Issuu on Google+

Asiago, 15/22 agosto 2013 Piazza II Risorgimento


Percorsi delle idee ad Asiago L’altopiano di Asiago, luogo di meraviglie naturalistiche, è stato teatro della Grande Guerra ed indelebile è il ricordo di quell’esperienza. Le testimonianze sono ovunque, evidenti e preziose. Nel grande sacrario, che domina la località, sono state traslate 54.286 salme provenienti dai cimiteri di guerra della zona: 34.286 sono italiane mentre le restanti 20.000 sono austro-ungariche. Un luogo di memorie, di bellezza e di sofferenza, dunque. Ma non solo. Carlo Emilio Gadda, il grande scrittore che ad Asiago aveva combattuto durante la Grande Guerra, ha scritto: «In guerra ho passato alcune ore delle migliori della mia vita, di quelle che mi hanno dato oblio e completa immedesimazione del mio essere con la mia idea: questa [...] si chiama felicità». Asiago come luogo di rinascita? Come luogo del puro spirito e delle idee? Certamente è questa la ragione che ci ha convinti ad immaginare che l’Altopiano sia il luogo giusto per formulare alcune proposte per il nostro XXI secolo, quello che vorremmo e che ancora non si è rivelato. Abbiamo così organizzato ad Asiago con la rivista “Nova Itinera”, dal 15 al 22 agosto del 2013, una manifestazione che potesse essere un percorso di idee e un’occasione di dibattito. Ma anche un momento di svago e di piacere, di visione e di ascolto. Stefano Amore Magistrato, ideatore della manifestazione e direttore della rivista "Nova Itinera"


Perché Asiago? Le vacanze estive rappresentano il momento ideale per disquisire, riflettere ed approfondire tutta una serie di tematiche di interesse politico, sociale ed economico che, durante tutto il resto dell’anno, viviamo quotidianamente nella frenesia dei nostri impegni. Troviamo, finalmente, il tempo di leggere qualche libro interessante e di fare qualche rilassante passeggiata assieme agli amici o a persone care con cui dibattiamo serenamente degli argomenti più vari. Quale posto migliore, quindi, di Asiago e delle sue montagne soleggiate per poter godere di una vacanza full immersion nella natura e quale località più adatta di Asiago, per la sua storia e la grande tradizione di ospitalità e di cultura, per accogliere gli ospiti ed i relatori di Proposte per il XXI Secolo? Il futuro necessita, sempre, di una riflessione e di consapevolezza. Sono requisiti che le emergenze della crisi e le contrapposizioni della politica sembrano aver fatto dimenticare e che Asiago, attraverso questa manifestazione, vuole consentire al Paese di riconquistare. Ecco, in estrema sintesi, le ragioni che ci hanno spinto ad avviare questa iniziativa che intende offrire a tutti i nostri ospiti momenti di svago e di approfondimento culturale, in un ambiente unico ed ancora incontaminato: in quella che Gabriele d’Annunzio definì “la piccola Svizzera d’Italia” e che oggi potremmo considerare uno dei luoghi dove l’Italia continua a manifestare la sua migliore vocazione di passione e di impegno civile. Andrea Gios Sindaco di Asiago


Veneto: l'Italia si è fatta qui! E da qui si riparte Ci apprestiamo a celebrare i 100 anni della Grande Guerra che portò l'Italia al compimento della sua Unità, alla narrazione di un destino comune e alla costruzione di una dimensione nazionale forgiata nel sacrificio della trincea. È l'Italia di Vittorio Veneto, della resistenza eroica dopo la disfatta di Caporetto, della linea di difesa più imponente della storia, che univa il Piave, il Grappa, l'Altopiano di Asiago e il Pasubio. Possiamo sostenere che l'Italia, grazie al sacrificio delle genti di tutta la penisola, è finalmente diventata una proprio in Veneto, una terra dalle forti espressioni ed emozioni che è stata teatro di guerra, di miseria, di emigrazione e di sviluppo. E che ora vuole essere luogo di cambiamento e di proposta. Ecco perché abbiamo scelto Asiago con il suo portato di memoria ed il Veneto, con il suo vitalismo sociale ed imprenditoriale, per le nostre "PROPOSTE PER IL XXI SECOLO". Pochi avrebbero scommesso in una piazza gremita di pubblico, nel pomeriggio di Ferragosto, a seguire un dibattito sulla politica economica europea. Invece così è stato. Segno dei tempi? Segno soprattutto delle esigenze del cittadino Italiano e di quello Veneto in particolare, che vuole una democrazia reale e che ha la competenza e la volontà di interloquire anche su temi considerati “tecnici”. Il Veneto è, d’altronde, in una fase di trasformazione e, come avvenuto anche in passato, tende a trascinare, come una locomotiva, il resto d'Italia. Qui le imprese stanno cambiando pelle, mutando prodotti e dinamiche produttive, immaginando nuovi schemi per le relazioni industriali e sindacali. Qui i cittadini danno segnali inequivocabili di fastidio nei confronti della burocrazia e dell’eccessiva tassazione e mostrano una concreta volontà di cambiamento che si esprime, però, non in forme improduttive di contestazione, ma in una cultura della partecipazione e dell'appartenenza che spinge a prendersi cura della cosa pubblica e che permette al Veneto di avere, insieme a molti altri primati, anche quello per il numero delle associazioni di volontariato e di volontari. Insomma, il Veneto è stato e continua ad essere, sempre di più, un laboratorio di confronto e di stimolo ideale, capace di trascinare l'Italia verso la sua reale dimensione politica, culturale e umana. Ed è appunto questa la ragione che fa del Veneto e di Asiago il luogo ideale per illuminare il nostro futuro con il dibattito e la cultura. Elena Donazzan Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Veneto


! > 6

.# ' 33 '/+.%')#*0+: 312145) 2)3 -. "" )'1.1 .1&%.-99%9-10) ) '3-4-

6

60% 0617% 21.-5-'% )'101/-'% )6312)%

! 6

.# ' 33 '/+.%')#*0+: 312145) 2)3 -. "" )'1.1 % 21.-5-'% /-+.-13) 512-% 1 231+)551 3)%.-99%&-.)

> .# ' 33 '/+.%')#*0+: 312145) 2)3 -. "" )'1.1 % +-645-9-% 0). 2%..10)

6

.# +.0# *0#..+00+: -)71'%9-10) ) (-&%55-51 4513-'1 46- '1/&%55-/)05- 471.5-446..= .512-%01

.% 2%3%&1.% ()..% +-645-9-% 42135-7% -0 5%.-% 6

.# ' 33 '/+.%')#*0+: 312145) 2)3 -. "" )'1.1 %() -0 5%.8 565).) ) 12213560-5: 2)3 .1 47-.6221 ()..) -/23)4) -5%.-%0)


0

0

(&'&)* ' ( "# * %&#& "

#

&#& !" ,"

% ( "

"%%&, -"&%

# +*+(&

&%&$" *+(")$&

&#&

( %"-- -"&%

& % #

&$$ ( "& +%/&''&(*+%"*. ' ( #/ * #"

0

0 (&'&)* ' ( "#

(&'&)* ' ( "#

&#&

% *& ),"#+''& +#*+(

(&'&)* ' ( "# &) )*

&#& # +*+(&

$ " % & "% * #"

"% +(&'

## '(& ))"&%"


-17)(; 3)

%+1451 $$ $ !

+"#. : STEFANO AMORE %'/0. 0+ '.#00+.# "#(( '2'/0 ; +2 0'*#. 5

) *'$#/0 3'+*# '* ,' 33

" /' %+

.0#!', *+: FRANCESCO ZIRPOLI .+.#00+.# "#((4 *'2#./'07 4 +/! .' STEFANO MARCHESE '!# .#/'"#*0# ## 9 #"#. 3'+*# 1.+,# "#' +))#.!' ('/0'

/'*'/0. : . *!#/!+ '.,+('

0#$ *+ )+.#

0#$ *+

.!&#/#


( ,1

( '*" !+ "' /' %+

*".#

'+/ )#*0.# .'!#2# '( ',(+) "'

#) .+ *+. .'+ "' ; .+,+/0 ,#. (4 0 (' 5

('!+ "1. *0# '( "' 00'0+ "#(

%+/0+


!)0)3(; 3)

%+1451 $

! +"#. : ANTONELLO CAPONE ,+ #" 00+.# "#((

$

*'(+

()1!!'

*0+*#((+

,+*#

0#$ *+

.'*

33#00 "#((+ ,+.0

.0#!', *+: STEFANO FARINA #/,+*/ '(# "#(( +))'//'+*# . '0.' 3'+* (# "' #% .+ CLAUDIO LOTITO .#/'"#*0# 3'+ DANILO PALMUCCI ),'+*# "' .' 0&(+* RENATO PASINI ),'+*# "#( +*"+ *#(( ,.'*0 -1 ".# #!*'! ' #. STEFANO AMORE %'/0. 0+ '.#00+.# "#(( '2'/0 ; +2 0'*#. 5 /'*'/0. : 0#$ *+

.'*

*0+*#((+

,+*#

#* 0+

/'*'

*'(+

()1!!'

0#$ *+ )+.#


Il club si dissocia ma non sa più come difendersi Alla vigilia Lotito aveva detto: «Le colpe non sono nostre». L’ex Dabo duro: «Così non va» Per la Lazio non è una novità. La chiusura dello stadio (stavolta di un solo settore) per episodi di razzismo sta diventando una triste abitudine. L’Olimpico laziale fu squalificato una prima volta in campionato già nel 2001 per episodi di intolleranza razziale, poi nel 2004 arrivò la prima partita a porte chiuse in Europa per buu razzisti. Quindi, nella scorsa stagione, di nuovo due partite in Europa a porte chiuse per cori antisemiti. Quella difesaattacco ad Asiago A nulla sono valsi gli appelli, le prese di distanza, i contrasti anche duri della società con quella frangia della tifoseria che non ne vuole sapere di smetterla con certi atteggiamenti vergognosi. Il club di Lotito si sente con le mani legate. Ieri il Presidente ha preferito restare in silenzio, ma alla vigilia del match di Supercoppa, intervenendo al convegno di Asiago sulla riforma della giustizia sportiva organizzato dal magistrato Stefano Amore, ha rilasciato dichiarazioni illuminanti: «Noi stiamo facendo tutto il possibile per evitare comportamenti inadeguati di una piccola frangia di tifosi. E’ provata la nostra azione continua contro razzismo e intemperanze, che

senso ha farci pagare per colpe che proprio non abbiamo? La responsabilità oggettiva e l’intera giustizia sportiva vanno riformate, ma già esistono strumenti per distinguere la posizione di chi combatte le intemperanze e chi si comporta male anche per creare un danno ingente alla società». Un danno di immagine che si ripercuote soprattutto a livello internazionale. Come denunciato ieri via Facebook da un ex giocatore della Lazio: Ousmane Dabo, francese e di colore come Pogba: «Mi hanno fatto molto male i buu ai giocatori neri della Juve, non capisco perché si continui a fare questi cori che danneggiano sia i tifosi sia la Lazio a livello internazionale. Nel mondo la gente pensa che tutti i laziali siano razzisti. In Francia mi prendono in giro perché tifo Lazio pur essendo di colore. Io spiego che i laziali non sono razzisti, ma poi quando succedono queste cose, che posso rispondere? La Lazio è una grande squadra, famosa nel mondo, merita solo che si parli bene di lei».


%&%51 3)

%+1451 $$

+"#. : STEFANO AMORE %'/0. 0+ '.#00+.# "#((

'2'/0 ; +2 0'*#. 5

/'*'/0. : (#// *".+

#(133'

.01.+ ' !+* (#

0#$ *+ )+.#

(#*

+* 33 * ( 2'+ +/'

.0#!', *+: ARTURO DIACONALE '.#00+.# "# 4+,'*'+*# ELENA DONAZZAN //#//+.# ((4 /0.13'+*# +.) 3'+*# # 2+.+ "#(( #%'+*# #*#0+ ALESSANDRO MELUZZI !.'00+.# #"'!+ /'!&' 0. GIORGIO SANTINI #* 0+.# "#( " FLAVIO TOSI '*" !+ "' #.+*

4'*0#.2#*0+ "' 1* %'+2 *# /,#00 0.'!#

(#// *".+

#(133'

'+.%'+

*0'*'


/'*'/0. : .01.+ ' !+* (#

0#$ *+ )+.# (#*

+* 33 * # ( 2'+ +/'


1/)0-'% 3)

%+1451 !

$

!

.0#!', *+: SERGIO MASINI, 0+.'!+ '.'%#*0# "#(( UGO BARLOZZETTI, #) .+ "#( '.#00'2+ "#((

3) !

#

=

+!'#07 0 (' * "' 01"' '('0 .'

<

+"#. : ALESSANDRO ZALTRON, '+.* ('/0 "# ; ( '+.* (# ' '!#*3 5 .0#!', *+: STEFANO AMORE,

%'/0. 0+

'.#00+.# "#((

'2'/0 ; +2 0'*#. 5

ALESSANDRO DE ROSSI, .!&'0#00+ MARIA VITTORIA MACULAN, ),.#*"'0.'!# ANDREA RIGONI, ),.#*"'0+.# '0+( .# "#(( ; '%+*' ' /' %+5 GIANMARIA MELOTTI, ),.#*"'0+.# +*/'%('#.# "#((4 *0# ALBERTO ZAMPERLA, .#/'"#*0# "' ; ),#.(

,5

3'+* (# '/' ( #.0+

),#.( # 0#$ *+ )+.#


/'*'/0. :

#(+00'

'*0#.2#*0+ "' *".#

'%+*'

'%+*'

# +//'

(0.+*

!1( *

),#.(

)+.#

/'*'/0. : #.%'+

/'*'

0#$ *+ )+.#

%+

.(+33#00'


60)(; 3)

%+1451 !

! $

+"#. : LUIGI BACIALLI '.#00+.# "' #0#2#*#0 .0#!', *+: FLAVIO ZANONATO '*'/0.+ "#(+ 2'(1,,+ !+*+)'!+ STEFANO AMORE %'/0. 0+ '.#00+.# "#(( '2'/0 ; +2 0'*#. 5

(

'*'/0.+ "#((+ 2'(1,,+ !+*+)'!+

* (# ( 2'+

*+* 0+


(

'*'/0.+

*+* 0+ # 0#$ *+ )+.#


Zanonato: «Ma l’Italia sta guarendo» ASIAGO. Il ministro per lo sviluppo economico parla davanti a centinaia di persone nell'ambito della rassegna “Proposte per il XXI secolo”. «Il rilancio dell'economia passa per gli investimenti tecnologici e la ricerca di nuovi mercati: incontreremo gli imprenditori» Oltre 500 persone in piazza II Risorgimento per ascoltare il ministro dello sviluppo economico Flavio Zanonato che ha parlato di energia e innovazione tecnologica quali chiavi del futuro. L'incontro in piazza è stato il sesto appuntamento del ciclo di conferenze “Proposte per il XXI secolo” in corso ad Asiago, organizzato dal Comune e dalla rivista giuridica “Nova Itinera”, diretta dal magistrato Stefano Amore: politici, imprenditori, giornalisti e professionisti parlano del futuro dell'Italia sotto il profilo economico, giuridico e sociale. Al suo arrivo, direttamente dal Meeting di Rimini, il ministro Zanonato è stato salutato da una guardia d'onore del Corpo forestale dello Stato, con gli agenti a cavallo e in alta uniforme. Stimolato dalle domande di Luigi Bacialli, direttore di ReteVeneta, e di Stefano Amore, il ministro ha insistito su due temi: l'importanza dell'ottimismo e il ruolo fondamentale degli investimenti tecnologici. «La ripresa è vicina - è stato l'esordio di Zanonato - Una ripresa che parte dal Governo che aiuta le imprese a riprendere competitività

favorendo gli investimenti, abbassando il carico fiscale e accompagnandole nella ricerca di nuovi mercati per l'export». «Il Governo ha preso un impegno preciso: favorire la ripresa delle piccole e medie imprese che sono l'ossatura del comparto produttivo italiano - ha spiegato il ministro - È attraverso le imprese, che creano economia e lavoro, che si supera la crisi e quindi, nonostante le tante difficoltà del Governo, mi impegno nel proseguire sulla strada tracciata senza lasciarmi sviare per non perdere altro tempo». Qualche giorno prima il senatore del Pd Giorgio Santini aveva ricordato come nelle crisi precedenti i Governi abbiano sempre fatto investimenti e favorito i consumi dei beni prodotti in Italia, auto, abbigliamento, alimenti, case. Oggi invece i primi 5 beni di consumo in Italia sono prodotti altrove. Ecco quindi l'importanza dell'export per il rilancio del Paese, come ha sottolineato il ministro: «Con la ripresa dei lavori il mio ministero intende incontrare gli imprenditori per far comprendere l'importanza dell'export».


( ,1

('!+

33

'/+.%')#*0+ "1. *0# ( ) *'$#/0 3'+*# "' /' %+


%35)(; 3) !

%+1451 !

+"#. : GIANLUCA AMADORI .#/'"#*0# "#((4 ."'*# "#' '+.* ('/0' "#( #*#0+ .0#!', *+: MARIA LUISA COPPOLA //#//+.# ((4#!+*+)' # ((+ 2'(1,,+ "#(( #%'+*# #*#0+ ELENA DONAZZAN //#//+.# ((4'/0.13'+*# +.) 3'+*# # 2+.+ #(( #%'+*# #*#0+ MARINO FINOZZI //#//+.# ( 1.'/)+ "#(( #%'+*# #*#0+ FILIBERTO ZOVICO '.#00+.# "' #*#3' (+*# 1.+,#+ "#((

'(' #.0+ +2'!+

1(01.

.'*+ '*+33'

(#*

+* 33 *


/'*'/0. : '*+33'

+2'!+

+,,+(

) "+.'

+* 33 *

)+.#


)3'1.)(; %+1451 3) $$ $ = < = +"#. : STEFANO AMORE %'/0. 0+ '.#00+.# "#((

'2'/0 ; +2 0'*#. 5

.0#!', *+: MARTINO CONTICELLI '.#00+.# "#( ++."'* )#*0+ ,#. 0'2+ "#( +.0+ "' #*#3' GIOVANNI DE MARI .#/'"#*0# +*/'%('+ 3'+* (# "#%(' ,#"'3'+*'#.' +% * (' ALBERTO GIORGETTI +00+/#%.#0 .'+ ( '*'/0#.+ "#((4 !+*+)' PAOLA NARDINI 22+! 0+ #) .+ "#( +*/'%('+ '.#00'2+ "#(( )#. "' +))#.!'+ 0 (' * ,#. ( #.) *'

'+2 **' #

.' #

+(

."'*'

( +00+/#%.#0 .'+ '+.%#00' # 0#$ *+ )+.#


/'*'/0. :

."'*'

'+.%#00'

)+.#

+*0'!#(('

.) *'

',+*0'


«Bisogna rivedere il patto di stabilità» ASIAGO. Il sottosegretario all’Economia Alberto Giorgetti l’ha sottolineato a margine dell’incontro pubblico di ieri pomeriggio in piazza. Il dibattito si è poi soffermato sulla difesa dei prodotti e dei marchi italiani, e sulle necessità dell’export Il patto di stabilità è un cappio che strangola le amministrazioni locali. Necessario per tenere a bada la finanza pubblica altrimenti destinata a finire fuori controllo, ma così limita la capacità di spesa per offrire servizi adeguati alla popolazione. Per questo il patto va rivisto, in un’ottica di finanza pubblica virtuosa. Il sottosegretario Alberto Giorgetti ne ha parlato a margine (si legga l'intervista a fianco) nel corso dell'incontro sui prodotti italiano e i marchi, velocizzando le procedure di importazione ed esportazione. Sono nodi del rilancio dell'economia nazionale. Se n'è discusso nel settimo incontro della rassegna di conferenze “Proposte per il XXI secolo” in corso ad Asiago e che si concluderanno oggi con la tavola rotonda “Il futuro delle professioni: cosa sta cambiando in Italia e in Europa” con interventi di componenti dei vari albi professionali. Oggetto dell'incontro di ieri, invece, è stato la logistica, e l'organizzazione doganale e il commercio internazionale.

Sono interventi il presidente nazionale degli spedizionieri doganali Giovanni De Mari, il direttore del coordinamento del porto di Venezia Martino Conticelli, e Paola Nardini del consiglio della Camera di commercio Italia-Germania. Relatori che il moderatore Stefano Amore, introdotto alla discussione sull'importanza della velocità di sdoganamento. «Una velocità che lo sportello unico doganale, sistema in prova nei porti di Venezia, Ravenna e Napoli, assicurerà - ha spiegato De Mari - Ci sono però 18 enti controllori doganali, tra i quali molti si occupano del controllo di qualità a tutela dei consumatori. È per questo che chiediamo che il controllo venga fatto sul territorio piuttosto che in dogana, snellendo il lavoro in porto». «C'è però anche la necessità di tutelare il prodotto ed il marchio italiano - ha detto Giorgetti -, tanto che stiamo sperimentando un sistema di contrassegni che dovrebbe garantire una tutela più capillare».


( +00+/#%.#0 .'+ ( #.0+ '+.%#00'


-17)(; 3)

%+1451

+"#. : STEFANO AMORE %'/0. 0+ '.#00+.# "#((

'2'/0 ; +2 0'*#. 5

.0#!', *+: GUIDO CALVI 22+! 0+ +),+*#*0# "#( /) PATRIZIA CARDARELLI +0 '+ '* '!#*3 LAURETTA CASADEI +0 '+ .#/'"#*0# "' #"#.*+0 ' GIOVANNI DE MARI .#/'"#*0# "#( +*/'%('+ 3'+* (# "#%(' ,#"'3'+*'#.' +% * (' ADOLFO DE RIENZI .#/'"#*0# "#((4 !! "#)' "#( +0 .' 0+ FRANCO FRISON +),+*#*0# "#( +*/'%('+ 3'+* (# "#%(' .!&'0#00' FILIBERTO PALUMBO 22+! 0+ +),+*#*0# "#( /) FRANCESCO SAVIO .#/'"#*0# "#((4 ."'*# "#%(' 22+! 0' "' // *+ "#( . ,,

* )+)#*0+ "#( "' 00'0+ /1((# ,.+$#//'+*'


/'*'/0. : "+($+ # '#*3'

'+2 **' #

.' '(' #.0+

(1) +

1'"+

(2'

0#$ *+ )+.#

1.#00

/ "#'

0.'3'

." .#((' . *!+ .'/+* . *!#/!+

2'+


%35)'-2%05Gianluca Amadori

Arturo Diaconale

Stefano Amore

Elena Donazzan

.#/'"#*0# "#((4 ."'*# "#' '+.* ('/0' "#( #*#0+ %'/0. 0+ '.#00+.# "#(( .'2'/0 8 +2 0'*#. 8

Luigi Bacialli '.#00+.# "' #0#2#*#0 Ugo Barlozzetti

#) .+ "#( '.#00'2+ "#((

+!'#07 0 (' * "' 01"' '('0 .'

Guido Calvi 22+! 0+ +),+*#*0# "#( Antonello Capone '+.* ('/0

,+ #" 00+.# "# ;

'+.* ('/0

'.#00+.# "# ; 4 ,'*'+*#5

Danilo Palmucci

Stefano Farina

Filiberto Palumbo

#/,+*/ '(# "#(( "' #% .+

+))'//'+*# . '0.'

Franco Frison

//#//+.# ((4 !+*+)' # ((+ 2'(1,,+ "#(( #%'+*# #*#0+

3'+* ('

),'+*# "' .' 0&(+*

22+! 0+ +),+*#*0# "#(

Renato Pasini

//#//+.# ( 1.'/)+ "#((

Patrizia Cardarelli +0 '+ '* '!#*3 Lauretta Casadei +0 '+ .#/'"#*0# "' #"#.*+0 ' Maria Luisa Coppola

22+! 0+ #) .+ "#( +*/'%('+ '.#00'2+ "#(( )#. "' +))#.!'+ 0 (' * ,#. ( #.) *'

//#//+.# ((# +('0'!&# "#((4 /0.13'+*# "#(( +.) 3'+*# # "#( 2+.+ "#(( #%'+*# #*#0+

Marino Finozzi

33#00 "#((+ ,+.05

Paola Nardini

+),+*#*0# "#( +*/'%('+

#%'+*# #*#0+ 3'+* (# "#%(' .!&'0#00'

),'+*# "#( +*"+ *#(( -1 ".# #!*'! ' #.

Andrea Rigoni

),.#*"'0+.# 0'0+( .# "#(( ; '%+*' "' /' %+5

Alberto Giorgetti

Giorgio Santini

Claudio Lotito

Francesco Savio

+00+/#%.#0 .'+ ( '*'/0#.+ "#((4 !+*+)'

),.#*"'0+.# .#/'"#*0#

3'+

#* 0+.# "#(

#) .+ "#((

Maria Vittoria Maculan ),.#*"'0.'!#

Flavio Tosi

'*" !+ "' #.+*

Stefano Marchese

'!# .#/'"#*0# "#(( #"#. 3'+*# 1.+,# "#' +00+.' +))#.!' ('/0'

Alessandro Zaltron

Giovanni De Mari

Sergio Masini

Alberto Zamperla

.#/'"#*0# "#( +*/'%('+ +% * ('

Adolfo De Rienzi +0 '+ '* +)

3'+* (# "#%(' ,#"'3'+*'#.'

.#/'"#*0# "#((4 !! "#)' "#( +0 .' 0+

Alessandro De Rossi

.!&'0#00+ .+$#//+.# *'2#./'0 .'+

0+.'!+ '.'%#*0# "#((

1 ('!

Gianmaria Melotti

))'*'/0. 3'+*#

),.#*"'0+.# +*/'%('#.# "#((4 *0#

Alessandro Meluzzi !.'00+.#

+))'//'+*# '( *!'+

.#/'"#*0# "#( +*/'%('+ "#((4 ."'*# "#%(' 22+! 0' "#( +.+ "' // *+

Martino Conticelli

'.#00+.# "#( ++."'* )#*0+ ,#. 0'2+ "#( +.0+ "' #*#3'

,.'*0

#"'!+ /'!&' 0.

3'+* (# '/'

'+.* ('/0 "# ; ( '+.* (# "' '!#*3 5

.#/'"#*0# "' ; ),#.(

,5

Flavio Zanonato

'*'/0.+ "#((+ 2'(1,,+ !+*+)'!+

Francesco Zirpoli

.+.#00+.# "#((4 *'2#./'07

Filiberto Zovico

'.#00+.# "' #*#3'

4 +/! .' (+*# 1.+,#+ "#(( 1(01.


0#$ *+ )+.#

.01.+ ' !+* (#

.'

(#*

*".#

.'*+ '*+33'

+* 33 *

'+/

1'/

+,,+(



Asiago book