Issuu on Google+

Da oggi è disponibile la

Guida italiana delle imprese per il fotovoltaico 2010/2011

a

a ital aian ana ian da ian itali ital ital Gui da da da Gui Gui Gui e per per per res eper rese rese imp res imp elle dimp delle leimp elle ddel aico volt taico aico aico vol volt il ilfoto volt foto foto ilfoto il

011 0/2 201 011 011 0/2 011 0/2 201 0/2 201 201

Con il patrocinio di Gifi - Anie

Anno IV - n° 1 - pag. 1 Gennaio 2011 - 1°

NEWS NEWS

visita wattonweb su Facebook

visita wattonweb su Facebook visita wattonweb su Facebook visita wattonweb

su Facebook

pag. 2 pag. 3

La situazione economica del mercato dell’illuminazione Dalla conferenza stampa FederlegnoArredo-Cosmit dello scorso 14 Dicembre 2010, in cui sono stati presentati i dati preconsuntivi di chiusura 2010 elaborati dal Centro Studi Cosmit/Federlegno, è scaturito che il recupero del giro ...

NEWS

pag. 6

Decreto Rinnovabili: GIFI/ANIE in audizione al Senato

RUBRICA

pag. 8

CONFINDUSTRIA ANIE: produzione industriale in lieve risalita Secondo i dati diffusi oggi dall’ISTAT, l’industria delle tecnologie - Elettrotecnica ed Elettronica - rappresentata da Confindustria ANIE, pur con indicazioni di lieve risalita rispetto ai mesi precedenti, ha mantenuto a novembre ...

visita wattonweb su Facebook

Il Decreto milleproroghe pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Il Decreto-Legge 29 dicembre 2010 n. 225 “Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e di interventi urgenti in materia tributaria e di sostegno alle imprese e alle famiglie” è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 303 del 29 dicembre 2010. Tale decreto-legge, presenta una impostazione totalmente diversa da quelli emanati alla fine degli anni ...

pag. 12

Una delegazione di ANIE, costituita dal Presidente del GIFI/ANIE (Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane) Valerio Natalizia, dal Direttore Generale di Federazione ANIE Maria Antonietta Portaluri e dal Coordinatore delegato da ANIE del Gruppo Rinnovabili di Confindustria ...

NEWS EWS N

DOSSIER

Convegni CEI 2011: un’opportunità di formazione per tutti gli operatori “La disoccupazione aumenta e, contemporaneamente, si rimpinguano gli eserciti dell’economia sommersa, che non conosce regolarità, né obblighi contributivi e fiscali e soprattutto nulla, assolutamente nulla, di sicurezza nei luoghi di lavoro. Specialmente in edilizia e in agricoltura, i settori responsabili di oltre sei morti bianche su dieci”. ...

GUIDA ALL’ACQUISTO

pag. 21

I nostri inserzionisti presentano la loro tecnologia frutto di una continua ricerca e i loro prodotti più avanzati garantiti da un continuo e accurato collaudo.


Anno IV - n° 1 - pag. 2 Gennaio 2011 - 1°

NEWS LA SITUAZIONE ECONOMICA DEL MERCATO DELL’ILLUMINAZIONE Dalla conferenza stampa FederlegnoArredo-Cosmit dello scorso 14 Dicembre 2010, in cui sono stati presentati i dati preconsuntivi di chiusura 2010 elaborati dal Centro Studi Cosmit/Federlegno, è scaturito che il recupero del giro d’affari per la filiera del legno-arredamento è in buona parte sostenuto dall’ andamento positivo del mercato dell’illuminazione. Osservando i dati preconsuntivi di chiusura 2010 del comparto illuminazione si può constatare infatti che il fatturato

globale alla produzione del settore illuminazione è aumentato del + 2,3%, passando dai 2,1 miliardi di euro del 2009 ai 2,2 miliardi di euro del 2010. Migliorato anche il dato delle esportazioni con una lieve crescita: +3,7% rispetto al 2009 per un totale di 1,2 miliardi di euro. Anche le importazioni sono aumentate: +16,9% rispetto al 2009. Anche il mercato interno risulta in crescita registrando un incremento del +

5,4% rispetto all’anno precedente, per un totale pari a 1,4 miliardi di euro. www.federlegno.it


Anno IV - n° 1 - pag. 3 Gennaio 2011 - 1°

NEWS IL DECRETO MILLEPROROGHE PUBBLICATO SULLA GAZZETTA UFFICIALE Il Decreto-Legge 29 dicembre 2010 Nell’articolo 2 sono inserite le proro- della trasmissione delle verifiche sismin. 225 “Proroga di termini previsti da ghe onerose. che di cui all’articolo 4, comma 1, del disposizioni legislative e di interventi decreto legge 29 marzo 2004, n. 79, urgenti in materia tributaria e di so- La Tabella 1, allegata al Decreto-Legge, convertito con modificazioni dalla legstegno alle imprese e alle famiglie” è non presenta alcun riferimento a: ge 28 maggio 2004, n. 139; stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale rinvio al 31 gennaio 2011 per la tradella proroga per il conferimento in n. 303 del 29 dicembre 2010. smissione dell’asseverazione relativa discarica dei rifiuti di cui all’articolo 6, Tale decreto-legge, presenta una impo- all’installazione di impianti a energia comma 1, lettera p), del decreto legistazione totalmente diversa da quelli solare; slativo 13 gennaio 2003, n. 36; emanati alla fine degli anni precedenti proroga di tre anni per la messa in del termine per completare l’adeguaed, in particolare, pone una differenza sicurezza degli edifici scolastici. mento delle strutture alberghiere alle tra le proroghe non onerose da quelle disposizioni antincendio; onerose. Resta confermato, invece, uno slittadei voucher per tutti anche nel 2011. L’articolo 1 del Decreto Legge, con mento al 31 marzo 2011: una generalizzata proroga al 31 mardelle norme agevolative per proget- Per quanto concerne la proroga rezo 2011 di ben 65 provvedimenti, tisti ed imprese; lativa all’aggiornamento catastale, non specifica che per successive proroghe della dichiarazione di aggiornamento viene ritenuto probabile che venga ulai provvedimenti stessi saranno adot- catastale prevista all’articolo 19, commi teriormente estesa successivamente al tati uno o più decreti del Presidente 8, 9 e 10, del decreto-legge 31 maggio 31 marzo 2011. del Consiglio dei Ministri di concerto 2010, n. 78, convertito, con modificacon il Ministro dell’economia e delle zioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122. www.gazzettaufficiale.it finanze. della proroga al 31 dicembre 2011


Anno IV - n° 1 - pag. 4 Gennaio 2011 - 1°

NEWS IL GRUPPO LEGRAND ACQUISCE META SYSTEM ENERGY Legrand, presente in Italia con la controllata BTicino, prosegue nella sua strategia di acquisizioni mirate e autofinanziate con quella di Meta System Energy, azienda specializzata nella produzione di gruppi statici di continuità modulari (UPS, Uninterruptible Power Supply). La nuova operazione - che fa seguito a quelle recenti di Inform in Turchia (gruppi statici di continuità) e Indo Asian Switchgear in India (protezione degli impianti elettrici) – consente al Gruppo di accelerare il proprio sviluppo nel campo della performance energetica, un mercato in piena espansione nel quale ha fatto registrare negli ultimi dieci anni una www.legrand.it

crescita a due cifre. Questo risultato è frutto in particolare di un impegno costante nell’innovazione e di una serie di acquisizioni: Alpes Technologies, leader francese nella misura e nell’ottimizzazione della qualità dell’energia elettrica, Zucchini Edm, specialista nei trasformatori a basso consumo energetico, e la già citata Inform. Meta System Energy progetta e costruisce soluzioni modulari dedicate alle installazioni ad elevata criticità - come quelle dei Datacenters – che completano idealmente l’attuale offerta di UPS standard del Gruppo. Inoltre, il know-how di Meta System

Energy nei settori dell’elettronica di potenza e degli inverter fotovoltaici rafforza le capacità di sviluppo del gruppo nel campo delle apparecchiature per la sicurezza dell’alimentazione elettrica. Meta System Energy ha sede a Reggio Emilia, un organico di 50 collaboratori e prevede di realizzare nel 2010 un fatturato di 16 milioni di euro, di cui un terzo sui mercati internazionali. A partire dal 2011 l’azienda potrà contare sulle sinergie derivanti dall’integrazione nella rete commerciale di BTicino per crescere ulteriormente sul mercato nazionale.

www.metasystem.it www.bticino.it

NUOVO SITO INTERNET PER LA RINNOVATA AROS Aros apre il 2011 con una nuova immagine aziendale declinata su tutte le attività di comunicazione, a partire da un nuovo sito internet. I cambiamenti di strategia del gruppo Riello Elettronica, annunciati alla fine dello scorso anno, hanno portato Aros ad affrontare una nuova sfida, concentrando tutta l’esperienza maturata nel

settore dell’energia esclusivamente nel mercato del fotovoltaico. Con la nascita della nuova divisione solare ci sarà infatti un ampliamento e un completamento della gamma Sirio già esistente, con lo sviluppo di inverter sempre più performanti e atti a rispondere alle richieste di un mercato in continua evoluzione, con l’obbiettivo per Aros di

diventare il nuovo protagonista sui mercati degli inverter per impianti fotovoltaici. Di fronte a questi importanti obiettivi, tutta l’immagine dell’azienda è stata modificata: dalla rivisitazione del logo, fino ad una nuova campagna pubblicitaria, un nuovo catalogo prodotti e ovviamente un sito internet completamente rinnovato, a partire dal dominio (www.aros-solar.com).


www.aros-solar.com

Anno IV - n° 1 - pag. 5 Gennaio 2011 - 1°

NEWS Il nuovo website, on-line da gennaio, è stato rielaborato sia nella grafica che nei contenuti. Un sito semplice e pulito, accattivante ed intuitivo, dove è possibile attingere a tutte le informazioni sull’azienda, sui suoi prodotti e servizi, ed essere costantemente aggiornati sulle novità e sulle attività proposte. Il sito è strutturato in sezioni essenziali, accessibili direttamente dall’homepage: Azienda, Prodotti, Supporto, Punti Vendita, alle quali è stata aggiunta anche un’importante e interessante sezione relativa agli Impianti degli utenti che utilizzano inverter Aros. Gli impianti sono inseriti, previa registrazione, direttamente dall’installatore in pochi e semplici passaggi; una possibilità importante per aumentare la visibilità in rete delle aziende installatrici. La sezione prodotti è divisa in modo chiaro per categoria e campo di applicazione, con dettagliate descrizioni e le

Homepage di www.aros-solar.com

principali caratteristiche tecniche. Grazie ai menu “prodotti correlati” è possibile avere subito una panoramica degli accessori utili al completamento della propria soluzione; inoltre, grazie a collegamenti diretti, trovare la documentazione relativa al prodotto desiderato sarà un gioco da ragazzi. L’area supporto è sempre studiata per contenere informazioni relative ai contatti con l’azienda, all’assistenza, agli eventi e all’ufficio stampa, al download dei documenti oltre che a tutta una serie di contenuti sul mondo solare. È stato inserito inoltre il “bollettino del

fotovoltaico” che è un costante aggiornamento sulle news più importanti del settore. Di fronte a un anno di novità e cambiamenti, Aros conferma la volontà di mantenere un rapporto costante e interattivo con l’utente, grazie anche ad un sito ricco di contenuti e facilmente navigabile che sarà una fondamentale fonte di informazione e aggiornamento. Il sito, al completamento delle varie fasi di sviluppo, sarà disponibile in cinque lingue (italiano, inglese, tedesco, spagnolo e francese).


Anno IV - n° 1 - pag. 6 Gennaio 2011 - 1°

www.solarexpo.com

NEWS DECRETO RINNOVABILI: GIFI/ANIE IN AUDIZIONE AL SENATO Una delegazione di ANIE, costituita dal Presidente del GIFI/ANIE (Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane) Valerio Natalizia, dal Direttore Generale di Federazione ANIE Maria Antonietta Portaluri e dal Coordinatore delegato da ANIE del Gruppo Rinnovabili di Confindustria Gert Gremes, ha presentato il giorno 12 gennaio 2011 in Senato una relazione contenente le proposte di modifica della bozza del Decreto Rinnovabili che recepisce la direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell’efficienza energetica e dell’uso delle fonti rinnovabili. Sono sei i punti principali sui quali si basa la proposta di GIFI/ANIE. Proposta che mira a uno sviluppo sostenibile e bilanciato di tutti i segmenti del mercato per consentire il raggiungimento degli obiettivi comunitari al 2020.

A parere dell’industria fotovoltaica italiana rappresentata da GIFI/ANIE: 1. Non dovrebbe essere lasciata alla Regioni la facoltà di estendere la procedura abilitativa semplificata a impianti fino a 1 MW di potenza; 2. La limitazione di 50 kW per ettaro

in aree agricole (con una potenza nominale dell’impianto non superiore ad 1 MW) è eccessiva. Anche alle aziende agricole deve essere data la possibilità di accedere alle tariffe incentivanti previste dalla normativa in vigore. In tal modo, gli impianti fotovoltaici rappresenterebbero una ulteriore fonte di reddito a supporto dell’agricoltura; 3. Il periodo di garanzia dei moduli è un aspetto strettamente contrattuale/ privato ed è già disciplinato dalla vigente normativa; 4. ENEA dovrebbe essere l’organismo centrale al quale inviare obbligatoriamente i titoli di qualificazione degli installatori: questi ultimi dovrebbero essere altresì resi accessibili su un unico portale informatico a livello nazionale; 5. Sarebbe opportuno che ai distributori di energia elettrica venga riconosciuta una maggiorazione della remunerazione del capitale investito anche per gli interventi di sviluppo fisico della rete nelle “aree critiche”; 6. Le aste al ribasso gestite dal GSE proposte per gli impianti con potenza superiore a 5 MW potrebbe introdurre

elementi di incertezza tra gli operatori del settore. Sono certo che l’industria fotovoltaica possa garantire al Sistema Italia almeno 15.000 MW di potenza installata al 2020 – dichiara Valerio Natalizia, Presidente di GIFI/ANIE – creando 80.000 posti di lavoro qualificati lungo tutta la filiera già entro il 2015. Perché ciò sia possibile – conclude Natalizia - dovremmo prevedere una rivalutazione del sistema incentivante ipotizzando un adeguamento delle tariffe con un’attenta analisi dei costi di sistema previsti per i prossimi anni. www.gifi-fv-it


www.beghelli.it Anno IV - n° 1 - pag. 7 Gennaio 2011 - 1°

NEWS GRUPPO BEGHELLI AL FESTIVAL DI SANREMO Per il nono anno, il Gruppo Beghelli è sponsor del Festival di Sanremo con cinque nuove telepromozioni da 120” ciascuna, avvalendosi sempre della collaborazione di Max Information.Nel corso delle cinque serate della manifestazione canora più popolare d’Italia, saranno presentati il Tetto d’Oro Acqualuce Beghelli, l’Albero d’Oro Beghelli ed una grande novità nel settore dell’illuminazione d’emergenza. Tutte anteprime assolute, i tre progetti rispecchiano la filosofia aziendale, volta a proporre prodotti sempre più all’avanguardia, caratterizzati da una tecnologia innovativa e da una particolare attenzione alla salvaguardia dell’ambiente. “Da sempre attenti alla ricerca e all’innovazione, riteniamo fondamentale realizzare e proporre tecnologie in grado di garantire risparmio e sicurezza per i consumatori, contribuendo alla diffusione di una precisa cultura sulla consape-

vole gestione dell’energia - commenta Luca Beghelli, Direttore Marketing dell’omonimo Gruppo - proprio per questo, abbiamo scelto ancora una volta la prestigiosa vetrina del Festival di Sanremo come palcoscenico per il nostro messaggio”. Nelle cinque serate del Festival di Sanremo (dal 15 al 19 febbraio 2011) le telepromozioni da 120” saranno condotte da Gianni Morandi, in coppia con Gian Pietro Beghelli, Presidente del Gruppo. Nel corso delle prime due serate e di quella conclusiva, saranno protagoniste le fonti rinnovabili, con Il Tetto d’Oro Acqualuce Beghelli e l’Albero d’Oro Beghelli. Gianni Morandi e Gian Pietro Beghelli, davanti ad un Beghelli Point, illustrano al pubblico l’unicità dei due progetti, sulle note di “O Sole mio”. Il Tetto d’Oro Acqualuce Beghelli consiste in un innovativo progetto che unisce all’interno di un unico impianto

moduli solari e termici: una vera e propria occasione d’oro per le famiglie italiane, poiché l’energia elettrica generata dall’impianto fotovoltaico permette, in molti casi, di azzerare la bolletta elettrica di casa, mentre il termico fornisce una copertura del fabbisogno di acqua calda fino al 90% circa. Altrettanto rivoluzionario, l’Albero d’Oro Beghelli è un impianto fotovoltaico basato su una tecnologia ad alta concentrazione, che utilizza celle fotovoltaiche in grado di produrre il doppio di energia rispetto a quelle tradizionali. L’Albero d’Oro è destinato ad aziende agricole, agriturismi e industrie La terza e la quarta serata del Festival, infine, saranno dedicate alla sicurezza, con una rivoluzionaria novità nell’ambito dell’illuminazione d’emergenza, settore in cui il Gruppo conferma la propria leadership.

www.beghelli.it


Anno IV - n° 1 - pag. 8 Gennaio 2011 - 1°

RUBRICA CONFINDUSTRIA ANIE: PRODUZIONE INDUSTRIALE IN LIEVE RISALITA Secondo i dati diffusi oggi dall’ISTAT, l’industria delle tecnologie - Elettrotecnica ed Elettronica - rappresentata da Confindustria ANIE, pur con indicazioni di lieve risalita rispetto ai mesi precedenti, ha mantenuto a novembre 2010 il ritmo più lento nel recupero della produzione industriale emerso nella seconda parte dell’anno. L’Elettrotecnica ha sperimentato nel confronto con novembre 2009 una crescita dei livelli di attività del 4,4%. L’Elettronica, dopo i dati negativi dei mesi precedenti, ha registrato una variazione di nuovo positiva della capacità produttiva (+13,5%). +4,4% la variazione registrata nella media del manifatturiero nazionale. La variazione su base congiunturale, ossia elaborata nel confronto con il mese di ottobre 2010, ha mostrato per la prima volta dai mesi estivi un segno positivo per entrambe le macroaree : +2,3% per l’Elettrotecnica e +4,8% per l’Elettronica. Un solo dato positivo non ha tuttavia permesso di recuperare pienamente le perdite subite nei mesi precedenti. I risultati altalenanti dei mesi autunnali si sono riflessi di fatto sulla variazione cumulata annua. Guardando alla media dei primi undici mesi del 2010, nel confronto col corrispondente periodo del 2009, i settori ANIE hanno registrato un ridimensionamento nel ritmo di recupero della produzione industriale (+10,0% la variazione cumulata annua per l’Elettrotecnica; +6,7% per l’Elettronica). “Dopo i risultati negativi dei mesi precedenti a novembre 2010 assistiamo

a una lieve risalita dei livelli produttivi per i settori high-tech rappresentati da Confindustria ANIE – ha commentato il Presidente di Confindustria ANIE Guidalberto Guidi. “Occorre ancora una volta leggere questi dati altalenanti con elevata prudenza. Non solo siamo lontani dai livelli pre-crisi, ma anche i ritmi di recupero della prima parte del 2010 non sono stati pienamente replicati in chiusura d’anno. Questo a differenza di altri competitor europei, prima fra tutti la Germania, che al contrario hanno trovato nuovo slancio e accelerato i tassi di crescita nella seconda metà dell’anno appena concluso. Gli andamenti discordanti rispetto alla media dell’Unione scontano la forbice fra domanda estera e domanda domestica che penalizza gli operatori nazionali.” “Ci troviamo di fronte a uno scenario di criticità non risolte che da congiunturali rischiano di divenire strutturali. Ci attende un inizio decennio di luci e ombre in cui la crescita in molti Paesi di antica industrializzazione sarà ostacolata da bassa domanda e strisciante incertezza a fronte di mercati emergenti caratterizzati da potenzialità più elevate – ha concluso Guidi. “Per il 2011 che ha appena avuto avvio preoccupano soprattutto nuovi fenomeni selettivi nel sistema imprenditoriale, che è stato importante artefice della ripresa. Una selezione che potrà rivelarsi non virtuosa e coinvolgere anche quelle imprese che avevano superato la fase iniziale della crisi. Penso ad aziende che hanno investito e si sono rinnovate ma che sono penalizzate

perché operano in segmenti dell’offerta rivolti prevalentemente a un mercato interno che soffre di poca dinamicità. Vi sono poi altri operatori estremamente attivi sui mercati internazionali ma che si trovano a fronteggiare margini di azione sempre più stretti, per effetto dell’innalzamento dei costi degli input produttivi. Sono timori che coinvolgono la tenuta dei livelli occupazionali e che lasciano presagire un inizio anno con aspettative più fragili di quello appena trascorso ”. www.anie.it


Anno IV - n° 1 - pag. 9 Gennaio 2011 - 1°

RUBRICA IL CONVENTO DELLE SUORE DI SAN ZACCARIA, UN ALTRO PROGETTO PER LA FONDAZIONE ENZO HRUBY Il 2011 si apre con un nuovo importante progetto per la Fondazione Enzo Hruby, che ha deliberato di sostenere l’onere per la protezione della Caserma N. Madalena, sede del Comando Provinciale Carabinieri di Venezia tramite l’ampliamento e l’adeguamento del sistema di videosorveglianza divenuto ormai obsoleto. Il progetto di protezione, realizzato dalla società Assex Impianti di Venezia, partner tecnico della Fondazione per questo progetto, si è rivelato molto delicato. Infatti la caserma dei Carabinieri ha sede nell’ex convento delle Suore Benedetti-

ne, adiacente alla Chiesa di San Zaccaria, nel quale venivano rinchiuse le figlie femmine della nobiltà veneziana allo scopo di preservare intatte le proprietà familiari. Il convento è costruito attorno a due bellissimi chiostri porticati, tutt’ora intatti, di cui il secondo presenta un loggiato superiore che affaccia direttamente sulla parte absidale della Chiesa di San Zaccaria. I chiostri, che erano caratterizzati da segni evidenti di degrado, sono stati restaurati dalla Soprintendenza tra il 2001 ed il 2005 ed è quindi importante intervenire salvaguardando il più possi-

bile l’aspetto estetico dell’edificio, garantendo allo stesso tempo una protezione completa ed efficace.

Il Convento delle Suore di San Zaccaria oggi Comando Provinciale Carabinieri di Venezia

www.fondazionehruby.it


DIVA Systems hardware|software|network computing

Anno IV - n° 1 - pag. 10 Gennaio 2011 - 1°

RUBRICA L’ILLUMINAZIONE NEL RAPPORTO AMBIENTALE 2010 La pubblicazione “Rapporto Ambientale 2010” edita da Federlegno Arredo e pubblicata lo scorso Dicembre, è uno “studio-ricerca” che ha l’obiettivo di raccogliere diversi dati ambientali provenienti dalle aziende del settore legno arredo per fornire un quadro esaustivo delle iniziative e tendenze in atto in tema di qualità ambientale nel settore legno arredamento italiano. Rispetto alle due precedenti edizioni, la pubblicazione presenta importanti novità tra cui la partecipazione di tre aziende del comparto di illuminazione: Artemide, Flos e La Murrina.

Grazie alla presenza delle tre società, così come di molte altre, il Rapporto è cresciuto sia termini di aziende che di volumi e raccoglie un campione rappresentativo di 84 aziende per un fatturato superiore ai 2,5 miliardi di euro, l’8% dell’intero sistema legno arredamento italiano. Proponendo il “Rapporto Ambientale 2010”, Federlegno Arredo dimostra il suo impegno sui temi della sostenibilità ambientale dei prodotti e delle produzioni con l’obiettivo di accompagnare le aziende verso processi di innovazione che portano con sé l’attenzione all’ambiente.

Nel contesto del sistema legno arredo italiano, l’area illuminazione contribuisce in maniera significativa alla produzione dell’intera filiera legno arredo, infatti rappresenta un fatturato di 2,2 miliardi di euro. www.federlegnoarredo.it

Webbì Web

Business Solution Diva Systems S.a.s. Via Marescalchi, 19 - 20133 Milano Tel. 02/91534418 divamail@diva.it www.diva.it

Webbì è la Business Intelligence a misura delle PMI: meno costi; Presentazione del Corso maggiore competitività; più ricavi. Prova gratis per 3 mesi la soluzione Webbì


Anno IV - n° 1 - pag. 11 Gennaio 2011 - 1°

RUBRICA MORTI BIANCHE E LAVORO NERO: EDILIZIA E AGRICOLTURA I SETTORI PIÙ A RISCHIO “La disoccupazione aumenta e, contemporaneamente, si rimpinguano gli eserciti dell’economia sommersa, che non conosce regolarità, né obblighi contributivi e fiscali e soprattutto nulla, assolutamente nulla, di sicurezza nei luoghi di lavoro. Specialmente in edilizia e in agricoltura, i settori responsabili di oltre sei morti bianche su dieci”. E’ così che esordisce nell’intervento di fine anno Mauro Rossato, Presidente dell’Osservatorio Sicurezza sul lavoro Vega Engineering di Mestre, che fornisce mensilmente il monitoraggio delle morti bianche in Italia. Alla luce dei dati raccolti ed elaborati dagli esperti dell’Osservatorio della terraferma veneziana, infatti, sono proprio i campi e i cantieri edili i luoghi in cui si conta il maggior numero di vittime. “Per la precisione – sottolinea Rossato il 64,3 per cento dei 484 decessi rilevati nel Paese da gennaio a fine novembre. L’edilizia con il 27,9 per cento delle vittime e l’agricoltura il 36,4 per cento”. E sono proprio questi i luoghi di lavoro maggiormente ‘devoti’ all’economia sommersa. Un binomio tragico quello che lega le morti bianche al lavoro nero e che dovrebbe diventare una priorità per il Governo. A confermare l’emergenza del lavoro nero in agricoltura e in edilizia ci sono, poi, anche i recentissimi dati provenienti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Nel periodo marzo-ottobre 2010, il Dicastero ha effettuato controlli

a campione nell’ambito del “Piano straordinario di vigilanza per l’agricoltura e l’edilizia in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia”. Ebbene, nei 19 mila accertamenti ispettivi condotti nelle quattro regioni il risultato è a dir poco sconfortante stando ai dati reperibili nel sito del Ministero. In agricoltura, infatti, ad emergere come irregolare è il 45 per cento delle aziende ispezionate, mentre in edilizia si arriva addirittura al 61 per cento. Intanto, gli indicatori dell’Istat sui lavoratori irregolari del 2009 parlano di circa tre milioni di persone. Incrociare i numeri del sommerso con quelli delle morti bianche, dunque, dovrebbe essere un utile strumento di lavoro per gli amministratori del Paese. “Anche perché sia il fenomeno dell’irregolarità occupazionale che quello dell’infortunistica sono sicuramente sottostimati – aggiunge l’ingegner Rossato - dato, appunto, il loro essere celati e irrintracciabili, dunque, nella loro totalità”. Esistono delle aree della Penisola, come il Mezzogiorno, in cui il problema dell’economia sommersa è sicuramente maggiormente sentito, così come quello delle morti bianche. Ricordiamo che nell’ultima indagine dell’Osservatorio Vega Engineering proprio Campania, Puglia e Sicilia sono tra le regioni in cui si conta il maggior numero di vittime del lavoro (141 su 484). “Ma non è solo il Sud a destare preoccupazione – conclude il Presidente di Vega Engineering – Ricordiamo che la crisi

congiunturale è stata sentita ovunque nel nostro Paese. E si sa, purtroppo, che l’economia sommersa cresce e si nutre delle crisi per sopravvivere con rapporti di lavoro irregolari e conseguenti evasioni fiscali e contributive”. www.vegaengineering.com

Ing. Mauro Rossato Presidente dell’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering


Anno IV - n° 1 - pag. 12 Gennaio 2011 - 1°

DOSSIER CONVEGNI CEI 2011: UN’OPPORTUNITÀ DI FORMAZIONE PER TUTTI GLI OPERATORI Il CEI conferma per il 2011 i convegni di formazione in tutt’Italia per la promozione e la diffusione della cultura tecnica del buon operare, proponendo l’approfondimento di temi di particolare interesse per tutti coloro che lavorano secondo i principi della “regola dell’arte” nei settori elettrico, elettrotecnico e delle comunicazioni. I Convegni CEI 2011 contano 10 appuntamenti, per garantire una capillare copertura dell’informazione sul territorio nazionale nelle principali città d’Italia e agevolare la partecipazione di tutti gli

Scheda di adesione

operatori del settore, con il seguente calendario:

MILANO FIRENZE ROMA PADOVA TORINO BARI CATANIA BOLOGNA CAGLIARI LECCE

8 marzo 6 aprile 20 aprile 12 maggio 25 maggio 8 giugno 22 settembre 29 settembre 20 ottobre fine novembre

Gli argomenti che saranno presentati

durante i Convegni 2011, incontri organizzati in collaborazione con i principali protagonisti del settore, riguarderanno le novità normative CEI dedicate a temi di grande attualità tra cui l’evoluzione dell’impianto elettrico nelle unità abitative. Saranno illustrati, in particolare, gli aggiornamenti in corso alla Norma CEI 64-8. Una relazione specifica sarà dedicata alle norme relative ai sistemi ed agli impianti di allarme intrusione ed agli sviluppi futuri, con l’obiettivo di fornire una sintesi organica dello stato dell’arte.

Con il supporto di:

La partecipazione è gratuita, l’iscrizione è obbligatoria fino ad esaurimento posti Cognome……………………………….…........ Nome ………………………………..........…… .

Mansione…………………………….....……... Ditta/Ente……………………………........…… Via ……..……………………….………….…… Città ………………..………….……………….. ..

CAP……….……….…….…Prov ……….……. Tel……………….…… Fax ……….…...….…. E-mail ……………………………………....... Privacy Dlgs. 196/03: I dati conferiti all’atto dell’iscrizione al Convegno saranno trattati dal CEI, su supporto cartaceo ed informatico, al fine della organizzazione del medesimo Convegno e potranno essere utilizzati in futuro per segnalarle altre iniziative simili promosse dal CEI. I dati saranno trattati da soggetti incaricati dal CEI e potranno essere comunicati alle aziende sponsor del Convegno, indicate nella presente locandina, al fine di inviarle informazioni sulla loro attività. Il titolare dei dati è:

COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO Via Saccardo 9 - 20134 Milano

Firma ………………………………………………….. E’ possibile iscriversi on line compilando la scheda dal sito CEI www.ceiweb.it alla voce Convegni e Seminari, o via e-mail entro il 2/03/2011 a : relazioniesterne2@ceiweb.it

COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO

CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO

MILANO 8 MARZO 2011 ore 9.00 CONVEGNI DI FORMAZIONE CEI 2011

Evoluzione degli impianti elettrici, di allarme intrusione e fotovoltaici e dei sistemi di ricarica per veicoli elettrici presso HOTEL MICHELANGELO Sala Mosè Via Scarlatti 33 con il Patrocinio

Per informazioni:

Viviana Gemelli - Tel. 02 21006.231

Ministero dello Sviluppo Economico


Anno IV - n° 1 - pag. 13 Gennaio 2011 - 1°

DOSSIER Un intervento sarà dedicato all’informazione sullo stato normativo, attualmente in fase di elaborazione, dei sistemi di ricarica per veicoli elettrici (auto e motocicli) in ambito domestico e in spazi accessibili al pubblico. Ampio spazio sarà dedicato agli impianti fotovoltaici; saranno illustrate le principali novità introdotte dal Conto Energia 2011, le modifiche introdotte nella terza edizione della Guida CEI 82-25 e saranno analizzati alcuni aspetti salienti del progetto dei sistemi di generazione fotovoltaica. Nel pomeriggio gli interventi sono di particolare interesse per i Responsabili del Servizio di Prevenzione e Pro-

tezione (RSPP) e i professionisti iscritti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex Lege 818/84. Due esperti, tra cui un rappresentante del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, tratteranno della progettazione antincendi nelle attività a rischio di esplosione per la presenza di ATEX e della relativa normativa CEI per la verifica e manutenzione degli impianti elettrici in tali ambienti. La partecipazione al convegno dà diritto a crediti formativi. Il primo appuntamento è quindi l’8 marzo a Milano, presso Hotel Michelangelo, con apertura dei lavori alle ore 9.00 fino alle 17.30 circa, con intervalli e spazi per il dibattito tra relatori e pubblico.

Il Convegno di Milano è realizzato con il supporto di: ANIE, ABB Spa – ABB SACE Division, AEIT, BETA CAVI, bticino, CON.TRADE, DEHN ITALIA, EMERSON Network Power/Chloride, Enel, finder, GE Power Protection, GEWISS, hager, IMQ, OBO Bettermann, Schneider Electric, SIEMENS, socomec, VORTICE. In occasione dei convegni è possibile acquistare le norme CEI a particolari condizioni di sconto. La partecipazione è gratuita, l’iscrizione è obbligatoria fino ad esaurimento posti. www.ceiweb.it


Anno IV - n° 1 - pag. 14 Gennaio 2011 - 1°

www.etechexperience.com

DOSSIER NUOVO DOCUMENTO CEI: IMPIANTI DI ALLARME INTRUSIONE Il CEI ha pubblicato la nuova edizione del documento divulgativo CEI “Impianti di allarme intrusione. I principi per una corretta installazione nelle abitazioni”. Questo documento divulgativo, pubblicato allo scopo di fornire un messaggio informativo semplice, si propone di chiarire in termini comprensibili ad un pubblico di lettori più ampio degli utilizzatori delle norme quali siano gli elementi fondamentali che caratterizzano un “buon” impianto di allarme intrusione. L’impianto di allarme intrusione deve: rilevare quanto prima possibile ogni tentativo di accesso non autorizzato; garantire il pronto intervento di personale professionalmente preparato; rappresentare un deterrente alle intenzioni del malintenzionato. Si rivolge a tutti coloro che intendono proteggere in modo adeguato la propria abitazione e che devono quindi decidere quale

impianto di allarme intrusione fare installare. Un committente consapevole e informato che conosce gli elementi chiave di un “buon” impianto intrusione è, infatti, in grado di valutare meglio le proposte che offre il mercato. Il documento è destinato parimenti anche ai progettisti e agli installatori di impianti di allarme intrusione che possono utilizzare vantaggiosamente questo documento per aiutare i loro clienti a scegliere un “buon” impianto tra quelli che essi offrono, adeguato alle esigenze di ciascun cliente. Questo documento vuole, quindi, guidare i clienti finali all’acquisto consapevole di un sistema di allarme intrusione, illustrando i principi base per proteggere in modo adeguato la propria abitazione e si propone come un utile strumento di raccordo tra committenti, progettisti e installatori di impianti di allarme intrusione con l’obiettivo finale di contribuire a migliorare la

qualità degli impianti installati. Il documento divulgativo CEI “Impianti di allarme intrusione. I principi per una corretta installazione nelle abitazioni” fornisce indicazioni e consigli sul bilanciamento tra vari tipi di sicurezza attiva e passiva, sulla protezione assicurativa e sulle diverse modalità di comunicazione in caso di allarme realizzabili grazie ad internet ed alle più avanzate tecnologie di comunicazione quali: teleassistenza tecnica, telegestione, telecontrollo, telesoccorso e allarmi sociali, telesorveglianza e videosorveglianza. www.ceiweb.it

E.TECH EXPERIENCE “SBARCA” A DUBAI E.TECH Experience sarà presente al Middle East Electricity, il più grande evento dedicato in Medio Oriente al settore dell’energia, che si svolgerà a Dubai dall’8 al 10 febbraio prossimi. Negli Emirati Arabi Fiera Milano e CONELEX, Il Consorzio aderente a Federazione ANIE che riunisce le piccole e medie imprese operanti nei settori elettrotecnico, elettronico, illuminotecnico e telecomunicazioni, si presentano insieme per illustrare alle aziende e agli operatori presenti il progetto E.TECH Experience. Un’azione comune che testimonia concretamente il supporto di ANIE alla manifestazione e la stretta sinergia tra Fiera Milano e la Fede-

razione nel proporre l’evento al mercato e arricchirlo di contenuti. La presenza a Dubai segna una nuova tappa nel percorso di promozione internazionale di E.TECH Experience, partito in Germania - con il lancio durante Hannover Messe e Light+Building di Francoforte - e Regno Unito e proseguito con presentazioni in Egitto, Maghreb e Spagna. L’azione promozionale sta strategicamente toccando i principali mercati di interesse, ma soprattutto le aree economicamente promettenti ma non ancora presidiate in modo adeguato dalle grandi fiere del settore. E.TECH Experience accelera dunque il passo verso l’appuntamento di novembre

con il comparto, decisa a diventare l’evento professionale di riferimento in Italia per tutti gli operatori del mondo dell’elettricità e delle sue applicazioni, grazie a una formula originale, dedicata ai prodotti ma soprattutto ai servizi e alle soluzioni in grado di generare energia e portarla negli spazi abitativi e di lavoro dell’uomo in modo sostenibile, efficiente e sicuro. www.etechexperience.com


www.solarexpo.com

Anno IV - n° 1 - pag. 15 Gennaio 2011 - 1°

DOSSIER BIOENERGIE IN PRIMO PIANO A SOLAREXPO A Solarexpo arriva Bioenergy Expo il salone delle bioenergie dedicato agli imprenditori agricoli e agli operatori del settore. Un intero padiglione di Solarexpo – mostra convegno internazionale su energie rinnovabili e generazione distribuita (Fiera di Verona dal 4 al 6 maggio 2011) – ospiterà le aziende e gli operatori del comparto agro-energetico. Il progetto è il risultato dell’accordo raggiunto tra Verona Fiere ed Expoenergie, segreteria organizzativa di Solarexpo, finalizzato a dare maggior spazio e contestualizzare in modo appropriato le bioenergie nell’ambito di Solarexpo. Con questo accordo Solarexpo conferma ancora una volta la sua apertura nei confronti di tutte le tecnologie per la produzione di energia da fonti rinnovabili. “Siamo una fiera delle rinnovabili a 360° – spiega Luca Zingale, direttore scientifico di Solarexpo -. Accogliere Bioenergy Expo all’interno della nostra manifesta-

zione è la dimostrazione concreta che Solarexpo sta diventando sempre più la fiera di riferimento in Italia di tutte le fonti rinnovabili”. “La partnership con Expoenergie è finalizzata a dare maggiore spazio e a contestualizzare in modo appropriato le bioenergie per il settore agricolo e si prefigura come il primo passo verso l’annualizzazione di Bioenergyexpo, appuntamento di riferimento per il settore che negli anni pari si svolgerà nell’ambito di Solarexpo e in quelli dispari di Fieragricola, la storica rassegna biennale dedicata all’agricoltura e a tutti i principali comparti nei quali si articola. – sottolinea Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere -. La Fiera di Verona si conferma, quindi, polo europeo per le energie rinnovabili presentando nel proprio portafoglio, diretto e indiretto, ben cinque manifestazioni dedicate al settore delle energie rinnovabili”. A Bioenergy Expo saranno in mostra le tecnologie di caldaie a gassificazione a

pellet, cippato e legna da ardere; stufe e termocamini a combustione controllata; minireti e impianti di teleriscaldamento a biomassa; sistemi integrati biomassesolare; cogenerazione a biomasse; impianti per biogas zootecnico; bruciatori per biodiesel e olio vegetale. Accanto a Bioenergy Expo anche l’area Polygen, dedicata alle aziende espositrici del settore della cogenerazione e trigenerazione. Polygen è uno dei focus tematici che da anni caratterizzano Solarexpo. Solarexpo sarà affiancato dalla quinta edizione di Greenbuilding, la mostraconvegno internazionale dedicata all’efficienza energetica e all’architettura sostenibile. Due eventi, un’unica visione strategica e una grande sinergia, per offrire la più completa rassegna di prodotti, tecnologie e soluzioni nell’ambito delle rinnovabili e dell’architettura sostenibile. www.solarexpo.com


Anno IV - n° 1 - pag. 16 Gennaio 2011 - 1°

DOSSIER EUROLUCE 2011 Euroluce 2011, l’importante manifestazione biennale di riferimento internazionale per il settore illuminazione, si ripresenta nel 2011 dopo l’ultima edizione del 2009. La manifestazione, giunta alla sua 26° edizione, si svolgerà infatti dal 12 al 17 Aprile 2011 a Fiera Milano Rho, in concomitanza con il Salone Internazionale del Mobile, il SaloneUfficio, il Salone del Complemento d’Arredo e il SaloneSatellite.

Come sempre, Euroluce metterà in mostra il meglio della produzione del comparto illuminazione presentandosi con un’offerta merceologica completa e di alta qualità sia dal punto di vista tecnologico che formale. In termini di superficie espositiva, questa edizione di Euroluce presenterà  oltre 40.000 metri quadrati di produzione ripartiti in 4 padiglioni: il 9, l’11, il 13 e il 15. La manifestazione si svolgerà “in sinergia” con la fiera SaloneUfficio, infatti quest’ul-

timo è collocato nei padiglioni 22 e 24, antistanti Euroluce. La vicinanza delle due manifestazioni “Euroluce” e “Salone Ufficio” faciliterà sicuramente gli utenti che devono allestire gli uffici e cercano un’offerta completa sia in termini di illuminazione che di arredo, che potranno visitare le due manifestazioni in modo molto rapido e comodo. www.cosmit.it

CORSO DI FORMAZIONE PE ENERGY MANAGER Optima Consulting Srl ha il piacere di segnalare importanti azioni formative organizzate dal Politecnico di Milano. I primi corsi formativi (inizio marzo 2011) sono:

www.polimi.it

www.optimaconsulting.it

ENERGY MANAGER (72 ORE) Il programma, il calendario dei corsi e i relativi costi sono specificati nella locandina. Dato il costante coinvolgimento del suo personale nella docenza del Politecnico di Milano, in materia di sicurezza sul lavoro, Optima si riserverà di agevolare nell’iscrizione. In tale contesto, Optima potrà inoltre supportare eventuali richieste di formazione mirate alle singole esigenze che potranno essere definite in base alle specifiche necessità aziendali. Per informazioni contattare i seguenti referenti Optima sulle iniziative di formazione: Dott.ssa Silvia Morandini Tel. 335/7791390 - mail smorandini@optimaconsulting.it Dott. Gabriele Premoli Tel. 02/47719335 - mail gpremoli@optimaconsulting.it Sig.ra Patrizia Delluniversità Tel. 02/47719335 - mail pdelluniversita@optimaconsulting.it


diti formativi (delibera n. 1152 del 15.11.2010 del C.D. del

Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laurea-

ti delle Province di Milano e Lodi)”

Eventuali quesiti relativi agli argomenti della serata possono essere inviati anche via fax all’albiqual entro il 16 Febbraio 2011

partecipera’ alla riunione tecnica:

Interverrà.per.IMQ l’Ing. Simone Paiano che.introdurrà “La certificazione in ambito fotovoltaico”

“In base al Regolamento per la Formazione Continua, la

partecipazione all’Incontro Tecnico dà diritto a 2 (due) cre-

21.Febbraio.2011 Milano,.......................................................................Firma.............................................................................. .

L’ingresso.è.gratuito.per.tutti.gli.invitati.e.per.gli.operatori.del.settore

............................

� Iscritto.ALBIQUAL.................................................� Invitato.da............................... ......................� Non.iscritto.ALBIQUAL

CAP................................................ Città.............................................Prov........................................................ .

Tel...................................................... Fax........................................... E-mail.....................................................

Ditta...............................................................................Via............................................................................... .

Cognome........................................................................ Nome...........................................................................

Anno IV - n° 1 - pag. 17 Gennaio 2011 - 1°

DOSSIER

IMQ: RIUNIONE TECNICA ALBIQUAL

Nell’ambito della collaborazione IMQ – ALBIQUAL , anche per il 2011 IMQ prevede un incontro mensile con gli installatori. Il tema del prossimo incontro sarà: IMPIANTI FOTOVOLTAICI E NUOVO CONTO ENERGIA 2011-2013 L’appuntamento è per Lunedì 21 Febbraio 2011 ore 20,30 presso la sede di IMQ di Via Quintiliano, 43 a Milano.

www.imq.it


Anno IV - n° 1 - pag. 18 Gennaio 2011 - 1°

ULTIME DAI PRODUTTORI GE AMPLIA LA GAMMA RETROFIT CON LE NUOVE LAMPADE DÉCOR PER LA CASA

Lampada Led GLS CL E27 di GE Lighting

Lampada Led Globe E27 di GE Lighting

Si stima che una parte significativa della spesa elettrica della famiglia media, circa il 20%, sia imputabile all’illuminazione. Per contribuire a ridurre tale costo, GE Lighting lancia una gamma di lampadine LED ad alta efficienza e di lunga durata progettate per una grande varietà di applicazioni in ambito domestico. La sempre più ampia famiglia di lampadine LED retrofit offre una vasta gamma di forme, potenze e finiture per adattarsi alle esigenze tanto dell’utente finale quanto dell’applicazione commerciale. La famiglia comprende la forma a Goccia,Globo, Sfera e Oliva.Tutte condividono il dato di vita media, ben 15.000 ore, e sono prive di mercurio, così da rendere meno gravoso il loro impatto sul consumatore tanto in termini economici quanto ambientali. Inoltre, le lampadine LED sono ad accensione immediata e garantiscono massima luminosità con funzionamento “a freddo”, essendo basate su tecnologia a stato solido (cioè nessun filamento). L’attacco E27 presente nella la maggior parte delle lampadine LED di GE consente una facile sostituzione delle comuni lampadine a incandescenza. La forma a Goccia da 2 Watt, ad esempio, garantisce 60 lumen, un bianco “caldo” a 2900 Kelvin ed è disponibile nelle finiture satinata e trasparente. La lampadina Globo da 2,5 watt, disponibile con finitura bianca e trasparente, offre invece 80 lumen, sempre a luce bianca “calda” da 2900 Kelvin. Sia la Sfera che l’Oliva sono disponibili con finitura trasparente e satinata, con attacco E14 ed E27 per una maggiore flessibilità nell’uso come luce d’accento. Anche questi prodotti offrono 60 lumen e una temperatura di colore di 2900 Kelvin consumando solo 2 Watt. “Il retaggio di GE, inventore del LED, e il duro lavoro di ricerca e sviluppo dei sistemi LED per un’ampia varietà di applicazioni nell’ultimo decennio, sta dando oggi i suoi frutti in termini di risparmi energetici e di costi di manutenzione.” dice Il dottor Andrew Davies, Senior Product Manager Solid Lighting Solutions di GE Lighting. “Offriamo oggi una vasta scelta di lampade a LED retrofit - dai riflettori PAR alle lampadine globo, fino alle oliva decorative - per fornire una maggiore flessibilità nella scelta della lampadina che consenta di minimizzare i costi dell’energia e lo spreco di risorse ambientali.” L’opportunità per i consumatori di ridurre i costi energetici passando da una lampadina a incandescenza a una lampadina LED è notevole. “Poiché la vita media di una lampadina LED GE è 15 volte superiore a quella di una lampadina a incandescenza, il vantaggio è  considerevolmente maggiore di quanto appaia inizialmente, grazie al minor costo di manutenzione e smaltimento rifiuti. www.gelighting.it


Anno IV - n° 1 - pag. 19 Gennaio 2011 - 1°

ULTIME DAI PRODUTTORI DIAS PRESENTA LA NUOVA TASTIERA “TOUCH SENSE” Ciò che da sempre contraddistingue i sistemi di DIAS è la semplicità d’uso, il design e l’affidabilità. Sistemi quali Magellan, la tastiera Grafica e REM3, che presentano queste caratteristiche, hanno ricevuto in questi anni grandi apprezzamenti da parte degli addetti al settore e dei consumatori finali. L’ultima novità presentata dall’azienda è Touch Sense di Paradox: una tastiera di piccole dimensioni, unica nel suo genere e che funziona “a sfioramento”, come i più moderni sistemi di comunicazione tecnologica presenti oggi sul mercato. Touch Sense è quindi una tastiera che unisce alte prestazioni e tecnologia

all’avanguardia ad una linea elegante che ben si integra con lo stile del proprio arredamento. Semplicità di utilizzo ed intuitività sono altre due caratteristiche salienti della tastiera Touch Sense, compatibile con tutte le centrali Paradox serie EVO: • visualizzatore alfanumerico LCD con retroilluminazione blu ad alta visibilità, 2 righe di 16 caratteri con scritte programmabili; • 14 tasti per attivare le singole funzioni; • 3 tasti ad attivazione rapida per l’ allarme emergenza, • possibilità di regolazione della luminosità, della sensibilità tasti, del contrasto e

della velocità di scorrimento; • visualizzazione dell’ora in formato 12 o 24 ore; • programmazione degli avvisatori acustici in modo indipendente per ciascuna zona. Anche le dimensioni compatte - L137x H 82x P 21 mm - sono un ulteriore plus di questa nuova tastiera. Con la tastiera Touch Sense l’uso dei sistemi di allarme diventa parte delle abitudini quotidiane e la sicurezza parte integrante della nostra vita domestica.

www.dias.it

Tastiera Touch Sense di DIAS


Anno IV - n° 1 - pag. 20 Gennaio 2011 - 1°

ULTIME DAI PRODUTTORI CONNESSO L’IMPIANTO FOTOVOLTAICO DI REMER RUBINETTERIE juwi Energie Rinnovabili ha realizzato, grazie alla collaborazione con Solar Refeel Integrated Solutions, un impianto fotovoltaico da 513 kWp sulle coperture di uno degli stabilimenti di REMER RUBINETTERIE SpA, leader nazionale ed internazionale nel campo della produzione e vendita di rubinetteria e minuteria idraulica. Questo impianto da 513 kWp, installato sul tetto di uno stabilimento che si estende su un’area di 10mila mq, ha una superficie di 5mila mq e permetterà di evitare l’emissione in atmosfera di oltre 270 tonnellate di CO2 l’anno, a fronte di una produzione annuale di 514.000

kWh, equivalente al fabbisogno energetico di circa 180 famiglie. Con questa installazione fotovoltaica, connessa il 18 Dicembre 2010, REMER RUBINETTERIE si conferma come un’azienda all’avanguardia nel risparmio energetico e nel consumo consapevole dell’energia. Marco Margheri, AD di juwi Energie Rinnovabili, commenta così il progetto: “È grazie ad imprenditori illuminati come questi, che comprendono a pieno le potenzialità del fotovoltaico, che possiamo portare avanti la nostra mission di una diffusione capillare delle energie rinnovabili. Così Remer ci ha

dato la possibilità di immettere in rete più di 500mila kilowattora all’anno di energia pulita”. “Siamo entusiasti di poter inaugurare il grande impianto fotovoltaico creato in collaborazione con juwi Energie Rinnovabili e Solar ReFeel Integrated Solution sulla copertura di uno dei nostri stabilimenti di Cassano d’Adda, grazie al quale potremo contribuire a produrre oltre 500mila kilowattora di energia pulita da fonti rinnovabili nel rispetto dell’ambiente” ha dichiarato Antonio Repici, Presidente di REMER RUBINETTERIE SPA.

www.juwi.it

Impianto fotovoltaico dello stabilimento Remer Rubinetterie


Anno IV - n° 1 - pag. 21 Gennaio 2011 - 1°

GUIDA ALL’ACQUISTO

DA ASITA: www.asita.com TR16-RS485 di Asita T R16-RS485 misura la corrente generata da ogni singola stringa e, nell’istante in cui verifica una anomalia o un arresto di settore, ne rende l’identificazione estremamente semplice e veloce consentendo di agire nel luogo esatto in cui l’evento ha avuto luogo.  segue le 16 misure di corrente fino a 25 Ampere, tutte misurate tramite sensori ad effetto di Hall, dispone di un ingresso per la E misura della tensione di stringa fino a 1000Vcc, di 1 ingresso per termoresistenza PT100/PT1000, di 1 ingresso analogico 0/420mA per sensore ambientale (irraggiamento, velocità vento…) e di 3 ingressi a contatto pulito per rilevare lo stato logico di 3 segnali di campo (scaricatori, fusibili, funzionamento inverter, ecc …). T R16-RS485 è inoltre dotato di porte seriali RS485 con protocollo di comunicazione Modbus/RTU per abbinarsi al software di supervisione e monitoraggio Power-Studio.

7012SS di Asita  uesto calibratore portatile, pratico e compatto raccoglie le funzioni di generazione, simulazione e misura tipicamente utilizzate per Q il controllo dei processi industriali. Lo strumento permette di generare segnali di corrente fino a 25mA c.c., segnali di tensione fino a 25V c.c., genera una resistenza di 100Ω e simula segnali termoelettrici equivalenti alle corrispondenti temperature di ben 8 diverse termocoppie (K, E, J, T, R, S, B e N). La sezione di misura permette accurati rilievi di corrente (28mA c.c.) e tensione (28V c.c.) L o strumento è dotato di uscite separate e isolate dai terminali di ingresso per poter simultaneamente generare e misurare, visualizzando contemporaneamente i due valori sul grande display LCD. Dotato di memoria interna per la registrazione di 20 valori di uscita, attribuendone a ciascuno la durata nel tempo, con successiva attivazione in sequenza automatica o con comando manuale per simulare le caratteristiche di funzionamento proprie dell’apparecchio in prova. Predisposto al controllo tramite il computer utilizzando l’interfaccia seriale USB in dotazione.

3291 & PM11 di Asita  291 l’analizzatore amperometrico a pinza che, grazie alla particolare forma, 3 si adatta alle posizioni del cavo e del manutentore per una comoda e facile lettura del risultato. L’accattivante costruzione a “conchiglia” permette di aprire il pannello display e regolare l’inclinazione su un’escursione angolare di 180° per ottenere la migliore visuale indipendentemente dalla posizione di applicazione della pinza.  appresenta l’evoluzione delle pinze amperometriche con toroide di nuova R concezione (senza nucleo ferromagnetico) per misure fino a 1000A ed elaborazione in Vero Valore Efficiace (RMS).  roprio il toroide a forma di goccia e le dimensioni ridotte, rendono l’utilizzo P della pinza estremamente comodo anche in spazi molto angusti. PM11 invece è il tester adatto a tutte le tasche! È dotato di barra grafica, cambio scala e spegnimento automatici. Il coperchio rigido ne protegge display e comandi. Esegue misure di tensione c.c. e c.a., resistenza, prova diodi e continuità.

Asita srl Via Malpighi, 170 - 48018 Faenza (RA) Tel. 0546-620.559 - Fax 0546-620.857

Prova batterie portatile 3554 di Asita ASITA, per il controllo delle batterie ricaricabili, propone specifici modelli: il 3554 strumento portatile per eseguire le prove in loco, che può essere applicato pur mantenendo attivo il circuito di carica del gruppo batterie e quindi senza la necessità di spegnere il gruppo stesso. Il modello 3560 particolarmente adatto ad eseguire il controllo qualità delle batterie in produzione, predisponendosi anche a una gestione automatica della sequenze delle prove tramite l’interfaccia seriale RS232 o EXT I/O in dotazione. Tali modelli, consentono di effettuare un controllo simultaneo della resistenza interna e della tensione ai poli della batterie in modo semplice, rapido e affidabile senza nulla scollegare e senza creare fastidiosi disservizi.


ASITA Srl www.asita.com

Foto, disegni e testi Riproduzione vietata copyright ©. Tutti i diritti di riproduzione in qualsiasi forma, compresa la messa in rete, che non siano espressamente per fini di studio o professionali sono riservati. Per qualsiasi utilizzo che non sia individuale è necessaria l’autorizzazione scritta dell’Editore. Qualsiasi genere di materiale inviato in Redazione, anche se non pubblicato non verrà in nessun modo restituito. Si rende noto che i dati in nostro possesso sono impiegati nel pieno rispetto del D.Lgs. 196/2003. I dati trasmessi a mezzo questionari presenti nel periodico potranno venire utilizzati per indagini di mercato, proposte commerciali, o per l’inoltro di altri prodotti editoriali a scopo di saggio. L’interessato potrà avvalersi dei diritti previsti dalla succitata Legge. In conformità con quanto disposto dal codice di deontologia relativo al trattamento dei dati personali art. 2 comma 2, si comunica che presso la sede dell’Editore esiste una banca dati di uso redazionale. Gli interessati potranno esercitare i diritti previsti dal D.Lgs. 196/2003 contattando il Responsabile del Trattamento sig. Aldo Besozzi (besozzi@wattonweb.it). Informativa sulla Privacy Ai sensi dell’art. 13, d. lgs 196/2003 tutte le finalità dei dati relativi ai destinatari del presente periodico o di altri dello stesso Editore, consistono nell’assicurare una informazione tecnica, professionale e specializzata a soggetti identificati per la loro attività professionale. L’Editore, titolare del trattamento, garantisce ai soggetti interessati i diritti di cui all’art. 7 del d. lgs 196/2003.

INSERZIONISTI

GUIDA ALL’ACQUISTO

Anno IV - n° 1 - pag. 22 Gennaio 2011 - 1°

ASITA S.r.l. www.asita.com

EUROLUCE www.cosmit.it

DIVA SYSTEMS SAS www.diva.it

SOLAEXPO www.solarexpo.com

E.TECH www.etechexperience.com

Quindicinale di informazione per il mondo elettrotecnico e dell’illuminazione Direttore reponsabile Aldo Besozzi Redazione Tel. 02 73951380 Fax 02 73951380 E-mail: redazione@wattonweb.it www.wattonweb.it Editore: GIGACOM di A.F.G. Besozzi Via Garofalo, 5 - 20133 Milano P. IVA 12705670151 Graphic Designer: Lara Rossi Studio Reg. presso il tribunale di Milano n° 64 del 29/01/2008 Diffusione via web Copie spedite: 35.011 Inviare comunicati stampa a: redazione@wattonweb.it

visita wattonweb su Facebook


wattonweb n° 1 - 2011