Page 1

1


M E R RY C H R I S T MA S F ROM T H E CS! Alright, it's finally that time of year again! We can say that each and every member of the C S this year has been busy trying to accomplish their various tasks and we're very glad to finally get this Christmas break! The Membri Giornalino have tried very hard to gather some articles and pages in order to print out a proper edition for you, but unfortunately only a few people managed to send us something on time. This is why we thought it would be more practical (and more eco - friendly) to post a PDF version online. Don't forget you can

keep

sending

us

articles,

pages

or

questions

all

year

round

to

giornalino.eursc @ gmail.com! OR write to us on our Facebook page, “ I l Giornalino 2011/2012 �. We also wanted to have a little section for each C S member to post a little update on how their work is coming along, but let us tell you, this year is no walk in the park! We speak on behalf of all C S members who are very busy with school related things, so their updates will be posted separately as a blog post. Stay tuned!

Enough with our rambling! Check out the few pages we have managed to gather and a H UG E T H A N K YOU goes out to the people who made this effort! We hope you all have a great Christmas and a happy start to 2012! Membri Giornalino & C S 2011/2012

2


Giornalino Christmas Edition Cheerleading (Veronica Masera 7IT) ............................... p. 4

Alter Bridge Concert (Tommaso Fiore 4IT)......................... p.6

Christmas FOOD (Leah Kenny 7E)........................................ p.7

Christmas Presents (Cara Brown 7E) ‌............................. p.8 for Him & for Her

A special thank you to Catarina Fattori 7E who made the cover for this Christmas edition & to the Membri Foto (Nathalie Van Regenmortel, Severin Sieber and Catarina Fattori) who took the Cheerleading pictures!

3


Cheerleading Veronica Masera 7IT

“OGGI IN PAUSA MENSA ALLENAMENTO CHEERLEADING” . Chi l’avrebbe mai detto che un foglio così sarebbe apparso sui muri della nostra scuola? E chi avrebbe mai pensato che avrebbe avuto questo successo? Siamo un gruppo di 35 ragazze dalla 2 alla 7,nessuna di noi sa bene come essere una cheerleader ma ci stiamo arrangiando in un modo o nell’altro. La cosa più bella oltre a essere insieme a ragazze con la tua stessa passione è conoscere gente che ,se non per questo, non ci avresti mai parlato. Lavorare con qualcuno che non conosci non è sempre facile ma noi, dopo due mesi di lavoro, siamo uffcialmente pronte: abbiamo la divisa, i calzettoni, sappiamo le coreografe e abbiamo imparato i salti ma soprattutto abbiamo voglia di rallegrare le partite! Non saremo professionali, ma aspettatevi di vedere cose che a scuola non avete mai visto. Un gruppo di ragazze che balla e urla canti? Come potreste non aver voglia di vederci? Concludo dicendo che questa sarà senza dubbio la migliore stagione di calcio che la Scuola Europea di Varese abbia mai avuto nei suoi 51 anni di storia. Non rimarrete delusi!

Cara Brown,Veronica Masera, Carlotta Traverso, Michela Malinverni, Ilaria Villani, Sabina Deniso

Testimonianze “Come Membro Sport, per me è gratificante vedere che molte ragazze siano entusiaste di partecipare a questa attività. In più poterla vedere realizzata, penso che per tutte noi, sia un traguardo molto importante, visto che in Italia non esistono gruppi di Cheerleader. Per tutte noi ragazze credo che sia sempre stato un desiderio poter indossare la divisa e essere almeno per un giorno una cheerleader di una High School americana, e ora questo sogno sta diventando una realtà” - Carlotta Coppo, S7it '' Cette expérience entant que Cheerleader est trés belle, car on apprend l'esprit d'equipe tout en s'amusant. Je m'amuse bien durant les entrainement et je pense qu'avoir une equipe de fille joyeuse qui soutient son equipe et qui lui donne envie de gagner est une bonne idée et puis cela permet d'exprimer notre soutient. C'est une trés belle expérience. J'espère que d'autre filles vont venir avec nous soutenir ces equipes '' - Kate Seynaeve, 3Fb 4


“Cheerleading è un'esperienza fantastica, il sogno di tutte le ragazze. Lavorare in un gruppo tutte insieme, aiutarsi a vicenda, ridere e scherzare è una cosa così naturale e bella che a volte non ce ne rendiamo neanche conto.” - Elena Marotta, S7it “Everyone thinks that cheerleading isn't a real sport and that it's just about girls dancing around in miniskirts; we may not be able to throw each other 10metres into the air or do 20 handsprings in a row but I think we can prove that cheerleading is a real sport! Being part of a team is great fun and you get to meet people from different groups in school. So 1,2,3,4 can we get a little more?” – Cara Brown, S7en “ Il giorno della festa dell’atletica ho fatto la mascotte della squadra di cheerleader ed è stata un esperienza molto bella. Tutte le ragazze sono molto simpatiche, c’è una bella atmosfera e i loro esercizi sono molto divertenti!” – Kilian Freienstein, S7de “Io credo che poter dire "Sono una cheerleader" sia davvero soddisfacente ed esaltante, specialmente se appartieni a una delle poche (o forse unica) squadra di cheerleader in Italia. Questo è il sogno di tante ragazze come me, io lo sto vivendo, e penso sia fantastico!” – Isabelle Lavazza, S4it “Siamo tutte contente e orgogliose di poter sfoggiare le nostre divise gialle e blu che rappresentano i colori della nostra scuola, per onorarla fieramente e per divertirci tutte insieme, fingendo di essere le protagoniste di un film Americano che abbiamo sempre sognato. Vedendoci tutte insieme, con le stesse divise e sorridenti, ci sentiamo delle vere cheerleader anche noi e siamo contente di avere anche noi questa opportunità.” – Silvia Genovese, S7it "Devenir une Cheerleader est le rêve de beacoup de filles. Depuis que je suis toute petite je disais en regardans la télé :"Si un jour je deviendrais l'une d'entre elles je serais la fille la plus contente du monde". Et bien maintenant me voila. Etre cheerleader n'est pas une chose facile comme l'on pense ,mais au contraire c'est une activité difficile et c'est un moment ou l'on peut faire voir notre propre talent.” – Sarah Galfre, 3Fb “Essere una cheerleader? E’ sempre stato un sogno. La voglia di provare questa esperienza c’è sempre stata, non avremmo mai pensato che proprio in S7, all’ultimo anno di scuola, avremo formato questa squadra. L’esperienza si sta rivelando molto divertente e costruttiva. Anche se non siamo professionali lo spirito giusto per creare le coreografie non ci manca. Cori, tutine ed entusiasmo animeranno nel modo migliore le partite” – Carlotta Traverso e Ilaria Villani, S7it

5


Gli Alter Bridge sono tornati! Tommaso Fiore 4IT Dopo una pausa di 3 anni che divide il loro più famoso album, "Blackbird", dal nuovo successo "AB III", la band statunitense è tuttora in tour insieme ai Black Stone Cherry, band emergente anch'essa statunitense. Un tour europeo che li vede partire in Svizzera, andare successivamente in Italia, e poi rispettivamente fare tappa in Germania, Francia, Belgio, Olanda, Svezia etc. Il 22 ottobre (IO C'ERO, ovviamente!) il PalaSesto di Sesto San Giovanni è pieno zeppo di gente, non c'è un posto nemmeno a pagarlo. Il concerto viene aperto alle 20:00 dai BSC; piacciono a maggior parte del pubblico, come antipasto della grande serata che starà arrivando. La band capitanata da Myles Kennedy conquista la platea con le loro canzoni più famose, quali Blind Man, White Thrash Millionaire, In My Blood e Rain Wizard. Escono dal palco verso le ore 20:50, con un grande applauso da parte dei presenti. Dopo 20 minuti buoni di cori di incitamento, ecco che entrano nel palco gli Alter Bridge. All'interno del PalaSesto è buio pesto e in sottofondo si nota l'intro di "Slip to the Void" , ormai diventata la canzone d'apertura del gruppo. Molti degli spettatori, soprattutto donna (e chi se no), impazziscono e cominciano a urlare. Una grande apertura di concerto, che prosegue ancora meglio: a canzoni potenti e melodiche come "Brand New Start" e "Find the Real", si alternano grandi successi come "Ties That Bind" e "One Day Remains". La serata giunge al suo culmine verso la metà del concerto: prima Myles Kennedy&Co. suonano "Metalingus", facendo pogare gran parte del parterre, e poi li fanno rilassare, cantando le loro 2 più famose canzoni: la melodica "Open Your Eyes", che probabilmente molti conoscono, e la lunghissima e intensa "Blackbird". Qualcuno, soprattutto nell'assolo di quest'ultima canzone, si mette a piangere dalla gioia (LOL). Dopo queste ultime due canzoni, la band finge di andarsene dal palco, anche se tutti sanno che ci sarà un bis: infatti ritornano puntuali sul palco, a suonare altre canzoni come "Broken Wings", "The End is Here", e altre. Il tutto accompagnato da luci e riflettori che si spostano secondo i movimenti dei musicisti, soprattutto il cantante Myles, che verso la fine è sceso dal palco ed è andato a dare il cinque ai supporter dietro alle transenne. Il concerto finisce verso le 23:00: tutti tornano a casa soddisfatti dopo un ultimo augurio del gruppo statunitense di "tornare ancora in Italia" e un grande applauso e tanti fischi di approvazione da parte del pubblico.

6


Leah Kenny 7E 7


Chrismas Presents.... Cara Brown 7E

For Him

Wesc Headphones.. (from 60euros www.wesc.com )

GoPro sports camera; waterproof,shockproof, freezeproof, fits on Helmets etc!.. (from 150euros www.gopro.com)

Ipod arm band case for the gym (from 20euros store.apple.com)

Jack Wills furry hoodie.. (from 60euros www.jackwills.com)

8


For Her

Te Cambridge Satchel Company bag (fom 50euros www.cambridgesatchel.co.uk)

Marc by Marc Jacobs zip earrings (40euros www.net-a-portr.com)

His and Hers pilow cases (20euros fom Urban Outfters)

Gift Vouchers fom Zara(40/60/100euros) 9

Giornalino Xmas Edition!  

December 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you