Page 1

BASTA LA PAROLA ? [ovvero, l’importanza dei termini corretti, le ricerche sulla notorietà dei marchi, il riflusso “low tech” e altre storie di attualità …]

Giorgio Belletti per la Facoltà del Design del Politecnico di Milano

giugno 2007


quando un marchio famoso può diventare invadente, ovvero

IL “CASO” DI LYCRA E GORETEX


Giorgio Belletti per la FacoltĂ del Design del Politecnico di Milano


VALORI ESPRESSI IN MIGLIAIA DI TONNELLATE (ma da leggersi in milioni) PES = fibra poliestere (27.500.000 ton/anno) PA = fibra poliammidica (4.100.000 ton/anno) CV = tutte le fibre cellulosiche (3.400.000 ton/anno) PAN = fibra acrilica (2.600.000 ton/anno) EL = fibra elastomerica (circa 350.000 ton/anno) Giorgio Belletti per la FacoltĂ del Design del Politecnico di Milano


Giorgio Belletti per la FacoltĂ del Design del Politecnico di Milano


Giorgio Belletti per la FacoltĂ del Design del Politecnico di Milano


Giorgio Belletti per la FacoltĂ del Design del Politecnico di Milano


vediamo due casi recenti che potremmo definire di “riflusso� verso il low tech ma serve veramente tutta questa tecnologia ?


Dal CORRIERE DELLA SERA di giovedì 7 giugno 2007

“scalare l’Everest come nel 1924”

l’alpinista “moderno” Giorgio Belletti per la Facoltà del Design del Politecnico di Milano


Come era attrezzato un alpinista di 5000 anni prima di Cristo?

Lo ha svelato il ritrovamento dell’uomo di Similaun, avvenuto nel 1991 in Val Senales

Giorgio Belletti per la FacoltĂ del Design del Politecnico di Milano


Analizziamo come sono state ricostruite le componenti del suo abbigliamento vestiti cuciti a patchwork con pelli di vari animali: capra cervo camoscio bue [funzioni differenziate ?] cintura in pelle di vitello con marsupio per trasporto utensili calzature con suola in cuoio di cervo, tomaia in fibre vegetali intrecciate, imbottite con paglia o fieno [traspiranti, termocoibenti e con attivitĂ terapeutica ?]

cappello in pelo di orso bruno con sottogola

mantello in fibre vegetali intrecciate con funzione di cappa protettiva e di materassino per l’addiaccio [impermeabile traspirante coibente, multifunzionale]

Giorgio Belletti per la FacoltĂ del Design del Politecnico di Milano


Thor Heyerdhal nel 1947 navigò dal Sud America alla Polinesia con una zattera di balsa. Questa spedizione dimostrò la possibilità tecnica, per le popolazioni del Sud America, di raggiungere e colonizzare la Polinesia. Il 27 aprile 1947 Kon-Tiki, il Figlio del Sole, salpò da Callao trasportato dalla Corrente di Humboltd. Il 30 luglio l'equipaggio avvistò l'isola di Puka Puka, nell'arcipelago delle Tuamotu e, dopo 101 giorni di viaggio e 4300 miglia approdò sull'atollo di Raroia.


2006: dopo 60 anni 6 marinai norvegesi ripetono l’impresa ma avevano a bordo: pannelli solari per produrre energia, computer, gps, antenna satellitare, Internet, dispositivo per dissalare l’acqua marina. Giorgio Belletti per la Facoltà del Design del Politecnico di Milano


Ma, malgrado i riflussi”low tech”, il progresso continua e la tecnologia da indossare già si compra comodamente in rete … Giorgio Belletti per la Facoltà del Design del Politecnico di Milano


magazine

Dal CORRIERE DELLA SERA di giovedì 7 giugno 2007

“l’ultimo i-gadget che mancava”

Giorgio Belletti per la Facoltà del Design del Politecnico di Milano


chiudo con una citazione su cui riflettere


1

Mio padre aveva un cammello ‌


2

Io vado in automobile …

Se ce ne sarà per tutti …


3

Mio figlio pilota un elicottero ‌


4

Mio nipote avrà un cammello.

Se ce ne sarà per tutti …


Giorgio Belletti per la FacoltĂ del Design del Politecnico di Milano 2007

Basta la parola ?  

ovvero, l’importanza dei termini corretti, le ricerche sulla notorietà dei marchi, il riflusso “low tech” e altre storie di attualità …

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you