Page 1

Da oggi è disponibile la

Guida italiana delle imprese per il fotovoltaico 2010/2011

a

a ital aian ana ian da ian itali ital ital Gui da da da Gui Gui Gui e per per per res eper rese rese imp res imp elle dimp delle leimp elle ddel aico volt taico aico aico vol volt il ilfoto volt foto foto ilfoto il

011 0/2 201 011 011 0/2 011 0/2 201 0/2 201 201

Con il patrocinio di Gifi - Anie

Anno III - n° 19 - pag. 1 Dicembre 2010 - 1°

visita wattonweb su Facebook

visita wattonweb su Facebook visita wattonweb su Facebook visita wattonweb

su Facebook

“Gli auguri di wattonweb” NEWS NEWS

La Redazione

pag. 3

pag. 2

La sottocapitalizzazione delle società di capitali italiane “Di fronte alle difficoltà finanziarie del momento ci vuole fantasia e dinamismo”. L’affermazione è del presidente della Provincia di Perugia Marco Vinicio Guasticchi che con ciò non vuole richiamare alla memoria la “finanza ...

NEWS

pag. 7

I risultati Ecolamp nella raccolta delle sorgenti luminose esauste Nel corso dei primi 9 mesi del 2010, Legrand ha realizzato un fatturato di 2,9 miliardi di euro, in aumento del 7,5%, ossia il 3,7% a struttura e tassi di cambio costanti, e registrato un risultato operativo aggiustato di 603 milioni di euro, in crescita del 39%. ...

RUBRICA

pag. 12

LED Festival Internazionale della Luce di Milano Un progetto culturale fermamente voluto dall’Amministrazione Comunale, in particolare dall’Assessore Maurizio Cadeo sostenuto dal Sindaco di Milano, Letizia Moratti, realizzato con il patrocinio del Ministero per i Beni ...

visita wattonweb su Facebook

NEWS EWS N

pag. 4

GIFI/ANIE risponde a Report Nella puntata andata in onda su RAI3 domenica 28 novembre, Report ha dedicato un approfondimento sul tema delle rinnovabili descrivendo, in particolare, gli incentivi alle rinnovabili come un “meccanismo perverso succhia soldi”. Non si è fatta attendere la risposta del GIFI (Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane) parte di ...

pag. 16

DOSSIER

SOLAREXPO punta sulle aree tematiche Solarexpo è l’appuntamento leader in Italia dedicato alle fonti rinnovabili. L’edizione 2010 ha registrato 1.268 aziende espositrici e case rappresentate, 485 aziende espositrici e case rappresentate estere (38%), 43 nazioni europee ed extraeuropee presenti, 105.000 mq di superficie espositiva coperta, 10 padiglioni fieristici. ...

GUIDA ALL’ACQUISTO

pag. 21

I nostri inserzionisti presentano la loro tecnologia frutto di una continua ricerca e i loro prodotti più avanzati garantiti da un continuo e accurato collaudo.


“ A tutti i nostri lettori e alle aziende che credono in noi affidandoci i loro comunicati e la loro pubblicità va il nostro più cordiale augurio di Buon Natale e di un Felice Anno Nuovo. La Redazione”


Anno III - n° 19 - pag. 3 Dicembre 2010 - 1°

NEWS LA SOTTOCAPITALIZZAZIONE DELLE SOCIETÀ DI CAPITALI ITALIANE “Di fronte alle difficoltà finanziarie del momento ci vuole fantasia e dinamismo”. L’affermazione è del presidente della Provincia di Perugia Marco Vinicio Guasticchi che con ciò non vuole richiamare alla memoria la “finanza creativa” di tremontiana memoria, bensì vuole sottolineare come a suo giudizio “se le Istituzioni pubbliche non abbandonano la tradizionale staticità che le ha fin qui contraddistinte, difficilmente riusciranno a cavarsela ed uscire bene dal periodo di crisi generalizzata che si sta attraversando”. Una fase in cui sugli Enti pesano i vincoli stringenti del Patto di stabilità interno da una parte e dell’accordo internazionale “Basilea 2” dall’altra. L’occasione per ri

Società

flettere sulla materia è stata offerta dal secondo dei tre seminari intitolati “Istituzioni e Finanza”, promossi e realizzato dalla Provincia di Perugia insieme a Unicredit Business Partner. Al seminario hanno partecipato Tommaso Sediari, Ordinario di Economia dell’Unione Europea – Università degli Studi di Perugia; Paolo Pasca, Direttore Banca d’Italia Sede di Perugia; Maurizio Del Savio, Direttore Generale BCC di Spello e Bettona e Giovanni Giorgetti, Direttore del Centro Studi Economico e Finanziario ESG89, che ha presentato l’analisi sulla patrimonializzazione delle società di capitali italiane.”Prendendo in esame la globalità delle Srl e Coop italiane, circa 1.250.000 soggetti – afferma

Capitale sociale

%

S.r.l. e Cooperative

inferiore a 20.000 euro

66%

(S.p.A.

inferiore a 100.000 euro

15%

Da sinistra Giovanni Giorgetti, Stefano Feligioni, Tommaso Sediari, Marco Vinicio Guasticchi, Paolo Pasca, Maurizio Del Savio

Giovanni Giorgetti – 2 società su 3 hanno un Capitale Sociale iscritto a bilancio inferiore a 20.000 euro e solo il 2,5% ha un valore superiore ai 500.000 euro. Fra le Spa, che risultano invece essere circa 50.000 in Italia, il 15% ha un capitale sociale inferiore al minimo legale, vale a dire sotto 100.000 euro e solo il 23% ha un valore superiore di 2.5mln di euro”. “Questa grave situazione riguardante in generale il livello del cosiddetto ‘Patrimonio aziendale’ – prosegue Giorgetti – renderà ancor più difficile il superamento dell’attuale crisi finanziaria da parte delle imprese, che non disponendo di sufficienti ‘mezzi propri’ stanno facendo molta fatica ad attingere al sistema del credito, in quanto non riescono a garantire un buon equilibrio finanziario”. “Un’anomalia a cui le imprese e gli imprenditori fanno fronte offrendo sempre più spesso garanzie personali. Un paradosso tutto italiano che rende le società e gli imprenditori, come persone fisiche, un pericoloso tutt’uno. Occorrerà pertanto che tutti gli attori della vita economica e di governo si adoperino affinché misure fiscali da un lato e maggiore formazione imprenditoriale dall’altra, contribuiscano ad ‘elevare’ il livello di cultura finanziaria delle nuove generazioni imprenditoriali italiane”. www.esg89group.com


Anno III - n° 19 - pag. 4 Dicembre 2010 - 1°

Enerpoint S.p.A. - Via Lavoratori Autobianchi, 1 - Lotto 22/n 20033 Desio (MI) - Tel: 0362/488.511 - Fax: 0362/622.180

www.enerpoint.it

NEWS GIFI/ANIE RISPONDE A REPORT Nella puntata andata in onda su RAI3 domenica 28 novembre, Report ha dedicato un approfondimento sul tema delle rinnovabili descrivendo, in particolare, gli incentivi alle rinnovabili come un “meccanismo perverso succhia soldi”. Non si è fatta attendere la risposta del GIFI (Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane) parte di Confindustria ANIE, che in una lettera indirizzata a Milena Gabanelli ha trasmesso alla redazione della testata alcune doverose precisazioni con l’auspicio che le stesse possano essere veicolate ai telespettatori. GIFI/ANIE con la pronta azione ha voluto in primo luogo evidenziare un aspetto importante che la trasmissione della Gabanelli ha trascurato: i benefici per il Sistema Paese che lo sviluppo del fotovoltaico ha creato – anche per effetto della Legge di incentivazione del Conto Energia. “La quasi totalità della forza lavoro impiegata nell’installazione e manutenzione degli impianti FV, figure professionali di elevata specializzazione e vario profilo, è italiana – si precisa nella lettera che GIFI/ANIE ha trasmesso alla Gabanelli. “In soli tre anni lo sviluppo del mercato fotovoltaico ha creato in Italia almeno 20.000 posti di lavoro lungo tutta la filiera e ne stimiamo ulteriori 70.000 per i prossimi 10 anni. Sono numeri importanti che ci permettono di osservare come, in un periodo di crisi economica come quello che stiamo vivendo, l’indu-

stria fotovoltaica italiana – anche beneficiando dell’incentivazione – ha potuto fronteggiare la crisi e nel contempo creare nuova occupazione.” GIFI/ANIE ricorda che oltre il 99% degli impianti fotovoltaici italiani sono di taglia piccola e media, con l’obiettivo di aiutare le famiglie e le aziende a ridurre significativamente le spese energetiche. Di contro l’1% di impianti di grande taglia, che in termini di potenza installata rappresenta una quota molto rilevante, aiuta il settore nel suo complesso, garantendo economie di scala che vanno a vantaggio anche dei piccoli utenti, con riduzioni nei costi d’impianto che in pochi anni sono diminuiti anche del 40%, unico caso tra le fonti energetiche disponibili. I costi reali per la collettività sono molto inferiori ai costi derivanti dalle tariffe incentivanti in quanto i ricavi del Conto Energia, a parte i casi in cui il proprietario dell’impianto è una persona fisica, sono soggetti a imposizione fiscale. Le aziende del settore, nate proprio grazie alla disponibilità di tali incentivi, restituiscono allo Stato tramite la normale fiscalità un’ulteriore importante quota dei fondi utilizzati per la diffusione degli impianti fotovoltaici. “In un contesto sicuramente favorevole l’industria fotovoltaica italiana rappresentata da GIFI/ANIE ha proposto al Governo di ridurre il valore dell’incentivo a partire dal 2011, in virtù del fatto che i prezzi per i componenti e i

sistemi fotovoltaici hanno registrato una significativa riduzione conseguente alle economie di scala raggiunte – si prosegue nella lettera. “Il ruolo degli incentivi è quello di accompagnare gradualmente la crescita del fotovoltaico, fino a quando sarà un mercato capace di “camminare con le proprie gambe”. Chi guarda agli incentivi come a un sussidio perenne o a una occasione di speculazione opera in errore. Le aziende riunite nel GIFI, che profondamente credono nel valore di questo mercato e nel valore che gli operatori della filiera possono offrire al nostro Paese, non hanno mai guardato agli incentivi in una logica di speculazione.” La lettera alla redazione di Report non ha tralasciato, infine, il delicato tema della legalità, dichiarando la ferma distanza delle aziende di GIFI/ANIE dal messaggio emerso chiaramente dai contenuti della trasmissione. Gli operatori che credono nello sviluppo del fotovoltaico in Italia, che hanno investito e creato occupazione negli anni, non condividono lo scenario delineato che associa al sistema delle rinnovabili un contesto di illegalità. “Report più volte in passato ha mostrato casi di Paesi europei quali buoni esempi da seguire in tema di sviluppo delle fonti rinnovabili, denunciando l’arretratezza dell’Italia – ha dichiarato Valerio Natalizia Presidente GIFI/ANIE. “La situazione oggi è finalmente cambiata, probabilmente grazie anche alle passate


DIVA Systems hardware|software|network computing

Anno III - n° 19 - pag. 5 Dicembre 2010 - 1°

NEWS denunce di Report - ha proseguito Natalizia - e di questo la trasmissione andata in onda lo scorso 28 novembre non ne ha tenuto conto, limitandosi a dare evidenza dei malfunzionamenti nei meccanismi di incentivazione e degli elevati costi per la collettività.” “I vantaggi economici e sociali di cui l’Italia beneficia dallo sviluppo del mercato fotovoltaico sono numerosi e le difficoltà nell’erogazione degli incentivi sono sì presenti ma in misura molto minore rispetto a quanto la redazione di Report

ha voluto darne notizia - ha proseguito ancora Natalizia. “Il rischio che ci preoccupa maggiormente è che nel pubblico si diffonda un’opinione sbagliata sul fotovoltaico. Alla luce degli oggettivi vantaggi per la collettività e, più in generale, per il Sistema Paese – ha concluso Natalizia - il fotovoltaico ha invece bisogno di un supporto fattivo da parte di testate di informazione importanti come Report e dai mezzi di comunicazione in generale”

Webbì Web

Business Solution Diva Systems S.a.s. Via Marescalchi, 19 - 20133 Milano Tel. 02/91534418 divamail@diva.it www.diva.it

Webbì è la Business Intelligence a misura delle PMI: meno costi; Presentazione del Corso maggiore competitività; più ricavi. Prova gratis per 3 mesi la soluzione Webbì


Anno III - n° 19 - pag. 6 Dicembre 2010 - 1°

NEWS ACCORDO RIELLO UPS – VYCON Riello UPS, uno dei massimi produttori al mondo nel settore dei gruppi di continuità, annuncia l’accordo con Vycon, uno dei più autorevoli operatori mondiali nel campo degli accumulatori di energia a sistema rotante, per commercializzarne in ambito EMEA (Europa, Medio oriente e Africa) gli innovativi sistemi a volano VDC (Voltage Direct Connect), ad altissima efficienza energetica e preziosi in alternativa o in affiancamento alle batterie “lead acid”. Ecologici ed estremamente affidabili, i VDC sono batterie meccaniche a volano che accumulano energia cinetica con una massa rotante. Mancando la corrente, il generatore del VDC converte l’energia cinetica in energia elettrica, alimentando gli apparati protetti dall’ UPS per il tempo necessario all’entrata in funzione del generatore di emergenza. I sistemi sono la soluzione ideale per applicazioni richiedenti la massima affidabilità senza compromessi. Rispetto alla tradizionale batteria “lead acid”, la tecnologia VDC offre i seguenti vantaggi: Può sostituire o affiancare le batterie per migliorare l’affidabilità e la vita del sistema Raggiunge un altissima efficienza (99.4%), ineguagliabile dai sistemi a batteria Riduce l’impatto ambientale (non usa piombo né acidi; ha minime esigenze di raffreddamento rispetto ai sistemi a batteria) È estremamente compatta (un sistema da 300kw si installa in soli 80x80 cm) La manutenzione è minima (sostituzione annuale dei filtri e della pompa

dell’olio, con il sistema in piena operatività) Ha una vita utile estremamente lunga (20 anni) Modularità, si espande semplicemente aggiungendo unità addizionali, senza conseguenze sulle capacità di carico o sul ciclo di vita Velocissima nel ciclo di scarica-ricarica, sopporta un elevatissimo numero di cicli È affidabilissima Non richiede onerose sostituzioni, abbassa il TCO (total cost of ownership), il costo di manutenzione e quello di smaltimento. L’installazione e la messa in funzione sono semplici, agevoli e veloci. Allargando la propria offerta con questi dispositivi ad altissimo livello di efficienza e minimo impatto ambientale, Riello UPS compie un ulteriore progresso sulla

strada dell’energia pulita e della ecosostenibilità, intrapresa e portata avanti con coerenza nel tempo, concretizzandola anche con iniziative innovative come il sistema di etichettatura ecologica dei propri UPS denominato “ecolevel”. Secondo Roberto Facci, direttore commerciale estero di Riello UPS, “… l’accordo con Vycon rafforza e completa la gamma di soluzioni che Riello UPS può proporre ai suoi clienti. La tecnologia dei VDC, per le sue caratteristiche di affidabilità, TCO ridotti ed ecosostenibilità è estremamente interessante per numerosi settori, da quello finanziario a quello bancario, dalla sanità ai servizi informatici e ai datacenter. Integrare questi sistemi con le soluzioni di Riello UPS sarà quindi un indiscutibile vantaggio per i nostri clienti in area EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa).”


Anno III - n° 19 - pag. 7 Dicembre 2010 - 1°

NEWS I RISULTATI ECOLAMP NELLA RACCOLTA DELLE SORGENTI LUMINOSE ESAUSTE Ecolamp, il Consorzio per il recupero e lo smaltimento di apparecchiature di illuminazione, ha raccolto Nei primi dieci mesi del 2010 oltre mille tonnellate di sorgenti luminose a basso consumo esauste. Il consorzio Ecolamp è stato costituito in Italia nel 2004 per adempiere alla normativa comunitaria e nazionale sul trattamento dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). In particolare è nato per gestire la raccolta ed il trattamento dei rifiuti derivanti da sorgenti luminose e apparecchi di illuminazione a fine vita, nel rispetto del Decreto Legislativo 25 luglio 2005 n. 151, “Attuazione delle direttive

2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell’uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), e allo smaltimento dei rifiuti. Dall’inizio dell’operatività, il 1° gennaio 2008, ad oggi, il Consorzio ha raccolto e avviato al trattamento ben 2.000 tonnellate di sorgenti luminose a fine vita, di cui la metà solo durante quest’anno. Nel 2008 erano state 155,6 le tonnellate raccolte, mentre nel 2009 sono state 832. In meno di tre anni di attività sono stati quindi recuperati circa 1.712 tonnellate di vetro, 79 di metalli e 57 di plastiche,

tutti materiali avviati al riciclo, mentre si è evitata la dispersione nell’ambiente di quasi 112 tonnellate di materiali tossico nocivi contenenti mercurio, pericoloso per l’ecosistema e la salute pubblica. Un significativo traguardo per l’Italia e per Ecolamp, che rappresenta la testimonianza dell’ efficacia delle azioni del Consorzio e dell’aumento della sensibilità ambientale di cittadini e professionisti del comparto illuminotecnico. www.ecolamp.it Consorzio per il Recupero e lo Smaltimento di Apparecchiature di Illuminazione

FATTURATO IN CRESCITA PER IL GRUPPO VONA Sull’autorevole allegato “Classifiche 2010” del mensile Costruire, il Gruppo Vona registra un successo segnando + 39% di fatturato rispetto all’anno precedente e conquistando la posizione n.101 tra tutte le imprese italiane con fatturato superiore ai 10 milioni di euro. Il dato che emerge dalle Classifiche relative ai bilanci 2009, pubblicate per il venticinquesimo anno di seguito dall’autorevole rivista di settore, è confortante per il Gruppo che, nonostante l’annata nera per il settore edilizio, tiene testa alla crisi facendo registrare ben 7 posizioni in più rispetto allo scorso anno. Secondo quanto rilevato dall’’Osservatorio Congiunturale sull’Industria delle Costruzioni, curato dall’Ance, il clima di incertezza che sta attraversando il Paese, tuttora non risparmia il settore delle costruzioni: la crisi, originata negli Stati Uniti

e acuitasi nell’ultima parte del 2008, ha prodotto un impatto rilevante sul settore delle costruzioni per tutto il 2009, ampliando l’intensità della recessione già in atto nella seconda metà dell’anno precedente. Secondo lo studio i fattori di crisi avrebbero sottratto, nel periodo 20082010, all’evoluzione prevista del volume degli investimenti in costruzioni circa 10,8 punti percentuali. Anche il dato Istat relativo al 2009 conferma che gli investimenti in costruzioni sono diminuiti del 7,7% in termini reali rispetto all’anno precedente, dato che si mantiene sostanzialmente stabile nel primo semestre del 2010 che chiude con un calo dell’7,1%. La recessione economica, dunque, resta un dato di fatto ma sopravvivono le aziende che, come Vona, non hanno ridotto drasticamente le spese per gli investimenti malgrado le incertezze del qua-

dro economico generale e il calo della domanda interna. I primi segnali di attenuazione della crisi che si stanno intravedendo in questo finale d’anno sono incoraggianti per l’intero Gruppo, che ha il vantaggio competitivo di partire da un trend positivo sul mercato e che proseguirà anche per il 2011, da un lato nella tradizionale attività edilizia residenziale e non, che porta avanti ormai da più di un secolo, dall’altro nella realizzazione di impianti per le energie rinnovabili in grado di sfruttare tecnologia, innovazione e solide basi ingegneristiche. www.gruppovona.com


Anno III - n° 19 - pag. 8 Dicembre 2010 - 1°

NEWS FULVIO CARLO TOMA NUOVO CCO DI ELETTRONICA SANTERNO Elettronica Santerno S.p.A., società del Gruppo Carraro, protagonista da oltre 40 anni nel mercato delle energie rinnovabili, ha nominato Fulvio Carlo Toma Chief Commercial Officer dell’azienda. 50 anni, laureato in Fisica all’Università di Milano si è specializzato in strategie di business attraverso prestigiosi master a Madrid e in America. Toma ha maturato esperienza in realtà internazionali di grande rilievo, assumendo ruoli di responsabilità in CAP GEMINI, General Electric e Siemens. Iscritto

all’Ordine Nazionale dei Giornalisti, è anche autore di oltre 200 pubblicazioni che l’hanno portato a presiedere cattedre in Italia ed Europa, fino a cooperare con Università e Centri di Ricerca negli Stati Uniti. Come Chief Commercial Officer, Fulvio Carlo Toma ha l’incarico di coordinare e gestire la rete commerciale e tutte le filiali di Santerno in Italia e all’esterno. Si occuperà, in particolare, delle strategie commerciali e di sviluppo dell’organizzazione, interfacciandosi con un mercato

in forte via di sviluppo come quello del fotovoltaico. “Questa è una nuova avventura che intraprendo con orgoglio ed entusiasmo. Elettronica Santerno è una solida realtà nel panorama internazionale con ambiziosi obiettivi sia nelle rinnovabili che nel settore industriale. Il mio contributo sarà di favorire la crescita dell’azienda consolidando gli attuali trend positivi anche nei prossimi anni”, ha dichiarato Fulvio Carlo Toma.

www.elettronicasanterno.it

Fulvio Carlo Toma nuovo CCO di Elettronica Santerno


www.antrox.net antrox@antrox.net

Progettiamo, produciamo e forniamo lampade a catodo freddo dal 1985 Attraverso la nostra decennale attività di ricerca e sviluppo abbiamo specializzato la nostra produzione per utilizzo in tutte le applicazioni dell’illuminazione architetturale, sia in interni che all’esterno.

Diametri utili da 8 mm a 25 mm, con cui realizziamo lampade con lunghezze che vanno da pochi centimetri a tre metri, in modo da avere sempre a disposizione le dimensioni giuste che soddisfano ogni necessità, anche in caso di installazione in spazi particolarmente angusti, dove l’utilizzo di qualsiasi altra sorgente luminosa tradizionale verrebbe precluso.

ANTROX S.r.l. Via Fioretti, 10 - 60131 Ancona (AN) Tel. +39 071 9941189 - Fax +39 071 2865150 ANTROX ITALIA - Milano Tel. +39 02 36592746 - Fax +39 02 70105742


Anno III - n° 19 - pag. 10 Dicembre 2010 - 1°

RUBRICA ENERGY EFFICIENCY AWARD 2010: ABB PREMIA LE AZIENDE PIÙ VIRTUOSE Si è svolta presso la sede centrale ABB di Sesto S. Giovanni, la terza edizione dell’Energy Efficiency Award: le aziende premiate per il loro impegno per l’efficienza energetica e per i risultati ottenuti sono Accenture, Fiera Milano, RFT del Gruppo SKF e Unicalce. Le quattro importanti realtà, attive in diversi settori industriali e del terziario, hanno scelto ABB come partner tecnico per realizzare interventi di miglioramento nei propri stabilimenti e nelle proprie sedi. Com’è ormai consuetudine per questo evento promosso e realizzato da ABB, l’Energy Efficiency Award 2010 ha visto la partecipazione di esperti, giornalisti e

soprattutto di molti operatori, aziende ed enti che quotidianamente si confrontano con i problemi del contenimento dei costi energetici e della riduzione dell’impatto ambientale. La premiazione è stata preceduta dagli interventi di Gilberto Callera, presidente World Energy Council Italia, Massimo Beccarello, direttore Energia di Confindustria, Alessandro Clerici, coordinatore della task force sull’efficienza energetica di Confindustria e Rino Romani, responsabile dell’unità tecnica dell’efficienza energetica di ENEA. Ha presentato e coordinato l’incontro la giornalista Tessa Gelisio.

PHILIPS ILLUMINA IL DUOMO DI MILANO La Philips completa e rende permanente l’illuminazione del Duomo di Milano in occasione del LED Festival Internazionale della Luce di Milano, l’evento organizzato dal Comune di Milano che mette in scena dal 4 Dicembre 2010 al 10 Gennaio 2011 nelle piazze e vie della città allestimenti e installazioni luminose di grandi designer e prestigiose aziende del settore. Il progetto Philips di illuminazione del Duomo, denominato “Luce Sacra”, ha avuto inizio lo scorso anno durante la precedente edizione 2009 del Festival, dove si è distinto come il più apprezzato dai milanesi vincendo il primo premio: le vetrate della facciata e dell’abside sono state fatte risplendere, rendendo per la prima volta visibili dall’esterno della chiesa i disegni e i colori dei vetri istoriati. L’importante novità del 2010 consiste nel completamento dell’illuminazione delle vetrate, esteso alle finestre laterali e al corpo d’ingresso e, soprattutto, nella resa permanente del progetto. La nuova illuminazione prenderà avvio in concomitanza con l’inaugurazione dell’edizione 2010 del Festival alla presenza delle istituzioni e personalità pubbliche.

L’efficienza energetica è uno dei pilastri delle strategie globali di ABB e l’Energy Efficiency Award mira da un lato a diffondere una maggiore consapevolezza sul tema, dall’altro a dimostrare che anche con interventi semplici e rapidi è possibile conseguire consistenti risparmi con tempi di pay-back estremamente ridotti. Tutte e quattro le aziende si sono avvalse del supporto di ABB in termini sia di studio degli interventi, sia di fornitura e messa in servizio delle apparecchiature. www.abb.it

www.philips.it

Il Duomo di Milano prende vita grazie all’illuminazione Philips


Anno III - n° 19 - pag. 11 Dicembre 2010 - 1°

RUBRICA TARGETTI DA NUOVA LUCE ALLA CAPPELLA DI ELEONORA DI AGNOLO BRONZINO Dopo aver firmato la regia illuminotecnica di alcuni dei tesori più importanti del patrimonio artistico mondiale (come il David di Michelangelo e l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci), TARGETTI ha recentemente realizzato un intervento destinato a rendere fruibile sotto una nuova luce uno dei luoghi più preziosi della città di Firenze, la mirabile Cappella di Eleonora a Palazzo Vecchio. Frutto di un lavoro congiunto tra l’azienda (terzo player europeo nel settore dell’illuminazione architettonica), il Comune di Firenze e i curatori del Museo di Palazzo Vecchio, il nuovo allestimento illuminotecnico mira a rendere percepibile in una pienezza finora impensabile la straordinaria ricchezza cromatica di uno dei capolavori indiscussi dell’arte cinquecentesca: gli affreschi di Agnolo Bronzino che rivestono interamente la Cappella fatta costruire nel 1540 da Cosimo I de’ Medici per il culto privato della moglie Eleonora di Toledo. Grazie a questo intervento, l’opera viene restituita al pubblico nella sua piena leggibilità, gravemente compromessa dall’illuminazione preesistente, del tutto inadeguata. La sorprendente efficacia del risultato si deve all’impiego del sistema di luce modulata Optagon, una sofisticata tecnologia recentemente messa a punto dal Dipartimento Ricerca e Sviluppo di TARGETTI che, grazie all’impiego combinato di LED di ultima generazione, di ottiche dall’innovativa conformazione ottagonale e di un complesso dispositivo di gestione digitalizzata del flusso lu-

minoso, assicura e certifica una resa del colore delle superfici illuminate che non ha uguali. Il prodotto impiegato: OPTAGON – ART THINKING ECCELLENTE RESA CROMATICA - Ogni materiale impiegato nella realizzazione di un’opera ha una propria consistenza, una precisa frequenza cromatica e un diverso comportamento alla luce. La fedele restituzione dei colori è legata al rapporto tra ciascuno di questi fattori e la composizione spettrale della luce. La tecnologia di OPTAGON, grazie all’ausilio combinato di innovativi LED di colore diverso, emette una luce con una composizione spettrale in tutte le lunghezze d’onda e capace dunque di restituire i colori con assoluta verità. Modulando la composizione e le diverse intensità di ciascun LED è possibile personalizzare la luce emessa calibrandola sulle diverse proprietà cromatiche dell’opera. LUCE SICURA - L’utilizzo di LED di ultima generazione garantisce un’ottima qualità della luce senza rischi per l’opera illuminata. Concentrata solo nello spettro del visibile, la luce emessa da OPTAGON elimina i raggi ultravioletti (UV) e gli infrarossi (IR), entrambi estremamente dannosi perché molto energetici gli uni e conduttori di calore gli altri, preservando così il microclima dell’ambiente illuminato. LUCE CERTIFICATA - Il sofisticato sistema ottico brevettato di OPTAGON permette di miscelare con straordinaria

omogeneità la diversa emissione cromatica di ciascuno dei 16 micro LED che ne costituiscono il cuore. La geometria ottagonale delle ottiche, la loro profondità, unitamente all’utilizzo di un filtro olografico dedicato, garantiscono un perfetto controllo dell’emissione luminosa e assicurano il massimo risultato certificato da Targetti in termini di qualità e precisione.

OPTAGON di Targetti

Paticolare di un affresco della Cappella di Eleonora di Agnolo Bronzino illuminato con Optagon di Targetti


Anno III - n° 19 - pag. 12 Dicembre 2010 - 1°

RUBRICA LED FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLA LUCE DI MILANO Un progetto culturale fermamente voluto dall’Amministrazione Comunale, in particolare dall’Assessore Maurizio Cadeo sostenuto dal Sindaco di Milano, Letizia Moratti, realizzato con il patrocinio del Ministero per i Beni e Attività Culturali Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia; Expo 2015; ADI, AIDI, APIL, ASSIL. Partner istituzionali: Camera di Commercio, A2A, Fondazione AEM, MM, ATM. Un appuntamento atteso, dopo il successo della precedente edizione, che per il 2010 ‘raddoppia’ le opere di luce in città, presentando 60 allestimenti scenografici di illuminazione. Un Festival che mette in scena l’eccellenza creativa, tra grandi designer e giovani talenti, e l’eccellenza produttiva di prestigiose aziende del settore, nazionali e internazionali. Un percorso espositivo dal prossimo 4 dicembre e fino al 10 gennaio 2010, dal centro alla periferia, tra proiezioni architetturali, allestimenti e installazioni luminose, con il coinvolgimento degli studenti delle più importanti scuole di design della città. Naba, Domus Academy, IED, Politecnico di Milano - Facoltà del Design, SPD. Al loro fianco i grandi light designer e artisti della scena contemporanea internazionale: Karim Rashid, Hub Ubbens, Gilbert Moity, Alain Guilhot, Piero Ca-

stiglioni, Denis Santachiara, Carlotta De Bevilacqua, Castagna & Ravelli, Fabio Novembre, Matteo Thun, Michele De Lucchi, Luca Trazzi. Maurizio Cadeo, l’instancabile assessore promotore del Festival, ha dichiarato: “La luce può giocare un ruolo fondamentale per il futuro delle grandi metropoli, in termini di estetica, sicurezza e sostenibilità ambientale. Con la luce le città si trasformano proponendo nuove suggestioni al nostro passo contemporaneo… dalla luce delle antiche vetrate della Cattedrale all’avveniristica Torre a Led e pannelli solari, il Festival Led 2010 accende lo sguardo sul progresso umano. Milano, prima città europea ad avere quartieri illuminati dalla luce elettrica, celebra i suoi cento anni di Luce e l’evoluzione dalla luce a gas all’illuminazione ad incandescenza fino all’utilizzo delle più avanzate tecnologie e risorse energetiche alternative”. Milano LED 2010, attraverso il partner internazionale L.U.C.I. entra nel circuito dei grandi Festival della Luce europei, dalla città di Lione, con “La Fête des Lumières”, a Torino con “Luci d’artista”, Francoforte, Londra, Parigi e Berlino. Con il Festival della luce, Milano capitale mondiale del design, promuove la sua immagine internazionale anche in termini di innovazione e sostenibilità am-

bientale, di ricerca, di polo universitario d’eccellenza, di punto di riferimento di un settore manifatturiero protagonista in Europa e nel mondo. Molte le novità di questa edizione che potranno contribuire ad incontri e conoscenze per le vie e piazze della città, con il primo Circuito di Luce: da un “segno” di luminoso simbolo ed emblema del Festival in prossimità degli spazi espositivi e commerciali; Light Dinner, menu della luce nei ristoranti di alta gamma della città in collaborazione con Giallo Milano; con Led Mobility si illuminano le antiche e apprezzate vetture del tram, e un treno speciale luminoso ed ecosostenibile attraverserà come un filo luminoso il cuore della città per condurre i visitatori lungo il percorso delle luci del Festival; Led Satellite, allestimenti di luce che coinvolgono prestigiose aziende del settore, che andranno ad ampliare il circuito delle opere di luce in città. www.comune.milano.it


Anno III - n° 19 - pag. 13 Dicembre 2010 - 1°

RUBRICA 310.000 KG DI CO2 RISPARMIATA GRAZIE ALL’IMPIANTO FOTOVOLTAICO DONATO DA SOLARWORLD AL VATICANO Sono quasi 310 le tonnellate di anidride carbonica risparmiate nei primi due anni di attività dall’impianto fotovoltaico costruito da SolarWorld sul tetto dell’Aula Palo VI in Vaticano nel novembre del 2008. Merito dei 442 mila kWh di energia pulita prodotta in 24 mesi da un sistema costituito da più di 2.400 moduli solari che si estendono armoniosamente su una superficie di ben 5.000 mq, corrispondente a quella di un campo da calcio. Gli straordinari risultati di questo progetto, che vede unite la Santa Sede e SolarWorld - società tedesca leader mondiale nella costruzione di pannelli solari -, sono stati illustrati in occasione della presentazione del libro “L’energia del sole in Vaticano”, svoltasi oggi nella

Sala Conferenze dei Musei Vaticani. L’azienda, con sede a Bonn, città dove l’attuale Papa Benedetto XVI è stato per molti anni vescovo, sulla scia dei frequenti richiami della Santa Sede all’importanza dello sviluppo delle energie alternative, ha voluto venire incontro alla volontà dello Stato del Vaticano di realizzare un impianto di conversione dell’energia solare. I pannelli sono stati montati sulla copertura ondulata dell’Aula delle Udienze, preservando la singolare estetica dell’edificio tardo barocco a due passi da San Pietro. I moduli, infatti, sono stati installati da SolarWorld in sostituzione dei pannelli in calcestruzzo, riproducendo la dimensione dei tegolini originali.

La potenza generata dall’impianto ogni giorno, viene inviata alle macchine inverter, convertita in energia alternata e poi trasferita alla cabina di trasformazione ubicata nel piano interrato della stessa Aula delle Udienze. L’energia elettrica pulita prodotta dal generatore solare viene immessa nella rete elettrica vaticana a parziale copertura dei consumi della stessa Aula e dei palazzi limitrofi. Per questo tetto solare, il Vaticano ha ottenuto il Premio solare europeo del 2008, conferito da Eurosolar, l’associazione europea per le energie rinnovabili, per progetti innovativi e particolari riguardanti l’impiego di energie rinnovabili.

Impianto fotovoltaico donato da SolarWord al Vaticano

www.solarworld-italy.com


Anno III - n° 19 - pag. 14 Dicembre 2010 - 1°

RUBRICA MODULI FOTOVOLTACI MADE IN BIELLA, GRAZIE AI FINANZIAMENTI DELLA REGIONE PIEMONTE V-Energy srl, giovane azienda produttrice di moduli fotovoltaici, è una società nata nel 2008 dall’intuito di alcuni professionisti che già operavano nel settore, unito al contributo imprenditoriale di una società immobiliare. A questo primo nucleo si sono aggiunti nuovi apporti da parte di imprenditori milanesi che hanno creduto nell’idea e nel progetto imprenditoriale ispiratore. V-Energy è nata anche grazie a Biella Produces, progetto inteso ad attrarre nuove realtà imprenditoriali nel territorio biellese, secondo un’innovativa modalità di sostegno progettata per sfruttare sinergicamente leggi ed opportunità che la Regione Piemonte ha riservato al territorio. V-Energy è una realtà in controtendenza, convinta di poter mantenere una propria identità di produzione industriale in Italia, contrariamente ai tantissimi che hanno ormai delegato ad alcuni paesi asiatici la produzione industriale. Il sostengo di Biella Produces, soprattutto nella fase di start up è stato fonda-

Team V-Energy

mentale. Il finanziamento concesso agli imprenditori è stato di euro 1.841.000, a cui si sono aggiunti servizi di consulenza e supporto logistico che hanno permesso a V-Energy di farsi conoscere dapprima a livello regionale e poi nazionale. “Il 2009 è stato per noi un anno di start up”, spiega Maurizio Beggiato “abbiamo iniziato con la formazione di operai e tecnici in febbraio, per poi avviare la produzione nel mese di giugno. Abbiamo chiuso il 2009 con un fatturato di 4 milioni, per il 2010 prevediamo un aumento a circa 12 milioni, poiché aggiungeremo anche una seconda linea produttiva che ci consentirà produzione maggiore e di migliore qualità. La qualità, infatti, per noi è un elemento fondamentale, perché ci consente di differenziarci dai prodotti della concorrenza dei paesi asiatici”. Produzione di qualità, prodotti “speciali”, determinazione e fiducia nel volersi inserire in un mercato in forte espansione sono i nostri punti di forza. V-Energy ha una linea di produzione con

una potenza produttiva annua, su 8 ore, di 7MW, che possono diventare 20 MW su 3 turni. La sede, in cui ha trovato collocazione l’azienda, è un immobile di tot. mq 2.800 destinato fino a qualche anno fa alla produzione tessile. Inoltre ci troviamo in una posizione strategica anche dal punto di vista logistico, siamo molto soddisfatti. L’escalation positiva che ha caratterizzato questo primo anno di attività ci consente di guardare anche ai mercati esteri quali l’Est Europeo, il prossimo passo infatti sarà di spingerci verso paesi come la Repubblica Ceca, la Romania e la Bulgaria dove abbiamo già messo il primo piede, il nord Africa, La Francia e l’UK”. V-Energy sta attivando inoltre delle collaborazioni con il Parco Tecnologico di Torino, il punto di riferimento per la sperimentazione di nuove tecnologie nel mondo delle rinnovabili. www.v_energy.biz

Produzione di un pannello fotovoltaico V-Energy


Nuova linfa ai vostri impianti

I Vostri impianti sono obsoleti? Il nostro servizio li riattualizza. Ogni intervento è completo: verifica dello stato di usura dei componenti, anche attraverso ispezione termografica; fornitura di ricambi anche fuori produzione; aggiornamento delle parti esistenti; collaudo. Gli interventi sono effettuati nella nostra officina o direttamente presso le sedi industriali e a bordo di navi. Non meno importante ci occupiamo di tutte le operazioni di manutenzione periodica perchè i Vostri impianti siano sempre efficienti.

Evergreen

Azienda certificata ISO 9001: 2000 Via Carducci, 29 - 24066 Pedrengo (Bergamo) Tel. e Fax 035657164 - Tel. officina 035656026

grenasrl@grenasrl.com www.grenasrl.com


Anno III - n° 19 - pag. 16 Dicembre 2010 - 1°

www.solarexpo.com

DOSSIER SOLAREXPO PUNTA SULLE AREE TEMATICHE Solarexpo è l’appuntamento leader in Italia dedicato alle fonti rinnovabili. L’edizione 2010 ha registrato 1.268 aziende espositrici e case rappresentate, 485 aziende espositrici e case rappresentate estere (38%), 43 nazioni europee ed extraeuropee presenti, 105.000 mq di superficie espositiva coperta, 10 padiglioni fieristici. Sono stati 69.500 i visitatori professionali qualificati registrati e 230 giornalisti specializzati intervenuti. 54 convegni, seminari, corsi, eventi collegati che hanno visto la partecipazione di 415 relatori nazionali e internazionali intervenuti agli appuntamenti convegnistici con 5.320 partecipanti registrati. 390.000 indicizzazioni Google™. A Solarexpo 2011 saranno in mostra quattro aree tecnologiche dedicate ai temi di maggiore attualità: Polygen, il technology focus dedicato alla cogenerazione distribuita e alla trigenerazione; PV Supply Chain, dove saranno in mostra tutte le tecnologie dedicate alla filiera del fotovoltaico; l’area CSP - CPV

(concentrating solar power) dedicata alle nuove tecnologie di concentratori solari ed Ecomove con l’esposizione di mezzi di trasporto innovativi e a basso impatto ambientale. In mostra a Solarexpo anche cinque aree esterne: area eolico, area CSP, area inverter, area tracker e area dinamica bioenergie, per dare spazio alla grandi tecnologie. I percorsi tecnologici sono pensati per far dialogare al meglio gli espositori con i visitatori e ottimizzare i contatti business.“Per la prossima edizione di Solarexpo stiamo puntando molto sulle aree tematiche – spiega Sara Quotti Tubi, direttore di Solarexpo. – Abbiamo deciso di focalizzare l’attenzione su particolari tecnologie o filiere, che per loro natura spiccano con decisione nel sempre più vasto panorama espositivo dei pannelli solari. A Solarexpo tutte le tecnologie rinnovabili trovano la loro collocazione, la nostra mission - conclude Sara Quotti Tubi - è potenziarle e valo-

rizzarle al massimo.” Il successo della strategia espositiva di Solarexpo è dimostrata anche dai numeri. A più di cinque mesi dall’apertura della fiera sono già sold out tutti i padiglioni e per dare la possibilità alle aziende che sono in lista d’attesa di esporre sarà aperto un ulteriore padiglione all’interno del quartiere fieristico. Solarexpo arriva così a 11 padiglioni di esposizione di tecnologie rinnovabili. Solarexpo sarà affiancato dalla quinta edizione di Greenbuilding, la mostra-convegno internazionale dedicata all’efficienza energetica e all’architettura sostenibile. Due eventi, un’unica visione strategica e una grande sinergia, per offrire la più completa rassegna di prodotti, tecnologie e soluzioni nell’ambito delle rinnovabili e dell’architettura sostenibile. L’appuntamento con Solarexpo & Greenbuilding è dal 4 al 6 maggio 2011 presso la Fiera di Verona. www.solarexpo.com


Anno III - n° 19 - pag. 17 Dicembre 2010 - 1°

DOSSIER CORSO SOLARELIT: IL NUOVO CONTO ENERGIA 2011-2013 Il Nuovo Conto Energia 2011-2013 e le incentivazioni, in una giornata dedicata, apriranno il percorso formativo 2011 di Solarelit Srl. Arrivati alla loro 20a edizione, i corsi, che hanno il Patrocinio di Collegi e Ordini professionali della Lombardia, (l’elenco completo sul sito www.solarelit.it) hanno come obiettivo quello di fornire gli strumenti tecnici, pratici e gli elementi normativi in materia di progettazione, installazione, finanziamento dei sistemi fotovoltaici e geotermici, conoscenza base sulla radiazione solare, sul principio della conversione fotovoltaica e dell’impianto geotermico.

Le date 15 Febbraio IL NUOVO CONTO ENERGIA 2011-2013 (8 ore) g li incentivi e tutte le novità legislative 16-17 Febbraio IMPIANTI FOTOVOLTAICI e LABORATORIO DI PROGETTAZIONE (16 ore) tecnologia fotovoltaica, componentistica elettrica e fattibilità

22 Febbraio GEOTERMIA A BASSA ENTALPIA (8 ore) come funziona, perchè conviene Sede dei corsi Solarelit srl via Colombo 12 - Corsico (Mi) Per ricevere i programmi completi scrivere a corsi@solarelit.it, oppure contattare allo 02 4862191 Roberta De Palo

www.solarelit.it

CORSO ISES ITALIA: PROGETTAZIONE FOTOVOLTAICA E TERZO CONTO ENERGIA ISES Italia organizza il corso: Progettazione fotovoltaica e terzo Conto Energia. Il corso si terrà presso l’Hotel Lancelot Via Capo d’Africa, 47 a Roma nei giorni 19-21 gennaio 2011 con i seguenti orari: Mercoledì 19 gennaio 2011 ore 10.00/13.30 e ore 14.30/18.30 Giovedì 20 e Venerdì 21 gennaio 2011 ore 9.00/12.30 e ore 13.30/18.00. Indirizzato a professionisti e tecnici interessati alla progettazione e alla pratica

impiantistica dei sistemi fotovoltaici e alla corretta predisposizione delle richieste di incentivazione secondo le regole del Terzo Conto Energia (in vigore dal 1° gennaio 2011) e le procedure indicate dal GSE. Con un approccio professionalizzante immediatamente spendibile nel settore fotovoltaico, durante il corso vengono fornite le informazioni progettuali di base, illustrati progetti tipo ed esaminate le attuali procedure. Destinatari del corso sono: Ingegneri, architetti, geometri, periti industriali, in-

stallatori, consulenti del settore, energy manager, tecnici di amministrazioni pubbliche. Coordinatore scientifico del corso è l’ing. Luca Rubini. www.isesitalia.it


Conergy Italia SpA - Via Zamenhof 200 - 36100 Vicenza - Tel. 0444380131 - Fax 0444580122

Anno III - n° 19 - pag. 18 Dicembre 2010 - 1°

info@conergy.it - www.conergy.it

ULTIME DAI PRODUTTORI BPT PRESENTA LYNEA BASIC COLOR Con la sua eleganza frutto del design Made In Italy, LYNEA BASIC COLOR di BPT è l’evoluzione a colori del tradizionale videocitofono Lynea Basic, rinnovato nelle funzioni e adatto a qualsiasi esigenza, che contribuisce al completamento di gamma della serie Lynea. Già disponibile nella versione videocitofonica in bianco/nero, LYNEA BASIC COLOR si caratterizza per il monitor a colori da 3,5’’ e per la grande semplicità di installazione e di utilizzo.

LYNEA BASIC COLOR è inoltre dotato delle funzioni Intercom e Master/ Slave: la prima permette di creare gruppi comunicanti grazie alla programmazione dei due pulsanti ausiliari come pulsanti Intercom; la seconda permette invece, in caso di chiamata in contemporanea, di attivare la comunicazione audio/video sul derivato interno dal quale si risponde, sia esso il principale (Master) o secondario (Slave), senza l’ausilio di alimentatori o cavi aggiuntivi.

LYNEA BASIC COLOR consente di scegliere il numero di squilli e di selezionare fino a 4 diverse melodie di chiamata, da posto esterno o da pianerottolo. Nella versione accessoriabile dispone di 6 vani per l’aggiunta di pulsanti ausiliari e ulteriori accessori. LYNEA BASIC COLOR può essere adoperato in impianti videocitofonici X1 a 2 fili e in impianti con tecnologia digitale XIP ed è disponibile anche per l’installazione da tavolo con opportuno supporto.

www.bpt.it

Videocitofono LYNEA BASIC COLOR di BPT


ENNERAY S.p.A. - Via JFKennedy, 10 - 40069 Zola Predosa (BO) - Tel: +39.051.61.62.601 - Fax: +39.051.61.62.640 info@enerray.com - www.enerray.com

Anno III - n° 19 - pag. 19 Dicembre 2010 - 1°

ULTIME DAI PRODUTTORI IL GRUPPO BPT HA PARTECIPATO ALLA FIERA INTERNAZIONALE DELLE COSTRUZIONI ACETECH DI MUMBAI BPT è stata presente dall’11 al 14 novembre alla prestigiosa Fiera Internazionale delle Costruzioni ACETECH di Mumbai (India), la più grande manifestazione espositiva asiatica dedicata ad architettura, design, arredamento, illuminazione e tutto ciò che riguarda più in generale il settore delle costruzioni. Per il Gruppo BPT l’evento è stato l’occasione ideale per presentare i propri prodotti delle famiglie Videocitofonia, Domotica e illuminazione a LED, caratterizzati da tecnologia evoluta e design made in Italy, due elementi che da sempre hanno permesso di accrescere la popolarità di BPT nei mercati esteri. Nello stand BPT Group è stata esposta la gamma completa di videocitofoni

(Lynea, Ophera, Mitho e Nova) accanto ai prodotti customizzati appositamente per il mercato indiano. Grande risalto è stato dato all’innovativo sistema videocitofonico digitale XIP adatto per impianti estesi, che permette di cablare distanze illimitate mantenendo la connessione di tipo tradizionale verso le targhe e i derivati interni. All’interno dello spazio è stato inoltre riprodotto un ambiente living room nel quale sono state presentate le funzionalità del sistema domotico Home Sapiens di BPT, quali l’automazione di porte e finestre, il controllo delle luci, la termoregolazione dell’impianto di riscaldamento, la climatizzazione e l’attivazione degli scenari, tutto gestibile e controllabile da

terminale o anche da remoto attraverso SMS dal cellulare. Una sezione dello stand è stata dedicata agli apparecchi d’illuminazione Domino LED, caratterizzati per le ridotte dimensioni, la durabilità nel tempo, il basso consumo energetico, l’altissima resa e non per ultime le caratteristiche di sostenibilità e flessibilità d’impiego. ACETECH ha rappresentato per BPT un’importante occasione per consolidare i rapporti esistenti nel mercato indiano, nonché un’ottima vetrina per generare nuovi contatti, tra cui Hiranandani Group, Lokhandwala Infrastructure e Lok Housing Group, destinati a generare interessanti opportunità di business.

www.bpt.it

Stand BPT a ACETECH di Mumbai (India)


Anno III - n° 19 - pag. 20 Dicembre 2010 - 1°

ULTIME DAI PRODUTTORI GENERA, SIMULA E MISURA TUTTO IN UNO: IL NUOVO CALIBRATORE PORTATITE ASITA Asita presenta il calibratore portatile 7012SS. Pratico e compatto raccoglie le funzioni di generazione, simulazione e misura tipicamente utilizzate per il controllo dei processi industriali. Lo strumento permette di generare segnali di corrente fino a ± 25mA, segnali di tensione fino a ± 25V, genera una resistenza di 100Ω e simula segnali termoelettrici equivalenti alle corrispondenti temperature di ben 8 diverse termocoppie (K, E, J, T, R, S, B e N). La sezione di misura permette accurati rilievi di corrente (± 28mA) e tensione (± 28V) Lo strumento è dotato di uscite separate e isolate dai terminali di ingresso per poter simultaneamente generare e misurare, visualizzando contemporaneamente i due valori sul grande display LCD Dotato di memoria interna per la registrazione di 20 valori di uscita, attribuendone a ciascuno la durata nel tempo, con successiva attivazione in sequenza automatica o con comando manuale per simulare le caratteristiche di funzionamento proprie dell’apparecchio in prova. Predisposto al controllo tramite il computer utilizzando l’interfaccia seriale USB in dotazione. www.asita.com

Il calibratore portatile 7012SS Asita


Anno III - n° 19 - pag. 21 Dicembre 2010 - 1°

GUIDA ALL’ACQUISTO

DA SCHNEIDER: www.schneider-electric.it

DA SCAME PARRE: www.scame.com

Centralino Mini Pragma di Schneider Electric I centralini Mini Pragma sono disponibili nelle versioni da incasso e da parete in taglie da 4 a 36 moduli. Tutte le versioni sono state concepite e realizzate mantenendo l’eleganza delle forme che contraddistingue Mini Pragma. Il centralino Mini Pragma si può avere nella versione da incasso: cinque colori con porta traslucida e una versione bianca con porta opaca oppure nella versione da parete: una versione bianca con porta traslucida e una bianca con porta opaca.

Relè differenziali Vigirex di Schneider Electric Caratteristiche Tecniche I relè differenziali Vigirex sono disponibili sia nella versione modulare sia nella versione da incasso.I nuovi Vigirex consentono di realizzare sempre un’adeguata protezione differenziale grazie alle ampie regolazioni. I relè Vigirex sono dotati di un’elettronica a microprocessore con tecnologia di tipo super immunizzato in grado di funzionare, senza provocare sganci intempestivi, anche negli impianti molto perturbati.

Quadro da cantiere Serie Mega Scame  otati di una robusta struttura metallica autoportante con D tettuccio di protezione i quadri Serie MEGA sono previsti per la distribuzione dell’energia elettrica nei cantieri con potenze installate da 90 KW a 370 KW.

Interruttori automatici DomA di Schneider Electric Caratteristiche Tecniche Curva di intervento: curva C Corrente nominale: da 6 a 32A; Tensione di impiego nominale: 230V CA.

Potere di interruzione: 4500A secondo CEI EN 60898 Tipo: DomA45,DomA47:1P+N DomA42: 2P; Chiusura rapida: la velocità di chiusura dei contatti risulta indipendente dall’azione dell’operatore; Durata elettrica (O-C): 20.000 cicli; Tropicalizzazione: esecuzione 2 (umidità relativa 95% a 55°C); Peso[g]: DomA45:110; DomA42, DomA47: 220; Collegamento: morsetti a gabbia per cavi fino a 10mm2. Non accessoriabile.

Schneider Electric S.p.A. Via Circonvallazione Est, 1 - 24040 STEZZANO (BG) tel. 035-415.11.11 - fax 035-415.28.66

Prese con dispositivo di blocco Serie Advance 2 di Scame L e prese interbloccate SCAME Serie ADVANCE 2 sono caratterizzate da superfici lisce e ben raccordate, prive di spigoli e rigature, compresa la manopola, che consentono la massima sicurezza ed ergonomicità nell’uso e una facile pulizia, essendo impiegate in ambienti dove tale esigenza é particolarmente sentita.

SCAME PARRE Spa V. Costa Erta, 15 - 24020 Parre (BG) Tel. 035 705000 - Fax 035 703122


SCAME PARRE spa www.scame.com Schneider Electric S.p.A. www.schneider-electric.it

INSERZIONISTI

GUIDA ALL’ACQUISTO

Anno III - n° 19 - pag. 22 Dicembre 2010 - 1°

ANTROX S.r.l. www.antrox.net

FLUKE S.r.l. www.fluke.it

ASITA S.r.l. www.asita.com

FRONIUS SOLARELECTRONIC SRL www.fronius.it

CONERGY ITALIA SPA www.conergy.it DIVA SYSTEMS SAS www.diva.it ENERPOINT SPA www.enerpoint.it Enerray S.p.a. www.enerray.com

Foto, disegni e testi Riproduzione vietata copyright ©. Tutti i diritti di riproduzione in qualsiasi forma, compresa la messa in rete, che non siano espressamente per fini di studio o professionali sono riservati. Per qualsiasi utilizzo che non sia individuale è necessaria l’autorizzazione scritta dell’Editore. Qualsiasi genere di materiale inviato in Redazione, anche se non pubblicato non verrà in nessun modo restituito. Si rende noto che i dati in nostro possesso sono impiegati nel pieno rispetto del D.Lgs. 196/2003. I dati trasmessi a mezzo questionari presenti nel periodico potranno venire utilizzati per indagini di mercato, proposte commerciali, o per l’inoltro di altri prodotti editoriali a scopo di saggio. L’interessato potrà avvalersi dei diritti previsti dalla succitata Legge. In conformità con quanto disposto dal codice di deontologia relativo al trattamento dei dati personali art. 2 comma 2, si comunica che presso la sede dell’Editore esiste una banca dati di uso redazionale. Gli interessati potranno esercitare i diritti previsti dal D.Lgs. 196/2003 contattando il Responsabile del Trattamento sig. Aldo Besozzi (besozzi@wattonweb.it). Informativa sulla Privacy Ai sensi dell’art. 13, d. lgs 196/2003 tutte le finalità dei dati relativi ai destinatari del presente periodico o di altri dello stesso Editore, consistono nell’assicurare una informazione tecnica, professionale e specializzata a soggetti identificati per la loro attività professionale. L’Editore, titolare del trattamento, garantisce ai soggetti interessati i diritti di cui all’art. 7 del d. lgs 196/2003.

GRENA S.r.l. www.grenasrl.com REVERBERI ENETEC SRL www.reverberi.it ZUMTOBEL LG ELLEGI S.r.l. www.zumtobel.it

Quindicinale di informazione per il mondo elettrotecnico e dell’illuminazione Direttore reponsabile Aldo Besozzi Redazione Tel. 02 73951380 Fax 02 73951380 E-mail: redazione@wattonweb.it www.wattonweb.it Editore: GIGACOM di A.F.G. Besozzi Via Garofalo, 5 - 20133 Milano P. IVA 12705670151 Graphic Designer: Lara Rossi Studio Reg. presso il tribunale di Milano n° 64 del 29/01/2008 Diffusione via web Copie spedite: 35.001 Inviare comunicati stampa a: redazione@wattonweb.it

visita wattonweb su Facebook

wattonweb n°19 - 2010  

ELECTRICAL & LIGHTING MAGAZINE

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you