Issuu on Google+

N. 01 WINTER 08/09

Lus 01

€ 7,50 (in italia) Austria € 12,50 - Francia € 12.50 - Germania € 13,50 - Gran Bretagna GBP 8,40 - Grecia € 12,00 - Lussemburgo € 12,00 - Spagna € 12.00 - Svizzera Chf 15,30


Lus 01

nude photography 06 • Massimiliano Sgarabucci. Le forme della luce. 12 • Luigi Consoli. Anatomicamente. 18 • Gioacchini & Paolinelli. Forme.

street photography 21 • Andruccioli Ermenegildo. Las Vegas ai limiti dell’impossibile. 27 • Giorgia Croce. Frammenti.

photoreportage 35 • Andruccioli Ermenegildo. Pakistan. 37 • Federica Lamodelli. Sotto al velo.

studio 42 • Giosuè Biddasi. Still life.

artwork 55 • Marina Ermei. Studio di carta. 62 • Francesco Mirri. Ricerca sul colore dei riflessi. 68 • Carmelo Ogniture. Ecstasy.

eventi Stampa Diffusioni Grafiche spa 15030 Villanova Monferrato (AI) tel (+39) 0142 3381 fax (+39) 0142 338219 Questo numero di Lus è stato stampato in 2.500 copie.

42 • Mostre 45 • Concorsi fotografici 46 • Corsi di fotografia

libri 49 • Libri

03 3


nude photography


giuseppe palmas ricerca attraverso la luce Giuseppe Palmas sin dall’età di 18 anni intrapprende la carriera di fotografo e si dedica alla cura mostre per alcune gallerie pubbliche e private, collabora nel 2005 con la Pinacoteca Provinciale di Bari al progetto “MEDITERRANEA” dove svolge il ruolo di coordinatore con la partecipazione di 64 autori. Ha partecipato inoltre a diverse giurie di concorsi fotografici come Attenzione Talento Fotografico FNAC, Premio CANON Giovani Fotografi, PORTFOLIO in Piazza Savignano sul Rubiconde, ToscanaFotoFestival. Ha insegnato tecniche di camera oscura presso i corsi della Regione Puglia. Insegna fotografia dal 2006 ai Nuovi Dipartimenti di Brera dell’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano e alle COBASLID all’Accademia di Belle Arti di Bari 2006/2007. Nel 2008 ha insegnato fotografia all’Accademia di Belle Arti di Catania per il biennio abilitante. A curato per la Camera di Commer-

06 6

cio di Bari nel 2006 BariPhotoCamera premio internazionale di fotografia, mostra fotografica e catalogo Motta Editore. Per la Pinacoteca Provinciale di Bari nel 2006/2007 a svolto la consulenza e il coordinamento per la mostra fotografica e per il libro edito da Motta Editore “BARI0607” di Gabriele Basilico, immagini sulla città di Bari. Cura per la Regione Puglia la parte fotografica con i fotografi Ferdinando Scianna, Gianni Berengo Gardin, Gabriele Basilico, Olivo Barbieri, Luca Campigotto. OLTRE LA PIETRA edizioni Sole 24 ore Motta – ottobre 2008 Il suo impegno, costantemente motivato dal desiderio di un significativo miglioramento della qualificazione professionale, è teso a fornire un contributo, sia pur minimo, a rendere più completo e coerente il ciclo di ideazioneproduzione e divulgazione, vitale ed indispensabile alla comunicazione e alla conoscenza.


7


8


9


10


11


bruce davidson some things Bruce Davidson inizia ad occuparsi di fotografia all’età di dieci anni a Oak Park, Illinois. Mentre frequenta il Rochester Institute of Technology e l’Università di Yale continua ad approfondire la conoscenza della fotografia e a sviluppare questa sua passione. Si arruola nell’esercito e, di stanza vicino Parigi incontra Henri Cartier-Bresson, uno dei quattro fondatori della rinomata agenzia fotografica cooperativa Magnum Photos. Quando lascia l’esercito nel 1957, Davidson lavora come fotografo freelance per la rivista Life e nel 1959 diventa membro di Magnum Photos. Dal 1958 al 1961 crea opere importanti come “The Dwarf”, Brooklyn Gang” e “Freedom Rides”. Nel 1962 riceve una borsa di studio del Guggenheim per realizzare un servizio su ciò che diverrà un documento profondo del Movimento Per i Diritti Civili in America. Nel 1963 il Museo d’Arte Moderna di New York presenta il suo pri-

12

mo lavoro in una mostra dedicata esclusivamente a lui. Nel 1966 viene premiato con la prima sovvenzione per la fotografia dal National Endowment for the Arts per aver trascorso due anni come testimone del terribile degrado sociale di un quartiere di Est Harlem. Questo lavoro è pubblicato prima dalla Harvard University Press nel 1970 con il titolo di East 100th Street e poi ripubblicato ed esteso dalla St. Ann’s Press. Nello stesso anno il suo lavoro viene anche esposto presso il Museo d’Arte Moderna di New York. Nel 1980 cattura la vitalità del mondo sotterraneo della metropolitana di New York che sarà poi pubblicato nel suo libro Subway e dal quale sarà realizzata una mostra all’International Center for Photography nel 1982. Nel 1992 fotografa il paesaggio e gli stralci di vita di Central Park. Bruce Davidson entra in Magnum Photos nel 1956.


Ombre avvolgenti. Bologna, 2004.

13


Ombre pesanti. Pisa, 2008.

14


Luci e movimenti. Bologna, 2006.

15


Nostalgica luce. Benevento, 2004.

16


Nodi. Pisa, 2003.

17


gioacchini paolinelli forme Gioacchini nasce e vive ad Antella (Bagno a Ripoli) vicino a Firenze. Ha cominciato il suo percorso professionale intorno agli anni ‘80 nei gruppi fotografici della città conseguendo premi e riconoscimenti in concorsi nazionali ed internazionali. Le sue immagine sono risultate subito “particolari” rispetto a quello che fino ad allora si era visto sul paesaggio: le inquadrature, i tagli, i colori, allora come oggi, si fondono in un’unica rappresentazione soffice e soffusa. Nel tempo ha approfondito molto la ricerca del colore ma è rimasto inconfondibile il suo stile fotografico del quale è stato detto che “riesce a colorare il silenzio”. In seguito ha avuto altri riconoscimenti: nel

18

2000 è stato chiamato da Minolta a rappresentare la sua fotografia al Photo Show di Roma; nell’ottobre 2002, in Belgio, alla 20ma edizione della biennale FIAP, ha fatto parte della squadra italiana composta da dieci fotografi, vincitrice della coppa del mondo per stampe a colori sul paesaggio. In Italia sono esposte in permanenza nella propria Galleria di Castellina in Chianti (SI): vi si possono ammirare delle belle fotografie stampate con metodo Cibachrome in tiratura limitata. Tutto il lavoro e i progetti realizzati nascono da una profonda passione per la fotografia con la speranza di promuoverla, anche in Italia, alla forma d’arte che meriterebbe.


19


20


21


22


23


24


street photography


california

g. aldo ponassi

La “fotografia di strada” è quella fotografia presa dal vivo, nello svolgimento quotidiano della vita... la Genova di Aldo Ponassi è una città non completamente svelata: nella loro sequenza le immagini raccontano molto, ma non tutto; lasciano spazio e tempo alla riflessione individuale... le poesie inedite “decafoto” di Edoardo Sanguineti ne rappresentano una soggettiva interpretazione. Gianluca Giannone nasce a Milano nel 1969. All’età di 9 anni si innamora della fografia utilizzando una vecchia polaroid regalatagli dal padre.

Durante la scuola media inferiore scopre la camera oscura grazie ad un professore di tecnica. Si iscrive alla facoltà di Architettura e dopo la leva militare frequenta un corso di fotografia indirizzo moda e pubblicità. Consolida la sua esperienza lavorando come assistente per fotografi di fama internazionale in Europa e nel resto del mondo. Alterna ricerche personali e reportage di carattere geografico-sociale (Italia, Ecuador e Galapagos, Marocco, Messico e Turchia) a lavori come assistente fotografo per editoriali mo-

26

da e campagne pubblicitarie quali Police. Realizza campagne pubblicitarie, tra cui Birra Peroni Gran Riserva, e parallelamente lavora con alcune redazioni nel settore moda e viaggi (Vanity Fair, Traveller-Condè Nast, Gente Viaggi, Saveur USA). Negli ultimi tempi si dedica con passione all’architettura nelle sue molteplici forme di ieri e di oggi: affascinato dal florido passato delle grandi fabbriche milanesi (che oggi stanno cambiando forma e destinazione d’uso).


street Take a journal. California 2007.

27


street Smallbig sea. California 2007.

28


street Anti-circumcision. California 2007.

29


street Star street. Las Vegas 2007.

30


street Super girl. Las Vegas 2007.

31


photoreportage


cosmo laera sotto il velo

C’è nato ad Alberobello nel 1962, da oltre vent’anni svolge la sua attività di fotografo professionista. La sua formazione professionale ha coinciso con l’interesse per la RICERCA FOTOGRAFICA, quindi a frequentare numerosi stages e seminari in Italia e all’estero e di conseguenza a impegnarsi in un duplice ruolo: produttore di immagini e promotore di iniziative tese a valorizzare l’utilizzo della fotografia. La sua attività nel settore pubblicitario, incentrata soprattutto sulla produzione di ritratti, still life, architettura e design, non preclude la prestazione d’opera ad altre richieste che possono essergli commissionate. Il suo rapporto con la committenza è totalmente incentrato sulla professionalità, sulla conoscenza delle aspettative, sulla valorizzazione del prodotto, in sintonia con le reali esigenze del mercato attuale. Collabora regolarmente con importanti testate giornalistiche nazionali quali Sportweek, In Viaggio, Class. Stampatore da sempre, cura le sue mostre e a curato alcune mostre di autori tra i quali Gianni Berengo Gardin, Cuchi White, Gabriele Basilico, Paolo Pellegrin, Ivo Saglietti ecc. Attualmente la sua ricerca fotografica personale è basata su temi quali il ritratto ed il paesaggio. Nel settore della ricerca culturale, dal 1992 Cosmo Laera produce iniziative mirate ad indirizzare l’uso della fotografia nella ricerca artistica, come le manifestazioni “Montedoro Fotografia” (4 edizioni 1992/1995), “Alberobello Fotografia” (9 edizioni-1996/2004) e “Bitonto Fotografia” (2 edizione - 2001-2002), “Fotografia in Puglia” (3 edizioni– 2002/2004), “Corigliano Calabro Fotografia” (6 edizioni

34


Differenze sociali? Afghanistan 2009.

35


2003/2008) con incontri, mostre, seminari, che si svolgono annualmente in vari comuni del Sud Italia. Cura mostre per alcune gallerie pubbliche e private, collabora nel 2005 con la Pinacoteca Provinciale di Bari al progetto “MEDITERRANEA” dove svolge il ruolo di coordinatore con la partecipazione di 64 autori. Ha insegnato tecniche di camera oscura presso i corsi della Regione Puglia. Insegna fotografia dal 2006 ai Nuovi Dipartimenti di Brera dell’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano e alle COBASLID all’Accademia di Belle Arti di Bari 2006/2007. Nel 2008 ha insegnato fotografia all’Accademia di Belle Arti di Catania per il biennio abilitante. A curato per la Camera di Commercio di Bari nel 2006 BariPhotoCamera premio internazionale di fotografia, mostra fotografica e catalogo Motta Editore. Per la Pinacoteca Provinciale di Bari nel 2006/2007 a svolto la consulenza e il coordinamento per la mostra fotografica e per il libro edito da Motta Editore “BARI0607” di Gabriele Basilico, immagini sulla città di Bari. Cura per la Regione Puglia la parte fotografica con i fotografi Ferdinando Scianna, Gianni Berengo Gardin, Gabriele Basilico, Olivo Barbieri, Luca Campigotto. Il suo impegno, costantemente motivato dal desiderio di un significativo miglioramento della qualificazione professionale, è teso a fornire un contributo, a rendere più completo e coerente il ciclo di ideazione-produzione e divulgazione, vitale ed indispensabile alla comunicazione e alla conoscenza.

36


Occhi. Afghanistan 2009.

37


Oltre la rete. Afghanistan 2009.

38


39


eventi


mostre

GHOST OF THE FAITHFUL DEPARTED Foto di David Creedon 14 Aprile - 22 Settembre 2009 presso: Fotoroma, Roma (RM)

Ghost of the Faithful Departed, progetto del fotografo irlandese David Creedon, in mostra alla Photofusion Gallery, non è solo un felice esempio di fotografia sociale, ma anche ciò che potremmo definire un’esperienza proustiana, la contrapposizione tra tempo perduto e ritrovato, la radice del bello che sopravvive all’oblio e ai danni del tempo. Si stima che, dagli anni cinquanta in poi, più di ottocentomila persone abbiano abbandonato l’Irlanda, spinte dalla povertà, dall’oppressione e dalla mancanza di opportunità. Intere comunità rurali furono decimate da questa emigrazione di massa, e sovente, chi veniva lasciato indietro, aveva l’incombenza di badare a vecchi genitori, mandare avanti la casa e la fattoria, e fare i conti con una vita fatta di stenti e di isolamento sociale. Le case, rimaste vuote alla morte di questi ultimi tragici superstiti, e passate in eredità a parenti lontani, il cui ritorno non sarebbe mai avvenuto, giacciono ora in rovina, a testimonianza del difficile passato, e, attraverso le trace della vita che le animò un tempo, si ergono a palinsesto di una biografia che è individuale e collettiva assieme. David Creedon ha peregrinato per due anni, dal 2005 al 2007, nelle campagne irlandesi, fotografando gli interni di queste case, ormai derelitte. Per sua personale ammissione, ogni volta che si introduceva in queste abitazioni, Creedon si percepiva come un intruso, che non solo invadeva uno spazio privato, ma disturbava gli spiriti che ancora ne infestavano gli ambienti. Le immagini, definite dall’Irish Independent come “uno dei più importanti lavori di arte irlandese degli anni a venire”, con la loro struggente poetica, catturano le esperienze di vite trascurate e dimenticate, il ritratto dell’Irlanda rurale del ventesimo secolo, una nazione che è

entrata nella storia come popolo di emigranti. -------------------------------

TERRE/SOGNI Foto di Daniele Indrigo 20 Febbraio - 20 Marzo 2009 presso: Casa della Musica/Scuola di Musica 55, TRIESTE (TS)

Secondo capitolo della selezione Terre/Sogni, in mostra contemporaneamente anche a Udine. Le opere di Indrigo, vero viaggio per immagini nei cinque continenti, non nascondono una forte ispirazione artistica e un gusto vicino al lavoro di cesello dell’incisore, che in questo caso scolpisce con la luce le forme e i dettagli che l’obiettivo ha catturato in diversi luoghi del mondo: l’ultima frontiera dell’Outback australiano, lo spettacolo naturale dei grandi parchi degli Stati Uniti, le terre estreme e magmatiche d’Islanda, i dolci paesaggi di Bretagna, Irlanda, Sicilia e le nuove suggestioni di quell’affascinante “terra di mezzo” tra Galles e Inghilterra, qui ritratta in tutto il suo incantamento di ombre sfuggenti e antichi misteri. L’esito è quello di creare delle immagini massimamente espressive, adatte alla pregiata tecnica di stampa “fine art” ai pigmenti di carbone, nata per sfidare il tempo. Il valore aggiunto è quello di indimenticabili emozioni e prolungati momenti meditativi.

interamente alle donne fotografo: il recente lavoro di Angelina Chavez, Family Portrait. Ad inaugurare la mostra, sabato 14 marzo, ore 18.30, un incontro con l’autrice e Augusto Pieroni, storico e critico d’arte contemporanea. Quasi in contrapposizione con la fotografia di reportage, al viaggio virtuale che questa fa compiere all’interno di culture straniere, spesso distanti, Angelina Chavez indaga soprattutto il mondo e le persone che la circondano. In questo lavoro, il più introspettivo, racconta della quotidianità di una famiglia “normale”, la sua – padre italiano, lei madre tedesca e figlio di 3 anni –, cercando di cogliere con l’autoscatto i momenti intimi vissuti ogni giorno. Angelina Chavez, nata in Germania nel 1978, vive e lavora a Roma dal 2004. Appassionata di fotografia da molti anni, si è perfezionata con un Master Triennale presso la Scuola Romana di Fotografia. La sua visione della fotografia è basata sull’idea che una foto ha inizio solo con lo scatto – sulla scia dell’emotività di un momento –, e si compie con la sua lavorazione in post-produzione, che cura personalmente. Lavora sia in analogico che in digitale. -------------------------------

IL VERDE RESPIRO DELLA NATURA Foto di Andrea Lisi 28 Febbraio - 21 Marzo 2009 presso: Coffee O’Clock, Arezzo (AR)

-------------------------------

FAMILY PORTRAIT Foto di Angelina Chavez 14-27 Marzo 2009 presso: Officine Fotografiche, Roma (RM)

Dal 14 al 27 marzo 2009 Officine Fotografiche ospita la seconda mostra del programma di Obbiettivo Donna, la rassegna annuale dedicata

42

Il Centro Culturale ArtCamera presenta la mostra “Il verde respiro della natura” di Andrea Lisi a cura di Rita Carioti. La mostra che si inaugura sabato 28 marzo 2009 negli spazi del Coffee o Clock, in Corso Italia 184, resterà aperta dalle ore 8:00 alle ore 20:00, tutti i giorni fino al 21 marzo 2009. Andrea Lisi nasce ad Arezzo nel 1973. Dopo gli studi all’Istituto Tecnico Linguistico, si laurea in Lingue e Letterature Straniere presso la sede aretina della Facoltà di Lettere dell’Università di Siena. Attualmente lavora come impiegato


amministrativo alla ASL . La passione delle lingue lo accomuna a quella dei viaggi, che sovente ricerca i luoghi dove entra in contatto con la natura, immortalandoli poi con la macchina fotografica. La passione per la fotografia inizia già da bambino, quando riceve in regalo una piccola fotocamera automatica; successivamente sviluppa la sua tecnica con una vecchia Zeiss con obiettivo a soffietto, poi passa ad una reflex 35 mm della Canon Recentemente si sta cimentando nella fotografia digitale, che approfondisce frequentando un corso. Partecipa a concorsi, tra cui quello indetto dalla Regione Toscana “Fotografa la Toscana” e alcune delle foto inviate sono presenti nel sito internet dell’Archivio Fotografico della Regione. Espone in mostre personali. E’ anche appassionato di musica, che applica nello studio della chitarra classica. Gli piace il cinema e la letteratura. Talvolta si divide, a cavallo tra passato e futuro, alla ricerca di oggettistica di antiquariato che ama collezionare come le banconote antiche,. e l’attenzione per le nuove tecnologie informatiche. -------------------------------

VINCE LA NATURA Foto di Silvia Boccato 07-27 Marzo 2009 presso: Fotoroma, Roma (RM)

LA FIGURA NERA ASPETTA IL BIANCO Foto di Mario Giacomelli 16 Gennaio - 22 Marzo 2009 presso: Forma, Milano (MI)

Personale di Mario Giacomelli, uno dei maggiori interpreti, riconosciuto a livello internazionale. Autodidatta, spesso accosta i suoi lavori fotografici a componimenti poetici, raccogliendo le sue fotografie in serie. Tra i progetti più conosciuti, Non ho mani che mi accarezzino il volto, noto come I Pretini, immagini realizzate nel seminario di Senigallia; Scanno; Presa di coscienza sulla natura, la grande serie dei paesaggi aerei, iniziata già dalla metà degli anni Cinquanta. Tra i lavori più recenti: Il mare dei miei ricordi (199194), Io sono nessuno (1994-95) su testi di Emily Dickinson fino ad arrivare a Questo ricordo lo vorrei raccontare (1998-2000). Immagini di introduzione alla mostra, presentazione e riferimenti su www.formafoto.it -------------------------------

“Un premio a quello sguardo che racconta di sè che svela la sua anima più profonda che ci chiede amore, rispetto e impegno a proteggerla”Nell’ambito della rassegna IMAGO, storica collaborazione tra Graffiti e Fotoroma, nata con lo scopo di dare visibilità ai nuovi volti della Fotografia, verrà inaugurata la personale di Silvia Boccato, Plongeur d’Or al Festival Mondial de l’Image Sous Marine di Antibes in Francia. Una serie di immagini che ci consegna una fotografia subacquea trasformata in Arte del Mare, in cui lo scatto avvolgente e partecipato conferisce alla natura il ruolo di protagonista. Il titolo VINCE LA NATURA vuole sottolineare l’ impegno nella salvaguardia e tutela dei fondali marini e dei suoi abitanti. -------------------------------

CONTEMPORARY EXISTENCEESISTENZA CONTEMPORANEA Foto di Alessandro D’Andrea presso: Triennale di Milano, Milano (MI)

12 Marzo - 02 Aprile 2009 Alessandro D’Andrea e’ un affermato fotografo di moda, che da molti anni vive e lavora a New York. Il graduale passaggio al fotogiornalismo e successivamente alla fotografia d’arte, nasce dalla necessità dell’artista di soddisfare

43

un’esigenza di ricerca personale ed evoluzione interiore. In “Contemporary Existence”, l’aspetto artistico e l’impegno sociale si fondono, nella rappresentazione fotografica di una quotidianità, apparentemente insignificante, altrimenti invisibile. Il mezzo espressivo diventa quindi il pretesto per raccontare la desolazione urbana e il caos emozionale di una Waste Land contemporanea, nelle ore di punta. New York, con i suoi manifesti pubblicitari imponenti ed il suo essere metropoli multiculturale, ha interamente plasmato ed ispirato questo ciclo artistico. Le sue strade si rivelano un set irripetibile e irresistibile, di storie da raccontare. Qui, il boom immobiliare degli ultimi anni, ha dato vita a un paesaggio di cantieri edili, sul cui perimetro, si ergono pareti provvisorie, tappezzate da manifesti pubblicitari: un patchwork di colori ed immagini, destinati a durare, forse, lo spazio di un pomeriggio. Alla temporaneità del background, si aggiunge la transitorietà del passante casuale. Una galleria umana di personaggi trafelati, dall’aria disperata, ma pieni di storia e di poesia. Evocatori di emozioni, che, anche solo per un momento, diventano, protagonisti ignari di un attimo fuggente, fermato dall’artista, per raccontare la loro e la nostra storia, da spettatori. Ogni opera del periodo artistico denominato “Contemporary Existence” è costituita da 3 fotografie differenti, scattate dall’artista stesso, in tempi e luoghi diversi. Sovrapposte l’una all’altra, incollate tra di loro e poi strappate ad hoc, in modo da portare alla luce porzioni dello strato sottostante. Frammenti di un tempo “altro”, che tuttavia interagisce con il presente, come se tutto, nella realtà dell’opera, stesse accadendo allo stesso tempo. Come i diversi stadi della vita, dove, come in un puzzle, il passato contribuisce a dar forma al presente, in queste opere, i simboli del vivere contemporaneo si mixano, e sovrapponendosi, danno vita ad un nuovo alfabeto esistenziale. Il messaggio che ne risulta, talvolta inquietante e minaccioso, viene ripreso nel titolo di ogni opera. Lo strappo, oltre ad essere una scelta estetica dell’artista, vuole rappresentare la lacerazione della condizione umana. La drammaticità di un’esistenza faticosa, la confusione e la frenesia nella corsa contro il tempo della vita metropolitana. In una dinamica di cromaticità e contenuto, intesa a comunicare il disagio, anche attraverso le parole stampate nei manifesti. Scomposte e ricomposte, per creare un messaggio ogni volta nuovo, diverso dal precedente. Notevole l’impatto


del grande formato di questi poster life-size, talvolta bigger than life, che trasportano anche lo spettatore in una strada di New York. -------------------------------

NOTE FOTOGRAFICHE Foto di Giancarlo Ferlito presso: La Barchessa Rambaldi ARTE, Bardolino (VR)

tutti i giorni. Fotografa in bianco e nero con un’ unica fonte di luce, come il sole per la natura.

-------------------------------

Solitamente i primi scatti sono quelli “buoni”, prima che il soggetto assuma atteggiamenti che non corrispondono alla propria naturale spontaneità. Attraverso il suo obiettivo, l’artista, ci mostra queste persone in profondità, come se potessimo vederne l’anima.

scadenza 27/03/09

Le sue sono immagini di estrema semplicità e pulizia ed allo stesso tempo di grande impatto emotivo. Durante il Vernissage, sabato 21 marzo dalle ore 18.00, Daniele Mendini sarà disponibile per fotografare coloro che lo desiderano. Tali immagini, a discrezione dell’artista, potranno entrare a far parte della collezione e di future esposizioni.

13 Marzo - 09 Aprile 2009 Verranno esposte nel foyer del Teatro Piscator di Via Sassari,116 a Catania le opere fotografiche di Giancarlo Ferlito. L’esposizione, che comprende trenta opere in bianco e nero tratte dalla raccolta Note Fotografiche, verrà inaugurata alle 20 di venerdì 13 Marzo p.v. in occasione del concerto del trio di Salvatore Bonafede,Claudio Cusmano ed Orazio Maugeri e terminerà giovedì 9 Aprile p.v. quando si terrà il concerto di Norma Winstone e Peo Alfonsi. Le opere riguardano ritratti di jazzisti durante le loro esibizioni e sono parte dell’imponente raccolta di immagini realizzate da Giancarlo Ferlito in oltre trenta anni di attività fotografica. -------------------------------

ESPRESSIONI Foto di Daniele Mendini 14 Marzo - 26 Aprile 2009 presso: La Barchessa Rambaldi ARTE, Bardolino (VR)

Attivo nel campo della moda e della pubblicità, Mendini persegue da tempo una personale ricerca artistica: ritrae gente comune, quella che incontra nella vita di

concorsi “CHI DICE DONNA..”: LA DONNA NEL NUOVO MILLENNIO scadenza 28/03/09 In occasione dell’omonima rassegna, organizzata dell’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Vigevano dall’8 al 29 marzo, è previsto un concorso a partecipazione gratuita, aperto a tutti coloro che vogliono raccontare attraverso le immagini il mondo femminile del Duemila in tutte le sue accezioni. I partecipanti vedranno le proprie opere esposte all’interno della mostra “Eva per sempre..?” della pittrice vigevanese Maria Grazia Simonetta, e potranno vincere buoni acquisto per materiale fotografico. Sono previste due sezioni, colori e bianco e nero, ed è possibile inviare per ciascuna fino ad un massimo di tre scatti inediti. Le fotografie devono essere spedite o consegnate a mano entro e non oltre il 28 marzo presso la sede della mostra, nella Strada Sotterranea del Castello di Vigevano in Via XX Settembre, negli orari di apertura: da martedì a venerdì dalle ore 15 alle 18, sabato e domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 14.30 alle 19. Il regolamento e il modulo di adesione sono scaricabili a partire dal 3 marzo dalla rete civica del Comune di Vigevano e dal sito http://dedalojustintime.googlepages. com/home

44

“IL BICCHIERE”

Gusto Nudo lancia un concorso fotografico libero e aperto a qualsiasi rappresentazione de “Il bicchiere”. Il concorso vedrà la sua conclusione nell’esposizione delle opere selezionate,in occasione della manifestazione “Gusto Nudo – Fiera dei Vignaioli Indipendenti”. Tale manifestazione si terrà a Bologna nel chiostro di San Leonardo (vicolo Bolognetti 2) nei giorni 18 e 19 Aprile 2009. Il materiale dovrà pervenire alla segreteria del concorso, improrogabilmente entro le ore 24.00 del 27 marzo 2008. Ulteriori informazioni e regolamento completo su www.gustonudo.net. --------------------------“SCATTI DI RABBIA” scadenza 28/03/09 Scatti di rabbia, di conflitto, di un’escalation di emozioni negative che si sovrastano fino ad esplodere. È una situazione che non è così distante da noi, come magari si può credere: è una situazione della nostra quotidianità. Il tema del concorso fotografico si pone l’obiettivo di raccogliere i momenti che descrivano questo aspetto della nostra vita. Non vuole però essere una semplice documentazione: le fotografie ci daranno lo spunto per proporre e pensare modi di conoscenza più profonda del conflitto per affrontarlo e mediarlo. L’autore dovrà interpretare liberamente questo tema con i suoi scatti, che potranno essere sia in bianco e nero sia a colori (sezione unica). -------------------------------

“CITTA’ DELLA NOCCIOLA” seconda edizione scadenza 03/09/09 L’Associazione Nazionale Città della Nocciola in collaborazione con Accademia Segetum organizza per l’anno 2009 un concorso di fotografia dal tema: Con questo concorso si vogliono incentivare gli amanti della fotografia e della natura, a frequentare e conoscere il territorio della nocciola italiano. Il corso è aperto a tutti.


Il concorso è stato indetto il 24 novembre 2008 e durerà fino al 3 settembre 2009. on line sul sito www.cittadellanocciola.it La Giuria sarà composta da fotografi e professionisti del settore i nominativi vi saranno comunicati prima della scadenza del concorso sul sito www.cittadellanocciola.it Il concorso si rivolge a persone di tutte le nazionalità e di tutte le età. Dilettanti e professionisti. La quota di partecipazione è di € 10,00 - Ogni partecipante potrà presentare un massimo di 3 fotografie. TEMA DEL CONCORSO: “Le stagioni della nocciola italiana” Gli organizzatori del concorso, pur assicurando la massima cura alle opere pervenute, declinano ogni responsabilità per il materiale pervenuto in ritardo, nonché per eventuali smarrimenti, furti o danneggiamenti. Le opere inviate non saranno restituite e potranno essere utilizzate liberamente per altri eventi e/o manifestazioni o pubblicazioni organizzati dall’Associazione città della nocciola e da Accademia Segetum. Per ulteriori informazioni consultare il sito www. cittàdellanocciola.it. -------------------------------

“LE DOLOMITI E LA MONTAGNA VENETA” scadenza 30/09/09 Il Club Alpino Italiano - Sezione di Cittadella (PD), organizza il 16° Concorso fotografico sulla montagna, dal titolo “Le Dolomiti e la Montagna veneta”. Il Concorso è aperto a tutti. Termine presentazione opere: 30 settembre 2009. Esposizione opere e premiazione: 17/26 ottobre 2009 presso la Chiesa del Torresino a Cittadella (PD). Per i dettagli del concorso (regolamento, premi, giuria, ecc.), consultare il sito internet www. caicit.it L’autore dovrà interpretare liberamente questo tema con i suoi scatti, che potranno essere sia in bianco e nero sia a colori (sezione unica). Il materiale dovrà pervenire alla segreteria del concorso, improrogabilmente entro le ore 24.00 del 27 marzo 2008. Ulteriori informazioni e regolamento completo su www.gustonudo.net.

corsi “IL RITRATTO”, da Rembrandt al digitale Organizzato da: “La Rotonda”, Fondazione don Carlo Gnocchi Indirizzo: via D’Adda 2 Inverigo (CO) Tel: 3403569540 Incontro fotografico sul ritratto d’alto livello, per fotoamatori e veri appassionati. Ambientato in complesso ottocentesco, il workshop si svolge dalle 9.00 alle 17.00. Relatore e docente: il fotografo Erminio Rusconi. Partecipano 4 fotomodelle selezionate. Quota di partecipazione euro 130,00. -------------------------------

36 CORSO DI FOTOGRAFIA DEL CIRCOLO “GINO ASCANI” Organizzato da: Circolo “Gino Ascani” Indirizzo: piazza Lega Lombarda 20062 Cassano d’Adda (MI) Tel: 0363.61034 Il Circolo Fotografico ‘Gino Ascani’ di Cassano d’Adda (Mi) propone dal 3 Marzo 2009 al fine Maggio 2009, tutti i martedì sera presso la propria attrezzatissima sede, il 36° corso annuale di fotografia: le lezioni saranno impostate su elementi di base, riprese in studio ed in esterni, serate a tema, lezioni di Photoshop. Il corso è limitato a 14 iscritti. Il reportage: definizione e distinzione delle differenti sfere d’azione; Il fotogiornalismo d’autore: Bresson, la Magnum e i grandi autori. -------------------------------

WORKSHOP DI FOTOGRAFIA NATURALISTICA Organizzato da: Roberto Sauli e Maurizio Bonora Tel: 338-7563011 I fotografi Roberto Sauli e Maurizio Bonora organizzano i workshop di fotografia naturalistica nelle seguenti località: 19 - 22 febbraio a Tier-Freigelande - Nationalpark Bayerischer Wald (D); 22 - 25 maggio in Camargue (F); 19 - 21 giugno al Parco nazionale Gran Paradiso; 16 18 ottobre a Engadina (CH); 23 - 25 ottobre nel Parco nazionale Foreste casentinesi.

45

WORKSHOP DELL’ASS.NE PICCOLO FORMATO Organizzato da: Associazione Piccolo Formato Indirizzo: via Marsala 20 40100 Bologna (BO) Tel: 3394534132 Workshop “Attraverso Te” - Anna Fabroni Argomenti Un percorso fotografico della durata di tre mesi. Quattro lezioni/incontri in cui gli studenti verranno avvicinati al genere fotografico dell’autoritratto, inteso come forma libera e personale di autoconoscenza di se stessi. Date Sabato 31 Gennaio 2009 - Presentazione Workshop e incontro con Anna Fabroni Lunedì 16 Febbraio, Lunedì 23 Febbraio, Lunedì 23 Marzo, Luned’ 20 Aprile 2009 dalle ore 19. Mostra finale: venerdì 8 Maggio 2009 Costo 300 euro -prezzo intero 280 euro -tesserati Piccolo Formato e studenti Workshop “Fotografia Sociale” - Giulio Di Meo percorso in cui la “fotografia” verra’ vista come un mezzo per raccontare.. Date 2 Marzo - Cenni di storia della fotografia; Il reportage: definizione e distinzione delle differenti sfere d’azione; Il fotogiornalismo d’autore: Bresson, la Magnum e i grandi autori; Il reportage del quotidiano: il reporter delle “piccole cose, delle cose “normali”; 9 Marzo Il “fattore umano”, la fotografia sociale; Definizione, etica e obiettivi del reportage sociale; Il comportamento del fotografo: il rispetto di chi si fotografa, la conoscenza della realtà fotografata, la soggettività sociale e politica, “l’oggettività” fotografica., elaborazione. -------------------------------

WORKSHOPS DI MICHELE VACCHIANO Organizzato da: Michele Vacchiano Indirizzo: Tel: 360497670

La gestione del RAW dalla ripresa alla postproduzione (sabato 28 febbraio e domenica 1° marzo 2009) : Dolceacqua, Pigna, Apricale, Triora. Streghe e cattedrali, draghi di pietra e mura di castelli, senza dimenticare quella particolarissima cucina e quei vini che caratterizzano il territorio fino a far parte integrante del suo genius loci. In questa cornice sospesa tra il misterioso ed il profano si svolgerà un incontro dedicato alla gestione del RAW nella fotografia digitale.


libri


CREATURE Andrew Zuckerman

che si riconoscono in linguaggi ed esperienze comuni; l’amore per il cavallo, simbolo di una potenza immacolata e del tutto naturale; la passione per la natura, struggente orizzonte di vita; il fascino continuo e sotterraneo per l’antico. Il libro accompagna la mostra omonima, all’Accademia Francese di Villa Medici a Roma (autunno 2008) e permette finalmente di scoprire un autore e il suo complesso lavoro sempre tra bianco e nero. 45,00 € -------------------------------

ARIA D’AFRICA fotografie di George Steinmetz Immortalati contro uno sfondo bianco e spoglio, gli animali svelano l’autentica essenza della vita, in tutto il suo selvaggio splendore. La stupefacente complessità degli animali fotografati da Andrew Zuckerman ci porta difronte a loro, ai loro sguardi lontani o indagatori, alla loro straordinaria bellezza. Sfogliando il libro, scopriamo non solo l’esistenza di un’enorme varietà di creature, ma anche l’innegabile consapevolezza che, come noi, gli animali possiedono un’anima. Guardare negli occhi questi animali, ci mostra la loro personalità e ci pone in una profonda connessione con loro. 48,00 € -------------------------------

NOIR ET BLANC Marco Delogu

Milano e i milanesi sono i protagonisti di questo libro che si delinea nell’esplorazione di quattro importanti archivi. Nell’archivio AEM, dagli anni Trenta a oggi l’immagine fissa la traccia di un cambiamento culturale cherecenti, affascina l’obiettivo dei grandi fotografi contemporanei. Basilico, Barbieri, Ghirri, Meyerowitz, Parr, Berengo Gardin interpretano la “milanesità” come sentimento metropolitano. L’archivio Contrasto affianca la sensibilità di nomi storici della fotografia a altri più giovani. Suggestive atmosfere urbane sono registrate nelle immagini dell’Archivio del Corriere della Sera e, infine, l’archivio ATM presenta una serie di scatti dall’Ottocento a oggi. Il volume Milano: ritratto in movimento viene pubblicato in concomitanza dell’omonima mostra che si terrà, a dicembre 2007, presso Forma - Centro Internazionale di Fotografia di Milano. 39,00 € -------------------------------

Centinaia, forse migliaia di metri sopra la terra, imbracato in un parapendio speciale, poco più di un paracadute provvisto di un piccolo motore, George Steinmetz, fotografo di National Geographic ha passato più di venti anni fotografando molti tra i più spettacolari e inaccessibili luoghi del mondo. In Aria d’Africa ha raccolto panorami mozzafiato, catturati con la sua macchina fotografica, in oltre 14 diverse regioni dell’Africa per offrire al lettore una serie di strabilianti visioni di aree che raramente, se non addirittura mai, sono state fotografate prima. Dai centri urbani popolati all’inverosimile, fino ai piccoli e remoti villaggi, dalle sterminate mandrie di gnu e di elefanti in marcia, fino alle vastità del deserto, Aria d’Africa rappresenta un’irresistibile testimonianza di amore per questo continente e celebra la maestosità, lo splendore e la forza primigenia dei paesaggi africani. 39,00 € -------------------------------

MILANO: RITRATTO IN MOVIMENTO Tutto il lavoro fotografico di Marco Delogu è un gioco di nero e di bianco che come due elementi distanti e contrari si rincorrono, si scontrano e capovolgono, nelle diverse rese fotografiche, i reciproci rapporti di forza e di armonia. Questo volume presenta per la prima volta insieme tutte le serie realizzate negli anni da Delogu: il suo lavoro continuo e incessante sui gruppi “chiusi“ di persone,

48

LE IMMAGINI CHE CI RACCONTANO IL MONDO 300 Fotografie tratte dall’archivio dell’agenzia Magnum

Come capire il mondo di oggi senza conoscere la sua storia recente? Come trasmettere alle nuove generazioni lo spirito dei decenni trascorsi dopo la Seconda guerra mondiale, il susseguirsi dei conflitti, le rivoluzioni tecnologiche, il cambiamento di mentalità? Per raccontare questa storia, Magnum Photos, la prestigiosa agenzia internazionale di reportage fotografico, ha aperto i suoi archivi. Questo libro non ha la pretesa di fornire una cronistoria degli avvenimenti accaduti dal Dopoguerra ad oggi, ma restituisce momenti forti, evoca atmosfere, ricorda avvenimenti cruciali e tappe decisive, mentre una dettagliata cronologia si snoda lungo le pagine del volume per ricordare le date più importanti. Un volume che, nello stesso tempo è uno strumento di


conoscenza, una raccolta di ricordi e un grande libro di fotografia. 25,00 € -------------------------------

ITALIA A cura di Giovanna Calvenzi

che ha dato i natali a Federico Fellini, a Tonino Guerra e ad altre personaggi famose. Il libro è arricchito da un testo inedito di Federico Fellini dedicato a Rimini. 35,00 € -------------------------------

RITRATTI Steve McCurry

e terrestri del celebre fotografo Henry Horenstein. Descritte come suggestive, misteriose, romantiche, sorprendenti, magiche, le fotografie di Horenstein fanno apparire gli animali sotto una luce diversa e terribilmente nuova. Stampate con un elegante duotono color seppia, Animalia è un imperdibile volume per gli appassionati di animali e di fotografia. Il volume è pubblicato in lingua inglese. 25,00 € -------------------------------

OBSTACLES Agelina Chavez

ll racconto di un paese, l’Italia, nelle immagini dei più importanti fotografi che dal dopoguerra a oggi hanno documentato, sognato e immaginato, la realtà italiana e i suoi protagonisti. Il volume, ricchissimo per la scelta degli autori e delle immagini, è diviso in tre sezioni. Nella prima parte, 150 immagini ci portano, dal 1946 ad oggi, attraverso la storia della fotografia e dell’Italia. Una seconda parte di testi offre elementi di riflessione sui temi e i protagonisti della fotografia. Infine, Doppie visioni è dedicata al rapporto tra grandi autori italiani e stranieri che si confrontano su temi e luoghi tipici della fotografia e del nostro paese. 39,00 € -------------------------------

RIMINI Marco Pesaresi

“Nei ritratti ricerco il momento di vulnerabilità in cui l’anima, pura, si svela e le esperienze di vita appaiono incise nel volto. Se trovo la persona o il soggetto giusto, può capitare che ritorni una, due, o anche più volte, in attesa dell’attimo ideale. Per me i ritratti di questo libro trasmettono il desiderio di rapporti umani, un desiderio talmente forte che le persone, consapevoli del fatto che non mi vedranno più si aprono all’obiettivo nella speranza che qualcuno, dall’altra parte, li veda; qualcuno che riderà o soffrirà con loro. Dell’infinità di fotografie scattate in più di vent’anni, questi sono i volti che non riesco a dimenticare.” 19,95 € -------------------------------

ANIMALIA Henry Horenstein

La città di Rimini ritratta da uno dei suoi amati cittadini, morto prematuramente nel dicembre 2001. Marco Pesaresi percorre le atmosfere, le persone, gli eccessi e l’originalità di uno dei luoghi più visitati in Europa. Dalla moltitudine di stranieri che affollano le sue spiaggie durante l’estate alla desolazione dei suoi inverni. La magia di una città

Animalia è una raccolta delle migliori immagini di creature marine

49

Come capire il mondo di oggi senza conoscere la sua storia recente? Come trasmettere alle nuove generazioni lo spirito dei decenni trascorsi dopo la Seconda guerra mondiale, il susseguirsi dei conflitti, le rivoluzioni tecnologiche, il cambiamento di mentalità? Per raccontare questa storia, Magnum Photos, la prestigiosa agenzia internazionale di reportage fotografico, ha aperto i suoi archivi. Questo libro non ha la pretesa di fornire una cronistoria degli avvenimenti accaduti dal Dopoguerra ad oggi, ma restituisce momenti forti, evoca atmosfere, ricorda avvenimenti cruciali e tappe decisive, mentre una dettagliata cronologia si snoda lungo le pagine del volume per ricordare le date più importanti. Un volume che, nello stesso tempo è uno strumento di conoscenza, una raccolta di ricordi e un grande libro di fotografia. Questo libro non ha la pretesa di fornire una cronistoria degli avvenimenti accaduti dal Dopoguerra ad oggi, ma restituisce momenti forti, evoca atmosfere, ricorda avvenimenti cruciali e tappe decisive, mentre una dettagliata cronologia si snoda lungo le pagine del volume per ricordare le date più importanti. Un volume che, nello stesso tempo è uno strumento di conoscenza, una raccolta di ricordi e un grande libro di fotografia. 25,00 €


UNITED COLORS OF BENETTON

51


UNITED COLORS OF BENETTON


lus