Issuu on Google+

Mensile, numero 6 anno 7 - Poste Italiane SpA - Spedizione in a.p. - DL 353/2003 (conv. In L. 27/02/04 n. 46) art. 1, comma 1, DR CB Torino - 3 euro

La rivista per le famiglie del piemonte

Piscine • Biciclette • Venaria • Gelati • Scambio casa

Giugno 2012


Bruciore di stomaco? ALTHAEA OFFICINALIS

ESTRAZIONE SOSTANZE FUNZIONALI

r is

ri c

erc

a

U na po

sta

ch e vien e d

a l l a

FORMULA COMPRESSE

PROTEGGE LO STOMACO ALLEVIANDO IL BRUCIORE

CON INGREDIENTI DA AGRICOLTURA BIOLOGICA

BIOANACID, CON UN FILM AD EFFETTO BARRIERA PROTEGGE LA MUCOSA DELLO STOMACO DALL’ATTACCO DELL’ACIDITÀ.

Rich. Aut. Min. del 30/06/2011

Bioanacid integra la capacità protettiva del muco fisiologicamente presente sulla mucosa gastrica, formando su di essa un film adesivo che funge da strato protettivo. In Bioanacid gli estratti di Aloe, Altea, Orzo, Liquirizia e Liguflos® agiscono in sinergia e proteggono lo stomaco dall’irritazione. Grazie a questo effetto Bioanacid allevia bruciore e dolore, comuni sintomi di pirosi gastrica, gastriti e gastralgie. Aboca S.p.A. Società Agricola Sansepolcro (AR) - www.aboca.it

Contiene 2 fialoidi in vetro da 12 tavolette ciascuno È UN DISPOSITIVO MEDICO

Leggere attentamente il foglietto illustrativo e le istruzioni d’uso


GIUGNO 2012 Mensile, numero 6 anno 7 - Poste Italiane SpA - Spedizione in a.p. - DL 353/2003 (conv. In L. 27/02/04 n. 46) art. 1, comma 1, DR CB Torino - 3 euro

LA RIVISTA PER LE FAMIGLIE DEL PIEMONTE

Piscine • Biciclette • Venaria • Gelati • Scambio casa

Giugno 2012

sommario 6

La posta

> L’esperto

8

News

39

Fitness forum

10

Sfida

L’equitazione

12

Baby friendly

40

Medicina

14

World corner

Il centro antiveleni

16

City corner

41

Zona Verde

Dei nitriti e delle ammine

42

L’avvocato

Separarsi

43

L’educatrice

Il concetto del no

44

Viaggi

Scambiamo casa?

46

Tecnologia

Il diario del bebè

47

Libri

Bestiario baby

48

Arte e design

Le foto di Cartier-Bresson

> Primo piano 18

Due ruote

Bimbi e bici

22

Piscine

Tuffi e spruzzi

26

Il ghiottone

Fredde delizie

31

Cucinare insieme

Mezzelune di sfoglia farcite

32

Viviamo così

Il pane e la bambina

36

Gita

Una Reggia

49

Cinema e home video

Lorax Il guardiano della foresta

a misura di bimbo

> L’agenda 50

Spettacoli

52

Cultura

59

Eventi

> Rubriche

...anche su www.giovanigenitori.it

64

Bimbi

65

Wild

66

Raffa


Eccoci Giugno è il mese perfetto per uscire la sera. Anche i più stanchi GG, passati per naturale evoluzione dal Pampero ai Pampers - come si dice scherzando con un fondo di amara verità - avranno un gran daffare. Il calendario degli eventi è ricco. I bambini non devono più fare compiti o alzarsi presto la mattina e quindi questa sera si esce! Ecco gli appuntamenti a cui ci troverete di persona: sabato 9 giugno ultima puntata del Ristorantino di GG. Non al Qubì, ma nel bellissimo agriturismo de Il Frutto Permesso. Arrivo previsto per le 16.30, poi si può svolazzare per il giardino dove c’è l’area giochi, oppure si possono accarezzare gli animali della fattoria, fare il laboratorio sul succo di frutta e visitare l’azienda agricola per vedere di persona cosa significa biologico. A mangiare ci pensiamo più tardi, con la consueta succulenta cena a prezzi pop. Conviene prenotare in tempo perché i posti sono limitati: 011 19913127, ristorantino@giovanigenitori.it. Notte Smart a San Salvario sabato 2 giugno: ci troverete a partire dalle 20 lungo una serie di tappe che raccontano in nuovo spirito dell’ecoquartiere. Ci saranno spettacoli per bambini e varie azioni disseminate tra vie e piazze. Ultimo appuntamento - ma non per importanza - la notte LOV di Vanchiglia sabato 16 giugno. Il quartiere delle facoltà umanistiche e del nuovo campus universitario si dimostra sempre più baby friendly. Sarà forse perché ci siamo anche noi? La redazione di GG apre le porte a tutti i visitatori, con musica dal vivo e qualche sorpresina. Passate a trovarci, non potete mancare. La redazione

Valentina

Elisabetta

Luciana

Luca

La rivista per le famiglie del Piemonte Giugno 2012 / Anno 7 - Numero 6 Direttore RESPONSABILE Luisa Tatoni CAPO REDATTORE Elena Brosio Segreteria di redazione Valentina Vottero Redazione Alice Quaglino, Mario Bettas Valet Art director Catia De Bacco GENERAL MANAGER Giorgio Pulini MARKETING Luciana Martellucci, Elisabetta Negrisolo, Federica Petey Mautino AMMINISTRAZIONE Fabiana Vino

Elena

Catia

Mario

Fabiana

Luisa

Hanno collaborato a questo numero Anna Blasco, Giovanna Brosio, Michela Calculli, Elena Felmini, Federica Ferraresi, Ugo Finardi, Stefano Frassetto, Francesca Galdini, Patrizia Garofano, Karin Gavassa, Tatiana Gedda, Marina Gellona, Claudia Gioachin, Giuseppe Iasparra, Nadia Lambiase, Monya Lucisano, Ilaria Martina, Sabrina Marzo, Stefania Moriondo, Marina Notari, Paola Paltro, Cinzia Pampo, Luciana Ravetto, Laura Regli, Claudia Rinaldi, Giovanna Rinaldi, Renato Rolando, Elena Sardo, Paola Strocchio, Katia Zedde Illustrazioni e fotografie iStockphoto L’editore è a disposizione per assolvere diritti eventualmente non corrisposti

Illustrazione di copertina Kalistratova Ringraziamo per la preziosa collaborazion Rocco e Veronica Ispirazione Luca Bernardelli

Federica

Claudia

Abbonamenti Un anno di Giovani Genitori a solo 21,90 euro! L’abbonamento permette di ricevere la rivista a casa tutti i mesi, con articoli, notizie e appuntamenti per tutta la famiglia. L’abbonamento si fa su www.giovanigenitori.it o chiamando lo 011 19913131. IBAN IT56L0760101000000071791446 - Poste Italiane cc postale 71791446 intestato a Espressione srl Redazione Via Vanchiglia 18, 10124 Torino Tel. 011 19913127 - redazione@giovanigenitori.it Ufficio pubblicità marketing@giovanigenitori.it Telefono: 011 19913133 - Fax: 011 19913135 Edizioni Espressione Via Vanchiglia 18 - 10124 Torino - www.espressione.it Stampa Alma Tipografica Via Frabosa, 29/B 12089 Villanova Mondovì (CN)

Licenza Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 Italy

Autorizzazione del Tribunale di Torino n.5969 del 22/4/2006 - Iscrizione al Roc n. 14333 ISSN 1828-9738

www.giovanigenitori.it

Testata associata Associazione Nazionale Editoria Periodica Specializzata

www.facebook.com/giovanigenitori

Giorgio Alice

www.twitter/giovanigenitori


gg La posta Le vostre lettere >

Sono una vostra abbonata fin dal primo anno: il mio primo figlio è nato a maggio del 2006, proprio come voi! Vi mando una foto del mio cucciolo, al quale io, Matty e il papà facciamo tanti auguri per i suoi 6 anni. E tanti auguri anche a voi di GG: grazie per il bellissimo lavoro che fate, spero che continuerete così ancora a lungo! Barbara

Augurissimi al tuo piccolo, Barbara, e a chi compie sei anni come noi. E grazie, ai tanti, di voi, che hanno mandato complimenti, auguri e saluti. È bello sentirvi così vicini.

>

Buongiorno, avrei necessità di reperire degli indirizzi ai quali rivolgermi per trovare una ragazza madrelingua inglese che venga ad abitare con noi. Potete aiutarmi? Grazie Raffaella La cosa migliore è mettersi in contatto con un’agenzia che organizza l’arrivo di ragazze e ragazzi “au pair”. La Città di Torino ha una pagina da cui far partire le ricerche: www.comune. torino.it/infogio/vacanze/vacanze_ lavoro/lavoro_alla_pari.htm.

> In corso Sebastopoli, in un angolo dello stadio comunale, c’è una struttura che dal 1979 ospita ragazze adolescenti con problemi familiari. 6 Giovani Genitori

In questi anni sono passate da qui 120 giovanissime maltrattate, orfane o abbandonate. Attualmente ce ne sono sei, che vivono assistite da educatori e operatori sociosanitari. L’equipe educativa ha sempre lavorato per un recupero delle capacità personali e delle potenzialità di ogni ragazza con l’obiettivo di creare percorsi di vita autonomi. Purtroppo, da questo mese, è prevista la chiusura definitiva della comunità e questo, per le ragazze ospitate, significa dimissioni immediate e interruzione del percorso educativo, a favore (si legge nel provvedimento) “di strategie progettuali alternative alla comunità, come il rientro nella famiglia di origine o l’inserimento in famiglie affidatarie”. E non perché queste siano le soluzioni ideali per i percorsi di vita delle giovani ospiti: sono ripieghi motivati dai continui tagli al sociale. La comunità è rimasta un punto di

riferimento importante per molte exospiti: “Molte di noi adesso hanno una famiglia, un lavoro, dei figli, ma corso Sebastopoli continua a essere il luogo in cui tornare, chiedere consigli, fare una chiacchierata, confrontarsi, portare i bambini; una casa in cui andare a pranzo la domenica, festeggiare il Natale; un luogo in cui troviamo sempre qualcuno disposto ad ascoltare e ad accogliere le ragazze di ieri, di oggi. E ci piacerebbe tanto anche quelle di domani”. Vi chiediamo di pubblicare queste righe, perché chi è così fortunato da avere una famiglia può immaginare cosa significa non averla. Luna e le altre Riceviamo e volentieri pubblichiamo, con tutta la nostra solidarietà e il nostro disappunto verso chi ritiene che tagliare “scuola” e “sociale” sia la giusta soluzione per sanare i problemi di bilancio.


Quante cose passano per le tue mani? Amuchina

è sempre con te

Ogni giorno le nostre mani toccano di tutto. Per igienizzarle milioni di italiani hanno scelto Amuchina Gel Mani. La sua speciale formulazione in gel si usa senz’acqua lasciando la pelle piacevolmente morbida, profumata e senza residui. La stessa sensazione delle mani appena lavate.

L’igiene a portata di mano.


gg News

Quattro pasti a casa

C

olazione, pranzo, cena e merenda a casa. La Società europea di gastroenterologia pediatrica lancia le linee guida per far seguire ai bambini una dieta sana e prevenire l’obesità. Senza demonizzare i singoli cibi, dato che “nessun singolo nutriente è stato inequivocabilmente associato con lo sviluppo dei chili di troppo”, i bambini dovrebbero seguire una dieta corretta che prevede il consumo di almeno quattro pasti al giorno, colazione compresa, da mangiare, se possibile, insieme alla famiglia.

Scuola antistress A Stoccarda è nata la prima scuola materna per bambini stressati, dove si praticano esercizi calmanti e si migliora la resistenza a malattie come il raffreddore. Ideata in collaborazione con la Kneipp Association, la più grande organizzazione no profit tedesca che si occupa di salute, questa scuola-pilota si propone di incidere positivamente sulla psiche dei bambini che hanno mostrato forti stati ansiosi e stress precoce. Sotto la supervisione degli insegnanti, in poche settimane i piccoli si rilassano con massaggi, pediluvi, salto della corda, momenti di relax e camminate a piedi nudi nell’erba bagnata.

8 Giovani Genitori

La Grecia e i bambini Com’è la vita dei bambini greci ai tempi della crisi? Un rapporto di Unicef Grecia e dell’Università di Atene racconta che i minori poveri sono mezzo milione. Poveri al punto da svenire per la fame in classe, spesso costretti ad abbandonare la scuola perché le famiglie li mandano a lavorare. Mentre gli adulti restano disperati: in due anni si sono contati oltre 1700 suicidi, la disoccupazione è passata dal 10,3% al 20,9% e la criminalità - un tempo tra le più basse d’Europa - è aumentata del 10%. I bambini presi in esame fanno parte di quel 20% di famiglie greche considerate povere dalle statistiche ufficiali. Nuclei familiari che si trovano ad affrontare problemi come l’impossibilità di riscaldare la casa a sufficienza (nel 37% dei casi), il dover abitare in abitazioni malsane (50%) o addirittura l’insufficienza dell’alimentazione (21%).

IN PILLOLE > Di che sesso sarà? Per i genitori in attesa, il sesso del figlio è probabilmente la domanda più scontata. Per avere una risposta precoce non sarà più necessario sottoporsi a esami invasivi: sarà sufficiente un test del sangue della madre. I ricercatori dell’università di KwanDong, a Seoul, hanno messo a punto un test in grado di individuare il sesso del nascituro solo poche settimane dopo il concepimento, con una indagine sul plasma materno, dove è presente il DNA del feto.

> Se il bimbo si blocca Nei bambini la stitichezza è frequente: lo dice una ricerca pubblicata sul Journal of Pediatrics e condotta negli Stati Uniti su circa mille under 18: stando ai dati raccolti, quando ci sono importanti dolori addominali, nel 50% dei casi è colpa della stipsi, mentre solo nel 2% dei casi si tratta della temuta appendicite. In alcuni bimbi la costipazione può anche provocare la pipì a letto. A causare la stipsi, secondo lo studio, sono più le cause psicologiche che la cattiva alimentazione.

> Mamme over 40 L’Italia e la Svizzera sono i Paesi europei in cui è in aumento il numero di mamme over 40: la gravidanza in età inoltrata non fa più paura perchè la medicina ha fatto passi da gigante, ma l’età resta il peggior nemico per la fertilità. Dall’ultimo rapporto Eurostat emerge che negli ultimi quattro anni le madri over 40 sono aumentate del 5,3% in Italia e del 5,2% in Svizzera, portando così l’età media della maternità a 31 anni, la più alta nel continente.


gg Sfida

La sfida del prossimo numero è: “Grigliate d’estate” Scriveteci consigli, trucchi e strategie a: redazione@giovanigenitori.it

di Elena Brosio

Occhiali, apparecchi & co.

P

c onsi g li

arte dalla serena accettazione di mamma e papà la pacifica convivenza dei bambini con i congegni atti a raddrizzare, correggere, prevenire, migliorare piccoli e grandi difetti. Dal temuto apparecchio per i denti, gli indispensabili occhiali da vista, le sobrie scarpe ortopediche o l’occasionale ingessatura. Che in fin dei conti non sono neanche così fastidiosi, e in tenera età ci si adatta facilmente a tutto. Ma perché li portino con fierezza e felicità occorre che non ci vedano troppo imbronciati, scocciati, preoccupati quando lo specialista del caso ci annuncia la lieta novella. E c’è di che rabbuiarsi: per i costi proibitivi che molte di queste macchinette comportano, per il followup con visite periodiche regolari, per l’attenzione e la cura che si dovrà dedicare all’oggetto per

preservarne l’integrità nel tempo. E per sopportar tutto ciò placidamente bisogna esserne intimamente convinti. Se non lo siamo, se pensiamo che nel prescriverci l’apparecchio il dentista abbia in mente una settimana 5 stelle alle Maldive più che il sorriso di nostro figlio, non esitiamo a chiedere una seconda opinione. Il rapporto di fiducia che si instaura con lo specialista è fondamentale: dalla reciproca collaborazione nasce una positività che si propaga anche sui piccoli. Quali i consigli? • Determinazione in giusta dose per far capire ai bambini l’importanza dell’uso regolare dello strumento. • Psicologia spicciola: questo marchingegno è un amico, una bacchetta magica che permette di vedere/mangiare/camminare meglio. • Modelli positivi: cerchiamo in

biblioteca libri o facciamoci consigliare video che raccontino di principesse quattrocchi, rane dal sorriso metallico, supereroi con stivaletti correttivi. • Coinvolgimento nella cura dell’oggetto, dal riporlo con cura, al pulirlo occasionalmente, al manipolarlo con attenzione. La responsabilizzazione funziona. • Coinvolgimento genitori di amici e compagni di scuola, in modo che si evitino fin dall’inizio scherni e dileggi. Infine, basta dare un’occhiata a una foto di classe per capire che i bambini di oggi sono superaccessoriati e quelli che ancora non hanno occhiali, apparecchi & co. sono una sparuta minoranza desiderosa solo di poter sfoggiare anche loro un oggettino scintillante. Facciamocene una ragione.

Serena, mamma di Ettore. “Il mio Ettore porta gli occhiali e l’anno prossimo dovrà mettere l’apparecchio. Noi l’abbiamo convinto che grazie a questi apparecchi avrà dei superpoteri. Non sono sicura che sia l’approccio giusto, ma con lui funziona e le mamme dei suoi amichetti ci hanno detto che anche i loro figli ora li chiedono!”.

10 Giovani Genitori


ESTATE AL CIRKO

per chi è stanco dei soliti centri estivi, la Scuola di Cirko Vertigo organizza l’ESTATE AL CIRKO per i ragazzi dai 6 ai 15 anni

Un’occcasione imperdibile per avv Un’occasione avvicinarsi alle più antiche tecniche circensi (la giocoleria, l’equilibrio, la clownerie, l’acrobatica e le discipline aeree) giocando, imparando e divertendosi, seguiti da un team di istruttori altamente qualificati. E a fine settimana i ragazzi porteranno in scena uno spettacolo in cui mostreranno a genitori ed amici ciò che hanno imparato. Sono previste, inoltre, giornate in piscina, laboratori manuali e spettacolo finale. Dall’11 giugno nel magnifico Parco Culturale Le Serre di Grugliasco - Via Tiziano Lanza, 31 - dalle 9 alle 17. Il costo è di 90 euro a settimana + circa 30 euro per i pasti. Iscrizioni entro il 5 giugno a fronte di un acconto di 50 euro per settimana prenotata. Le settimane saranno attivate al raggiungimento di un numero minimo di 7 iscritti (massimo 22). Per informazioni: tel. 011 0714488 cell. 329 3121564 - estate@scuoladicirko.it Possibilità di scaricare il modulo di iscrizione direttamente dal sito: www.scuoladicirko.it/estatealcirko.htm


gg Baby friendly City Sightseeing Junior Per i più piccoli c’è una novità su quattro ruote! Il bus rosso a due piani che va giringiro per Torino è sempre più baby friendly, perché ora è disponibile un commentario dedicato ai bimbi da 4 a 11 anni che illustra le attrattive della città, dal centro alla collina al Parco del Valentino. Il bus fiammante che attira ogni sguardo dai cinquanta centimetri in su, parte ogni giorno dal capolinea in piazza Castello, dalle 10 alle 18. Ed è davvero un’esperienza indimenticabile, soprattutto se si prende il venticello e il sole dal piano scoperto: una vera e propria esperienza cabriolet per i nostri junior. Il costo è di 15 euro per gli adulti, 7,50 euro da 5 a 15 anni; i residenti a Torino hanno lo sconto dal lunedì al venerdì, 10 euro gli adulti, 5 euro da 5 a 15 anni. CITY SIGHTSEEING Piazza Castello angolo via Po - Torino Tel. 011 535181 - www.turismotorino.org/busturistico

Un focolare per tutti Un forno all’interno di un museo per favorire la nascita di una comunità che si ritrova davanti al fuoco: succede al PAV, dove questo mese inaugura il Focolare. Un focolare che si riallaccia alle tradizioni dei forni comuni di paese, costruito in terra cruda secondo tecniche tradizionali. Il Focolare del PAV sarà acceso il sabato e la domenica: ospiterà corsi di panificazione, serate al forno e gruppi e privati interessati a cuocere i

propri prodotti da forno. Inaugurazione venerdì 30 giugno alle 18.30, all’interno della mostra Premio PAV 2012. Prima infornata e primo assaggio di pizze, focacce e pane. Distribuzione di pasta madre e musica dal vivo. Ingresso libero. Parco Arte Vivente Via Giordano Bruno, 31 - Torino Tel. 011 3182235 - www.parcoartevivente.it

Vacanze in fattoria Rigenerarsi in campagna, al ritmo lento della vita degli animali e degli uomini, nell’aria pura e nel verde. L’agriturismo Cascina degli Ulivi propone squisite vacanze in fattoria nel basso Piemonte, abbastanza vicino alla Liguria per qualche scappata al mare. Qui è bello trascorrere una settimana lontano dal quotidiano tran tran, per scoprire l’agricoltura biodinamica, passeggiare adagio tra campi, vigneti e boschi, svegliarsi al canto del gallo, mangiare cibi e gustare vini provenienti dal lavoro dell’azienda agricola, scoprire che le cose sane regalano sapore e nutrimento. Le famiglie sono benvenute e possono partecipare in maniera conviviale ai lavori stagionali, come la trebbiatura, la vendemmia e la potatura. Cascina degli Ulivi Strada Mazzola, 14 - Novi Ligure (AL) Tel. 0143 744598 - www.cascinadegliulivi.it

12 Giovani Genitori


Conoscete locali che dedicano attenzione alle famiglie? Segnalate i vostri preferiti a: redazione@giovanigenitori.it

gg Baby friendly La bella estate nel parco

Si preannuncia spumeggiante l’estate 2012 nei parchi del Po e della Collina torinese. Tante iniziative, tante occasioni di incontro, per scoprire bellezze naturali, incontrare piccoli animali, trovare refrigerio dalla calura estiva tra il verde degli alberi o lungo le rive del fiume. Torna il campo estivo dei Piccoli Guardiaparco, a giugno a Castagneto Po e a luglio nel Parco della collina di Superga: un’emozionante settimana di vita nel bosco, in compagnia dei guardiaparco. Per i bimbi di Moncalieri, centro estivo I Mondi di Terradacqua presso la cascina Le Vallere, dal 14 al 15 giugno e dal 18 al 22 giugno per bimbi dai 5 ai 14 anni. Tanti gli appuntamenti per le famiglie, tra cui “La Grande storia del Bosco Fatato” il 24 giugno, “Piccoli Paleontologi nel Parco” il 10 giugno e il 14 luglio, il 15 luglio “Le avventure di Salgari”. Il Parco propone inoltre belle escursioni alla scoperta del territorio e della natura con le guide accompagnatrici. Calendario e informazioni aggiornati sul sito. Parchi del Po e della collina torinese www.parchipocollina.to.it - www.collinapo.it

Verde, sport e famiglia Ampi spazi all’aperto e un sacco di attività per tutti al Bizzaria Family Sport che, come dice il nome, ha un occhio di riguardo per tutto ciò che è familyfriendly. Campi da calcetto, tennis, beach volley, beach tennis e basket, un palazzetto per le attività indoor e un ristorante-bar dove la cura per l’alimentazione è il punto cardine. A pochi chilometri da Torino, Bizzarria è un’oasi divertente per tutta la famiglia. Alla chiusura della scuola i bambini potranno

assaporare il piacere di un’estate ragazzi multisport in lingua inglese, con un occhio di riguardo per l’ambiente. Il ristorante - recentemente ristrutturato - è a disposizione per feste private, compleanni e momenti di svago collettivi. (V.V.) Bizzarria Family Sport Via dei Campi Sportivi, 1 - San Gillio (TO) Tel. 366 713166 - www.bizzarria.it

Per le vacanze di gruppo Gruppi, comitive, famiglie numerose: la Casa Alpina Giraudo è il posto giusto dove passare una bellissima vacanza nel cuore del Parco naturale delle Alpi Marittime. Recentemente ristrutturata, può ospitare fino a 90 persone in stanze singole, doppie e camerate. È dotata di un ampio refettorio, una stanza per relax e lettura e una sala cinema. All’esterno c’è tanto spazio verde per giochi di gruppo, un campo da pallavolo e uno di calcetto. È possibile soggiornare a pensione completa o mezza pensione, ma chi preferisce può cucinare negli spazi dedicati ai gruppi non troppo numerosi. Gli incantevoli dintorni sono ricchi di attrazioni, come il Centro Faunistico Uomini e Lupi, l’Ecomuseo della Segale e le terme di Valdieri. I prezzi sono assolutamente concorrenziali. Casa Alpina Giraudo S. Anna di Valdieri (CN) Tel. 0171 977837 / 335 1451296 prenotazioni@parcoalpimarittime.it

Giovani Genitori 13


gg World corner

Curiosando qua e là per il mondo andiamo alla scoperta del pianeta famiglia

Animali da cameretta

C’

erano tre amici che amavano il design e lavoravano tra Toronto e New York. Gli amici misero su famiglia e nel 2007 decisero di creare una collezione di oggetti che piacesse sia ai bambini che ai loro genitori. C’è la cesta in cotone caddy, perfetta per pannolini, cre-

mine e tutto l’occorrente per il fasciatoio. C’è il bell’asciugamano con cappuccetto in morbido cotone. E ci sono varie soluzioni da muro o terra per raccogliere giochi, libri o vestiti. In cotone resistente, sono deliziosi in ogni cameretta. www.3sprouts.com

Minimusica rocks!

A inizio giugno a Barcellona si tiene il San Miguel Primavera Sound, che ormai da sei anni prevede una sezione bimbi, Minimusica, dedicata agli under 14. Oltre alle esibizioni di tante band musicali, ogni anno Minimusica propone spettacoli e laboratori creativi. Nel programma del 2012, yoga per bambini, rassegne di cartoni, una ludoteca aperta dalle 16 alle 23 e marsupi messi a disposizione delle famiglie per potersi aggirare più agevolmente tra il pubblico. www.sanmiguelprimaverasound.es/minimusica

Da 0 a 16 a tutto colore Genitori allergici a glitter, brillantini, scritte e fronzoli adoreranno la linea inglese Boden. Basta dare un’occhiata alla fantastica collezione sul sito per rendersene conto: righe, pallini e stelle in colori vivaci e ottima vestibilità. La linea Mini-Boden è dedicata a bambini da 0 a 10, quella Johnnie-B è per gli adolescenti da 10 a 16 anni. Chi ha figli in età (pre)adolescenziale può apprezzare la sobrietà e giocosità dell’assortimento in un’età difficile anche dal punto di vista fashion. www.boden.co.uk

14 Giovani Genitori


'$/$/‡TORINO ESPOSIZIONI CORSO MASSIMO D’AZEGLIO 15B - TORINO

N. Verde 800.90.70.80 - Da cellulare 041.2719003

Per informazioni, promozioni on line e famiglia: METROPOLIS: 011.535529


Curiosando in città e dintorni alla ricerca di cose belle

gg City corner

Non la solita piantina

I

nizia il countdown alla fine della scuola e i genitori annaspano alla ricerca di un bel regalo per le maestre, possibilmente diverso da quello dell’anno precedente. È pur vero che conta il pensiero, ma per una variazione sul tema, alcune idee.

Set Picnic Il coloratissimo set da picnic di Esschert Design è perfetto per le scampagnate dei mesi estivi. Si porta sulle spalle ed è leggero ma molto funzionale: bicchieri, tovaglioli, piatti, posate, sale&pepe e apribottiglie più un bello spazio per le vivande. Costa 59,80 euro e lo si trova nei negozi Natura&Co. www.natura-co.it Gin-ki Novità della primavera 2012, Gin-ki è un “gioiello da indossare con la mente”, un bellissimo braccialetto realizzato a partire dai raffinati tessuti dei kimono giapponesi e impreziosito da un’elegante foglia stilizzata di Ginko Biloba. Disponibile in dodici variazioni di colore, costa 32,50 euro. Lo si trova in vari negozi di Torino e provincia: per l’elenco aggiornato dei punti vendita consultare il sito www.ginki.it. Gommage solidale Per scioglier fatiche e tensioni, un bel gommage all’olio di Argan di Daymons, casa torinese specializzata in cosmetici naturali, buoni e bio. Il Gommage Hammam fa parte della linea Altre Terre, formulata a base di prodotti provenienti dal commercio equosolidale. Costa 15,40 euro e si acquista presso lo spazio vendita del laboratorio Daymons, in via Rocciamelone 11 a Torino (dal lunedì al venerdì, 8,30 - 17,45). www.daymonsnaturalerbe.it Beauty e viaggi Ideali per insegnanti che amano andare in giro i beauty e le sacche da viaggio di Reisenthel. Piacciono per il loro design minimal chic, la solidità e robustezza tutte tedesche, l’ottimo rapporto prezzo qualità. I prodotti Reisenthel si trovano nei migliori negozi di borse o di casa. www.reisenthel.com

Prenatal: prenota e ritira Non a tutti piace comprare online. Per evitare l’insicurezza dell’acquisto “al buio” Prénatal offre un comodo servizio di acquisto con prenotazione. Una volta fatta sul sito, la spesa si va a ritirare e pagare presso il negozio più vicino, così da poter valutare in libertà se gli articoli sono quelli desiderati. In alternativa è prevista la tradizionale consegna a domicilio. www.prenatal.it

16 Giovani Genitori


gg City corner

San Salvario Ecoquartiere, Notte Smart

U

n ecoquartiere è un quartiere ripensato identificando e sviluppando buone pratiche di sostenibilità, convivialità, coesione sociale ma anche imprenditorialità e occupazione: un microsistema efficace e moderno che risponde alla crisi economica partendo dal basso. Un progetto ambizioso e concreto di cui si può avere un assaggio sabato 2 giugno, a San Salvario, quartiere fertile, innovativo e ricco di buone pratiche. La notte smart di San Salvario inizia alle 20 e prevede una serie di tappe che raccontano l’ecoquartiere: ci saranno spettacoli per bambini, percorso per mini scooter e mini-car elettriche e varie azioni disseminate tra vie e piazze da associazioni, locali e attività del quartiere. Una grande festa per tutti. Ci sarà anche la redazione di GG con un laboratorio: L’Albero dei Bambini. Venite a trovarci! Per maggiori info: www.ecoquartieriperlitalia.it

Musical a fin di bene Studenti delle medie e delle elementari, appassionati di teatro, che recitano in un appassionato musical a fin di bene. Succede al Teatro Superga di Nichelino, dove il prossimo 5 giugno l’associazione Argo mette in scena “I promessi Sposi”. Una parte del ricavato della serata sarà devoluto all’associazione Mowat-Wilson che si occupa di sostenere la ricerca nell’ambito di questa rara sindrome. I biglietti costano 10 euro. Appuntamento alle 21 in via Superga 44 a Nichelino.

Camp ScienzAttiva Alzi la mano chi non desidera un figlio scienziato! Fortuna vuole che l’associazione ScienzAttiva organizzi un camp estivo tutto dedicato a natura e tecnologia, passando per chimica, fisica, matematica, biologia, geologia e botanica. Tutto a misura di bimbo e tutto da sperimentare “hands on” in laboratorio, per scoprire quanto pazza, emozionante e divertente può essere la scienza. Il camp dura una settimana e si tiene a inizio luglio. È rivolto a massimo 30 ragazze e ragazzi fortunati, dagli 8 ai 14 anni, che saranno ospitati in un edificio settecentesco appena ristrutturato sul Lago Maggiore. La quota di partecipazione è di 290 euro. Info al 334 8965886 - 345 8510796 e su Facebook: ScienzAttiva.

ZATTIVA C N E I AM SC P luglio

Giovani Genitori 17


Bimbi e bici Su due ruote con i pi첫 piccoli: tutto quello che bisogna sapere

18 Giovani Genitori


gg Due ruote di Mario Bettas Valet

S

ono davvero tanti i sistemi per trasportare i figli con noi sulle due ruote. Dai semplici seggiolini fino ai rimorchi più accessoriati, l’offerta per spostarsi in sicurezza è molto ampia. A questi pregi si aggiunge la non trascurabile caratteristica che il cicloturismo è una forma di turismo sostenibile particolarmente indicata per i bambini, innanzitutto perché si evita di trasformarli in “pacchi”, cosa che accade spesso se si viaggia in auto, e poi perché un bimbo in bici è maggiormente coinvolto in quello che fanno i genitori: pedalare insieme a loro è rilassante, costruttivo e divertente.

Un casco deve inoltre essere leggero e ventilato, facile da indossare e da togliere anche per chi utilizza occhiali, deve consentire un’ampia visione, non deve limitare la capacità uditiva e internamente deve essere rivestito con materiali non irritanti. Al momento dell’acquisto controllate di avere anche le istruzioni, sono importanti per indossarlo correttamente. Sui vari modelli c’è l’imbarazzo della scelta, tutti i principali personaggi dei cartoni animati hanno la loro linea di caschi per bambini, dai Gormiti a Hello Kitty, fino ai personaggi Disney, la scelta è davvero ampia.

Il casco

Il seggiolino

Per pedalare in sicurezza l’uso del casco è fondamentale. È l’accessorio più importante e l’acquisto non va rinviato. Se comprate una bici per il vostro piccolo, un seggiolino o un passeggino da bici ricordatevi di uscire dal negozio anche con il casco. Quali sono le caratteristiche che deve possedere? Innanzitutto deve essere omologato: EN 1078. Poi deve essere comodo e della taglia giusta. Per i bambini esistono due taglie, la XS e la S. La prima corrisponde a 48/52 centimetri circa di circonferenza cranio, la seconda a 52/56 centimetri. Dopo la scelta del casco è indispensabile dedicare il giusto tempo a una regolazione ottimale dei cinturini e della rotellina posteriore, quella che serve per sistemare l’aderenza laterale, in modo che avvolga bene la testa una volta indossato.

Se il vostro bimbo riesce a stare seduto e regge bene la testolina eretta è pronto per essere scorazzato in giro in bicicletta. Il codice della strada prevede che una persona con più di 18 anni possa portare un bambino fino agli 8 anni di età che sia opportunamente assicurato su un seggiolino omologato EN 14344. Secondo tale normativa i seggiolini vengono classificati in base alla capacità di peso trasportabile e al loro posizionamento: sono a norma seggiolini che portano da 9 a 22 kg se posizionati dietro il ciclista e che portano da 9 a 15 kg se posizionati tra sella e manubrio. Tutte le parti di cui sono composti devono essere arrotondate e protette da un rivestimento in plastica per evitare possibili ferite e i pezzi di piccole dimensioni devono essere fissati in modo da evitarne

la possibilità di distacco ed eventuale ingerimento. Un seggiolino deve essere robusto, deve rendere impossibile il contatto dei piedi del bambino con le ruote della bici e i sistemi di aggancio devono essere strutturati in modo da impedire lo sganciamento involontario (devono richiedere l’uso di un utensile o essere più di uno). è importante che ci siano sempre le cinghie di sicurezza regolabili, con un facile dispositivo di gancio/sgancio, anche loro opportunamente omologate. Le informazioni per un utilizzo sicuro dei seggiolini devono essere ben visibili sull’imballaggio o direttamente sul seggiolino, accompagnate dalle istruzioni per l’uso, il montaggio e la manutenzione. Al momento dell’acquisto è sempre bene portare il proprio bambino, così, mentre lui sceglierà il colore e appurerà la comodità, voi valuterete se lo schienale è abbastanza alto per sorreggere bene la schiena e la regolabilità di poggiapiedi e braccioli. Tra i vari modelli, è da segnalare quello con lo schienale recrinabile: utile e versatile nel caso in cui il bambino, durante la nostra passeggiata, si dovesse addormentare.

La prima bici Nei primi anni di vita di una bimba o di un bimbo arriva il momento di abbandonare l’amato triciclo per passare a qualcosa “da grandi”. Per affrontare il difficile passaggio alla prima biciclettina, ovvero dalle rassicuranti tre ruote (se non quattro in alcuni casi) alle due ruote, vengono in nostro soccorso le canoni-

Giovani Genitori 19


Traini e passeggini per biciclette In bici esistono vari modi per trasportare i figli. A parte il tradizionale seggiolino, di cui abbiamo già detto, si trovano in commercio molti sistemi per rendere una passeggiata in bici, o anche una vacanza, un’esperienza indimenticabile. Si va dai rimorchi, un “tubo” per unire due bici, al cammellino fino a sistemi più complessi e confortevoli come il Weehoo. Sono numerosi anche i sistemi di traino destinati a chi ancora non pedala, come gli svariati modelli di carretti da trainare, con cinture di sicurezza e impianto frenante, o le vere e proprie bici trasformabili in passeggini. Trail Gator, il Follow Me e Weehoo Il Trail Gator permette di attaccare la bici del bambino alla bici di un adulto. È un accessorio versatile e sicuro che permette di trainare il nostro bimbo e la sua bicicletta solo nei momenti di reale necessità, o in quelli di pericolo oppure quando il nostro pargolo ha esaurito le pile e la voglia di stare sui pedali. È snodato e retraibile, una volta terminato l’uso lo si può attaccare al tubo obliquo del carro posteriore della bicicletta. Simile al Trail Gator, il Follow Me è un prodotto svizzero, un po’ più caro, ma per le sue caratteristiche costruttive estremamente sicuro e che evita che la bici trainata si inclini, inconveniente risolto grazie al punto di fissaggio che è, in questo caso, sul mozzo. Il Weehoo è un traino che offre al passeggero la possibilità di pedalare e contribuire allo sforzo restando seduto comodamente su un seggiolino, con tanto di cintura di sicurezza a cinque punti. È una via di mezzo tra il cammellino e un carretto. Si attacca alla “motrice” attraverso il tubo reggisella, è adatto ai bambini dai 3 anni in su, fino agli 8 anni e oltre (anche in base al peso del bimbo). Unico neo è la difficile reperibilità, è prodotto negli Stati Uniti e per il momento in Italia non ha un distributore ufficiale. Canyon TrailBike e Cammellino Cammellino, Canyon TrailBike e altri articoli simili sono mezze biciclette con tanto di pedali e catena indipendenti. Consentono di trasformare la bici del papà in un tandem. Sono pensate per quei bimbi che già pedalano, ma sono ancora troppo piccoli e inesperti per affrontare da soli strade e piste ciclabili. Possono essere molto utili per insegnare al bambino a pedalare e prendere confidenza con la bicicletta. Taga Bike Arriva dall’Olanda la bicicletta che si trasforma in un passeggino. Ha tre ruote, una posteriore e due anteriori. Il seggiolino per il trasporto dei bambini è alloggiato anteriormente e in poche e semplici mosse diventa un comodo passeggino. Pratica e versatile questa bici davvero particolare ha molti pregi e un unico grande difetto: è cara! Il passeggino rimorchio A metà strada tra Weehoo e Taga esistono sul mercato numerosi passeggini rimorchio. Questi speciali passeggini si possono attaccare a qualsiasi bici. Il passeggero è allacciato con cinture di sicurezza e coperto da uno speciale nylon, trasparente, utile anche in caso di pioggia o di temperature troppo rigide. Il rimorchio staccato dalla bici diventa un normale passeggino a tre ruote.

20 Giovani Genitori

che rotelline. Le tipiche domande che ci si pone sono: sarà pronto alla bicicletta? Avrà già l’età per provare ad andare senza rotelle? La risposta è la più ovvia: non esiste un’età giusta per questa emancipazione: sarà la curiosità del vostro piccolo, la sua intraprendenza e la sua sicurezza a determinare i tempi. E molto probabilmente sarà il vostro affiancamento a evitare troppe sbucciature alle ginocchia. Oltre alle rotelline c’è un altro sistema che mette il bimbo alla prova con il suo equilibrio prima di dover imparare a pedalare. si tratta delle bici senza pedali. Sono simili alle bici, ma per andare avanti anziché pedalare si cammina seduti sul sellino. In vendita si trovano quelle normali in acciaio o alluminio, oppure quelle in legno, simili a dei giocattoli e dall’aspetto più baby friendly. Se invece cercate una bici “vera” per il vostro pargolo, la prima valutazione da fare è sulle dimensioni del mezzo. è importante che sia della misura giusta e regolabile sulle misure del bimbo (altezza sella e altezza manubrio). Per la prima fascia d’età, che va dai due ai quattro anni circa, ci sono le bici con ruote da 12 pollici o quelle, un po’ più grandi, con ruote da 14 pollici. I modelli sono tanti, piccole grazielle o piccole mountain bike, sono tutte colo-


Dal 27 maggio al 2 settembre ratissime, alcune accessoriate per le bimbe, con porta bambole e cestini, altre pensate per i bimbi con parafanghi, ruotine tassellate e un aspetto più “off road”. Dai quattro o cinque anni in su sono consigliate misure leggermente più grandi, bici con ruote dai 16 pollici in avanti. Anche i modelli cambiano leggermente e hanno caratteristiche simili alle bici dei grandi: sono equipaggiate con ruote ammortizzate, cambi posteriori e borselli portaoggetti. Le più avanzate montano addirittura freni a disco!

apre la piscina scoperta relax, benessere e divertimento

Bimbi in bici style Per completare il look del perfetto ciclista non mancano sul mercato ginocchiere e paragomiti (spesso utili) e abbigliamento tecnico di ogni genere (spesso costoso e forse superfluo). Per andare in bicicletta basta indossare cose comode, possibilmente di materiali non sintetici. L’unica accortezza è di evitare capi che potrebbero impigliarsi nei raggi delle ruote. Ma il vero bici style da insegnare ai bambini è etico e comportamentale: quando si circola in bicicletta si è alla pari degli altri mezzi, con gli stessi diritti e gli stessi doveri. Si devono rispettare le regole della strada per la propria e l’altrui sicurezza. Ma a noi piace pensare che in fondo si abbia anche molti pregi in più di chi circola inquinando le nostre città. Chi usa la bici non sporca, non provoca inquinamento acustico, adotta ritmi più rilassanti, fa un sano movimento fisico, vede più cose attorno a lui durante il percorso: questo è lo stile che ci piacerebbe insegnare ai nostri bambini.

La novità Bimbi e bici, la guida per pedalare in sicurezza a Torino e dintorni, da giugno avrà una pagina facebook tutta per sé. Uno strumento utile per essere sempre aggiornati e informati su iniziative e novità, o semplici curiosità, che ruotano intorno al mondo dei pedali e della mobilità dolce in tutte le sue declinazioni “baby friendly”.

APERTA TUTTI I GIORNI DALLE ORE 10

Ingresso gratuito bambini 0 -7 anni Piscina Comunale di Chivasso

Giovani Genitori 21

Via Gerbido 30 - Chivasso (TO) - Tel. 011 9109574 l.nuotochivasso@tiscali.it - www.libertasnuotochivasso.it


di Valentina Vottero

Tuffi e spruzzi


gg Piscine

Piscine scoperte, scivoli, sabbia, acquafun e sole. L’estate a Torino non è mai stata così acquatica

S

paparanzati su un praticello a bordo vasca, è facile dimenticare la calura estiva e fare la gioia dei bambini. Le proposte d’acqua intorno a Torino sono tante e fanno sembrare vacanza anche un pomeriggio d’estate dopo il lavoro. Abbiamo scelto alcune tra le più belle piscine e i parchi acquatici all’aperto, adatti a tutta la famiglia, con vasche, scivoli, trampolini, lagune, idromassaggi, sabbia e tutto quel che serve a rilassarsi.

Piscina Trecate La nuova piscina Trecate apre d’estate con ampi spazi ricreativi dedicati alle famiglie e ai bambini. Ci sono scivoli, getti d’acqua, idromassaggio, attività organizzate, solarium e spazio ristoro all’interno dell’impianto. Bellissima l’iniziativa dedicata a tutte le mamme: dalle 17 alle 19, con il biglietto d’ingresso, si possono seguire le lezioni di aquagym gratuite, per recuperare freschezza e

tone-up. La piscina è aperta tutti i giorni della settimana dalle 10 alle 19 e si trova a Torino nella zona del Parco Ruffini. I prezzi sono super-accessibili e ci sono sconti per i bambini (che entrano gratis fino a 3 anni). Via Alecsandri Vasile, 29 - Torino Tel. 339 8677552 www.rarinantestorino.com

Libertas Chivasso Che bella scoperta, la piscina comunale estiva di Chivasso. C’è la vasca da 50 metri climatizzata con corsie dedicate ai nuotatori, la piscina per i bambini, un miniscivolo acquatico a loro dedicato l’angolo giochi, sdraio, lettini e ombrelloni gratuiti fino a esaurimento, ampia area verde ombreggiata, solarium, campo da beach volley, calcetto, tennis, ping pong e canestro basket per sfide tra amici. Per mangiare c’è l’area picnic attrezzata, diversi punti di ristoro e una focacceria. Ciliegina sulla torta: l’ingresso è gratuito per i bambini fino a 7 anni. Ampio parcheggio. Via Gerbido, 30 - Chivasso (TO) Tel. 011 9109574 www.libertasnuotochivasso.it

Bolder Beach Zoom Torino Sabbia bianca, acque cristalline, rocce e cascate che ricordano il paesaggio sudafricano, con a fianco i pinguini che fanno il bagno. Al bioparco Zoom di Cumiana, oltre a osservare gli animali, si fa il bagno in estate nella piscina Bolder Beach. Non il classico aquapark con scivoli e animazio-

ne, ma un’area serena e luminosa, dove rilassarsi e prendere pigramente il sole. Il parco è dotato di diversi bar e punti di ristoro, ampie e divertenti aree giochi, prati, zone per il relax e il picnic. Strada Piscina, 36 - Cumiana (TO) Tel 011 9070419 www.zoomtorino.it

Ondaland Il più grande parco acquatico del Piemonte, con scivoli e piscine per tutti i gusti. Amatissima dai piccini la minilaguna, gli scivoletti e il parco giochi sull’erba. Amatissima dai grandi l’area “Water adventure” con toboga, twister, kamikaze, black hole e altri scivoli destinati a stomaci e caratteri forti. Bar, punti snack, chiosco dei giornali, area picnic con tavoli, sdraio e ombrelloni gratuiti, animazione con aquagym e balli di gruppo. Il pomeridiano inizia alle 14. I bambini sotto il metro di altezza non pagano, se accompagnati da un adulto pagante. Via Casesparse, 1 - Vicolungo (NO) Tel. 0321 855511 www.ondaland.it

Sisport Fiat Nella sede di Mirafiori ci sono impianti sportivi per ogni esigenza e, d’estate, anche una piscina all’aperto con vasca olimpionica. Nella struttura si trovano un’area verde con lettini in affitto, bar e ristorante. Ingresso scontato per i dipendenti Fiat, familiari e aggregati con tessera Cedas. Via Olivero, 32/A - Torino Tel. 011 3151615 www.sisportfiat.it

Giovani Genitori 23


gg Piscine

Asti Lido Piscina olimpionica da 50 metri, trampolini e tuffi speciali dalla piattaforma alta 5 metri, piscina baby con castello e multi-scivolini, piscina laguna con fungodoccia e tanti megascivoli per i più avventurosi e spericolati. Oltre al divertimento, all’Asti Lido si trovano ombrelloni e tavoli, un ampio parco con zona picnic, barpaninoteca e servizio di tavola calda nei fine settimana. I bambini fino a 3 anni non pagano. Il pomeridiano inizia alle 14. Statale Asti-Torino, di fronte al casello autostradale Asti Ovest dell’A21 Tel. 0141 216344 www.astilido2000.it

Dinamica A Poirino - nel verde della collina torinese - e a Susa, gli impianti sportivi della piscina Dinamica si aprono all’estate con vasche, scivoli, aree picnic, grandi solarium, aree verdi, bar, ristorante e pizzeria. Aperte tutti i giorni. L’ingresso ha un prezzo molto competitivo, con sconti per i bambini fino a 12 anni. Via Generale Dalla Chiesa, 5 Poirino (TO) Tel. 011 9430878 Regione Priorale, 34 - Susa (TO) Tel. 0122 629256 www.dinamicassd.it

Blu Paradise Acquapark Riapre il 2 giugno il nuovo parco acquatico di Orbassano, con piscina olimpionica, vasche idromassaggio e attrazioni acquatiche per tutti i gusti, compresi i grandi scivoli e tubing e la nuova vasca a spiaggia con le onde. Per i bam24 Giovani Genitori

bini c’è il Kid Castle: una struttura multicolore in una vaschetta con acqua profonda da 40 cm a 1 cm, con secchi, spruzzi, mini-scivoli, docce e un barile pieno d’acqua che si svuota all’improvviso. Ampio prato, ombrelloni e lettini, un campo da beach volley e area ristoro. Il pomeridiano parte dalle 14. Bambini gratis fino a 1,20 metri. Via Gozzano, 11 - Orbassano (TO) Tel. 011 5508205 www.bluparadise.it

Villa Glicini Divertimento e relax per tutta la famiglia a Pinerolo. Il complesso di piscine Villa Glicini ha inaugurato una nuova piscina idromassaggio per corpo, cervicale e braccia, con un metodo di idromassaggio ad aria che dona una immediata sensazione di benessere. Nell’area Bollicine ci sono 4 geyser per un massaggio a tutto il corpo. I getti a lama d’acqua sono perfetti per collo e schiena. Amatissima dai bambini la Laguna a loro dedicata: un mini aquapark di 1000 metri con schizzi e giochi in tutta sicurezza, acqua bassa e sempre calda, scivoli, scale, palme, fiori che spruzzano acqua, l’idrofungo, il galeone dei pirati e una piccola, divertente cascata a sorpresa. E mentre i bambini si divertono (sorvegliati anche da bagnini e animatori), i genitori possono rilassarsi sulle sdraio a bordo piscina e sul prato adiacente. Il biglietto d’ingresso ha un prezzo molto interessante. Strada Val Pellice, 70 Pinerolo (TO) Tel. 0121 501321 - 0121 503125 www.piscinevillaglicini.com

Terme di Premia Non solo piscine: l’acqua di Premia sgorga dal sottosuolo a 40 gradi e apporta benefici alle vie respiratorie. Alle Terme le piscine sono naturalmente riscaldate: c’è una vasca grande, profonda 120 centimetri, collegata a una seconda vasca all’aperto. Massaggi d’acqua, docce cervicali e lettini sommersi si affiancano a un’area wellness per adulti, con saune, hammam e massaggi. Per i bambini c’è una vasca riservata poco profonda, con getti e docce d’acqua. Al di sotto dei 3 anni l’ingresso è gratuito, dai 3 ai 10 anni tariffa agevolata. Per mangiare c’è il bar o il biglietto che permette di entrare e uscire. Obbligatorio l’uso di cuffia. Regione Cadarese, 46 Premia (VCO) Tel. 0324 617190 www.premiaterme.com


gg Piscine

Parc 1326

Vertigo

Dopo una passeggiata sulle montagne di Briançon, la piscina Parc 1326 è perfetta per ritemprare i muscoli affaticati. C’è la vasca olimpionica e una vasca per divertirsi con i bambini giocando sugli scivoli, gli idromassaggi e le piccole cascate. C’è l’area picnic, il solarium e un’ampia zona ombra. Riservate agli adulti la sauna, il bagno turco e l’idromassaggio. Per pranzo apre lo Snack-caffè. Ingresso a prezzi ridottissimi e fino a tre anni non si paga. 37 rue Bermond - Gonnet BP 42 Briançon (Francia) Tel. 0033 0492200404 www.vert-marine.com

Ai piedi delle montagne, nelle valli di Lanzo, il centro “Food, Wine & Sport” Vertigo dispone di una piscina all’aperto, due pareti di arrampicata e un campetto polivalente per partite di calcio, basket o pallavolo. La bella piscina in mezzo al verde è circondata da una spiaggia di sabbia rosa, con sdraio e ombrelloni. A pranzo, cena e apericena c’è il Ristorante&bar, per tornare a casa felici e satolli. Frazione Mondrezza, 40 - Viù (TO) Tel. 0123 696232 www.vertigoviu.com

Cupole Lido Piscine a onde, scivoli per coraggiosi e, in

mezzo a tanta acqua, anche Bimbopolis, un’area dedicata ai più piccoli con vasche poco profonde, scivoli e gonfiabili. Completano l’offerta della piscina il bar, il ristorante, l’area picnic e il ping pong. Strada Statale, 20 - Cavallermaggiore (CN) Tel. 0172 381280 www.cupolelido.it

Acquajoy Scivoli, gommoni, piscine a onda, idromassaggio e Laguna Baby con scivolini e castello per i piccoli nuotatori. La piscina Acquajoy di Rivoli ha anche un’area spiaggia e un bar. Prezzi scontati per le famiglie. Via Colli, 107/A - Rivoli (TO) Tel. 011 9503850 - www.acquajoy.com Giovani Genitori 25

Sabato 9 giugno inaugura la prima PISCINA RICREATIVA in Torino ACQUAGYM GRATIS TUTTI I GIORNI FERIALI DOPO LE 17 Intero adulti: 10 euro giorni feriali 12 euro sabato e festivi Ridotto bambini: 7 euro giorni feriali (dai 4 ai 10 anni) 8 euro giorni feriali (dagli 11 ai 15 anni) 8 euro sabato e festivi (dai 4 ai 10 anni) 10 euro sabato e festivi (dagli 11 ai 15 anni) 5 euro pausa pranzo (13-15 giorni feriali) 5 euro pausa serale (17-19 giorni feriali) Possibilità di abbonamenti

TRECATE A N I C S I LA P ana la settim i) l e d i n r o ti i gi Ruffin lle 19 tut no (Zona Parco le 19 a 0 1 e l l i al da or è aperta dri Vasile, 31 - T 8677552 dalle 10 n 9 a 3 s 3 Via Alec info al numero

Spazio dedicato alle FAMIGLIE CON BAMBINI: scivoli, getti d’acqua, idromassaggio, aquagym, solarium e spazio ristoro all’interno della piscina


gg Il Ghiottone di Alice Quaglino

Fredde delizie Gelati, granite, ghiaccioli... golosi, dissetanti e sani

26 Giovani Genitori

H

anno lontane origini arabo-siculo-romane, da quando cioè gli arabi vennero in visita alla Trinacria secoli fa. E fu subito mix di usi e costumi: quando fa caldo gelati, granite, sorbetti, semifreddi, ghiaccioli rinfrescano e saziano la voglia di dolce.


gg Il Ghiottone

Alberto Marchetti è uno dei Maestri della Gelateria più apprezzati perché coniuga tradizione e sperimentazione, cremosità e lavorazione lenta ad accostamenti inediti. La novità 2012 è il Gelato 24 Ore, una serie di gusti preparati freschi in giornata che, uniti, creano uno snack a prova di goloso. Sublime arte della trasformazione, la sua, che gli ha anche valso il premio Golosario 2010. FATTORE BIMBO - Nei gelati: tradizione con nocciola, gianduja, bonet, torrone, zabajone e sperimentazione con mand’arancia e farina bona. Tra le proposte Gelato 24 Ore ci sono la Colazione (gusto malto d’orzo con cialda di riso soffiato al cioccolato) e la Merenda (gusti pane, latte e marmellata) sotto forma di fredda delizia come nel sandwich gelato ideato con lo chef Igor Macchia. Ora non resta che provare a fare merenda qui! dove - Negozi: corso Vittorio Emanuele II 24 bis a Torino, tel. 011 8390879, e via XX Settembre 48 ad Alassio (SV). www.albertomarchetti.it

El Gelatè I gelati di Alessandro e Claudio sono prodotti con ingredienti da agricoltura biologica, per la salute di tutti e rispettando lavoro e commercio sostenibili; in più El Gelatè è filosofo del Km 0 perché acquista da aziende locali il latte fresco e la frutta di stagione della valle. FATTORE BIMBO - Niente coloranti, solo materie prime naturali come zucchero di canna grezzo e miele: ci si butta sui gusti cioccolato, fiordilatte, pistacchio, nocciola. Senza dimenticare le originali crêpes, anche con gelato. dove - Gelateria: corso Laghi 9 bis ad Avigliana (TO), cell. 380 7819085, Facebook El-Gelatè-il-gelato-da-Agricoltura-Biologica. Il loro gelato si trova anche da Fantasia Bimbi a Rivoli, alla Torrefazione Del Palio a Giaveno e da Harambee a Torino.

Agrigelateria San Pè Sono Antonietta con il marito Alfonso e il fratello Giovanni ad aver inventato il neologismo “agrigelateria”: San Pè dal 2001 è stata la prima a trasformare parte del latte Alta Qualità e la frutta della sua azienda agricola in gelato. Km 0, ingredienti di qualità, un’area giochi interna e una esterna con teatro nel verde, animali da accarezzare e fontanelle d’acqua rinfrescanti e luminose sono il plus del gustarsi un cono nella cascina di Poirino. FATTORE BIMBO - Provare per credere: i suoi gusti menta, nocciola, fiordilatte e mirtillo, tra tanti, o le granite o le crêpes con frutta e gelato. Il tutto rigorosamente con gusto e colore genuino, senza conservanti né coloranti. E se si vuole capire da dove arriva il gelato, nel weekend si può visitare la fattoria. dove -Azienda agricola e punto vendita: cascina San Pietro 29 A a Poirino (TO), tel. 011 9452651, www.agrigelateria.eu. I gelati San Pè si trovano anche negli Eataly di Torino Lingotto e Pinerolo e all’Agricafé di Torino.

Lampone e cioccolato C’è un goloso motivo in più per venire a Castiglione: la gelateria a conduzione famigliare “Lampone e Cioccolato” ogni giorno prepara deliziosi gelati e gustose granite frutto di un’esperienza ultratrentennale. L’ambiente accogliente è ideale per una sosta dopo una passeggiata in famiglia, fino alle 23 in estate. FATTORE BIMBO - I gelati e le granite sono quotidianamente preparati con ingredienti genuini e frutta fresca. I bimbi adorano l’abbinamento lampone e cioccolato, ma tra le specialità ci sono anche il pistacchio, il fiordilatte, le gustosissime fragoline di bosco e il rinfrescante passion fruit. dove - Gelateria: via Don Brovero 6 a Castiglione Torinese (TO), cell. 334 2583061. Facebook Lampone e Cioccolato.

Giovani Genitori 27


gg Il ghiottone

Agrisapori la Franca è sufficiente farsi un giro in questa agrifattoria tra le colline di Pralormo per farsi venire voglia di merenda, perché ispirano lo spazio giochi all’aperto e i gelati di Agrisapori, le sue duecentocinquanta mucche e il bellissimo laboratorio per piccoli alchimisti che trasforma il latte in gelato. Prima si munge e poi... si lecca il cono! FATTORE BIMBO - Il latte viene dalle sue mucche, la frutta di stagione è del Roero: tutte le creme e i gelati alla frutta sono naturali, a Km 0 e anche senza glutine. Altrimenti ci si sbizzarrisce con i sorbetti ai gusti frutta (novità quello pesca ripiena) o le granite a base acqua. E segnaliamo per papà e mamme festaioli i gusti moscato e mojito. dove - Agrigelateria: strada della Franca 3/1 a Pralormo (TO), tel. 011 9481883, www.lafrancaagrisapori.it

+ di un Gelato è il nome delle gelaterie della Cooperativa Insieme, fornitore ufficiale delle merende per i nidi di Ass.i.s.te Kids, sane e buone perché sotto il segno della solidarietà. E c’è da fidarsi perché è + di un Gelato di nome e di fatto: solo materie prime fresche e certificate, frutta di stagione che viene da cooperative agricole del territorio, senza coloranti e conservanti. Un alimento completo e corretto dal punto di vista dell’apporto calorico. FATTORE BIMBO - Grazie alla consulenza del Mastro Gelatiere Alfio Tarateta, + di un Gelato propone buonissimi gusti per il gelato e i ghiaccioli e, in più, ha ideato granite rigorosamente fatte a mano ai gusti di limone, fragola e fior di panna (novità per grandi e piccini!). dove - Laboratorio e punti vendita: via San Tommaso 6 e Galleria Subalpina 32 a Torino. www.piudiungelato.it

Zoldana Maria, anima e cuore di Zoldana, sembra la protagonista di un romanzo di Isabel Allende: è forte, decisa, appassionata ed è maestra nell’arte del gelato. Scopre la sua passione a diciotto anni quando decide che la sua filosofia è IL gelato, sempre fresco, sano (senza additivi di sorta), prodotto con ingredienti selezionati e frutta fresca di stagione. FATTORE BIMBO - Da oltre vent’anni propone gelati artigianali alle famiglie con la possibilità di scelta tra 40/50 gusti, ghiaccioli con vera polpa di frutta, semifreddi e torte gelato personalizzabili che sono architetture di gusto. Bimbi, da non perdere il mitico variegato Nutella, la menta, la viola e il puffo! dove - Gelateria: via Vittorio Emanuele II 6 a Chieri (TO), tel. 011 9412677. www.gelateriazoldana.co

Menodiciotto Arte di fare gelati con gusto: è questo il motto dei titolari Grassi e Gallino che nel 1986 hanno fondato Menodiciotto dal nome della temperatura di conservazione dei propri prodotti. E da allora l’azienda torinese è cresciuta, ha ricevuto il titolo di Maestro del Gusto nel 2008 ed esporta con successo. FATTORE BIMBO - I suoi prodotti hanno solo ingredienti ultra-selezionati: basta assaggiare il gelato gusto pistacchio che contiene pezzetti di vero pistacchio o la nocciola solo piemontese. Senza dimenticare le nuove granite alla menta, limone, fragola e i sorbetti con gusti particolari: mela verde, pera, uva fragola, frutti di bosco, mandarino di Ciaculli (presidio Slow Food). Più per adulti i gusti limone con salvia e pompelmo rosa con Moscato d’Asti. dove - All Bar Menodiciotto: piazza Castello 54 a Torino, tel. 011 5618198, www.meno18.com


FAIR PLAY

Rispettiamo i coltivatori di soia dei paesi in via di sviluppo e l’ambiente che li circonda. Perché? Perché va di moda? No. Perché ci crediamo. E perché sappiamo che il gusto squisito e naturale dei nostri dessert al cioccolato è per te tanto importante quanto il marchio EcoSocial che trovi sulla confezione. Scopri tutto sui gusti, le ricette e le certificazioni su www.provamel.com.


gg Cucinare insieme Anna Blasco ed Elena Felmini

Gioca con il cibo Un minipercorso sensoriale per incuriosire i bambini

foto di Domenico Grossi

Mezzelune di sfoglia farcite Ingredienti Per 4 persone: - 1 rotolo di pasta sfoglia fresca  - 100 gr di tofu morbido bio - 200 gr di pomodorini  - 1 scalogno  - 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva  - 2 cucchiai di olive nere denocciolate - 1/2 cucchiaio di origano - sale, pepe qb Tritare finemente lo scalogno e rosolarlo nell’olio extravergine d’oliva, unire i pomodorini precedentemente mondati e tagliati a spicchi e cuocere per 10 minuti. A cottura quasi ultimata unire l’origano e aggiustare di sale e pepe.  Tagliare dei cerchi di pasta sfoglia del diametro di 8 cm, farcirli con un cucchiaio di sugo di pomodorini, un’oliva nera e un cucchiaino di tofu morbido. Ripiegare i dischi formando delle mezzelune, chiudere i bordi con i rebbi di una forchetta e infornare per 20 minuti a 180 gradi. Ideali per un picnic o una festa di compleanno.  Le farciture possono variare a secondo dei gusti dei bambini, il tofu morbido è una ottima alternativa al formaggio anche per chi è intollerante ai latticini.

Le orecchie: il suono del legno Il tagliere di legno su cui saranno tagliati gli ingredienti potrà essere usato come fosse la base di un tamburo, sul quale si potranno creare dei ritmi con gli utensili della cucina: cucchiai in legno, posate, eccetera. Le mani e gli occhi: le forme farcite Oltre alle mezzelune si potranno creare altre forme a piacere, adatte al tema del picnic o alla primavera/estate in generale: sole, farfalle, frutti, stella marina, pesciolini. Il naso: caccia alle spezie L’origano non sarà messo in tutte le mezzelune, sarà divertente scoprire dove si trova fidandosi dell’olfatto. La bocca: il posto delle olive Come per l’origano anche le olive non saranno inserite in ogni mezzaluna, bisognerà scoprire dove sono assaggiando i fagottini.

Giovani Genitori 31


gg Viviamo così

Il pane e la bambina Veronica, 37 anni Rocco, 41 anni Beatrice, 2 anni

L

a città è inquinata, stressante, caotica, tanti vorrebbero andarsene ma non sanno come. Alla ricerca di un luogo a misura d’uomo, tra prati e boschi, con una chiesetta, un ruscello di acqua cristallina e il profumo di erba e fiori. Ritmi scanditi dalla natura. È in un paesino così che sono atterrati Veronica e Rocco nel 2000, lasciando la città, un posto di lavoro fisso e un appartamento confortevole. “È stato un salto nel buio, le difficoltà sono state, e sono ancora, tante, ma non torneremmo mai indietro - racconta Rocco -. Passavo al lavoro quasi dodici ore al giorno, mi restava troppo poco tempo da dedicare alla mia vita. Poi, è scattato qualcosa: mi sono ritrovato a riflettere e chiedermi ‘Ma chi me lo fa fare? Possibile che non ci sia un’alternativa?’. E così, al rientro da una vacanza in Sardegna, ho dato le dimissioni dal lavoro”. “Ci piaceva l’idea della campagna - prosegue Veronica - e siamo partiti alla ricerca di una casa in cui vivere, che non costasse troppo ma con un bel terreno, per poter avviare un’attività agricola biologica. E alla fine abbiamo trovato un rudere abbandonato da

settant’anni, tutto da ristrutturare, con un grande terreno da sistemare. A Chiesanuova, nel Canavese”. Così Veronica e Rocco preparano le valigie. Si sposano anche, subito prima di lasciare la città. “Ci siamo sposati da disoccupati - dice Rocco -. Il giorno dopo le nozze ci siamo trasferiti nel nostro ‘nido d’amore’, che era un minialloggio in paese, pieno degli scatoloni del trasloco. Ci abbiamo vissuto per due anni, il tempo necessario a rendere abitabile in parte la nostra casa (in cui i lavori di ristrutturazione sono tuttora in corso). Il mio progetto iniziale era di fare l’agricoltore biologico, ma non è un’attività che si possa avviare dall’oggi al domani. Abbiamo richiesto dei finanziamenti europei, ma i tempi di attesa sono lunghi, le trafile burocratiche estenuanti e soprattutto bisogna sempre anticipare il denaro per ottenere il contributo”. Nel frattempo, però, in paese, si comincia a parlare dei due di Torino, soprannominati “l mat”, il matto, e la pitris, la pittrice. Dopo le iniziali diffidenze, il paese li accoglie, tanto che l mat diventa assessore in Comune. Rocco e Veronica proseguono con la ristrutturazione della casa, ri-


gg Viviamo così

puliscono i terreni degradati e invasi da rovi, sistemano e terrazzano una parte dell’appezzamento: il progetto è coltivare ortaggi bio e creare un frutteto con alberi da frutta antichi, varietà di mele e pere del Settecento e dell’Ottocento. Mentre lo realizzano, si mantengono grazie al lavoro di restauratrice di Veronica.

Disastri e progetti

Siamo ripartiti in modo del tutto diverso: con il pane

Nel giro di qualche anno orto e frutteto iniziano a dare i loro frutti, l’attività decolla, ma nel 2003 la serra viene completamente distrutta da venti impetuosi; non si danno per vinti e continuano a coltivare, ma una rovinosa grandinata distrugge tutto. “Era il 2008, la nostra attività stava diventando produttiva e abbiamo perso tutto. Non avevamo e non abbiamo ancora ripagato i nostri debiti e già eravamo costretti ad accollarcene altri per ripartire - racconta Veronica -. Ma siamo ripartiti in modo del tutto diverso. Con il pane. Era da un po’ di tempo che ci pensavamo. Io sono figlia di panificatori, sono cresciuta tra le farine e i forni. Proprio in quel periodo mi ero messa a fare il pane in casa, per curiosità, per vedere come mi veniva. Lo facevo con la pasta madre e sperimentavo la formula perfetta. Me lo portavo per pranzo nei vari cantieri e un giorno l’ho fatto assaggiare a Mario, un architetto per cui stavo lavorando. ‘Con questo pane sfonderete’ ci ha assicurato dopo averlo assaggiato. Così l’idea ha iniziato a frullarci in testa. Siamo andati in Lombardia, abbiamo conosciuto panificatori, cercato di capire i segreti del mestiere”. Anche questo progetto ha bisogno di parecchi mesi per partire. “L’iter burocratico è stato ancor più lungo. Nel settore alimen-

Giovani Genitori 33


gg Viviamo così

tare ci sono di mezzo le ASL e una miriade di controlli - prosegue Rocco -. L’edificio lo abbiamo costruito appositamente e si trova vicino a casa nostra. Mario, l’architetto, ha disegnato il progetto del forno senza farsi pagare ‘lo pagherete un giorno a mio figlio’, ci ha detto. Gianni, un ingegnere amico di famiglia, ci ha permesso di acquistare il furgone con cui facciamo le consegne. È grazie a persone come loro e tanti altri che hanno creduto in noi se siamo riusciti a ripartire dopo quella brutta batosta. La rete spontanea di solidarietà che si crea in un momento difficile è favolosa, riesce a infondere entusiasmo e forza”.

Un anno di novità L’Agriforneria parte nel maggio del 2010 e Beatrice nasce il 30 maggio dello stesso anno all’ospedale di Cuorgnè. “Eravamo sposati da anni, tutti pensavano che non potessimo aver figli, oramai. E invece lei è arrivata al momento giusto, quando la desideravamo ed eravamo pronti ad accoglierla - racconta Veronica -. Beatrice è una potenza, un vulcano, un fermento continuo. Ci piace crescerla qui, sull’erba del prato, nella natura. Abbiamo anche uno stagno,

34 Giovani Genitori

con dei girini, che lei adora. Quando le chiedono di che segno è risponde ‘sono dei girini!’. È una bimba molto socievole, le piacciono gli altri bimbi, per cui stiamo considerando l’idea di iscriverla a un nido: ce n’è uno molto bello in un paese vicino, dove si mangiano prodotti bio e a km 0, un piccolo paradiso formato famiglia”. Nel frattempo l’attività dell’Agriforneria cresce e si consolida: la squadra è formata da Rocco e Veronica con Massimo e Raffaele. “Raffaele è il fratello di Veronica: lui si occupa della cottura, io dell’impasto - prosegue Rocco -. Massimo, nostro cugino, va in giro a fare le consegne ma anche a far conoscere il nostro pane. Veronica si occupa della contabilità. Il nostro pane è fatto esclusivamente a partire dalla pasta madre che io curo maniacalmente, come una seconda figlia. Ci ho messo tanto a ottenere il pane che volevo. Tanti esperimenti, tanti tentativi. Ho dovuto capire come funziona la pasta madre che, al contrario del lievito di birra, cambia con i giorni, a seconda della temperatura, dell’umidità dell’aria. E anche i pani cambiano. All’inizio questa cosa mi sconcertava, poi un amico fornaio lombardo mi ha detto ‘ma tu pensi di essere lo stesso tutti i giorni della

tua vita? Anche per il pane è così’. Abbiamo fatto lunghe riunioni di famiglia, su composizione, consistenza, cottura giuste: volevamo capire fino in fondo come funziona il pane. E grandi ricerche per trovare il fornitore giusto e affidabile: ora ne abbiamo solo due, un mulino del cuneese e un mulino emiliano; producono farine biologiche di qualità. Il nostro pane è molto apprezzato e questo ci fa piacere anche se, come ci dicono ‘con le soddisfazioni non ci paghi il mutuo’. Però l’apprezzamento conta, e gli ordini, considerando anche il momento di crisi, fioccano, per fortuna”.

Il mondo, la città, la campagna E la vita di città non vi manca? “A dire il vero viviamo Torino meglio adesso di prima - risponde Rocco -. Quando stavamo in città lavoravamo tanto, tornavamo a casa distrutti e non uscivamo mai. Ora teniamo i contatti con gli amici, seguiamo quel che succede leggendo i giornali e su Internet, così quando c’è qualcosa che ci interessa ci andiamo senza pensarci due volte. La viviamo un po’ da turisti e ho l’impressione di conoscerla meglio ora”. “Fare il pane ci piace, ma abbiamo


gg Viviamo così

tanti altri progetti, nel campo dell’alimentazione naturale, del cibo biologico e sano come il nostro pane - prosegue Veronica -. Siamo vulcanici: se solo avessimo tanti soldi quante idee, faremmo tante di quelle cose! E poi ci piacerebbe anche realizzare un qualcosa che dia un senso più profondo alla nostra esistenza, dedicarci a un progetto di solidarietà. Ma è ancora presto per la filantropia. Nell’immediato ci piacerebbe riprendere a viaggiare, come facevamo da fidanzatini: andare alla scoperta di posti lontani, sentirci cittadini del mondo. E alla fine tornare qui. Io poi voglio rimettermi a disegnare. Per anni ho disegnato, avevo anche una mostra in progetto a Torino, ma tutto si è interrotto con la gravidanza. Ora vorrei riprendere seriamente”. “Tutti i nostri progetti contiamo di realizzarli restando qui. Non siamo tentati dall’idea di tornare in città - concludono -. A Chiesanuova si vive bene. Non c’è lo smog, c’è la natura, la bambina può crescere libera di sporcarsi a piacimento e di fare tutto quel che vuole, correre, urlare, saltare senza limitazioni . Non è meraviglioso?”.

L’Agriforneria Sono il lievito madre, le farine biologiche, l’acqua, l’aria di montagna e la cottura in forno a legna a render così buono il pane dell’Agriforneria. Lo si può trovare in selezionati negozi di alimentazione bio o ordinare tramite Gas o Gac. Per informazioni: info@agriforneria.it., www.agriforneria.it Giovani Genitori 35

CENTRI ESTIVI AL PARCO DEL NOBILE FATTORIA DIDATTICA PROPOLIS Laboratori e attività di scoperta della fattoria e della natura... in città Possibilità dell’intera giornata e della mezza giornata

dal 18 giugno al 10 agosto e dal 20 agosto al 7 settembre

FATTORIA PROPOLIS - Strada del Nobile, 86 - Torino - Tel. 0116601591 - www.fattoriapropolis.it


gg Gita di Elena Brosio

Una Reggia a misura di bimbo

F

ulgida meta turistica del nostro Piemonte, visitata da turisti provenienti da ogni angolo del mondo, la Reggia di Venaria si rivela, gradita sorpresa, una meta sempre più baby friendly. Giochi, attrazioni, spettacoli, attività molto varie coinvolgono un pubblico di ogni età. Il Salone di Diana, la Galleria Grande, la Cappella di Sant’Uberto sono solo alcuni dei mirabili capolavori del barocco che si ammirano lungo il percorso “Teatro di Storia e Magnificenza”. Per percorrerlo insieme ai bambini ci viene in aiuto la “penna magica”, una simpatica penna che li guida alla scoperta delle splendide sale. La penna accompagna i bimbi anche nella mostra “I quadri del re” (visitabile fino al 9 settembre), con un commento studiato per loro e uno spiritoso test a risposte multiple.

I Giardini e il Fantacasino Ma è nel parco della Reggia che i bambini di ogni età trovano la loro destinazione ideale. Bello andare alla scoperta delle tante attrazioni all’aperto prendendosi il tempo di girare,

36 Giovani Genitori

osservare, restare sorpresi. Ci si può imbattere nel Giardino delle Sculture Fluide, con le sculture di Giuseppe Penone. Nelle undici opere del percorso, i materiali artistici - bronzo, pietra e marmo - si intrecciano con gli elementi naturali: maestose e poetiche, le installazioni e sculture di Penone affascinano e incuriosiscono grandi e bambini. Il Potager Royal, l’orto della Reggia, è il più grande d’Italia. Nel passato vi si coltivavano gli ortaggi e la frutta che finiva sulla tavola del re e della regina: colori e profumi variano a seconda dei mesi e sono particolarmente intensi in quelli estivi. Nella Corte d’onore la Fontana del Cervo incanta il pubblico con il suo spettacolare Teatro d’Acqua. Luci e getti d’acqua si muovono sulle note di musiche classiche e moderne con un effetto spettacolare e coinvolgente. Il Teatro d’Acqua si svolge ogni giorno di apertura alle 12 e ogni sabato, domenica e festivi alle 20 fino al 4 novembre. Infine, meta imperdibile per le famiglie è il Fantacasino, luogo delle meraviglie e del divertimento sospeso nel tempo. La struttura trae ispirazione dalle forme e proporzioni del Tempio di Diana e

ne ripropone in chiave moderna la funzione originaria di luogo di gioco e divertimento. Al suo interno si trovano giochi della tradizione, macchine e animagici dai nomi evocativi. Al piano terra dell’edificio, nella Stanza delle Macchine Gioco, i bambini (e i loro genitori) si possono divertire con il Cacciamostri, lo sparapalline automatico, il Pirlo, la Gruviera, la giostra bicicletta, lo Schojei; al primo piano, nella Stanza della Musica, si possono suonare il Tartatamburo, l’Animorgano, il Carillon. Appeso al soffitto c’è il meccanismo che muove i due fantastici “cervi”: Camillo e Delfina.

Gli intrattenimenti dell’estate Numerosi e vari gli appuntamenti baby friendly alla Reggia nei mesi estivi. Il trenino - La Freccia di Diana è il trenino della Reggia e accompagna i visitatori in giro per il Parco basso. Un modo riposante per i genitori ed entusiasmante per i bambini per scoprire i luoghi più remoti e nascosti dei giardini. Il punto di partenza è nei pressi del punto ristoro Patio dei Giardini. Da lì si costeggia la Peschiera per arrivare al Giardino


gg Gita

delle Sculture Fluide di Penone. Si procede fino ai resti della Fontana dell’Ercole e poi alle fondamenta del Tempio di Diana. Si fa ritorno lungo gli orti e i frutteti del Potager Royal. Il giro dura circa 25 minuti e si svolge dal martedì alla domenica dalle 10.30 alle 18 fino al 9 dicembre. Il biglietto si acquista alla partenza e costa 3,5 euro, 2 euro da 8 a 18 anni e gratuito fino ai 7. Le Gondole - Fino al 9 settembre alla Reggia è possibile navigare sulle due gondole Diana ed Ercole. Il placido giro di navigazione sulla Peschiera dura 15 minuti ed è un bel momento di relax per tutti. Le gondole portano al massimo 6 persone, dai 6 anni in su. Il biglietto, acquistabile presso il Patio dei Giardini, costa 3,5 euro per gli adulti e 2 euro dai 6 ai 18 anni.

La Merenda Sinoira - Al calar del sole, che bello gustare i cibi della tradizione piemontese in uno scenario da fiaba. L’atmosfera rilassata, il cibo sfizioso e l’orario consono rendono la merenda sinoira particolarmente family friendly. La si può gustare dal 3 giugno tutte le domeniche a partire dalle 17.30, presso la Cascina Medici del Vascello, nei Giardini. Costa 15 euro (compreso ingresso ai Giardini), gratuita per i bambini fino a 6 anni. Per prenotazioni e informazioni: cell. 349 1131823. La visita sensoriale nell’orto - Appuntamento al Potager Royal domenica 3, 10 e 24 giugno, ore 16 - 17.30, per bambini dai 4 anni e i loro genitori. Tra teoria e pratica si stimolano i sensi con il gusto, i profumi, i colori, le forme degli ortaggi e dei frutti degli Orti

della Reggia di Venaria. La visita-laboratorio costa 4 euro a partecipante. Necessaria la prenotazione al numero 011 4992355. Le domeniche da re - Tanti spettacoli, performance e animazioni il pomeriggio della domenica: una bella occasione per vivere da spettatore l’incantevole scenario dei Giardini. Numerosi gli appuntamenti in programma a giugno e nei mesi estivi, per l’elenco completo consultare il sito della Reggia. Gli spettacoli sono compresi nel biglietto di ingresso alla Reggia o ai Giardini. La Venaria Reale Piazza della Repubblica, 4 Venaria Reale (TO) Per informazioni e prenotazioni: tel. 011 4992333 - www.lavenariareale.it. Giovani Genitori 37


GG › l’esperto

Fitness Forum Ilaria Martina

L’equitazione Il cavallo, animale amatissimo dai bambini

I

l piacere di uno sport a contatto con l’ambiente, con la natura e, soprattutto, con il cavallo, animale amatissimo dai bambini. Uno sport formativo sotto molti punti di vista, che stimola l’attenzione, la concentrazione, l’equilibrio e i riflessi e dona benessere fisico e psicologico. Bambini e cavallo formano un legame affettivo importante. I bimbi imparano a relazionarsi con l’animale, a comprenderne il carattere e gli stati d’animo: nel processo imparano a conoscere loro stessi, superare le insicurezze, migliorare il rapporto con gli altri. Dal punto di vista del benessere fisico, l’equitazione aiuta lo sviluppo armonioso del corpo dei bambini. È molto utile anche per chi è in sovrappeso: per riuscire a stare in equilibrio in sella e indirizzare correttamente il cavallo lavorano molti muscoli e si bruciano tan-

te calorie. Naturalmente bisogna tener presenti le differenze che ci sono tra le varie specie equine e le loro diversità caratteriali: il bambino, avvicinandosi gradualmente e sotto la supervisione di un istruttore, imparerà a riconoscerle. Ma quando è meglio avvicinare i bambini a questo sport? L’abbiamo chiesto a Danilo Bellesia, istruttore di 3° livello e titolare di Hisbaret Ranch a Cumiana. “L’equitazione è indicata dai sette anni in avanti, soprattutto per un discorso di forza fisica, ma già dai tre anni si possono fare degli avvicinamenti al cavallo, se il bambino non ha paura e senza alcuna forzatura”. Come si svolge una lezione di equitazione? “Dipende molto dall’età del bambino e dal suo livello di preparazione, il livello di attenzione di un bambino di sette anni infatti è diverso da quello di

un bimbo di dieci. La lezione indicativamente si svolge in questo modo: c’è una parte dedicata al grooming, cioè alla pulizia del cavallo, una parte dedicata al sellaggio e dissellaggio a al portamento del cavallo alla mano. Segue la parte più ludica e addestrativa, in cui l’allievo sale in sella e viene seguito singolarmente da un istruttore federale abilitato”. Ci sono dei requisiti che il bambino dovrebbe avere per fare equitazione? “Nessuno in particolare, semplicemente è importante avvicinare il bambino all’equitazione senza paura, senza spingere e forzare il bambino, ma assecondandone l’interesse per i cavalli”, continua Danilo Bellasia. “L’equitazione non è assolutamente uno sport pericoloso se eseguito nel rispetto delle norme di sicurezza”. Mamme e papà potete stare tranquilli!

Uno sport formativo che stimola concentrazione, equilibrio e riflessi

Giovani Genitori 39

To r i n o - c o rs o V i t to r i o E m a n u e l e I I , 2 4 b i s

A l a s s i o ( S V ) - v i a X X S et te m b re, 4 8


Medicina

GG › l’esperto

Giancarlo Corti

Il centro antiveleni La maggior parte degli avvelenamenti accidentali si verifica a casa

S

Semplici misure di prevenzione riducono il rischio

otto il lavello ci sono un sacco di detersivi: è chiaro che non vanno toccati, ma per i bambini sono solo scatole colorate dal profumo strano. In ogni abitazione c’è una grande varietà di sostanze che può rappresentare un pericolo mortale in caso di ingestione e la maggior parte degli avvelenamenti accidentali interessa i bambini al di sotto di 6 anni, con particolare frequenza nei più piccoli, da 1 a 3 anni, che hanno l’abitudine

40 Giovani Genitori

di portare alla bocca ogni cosa. Il rischio di avvelenamento si riduce mettendo in pratica delle semplici misure di prevenzione: controllare che tutti i prodotti potenzialmente pericolosi siano custoditi in armadi chiusi o fuori della portata dei bambini. Evitare di travasare prodotti al di fuori dei contenitori originali. Gettare regolarmente i farmaci scaduti. Conservare i prodotti chimici pericolosi lontano dai cibi. Conoscere le piante per sapere se sono velenose.

Tenere pesticidi e altre sostanze da giardinaggio fuori dalla portata dei bambini. Controllare ogni anno (prima dell’uso) lo stato dell’impianto di riscaldamento autonomo. Se - nonostante queste precauzioni - si verifica una intossicazione bisogna chiamare subito il 118. Per rispondere a dubbi e domande, a Torino è attivo il Centro Antiveleni delle Molinette. Segnate questi numeri sull’agenda: 011 6637637 e 011 6336451.


GG › l’esperto

Zona Verde Ugo Finardi

Dei nitriti e delle ammine I composti organici che si formano nell’apparato digerente in reazione ai nitriti (conservanti) sono a rischio

U

na lettrice ci chiede di saperne di più sulle nitrosammine, i composti azotati per i quali è stata riscontrata una correlazione con i tumori dell’apparato gastrico e perciò ritenuti cancerogeni. Dal punto di vista strettamente chimico le nitrosammine (il nome corretto è N-nitrosammine) si formano attraverso la reazione di un nitrito (che è uno ione azotato e non ha nulla a che vedere con i cavalli) con una ammina secondaria, ovvero una molecola formata da un atomo di azoto a cui sono legati un atomo di idrogeno, da una parte, e due catene di carbonio variamente configurate dall’altra. In particolare la reazione di formazione avviene in ambiente acido: da qui la preoccupazione della lettrice, data dal fatto che uno degli ambienti acidi che possono favorirne la formazione è il nostro apparato digerente. Le ammine secondarie sono presenti nel nostro corpo in quantità ragguardevole, per esempio nelle proteine; i nitriti, invece, devono arrivarci in qualche modo. È da notare che i nitriti non sono certo salutari, almeno in grandi quantità, e la loro presenza negli alimenti è regolamentata per legge.

Nelle acque potabili la quantità massima in cui possono essere presenti è di 0,5 milligrammi per litro, ma se ce ne sono meno è meglio: i nitriti infatti sono presenti a causa della riduzione dei nitrati a opera di batteri presenti nelle acque. Anche negli alimenti i nitriti possono essere presenti in vario modo. Innanzitutto perché i nitrati vengono utilizzati come concimi e potrebbero, in linea teorica, essere ridotti a nitriti e risalire la catena alimentare se non vengono metabolizzati dai vegetali. Ma soprattutto (e questa è la sorgente che preoccupa la lettrice) vengono utilizzati come conservanti: sono infatti in grado di prevenire lo sviluppo del pericolosissimo Clostridium Botulinum, responsabile del mortale botulismo. Inoltre vengono utilizzati negli insaccati perché contribuiscono al mantenimento del colore rosso della carne anche se questa viene stagionata. Anche in questi casi il loro uso è regolamentato per legge. La legislazione italiana è più restrittiva di quella di altri Paesi europei e consente l’utilizzo di nitriti unicamente nelle carni. Questo significa che, mangiando carne (in

particolare alcuni tipi di carni, per esempio gli insaccati) si assume anche una certa quantità (piccola per legge) di nitriti. Questi nitriti, come abbiamo detto, potrebbero reagire con le ammine che trovano nel nostro apparato digerente per dare origine alle nitrosammine. Se tutto questo possa essere davvero pericoloso è, ovviamente, molto difficile da stabilire. Posto che le nitrosammine sono legate con molta probabilità all’insorgenza dei tumori dell’apparato digerente, è difficile dire se i nitriti che assumiamo nella nostra dieta diano origine a una quantità di nitrosammine sufficiente a essere pericolosa. I fattori che contano sono molteplici, a partire dal nostro patrimonio genetico (e quindi dalla predisposizione personale a sviluppare certi tipi di tumore) alla capacità del nostro intestino di far reagire ammidi e nitriti, fino naturalmente alla nostra dieta e quindi alla quantità di sostanze che assumiamo. Come tutti sanno, quando si trattano questi argomenti è difficile dare norme assolute che valgano per tutti e l’unica soluzione sensata è consigliare moderazione nell’alimentazione, nello stile di vita e anche nell’allarmismo.

La legge italiana è restrittiva e consente l’utilizzo di nitriti unicamente nelle carni

Giovani Genitori 41


L’avvocato Francesca Galdini

Calcio, tennis, beach-volley, basket, piscina, equitazione ma anche studio della lingua inglese divertondosi Educazione al rispetto di sé e degli altri, un’alimentazione sana e corretta e tanto, tanto altro ancora... DISPONIBILITÀ DI BUS NAVETTA DA PUNTI DI RACCOLTA DEFINITI

APERTO TUTTI I GIORNI

Formula CAMP Arrivo la domenica e partenza il sabato - pensione completa -

Formula DAY Dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle18.30

SCONTO DEL 15% PER TUTTI I NUOVI ISCRITTI DAL 18 GIUGNO AL 7 SETTEMBRE

VENITE A CONOSCERCI QUANDO VOLETE! Via dei Campi Sportivi 1, San Gillio - TO (Tangenziale Nord, uscita San Gillio) tel. 011 9840476 - cell. 366 7133166 - info@icc-italia.it www.icc-italia.it

Separarsi Gentile avvocato, il mio compagno e io ci stiamo separando dopo quindici anni di convivenza. Abbiamo una casa acquistata insieme e due bambini piccoli. Per il momento abbiamo trovato una soluzione temporanea, lui è andato a vivere nell’appartamento di un amico che è via per alcuni mesi. I figli stanno con lui un paio di giorni alla settimana, ma al momento non abbiamo stabilito regole, viviamo un po’ alla giornata, cercando di non far troppo pesare la situazione ai piccoli. Mi chiedevo come procedere per formalizzare la cosa, soprattutto nei confronti dei bambini, per tutelarci tutti quanti. Preciso che lavoriamo entrambi e che abbiamo sottoscritto un mutuo in comune sulla casa di nostra proprietà. La ringrazio per la sua risposta, Anna Cara Anna, sono felice che per il momento abbiate trovato una soluzione pacifica, soprattutto per il bene dei figli; tuttavia le consiglierei di rivolgersi al Tribunale dei Minori per regolamentare al meglio la tutela dei bambini, i quali verosimilmente verranno affidati a lei con il diritto di visita del padre. In concreto la divisione potrebbe articolarsi in questo modo: a fine settimana alternati, se in età scolare, i bambini potranno stare con il papà dal venerdì all’uscita da scuola fino al lunedì mattina quando lo stesso ve li riaccompagnerà; se si tratta di bambini molto piccoli, si potrebbe pensare di lasciarli con il padre dal sabato mattina alla domenica sera, quando li riaccompagnerà presso la casa materna; nelle settimane in cui i bambini rimarranno con la madre anche nel weekend, il padre potrà tenerli presso di sé un giorno a settimana dall’uscita da scuola fino alla mattina successiva. Durante le vacanze estive i bambini potrebbero trascorrere un periodo di quindici-venti giorni con ciascun genitore; una settimana durante le vacanze natalizie (facendo in modo di festeggiare, ad anni alterni, il Natale o il Capodanno); Pasqua e Pasquetta normalmente vengono festeggiati ad anni alterni, al fine di evitare che i bimbi trascorrano un giorno qui e l’altro là. Il tutto, ovviamente, deve essere valutato alla luce degli impegni lavorativi di entrambi i genitori. Da quanto mi dice desumo che siate entrambi economicamente indipendenti e che lei non abbia bisogno di un contributo dal suo compagno a titolo di alimenti. Per quanto riguarda i bambini, solitamente il genitore più forte economicamente versa all’altro una somma mensile a titolo di contributo per il mantenimento. Tutte le altre spese (ludiche, sportive, scolastiche e sanitarie, non coperte dal SSN e documentate) saranno divise al 50% tra lei e il suo ex compagno. Tasto più delicato è quello che riguarda la casa in comproprietà: dovrete seriamente valutare se mantenerla con le relative spese, ivi incluso il mutuo, oppure procedere alla divisione.

42 Giovani Genitori


GG › l’esperto

L’educatrice Stefania Moriondo

Il concetto del no L’apprendimento ha bisogno di tempo e ripetizioni Gentile dottoressa, quando guardo la mia piccola Alice, che ha 7 mesi, mi chiedo se è già in grado di percepire, anche in modo rudimentale, quello che va bene o non va bene fare. A che età i bambini incominciano a capire il no? Lara Cara Lara, la sua bimbetta non è ancora in grado di comprendere la parola “no”, e come tutte le acquisizioni che avvengono durante l’infanzia, si tratta di un processo che richiede tempo e gradualità. Alice a 7 mesi sperimenta la negazione nella quotidianità: quando piange e non può essere presa subito in braccio oppure quando ha fame e la pappa si sta scaldando, sta ricevendo una risposta negativa alla sua richiesta e deve aspettare. Molto intuirà dal tono della vostra voce e dall’espressione del viso, mettendosi a piangere se vi percepisce contrariati. Il periodo dello svezzamento, che avviene di norma proprio intorno ai sei mesi, fornisce al bambino la prima tappa importante del processo di separazione dalla madre: per alimentarsi il bimbo starà seduto di fronte a lei e non più in braccio e utilizzerà un cucchiaino; inoltre la pappa arriverà secondo i tempi decisi dalla madre e non in base al suo ritmo di suzione. L’intervallo tra il pianto e la soddisfazione del bisogno è essenziale per lo sviluppo del bambino perché gli fa comprendere che lui è un essere distinto dai genitori e lo aiuta a imparare a tollerare piccole frustrazioni. A quest’età i genitori non possono aspettarsi che il bam-

bino capisca che non si butta per terra il cucchiaio o che non deve ciucciarsi la manica della tutina, anche perché alcuni comportamenti che a noi sembrano da correggere sono in realtà funzionali per il suo sviluppo. Proprio perché l’apprendimento ha bisogno di tempo e ripetizioni, i genitori devono comunque spiegare perché una cosa non si fa ogni volta che si presenta l’occasione. Intorno ai 10 mesi, probabilmente, Alice avrà imparato il significato del no, ma lo saprà utilizzare solo in modo non verbale: la vedrete scuotere con decisione la testa se una persona con cui ha poca confidenza vuole prenderla in braccio o se ha deciso che non ha più fame. Lo sviluppo del linguaggio va di pari passo con quello delle sue capacità motorie: tra i 10 e i 18 mesi il bambino gattona e fa i primi passi, va in giro per la casa, tocca tutto, porta alla bocca qualunque oggetto, cerca di arrampicarsi e di tirar giù oggetti più o meno preziosi dagli scaffali. L’autonomia acquisita e il suo desiderio di esplorare costringono i genitori a trascorrere la maggior parte del tempo a proteggerlo dal pericolo. Ogni giorno si sentirà dire decine di no: non sempre ne capirà il perché e talvolta i rimproveri gli sembreranno anche divertenti, ma poco alla volta si impadronirà della parola e inizierà a usarla per autoaffermarsi e per opporsi al volere degli altri. Le prime parole che ha appreso, vere o di sua invenzione, si riferivano a persone e oggetti importanti, ma quando saprà utilizzare il “no” avrà compiuto una grande conquista, padroneggiando il primo vero concetto astratto che non trova una corrispondenza nella realtà.

Utilizzare il no significa conquistare il primo vero concetto astratto

Giovani Genitori 43


GG › l’esperto

Viaggi Marina Gellona

Scambiamo casa? Alla scoperta di un modo poco conosciuto di viaggiare con i bambini

C’

Scambiare casa è un incontro di mondi

44 Giovani Genitori

è chi gira il mondo senza mai prenotare un albergo. Si può? Sì, scambiando abitazione con persone e famiglie di ogni paese, perché lo scambio ha una dimensione mondiale. Basta dare un’occhiata ai due siti più popolari - www.homelink.it e www.scambiocasa.com - per accorgersi delle migliaia di famiglie, in 147 stati diversi, che mettono la propria casa a disposizione per uno scambio. Di una semplicità sconcertante. Tu vieni a casa mia e io vengo a casa tua. Simultaneamente. Ci racconta il senso di questa esperienza Cristina Vezzaro, traduttrice, scrittrice, blogger (“In viaggio con i bambini”, www.lacrizzi.blogspot. com) e mamma di due bambini, che ha effettuato ormai quasi 40 scambi. Che cos’è lo scambio di casa e come si fa? “Per prima cosa - risponde Cristina - bisogna iscriversi a un buon sito. Il costo di iscrizione è contenuto (tra i 70 e i 100 euro l’anno) dopodiché si crea un profilo con una descrizione di sé, della propria casa e della città in cui si vive, possibilmente aggiungendo tante foto. Poi si inizia a scrivere e a ricevere proposte”. E funziona? “Eccome se funziona. Non sempre si accetta, non sempre si hanno risposte affermative, ma di scambi a buon fine ce ne sono tanti, con reciproca soddisfazione”. Quanto costa scambiare casa? “A parte l’iscrizione al sito, zero. È

uno scambio”. Come è cambiato il tuo modo di viaggiare? “Sono traduttrice, quindi viaggio tanto da sempre. Con lo scambio casa il mio modo di viaggiare è cambiato in qualità e quantità. Abitare nella casa di una persona del posto in cui vado, sia per vacanza o per lavoro, è più simile all’esperienza del vivere altrove che del viaggiare da turista. Inoltre, si viaggia di più, perché è più bello e più economico”. Si può fare con i bambini? “Il primo scambio che ho fatto è stato nel 2005, mentre aspettavo la mia seconda figlia e il primo aveva due anni e mezzo: i miei sono nati e cresciuti con l’abitudine dello scambio casa. E dello scambio di passeggini, anche! E sai che cosa dicono, ora che sono un po’ più grandicelli? ‘Noi abbiamo tante case in tutto il mondo’. Alloggiare coi bambini in una casa attrezzata e personalizzata dalla famiglia che l’ha plasmata per starci bene ogni giorno, è meraviglioso. Questa casa non è un albergo! E meno male: i bimbi hanno spazi di libertà maggiore, giochi a disposizione, libri. Negli anni ho notato quanto ogni diversa casa ha risuonato nei miei figli e in me in modo nuovo e anche nelle relazioni tra noi. Ogni casa ci ha fatto scoprire altri modi di stare insieme, di essere, di esprimerci. Se ogni viaggio è un viaggio dentro di sé, un viaggio in famiglia con lo scambio casa è un viaggio dentro le relazioni”. Ci racconti dove sei stata? “In

moltissimi posti! In Italia a Roma, Genova e poi più volte a Parigi, Londra, Madrid, Berlino, Nizza, Friburgo, Oslo, New York diverse volte, Cape Cod, San Francisco, Washington, Seattle, Vancouver”. Cosa rispondi a chi ti chiede: come fai a fidarti a lasciare casa tua a degli estranei? “Quando racconto dello scambio casa di solito ci sono tre reazioni. O le persone se ne innamorano subito, o dicono che loro non lo farebbero mai o dicono bellissimo ma io non potrei mai farlo. Io penso che in uno scambio alla pari tu senti che entrambi i partner dello scambio hanno lo stesso spirito di rispetto e apertura. Io sento che dando fiducia, ricevo fiducia. Alla pari. Certo, poi c’è una procedura, consigliata dal sito a cui sono iscritta, ma anche intuitiva. Prima di decidere se scambiare ci si scrive, ci si può anche sentire per telefono, sondare un po’ chi c’è dall’altra parte: bastano poche parole per capire se si è sulla stessa lunghezza d’onda. Inoltre, mi piace dire, perché lo penso profondamente, che scambiare casa più che uno scambio di oggetti e di spazi è un incontro di mondi. Sono nate diverse amicizie da questi scambi, con alcune famiglie ci siamo ritrovati altrove, ci siamo tenuti in contatto. Una ragazza di San Francisco, con cui avevo scambiato casa, un giorno mi scrive e mi dice: vuoi venire un weekend a Parigi con me? Certo, le ho detto. E da viaggio nasce viaggio. E chi si ferma più?”.


GG › l’esperto

Viaggi

IN breve La Loira in bici

Asini e verde

Un ricordo che rimarrà nel cuore: il tour dei castelli della Loira in bicicletta. Perfetto per le famiglie, con bambini di ogni età, perché si svolge tutto su piste ciclabili o strade a bassissimo traffico. Lo organizza Girolibero, tour operator specializzato, offrendo la possibilità di partire da soli o con l’accompagnatore. www.girolibero.it

Voglia di Umbria e di trekking? All’interno del Parco Naturale dei Monti Sibillini si cammina a fianco degli asinelli, perfetti per muoversi a ritmo lento e non pensare ad altro che alla vacanza. A tutto il resto (ospitalità, pasti e quadrupedi) pensano le strutture del parco, con tanta passione per l’accoglienza e l’ospitalità. Gli Asini di Norcia Via Circonvallazione, 36 Norcia (PG) Tel. 0743 828412 www.umbriatrekking.it

Giovani Genitori 45

Tradizioni di sapori e nuove combinazioni!

La scelta del chilometro zero La QUALITÀ è nelle carni sceltissime: i migliori vitelli selezionati nelle piccole stalle di Carrù e dintorni. La GENUINITÀ è nell’ampia scelta di salumi e produzioni artigianali. PER I PIÙ PICCOLI prepariamo le mono porzioni di carne da svezzamento, l’alternativa biologica all’omogeneizzato e sfiziosi fiorellini-caramelle-faccine di carne e verdura. SI FONDONO VISTA E GUSTO nelle numerose proposte di “PRONTI A CUOCERE” preparati freschi ogni mattina.

C.so De Gasperi, 28/A Torino Tel. 011 595423

Solo pollo


GG › l’esperto

Tecnologia Catia De Bacco

Il diario del bebè Pappe e nanna, con un’app è tutto online

Il diario del bambino si tiene sullo smartphone o sul tablet

Non si capisce l’importanza del diario mamma-bambino finché non se ne sperimenta la necessità. Non bisogna pensare al poetico libro con la copertina a quadretti, la cicogna e il fiocco azzurro. In accordo con l’era digitale, il diario si tiene sul telefonino o sul tablet e - soprattutto - si condivide con amici e parenti invitati a leggere, scrivere, aggiungere foto e video. Diari ce ne sono tanti. HiBaby (www.hibaby.biz) è italiano, cartaceo, online, per telefonino e tablet e tiene traccia di tutti i momenti speciali a partire dai primi giorni di vita del bambino. A che ora l’ho allattato? Quando l’ho pesato l’ultima volta? Quali giochi preferisce? Per le mamme che hanno scritto queste preziose informazioni ovunque

46 Giovani Genitori

capitasse, su foglietti poi irrimediabilmente perduti, è un valido alleato, con il plus di essere sincronizzabile con tutti i device. Il che è utile, particolarmente utile, quando bisogna andare dal pediatra, perché le informazioni che si possono archiviare sono molte: poppate, biberon, cambio pannolini, pappe, nanne, peso, lunghezza, visite mediche, traguardi importanti dello sviluppo, appuntamenti in agenda e ogni altra notizia interessante. In più fornisce i consigli di un pediatra a cui le mamme possono rivolgersi direttamente dalla App (ogni mese riceve risposta la domanda più gettonata). Ottimo anche come idea regalo. HiBaby è solo per iPhone e iPad e costa 2,39 euro.


GG › l’esperto

Libri

Bestiario baby Quando sono gli animali a insegnare le regole ai bimbi • Chi farà sorridere di nuovo la balena triste? Un pesciolino riesce nell’ardua impresa tra capriole, faccine strane e solletico. Per i bebè. BALENA SERENA di Eric Battut Bohem Press - 13 euro • È nata una bimba e gli animali del bosco, a turno, le aprono gli occhietti, le rimboccano le coperte, la fanno sorridere e le raccontano storie. LA STORIA DELL’ORSO di Matteo Righetto illustrazioni di Valentina Miozzo Panda - 8,50 euro • È la storia di un mammut che, chissà come, finisce nel frigorifero di una famiglia: mamma e papà non ne vogliono sapere, ma la bimba decide di salvarlo dalla caccia che si è scatenata in città. UN MAMMUT NEL FRIGORIFERO di Michaël Escoffier illustrazioni di Matthieu Maudet Babalibri - 12 euro • All’inizio tutti i gatti del quartiere sono neri, poi prevalgono i bianchi, quindi i rossi: non è meglio essere tutti diversi e mescolarsi insieme? GATTI NERI GATTI BIANCHI di Anna Cerasoli illustrazioni di AnnaLaura Cantone Editoriale Scienza - 12,90 euro

Mini recensioni Viola, 8 anni

• Fernando è diverso dagli altri tori perché non è combattivo, ama annusare i fiori e starsene seduto sotto una quercia. Ma quando lo punge un’ape la sua vita cambia. LA STORIA DEL TORO FERNANDO di Munro Leaf illustrazioni di Robert Lawson Excelsior 1881 - 12,50 euro • Un giorno arriva in città un essere strano: è un lupo tutto rosso e fa cose diverse dagli altri. Ad esempio fischia, fischia e a forza di fischiare... LA CITTA DEI LUPI BLÙ di Marco Viale Giralangolo EDT - 13,50 euro • Come si superano i conflitti tra esseri di colore diverso lo sanno bene le famiglie di pesci protagoniste di questa storia. Rosso e azzurro stanno bene insieme! PESCI ROSSI, PESCI AZZURRI di Pier Luigi Coda illustrazioni di Antonio Vincenti Effatà - 7 euro • Il classico delle avventure della giungla, con la storia del cucciolo d’uomo Mowgli allevato dai lupi e amato da pantere e orsi, che sconfiggerà la tigre Shere Kan. IL LIBRO DELLA GIUNGLA di Rudyard Kipling Giunti Junior - 7,90 euro

“Se vedi pipistrelli volare di giorno non stupirti, qui succede!” LE STRAMBE STORIE DELLA FAMIGLIA TESTAINGIU’ di Antonella Pandini e Carla Manea - San Paolo - 13 euro

Giovani Genitori 47


GG › l’esperto

Arte e design Karin Gavassa - Curator - blog: http://paneciliegia.wordpress.com/

Le foto di Cartier-Bresson

L’ Le grandi foto del Novecento in mostra a Palazzo Reale

occasione per visitare Palazzo Reale ci viene dalla mostra dedicata a Henri Cartier-Bresson, il celebre fotografo spesso definito “l’occhio del secolo”. Cartier-Bresson è stato capace di ritrarre con la stessa intensità avvenimenti di portata storica così come persone anonime. Secondo la sua idea di fotografare (ovvero “porre sulla stessa linea di mira la testa, l’occhio e il cuore”) ha immortalato momenti fondamentali per la storia del Novecento: la Cina alla fine del Kuomintang, il funerale di Gandhi, il campo di deportazione di Dessau in Germania nel 1945, ma anche la gente comune, trasformando la fotografia in un modo di vivere. È interessante osservare le reazioni dei bambini di fronte alle foto. Mia figlia, per esempio, è della generazione che identifica le foto stampate come disegni, perché la foto

vera e propria è quella digitale. Il bianco e nero li sorprende, ma superati i dubbi sul mezzo fotografico, ammiriamo le oltre cento immagini, scattate fra i primi anni ‘30 e la fine degli anni ‘70, soffermandoci soprattutto sugli scatti del quotidiano, volti, luoghi, soggetti anonimi eppure così capaci di raccontare storie che vengono da lontano. Bello poi il contrasto tra le sale storiche di Palazzo Reale e le immagini contemporanee delle foto che fanno parte del nostro immaginario, spesso senza saperlo, e diventano delle felici scoperte (Cartier Bresson aveva infatti fondato l’Agenzia Magnum Photos, con Robert Capa e David Seymour, nel 1947). Concludiamo con una visita alle Sale storiche, fantasticando di re e regine. Infine ci concediamo una tranquilla merenda nel Caffè Reale, già adibito a Regia Frutteria e Biblioteca. La mostra è aperta fino al 9 settembre.

48 Giovani Genitori

Eccellenza nel riposo,

eccellente qualità della vita. Tradizione manifatturiera e innovazione tecnologica per prodotti d’eccellenza.

Secilflex, da vera esperta in materiali di riposo, garantisce il piacere di dormire per esaltare il piacere di vivere.

Via Bologna, 101 - Torino Tel. 011 19780413 chimenti.morfeus@live.it www.materassimorfeustorino.com


Cinema e home video

GG › l’esperto

Mario Bettas Valet

Lorax - Il guardiano della foresta

L

orax - Il guardiano della foresta è il nuovo film d’animazione della Universal Pictures. La storia prende spunto dal racconto scritto e disegnato da Theodor Seuss Geisel nel 1971, uno dei più apprezzati autori di libri per ragazzi e vincitore, proprio per il suo costante apporto alla letteratura per bambini, del premio Pulitzer nel 1984. Il giovane Ted vive in una città senza natura e senza alberi. Malgrado l’ambiente artificiale e asettico il dodicenne sogna di poter conquistare un giorno Audrey, la sua amica del cuore. Quando la ragazza gli confessa il desiderio di vedere finalmente degli alberi veri, Ted non esita a mettersi in viaggio per scoprire se è vera la leggenda di un misterioso guardiano della foresta. Partito verso le terre dove prosperano i boschi di Lecci Lanicci si imbatterà in Onceler, uno strambo personaggio che gli racconterà la storia di Lorax, una burbera creatura che

ha a cuore le sorti di tutti gli alberi della terra. Il lungometraggio diretto da Chris Renaud e Kyle Balda è una favola ambientalista dove l’amore e il rispetto per la natura rappresentano i punti cardinali entro i quali si muovono e agiscono, nel bene e nel male, tutti i personaggi della storia. Il film smaschera, inoltre, l’avidità degli uomini e i danni che possono causare in nome del progresso. Non solo gli sceneggiatori si sono rifatti al lavoro del Dr Seuss (preudonimo del celebre scrittore) ma anche gli ideatori dell’animazione si sono ispirati ai tratti distintivi dei suoi disegni, ricalcandone lo stile grafico e cromatico. Il risultato è eccellente e i primi riscontri al botteghino Usa sono stati più che positivi: nelle prime settimane di programmazione ha totalizzato ottimi incassi tanto da balzare in cima ai film più visti. Il cartone animato è piacevole e adatto a un pubblico di tutte le

età. In uscita anche nella consueta veste tridimensionale. Ma la storia di Lorax non arriva solo nei cinema. Per la Giunti, nella collana Junior, il racconto del Dr Seuss è disponibile ora anche in libreria. Nel sito del film, invece, oltre alle pagine dedicate alla presentazione della storia e dei personaggi, si trovano alcuni preziosi e semplici suggerimenti su come sia possibile diventare amici dell’ambiente: dal consumare prodotti locali al preferire alimenti conservati in contenitori di vetro e con imballaggi ridotti. Lodevole.

Dvd e Blu Ray Disc Giugno si prospetta come un mese ricco di uscite per l’home theatre. Da segnalare l’arrivo sugli scaffali delle videoteche della trilogia jurassica in alta definizione. Stiamo parlando di Jurassic Park, creazione di Steven Spielberg che compirà, tra poco, 20 anni dall’arrivo in sala del primo capitolo. Da non perdere, per tutti gli appassionati di velociraptor, tirannosauri e compagnia. Restando sul tema “mondi perduti” esce in blu ray anche Viaggio nell’isola misteriosa, film avventuroso piacevole, ma niente di più. Sul fronte commedie in arrivo il carino Diario di una schiappa 2, riuscito sequel sui problemi adolescenziali del giovane Greg, un anno dopo. Previsto in dvd e blu ray disc. Doppia uscita, dvd e alta definizione, anche per Qualcosa di straordinario, storia d’amore ambientata sul mare, tra spettacolari fondali oceanici e colossali balene da salvare.

Giovani Genitori 49


GG › l’agenda

Spettacoli

NOfest!

B

imbi, siete rock? A fine giugno arriva la quarta edizione del NOfest!, festival dedicato alle realtà indipendenti musicali, editoriali, grafiche da tutto il mondo: e voi siete invitati. Portate anche i vostri genitori, eventualmente… perché qui è sempre più a misura di famiglia: sono in scaletta laboratori pomeridiani sul suono per bimbi da 4 a 12 anni a cura del Collettivo 4.33 che vedranno coinvolti alcuni musicisti presenti al festival. Musica Maestro! con Fabio Battistetti guida alla scoperta e all’ascolto dei suoni di oggetti e materiali usati tutti i giorni, fino a inventare nuovi e divertenti strumenti con materiali diversi da usare insieme in un concerto finale. Sempre per tutti, baby compresi, il sabato con la stampa serigrafica dal vivo di magliette e il wall painting, la domenica con la battaglia tra fumettisti che è un ring di carta per disegnatori professionisti e non, le installazioni permanenti, la spiaggia urbana e l’area merchandise. Pance placate nell’area verde dove ci saranno grigliate di carne e vegetariane o al risto-point (dotato di wi-fi, per genitori tecno-logici). NOfest! è 3 palchi, 40 gruppi con 40 esibizioni, djset in e outdoor: tanto per citarne alcuni, ci sono Starfuckers, Neo, OvO, Orfanado e Rella The Woodcutter, Isobel, Lakes, Bokassà, Everybody Tesla e Luca Sigurtà. Precisazione: unica esibizione non adatta a voi bimbi, perché comincia tardi e finisce presto, è il Freak Show, l’assurdo circo rock’n’roll di performer e musicisti che girano per l’Europa con vecchi caravan e tendone da circo. Il tutto pagando quanto si ritiene giusto, a offerta libera (secondo la filosofia up2you).

22, 23 e 24 giugno - NOFEST! 23 e 24 giugno, pomeriggio - MUSICA MAESTRO Spazio 211 - Via Cigna, 211 - Torino Per informazioni: tel. 011 19705919 - www.nofest.org

L’Isola dei Bambini Quest’anno la rassegna di teatro per bimbi ideata da Nonsoloteatro è alla 14a edizione, e da mercoledì 27 si parte! Tutti al parco Corelli di Pinerolo, prima per partecipare a laboratori e animazione, dalle 20 alle 21.30, poi per gustare tanti spettacoli. Tra le attività negli spazi di animazione ci sono un atelier di materiali di recupero, un gioco del circo e animazione creativa sulla narrazione (in più c’è anche L’angolo del libro, a cura della Biblioteca Ragazzi di Pinerolo). Tra gli spettacoli inaugura il 27 Cenerentola del savonese Teatrino dell’Erba Matta; a luglio arrivano i torinesi Stilema con Canzoncine alte così, il 3, e Il Baule Volante di Ferrara con lo spettacolo Il sogno di Tartaruga. Ma il programma prosegue… fino al 12 luglio: restate sintonizzati! Biglietto unico: 4 euro a serata per adulti e bimbi sopra i 3 anni.

50 Giovani Genitori

Mercoledì 27 giugno - ore 20 - SPAZI DI ANIMAZIONE - ore 21.30 - CENERENTOLA Martedì 3 luglio - ore 20 - SPAZI DI ANIMAZIONE - ore 21.30 - CANZONCINE ALTE COSì Giovedì 5 luglio - ore 20 - SPAZI DI ANIMAZIONE - ore 21.30 - IL SOGNO DI TARTARUGA

Parco dell’Istituto Musicale Corelli Via Dante Alighieri - Pinerolo (TO) Per informazioni: Nonsoloteatro, tel. 0121 323186 www.nonsoloteatro.com

Bimbi nel teatro Estate in scena è l’Estate Ragazzi sotto forma di laboratorio teatrale di Casa del Teatro Ragazzi e Giovani, va da giugno a luglio ed è per 6-12enni. La Scuola di Teatro per Ragazzi, a cura di Luigina Dagostino, è invece un corso intenso e intensivo annuale, da ottobre a giugno: si impara a recitare, fare le scenografie e integrarsi collaborando con i compagni. A giugno ci sono i saggi della Scuola. A ingresso gratuito.

Sabato 2 giugno LA BELLEZZA DEL RE (corso 7 - 10 anni) INCOMPRESO (laboratorio bimbi - genitori) BATTICUORE (corso 7 - 10 anni) Domenica 3 giugno PINOCCHIO (corso 11 - 13 anni) Mercoledì 13 giugno I TRE MOSCHETTIERI (corso 14 - 18 anni) Giovedì 14 giugno 68-12 (corso avanzato) Da lunedì 18 giugno a venerdì 27 luglio ESTATE IN SCENA Casa del Teatro Ragazzi e Giovani Corso G. Ferraris, 266 - Torino Tel. 011 19740280 www.casateatroragazzi.it


GG › l’agenda

Spettacoli

Mirabilia 2012 di Federica Ferraresi arà una rassegna “mirabiliosa”, quella in programma a Fossano da mercoledì 13 a domenica 17 giugno. Per la gioia di spettatori grandi e piccini prende il via, anche quest’anno, il Mirabilia International Circus & Performing Arts Festival, anche detto (per chi ama la brevità…) MICPAF. La manifestazione, ambientata negli spazi urbani fossanesi, è unica in Italia per numero e qualità degli spettacoli (si contano oltre 68.000 partecipanti nel 2011) e può dirsi parte, a pieno titolo, del circuito dei grandi eventi internazionali di spettacolo dal vivo, come Avignone. “Mirabiliosi” sono infatti anche i numeri di questa sesta edizione: 5 giorni

S

di spettacoli, 2 chapiteaux, 2 teatri, 15 aree spettacolo, 7 coproduzioni, 22 prime e 27 compagnie europee nella sezione principale “In”. Anche i generi proposti dalle performance saranno molteplici: si andrà dal circo contemporaneo al teatro di strada, dal teatro di figura alla danza urbana e alla musica. Sono inoltre previsti, tra i vari eventi collaterali in programma, una mostra fotografica, un mercatino artigianale e visite guidate al centro storico della città.

Da mercoledì 13 a domenica 17 giugno Fossano (CN) Per informazioni: info@festivalmirabilia.it www.festivalmirabilia.it

Autoporto Pe Pescarito escarito • corso Lombardia 24 • San Mauro T.se (TO) • Tel. 011 2740980 - Fax 011 6993 6993751 3

asilo nido 6-36 mesi • scuola dell’infanzia paritaria 3-6 anni

AGRIGELATERIA SAN PÈ LA PRIMA E L’ORIGINALE E POI CI SONO LE IMITAZIONI!

presso l'Azienda Agricola in Cascina San Pietro 29/A - Poirino (TO) Tel. 011 9452651- Fax. 011 9449823 info@agrigelateria.eu - www.agrigelateria.it

ORARIO COMPRESO TRA LE 7.30 E LE 18.30 Aperto tutto l’anno (agosto a richiesta) CORSO DI INGLESE compreso nella retta dai 12 mesi ai 6 anni LABORATORIO DI MUSICA facoltativo da 12 a 36 mesi, compreso da 3 a 6 anni

UN SABATO AL MESE festa a tema con cena e animazione o laboratori il pomeriggio e tante altre attività stimolanti FESTE A MISURA DI BAMBINI per compleanni e ricorrenze con animazione in sede o domicilio

CUCINA FRESCA con attenzione a intolleranze alimentari

NUOVO SITO con foto dei bimbi

www.bimboporto.it • info@bimboporto.it

Vota anche tu il più simpatico!

Giovani Genitori 51


GG › l’agenda

Cultura

Alla Manifattura Tabacchi

L’

8 giugno inaugura Un’estate di mostre, cinema, musica, teatro, incontri e Manifattura Tabacchi diventa un polo culturale, uno spazio “di” e “per” i cittadini che l’Associazione Culturale Ladiesbela (Lorena Tadorni e Karin Gavassa) apre al pubblico dal venerdì alla domenica, dalle 16 alle 19. Parte dunque l’8 MANIFATTURAMOSTRE con The Orwell Project, innovativo progetto multimediale di Hasan Elahi che lo ha reso perennemente tracciabile dopo un’accusa infondata di terrorismo in seguito agli attacchi dell’11 settembre 2001, e la mostra Terre Gaste. Cinque fotografi sulle rive della città (Federico Botta, Fabrizio Esposito, Rosalia Filippetti, Gianni Fioccardi, Giulio Lapone), una no man’s and sulle sponde della Stura. Il 15 l’appuntamento è con MANIFATTURAMUSICA e si presentano le proiezioni video e la performance Exxtra ::: Fratelli d’Italia di Milo Smith, I$i Noise & the ExXtra Team. Venerdì 22 è la volta di MANIFATTURACINEMA con il film Sette opere di misericordia di Gianluca e Massimiliano De Serio che si incontreranno dopo la proiezione. Ultima opening di giugno

è il 29 con MANIFATTURALIBRI: c’è la presentazione del libro Di che sogno sei? di Gioia Gottini, dream coach che insegna tecniche per ricordare i sogni, visualizzazione guidata, consigli per l’interpretazione dei sogni. Si prosegue anche in luglio. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Venerdì 8 giugno, ore 18 INAUGURAZIONE THE ORWELL PROJECT / TERRE GASTE Venerdì 15 giugno, ore 21 EXTRA ::: FRATELLI D’ITALIA Venerdì 22 giugno, ore 21 SETTE OPERE DI MISERICORDIA Venerdì 29 giugno, ore 21 DI CHE SOGNO SEI? Manifattura Tabacchi Corso Regio Parco, 42 A - Torino Per informazioni: cell. 339 3222298 347 1575205, ladiesbela@yahoo.it

@ Ivrea, Olivetti A Ivrea continuano gli interessanti laboratori su computer e loro prototipi, macchine da scrivere e calcolo elettronico, trascorrendo a “casa” di Olivetti due ore di attività tecnologic@ ludico-didattica. Costo: 4,5 euro a bimbo. L’ingresso al museo per i genitori è di 5 euro (gratis per i possessori della Carta Musei).

Sabato 2 e domenica 3 giugno, dalle ore 15 alle 19 LABORATORI TECNOLOGIC@MENTE Laboratorio Museo Tecnologic@mente Piazza San Francesco d’Assisi, 4 - Ivrea (TO) Tel. 0125 1961160 - www.museotecnologicamente.it

52 Giovani Genitori

Days of the Dinosaur A Torino Esposizioni, fino al 1 luglio, ogni bimbo può fare un viaggio nella preistoria fra gioco, didattica e divertimento. Si parte dall’era giurassica dove si snoda un labirinto popolato da quarantuno dinosauri a grandezza naturale in 12 scenari diversi. I paleontologi vi sfidano a riconoscere il Giganotosauro, l’Archeaopteryx o il Microraptor, il Brachiosauro, il Triceratopo o il T-Rex. Il tutto è arricchito da un filmato in 3D che racconta la storia della Terra. I più piccoli, poi, ameranno cimentarsi negli scavi per ritrovamenti archeologici, cercare le ossa di dinosauro nascoste sotto la sabbia, pulirle con l’aiuto di professionisti e inserirle in uno scheletro di dinosauro. A fine percorso ogni famiglia può essere immortalata in un set fotografico a tema. Costo: 12 euro (festivo) o 10 euro (feriale) adulti, 10 euro da 2 a 12 anni, gratuito sotto i 2 anni; pacchetto famiglia (2 adulti + 2 bimbi) 38 euro (festivo) o 35 euro (feriale).

Fino a domenica 1 luglio Giovedì e venerdì, ore 14 - 19 Sabato, domenica e festivi, ore 10 - 19 DAYS OF THE DINOSAUR Torino Esposizioni Corso Massimo D’Azeglio, 15 B Torino Per informazioni: tel. 011 535529 - www.radar.it


Cultura

Un’estate a regola d’arte di Brunella Manzardo he i musei del nostro territorio siano sempre più a misura di bambino è cosa nota; il progetto che si avvia nell’estate 2012 è però una piacevole e curiosa novità: dal 15 giugno al 15 settembre, il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea si trasforma in una sorta di grande palestra delle arti contemporanee grazie al progetto Summer school. Prendendo spunto sia dalla piacevolezza del luogo sia dalla propria vasta rete di partnership, il Dipartimento Educazione ha ideato un programma fittissimo di attività, che spaziano dalle arti visive alla danza, dalla musica al teatro, per un pubblico di tutte le età, dai piccolissimi fino ai nonni. I percorsi sono proposti da esperti italiani e internazionali: imperdibili occasioni di scoprire e fare esperienza dell’arte in tanti modi diversi. Promettono di essere decisamente originali i workshop con gli artisti, come L’arte è un tesoro del brillantissimo Sergio Cascavilla - alias Serginho, un laboratorio divertente per bambini e famiglie che coniuga arte, design e cromoterapia a partire dal recupero di oggetti di uso comune. Con l’artista Matteo Rubbi insieme a Marco Enrico Giacomelli, arriverà a Rivoli una tappa del progetto itinerante Bounty che prevede niente meno che la ricostruzione dello storico veliero Bounty in scala 1:1. Il progetto arriva alla Summer school dopo le tappe di Milano, Fondazione Pomodoro; Grenoble, CNAC Le Magasin, e Bergamo, Gamec. La Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani propone un’attività condotta dagli attori Pisci e Buonarota nell’ambito del progetto Favole Filosofiche, Il tempo del bello: un percorso pratico di teatro, gioco e filosofia con i bambini. Diversi laboratori saranno dedicati al recupero e riutilizzo dei materiali in chiave creativa: In… forma di scatola, a cura di ITER e Centro Remida - Centro di riciclaggio creativo di Torino, ha l’obiettivo di creare un grande muro/disegno collettivo componendo insieme scatole riempite di materiali di scarto, in riferimento all’opera di Robert Rauschenberg; Straccio di pace a cura di Carla Crosio è un gioco/arte per la creazione di un enorme tessuto intrecciando stracci e materiali di scarto che ritrovano così una nuova bellezza. Il Dipartimento Educazione di Viafarini, con l’Associazione Paneartemarmellata propone il laboratorio per bambini Flap flap …. ZZZzzzzz per la creazione di “nidi d’artista”. Per maggiori informazioni su queste e altre proposte contattare il Dipartimento Educazione, tel. 011 9565213, educa@ castellodirivoli.org o consultare il sito www.castellodirivoli.org e su Facebook la nuova pagina del Dipartimento Educazione.

C

Giovani Genitori 53

IL CENTRO ESTIVO DEI PARCHI DI TORINO

TANTE NOVIT E PROGRAM À M DIFFERENZIA I TI PER ETÀ!

Dal 14 GIUGNO al 7 SETTEMBRE RUFFINI • 4-14 ANNI Dal 18 GIUGNO al 27 LUGLIO TESORIERA E GAIDANO • 6-12 ANNI PER SCOPRIRE LE NOVITÀ 2012 VISITA IL SITO WWW.POLISMILE.IT INFO E ISCRIZIONI: MARTEDÌ E GIOVEDÌ 9-13/15-19

A.S.D. LAPOLISMILE

Via Mombasiglio, 62 - Torino Tel. 011 352855 - Fax 011 3276224 info@polismile.it


GG › l’agenda

Cultura

Al Borgo

C

i sono: un’attività di lettura di racconti nel giardino del Borgo Medievale aventi come tema conduttore i personaggi dell’immaginario medievale (cavaliere, principessa, drago) + merenda con prodotti locali, il 12 (3 euro adulti, gratis bimbi); e le multi-attività di Vacanze al Borgo per le famiglie che passano l’estate in città, dall’8 giugno al 30 settembre. Si fanno laboratori che avvicinano i bambini da 5 a 10 anni al tema del castello e ai personaggi che lo abitavano. Il 19 si partecipa al workshop sull’evoluzione dei castelli e dei forti, con la costruzione di un castello in miniatura. Martedì 26 invece, si conoscono le abitudini di chi viveva nei castelli, esplorandone le professioni come quella

A Fenestrelle del cavaliere e del signore: da qui si costruiscono un elmo o una corona. - Martedì 12 giugno, ore 17 FAVOLE AL BORGO - A partire da venerdì 8 giugno VACANZE AL BORGO - Martedì 19 giugno, ore 16 UN CASTELLO IN MINIATURA - Martedì 26 giugno, ore 16 UN ELMO O UNA CORONA?

Borgo Medievale Viale Virgilio, 107 - Torino Per informazioni e prenotazioni: tel. 011 4431710-12 - www.borgomedievaletorino.it

Attrezzatevi con pile, peluche e mano nella mano con mamma e papà: si va tutti in visita notturna al Forte di Fenestrelle, con un percorso animato da figuranti in costume. Costo: ingresso 10 euro a persona, ingresso+cena 22 euro a persona. Sabato 16 giugno, ore 21 IL RACCONTO DELLE ANTICHE MURA Forte di Fenestrelle Via del Forte - Fenestrelle (TO) Tel. 0121 83600 www.fortedifenestrelle.com

a Artigianal i r e t a l e Ge

V ia

54 Giovani Genitori

T.se Don B e n o i l rovero, 6 - Castig


GG › l’agenda

Cultura

GAM per GAM

M

ercoledì 27 giugno la GAM aderisce all’iniziativa di Giorno per Giorno inserita nel programma di Artissima e propone alle 11, nell’Education area un workshop a cura del matematico Michele Emmer rivolto ai ragazzi dei centri estivi. Le bolle di sapone hanno una lunga storia che parte dal Seicento e arriva ai giorni nostri abbracciando la letteratura, la matematica, la scienza, lo spettacolo, l’architettura, la musica e soprattutto l’arte. Alle 18.30 segue una conferenza di Emmer stesso al 1° piano delle collezioni - percorso Informazione - sala Calder - Veronesi - Otto Dix.

Piuma Madama

Mercoledì 27 giugno GIORNO PER GIORNO - ore 11 BOLLE DI SAPONE - ore 18 - 20.30 INGRESSO GRATUITO PER TUTTI - ore 18.30 CONFERENZA MICHELE EMMER

GAM - Galleria d’Arte Moderna Via Magenta, 31 - Torino Per informazioni: tel. 011 4429546/7 www.gamtorino.it

AgriSAPORI Gelateria Formaggi Yogurt Latte fresco

In occasione della mostra dedicata ai pittori Guidobono, Palazzo Madama propone un percorso guidato per famiglie, dedicato ai soffitti e ai decori con splendidi uccelli multicolori: pavoni, falchi, aquile, aironi... Nel laboratorio si realizza una maschera da indossare nella prosecuzione della visita. Costo: ingresso 10 euro adulti, 8 euro ridotto, gratuito fino a 18 anni; attività 4 euro a bimbo. Domenica 17 giugno, ore 15.30 PIUME COLORATE Palazzo Madama Piazza Castello - Torino Tel. 011 4429911 www.palazzomadamatorino.it

Gite in bicicletta per tutta la famiglia Idee, vacanze e gite in bicicletta a Torino, in Italia, in Europa pensate anche per famiglie con piccoli ciclisti

ORARI da martedì a venerdì dalle 15 alle 19 e dalle 20,30 alle 23 sabato e domenica dalle 10 alle 24

AGRISAPORI - Azienda Agricola “La Franca” Strada della Franca, 5 - Pralormo (TO) www.lafrancaagrisapori.it Tel. e fax 0119481883 - Cell. 3398584938 Per consegne su Torino Paola 347 2528923 - salusproject@gmail.com

Corso Tassoni, 50 - Torino - Tel. 011 4372057 info@dueruotenelvento.com www.dueruotenelvento.com

Giovani Genitori 55


Cultura

Festa verde RISTORANTE TE CON AMPIA SA A REA E LUMINOSA AREA GIOCO AL COPERTO. OLTO GIOCHI MOLTO TI E SICURI! DIVERTENTI Solo da FANTASIA NTASIA BIMBI ateria Piccola Gelateria igianale bio, con gelato artigianale ATÈ di EL GELATÈ

FANTASIA BIMBI

Corso Susa 299/B - Rivoli (TO) Tel. 011 19863089 info@fantasiabimbi.it - www.fantasiabimbi.it Stesso parcheggio Auchan di Rivolii

D

omenica 3 giugno a Torino si celebra la giornata Mondiale dell’Ambiente: un percorso tra piazza Castello, piazza San Carlo e via Roma in cui si possono conoscere e sperimentare le buone pratiche ambientali. La Giornata è dedicata quest’anno alla Green Economy e ai temi della mobilità sostenibile, del ciclo dei rifiuti e dell’efficienza energetica. Passeggiando tra le piazze, i partecipanti possono seguire un percorso a tema e scoprire attraverso giochi, laboratori, postazioni multimediali e animazioni come ognuno può contribuire alla salvaguardia del Pianeta e vivere meglio. Grande attenzione alla mobilità ciclabile e sostenibile: si festeggia il secondo anniversario di Tobike e la parata del Bike Pride attraverserà la città, animando con il suo arrivo nel pomeriggio piazza Castello. Belli per le famiglie i laboratori proposti da Iter e Cascina Falchera: Agrigiochiamo con le scatole misteriose e le scatole ficcanaso; Mungiamo la mucca in via Roma! Trattorscontro pedalando tra i ballotti di paglia; Ortoroscopo per scoprire l’ortaggio che è in te.

Per maggiori informazioni: www.csipiemonte.it/3giugno www.comune.torino.it/ambiente

MAO-Estate Nasce in via sperimentale un servizio di attività estive al Museo d’Arte Orientale di Torino, per intrattenere i bambini da 6 a 12 anni con attività ludico-didattiche che facciano così conoscere meglio le sue collezioni. Tanta arte e tanto divertimento alla scoperta dell’Oriente (4 euro al giorno). Il 30 inoltre, c’è musica per tutti con il gruppo di Casablanca Gnawa Barbara, all’interno della rassegna Darbar del MAO (ingresso libero). Per ognuna di queste attività occorre prenotare.

19-20-21 e 26-27-28 giugno, dalle ore 15 alle 17 ESTATE ORIENTALE

Il Gelato Biologico per eccellenza latte proveniente da un allevamento BIO miele di acacia integrale BIO malto di riso BIO- zucchero di canna integrale BIO uova intere BIO - farina di carrube BIO EL GELATÈ C.so Laghi, 9 Bis (zona stazione) - Avigliana (TO) Tel. 380 781 9085

Sabato 30 giugno, ore 16 MUSICA DEL MAROCCO - GNAWA BARBARA MAO - Museo d’Arte Orientale Via San Domenico, 9 - Torino Per informazioni e prenotazioni: tel. 011 4436927 www.maotorino.it

56 Giovani Genitori


A S S O C I A Z I O N E C U LT U R A L E

Cultura

Dove leggiamo?

è

un laboratorio di creatività e lettura per bambini di 5 - 10 anni, ideato e condotto da Giancarlo Caselli, per favorire l’espressività e la socializzazione. Costo: 10 euro. Sabato 9 giugno, ore 16 LAB DI CREATIVITà E LETTURA Golem Bookshop - via Rossini 21 bis - Torino Per informazioni: tel. 011 19503630 Da Propolis ci si può crogiolare nel verde, coccolare gli asinelli e ascoltare le letture animate per orecchie e bocca: Favole a merenda è sì ascoltare fiabe, ma anche fare una merenda sana con prodotti locali (8 euro a bimbo).

Sabato 9 giugno, ore 16 - STA… STA PER STAGNO! Sabato 16 giugno, ore 16 - DALLA PADELLA ALLA PACE Sabato 23 giugno, ore 16 - CANTASTORIA DI DUE TOPI NAVIGATORI E... Sabato 30 Giugno, ore 16 - BISA E BOSA GLI ALTRI INSETTI Fattoria Propolis - strada del Nobile, 86 - Torino Per informazioni: tel. 011 6601591 Il 10 si ascolta la storia di una talpa, a partire dai 4 anni, mentre il 23 si legge a bocca piena, ovvero facendo merenda. Domenica 10 giugno, ore 10.30 - IL PISOLINO DELLA TALPA LUIGINA Sabato 23 giugno, ore 16.30 - L’OMBRELLO ROSSO Libreria Diorama kids’ - via Crevacuore, 14 - Torino Per informazioni: tel. 011 19707135

G I A R D I N O D ’ I N FA N Z I A BIOCENTRICO, LIBERO, PARENTALE PER BAMBINI DAI 2 AI 6 ANNI

Spazio accogliente e luminoso Personale esperto e qualificato ESTATEBIMBI A TORINO E LAURIANO dal 9 al 29 luglio 2012 per bambini dai 3 ai 6 anni

dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17 150 euro a settimana compreso pranzo e due merende al giorno

SETTIMANA RESIDENZIALE A LAURIANO dal 4 al 8 luglio 2012 per bambini dai 4 ai 7 anni

mercoledì 4 luglio: partenza dalla Cascina Groppeto alle 11 domenica 8 luglio: giornata dedicata a bambini e genitori 350 euro + 20 euro per il pranzo della domenica per ogni genitore

Giugno FSRR Alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo amano le nuove generazioni, non solo di artisti, ma anche di uomini: da qui nascono i laboratori domenicali dedicati ai bimbi dai 3 ai 10 anni e sempre ispirati alle mostre in corso. La prossima Domenica al museo è il 17 giugno. Gradita la prenotazione. Costo: 5 euro a bimbo, gratuito per genitori e accompagnatori.

Domenica 17 giugno, ore 15 e ore 16.30 - DOMENICA AL MUSEO Fondazione Sandretto Re Rebaudengo - Via Modane, 16 - Torino Per informazioni e prenotazioni: tel. 011 3797631, dip.educativo@fsrr.org - www.fsrr.org

Giovani Genitori 57

ISCRIZIONI PRESSO

GIARDINO D'INFANZIA via Michele Lessona, 46/6 - ore 21 Per informazioni e prenotazioni telefonare dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 16.30 via Michele Lessona, 46/6 - Torino tel. 011 5361290 - cell. 339 7654243 o.org lavitaalcentro@libero.it - www.lavitaalcentro.org


FEBBRAIO 2012

APRILE 2012

Mensile, numero 2 anno 7 - Poste Italiane SpA - Spedizione in a.p. - DL 353/2003 (conv. In L. 27/02/04 n. 46) art. 1, comma 1, DR CB Torino - 3 euro

Giovani Genitori è la rivista per le famiglie di Torino e del Piemonte. Ci trovate notizie, eventi, negozi, idee vacanza, alimentazione a km0... tutto a misura di bambino.

Mensile, numero 4 anno 7 - Poste Italiane SpA - Spedizione in a.p. - DL 353/2003 (conv. In L. 27/02/04 n. 46) art. 1, comma 1, DR CB Torino - 3 euro

Abbonati e regala

LA RIVISTA PER LE FAMIGLIE DEL PIEMONTE

LA A RIV VIS STA PER LE FAMIGLIE DEL PIE EMONTE

Teatri • Carnevale • Scuola • Biblioteca di Archimede

Sardegna • PAV • Arduino • Compleanni • Orti urbani

Abbonamento annuale (11 numeri) a Giovani Genitori + 1 Guida a scelta tra Quì Bebè o Ristoranti Baby Friendly

29 euro invece di 37,90 euro Offerta valida fino al 30/06/2012

La guida con oltre 200 INDIRIZZI GOLOSI di ristoranti, pizzerie, agriturismi, trattorie, hamburgherie, take away e rifugi, tutti amici dei bambini, a Torino e in Piemonte

La PRIMA GUIDA per chi aspetta un bimbo in Piemonte

MODALITÀ DI PAGAMENTO

• con carta di credito sul sito www.giovanigenitori.it • versamento sul c/c postale 71791446 intestato a Espressione srl, via Vanchiglia 18 - Torino • bonifico bancario sul c/c 71791446 intestato a Espressione srl via Vanchiglia, 18 - Torino - IBAN: IT56L0760101000000071791446 SERVIZIO ABBONAMENTI: tel. 011 19913131 - fax 011 19913135 - abbonamenti@giovanigenitori.it

Abbonamento annuale: 21,90 euro - Abbonamento biennale: 42 euro


GG › l’agenda

Eventi

Ristorantino GG giugno

Q

uesto sabato 9 tutti in trasferta all’agriturismo de Il Frutto Permesso, dove si arriva verso le 16.30/17, poi si può svolazzare per il giardino dove c’è una bella area giochi e dove si possono accarezzare gli animaletti della fattoria. Oppure si partecipa al laboratorio sul succo di frutta e poi si fa una visita all’azienda agricola. Tanto per capire cosa significa produrre biologico, prima, e cosa significa mangiarlo, dopo alla cena del Ristorantino di Giovani Genitori. Costo: 20 euro adulti (non abbonati GG), 16 euro adulti (abbonati GG), 4 euro bimbi da 2 anni in su. Sabato 9 giugno - ore 17.30 - LABORATORIO SUCCO DI FRUTTA - ore 19.30 - IL RISTORANTINO DI GG

Il Frutto Permesso Via del Vernè, 16 - Bibiana (TO) Per informazioni e prenotazioni: tel. 011 19913127 www.fruttopermesso.it - www.giovanigenitori.it

MammaFit Village Dal 17 al 24 giugno le istruttrici Monica, Elaine (fondatrice di MammaFit) e Ilaria (direttrice MammaFit Torino) consegneranno a tutte le partecipanti alla vacanza a Riccione il tappetino per gli esercizi a terra, l’elastico tubolare per la bonificazione, la maglietta MammaFit e… via con gli esercizi! Ogni giorno ci sarà una lezione di ginnastica con il passeggino, una lezione di MammaFit Water Walking e una di stretching. Il programma è libero e rilassante, fatto anche di complicità, chiacchiere e relax. Da domenica 17 a domenica 24 giugno MAMMAFIT VILLAGE Ilaria, cell. 333 1612050 www.mammaf.it/eventi/village

in breve > Sandali felici per tutti Nel quartiere Barriera di Milano, a Torino, alcune mamme, papà, nonni, single pensano giustamente che l’autocostruzione (e la descrescita felice) sia ciò che ci salverà. Sicuramente per l’estate questo laboratorio di autoproduzione sandali, docente Francesco d’Ingiullo, sarà utilissimo e tutti impareranno a confezionarsi un paio di sandali in cuoio con le tecniche basilari del calzolaio. I materiali sono forniti in loco, ma occorre portarsi da casa forbici da sarta, martello, taglierina e righello. Adatto anche per bimbi, dai 10 anni in su! La scadenza delle iscrizioni è il 2 giugno. Costo: 75 euro a persona. Sabato 16 e domenica 17 giugno, ore 9 - LABORATORIO AUTOPRODUZIONE SANDALI Rete solare per l’autocostruzione Via Banfo - Torino Daniela Re, cell. 320 2593653 www.autocostruzionesolare.it

Brictour e natura Brictour a giugno presenta due facili passeggiate per tutti in provincia di Torino: il 10 Marta ci accompagna da Ala di Stura, il paese delle meridiane (ritrovo), a Pian della Pietra, con attività naturalistiche e giochi all’aperto. Poi laboratorio creativo con il materiale raccolto al mattino; in più si visita la stalla, si distribuisce il fieno alle capre, si prova a mungere e si merendeggia con prodotti locali. Costo: 7 euro a persona, 5 per il secondo fratello e gratis per il terzo. Il 16 è la volta di Emanuela che ci guida da Balme, in Val d’Ala (ritrovo), lungo il sentiero che porta al Piano della Mussa, poi si impara a costruire un piccolo telaio e a realizzare un primo tessuto decorato. Si pranza al sacco, a seguire

laboratorio di tessitura e per terminare in... bontà una merenda sinoira presso l’agriturimo La Masinà. Costo: 10 a persona, 9 euro per il secondo fratello e gratis per il terzo. Prenotazione obbligatoria. A luglio, la loro Estate ragazzi, per bimbi dai 4 ai 6 anni, si chiama Giardinieri in erba ed è una settimana breve a contatto con terra, acqua, foglie, fiori imparando l’arte del creare un piccolo giardino. La sede è a Reaglie in un cascinale della borgata Goffri e ogni giorno si fanno attività di preparazione dei vasi e della terra, trapianto, innaffiatura, raccolta, creazione e gestione del proprio “giardinetto da viaggio”. Iscrizioni entro il 15 giugno. Costo: 65 euro a bimbo, 50 per i fratelli.

Domenica 10 giugno, ore 10.30 CAPRE A CA’ DU ROC Cell. 333 7470181 marta.ferrero@brictour.it Sabato 16 giugno, ore 10.30 LABORATORIO DI TESSITURA ALLA MASINà Cell. 347 7840039 emanuela.rolle@brictour.it Da martedì 3 a giovedì 5 luglio, ore 8.15 - 16 GIARDINIERI IN ERBA Marta3337470181/Emanuela3477840039 www.brictour.it

Giovani Genitori 59


Associazione italiana

Mowat Wilson Onlus

L’Associazione è nata per volontà dei genitori dei bambini italiani affetti da questa rara patologia genetica (poco più di venti) che prende il nome dai due genetisti australiani che ne hanno isolato il gene nel 1998, il Dr. David Mowat e la Dott.ssa Meredith Wilson. Dal 2009 a oggi, la piccola associazione (meno di trenta iscritti), grazie alla generosità di aziende, di altre associazioni e al contributo di tutti i genitori e grazie anche all’impegno e alla professionalità di diversi medici, è riuscita a finanziare due congressi nazionali (l’ultimo a marzo di quest’anno a Reggio Emilia) e alcuni progetti di ricerca presso gli Ospedali di Reggio Emilia, Modena e Bologna per approfondire gli aspetti più critici di questa sindrome: l’epilessia, il ritardo nelle acquisizioni psicomotorie e i gravi deficit di comunicazione verbale.

Il 5 per mille della tua dichiarazione dei redditi può aiutare a finanziare altri progetti perché i nostri bambini possano avere una diagnosi precoce della malattia e, quindi, terapie riabilitative altrettanto precoci ed efficaci. Se vuoi avere qualche informazione in più consulta il nostro sito: www.mowatwilson.it AIUTACI SCRIVENDO IL CODICE FISCALE 91146910350 NEL RIQUADRO DEDICATO AL SOSTEGNO DEL VOLONTARIATO E DELLE ONLUS


GG › l’agenda

Eventi

Incontrarsi a giugno

M’

ami-Il luogo delle mamme propone incontri per tutte: i loro temi saranno stabiliti secondo i desideri e gli interessi delle mamme. Lunedì 4, 11 e 25 giugno, ore 10 INCONTRI M’AMI CIRC. 1 Circoscrizione 1 Corso Galileo Ferraris, 16 - Torino Per informazioni: mami@aslto1.it I lunedì e martedì di Luna di Latte, a sostegno dell’allattamento al seno. Le riunioni con l’ostetrica prima delle vacanze.

- Lunedì 4 e 18 giugno, ore 17 RIUNIONE GRUPPO TORINO SUD Biblioteca Bonhoeffer Corso Corsica, 55 - Torino Per informazioni: Sara, cell. 349.6306370 - Martedì 5 e 19 giugno, ore 17 RIUNIONE GRUPPO LUNGO DORA Biblioteca Calvino Lungo Dora Agrigento, 94 - Torino Per informazioni: Micaela, cell. 349.6375190 Golem propone a giugno quattro incontri di gruppo a sostegno della genitorialità, da non perdere (20 euro a incontro).

Giovedì 7, 14, 21 e 28 giugno, ore 18 GENITORIALITA’ Golem Bookshop Via Rossini 21 bis - Torino Per informazioni: tel. 011 19503630 La Cicogna e i suoi corsi, anche in giugno: concentriamoci su preparazione parto e postparto con lo yoga... - Mercoledì 6 giugno PREPARAZIONE AL PARTO Via Catania, 24 - Torino - Ogni mercoledì, ore 15.30 DOPOPARTO MAMYOGA Via Principi d’Acaja, 22 - Torino Giovani Genitori 61

CENTRO ESTIVO LA CERTOSA Dal 1 luglio al 10 agosto fino all’apertura delle scuole comunali,

uno stimolante programma estivo! Dalle ore 7.30 alle ore 17.30 (orario estendibile fino alle 18.30) il nido accoglierà i bimbi nelle sue colorate strutture e li coinvolgerà in giochi e attività ricreative anche all’aperto per ulteriori informazioni e per iscrizioni: Asilo Nido La Certosa Piazza Maestri del Lavoro, 55 - Collegno Tel. 011 7380063 - Cell. 349 7652949


GG › l’agenda

Eventi

La cucina del mondo

I

l cibo è un’ottima maniera per conoscere una cultura diversa dalla propria, per aprirsi al mondo ed acquisire nuovi elementi da introdurre nella propria alimentazione di tutti i giorni. E allora la chef Anna Blasco, esperta in cucina naturale, la psicologa Elena Felmini e l’educatrice socio-culturale Giada Talpo prendono questo mese tre macro-aree geografiche ovvero Africa, Europa dell’Est e Sud America, ognuna con un suo rappresentante a illustrare cosa si mangia nel proprio paese e a insegnare a cucinare una ricetta tipica. Il piatto viene presentato nella sua versione originale e poi in quella rivisitata con prodotti

nostrani. Si cucina insieme e poi si pappa! A partire da 5 anni. Meglio prenotare. Costo: 40 euro per un incontro, 100 euro per tre incontri.

Sabato 16 giugno, ore 15 - L’AFRICA Sabato 23 giugno, ore 15 - IL SUD AMERICA Sabato 30 giugno, ore 15 - L’EUROPA DELL’EST Associazione Culturale Qubì Via Parma, 75 C - Torino Per informazioni e prenotazioni: tel. 011 6787724, info@qubito.org www.qubito.org

Palio di Avigliana Al Conte Rosso è dedicato il Palio storico, che passa prima dai masnà perché lunedì 11 sono i bambini a competere con i colori dei borghi. Il 18 la rievocazione storica e la cena medievale e il 19 la famosa corsa del Palio. Lunedì 11 giugno - PALIO DEI MASNà Lunedì 18 e martedì 19 giugno RIEVOCAZIONE E PALIO Piazza Conte Rosso, campo del Palio - Avigliana (TO) Cell. 335 8017772

62 Giovani Genitori

Traslochi personalizzati secondo le effettive esigenze del cliente per: abitazioni, uffici, aziende, enti pubblici, biblioteche, banche.

• Traslochi grandi e piccoli • Deposito mobili in nostri magazzini • Esperti in imballaggi speciali • Noleggio autoscala e/o camion • Montaggio, modifiche cucine e arredi • Preventivi gratuiti a domicilio • Abbinamenti e traslochi per tutta Italia CONDIZIONI PARTICOLARI PER LE GIOVANI FAMIGLIE! TRASLOCHI ANCHE NEI GIORNI FESTIVI Tel. e fax 011 9652721 - cell. 330 542106 cell. 335 291618 - tel. 011 6610633 info@traslochivitello.it - http://www.traslochivitello.it


GG › l’agenda

Eventi

Sagre Mangia Manta Non perdetevi, sabato 2 giugno, l’appuntamento con Mangia Manta, una passeggiata enogastronomica che vi porterà alla scoperta di splendidi paesaggi, tra le morbide colline mantesi, e dei prodotti della tradizione locale. (F.F.) Sabato 2 giugno - Manta (CN) Per informazioni: tel. 0175 85205 www.comunemanta.it Festa delle ciliegie A Pecetto sabato dalle 18 in poi c’è la Notte delle ciliegie, con tanti spettacoli; domenica 3, dalle 10, il centro storico pullula di bancarelle

di prodotti, si premia La ciliegia d’oro e si visita la mostra pomologica delle ciliegie. In più il 10 alle ore 16 in piazza Roma si può partecipare al Laboratorio del Gusto delle ciliegie, in collaborazione con Slow Food e la Facolt. Sabato 2, domenica 3 e 10 giugno Pro Loco Pecetto, cell. 339 3553852 www.comune.pecetto.to.it Sagra della Fragola A Peveragno la regina della festa è tutta rossa e a puntini! No, niente di strano… perché si sta parlando della tradizionale Sagra della Fragola, che quest’anno celebra la sua 55a edizione. Numerose sono le iniziative in programma: sabato pomeriggio, alle 17, si terrà la cerimonia inaugurale; alla sera ci sarà il simpatico concorso di Miss Fragola. Domenica, nel centro storico, esposizioni di fragole e

piccoli frutti e degustazioni varie. (F.F.) Sabato 9 e domenica 10 giugno Peveragno (CN) Per informazioni: tel. 0171 337711 www.comune.peveragno.cn.it Falò di San Giovanni In frazione San Bartolomeo a Chiusa Pesio, sabato 23 giugno, si festeggia l’inizio dell’estate in allegria. La serata inizierà alle 21 con una degustazione di prodotti tradizionali a base di fiori; si prosegue, alle 22, con l’accensione del falò di San Giovanni e con l’offerta al fuoco dei vecchi rami di noce e (mitico!) dei sogni. A seguire poesia, balli e salti attorno al fuoco. (F.F.) Sabato 23 giugno Chiusa Pesio (CN) Per informazioni: tel. 0171 738167 Giovani Genitori 63

Genitori, suggerite alla vostra insegnante LA NOSTRA OFFERTA!

RAFTING IN VALLE d’AOSTA

Programma indirizzato a scuole, privati e oratori Un’esperienza educativa unica per la gita scolastica 2012

GIORNATE ECOSOSTENIBILI

Alla scoperta degli ambienti naturali di fiume e foresta

SETTIMANE-AVVENTURA ECOSOSTENIBILI Alla scoperta dell’ambiente naturale della Valle d’Aosta

Percorsi facili e divertenti con onde e passaggi emozionanti, ma sicuri e collaudati negli anni anche per i più piccoli seguiti da ISTRUTTORI QUALIFICATI

Fraz. Perolle - Châtillon - Valle d’Aosta Tel. 0166 563289 - 346 3090856 www.raftingadventure.com - aosta@raftingadventure.com


GG › rubriche

Bimbi

Tanti auguri al mio amico Andrea! Spero giocheremo presto insieme, Alice

Ciao mi chiamo Roberto e sono il bambolotto di mamma, papà e Mela

Per Elena: alla nostra amica speciale AUGURI per il tuo PRIMO anno di vita da Vanessa e Virginia

Non vediamo l’ora di rivedervi insieme quest’estate, un grande bacio a Gabriele e Francesca

W i 7 anni di Vittoria! Tanti auguri da mamma, papà, Carlotta e Nenè

Buongiorno principessa!!! Tanti auguri di buon compleanno dai grandoni Matte e Chiara

Tanti auguri per i vostri 4 anni sempre insieme dal nido alla materna! Mamma Sonia, papà Enrico, mamma Bianca e papà Roberto

Auguri amore! Mamma e Papà

Con tanto amore al nostro cucciolo Enea che compie 3 anni, Alasia, mamma e papà


GG › rubriche

Wild

Scopriamo la Natura con

Risch

io di

e stin

zione

Per sa perne di più it.wikip edia.o rg/wik i/Stato _di_

conser vazion e_(bio logia)

Il canto dei siamanghi A Zoom si possono ascoltare trilli, melodie e richiami di un lontano angolo della Malesia

N

eri, morbidi e brillanti, i siamanghi sono, tra le scimmie antropomorfe, i più grandi della famiglia dei gibboni. Abitano nelle foreste tropicali della Malesia, dove il disboscamento e la frammentazione del territorio li mettono in pericolo di estinzione. Vivono in gruppi, si arrampicano con grande agilità, camminano lenti (anche in posizione eretta), saltano meravigliosamente e - soprattutto - cantano. Per farlo, utilizzano due grandi sacche vocali che si espandono e con le quali lanciano grida e chiamate, intonando melodie udibili anche a chilometri di distanza nella foresta. La giovane coppia di Siamanghi ospitata nel bioparco Zoom arriva da altri zoo europei: la femmina, Keenia, è vivace, mentre il maschio, Kiang, è vissuto a lungo rinchiuso in gabbia e sta prendendo le misure del suo nuovo angolo di foresta. Il canto delle scimmie è uno dei grandi misteri della natura. Modulato secondo le situazioni, composto da grida, richiami e trilli, esprime emozioni complesse come stupore, collera, gioia, tristezza e paura. I canti e i modelli comunicativi dei due siamanghi di Zoom sono un prezioso oggetto di studio da parte del Dipartimento di Biologia dell’Università di Torino.



giovani genitori giugno 2012