Issuu on Google+

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “S. RICCOBONO” Scuola Primaria e Secondaria di 1° Grado C/da Mortilli s.n.c. - C.A.P. 90048 San Giuseppe Jato (PA) - PAIC 884002 E-mail :paic884002@istruzione.it - Tel. 091/8579953 -8579715 - Fax 091/8573886

http://www.istitutocomprensivodisangiuseppejato.it C.F. 97167430822

Prot. n. 187/A6 del 14/01/2011 Al Collegio dei Revisori dei Conti Al Consiglio di Istituto

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL PROGRAMMA ANNUALE – ANNO FINANZIARIO 2011 In ottemperanza a quanto disposto dal D.A. 895/2001 della Regione Siciliana, dalla Circolare Assessoriale n.21 del 13/10/2010, dalla Nota del M.P.I. - Direzione Generale per la politica finanziaria e per il bilancio prot. n. 10773 del 11/11/2010 sostituita dalla nota prot. n. 10939 del 17/11/2010 ed integrata dalla nota prot. 11390 del 25/11/2010 il sottoscritto Giuseppe Lo Porto, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “S. Riccobono” di San Giuseppe Jato, sottopone all’attenzione del Consiglio di Istituto la relazione del programma annuale relativo all’esercizio finanziario 2011, predisposta dalla Giunta Esecutiva in data 10/01/2011. La presente relazione espone i criteri (didattici, economici, ambientali, amministrativi…) che si sono tenuti in considerazione per la predisposizione del programma annuale che è direttamente raccordato al Piano dell’Offerta Formativa (P.O.F.) e traduce in termini finanziari le strategie progettuali definite nel P.O.F., realizzando una continuità tra progettazione didattica e programmazione finanziaria. Si deve, comunque, rilevare che, ai sensi dell’art.2, comma 197, della Legge Finanziaria 2010, con l’introduzione del c.d. “cedolino unico”, non tutte le attività e progetti previsti dal P.O.F. vengono inseriti nel Programma Annuale 2011, in quanto non trovano copertura finanziaria nella contabilità interna della nostra Istituzione scolastica ma saranno retribuiti, per quanto riguarda le spese di personale, dal Service Personale Tesoro. Programma annuale e P.O.F. sono i documenti aggregativi e vincolanti che definiscono l’identità formativa dell’Istituto Comprensivo “Riccobono” di San Giuseppe Jato. Fa parte integrante della presente relazione la modulistica ministeriale relativa al programma annuale, in particolare i modelli A, B, J, D ed E, predisposti dal Direttore dei Servizi G.A., dott. Onofrio Tarantino.

Identità formativa della scuola La nostra Istituzione Scolastica è alla continua ricerca di strumenti atti ad implementare e migliorare i rapporti con le istituzioni economiche, sociali, culturali e politiche presenti nel territorio in cui opera, consapevole della necessità di un’azione pienamente sinergica tra la scuola e il territorio. In qualità di agenzia formativa, l’Istituto Comprensivo Statale “S. Riccobono” si pone come soggetto attivo e interlocutore positivo nei confronti della realtà locale e dell’intero bacino dello Jato. In tale prospettiva, anche nel corrente anno scolastico vengono riproposti corsi di formazione per docenti delle scuole ricadenti nel proprio distretto scolastico (Corso di educazione linguistica e letteraria – Poseidon) e attività culturali rivolte a studenti e adulti (corsi di educazione alla legalità, all’ambiente, all’educazione alimentare…).

Relazione illustrativa al Programma Annuale – anno finanziario 2011 Pagina 1 di 13


Edificio scolastico, risorse strutturali, tipologie degli allievi, risorse professionali interne ed esterne, risorse finanziare. L’Istituto Comprensivo di San Giuseppe Jato è costituito dai plessi “S.Riccobono” e “P. Mattarella”. Entrambi i plessi si insediano in una zona di nuova espansione urbanistica.

I due edifici che, nonostante siano di recente costruzione, necessitano di continua manutenzione e adeguamento al D.Lgs. 81/08, sono dotati di aule regolari, di due palestre coperte e spazi scoperti, di quattro laboratori multimediali con 56 postazioni, di quattro aule e due laboratori forniti di L.I.M., due aule video, due laboratori per attività artistiche e tecniche, un laboratorio per attività musicali, un laboratorio per attività finalizzate al sostegno, recupero ed integrazione, due biblioteche e un auditorium. In sintesi la scuola è dotata di spazi destinati ad attività non rigidamente strutturate sul modello classe. La realtà socio-economico-culturale eterogenea risulta caratterizzata, negli ultimi due anni, da una stabilizzazione della popolazione scolastica dovuta ad una minore emigrazione verso il nord d’Italia delle famiglie per alto indice di disoccupazione. L’ assetto socio-economico-culturale dei nuclei familiari è di tipo agricolo-operaio con leggera sovrapposizione di un ceto medio-borghese impegnato nel terziario. La percentuale di famiglie monoreddito risulta abbastanza alta e il tenore di vita è generalmente mediobasso. Sono pochi gli alunni extracomunitari, anche se negli ultimi anni si può apprezzare un aumento della presenza di alunni provenienti dal nord Africa e dalla Cina. Sono presenti nell’istituto alunni disabili e diversi alunni appartenenti a fasce cosiddette “a rischio”, provenienti da famiglie che vivono in un ambiente a forte degrado socioculturale. La scuola dell’obbligo, in linea di massima, viene frequentata regolarmente, anche se vi sono ancora numerosi casi di dispersione e abbandono. Diffusa resta l’abitudine all’uso del dialetto e sommario resta il livello di conoscenza civica, sociale, politica e della realtà economica, mentre spesso solo passiva e non critica è la fruizione dei mass media; la partecipazione e la collaborazione scuola-famiglia, più attiva nei primi anni della scuola dell’obbligo, si fa meno partecipata nella fascia successiva. Per tale motivo è stata sollecitata e sostenuta la costituzione del Comitato del genitori, organo consultivo e di partecipazione democratica dei genitori alla vita dell’istituto. La popolazione scolastica professa generalmente la religione cattolica ma sono presenti minoranze di altre confessioni religiose. I docenti, in buona percentuale di ruolo e ove necessita, forniti di titoli di specializzazione per operare integrazione, sono disponibili all’arricchimento dell’offerta formativa, con proposte culturali, rapportate ai bisogni dell’utenza. Le maggiori risorse si riscontrano nel campo dell’integrazione e delle nuove tecnologie multimediali. Esiste, nel territorio, disponibilità di operatori e di esperti cui far ricorso, all’occorrenza, per ampliare e integrare l’offerta formativa della scuola, tesa al successo formativo, sulla base di protocolli d’intesa, accordi di programma, convenzioni e contratti. Il personale A.T.A. è disponibile ad adattare il proprio orario di servizio secondo le necessità derivanti dall’orario pomeridiano di strumento musicale e dalla concreta realizzazione degli obiettivi prefissati. Le disponibilità finanziarie derivano da ordinari finanziamenti per il funzionamento amministrativo e didattico della scuola, dall’Amministrazione Comunale e dai finanziamenti previsti dalla UE, nell’ambito del P.O.N. 2007-2013. Purtroppo nel corrente anno scolastico, a causa dell’applicazione delle norme relative alla riduzione degli organici e di una riduzione degli alunni iscritti alla classe prima, sono stati soppressi tre posti di scuola primaria (due di ruolo normale ed uno di insegnante specializzato nel sostegno) Il Dirigente Scolastico titolare è il prof. Giuseppe Lo Porto. Dal 01 settembre 2010 il Direttore dei Servizi G.A. è il dott. Onofrio Tarantino. Nel corrente anno scolastico i docenti in servizio sono: Relazione illustrativa al Programma Annuale – anno finanziario 2011 Pagina 2 di 13


n. 19 nella Scuola Primaria • n. 14 posto comune; • n. 2 di lingua straniera; • n. 1 di sostegno; • n. 1 di Religione Cattolica; • n. 1 insegnante distaccata in segreteria; n. 2 insegnanti comunali (doposcuola)

n. 42 nella Scuola Secondaria di Primo Grado • n. 9 di italiano-storia-geografia; • n. 6 di matematica-scienze; • n. 3 di inglese; • n. 2 di francese; • n. 2 di ed. tecnica; • n. 2 di ed. artistica; • n. 2 di ed. musicale; • n. 2 di ed. fisica; • n. 4 di strumento musicale (chitarra, flauto, pianoforte, violino) • n. 9 di sostegno; • n. 1 di Religione Cattolica;

Il personale A.T.A. in servizio è costituito da 12 unità di cui: • n. 1 D.S.G.A. • n. 9 Collaboratori Scolastici n. 5 Co.Co.Pro. • n. 2 Assistenti Amministrativi Gli alunni frequentanti sono 543 di cui: n. 203 nella Scuola Primaria (di cui 2 disabili) • n. 39 nelle classi prime • n. 56 nelle classi seconde • n. 31 nelle classi terze • n. 34 nelle classi quarte • n. 43 nelle classi quinte

n. 340 nella Scuola Secondaria di Primo Grado (di cui 13 disabili) • n. 116 nelle classi prime • n. 115 nelle classi seconde • n. 109 nelle classi terze

Finalità In relazione ai bisogni rilevati e che sono di tutto il bacino di utenza (alunni, genitori, docenti) si ribadiscono le seguenti necessità: a) la scuola in quanto agenzia culturale esplichi la funzione in una dimensione in cui strettissimo è il rapporto tra formazione e educazione; b) l’urgenza di rafforzare l’identità di una scuola che non solo dialoga col territorio, ma offre percorsi formativi che sono altrettante possibilità di verifiche sul piano culturale; c) la necessità di offrire spazi per riflettere, occasioni di impegno formale ed informale, pluralità di offerte idonee a valorizzare la molteplicità degli atteggiamenti e dei comportamenti individuali; d) maggiore interazione ed occasione di incontro con le famiglie; e) la necessità di interazione tra scuola ed extrascuola. • • • • • •

L’offerta formativa si fonda sui seguenti elementi cardine: Affermare i principi della legalità e del rispetto delle regole, nella piena assunzione di responsabilità consapevole del proprio ruolo di cittadini attivi Rimuovere ogni ostacolo alla frequenza Curare l’accesso facilitato per gli alunni con disabilità Prevenire l’evasione dell’obbligo scolastico e contrastare la dispersione Perseguire con ogni mezzo il miglioramento della qualità del sistema d’istruzione Diffondere la cultura della legalità, la cultura della prevenzione e della sicurezza (D.lgs. 81/08), la cultura della solidarietà

Relazione illustrativa al Programma Annuale – anno finanziario 2011 Pagina 3 di 13


PROGETTAZIONE DI ISTITUTO ATTIVITA’ ED INIZIATIVE DIDATTICHE La progettazione delle iniziative dell’istituto anche per quest’anno scolastico ha necessariamente dovuto tener conto delle condizioni finanziarie che rappresentano il contesto di realtà entro il quale i vari organismi della scuola hanno compiuto le loro scelte per far fronte ai bisogni dell’utenza. Il quadro finanziario delle risorse a disposizione dell’istituto viene presentato attraverso il programma annuale e l’avanzo di amministrazione dell’anno precedente. Sono stati previsti i seguenti progetti extracurricolari di recupero, arricchimento e ampliamento dell’offerta formativa: • • • • • •

Progetto FIS - Trinity Exams Progetto FIS - Scacchi: giochiamo per crescere Progetto FIS - Coro Stabile Progetto FIS - I luoghi della memoria Progetto FIS - Recupero debiti formativi Progetto “Area a rischio” – Il giardino degli aromi e degli odori

Essi rispondono ad almeno uno dei seguenti criteri di priorità fissati dal Collegio dei Docenti: • Continuità • Dispersione- Disagio – integrazione • Valorizzazione delle eccellenze Ed ai seguenti criteri : • Varietà delle attività in modo da rispondere ai più diversi bisogni formativi dell’utenza; • Estensione delle attività ad allievi provenienti dal maggior numero di classi; • Formazione di gruppi di apprendimento misti che superino lo stereotipo docente – alunno della singola classe; • Rapporto costo – beneficio. Ciascun gruppo di apprendimento non potrà essere inferiore a tredici unità ( si prescinde da tale rapporto solo in presenza di allievi diversamente abili o in presenza di attività molto particolari e con specifiche peculiarità); • Ciascun progetto sarà corredato da : o scheda di progetto con l’indicazione delle finalità, obiettivi, strategie educative, arco temporale di attuazione, numero delle ore curricolari ed extracurricolari occorrenti; o Elenco delle risorse umane, con l’indicazione chiara delle ore di insegnamento da incentivare; o Elenco analitico dei beni e dei servizi occorrenti; o Tempi di realizzazione, prove di verifica in itinere e finali, monitoraggio (produzioni individuali o di gruppo, dibattiti, questionari, tests, saggi, spettacoli); o Fogli delle firme di presenza degli alunni frequentanti per ciascuna delle attività; o Fogli di presenza del personale, docente ed ATA impegnato; o Relazione finale del responsabile del progetto; o relazione finale del dirigente finalizzata alla verifica del programma che si dovrà effettuare entro il 30/6/2010, corredata dalla relazione tecnico-organizzativa del direttore. Gli obiettivi che si intendono conseguire sono legati all’ambito educativo e cognitivo, nella consapevolezza che essi mirano alla crescita integrale dell’alunno e all’acquisizione di un apparato di valori che gli consentono di risolvere e gestire le situazioni che gli si presenteranno nel sociale. Le varie attività programmate, pur nella specificità degli obiettivi prefissati, prevedono il conseguimento di quei risultati che costituiscono il bagaglio delle competenze, capacità e conoscenze indispensabili per un completo processo formativo. Sono stati, inoltre, previsti i seguenti progetti che sono rivolti all’implementazione delle risorse strutturali e strumentali, oltre che rivolti all’utenza interna ed esterna all’istituto: Relazione illustrativa al Programma Annuale – anno finanziario 2011 Pagina 4 di 13


• • • • • • • • • • • • • •

Progetto scuola sicura (applicazione del D.Lgs. 81/08) Progetto alunni H: progetti e attività Progetto Biblioteca Attività/Acquisti alunni Attività/Acquisti Comune di San Giuseppe Jato LLP Comenius 2009 1FI1-COM06-01534-6 “Green School” PON az. B-7-FSE-2010-196 PON- FSE – PQM “Qualità e merito” - matematica PON az. C-1-FSE-2010-1643 PON az. F-1-FSE-2010-403 FIS- Attività personale Docente FIS – Attività personale ATA Progetto Laboratorio musicale Attività Gruppo Sportivo

La manovra di bilancio si inserisce in un contesto nazionale caratterizzato da elementi di continuità in termini finanziari a fronte di un rilevante dinamismo sotto il profilo normativo che ha investito il sistema di istruzione pubblica. L’assetto dei rapporti finanziari con il Ministero desta, comunque, molte preoccupazioni. Il trasferimento delle risorse finanziarie destinate alla dotazione di istituto è costante in termini monetari, ma decrescente in termini reali. L’accennata condizione di svantaggio finanziario e le caratteristiche del sistema di finanziamento hanno imposto l’obbligo, sul fronte delle entrate, di ricercare risorse esterne aggiuntive, sfruttando le opportunità offerte dalla collaborazione con Enti esterni (es. Associazioni culturali). Dal punto di vista delle uscite va innanzitutto sottolineato che il bilancio di previsione è un bilancio prevalentemente di trasferimento e gli stanziamenti previsti riflettono i mezzi finanziari a disposizione commisurati alla spesa che si prevede effettivamente di sostenere attraverso una gestione diversificata e flessibile nelle scelte di impiego delle risorse. Infatti i margini di manovra disponibili sono esigui, considerato che la maggior parte del finanziamento ministeriale è destinato a spese obbligatorie. Pur con queste limitazioni, nel bilancio sono rintracciabili alcuni precisi orientamenti per quello che riguarda la politica della spesa. In sintesi, con la manovra di bilancio la scuola proseguirà la promozione del proprio sviluppo sia attraverso la diversificazione della propria attività formativa, sia attraverso lo sviluppo delle attività progettuali innovative. Per conseguire questi obiettivi è indispensabile ricorrere a strumenti caratterizzati da sufficiente flessibilità che consentono di sviluppare l’offerta didattica, di ricerca, di servizi in linea con la strategia promossa per adeguare le attività della scuola alle esigenze di efficienza, efficacia e qualità imposte dall’autonomia.

Programma annuale

PARTE PRIMA: ENTRATE Aggr. 01

Voce 01 02

02 01

Descrizione Avanzo di amministrazione Non vincolato Vincolato Finanziamenti dallo Stato Dotazione ordinaria Relazione illustrativa al Programma Annuale – anno finanziario 2011 Pagina 5 di 13

€ 133.673,65 0,00 133.673,65 58.610,00 58.610,00


02 03 04

Dotazione perequativa Altri finanziamenti non vincolati Altri finanziamenti vincolati Finanziamenti dalla Regione

01

Dotazione Ordinaria (Regione)

02 03 04

Dotazione perequativa (Regione) Altri finanziamenti non vincolati (Regione) Altri finanziamenti vincolati (Regione) Finanziamenti da Enti Territoriali o da altre istituzioni pubbliche Unione Europea Provincia non vincolati Provincia vincolati Comune non vincolati Comune vincolati Altre istituzioni Contributi da privati Famiglie non vincolati Famiglie vincolati Altri non vincolati Altri vincolati Proventi da gestioni economiche Azienda agraria Azienda speciale Attività per conto terzi Attività convittuale Altre entrate Interessi Rendite Alienazioni di beni Diverse Mutui Mutui Anticipazioni Totale entrate

03

04 01 02 03 04 05 06 05 01 02 03 04 06 01 02 03 04 07 01 02 03 04 08 01 02

0,00 0,00 0,00 8.049,36 8.049,36 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 6.000,00 6.000,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 206.333,01

Prima di procedere all’illustrazione delle singole Attività e Progetti inseriti nel Programma Annuale per l’anno finanziario 2011, si evidenzia l’Avanzo d’amministrazione al 31/12/2010 determinato in € 133.673,65 di cui € 0,00 non vincolato, che viene utilizzato nel Programma Annuale 2011 per € 133.673,65, come di seguito specificato: Relazione illustrativa al Programma Annuale – anno finanziario 2011 Pagina 6 di 13


AGGREGATO 01-AVANZO DI AMMINISTRAZIONE . La prima posta in Entrata è dovuta dall’avanzo di amministrazione, il quale ammonta a euro 133.673,65 inserito con vincolo di destinazione e/o senza vincolo.

AGGREGATO 02 FINANZIAMENTI DALLO STATO VOCE 01-ENTRATE STATALI DOTAZIONE ORDINARIA:

58.610,00

Come previsione per l’esercizio 2011, cosi come indicato nella nota del Ministero dell’Istruzione dell’Università e Ricerca prot. n. 10773 del 11/11/2010 sostituita dalla nota prot. n. 10939 del 17/11/2010 ed integrata dalla nota prot. 11390 del 25/11/2010, in questa voce va inscritto il finanziamento dello stato relativo alla dotazione ordinaria Stato. Di cui: Oneri contrattuali Personale CO.CO.CO. Mancanza di indicazioni Ministeriali per l’anno finanziario 2011 Finanziamento per supplenze brevi e saltuarie. Con successive variazioni di bilancio si allineerà la previsione della spesa con l’effettivo fabbisogno, previa verifica da parte del Miur dell’effettiva inderogabilità. Quota per alunni diversamente abili

39.248,00 19.170,00 192,00

VOCE 02-DOTAZIONE PEREQUATIVA: ...................................... € In questo aggregato saranno iscritte le eventuali somme che verranno finanziate dal Ministero.

0,00

VOCE 03-ALTRI FINANZ.TI NON VINCOLATI: € In questo aggregato saranno iscritte le eventuali somme che verranno finanziate dal Ministero.

0,00

VOCE 04 - ALTRI FINANZIAMENTI VINCOLATI ................... € In questo aggregato saranno iscritte le eventuali somme che verranno finanziate dal Ministero.

0,00

AGGREGATO 03: FINANZIAMENTO REGIONE SICILIA VOCE 01

DOTAZIONE ORDINARIA

8.049,36

La circolare Regionale n. 21 del 13/10/2010, individua nell’80% del finanziamento 2010 rapportato agli alunni, la quota di contributo ordinario per l’annualità 2011 pertanto: dotazione ordinaria 2010 € 10.061,70 * 80% = € 8.049,36 / n. alunni 2009-2010 (568) * n. alunni 20102011 (543) = € 8.049,36 VOCE 4 ALTRI FINANZIAMENTI VINCOLATI (REGIONE) Relazione illustrativa al Programma Annuale – anno finanziario 2011 Pagina 7 di 13

00,00


AGGREGATO 04: FINANZIAMENTO DA ENTI TERRITORIALI VOCE 1

UNIONE EUROPEA

VOCE 3 PROVINCIA VINCOLATI: VOCE 4 COMUNI NON VINCOLATI: Mancanza di Determina Comunale per l’a.f. 2011 VOCE 5 COMUNI VINCOLATI: Mancanza di Determina Comunale per l’a.f. 2011 VOCE 6

ALTRE ISTITUZIONI:

0,00

€ €

0,00 0,00

0,00

0,00

VOCE 01 FAMIGLIE NON VINCOLATI: Contributo destinato al rimborso dell’assicurazione infortuni e r.c. alunni e attività didattiche rivolte agli alunni € (15,00X454)=€ 6.810,00 Importo calcolato per difetto sull’80% degli Iscritti a.s. 2010-2011

6.000,00

VOCE 02

FAMIGLIE VINCOLATI:

0,00

VOCE 03

ALTRI NON VINCOLATI:

0,00

0,00

250,00

AGGREGATO N. 5: CONTRIBUTI DA PRIVATI

AGGREGATO N. 7: ALTRE ENTRATE VOCE 01 INTERESSI FONDI STATALI ........................................ In ultimo le partite di Giro Agg. 99 che comprendono solo il reintegro al Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi: Le Entrate ammontano pertanto a

206.333,01

PARTE SECONDA – SPESE . La determinazione delle Spese è stata effettuata tenendo conto dei costi effettivi sostenuti nell’anno precedente opportunamente verificando, alla luce dei Finanziamenti autorizzati le necessità prevedibili e gli effettivi fabbisogni per l’anno 2011 e garantire il normale funzionamento della scuola e il raggiungimento degli obiettivi prefissati dal POF.

SPESE Agg.

Voce Voce

A A01 A02

Descrizione Attività Funzionamento amministrativo generale Funzionamento didattico generale Relazione illustrativa al Programma Annuale – anno finanziario 2011 Pagina 8 di 13

€ 69.123,37 7.919,62 1.049,36


A03 A04 A05 P01 P02 P03 P04 P05

Spese di personale Spese d’investimento Manutenzioni edifici Progetti Progetto: Scuola sicura Progetto: Alunni H: progetti e attività Progetto: Biblioteca Progetto: Attività /Acquisti alunni Progetto: Attività/Acquisti comune

P07

Pon B-1-C-FESR Musicando

P08

Progetto: LLP Comenius 2009 1F I 1-COM06-01534-6 Green School

8.364,87

P10 P17 P18 P21 P22 P23 P26 P27 P28 P29 P30 P31 P32 P33 P34 P35

Pon B10 – Poseidon E2 Progetto FIS - Recupero debiti formativi Pon – B-1-Fse-2009-1109 Attività Personale Docente Attività Personale Ata Progetto: Gruppo Sportivo 2010-2011 Progetto Laboratorio Musicale Progetto: Pon C-1-FSE-2010-1643 Progetto: Pon F-1-FSE-2010-403 Progetto: Pon B-7-FSE-2010-196 Progetto “Area a rischio” – Il giardino degli aromi e degli odori Progetto FIS - Trinity Exams Progetto FIS - Scacchi: giochiamo per crescere Progetto FIS - Coro Stabile Progetto FIS - I luoghi della memoria Progetto: Pon- FSE – PQM “Qualità e merito” - matematica Gestioni economiche Azienda agraria Azienda speciale Attività per conto terzi Attività convittuale Fondo di riserva Fondo di riserva Totale spese Disponibilità finanziaria da programmare

6,30 5.642,08 1.176,86 1.409,50 0,00 0,00 162,00 23.373,60 35.711,89 5.892,86 14.429,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00

400,00 166.411,70 39.521,31

Totale a pareggio

206.333,01

P

G G01 G02 G03 G04 R R98 Z

Z01

58.418,00 0,00 1.736,39 97.288,33 0,00 692,00 400,08 0,00 21,08 6,21

La parte Seconda, dedicata alle spese viene rappresentata in modo alquanto lineare dal modello “B” che viene stampato e fa parte integrante del “Programma”. Nel suddetto modello “B” viene evidenziata la spesa che deve essere sostenuta e la provenienza dell’aggregato di entrata. Si espongono di seguito le spese contemplate nel presente Programma: Relazione illustrativa al Programma Annuale – anno finanziario 2011 Pagina 9 di 13


A01 Funzionamento amministrativo generale. € 7.919,62 Le spese che si intendono sostenere per la presente attività sono le seguenti: a) beni di consumo (acquisto di beni di facile consumo per cancelleria, stampati, materiale tecnico specifico, riviste e manuali ad uso dell’amministrazione, accessori per la strumentazione per gli uffici) b) prestazioni di servizi da terzi c) altre spese (es. postali e di tenuta c/c/b) d) compenso ai Revisori dei conti e) compenso per il responsabile del trattamento dei dati sensibili Responsabile dell’attività: il Dirigente Scolastico Viene determinata in € 250,00 l’anticipazione al Direttore S.G.A. quale fondo per le minute spese A02 Funzionamento didattico generale. 1.049,36 Le spese che si intendono sostenere per la presente attività sono le seguenti: a) beni di consumo (acquisto di beni di facile consumo per cancelleria, stampati, materiale tecnico specifico, riviste e manuali, materiale tecnico specialistico) per l’attività didattica Responsabile dell’attività: il Dirigente scolastico. A03 Spese di personale. € 58.418,00 Sono confluiti in questo progetto le somme provenienti dai fondi statali e fondi provenienti dall’avanzo di amministrazione. Sono previste spese relative ai Compensi personale CO.CO.CO., le spese relative alle supplenze brevi e saltuarie, Indennità d’Amministrazione DSGA, Funzioni Strumentali Docenti, Incarichi Specifici personale Ata, Formazione e aggiornamento personale Docente e Ata. Le poste relative a compensi per esami, ore eccedenti e mansioni superiori del sostituto del Dirigente scolastico saranno iscritte nel programma annuale dopo averne determinato il fabbisogno. Responsabile dell’attività: il Dirigente scolastico. A04 Spese d’investimento. € _0,00 La scheda finanziaria sarà implementata con gli interessi attivi del conto corrente della scuola dopo averne accertato la consistenza per l’anno finanziario 2011. La somma sarà utilizzata per acquisto di attrezzature informatiche degli uffici Responsabile dell’attività: il Dirigente Scolastico A05 Manutenzione edifici. € 1.736,39 La scheda finanziaria sarà implementata successivamente, con i Finanziamenti del Comune quando si riceverà la dovuta Determina Comunale. Sono previste le spese per la manutenzione ordinaria degli edifici scolastici a carico del Comune di San Giuseppe Jato. Responsabile dell’attività: il Dirigente Scolastico Progetti Come sottolineato in premessa, ai sensi dell’art.2, comma 197, della Legge Finanziaria 2010, che introduce il c.d. “cedolino unico”, non tutte le attività ed i progetti previsti dal P.O.F. vengono inseriti nel Programma Annuale 2011, in quanto non trovano la copertura finanziaria nella contabilità interna della scuola, ma saranno retribuiti, per quanto riguarda le spese di personale, dal Service Personale Tesoro P01 Scuola sicura. €_0,00 Si prevedono le spese per la sicurezza sul lavoro di cui al D.Lgs. 81/08. Responsabile del progetto: il Dirigente scolastico. P02 Alunni H: progetti e attività. € 692,00 Le somme provengono dall’avanzo di amministrazione e da finanziamenti specifici. Si prevede l’acquisto di materiale didattico specifico. Responsabile del progetto: il Dirigente scolastico. Relazione illustrativa al Programma Annuale – anno finanziario 2011 Pagina 10 di 13


P03 Biblioteca. € 400,08 La somma, proveniente dall’avanzo di amministrazione, servirà a migliorare il servizio di biblioteca nei due plessi, arricchendo il patrimonio dei testi a disposizione e migliorando le attrezzature esistenti. Responsabile del progetto: il Dirigente scolastico. P04 Attività/Acquisti alunni. € 0,00 La somma servirà per le attività e acquisti finanziate dagli alunni con contributo volontario. Responsabile del progetto: il Dirigente scolastico. P05 Attività/Acquisti Comune. € 21,08 In mancanza di Determina Comunale dei Finanziamenti alle scuole del Comune di San Giuseppe Jato per l’anno finanziario 2011, la scheda finanziaria è implementata attualmente solo con un avanzo d’amministrazione vincolato a tal fine. Sono previste le spese per attività e acquisti finanziate dal Comune di San Giuseppe Jato. Responsabile del progetto: il Dirigente scolastico. P08 LLP Comenius 2009 “Green School” € 8.364,87 La somma proviene dall’avanzo d’amministrazione. Sono previste le spese nell’ambito del Programma LLP/INDIRE (Partenariati multilaterali). Responsabile del progetto: prof.ssa Buscemi P. P17 FIS Recupero debiti formativi 5.642,08 Parte del finanziamento proviene da residui F.I.S. 2009-2010. Interventi extracurricolari per l'attivazione di laboratori di recupero per alunni con carenze inerenti le competenze essenziali e relazionali (Scuola Secondaria di I Grado) Responsabile del progetto: Dirigente Scolastico P21 FIS – Attività personale docente. € 1.409,50 Sono confluiti in questo progetto le somme provenienti dai fondi statali e fondi provenienti dall’avanzo di amministrazione. Si prevedono compensi per le attività e le figure previste dagli artt. 26, 27 e 28 del Contratto integrativo d’istituto 2010-2011. Responsabile del progetto: il Dirigente scolastico. P22 FIS - Attività personale ATA. € 0,00 Vengono inserite le indennità incentivabili a carico del FIS destinate al personale ATA definite nel Contratto d’istituto per l’a.s. 2010-2011. Responsabile del progetto: il Direttore S.G.A. P23 - Attività Gruppo Sportivo € 0,00 Sono previste le spese a carico dello specifico finanziamento relativo alle attività della società sportiva dilettantistica, denominata “Centro sportivo scolastico Riccobono”, con sede in San Giuseppe Jato, presso la sede centrale dell’Istituto Comprensivo. Docenti interni coinvolti: 2 (50 alunni). Responsabile del progetto: il dirigente Scolastico P27 PON – az. C-1- FSE- 2010 – 1643 € 23.142,86 Sono previste le spese a carico del PON 2007/2013 per realizzare attività di recupero, consolidamento e potenziamento delle competenze in italiano, matematica e scienze (80 alunni - sc. secondaria primo grado) Docenti interni coinvolti: 4 in qualità di tutor (160 ore di supporto alla docenza) Esperti esterni coinvolti: 4 (160 ore di docenza) Relazione illustrativa al Programma Annuale – anno finanziario 2011 Pagina 11 di 13


Responsabile del progetto: Gruppo Operativo di Piano P28 PON – az. F-1- FSE- 2010 – 403 € 35.872,60 Sono previste le spese a carico del PON 2007/2013 per realizzare attività laboratoriali contro la dispersione scolastica e l’abbandono (60 alunni e 20 genitori scuola primaria) Responsabile del progetto: Gruppo Operativo di Piano Docenti interni coinvolti: 4 in qualità di tutor (360 ore di supporto alla docenza) Esperti esterni coinvolti: 4 (240 ore di docenza) P29 PON – az. B-7- FSE- 2010 – 196 € 5.892,86 Sono previste le spese a carico del PON 2007/2013 per realizzare attività di formazione linguistica (acquisizione del liv.A1 QCER lingua inglese) per i docenti dell’istituto (20 docenti) Docenti interni coinvolti: 1 in qualità di tutor (30 ore di supporto alla docenza) Esperti esterni coinvolti: 1 (30 ore di docenza) Responsabile del progetto: Gruppo Operativo di Piano P30 “Area a rischio” – Il giardino degli aromi e degli odori 14.429,00 Interventi extracurricolari per l'attivazione di laboratori di recupero per alunni con carenze inerenti le competenze essenziali e relazionali (Scuola Secondaria di I Grado) Responsabile del progetto: Dirigente Scolastico P31 FIS – Trinity Exams Il progetto è rivolto a gruppi misti di alunni (Primaria e Secondaria) per consolidamento e sviluppo della lingua inglese. Responsabile del progetto: prof.ssa Buscemi A.P. P32 FIS – Scacchi: giochiamo per crescere Rivolto agli alunni delle classi IV e V della Scuola Primaria per lo sviluppo della logico-matematica e per il superamento di aggressività caratterizzanti l'età evolutiva. Responsabile del progetto: ins. Rotolo P33 FIS – Coro stabile Progetto correlato dall'attività di studio dello strumento musicale, finalizzato alla creazione di un coro stabile impegnato in attività trasversali di significativa pertinenza musicale (alunni Scuola Secondaria). Responsabile del progetto: prof. Scalici P34 FIS – I luoghi della memoria Valorizzazione e riscoperta del territorio di appartenenza attraverso lo studio e l'esperienza vissuta di significativi luoghi che caratterizzano la storia della valle Jatina. Rivolto ad alunni delle classi III, IV e V della Scuola Primaria. Responsabile del progetto: ins. Mirto FONDO DI RISERVA. € 400,00 A norma di quanto indicato dall’art. 4 del D.I. 895/2001 vengono accantonati € 400,00 come fondo di riserva. Z01 DISPONIBILITA��� FINANZIARIA DA PROGRAMMARE

€ 39.521,31

Ulteriori schede finanziarie saranno istituite ove necessario.

CONCLUSIONE DELLA RELAZIONE Il documento programmatico, esposto nella sua analitica articolazione, sollecita l’impegno costante di tutte le risorse umane nei processi di realizzazione. Il programma, per sua intrinseca natura, diventa il Relazione illustrativa al Programma Annuale – anno finanziario 2011 Pagina 12 di 13


banco di prova del funzionamento dell’intera istituzione scolastica. Per questo motivo sarà necessaria la “pratica” accorta della verifica e dell’autovalutazione per incrementare i fattori positivi di un processo affidato ad una pluralità di soggetti convinti di doversi muovere in un contesto caratterizzato da un clima cooperativo e che dovranno cercare, attraverso un attento controllo di gestione, di raggiungere quanto più è possibile gli obiettivi preposti, nonostante le continue riduzioni di risorse. San Giuseppe Jato, 14/01/2011 Il Dirigente Scolastico Prof. Giuseppe Lo Porto

Relazione illustrativa al Programma Annuale – anno finanziario 2011 Pagina 13 di 13


relazione programma annuale 2011