Page 1

GiornaleLucano it

il primo quotidiano online

e le cass utt

IS GRAT

edizione POTENZA città

OTE di P NZ

e postali ett

0 26.50IE COP

A

quattordicinale • Anno VI • n. 2 dal 27 aprile al 9 maggio 2011

in t

a e ccuse s s e m o r p

a pag. 3 il sindaco Santarsiero risponde al Giornale Lucano dotazione infrastrutturale

dentro i quartieri Rione Cocuzzo

elaborazione del Sole 24 Ore su dati Istituto Tagliacarne

alle pag. 8 e 9

(aprile 2011)

nelle Regioni (Italia = 100)

ultima BASILICATA

= indice* 43,8

nelle Province (Italia = 100) terzultima POTENZA = indice* 44,3 ultima MATERA = indice* 42,7 * l’indice misura la dotazione in otto categorie di infrastrutture: rete stradale, aeroporti, ferrovie, reti telefoniche e telematiche, reti e impianti energetico-ambientali, strutture sanitarie, scolastiche e culturali/ricreative

SMS al Ministero delle Finanze pensionati lucani, terzultimi per reddito in Italia

è il risultato di uno studio effettuato dall’Ancot, che ha preso come riferimento i dati sui redditi Irpef indicati nelle dichiarazioni riferite all’anno d’imposta 2009 e presentate nel 2010. A percepire mediamente gli assegni piu’ alti sono i pensionati del Lazio, seguiti da quelli lombardi. La media percepita dai pensionati laziali è stata pari a 20.870 euro, di poco superiore a quella dei pensionati della Lombardia (€ 20.800). Il reddito complessivo medio è: in Italia di 17.810 €, in Basilicata di 13.020 €.

LO SAPEVATE CHE... Giuseppe Garibaldi, noto massone, fu eletto parlamentare nel collegio di Corleto Perticara senza essercisi mai recato? a pag. 15

“ciutarrie”

processo breve I deputati hanno lavorato anche a notte fonda. Come tutti i malintenzionati !

I gas dell’Eni ci intossicano? L’Organizzazione mondiale della sanità stabilisce che le emissioni di H2S non debbano superare i 0,005 ppm (parti per milioni) mentre in italia alle società minerarie (Centro olio Eni di Viggiano compreso), vengono concesse emissioni 6 mila volte superiori, fino a 30 ppm Alla Saras di Cagliari l’idrogeno solforato (H2S) ha ucciso ancora una volta un operaio. E l’H2S spaventa anche gli abitanti della Val d’Agri. Lo scorso 5 aprile, infatti, 22 operai della Elbe Sud di Viggiano, 150 metri dal Centro Oli dell’Eni, sono rimasti intossicati per le esalazioni di idrogeno solforato. I 22 sono stati ricoverati con gli stessi sintomi: bruciore agli occhi, nausea, vomito, dolori vari ma soprattutto quel maledetto odore di uova marce fin dentro la testa: il caratteristico odore dell’H2S. Il gas tossico è prodotto dalla lavorazione del petrolio e dei suoi derivati e al Centro Oli di Viggiano si ammassano gli oltre 100 mila barili estratti ogni giorno dai pozzi della multinazionale energetica. L’Eni ha smentito il rilascio dell’idrogeno, ma le prime conferme giungono invece dalla commissione d’inchiesta alla Regione Basilicata che ha appurato, dopo aver consultato le cartelle cliniche degli operai ricoverati, l’irritazione delle vie aree. Le centraline fisse dell’ARPAB, a ridosso dell’area sospetta, hanno rilevato un aumento delle concentrazioni di H2S. Il 5 aprile, il livello di idrogeno solforato ha oscillato tra i 2,2 e i 2,7 microgrammi per metro cubo a fronte di una media giornaliera che non aveva mai sforato lo 0,5. Il problema, sostengono le organizzazioni ambientaliste è che: le rilevazioni ufficiali non sono del tutto attendibili e le centraline di monitoraggio intorno al Centro olio sono carenti. Wwf lamenta inoltre che dall’accordo siglato nel 1999 tra Regione e Eni non siano mai stati applicati i punti su monitoraggio ambientale e sistemi di sicurezza. Le preoccupazioni dei cittadini e delle associazioni sono destinate ad aumentare per la decisione Regionale di consentire all’Eni un raddoppio delle quantità di petrolio estraibile con i conseguenti rischi aggiuntivi per la salute. L’Eni ha previsto l’aumento della produzione del greggio che passerebbe dagli attuali 80 mila barili/giorno ad oltre 170 mila con un ampliamento del Centro olio di Viggiano. La Regione non ha dato il via libera definitivo perchè chiede maggiori compensazioni in termini di, posti di lavoro e servizi sociali. Ma è già prevista una nuova attività estrattiva, con la produzione di circa 50 mila barili al giorno, nella località Tempa Rossa, stavolta ad opera della Total. Già dal rapporto “Basilicata Sanità” del 2000 si rilevarono patologie cardio-respiratorie in Val d’Agri intorno al 44%, contro un 19% tra i cittadini nel resto della regione.


2 potenza@giornalelucano.it

dal 27 aprile al 9 maggio 2011


3

dal 27 aprile al 9 maggio 2011

scrivi@giornalelucano.it • 0971 46 94 58/66

le domande e... le risposte di Vito Santarsiero

di Rocco Pezzano

Una serie di accuse, una serie di promesse. Le prime provengono dall’opposizione in consiglio comunale di Potenza, le seconde dal Sindaco che a quelle accuse risponde con una serie di impegni.

Abbiamo pensato che la dialettica politica ha bisogno anche di concretezza, e così abbiamo preso il comunicato stampa della minoranza – diffuso alcuni giorni fa – e l’abbiamo sottoposto a Vito Santar-

DOMANDE

ZTL, annunciata per Luglio 2010, poi rinviata a settembre, poi a Natale, poi annunciata per il nuovo anno 2011, e poi dimenticata.

siero. I gruppi di opposizione, guidati da Giuseppe Molinari, cominciavano la propria disamina dalle dimissioni di sei componenti, compreso il Presidente, del Comitato di Quartiere del centro storico, dimo-

strano quanto accade in Città. «Nonostante proclami - aggiungevano - scelte epocali, provvedimenti storici, la Città resta inascoltata e l’Amministrazione, arroccata nel “Palazzo” dimostra la sua incapacità nelle politiche

di rilancio della Città e del Centro Storico». Per terminare dicendosi sicuri che il Sindaco avrebbe annunciato «altre rivoluzioni, altre scelte epocali, altri provvedimenti storici e forse altre date oggi di gran

moda: 2020, sicuri però… che non cambierà nulla e non seguiranno i fatti». Queste le conclusioni dell’opposizione. I lettori leggendo l’una e l’altra voce, potranno farsi le conclusioni...proprie !.

RISPOSTE ZTL Sono stati appena ultimati i lavori per il collegamento di tutte le linee telematiche “intelligenti” per il controllo dei varchi con la sala operativa del Mobility Centre.

Siamo quindi in grado di poter procedere alla chiusura del Centro storico, stante anche la realizzazione delle scale mobili di Via Armellini, del Ponte Attrezzato e dei lavori in corso del parcheggio pubblico

sulla fondovalle. Saranno pertanto accelerati i lavori della Commissione consiliare competente per la definizione degli orari e delle modalità di attuazione del provvedimento.

Piazza Mario Pagano: lavori di ristrutturazione approvati e contestati dalla popolazione, presentati ufficialmente oltre due anni addietro, corretti a seguito delle numerose proteste, appaltati e ad oggi mai attivati con una pista di ghiaccio che ricorda il lungo inverno trascorso e che vorremmo non vedere.

Piazza Mario Pagano Dopo una lunga e partecipata fase di progettazione e relativa acquisizione dei pareri che ha portato ad una soluzione condivisa e accet-

tata sia dalla città che dai progettisti che degli organi della Sovrintendenza è stata espletata la gara di appalto e gli uffici stanno provvedendo all’aggiudicazione definitiva,

essendo risultati positivi i controlli effettuati rispetto alla ditta vincitrice. Siamo inoltre in attesa della definitiva disponibilità dei fondi POR oggi vincolati dal Ministero.

Piazza Matteotti e vicoli circostanti, cartelli che annunciavano da anni i lavori, opere non solo mai iniziate ma per le quali sono stati persi anche i relativi finanziamenti.

Piazza Matteotti e vicoli vento che prevedeva lavori anche gli stessi sono stati ricompresi in un E’ stata richiesta una proroga dei in largo Duomo e largo Isabelli. Per progetto Pisus per circa 2 milioni di finanziamenti Cipe per un inter- quel che riguarda i vicoli del centro, euro.

Palazzo D’Errico; lavori appaltati ed opere che non si capisce quando saranno iniziate.

Palazzo D’Errico Dopo aver già realizzato circa 500.000 € di lavori per la messa in sicurezza dell’immobile, entro metà

giugno contiamo di aggiudicare la vori che si concluderanno entro due gara, ed entro l’autunno cominciare anni per una spesa di circa 2,5 mii lavori per recuperare l’immobile lioni di euro già disponibili. che sarà contenitore culturale, la-

Via Beato Bonaventura La ditta che sta eseguendo i lavori per la realizzazione del parcheggio privato interrato, sta concludendo l’iter per ottenere tutte le autorizzazioni, successivamente richiederà ai nostri uffici l’autorizzazione per completare l’opera. Pro-

prio per ridurre i disagi abbiamo ritenuto di consentire il parcheggio ai residenti all’interno dell’ex mercato. Siamo consapevoli dei disagi dei cittadini per cui sia le caratteristiche del progetto che le modalità di attuazione saranno discussi in un incontro pubblico. Anche in questo

caso i Pisus prevedono la realizzazione di un tunnel che collegherà direttamente via Bonaventura con via Acerenza, lasciando completamente pedonale tutta la parte di via Pretoria antistante alla torre Guevara.

Cinema Fiamma e Cinema Ariston: restano i simboli dell’inezia e del degrado in cui versa la citta a causa delle mancanze della sua Amministrazione. E che dire di tutti gli altri cantieri aperti e mai completati, in centro (Via Due Torri, Villa del Prefetto, Montereale ecc.) o in Città (Ponte parco Aurora).

Altri cantieri (Via Due Torri, Villa del Prefetto, Montereale ecc.) o in Città (Ponte Parco Aurora) Dagli uffici provinciali ho appreso che stanno per cominciare le operazioni di messa in sicurezza della villa del prefetto; a Montereale, l’intervento di riqualificazione è stato ultimato e, al momento abbiamo due operatori della Cooperativa ‘Città verde’ che assicurano una parziale manutenzione. Servirebbero

ben altri fondi per garantire una manutenzione adeguata, fondi che si verificherà la possibilità di stanziare nel corso del prossimo bilancio, oltre a comportamenti meno incivili da parte di pochi sconsiderati che deturpano e danneggiano tutto, arredi urbani compresi. Per quanto riguarda il ponte di Parco Aurora, l’intervento al quale si sta lavorando, rientra nella riqualificazione complessiva dell’intera

area che va dal quartiere di Parco Aurora sino al parco Baden Powell. Prevede oltre alla realizzazione in corso della fontana monumentale, la bonifica dell’area occupata dagli ex uffici comunali, la modifica della viabilità che si trova al di sotto del ponte, il tutto grazie ai Pisus, approvati di recente, che prevedono un impegno per la zona di 2 milioni di euro.

Per non parlare della sicurezza del Centro Storico di cui si è avuto solo qualche accenno alcuni mesi addietro con pattuglie e controlli, della pulizia del Centro e della stessa Città, della eliminazione della ostentata pubblicità abusiva e della Cancellazione delle Scritte sui muri, che pure avevano destato irritazione nel Sindaco, che di fronte alla sua inerzia vedeva nell’agire di alcuni volenterosi un affronto, quasi che si trattasse di Lesa Maestà.

Sicurezza del Centro Storico La polizia municipale procede, operando in sinergia con le altre forze dell’ordine, in particolare con la Polizia di Stato, con i controlli che riguardano i locali e sono stati intensificati quelli sui ragazzi che frequentano la parte antica della città, cercando di contrastare il disturbo della quiete pubblica e i comporta-

menti che ledono il decoro urbano. Eliminazione della pubblicità abusiva Sempre il corpo dei vigili è impegnato in un monitoraggio nell’ambito di tutta la città per verificare situazioni illegali e di abuso, nei confronti delle quali si sta operando elevando le sanzioni previste, come ad esempio già effettuato per quan-

to concerne le cosiddette ‘vele’. Cancellazione delle scritte sui muri La pulizia è di competenza dell’Acta, che effettua il servizio a richiesta e a pagamento. Al momento non ci sono fondi disponibili, pensiamo di stanziarne nel prossimo bilancio.

Via Beato Bonaventura: si programmano opere, quali il Giardino d’Inverno nel mercato dei poveri e nel contempo si autorizzano piccoli parcheggi interrati che sono di ostacolo al transito, tanto che oggi addirittura non viene permesso il traffico, ma nello stesso tempo dopo aver stanziato i finanziamenti per il ripristino del mercato si viene a sapere che l’Acquedotto Lucano non concede l’assenso alla realizzazione del discutibile parcheggio e il vecchio mercato viene destinato a parcheggio dei residenti.


4

dal 27 aprile al 9 maggio 2011

potenza@giornalelucano.it

è successo a Potenza 2011-04-12 Nuova legge regionale contro l’usura Approvata dal consiglio regionale la legge sulle nuove norme in materia di interventi regionali per la prevenzione e la lotta ai fenomeni dell’usura e dell’estorsione. L’approvazione è avvenuta a maggioranza con la sola astensione del consigliere Giannino Romaniello (Sel). Il provvedimento gode di una dotazione finanziaria di 440.000 euro, utili ad assicurare finanziamenti integrativi ed accessori rispetto a quelli previsti dalla normativa statale, ma anche all’assistenza legale delle vittime di reati di usura o di estorsione e agli strumenti di prevenzione ai soggetti a rischio di usura.

franca Vetricelli. L’accusa è di aver richiesto a Michele Satriani, rappresentante della Socitel, “tassi usurai”. Ignazio D’Addario, Carlo Desiderio, Dino Landi, Luciano Apicella, Antonio Mazzucca e Giancarlo Russo secondo gli investigatori concedevano erogazioni e agevolazioni sul conto corrente ordinario per i quali la vittima era costretta a corrispondere tassi considerati dalla legge, appunto, “usurai”. L’udienza è fissata per il 6 luglio.

di quanti secondo l’accusa avevano messo in piedi un sistema di assegnazione e prenotazione degli alloggi “truffaldino”, ha avviato la procedura di revoca dei suoli. 2011-04-13 Nuovo parcheggio coperto dell’ospedale San Carlo Dovrebbe entrare in funzione entro il 2013 e avrà una capienza di 663 posti distribuiti su quattro livelli in un’area di circa 21.100 metri quadri. I lavori di costruzione sono già cominciati. Il costo previsto è di 12 milioni e mezzo di euro di cui un terzo finanziato dall’azienda ospedaliera, mentre gli altri due terzi saranno a carico di un’associazione temporanea d’impresa che gestirà la struttura per 18 anni.

Lavori a Largo Pignatari Al termine dell’intervento di messa in sicurezza dell’edificio storico di Palazzo d’Errico, l’Amministrazione Comunale di Potenza, Ufficio Qualità urbana, ha avviato i lavori per il parziale rifacimento della pavimentazione di largo Pignatari. Il cantiere dovrebbe rimanere aperto poco meno di un mese, “il tempo necessario per svellire parte del rivestimento di pietra lavica e procedere alla sua riparazione e intervenire sull’area realizzata con cubetti di porfido, che a sua volta sarà oggetto di un attenta opera di ristrutturazione” spiegano i tecnici. Vogliamo ripristinare una situazione di qualità Foto storica di Palazzo Pignatari urbana in una delle zone di maggior pregio della città –spiega il Sindaco Santarsiero- angolo caratteristico da visitare per gli ospiti del capoluogo e amena piazza ideale trait d’union culturale tra il Museo archeologico nazionale e la Galleria civica. Appena i lavori saranno ultimati il transito lungo via Cesare Battisti sarà completamente interdetto, così come la sosta delle auto in piazza Pignatari.”

2011-04-12 Macchia Romana, cooperative Tonale e Milan. Il Comune avvia la revoca di concessione Da più di tre anni questi suoli sono sotto sequestro mentre il processo al ragionier 2011-04-12 Usura, Pugliese va avanti. Ma state accatastate su al2011-04-15 Corone tre più vecchie, di altre a giudizio sei diret- nel frattempo decine tori del Monte dei di cittadini che spe- di fiori finite per er- sepolture, destinate ravano in una casa si rore fra i rifiuti Paschi dopo giorni alla rimoArrivati al cimitero zione. Il responsabile parte Rinvio a giudizio costituiranno per i sei direttori della civile. Alcuni di loro per salutare la madre comunale del cimitebanca Monte dei Pa- hanno chiesto il disse- morta il giorno prima, ro ha assicurato che si schi di Siena in servi- questro dei suoli. Oggi i figli e i nipoti della si- provvederà al ristoro zio a Potenza dal 1999 l’udienza del Riesame gnora Telesca si sono delle corone gettate rial 2006. Il gup Rosa in sede di appello è sta- accorti che alcuni del- conoscendo l’errore. Larocca, ha accettato ta rinviata. Il Comune le corone di fiori che state portate15:10 da Potenza, preso atto 1 erano laMoist richiesta del sostitu2011-04-15 10x18 (Puntodi Ottica):Layout 23-12-2010 Pagina 1 Fondi to procuratore Anna- del rinvio a giudizio amici e familiari erano sanitari, alla Basili-

cata gli stessi soldi del 2010 Nel testa a testa tra Stato e Regione per i fondi alla sanità, vince la Basilicata. E’ quanto emerge dalla Conferenza Stato regioni. La sanità lucana, infatti, otterrà dal fondo sanitario nazionale 1.024 milioni di euro per il 2011, ovvero

quanto ricevuto per il 2010 “nonostante un calo – ha detto Attilio Martorano, assessore regionale competente – di 1.800 residenti e le inevitabili ripercussioni legate al principio della suddivisione pro capite”. Inizialmente era stato previsto un taglio di 13 milioni alla quota lucana. Inoltre,

Prova le 1•DAY ACUVUE® MOIST® da:

POTENZA - VIA TIRRENO, 33 TEL. 0971.1932930 w w w. p u n t o o t t i c a . i t

La differenza è a fine giornata ACUVUE®. SEE WHAT COULD BE™.


5

dal 27 aprile al 9 maggio 2011

scrivi@giornalelucano.it • 0971 46 94 58/66

è successo a Potenza potrebbero arrivare (Ris di Parma e vari consulenti tecnici), anche altri fondi. l’efferatissimo omici2011-04-16 Il cane dio. Vi ha assistito la fa i suoi bisogni e il madre di Elisa. Non vi padrone paga 77 euro ha preso parte invece Questa volta i vigili Danilo Restivo, unico urbani l’hanno bec- indagato, che avrebbe cata. Aveva lasciato il potuto essere presente proprio cane libero di il videoconferenza dal camminare fra i vicoli carcere inglese in cui è di via Pretoria. E, in detenuto in attesa del vico Umberto I, aveva giudizio per l’omicidio lasciato un “ricordino”. di Heather Barnett. Gli agenti della polizia 2011-04-18 Monurbana hanno scoperto entrambi. Ad apri- tereale, riapre il bar re il portafogli sarà la del dancing Il dancing di Monsignora, multata - così come prevede la legge tereale è stato chiuso - per 77 euro. Soddi- nel 2009, dopo una sfazione degli abitanti sentenza che limitava del vicolo che più volte l’orario di apertura per si erano lamentati dei non disturbare con il frequenti “souvenir” di rumore chi vi abita vicino. A distanza di un Fido. anno e mezzo, il suo 2011-04-17 Strisce titolare, Vincenzo Poblu, le Iene scatena- stiglione, decide di riano la caccia al par- prire. Per ora, prò, solo il bar. Perché Postigliocheggio irregolare Il problema lo han- ne di problemi, con i no sollevato le “Iene” residenti del quartiedi Italia 1: molti dei re, non vuole averne. parcheggi italiani sono Ha messo in cantiere illegittimi perché col- un progetto più amlocati in aree non pre- pio: creare un gazebo viste. E così anche nel al chiuso, per proluncapoluogo si è scate- gare l’attività anche nata la caccia al “par- nel periodo invernale. cheggio illegale”: se “Nessuna discoteca – riuscissero davvero a precisa – ci saranno dimostrare che quell’a- dei tavolini, come in rea a pagamento non viale Dante”.E la muè realizzata secondo sica? “Qualche piccoi termini di legge, in- lo evento musicale, si fatti, molti cittadini farà solo quando avrò potrebbero vincere i dotato al struttura di ricorsi contro le multe un sistema acustico prese proprio dentro le idoneo, in modo che le onde non arrivino fino strisce blu. alle abitazioni circo2011-04-18 Caso stanti. Sto lavorando Claps: si cerca la ve- per questo”. rità sull’omicidio e 2011-04-20 “Assesul ritrovamento del dio” al centro comcorpo Comincia l’inciden- merciale Auchan di te probatorio delle in- Tito Sono passati diverdagini sull’uccisio di Elisa Claps. E’ il gior- si giorni dall’inauguno-simbolo di due set- razione, ma il centro timane in cui sono gi- commerciale Auchan, rate molte notizie sulla nell’area industriale vicenda. Ad esempio, di Tito, è ancora preso dal sottotetto della Ss. d’assalto da migliaia di Trinità sono spunta- persone. Ben 18.000 te carte datate 2008 metri quadri di super(dunque, qualcuno era ficie su due livelli, 34 salito lassù anche di negozi, un ipermercarecente e prima del ri- to e soprattutto 400 trovamento del corpo posti di lavoro, una della ragazza uccisa). parte dei quali a temSi è saputo che il par- po indeterminato. Il roco succeduto a don centro commerciale Mimì sabia, ossia don si qualifica, a questo Guy Noel Okamba, momento, come il più tornerà dall’Africa per grande della Basilicata. essere ascoltato dagli 2011-04-20 Figlio investigatori. L’incidente probatorio ha picchia la mamma ricostruito innanzi- ogni giorno, arrestato La squadra mobile tutto, con il confronto fra perizie diverse ha messo fine a due

anni di angherie di un figlio nei confronti della madre. L’uomo, 23 anni, è stato arrestato: le indagini della squadra mobile della polizia hanno confermato che ogni giorno e ogni notte il ragazzo minacciava, offendeva, terrorizzava e malmenava la madre. Per la povera donna l’unica salvezza era rappresentata da una soffitta in cui andarsi a barricare per passare un paio d’ore senza botte. 2011-04-21 Loculi nel nuovo cimitero, un opuscolo per prenotarli senza problemi La tranquillità estrema, per chi si avvicina all’ultima parte della vita, è avere un posto in cui riposare in pace senza lasciare l’onere ai figli. La prenotazione del loculo nel nuovo cimitero di Potenza, a Montocchino, secondo alcuni cittadini, prevedeva un contratto in alcuni punti oscuro. A dipanare la nebbia del burocratese ci ha pensato il difensore civico comunale, Catello Aprea: stampato un opuscolo per spiegare bene ogni passaggio. 2011-04-23 Aperte le iscrizioni come figuranti alla storica sfilata dei Turchi Gli aspiranti figuranti dell’edizione 2011 possono presentare domanda di partecipazione volontaria compilando il modulo scaricabile dal sito del Comune di Potenza (www.comune.potenza.it). La richiesta può essere inviata sia da singoli cittadini che da associazioni. Nel modulo bisognerà indicare anche il numero di scarpe. 2011-04-24 Rubato il cellulare al sindaco Santarsiero Il sindaco si trovava nella chiesa di San Giuseppe Lavoratore a rione Lucania dove si stava celebrando l’ultimo saluto a un suo caro conoscente. Quando si è alzato per porgere le condoglianze alla famiglia, tornato al suo posto si è accorto che il cellulare non era più sulla panca. Recatosi in caserma, ha sporto denuncia ai carabinieri.

Aperta la strada Via Tirreno-Via Verderuolo è stata inaugurata la strada realizzata nel quartiere del Serpentone, che collega Via Tirreno a Via Verderuolo. In quest’area nel raggio di 500 metri -è stato evidenziato- ci sono 50 milioni di euro di interventi che vanno dal ponte attrezzato, al parcheggio, al nodo complesso del Gallitello. Si tratta di un progetto che deve essere completato con infrastrutture strategiche come la tangenziale di Potenza rispetto alla quale il Sindaco ha chiesto, tanto alla Regione quanto alla Provincia, di accelerare considerato che quell’ingresso ad ovest della città di Potenza è sempre più necessario stante la presenza degli uffici regionali, la necessità di servire meglio la parte a nord ovest della città e la necessità di dover alleggerire il traffico in via del Gallitello.

I lavori, con una spesa di 2 milioni di euro, sono durati meno di un anno e sono consistiti in particolare nell’ampliamento della piattaforma stradale e con essa nell’innalzamento del generale livello di servizio per migliorare la fluidità del traffico elevando, al contempo, il livello di sicurezza mediante separazione dei percorsi carrabili e pedonali; potenziamento della disponibilità di parcheggi della zona fortemente edificata e popolosa; miglioramento dell’accessibilità alla parte alta del rione; rimodulazione dei rapporti visivi e percettivi con l’edificato mediante realizzazione di spazi filtri, uso diffuso del verde, luoghi di aggregazione sociale, nuova illuminazione. Il tracciato, pur rispettando quello originario, per i limiti posti dalla funzionalità all’edificato, ha permesso di migliorarne l’accesso (in particolare ai garages) aumentando gli spazi per la manovra ed in generale migliorando la visibilità per i mezzi in movimento. Realizzati marciapiedi per ciascun senso di marcia di larghezza pari ad 1,50 mt, dotati di percorsi tattili per migliorare l’orientamento delle persone con disabilità visiva. Realizzati un’area parcheggi per complessivi 54 posti che permette un più che raddoppio della dotazione originaria della zona e spazi puntuali di aggregazione e riflessione sociale con vista panoramica verso l’adiacente parco urbano.


6

dal 27 aprile al 9 maggio 2011

potenza@giornalelucano.it

è successo sul pianeta Terra Londra Il 70% degli atenei inglesi triplicherà le tasse Addio al tetto di 3.700 euro per le rette universitarie, alzato tra i 7mila e i 10mila euro da una riforma del governo. Due terzi degli atenei britannici hanno deciso che nel 2012 faranno pagare il massimo consentito.

San Francisco Uomo prende fuoco mentre guarda film porno Era in un sexy shop a vedere un film hard. A un certo punto è corso fuori avvolto dalle fiamme. L’uomo, non identificato, ha ustioni gravi sul 90% del corpo. “Forse si è dato fuoco fumando crack”, ipotizza un commesso. San Francisco Cade dal Golden Gate, ancora viva 16enne Non si sa se sia stato un incidente o un tentativo di suicidio. Domenica una 16enne è caduta dal Golden Gate sopravvivendo al volo di 67 metri e alle acque gelide del Pacifico. Un mesefa era successo lo stesso a un 17enne. Cleveland Guardano film sul lavoro, controllori di volo sospesi Ha collegato per sbaglio al microfono l’audio del film, facendosi scoprire dai piloti: un controllore di volo dell’Ohio è stato sospeso insieme al suo supervisore perché guardava dvd sul lavoro. È il sesto caso di negligenza in pochi mesi.

Parigi Moneta da mille euro per collezionisti La Zecca francese ha appena coniato una moneta d’oro da mille euro: 10mila pezzi acquistabili fino al 7 maggio. Lo rivela il settimanale LePoint: è la prima volta che un Paese dell’eurozona lancia un’iniziativa simile. Stoccolma Coppia di lupi attacca madre e figlia Una passeggiata stava per trasformarsi in tragedia per una mamma, uscita con ilcane e la figlioletta. Due lupi hanno aggredito l’animale e stavano per attaccare la carrozzina. Le urla della donna hanno però messo in fuga gli animali. Londra Gaffe della Difesa, in rete i segreti sui sommergibili Un rapporto top secret sui sommergibili a propulsione nucleare è finito per sbaglio in rete. A scoprire la gaffe del ministero della Difesa è stato il tabloid DailyMail. “Un errore tecnico, non succederà più”, ha commentato un portavoce. Lisbona Per i detenuti portoghesi un’ora di sesso al mese Lo prevede il nuovo regolamento penitenziario in vigore dal primo giugno. Gli incontri, che dureranno al massimo 3 ore, si svolgeranno nelle “celle coniugali”. L’amministrazione carceraria fornirà i preservativi.

Usa L’FBI rivela: trovati corpi alieni a bordo di dischi volanti precipitati

L’Fbi riapre il dibattito sugli Ufo. In base alle regole sulla trasparenza del “Freedom of Information Act” voluto dall’Amministrazione Obama, l’agenzia ha pubblicato sul proprio sito Internet (http://vault.fbi. gov/) alcuni documenti segretissimi che svelano gli avvistamenti di dischi volanti avvenuti in Messico nel 1950, e nello Utah nel 1949. Il primo è noto come “incidente di Roswell”. Nel rapporto pubblicato in Rete, firmato dall’agente dell’Fbi Guy Hottel, e datato 22 marzo 1950, si afferma che nel New Mexico sono stati trovati tre dischi volanti del diametro di circa 16 metri e con una parte sopraelevata al centro. Nel documento si legge che in ogni disco c’erano “tre corpi di forma umanoide, alti meno di un metro, vestiti con un tessuto metallico a trama molto fitta” e che “ogni corpo è avvolto in un bendaggio simile alle tute anti gravità usate dai piloti collaudatori”. I dischi sarebbero precipitati a causa delle interferenze elettroniche provocate dai radar militari.

New Delhi Promette spogliarello, la minacciano di morte Aveva promesso di spogliarsi se l’India avesse vinto la coppa delmondo di cricket. Minacciata di morte dagli estremisti indù, la modella Poonam Pandey, 20anni, è stata costretta a nascondersi dopo la vittoria. Melbourne Superpeperoncini intossicano un quartiere Un australiano amante dei peperoncini piccanti molto potenti ha causato un’emergenza sanitaria. Decine di persone che abitavano fino a 150 metri dal suo giardino hanno accusato malori per le esalazioni. Pechino Spese folli per il vino, funzionari nella bufera Vini e liquori di pregio acquistati da alcuni funzionari statali per una spesadi oltre 100mila euro: lo scandalo è scoppiato grazie alla soffiata di alcuni internauti. È stata aperta un’inchiesta per valutare le responsabilità.


7

dal 27 aprile al 9 maggio 2011

scrivi@giornalelucano.it • 0971 46 94 58/66

Potenza Potenza, che bella città...

Fotografa la nostra città, i luoghi brutti, ma anche quelli belli, ed inviaci le foto ed un breve commento a: redazione@giornalelucano.it

Pianeta S. Carlo, problemi dentro e fuori Fra rione Santa Maria, Verderuolo e Macchia Romana insistono ben cin-

moltissime prestazioni, la base del 118 e, per ultimo, il presidio più que strutture sanitarie: importante, l’Azienl’ex Ospedale Psichia- da Ospedaliera San trico, oggi polo riabi- Carlo, a complicare ul-

litativo convenzionato con il SSN, gli ambulatori dell’ASP ubicati in un’ala dell ex ospedale Don Uva, un grande poliambulatorio privato, Sanitas, convenzionato con il SSN che eroga

teriormente la viabilità è la presenza del polo universitario di Macchia Romana che per essere raggiunto si deve attraversare parte della strada a servizio dell’Ospedale S. Carlo.

Ovviamente in quell’area, recentemente dotata di un nuovo svincolo, convergono un numero rilevante di utenti ed i problemi di traffico e, soprattutto, di parche g g io, sono enormi. Il polo riabilitativo del Don Uva dispone di un parcheggio interno che soddisfa le esigenze dell’utenza , gli uffici del 118 dispongono di un numero di posti macchina adeguato, gli ambulatori dell’ASP in via Potito Petrone, dove insistono fra l’altro il servizio veterinario, la medicina del lavoro, la Commissione Invalidità, la guardia medica ed

il consultorio, hanno pochissimi parcheggi e la situazione nel piazzale e sulla rampa di accesso è caotica . Ma il problema più evidente è rappresentato dall’Ospedale S. Carlo. Una struttura mastodontica. Ospedale regionale con un 10 dipartimenti e circa 40 unità operative, molti di assoluto valore che “attirano” pazienti anche da fuori regione, circa 36.000 ricoveri all’anno, oltre 1.000 posti letto, circa 1.500 dipendenti oltre ad un “indotto” (impresa di pulizia, ditte per la manutenzione degli impianti tecnologici ecc) un bar con servizio ristoro, una banca, l’edicola, un auditorium da 400 posti) ma con un mare di problemi per quanto riguarda la logistica e tante lamentele per i ritardi con cui si erogano alcune prestazioni. Occupiamoci prima dell’aspetto logistico. L’Ospedale S. Carlo, nato nel 1810 con pochi posti letti è diventata una delle strutture sanitarie più grandi dell’Italia Meridionale, un’Azienda sanitaria in continua espansione che richiede la costruzione di nuovi padiglioni e proprio la costruzione di un nuovo padiglione nel piazzale dove c’è l’ingresso principale sta creando i problemi più gravi. Il cantiere ha sottratto gran parte dei parcheggi e il caos che si crea nei pressi dell’ingresso principale della struttura è indescrivibile. Fra l’altro la realizzazione del fabbricato ha accumulato due anni di ritardo ed ancora non si capisce quando il cantiere verrà smantellato. La carenza di parcheggi è aggravata dai lavori di consolidamento in corso nei pressi del padiglione B. La presenza dei cantieri, fra l’altro si sta realizzando un parcheggio in muratura a

fianco di quello esisten- per alcune prestazioni, te di fronte ai padiglio- è stata la federazione ni E ed F, ed il continuo dei pensionati CISL

passaggio di mezzi pesanti hanno rovinato il tappeto d’asfalto delle strade interne all’ospedale che presenta paurose buche lungo tutto il tracciato. Strade molto trafficate, in special modo la mattina, anche da molti bus, non

con un comunicato stampa a denunciare gravissimi ritardi per ottenere alcune prestazioni, sette mesi per un ecodoppler cardiaco, 5 mesi per una visita reumatologica sono una enormità, tempi lunghi anche per

solo quelli del servizio urbano, e non è raro il formarsi di paurosi ingorghi spesso causati da auto lasciate in sosta in doppia fila. E’ il lunedì mattina il giorno più critico per la gran mole di persone che affluiscono presso il laboratorio di analisi e presso gli ambulatori. Alle sacrosante proteste degli utenti per la tragica situazione in questo pezzo di città si sommano quelle relative alla fruizione degli importanti servizi erogati dall’ospedale. In primo luogo ci si lamenta per i tempi d’attesa

le visite a pagamento in intramoenia per alcune prestazioni. Andrebbe potenziato anche il Pronto Soccorso in quanto per prestazioni classificate non urgenti abbiamo appreso che chi si è rivolto all’ambulatorio ha dovuto attendere anche 5 ore ed oltre. Molto critica anche la situazione alle casse ove spesso occorre fare la coda anche per più di un’ora.

vivi-potenza

Vivere la città di Potenza. Proposte, proteste e suggerimenti. La piazza virtuale dei potentini. vivi-potenza.ilcannocchiale.it


8

dal 27 aprile al 9 maggio 2011

potenza@giornalelucano.it

Dentro i quartieri : La Via Crucis: fiore all’occhiello del rione Non è certamente d’impatto come il film di Mell Gibson, né tantomeno ha i suoi scenari, anche se sempre di paesaggi lucani si tratta. Tuttavia, la via Crucis di Rione Cocuzzo è diventato un vero e proprio evento. E non solo tra gli abitanti del quartiere. Questa rappresentazione vivente della via Crucis, molto ben curata nei costumi, nella messa in scena e nella recitazione, attrae gente da ogni parte della città. Soprattutto famiglie. I più curiosi sono i bambini, ovviamente. Ma non mancano certo i giovani. Insieme alla lavanda dei piedi, i sepolcri e le liturgie, è entrata a far parte dei rituali pasquali. Tutto ha inizio con il rullo di tamburi di bambini vestiti in abiti romani. Le guardie e poi Gesù, trascinato, con le mani legate. Inizia, così, il racconto di una storia antica ma sempre attuale. I soprusi, le violenze, sono all’ordine del giorno. Ed è proprio la violenza il tema a cui si rivolge la via crucis di Rione Cocuzzo, quest’anno. Quella sui minori, negli stadi, fino ad arrivare alla

mercificazione del corpo, alla tossicodipendenza, all’alcolismo, alla dipendenza dal cibo. Ma c’è sempre una speranza, un Cristo Risorto. La parte finale della via Crucis, infatti, è dedicata alla beatificazione di Papa Giovanni Paolo II. Il Cristo Risorto, però, è anche nei tanti giovani che il parroco della chiesa, Don Donato Lauria, è riuscito a coinvolgere nella

rappresentazione. Tra i 150 figuranti, infatti, la maggioranza è costituita da giovani parrocchiani. Un numero che la dice lunga sull’attivismo di questo sacerdote che, a detta di molti, ha riqualificato il quartiere più di mille opere pubbliche. Dalle Torrette, dove insieme a Gesù e alle guardie sono comparsi uomini in nero con il volto dipinto – la violenza, appunto

– la processione è arrivata nella pizza dove solitamente si svolge il mercato rionale e da lì per le vie del quartiere, raccogliendo attorno a sé sempre più spettatori. L’unica pecca, l’orario di inizio della rappresentazione, cominciata con più di un’ora e mezzo di ritardo rispetto all’orario indicato nel programma, ovvero le 16. «L’omelia della celebrazione litur-

gica – hanno detto i residenti – è stata più lunga del solito». Sarà stato il clima mite, fatto sta che la cosa non ha infastidito la gente che, paziente, ha spettato. A onor di cronaca, da dire che quest’anno le vie crucis in città sono state diverse. Da quella proposta dal Comune e l’Associazione Musicale

“Francesco Stabile” che hanno realizzato una via Crucis esclusivamente con la narrazione sonora: partendo dalle melodie popolari del Venerdì Santo, L’Orchestra “Francesco Stabile” ha offerto un excursus nella musica d’ispirazione sacra, arrivando fino alla musica applicata, alla via crucis di rione Murate e Malvaccaro.


9

dal 27 aprile al 9 maggio 2011

scrivi@giornalelucano.it • 0971 46 94 58/66

Rione Cocuzzo

di Anna Martino

I commenti degli spettatori, tra residenti e non Cosa ne pensano i residenti e più in generale i cittadini di questa via Crucis vivente? I commenti sono molto positivi, quasi entusiastici. In particolar modo per i residenti. Per Rosanna Torre, per esempio è innanzitutto «un modo come un altro per incontrarsi e condividere un particolare momento della vita. Si vive sempre di corsa – dice- in giro si sentono solo cose brutte, è bello condividere un momento di pace». La via crucis di Rione Cocuzzo, per lei, assume un significato particolare: «un modo per mandare un messaggio di speranza. Il mio augurio è quello di risorgere sempre, ogni giorno, guardando la vita con positività». E poi c’è un altro aspetto: «la vitalità del quartiere: il merito è tutto del parroco, che per questa comunità ha fatto e continua a fare davvero tanto». I più affascinati, sono i bambini. Emilio Sinisgalli ha 10 anni: «Mi piace – dice – perché si può andar a piedi e perché così si conosce bene la vita di Gesù. La scena che mi ha colpito di più è quella di quando gli mettono la croce». Ines Torre, invece, di anni ne ha 11. Per lei la Via Crucis di Rione Cocuzzo è un appuntamento da non perdere. Lei non è una residente ma è come se lo fosse, dal momento che al nonna abita qui. «E’ bella perché ci fa vedere come se fossero veri tutti i momenti che Gesù ha passato». La scena che la colpisce di più, è quella in cui la Veronica asciuga il volto di Gesù. Se dovesse interpretare un personaggio, le piacerebbe essere Maria «perché è la mamma di Gesù». Giuseppe Baccelliere, risiede in via Vaccaro ma è originario di Rione Cocuzzo. È qui che i bambini vanno al catechismo. Sono loro, rispettivamente di 8 e 6 anni, ad aver insistito per andare a vedere la rappresentazione: dopo esserci stati

testata “Il Balcone del Conte”

Ines Torre ed Emilio Sinisgalli

Carmela Scavone

l’anno scorso con la mamma hanno voluto assolutamente tornarci. «A loro piace molto – dice – perché hanno la sensazione che sia tutto vero. Un conto è sentirla raccontare, la storia, un altro è vederla». La motivazione che lo spinge ad essere qui è più profonda: «è un mood per avvicinarli alla Chiesa». Antonella Boffa, anche lei residente, la reputa una gran bella cosa «cresciuta nel tempo. Adesso è ad alto

Giuseppe Baccelliere

Antonella Boffa

Da sx: Luciano Quaratino, Giuseppe Mazzucca, Rosario Atena, Antonio Tammone

livello professionale, sia per i costumi che per le interpretazioni. Fa bene al nostro rione, che va riqualificato». Carmela Scavone è una delle tante potentine emigrate a Roma «ma quando torno a Potenza per le ferie pasquali – dice- non me la perdo. È molto bella, fatta bene, ben organizzata. Mi piace, mi ha colpito fin dalla prima volta». E poi ci sono loro, i figuranti. Luciano Quaratino, Giuseppe Maz-

zucca, Rosario Atena e Antonio Tammone, sono i discepoli. Alcuni di loro, come Giuseppe, sono alla loro quinta partecipazione. Se il tema è la violenza, il pensiero non può che andare ad Elisa Claps e alla sua famiglia: «Ci auguriamo – dicono – venga fatta chiarezza e che lo faccia anche la Chiesa: l’unica giustizia che non si può nascondere è quella di Dio».

direttore responsabile Gianluigi Petruccio vice direttore Rocco Pezzano editore consorzio Gruppo Editoriale Lucano redazioni a Potenza via Rocco Scotellaro 7b e centro direzionale Rossellino, tel. 0971 ­­­­ 4694 58/66, fax 0971 449 056 ­Reg.Trib. di Pz n°340 del 16/12/05 grafica ed impaginazione Ivan Fabbricatore stampa Martano Editrice srl - Lecce tiratura 26.500 copie distribuzione Pubbli Distribuzione soc. coop. responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Giuseppe Coletta giornalelucano.it | redazione@giornalelucano.it PUBBLICITà > imprese private 0971 46 94 58 • enti pubblici, società a partecipazione pubblica, finanziaria e legale 0971 46 94 66


10

dal 27 aprile al 9 maggio 2011

potenza@giornalelucano.it

sono “obiettivo”

di Pasquale D’Aquino


11

dal 27 aprile al 9 maggio 2011

scrivi@giornalelucano.it • 0971 46 94 58/66

V.I.P. (Very Important Potentini) Dalla pallacanestro al commercio: Antonino Rato e l’arte del riciclo Antonino Rato ha 36 anni e tanta voglia di fare. D’altronde praticare uno sport a livello agonistico dall’età di 5 anni – oggi Antonino ne ha 36 – non solo ti tempra, ma ti inietta nella mente, oltre che nel corpo, un irrefrenabile desiderio di non stare con le mani in mano. Anche perché, quando lo sport diventa una vera e propria occupazione, un lavoro, bisogna poi pensare a trovarne un’altra. E, di questi tempi, non è cosa certo facile. Così Antonino, originario di Reggio Calabria ma potentino d’adozione, lasciata la sua squadra di pallacanestro,“Potenza 84”, per questioni di anzianità, ad un certo punto ha dovuto reinventarsi. 36 anni sono pochi in un qualsiasi settore del mondo del lavoro, ma non certo nello sport agonistico. «Qui – dice – non hai un futuro, certezze economiche. Hai delle garanzie solo se giochi in serie A».

Insieme alla moglie mo mercatino dell’usato Gabriella, giovane poten- di Potenza. Un pantalone che non tina laureata in scienze politiche e disoccupata, entra più? Una vecchia

si è dovuto rimettere in gioco. Abbandonato il campo di basket, ha deciso di aprire un’attività commerciale. E non una qualunque. Portobello: il pri-

macchina da scrivere di cui volete disfarvi? Ma anche piccoli elettrodomestici, borse, accessori, giocattoli, oggetti sportivi o realizzati artigianalmente, dischi in

vinile, libri. Antonino e sono e più li vendiamo al Gabriella accettano di prezzo di mercato, quello tutto, purché siano in vero però, senza rincari». C’è la gonna di marbuone condizioni. «Preca a cinque euro, per esempio. «Certo, non è all’ultima moda, però le ragazze vengono, l’acquistano e la modificano, la riadattano con la loro creatività». Si passa dalla borsa all’ultima moda – un regalo magari poco gradito – a veri e propri oggetti d’epoca. Uno scrittoio, una macchina da cucire Singer dei primi del 900 ancora funzionante, divani, credenze, armadi. Pezzi unici, da restaurare. E ancora, elettrodomestici in regalo con la raccolta punti del mulino bianco, ma anche oggetti stranieri: il narghilè, ricordo di un viaggio che qualcuno diligiamo – dicono – le ha voluto cancellare, un cose nuove, con il cartel- vaso egiziano risalente lino, per quanto riguarda agli anno 60. Molti sono quelli che gli indumenti. In generale, comunque, gli oggetti lasciano particolari ordidevono essere in buone nazioni: cartoline anticondizioni. Più nuovi che, valigie. Un signore

ultimamente ha chiesto un orologio a cucù. Fin’ora, a fare visita alla coppia, sono venute soprattutto signore e stranieri. L’oggetto più gettonato, dal punto di vista del rilascio, è l’argenteria ricevuta in regalo al matrimonio, «con tanto di biglietto d’auguri». Uno spazio dove ogni oggetto ha una sua storia, che inevitabilmente finisce con l’intrecciarsi con altre storie, di altri oggetti, altre persone. L’idea è giunta vedendo una trasmissione tv chiamata “A caccia di tesori”, in onda su Sky, dove dei signori vanno per le campagne alla ricerca di oggetti da reinventare. In un certo senso anche Antonino e Gabriella, come quegli oggetti, si sono dovuti reinventare. Un esempio di creatività e buona volontà. [anna.martino @giornalelucano.it]


12 potenza@giornalelucano.it

dal 27 aprile al 9 maggio 2011


13

dal 27 aprile al 9 maggio 2011

scrivi@giornalelucano.it • 0971 46 94 58/66

rilevazione dei prezzi a Potenza unità di misura

Prodotti Yogurt "Parmalat" gusti classici Yogurt "Yomo" gusti classici Yogurt "Vitasnella" gusti classici Yogurt prezzo più basso Cereali "Kellog's Special K" classici Cereali "Nestlè Fitness" classici Cereali prezzo più basso Lasagne all'uovo Barilla Lasagne all'uovo Divella Lasagne all'uovo Granoro Passata di pomodoro Cirio "La Verace" Passata di pomodoro Valfrutta "Vellutata" Passata di pomodoro prezzo più basso Agnello intero Agnello a pezzi Macinato di vitello Melanzane tonde Zucchine Ananas Mele prezzo più basso Banane Potenza - rilevazione del 20/04/2011 Prodotti

2x125 g 2x125 g 2x125 g 2x125 g 375 g 375 g 375 g 500 g 500 g 500 g 700 ml 700 ml 700 ml 1 kg 1 kg 1 kg 1 kg 1 kg 1 kg 1 kg 1 kg

PICK UP via delle Acacie -

CARREFOUR IPERFUTURA DOK via Isca del c/da via Isca del Tora Gallitello Pioppo 0.98 0.99 0.98 0.85* 1.45 1.49 1.55 1.42 0.82 0.79 0.77 3.19 3.45 2.99 2.99 2.99 2.68 1.39 1.68* 1.98 1.39* 1.68 1.98 1.54 1.39 1.63 1.59 1.88 1.67 0.74 1.10 0.87 0.89 0.91 0.53 0.59 0.69 7.48* 9.90 8.79* 7.48* 10.90 8.79* 4.78* 4.90 8.49 1.88 1.99 1.25* 1.28* 1.59 1.39* 0.88* 0.99* 1.18 1.10 1.10* 1.88 1.89 1.35

DI MEGLIO traversa via R. Acerenza 0.99 1.49 1.39 0.89 3.49 3.29 1.49 1.49 1.49 0.89 0.79 1.99 1.79 0.99* 1.25 2.19

CONAD CRAI F.L. via della via Messina Meccanica 0.55* 0.99* 1.29* 1.49 1.59 1.44 0.55* 0.85 3.69 3.09 3.38 2.69 1.69 1.41* 1.69 1.41* 1.75 1.65 1.10 0.95 0.85 0.67 0.54* 8.90 7.48* 8.90* 7.48* 5.99 5.90* 1.49 2.45 1.29 1.79 1.99* 1.49 1.00* 1.10* 1.89 1.39*

www.adocbasilicata.org

LE PIRAMIDI A&O via della Siderurgica via Mantova 0.55* 0.99 1.25 1.39 1.45 1.45 0.55* 0.59* 3.39 3.45 3.38 2.99 1.56 1.39 1.56 1.32* 1.75 1.39 1.59 1.10 0.95 0.79 0.89 0.58 0.59 8.90* 9.90* 8.90* 10.90* 4.60* 1.29* 1.29* 1.19* 1.35 1.99* 1.19 1.25 1.10 1.89 1.59

in evidenza i prezzi più bassi - (*) prodotti in offerta

unità di PICK UP via CARREFOUR c/da via del Galli- DOK Tora misura delle Acacie tello

Uova di cioccolato "Milka" al latte Uova di cioccolato "Baci Perugina" Uova di cioccolato "Dolci Preziosi" Uova di cioccolato "Lindt" al latte Uova di cioccolato "Grandi Firme" Bauli

250 g 266 g 200 g 270 g 365 g

8.49 8.49

Maina "Colombino l'agnellino" Bauli "La Colomba" Motta "Colomba Pasquale classica"

750 g 1 kg 1 kg

7.99 -

Spumante dolce "Grandi Auguri Martini" Spumante brut "Pinot de Pinot Gancia"

750 ml 750 ml

2.89 -

IPERFUTURA via Isca del Pioppo UOVA DI CIOCCOLATO 7.99x2 8.90 6.90 8.49 5.90 4.99 9.90 9.50 8.90 COLOMBE 2.99 1.99 2.99 SPUMANTI -

DI MEGLIO traversa via R. Acerenza

CONAD via LE PIRAMIDI CRAI F.L. A&O Meccavia della via Messina dellanica via Mantova Siderurgica

9.90 -

7.99 4.99 8.38 9.98

5.99 9.99 10.99

7.99 4.99 8.38 9.98

6.90 9.50

1.99 -

2.98 -

-

2.98 -

2.99

-

2.99

2.99

2.99

2.98 -

Potenza - Speciale Pasqua Criteri adottati per la rilevazione dei prezzi: • la rilevazione dei prezzi avviene nella città di Potenza; • i prodotti rilevati sono estratti dal paniere di “SMS Consumatori” (www.smsconsumatori.it) in modo da permettere al consumatore di verificare la “convenienza” o meno del prodotto; • per la pasta di grano duro vengono rilevate le seguenti marche: Barilla, Amato e Divella (tra queste viene individuata la marca che ha il prezzo inferiore); • il prezzo più basso di ciascun prodotto viene evidenziato; • i prodotti in offerta vengono specificatamente segnalati;

• gli esercizi commerciali sono scelti tra quelli già inseriti nel progetto “Sms Consumatori”; • gli esercizi commerciali che intendono far parte del progetto di rilevazione possono farne richiesta alla sede di Potenza dell'ADOC Basilicata; • sul nostro sito www.adocbasilicata.org sono riportati tutti i prodotti e tutti gli esercizi commerciali oggetto della rilevazione; • l'ADOC Basilicata non riceve alcun compenso e/o contributo per tale attività in quanto svolta in maniera assolutamente volontaristica. Si ringraziano le attività commerciali per la continua disponibilità.


14

dal 27 aprile al 9 maggio 2011

potenza@giornalelucano.it

per lo spirito

di Maria De Carlo

Nuova vita con la Pasqua

La vignetta di Mario Bochicchio

mariobochicchio.blogspot.com

Tempo di Pasqua, tempo di gioia ma anche di riflessione, per un cristiano, sul triduo pasquale: passione, morte e risurrezione. Un triduo che nella vita di ciascuno si ripete nella quotidianità, perché il “tempo” della salvezza per ciascuno è l’oggi, “l’ora”. Allora vivere la Pasqua vuol dire fare memoria di un “passaggio” che attende una risposta. Che fare? Come reagire? Non si annulla la croce, essa attende di essere portata (è l’invito di Gesù), essa va assunta. E c’è un aspetto della Pasqua che mi piace richiamare, ed è quello dei bambini. Come questi attendono la festa e come la vivono. Credo che un grazie lo dobbiamo, in modo particolare, alle maestre che fanno vivere e nascere nei piccoli il desiderio della festa pasquale e dell’espressione della gioia! Pulcini, ovetti e cartoncini colorati per preparare la letterina augurale per mamma e papà. Imparano una poesia e poi scartano l’uovo pasquale con tanto di desiderio e di curiosità per la sorpresa. Ed è pro-

prio questa sorpresa che mette entusiasmo e allegria nei piccini. E la sorpresa, che è l’inatteso per un adulto, ci inebria e ci dona vitalità. L’inatteso, il nuovo che nasce, il passaggio che avviene è ciò che libera e rompe le catene di un’esistenza vuota o seppellita. Con gli stessi occhi gioiosi

esperTirispondono Buongiorno, da oltre un anno sto naturopata, floriterapeuta, insegnante di yoga facendo psie coordinatrice della coterapia Yani (Yoga associazione nazionale insegnanti) per problemi di sbalzi di umore e di ansia che sono sorti in seguito al tradimento da parte del mio compagno. La psicologa mi ha consigliato di abbinare alle sedute che faccio con lei anche un corso di yoga. Per me è una novità, potrebbe essermi davvero utile? Adriana Crisci (Potenza)

Il tradimento non solo quello di coppia, ma anche per esempio di un’amicizia, di un rapporto lavorativo, etc. non è mai indolore per chi lo subisce. Esso porta con se una serie di riflessioni che toccano argomenti quali l’onestà di rimanere fedeli ad un impegno assunto, le motivazioni egoistiche che portano a curarsi ben poco della devastazione che si lascia alle spalle, l’ego che non accetta la crisi di mezza età, etc. E’ difficile dire chi sia la vittima, poiché capita che chi tradisce può essere una persona che voglia sentirsi amata e desiderata e chi subisce venga profondamente toccato dal dolore che scava dentro di se, minando quelle che erano delle certezze. Lo yoga lavora sul piano fisico e quello mentale.

Sul fisico sbloccando quelle energie che, bloccate dai sentimenti dolorosi e devastanti, si ripercuotono sulla salute del corpo e che potrebbero farlo ammalare. A livello mentale crea un rilassamento delle tensioni ed una chiarezza dei pensieri, porta ad un contatto più profondo con se stessi e quindi aumenta l’autostima, lavorando sulla rabbia, sul senso di inutilità, rafforzando le parti positive della persona. Oltre allo yoga potrebbe iniziare anche un percorso di floriterapia, poiché si sente che la sua ferita brucia, ma la rabbia che prova fa male solo a se stessa. L’altra persona non viene sfiorata dalle emozioni che lei sta provando, è troppo presa da altro. Nell’immediato potrebbe usare Mimulus per la paura del futuro, Star of Bethlehem per il trauma, Sweet Chestnut per la prostazione, Larch per la mancanza di fiducia in se stessi, Holly per il rancore. Lo yoga e la floriterapia sono degli ottimi strumenti che possono coadiuvare il percorso psicoterapeutico che sta facendo. inviateci i vostri quesiti a:

• esperti@giornalelucano.it • fax 0971 44 90 56 li inoltreremo ai più importanti professionisti lucani

di un bambino l’uomo adulto è invitato ad accogliere la vita come quell’uovo pasquale carico di sorprese. La società tutta è chiamata a tutelare il diritto alla vita –personale e sociale. [maria.decarlo @giornalelucano.it]


15

dal 27 aprile al 9 maggio 2011

scrivi@giornalelucano.it • 0971 46 94 58/66

non si può parlare di Unità se... di Nicola Manfredelli

La festa dei 150 anni dell’Italia contrassegnata da troppe ritualità e poche verità Se recriminare serve a poco o a niente, è altrettanto vero che perseverare negli errori è alquanto deludente e desolante. Pur senza mettere in discussione il valore dell’unità del nostro paese, lamento, in occasione della ricorrenza del 150° anniversario dell’unità, l’insufficiente attenzione delle istituzioni e degli organi di informazione, verso gli aspetti che hanno finora impedito di costruire una solida comunanza tra le diverse aree della nazione. Le cronache dei telegiornali hanno mostrato le immagini scintillanti dei grandi festeggiamenti di Torino, Firenze, Roma. E basta! E a Napoli, a Bari, a Palermo, perchè lo stato e gli organi di informazione pubblica non hanno impegnato le stesse risorse

e gli stessi mezzi? Sono interrogativi che si sommano alle perplessità dettate dagli atteggiamenti della Lega Nord e di alcuni settori del governo, che non bisogna banalizzare od occultare dietro le ritualità di una festa incapace di far compiere dei passi in avanti sul terreno dell’indispensabile riequilibrio economico e sociale tra il sud e il nord. Questione correttamente riproposta anche dal governatore, Vito De Filippo, nel corso del Consiglio regionale dedicato all’unità d’Italia, ma se si va sul sito del governatore del Veneto, Luca Zaia si trova scritto che “…le regioni meridionali vogliono rifarsi il look con i soldi del nord e che il parametro della povertà delle famiglie del sud non passerà mai perché signifi-

ca portar via altro denaro al nord”. Altrochè. La verità è, invece, come ha scritto Lino Patruno, quella di “…un divario territoriale che dovrebbe far vergognare i Cavour e i Garibaldi. Perché con questo anniversario chi può dire davvero di c’entrarci poco è il Sud. Non si può parlare di Italia unita se il treno da Bari a Milano ci mette 12 ore, da Bari a Napoli cinque, da Catania a Palermo quattro, con tutta l’alta velocità al Nord. Non si può parlare di Italia unita se al Sud ci sono mille chilometri di ferrovie in meno del 1938, se il 70 per cento delle linee non è elettrificato, se il doppio binario è un lusso, se Matera continua a essere l’unica città italiana senza ferrovie dello Stato, se i treni puliti sono una pretesa stravagante e i bagni non otturati una even-

tualità. Non si può parlare unita se, a parità di condidi Italia unita se al Sud le zioni, al Nord si guadagna autostrade sono a due cor- 100 e al Sud meno di 70. Se sie e non a tre, non hanno al Sud c’e una disoccupaziol’asfalto autodrenante e si ne tripla e un giovane su tre fermano molto prima dei non ha lavoro. Non si può parlare di Italia unita se centri da raggiungere. Non le famiglie povere si può parlare di Itadel Sud sono il lia unita se al Sud Giuseppeoto doppio. Non si c’e il triplo delle n interruzioni Garibaldi,eletto par- può parlare di per l’acqua, il massone, fu l collegio Italia unita se questo ditriplo per l’e- lamentare ne erticara P nergia elettridi Corletosercisi mai vario in 150 anni si è alca e occorre il senza escato re largato anziché triplo del tempo ridursi”. per avviare un’attiDi fronte a tale vità. Non si può parlare di Italia unita se tutte le quadro, più che festegricche fondazioni bancarie giare e celebrare Giusono al Nord. Non si può seppe Garibaldi, noto parlare di Italia unita se massone, che fu eletto l’Istituto italiano di tecno- parlamentare nel collogia è a Genova, l’Agenzia legio di Corleto Perper l’innovazione a Milano, ticara senza essersi l’Agenzia per la sicurezza mai recato, neanche in alimentare a Parma, la campagna elettorale conferenza del Mediterra- nel paese lucano, forse neo a Milano. Soprattutto è più giusto stare dalnon si può parlare di Italia la parte di una figura

come Michele Mulieri, arguto e fantasioso personaggio del mondo contadino lucano, allorché dichiarò l’indipendenza della “Repubblica dei Piani Sottani”, su un territorio di quattromila metri quadrati, e una popolazione di venticinque anime, al bivio di Grassano per Matera. Michele Mulieri non era contro l’unità dell’ Italia, ma era spinto da autentico sentimento di orgoglio lucano e di rivendicazione verso uno Stato più giusto, che invece, per molti versi, ancora oggi rispecchia quanto Mulieri stesso scrisse al Presidente della Repubblica: “In questo marciume non posso più stare per la legge dei compari. Tutto voglio abbandonare, chè la bella Italia è dei grandi industriali“.

da sempre al servizio di tutti i cittadini di Potenza e provincia SERVIZI C.A.F. DIPENDENTI E PENSIONATI (assistenza gratuita)

ComUnica Finanziamenti

SERVIZI PATRONATO INVALIDITA’ CIVILE (assistenza gratuita)

INPS (assistenza gratuita)

INAIL (assistenza gratuita) Infortuni

Modello 730 precompilato

Elaborazione Buste Paga

Assegno invalidità civile (74%)

Pensioni di vecchiaia

Invalidità sul lavoro

Modello Ise / Isee / Iseeu

Dichiarazione Iva Annuale

Pensione di inabilità (100%)

Pensioni di anzianità

Infortunio in itinere

Calcolo e compilazione modello ICI

Successioni

Permessi Legge 104/92 lavoratori

Pensioni ai superstiti

Riapertura pratica infortunio entro 10 anni

Modello RED

Privacy

Indennità di accompagnamento

Assegno di invalidità

Ricorsi in opposizione alla valutazione INAIL

Modelli ICRIC-ICLAV-ACCAS

Consulenza in materia di sicurezza lavoro

Indennizzo periodo di chemioterapia

Pensione di inabilità

Indennità di frequenza (pratiche per minori)

Assegno sociale

DISOCCUPAZIONE

Servizi riscossione ICI Conservazione sostitutiva

Pensioni ciechi civili

Prestito acquisto attrezzature e macchine

Pensioni audiolesi (sordomuti)

IMPRESA nuovo servizio

(assistenza convenzionata) Contabilità semplificata e ordinaria Consulenza economica - finanziaria Consulenza contrattuale Assistenza, rappresentanza e consulenza tributaria Perizie, valutazioni e pareri Operazioni societarie 770 ordinari / semplificati F24 online Smart Card LEGALCERT

Prestito acquisto immobili strumentali

Riconoscimento invalidità civile successiva al Decesso con recupero degli arretrati

Linee credito agevolato Consorzio Fidi

Esenzione ticket

Consulenza H.A.C.C.P. Consulenza e rilascio certificazioni di qualità e Certificazione Ambientale Pratiche forniture e installazione Fotovoltaico

Presidi sanitari

Supplemento, ricostituzione pensione Prosecuzione volontaria Indennizzo ed indennità di maternità Riscatti (militare, laurea, lavoro estero) Rate maturate e non riscosse Ricongiunzioni periodi assicurativi

(assistenza gratuita)

Agricola-Ordinaria-Requisiti ridotti Edile Ordinaria e Speciale Indennità di mobilità – CIGS

PRATICHE ENTI VARI (assistenza gratuita)

Pensioni ENASARCO

Rimborsi

Verifica e aggiornamento posizione assicurativa

Ricorsi amministrativi

Pensione in convenzione internazionale

Riduzione canone Telecom

Contenziosi giudiziari

Contenzioso amministrativo e legale

Riduzione canone Gas

Consulenza medico\legale in sede

Consulenza Legale e Medica

Riduzione canone Enel

Fondo PENSIONI

Visure Catastali

Riduzione Canone Acquedotto Lucano

Servizi Camerali

Riduzione canone Bollo Auto Servizi per la tutela cittadino\consumatorI


16 potenza@giornalelucano.it

dal 26 aprile al 7 maggio 2011

GiornaleLucano.it - 2011-04-27 - N° 02  

GiornaleLucano.it - 2011-04-27 - N° 02

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you