Page 1

N°11 Dicembre 2012

Notizie da e per il mondo della strumentazione e dell’automazione a cura del G.I.S.I. Associazione Imprese Italiane di Strumentazione Viale Fulvio Testi 128 - 20092 - Cinisello Balsamo (MI) Tel. 02 21591153 – Fax 02 21598169 Sito Internet: www.gisi.it - E-mail: gisi@gisi.it Il Notiziario è consultabile anche sul sito dell’Associazione

CHIUSURA NATALIZIA

Vi informiamo che in occasione delle festività natalizie gli uffici dell’Associazione rimarranno chiusi dal 21 dicembre 2012 al 6 gennaio 2013 compresi. Il Presidente, il Segretario Generale e lo staff di Segreteria augura a voi e ai vostri cari di trascorrere delle Serene Festività e di iniziare il Nuovo Anno sotto i migliori auspici. IN EVIDENZA

SOMMARIO Periodico mensile iscritto al N° 586 del Registro della Stampa del Tribunale di Milano in data 13/07/1989

 CHIUSURA NATALIZIA  ASSEMBLEA GENERALE - RIPRENDERE

LA VIA

DELLA CRESCITA

 OSSERVATORIO

SULL’ANDAMENTO DEL

MERCATO NAZIONALE DELL’AUTOMAZIONE E Direttore Responsabile: R. Uggeri

Impaginazione e Stampa: G.I.S.I. Copia gratuita

STRUMENTAZIONE

 PIANIFICARE

IL 2013 CON IL MEDIA KIT “GISI - SERVIZI INTEGRATI 2013”

 RIORGANIZZAZIONE

DEI GRUPPI DI LAVORO


ASSEMBLEA GENERALE - RIPRENDERE Con grande partecipazione di pubblico, si è svolta il 12 dicembre u.s. l’assemblea GISI di fine anno che, dopo i lavori che hanno riguardato le attività associative, ha visto alcuni autorevoli ospiti confrontarsi su quella che potremmo definire la tematica più calda del momento: l’attuale situazione industriale ed economica italiana e il futuro che ci attende. Di fronte a una sala gremita di Soci, ospiti esterni e giornalisti, il Presidente Sebastian Fabio Agnello ha aperto i lavori lanciando alcuni spunti di riflessione sull’attrattività del nostro sistema Paese in relazione agli IDE (Investimenti diretti esteri), quale volano per incrementare investimenti, generare sviluppo e, quindi, favorire la ripresa industriale. Ha fatto seguito un avvincente intervento da parte del noto giornalista ed economista Oscar Giannino che, dopo aver tracciato un impietoso quadro di riferimento della situazione attuale, non ha mancato di affermare come, in realtà, l’Italia abbia tutte le carte in regola per poter sostenere un percorso di ripresa che, conti alla mano, potrebbe addirittura partire dalla diminuzione del carico fiscale, attivabile -

OSSERVATORIO

LA VIA DELLA CRESCITA

secondo Giannino - mediante compensazioni derivanti da un lato dall’efficientamento dell’apparato pubblico, dall’altro da una credibile messa in vendita della metà del patrimonio immobiliare statale non soggetto a vincoli di natura paesaggistica, artistica o storica. Pino Cova, presidente di e-work SpA, agenzia per il lavoro, ha quindi sottolineato come la recente riforma Fornero abbia offerto al mondo del lavoro, e quindi anche alle imprese, una serie di strumenti innovativi, di cui, tuttavia, a cinque mesi di distanza dalla loro introduzione, è difficile valutarne l’impatto. Infine il prof. Alberto Broggi, dell’Università degli Studi di Parma, ha portato un concreto esempio di successo su come i mondi della ricerca accademica e industriale possano convergere verso un obiettivo comune di innovazione e sviluppo. Oltre che ai relatori intervenuti, vogliamo indirizzare a tutti i soci che hanno partecipato alla giornata del 12 dicembre il nostro più sentito ringraziamento, soprattutto per il fatto di aver condiviso un momento così importante di aggregazione e discussione quale a tutti gli effetti è l’assemblea generale.

SULL’ANDAMENTO DEL MERCATO NAZIONALE

DELL’AUTOMAZIONE E STRUMENTAZIONE

In occasione della recente assemblea generale sono stati rilasciati i dati dell’Osservatorio sull’andamento del Mercato Nazionale dell’Automazione e Strumentazione Industriale, Civile e di Laboratorio, studio realizzato da SDA Bocconi in esclusiva per GISI, il cui obiettivo è quello di monitorare il valore del mercato nazionale e di comprenderne le dinamiche di evoluzione. Quest’anno l’osservatorio, oltre a fotografare il 2011, ha introdotto una importante novità: la rilevazione del trend congiunturale. I dati dello scorso anno si accompagnano quindi alle proiezioni che gli analisti hanno elaborato relativamente all’andamento del primo e secondo semestre del 2012.

Il comparto rappresentato da GISI ha raggiunto nel 2011 il valore di 3.523 milioni di euro, facendo registrare un incremento pari al 7,2% rispetto all’anno 2010, ma un valore assoluto ancora inferiore ai livelli di fatturato pre-crisi 2008. E’interessante porre l’attenzione su due diversi elementi: da un lato la percentuale di composizione del fatturato complessivo, dall’altro lato le tendenze in atto. Il venduto sul mercato interno (prodotto in Italia o ivi importato) ha fatto registrare un valore di 2.395 milioni di euro, pari al 68% del valore complessivo. La quota legata alle esportazioni complessivamente ha raggiunto un valore di 1.128 milioni di euro, suddivise in: 355 milioni di euro di export diretto (10% del mercato totale) e 773 milioni di Euro di export indiretto (22% del mercato totale). Si evince come la maggior parte delle esportazioni dei prodotti di automazione e strumentazione passi attraverso contractor, OEM, società di ingegneria e altri soggetti similari.

N. 11 DICEMBRE 2012 - PAG.

2


Rispetto al 2010 la variazione percentuale di tutte e tre le destinazioni di sbocco ha fatto registrare un valore positivo. Tuttavia è ben più interessante sottolineare come si sia nettamente differenziato il trend di crescita della domanda. In particolare, se nel 2011 il fatturato realizzato sul mercato interno ha registrato una crescita piuttosto contenuta pari al +3,6%, valori ben diversi si sono registrati relativamente all’export: le esportazioni dirette sono infatti cresciute del +13,1% e quelle indirette del +16,9%.

Per quanto riguarda i mercati di sbocco, l’indagine ha posto in evidenza come l’industria manifatturiera sia il comparto più importante, rappresentando una quota percentuale pari al 50% circa del mercato (1.744 milioni di euro). Seguono l’industria di processo (1.215 milioni di euro), il laboratorio (302 milioni di euro) e la building automation (262 milioni di euro).

AVVISO AI SOCI Informiamo che la versione integrale dell'Osservatorio sull’andamento del Mercato Nazionale dell’Automazione e Strumentazione Industriale, Civile e di Laboratorio è scaricabile dall'area riservata del sito associativo tramite credenziali (clicca qui). Per eventuali informazioni potete contattare la segreteria: gisi@gisi.it, tel. 02 21591153.

Il manufacturing, oltre a pesare di più in termini assoluti, è stato il macrocomparto che ha anche fatto registrare la dinamica più efficace, con un +9,3% di crescita sul 2010. Bene anche il laboratorio, cresciuto dell’8,7%. A seguire l’industria di processo (+5,4%) e la building automation (+0,3%), che ha inevitabilmente scontato gli effetti della perdurante situazione di stagnazione dovuta alla crisi del mercato immobiliare e delle infrastrutture.

Se il 2011 si è dimostrato un anno di crescita sul 2010, essenzialmente grazie alle buone performance dell’esportazione, segnali di cautela emergono relativamente alle rilevazioni effettuate in relazione all’anno in corso. Per quanto riguarda il primo semestre 2012 il mercato sembra segnare il passo, con diminuzioni di fatturato orientativamente comprese in una forchetta tra il -3% e il -7%. Anche gli ordinativi sono in leggera flessione rispetto all’analogo periodo del 2011, facendo registrare lievi cali percentuali. La stessa linea di leggera contrazione ha caratterizzato anche l’indagine effettuata sul secondo semestre 2012, per il quale, in linea con la diminuzione degli ordini dichiarata per il primo semestre, il fatturato sembra contrarsi lievemente.

N. 11 DICEMBRE 2012 - PAG.

3


PIANIFICARE

IL

2013

CON IL MEDIA KIT

Ha riscosso un grande successo, quale utilissimo strumento di lavoro e pianificazione, il Media Kit GISI – Servizi Integrati 2013, che l’Associazione ha realizzato allo scopo di informare in maniera puntuale gli associati e il mercato di riferimento sull’offerta di competenze e servizi integrati che il prossimo anno metterà in campo in ambito di comunicazione, marketing, fiere e formazione. Disponibile in formato cartaceo e scaricabile on-line dal sito associativo (clicca qui), il documento rappresenta un importante mezzo di pianificazione che tutti gli associati non possono fare a meno di consultare. In esso sono RIORGANIZZAZIONE Si è svolta lo scorso 21 novembre la riunione generale che ha portato alla riorganizzazione dei Gruppi di Lavoro, con l’obiettivo di fornire agli associati, che si dovranno riconoscere necessariamente in almeno uno di essi, un più efficace strumento di confronto e di sviluppo iniziative in relazione a prodotti, mercati di sbocco e relative attività che è necessario intraprendere. Ogni gruppo dovrà definire le aree di maggiore interesse sulle quali intende sviluppare le proprie attività, che saranno articolate per progetti chiaramente identificati per scopi e obiettivi da perseguire. I progetti verranno poi sviluppati in forma ristretta dai comitati tecnici. Di seguito comunichiamo i nomi dei nuovi presidenti e dei segretari che sono stati eletti alla guida dei tre gruppi di lavoro:

“GISI - SERVIZI INTEGRATI”

riportati tutti i principali dettagli in termini di servizi offerti relativamente a:  Le iniziative editoriali  Le collettive fieristiche  Il sito web  I libri tecnici  I corsi di formazione  Il servizio di temporary office Per qualsiasi informazione e/o chiarimento non esitate a contattare la segreteria: tel. 02 21591153 – gisi@gisi.it. Come recita il media kit siamo disponibili per offrirvi servizi con competenza e professionalità. Solo per voi.

DEI GRUPPI DI LAVORO

Nell’ambito del proprio gruppo il presidente sovraintende anche i singoli comitati tecnici che in esso possono essere costituiti, in relazione ai quali è intervenuta una sostanziale novità. E’ stata infatti abolita la suddivisione per mercato di sbocco: Acqua, Alimentare e Packaging, Energia. I “nuovi” comitati tecnici verranno infatti attivati a seconda delle esigenze specifiche di uno o più gruppi, per trattare ad hoc argomenti di interesse specifico. A tali comitati potranno partecipare, insieme alle aziende associate, personaggi di comprovata competenza. Potranno così prendere parte al comitato anche accademici e tecnici “esterni”, purché ne venga riconosciuta la valenza professionale o strategica. Ogni comitato tecnico si farà carico di sviluppare il progetto di competenza nei modi e nei tempi convenuti, sotto il controllo del Presidente di Comitato, nonché del Presidente di Gruppo, che comunque sovraintende, come precedentemente detto, anche i lavori dei singoli comitati istituiti nel suo gruppo. Al fine di massimizzarne l’efficacia, un progetto dovrà dare origine a uno o più delle seguenti attività:  Memorandum of understanding  Proposta/aggiornamento di norma tecnica  Proposta di azione di Lobby  Convegno, Seminario o Tavola rotonda  Partecipazione a Fiera di settore  Pubblicazione di articoli, compendi, libri Per ulteriori approfondimenti vi invitiamo a scaricare dal nostro sito associativo, nella pagina dedicata alle attività dei gruppi, la relativa documentazione. N. 11 DICEMBRE 2012 - PAG.

4

Notiziario G.I.S.I.  

Strumentazione e automazione a cura del G.I.S.I.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you