Issuu on Google+

Il Messaggero articolo

MercoledĂŹ 12 Gennaio 2011

Pagina 1 di 1

Chiudi

Taxi: dodici denunce, indagini in settanta Comuni La Polizia stradale di Pratola Peligna scoperchia la pentola bollente delle licenze facili Prestiti Inpdap 70.000 â‚Ź A Dipendenti Statali e Pensionati Preventivo Immediato Online ! www.ConvenzioneInpdap.it

http://carta.ilmessaggero.it/view.php?data=20110112&ediz=08_ABRUZZO&npag=3... 12/01/2011


Il Messaggero articolo

Mercoledì 12 Gennaio 2011

Pagina 1 di 1

Chiudi

di PATRIZIO IAVARONE SULMONA - Nell’ex mattatoio di Pacentro (che riportiamo nella foto), oggi rimessa dei mezzi della nettezza urbana, risultano esserci i garage di decine di automezzi privati, gran parte cioè di quelli in dotazione alle venticinque licenze di “noleggio con conducente” residenti, si fa per dire, nel piccolo centro ai piedi della Majella. Un parcheggio inverosimile non solo perché pubblico e non solo perché, anche volendo, di spazio proprio non ce ne è, ma anche e soprattutto perché, quelle licenze di servizio trasporto extra taxi, risultano essere solo apparentemente ascrivibili al comune abruzzese. Dei proprietari, i “tassinari per turisti”, infatti, due sono di Sulmona, uno di Serramonacesca e il resto tutti della zona romana. Sono solo parte, queste, delle conclusioni a cui sono arrivati gli uomini della polizia giudiziaria della polstrada di Pratola Peligna che hanno già denunciato dodici persone e acquisito gli atti relativi in ben settantadue comuni abruzzesi: dall’Alto Sangro, al pescarese e al chietino, passando per la Valle Peligna. I primi a finire nei guai sono stati proprio gli amministratori di Pacentro, il cui ex consiglio comunale, guidato da Fernando Caparso (oggi consigliere comunale e provinciale), è stato denunciato quasi in blocco (mancano quattro consiglieri perché o assenti o astenuti nel giorno della delibera) per abuso d’ufficio. A fare compagnia ai pacentrani ci sono poi l’ex sindaco di Villa Alfonsine (in provincia di Chieti), l’attuale comandante della polizia municipale e il titolare della licenza (denunciato per falso) che venne fermato dalla polstrada l’estate scorsa e dal quale sono partite tutte le indagini. Nel caso di Pacentro, in particolare, la polizia stradale di Pratola, che ha già depositato un corposo fascicolo in procura, contesta non solo la violazione del regolamento comunale (che prevedeva la possibilità di rilasciare solo cinque licenze), ma anche lo stesso regolamento, stilato e approvato in violazione della legge (regolata dalla Regione). Ma l’inchiesta, che è solo all’inizio, potrebbe riservare ben altre sorprese: basti pensare che una licenza di “ncc” a Roma, quando ancora erano disponibili, costava 140mila euro circa. A conti fatti, solo a Pacentro, sono intestate licenze per 3 milioni e mezzo di euro. RIPRODUZIONE RISERVATA Prestiti INPDAP 80.000€ A Dipendenti e Pensionati anche con Altri Mutui in Corso, Tutto in 48h! www.DipendentiStatali.it/INPDAP

http://carta.ilmessaggero.it/view.php?data=20110112&ediz=08_ABRUZZO&npag=3... 12/01/2011


Il Messaggero articolo

Giovedì 13 Gennaio 2011

Pagina 1 di 1

Chiudi

Taxi, al vaglio 300 licenze sospette in 72 Comuni La Polizia stradale di Pratola Peligna stringe il cerchio. Caparso: «Non abbiamo fatto alcun abuso» Prestiti INPDAP 80.000€ A Dipendenti e Pensionati anche con Altri Mutui in Corso, Tutto in 48h! www.DipendentiStatali.it/INPDAP

http://carta.ilmessaggero.it/view.php?data=20110113&ediz=08_ABRUZZO&npag=3... 13/01/2011


Il Messaggero articolo

Pagina 1 di 1

Giovedì 13 Gennaio 2011

Chiudi

di PATRIZIO IAVARONE SULMONA - Sono circa 300 nei 72 comuni sotto controllo da parte della polizia stradale di Pratola Peligna, le licenze sospette per il trasporto con conducente assegnate a privati per la maggior parte residenti nella zona di Roma e che, verosimilmente, utilizzano l’autorizzazione datagli nei comuni abruzzesi per operare nella capitale e in particolar modo per svolgere il servizio navetta da e per gli aeroporti. Un giro d’affari che potenzialmente supera i 40 milioni di euro, anche se l’ex sindaco di Pacentro, Fernando Caparso, tra i 12 già denunciati per abuso d’ufficio, sottolinea come le 25 licenze assegnate dal suo comune, siano state date gratuitamente (il prezzo di mercato a Roma si aggirava sui 140mila euro a licenza). «Non abbiamo compiuto alcun abuso - si difende Caparso - la delibera da noi adottata nel 2005 fu sottoposta al parere della Regione e comunque non sono stato io a firmare le autorizzazioni e tantomeno a dover effettuare i controlli». Lo scaricabarile, però, non giustifica l’esorbitante numero di “ncc” presenti in Abruzzo e in particolare a Pacentro, molti dei quali hanno indicato l’ex mattatoio come loro garage (la legge stabilisce che la rimessa dei mezzi deve essere nel comune di assegnazione). «Il mattatoio - continua l’ex sindaco e attuale consigliere comunale e provinciale è un punto di riferimento che abbiamo fornito per le fermate, se qualcuno ha indicato questo spazio anche come garage non lo so, così come non sapevo che i 25 intestatari fossero di fuori». Intanto l’opposizione di “Rinnovamento”, dopo che gli è stato negato l’accesso agli atti, ha presentato una interpellanza. RIPRODUZIONE RISERVATA Prestito Pensionati Inps

Prestiti Inpdap 70.000 €

Prestiti in Convenzione INPS Al 3,70% Eroghiamo in 7 gg, Prova!

A Dipendenti Statali e Pensionati Preventivo Immediato Online !

http://carta.ilmessaggero.it/view.php?data=20110113&ediz=08_ABRUZZO&npag=3... 13/01/2011


Il Messaggero articolo

Sabato 08 Gennaio 2011

Pagina 1 di 1

Chiudi

di PATRIZIO IAVARONE SULMONA - La procura della Repubblica di Sulmona ha aperto un fascicolo d’inchiesta sul “sorprendente” numero di autisti con licenza di trasporto residenti nel Comune di Pacentro. Venticinque licenze rilasciate a fronte di poco più di un migliaio di abitanti e soprattutto in barba al regolamento comunale che, in base a criteri definiti, stabilisce un tetto di cinque autorizzazioni massime. L’inchiesta, scaturita a seguito dell’esposto presentato dalla minoranza in consiglio della lista “Rinnovamento”, è finalizzata a verificare la veridicità della denuncia presentata dall’opposizione e soprattutto a capire se questi autisti con licenze extra servizio taxi (destinati al trasporto di turisti) siano davvero ubicati nel Comune di Pacentro, come stabilisce il regolamento e la legge, o siano nei fatti operatori che di abruzzese hanno solo la licenza per poi lavorare, come si è scoperto in una più ampia inchiesta nel Lazio, in zone a più alta densità di domanda (in particolare tra Roma e Fiumicino). Secondo Guido Angelilli, della lista “Rinnovamento”, la quantità di licenze rilasciate a Pacentro sarebbe a dir poco sospetta: «In paese - spiega Angelilli - non solo non si ha traccia del servizio, ma non esistono né fermate, né garage, né punti di riferimento fissi, come invece il regolamento richiederebbe». La vicenda venne evidenziata tempo fa nel corso di un consiglio comunale, durante il quale l’ex sindaco e attuale consigliere (comunale e provinciale) Fernando Caparso, diede una risposta generica, ritenendo non vincolante il “numero congruo” di licenze da rilasciare. Ma delle carte si evince altro, per questo l’opposizione ha deciso di rivolgersi alla magistratura che, ora, vuole vederci chiaro. RIPRODUZIONE RISERVATA Prestiti INPDAP 80.000€ A Dipendenti e Pensionati anche con Altri Mutui in Corso, Tutto in 48h! www.DipendentiStatali.it/INPDAP

http://carta.ilmessaggero.it/view.php?data=20110108&ediz=08_ABRUZZO&npag=3... 11/01/2011


Il Messaggero articolo

Lunedì 10 Gennaio 2011

Pagina 1 di 1

Chiudi

Una precisazione dovuta: è scaturita da una iniziativa d’ufficio e non dalla segnalazione della lista di opposizione “Rinnovamento”, l’inchiesta che la procura della Repubblica di Sulmona ha aperto sul caso dei tassisti di Pacentro: venticinque licenze extra taxi per poco più di mille abitanti. Prestiti Inpdap 70.000 € A Dipendenti Statali e Pensionati Preventivo Immediato Online ! www.ConvenzioneInpdap.it

http://carta.ilmessaggero.it/view.php?data=20110110&ediz=08_ABRUZZO&npag=4... 11/01/2011


Noleggio con conducente, sotto inchiesta ex sindaco ed ex consi... Pagina 1 di 2

CRONACA

EDITORIALE

4518

CRONACA

POLITICA

INCHIESTE

CULTURA

PACENTRO

Noleggio con conducente, sotto inchiesta ex sindaco ed ex consiglieri postato il 12/1/2011 alle ore 15:25

Avviata inchiesta dalla polizia giudiziaria della polstrada di Pratola Peligna su licenze facili. denunciate 12 persone. sotto inchiesta anche l'ex sindaco di Pacentro e 9 ex consigliere comunali

Un'inchiesta è stata avviata dalla polizia giudiziaria della polstrada di Pratola Peligna che ha portato alla denuncia di 12 persone per abuso d'ufficio e falso e all'acquisizione di atti che riguardano altri 72 comuni abruzzesi. E' cominciato tutto quando la polizia, la scorsa estate, fermò lungo la A25 un noleggiatore con auto di Chieti e dai successivi controlli emerse che la licenza era accompagnata da una documentazione falsa. Scattate dunque le verifiche secondo le quali la licenza era stata rilasciata dal comune di Villa Alfonsina in contrasto con la legge regionale. Nei guai sono finiti l'ex sindaco e l’attuale comandante della polizia municipale del centro in provincia di Chieti. Stessa sorte per gli amministratori di Pacentro il cui l'ex sindaco Fernando Caparso e l' ex consiglio comunale è stato denunciato quasi tutto (tranne quattro consiglieri perché o assenti o astenuti nel giorno della delibera) per abuso d’ufficio. Corposo il fascicolo depositato nella Procura di Sulmona. Nel comune pacentrano vengono contestate sia la violazione del regolamento comunale (che prevedeva il rilascio di sole cinque licenze), sia il contrasto del regolamento stesso con la legge regionale. Secondo il regolamento il noleggiatore doveva avere una autorimessa. La struttura che oggi è adibita a rimessa dei mezzi della nettezza urbana a Pacentro è, infatti, risultata essere un garage per i veicoli privati delle 25 persone che avrebbero ottenuto la licenza di "noleggio con conducente". Tra gli indagati, quasi tutti del Lazio, due sulmonesi e un residente di Serramonacesca.

http://www.zac7.it/inde...

13/01/2011

13/01/2011


rassegna