoi 1836 metri di altezza rappresenta una delle cime più interessanti dell’Appennino Lucano. A questo progetto ha subito aderito il Comune di Marsicovetere, che ancora una volta si è mostrato sensibile allo sviluppo turistico-escursionistico dell’area, rinnovando un rapporto di collaborazione con il CAI già instaurato da anni. La manifestazione Sabato 25 settembre - ore 18.00 Marsicovetere - Sala consiliare Incontro “Il territorio di Marsicovetere tra cultura e natura”. Nel corso della serata sarà presentato il “Sentiero del Ventennale”. Domenica 26 settembre - ore 8.30 Marsicovetere - Sorgente Copone Inaugurazione del sentiero ed escursione. Info: Comune di Marsicovetere 0975.69033 www.comune.marsicovetere.pz.it CAI - Sezione di Potenza 320.4277910 segreteria@caipotenza.it - www.caipotenza.it

The Branch of Potenza of the Club Alpino Italiano (Italian Alpine Club), on the occasion of the twentieth anniversary of its establishment, has opened an excursion path in the area of Mount Volturino (1836 m), which represents one of the most interesting heights of the Lucano Apennine. The city council of the village of Marsicovetere has immediately taken part in the project, showing once again its sensitivity towards the development of tourism and excursions in this area, renewing the long-lasting collaboration with the Club Alpino Italiano. The event Saturday 25th September – 18.00 hrs Marsicovetere – Council chamber Lecture: “The territory of Marsicovetere between culture and nature”. During the event the Path of the Twentieth Anniversary will be presented. Sunday 26th September – 8.30 hrs Marsicovetere – Copone spring Opening of the path and excursion. Info: Marsicovetere City Council 0975.69033 www.comune.marsicovetere.pz.it Club Alpino Italiano – Branch of Potenza 320.4277910 segreteria@caipotenza.it - www.caipotenza.it

Monte Volturino


32 Turismo in Basilicata

Un Posto

650 slm

da scoprire... di Salvatore Lucente

..la “Schiena d’Asino”

N

on tutti sanno che anche parte del territorio di Tito appartiene al Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese, forse solo gli appassionati di caccia, trekking e passeggiate a cavallo. In realtà tutta la strada che dal monte Pano attraversa il bosco demaniale fino alla sorgente del fiume Noce, per arrivare nel cuore di Timpa del Re (1369mt), è uno dei suoi ingressi ufficiali. Dall’altipiano si ammira il picco che negli anni ha preso il nome di “Schiena d’Asino”, proprio per la sua particolare conformazione arcuata di roccia viva che spunta dalla vegetazione. Seguendo questo antico sentiero si arriva fin nel cuore del bosco, lì dove si divide in tre percorsi. Si può scender giù verso “Fossa cupa”, sentiero di briganti che porta al bosco della Costara a Sasso, oppure proseguire attraversando il fiume verso il Rifugio Casermetta di Tito, posto alle pendici del picco, attorno al quale si aggirano spesso falchi e poiane. Da lì, per i più appassionati, iniziare la salita fino a raggiungere il picco di Schiena d’Asino per re-

galarsi un viaggio a ritroso nel tempo, lungo i sentieri che attraversano varie meraviglie naturali, sfiorano la riserva dei cervi, attraversano il pianoro denominato Piano Pianelle tra gli antichi pascoli della transumanza ove è ancora possibile bere l’acqua freschissima che inonda “lu pelargio” da cui, da sempre, si abbeverano le bianche mucche podoliche, razza autoctona dalle affascinanti larghe corna. Un tempo infatti intere mandrie compivano questo percorso per poter sopravvivere al caldo sole che tutto brucia nelle zone del materano e in Puglia. Percorrendo un lungo cammino trovavano qui ristoro, acqua fresca e pascoli ancora verdi. A tutt’oggi alcune di queste mandrie, ormai stanziali, pascolano allo stato brado nelle vallate circostanti il monte. E’ uno spettacolo unico, in cui si ritrovano anche i segni dell’antica civiltà contadina dedita alla pastorizia, tra resti di masserie fortificate, abbeveratoi e fontane in pietra. E’da questi luoghi che proviene il latte per produrre il formaggio “®Schiena d’Asino” della Latteria Tripadi.

Tito


34 ParComunicazione

Guida

770 slm

all’ospitalità Domenico Totaro

Commissario Straordinario Parco Naz. Appennino Lucano

Uno strumento per conoscere il Parco

T

ra le tante iniziative che come Ente Parco abbiamo messo in atto per la promozione del nostro territorio, la realizzazione di una Guida all’Ospitalità è certamente un momento decisivo per offrire uno strumento nuovo ai tanti amici che decidono di spendere tempo e risorse nelle nostre valli. In una visione manageriale moderna, che non si fermi agli aspetti vincolistici e che veda le aree protette come volano di sviluppo, il marketing territoriale rappresenta un elemento fondamentale nel determinare la strategia di gestione di un Parco Nazionale. Dietro quello che a molti può sembrare un vincolo vi è un valore più grande, un tesoro da apprezzare prima e da promuovere poi. In altre parole, per capire l’importanza e l’utilità di una cassaforte è necessario percepire il valore del diamante. Lo stesso vale per la tutela del territorio: attraverso la salvaguardia dell’ambiente e del patrimonio storico-culturale, cresce nei cittadini la consapevolezza di vivere all’interno di uno scrigno verde di cui essere orgogliosi. Questo è il vero senso di un turismo che vogliamo sempre più sostenibile.

È proprio in quest’ottica che abbiamo deciso di pubblicare questa Guida, uno strumento utile per scoprire le tante bellezze presenti nei nostri Paesi. Per rendere la fruizione più efficace abbiamo deciso di suddividere le strutture secondo una classificazione per Comune, con una breve presentazione che ne descrive le peculiarità. In appendice è possibile trovare tre cartine che vi guideranno in un percorso esperienziale tra le bellezze naturalistiche e storico-architettoniche, passando attraverso quei luoghi in cui si espressa e si manifesta tuttora la religiosità popolare. Questa pubblicazione vuole anche essere un forte segnale di attenzione verso gli operatori turistici. Con loro abbiamo iniziato un percorso comune nella consapevolezza che soltanto lavorando in rete potremo finalmente attualizzare quelle potenzialità che aspettano di essere sfruttate al meglio. A tutti i visitatori il più cordiale benvenuto. Siamo certi che saprete apprezzare l’unicità e l’esclusività del nostro Parco, una fantastica terra che saprà avvolgervi con tutto il suo calore.

Marsico Nuovo


Gui da all’os pitalità del Parco


36 Attività Ecologiche 730 slm

Differenziamoci di Mariapina Fortuna

Raccolta rifiuti a Calvello

“I

o amo il mio paese. Trasforma i tuoi rifiuti in risorse.” Così recita lo slogan della Guida informativa che il comune di Calvello ha realizzato (in collaborazione con la Medicom System) per continuare a diffondere tra i suoi cittadini quella che oggi può definirsi una cultura a tutti gli effetti, un insieme di comportamenti quotidiani finalizzati al benessere collettivo: la raccolta differenziata. La guida per una corretta raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti sarà distribuita a tutte le famiglie con l’obiettivo di produrre meno rifiuti e separarli correttamente in un ciclo di attenzione e partecipazione continua. Da marzo 2007, anno di inizio della raccolta, ad oggi, il comune ha visto un notevole incremento dei quantitativi dei rifiuti differenziati e ha annunciato l’attivazione di nuovi servizi quali la raccolta dell’umido e la distribuzione di 600 kit per il compostaggio domestico. A rendere possibile tutto ciò è la presenza sul territorio di un Ecopunto, ossia di un’area di 6.000 m² custodita e recintata dove tutti i rifiuti riciclabili vengono ulteriormente selezionati e messi in appositi contenitori. Un calen-

dario stabilisce i giorni della raccolta porta a porta sia per le attività domestiche, sia per le attività produttive e dalla carta alla plastica, dal vetro al metallo, dagli indumenti usati agli ingombranti, ogni rifiuto trova la sua giusta collocazione per la valorizzazione e la tutela di un ambiente “naturalmente” ricco. Iniziative specifiche sui temi dell’educazione ambientale, si legge nella guida, verranno adottate a partire da settembre nelle scuole per sensibilizzare i bambini ad aderire sin da piccoli ad una visione che privilegia la tutela del territorio e il miglioramento della qualità della vita. Infine, innovativo è il progetto Ra.Di.O che il Comune intende adottare nell’ambito della gestione della raccolta differenziata. Si tratta di un’iniziativa che, attraverso l’utilizzo di tecnologie avanzate per il monitoraggio dei conferimenti, quali la lettura barcode sulle buste e il riconoscimento delle utenze tramite ecocard, premierà con una vacanza Mister Riciclone, il cittadino “responsabile” che si sarà distinto per una maggiore e migliore raccolta differenziata dei rifiuti.

Calvello


Attività Ecologiche 37

Crea e Ricicla I

Laboratorio di educazione ambientale con tecniche di artigianato artistico

I laboratorio, organizzato dal Forum giovanile e patrocinato dal Comune di Satriano di Lucania, si è tenuto dal 17 al 23 Agosto, per un totale di 20 ore, nella biblioteca comunale. Gli alunni del corso hanno seguito attentamente le lezioni della docente Chiara Muro e hanno realizzato diversi oggetti utilizzando materiale riciclato come bottiglie di plastica, tappi, piatti, carta. In un’epoca in cui la razionalizzazione della gestione delle risorse è un imperativo categorico da attuare come fondamento per qualsiasi progetto di sviluppo civile ed economico, in cui l’emergenza ambientale mondiale si aggrava di mese in mese, in cui le situazioni di criticità nello smaltimento dei rifiuti a livello locale sono all’ordine del giorno è anche compito della società civile e dei singoli individui comportarsi in maniera corretta differenziando correttamente i rifiuti. L’iniziativa è uno strumento concreto ed efficace per incentivare i comportamenti virtuosi nella gestione domestica della spazzatura. Si è partiti con alcune

ore teoriche su argomenti come il ciclo dei rifiuti, la società del rifiuto, il compostaggio, l’emergenza ambientale globale, lo smaltimento e il riutilizzo degli avanzi della società industrializzata, consumistica e sprecona. Attraverso tecniche di artigianato artistico gli scarti portati da casa dagli alunni hanno acquisito nuova vita e utilità. Assistere alla trasformazione creativa di una montagna di carta che diventa “corallo” o di una busta di tappi che lentamente chiude i tasselli di una tenda colorata è davvero sorprendente. È possibile realizzare il laboratorio di educazione ambientale anche nel vostro comune, nella vostra scuola o associazione. Basta contattare la redazione per dialogare con l’artista e decidere tempi e modi di collaborazione. Dopo aver allestito una breve esposizione gli oggetti creati sono andati agli alunni che li hanno “trasformati” con le proprie mani salvando qualche chilo di rifiuto dalla discarica.


38 ParCondition

Difendiamo la nostra terra di Rocco Perrone

Petizione contro il bavaglio sui reati ambientali Il comitato per la tutela dell’ambiente e della salute di Basilicata ha avviato una petizione contro il bavaglio sui reati ambientali, per la trasparenza, per la difesa della salute e dell’ambiente in Basilicata. Nel testo del documento da firmare si legge che << in considerazione dell’aumento dei tumori, di gravi situazioni ambientali tra cui Tito Scalo, La Fenice di Melfi e la Val Basento, della scarsa trasparenza delle istituzioni preposte alla gestione del territorio, dell’incapacità delle suddette istituzioni nell’affrontare tempestivamente le emergenze, constatato che in Basilicata appare delittuoso far conoscere ai cittadini le informazioni che riguardano le condizioni ambientali in cui sono costretti a vivere il comitato chiede il rispetto della convenzione di Aarhus ratificata in Italia con la legge 16 Marzo 2001 n. 108 >>. La convenzione di Aarhus del 25 Giugno 1998 firmata dagli stati dell’Unione Europea vuole assicurare l’accesso del pubblico alle informazioni sull’ambiente detenute dalle autorità pubbliche; favorire la parte-

cipazione dei cittadini alle attività decisionali aventi effetti sull’ambiente; estendere le condizioni per l’accesso alla giustizia in materia ambientale. I firmatari della petizione al fine di tutelare la salute dei cittadini chiedono: << il rispetto della convenzione di Aarhus da parte delle istituzioni lucane, al fine di garantire la dovuta trasparenza sulla gestione ambientale del territorio; l’intervento del Ministro della Sanità e di quello dell’Ambiente; l’intervento del Ministro della Giustizia e del Consiglio superiore della Magistratura contro il sistema giudiziario lucano già al centro di note inchieste su una presunta trasversalità con i poteri forti politici>>. Negli ultimi giorni di Agosto già 5000 lucani hanno firmato la petizione. Per avere maggiori informazioni in merito e per firmare il documento rivolgersi a: Comitato per la tutela dell’Ambiente e della Salute di Basilicata, Via Mazzini n. 51 – Primo piano a scendere, 85100 Potenza, tel. 3802629069, oppure cercate il gruppo su Facebook.


La rubrica dedicata interamente agli artisti emergenti lucani Mese dopo mese un viaggio alla scoperta dei tanti talenti della Basilicata

39 foto di Emanuele Sileo

Music Park

Antonio Langone S

atriano di Lucania sforna talenti. Dopo solo un anno e mezzo dalla nascita della sua prima canzone, Antonio Langone, 22 anni, riceve elogi ed applausi, al termine del concerto di presentazione del proprio progetto, nella piazza maggiore del centro della Valle del Melandro in occasione delle feste patronali. Grazie agli studi di tromba al conservatorio di Potenza, alle esperienze in banda, al diploma come Autore di Testi conseguito al Centro Europeo Toscolano (CET) diretto dal maestro Mogol, il cantautore satrianese riesce ad esprimere a pieno i propri pensieri e le proprie emozioni attraverso la musica. Vincitore del primo premio della giuria popolare al concorso per gruppi emergenti “Music & War” di Tito nel Dicembre 2009 e finalista dell’ultima edizione dell’Italia Wave Festival di Basilicata, nelle sue canzoni descrive l’amore, la storia, la società, le donne, gli amici e la vita. Vincitore del premio “Migliore inedito” con il brano “Camera piena a rendere” alla seconda edizione di Auletta in Music ad Auletta, ha in cantiere il suo primo lavoro in studio in uscita nel 2011. Giuseppe Sileo


40

Parco Quiz ...? 532 slm

Metti alla prova la tua conoscenza del Parco Questa volta dovresti saper rispondere a tutte le domande, hai già letto le risposte nelle pagine precedenti! 1.Chi è il direttore artistico della quarta edizione del Lucania Etno Folk? a) Renzo Arbore b) Eugenio Bennato c) Rocco Papaleo 2.In quali giorni si tiene la 38a°edizione della Sagra del Pecorino di Filiano? a) 4-5 Settembre b) 10-11 Settembre c) 23-24-25 Settembre 7.Dove è situato l’Inghiottitoio del Patricello? 3.In quale comune si trova la grotta di Castel di a) Monte Sirino b) Monte Coccovello Lepre? c) Montagna del Cristo di Maratea a) Tramutola b) Maratea 8.Dove si è diplomato Antonio Langone come c) Marsico Nuovo autore di testi? a) Accademia musicale lucana 4.In quale comune si trovano i famosi “Vucculi”? b) Hope music school a) Rivello c) Cet di Mogol b) San Chirico Raparo c) Muro Lucano 9.In quale giornale va in allegato “Al Parco”? a) La Nuova Basilicata 5.Dove si trova la Grotta del Dragone? b) La Gazzetta del Mezzogiorno a) Rivello c) Il Quotidiano della Basilicata b) Maratea c) Trecchina 10.Dove viene prodotto il formaggio Schiena d’asino? 6.Dove suonano gli Ethnos il 4 Settembre? a) Tito a) Satriano di Lucania b) Satriano b) Brienza c) Sasso di Castalda c) Viggiano

Lago del Pertusillo


Risposte Quiz

41

Risposte esatte 1. b - 2. a - 3. c - 4. c - 5. a - 6. a - 7. b - 8. c - 9. c - 10. a

4.Le grotte dei Vucculi sono a Muro Lucano dove è presente lo Speleoclub Marmo-Platano per eventuali escursioni. 5.La Grotta del Dragone si trova a Maratea, situata a pochi metri dal mare è stata esplorata per circa 3 chilometri. E’ collegata con l’Inghiottitoio del Patricello, in questi giorni si sta cercando di aprire la via ancora inesplorata. 6.Gli Ethnos si esibiranno il 4 settembre a Satriano di Lucania all’interno del programma del Lucania Etno Folk. 7.L’Inghiottitoio del Patricello è situato sul Monte Coccovello. La montagna, definita da Carmine Marotta “Gruviera della Basilicata”, è uno dei migliori esempi di Ambiente Carsico superficiale e profondo del Sud Italia. 1.Il direttore artistico della quarta edizione del Lucania Etno Folk (già Lucania Folk Festival) è Eugenio Bennato, uno dei massimi conoscitori della musica popolare del Mediterraneo che si esibirà la sera del 4 Settembre a Satriano di Lucania. 2.La 38a°edizione della Sagra del Pecorino di Filiano DOP si tiene il 4 e 5 settembre a Filiano lungo un percorso tra le strade del paese dove è possibile conoscere, degustare e acquistare il prezioso formaggio lucano. 3.La Grotta di Castel di Lepre si trova nel Comune di Marsico Nuovo, precisamente a Pergola.

8.Antonio Langone si è diplomato come “Autore di testi” al Cet di Mogol con una borsa di studio concessa tramite il Bando “Basilicata pop, Basilicata rock”. 9.Siamo logorroici? Può darsi…Al Parco va in allegato al Quotidiano della Basilicata ogni ultimo del mese. 10.Il formaggio Schiena d’Asino viene prodotto dalla latteria Tripaldi a Tito usando solo latte proveniente proprio dalla “Schiena d’asino” situata a ridosso della Torre di Satriano in prossimità del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano.


42 Focus 879 slm

Viandando di Mimmo Pane

Vagabondi di Fumo

U

n altro ciocco al fuoco per scacciare l’umida sera che bussa alle vecchie ossa reumatiche di Minguccio, macchinista e carbonaro. Macchinista, per la sua dedizione alla “vaporiera” e carbonaro per l’anarco-libertarietà che spesso si fa strada nel suo parlare. Raccontava dei panettieri vagabondi come di una sua folle visione di ragazzo, avanti e indietro ogni giorno a servizio della sua “vaporiera”. Lo sferragliare regolare, il calore immondo in ogni stagione e la linea ferrata malandata da sempre avranno acceso le sue più poderose fantasie, mescolandole ai ricordi troppo uguali di ogni giorno. Arrivavano nottetempo vestiti di tuniche rappezzate, dal quale sporgevano solo gli scarponi pesanti e laceri e accendevano silenziosamente i forni a disposizione dei casellanti e delle loro famiglie. Nessuno osava scacciarli o far loro delle domande. Nessuna traccia certa del loro passaggio. Solo l’odore di cenere umida sulla pietra refrattaria. Quando la vaporiera giungeva puntuale al mattino, Minguccio, sbucando dalla cabina, leggeva nella faccia turbata del casellante la visita

notturna dei vagabondi. Un cenno d’intesa ed una nota sul suo taccuino e già scompariva fischiando in una nuvola di vapore, manco fosse stato il grande Houdinì. Tra una palata di carbone e l’altra immaginava il rumore dei passi tra i ciottoli e le traversine. Rami che si spezzano e odore di fumo. L’attesa ed il vapore croccante mescolato al silenzio della notte alta. Mai riapparvero due volte nello stesso posto, ma, l’ultima volta che li videro fu quella notte straordinaria in cui tutti i forni fumarono contemporaneamente. Minguccio trasale, facendo esplodere ogni ruga del suo volto di cartapesta: tutti i “santissimi” forni della linea dell’Appennino Dimenticato fumavano nella notte e non un animale, non un uomo, non un insetto osarono contraddire e disturbare l’ultimo grandioso movimento che si compiva. Scomparvero, e nessuno li vide più. Lo fecero in pacifico silenzio, così come ogni altro atto della loro vagabonda esistenza. Lui e loro: il carbonaro e i panettieri. Alle spalle solo un rivolo di fumo.

Moliterno


DA LEGGERE SCELGO LAVORA...COME SE NON AVESSI BISOGNO DEI SOLDI

aLpARCO UCANO

AMA...COME SE NON FOSSI MAI STATO FERITO

BALLA...COME SE NESSUNO TI STESSE GUARDANDO

Compila, ritaglia ed invia la pagina e la ricevuta a: Kaleidoscopio Edizioni di Rocco Perrone via San Rocco 40 - 85050 Satriano di Lucania (Pz) - Italy

ABBONAMENTO ANNUALE 12 € - Pagamento: Ricarica POSTPAY n° 4023 6004 6209 4618 - intestata a Giuseppe Sileo

Nome

Cognome

Indirizzo Città

Nazione

Email Desidero iscrivermi alla Newsletter di AL PARCO per ricevere informazioni e novità

KAL Data

ID

DIZI

NI

Autorizzo la redazione di AL PARCO al trattamento dei miei dati personali secondo il D.Lgs. n.196 del 30/06/2003 e s.m.i.

Firma


Al Parco - Settembre 2010  

Al Parco - Settembre 2010. Il giornale degli eventi e delle attività ecologiche del Parco Naz. dell'Appennino lucano

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you