Page 73

iomimprendo | capitolo 1 Esercizio di arti e professioni Per esercizio di arti e professioni si intende: l’esercizio come professione abituale, ancorché non esclusiva, di attività di lavoro autonomo relativa ad attività artistiche, intellettuali e di servizi. Il professionista, dunque, si caratterizza per le seguenti qualità specifiche: 1. carattere intellettuale dell’attività; 2. discrezionalità nella messa in opera della prestazione; 3. remunerazione per la prestazione effettuata indipendentemente dal risultato conseguito. Bisogna ora distinguere tra due diverse tipologie di professionisti: • i professionisti generici (ad es. artisti, consulenti informatici, consulenti di marketing, consulenti pubblicitari, etc); • professionisti iscritti ad un albo o un ordine professionale (es. medici, ingegneri e architetti, avvocati, commercialisti, notai, veterinari, farmacisti, consulenti del lavoro, etc). I primi dovranno iscriversi alla gestione separata dell’INPS per la previdenza obbligatoria, mentre i liberi professionisti iscritti ad albo o ad ordine professionale, versano solitamente i contributi presso le Casse degli ordini nazionali che gestiscono forme obbligatorie di previdenza. Per entrambi vale l’obbligo dell’apertura della Partita IVA ma non l’iscrizione al Registro Imprese della Camera di Commercio.

72

Opuscolo iomimprendo  

Piccola guida per chi aspira a mettersi in proprio

Advertisement