Issuu on Google+

Elezioni Amministrative del 9-10 Giugno 2013

PROGRAMMA ELETTORALE

‘‘Felici di servire’’ Giuseppe

SORTINO

Sindaco


PROGRAMMA ELETTORALE Premesse programmatiche Questa lista nasce per iniziativa di alcuni cittadini che vogliono mettere a disposizione del proprio Comune il loro impegno, il loro tempo e la loro esperienza al fine di migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti. Il programma, sottoposto alla valutazione dei cittadini, si propone di realizzare alcuni concetti fondamentali della dottrina sturziana e far nascere nei giovani l'amore per la politica. Chi si guarda intorno non può non accorgersi della necessità che ha il nostro Comune di invertire rotta per non ritrovarsi nel baratro. E' ORMAI TEMPO DI SVEGLIARSI! Non si può più restare passivi aspettando il “botto” e attendendo la fine. Noi abbiamo a cuore la nostra città, amiamo Ravanusa e ci sentiamo chiamati ad intervenire in suo soccorso. Siamo convinti, che per poterla salvare, bisogna assolutamente rompere con i vecchi schemi, bloccare il politichese visto e rivisto, sentito e risentito, portando nella nostra “città” la vera Politica. Noi ci crediamo, lo crediamo fermamente. Nel risolvere i problemi che si presenteranno terremo costantemente presente che la ragione morale deve sempre condizionare la ragione politica e la ragione economica. IL NOSTRO PROGRAMMA È IL VOSTRO PROGRAMMA, CREIAMO UN LABORATORIO DI IDEE PER LO SVILUPPO DI RAVANUSA. PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL MOVIMIMENTO “SERVIRE RAVANUSA” 1) FAMIGLIA E POLITICHE SOCIALI ? Istituzione di uno Sportello “info-famiglia”; ? Istituzione di un centro di ascolto per promuovere il sostegno alla genitorialità; Istituzione di un fondo di solidarietà per agevolazioni a famiglie numerose e/o bisognose e vedove; ? Istituzione della mensa dei poveri; ? Realizzazione di attività ricreative e formative per la terza età; ? Potenziamento del servizio di assistenza domiciliare per gli anziani e per portatori di handicap, con istituzione di un albo comunale; Avvio all'abbattimento delle barriere architettoniche al fine di garantire ai disabili l'accesso facilitato nei luoghi di interesse pubblico; Integrazione dei cittadini di paesi terzi attraverso l'istituzione di uno sportello di accoglienza, con attività di socializzazione; ? Promozione e valorizzazione dell'associazionismo e del volontariato. 2) RAZIONALIZZARE I COSTI DEL COMUNE Ridurre le Commissioni e gli incarichi esterni mantenendo solo quelli effettivamente utili con costi contenuti; Finalizzare e finanziare le Associazioni realmente operative nel territorio. 3) POLITICHE GIOVANILI E DEL LAVORO ? Istituzione sportello orientamento agli studi ed al lavoro; Patrocinio alle iniziative finalizzate alla realizzazione di kermesse canore con cantanti, gruppi locali e artisti;


? ?

Impegno per valorizzare le attività agricole e guidare alla cooperazione ed aiuto da parte delle istituzioni locali per i giovani al fine di indirizzarli all'imprenditoria; Favorire azioni volte alla formazione politica dei giovani con interesse allapropria città e ad un sano impegno politico; Accesso alla co-progettazione europea ed ai fondi destinati alla politiche giovanili.

4) SCUOLA E PUBBLICA ISTRUZIONE? Istituzione del Consiglio comunale dei ragazzi; Promozione iniziative didattiche da realizzare in sinergia con le istituzioni scolastiche del territorio; Edilizia scolastica: realizzazione di palestre nelle scuole elementari esistenti; Attenzione alle strutture scolastiche oggi molto fatiscenti. 5) CULTURA, SPORT, TURISMO ED ACCOGLIENZA Favorire l'inserimento di Ravanusa nel circuito turistico dei tour operator, far conoscere il nostro patrimonio archeologico (Monte Saraceno, Museo) e creare con la loro collaborazioni fondi di guadagno per il nostro comune; ? Rendere accessibile il patrimonio artistico culturale nelle festività; ? Valorizzazione del Monte Saraceno attraverso lo sviluppo delle ricerche archeologiche al fine di riprodurre le abitazioni preesistenti; ? Valorizzare il Monte Saraceno con sentieri pedonali e ciclistici e con un area attrezzata per i visitatori, le famiglie e le scolaresche; ? Creare convenzioni per la ristorazione; Ripristino ed riutilizzo di abitazioni vuote , con aiuti, ai proprietari per l'affitto a costo basso; ? Promuovere sagre e manifestazioni culturali legate al territorio e alle tradizioni del paese. 6) VERDE URBANO, VIABILITA' E TRASPORTI ? Regolamentazione razionale del traffico cittadino al fine di migliorarne la viabilità e la fruibilità; ? Sistemazione del manto stradale in diversi punti del nostro paese; ? Ripristino delle ville comunali e riprogettazione del verde pubblico al fine di creare luoghi di socializzazione per tutte le fascia di età. 7) TRASPARENZA VERSO I CITTADINI ? Riorganizzazione uffici amministrativi con semplificazione degl'iter burocratici; ? Istituzione di sportelli front-office; Diretta via web dei lavori del consiglio comunale; Periodici comizi periodiche interviste dove si riassume quanto fatto dall'amministrazione comunale; Pubblicazione carta dei servizi.

?

FAC-SIMILE - Elezioni del Sindaco e del Consiglio Comunale di Ravanusa 9-10 Giugno 2013

SAVARINO ARMANDO

D’ANGELO CARMELO

MUSSO LILLO MASSIMILIANO

Il Candidato a Sindaco Sortino Giuseppe, dichiara di nominare ai sensi della normativa vigente, le seguenti persone alla carica di Assessori : Lombardo Filippo (detto Gianfilippo) e Brunco Calogero.

ZAGARRIO GIUSEPPE

SORTINO GIUSEPPE

IACONA ANNAMARIA


Ravanusa - Elezioni Amministrative 9/10 Giugno 2013 Calogero Brunco

GIUSEPPE SORTINO

(consigliere/assessore proposto)

(candidato Sindaco)

Gianfilippo Lombardo (consigliere/assessore proposto)

Davide Belfiore

Angelo Cascina

(consigliere)

(consigliere)

Giovanni Di Caro

Valentina Di Maida

(consigliere)

(consigliere)

Luciana D’Auria

Luisa D’Auria

(consigliere)

(consigliere)

Sandro Ficarra

Vito Gambino

(consigliere)

(consigliere)

Fina Gattuso

Carmelo Lentini

(consigliere)

(consigliere)

Salvatrice Licata Caruso

Valeria Muratore

(consigliere)

(consigliere)

Antonino Ninotta

Francesco Romano

(consigliere)

(consigliere)

IL DECALOGO DEL BUON POLITICO: 1. La prima regola dell'attività politica essere sincero e onesto. Prometti poco e realizza quel che hai promesso. 2. Se ami troppo il denaro, non fare attività politica. 3. Rifiuta ogni proposta che tenda all'inosservanza della legge per un presunto vantaggio politico. 4. Non ti circondare di adulatori. L'adulazione fa male all'anima, eccita la vanità e altera la visione della realtà. 5. Non pensare di essere l'uomo indispensabile, perchè da quel momento farai molti errori. 6. E' più facile non arrivare al si che dal si retrocedere al no. Spesso il no è più utile del si. 7. La pazienza dell'uomo politico deve imitare la pazienza che Dio ha con gli uomini. Non disperare mai. 8. Dei tuoi collaboratori al governo fai, se possibile, degli amici, mai dei favoriti. 9. Non disdegnare il parere delle donne che si interessano alla politica, esse vedono le cose da punti di vista concreti, che possono sfuggire agli uomini. 10. Fare ogni sera l'esame di coscienza è buona abitudine anche per l'uomo politico.


Programma Elettorale del Movimento "Servire Ravanusa"