Issuu on Google+

B ALCONE FATTI

IL

& MISFATTI

DELLA

GRANDE

D E L

LUCANIA

C O N T E

Edizione POTENZA Qattordicinale gratuito • Anno III • Numero 1

dal 18 gennaio 2008

0835 1825453 0971 1835401 0973 1985455

prodotti tipici e genuini

Poste Italiane Spa - Spedizione in abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art.1, comma 1, DR PZ

Facce di casta dal 04 al 17.01

In affanno:

PIAZZA DON BOSCO È AL BUIO, SOLDI SPESI INVANO

A 66 ANNI SUONATI CERCA ANCORA “LA PATATINA”

AL CENTRO DELLA BUFERA

SULLA SANITÀ LUCANA

IMMONDIZIA E LA DISCARICA DI SERRA ARENOSA

Mesi di lavoro, passerelle colorate con gli evidenziatori, ma di sera non ci si vede ad un metro

Il Direttore della Asl di Potenza ruba la scena agli attori hard

Don Antonio era tornato di nuovo ma i suoi metodi sono vecchi

NO a Vietri e in Lucania? Approva solo la maggioranza.

SANTARSIERO

Sugli scudi:

Suda freddo:

In panne:

NUNZIATA

POTENZA

DE FILIPPO

Quando 12x3 non fa 36, ma degrado

Già 6 anni fa, nel 2002, la Città capitale (con deliberazione C.C. n. 175), ha provveduto a vietare l’esposizione di mezzi pubblicitari superiori a 12 mq.(6x3). Il Comune di Roma con questo provvedimento poi deliberato anche da tanti altri in Italia, ha inteso eliminare i pannelli 6x3 (i cosiddetti Poster), emblema stesso del degrado pubblicitario, per passare ai meno invasivi 4x3. E a Potenza, città dove il Sindaco “investe” (giustamente) in eventi culturali, cosa accade? Tante stranezze e la installazione degli ancora più mastodontici 12x3 !!!

parte I - continua nel prossimo numero

Potenza

HANNO DETTO

Eros Ramazzotti (Roma, 1963)

“Io sono eterissimo... Posso stare con decine di donne, ma continuano a dire che sono gay”

[Bianco e Petruccio alle pagine 8 e 9]

Cambia il Direttore Responsabile de “Il Balcone del Conte” Da questo numero, il dottor Antonio Savino lascia la direzione dopo due anni di eccellente lavoro, che avevano come punto di arrivo il completamento del restyling ini-

ziato da ottobre - spiega in una nota l'Editore - che gli esprime un caldissimo ringraziamento. “Abbiamo proposto a Gianluigi Petruccio, già Direttore Editoriale, di assumere la dire-

zione - continua la nota - convinti che la sua esperienza, la sua forte personalità, il suo spirito giornalistico rappresentino esattamente ciò che serve allo sviluppo del periodico”.


2

Venerdì 18 gennaio 2008 sondaggio

B ALCONE FATTI

Monnezza campana Giusto mandarla a tutte le Regioni?

Forse (40%)

& MISFATTI

IL

DELLA

GRANDE

D E L

LUCANIA

C O N T E

direttore responsabile Gianluigi Petruccio editore Sud’Altro srl grafica ed impaginazione Ivan Fabbricatore redazione via Rocco Scotellaro 7b, Potenza 0971• tel.444 976 • fax 449 056 redazione@ilbalconedelconte.it

No (35%)

pubblicità direzione@fonovipi.it tel 199 25 00 55 • fax 0971.449056

tariffa a modulo € 70,00 | pagina intera (100 moduli)

Reg.Trib. di Potenza n°340 del 16/12/05

stampa Martano Editore srl (Le) tiratura: 30.000 copie distribuzione Pubbli Press srl (Pz)

Sì (25%)

www.ilbalconedelconte.it Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Dorotea Ghio

Diamo i numeri al er monnezza

sondaggio telefonico realizzato in proprio, tra il 13 ed il 17 gennaio, su un campione statisticodi 285 abbonati agli operatori telefonici della città di Potenza

AMBO = 24, 69

Non sono solo “rifiuti”

Simone Mascarelli è un bimbo di soli 10 anni, ma è informatissimo della questione ed ha già le idee molto chiare: “Sono rifiuti dannosi -dice - per l’ambiente e per la salute. Devono risolvere il problema a casa propria”.

QUATERNA = 24, 69, 74, 81 CINQUINA= 22, 24, 69, 74, 81

Non basta la delinquenza che ora – afferma Silvana a Zappacosta – la Campani vuole esportare anche lasia sua immondizia! Credo veramente troppo!”

“In parte è opportuno che ogni regio dia il suo contributo – sostengono ne Maria Teresa Vaccaro ed Antonella nevale – ma non si può pretendere Carche sia gratuito e per sempre”.

“È un fatto inaccettabile che l’amministrazione napoletana non abbia provveduto in tempo a sanare la situazione. Perché ora – si chiede perplessa Maria Grazia Lacava – dovremmo rimetterci noi?

“Se è per una risoluzione momentanea – dicono le sorelle Assunta e Maria Sacco – può sicuramente andar bene. D’altra parte, chi può fa bene a tendere una mano”.

TERNO = 24, 69, 81

“NAPUL'È 'NA CARTA SPORCA ' e nisciune se n'emporta”: così cantava Pino Daniele in una sua nota melodia del 1997. Quasi come una piaga, lenta a rimarginarsi, la città e la provincia partenopea continua a mostrare il suo volto peggiore: degrado morale e sociale, accompagnato da tonnellate di spazzatura maleodorante e, soprattutto, ingombrante. Un “patrimonio” antico passato in eredità, di generazione in generazione, ma che ora ha solo oltrepassato il limite di accettabi-

“Dividere le tonnellate di rifiuti e coinvolgere tutte le regioni italiane – è convinto Francesco Affinito – potrebbe essere un buon metodo. Almeno per risolvere con immediatezza il disagio”. “Il problema è evidente – sostengono Andrea De Angelis e Danilo De Bonis – non ci si può lavare le mani ed i napoletani non devono essere ghettizzati”.

lità. I compromessi non sono più ammissibili. I cosiddetti “panni sporchi” ognuno dovrebbe provvedere a lavarseli a casa propria, ma la portata dei fatti è tale che l’intervento comunitario è pressoché indispensabile. Anche i Potentini, nonostante un folto coro di “no”, comprendono che sia necessario un ulteriore sforzo da parte della Basilicata. Se non a livello di siti, almeno di contributi e sostegni economici. interviste di lucia.lapenta@ilbalconedelconte.it

ogni 14 giorni, 25.000 copie in tutte le case e le attività commerciali di Potenza

Da giocarsi entro la prossima settimana sulla ruota di NAPOLI

riceverlo: otte 64,illusioni n a est ato... ro brevediduu Q ogn ord Bi rata, 71, donarlo: di L ho s falsità e ipocri• BRILLANTE =

sia di parenti, 86, comprarlo: difficoltà economiche, 27, perderlo: ribellione al proprio stato, 85, trovarlo: dispiaceri in famiglia, 20, rubato: necessità di rinunce, 7, falso: atteggiamenti pretenziosi, 11, montato: manifestazioni aggressive, 72, venderlo: difficoltà nel lavoro, 57. • BRINDARE = 87, per una nascita: arrivo inaspettato, 13, per un battesimo: novità piacevoli, 45, per l’esito di uno studio: cambiamenti radicali, 24, per un fidanzamento: capacità di donare, 64, per un matrimonio: personalità influenzabile, 16, per un compleanno: prove d'affetto, 78, per un onomastico: umore instabile, 36. • BRODO = 82, di pollo: amara delusione, 28, di manzo: atteggiamenti negativi, 90, di pesce: sperpero di energie.

+ 5.000 copie in tutti i bar di Avigliano, Picerno, Pignola e Tito


B ALCONE Venerdì 18 gennaio 2008

IL

D E L

Politica e antipolitica

C O N T E

La sanità lucana nell’orecchio del ciclone INTERCETTAZIONI POCO SALUTARI. Mentre continua il dibattito sulla loro diffusione, le indagini della magistratura potentina evidenziano le presunte corruzioni

di questo genere può signifi- giudizi che sconfinano nel dicare veder saltare la pro- ritto penale (grazie a Dio non pria vita, i propri legami è il nostro mestiere), bensì vaaffettivi, il proprio equi- lutazioni squisitamente politilibrio psicologico. che. I centri di potere nelle Basta una battuta Asl e negli ospedali vanno fuori posto collo- smobilitati, la rotazione nelle cata in un contesto funzioni dirigenziali e diretpreciso a fuorviare i tive deve essere continua. La giudizi. Ecco perché riforma del sistema sanitario chi eserregionale, cita una una sua semresponsabilità plificazione, di altissimo vala riduzione “È lecito lore morale e dei costi, rendere pubbliche delle strutcivile come quella della ture e degli una serie magistraapparati aptura inquidi conversazioni paiono querente è s t i o n i private fra liberi i r r i n u n c i achiamato ad una capacità di bili. Devono cittadini?” discernimento anche napari alla manscere orgasione rivestita. nismi di Ciò non di meno, sedi- controllo democratico che mentando, come abbiamo im- consentano di sfuggire ad parato a fare, le informazioni inaccettabili opzioni monoinutili da quelle signifi- cratiche. cative, da questo puzLa debole e confusa classe zle di intercettazioni politica di governo regionale emerge lo stato di è chiamata subito ad una difficoltà della scelta imprescindibile. Non sanità lucana. fosse altro per salvare se stessa Non espri- dall’autodistruzione. miamo, naturalsergio.carnevale @ilbalconedelconte.it mente,

L’ENNESIMA E ANCH’ESSA tormentata vicenda giudiziaria potentina, questa volta riferita al complesso mondo della sanità lucana, merita alcune considerazioni di carattere morale e politico. Dal punto di vista morale e giuridico non si può non evidenziare come anche queste intercettazioni si muovano sul delicato filo delle garanzie costituzionali di carattere personale. E’ lecito rendere pubbliche una serie di conversazioni private fra liberi cittadini? Può un’indagine condursi evitando che le notizie filtrino fino alle pagine dei giornali? Chi, in particolare, favorisce la fuga di notizie verso gli organi di stampa? A ben vedere si tratta di domande di particolare spessore perché investono la sfera della privacy di ciascuno di noi. Incappare in incidenti di percorso

La solitudine di Gianfranco FINI AD UN BIVIO, lontano da Berlusconi ed ora abbandonato anche da Casini. I suoi colonnelli cominciano a temere l’isolamento. Quello che manca al leader di An è una strategia chiara, a meno che non abbia già deciso di candidarsi a sindaco di Roma…

L’AVVERSIONE A BERLUSCONI ha fatto un brutto scherzo a Gianfranco Fini. Gli ha fatto perdere di vista il fatto che non basta l’esistenza di un avversario comune per fissare alleanze stabili tra forze politiche diverse. Il leader di Alleanza Nazionale pensava che sarebbe bastata l’esigenza comune di contenere la vocazione egemonica di Silvio Berlusconi nel centro destra per tenere legati al proprio carro Pierferdinando Casini e l’Udc. Ma è bastato che il Cavaliere confermasse l’asse con Walter Veltroni sulla riforma elettorale concordando una serie di ritocchi alla bozza Bianco in grado di trovare l’adesione di Rifondazione Comunista e della stessa Udc, che Casini si è sfilato ed il patto tra An ed Udc è saltato. Si dirà che il modo con cui tutto

questo è avvenuto non sia stato troppo elegante. Azzerare la sera l’impegno a marciare uniti contro il Cavaliere assunto ufficialmente la mattina è stato un atto che sembra fatto apposta per dipingere Casini con le tinte ambigue dei vecchi democristiani spregiudicati ed inaffidabili. Ma mai come in questo momento l’eleganza appare totalmente bandita dalla vita politica italiana. Ciò che conta sono gli interessi reali delle forze politiche. E poiché l’interesse dell’Udc di avere una possibilità di sopravvivenza passa attraverso non la battaglia frontale a Berlusconi ed a Veltroni ma la possibilità di una intesa tra le due forze politiche maggiori e Rifondazione Comunista, ecco che Casini ha scaricato Alleanza Nazionale e Gianfranco Fini si è ritrovato solo. Per un leader politico la solitudine in sé non costituisce un problema insormontabile. Alle volte, anzi, può essere lo stimolo per nuove e più favorevoli battaglie. Ma alla sola condizione che il leader in questione abbia una strategia di lungo respiro e la possibilità di portarla

avanti. La solitudine di Fini, invece, è assoluta. Non ha una strategia. Perché puntare sul referendum è solo una trovata tattica. E l’idea di infilarsi in una “ c o s a bianca” ancora tutta da definire è del tutto impraticabile.

ogni 14 giorni, 25.000 copie in tutte le case e le attività commerciali di Potenza

In più il leader di An incomincia a registrare che non tutti i suoi “colonnelli” sono intenzionati a sacrificarsi in una sterile guerra ad oltranza contro Berlusconi ed ora anche Casini. E, nella crescente consapevolezza che la ripresa della vecchia alleanza è indispensabile, non esitano a smarcarsi dalle posizioni troppo rigide dei suoi fedelissimi. Si dirà che tutto questo sembra fatto apposta per spingere Fini a buttarsi a capofitto nel progetto di diventare sindaco di Roma. Il ché può essere giusto. Ma sempre nella consapevolezza che da soli non si va da nessuna p a r t e . T a n t o meno in Campidoglio. Sempre che la sinistra non presenti un cavallo di razza… gianfranco.blasi @ilbalconedelconte.it

3

Caro Cavaliere è davvero difficile capirti L’USCITA DI BERLUSCONI a Roccaraso sulla legge Gentiloni è stata una mossa falsa, una gaffe clamorosa, bissata il giorno dopo con una nota che non si capisce se sia un passo indietro o un rilancio. Di certo negli ultimi mesi abbiamo osservato cose che fanno venire grossi dubbi sulla strategia del Cavaliere, e non parliamo solo di gaffe, perché quelle le ha sempre fatte e sono una caratteristica peculiare del personaggio, gli danno un’aria più umana e famigliare. Ma stavolta ha commesso dei veri e propri errori. Come sulla vicenda della spallata di Dini, dove invece il comportamento pubblico di Berlusconi non solo ha messo in allarme i suoi

Silvio Berlusconi

avversari, ma non ha consentito allo stesso Dini di agire senza essere annoverato tra i nuovi acquisti del Berlusca, condizione non certo favorevole per la riuscita dell’operazione, che infatti si è chiusa con una sconfitta netta del Cavaliere. E poi c’è la botta del predellino, il nuovo partito, che dopo l’entusiasmo iniziale, gli è letteralmente esploso in mano. Per non parlare della Brambilla, il cui ruolo è a tutt’oggi non ben definito. Ecco, l’uscita sulla Gentiloni è solo l’ultimo di una serie di comportamenti che davvero fatichiamo a capire.

redazione @ilbalconedelconte.it

+ 5.000 copie in tutti i bar di Avigliano, Picerno, Pignola e Tito


4

Venerdì 18 gennaio 2008

B ALCONE

IL

D E L

C O N T E

I NOSTRI SERVIZI • Pattugliamento diurno e notturno • Presidio industriale ed in Strutture Pubbliche e Sanità • Antitaccheggio • Trasporto e scorta valori • Antirapina • Impianti Antifurto con collegamento alla Nostra Centrale Operativa in comodato d’uso gratuito (con il solo pagamento del Canone Mensile come da Tariffe Prefettizie)

Fornitura in comodato d’uso GRATUITO per appartamenti e negozi. Impianto d’allarme in collegamento bidirezionale con la nostra centrale operativa. Istallazione gratuita - impianto senza fili - nessuna manutenzione straordinaria anche BREVI PERIODI!

Unico

Potenza - C. da Bucaletto 1 Tel.: 0971.53939 Fax: 0971.489748 www.vigilanzadipotenza.com info@vigilanzadipotenza.com

ogni 14 giorni 25.000 copie in tutte le case e le attività commerciali di Potenza

+ 5.000 copie in tutti i bar di Avigliano, Picerno, Pignola e Tito


D E L

C O N T E

La nostra storia

Venerdì 18 gennaio 2008

Giocoli: nonostante tutto un quartiere senza ‘macchia’ Macchia Giocoli, sviluppatosi nella parte nord della città di Potenza è ancora un quartiere a sé stante anche se altre zone stanno per congiungersi MACCHIA GIOCOLI, un quartiere di Potenza sviluppatosi negli anni immediatamente successivi al terremoto del 1980. Realizzato fuori porta a ridosso di una collinetta montuosa contornata da boschi a querceto e cespugliosi. Si caratterizza attualmente per l’insediamento abitativo di diverse cooperative abitate da numerose famiglie che costituiscono il nucleo principale dell’area. La zona è attualmente soggetta a riqualificazione urbana sia per adeguare meglio la

rete viaria per i collegamenti verso la città, sia per lavori nel quartiere. L’intervento realizzato dall’amministrazione comunale ha riguardato in particolare la piazza del quartiere di recente edificazione. Nella zona di tipo residenziale caratterizzata dall’assenza di attività commerciali e dalla mancanza di spazi qualificati è stata creata una piazza adagiata su due livelli di quota che

Il Seminario Pontificio Maggiore

di fatto la dividono. Una parte è occupata da un campo di calcio non recintato e dall’altra da un giardino. Una strada anulare la contiene e all’interno, nella parte limitrofa al percorso carrabile vi sono degli spazi attrezzati per luoghi d’incontro e di gioco. Macchia Giocoli, cresciuto nella parte nord della città di Potenza sembra ancora un quartiere a sé stante, anche se altre zone (“Zona G”, Malvaccaro, Poggio Tre Galli) già attrezzate e più accorsate sul piano delle infrastrutture e dei servizi si apprestano a raggiungere il quartiere per ora solitario. Sul dosso di una collina dirimpettaia si affaccia in solitudine un edificio in cemento armato affiancato da pilastri che si dice essere la chiesa da dedi-

5

Vito Tammone

B ALCONE

IL

La Chiesa di Santa Chiara. In alto, Macchia Giocoli

care a Santa Chiara. Forse l’antefatto di una realizzazione incompiuta che si staglia a metà strada tra il rione e il Seminario Mag-

La piazzetta, inaugurata nel 2006, è stata progettata per evidenziare il rapporto tra le architetture del verde esaltate dalla presenza di piante, terrazze, giardini, prati ed essenze arboree

giore. Intanto gli abitanti del quartiere lamentano la mancanza di servizi e le difficoltà del collegamento viario assicurato soltanto verso Malvaccaro e Poggio Tre Galli, mentre del tutto inadeguato e insufficiente è la stradina interpoderale che collega via del Gallitello in prossimità dei plessi regionali e dei centri commerciali. fabio.settembrino @ilbalconedelconte.it

Il luogo dove si formano i sacerdoti NEL SEMINARIO PONTIFICIO MAGGIORE di Potenza si preparano e formano i futuri presbiteri per le Diocesi della Basilicata. Sorto per volontà dei Vescovi lucani nel 1990, svolge un ruolo importante per la Chiesa di Basilicata provvedendo al rinnovamento continuo di sacerdoti essenziali per la vita ecclesiale e religiosa. Si tratta del fulcro vivente della chiamata al servizio della Chiesa. L’ubicazione della struttura, lontana dal centro della città di Potenza, ma vicina al rione di Macchia Giocoli si presta ad

ogni 14 giorni 25.000 copie in tutte le case e le attività commerciali di Potenza

iniziative di carattere culturale aperte anche al resto del territorio. Molte le manifestazioni già realizzate o avviate, fra cui da ultimo l’apertura di uno spazio teatrale per consentire alle nuove leve la possibilità di fare esperienza e organizzare spettacoli e recite. Presso il Seminario si svolgono in modo continuo incontri formativi, ritiri, esercizi spirituali poiché è la formazione spirituale e intellettuale vissuta in una vita comunitaria che cerca nel dialogo educativo l’anima di un’autentica formazione umana. Il periodo di formazione dei

seminaristi dura sei anni sino all’ordinazione presbiterale. L’Istituto Teologico annesso al Seminario, è la struttura che presiede alla formazione teologica e pastorale dei futuri presbiteri. Il Seminario di Potenza è affiliato alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, prevede la frequenza di un biennio di filosofia seguito da un quadriennio teologico. Al termine del ciclo l’Istituto rilascia allo studente il grado accademico del Baccalaureato.

claudio.settembrino @ilbalconedeconte.it

+ 5.000 copie in tutti i bar di Avigliano, Picerno, Pignola e Tito


6

Liberal Café

Venerdì 18 gennaio 2008

B ALCONE

IL

D E L

C O N T E

Tanti auguri Grande Puffo QUANTE GENERAZIONI di bambini li hanno amati. Sembra siano ieri ed invece anche i Puffi sono invecchiati, compiono 50 anni. Ideati nel 1958 e diventati famosi nel 1981, sono stati per decenni i protagonisti di fortunatissime serie di fumetti e di cartoni animati. Per festeggiare il compleanno è stata organizzata una tournée che toccherà varie città europee, organizzata in collaborazione con l'Unicef a cui andranno i proventi dell'iniziativa. Si chiamerà Happy Smurfday, dall'originario nome dei puffi, smurf. Ideati nel 1958 dalla fantasia del fumettista belga Pierre Culliford, detto Peyo, gli omini blu si preparano alla tournée per celebrare il mezzo secolo. Il puffo Pit-

Gli euro personalizzati IN GERMANIA UNA DONNA ha truffato una profumeria pagando i costosi cosmetici che aveva scelto con una banconota personalizzata da 1.000 euro. La commessa ha detto che non si è accorta di nulla

IN UN PICCOLO PAESE del Baden-Wuerttemberg, una regione nel sud della Germania, una truffatrice è riuscita ad utilizzare una banconota da mille euro: ha acquistato profumi e bagnoschiuma per un valore di 200 euro. La commessa della profumeria non sapeva che non esistono banconote di quel taglio e non si è nemmeno accorta che sul biglietto c’erano vistose immagini di donne nude. L’imbrogliona si è fatta anche consi-

gliare sui migliori e più costosi prodotti di cosmetica e, con una tranquilla faccia tosta, ha pagato con la maxi banconota. Certamente la truffaldina aveva già un piano di emergenza (tipo una battuta spiritosa) se la cassiera si fosse accorta del raggiro. Ma poiché così non è stato, la donna ha riposto nella borsetta gli 800 euro del resto, insieme allo scontrino, ed è uscita tranquillamente. Qualche minuto

dopo, non contenta, ha aggiunto all’inganno anche la beffa. È rientrata nella profumeria per regalare alla commessa una scatola di cioccolatini come ringraziamento per gli utili consigli ricevuti. A questo punto la “riconoscenza” è d’uopo per l’impostora che ha avuto un’idea geniale ed una freddezza di spirito tale da portare a termine il suo imbroglio. Altresì bisogna ammettere l’inettitudine e la mancanza di professionalità della commessa. Potremmo dire che il genio del male ha surclassato il genio della stupidità. Certamente in Italia non sarebbe

successo un simile accaduto: abituati come siamo ad essere fregati quotidianamente dai nostri politici, stiamo sempre con gli occhi e le orecchie ben aperti. E poi! Molti di noi non vedono frequentemente le banconote da 500 euro, figuriamoci se potremmo fidarci di un biglietto da 1000. Chissà! Forse veramente la povertà mantiene sveglio e ben ossigenato il cervello! nicola.prete @ilbalconedelconte.it

tore, Burlone, Brontolone, Forzuto e poi il pedante Quattrocchi, l'anziano e saggio capo vilaggio, Grande Puffo, e la “pluricorteggiata”, Puffetta, tutti i 99 puffi saranno impegnatissimi in giro per Europa. Ma non mancano le sorprese. A quanto si apprende lunedì infatti sarà annunciata anche la data di uscita di un nuovo film dei Puffi. Il road show che toccherà diverse capitali, tra cui Parigi il 17 gennaio e Berlino il 21, è organizzato in collaborazione con l'Unicef a cui andranno parte dei proventi dell'iniziativa. francesco.blasi

@ilbalconedelconte.it

, o n a r” c u l i orte n g “o n rep se vuoi condividerlo èu invia il tuo CV a raio b b e da f

risorseumane @giornalelucano.it CHE COS’È ? Un giornale su internet, costantemente aggiornato H24x365. Per realizzarlo però, la redazione, avrà tantissimi corrispondenti, i lettori stessi, che grazie al web ed alle nuove tecnologie, potranno dire la loro commentando le news ed inviando foto e/o video secondo le regole del giornalismo “partecipativo” o “diffuso”, un fenomeno sempre più importante, che sta rivoluzionando il mondo dell’ informazione. Secondo il docente di giornalismo Steve Outing, entro il 2009, tutti i giornali tradizionali “dovranno” aprire le porte a questo modo di fare informazione.

LE REGOLE ? 1) La nostra informazione sarà indipendente da “finanziatori” che potrebbero falsarne gli obiettivi; 2) chi legge potrà “partecipare” alla notizia. Il contributo degli altri (segnalazioni, notizie, storie, consigli) sarà sempre ben accetto (“collaborative writing”) 3) non ci sarà limite per fare del buon giornalismo “partecipativo” : dalle foto ai video fatti con il telefonino, ai blog, alle email, ogni mezzo potrà essere utile affinchè la notizia sia, approfondita e discussa.

ogni 14 giorni, 25.000 copie in tutte le case e le attività commerciali di Potenza

+ 5.000 copie in tutti i bar di Avigliano, Picerno, Pignola e Tito


B ALCONE

IL

D E L

C O N T E

Quartieri, oggi e domani voce ai comitati

Venerdì 18 gennaio 2008

7

Presidenti arrabbiati

I COMITATI DI QUARTIERE di Potenza lamentano la poca attenzione da parte dell’amministrazione comunale ai problemi evidenziati dai cittadini “RIFARE IL PRESI- cunché di sostegno. Molti CoDENTE di Comitato di Quarmitati non hanno nemmeno tiere? Per carità, non sia mai una sede propria e di volta in volta improvvisano, operando più!”. Questa la risposta che ho senza alcun tipo di supporto, unanimente ricevuto, a testimo- dai mezzi informatici e telefonianza di una lampante e dif- nici, all’ordinaria amministrazione (luce, gas, acqua). I più fusa delusione. Molti di loro si sono detti già fortunati possono vantare un lo“scaduti” (eppure le prossime cale ricavato in un condominio elezioni ci saranno non prima oppure gentilmente offerto da del 29 marzo!), pronti a mollare privati o dalla Parrocchia. Co- nido adatto per proliferare. tutto ed ad archiviare questa munque, edifici di fortuna che Nelle contrade che circondano la città (Caira, San Luca Branca, non possono esperienza tra oggettivaquelle meno mente assolgratificanti vere ad uno della loro vita. dei compiti ai Assolutamente quali i Comida non ripetati sono pretere. p o s t i : T a n t i facilitare l’aghanno avuto gregazione qualche ritrod’interessi difsia a parlare fusi, sostannuovamente ziando la delle moltepartecipaplici situazioni zione dei cittadi emergenza, dini alla “cosa mille volte pubblica”. Epespresse, ma ripure, l’entumaste inascolsiasmo iniziale Giuseppe Lopiano, rione Lucania tate da chi Angelo Quaratino, Bucaletto aveva fatto avrebbe e doben sperare, vuto risolverle. Di alcuni non pubblichiamo in particolare sul fronte di un Montegrosso, Vallone Calabrese e Pallareta), i la foto per espressa richiesta e m i g l i o r a residenti attenforse perché intenzionati a non mento delle dono da almetterci più “la faccia”: “Troppe condizioni di meno tre anni volte – hanno detto- siamo stati vivibilità nelle che vengano tacciati di protagonismo, le no- diverse zone completati gli stre parole ed azioni stravolte o cittadine. espropri per I problemi mistificate quando non erano realizzare le foatavici, pecugradite”. gnature, potenIl lietmotif ricorrente: sco- liari di ogni ziati gli reraggiamento, disillusione, fru- luogo, impianti di illustazione e senso di colpa stano. Bucaminazione e la soprattutto nei confronti della letto, che si affronti la cittadella dei gente del proprio rione. questione “È paradossale che – di- “pentagoni” acqua. chiara Gianfranco Nardella del in legno sorta Nelle aree Rione Risorgimento – dopo le dopo il sisma centrali, la silungaggini necessarie alla istitu- dell’80, è antuazione non zione, l’Amministrazione co- cora un covo munale abbia tentato di prefabbri- Guglielmo Camardella, Cocuzzo migliora. A Macchia addirittura di cambiare il pro- cati fatiscenti, Romana, ad in prio Statuto al fine di eliminare abitati buona parte da parassiti, larve e esempio, il Comitato di quarle Circoscrizioni. Perché? Troppo onerose. persino da formiche volanti che tiere non esiste più dal 2004: Inoltre, non ci hanno fornito al- hanno trovato, nel legno, un “inutile continuare se – ci ha ri-

V I A A N C O N A , 8 - P OT E N Z A ogni 14 giorni 25.000 copie in tutte le case e le attività commerciali di Potenza

ferito l’ex Presidente Carmine ferito i rispettivi rappresentanti Sabia – nessuno ci ascolta, si di quartiere - siamo organi concontinua a costruire sproposita- sultivi (così come previsto dalla Legge 142/90 tamente manart.6 dello Stacando i servizi tuto comunale essenziali”. A al Titolo III), Rione Lucama di fatto nia, qualcosa è senza nessun stato fatto (vepotere decisiodasi il Parco nale”. dell’Infanzia o Insomma, i box realizzati da questo vicino la primo “giro” Chiesa) ma retutte le “voci” stano inutilizimportanti dei zati fondi Por Comitati di in scadenza. quartiere, semAl Francioso bra restino nel (divenuto ad deserto. Ciò alta densità non toglie che scolastica) il malcontento Francesco Sileo, Sant’Antonio La a chi ha ancora Macchia, via Appia, c.da Canale la forza e la tenon si placa stardaggine di per l’assenza di controllo da parte delle forze continuare a lottare per il prodell’ordine nonostante l’incidenza di attività commerciali ed uffici. Questo è anche il caso di Rione Cocuzzo, Poggio Tre Galli e Sant’Antonio La Macchia. A Santa Giovanni Gerardi e Gianfranco Nardella, rione Risorgimento Maria, a Murate (memorabili le proteste per il senso prio rione noi offriamo il nostro contributo. unico) ed a Rione Risorgimento? lucia.lapenta “Formalmente – ci hanno ri@ilbalconedelconte.it

Via Mantova, 126 - Potenza Tel. 333.5660767

+ 5.000 copie in tutti i bar di Avigliano, Picerno, Pignola e Tito


8

Venerdì 18 gennaio 2008

B ALCONE

IL

D E L

C O N T E

Quando 12x3 non

Già 6 anni fa, nel 2002, la Città capitale (con delibera di mezzi pubblicitari superiori a 12 mq.(6x3). Il Com anche da tanti altri in Italia, ha inteso eliminare i panne pubblicitario, per passare ai meno invasivi 4x3. E a Pot culturali, cosa accade? Tante stranezze e la insta

5 domande,

all’ assessore Filippo GESUALDI (Attività Produttive, Commercio, Turismo, New Economy, Pubblicità) ed al dirigente Giancarlo GRANO (AmbienteEnergia-Qualità Urbana) 1. indagine sul territorio gli inserzionisti lamentano una situazione di oligopolio ritenendo, (ma già noi possiamo anticipare “a torto”) che gli impianti per le affissioni di “grande formato(6x3 e 12x3)”, siano in mano a 2/3 aziende pubblicitarie. R. (arch. Grano) : Occorre premettere che il Regolamento Comunale per la Pubblicità e gli Impianti Pubblicitari (derivante dalla legge 507/1993) fissa, al momento, in un massimo di 3.000 metri quadrati le superfici per gli impianti affissionistici di grande formato, che tecnicamente vengono chiamati “poster” o “megaposter”. Di questa superficie, una quota di 2.000 metri quadrati (pari a poco più di 100 impianti) viene riservata dal Regolamento alle ditte private espressamente operanti nel settore affissionistico. La restante parte di 1.000 metri quadrati, cor-

rispondente a circa 50 impianti, rientra nella diretta disponibilità del Comune di Potenza, o della Concessionaria comunale per la Pubblicità. I 2.000 metri quadrati riservati alle ditte private risultano al momento variamente ripartiti tra una decina soggetti, tutti regolarmente muniti di Autorizzazione comunale i quali si sono assoggettati a tutte le condizioni e le modalità prescritte dal Regolamento. Non vedo quindi come si possa parlare di oligopolio, dal momento che il Regolamento stabilisce un limite alla espansione di singole società. In ogni caso con la prossima approvazione del Piano Regolatore degli Impianti pubblicitari sarà certamente autorizzato un ampliamento delle superfici affissionistiche, creando nuove possibilità agli interessati.

2. risultati economici indicativamemte, quali dovrebbero essere nel 2007 le entrate comunali inerenti il Servizio Affissioni e Pubblicità ? R. (arch. Grano) : Per ogni impianto del tipo a poster autorizzato alle ditte private, il Comune ricava due tipi di introiti: anzitutto il cosiddetto Contributo di Miglioria pari a € 310,00 all’anno per ogni impianto (introito che dal 2008

! 6x3 sarà elevato a circa € 360 all’anno); e poi l’I.C.P. o Imposta Comunale per la Pubblicità, la quale è variabile da 46,48 a 81,34 euro all’anno per ogni metro quadro a seconda del pregio delle diverse zone urbane. Si può valutare quindi che per effetto degli impianti affissionstici di grandi dimensioni ogni anno vengano ricavati mediamente circa € 200.000,00 tenendo conto sia dei Contributi di Miglioria che come introito I.C.P. Ovviamente per gli impianti gestiti direttamente dal Comune (o dalla propria Concessionaria) non sono dovuti gli oneri richiesti ai provati.

3. la città è sempre più “invasa” da affissioni pubblicitarie: manifesti sui pali della luce, inserzioni negli incroci stradali, frecce che da direzionali diventano pubblicitarie, ecc.ecc. Effettuate costantemente un monitoraggio anche per riscontrare se poi queste siano o meno in regola con i pagamenti delle dovute imposte? R. (ass. Gesualdi) : Non mi risulta che la città appaia come “invasa” dalle affissioni pubblicitarie e

ogni 14 giorni, 25.000 copie in tutte le case e le attività commerciali di Potenza

anzi ritengo che, entro certi limiti, i cartelloni pubblicitari abbiano contribuito a determinare anche a Potenza la nota di colore e l’effetto di allegria e di festosità urbana che caratterizza ogni città moderna. Ciò detto non posso neanche nascondere che occorre ancora molto lavorare per scongiurare abusi o effetti indesiderati; a tale scopo abbiamo di recente approvato una variante al Regolamento e la nostra manovra innovativa sarà al più presto completata con l’approvazione del cosiddetto PRIP (Piano regolatore degli Impianti Pubblicitari), che sta redigendo la CE.R.IN. società aggiudicataria della gara per la concessione dei servizi di gestione, accertamento e riscossione dell’imposta comunale sulla pubblicità e dei diritti di affissioni. Questo piano è di vitale importanza perché oltre ad integrare la pianificazione già avviata e sperimentata con successo andrà a disciplinare la materia, così che gli impianti pubblicitari, ora ripartiti in maniera diffusa su tutto il territorio urbano, vengano ridistribuiti tenendo presente l’estensione dei quartieri e il relativo numero di residenti. I piccoli cartelli sistemati sui pali della luce, ad esempio, pur essendo autorizzati solo per brevi periodi ed in serie massime di cinque elementi, con divieto assoluto di ingombrare aiuole o incroci; vengono talora posizionati dagli operatori in modo improprio. Circa le frecce viarie, sia istituzionali che commerciali, vorrei precisare che esse sono espressamente previste dalle norme vigenti e servono a indirizzare gli utenti verso le attività commerciali o verso i vari uffici della città. Il Co-

mune ha affidato tale servizio a un solo operatore per scongiurare in-

Filippo Gesualdi

stallazioni caotiche, ma occorre ora razionalizzare l’eccessivo affollamento di frecce direzionali che si registra (come è facile immaginare) in corrispondenza degli accessi alla città. Per quanto riguarda, poi, gli in-

NON SOLO

Il Servizio comunale delle pubblic di pubblica utilità disciplinato dal D.L Il Comune di Potenza ha adottato ne Pubblicità e le Installazioni Pubblicit con N. d’Ord.74 il 3/8/2007 (present il Consiglio comunale) L’esigua presenza di impianti com sioni, la irrazionale distribuzione nel completa assenza di spazi in zone re causa non solo della disaffezione da costretti, a prezzi ben più alti, a ricorrer concessionarie di impianti sul territorio) diritti nelle casse del Comune. La Città di Potenza, al ripetersi di ministrativa, referendaria) viene ricope rete od impianto disponibile, non rius movimenti politici e sindacali e dei n regole imposte e ad utilizzare gli spa consegue che per un periodo di alme nessun luogo venga risparmiato dalla scitando ovviamente la reazione dei c stampa a censurare siffatti comporta risultano essere stati i tentativi dell’A soggetti interessati il rispetto delle re ogni passaggio elettorale l’impegno d statazione delle violazioni e la redazi Municipale nonché, successivamente dra incaricata della deaffissione e de Il fenomeno si riproduce puntualmen ogni successiva tornata elettorale. Va Comune è costretto a farsi carico dei sione del fenomeno, il Governo è inte legislativo volto a sanare le violazioni partiti e dai candidati, consentendo a sanzionatorie attivate nei loro confro simbolica. Finalmente, però, con la le 178 dell’art.1, legge 27/12/2006, n materia positiva, ripristinando la resp l’applicazione delle sanzioni, in capo sia al detentore del mezzo pubblicita l’Amministrazione riesca ad interven zione degli abusi e per le procedure d somme in danno dei trasgressori. A t Sentenza, Sez. II, 15/05/2007, n. 11 stamente infondata la questione di legit comma 13-quater del Codice della Stra laddove consente all'autorità amministr tari senza la preventiva comunicazione vedimento tipico a tutela della pubblica differita la difesa dei diritti dell'interessa

+ 5.000 copie in tutti i bar di Avigliano, Picerno, Pignola e Tito


B ALCONE

IL

D E L

C O N T E

9

Venerdì 18 gennaio 2008

fa 36, ma degrado

azione C.C. n. 175), ha provveduto a vietare l’esposizione mune di Roma con questo provvedimento poi deliberato elli 6x3 (i cosiddetti Poster), emblema stesso del degrado enza, città dove il Sindaco “investe” (giustamente) in eventi allazione degli ancora più mastodontici 12x3 !!!

troiti spettanti al Comune vorrei assicurare che l’Amministrazione G i a n c a r l o G ra n o riscuote le dovute imposte per tutti gli impianti pubblicitari di qualsiasi tipo (sia che si tratti di poster, di cartelli temporanei o di frecce commerciali) tramite la propria Concessionaria, la quale effettua continui monitoraggi ed ha tutto l’interesse a “sta-

O 6 e 12 x 3

che affissioni costituisce un servizio Lgs. n. 507/1993, Capo I. gli anni diversi Regolamenti per la arie, l’ultimo dei quali approvato ti n°28 Consiglieri su n°41 componenti

munali destinati alle pubbliche affisterritorio cittadino, con la quasi esidenziali di nuovo sviluppo, sono la parte degli utenti (che si vedevano re alle aziende pubblicitarie private ), ma anche del mancato gettito dei

i ogni tornata elettorale (politica, amerta di manifesti abusivi su ogni pascendo le strutture dei partiti, dei umerosi candidati ad osservare le azi a ciò predisposti dal Comune. Ne eno 30/60 giorni a cavallo del voto, a invasione selvaggia della carta, sucittadini e l’intervento degli organi di amenti. Sostanzialmente “assenti” ci Amministrazione volti ad ottenere dai egole, per cui si rende necessario ad delle Autorità comunali per la conone di verbali da parte della Polizia e, la necessità di dislocare la squaella pulizia dei siti invasi dalla carta. nte, con le stesse dimensioni, ad a peraltro considerato che mentre il notevoli costi mirati alla represervenuto con apposito provvedimento commesse fino al 31/12/2004 dai agli stessi di definire le procedure nti, con il versamento di una somma egge finanziaria 2007 (commi 176 – . 296) il legislatore è intervenuto in ponsabilità dell’abuso e, quindi, o sia al committente della pubblicità, ario. In tal modo, si auspica che ire rapidamente per la verbalizzadi rimozione e di recupero delle tal proposito, importante la recente 1115 in Cassazione civile “E' manifettimità costituzionale dell'art. 23, ada, posta in relazione all'art. 24 Cost., rativa la rimozione di cartelli pubblicial trasgressore, trattandosi di un prova incolumità, in relazione al quale è ato ad un momento successivo.”

gianluigi.petruccio @ilbalconedelconte.it

nare” eventuali inadempienze poiché l’aggio che viene è commisurato proprio alle imposte in entrata.

4. repressione dell’abusivismo è noto che una azienda pubblicitaria, facente capo ad una società editrice di un quotidiano locale, ha installato(si presume abusivamente, in aree di competenza ASI), Poster 6 e 12x3. Quali sono gli sviluppi sulla vicenda? Negli ultimi 3 anni, avete mai emesso ed eseguito determinazioni di rimozione per impianti pubblicitari abusivi? R. (ass. Gesualdi) : L’installazione in assenza di Autorizzazione comunale di impianti affissionistici di grandi dimensioni è un fenomeno finora sconosciuto a Potenza, e mi risulta che esso sia limitato al solo caso da lei citato. Gli uffici hanno emesso una ordinanza di rimozione degli impianti non autorizzati e da ciò è scaturito un ricorso giurisdizionale che attualmente in corso di discussione presso il TAR di Basilicata e questo è stato uno dei motivi per il quale il Comune in ossequio alle prerogative dell’adito TAR non ha inteso intraprendere fino ad oggi alcuna azione repressiva ed ha rinviato la rimozione in danno dei cartelloni, in attesa delle determinazioni del citato tribunale. In sostanza l’operatore privato sostiene che il Comune non abbia titolo a intervenire con proprie Autorizzazioni all’interno dell’Area Industriale, mentre il nostro Ufficio Legale ci ha confortato con il proprio parere, ritenendo perversa una simile ipotesi. In effetti, se la posizione di chi ritiene di operare in un qualsiasi am-

bito urbano senza vincoli comunali, fosse estesa alle estreme conseguenze, verrebbe intaccato il principio costituzionale secondo il quale il Comune è detentore di una insostituibile funzione di indirizzo e di controllo di tutti fenomeni di trasformazione territoriale. In tal caso sarebbero pesantissime le ricadute in ordine al possibile riordino e all’armonia dello sviluppo della città. 5. Come è possibile la presenza di Poster 6e12x3 in palese violazione del codice della strada, (si vedano in particolare l’art.23 del codice “dlgs. 285/1992” e l’art. 51 del regolamento di attuazione “D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495”) alcuni dei quali rappresentano anche un pericolo per gli automobilisti? Impianti che tardano ad essere rimossi, e comunque ne viene consentito e tollerato l’utilizzo a fini commerciali da parte delle società che li hanno installati! R. (arch. Grano) : Le norme del Codice della Strada sono certamente molto cogenti lungo le strade extraurbane, mentre il Codice stesso stabilisce all’art. 23 che all’interno dei centri abitati la

stretta competenza sia dei comuni, che devono quindi tener conto delle particolari situazioni locali. L’art.. 51 del Regolamento di Attuazione (DPR 495/92) precisa poi che all’interno della città il principale vincolo è quello di posizionare gli impianti pubblicitari secondo il senso di marcia veicolare. Proprio a tal fine il nostro Regolamento fissa l’obbligo di ubicare gli impianti di grandi dimensioni esclusivamente su muri in cemento armato, su pareti cieche limitrofi alle strade o a mascheramento di zone degradate. Questa scelta non solo garantisce le condizioni di sicurezza, ma produce effetti molto positivi sul piano ambientale ed estetico, sussistendo l’onere per gli operatori di provvedere alla pitturazione e riqualificazione dei siti. R. (ass. Gesualdi) :in conclusione colgo l’opportunità per comunicare le modifiche apportate al regolamento sulla pubblicità in attesa dell’adozione del PRIP. E’ stata introdotta la pubblicità su automezzi a motore definiti “VELE”, stabilendo, tra l’altro, l’obbligo che la “sosta su suolo pubblico non può superare i 60 minuti consecutivi”.E’ stato previsto l’immediato oscuramento da parte dell’ufficio competente degli impianti abusivi non muniti di autorizzazione assegnando, tra l’altro, un termine di

15 giorni per l’eliminazione o l’eventuale adeguamento. Il contributo di miglioria è stato commisurato ai metri quadri di superficie di impianto. Il rilascio delle autorizzazioni all’installazione di impianti ai soggetti abilitati è stato limitato e non deve superare ¼ (un quarto) della disponibilità prevista per ciascuna tipologia di impianti (vale a dire 500 mq. per impianti tipo poster e 250 mq. per i piccoli impianti). L’auspicio è che con la prossima approvazione del PRIP si riesca, attraverso un incremento delle superficie pubblicitarie, a dare una risposta efficace alle molte domande di accesso pervenuteci, così da consentire l’apertura all’imprenditoria privata sia per favorire il meccanismo di competitività e concorrenza, sia per agevolare la qualità pubblicitaria e l’abbattimento dei prezzi evitando il monopolio.

queste le risposte integrali, che in parte non condividiamo ed a cui “ribatteremo” sul prossimo numero de “Il Balcone” per dare spazio anche alle altre dichiarazione raccolte luigi.bianco @ilbalconedelconte.it

Tito Scalo info 347 23 24 308

di Massimo Brienza

Abbigliamento uomo, donna, bambino

ogni 14 giorni, 25.000 copie in tutte le case e le attività commerciali di Potenza

+ 5.000 copie in tutti i bar di Avigliano, Picerno, Pignola e Tito


10

Venerdì 18 gennaio 2008

Po t e n z a

Gli incontri con gli amici di

Beppe Grillo

Nell'ambito della sentita problematica del rafforzamento del controllo da parte dei cittadini sulle attività istituzionali di sicuro interesse rileva la proposta del Segretario della associazione Radicali Lucani relativa alla istituzione della anagrafe pubblica delle attività degli eletti. L'iniziativa consiste in una proposta rivolta al Presidente della Regione Basilicata di creare una archivio on-line sulle attività svolte dai Consiglieri regionali. Grazie alla attivazione di questo strumento sarebbe possibile da parte dei cittadini monitorare le attività istituzionali degli eletti. Tra le attività al novero della pubblicazione tramite internet capeggia la indicazione precisa dei membri del Consiglio Regionale, con quadro settimanale delle presenze e comportamento di voto degli eletti in aula. Inoltre la proposta prevede la pubblicazione dei membri delle commissioni Bilancio della Regione, comprensivo di tutti gli allegati e, in particolare, l'elenco delle ditte fornitrici e delle consulenze

Risposte al quesito posto nello scorso numero

B ALCONE

IL

D E L

C O N T E

tua

a t Aumentano gli italiani che lavorano, ma Dicci deli vescovi sempre più spesso sono precari. In quebla taste condizioni è difficile fare proL’assem i dare la cit d gli getti di vita e dei figli oppure non propone taliana ai fi i no dipende da questo? dinanza eri che nasco i n a >> Mario fare progetti, l’Italia è di stra o Paese. È un Con il precariato forse r una Repubblica fondata t nel nos a? un giorno lavoreremo sul lavoro solo a parole. de tutti, ma tutti vivremo buona i male. Non è sempre la>> Errichetto voro quello che luccica! Se smettessimo di far entrare extracomunitari nno >> Rocco_malvaccaro in Italia, magari ci saVerra ati gli c Nel corso della storia rebbe più lavoro per i l pubb nti entro il l’uomo è sempre stato noi. giu 2008 s m s / precario, tranne in un 30/01 breve e recente periodo >> Rione Lucania in cui ci si è illusi di comIl problema non è il preCI prare stabilità con i soldi cariato o meno, ma gli DIC TUA dei propri figli. stipendi, molto bassi riLA 339 spetto ad altri paesi eual: 00 s >> Serpens ropei. m 1 s 1 Il libero mercato è a fa31 3 vore del popolo, ab>> Amazzone85 batte le corporazioni. Vivo sola e non ragDobbiamo essere uniti. giungo i mille euro di stipendio, tra affitto e >> Lucia tasse non arrivo a fine Gli unici sicuri di non esmese, come posso anche sere precari, in quanto solo pensare a proeterni, sono i nostri parcreare? lamentari, che sfornano figli senza pensieri. >> 007 Al diavolo le coopera>> Mr.Hyde tive e il lavoro interinale, La sicurezza economica grazie a loro per noi è indispensabile per giovani non c’è futuro!

La vignetta di Mario Bochicchio

“PALLA” DOPO L’ALTRA ANCHE IL 2008 SARA’ LUMINOSO

A seguire viene individuata la pubblicazione on-line di un archivio delle delibere approvate, suddivise per anno, argomento, presentatore ed iter. Nello spirito della proposta le delibere devono poter essere rintracciate sia con la ricerca avanzata, sia con la ricerca libera nel testo e ciascuna delibera deve essere inserita sul sito entro due giorni dalla sua approvazione. Questa forma di trasparenza sulle attività degli eletti al Consiglio Regionale è già una realtà negli Stati Uniti, dove i membri del Congresso sono tenuti a dar conto del loro operato istituzionale. Alla proposta di Bolognetti lanciata dal blog dei radicali (http://lucania.ilcannocchiale.it/) stanno aderendo numerosi blog lucani tra cui il meet-up di Beppe Grillo di Potenza, a conferma che i cittadini che si riuniscono in rete per il cambiamento della politica sono sempre più attenti ed informati alle proposte di riforma di cui l'Italia e la Basilicata hanno bisogno. Marco Falconeri, Beppe Grillo, meet-up group, Potenza

Il Sudoku

FACILE

MEDIO

La regola principale Riempire la griglia in modo che ogni riga, ogni colonna e ogni riquadro contengano una sola volta i numeri dall’1 al 9. FACILE

Le soluzioni

MEDIO

© Puzzles by Pappocom - www.sudoku.com

ogni 14 giorni, 25.000 copie in tutte le case e le attività commerciali di Potenza

chiatrat’

NAPOLI :

mao mao

Testo integrale del taccuino di lunedì 11/01, ore 7.40, Radio Tour

CAPUT... IMMUNDI

+ 5.000 copie in tutti i bar di Avigliano, Picerno, Pignola e Tito

di

Proprio spazio informativo autoprodotto

UNA


B ALCONE

IL

D E L

C O N T E

Odeon 11

Venerdì 18 gennaio 2008 LE ANTICIPAZIONI DEI GIORNI SCORSI, è conferCarne e latte matoDOPO che la Fda (Food and Drugs administration) ha rilasciato un rapporto ufficiale in cui sostiene che le carni e il latte provenienti da animali da animali clonati sono per la maggior parte commestibili. Sono notizie che ci confortano e ci danno speranza, perché significa, essenzialmente, che da animali sani si potranno clonati. Bene questo derivare altrettanti animali sani, riducendo enormemente i costi produzione e sanitari. Probabilmente per qualcuno ciò rappreper la salute disenterà un problema morale, etico o religioso, ma sarà superabile con l’etichettatura, così come già avviene oggi per i diversi dei consumatori tipi di macellazione. L'importante è che non ci sia qualcuno che pretenda di imporre ad altri la propria morale, la propria etica o la propria religione, ovviamente nel nome della presunta salu-

DILAGA ANCHE A POTENZA il fenomeno della meteomatia: la passione per la meteorologia o, più semplicemente, la dipendenza dal sapere “che tempo farà”. In Italia il padre delle previsioni di massa, il divulgatore meteorologico per eccellenza, è stato il compianto Edmondo Bernacca. Il mitico colonnello che dal 1968 ha svelato a milioni di telespettatori i segreti di una disciplina che fino ad allora era stata circoscritta agli ambienti scientifici. Dalla sua voce noi italiani abbiamo iniziato a sentire parlare di anticicloni, fronti e perturbazioni, ad interessarci ed appassionarci ai fenomeni atmosferici ed a stare in ansia se l'anticiclone delle azzorre ritardava il suo ingresso sul mediterraneo. A tal punto che nel 1972, quando la Rai decise di sopprimere la trasmissione fu letteralmente subissata di proteste e dovette fare rapidamente macchina indietro. Da quegli anni l'interesse per il meteo è stato un continuo crescendo. Sapere cosa ci riserva Giove Pluvio ci consente di vivere con maggiore serenità e minori incertezze. Le previsioni, quindi, non sono più relegate ai cinque minuti delle 19:30, ma acquistano uno spazio via via sempre più importante. Al punto che se una volta il caso di “The weather channel”, il canale TV statunitense totalmente dedicato al meteo, poteva farci sorri-

LA PAGINA È STATA REALIZZATA CON IL CONTRIBUTO COMMISSIONE EUROPEA RAPPRESENTANZA IN ITALIA

brità irrinunciabile della stessa, a chi pensa, ragiona, mangia, beve e vuole alimentarsi in modo diverso. Ognuno si farà la propria informazione e allo Stato il compito di garantire il diritto di ognuno ad essere informato e scegliere di conseguenza, ma lungi dallo Stato e dalle leggi il divieto. C’è chi sostiene che faccia bene mangiare veloce (fast food) e chi invece che faccia bene il contrario (slow food)... forse qualcun impedisce che possano esistere ristoranti di un modo o di un altro modo di mangiare? Lo stesso deve valere per queste carni e questo latte di animali clonati. Allo Stato il compito di garantir e la consapevolezza di ognuno. Vincenzo Donvito presidente DUC - Associazione Diritti Utenti e Consumatori

Potenza impara la climatologia e la meteoda parte LA STORICA STAZIONE climatografica ufficiale dell’Areonautica Militare è da vari mesi sparita dalle mappe, sia di rilevazione dei dati. Però per i potentini c’è http://meteo.apotenza.it

dere considerandolo una delle “esagerazioni” americane, oggi non ci meraviglia più che la rete satellitare Sky abbia dedicato all'argomento un canale tematico. A questo crescente interesse dei cittadini le istituzioni rispondono talvolta in modo imprevedibile: purtroppo per noi Potentini, la storica stazione meteo ufficiale dell'Areonautica Militare è da vari mesi sparita dalle mappe, sia di rilevazione dei dati che di previsione. Ma è mai possibile vivere

senza conoscere l'indice di copertura del cielo o la temperatura massima e minima del nostro capoluogo? Ovviamente no! Ed in nostro aiuto corre, ovviamente, Internet, all'indirizzo web http://meteo.apotenza.it Questo sito mostra i dati meteorologici potentini rilevati in tempo reale da una stazione professionale, presentati sia in modo grafico - per una immediata leggibilità anche da parte dei meno esperti - sia in versione numerica per gli 'addetti ai lavori'. Possiamo quindi conoscere immediatamente che tempo fa e, grazie ad una sezione specifica, anche le previsioni per le 24 e le 48 ore successive. Abbiamo posto alcune domande a Giorgio Rutigliano, ideatore e responsabile del sito: Quando e da cosa nasce l'idea di un sito interamente

dedicato al Meteo della città di Potenza? Da vecchio appassionato di fisica dell'atmosfera avevo l'idea dalla fine degli anni '90, quando venne chiusa per la prima volta la stazione meteo dell'Areeonautica Militare, all'epoca localizzata su Palazzo Loffredo. Tre anni fa una delle nostre aziende ha avuto la necessità di rilevare i dati meteo ed ho quindi deciso di rendere pubbliche le misurazioni, ad uso di chiunque voglia consultarle. Abbiamo poi deciso di aggiungere ai dati meteo le immagini di alcune telecamere per rendere l'informazione più completa. Quante persone consultano questo sito, al momento? Abbiamo una media di circa 300 visitatori al giorno, che in molti casi si collegano più volte al giorno, ma i dati schizzano verso l'alto in caso di nevicate. In occa-

sione del maltempo del 15/17 dicembre abbiamo toccato le 20 mila pagine/giorno. La cosa interessante è che tutti i visitatori sono giunti solo in base al passaparola. Così tanti utenti? Ma chi sono e da dove arrivano? In gran parte sono i residenti in zona, ma nei periodi di neve praticamente da tutto il mondo. Vedere la neve cha cade affascina molti e c'è sempre da tenere presente che chi non abita in montagna può non avere mai avuto l'occasione di “vivere” una nevicata in prima persona. Avete ricevuto apprezzamenti per l'iniziativa? Sì, ci sono tanti potentini in giro per il mondo che ci hanno ringraziato per la possibilità di avere una “finestra” virtuale sulla propria città. Abbiamo anche ricevuto i complimenti e ringaziamenti da alcuni club di motociclisti (come i 'Guzzisti Irriducibili') che ci hanno detto di trovare utili le informazioni prima di programmare attività esterne. Comunque per chi gestisce un sito web, l'apprezzamento migliore è costituito dalle visite, che sono sempre numerose. dorotea.ghia @ilbalconedelconte.it

Nuove tecnologie Telefonia mobile, Fastweb diventa operatore

DELLA

Centro Europe Direct – Synergy Net Vicolo Luigi La vista, 3 85100 Potenza (PZ) Portale web: www.synergy-net.info

RETE DI INFORMAZIONE

Messaggio informativo istituzionale

Formazione on line sull’Hiv/Aids È da poco entrato nel vivo delle proprie attività il progetto “E-AIDS - An e-learning environment for HIV/AIDS education” che la Commissione Europea ha approvato e deciso di cofinanziare nell’ambito del programma LLP – Progetti Multilaterali. Il progetto, a cui partecipa anche EURO-NET in qualità di partner italiano, mira a rafforzare l'istruzione e la formazione in materia di prevenzione dell'HIV/AIDS tramite un ambiente e-learning e l’utilizzo di innovativi approcci pedagogici e di metodologie di formazione online. Il progetto, in relazione alla citata malattia, ha i seguenti obiettivi: 1. creare e sperimentare una piattaforma interattiva e-

learning ed un ambiente di apprendimento virtuale; 2. sviluppare una nuova metodologia di insegnamento in internet; 3. creare dei corsi on-line utilizzando una apposita piattaforma web; 4. sviluppare dei moduli formativi per formatori. I prodotti del progetto saranno: 1. un ambiente web integrato contenente: area informativa per visitatori con conoscenze di base su HIV/AIDS area formativa per l'apprendimento degli adulti con contenuti e materiali area formativa on-line per gli insegnanti con un database di strumenti curriculari, metodologici e valutativi; 2. Un corso su piattaforma on-line; 3. Moduli formativi e ma-

teriali per educatori, insegnanti e personale degli istituti di istruzione per gli adulti; 4. Un CD contenente tutte le risorse formative. Nel corso del progetto, saranno realizzati e testati dei corsi on-line diretti a persone che hanno bisogno per il loro lavoro di aumentare le proprie conoscenze su HIV/AIDS (insegnanti, personale medico, volontari, operatori sociali). Inoltre sarà organizzato un corso europeo diretto ad educatori, insegnanti e personale delle istituzioni che si occupano di formazione degli adulti. Al termine del progetto, la piattaforma creata verrà usata per organizzare corsi on-line per adulti sull’HIV/AIDS.

ogni 14 giorni, 25.000 copie in tutte le case e le attività commerciali di Potenza

FASTWEB E 3 ITALIA hanno firmato un accordo che permetterà, al noto operatore broadband, di proporre servizi mobili 3G ai propri clienti. Questo passo rappresenta, per Fastweb, un netto avvicinamento tra telefonia fissa e mobile, che consentirà di presentare tutta una serie di nuove offerte. L’obiettivo è di portare anche sul telefonino l’internet veloce che da anni è un segno distintivo per l’azienda, sfruttando il 3G di 3 oppure il WiMax, quando quest’ultimo sarà finalmente disponibile. Verranno inoltre proposti dei servizi unificati che consentiranno agli utenti di passare con facilità dall’ambiente mobile a quello fisso. Il prefisso che contraddistinguerà gli utenti mobili Fastweb sarà il 373. L’azienda intende articolare la propria offerta sia con abbonamenti, che con schede prepagate, e consentirà al cliente di personalizzare il pacchetto dei servizi in base alle proprie esigenze. Suddetti servizi non saranno fruibili prima della seconda metà del 2008. giuseppe.onorato @ilbalconedelconte.it

+ 5.000 copie in tutti i bar di Avigliano, Picerno, Pignola e Tito


12

Venerdì 18 gennaio 2008

Cambio al vertice delConsiglioComunale PIETRO CAMPAGNA, nuovo Presidente della massima Assise di Potenza: “Nei prossimi mesi gli atti fondamentali saranno volti allo sviluppo della città e dello stretto comprensorio, senza sottovalutare l’adeguamento dei nuovi Statuti e Regolamenti”

PIETRO CAMPAGNA è il nuovo Presidente del Consiglio Comunale di Potenza. Iscritto al Gruppo dell’Udeur, è figlio d’arte. Nelle sue vene scorre sangue democristiano e, non a caso, lo ha ereditato dal papà. Non sono in tanti a saperlo, ma il padre del neo Presidente è stato Segretario Provinciale della Dc ed amministratore, in qualità di Assessore, del comune di Potenza nel dopoguerra. Pietro Campagna è persona seria con buone doti di mediazione e comunicazione. Ha grandi competenze ed esperienza nel mondo amministrativo. Per questo è stimato ed apprezzato da tutti i suoi colleghi consiglieri che lo hanno voluto loro rappresentante. Lo abbiamo incontrato per una chiacchiera, seduti di fronte ad una tazzina di caffé. È l’unico vizio riconosciuto del nostro interlocutore. La moglie forse non sarà d’accordo ma ci scuserà, noi lo conosciamo così. Presidente, ci racconti per-

ché e quando ha deciso di entrare in politica. Per la verità, il mio ingresso in politica è stato del tutto estemporaneo, nel senso che, nonostante alcune brevi esperienze in organismi di partito, avevo sempre rifiutato di candidarmi. Ricordo, invece, che, a poco più di un’ora dalla scadenza del termine di presentazione delle liste per le elezioni comunali dell’aprile 1995 accettai la candidatura che mi venne offerta telefonicamente dalla Segreteria Cittadina dell’allora C.D.U., d’impulso, senza rifletterci più di tanto, quasi come una sfida con me stesso e con un carattere chiuso ed introverso.

civile ed un grande attaccamento per la Città. Fino a quando, ma questa è storia recente, i Consiglieri Comunali non hanno voluto affidarmi la responsabilità della massima Assise cittadina. Di tanto li ringrazio ancora tutti indistintamente per la fiducia che hanno riposto nella mia persona e che spero tanto di riuscire a non deludere. È appena iniziata per lei una nuova avventura. Avrà sicuramente stilato un pro-

Quali incarichi ha ricoperto? Ovviamente, nel corso di oltre dodici anni di ininterrotta presenza in Consiglio Comunale, nei ruoli che le alterne vicende politiche mi hanno assegnato, di incarichi ne ho ricoperti tanti, alcuni più impegnativi di altri ma tutti assolti con grande passione

gramma da realizzare in questo anno e mezzo che ci divide fino al termine della consiliatura. Ce ne può tracciare i tratti principali? Come ho già avuto modo di evidenziare all’atto del mio insediamento, il Consiglio Comunale si dovrà cimentare, nei prossimi mesi, con atti decisivi per le prospettive di progresso e di sviluppo della Città e del suo più stretto comprensorio. Mi riferisco alla nuova strumentazione urbanistica: dal Regolamento al Piano Strutturale Metropolitano. Ma anche alla programmazione degli interventi POR 2007/2013, al Piano Urbano della Mobilità, a quello del Traffico, al Programma di esercizio del nuovo servizio di trasporto pubblico e, quindi, alle grandi tematiche del potenziamento infrastrutturale e dei servizi del Capoluogo, ma senza voler trascurare il completamento dell’ambizioso programma di riqualificazione cittadina, ed un vasto programma di adeguamento dello Statuto e dei regolamenti, a partire da quello dello stesso Consiglio Comunale a quello di elezione e funzionamento dei nuovi Comitati di Quartiere.

B ALCONE

IL

D E L

C O N T E

Da parte mia, mi sforzerò di supportare al meglio la complessa e delicata attività che il Consiglio e le Commissioni Consiliari Permanenti dovranno mettere in campo, con particolare attenzione verso il potenziamento della struttura amministrativa di supporto ed una forte azione di informatizzazione e di accessibilità agli atti consiliari al fine di facilitare al massimo i processi di partecipazione e di interazione con la cittadinanza. L’obiettivo finale è, in sostanza, quello di fare del Consiglio Comunale della Città Capoluogo di Regione un sicuro ed affidabile punto di riferimento nel panorama istituzionale regionale. Cosa farà Pietro Campagna da “grande”? Per chi si avvicina, ormai, alla sessantina la domanda potrebbe apparire provocatoria, ma accetto volentieri la provocazione per affermare che, se me ne sarà data la possibilità, la mia unica aspirazione è ancora quella di continuare a servire la Città al meglio delle mie pur modeste capacità, ma sempre con lo stesso entusiasmo e la stessa passione civile. Di questo non abbiamo dubbi. Il Presidente Campagna ha però trascurato di dirci che da “grande” continuerà anche a fare il nonno, con lo stesso grande amore che da tre anni dedica alla sua piccola Petronilla. matteo.trombetta @ilbalconedelconte.it

Concedersi il meglio non è un lusso. È un diritto. ogni 14 giorni, 25.000 copie in tutte le case e le attività commerciali di Potenza

+ 5.000 copie in tutti i bar di Avigliano, Picerno, Pignola e Tito


B ALCONE

IL

D E L

C O N T E

13

Venerdì 18 gennaio 2008

sia quasi un mostro... ah, ah, comunque il mio dentista dice che l’apparecchio è inuLUISA ROMANIELLO, tile nel mio caso perché i denti essen(lucana a Pisa) doci dello spazio odontoiara tenderebbero ad allargarsi...e la solu• Dunque, ho i denti dell’arzione secondo lei è o di cata superiore abbastanza lardevitalizzare i denti per incapghi, in particolare lo spazio è sularli o aggiungere degli altri maggiore sia alla destra che a denti in bocca dopo aver porsinistra dei quttro denti datato l’apparecchio. Vi prego non vanti. ho un tipo di chiusura ditemi di andare in Olanda. della bocca definita a “forbice” Cecilia, via del Gallitello e i denti sia dell’arcata sup. che inf. sono un po’ piccoli rispetto L’apparecchio migliorerà alla norma. senz’altro le cose. Innanzitutto i Ho già messo i 4 molari del denti verrebbero allineati con la giudizio da tempo e di spazio chiusura degli spazi e ache il ce n’è ancora un pochetto. morso a forbice verrebbe riDescritto così sembra che solto, garantendole una migliore

masticazione oltre che a una migliore estetica. Pr non fare recidivare il risultato basta mettere una legatura posteriore e i denti non si muoveranno più.

per almeno due tre anni. Altre soluzioni protesiche sono decisamente più invasive. A Potenza ed anche in provincia, ci sono decine di buoni ortodontisti. Se non ne conosce neanche uno vada all’ordine dei medici dove hanno l’elenco • Lo "sbiancamento" dei denti è dannoso per lo smalto? Maria, via Vespucci

In questo modo avrà dei denti della sua dimensione, sani e allineati. Ovviamente deve mettere un apparecchio fisso

Le varie tecniche di bleaching o sbiancamento che si possono attuare oggi, non danneggiano assolutamente lo smalto, sempre che siano consigliate e seguite nel tempo dal proprio dentista.

EsperTi rispondono

pagina a cura di valeria.notarfrancesco@ilbalconedelconte.it e paola.savino@ilbalconedelconte.it

per i vostri quesiti: esperti@ilbalconedelconte.it (segreteria) 0971.44.90.58 Infezione che, si precisa, è grave ma curabile, anche se presenta una mortaROCCO TELESCA lità significativa, circa (lucano a Bologna) del 14%, in particoInfettivologo lare nella forma fulminante, quella del focolaio trevigiano e del giovane C’è pericolo di contagio alla di Seregno che si sono confermeningite in Basilicata? mati causati dal meningococco di Giovanni, Macchia Romana tipo C. Questo è uno dei primi nemici, non è comunque l’unico. Meningite, una parola assente per mesi che ogni tanto Protagonisti meningococco e torna a spaventare, come da pneumococco qualche settimana per i casi, di La meningite può essere procui alcuni mortali. Casi che ovviavocata infatti da diversi batteri e mente allarmano, tanto più per la virus (anche funghi). Tra i primi, giovane età delle vittime, ma che protagonista è il meningococco in realtà non devono alimentare (nome esatto Neisseria meningitipsicosi da epidemia, perché per dis), con cinque ceppi patogeni la cruda statistica quelli del focodei quali in Europa e in America laio nel trevigiano rientrano nelpredominano il B e il C; circa un l’andamento normale di questi terzo dei casi italiani di meningite anni in Italia, paese con un’inciè dovuto a meningococco, con denza di meningite meningococuna prevalenza del C che però è cica (la più contagiosa) tra i più andata diminuendo con un’afferbassi in Europa. E casi dai quali mazione del B. La distinzione è ci si può difendere in gran parte importante perché contro quecon vaccini e poi con gli antibiost’ultimo non c’è ancora un vactici. Nonostante l’infezione sia in cino, per il C ne è invece costante diminuzione, informa il disponibile da tempo un tipo coministero della Salute, ogni anno niugato per il quale è prevista si contano nel nostro paese circa l’estensione nazionale dell’offerta 900 casi di meningite batterica.

attiva e gratuita ai nuovi nati con il nuovo Piano nazionale vaccini. La vaccinazione è poi indicata in soggetti a rischio e in presenza di focolai, quando si attua anche la profilassi antibiotica delle persone che sono state a contatto con gli ammalati. Va ricordato che il meningococco è abitualmente presente nelle prime vie respiratorie di più del 10% della popolazione generale senza dare problemi e che meno dell’1% degli infetti rischia di ammalarsi. Il contagio è diretto da persona a persona con starnuti, tosse e oggetti, è favorito da situazioni di affollamento (la maggioranza dei casi di verifica nei mesi freddi e nel Nord o Centro), specie se ci sono molti soggetti non vaccinati e provenienti da aree dove l’infezione è diffusa, come Africa, Asia, America latina. Il batterio resiste invece pochissimo nell’ambiente, per cui è inutile la disinfezione. Comunque piccoli focolai come

ogni 14 giorni 25.000 copie in tutte le case e le attività commerciali di Potenza

quello veneto costituiscono la minoranza dei casi, che sono almeno per due terzi sporadici. Importanza della diagnosi precoce La diffusione delle vaccinazioni nella prima infanzia, in attesa di avere anche l’immunoprofilassi anti-meningococco B, sarà dunque uno strumento fondamentale per diminuire nel tempo il rischio di meningite batterica. S’impedisce così non solo la malattia ma anche l’infezione asintomatica e quindi si riducono i portatori sani, la vera fonte di alimentazione. Il vaccino anti-meningococco C viene poi esteso in caso di focolai, come nel Veneto dove lo si è offerto a tutti i giovani tra 15 e 29 anni dei Comuni interessati; il ministero precisa che al momento non si ravvede la necessità di ampliare la vaccinazione ad altre fasce di popolazione, come d’altra parte negli altri paesi.

STEFANO FORTAZZI

Consulente bancario

• Volevo informazioni sulla regolarità di un mutuo bancario a 30 anni con tasso variabile la cui rata mensile in un anno è aumentata per euro 100,00 ca. raggiungendo un importo superiore al 50% dello stipendio: si può fare qualcosa? Paolo, via Ciccotti Il tasso variabile sta raggiungendo un livello preoccupante, per il momento l’unica soluzione proponibile sarebbe di rinegoziarlo a tasso fisso, ma varrebbe la pena solo se potesse allungare la durata , così da abbassare la rata, diversamente non conviene perché la curva dei tassi dovrebbe cominciare a scendere. • Sono incappato in questo spiacevole problema. Ho perso la mia carta di credito VISA e quando me ne sono accorto (circa 2 settimane dopo) ignoti avevano eseguito operazioni per un ammontare di circa 2.500 euro (acquisti vari, benzina ecc.). Chiaramente l’ho bloccata e alla mia richiesta (anche scritta) di contestazione dei pagamenti la CARTA SI mi ha risposto che non è possibile fare niente (è passato troppo tempo) e che eventualmente devo rivalermi sui negozianti che sono obbligati a domandare un documento di identità quando accettano pagamenti con CC. Cosa devo fare secondi Voi? Vi ringrazio anticipatamente. Giulio, via Messina Lo smarrimento o furto della carta va denunciato entro 48 ore, perché questo è il tempo entro il quale la VISA copre l’eventuale utilizzo fraudolento. Effettivamente l’unica cosa da fare è provare a rifarsi sui negozianti, ma è meglio consultare un legale per sapere se ne vale la pena.

+ 5.000 copie in tutti i bar di Avigliano, Picerno, Pignola e Tito


14 Basilicata Saudita. Terra ricca, ma per pochi

Venerdì 18 gennaio 2008

I peccati del capitale

NONOSTANTE SIAMO CONSIDERATI il “Texas Italiano” i conti, da sempre, non tornano mai, almeno per la maggioranza dei cittadini. La conseguenza è l’eterna disoccupazione e un reddito pro-capite da “terzo mondo”

C O N T E

IL CONTRATTO CON I LUCANI . . . UN BIDONE !

Grande freddo, maxi shopping.

sotterraneo: il petrolio ci salverà! Milioni di barili di petrolio, milioni di royalties,

La fondavalle della Val d’Agri

maquillages dei centri storici, progetti e iniziative scoppiettanti, tanto da promettere

mari, monti e, perfino ponti panoramici ed attrezzati su dighe, fiumi e ruscelli. Forza della fantasia opportunista: cambiano gli annunci, ma non i vizi per cui, anche nel nuovo millennio, la torta continua ad essere appannaggio dei pochi predatori che mortificano i tanti cittadini e lavoratori. E’ questa la ragione principale se la ricca Basilicata risulta etichettata regione “saudita” non per il petrolio ma per il deserto amministrativo e politico che la contraddistingue. Maverick (guastafeste)

*Dal 2 Gennaio per 90 giorni ai sensi dall’art. 31 - comma 20, della L. R. n. 1 del 19 gennaio 2007

SALDI MAXIMALL

100

D E L

ben 50.775 famiglie, il 26% del totale, a vivere sotto la soglia della povertà. L’avarizia, come si sa, è uno dei sette peccati capitali, ma a dire il vero, valutando attentamente tutti gli indicatori ed i parametri più significativi dal punto di vista economico e sociale, si può tranquillamente affermare che nessuno degli altri peccati risulta assente nell’operato di chi ha

chi e molti poveri, sempre più poveri”. I dati che si registrano sul versante finanziario, occupazionale e reddituale, sono impietosi: a fronte di non meno di 10-15mila miliardi di vecchie lire giunti, nell’ultimo decennio, dall’Unione europea, dallo Stato, dalle royalties, dalle tasse e tributi dei cittadini, nelle casse della Regione e delle Amministrazioni locali, il risultato ottenuto è praticamente nullo, se non addirittura penalizzante, per la maggioranza della popolazione. Alla stregua di un capo di abbigliamento lavato a freddo e tenuto per troppo tempo inutilmente a mollo, ci ritroviamo con una regione rimpicciolita e “ristretta” dal punto di vista del benessere, dell’occupazione e delle dinamiche demografiche. Ogni anno, tremila abitanti in meno, come se scomparisse un intero comune; un reddito pro-capite di appena Diventerà questa la banconota in vigore in Basilicata? 18.000 € a fronte dei 32.000 € della piccola i conti non tornano ed oggi governato le istituzioni pub- Valle d’Aosta; un tasso di men che mai. Terra ricca sì, bliche; dall’ingordigia, alla disoccupazione a due tanto da essere l’unica regione lussuria, l’ira, l’accidia, la su- cifre, ingiustificato ed ofdel Mezzogiorno ad uscire perbia e l’invidia, tutto ha con- fensivo per un territorio fuori dalle aree classificate tribuito a realizzare quella così ricco di risorse. Ma allora, in questo ElObiettivo 1 dell’Unione euro- sorta di capolavoro dell’ingiupea, ma al contempo talmente stizia lucana che si è sostan- dorado terreno che cosa non “avara”, da costringere oltre ziato nella formulazione ha funzionato? Forse l’incaun quarto della popolazione, “pochi ricchi, sempre più ric- pacità del suo popolo, oppure l’asperità del suo territorio? L’analisi di ciò che è successo negli ultimi lustri, probabilmente, consente di tracciare * un percorso di inequivocabile comprensione di ogni contraddizione. Bisogna partire dalla interpretazione degli annunci risolutivi che si sono succeduti alla vigilia di ogni grande abbuffata di torta. L’agricoltura ci salverà, fu inizialmente annunciato, e andò a finire che attraverso i salumifici, le centrali del latte, gli zuccherifici, le centrali ortofrutticole, un manipolo di politici ed operatori economici, Teatro Nazionale mise in pratica la regola dei dei Burattini costi a carico della collettività 12, 19 e 26 Gennaio e dei profitti nelle tasche dei Tre giornate di spettacoli privati, che ancora oggi rapin compagnia delle Maschere più famose presenta la stella polare del del teatro popolare campano. modo di agire di chi detiene il comando. Subito dopo, a malloppo assicurato, fu la volta del secondo grande annuncio, quello della industrializzazione spinta sulla grande industria: la Fiat, la Barilla, la Ferrero, il mobile imbottito, le industrie del terremoto, ci salnegozi posti auto veranno, ed è successo che mai tante risorse sono state inU n i p e r m e rc a t o dirizzate verso settori abituati a garantire lustro e clientele in cambio di incentivi e benevolenze pubbliche. Fallito anche il sogno industrialista, è P O N T E C AG N A N O FA I A N O ( S A ) giunto propizio l’annuncio PRIMA CALIFORNIA, poi Texas, oggi Arabia Saudita. La piccola Basilicata continua ad etichettarsi alla grande, e ne ha ben ragione in relazione alle risorse che possiede; sopra di essa (acqua), al disotto (petrolio) ed anche di fianco (mare). Sembra non mancare proprio nulla per farne la regione più invidiata d’Italia, se non fosse per il fatto che da secoli

B ALCONE

IL

2000

ogni 14 giorni 25.000 copie in tutte le case e le attività commerciali di Potenza

+ 5.000 copie in tutti i bar di Avigliano, Picerno, Pignola e Tito


B ALCONE

IL

D E L

C O N T E

15

Venerdì 18 gennaio 2008

2 settimane fa, giorno per giorno

>> 2008/01/07 Interesse potentino per l’aeroporto di Pontecagnano “Ipotesi di collaborazione” fra le istituzioni potentine e la società che gestice l'aeroporto di Pontecagnano, in provincia di Salerno, saranno esaminate nelle prossime settimane, al fine di rendere fruibile nel modo migliore e più agevole un'infrastruttura destinata a rafforzare l'asse di sviluppo tra Salerno e Potenza.

beni durevoli in Basilicata e nel Cenntro Sud Italia. La spesa per consumi di beni durevoli in Basilicata è stazionaria con una crescita dello 0,9 per cento per un totale di 422 milioni di euro. Se nel capoluogo di regione si spende di più per l'aq-

>> 2008/01/08 Costituito il comitato di pilotaggio per il CTS. Con la costituzione del comitato provvisorio di pilotaggio prende il via la fase attuativa del Cts (Centro servizi territoriali) per la Provincia di Potenza, per la ge-

nuovo questore di Potenza, Romolo Panico, che si è insediato nell'incarico alcuni giorni fa, riferendosi al caso della studentessa potentina Elisa Claps, della quale non si hanno più notizie dal 12 settembre 1993.

dir e

rep

AM

Matteo TROMBETTA

PM Gianni PITTELLA

Nicola MANFREDELLI

sabato domenica Gianfranco BLASI

venerdì

>> 2008/01/05 Il Pm Woodcock intercetta nove parlamentari. Nove parlamentari sono stati intercettati dal pubblico ministero di Potenza Henry John Woodcock nel corso di un' indagine, tuttora in corso, su presunti casi di corruzione nel settore della sanità in Basilicata. I nove parlamentari sono il ministro della giustizia Clemente Mastella, deputato dell'Udeur, il sottosegretario allo sviluppo economico Filippo Bubbico (senatore dei Ds), i deputati Salvatore Margiotta (Margherita), Mauro Fabris (Udeur) e Paolo Del Mese (Udeur) e i senatori Antonio Boccia (Margherita), Emilio Nicola Buccico (An), Giancarlo Pittelli (Forza Italia) e Stefano Cusumano (Udeur). >> 2008/01/06 “Natale è presepe”: superata quota 9.000 visite. Sono stati oltre novemila a Matera i visitatori della quinta mostra-concorso dei presepi “Natale è presepe”, organizzata dal Gruppo Teatro Matera nelle grotte di vico Solitario, nel Sasso Caveoso. Gli organizzatori hanno esposto, dal 20 dicembre al 6 gennaio, 62 presepi realizzati da artisti e dilettanti ispirati alla tradizione francescana o concettuale, con l'impiego di diversi materiali.

a disposizione degli utenti.

a lic

>>2008/01/04 Calcio. Capitan Dettori passa al Pescara. Il centrocampista Francesco Dettori è passato dal Potenza al Pescara, squadre entrambe inserite nel girone B del campionato di Serie C1. La cessione di Dettori, che ha 24 anni, è a titolo definitivo. In una nota diffusa dalla società, il presidente del Potenza, Giuseppe Postiglione, ha sottolineato il valido apporto fornito da Dettori soprattutto per la promozione del Potenza in C1, raggiunta la scorso anno.

Rewind tta

>>2008/01/03 Ha 104 anni la persona più anziana di Matera. È una donna di 104 anni la persona più anziana di Matera. Nel club degli ultracentenari vi sono una donna di 102 anni (nata nell'agosto del 1905) e due uomini che hanno entrambi 101 anni, essendo nati a maggio e a novembre del 1906. Tra aprile e novembre del 2007 hanno compiuto 100 anni tre donne e un uomo. Nel 2008 sono sei le persone attese al traguardo del secolo di vita: cinque donne e un uomo. Per il 2009, infine, nove persone (tre uomini e sei donne) festeggeranno i 100 anni.

Nino FALOTICO

lun-mer-ver (ore 11:20),

mar-gio-sab (ore 18:20)

giovedì Felice BELISARIO

mercoledì

BEPPE GRILLO Meetup Potenza Emilia SIMONETTI

martedì lunedì

non

fa chiacchiere, informazione

stione associata di servizi di e-governament e di innovazione tecnologica della pubblica amministrazione. >> 2008/01/09 In Basilicata spesa stazionaria per i beni durevoli. Tra le province del Centro e del Mezzogiorno d'Italia, Potenza presenta i livelli di spesa più elevati per le auto nuove e gli elettrodomestici “bianchi” e piccoli (più 6,5 per cento): è quanto emerge dalla 14a edizione di uno studio dell'Osservatorio di Findomestic Banca sul consumo dei

Potenza: MHz 98.1 • 101.8

cuisto di auto nuove ed elettrodomestici, a Matera, invece, ogni famiglia spende di più per l'acquisto di motoveicoli (46 per cento) e mobili. Cosicché la città dei Sassi registra valori di spesa maggiori rispetto a Potenza e alla media regionale. >> 2008/01/10 Il questore rinnova l’impegno per il caso “Elisa Claps” “Non solo il nucleo investigativo costituito tempo fa sul caso Claps continuerà a lavorare, ma io intendo rafforzarlo, sperando di avere sviluppi”: lo ha detto il

ogni 14 giorni, 25.000 copie in tutte le case e le attività commerciali di Potenza

>> 2008/01/11 Inaugurata a Potenza la nuova sede della Lilt. Per fornire consulenze gratuite ed erogare informazioni in materia di prevenzione e lotta ai tumori, è stato inaugurato a Potenza, nella sede della Anteas (Associazione nazionale terza età attiva per la solidarietà) in via Vespucci n. 19, un ambulatorio, creato dalla Lilt (Lega italiana per la lotta ai tumori). L'ambulatorio sarà aperto il mercoledì ed il venerdì dalle ore 10.00 alle 12.00 e i medici Giuseppe Laraia e Prospero Bonito Oliva, saranno

>> 2008/01/12 In primavera un film sui luoghi di Pasolini in Basilicata. Cominceranno in primavera le riprese per un film-documentario dedicato ai Luoghi di Pier Paolo Pasolini, a Matera, Barile, Lagopesole in Basilicata, Orte nel Lazio, Capo Rizzuto in Calabria e Gioia del Colle in Puglia, dove il regista friulano girò nel 1964 le sequenze del film Il Vangelo secondo Matteo. Lo ha annunciato a Matera il giornalista e scrittore Domenico Notarangelo, nel corso della presentazione del libro Il Vangelo Secondo Matera (Città del sole). >> 2008/01/13 Arrestato il Direttore Generale dell’Asl di Potenza. Sesso nell'ufficio del direttore generale dell'Asl di Potenza in cambio del rinnovo di un contratto in scadenza per un centro di prestazioni sanitarie, diretto da una donna, protagonista di intercettazioni “bollenti”: sarebbe questo il contesto - illustrato dalla Gazzetta del Mezzogiorno - alla base dell'arresto del dg dell'Asl potentina, Attilio Nunziata (agli arresti domiciliari). Secondo quanto riportato dal quotidiano, Nunziata avrebbe preteso prestazioni sessuali dalla titolare del centro per regolarizzare il contratto che da sperimentale sarebbe diventato regolare. >> 2008/01/14 Precari PA: la Cisl sollecita la stabilizzazione. I leader lucani della Cisl, Nino Falotico, e della Cisl Funzione Pubblica, Giovanni Sarli, sollecitano le amministrazioni locali a stringere i tempi per superare l'emergenza del precariato nella pubblica amministrazione. “Gli enti regionali e locali, grandi e piccoli, devono passare dalle parole ai fatti - sostengono Falotico e Sarli - andando oltre i semplici atti di indirizzo. Dinanzi al crescente disagio sociale non è consentito accumulare ulteriori ritardi”. >> 2008/01/15 Natuzzi, siglato l’accordo per 2.500 lavoratori. È stato sottoscritto a Matera, nella sede di Confindustria, il verbale di accordo che proroga di 13 settimane la cassa integrazione ordinaria per 2.500 lavoratori degli stabilimenti della Natuzzi - importante azienda del settore del mobile imbottito nelle province di Matera, Bari e Taranto. >> 2008/01/16 Il 28 laurea honoris causa al Nobel Betty Williams Betty Williams - Premio Nobel per la Pace nel 1976 - riceverà la laurea honoris causa dall'Università della Basilicata il prossimo 28 gennaio, in occasione dell'inaugurazione del nuovo anno accademico, alla quale parteciperanno anche i Ministri Fabio Mussi (Università e Ricerca) e Luigi Nicolais (Riforme). chiuso in redazione il 16/01 alle 19:07

+ 5.000 copie in tutti i bar di Avigliano, Picerno, Pignola e Tito


Ultima di copertina

ogni 14 giorni, 25.000 copie in tutte le case e le attivitĂ  commerciali di Potenza

VenerdĂŹ 18 gennaio 2008

B ALCONE

IL

D E L

C O N T E

+ 5.000 copie in tutti i bar di Avigliano, Picerno, Pignola e Tito


n° 01 del 18-01-2008