Libri in viaggio 2010-Catalogo mostra

Page 1

‘10 LIBRI IN VIAGGIO Proposte di lettura 2010 IL GIOCO DEGLI SPECCHI

Suggerimenti di lettura


LIBRI IN VIAGGIO Proposte di lettura 2010 IL GIOCO DEGLI SPECCHI a cura di Silvia Camilotti e Maria Rosa Mura

INDICE BAMBINI E RAGAZZI suggerimenti di lettura case editrici

6 9

ADULTI

IL GIOCO DEGLI SPECCHI via S.Pio X 48, 38122 TRENTO Tel 0461 916251 fax 0461 397472 Cell 340 2412552 info@ilgiocodeglispecchi.org www.ilgiocodeglispecchi.org

suggerimenti di lettura

15

NARRATIVA

15

migrazioni in italia

15

emigrazione italiana

17

migrazioni nel mondo

19

inestre sul mondo

21

POESIA

27

FUMETTI

30

SAGGISTICA

34

case editrici

Bambini e ragazzi

37

Suggerimenti di lettura


LIBRI IN VIAGGIO Proposte di lettura 2010

Questo catalogo, che accompagna la mostra di libri, vorrebbe non solo raccogliere la proposta di testi lì raccolti ma anche offrire, a prescindere da essa, alcuni spunti di lettura e di rilessione su questioni e tematiche di importanza centrale per la nostra società. Riprende e riaggiorna il catalogo redatto nel 2008, indicando non solo alcune novità librarie di realtà editoriali già consolidate e presenti nel precedente, ma afiancandone di nuove. Un segno indicativo dell’attenzione che il mondo dell’editoria sta volgendo verso le migrazioni e le loro implicazioni. Il rinnovo del catalogo e del progetto della mostra si fondano anche sulla convinzione che le espressioni letterarie rappresentino dei canali privilegiati per avvicinarsi a fenomeni relativamente recenti, quali le migrazioni, nonché per rinfrescare nella mente del giovane e meno giovane pubblico come spesso le storie si ripetano ciclicamente. Abbiamo mantenuto la suddivisone nelle due grandi categorie: “Bambini e ragazzi” e “Adulti”. Il primo gruppo si apre con alcuni titoli che non rientrano necessariamente in collane dedicate, ma che riteniamo importante valorizzare per il signiicato e le piste di lavoro che possono offrire. Seguono le presentazioni delle case editrici che hanno dedicato testi e/o collane a tali temi. Di ognuna indichiamo alcuni dei volumi più recenti e, quando presenti, le nuove uscite. Si tratta di opere che raccontano le realtà e le società a cui appartengono i bambini immigrati, per favorire l’incontro e la conoscenza nei confronti degli alunni italiani. Il bi/tri-linguismo, strumento importante per creare ponti e facilitare gli apprendimenti, è una delle note più signiicative e in tali casi la lingua o le lingue presenti sono speciicate accanto ai titoli. Lo stesso si dica per l’età consigliata di lettura. Precisiamo inoltre che i testi presenti in questa sezione del catalogo sono più numerosi di quelli in esposizione: tale scelta è dettata dalla volontà di arricchire il più possibile il catalogo, rendendolo strumento consultabile anche a prescindere dall’esposizione che accompagna. Segue un elenco di case editrici che lavorano sui temi del plurilnguismo e dell’intercultura. Bambini e ragazzi

Il secondo gruppo di libri, per adulti, prevede le sezioni: Migrazioni in Italia, dove si trovano romanzi che parlano di questo fenomeno, arrivato ormai alle seconde generazioni, di cui presentiamo anche qualche autore; Emigrazione italiana, aspetto che, nel gioco degli specchi della storia italiana, ora come non mai merita attenzione e rilessione; Migrazioni nel mondo per ricordarci alcune delle numerose rotte che le persone intraprendono alla ricerca di migliori condizioni di vita; Finestre sul mondo, dove si troveranno alcuni testi che ci guidano nelle storie recenti e passate di paesi e popoli di cui poco si sa, e da cui provengono molti degli immigrati. Un modo per avvicinarsi a storie lontane rese vicine dalle migrazioni. In tal caso, sebbene la sezione presenti un numero di volumi piuttosto cospicuo, si è seguito nella disposizione il criterio alfabetico: non abbiamo distinto per aree geograiche che, se a prima vista più chiariicatrici, in realtà avvallerebbero una divisione etno-geograica in contraddizione con il senso profondo delle storie raccontate, impossibili da incasellare entro conini sia materiali che tematici. Seguono i generi letterari Poesia e Fumetti che esprimono, attraverso queste forme, esperienze inedite e di scambio linguistico-culturale. Molte poesie in particolare presentano i testi in lingua originale a fronte. Inine, la sezione saggistica offre una limitata selezione di opere che affrontano i temi della migrazione dal punto di vista letterario, storico e linguistico. Conclude, specularmente alla prima sezione dedicata ai ragazzi, una panoramica con alcune case editrici che hanno dato molto spazio ai temi delle migrazioni trattati dal punto di vista letterario e che con il loro lavoro ci permettono di conoscere autori e autrici delle cui storie e popoli si rischierebbe altrimenti di perdere memoria.

Suggerimenti di lettura


BAMBINI E RAGAZZI Suggerimenti di lettura

Marco Aime Una bella differenza. Alla scoperta della diversità del mondo Einaudi, Torino, 2009 (+9 anni) L’antropologia e la differenza degli esseri umani vengono spiegate ai bambini in modo semplice e coinvolgente. L’autore immagina di dialogare con le nipotine, racconta dei suoi viaggi e dei suoi incontri veri o virtuali con grandi studiosi. Spiega con facili esempi che “l’importante è comprendere che nel mondo ci sono differenze nel modo di pensare e di comportarsi, ma che nessuno è inferiore agli altri.” Julia Alvarez Cafecito. La canzone del caffè Adriano Salani editore, trad. it. di D. Gamba, Milano, 2003 (+12 anni) Joe ha nel cuore la nostalgia della

Bambini e ragazzi

terra di suo padre, che faceva l’agricoltore. Partito dal Nebraska per una vacanza nella Repubblica Dominicana, Joe viene accolto dalla magia del “cafecito”, una tazzina di caffè nero, denso, forte che lo ammalia e lo attira nelle montagne dell’interno, cambiandogli la vita Clementina Sandra Ammendola, Viorel Boldis, Barbara Pumhösel Sono partito dall’altra parte del libro per incontrarti Sinnos, Roma, 2009 (5-13 anni) Il libro, che non si trova in commercio ma che può essere richiesto al CIES (www.cies.it) racconta tre storie per destinatari differenti, dai più piccoli sino ai ragazzi, che hanno vinto il concorso indetto nell’ambito del progetto “I bambini della migrazione”

Maria Attanasio Dall’Atlante agli Appennini orecchio acerbo, Roma, 2008 (+10 anni) Al posto di Marco, protagonista del testo di Edmondo de Amicis “Dagli Appennini alle Ande”, troviamo Youssef, che dall’Africa parte per cercare sua madre, emigrata in Italia, di cui ha perso le tracce

Erminia Dell’Oro Dall’altra parte del mare Piemme, Milano, 2005 (+ 9 anni) Elen e la sua mamma stanno fuggendo: lasciano il loro paese, l’Eritrea, la loro casa e tanti ricordi per realizzare il sogno di una nuova vita. Questa è la loro storia, e quella di tutti coloro che sidano ogni giorno il mare per raggiungere l’Italia e la pace

Alice Baladan Una storia guaranì Topipittori, Milano, 2010 (+ 6 anni) Per gli indios Guaraní il ragno è l’animale più sacro. Ma è anche il più dificile a procurarsi. Deciso a regalare alla propria amata una ragnatela, un ragazzo si inoltra nella foresta. Incontrerà strani personaggi, animali misteriosi, presenze arcane... Una storia di iniziazione all’età adulta,

Paola Gavagna, Raffaele Taddeo (a c. di) Il carro di Pickipò. Dodici racconti dal mondo Ediesse, Roma, 2007 (+12 anni) Libro di racconti per ragazzi, con iabe di autori italiani e stranieri che hanno voluto fare tesoro del cosmopolitismo e della solidarietà del treno che dà il nome al testo. Un convoglio su cui si viaggia tutti insieme, a condividere un percorso che non è certo facile ma che ognuno arricchisce con le proprie diversità

Maria Rosa Cutrufelli Terrona Città aperta edizioni, Enna, 2004 (+ 10 anni) Una storia di emigrazione interna, dalla Sicilia alla Bologna degli anni Cinquanta, è raccontata attraverso gli occhi di una bambina. La scoperta di un mondo completamente diverso, con abitudini e tradizioni sconosciute, accompagna l’avventura della giovane protagonista

Mia Lecomte L’Altracittà Sinnos, Roma, 2010 (6-10 anni) In questo libro poetico si racconta con leggerezza la città che viviamo, ma spesso non vediamo. Illustrato da Andrea Rivola, racconta la città di Viorel, che prima di mamma e papà aiuta i fratellini piccoli a vestirsi o di Marisa, cacciata da strada dai Suggerimenti di lettura


poliziotti con i suoi stracci. Della stessa autrice segnaliamo anche “Come un pesce nel diluvio”, il Diluvio Universale visto dalla parte dei pesci Elisabetta Lodoli Questo mare non è il mio mare. Una ragazza di Sri Lanka a Roma per scoprire il suo posto nel mondo Fabbri editore, Milano, 2007 (+12 anni) Questo libro per ragazzi, di gradevole (e consigliata) lettura anche per gli adulti, apre le porte sul mondo interiore di una diciassettenne sbalzata dallo Sri Lanka in una nuova vita a Roma. Condotto come un coinvolgente monologo della giovane protagonista, questo testo risulta affascinante come la ragazza nel cortometraggio “Nisansala la tranquilla”, realizzato dalla stessa Lodoli nel 2002 e costituisce un’analisi importante per capire i giovani igli degli immigrati Vinicio Ongini Le altre cenerentole. Il giro del mondo in 80 scarpe Sinnos, Roma, 2009 ill. di Chiara Carrer La scarpetta di vetro di Cenerentola è solo una delle tantissime scarpe consumate da Cenerentola nei suoi viaggi. Perché ci sono ben 345 storie di Cenerentola. Qui troviamo quella araba, quella balcanica, quella cinese e quella sarda Bambini e ragazzi

Dolf Verroen Il regalo nero Beisler, trad. it. di D. Fiano, Roma, 2010 (+ 12 anni) Avere uno schiavo tutto per sé per Maria vuol dire essere diventata grande. Gli schiavi lavorano, si possono sgridare, si possono frustare. Inutile affezionarsi, perché prima o poi si cambiano. Con questo libro Dolf Verroen racconta l’assurdo della normalità, quando le cose più ingiuste diventano abitudine. Oggi come allora Donatella Ziliotto L’incredibile storia di Sundjata imperatore mandingo Beisler, Roma, 2008 (+ 8 anni) La limpida scrittura dell’autrice ci conduce in Mali, per raccontarci la storia affascinante, misteriosa e magica del mitico imperatore Sundjata, nato dal re “leone”e da una donna-bufalo. Nei suoi primi anni di vita il bambino si comporta come un animale selvatico ma, crescendo, il suo cammino sarà costellato di conquiste

Case editrici La Biblioteca di Tolbà www.associazionetolba.org/biblioteca. htm Nata nel 1992, l’associazione è fondata da medici volontari impegnati sul fronte dell’immigrazione, ma sviluppa molti progetti di supporto e incontro anche all’estero. Tra le attività vi è anche quella editoriale, che si incentra in particolare sul genere della favola, presentata sempre in testi plurilingui. Segnaliamo, in particolare: Il sogno di Gianaziz (italiano, somalo), L’amico dei passerotti (inglese, serbo, spagnolo, francese, rumeno, tigrino, 6-10 anni) Una notte all’oasi (spagnolo, francese, 8-10 anni I MAESTRI (6-10 anni) Due testi pensati per aiutare i bambini albanesi e arabi a mantenere le loro lingue madri dal titolo Abbiccì in tante lingue Carthusia www.carthusiaedizioni.it Nata nel 1987, questa casa editrice progetta e pubblica libri su temi d’attualità rivolti a bambini, ragazzi, insegnanti e formatori. Le collane sono numerose, come anche le fasce d’età

a cui si rivolgono. Ne segnaliamo in particolare due: RACCONTI CON LE ALI (+ 5 anni) Presenta titoli che aprono inestre su storie di altri paesi, tra cui: Fiabe dalle gambe lunghe (otto storie della tradizione popolare di Albania, Algeria, Italia, Marocco, Romania, Sierra Leone, Sri Lanka e del popolo rom) Un mondo di altre storie (otto storie della tradizione popolare di Albania, Cambogia, Cina, Egitto, Filippine, Kurdistan iracheno, Perù e Senegal) STORIE SCONFINATE (3-9 anni) Collana di testi bilingui, curata da Graziella Favaro. Il particolare formato dei volumi permette una duplice lettura: da una parte si sfogliano come un vero e proprio libro dove il testo è presente in due lingue, mentre dall’altro lato la storia è visualizzata attraverso un’unica grande immagine, lunga 138 cm. Segnaliamo le ultime uscite: Il cavallino e il iume (italiano-cinese) Il sale e lo zucchero (italianospagnolo) L’isola dei sogni (italiano-tagalog) La coda della volpe (italianoalbanese) La zuppiera di Marzuk (italianoarabo) Piccoli topi e grandi elefanti (italianotamil)

Case editrici


Edizioni dell’Arco www.ediarco.it Il fulcro della cooperativa Ediarco srl è la casa editrice, che attraverso la diffusione su strada, via internet (info@ ediarco.it) o in librerie convenzionate offre saggistica, narrativa e guide di viaggio. Segnaliamo dalla collana ILLUSTRATI Miti, storie, esperienze raccontate per descrivere società e luoghi lontani, con particolare attenzione all’Africa Passaporto per un pappagallo un volume illustrato che usa colore e ironia per spiegare cosa signiichi superare le frontiere oggi.

I PAESI DEL MONDO (8-13 anni) Collana che fa viaggiare i ragazzi dall’Egitto alla Mauritania, passando per il Giappone e il Cile Cile e Isola di Pasqua Giappone India Perù I POPOLI DEL MONDO (6-13 anni) Libri illustrati che raccontano ai ragazzi la vita quotidiana di numerosi popoli. Dal Sahara a Giava, ino al Brasile e a Goa Il sogno di Jlepa Anatuf e gli uomini blu

EDT Giralangolo www.edt.it/bambini/giralangolo La sezione dedicata ai bambini presenta alcune collane che aiutano a rilettere sui temi dell’identità e sul confronto, nonché fanno conoscere ai più piccoli realtà lontane MILLY, MOLLY (3-7 anni) Le avventure delle due bambine Milly e Molly promuovono l’accettazione delle differenze e aiutano a crescere in una società pluriculturale. Diverse fuori, uguali dentro è il motto che le ispira LA CALAMITICA III E (7-9 anni) Collana che vede protagonisti gli studenti di una terza elementare, italiani ma anche ilippini, cinesi, albanesi, marocchini, peruviani, per parlare di intercultura

Emi edizioni www.emi.it Della casa editrice Missionaria Italiana sono numerose le collane volte a fornire strumenti per un’educazione interculturale, rivolte sia ad operatori che a ragazzi. FAVOLE DAL MONDO (6-12 anni) Collana che raccoglie testi con storie di numerosi popoli del mondo. Citiamo in particolari i testi bilingui La camicia di Giuha. Fiabe popolari del mondo arabo (italiano-arabo) La cesta del principe. Fiabe popolari di Serbia e Montenegro (italianoserbo nei due alfabeti cirillico e latino) La sida delle formiche. 4 racconti per comunicare e crescere insieme agli altri (albanese,arabo,cinese)

Bambini e ragazzi

Falzea www.falzeaeditore.it Casa editrice calabrese che si occupa di differenti ambiti e temi, di cui segnaliamo le collane MEDITERRANEA (+7 anni) Collana che si incentra su storie di paesi attorno al Mar Mediterraneo, dalla Sardegna al Marocco La ragazza serpente e altri racconti arbëreshë (tre storie delle comunità albanesi in Italia) IL MELOGRANO (+10 anni) Storie di popoli e culture del mondo Joan e Antali (racconto ispirato alla tragedia dei profughi kossovari durante l’ultimo conlitto balcanico) Ragazzi in volo (storia di una amicizia tra due ragazzi, il kosovaro Edmir e il triestino Marco) Fatatrac www.fatatrac.com Nata nel 1981, si rivolge al mondo dell’infanzia e dell’adolescenza con proposte legate alle problematiche sociali più attuali (dall’ecologia all’educazione interculturale, dalla promozione alla lettura all’handicap) TU NON SAI CHI SONO IO (+7 anni) Collana dedicata al plurilinguismo e all’intercultura, di cui segnaliamo i volumi illustrati Cici daci dom (italiano-romané) Com’è il tuo paese? (italiano-cinese) Le mille e una parola (italiano-arabo)

Jaca book www.jacabook.it Non sono presenti collane dedicate, tuttavia segnaliamo alcuni titoli bilingui Illustrati GattoDrillo (italiano-arabo, 5-7 anni) Momo Palestina (italiano-arabo, + 10 anni) RAGAZZI/FICTION (+ 5 anni) Il miracolo della Stella di Natale (italiano-spagnolo) STORIE PER PICCOLI (6-10 anni) Al mio paese (italiano-arabo) Un bastimento carico di indovinelli (italiano-arabo) L’Harmattan www.editions-harmattan.fr/ harmattan/pop_italia.asp#t15 La Cina dei miei antenati (italianocinese) La sezione italiana della casa editrice francese offre la collana “Volumi per bambini e favole bi/tri-lingue” con racconti in numerose lingue (7-11 anni) Il ghiacciolo (italiano-tedesco, 7-11 anni) Minus il gatto (italiano-francese, 7-11 anni) Nofa piccola tuareg (italiano-arabo, 6-10 anni) Racconti dal Senegal (italiano-wolof, 7-11 anni) Case editrici


Santiago e il segreto della stella (italiano-spagnolo, 6-10 anni)

I DUE PER DUE Tutto il respiro del mondo (+ 5 anni)

La nuova frontiera www.lanuovafrontierajunior.it La sezione junior include due collane dedicate all’intercultura INTERCULTURA (+ 4 anni) Testi che con il gioco – si tratta di libri pop-up - rispondono alle domande dei più piccoli. Indichiamo alcuni titoli È nato un bambino I bambini e i mezzi di trasporto I bambini e le case del mondo INTERCULTURA INTERATTIVA (+ 5 anni) La mia giornata (la giornata tipica di 4 bambini che vivono in Giappone, Marocco, Italia e Guyana) Lettere dal mondo (un giro del mondo a partire da 12 lettere che si estraggono dalle buste del libro)

Mondadori ragazzi www.ragazzi.mondadori.it La sezione “ragazzi” non offre collane dedicate, tuttavia indichiamo alcuni testi plurilingui con ilastrocche e cd LEGGERE LE FIGURE All’ombra del baobab (sull’Africa occidentale, + 5 anni) All’ombra dell’olivo (sul Maghreb, + 5 anni) I racconti dell’attesa (multilingue, + 3 anni)

Lapis edizioni www.edizionilapis.it Casa editrice nata nel 1996 con pubblicazioni rivolte a lettori dai 3 ai 15 anni I LAPISLAZZULI Collana che raccoglie testi illustrati su numerosi temi. Sull’intercultura indichiamo: Il dono della farfalla (+ 6 anni) Tramonto (+6 anni) Un regalo per Goumba (+ 5 anni) Bambini e ragazzi

Orecchioacerbo www.orecchioacerbo.com Casa editrice nata nel 2001 che non presenta collane dedicate ma alcuni titoli meritevoli di attenzione RACCONTI E ROMANZI Gago (un viaggio nelle periferie delle città dove vivono bambini rom come il protagonista di questa storia, + 8 anni) Occhiopin (una storia che capovolge i punti di vista e narra di un Pinocchio trasformato che si impegna per evadere dal conformismo, dai luoghi comuni e della monotonia, + 9 anni) ALBI In bocca al lupo (i personaggi sono quelli della famosa iaba a tutti familiare. Già dai disegni, però, si intuisce che qualcosa è cambiato.

Un invito a ricercare sempre le ragioni degli altri e a far rilettere sui luoghi comuni,+ 4 anni) Migrando (si narra, senza parola ma solo a igure, la storia di due migrazioni, agli inizi del 900 e oggi, + 6 anni) Sinnos www.sinnoseditrice.org Sinnos è una cooperativa sociale nata nel 1990 all’interno del carcere di Rebibbia. Il suo impegno sociale si è manifestato anche creando una casa editrice, impegnata su varie tematiche sociali. Presenta numerose collane dedicate al plurilinguismo e all’intercultura ALBI ILLUSTRATIINTERCULTURALITÀ (+ 6 anni) Collana con giochi e storie su tanti temi diversi, dall’ecologia all’intercultura. La maggior parte dei testi è bilingue o presenta dei glossari. Indichiamo i più recenti: Chiudi gli occhi (italiano-arabo) Favolgustando (glossario multilingue) I bauli dell’eredità e altre iabe dal Marocco (italiano-arabo) I piatti del re e altre storie dal Vietnam (italiano-tedesco) Il mercante e il pappagallo (italianofarsi) Il vulcano innamorato ed altre storie: racconti dal popolo Kichwa dell’Ecuador (italiano-tedesco)

Sotto il baobab (italiano-wolof) ALBI ILLUSTRATI- STRUMENTI PER EDUCARE Raccontare con le parole e con le mani (4 voll, plurilingue) ZEFIRO (+7 anni) I cavalieri di Re Lev e altre iabe dall’Ucraina (italiano-ucraino) Il numero esatto delle stelle e altre iabe eritree (italiano-tigrino) Leoni, boa e galline faraone (italianolingala) Zaina, iglia delle palme e altre iabe (italiano-arabo) NIDI (+3 anni) E la rana come fa? Kerokero, cruàcruà (multilingue) Eyabè né né (multilingue) I MAPPAMONDI (+13 anni) Autori immigrati scrivono per ragazzi italiani e non, nella propria lingua e con la traduzione italiana a fronte. Ogni testo raccoglie storie, lingue e culture del suo autore La canzone delle mille colline (italiano-kinyarwanda) Manila Rome (italiano-tagalog) Varsavia, viale di Gerusalemme (italiano-polacco)

Case editrici


Gfk|kqpk"Gmu(Vtc"422;


originario del Congo, è cresciuto in Italia e ha all’attivo numerosi romanzi Manuela Foschi Vite senza permesso. Interviste ad ambulanti immigrati EMI, Bologna, 2009 Si tratta di 14 interviste che l’autrice, giornalista free-lance, ha raccolto per indagare più da vicino la vita degli immigrati, specie quelli che fanno il primo lavoro possibile quando si è senza documenti e capacità di comunicare. Il testo presenta una postfazione di Tahar Lamri ed un’appendice di consigli utili per venditori ambulanti Gabriella Ghermandi Regina di iori e perle Donzelli, Roma, 2007 Regina di iori e perle è Mahlet, la giovane etiope protagonista del romanzo, che diventa raccoglitrice delle storie narrate da coloro che hanno vissuto l’esperienza coloniale sia su fronte italiano che etiope. Vi è un dispiegarsi di voci che si estendono in un ampio arco temporale, dal 1935 sino al 2000, alle migrazioni oggi Anilda Ibrahimi L’amore e gli stracci del tempo Einaudi, Torino, 2009 Un romanzo che narra, per voce di un’autrice albanese che scrive in Adulti

lingua italiana, una storia d’amore tra due giovani che il conlitto balcanico ha separato e costretto ad emigrare. Con una inestra aperta anche sull’Italia, dove uno dei due, da profugo, approda

persona la sua storia precisando ed interpretando quanto detto da Collodi. In questo modo spiega la vita degli uomini attraverso la musica della parola e l’intuizione poetica

Amilca Ismael La casa dei ricordi Gruppo Albatros Il ilo, Viterbo, 2008 A Rita capita di trovarsi, a causa di una malattia, in una casa di riposo, luogo insolito per i suoi cinquant’anni. Ma all’improvviso l’amicizia con un’operatrice le permette di raccontarsi, di cambiare non solo la sua esistenza, ma anche quella di chi la ascolta; le permette anche di conoscere le storie di persone che non aveva mai considerato, ma che hanno ancora molto da offrire

Pino Petruzzelli Non chiamarmi zingaro Chiarelettere, Milano, 2008 Lo scrittore, ed attore, si muove come un buon giornalista in Italia, in Romania, in Bulgaria, si avvicina alle vergogne e alle tragedie dell’intolleranza, facendo sentire la voce di chi le subisce; fa conoscere lo zingaro che ha un ruolo sociale importante e nasconde la sua origine o la ostenta pagandone le conseguenze. Non dimentica la storia, quella più lontana dell’epoca nazista, quella recente del programma svizzero di “rieducazione” dei nomadi. Nella parte inale aggiunge indicazioni, saggi, romanzi, ilm, siti, per saperne di più

Muin Masri, Ingy Mubyai, Zhu Qifeng, Igiaba Scego Amori bicolori. Racconti Laterza, Roma-Bari, 2008 Quattro storie narrate da immigrati di prima e seconda generazione attorno ad uno dei temi che da sempre riempie le pagine letterarie: l’amore, in alcune delle sue ininite sfaccettature Jarmila Očkayovà Occhio a Pinocchio Cosmo Iannone Editore, Isernia, 2006. Un grande testo della scrittrice nata a Bratislava. Pinocchio racconta in prima

Antonio Umberto Riccò Biscotti al cardamomo Ab edizioni alphabeta verlag, Merano, 2009 Se aprite un giornale ci troverete tutti gli elementi di questo libro, ma qui non ci sono fatti di cronaca, ci sono persone, sentimenti e vite. Il tema principale è quello dei giovani afghani in fuga dalla loro terra e che arrivano fortunosamente ino in Italia, quando arrivano

EMIGRAZIONE ITALIANA Carmine Abate Vivere per addizione e altri viaggi Oscar Mondadori, Milano, 2010 In diciotto racconti Abate ricorda l’infanzia nel paese arbëreshe, le partenze verso il nord Italia e la Germania, l’incontro con i nuovi migranti, in una Calabria dove gli asili vuoti diventano centri d’accoglienza. La comprensione che emigrare non è solo strappo, ferita, ma è soprattutto ricchezza Roberta Yasmine Catalano Schegge di memoria Senso Unico Editions, Mohammedia, Marocco, 2009 L’autrice ha vissuto quindici anni in Marocco ed ha raccolto in un testo ricco di foto ed immagini le storie degli italiani che vi risiedono o che vi sono legati. Non si tratta di una analisi storica, ma proprio dell’intento di far riemergere nel ricordo tanti italiani emigrati, di dar voce a chi viene del tutto ignorato dalla storia nazionale, a quegli “italiani del Marocco che sembrano non essere mai esistiti” Pietro Di Donato Cristo tra i muratori Il grappolo, trad. it. di L. Prisco, S. Eustachio di Mercato S. Severino (SA), 2001 Suggerimenti di lettura - NARRATIVA


Apparso nel 1939, ebbe subito grande successo, ma il suo autore continuò a vivere del mestiere di muratore appreso da ragazzo dopo la tragica morte del padre. Storia di una famiglia e delle dificoltà dell’emigrazione italiana negli Stati Uniti, il testo va al di là di una semplice autobiograia e si rivela di una tragica attualità: il “Cantiere” chiede ora in Italia le sue vittime sacriicali, anche tra gli immigrati Francesco Durante (a c. di) Figli di due mondi. Fante, Di Donato & C. Narratori italoamericani degli anni ’30 e ’40 Avagliano Editore, Cava de’ Tirreni, 2002 Una antologia che raccoglie l’esperienza letteraria degli italoamericani tra gli anni 30 e 40 del ‘900, dando spazio ad alcuni dei rappresentanti più signiicativi della letteratura italoamericana Renata Mambelli Argentina Giunti, Firenze, 2009 Tra la ine del 1800 ed il 1930 l’Argentina fu la destinazione di oltre due milioni di italiani. La giornalista, al suo primo romanzo, li guarda da vicino raccontando la storia di una madre che da un paese della montagna marchigiana arriva a Buenos Aires e poi ino ad Ushuaia alla ricerca Adulti

dei suoi igli, scoprendo il senso dell’esistenza Mario Perrotta Emigranti Esprèss Fandango Libri, Roma, 2008 Ogni capitolo del libro ha il nome di una fermata, quella che dal treno l’autore vedeva quando partiva da Lecce per andare a trovare suo padre che lavorava a Bergamo. Storia di emigrazione italiana che, sebbene resti entro i conini nazionali, presenta ancora gli stessi ostacoli - difidenza, razzismo, sfruttamento - che sembrano radicati ad ogni latitudine ed in ogni tempo Kym Ragusa La pelle che ci separa Nutrimenti, trad. it. di C. Romeo e C. Antonucci, Roma, 2008 Kym Ragusa è l’incarnazione dell’incontro tra una famiglia afroamericana e una italoamericana. In questo memoir narra la propria storia di persona multirazziale negli Stati Uniti d’America e analizza che cosa abbia voluto dire essere al contempo bianca e nera, far parte di due comunità in continuo conlitto tra loro ed entrambe emarginate dalla cultura dominante

Giose Rimanelli Il viaggio. Un paese chiamato Molise Cosmo Iannone Editore, Isernia, 2003 Il viaggio di andata e ritorno dal Molise, topos originario dell’umanità e della creatività letteraria di Giose Rimanelli, a Ground Zero, crocevia della crisi della contemporaneità, è il tema attorno a cui ruota questo scritto. Alla ine di un lungo confronto interiore, che conosce continui stimoli di ironia e momenti di intenso lirismo, riporta il lettore alle fonti di una rinnovata etica, laica e solidaristica Mariangela Sedda Oltremare Il maestrale, Nuoro, 2007 Il libro narra, attraverso il susseguirsi di lettere tra due sorelle sarde, l’emigrazione in Argentina ai primi del ‘900 di una delle due, con il marito, la loro stabilizzazione, i sacriici di chi parte e di chi resta, nonché l’impossibilità di un ritorno Fulvio Tomizza Materada Bompiani, Milano, 2009 Due fratelli lavorano la terra per uno zio avido, che non lascia loro niente nemmeno in eredità. Sono così costretti a seguire la strada di moltissimi italiani specie alla ine della guerra: emigrare. Tanto più che vivono in Istria e sono oggetto delle aggressioni da parte dei contadini

slavi dell’interno del paese. È il dolore grande di lasciare non solo patria, casa, affetti, ma la terra stessa, quelle zolle coltivate, quelle vigne Leonardo Zanier Allora vi diciamo alla nazione Il grappolo, S. Eustachio di Mercato S. Severino (SA), 2010 L’emigrazione è un viaggio che non inisce mai. “Quanti Ulisse ci saranno e ci sono stati nel mondo?”. Leonardo Zanier immalinconisce sfogliando le immagini di un fotografo che accarezza le barche degli immigrati clandestini abbandonate sulla riva del mare. Con la prefazione del giornalista Maurizio Chierici

MIGRAZIONI NEL MONDO David Albahari L’esca Zandonai, trad. it. di A. Parmeggiani, Rovereto (TN), 2008 Un esule bosniaco emigrato in Canada ricuce il passato che si è lasciato alle spalle, a partire dall’ascolto di alcune cassette. Vi aveva registrato la voce della madre che raccontava la propria vita, spesso tragica. Un breve ma intenso testo che fa rilettere su cosa signiichi emigrare e sulle conseguenze che produce

Suggerimenti di lettura - NARRATIVA


Kiran Desai Eredi della sconitta Adelphi, trad. it di G. Oneto, Milano, 2007 Il romanzo è ambientato a metà degli anni 80 in India, in un villaggio alle pendici dell’Himalaya, sullo sfondo dei movimenti indipendentisti nepalesi. Ha inizio con la storia della giovane Sai, che rimasta orfana dei genitori, va a vivere con il nonno, un anziano e scontroso giudice in pensione, nella città di Kalimpong (al conine tra Bhutan, Sikkim, Nepal e Tibet), il vecchio cuoco e Mutt, il setter inglese del giudice, di cui egli sembra preferire la compagnia a quella degli esseri umani Mouloud Feraoun Terra e sangue Mesogea, trad. it. di C. Pastura, Messina, 2006 Un classico della letteratura algerina, risalente al 1953, che descrive con precisione da antropologo l’ambiente della amata Cabilia. Qui rientra con una moglie francese il personaggio principale, dopo un periodo di emigrazione a Parigi. Mesogea ha pubblicato anche il racconto autobiograico “Il iglio del povero” Faïza Guène Ahlème, quasi francese Mondadori, trad. it. di L. M. Sponzilli, Adulti

Milano, 2008 L’autrice, iglia di immigrati algerini, rimane sui temi a lei cari, già sviluppati nel romanzo d’esordio, “Kif kif domani”. Anche in questo testo si parla di immigrazione in Francia e leggiamo delle condizioni precarie di una famiglia, il cui peso è tutto sulle spalle della giovane iglia, che tuttavia non si perde mai d’animo e guarda al mondo con piglio ironico Hubert Klimko-Dobrzaniecki La casa di Rosa Keller, trad. it. di M. Borejczuk, Rovereto (TN), 2007 Magistrale racconto di vite in un’isola lontana – sei mesi di notte sei mesi di giorno. Il padre di Rosa ed il suo matrimonio, da una parte, gli ultimi tempi della vita di Rosa, trovata nella casa di riposo da un polacco immigrato in Islanda, dall’altra. Serena e cosciente in una vecchiaia lucida e tranquilla, accudita con gioia e venerazione dal polacco – poeta scrittore – che per vivere è entrato in quella casa Stefano Liberti A sud di Lampedusa Minimum fax, Roma, 2008 Un reportage che nasce da un viaggio nei luoghi africani in cui originano le rotte migratorie verso l’Europa, per capire le ragioni, le condizioni che spingono migliaia di uomini e donne

a intraprendere viaggi al limite, e oltre il limite, della sopravvivenza. Ed anche una profonda rilessione sul senso ed il ruolo del mestiere del giornalista Donato Ndongo Il metrò Gorée, trad. it. di V. Magnani, Monticiano (SI), 2010 Camerun. Obama Ondo vive in un villaggio rurale nel cuore dell’Africa nera, dove emergono tutte le contraddizioni del colonialismo. Nella sua fuga verso la città, il protagonista prende coscienza dell’assenza di prospettive in un paese governato da una classe politica arrogante e corrotta, e comincia a sognare l’Europa. Lo attende una drammatica odissea per mare, ino all’incontroscontro con la società dei «bianchi», tra alienazione e speranze di integrazione Elif Shafak La bastarda di Istanbul Rizzoli, trad. it. di L. Prandino, Milano 2007 Elif Shafak, nuova protagonista della letteratura turca, affronta un tema ancora scottante: quel buco nero nella coscienza del suo paese che è la questione armena. Shafak intreccia con luminosa maestria le mille e una storia che fanno pulsare il cuore della sua terra a partire dall’incontro di Armanoush, giovane americana in cerca nelle proprie radici armene in

Turchia e Asya, diciannove anni, una grande e colorata famiglia di donne alle spalle Bahaa Taher Amore in esilio Ilisso, trad. it. di P. Viviani, Nuoro, 2008 Un giornalista egiziano accetta un incarico in Europa. Qui l’amore per una donna molto più giovane di lui lo spinge ad interrogarsi sul senso della sua esistenza, sia a livello personale che professionale e politico. Cosa è stato il suo rapporto con la moglie da cui ha divorziato, con i igli, con Nasser in cui ha creduto o con la attuale svolta integralista. Cosa signiica essere giornalista di fronte alla tortura in Cile, alla guerra in Libano o ai massacri subiti dai palestinesi a Sabra e Chatila

FINESTRE SUL MONDO Kader Abdolah La casa della moschea Iperborea, trad. it. di E. Svaluto Moreolo, Milano, 2008 L’autore iraniano ma emigrato in Olanda, dove è considerato uno degli autori di maggior successo, racconta un pezzo di recente storia persiana, con le sue contraddizioni e scontri, mantenendo vivi i riferimenti alla religione del Corano di cui compare un’immagine ben lontana da quella

Suggerimenti di lettura - NARRATIVA


che in occidente predomina, quella di una fede profondamente umana Amadou Bâ Hampâté Amkoullel. Il bambino fulbe Ibis, trad. it. di A. Spadolini e G. Valent Como, 2001 L’autore racconta il suo rapporto con il proprio maestro e la sua vita dall’infanzia all’età matura. Nasce un’opera di alto valore letterario, densa di rilessioni e di spiritualità, alta testimonianza della cultura centroafricana nella prima metà del ‘900 e dei rapporti con i colonialisti francesi Muhammad Barrada Il gioco dell’oblio Mesogea, trad. it. di R. Ciucani, cura di E. Bartuli, Messina, 2009 Hadi, giornalista in crisi di mezza età, scandaglia i buchi neri della memoria e delle emozioni e – attraverso l’incrociarsi e il sovrapporsi dei suoi ricordi personali a quelli delle altre voci narranti – restituisce uno spaccato di vita familiare e, più in generale, un ritratto stratiicato della società marocchina, dal Protettorato francese agli anni Ottanta. Un romanzo dalla forte connotazione autobiograica in cui l’autore pone la questione della memoria e delle relazioni umane, alla base della formazione della personalità di ogni uomo

Adulti

Petru Cimpoesu Il santo nell’ascensore Castelvecchi, trad. it di L.C. Bazu, Roma 2009 Uno dei più noti romanzieri rumeni contemporanei racconta la situazione attuale della sua terra, a partire dalla descrizione del microcosmo di una palazzina, il cui ascensore rimane bloccato a causa di un moderno asceta rinchiuso al suo interno. Il ricorso alle strategie del comico e del surreale, dove quotidianità e grottesco si mescolano senza sosta, è la caratteristica del testo Mia Couto Un iume chiamato tempo, una casa chiamata terra Guanda, trad. it. di R. Mulinacci, Parma, 2005 Un giovane studente ritorna alla sua isola natale, in Mozambico, per il funerale del nonno Mariano. Ma il rito non si può celebrare, perché il morto non è ancora clinicamente morto e seppur totalmente privo di coscienza riesce, tramite lettere misteriose indirizzate al nipote, a far sentire la sua voce da una zona di frontiera tra la vita e il nulla Ivica Djikic Cirkus Columbia Zandonai, trad. it di S. Ferrari, Rovereto (TN), 2008 Un lunatico e rancoroso emigrante

fa ritorno al luogo natio, una cittadina dell’Erzegovina, dove smarrisce subito il gatto nero a cui è morbosamente legato. Sullo sfondo dei venti di una guerra fratricida, delle esecuzioni sommarie, delle deportazioni e dei vaneggiamenti nazionalistici leggiamo un’epopea grottesca accompagnata da una satira corrosiva della “rinascita croata” degli anni novanta Gy rgy Dragomán Il re bianco Einaudi, trad. it. di B. Ventavoli, Torino, 2009 Un bambino di undici anni protegge come può la madre in una Romania degli anni ottanta oppressa da Ceauşescu. Il padre scienziato è prigioniero politico e lui cerca di aiutare e di sollevare dalla solitudine la madre. Mantenendo sempre questo sguardo infantile l’autore racconta con leggerezza la quotidianità della dittatura Katalin Dorian Florescu Il massaggiatore cieco Giunti, trad. it. di M. Pugliano, Firenze, 2008 L’io narrante è un giovane uomo fuggito con i genitori quand’era ragazzo dalla Romania della dittatura. Ora vive in Svizzera ma l’inquietudine non lo abbandona e sente il bisogno di ritornare nel suo paese. Un testo che ci racconta la fatica di trovare un

proprio posto nel mondo e insieme una Romania che sopravvive come può, col mito della ricchezza e dell’Occidente, con abiti sformati e poveri ma tanta autorevole cultura Nguyên Huy Thiêp Sofi di vento sul Vietnam. Il generale in pensione e altri racconti ObarraO, trad. it. di T. Tu Quan e L. Tran, Milano, 2008 Attraverso il linguaggio del quotidiano, con uno stile sobrio e diretto di grande talento, uno dei più noti scrittori vietnamiti narra la straordinarietà e l’insensatezza della vita reale, descrive il coraggio di modulare la tradizione sulle esigenze del futuro, mostra la fragilità e l’ostinazione di chi abita i piccoli villaggi, fa sentire la voce variegata di un popolo Ghassan Kanafani Uomini sotto il sole Sellerio, trad. it. di I. Camera D’Aflitto, Palermo, 1991 (2003) Tre vite diverse sono dominate dalla stessa necessità e unite nello stesso destino. Tre uomini cercano di sfuggire alla povertà in cui li costringe la loro condizione di palestinesi. Il sogno è riuscire ad entrare nel ricco Kuwait per cercare un lavoro di qualsiasi tipo e così conquistarsi un futuro migliore. Per questo si nascondono in un camion cisterna

Suggerimenti di lettura - NARRATIVA


Elias Khuri La porta del sole Einaudi, trad. it. di E. Bartuli, Torino, 2004 La storia collettiva del popolo palestinese viene descritta attraverso le vicende degli individui, i loro sogni ed amori, la vita delle loro donne. Da questo grande affresco emerge una poetica ed universale rilessione sul senso dell’esistenza Miroslav Krleža Il ritorno di Filip Latinovicz Zandonai, trad. it di S. Ferrari, Rovereto (TN), 2009 Un testo scritto nel 1932 da uno dei più grandi autori croati, che riporta al centro il tema novecentesco dell’alienazione dell’individuo, a partire dall’esperienza del ritorno nei luoghi dell’infanzia che il protagonista – alter ego dello scrittore – vive Ron Kubati Il buio del mare Giunti, Firenze, 2007 Il terzo romanzo dello scrittore albanese propone la storia di un bambino, il cui padre è stato vittima di una imprecisata dittatura. La tenerezza per il piccolo protagonista acuisce la denuncia, non urlata ma tagliente, lasciando però aperte nuove possibilità di vita

Adulti

Choden Kunzang Il viaggio di Tsomo ObarraO, trad. it. di L. Maconi, Milano, 2009 Primo romanzo scritto da una donna butanese e pubblicato in India nel 2005,”Il viaggio di Tsomo” racconta la vita quotidiana e la spiritualità dei villaggi butanesi, una grande metafora degli incontri, della cultura e del processo di cambiamento in corso nel crocevia di popoli che quelle regioni rappresentano Dan Lungu Sono una vecchia comunista! Zonza, trad. it di I.M. Pop, Sestu (CA) 2009 Un testo che fa viaggiare il lettore nella Romania degli ultimi decenni, tra nostalgia e riiuto di un recente passato, senza far mai venire meno il sorriso sulle labbra. Segnaliamo del medesimo autore “Il paradiso delle galline”. Falso romanzo di voci e misteri edito da Manni editori nel 2010 Herta Müller Il paese delle prugne verdi Keller, trad. it. di A. Henke, Rovereto (TN), 2008 In una Romania degli anni Ottanta, quattro giovani si ritrovano uniti dal suicidio di una ragazza di nome Lola. Da quel dolore e dalla consapevolezza di vivere in un paese sottomesso

alla dittatura, scaturisce un comune anelito di libertà che si nutre di letture e pensieri proibiti. Grazie a uno stile evocativo e immaginiico, il premio Nobel 2009 per la letteratura ,Herta Müller - che come la protagonista del romanzo appartiene a una minoranza di lingua tedesca della Romania - riesce a trovare e far scaturire la poesia persino dal degrado materiale e spirituale di un’intera nazione Chimamanda Ngozi Adichie Metà di un sole giallo Einaudi, trad. it. di S. Basso, Torino, 2008 Questo libro importante, premiato con il Nonino 2009, mette in scena la Nigeria degli anni sessanta del secolo scorso. Il ragazzino del villaggio, il docente rivoluzionario e la sua bellissima donna, l’inglese appassionato dell’arte locale, la colta borghesia e quella ricca, e tanti altri personaggi si muovono sullo sfondo di quella tragedia che è stata la secessione del Biafra e la guerra che ne è seguita Saneh Sangsuk Una storia vecchia come la pioggia ObarraO, trad. it. di G. Lagomarsino, Milano, 2006 Il bonzo padre Tian è una fonte inesauribile di meravigliosi racconti per i bambini. Quella che racconta in realtà è la storia della sua famiglia

e della sua vita e lo si capisce solo alla ine, quando arriva ad una notte terribile che conclude un’epica e pluriennale lotta contro una feroce tigre. Si conosce contestualmente una Thailandia in trasformazione quando la giungla viene costretta ad arretrare per far posto a sempre nuove piantagioni di riso Ken Saro-Wiwa Sozaboy Baldini Castoldi, trad. it. di R. Piangatelli, Milano, 2005 Ken Saro-Wiwa è stato impiccato nel 1995 per il suo impegno a difesa degli Ogoni, popolazione che abita il delta del Niger, devastato dalle compagnie petrolifere con la complicità della dittatura locale. In questo romanzo l’antieroico protagonista vive le vicende di guerre di cui scopre progressivamente, con occhi stupiti e ingenui di ragazzo, la mancanza di senso, gli aspetti più tragici e amari, mentre con saggezza individua il valore di semplici affetti Susanne Scholl Ragazze della guerra Voland, trad. it. di C. Marmugi, Roma, 2010 Il 15 luglio 2009 l’attivista per i diritti umani Natalija Estemirova viene rapita a Groznyj e uccisa. La stampa internazionale dedica per giorni le prime pagine alla notizia dell’omicidio. Suggerimenti di lettura - NARRATIVA


La giornalista austriaca Susanne Scholl aveva incontrato Natalija due anni prima, per raccogliere la sua testimonianza e quella di numerose altre donne cecene. Questo libro dà voce alla quotidiana sofferenza di mogli e madri coraggiose, di vedove di guerra e donne comuni, consegnandoci il ritratto al femminile di un paese ancora lacerato da ingiustizie violente Mehmed Meša Selimović La fortezza Besa, trad. it. di V. Stanić, Nardò (LE), 2004 Forse le fortezze sono due: quella simbolo del potere che incombe minacciosa dall’alto e quella dell’amore, unico rifugio. Questo abitante della Sarajevo del passato vive esitando, come può, tra paure, umiliazioni, reazioni eroiche solo pensate. In una società dominata dalla sete del potere, dalla vendetta, dalla paura, in cui resistono solo scampoli di amicizia e di bontà, unico rifugio sicuro resta la fortezza dell’amore della sua bella moglie cristiana Luisa Valenzuela Realtà nazionale vista dal letto Gorée, trad. it di R. Bernardoni, Monticiano (SI), 2006 Questo libro presenta il ritmo,i cambi

Adulti

di scena, la situazione surreale di una moderna pièce teatrale. I personaggi si affacciano inquietanti o bufi, da sotto e intorno al letto dove la giovane donna protagonista passa le sue giornate, cercando di dimenticare la realtà deludente trovata in Argentina al suo rientro dall’esilio Dušan Velićković Serbia hardcore Zandonai, trad. it. di S. Roić, Rovereto (TN), 2008 I regimi totalitari uccidono i giornalisti, nel migliore dei casi li licenziano, sempre li condizionano: è quanto racconta Dušan Velićković, direttore della celebre rivista NIN, all’epoca dei Milošević, in queste rapide e importanti note, lievi anche se scritte sotto i bombardamenti NATO di Belgrado del 1999 Sang Ye La danza dei vestiti edizioni e/o, trad. it. di M. Gottardo e M. Morzenti, Roma, 2007 Una ventina di brevi storie permettono, a partire da un oggetto semplice quale un capo d’abbigliamento, di aprire altrettante inestre sul mondo cinese. La microstoria diventa un modo per indagare alcune delle pieghe della Cina contemporanea, cercando di sciogliere dubbi e pregiudizi

Bijan Zarmandili Il cuore del nemico Cooper, Roma, 2009 Lo scrittore e giornalista nato a Teheran, da anni residente in Italia, racconta, senza alimentare ulteriori luoghi comuni, i meccanismi che si celano dietro la “scelta” di diventare un martire contro l’occidente, un uomo che intreccia una profonda quanto surreale storia d’amore con una giovane abitante dell’isola italiana in cui egli si ritrova durante la sua missione

POESIA Mia Lecomte (a c. di) Ai conini del verso. Poesia della migrazione in italiano Le lettere, Firenze, 2006 Una antologia che raccoglie in maniera sistematica la produzione di venti poeti immigrati in Italia, con approfondimenti e rilessioni critiche a cura di una poeta, da tempo esperta in quest’ambito Francesca Maria Corrao (a c. di) Poeti arabi di Sicilia Mesogea, Messina, 2a ed. 2005 Italiano-arabo Il libro testimonia un’epoca storica di profondi scambi culturali, dopo le conquiste militari prima arabe poi

normanne, con una selezione dei poeti arabi di Sicilia più signiicativi. Il suo pregio è ulteriormente accresciuto dal fatto che le traduzioni sono state messe in versi dai maggiori poeti italiani contemporanei Raphael D’abdon (a c. di) I nostri semi - Peo tsa rona. Poeti africani del post-apartheid Mangrovie, Napoli, 2007 Italiano-inglese Cos’hanno in comune un ilmmaker eccentrico, un rapper militante, una drammaturga visionaria e una regina rastafariana, e cosa ci fanno riuniti in un unico volume? Molto semplice. Sono alcuni tra i più acclamati rappresentanti dell’oceanico movimento di poeti sudafricani della generazione “post-apartheid”, e ci parlano del loro meraviglioso e controverso paese. In versi, ovviamente Vera Lúcia de Oliveira Il denso delle cose. Antologia poetica Besa, Nardò (LE), 2008 Italiano-portoghese Un’antologia poetica in cui l’autrice ripropone alcune sue poesie traducendole dal portoghese all’italiano e viceversa. Il testo è arricchito da una nota inale, “Fra due geo-graie”, sullo sguardo e la scrittura di chi si muove in più mondi ed in più lingue Suggerimenti di lettura - POESIA


Arben Dedja La manutenzione delle maschere Kolibris, a cura di M. Lecomte, Bologna, 2010 italiano- albanese La manutenzione delle maschere di questa raccolta è un implacabile esercizio dissacratorio, operato con scientiicità attraverso la procedura esatta ed esperta dell’autopsia; tramite cioè la scomposizione anatomica, imparziale, della materia, nel momento in cui la morte, come unica realtà, conferisce inalmente a ogni cosa il posto che le spetta Milton Fernàndez (a c. di) Italiani d’altrove Rayuela edizioni, Milano, 2010 Questa antologia è un viaggio, a ritroso nella storia, con alcuni emigranti italiani che, a partire dagli ultimi decenni dell’800 e ino al primo dopoguerra, lasciarono l’Italia e approdarono nell’America del sud. Ventiquattro poeti sudamericani contemporanei, di origine italiana, danno loro voce addentrandosi nella memoria delle radici, per ricostruire una parte della loro mappa identitaria Gëzim Hajdari Poesie scelte (1990-2007) Controluce, Nardò (LE), 2008 italiano-albanese Il volume raccoglie una selezione dei migliori testi di Gëzim Hajdari. Adulti

Tutto ritroviamo tra le pagine di quest’antologia: gli anni di lotte per la libertà e la democrazia dell’Albania, l’incertezza di una nuova vita da ricostruire in un’altra patria, gli studi ininiti su mille e mille pagine, viaggi in Oriente e nel sud del mondo Lêdo Ivo Illuminazioni Multimedia edizioni, a c. di V.L. de Oliveira, Salerno, 2002 italiano-portoghese Le poesie presentate sono tratte da raccolte che percorrono un lungo arco di tempo, dal 1949 al 2000, ma si presentano organiche, legate ai luoghi dell’infanzia dello scrittore nel Nordeste del Brasile, alla luce, al mare. Un lento consumarsi di cose e di uomini, però con un’immagine nitida che valorizza gli elementi minimi dell’esistenza Rayen Kvyeh Luna dei primi germogli Gorée, trad. it. di A. Melis, Monticiano (SI), 2006 italiano- mapudungun Nata in Cile e costretta all’esilio durante la dittatura di Pinochet, Rayen Kvyeh è molto nota anche per le sue opere teatrali ed in prosa. Con la sua opera rivaluta gli eroi della tradizione del popolo mapuche che si sono opposti ai conquistatori e allarga il suo sguardo al mondo

attuale ed al tema ecologico. Il testo è tradotto in italiano con l’aiuto della stessa scrittrice. Il mapudungun è una lingua indigena minoritaria che si sta prendendo una rivincita sulla cultura dominante Mariella Mehr Notizie dall’esilio Efigie, trad Romanès di R. Djuric, italiano di A. Ruchat, Milano, 2006 Italiano-romanès- tedesco Raccolta uscita in tedesco nel 1998, risuona un visionario, a volte allucinato grido di dolore sul conine della follia. Un appello all’ascolto che non cerca consolazione nel linguaggio, ma usa la lama del paradosso per far emergere nei paesaggi, nei corpi, nel irmamento, i bagliori di un senso perduto, aprendo uno spiraglio sulla spietata ipoteca del quotidiano Carlos Nejar Miei cari vivi Multimedia edizioni, a c. di V.L. de Oliveira, Baronissi (SA), 2004 italiano-portoghese Sebbene nel titolo dell’opera il poeta si rivolga direttamente ai “vivi”, sono tuttavia i “morti” che, subito all’inizio del poema, il poeta interpella. E i vivi? I vivi sono i non conformati, quelli che piangono e hanno freddo e paura

Josip Osti Rosa mystica (tra gigli bianchi e neri) Multimedia edizioni, trad. it. di J. Milić, Baronissi (Sa), 2008 Italiano-serbocroato Fertile letterato Josip Osti è poeta, narratore per adulti e per bambini, saggista, critico letterario, traduttore. Questa è una raccolta di poesie attorno ad otto nuclei tematici, dalla sua poetica, all’amore, ai dialoghi con altri poeti, al giardino di Osti a Tomaj, reale ed immaginario, al senso della vita e della morte. La postfazione è di Igor Divjak, tradotta da Sinan Gudžević Shailja Patel Migritude. Un viaggio epico in quattro movimenti Lietocolle edizioni, trad. it. di M. Matteini e P. Piccolo, Faloppio (CO), 2010 Italiano-inglese Poetessa afroindiana, nata e cresciuta in Kenia, dà voce con questa raccolta a tutti gli “invisibili” del mondo globalizzato, costretti a emigrare per povertà, guerre o persecuzioni. Srotolando antichi sari di famiglia, racconta storie di sopravvivenza quotidiana dalla diaspora asiatica in Uganda all’Afghanistan, dalla Palestina all’Irak

Suggerimenti di lettura - POESIA


Ronny Someck Il bambino balbuziente Mesogea, trad. it di S. Kaminski, M. T. Milano, Messina, 2008 Italiano-ebraico Nato a Bagdad nel ‘51, Someck si trasferisce, ancora bambino, in Israele con la famiglia. Parla arabo ed ebraico. La sua poesia, pur guardando alla tradizione, ne prende le distanze con quella sua estetica delle semplici cose, quell’attenzione al quotidiano, alle problematiche giovanili, alle dolorose questioni legate ai recenti conlitti che la fanno assurgere a nuova forza sociale. Il lessico, intriso di lemmi biblici, si colora di espressioni slang, si lascia inluenzare dalla vicina cultura araba Božidar Stanišić La chiave nella mano, Ključ na dlanu Campanotto editore, trad. it. di A.Parmeggiani Pasian di Prato (UD), 2008 Italiano-bosniaco L’autore raccoglie in una preziosa edizione bilingue le sue “ne pjesmenon poesie”, così le chiama, con cui ripercorre la storia, del suo paese, sua personale, degli uomini. Sono testi parzialmente apparsi in italiano, alcuni editi per la prima volta subito dopo l’arrivo in Italia, ma in libri ormai introvabili. “Toledo, la chiave nella mano-Toledo, ključ na dlanu” è la poesia che dà il Adulti

nome alla raccolta e ci immerge nella Bosnia dalle molte anime, in quella che era la terra della convivenza

FUMETTI AAVV Approdi. Storie a fumetti sull’immigrazione nell’Europa allargata Edizioni Lai-Momo, Sasso Marconi, Bologna, 2006 Undici tra soggettisti e sceneggiatori italiani e stranieri raccontano sette brevi storie. Gli ucraini che desiderano lavorare a ovest, un rifugiato con il iglioletto in un centro di primo soccorso e smistamento italiano, la raccolta delle fragole in Andalusìa (ma potrebbe essere ovunque), una classe di una scuola superiore di Siena in cui ci sono i nuovi italiani, una colf cinese che non esiste come persona, un ragazzo mulatto nell’intreccio di migrazioni di Malta. Il lavoro presenta brevi pagine informative o che sottolineano le chiavi di lettura dei racconti Marguerite Abouet e Clement Oubrerie Aya di Yopougon Lizard edizioni, trad. it. di F. Iacona e G. Gasparini, Roma, 2008 Un’Africa come non siamo abituati a vederla e a immaginarla, una terra di esseri umani, non di statistiche e catastroi. Così ce la vuole descrivere Marguerite Abouet, che vive in Francia

ma è nata ad Abidjan e in questo testo racconta le giornate di tre giovani amiche e dei loro familiari seguendo il ritmo della loro semplice esistenza. Belle ragazze, chi studia, chi fa festa, chi punta ad un buon matrimonio e tutta una folla di personaggi che si muove sulla scena Will Eisner Fagin l’ebreo Fandango libri, a c. di A. Plazzi, Roma, 2008 Eisner costruisce la storia di un personaggio apparso in Oliver Twist con l’intento di contrastare gli stereotipi sugli ebrei. Dickens proclamò sempre di non essere antisemita, ma la sua descrizione di Fagin contribuì a diffondere nel grande pubblico tratti tipici e caratteristiche isiche e morali associate agli ebrei, in modo talmente profondo che si ritrovano tal quali in epoca nazista. Il maestro del fumetto dimostra con questo testo la consapevolezza che i disegni contribuiscono a creare stereotipi negativi e vi si oppone con alta coscienza storica e sociale T.T.Fons Goorgoorlou. Un eroe senegalese Edizioni Lai-Momo, trad. it. di V. Valle Baroz, Sasso Marconi, Bologna, 2008 Un altro fumetto nella collezione Africa Comics selezionato dall’associazione Africa e Mediterraneo che promuove e

studia il lavoro dei fumettisti africani. Sono alcuni episodi della lunga storia di un personaggio molto famoso in Senegal, il disoccupato che deve ogni giorno in qualche modo provvedere alle necessità della famiglia, la Spesa Quotidiana, S.Q., da portare alla moglie. Continua a sognare di diventare ricco nei modi più ingegnosi, si muove con ingenuità e con la sua ossessione dell’S.Q. in una società povera ed oppressa P. Fonteneau, C.N. Edimo , P. Masioni L’appello Edizioni Lai-Momo, Sasso Marconi, Bologna, 2005 Una “Giornata dell’accordo” tra opposte fazioni si trasforma da festa in strage e nelle sommosse periscono i genitori del giovane protagonista. La violenza travolge la vita di tutti, ma c’è chi non si rassegna e si mette al lavoro per arrivare al perdono e alla riconciliazione, al di là di ogni presumibile speranza. Il testo fa parte della Collezione “Valori comuni”, pensata per la scuola e fornita di Guida didattica con approfondimenti ed esercizi Marina Girardi Kurden people comma 22 , Bologna, 2009 Giovani curdi giocano a rimpiattino con la polizia greca nel porto di Patrasso cercando di nascondersi Suggerimenti di lettura - FUMETTI


sui camion che si stanno imbarcando per l’Italia. C’è chi ne ride e chi rilette sulla storia di questo popolo e sulla drammaticità della situazione F. Gunzig , C.N.Edimo, F. Titi La riserva Edizioni Lai-Momo, Sasso Marconi, Bologna, 2005 La laicità e le religioni hanno in comune il principio della non violenza, ma il messaggio viene deviato verso posizioni di intolleranza e si sfrutta l’odio per ini di potere. Il racconto ha un’ambientazione in un futuro in cui le élites risiedono sulla Luna mentre la Terra è in preda a bande che si fronteggiano sanguinosamente. Il testo fa parte della Collezione “Valori comuni”, pensata per la scuola e fornita di Guida didattica con approfondimenti ed esercizi Giovanni Masi, Yoshiko Watanabe La storia di Sayo. Una storia vera. Il dramma dei profughi giapponesi in Cina nella Seconda Guerra Mondiale Kappa edizioni, Bologna, 2009 Negli anni ‘40 migliaia di civili giapponesi, al seguito dell’espansione militare del loro paese, vivevano in Cina dove cercavano condizioni di vita migliori. Dopo la sconitta devono affrontare l’odio della popolazione locale e l’oppressione degli occupanti russi. Il periodo è ricostruito attraverso

Adulti

le vicende di una famiglia e si basa su elementi autobiograici Igor Mavric, DavidePascutti Marcinelle, storie di minatori Becco Giallo, Levada di Ponte di Piave, 2006 Questa cronaca a fumetti ricostruisce la migrazione italiana verso il Belgio e la tragedia di Marcinelle che ha reso a tutti evidente la realtà dell’accordo di scambio minatori-sacchi di carbone. Attraverso le parole di una nipote con cui il nonno ex minatore si conidava, riemerge l’Italia sociale post bellica, i veneti partiti con i siciliani, le condizioni di ingaggio, la vita in miniera Josè Mu oz, Carlos Sampayo Carlos Gardel Nuages, trad. it. di F. Di Carlantonio e C. Tullio Altan, Milano, 2010 Questa coppia famosa, illustratore il primo, sceneggiatore il secondo, mettono in scena la loro Argentina attraverso uno dei suoi simboli più famosi, il mitico re del tango, massimo esponente della canzone popolare del Rio de la Plata. Dal 2003 la voce di Carlos Gardel è per l’UNESCO patrimonio dell’umanità e restano sempre leggendarie la sua vita e le circostanze della sua morte

Francesco Ripoli, Marco Rizzo Ilaria Alpi, il prezzo della verità BeccoGiallo, Ponte di Piave (TV), 2007 Affascinati dal disegno di questa cronaca a fumetti e dall’umanità della ricostruzione dei personaggi, seguiamo nei loro ultimi giorni di vita i movimenti e le investigazioni di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin. Non solo storia di un assassinio e memoria di un mistero italiano, storia anche di un modo criminale di relazionarsi con altri paesi del mondo, da parte della nostra nazione. Nella parte inale si dà conto delle fonti con una documentazione scrupolosa Tan Shaun L’approdo Elliot Edizioni, Roma, 2008 È un lungo racconto dipinto che descrive la migrazione nel dettaglio ma senza parole: il distacco dagli affetti e dalla calda, nota quotidianeità, il lungo viaggio nel vuoto, l’arrivo in un paese misterioso e strano di cui non si conoscono abitudini e lingua, i primi rapporti umani, la ricerca della casa e del lavoro, la nostalgia ed il ricongiungimento con la famiglia. È un libro adatto ai bambini, per i ragazzi un favoloso mondo di fantasia, per gli adulti un racconto documentato, coerente e profondo, un piacere degli occhi e della mente

Peter Sìs Il muro. Crescere dietro la cortina di ferro Rizzoli, trad. it. di B. Masini, Milano, 2008 Nato a Praga ed emigrato da adulto negli Stati Uniti, Peter Sìs racconta la sua storia personale e quella contemporanea del suo paese attraverso molte immagini e brevissime note. Dall’occupazione russa alla ine della seconda guerra mondiale alla cortina di ferro alla primavera di Praga all’invasione, insieme alla vita quotidiana di un bambino indottrinato, di un adolescente che amava il rock e sognava un mitico occidente A.Waberi, C.N.Edimo, Chrisany Compito a casa. Il gruppo di questo mese ci esporrà le diverse idee sulla discriminazione Edizioni Lai-Momo, Sasso Marconi, Bologna, 2005 Un compito assegnato agli studenti di un liceo francese di provincia chiede a persone di cultura e religioni differenti di ricercare come è concepita la bellezza nel cristianesimo, nell’induismo e nell’islam. Il testo fa parte della Collezione “Valori comuni”, pensata per la scuola e fornita di Guida didattica con approfondimenti ed esercizi

Suggerimenti di lettura - FUMETTI


Gene Luen Yang American born Chinese Guanda Graphic, trad. it. Di P. Di Giampietro e M. Schiavone Parma, 2008 Sono tre storie tra fantasia e realtà che parlano della dificoltà di integrarsi e di essere accolti in una realtà diversa da quella in cui si è nati. La storia di un bambino cinese in una scuola americana alle prese con i pregiudizi dei compagni. Il Re Scimmia che vuole cambiare natura, secondo un’antica leggenda cinese. L’adolescente ormai integrato nella sua nuova realtà che vede i suoi rapporti sociali rovinati da un odioso cugino cinese

SAGGISTICA Luca Bravi Tra inclusione ed esclusione. Una storia sociale dell’educazione dei rom e dei sinti in Italia Unicopli, Milano, 2009 Un volume che prosegue il lavoro di ricerca dello storico su rom e sinti, ricostruendone la storia e inserendola nel contesto della loro tentata e continua rieducazione progettata dagli Stati-nazione

Adulti

Silvia Camilotti (a c. di) Lingue e letterature in movimento. Scrittrici emergenti nel panorama letterario italiano contemporaneo Bup, Bologna, 2008 Un testo che raccoglie interventi di studiosi e autrici immigrate e iglie di immigrati che ragionano sulla propria produzione letteraria, legata all’esperienza migratoria Silvia Camilotti, Stefano Zangrando Letteratura e migrazione in Italia. Studi e dialoghi Uni Service, Trento, 2010 Un volume che raccoglie studi e interviste sulla letteratura di autori e autrici immigrati in Italia. Contributi e interviste, tra gli altri, su Christiana de Caldas Brito, Garane Garane, Laila Wadia, Ornela Vorpsi Anna Di Sapio, Marina Medi Il lontano presente. L’esperienza coloniale italiana Emi, Bologna, 2009 “Non può esistere futuro senza memoria...” Partendo da questa premessa le autrici ripercorrono la storia rimossa del colonialismo italiano con particolare attenzione al punto di vista di coloro che sono stati direttamente coinvolti in queste vicende storiche. Offrono all’uso didattico, oltre alla storiograia ed

a pagine di narrativa, anche fonti alternative come ilm e romanzi Armando Gnisci (a c. di) Nuovo planetario italiano Città aperta, Enna, 2006 Una antologia ragionata che fa il punto sulla situazione della letteratura della migrazione in Italia, con antologizzazioni precedute da interventi critici e saggi che spaziano all’ambito della musica, della ilmograia, nonché parlano della letteratura della migrazioni in altri stati europei, come Germania e Inghilterra Abdelfattah Kilito Tu non parlerai la mia lingua Mesogea, trad. it. di G. Auteri, Messina, 2010 Composto da una serie di saggiracconto in cui convivono personaggi storici – come Averroè o Ibn Bavvuva – e inventati – come il commissario Brunetti – questo libro di Kilito, uno dei più rafinati ilologi di lingua araba, affronta il tema complesso e attuale della lingua e della traduzione come veicolo del dialogo tra popoli Nicola Labanca Oltremare. Storia dell’espansione coloniale italiana Bologna, Il Mulino, 2007 Lo storico, docente a Siena,

ricostruisce le complessive conquiste in terra africana dell’Italia, Eritrea, Somalia, Libia ed Etiopia. Al di là della propaganda liberale o fascista mostra la realtà che queste guerre hanno signiicato per le diverse classi sociali, dai governi ai poveri coloni emigrati in cerca di terra. Descrive la società coloniale d’oltremare, i suoi tratti razzisti, la sua composizione sociale e demograica, le sue istituzioni. Il volume è corredato di indici di nomi e luoghi e di molte pagine di riferimenti bibliograici Massimo Livi Bacci In cammino. Breve storia delle migrazioni Bologna, Il Mulino, 2010 Spostarsi sul territorio è una prerogativa dell’essere umano. Il volume ripercorre la storia delle migrazioni, dalle “onde di avanzamento” di popoli in territori vuoti o quasi, ai movimenti di massa dell’età contemporanea, delineando le condizioni che hanno determinato il successo o il fallimento dei gruppi migranti Amin Maalouf L’identità Tascabili Bompiani, trad. it di F. Ascari, Milano, 2007² Un saggio contro la follia di chi ogni giorno e in tutto il mondo,

Suggerimenti di lettura - SAGGISTICA


incita gli uomini a suicidarsi in nome della loro identità. Il destino stesso dell’autore, uomo d’Oriente e d’Occidente, lo spinge a spiegare ai suoi contemporanei, con parole semplici e riferimenti diretti alla storia, alla ilosoia e alla teologia, che si può restare fedeli ai propri valori senza sentirsi minacciati dai valori di cui gli altri sono portatori Massimo Montanari (a c. di) Il mondo in cucina. Storia, identità, scambi Laterza, trad. it di F. Cataldi Villari, A.Maiorani, A. G. Tabacchi, Bari, 2006 Storici, antropologi e sociologi raccontano il ruolo della cucina nella costruzione delle identità e del modo in cui la cucina si beffa di una concezione stereotipa dell’identità in continui, impensabili e creativi scambi di prodotti e ricette. Di Massimo Montanari, storico dell’alimentazione, imperdibile anche “Il riposo della polpetta e altre storie intorno al cibo”, Laterza, Bari, 2010² Sandro Rinauro Il cammino della speranza. L’emigrazione clandestina degli italiani nel secondo dopoguerra Einaudi, Torino, 2009 Il testo racconta l’Italia del secondo dopoguerra, l’emigrazione oltreoceano, in Germania, nel Belgio,

Adulti

in Svizzera e Lussemburgo, le condizioni di lavoro che trovavano, la sorte dei clandestini nei diversi paesi. Molte pagine sono legate all’emigrazione verso la Francia ed alla sua contraddittoria legislazione. Poco nota la pagina di storia che ha coinvolto migliaia di italiani, prigionieri di guerra e immigrati clandestini praticamente costretti ad arruolarsi nella Legione straniera Scritture migranti. Rivista di scambi interculturali Clueb, Bologna, 2008 La rivista nasce presso il Dipartimento di Italianistica dell’Università di Bologna e dà spazio a interventi centrati su scrittori migranti e sui temi che ruotano intorno alle loro scritture. Troviamo saggi critici, antologizzazioni e rassegne bibliograiche che rappresentano utili strumenti per studiare il tema Fiorenzo Toso Lingue d’Europa Baldini e Castoldi, Milano, 2006 Un manuale che offre una panoramica ampia e dettagliata sul fenomeno del plurilinguismo in Italia ed in Europa. A partire da concetti base quali etnia, nazione, lingua e dialetto, minoranza, si sviluppa una mappatura che analizza la situazione linguistica di ogni stato, dal ruolo della

lingua uficiale a quello delle realtà minoritarie, al modo in cui vengono percepite e come si relazionano con la maggioritaria Anna Vanzan Figlie di Shahrazàd, scrittrici iraniane dal XIX secolo ad oggi Bruno Mondadori, Milano 2009 Un percorso nella letteratura persiana per mano di donna, dalle origini ad oggi. Un testo ricco di citazioni, che avvicina il lettore, anche il meno esperto, ad una letteratura specchio di una società in grande evoluzione, dove le donne hanno svolto e svolgono tutt’ora un ruolo tutt’altro che marginale

Case editrici Aiep www.aiepeditore.net La collana MELTING POT che si suddivide nelle sezioni Meticciati, Storie dell’altro mondo, Storie di donne e Storie di iniziazione accoglie testi di letterature in prevalenza non europee. Le quattro sezioni indicano le molteplici prospettive e punti di vista che narrative ancora troppo poco note possono offrire

Cosmo Iannone www.cosmoiannone.it Dell’editore di Isernia segnaliamo La collana KUMACREOLA che presenta narrazioni e poemi, ricerche e saggi di tutti i mondi, con attenzione, oltre che alla vicenda della attuale migrazione planetaria, agli studi postcoloniali e a quelli interculturali. Indichiamo anche la collana QUADERNI SULLE MIGRAZIONI destinati a ricerche e testimonianze sull’emigrazione italiana nel mondo Edizioni dell’Arco www.ediarco.it Già indicata nella sezione Ragazzi, le edizioni dell’Arco dedicano anche una collana ai testi di autori immigrati in Italia, che scrivono per un pubblico di adulti: LETTERATURA MIGRANTE Edizioni e/o www.edizionieo.it La casa editrice sin dagli esordi, negli anni ‘70, ha scelto di promuovere l’incontro e la conoscenza di letterature non ancora molto conosciute in Italia. Da qui la pubblicazione di testi di autori dell’Europa dell’Est, dell’Africa, dell’America Latina. L’elenco dei titoli distinti per area geograica, nel sito, dà conto di tale varietà

Case editrici


Epochè www.epoche-edizioni.it Epoché si propone di pubblicare libri dedicati alle letterature dell’Africa australe e mediterranea, dei Caraibi, dell’Oceano Paciico e del Medioriente, con particolare attenzione al ilone della scrittura femminile e ad argomenti d’attualità. In particolare segnaliamo la collana TOGU-NA (in lingua Dogon: “La casa delle parole”), e CAURI che ospitano alcuni tra i romanzi di noti scrittori africani in lingua francese, come Calixthe Beyala e Ahmadou Kouruma. Ha spazio anche la poesia, dove troviamo ad esempio l’opera di Mahmud Darwish Eks&tra www.eksetra.net L’associazione culturale, divenuta noto per il concorso che sin dagli anni ’90 organizza per promuovere la scrittura di autori immigrati in Italia, è anche casa editrice e ogni anno offre titoli nuovi ai suoi lettori, acquistabili direttamente dal loro sito Gorée www.edizionigoree.it Gorée è l’isola posta di fronte alle coste del Senegal, uno dei luoghi in cui venivano raccolti i neri razziati nei

Adulti

vari paesi africani e imbarcati per le Americhe. Ma Gorée in Senegal signiica anche «essere libero» ed «essere onesto». Questo doppio signiicato della parola rappresenta lo spirito di questa casa editrice. Numerose le collane, tra cui indichiamo VOCI DELLA TERRA dove si documenta la ripresa della scrittura letteraria nelle lingue indigene dell’America Latina, attraverso la traduzione di testi e la riproduzione, per la prima volta in Italia, degli originali Il Grappolo www.ilgrappolo.it Tra le collane indichiamo RADICI, che raccoglie poesia e prosa sul tema, in particolare, dell’emigrazione italiana nel mondo. L’acquisto dei libri de Il Grappolo si effettua dal loro sito Il Leone verde www.leoneverde.it Tra le numerose collane indichiamo DONNE ALTROVE che offre titoli di autrici provenienti dall’area mediorientale, tradotti in italiano dalle lingue originali

Jouvence www.jouvence.it La produzione editoriale di questa casa editrice si specializza in testi di elevato livello scientiico: indichiamo la collana LETTERATURA ARABA, suddivisa nelle sezioni, curate da Isabella Camera d’Aflitto, Narratori arabi e Memorie del Mediterraneo Mesogea www.mesogea.it Collana specializzata unicamente in studi sul Mediterraneo, che ospita autori noti e dà spazio ad altri mai tradotti, in un’offerta di generi e stili ampia ed eterogenea. Ha due collane, LA GRANDE e LA PICCOLA oltre a STUDI E RICERCHE Morellini www.morellinieditore.it La collana di narrativa GRIOT è dedicata ad autori contemporanei di origine africana, alcuni alla loro prima esperienza letteraria. Mettono in scena personaggi che varcano frontiere, sia materiali che igurate, sebbene non si lascino leggere in chiavi necessariamente geograiche o razziali. Il loro dirsi o non dirsi africani mette in crisi l’idea di appartenenza, cultura e identità

ObarraO www.obarrao.com Tra le collane che questa casa editrice offre, interessate in particolare all’Oriente ed al rapporto con l’Occidente, indichiamo IN-ASIA, che si suddivide a sua volta in tematiche legate alle differenti geograie che compongono questo continente: troviamo In-Asia/Buhtan, Birmania, Cambogia, Corea, Thailandia, Vietnam, nonché le sezioni Gialli e Saggi Sinnos www.sinnoseditrice.com Segnaliamo della casa editrice nota per i testi per l’infanzia la collana SEGNI, che si distingue in quanto guarda anche agli adulti e affronta differenti tematiche, dalla religione, alla ilosoia, alla letteratura, fornendo preziosi strumenti critici e di rilessione. Tra le sezioni di Segni indichiamo in particolare Strumenti interculturali e Nuovo immaginario italiano Vannini www.vanninieditrice.it Oltre a collane dedicate ai ragazzi, segnalate nella apposita sezione, indichiamo anche quelle pensate per insegnanti ed educatori. ACCOGLIENZA E RILEVAZIONE

Case editrici


DELLE COMPETENZE LINGUISTICHE è una collana che raccoglie questionari bilingui per gli studenti neo arrivati. In cinese, arabo, albanese, spagnolo, romeno, romanè, urdu. Segnaliamo inoltre AGORÀ. PAESAGGI DELL’INTERCULTURA, un magazine on line, curato da Lorenzo Luatti. Raccoglie bibliograie ragionate, progetti, informazioni sulla normativa, segnalazioni di convegni e concorsi Zandonai www.zandonaieditore.it Delle tre collane, segnaliamo I PICCOLI FUOCHI, che dedicata alla narrativa contemporanea, è nata dal progetto di rilettere sulla nozione di “conine” che emerge da letterature spesso lasciate ai margini. Particolare attenzione è rivolta alla scena letteraria mitteleuropea e alle voci della nuova Europa

Adulti


Il Gioco degli Specchi tiene costantemente aggiornato il suo sito con indicazioni di libri, fumetti e ilm:

www.ilgiocodeglispecchi.org


‘10

- www.mugroup.it

LIBRI IN VIAGGIO Proposte di lettura 2010 IL GIOCO DEGLI SPECCHI


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.