Page 1

y(7HB8C4*NLNKKN( +{!"!_!$!.

0.50¤

Sabato 26 Luglio 2008

Direttore Enzo Cirillo

il Napoli Premiazioni e saluti

Anno V V N°1 N° 1 www.ilnapoli.sm www.epolis.com

Sa

26

Claudio Gubitosi

«OraGiffoni siprepara aprodurre isuoifilm diqualità» ■ ■ Il direttore artistico parla del

futuro del festival: «Sinergie con i ministero, la Rai e anche le case di distribuzione». P. 5

In scena Il sabato del villaggio ■ ■ L'emozione del saluto e

l'augurio di rivedersi. Gli amori di Giffoni. P. 2

La Pivetti e la Giorgi ■ ■ Le due attrici italiane

ospiti d'onore della giornata di chiusura. P. 3

Rock alla milanese ■ ■ Afterhours in concerto:

una guest star tra passione e grandi canzoni. P. 7

Arrivederci

Ultima giornata del festival: oggi la proclamazione dei film vincitori delle sezioni. Poi l'appuntamento al prossimo anno. ■■

Dixan per la Scuola main sponsor del Gif foni Film Festival.

Scuola


2

Gi oni Il Napoli 26 Luglioo 2008

iffoni

IloveGieffeeffe

onus per ormance er chiudere una bonus performance nella serata finale: a Gazz e ricarico chiudono stasera il festival dei ragazzi

ppuntamento al prossimo anno

i i ri e i r

i

Scendono le prime lacrime dei ragazzi che faticano a separarsi. ui alla ermesse iniziano a calare le luci

i i e iv de vi i

Il festival dei ragazzi, dell'amicizia e dei baci rubati olti di loro lasceranno qui un pezzo di cuore OLIS

rancesca occaletto francesca.boccaletto epolis.sm

li amori nascono ui

■ Ultime battute. È il “sabato del villaggio Giffoni”, un sabato che con i versi di Giacomo Leopardi condivide il clima di festa e l'immagine di fanciulli che «gridando su la piazzuola in frotta, e qua e là saltando, fanno un lieto romore».

N GI RN «pien di speme e di gioia: diman tristezza e noia recheran l'ore ed al travaglio usato ciascuno in suo pensier farà ritorno». Già ieri si sentiva che qualcosa nell'aria stava cambiando. Nonostante la simpatia di Pino Insegno, la dolcezza di Abigail Breslin, l'anteprima di Kung Fu Panda. Nonostante il vivace programma del venerdì, interamente dedicato al buonumore. Eppure i ragazzi lo sanno, quelli che da anni partecipano al Giffoni conoscono bene questa fase del festival. Le luci sono ancora accese, la festa è in corso, gli ospiti non mancano, ma i giurati contano le ore. E iniziano a scambiarsi i primi numeri di telefono per non dimenticare nessuno. «Già domenica Giffoni non sarà più la stessa. Il giorno dopo la chiusura il paese si svuota, all'im-

Luca Apolito è in sala con i giurati Y Gen. Stanno aspettando l'arrivo di Abigail Breslin, la giovanissima attrice di Little Miss Sunshine, e nell'attesa si rivolge ai ragazzi: «Quanti di voi si sono innamorati quest'anno al Giffoni?». Si alzano tante mani. «Però!», commenta Luca e continua col sorriso «Sarà per tutta la vita?». Risponde un coro di “sì”. A 15 anni il primo amore è per sempre. «Bene, mi fa piacere - conclude la “guida” dei giurati Y Gen - Dovremmo istituire un premio speciale per le coppie che si formano a festival di Giffoni». ■■

3 rrivederci al prossimo anno

provviso», spiega il barista impegnato a servire caffè a giornalisti e accompagnatori, e gelati ai tanti bambini con le magliette colorate. Dai suoi occhi traspare un po' di malinconia, perché da 38 anni questo festival è un evento

per tutti, un momento di grande condivisione che mette in relazione un piccolo paese della provincia di Salerno con il resto del mondo. L'ultimo giorno è sempre la stessa storia, si provano le stesse emozioni, si versano le stesse lacrime d'addio.

Sono le ultime ore di festa del sabato del villaggio. E i versi finali di Leopardi servono a dipingerne il ritratto: «Garzoncello scherzoso, cotesta età fiorita è come un giorno d'allegrezza pieno, giorno chiaro, sereno, che precorre alla festa

di tua vita. Godi, fanciullo mio; stato soave, stagion lieta è cotesta». Il sole calerà stasera anche sul Gff, «già tutta l'aria imbruna, torna azzurro il sereno, e tornan l'ombre giú da' colli e da' tetti, al biancheggiar della recente luna». ■

orrisi e incontri OLIS G

ino Insegno, simpatia contagiosa ■ Risate in sala Truffaut. Pino Insegno non sale sul palco, resta di fronte ai ragazzi e si rivolge a loro con assoluta spontaneità. «C'è gente che teme il confronto con i giovani perché voi dite sempre la verità». Ieri al Giffoni Insegno ha presentato tre minuti di “Ti stramo” - Ho

voglia di un'ultima notte da manuale, prima di tre baci sopra il cielo - poche immagini montate sulle musiche di J.Ax degli Articolo 31, realizzate proprio per questo film parodia di Tre metri sopra il cielo, Manuale d'amore, Come tu mi vuoi, Notte prima degli esami, Ho voglia di te, ma

anche Saw. Le riprese sono terminate da poco e ora si passerà alla cura del dettaglio. I giurati ridono di gusto, l'assaggio già li diverte. Pino presenta i due protagonisti del film, Marco Rulli (Stramarcio) e Carlotta Tescioni (Bambi), e il giovane coregista siciliano Gianluca So-

3Pino nsegno

daro. Li ha portati con sé al Gff perché la pellicola non è solo una sua fatica; li presenta e ne esalta le doti. Poi inizia lo show che fa impazzire la platea: Insegno è doppiatore di grande esperienza e i ragazzi lo sanno, per questo iniziano a citare Aragon de “Il Signore degli anelli” e lui non si fa pregare. Basta chiudere gli occhi e ascoltare la voce e il personaggio interpretato da Viggo Mortesen prende vita. ■


ele ono 081.1 8.0 .22

sms 0.1 12. 0

e mail it lio iln ooli.

oni Il Gi Napoli o 2008 26 Luglio

o

3 .

iffoni enti milioni per la ■ ■ La Giunta

ampana ha approvato una delibera specifica sul turismo che stanzia milioni di euro, dei quali per la Giffoni ultimedia alle , nel

LN 2.205

ultimedia alle salernitano. « ' stata una sfida quella di conciliare il protagonismo dei territori con la coerenza del programma regionale », ha detto il governatore assolino.

gli spettatori c e gioved anno visto iffoni su Canale

i giovani giurati del festival arrivati da paesi diversi

Gran inale

Le pellicole vincitrici pronte a festeggiare Giorgi e ivetti ospiti in chiusura q Ifilmsceltidaigiurati

tadina salernitana di Giffoni Valle Piana. Ospiti dell’ultima giornata, due amatissime protagoniste italiane del piccolo e grande schermo: Eleonora Giorgi e Veronica Pivetti.

■ Il giorno dei vincitori è arrivato, il Gff è pronto a incoronare i migliori. Verranno annunciati oggi in cittadella i film scelti dai giurati del Giffoni, per ogni categoria.

L N R GI RGI storica attrice della commedia all’italiana, alla sua seconda prova da regista con “L'ultima estate” (pellicola dal cast quasi interamente costituito da diciottenni), è ora impegnata sul set de “I Cesaroni”. Anche la Giorgi incontrerà i giovani per rispondere alle loro domande. L'altro appuntamento in calendario riservato ai ragazzi, è con la

delGiffonifilmfestival verrannoannunciati oggiallacittadella

IC I L N GI RNI del Giffoni Film Festival edizione 2008, appuntamento cinematografico dedicato ai ragazzi, che da 38 anni coinvolge la cit-

OLIS

pinione Claudio Gubitosi

l mio grazie a E Polis

3Eleonora iorgi

simpatica Veronica Pivetti, attrice, doppiatrice, conduttrice televisiva e speaker radiofonica. L P LI RIC R I è oggi uno dei volti più apprezzati del panorama televisivo, anche e soprattutto grazie al successo

della riuscitissima serie “Provaci ancora prof”, giunta alla sua terza stagione. La Pivetti, che è anche una delle voci di Radiodue, è stata doppiatrice nel cartoon movie “Ortone e il mondo del Chi” di Jimmy Hayward e Steve Martino autori della saga dell’Era glaciale. ■

orrei esprimere a E Polis e alla sua redazione il mio grazie sentito per essere stati in mezzo a noi durante tutto il festival. In mezzo a noi senza guardare mai dall'alto, ma cercando invece di capire da dentro cosa accade, quali sono i sentimenti e le emozioni. Il mio grazie per la comunicazione moderna e aperta. E Polis ha mostrato di essere veramente un giornale “free”: nel senso di libero, libero nella mente e libero nel cuore. Grazie da me e da tutti quanti lavorano per Giffoni.

www.dixanperlascuola.it

La solidarietà ha portato la scuola fino a Dhupguri, in India.

Dixan per la Scuola insieme a Fondazione Onlus L’Albero della Vita difende il diritto a essere bambini in una delle zone più povere e disagiate dell’India, aiutandoli a ritrovare il sorriso. Per ogni scuola italiana iscritta al concorso, Dixan versa un contributo per la realizzazione di questo importante progetto. Grazie a Dixan per la Scuola e alle scuole italiane, nel villaggio di Dhupguri sempre più bambini possono andare a scuola e sognare un futuro migliore.


Gi oni Il Napoli 26 Luglioo 2008

on e ion ri er l L oli A

u

li it

ele ono 081.1 8.0 .200

Il programma di SABATO 26 LUGLIO 2008 VILLAGGIO MERCEDES NARNIA - PIAZZA FRATELLI LUMIERE

SALA TRUFFAUT - CITTADELLA DEL CINEMA Y GEN (y gen lab project) 09:00 Cortometraggi/Short Films RETREATING by Elisabetta Bernardini (Italy, 2008, 15’) INTERLUDE by Katja Eyde Jacobsen (Norway, 2007, 11’) AUGUST by Jay Gammill (USA, 2007, 16’20’’) SHUT UP, BUTTERFLY! by Erek Kühn (Germany, 2008, 15’) THE LAB by Mariano Fiocco (Italy, 2007, 8’) 11:00

FREE TO FLY Cortometraggi/Short Films TOYLAND by Jochen Alexander Freydank (Germany, 2007, 13’50’’) THE TOURNAMENT by Michele Alhaique (Italy, 2008, 15’) SCRAMBLED by Alessandro Celli (Italy, 2007, 4’) STING by Vigdis Nielsen (Norway, 2007, 17’) FELIX by Andreas Utta (Germany, 2007, 20’) NEW BOY by Steph Green (Ireland, 2007, 11’)

CINEMA VALLE KIDZ FIRST SCREENS FREE TO FLY TROUBLEDGAZE/SEGNALIINQUIETI Y GEN

5:00 17:00 19:00 21:00 21:15

Replica Film Vincitori Replica Film Vincitori Replica Film Vincitori Replica Film Vincitori Replica Film Vincitori

CONVENTO SAN FRANCESCO POW-WOW a cura di Paolo Biamonte e Mariolina Simone (riservato ai giurati Giffoni Music Concept) 16:30 con TRICARICO 17:00 con MAX GAZZE’

17:30

ANIMAZIONI

DIXAN VILLAGE - PIAZZA UMBERTO I 18:00

ANIMAZIONI E MUSICA

CITTADELLA DEL CINEMA 20:00 Esibizione degli Sbandieratori della Citta’ di Cava de’ Tirreni GIARDINO DEGLI ARANCI RELOAD 22:30 LA VOLPE A TRE ZAMPE (+ 12 anni) - by Sandro Dionisio (Italy, 2001)

ARENA ALBERTO SORDI - CITTADELLA DEL CINEMA 21:00

SOIRE’E GFF AWARDS 2008 Premiazione Films Vincitori (sezioni Free to Fly, Y GEN (y gen lab project)e Trouble Gaze) Presentazione e consegna Premio Banca della Campania – Grifone di Cristallo interviene Francesco Fornaro - direttore generale MYTHS IN SHORTS SOCRATE E LA NUVOLA ROSA by Andrea Lucisano (Italy, 2008, 10’) Guests VERONICA PIVETTI ELEONORA GIORGI GIFFONI MUSIC CONCEPT Performance by: MAX GAZZE’ TRICARICO

a edizione 9 3 a l l a i c r e Arrived Tema: TabU’


ele ono 081.1 8.0 .22

sms 0.1 12. 0

e mail it lio iln ooli.

5

oni Il Gi Napoli o 2008 26 Luglio

o

.

rgomenti

I

OLIS

l u io Gubitosi irettore rti ti o

eic

Mi sento il direttore d'orchestra.

L

C A R O O A I IRIG LA S A R A RA, IL S I AL L I A

rr d r dice c e idee c e i ri i d c e di ere de er i i e ede c di e c i e

eri i v

arla, sorride, poi ascolta e mentre lo fa strizza gli occhi dietro le lenti e china indietro il capo, nel suo caratteristico e istintivo gesto di attenzione. Gusta il pesce crudo col limone e, felice come un bimbo a Giffoni, si guarda le dita: «Che bello mangiare con le mani...». Ha i suoi riti, Claudio Gubitosi, che lo aiutano a tener botta con il caldo e la fatica. Come quello, rivela, tipicamente mattutino: «Il bagno lo faccio a casa, la barba al festival. Mi levo la magliettina e..» conclude mimando sulle guance il gesto del rasoio. Il Gff numero 38 non è concluso, ma già il direttore artistico viaggia verso le prossime edizioni, quando con candeline ci sarà «la svolta».

i

r

i

e

re

Ho imparato che c'è tanto da imparare ancora. Perché di fronte alla fantasia e alla perseveranza non c'è mai limite. i ii ii i

ie iv

Produrre ogni anno un film italiano targato Giffoni e portarlo in giro per il mondo. Medusa ha deciso di investire milioni sul cinema italiano. Poi abbiamo nel Paese un patrimonio che si chiama Rai e un ministero dei Beni culturali, con il direttore generale Gaetano Blandini, molto sensibile all'offerta e alla proposta di Giffoni. In questo quadro, destiniamo tre, quattro milioni l'anno per produrre un film a Giffoni. i

err

i

Il cinema per ragazzi non esiste, è un'etichetta su film artefatti e dove non c'è verità. Giffoni seleziona e presenta film che parlano di ra-

ic

i

i

Un ragazzo mi ha detto “siamo anche in vacanza e finalmente senza i genitori ”. Li vedo sdraiati sul prato, al sole come in un'isola che non c'è. Giffoni è un'isola di montagna, un festival di montagna dove c'è la fatica della salita, la gioia della vetta, l'emozione di scoprire una grotta, un anfratto. Giffoni è un festival dove i giovani non sono solo giurati che votano, ma protagonisti di un impegno bello e imponente.

on credo al cinema per ragazzi ma voglio lavori c e parlino di ragazzi

e i

ei i de e r r

Il Sud è la mia terra, ma non vivo il Sud come “zona depressa”, secondo la definizione che dà l'Europa. Non mi sento depresso. Non piango, né mi lamento. Al ministero, alla Regione, alla Provincia e al Comune non chiedo aiuto ma presento progetti, offro proposte.

or i oni ronto ro urre i uoi il arco ostallino marco.mostallino epolis.sm

È un'orchestra aperta. Ha il suo programma, i fiati, gli archi, ma poi accoglie sorprese come il pittore che arriva e crea un grande pannello in piazza.

ic i

edo il estival con gli occhi del padre di famiglia: ogni giovane una persona, in una abele di lingue che per parla l'unica lingua dell'amicizia

gazzi: dell'adolescenza, con la sua complessità e turbolenza, in un mondo che spesso è distratto e non ascolta. Un film che parla di ragazzi è un'altra cosa: qui abbiamo affrontato anche temi delicati come l'eutanasia. i i

ir re

i

r

i

In Italia abbiamo giovani registi bravissimi, nuovi Muccino, che hanno il diritto di essere scoperti e che noi abbiamo il dovere di valorizzare. Il problema è che i film sui ragazzi qui sono sottovalutati, mentre in nord Europa e in Canada, ad esempio, c'è grande sensibilità da parte dello Stato e spesso i temi e problemi della gioventù sono oggetto dell'opera prima di grandi registi. Giffoni, con la Multimedia Valle , pu produrre un film l'anno che sia espressione moderna del cinema italiano. i

i

i

eic ere

d

e iv

Mi resta quel che vedo dal balcone, la visione dei ragazzi, di come parlano, piangono, di come sorridono, entrano in rapporto con le famiglie locali. Mi resta un bagaglio forte e vero, perché vivo il festival da padre di famiglia. e i

i ic viver c

Significa che ogni ragazzo è una persona. I giurati sono , ma anche il duemila-duecento-quinto - sottolinea scandendo la parola, ndr - è una persona, non un numero. E vedo come vivono l'incontro, scoprendo la propria personalità, valorizzando la propria diversità tra amicizia e ormoni sorride - visto che sono adolescenti. Vedo una Babele di lingue che parla la stessa lingua della solidarietà. ■

La guida in cucina. Che si mangia oggi?

Un vero e proprio manuale di cucina, pronto a prenderti per mano e condurti nella realizzazione di centinaia di ricette da tutto il mondo.

www.touchgenerations.it

e e i

Giffoni “è” il festival. La gente che accoglie in casa i ragazzi, la piazza e gli altri luoghi che ospitano il festival, che non rimane confinato nella cittadella ma si estende ad ogni spazio.


Gi oni Il Napoli 26 Luglioo 2008

on e ion ri er l L oli A

u

li it

ele ono 081.1 8.0 .200

GODITI L’ESTATE. TI GODRAI L’AUTUNNO CON

Da ottobre in prima serata


oni IlGi Napoli o 2008 26 Luglio

7 .

iffoni IC . GLI A

R O RS RA OI O O I S

SSI I A

RI A

IL

O O

La mia banda uon il ro e nt i ore e r i l gru o it n to nuel Agnelli gue t t r i i oni. eri er uno o tir to e otente er re ent re i r g i l ulti o i o il ne i no il to

L

'ultimo lavoro ha un titolo provocatorio che contiene una citazione letteraria: “I milanesi ammazzano il sabato”. itolo forte, graffiante come nella consuetudine della band, guest star musicale di Giffoni. n disco dai tempi accelerati, ritmi veloci, fiati duri e abrasivi, a volte addirittura toni sinfonici. Soprattutto, addio alle atmosfere disperate e claustrofobiche che ne avevano fatto un tratto distintivo. Se non è una vera e propria svolta, poco ci manca. A tre anni dal successo di “ allate per piccole iene”, la band capitanata da Manuel Agnelli, e ritornata sul

mercato e tra noi con quattordici pezzi nuovi di zecca. Canzoni diverse e speciali per un lavoro che segna una svolta nel percorso musicale di uno dei più longevi gruppi rock italiani. Sentivo l’urgenza di esprimere una diversa visione delle cose - spiega Agnelli - e l’album rappresenta un percorso fatto in prima persona, da cui deriva il senso generale di positività e di apertura notevole rispetto a certe sonorità del passato . Reduci da un tour negli Stati niti e da un duetto epocale a orino con Patti Smith (con la sacerdotessa del rock hanno cantato “ ancing arefoot”, un brano vcontenuto in

v r pi sereno e positivo che nel passato. Abbiamo composto in assoluta libertà. Il titolo Omaggio a Scerbanenco

3 li fter ours negli Usa a destra gnelli live e in basso la copertina del disco

“ ave”, il disco del ), la band milanese a Giffoni chiude il cerchio del festival con una notte speciale da dedicare ai ragazzi del GFF. C R R avevamo voglia di giocare con la più grande libertà possibile e credo il risultato lo dimostri - continua Manuel, cantante e leader del gruppo - Il disco è venuto fuori con zero pressione e dopo aver rotto con la casa di produzione, la Mescal, perch non avevamo fretta n qualcuno che ci imponesse tempi da rispettare. E nonostante ci abbiamo messo quasi un anno, alla fine un 0 per cento dei

A

IS I

provini sono finiti nel disco, perch non volevamo avere un risultato troppo levigato . “I Milanesi ammazzano il Sabato”, parafrasa il titolo di un romanzo di Giorgio Scerbanenco. n autore che apprezzo continua - lo scrittore più milanese che conosca ma il nostro non vuole essere un omaggio. Milano è la nostra città , il luogo che volevamo come ambientazione delle canzoni, ma non per stringere il discorso generale, che parla di temi quotidiani. I riferimenti alla città sono pochi. uanto al titolo, ci piaceva il gioco di parole secondo cui i milanesi ammazzano il sabato nel senso che sanno trovare il modo di divertirsi . n richiamo alla propria provenienza geografica che paradossalmente giunge dopo il periodo di maggiore internazionalità della band, una delle poche italiane in grado di convogliare folle di fans anche in Europa e negli Stati niti. Gruppo storico, nato nel 0 e che solo nel 3 ha deciso di cantare in italiano. Il risultato è rock pulsante, suoni tirati, influenze progressive mescolate in un'alchimia che non ha eguali. E poi i testi: provocazioni tra amore e rabbia, ironia al cianuro. Valga per tutti il titolo-slogan di ”Voglio una pelle splendida” o il refrain di “ aby fiducia”: La mia generazione ha un trucco buono, critica tutti per non criticar nessuno e fa rivoluzioni che non fanno male cos che poi non cambi mai, essere innocui insomma che senn è volgare... . utto cambia come la band: con l’ingresso del bassista, Roberto ell’Era e uno strumentista, Enrico Gabrielli, che passa con disinvoltura dal sa , al piano, al flauto. Infine l'arrivo di Emma, (due anni e mezzo), e quel tema della paternità che affiora nell’eco favolistico degli ultimi brani autobiografici: “ aufragio all’isola del tesoro” e “Orchi e streghe sono soli”. na grande band per un grande, grandissimo Giffoni. ■ Paolo antauzzi

O

AT UI

IB

ER

GR

AM

BINI

• NUM

•

Senza di te Telefono Azzurro non c’è

O T O R I S E R VAT

A

Linea gratuita riservata a bambini e adolescenti fino a 14 anni per segnalare abusi, disagi e difficoltà

Linea gratuita, attiva 24h su 24 ed accessibile Linea istituzionale per adolescenti a chi vuole dai 14 ai 18 anni, adulti, segnalare situazioni di disagio famiglie per segnalare problemi

Sempre più bambini sono maltrattati, abbandonati, vittime di abusi. Sempre più bambini hanno bisogno di Telefono Azzurro. Per affrontare quest’emergenza abbiamo bisogno di te. Aiutaci con una donazione sul conto corrente postale 550400, oppure rivolgendoti all’infoline 800.090.335. Senza di te l’infanzia in difficoltà resterà senza voce. Aiuta i bambini, aiuta Telefono Azzurro.

www.azzurro.it


Gi oni Il Napoli 26 Luglioo 2008

GFF Eventi. Numerose e interessanti le manifestazioni in calendario per tutto l’anno

Giffoni: e dopo il Film Festival si ricomincia con il teatro In cartellone spettacoli per giovani compagnie. E poi ancora sagre e fiere... Cala oggi il sipario sulla 38esima edizione del Giffoni Film Festival. In archivio restano i sorrisi dei giurati, istantanee di momenti felici che si ripeteranno, scatti con i volti noti che hanno calcato le strade di Giffoni e le rubriche dei cellulari piene di numeri e di sms di nuovi amici. Ma i riflettori sulla città non si spengono. Appena il tempo per riprendersi da questi dieci, intensissimi, giorni che la grande macchina degli eventi culturali ed artistici riparte alla grande con tante novità e sorprese. Il 2 agosto prende il via infatti l’undicesima edizione di “Giffoni Teatro” una delle

manifestazioni teatrali più importanti della Campania. Una scommessa nata nel 1997 dall’intuizione e dall’amore per il teatro dell’attrice salernitana Antonella Quaranta, con lo scopo di dare la possibilità a giovani compagnie salernitane e campane di esibirsi in un contesto di ampio respiro. I primi tempi sono stati difficili ma i risultati sempre soddisfacenti e all’altezza delle aspettative del pubblico che negli anni è diventato sempre più numeroso. Da alcuni anni la gestione organizzativa dell’evento è passata nelle mani dell’omonima associazione presieduta da Maria Domenica Cafaro che, è riuscita in pochi anni ad inserire la manifestazione nel cartellone dei grandi eventi culturali della Campania. La suggestiva location del Giardino degli Aranci, sede della manifestazione fin

Una spettacolare veduta di Giffoni Valle Piana

dalle prime edizioni, caratterizza ancora di più l’evento, ospitando il pubblico in una cornice unica nel suo genere.

Albertazzi, Salemme, Rivieccio, Cannavale, Schettini, sono solo alcuni dei nomi che hanno calcato il palcoscenico della

manifestazione che richiama ormai ogni anno migliaia di presenze con le prenotazioni che partono ancor prima che


Gi oni Il Napoli o 2008 26 Luglio

ue i

a ini del onvento di an rancesco a Giffoni Valle Piana.

l’organizzazione pubblichi ufficialmente il calendario degli spettacoli. ltre a promuovere spettacoli di grandi autori si offre una opportunità anche alle giovani generazioni grazie al progetto “Teatro Ragazzi” giunto alla terza edizione. In cartellone tre appuntamenti dedicati alle nuove leve domenica 1 agosto la Compagnia Stabile dei Ragazzi Filippo Sgruttiendio de Scafato in “Lu coraggio de nu pompiere napoletano”, sabato 23 agosto il Laboratorio The Round Stage di iterbo in “L’ pera da tre soldi”, gioved 28 agosto l’ente teatrale La iazza e l’Aquilone di Roma presenta la Compagnia anda di Guglielmo in “La anda di Guglielmo”. Cinque date saranno dedicate alle compagnie stabili del territorio gioved 7 agosto gli Artisti di Dionisio in “Mamma mia”, marted 12 agosto la Compagnia Animazione 9 con la commedia musicale “Ciao Mozart”, sabato 1 agosto il Teatro dei Dioscuri sul palco degli Aranci con “Sogno di una notte di mezza estate”, mercoled 2 la Compagnia Instabile in “Filumena Marturano”, mentre l’ultimo appuntamento sarà con la Compagnia Il Sipario, con lo spettacolo “Un ragazzo di campagna”. Grandi nomi inaugureranno la ermesse estiva, sabato 2 agosto, Alessandro Siani, con il suo fortunato sho “ er Tutti revolution”, mercoled agosto, per i 11 anni dalla nascita di Tot , l’ nte Autonomo “Antonio De Curtis” presenterà Mario

.

destra in asso una istantanea del ellissi o Giardino de li ranci

Di Gilio in “Tot , 11 e lode”. In occasione dello spettacolo, il Maestro rivivrà anche con la mostra il “ aule di Tot ” in esposizione una vera e propria cassaforte, custodita da Federico Clemente, nipote del rincipe, che ricostruisce, attraverso fotografie, documenti e locandine, la grande avventura teatrale, cinematografica e televisiva del rincipe. Questi sono solo alcuni degli appuntamenti di una ricca ermesse che si chiude il 3 di agosto. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito .giffoniteatro.it Tanti altri appuntamenti animano il Comune di Giffoni alle iana da fine agosto, fino ai primi di settembre, prende il via la millenaria Fiera di Santa Maria a ico, una delle più antiche della provincia di Salerno e che richiama migliaia di turisti e di venditori. La fiera si tiene in concomitanza con la festa religiosa per la Madonna di

corci del or o erravecc ia

Santa Maria a ico. el mese di ottobre con la caduta delle castagne arriva la “Sagra della Castagna” che da quasi trent’anni si svolge nella frazione montanara di Curti. Il 2 8 si chiude con altri due significativi eventi la 13esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte resepiale, organizzata ed ideata dalla locale ro Loco e la terza edizione di “Divino atale” rassegna enogastronomica a cura dell’associazione “GiffonInfiera”, prevista per la seconda settimana di dicembre. Tra febbraio e marzo del 2 9 si svolgerà la 23esima edizione del Carnevale di Giffoni alle iana centinaia di figuranti parteciperanno alla sfilata dei carri allegorici, organizzata da un’apposita associazione culturale e patrocinata dal Comune, ogni frazione darà vita alla sfilata con un carro a tema. Marted in Albis si terrà la manifestazione popolare del

“Tiro al Caciocavallo”, un evento molto antico in cui i concorrenti devono colpire con un fucile un caciocavallo a forma di pera allungata

appeso a 8 metri di altezza, anticamente il caciocavallo veniva colpito con delle pietre. Mattia A. Carpinelli

Per ulteriori informazioni: COMUNE GIFFONI VALLE PIANA Tel. +39.089.9828711 (centralino) www.comune.giffonivallepiana.sa.it www.turismoregionecampania.it


Gi oni Il Napoli 26 Luglioo 2008

iffoni La lettera. Il ministro per i eni culturali scrive ai giurati e allo staff del festival

di q «Igiovaniimparanoa

nonessereschiavidelle modeeaconfrontarele lorostoriediverse» «Da sempre Giffoni ha scelto di stare con i ragazzi di tutto il mondo, guidandoli in un percorso capace di farli pensare, di non essere schiavi delle mode e, attraverso il cinema, di conoscere le rispettive culture,

ee nonchè il valore del dialogo tra di esse». Lo scrive il ministro per i beni e le attività culturali Sandro Bondi in un messaggio al Giffoni Film Festival, dove non è potuto essere presente informa il ministero «per improvvisi impegni di Governo». È stato il direttore generale per il Cinema, Gaetano Blandini a intervenire alla manifestazione campana e a portare il saluto del ministro ai partecipanti alla manifestazione.

i di c Bondi ringrazia calorosamente Claudio Gubitosi, «inventore e direttore del Festival, e tutti i suoi collaboratori, che con entusiasmo, passione e sacrifici fanno sì che il miracolo di Giffoni si ripeta da trentotto anni, ricchi di grandi emozioni, sempre nuove e mai ripetute». «Il mio ringraziamento più grande - conclude Bondi, nel messaggio inviato al festival del cinema per ragazzi - va alla giuria, composta quest anno da

r OLIS

3 l ministro ondi

. giovani dai sei ai diciotto anni, provenienti da trentatrè paesi del mondo. Sono certo prosegue il ministro pr i Beni culturali - che anche quest anno vi sarete emozionati e avrete emozionato gli ospiti del Festival e sono certo che porterete con voi la passione per il cinema, per la bellezza e per la cultura. Sar con voi il prossimo anno, sicuro che anche la 3 esima edizione si presenterà sotto l insegna della qualità e della unicità. Un grazie ancora più grande alle famiglie di Giffoni che ospitano questi giovani nelle loro case come se fossero loro figli». ■

cologia

erra conquista il premio ambiente È stato assegnato al film 'Terrà, del regista Aristomenis Tsirbas, il Premio CiAl per l'Ambiente . La pellicola, del , era in concorso nella sezione First Screen. Il film, realizzato negli Usa, è risultato vincente per la sua valenza socio ambientale, per la grafica con cui è stata realizzato e per l'idea nuova che è alla base della sceneggiatura: se esistono altre civiltà nel nostro universo, è possibile che siano migliori della nostra. La storia narra di un invasione aliena alla rovescia, dove gli alieni sono gli esseri umani. Il film sa esprimere in maniera semplice e diretta, attraverso un linguaggio attraente e colorato, la battaglia animata fra due schieramenti: umani contro alieni. Un aspro confronto che pone in evidenza le cattive abitudini di vita degli umani, irrispettosi del pianeta dove vivono e che hanno distrutto. ■ ■

Il dato iconoscimento nato nel l ministero

Il remio iAl per l Ambiente stato istituito nel da iAl onsorzio azionale per il Recupero e il Riciclo dell alluminio e Giffoni, con il atrocinio del inistero dell Ambiente.

■■


oni IlGi Napoli o 2008 26 Luglio

.

iffoni P R

N GGI

bigail reslin 12 nni ill oro o eungio o Nell it ono un in o e tutti gli ltri . Little i ei giur ti oet nei. n r ggio i ole ieri i oni on

3 estitino estivo capelli sciolti. bigail reslin cresciuta. n ittle iss Suns ine aveva anni ora ne a .

un ine ri o to lle o n e e r tello ttore l eguito

3 e c iedono ual il suo attore preferito bigail risponde: io fratello Spencer

3 orrei continuare a fare l'attrice oppure mi piacerebbe diventare una veterinaria


2

Gi oni Il Napoli 26 Luglioo 2008

on e ion ri er l L oli A

u

li it

ele ono 081.1 8.0 .200


ele ono 081.1 8.0 .22

sms 0.1 12. 0

e mail it o li iln ooli. o

oni IlGi Napoli o 2008 26 Luglio

3 .

iffoni CR N C

ottoilsolediGi oni ilri o o ri el in le Do o ie i giorni i i egno il i ttiti in ontri i gio ni i ril no ul i olo r to. i legge i i ier i e it ione en. A ett n o i er etti e le ulti e t r o iti ell ni e t ione. ggi il e ti l iu e e unt ento l ro i o nno


Gi oni Il Napoli 26 Luglioo 2008

GFF Diario di Viaggio. Grazia Palermo

«GFF: dieci giorni intensi tra film, musica e amicizia» Tornare a Giffoni è stata un’emozione fortissima. Lo rifarei ogni anno L’estate scorsa, ho partecipato per la seconda volta al Giffoni Film Festival come Giurato Di Qualità e per la seconda volta, è stato fantastico. Il GFF è quel tipo di esperienza che vorrei che i miei futuri figli facessero; è un’opportunità in cui uno ha la possibilità di confrontarsi con i suoi coetanei, perché i film proposti trattano argomenti che toccano i ragazzi da vicino e permettono quindi a noi spettatori di immedesimarci meglio in quello che è il personaggio e in quella che è la sua problematica. Oppure si riesce a farsi un’idea di cose che non sono mai state vissute e si riesce a vivere

I ragazzi seguono con attenzione la proiezione delle pellicole da giudicare e i dibattiti con registi e protagonisti

queste emozioni attraverso lo schermo. Allo stesso tempo però possiamo confrontarci anche con quelli che sono i veri professionisti del settore cinematografico e alzare la mano e dire al regista o

attore che sia: “Ehi a me non è piaciuta questa scena, penso che sarebbe stato meglio se fosse stata fatta così…“ e riuscire così a far crescere, o affinare, un senso critico nella testa di un ragazzo che sta

crescendo, e che dovrà fare mille scelte importanti da lì a pochi anni. Sono felice perché per me questo è il cinema: sì, perché il cinema è arte, e l’arte deve poterti far sorridere,

piangere, riflettere, scioccare o comunque suscitarti un qualsiasi tipo di emozione, perché un film, di qualsiasi genere sia, se non riesce a toccarti in qualche modo, non è un bel film.


oni Il Gi Napoli o 2008 26 Luglio

5 .

GFF

Ma il GFF non è solo cinema, infatti è anche spettacolo, musica, amici e tanto divertimento. Conservo dei bellissimi ricordi della famiglia che mi ha ospitato. Sono quei ricordi dello svegliarsi presto, del “rendersi presentabile” in pochi minuti, della sveglia che continua a suonare per avvisarti che si ricomincia, nonostante tu non ti alzi, perché la sera prima sei tornata a casa alle 3 del mattino - dopo il concerto - per poi rimanere fino alle 5 a parlare con la tua ospitante. Ma, per non perdere il pulmino, che ti porterà alla cittadella del cinema, fai tutto di fretta per poi riuscire a salire all’ultimo momento, dopo aver rincorso quel dannato veicolo per qualche decina di metri. Trovi nuovi amici, nuove persone che non avresti mai pensato di conoscere e che, a colpo d’occhio, diresti che sono completamente diverse da te … e infatti, lo sono! Poi ci

Oliver Stone (a destra) sul palco del GFF edizione 2001

si riesce a confrontare, discutere o semplicemente chiacchierare sul bel prato verde della cittadella: di com’è la scuola, di Salerno o di Milano o di New York o di qualsiasi posto sia quella ragazza così carina che ha modificato la sua maglietta del Festival in quel modo così particolare! Così, mentre tu ti fai gli “affari tuoi”, vedi altri cento ragazzi che corrono, ridono, urlano e semplicemente si divertono: e tu riesci a sentirti parte di tutto questo.

Delle persone che ho conosciuto l’anno scorso, ragazzi o ragazze che siano, molti sono rimasti dei miei carissimi amici, che ancora oggi sono contentissima di poter sentire vicini, come quando commentavamo i film durante la proiezione o stavamo sotto il palco a cantare. Insomma è stato bellissimo, un miscuglio di tutte quelle emozioni e sensazioni che puoi provare in quelli che sono su e giù 10 giorni che davvero vorresti non finissero mai.

Passeggiate serali per le strade di Giffoni

Diario di Viaggio. Vanessa Carlet

«Un mondo senza confini che sostiene la creatività» Un’esperienza inedita che ti dà la possibilità di confrontarti con altri giovani Fine dell’anno scolastico. Tempo di bilanci, sospiri di sollievo e legittimo desiderio di riposo. Oppure… di imbarcarsi per un’esperienza inedita, come ho fatto io: il Giffoni Film Festival. Un’esperienza che offre a tanti giovani un’opportunità di confronto, che sostiene la creatività e valorizza la capacità di critica attraverso un percorso formativo. Tra un film e una serata in compagnia vi assicuro vi divertirete e non vorrete più che tutto quello che state passando finisca. Giffoni una delle più importanti manifestazioni ci-

nematografiche dedicate ai ragazzi, che apre le barriere a tutti quelli che si vogliono tuffare in un mondo nuovo. Ho passato dieci giorni indimenticabili dal primo all’ultimo. Ho voluto vivere ogni momento. Per far sì che questi giorni restino un ricordo vivo e presente nella mia mente. La famiglia che mi ha ospitato è stata molto disponibile con me, come tutti quelli che organizzano tutto ciò. Ogni giorno ci sono state delle vere sorprese; ho avuto la fortuna di fare un provino con Sergio Assisi, di incontrare Serena Autieri, di poter porre delle domande a tutti gli ospiti come Lino Banfi, Walter Nudo, Fiona May…e tanti altri, e le serate molto entusiasmanti e intense con diversi cantanti come Irene Grandi, Zero

Dino De Laurentis ospite di una passata edizione del Giffoni Film Festival, tra i ragazzi della giuria

Assoluto, Pquadro e Simone Cristicchi… L’anno scorso il Festival aveva come argomento i Confini. Mi è piaciuto molto perché aveva richiamato il fatto che vi partecipano giovani da tutto il mondo e quindi c’è la possibilità di mettere a confronto idee e opinioni diverse. Durante questi gior-

ni ho potuto conoscere tante persone simpatiche della mia età con le quali mantengo i contatti tuttora. A questo punto posso dire che ho vissuto un’esperienza fantastica che come ho ripetuto più delle volte non vorrò dimenticare. Auguro ai partecipanti degli anni a seguire di riuscire a

vivere pienamente questo festival quanto me, perché ne vale veramente la pena. Mi dispiace moltissimo di non poter essere lì con voi quest’anno ma spero con tutto il cuore di ritornarci. Infine volevo dire GRAZIE a tutti coloro che fanno di tutto per rendere al meglio questo Festival.


Gi oni Il Napoli 26 Luglioo 2008

l prossimo anno

L ri e e ro e e i iu e l er e e ■ ■ Come ogni anno la chiusura del Giffoni è dedicata agli abbracci. Oggi alle 3 l'annuncio dei film vincitori.

P.2

3

L ui il in le on e ri ri o ■ ■ Il gran finale in musica è affidato questa sera alla “bonus performance” regalata da Ma Gazzè e Francesco ricarico al pubblico del Giffoni. na serata live per chiudere la nove giorni di festa.

Sono felice di incontrare giurati della mia età

ggi

ariabile

3 IN ■ ■ ielo prevalentemente sereno con venti in arrivo e qualche nuvola

3 IL AO OLIO IL I II II

bigail reslin attrice Il estival www.dixanperlascuola.it

3

L incognita anremo

nici punti fermi: Paolo onolis e cinque serate tv. Per il resto è ad oggi in alto mare l’accordo tra la Rai e il Comune di Sanremo per il rinnovo della convenzione per il festival e per i cosiddetti “oneri accessori”, ossia le altre serate tv di altri programmi, riprese di manifestazioni e dirette varie. Ad oggi non si sa quando ci sarà il prossimo festival, n per le cinque serate ufficialmente c'è un posto nel palinsesto di Raiuno. C'è preoccupazione per la situazione e speranza per un accordo al quale in Rai sta lavorando innanzitutto il capostruttura di Raiuno Giampiero Raveggi, ma resta l’allarme. ■■

Un’ondata di divertimento con Cristina D’Avena e il Prof. Dix. Se state cercando sorrisi, giochi e musica in compagnia, venite a trovarci in Piazza Umberto I. Il Professor Dix e Cristina D’Avena faranno scatenare un intero Villaggio. Vietato mancare!

Appuntamento il 24-25-26 Luglio, a partire dalle ore 17.00.

maggio al signor G.

3

Gaber arriva in classe

■ ■ Giorgio Gaber è un arti-

sta di tale portata che dovrebbe essere conosciuto anche dai più giovani, per questo motivo il ministro dell’Istruzione, niversità e Ricerca, Mariastella Gelmini sta pensando a progetti su di lui nelle scuole superiori e nelle università . Al festival Gaber di Viareggio, Enzo Iacchetti ha proposto di inserire il Signor G. nei testi di scuola, e ora la sua proposta ha accolto un coro di s fra i musicisti presenti alla manifestazione come Massimo Ranieri e Gianluca Grignani. Ma soprattutto ad essere d’accordo sull'ingresso di Gaber nelle scuole sembra essere il ministro. Gelatai in tras erta n cono con 2

3

gusti

■ ■ Oltre che uno dei paesi in

cui se ne consuma di più, l’Italia rappresenta la patria del gelato artigianale di alta qualità. A testimoniare come la scuola italiana sia la più apprezzata nel mondo, dal 28 luglio al agosto, l’arte del saper fare made in Italy si trasferirà a Santo omingo per presentare ben 2 0 gusti inventati per l'occasione. ra i più curiosi quelli al radicchio trevigiano, alle zucchine, al arolo o al Sagrantino di Montefalco.


Speciale E-Polis del 26 luglio  

Speciale E-Polis del 26 luglio

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you